Issuu on Google+

reatHbreat anclEancle greeNgreen kparKparkp itycItycit rtheArthea


Marco Bernardini Matricola: 1048406

HENKIA

Orientamento in: DISEGNO INDUSTRIALE, EXHIBIT DESIGN E PUBLIC DESIGN Docenti: Massimo D’Alessandro, Marco Bevilacqua, Susanna Mirza


Photo courtesy of: www.google.com www.flickr.com www.thebigpicture.com www.annaeshelman.com www.abitare.com www.heatherwickstudio.com

Progettazione di un padiglione interattivo atto a sensibilizzare l’utenza verso uno stile di vita più rispettoso per l’ambiente. Nome del progetto: Henkiä


INTRODUZIONE


Henkiä: [’hŋki.æ*] to breathe. Breathing is the process that takes oxygen in and carbon dioxide in and then out of the body. Aerobic organisms require oxygen to release energy via respiration, in the form of the metabolism of energy-rich molecules such as glucose.

Henkiä non è solo un’installazione interattiva, è una presa di coscienza collettiva che il mondo in cui viviamo non appartiene a nessuno di noi. Per questo è l’unica cosa che veramente appartiene a ognuno di noi.


Nel corso della storia l’uomo ha sempre utilizzato le risorse a propria disposizione in modo pressochè indiscriminato, senza curarsi affatto delle particolari ricadute ambientali che poteva avere la sua presenza nell’ambito dei vari cicli naturali. La distruzione e l’inquinamento ambientale sono sempre andati di pari passo con l’evoluzione della cosiddetta civiltà. Un tempo la popolazione umana era comunque molto meno rappresentata e l’impatto ambientale risultava praticamente ininfluente, almeno in ambito globale.

Ora, purtroppo, l’enorme incremento demografico e l’addensamento abitativo in alcune specifiche zone comporta un’azione inquinante a livello locale e mondiale notevolmente più elevata, estremamente preoccupante e spesso particolarmente nociva sia per l’uomo che per l’ambiente. HENKIÄ è una proposta per rinnovare l’interesse in una città più verde e più vivibile, tramite il costante apporto di ogni cittadino.


Secondo il rapporto “Green economy e innovazione” a Roma ogni anno si contano più di 1.500 morti e 3,8 milioni di euro di costi a carico della collettività a causa dell’inquinamento atmosferico da Pm10 (polveri sottili). I rischi sanitari legati al particolato pongono la necessità di interventi urgenti a salvaguardia della salute dei cittadini. Ogni piccolo traguardo è già un buon risultato. Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che anche ridurre di poco le concentrazioni di polveri abbatte il numero di ricoveri e malattie collegati allo smog. Assieme alla sensibilizzazione verso l’uso del trasporto pubblico come alternativa ai mezzi privati, è importante informare il cittadino su come salvaguardare ed aumentare il verde urbano, naturale polmone della città. Henkiä, collocandosi nelle piazze della capitale, naturali luoghi di ritrovo e di aggregazione, convoglia l’attenzione del visitatore prima con la forma, quindi con i contenuti dell’installazione. Un viaggio sensistico per rispettare Madre Terra.


Lo scopo principale dell’installazione è quello di sensibilizzare il visitatore attraverso una forte campagna mediatica comprendente l’uso di video, musica e immagini interattive. La campagna di sensibilizzazione si concentra in particolar modo su quello che il visitatore può fare attivamente per migliorare l’ambiente nel quale vive, creando così una sorta di “coscienza di massa” di maggior senso civile verso la natura.


“Wild Spirit, which art moving everywhere; Destroyer and Preserver; hear, O hear!�

Ode to the West Wind - P.B. Shelley


“The Lord God formed the man from the dust of the ground and breathed into his nostrils the breath of life, and the man became a living being.” Gen 2:7

Sin dall’antichità il respiro è stato comunemente connesso alla forza vitale. La Bibbia ebraica enuncia che Dio, per creare Adamo, soffiò l’alito di vita nelle sue narici, e che tale respiro torna a Dio quando un mortale muore. I termini “spirito”, “qi”, “pneuma”, “prana” e “psiche”, diffusi in tutte le filosofie e religioni del mondo, sono collegate direttamente al concetto di respirazione. Il respiro è ciò che più direttamente ci collega alla forza vitale che ci circonda. Pratiche di meditazione nelle varie culture fanno leva principalmente sulle tecniche di respirazione e di purificazione del nostro corpo attraverso l’aria.


ECOLOGIA LUCE Verde ARIA PARCO URBANO AGGREGAZIONE PUREZZA


IL PADIGLIONE


Designer ed opere di riferimento: Sopra: Thomas Heatherwick - East Beach Cafè (Littlehampton - UK) 2007. Sotto: ISSHO Architects - Yufutoku Noodle Shop (Tokyo - JP) 2008 - 2009. Entrambe le opere hanno un unico filo conduttore come concept: il vento. Il cafè in riva al mare richiama con le sue forme la sagoma di una parete rocciosa scolpita dal vento e dalle intemperie, mentre il ristorante a Tokyo materializza, con la sua facciata in legno ispirata allo stile tradizionale Machiya, i flussi delle correnti d’aria che percorrono quella strada.


COMMITTENTE - Enti comunali. TARGET - Turisti, cittadini. MESSAGGIO - Greenlife, ecologia, benessere, multimediale, informazione, divertimento. MEZZO - Padiglione, Totem, App. EFFETTI - Decoro, pulizia, sensibilizzazione.


N

Piazza dei Re di Roma

Piazza del Popolo

Piazza del Risorgimento

Piazza del Campidoglio


All’interno del padiglione è prevista l’installazione di una galleria realizzata in materiale semitrasparente sulla quale verranno proiettati dei video illustranti la corrente situazione ambientale mondiale, gli ultimi sviluppi della ricerca verso l’ecosostenibilità e i vari metodi proposti per l’abbattimento delle emissioni inquinanti. La proiezione è completata da uno slideshow virtuale ed interattivo di opere a tema, e diffusione audio di commentari e musica d’ambiente.

Pannello informativo interattivo

Slideshow multimediale


Moto ondoso

Il vento è il respiro della natura, esso permea ogni cosa e ricopre un ruolo fondamentale nella diffusione della vita nel mondo e nel continuo plasmarsi di acque e terre. Proprio da questa costante interazione del vento con la natura nasce la forma del padiglione.

Erosione del vento

Impollinazione anemofila

Bioluminescenza

Il padiglione è una creatura immersa nella biomassa, e la luminescenza interna rivela un organismo pulsante nella notte. La sua forma viene continuamente influenzata dall’interazione dei visitatori, del sole, della pioggia o del vento, rendendo lo spettatore parte integrante del micro ecosistema che si viene a creare.


Schizzi a mano libera: La forma è stata delineata seguendo il concept precedentemente esposto. L’importanza dell’osmosi tra esterno ed interno è evidenziata dalla facilità di accesso all’installazione.

3D di prova: Tramite il programma di modellazione Rhinoceros e il plug-in Grasshopper sono stati realizzati dei modelli di prova per ottenere una forma che fosse al contempo realizzabile, economica da produrre e dinamica.

Prove di illuminazione: Per analizzare l’effetto ottenuto dalle luci filtranti attraverso le impiallacciature, son stati effettuati dei rendering di prova utilizzando il motore di rendering V-Ray.


La forma finale, frutto del concept e del successivo studio dei modelli 3d, richiama le lamellature delle rocce cesellate e forate dal vento nelle gole della Giordania. Realizzata modularmente, la struttura tuttavia non risulta “rigida� ma organica e dinamica al tempo stesso, dalle forme attrattive e fluide. Le impiallacciature esterne oscillano al vento, realizzando una delicata coreografia mentre i visitatori si soffermano attorno ad essa.


L’installazione è costituita da strutture modulari facilmente smontabili e trasportabili. Come viene evidenziato dai prospetti, ogni modulo è composto da 3 capriate collegate tra loro da sbarre filettate, coperte quindi da uno strato in teflon e dall’impiallacciatura di Kerto Q. I moduli vengono quindi collegati tra loro con l’ausilio delle barre precedentemente menzionate. Si procede quindi alla collocazione delle sedute e dell’impiantistica elettrica e del sistema di proiettori e di attrezzature per il motion capture.

In ordine dall’alto: - Fronte, Laterale - Retro - Pianta Scala 1:50


Come nell’osmosi che avviene in natura, il padiglione viene compenetrato continuamente dagli elementi dell’ambiente circostante, siano essi i visitatori dell’installazione o i fenomeni naturali come la pioggia, il vento o la luce del sole, che danno vita propria alla struttura, modificando impercettibilmente la sua forma, facendola vibrare e cambiare di luminosità in modo sempre differente.

I visitatori dell’installazione diventano quindi non semplici spettatori, ma portatori di “vita” e di cambiamento, influenzando il padiglione stesso con il loro comportamento.


La copertura e la struttura in legno lamellare privo di ulteriori finiture esaltano la naturalità e il feeling “green” dell’installazione, contestualizzandola all’interno dei parchi urbani e rendendola parte integrante dell’ambiente circostante, mentre le sedute in schiuma estrusa per esterni MQ FOAM della Magis, con la loro forma organica e colore neutro, si collocano discretamente nel padiglione, fungendo da elemento divisorio tra esterno ed interno.


Di notte il padiglione viene illuminato da una serie di strisce a LED disposte al di sotto delle lamine di legno della copertura, mentre il sistema di proiezioni interattive diffonde nell’ambiente circostante bagliori colorati che richiamano i visitatori a scoprire l’interno dell’installazione.


Esempio di proiezione interattiva.


TECNICA


In questa tavola vengono riportate le dimensioni generali dell’intero padiglione e della griglia dei punti fissi suddividono la struttura. Scala 1:50

Misure in mm.


Prospetto laterale di un modulo strutturale. Innesti e piastre di giunzione in trasparenza. Scala 1:20

Misure in mm.


Fronte, retro e vista dall’alto di un modulo strutturale. Scala 1:20

Misure in mm.


Indice tavole di dettaglio A: Base frontale, giunto 1, attacchi impallacciature. B: Piastra di giunzione, giunto 2, tenone e mortasa dell’arco. C: Piastre di giunzione, strato di Teflon, attacchi impiallacciature. D: Piastra di giunzione. Tavola Dettagli B E: Grondaia, piastra di giunzione. Tavola Dettagli C Tavola Dettagli E

Tavola Dettagli A Tavola Dettagli D


Tavola A Scala 1:2.5


Tavola B Scala 1:2.5


Tavola C Scala 1:2.5


Tavola D Scala 1:2.5


Tavola E Scala 1:2.5


L’illuminazione esterna viene fornita da un sistema di tubi led + trasformatori montati al di sotto delle impiallacciature esterne. Il sistema di proiettori interno è costituito da 2 proiettori mappabili (in bianco) e di 1 Microsoft Kinect (in verde) per ogni modulo.

Caratteristiche tubi a led: Alimentazione : 230V AC Attacco : 2 pin / G13 Potenza : 288 LED SMD3528 Consumo : ca. 18 watt Potenza luminosa : ca. 1500-1600 Lumen

Angolo di illuminazione : 120° Colore : bianco 5000-6500K Lunghezza massima : 2000 mm Diametro massimo : 26 mm Peso : 650 g Nessuna emissione di raggi UV e IR.


Materiale

RESISTENTE: valori caratteristici di resistenza elevati, ideale per strutture portanti. DIMENSIONAMENTO: semplice da ottimizzare grazie all’ampia gamma di formati disponibili. PLANARE: di dimensioni precise, non si incurva né si storce. MATERIALE PIACEVOLE: bello, insonorizzante, resistente al fuoco. FACILE DA COSTRUIRE: peso ridotto e lavorabilità eccellente. NON DANNOSO PER L’AMBIENTE: l’approvvigionamento del legno è conforme allo standard Pan-European Forest Certification (PEFC).

A WOOD PRODUCT FOR ADVANCED STRUCTURAL ENGINEERING

Kerto è un compensato multistrato (LVL). È impiegato in diverse applicazioni tra cui travi, travetti, travi reticolari, telai, componenti di tetti, elementi per pavimenti e pareti, componenti per porte e autoveicoli. Kerto è un prodotto resistente e dimensionalmente stabile che non si incurva né si storce. La resistenza elevata è conferita dalla struttura omogenea incollata che riduce al minimo gli effetti di singoli impiallacci difettosi. Kerto viene prodotto da impiallacci di legno di abete derulati di spessore di 3 mm che vengono incollati a formare un pannello continuo. Il pannello viene tagliato e segato in travi, assi o pannelli, in base all’ordine del cliente.


Materiale

A WOOD PRODUCT FOR ADVANCED STRUCTURAL ENGINEERING

a

rat

za

z he

r

lia

ag

ea

g lun

de

a

r atu

i icc

ell

p Im

e sid

re

lia

ag

ci As

ug

are

are

oll

Inc

at Str

ific

io az

o

ald

c ea

ne Pre

s

n sio

re

lia

ag

n

zio

Se

re

na

are

g

zi az

ma

Im

I tronchi di conifera vengono bagnati, tagliati a misura e scortecciati fino a trasformarsi in un nastro impiallacciato dello spessore di 3,2 mm (dopo la pressatura 3 mm). Da ciò vengono tagliati dei fogli impiallacciati della stessa larghezza che verranno poi essiccati. Dopo essere stati sottoposti ad un accurato selezionamento che avviene secondo la robustezza, i fogli vengono incollati e stratificati l’uno sull’altro. La pressatura a caldo dei pannelli fa seguito alla pressatura preliminare a freddo. Il legno compensato impiallacciato Kerto, con una lunghezza che può raggiungere i 23,00 m, viene tagliato solo se necessario e viene immagazzinato fino al trasporto.

Kerto viene prodotto in tre differenti tipi: – Kerto-Q con strati impiallacciati disposti longitudinalmente e trasversalmente alla direzione longitudinale del pannello. – Kerto-S con strati impiallacciati esclusivamente disposti in direzione longitudinale del pannello. – Kerto-T con strati impiallacciati esclusivamente disposti in direzione longitudinale del pannello, per travetti e traverse. Nella costruzione di Henkia vengono impiagati il Kerto-S per la struttura principale e sottili lamine di Kerto-Q per i rivestimenti esterni ed interni.


Materiale

A WOOD PRODUCT FOR ADVANCED STRUCTURAL ENGINEERING

KERTO-S CAMPI DI APPLICAZIONE • Travi • Costruzioni a graticcio • Costruzione di capannoni economici • Supporti fortemente sollecitati • Travi snelle, arcarecci e puntoni • Rinforzi per travi e arcarecci • Architravi di porte e finestre • Travi portanti e conduttrici • Tavoloni per impalcature • Supporti per cassaforma • Travi per capriate Spessori: 21, 27, 33, 39, 45, 51, 57, 63, 69, 75 mm Larghezza: 1,82 e 2,50 m Lunghezze: Larghezza 1,82 m, lunghezze di produzione fino a 23,0 m, larghezza 2,50 m lunghezze di produzione fino a 20,0 m.


Materiale

A WOOD PRODUCT FOR ADVANCED STRUCTURAL ENGINEERING

KERTO-Q CAMPI DI APPLICAZIONE • Montanti/Supporti/Traverse nella costruzione di telai in legno • Legni per la costruzione • Legno di sottofondo e di sostegno per pavimenti • Travetti Spessori: 39, 45, 51, 57, 63, 69, 75 mm Larghezze: 75 – 200 mm Lunghezza: fino a 23,00 m Peso specifico ρ reale ca. 460 kg/m3


APPLICAZIONI


E’ prevista l’installazione di totem segnalatori nei pressi dell’installazione e nelle vie d’accesso alle piazze dove si monterà Henkiä. La forma dei totem è ispirata ai movimenti convettivi delle masse d’aria, e come le correnti guidano le molecole, i totem conducono i visitatori all’installazione.

Giorno

Correnti atmosferiche: Per tutto il giorno, la luce del sole risplende attraverso l’atmosfera e riscalda gli strati d’aria. Queste masse riscaldate salgono, mentre quelle d’aria fredda scendono. Questi movimenti opposti generano la dispersione delle molecole che compongono l’aria per tutta la superficie terrestre.

Notte


-34XG -61JH 78RE : 28T RCODE APP

G X 4 -3 JH 1 -6 E R 8 -7 R T 8 2 : E D O C P P A

All’interno dell’installazione verranno distribuiti degli opuscoli informativi contenenti un codice unico di identificazione. Quest’ultimo servirà per il download gratuito di un’applicazione specifica per smartphone come si vedrà nelle tavole seguenti.


Il codice fornito assieme all’opuscolo informativo darà la possibilità ai visitatori di poter scaricare gratuitamente l’app ufficiale dell’installazione, disponibile presso iTunes o gli altri AppStores come Android Market, e di installarla quindi sugli smartphone in loro possesso.


L’app ufficiale consiste in un gioco che supporta la tecnologia multitouch, e che prevede come obbiettivo quello di guidare dei semi attraverso una distesa d’acqua, evitando di farli cadere e nel contempo proteggendoli da insidie come uccelli e altri ostacoli.

2869 Mt

2869 Mt


Il concept dell’app è basato sui dati dell’inseminazione annuale delle piante di taràssaco comune (anche conosciuto come soffione). Circa 1/5 dei semi dispersi dal vento diventano piante. L’utente ha quindi 5 semi a disposizione, il suo scopo è farne “sopravvivere” il più possibile. Impersonando una nuvola, tramite l’input multitouch il giocatore può controllare la direzione che i semi seguono, modificando la loro traiettoria e facendo quindi evitar loro gli ostacoli.

2869 Mt

-1

semi trasportati dal vento distanza piu lontana vento più forte altitudine massima piante nate

ca. 5.000.000.000 1132.334 km 104 km/h 1561 m ca. 900.000.000


Schermate esemplificative del funzionamento dell’app.

10 Mt

HENKIA NEW GAME options creditS

Schermata Iniziale

Inizio

2869 Mt

5789 Mt

DISTANCE TRAVELLED : 5789 mt SEEDS PLANTED: 3

-1

SCORE = 5789 x 3 = 17.367

Svolgimento

Fine


L’app sfrutta la moderna tecnologia multitouch disponibile ormai sulla quasi totalità dei dispositivi portatili di media-alta gamma. La gestione dei comandi viene effettuata tramite un input di 2 punti, uno per controllare il giocatore, l’altro per eliminare gli ostacoli di percorso.

10 Mt

La semplicità d’utilizzo la rende fruibile da un ampio range d’età. La grafica minimal ma al contempo fresca e giovanile cattura l’attenzione dell’utente, con pochi e riconoscibili elementi su schermo per evitare affollamento visivo. Completa l’app una galleria di wallpaper dell’installazione.

2869 Mt


CONTATTI


MARCO BERNARDINI Via Genzano 145, Roma Tel: 340/1479012 Mail: urashimasempai@gmail.com


Henkiä - A wind themed pavillion