Page 1

2010

Giovanni Mastrangelo

[DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010] Linee guida ed obiettivi per la gestione amministrativa del Segretariato Italiano Studenti in Medicina per l’anno associativo 2010.


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

2

Indice. 1. Donazione in favore della popolazione studentesca di L’Aquila. .... 3

2. Assicurazioni. .............................................................................................. 4 2.1. Soci Ordinari. ........................................................................................................................ 5 2.2. Outgoings. ............................................................................................................................. 7 2.3. Incomings. ............................................................................................................................ 9

3. Consiglio Nazionale. ................................................................................. 10 3.1. Partecipazione ad eventi nazionali ed internazionali. ................................................ 10 3.2. Rimborsi telefonici. ............................................................................................................ 11

4. Sedi Locali. .................................................................................................. 12 4.1. Bando di Sede Locale. ........................................................................................................ 12 4.2. Rimborsi. .............................................................................................................................. 12

5. Bilancio Partecipato. ................................................................................ 14

6.

Convenzioni. ....................................................................................................................... 16 6.1. Project financing e Task force “Finanziamenti”. .................................................................. 16

Conclusioni aperte. .................................................................................................... 17


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

3

1. Donazione in favore della popolazione studentesca di L’Aquila. Il XXXIX Congresso Nazionale del SISM delibera lo stanziamento del fondo accantonato a favore delle aree terremotate dell’Abruzzo, vincolando il suo utilizzo alla realizzazione e/o all’arredamento di spazi comuni utilizzati per attività didattiche e di supporto agli studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia de L’Aquila; nonché all’acquisto di beni finalizzati allo scopo. Il destinatario privilegiato di tale fondo è la Presidenza della suddetta Facoltà. Poter iniziare a questo documento programmatico con questa mozione approvata dal XXXIX Congresso Nazionale del SISM è per me un onore perché socio ordinario del Segretariato Italiano Studenti in Medicina. Per chi come me ha sentito solo di sfuggita la tragedia del 6 aprile 2009 in Abruzzo, saltando da un letto e trascorrendo giorni e notte di attesa, tra la preoccupazione della prossima scossa e l’emozione di un mondo che sembrava fermarsi per chi aveva visto distrutta la propria, questa decisione rappresenta motivo di gratitudine e di elogio verso tutti i delegati e i soci ordinari che l’hanno resa possibile. Come voluto dal Consiglio Nazionale 2009, il fondo stanziato dalle casse nazionali ammonta a 10mila euro cui vanno aggiunti i fondi raccolti in occasione del SISMeeting’09 di Chieti con l’iniziativa “Salvadanaio SISMico” che la SL di Chieti ha deciso di destinare secondo le indicazioni del Congresso Nazionale. La proposta ufficiale formulata dal CE alla Presidenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia di L’Aquila è di contribuire alla realizzazione un’aula studio aperta 24 h con tutta la strumentazione adatta ad accogliere gli studenti (scrivanie, lampade, sedie, biblioteca, modellini anatomici,…) che sia gestita dalla Facoltà stessa. Questa proposta deriva dalle considerazioni espresse dalla stessa Preside Maria Grazia Cifone in occasione della consegna dei libri nell’ambito del Progetto SISM “Un libro per ricominciare…non solo a studiare” a margine dell’evento, ai rappresentanti delle Sedi Locali di Chieti e Roma La Sapienza Policlinico S. Andrea in merito alle necessità degli studenti, ora per la maggior parte pendolari, che hanno perso i testi e in alcuni casi le abitazioni, i quali trascorrono molto più tempo presso la Biblioteca di Facoltà. Con questa proposta il CE si propone di offrire un ulteriore spazio di studio e di aggregazione per i colleghi studenti di Medicina aquilani. Da questa tragedia che ha colpito duramente il mondo universitario italiano, il SISM ha concordato su una regolamentazione degli aiuti solidaristici per colleghi studenti attraverso la seguente mozione, approvata nel corso del Congresso Nazionale 2009 di Messina, altro sfortunato territorio che nello stesso anno è stato segnato dalla tragedia dell’alluvione: Il XXXIX Congresso Nazionale del SISM istituisce un Fondo per le Emergenze da utilizzare (totalmente o parzialmente) in occasione di catastrofi naturali che danneggino o impediscano l'accesso agli studi degli studenti universitari, con particolare attenzione agli studenti delle Facoltà di Medicina e Chirurgia Italiane. Il Fondo è costituito dal 5% dell’avanzo di gestione di ogni anno associativo ed è gestito dal Consiglio Nazionale nella figura dell'Amministratore Nazionale. Il Fondo può essere incrementato dalle donazioni delle Sedi Locali o di soggetti terzi. L’utilizzo del Fondo è deciso esclusivamente dal Congresso.


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

4

2. Assicurazioni. 2.1. Soci ordinari e sostenitori.

Il SISM ha stipulato una convenzione con l’impresa assicuratrice Zurigo Assicurazioni S.A., attraverso la compagnia broker TAVERNA. La necessità di un’assicurazione che copra i soci SISM sulla Responsabilità civile verso Terzi e sugli Infortuni deriva dalle tante e diverse attività attuate dal SISM nelle Sedi Locali che coinvolgono fortemente gli studenti iscritti. Al momento la stipulazione dei contratti assicurativi per i soci non è regolamentata. Tuttavia, è fortemente consigliato dal CN, in attesa di una regolamentazione definitiva, assicurare i soci al momento della loro iscrizione al SISM. Il premio assicurativo è pari a 2 €. Il premio è versato alla compagnia assicuratrice dall’Amministratore Nazionale, che riceve la richiesta (corredata di versamento mediante bonifico o bollettino postale e generalità dell’assicurato) dall’Amministratore Locale. L’art.6 del Regolamento Interno prevede che la quota d’iscrizione sia ripartita in 3,5 € da inviare all’Amministrazione Nazionale e una cifra compresa tra 0 e 6,5 euro da destinarsi alla Sede Locale, per un totale massimo di 10 euro da richiedere per l’iscrizione di un socio ordinario. Il premio assicurativo va detratto dalla quota d’iscrizione che resta in Sede Locale, senza ulteriori aggravi per il socio ordinario. Ecco alcuni dettagli riguardanti la polizza assicurativa per i soci SISM: Alla Convenzione sono attribuiti i seguenti numeri di polizza: N° 209 C 6046 ramo Infortuni N° 209 C 6047 ramo R.C.T. Le attività oggetto della Convenzione concernono le prestazioni assicurative, garantite dalla Società per tramite del Broker, INFORTUNI, INDENNITA’ GIORNALIERA DA RICOVERO A SEGUITO DI INFORTUNIO /MALATTIA e la RESPONSABILITA’ CIVILE VERSO TERZI a favore e per conto di Operatori Volontari e Dirigenti di Associazione. DEFINIZIONE DI INFORTUNIO: È considerato infortunio ogni evento dovuto a causa fortuita, violenta ed esterna che produca lesioni corporali obiettivamente constatabili dalle quali derivi la morte, un’invalidità permanente, la necessità di cure mediche. LA SOCIETÀ RICONOSCE ANCHE GLI INFORTUNI: a) sofferti in conseguenza di imprudenza, imperizia o negligenza anche gravi, nonché in stato di malore od incoscienza (purché non causati da abuso di alcolici, da uso di psicofarmaci assunti a scopo non terapeutico, da uso di allucinogeni e/o stupefacenti); b) cagionati da calci e morsi di animali in genere compresi rettili ed aracnoidi; c) causati da punture di insetti, comprese tutte le manifestazioni morbose, ivi incluse la malaria ed il carbonchio: d) causati da avvelenamento del sangue e da infezione, sempre che il germe infettivo si sia introdotto nell’organismo attraverso una lesione traumatica contemporaneamente al verificarsi della lesione stessa (ad eccezione di quanto previsto all’art. 3 - punto g); e) causati da ingestione od assorbimento di sostanze;


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

5

f) causati da colpi di sole e di calore, nonché da influenze termiche ed atmosferiche; g) causati da asfissia per subitanea fuga di gas o vapori; h) causati da annegamento, assideramento congelamento e folgorazione; i) cagionati da sforzi muscolari traumatici, ferma l’esclusione degli infarti; j) derivanti da tumulti popolari, aggressioni, o da atti violenti aventi movente politico o sociale, purché non vi sia stata partecipazione attiva dell’Assicurato; k) derivanti dall’uso e/o guida di veicoli terrestri o natanti in genere, purché l’Assicurato sia in regola con la prescritta abilitazione; l) derivanti da immersioni con autorespiratore (comprese le embolie e le conseguenze della pressione dell’acqua); m) derivanti da atti di temerarietà compiuti dall’Assicurato per dovere di solidarietà umana o per legittima difesa. n) da movimenti tellurici ed eruzioni vulcaniche; 3) ESCLUSIONI Sono esclusi dall’assicurazione gli infortuni derivanti: a) dalla guida ed uso di locomozione aerea; b) da guerra, insurrezioni, tumulti popolari, aggressioni od atti violenti tranne quanto previsto al paragrafo j) dell’articolo 2) della Sezione Infortuni; Sono inoltre esclusi dall’assicurazione: c) gli infortuni che siano conseguenza diretta od indiretta di trasmutazione del nucleo dell’atomo, come pure di radiazioni provocate dall’accelerazione artificiale di particelle atomiche; d) gli infortuni sofferti in stato di ubriachezza, nonché quelli sofferti in conseguenza di proprie azioni delittuose: e) le conseguenze di operazioni chirurgiche o di trattamenti non resi necessari da infortunio; f) gli avvelenamenti e le infezioni che non abbiano per causa diretta ed esclusiva una lesione ai sensi del paragrafo d) dell’articolo 2) della Sezione Infortuni; g) sieropositività da virus H.I.V.; A.I.D.S.” L’assicurazione ha decorrenza per i soci iscritti in qualsiasi momento il 30 settembre 2010, in concomitanza con la chiusura del Bilancio Locale e Nazionale. Questo termine non è indicato nell’Estratto Volontari 2005-2007 perché è stato aggiunto nel 2009 in accordo tra SISM e Taverna . COPERTURA BASE – INFORTUNI caso di morte € 10.329,13 caso di invalidità permanente € 10.329,13 Indennità giornaliera per ricovero a seguito di infortunio e malattia € 10,33 COPERTURA BASE - RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI € 51.645,68 per ogni sinistro, qualunque sia il numero delle persone decedute o che abbiano riportato lesioni personali o abbiano sofferto danni a cose od animali di loro proprietà, ma con il limite di: € 51.645,68 per ciascuna persona deceduta o che abbia subito lesioni personali € 51.645,68 per danni a cose ed animali, anche se appartenenti a più persone.


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

6

Al momento il broker Taverna non rilascia certificazioni per i soci iscritti. Su richiesta dell’Incaricato Locale, il Presidente Nazionale firma un documento che certifica l’avvenuta assicurazione dei soci per i quali si richiede l’attestazione. Nel corso di questo anno l’obiettivo sarà quello di ottenere il riconoscimento formale da parte della Taverna del suddetto documento, mediante apposizione di timbro e/o logo del broker assicurativo.


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

7

2.2. Outgoings e volontari dei progetti internazionali. Vista la necessità di fornire una copertura assicurativa ai soci ordinari vincitori di concorso Clerkship o di Research Exchange, che consente loro di frequentare per un mese un dipartimento ospedaliero o di ricerca scientifica all’Estero, il SISM li informa sui rischi possibili che sono connessi con questo tipo di esperienza suggerendo la polizza assicurativa con Aurora Assicurazioni spa come proposta privilegiata. Il SISM ha provveduto a stipulare una convenzione con la società assicuratrice Aurora Assicurazioni S.p.A, che garantisce un’adeguata e vantaggiosa polizza assicurativa sanitaria per i tirocinanti che partecipano ai progetti Clerkship, Research exchange (i cosiddetti Outgoing), ai progetti di Cooperazione Internazionale (quali Calcutta Village Project, Wolisso project, AIFO ecc.). Ogni socio ordinario in partenza in partenza per l’estero per un progetto SISM ha diritto di ricevere tutte le informazioni riguardanti i rischi e la copertura assicurativa base che l’Associazione garantisce in via privilegiata con Aurora. Eventuali altri tipi di polizze o richieste in tal senso, sono di esclusivo interesse e competenza del socio. Il Consiglio Nazionale si impegna con il presente documento e con altre iniziative a sensibilizzare le Commissioni Locali e i Gruppi Finalizzati impegnati nei Progetti Internazionali, al tema delle assicurazioni per i soci che partono per l’Estero. COME SI STIPULA L’ASSICURAZIONE AURORA?

È possibile scegliere tra Tre Combinazioni di Polizza con i seguenti massimali e premi:

Morte I.P.* Rimborso Spese

Combinazione 1 € 50.000,00 € 50.000,00 € 4.000,00

Combinazione 2 € 80.000,00 € 80.000,00 € 6.000,00

Combinazione 3 € 80.000,00 € 80.000,00 € 15.000,00

€ 34

€ 60

*Infortunio Permanente Costo Polizza

€ 22

Il S.I.S.M. sconsiglia: 1. La combinazione 1 e 2 per i progetti Internazionali in Paesi in via di sviluppo 2. La combinazione 1 per scambi in Paesi extra-UE


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

8 L’espletamento della pratica assicurativa è compito dell’officer di area interessato, che coadiuvato dall’Amministratore Locale, si occupa della procedura, la quale si sviluppa secondo questi steps:

Sottoscrizione la Polizza: 1.

Compilare in tutte le sue parti il Modulo di Adesione, scaricabile su www.sism.org/amministratore e cliccando sulla voce Sottoscrizione Polizza SISM/AURORA per Clerkship, Research Exchange e Progetti Internazionali del SISM

2. Fare un versamento, tramite BOLLETTINO POSTALE1 , della somma equivalente al costo della combinazione scelta. 3. Inviare il MODULO DI ADESIONE e la SCANSIONE DELLA RICEVUTA DEL BOLLETTINO all’indirizzo assicurazione@sism.org entro e non oltre il 20 del mese precedente alla partenza.

La pratica è quindi perfezionata dalla Segretaria Nazionale2 del SISM, che lavora presso il nostro Ufficio Nazionale a Bologna, che gestisce il suddetto indirizzo mail. La polizza ha validità di 30 giorni e solo per il periodo di clerkship/RE/attività di cooperazione internazionale. Non ha validità per ulteriori periodi di soggiorno conseguiti nello stesso o in altri Paesi, per qualsiasi altro motivo diverso dai progetti SISM.

1

Il bollettino postale va effettuato in questo modo:

 Sul C/C n. 23525405;  intestato a: "SISM c/o Istituto Nuove Patologie, Via Massarenti, 9 - 40138. Bologna" IMPORTANTE: Scrivere il Nome e Cognome (o comunque dell’intestatario della polizza)

2

Che non va confusa con il Segretario Generale, eletto in sede di Congresso Nazionale e membro del Consiglio Nazionale.


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

9

2.3. Incomings. Il SISM non ha una proposta assicurativa per coprire in via esclusiva gli studenti incomings IFMSA. Le Sedi Locali si sono mosse fino ad oggi in ordine sparso, a fronte della differenza tra i massimali richiesti per le polizze assicurative dalle tante strutture ospedaliere universitarie che ospitano gli studenti Incomings IFMSA. Vista la domanda, proveniente da più Sedi Locali, di avere anche per gli studenti stranieri una polizza assicurativa base da poter proporre alle università e alle ASL che la richiedono, il Consiglio Esecutivo ha avviato la consultazione di molti istituti assicurativi italiani al fine di trovare la polizza che offra un premio il più vantaggioso possibile per le Sedi Locali e che garantisca la copertura migliore a fronte dei massimali richiesti. Per far questo il Consiglio Esecutivo ed il National Exchange Officer hanno avviato una fase di raccolta dati, che passa attraverso l’opera dei LEO a cui è chiesto di raccogliere informazioni riguardo ad eventuali polizze e relativi massimali richiesti dalle strutture sanitarie e se sono già in atto soluzioni assicurative da parte delle sedi locali. Questo consentirà di creare una raccolta delle informazioni relative alle caratteristiche di ogni SL coinvolta nel progetto scambi. Solo dopo questa fase preliminare potrà avvenire una discussione attorno a proposte di polizze assicurative che rispondano alle necessità delle Sedi Locali. Il ruolo del SISM, attraverso i LEO, i LORE e le Commissioni Locali, è di controllare l’effettiva condizione assicurativa degli studenti incomings, che frequenteranno i reparti ospedalieri e i laboratori di ricerca come tirocinanti che seguono le stesse “regole d’ingaggio” che hanno gli studenti italiani quando frequentano un tirocinio formativo inserito nel piano di studi del CdL. Questo controllo si rende necessario per offrire la massima serietà nei confronti delle Istituzioni universitarie e sanitarie che sono state coinvolte nel progetto Clerkship e Reserch Exchange.


10 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

3. Consiglio Nazionale. 3.1 Partecipazione ad eventi nazionali ed internazionali. Tutti gli Officer Nazionali hanno diritto a partecipare al Meeting ed al Congresso, ad altri eventi di interesse nazionale (riunioni del Consiglio Nazionale, ecc) , nonché ai 2 Meeting IFMSA (cfr c1 degli art 36-37-38-39-40 e art 41-42 del R.I.)3. Il rimborso spese, che riguarda esclusivamente la fee e le spese di viaggio, è garantito per tutti gli Officers Nazionali in caso di Meeting (sia locale sia nazionale), Congresso e di partecipazione ad incontro di carattere istituzionale. Il rimborso spese per la partecipazione alle General Assembly dell’IFMSA, così come espresso nell’art.42 del R.I., è subordinato alla situazione dei conti del Bilancio Nazionale e prevede lo stanziamento di un fondo che può essere o meno ripartito in parti uguali tra gli Officers4. L’Amministrazione Nazionale per il 2010 ha confermato la equa ripartizione del fondo stanziato tra gli officers per la partecipazione al March Meeting 2010, che si terrà in Thailandia. La cifra stanziata è pari a 8.810 euro. Per tutti i dettagli, consultate l’allegato A. E’ stato approvato alla riunione del CN al XXXIX Congresso SISM di Messina il finanziamento della Fee per gli IFMSA officers italiani e per l’International Coordinator del CVP, in continuità con le decisioni amministrative del passato. In accordo con il resto del Consiglio Nazionale, il CE ha deciso di porre un tetto per le spese relative al viaggio. Tale tetto è pari a 600 € ed è suscettibile a modificazioni in virtù della clausola di solidarietà inserita nell’allegato A: il residuo derivante da un officers che ha speso meno del tetto per il volo aereo sarà destinato in favore di un Officer obbligato a spese di spostamento maggiori per raggiungere l’aeroporto di partenza dall’Italia. L’Amministrazione Nazionale ha consentito il pagamento anticipato dei voli aerei, così come espresso dal c2 dell’art.38 del R.I., Per l’August Meeting che si terrà a Montreal, in Canada, il CE proporrà un nuovo tetto alle spese per il viaggio degli Officer, che sarà discusso con il Consiglio Nazionale.

3 4

Questo documento fa riferimento al Regolamento Interno approvato al XXXVIII Congresso SISM di Monza Fermo restando il rimborso totale previsto per Presidente Nazionale, NEO e NORE (cfr art. 36, 39, 40 R.I.)


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

11 3.2 Rimborsi telefonici L’elezione ad una carica nazionale nel SISM, così come in qualsiasi associazione, comporta un grande lavoro di comunicazione, che oggi può essere svolto a mezzo di internet, tramite chat, Skype, mail. La telefonia mobile continua ad essere la modalità di comunicazione più diffusa e purtroppo anche la più costosa. Si è deciso di concordare rimborsi telefonici per l’attività istituzionale che sarà svolta nel corso di questo anno associativo dalle cariche nazionali SISM. Per rendere trasparente questa decisione, tutti gli Officers Nazionali indicano un numero telefonico ufficiale sul quale potranno richiedere i rimborsi per le spese sostenute. La restituzione della somma è subordinata alla presentazione di una ricevuta di pagamento o di tessera di ricarica telefonica. Il Consiglio Esecutivo si riserva di richiedere agli Officer i tabulati telefonici.


12 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

4. Sedi Locali. 4.1 Bando di Sede Locale. Quest’anno verrà riproposto il Bando di Sede Locale, con lo stanziamento di 4.000 euro in favore della progettualità innovativa delle Sedi Locali. Il fondo è stato così ripartito: 

Area SCOME: 1.000 euro.

Area SCOPH: 1.000 euro.

Area SCORA: 1.000 euro.

Area SCORP: 1.000 euro.

L’attribuzione dei fondi avverrà nel corso del Meeting Primaverile 2010, con votazione palese sia nel caso in cui ci siano più progetti per area tematica, sia in caso di singolo progetto per area tematica. I fondi inutilizzati per mancata candidatura di progetti nell’area interessata non saranno attribuiti. Per tutti i dettagli consultate l’allegato B con il testo integrale del Bando.

4.2 Rimborsi. Il capitolo rimborsi per le Sedi Locali riguarda la partecipazione a Meeting e Congressi. La ratio con la quale ho programmato il rimborso è destinare un fondo che venga ripartito con criterio proporzionale alla distanza che separa una Sede Locale partecipante dalla sede ospitante il Congresso, tenendo conto quest’anno del numero di delegati che partecipano all’evento. Questo criterio è stato pensato per agevolare l'economia delle sedi locali e per favorire la partecipazione dei delegati

Fondo stanziato ⁄ sommatoria dei km percorsi da ogni sede locale x numero totale delegati (esclusi componenti del CN e invitati) = QUOZIENTE DI RIMBORSO RIMBORSO = quoziente di rimborso x km percorsi x numero di delegati

Altro aspetto importante è il rimborso per la partecipazione dei soci ordinari agli eventi internazionali IFMSA. Come approvato al XXXIX Congresso SISM di Messina, questo rimborso è stato voluto per favorire la partecipazione dei soci ordinari alle General Assembly IFMSA.


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

13

5. Bilancio Partecipato. L'esperienza più celebre di bilancio partecipativo si è avuta a Porto Alegre (Brasile). Essa ha avuto inizio nel 1989. Il fine era quello di permettere ai cittadini di partecipare attivamente allo sviluppo ed alla elaborazione della politica municipale. Tuttavia, bisogna differenziarlo dal concetto di bilancio partecipativo, nel quale tutti i cittadini ( o nel caso del SISM tutti i soci ordinari) partecipano in prima persona al bilancio di un’amministrazione. Il Bilancio Partecipato è differente, seppure spesso utilizzato erroneamente come sinonimo. Ho ritenuto interessante presentare questo stralcio di un documento che analizza il Bilancio Partecipato: “L’uso del participio come aggettivazione del sostantivo bilancio, già di per sé, chiarisce sufficientemente l’accezione con la quale s’intende la partecipazione sociale alla definizione del bilancio di previsione di un’Amministrazione. È il bilancio ad essere partecipato, non è il socio, nella sua individualità, a partecipare direttamente alla formazione del bilancio. Questa affermazione, in prima analisi, potrebbe risultare incongruente dato che non può esservi atto partecipato senza partecipazione. Ma è da considerare che esistono differenze importanti tra le diverse forme di partecipazione che pure non ne attenuano il significato politico: la partecipazione diretta implica l’espressione del singolo che compone, per somma algebrica, l’espressione collettiva, mentre la partecipazione indiretta, sia per mezzo di una fase consultiva, sia attraverso la mediazione dalle rappresentanze, sia con un momento consultivo ed uno, successivo, mediato dalle rappresentanze, è in grado di costruire livelli di individuazione dei bisogni e delle priorità in grado di considerare il conteso complessivo in cui opera e dal quale, invece, si astrae la partecipazione diretta. Quindi, un bilancio che si forma sulla base di una larga consultazione dei soci e sulla mediazione dei soggetti collettivi rappresentativi ed è una forma di partecipazione sociale, anch’essa compiuta. Nel Bilancio partecipato, dunque, assume rilievo il ruolo degli stakeholder, intesi come rappresentanze, che intervengono nella fase propositiva e in quella decisionale a comporre interessi in prima approssimazione contrastanti. A questo punto appaiono abbastanza chiari i termini essenziali e il profilo del Bilancio Partecipato da poterne dare una sufficiente e intellegibile definizione: Il Bilancio Partecipato si sostanzia nella partecipazione popolare alle decisioni inerenti gli interventi pubblici e si realizza attraverso incontri con la cittadinanza finalizzati alla conoscenza del bilancio dell’Ente pubblico così come proposto e all’accoglimento, per il tramite della mediazione dei soggetti dotati di rappresentanza politico-sociale, delle istanze direttamente provenienti dai cittadini”.5

PERCHÉ PARLARE NEL SISM DI BILANCIO PARTECIPATO? Questo nuovo modo di gestire l’amministrazione pubblica si va radicando nel nostro Paese e risulterà la nuova chiave gestionale per il futuro. E’ uno strumento che garantisce partecipazione e democrazia all’interno di un gruppo, di qualsivoglia natura giuridica sia. Applicarlo alla gestione della Sede Locale e dell’Amministrazione Nazionale è la nostra sfida per rendere umani i numeri (piccoli o grandi che siano) che figurano nei nostri file di bilancio.

5

Alcune considerazioni a cura di Donatella Bruno Osservatorio Finanza Locale CGIL Roma e Lazio


14 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

Il concetto della “squadra degli amministratori” che ho presentato al momento della candidatura ad Amministratore Nazionale, sostenuto dai continui contatti in mailing list con i tanti nuovi amministratori Locali, è stato volutamente di preludio per la formulazione di questa proposta di lavoro. Il Bilancio Partecipato può consentire alla nostra Associazione di affrontare apertamente discussioni e decisioni importanti, collegando idee e gettando ponti tra diverse posizioni. Lo spirito con cui andrà, nel corso di questo anno, gestito questo “modus operandi” resta quello che vi ho presentato in candidatura: aprendosi al dibattito. La mailing list “Amministratori”, Skype saranno le tecnologie sulle quali investire per consentire la fattibilità del progetto. La mailing list resta il luogo privilegiato di confronto per proposte ed idee, oltre ad essere una bacheca virtuale per comunicati ufficiali e per richieste di aiuto o di chiarimenti, mentre Skype può essere il luogo dove realizzare mini conferenze tra Amministratori Locali ed Amministratore Nazionale. Il Meeting primaverile del SISM sarà l’occasione in cui poter effettuare una verifica del lavoro preliminare che sarà svolto da inizio anno. Il carattere assolutamente sperimentale di questo modus operandi fa sì che si attui un rodaggio su una percentuale ridotta, ma simbolica, del Bilancio Nazionale, quella riguardante la redistribuzione dei fondi in favore delle Sedi Locali. La vera rivoluzione però, deve partire dal basso: il Bilancio partecipato può essere una rivoluzione gestionale per il SISM nazionale ed avere la forza e la convinzione per proseguire solo se si arricchirà di esperienze locali in tal senso, da attuare in Sede Locale. Solo attraverso questa esperienza l’Amministratore Locale potrà arricchirsi di quel background che gli consentirà di essere stakeholder per partecipare al Bilancio Partecipato Nazionale. In questo discorso si inserisce il training amministrativo per i tanti nuovi AALL che quest’anno inizieranno la loro esperienza gestionale. Un Bilancio Partecipato necessita di precisione, dote che non manca di certo alla squadra che ho avuto modo di conoscere nelle prime settimane trascorse dalla mia elezione. Nell’allegato C sono indicate le scadenze amministrative per il 2010, che torneranno utili per programmare il lavoro in Sede Locale per gli amministratori. Questo specchietto è la base da cui partire per lavorare insieme. Il lavoro sarà ancora una volta di squadra e comprenderà la raccolta del capitale sociale rappresentato dalle convenzioni stipulate dalle Sedi Locali. In un’ottica partecipata è così possibile discutere non solo dei capitoli di uscita del Bilancio Nazionale, ma creare anche delle entrate finanziare strutturali, di cui il SISM necessita per garantire la realizzazione di attività e la partecipazione ad eventi in cui si fa associazionismo, sia su scala nazionale sia a livello globale.


DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

15

6. Convenzioni. 6.1 Project financing e Task force “Finanziamenti” Le convenzioni stipulate tra il SISM nazionale ed enti privati hanno la finalità di fornire servizi e finanziamenti all’associazione per garantire l’amministrazione ordinaria. Le convenzioni esistenti con la Tipografia Brandolini e con Aurora Assicurazioni spa sono esempi di servizi e di finanziamenti (da parte dell’Aurora) che sono garantiti al SISM. La ricerca di un finanziamento e la stipulazione di una convenzione sono attività delicate per chi si occupa dell’amministrazione nel mondo associazionistico, a causa delle implicazioni materiali ed etiche che essa sottende. Per questa ragione è stata proposta per il corrente anno associativo la TASK FORCE “Finanziamenti: Etica, Linee guida, regolamentazione”. Il suo lavoro sarà parte integrante del mandato dell’Amministrazione Nazionale, perché tocca aspetti politici , nell’accezione più nobile del termine, che implicano indirizzi programmatici di respiro nazionale. Mutuando un termine dall’Ecomonia, il modello di lavoro che attuerò per la ricerca di convenzioni nazionali è quello del Project financing, applicandolo al nostro contesto. Questo appellativo torna utile per definire con maggior chiarezza un modus operandi ormai acquisito in sede locale, che unisce alla ricerca di un finanziamento, un’attività del SISM Molto utile è il seguente schema, completamente assunto dall’area economica: Gli attori della finanza di progetto  Il promotore: colui che dà forma all'idea e la guida nel percorso di formulazione fino a diventare progetto. Vi possono essere anche più promotori (come avviene solitamente).  Il developer: il soggetto scelto tra i promotori che cura le analisi di primo livello sulla fattibilità del progetto. Egli predisporrà una pianificazione delle attività scandendo i tempi ed evidenziando le criticità e redigendo il budget dei costi di sviluppo.  Il finanziatore: è il consulente finanziario del progetto, che ha il compito di validare nei confronti degli investitori il business plan. Può avere il ruolo di advisor o affidarlo ad altri, egli dovrà organizzare l'intero pacchetto finanziario. Un fattore di criticità è il mantenimento del budget, in quanto i costi sono una delle cause più frequenti di insuccesso del project financing, I punti cruciali di questo schema operativo sono la scelta del developer e la realizzazione del business plan, che influiscono fortemente sul buon esito del progetto. Attraverso il confronto in mailing list e nella task force, questi saranno temi su cui confrontarsi e dibattere. Compito della TASK FORCE sarà quello di interrogarsi sull’Etica del SISM in ambito economicogestionale, così come fatto dalla TF6 Grandi Finanziamenti nel 2009. Quest’anno il diverso nome non è un mero orpello: passare dai Grandi Finanziamenti ai Finanziamenti è un modo per comunicare che ciò che si discute in questa Task Force non è una moderna diàtriba cinico-stoica che interessa solo chi è alle prese con l’organizzazione di Meeting o Congresso. In essa si discuteranno le linee guida amministrative del SISM che sarà, in un periodo di forti cambiamenti per la nostra associazione studentesca . L’etica è alla base di ogni scelta del SISM, non esiste un doppio binario per la grande somma e per gli spiccioli. 6

Task Force


16 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

Questa discussione avverrà a livello nazionale, ma si dovrà arricchire degli stimoli che si creano nelle Sedi Locali, laboratori continui di ricerca di finanziamenti per convegni, OdP, attività. Sono le piccole attività a permettere al SISM di crescere, come è successo in questi anni, creando eventi nazionali irrinunciabili, come il Laboratorio di Mondialità ed il TIPE. In questa discussione il pluralismo di idee sarà un valore aggiunto, per cui saranno sempre ben accetti ( e desiderati) interventi da parte delle Commissioni Locali sul lavoro della Task Force, sempre nel rispetto delle idee e dell’impegno reciproco. Il coordinatore della Task Force sarà responsabile della conduzione dei lavori, per cui dovrà impostare le discussioni ed il materiale su cui dibattere. Il suo operato dovrà essere fondato sul confronto coi membri della Task Force e sull’ascolto dei suggerimenti che proverranno dal CN e dalle mailing list, valorizzando le idee differenti e non sottraendosi mai al dibattito. I temi di confronto saranno: 1. Finanza Etica; 2. possibilità e modalità di finanziamento per eventi ed attività ; 3. manuale di suggerimenti per l'approccio corretto per un'attività; La mia scelta di partecipare ai lavori della Task Force e di legare il suo operato al mio mandato non è dovuta alla buona maniera di continuare la scelta di chi mi ha preceduto, ma reputo che sia una precisa competenza dell’Amministratore Nazionale, oserei dire un obbligo: fungere da moderatore delle discussioni e dei lavori su una discussione di indirizzo programmatico e di carattere politico per l’Associazione. Questo significa che il mio ruolo sarà di continuo stimolo verso il confronto ed il dibattito interno alla TF, proponendo spunti critici, esperienze gestionali, idee provenienti dal CN e dalla mailing list amministratori. Il ruolo di moderatore implica anche il dover controllare i binari della discussione, affinchè non si percorrano strade tortuose o al contrario sbrigative, percorrendo le distanze nei tempi migliori. Sarà mia la responsabilità di moderare i confronti di idee, supportando, qualora possano vacillare, tutti quelli che abbiano intenti costruttivi. La moderazione che intendo svolgere mi auguro che possa essere estesa anche all’esterno della TF, attraverso il contributo degli Officer Locali e Nazionali, nelle sedi opportune (Meeting Primaverile, mailing list, CN).

Conclusioni aperte.


17 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

Questo documento programmatico si propone di essere non solo una guida ragionata per la gestione amministrativa di questo anno associativo che si apre, ma anche una traccia per il futuro, per chi avrà l’onore di amministrare il SISM. L’esperienza ed il buon senso ci insegnano ad essere cauti riguardo alla voce “varie ed eventuali”, che caratterizza non solo la vita associativa, ma quella reale. Adattamenti, modifiche, revisioni, implementazioni sono da considerarsi conseguenze di un ragionamento critico, non eccezioni. Anche questo documento ha vissuto un travaglio creativo caratterizzato da aggiunte, modifiche revisioni e sostituzioni. In questo lavoro ho avuto una collaborazione straordinaria non solo per il ruolo insolito, ma per la passione profusa, da parte della nostra Segretaria Generale Elena Rinaldo, cui va il mio ringraziamento. Ogni punto di questo documento riassume giornate di chiacchierate, interrogativi, telefonate e mail avute in primo luogo con la Presidentessa Nazionale Elisa Matarazzo, che mi ha saputo illuminare su aspetti poco chiari ed ha riposto in me oltremodo fiducia, che ripagherò con impegno e serietà nel lavoro che ci proponiamo di svolgere come Consiglio Esecutivo. Un grazie di cuore va al CE uscente, a Cristiano e Niky in particolare. Con gli Officer Nazionali è iniziato un lavoro che reputo molto proficuo, nel quale ho voluto iniziare a far prendere confidenza a tutti col modello del Bilancio Partecipato. Ho reputato importante accendere, all’inizio del mandato, un faro che potesse rendere meno buio il cammino, in un ambito nel quale uno studente di Medicina ha diritto a dire “non mi sento all’altezza”. La differenza tra una cosa difficile ed una impossibile è nella capacità di sapersi mettere in gioco, superando limiti che spesso sono soltanto virtuali. Esistono concetti e conoscenze che sono davvero estranee al nostro mondo di futuri medici, per le quali possiamo avvalerci di consulenze esterne estremamente preparate e pronte ad offrirci una risposta, ma ci sono poi nozioni e meccanismi che possono essere appresi semplicemente leggendo o cercando su un motore di ricerca. Pensare che si tratti di una perdita di tempo è il primo passo per perdere l’entusiasmo verso ciò che si fa: queste conoscenze aiutano ad impostare una forma mentis basata sulla linearità del ragionamento e sulla chiarezza dei concetti, in modo da costruire uno scibile personale fatto, non per implementare una memoria nozionistica a breve termine, ma una memoria procedurale insita nel nostro comportamento di futuri professionisti della salute umana. Bologna, 10 gennaio 2010

Amministratore Nazionale 2010 Giovanni Mastrangelo


18 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER L’AMMINISTRAZIONE NAZIONALE 2010

Prova 1  

prova 1 prova

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you