Issuu on Google+

••

24

URBINO E MONTEFELTRO

il Resto del Carlino MERcoLEol 11 sEITEMBRE 2o13

L'ENTUSIASMO AMERICANO PER LA NOSTRA REGIONE Divertita

Da sinistra, la Cooper con Bruno Capanna e due tartufi finti, usati per fare uno scherzo. Al centro, la Cooper durante il reportage col pittore Manuel San Payo. A lato, foto di Warde-Jones su Giorgio Remedia

-

ACQUALAGNA -

QUESTA mattina milioni di

americani che sfoglieranno l'in­ serto patinato del New York Ti­ mes scopriranno che il tartufo, il mitico e supercostoso tartufo so­ gnato e appannaggio solo di vip e ricchi, in realtà può essere alla por­ tata di tutte le tasche. Una rivolu­ zione culturale? Non per noi che sappiamo dove acquistarlo, che abbiamo imparato ad apprezzare il nero, abituati a sfruttare al mas­ simo l'aroma dell'estivo.

t• �" ·{ �'h•unlvef"i�,Y.A.tlil

l..., lr<WIItrkl\oo.; ' "' 0)1.1

U4:1••

Dlnlng & Wlne

x.t. t uo:cot · � ndc )DOII.Off I&�U 'r"' U

.

( r 1 f L \ t :11

at:mca l!f.AJ,�

UOJ TJ

o� Al'TJ

mr.a. TIA\'à. JCII.I Ol.O""'"'"''

.,..... ,.,..,.,

AvtoJ

OI!*IOt.-c � · � · 'M�� T�.l;_l , ( ..

<l• "' . d �lighl -, • l', p:'!Tl"' • � .. .. :.......:

'

Searehing forTruffl�s, a Tresmre Tlurt Come:� in Black

d �

........... ,.,... ..... ._ .�.."""'f�J-th!b,..,... .. .,....('n ..,... .'"""'• . . "' ..

MA PER GLI americani questa è

una grande scoperta perché il ne­ ro estivo in America non è cono­ sciuto. A scrivere l'ampio reporta­ ge sull'argomento è stata Helene Cooper, la reporter del New York Times inviata alla Casa Bianca che nel nostro territorio ha trova­ to un po' una seconda patria da quando le è stato conferito (nel 2011) l'Urbino Press Award, il Premio dell'Italia per la stampa americana. La Cooper nel corso dell'estate è tornata più volte ad Urbino, perché una delle cose che ama di più è mettersi nei tavoli della piazza e guardare la gente che passa (ricorda qualcosa tutto

MIUONI DI COPIE L'articolo è visibile pure nel sito del New York Times

questo? Non è forse lo sport prefe­ rito dagli urbinati?). Racconta nel sue lungo reportage la Cooper: «Mi trovavo ad Urbino, la spetta­ colare città rinascimentale italia­ na quando sorseggiando un Caro­ pari al bar al tramonto con alcune persone del posto uno di loro, Bru-

no (che poi è Bruno Capanna, ex sindaco di Acqualagna,ndr) inizia a parlare di democrazia. Poi ho sentito che diceva qualcosa sulla democrazia ed il tartufo nero. "Di cosa stai parlando" gli chiesi scrive la Cooper -. "Pensavo che Alba fosse la capitale del tartufo".

"No, no", protesta. Quei truffato­ n di Alba si sono spacciati come capitale del tartufo, ma metà del loro è importato da Acqualagna». La Cooper racconta la sua estre­ ma curiosità ed accetta di andare lei stessa a caccia di tartufi con il cane, accompagnata da Giorgio Remedia e dal fotografo Chris Warde-Jones. Inizia un'avventu­ ra ampiamente descritta nelle pa­ gine del giornale americano (e che si può leggere nella versione online gratuita), in cui fianco· a fianco del cane Mina e del cercato­ re Remedia, accompagnata da un gruppo di amièi (come l'editrice portoghese Ana Maria Perei­ o), rinha, l'artista Manuel San Pay Laura Sabbatini di Marche Holi­ day, finisce con il trovare dodici t artufi. Poi la Cooper racconta le operazioni di cucina .con lo chef Samuele Ferri de L'Osteria del Parco. Per finire, la fotogallery del New York Times mostra an­ che il brindisi finale della Cooper con tutti i suoi ospiti. Questo è si­ curamente un grande spot per le Marche ed Acqualagna, che porte­ rà attenzione mediàtica anche sul­ la nuova iniziativa imprenditoria­ le "Acqualagna Cafe", pensata per il mercato statunitense.


Carlino nyt 11 09 2013