Page 1

TERRA MANTOVANA Anno 2014 - n.2297 / Marzo 2014

POSTE ITALIANE S.P.A. SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MN

M e n s i l e d e l l a Fe d e r a z i o n e P r o v i n c i a l e C o l d i re t t i d i M a n t o v a

Cambio alla direzione di Coldiretti Mantova Mauro Donda sostituisce Mauro Fiamozzi nuovo direttore del Trentino

5

Mauro Donda Nuovo Direttore Coldiretti Mantova

8

Stalle Hi - Tech nel mantovano

10

Legge di stabilitĂ Nel settore Agricolo


TERRA MANTOVANA

www.campagnamicamantova.it

15 MARZO 2014

VENDO:Portone/cancello per barchessa agricola, aratro monovomere per trattore 70/80 CV, girello voltafieno due ruote strette posteriori per trattore, pompa irrigazione per trattore 70/80 CV, sdpandiconcime, estirpatore, vibrocoltivatore, erpice rotante, attrezzi tutti revisionati e ricondizionati. Per informazioni chiamare cell.3336681646 VENDO circa 4 biolche di terra zona Quistello. Per info tel 0376-618794 ore pasti VENDO ruote gabbia per trattore 70/80 cavalli altezza 145 cm larghezza 60 cm , come nuove. Per informazioni chiamare cell.340-5112687 VENDO mediliga Dole’ (francese). Per informazioni telefonare al 340-3161242 VENDO rotone per irrigazione “Carnevali” carmobil 2000, diametro 125mm e metri 325. Inoltre vendo botte per diserbo semi-portata da litri 1000. Inoltre vendo Trattrice fiat 850 dt. Per informazioni cell. 339-6962746 VENDO rimorchio Dumper Vaia a 2 assi, omologato per 12 tonnellate, in ottimo stato. Per info ore pasti 0376-615184 VENDO botte diserbo Bargam lt. 2200 accessoriata e in ottimo stato, molino Peruzzo 50 q.li/ora, Rotopressa Omas. Per informazioni cell. 348-3929354 VENDO aratro marca GRECO anni 1960 funzionante. Per informazioni telefonare allo 0376-588397 VENDO terreno sito in comune di Quistello, Strada Provinciale San Benedetto Po/Pieve di Coriano, della superficie di Bm.6,60 circa. Per informazioni telefonare dopo le 20.30 al cell.3351382752

RIASSUNTO OFFERTA TELEFONIA MOBILE

AGRITEL CONTRATTO Tassa Concessione Governativa 12,91 mese

AGRITEL RICARICABILE Canone 2,00 euro settimana

Intercom-Community 20 ore mese GRATIS

Intercom - Community 33 ore mese GRATIS

Chiamate Tim 0,04€/min+iva

Chiamate Tim 0,06€/min+iva

Chiamate Rete Fissa 0,04€/min+iva

Chiamate Rete Fissa 0,03€/min+iva

Chiamate Altri Operatori 0,04€/min+iva

Chiamate Altri Operatori 0,08E/min+iva

Singolo SMS 0,06€+iva

Singolo SMS 0,06E+iva

Nessun costo di attivazione Nessuno scatto alla risposta-Si pagano gli effettivi secondi di conversazione Telefono in omaggio per chi aderisce ad Agritel Offerta Ricaricabile (almeno 2 anni di permanenza) Offerte competitive per il web mobile su apparecchi smartphone e tablet Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi presso il proprio UFFICIO ZONALE COLDIRETTI oppure visitare il sito www.mantova.coldiretti.it

VENDO n.1 pompa irrigazione con traliccio per 60/80 cv 335/6179523 VENDO mungitrice elettrica con carrello, completa di accessori. Marca “TECNOSAC”. Per informazioni tel ore pasti 0376-54350 oppure 333-3278409 VENDO n.1 scala chiocciola altezza 300 cm diametro 132 cm 14 scalini con ballatoio 335/6179523 VENDO n.4 portoni scorrevoli altezza 5 per 4 metri coibentati con uscite di sicurezza da sistemare 335/6179523 VENDO n.1 portone scorrevole altezza 4 per 4 metri con uscita di sicurezza 335/6179523 VENDO n.1 portone a libro a 4 ante in ferro con falso altezza 2,30 per 2,45 335/6179523 VENDO n.300 pali pino torniti o castagno scortecciati diametro 8/10 cm 335/6179523

CERCO lavoro come operaio generico o conduttore di carrelli elevatori (con esperienza). Disponibilità immediata. Residente a Bigarello e disponibile a spostamenti sul territorio. Per info Massimo cell. 348-9101476 CERCO Fiat 1000 super o 100/90 2rm in buono stato. Per informazioni chiamare 338-4236241 CERCO mietitrebbia Massey Ferguson MF520 uso ricambi. Per informazioni chiamare 0375-52028 CERCO macchina raccogli ortaggi marca De Pietri mod. FR100 oppure FR140. Usata in buono stato. Per informazioni cell. 338210338 CERCO lavoro presso azienda agricola della provincia. Disponibile per qualsiasi mansione in agricoltura. Disponibilità immediata. Per informazionie contattare Ampim 328-1710955

ANNUNCI

VENDO carrello porta attrezzi lunghezza 6m, 200m di tubi zincati diametro 100. Per informazioni chiamare cell.3488517873

CERCO

CERCO lavoro in caseificio o allevamento suini. Mi chiamo Massimo, e ho maturato esperienza pluriennale nel settore. Per informazioni cell. 346-0135265 CERCO lavoro come mungitore nella provincia mantovana. Esperienza pluriennale nella cura del bestiame e nella terapia di vacche e vitelli. Disponibile da subito. Per informazioni El Habib Tahiri cell. 327-7882718 CERCO lavoro presso azienda agricola zona Alto-Mantovana. Per informazioni contattare 348-4733532 CERCO lavoro come mungitore zona alto mantovano. Esperienza pluriennale. Per informazioni 333-3046421 CERCO trattore cingolato per frutteto, da 50/69 cavalli, 4 coppie di distributori idraulici, larghezza mt. 1,30. Per contatti Tullio – Cell. 347-1030145 CERCO manze gravide da acquistare per allevamento di San Benedetto Po. No intermediari. Per informazioni cell.349-0602874 CERCO lavoro come operaio presso porcilaie del mantovano. Per info. contattare 348-2684735 CERCO lavoro nel settore agricolo. Disponibile per qualsiasi mansione. Libero da subito. Abdemula cell. 334-3785597 CERCO lavoro nel settore agricolo. Disponibile a qualsiasi mansione e a spostamenti nell’ambito della provincia. Per informazioni SINGH cell 338-9060326 CERCO trattore FIAT 80R bi-colore e FIAT AD7 con lama. Per info cell. 335-8011662 CERCO rimorchio agricolo 20 qli. di portata anche due ruote. Tel. 334-7521463 CERCO Lavoro come mungitore / mansioni di stalla. Cell. 389-6943026

Gli annunci sono riservati agli associati di Coldiretti Mantova. i dati raccolti vengono pubblicati in base alle segnalazioni recapitate presso gli uffici zonali Coldiretti. nessuna responsabilita’ sara’ da additare a Coldiretti Mantova sulla veridicita’ e completezza delle informazioni pubblicate.

www.campagnamicamantova.it

VENDO


TERRA MANTOVANA

14

3

MARZO 2014

Anno 2014 - N. 2297 Marzo

COMUNICAZIONI

IN BREVE DETRAZIONE 65% RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA ONLINE IL SITO ENEA PER IL 2014 È online il sito dell’Enea dedicato alla detrazione del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici. Il portale consente di trasmettere la documentazione richiesta per accedere alla detrazione fiscale relativa agli interventi di riqualificazione energetica conclusi dal 1° gennaio 2014 in poi. Ricordiamo che la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici è stata prorogata fino al 31 dicembre 2014 dalla Legge di Stabilità 2014 (Legge 147/2013). Dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 la percentuale di detrazione scenderà al 50 per cento. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.fattoriedelsole.org

CONVENZIONE PERIODICI INFORMATORE AGRARIO Anche per il 2014 gli associati di Coldiretti Mantova possono usufruire di quote scontate sulle riviste Informatore Agrario – Vita in Campagna e M.A.D. Offerta è valida sia per i rinnovi o per nuovi abbonamenti. Per informazioni e adesioni è possibile rivolgersi presso il proprio ufficio di zona.

TERRA MANTOVANA

EMISSIONE MODELLI CUD 2014 PER I PENSIONATI Abbandonata la carta, si passa al telematico Già a partire dal 2013, come previsto nella legge di Stabilità, gli enti previdenziali rendono disponibile la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, pensione e assimilati (Cud) esclusivamente in modalità telematica. Gli uffici Coldiretti territoriali sono a disposizione dei cittadini per fornire gratuitamente tutte le informazioni e la relativa stampa del modello Cud telematico necessario per gli adempimenti fi scali modelli 730 e Unico, e per le prestazioni assistenziali come Red ed Isee. Il servizio è gratuito. Si ricorda che occorre presentarsi agli sportelli muniti di carta d’identità e codice fiscale. Per informazioni contattare il patronato Epaca provinciale al n. 0376375440-443 oppure visita il sito web www.mantova.coldiretti.it per conoscere la sede più vicina.

MUD 2014 Le imprese agricole che producono rifiuti speciali pericolosi, con volume di affari annuo superiore a 8.000 euro sono soggette all’obbligo di dichiarazione annuale, con scadenza 30 aprile 2014. Invitiamo gli associati a consegnare presso il proprio ufficio zonale tutta la documentazione di carico e scarico (formulari) dei rifiuti agricoli dell’anno 2013.

DICHIARAZIONI DI SUCCESSIONE Coldiretti Mantova, tramite i propri uffici zonali presenti sul territorio, svolge attività di consulenza, predisposizione e successiva presentazione delle denunce di successione, per gli associati e per i cittadini. L’obbligo di presentazione della dichiarazione di successione sussiste nel caso in cui nell’eredità siano presenti beni immobili o diritti reali immobiliari sugli stessi, depositi di denaro con importi superiori ai 25.000, in presenza di eredi diretti (moglie e fi gli), per qualsiasi importo in presenza di eredi non diretti. La presentazione deve avvenire entro 12 mesi dalla data di apertura della successione, corrispondente (in genere) alla data di decesso del contribuente su apposito modulo (modello 4). Per informazioni è possibile contattare gli uffici zonali per avere maggiori informazioni sul servizio. Per conoscere la sede più vicina consulta il sito web www.mantova.coldiretti.it

RISPARMIARE SULLA TELEFONIA MOBILE? CON AGRITEL SI PUO’ Agritel è la nuova società nata da un accordo TIM e Coldiretti che permette di risparmiare sui costi della telefonia mobile. Gli associati Coldiretti possono usufruire di offerte interessanti e vantaggiose. Tra i punti di forza la possibilità di parlare a costo zero tra i soci aderenti e gli uffici Coldiretti (20 ore mensili per Sim CONTRATTO e 33 ore mensili per Sim RICARICABILE), fatturazione mensile con traffico e tasse di concessione governativa posticipati, nessuno scatto alla risposta e si pagano gli effettivi secondi di conversazione. Offerte anche per voce+sms+internet tutto compreso. Informati presso l’Ufficio zona Coldiretti oppure visita il sito web www.mantova.coldiretti.it

CAMPAGNA AMICA

mercati degli agricoltori vendita diretta

BOZZOLO - Martedì al mattino in Piazza Europa MEDOLE - Mercoledì al mattino in viale Zanella (nuovo mercato) CASTEL GOFFREDO - Giovedì al mattino in via Italia GUIDIZZOLO - Venerdì al mattino in piazza Francesco Mutti CERESE DI VIRGILIO - Sabato al mattino in piazza Aldo Moro GRAZIE (CURTATONE) - Domenica 6 aprile al mattino in Via Francesca. GONZAGA – Domenica 21 aprile tutto il giorno presso scuole elementari, “Mercato del C’era una volta”

Per info

MARZO 2014

334 6695 127 - www.campagnaamicamantova.it

EDITORIALE Coldiretti incontra i propri soci dell’area Parmigiano Reggiano Intervista a

Al via la

SINDACALE Cambio di Direzione, arriva Mauro Donda. Fiamozzi in Trentino

FISCALE Terra Mantovana Periodico della Federazione Provinciale Coldiretti Mantova Aut. Trib. MN 13/1949 Iscrizione al Roc n. 23752

Presidente Paolo Carra Vicepresidente Primo Cortellazzi Direttore Responsabile Mauro Fiamozzi Redazione Pietro Finotti

Grafica e stampa Tipografia Operaia Via N. Sauro, 33/A - Mantova Tel. 0376 320385 Fax 0376 383641 e-mail: tipografia.operaia@virgilio.it stampato su carta Fedrigoni certificata FSC Symbol Matt Plus 130gr.

Molte le novità nel modello 730/2014

FISCALE Novità fiscali e Agevolazioni finanziarie alle imprese agricole

AREA ECONOMICA Stalle Hi-Tech nel mantovano

04 05 06 07 08

EPACA Il patronato compie 60 anni

VINITALY Al via la 68.ma edizione Boom Export Vino

ANNUNCI Gli annunci delle imprese agricole

10 12 13 15

CURTATONE

VIADANA

Vicolo Teatro, 1 - Tel. 0376.406701 - Fax 0376.406720

VOLTA MANTOVANA

Via Caduti del Lavoro, 1 -LEVATA Tel. 0376.406501 - Fax 0376.406520

Via Goito, 2 - Tel. 0376.406761 - Fax 0376.406780

GOITO

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE

Contrada Belfiore, 3/C-1 Tel. 0376.406601 - Fax 0376.406620

Via Piave, 6 - Tel. 0376.406828 - Fax 0376.406840

MANTOVA UFFICIO ZONA

Siti Web: www.mantova.coldiretti.it www.campagnaamicamantova.it www.terranostramantova.it www.istitutocarantani.it

Legge di Stabilità 2014 le principali misure nel settore agricolo

UFFICI PROVINCIALI SEDE CENTRALE di MANTOVA

PEGOGNAGA

www.youtube.com/coldirettilombardia

FISCALE

09

Via P. Verri, 33/35 - Tel. 0376.375311 - Fax 0376.375375 - email: mantova@coldiretti.it tutti i giorni orario 8:30 - 13:00 e 14:30 - 17:30

ASOLA

@coldiretti_mn

Maria Letizia Gardoni è il nuovo leader dei giovani imprenditori agricoli

UFFICI ZONALI PROVINCIALI E SEDE CENTRALE

Via N. Sauro, 34 - Tel. 0376.406801 - Fax 0376.406820

www.facebook.com/pages/ Federazione-Provinciale-Coldiretti-Mantova

GIOVANI IMPRESA

Via P. Verri, 33/35 - Tel. 0376.375431 - Fax 0376.375435

OSTIGLIA

Via V. Veneto, 3 - Tel. 0376.406641 - Fax 0376.406660

Viale H. Dunant, 23 Tel. 0376.406581 - Fax 0376.406600

GAZOLDO DEGLI IPPOLITI

Via Marconi, 92 - Tel. 0376.406621 - Fax 0376.406700

SERMIDE

Via Castellani, 6 - Tel. 0376.406681 - Fax 0376.406700

CASTEL GOFFREDO

Via Bonfiglio, 31 - Tel. 0376.406561


TERRA MANTOVANA

14 4 MARZO 2014

3 13 APRILE MARZO 2013 2014

Paolo Carra - Presidente Colditretti Mantova

COLDIRETTI ha incontrato i produttori latte dell’area Parmigiano Reggiano Massiccia partecipazione dei soci produttori. Sul tavolo temi economici della filiera latte, i numeri dell’export, la direttiva nitrati e le vicende che hanno coinvolto il Consorzio di tutela.

Nei giorni scorsi si è tenuta a Gonzaga, nella sala riunioni della Fiera Millena-

ria, un incontro tra i vertici di Coldiretti e i propri associati, produttori di latte nell’area Parmigiano Reggiano. Sul tavolo le tematiche di carattere economico relativamente al mercato lattiero-caseario nella filiera Parmigiano, lo stato dei lavori sull’attuazione della nuova direttiva nitrati, fortemente voluta da Coldiretti ma anche per fare chiarezza sulle vicende che hanno coinvolto i vertici del Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano, dopo l’arresto del direttore Deserti. Ad aprire i lavori è stato il Direttore di Coldiretti Mantova – Mauro Donda – che ha fatto il punto sull’andamento del mercato lattiero-caseario nella filiera Parmigiano, evidenziando le ottime performance ottenute sul fronte export. Numeri che parlano chiaro, con un raddoppio delle esportazioni nel periodo 2007/2013 e un +5%, nel 2013 rispetto al 2012, con oltre 1,1 mln di forme commercializzate all’estero. Numeri che, su base annua, rappresentano il 34% della produzione nazion ale che viene destinata al mercato oltrefrontiera. Ma le preoccupazioni arrivano dal mercato interno – continua Donda – dove assistiamo ad un incremento di import di prodotti caseari simil-grana provenienti da paesi esteri quali Germania e Repubblica Ceca. Un problema che, oltre al mercato interno e al mancato reddito per le nostre imprese, interessa i consumatori che trovano sugli scaffali prodotto simile al Parmigiano ma qualitativamente ed economicamente inferiore. Sul tema nitrati, che vede la nostra provincia quale principale attore a livello regionale visto l’alta densita di aziende zootecniche presenti, Regione ha accolto le richieste di Coldiretti annunciando che le aree vulnerabili in Lombardia verranno completamente riviste tenendo conto di studi scientifici che affermano non essere un problema esclusivamente agricolo. Una battaglia che Coldiretti ha sempre intrapreso, dapprima verso lo Stato e poi verso le Regioni, perché venisse deresponsabilizzato il settore agricolo da sempre indiziato come unico attore responsabile dell’inquinamento delle falde. E proprio sulle vicende del Consorzio, Coldiretti Mantova ribadisce che non vuole “dare addosso” a questo organismo di tutela, ma occorre fare chiarezza all’interno della struttura. “Il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano - afferma Paolo Carra presidente Coldiretti Mantova - è nato ed è stato promosso anche e soprattutto per volere di Coldiretti, per tutelare un marchio ed un prodotto allo scopo di valorizzare il latte del nostro territorio che rappresenta l’11,3% della produzione dell’intera area. Quello che non è invece accettabile – continua Carra - è il comportamento di alcuni amministratori che, come nel caso del presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, si trovano in condizioni di assoluta e totale incompatibilità a causa di un conflitto di interessi. Il presidente del Consorzio di Tutela non può essere contemporaneamente anche il produttore/venditore di un simil-parmigiano realizzato all’estero e che viene venduto sottocosto in concorrenza al vero Parmigiano Reggiano”. Affermazioni - quelle esposte dal Presidente Coldiretti Carra – che hanno trovato un ampio consenso dalla platea dei produttori latte presenti.

VINITALY 2014 dal 6 al 9 aprile 2014 48.ma edizione Saranno quindici le cantine mantovane presenti al Vinitaly 2014, salone internazionale del vino e dei distillati che si terrà a Verona presso il quartiere fieristico dal 6-9 aprile. Nel padiglione Lombardia, tra le quindici aziende vinicole presenti in rappresentanza del territorio virgiliano, con un proprio spazio espositivo e di degustazione, ben nove sono le cantine legate a Coldiretti: Azienda Agricola Bertagna Gianfranco, Azienda Agricola Breda di Lodi Rizzini Ivan, Cantina Sociale Cooperativa di Quistello, Cantine Virgili Luigi, Cattani Corrado, Società Agricola Reale di Boselli, Società Agricola Ricchi F.lli Stefanoni, Tenuta Maddalena, Vinicola Negri. Oltre alle singole aziende, sarà presente uno stand istituzionale allestito dal Consorzio Vini Mantovani, Camera di Commercio e Provincia come punto di assaggio vini e punto promozionale del territorio.

BOOM VINO (+7%) FA SALIRE EXPORT CIBO A RECORD DI 33,4 MLD L’aumento record del valore delle esportazioni di vino (+7%) traina l’intero agroalimentare Made in Italy che all’estero raggiunge la cifra record di 33,4 miliardi di euro (+5%). E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat dalla quale si evidenzia che il vino è la principale voce delle esportazioni agroalimentari con un fatturato realizzato all’estero che per la prima volta ha raggiunto i 5 miliardi. L’andamento positivo sui mercati esteri compensa solo parzialmente il forte calo nei consumi che si è verificato in Italia con le famiglie che nel 2013 hanno tagliato gli acquisti dal pesce fresco (-20%) alla pasta (-9%), dal latte (-8%) all’olio di oliva extravergine (- 6 per cento) dall’ortofrutta (- 3%) alla carne (-2%) mentre aumentano solo le uova (+2%), sulla base dell’analisi della Coldiretti su dati Ismea relativi al primi undici mesi che evidenzia un calo medio del 4%. Il prodotto Made in italy più esportato è il vino, ma rilevanti sono anche le spedizioni all’estero di ortofrutta, quelle di pasta e di olio di oliva. I 2/3 del fatturato realizzato all’estero si ottiene con l’esportazione di prodotti agroalimentari verso i paesi dell’Unione Europea, ma il Made in Italy va forte anche nelle Americhe e nei mercati emergenti come quelli asiatici. A preoccupare per il 2014 è il rialzo dell’euro che rischia di frenare le esportazioni Made in Italy in mercati importanti come gli Stati Uniti dove ad esempio il valore delle esportazioni di vino ha superato il miliardo di euro nel 2013. Anche la produzione, a livello europeo, evidenzia con la vendemmia 2013 una crescita del 15,5%. Dopo un 2012 particolarmente magro e una produzione di soli 148 milioni di ettolitri, la vendemmia 2013 porta la produzione ai livelli medi dell’ultimo decennio e raggiunge i 175 milioni di ettolitri. Nonostante una considerevole riduzione delle superfici vitate comunitarie, l’annata vitivinicola è stata caratterizzata da favorevoli condizioni climatiche che hanno consentito aumenti produttivi considerevoli. L’incremento è dovuto quasi interamente alla Spagna dove la pioggia, che normalmente scarseggia nelle zone vitate, ha fatto sì che la produzione di vini e mosti raggiungesse i 50 milioni di hl a fronte dei 33 del 2012, conquistando per il 2013 il primato di maggiore produttore. La vendemmia francese aumenta da 41 a 44 milioni mentre quella italiana da 42.5 a 46.5 milioni di hl. Cresce anche la Romania che passa da 3.6 milioni di ettolitri a 5.9, mentre per quanto riguarda gli altri Stati membri non ci sono particolari variazioni.

VINITALY

EDITORIALE

TERRA MANTOVANA


12 14 51

TERRAMANTOVANA MANTOVANA TERRA

TERRA MANTOVANA

LA MAFIA NEL PIATTO Nasce la Fondazione per la lotta a crimini agroalimentari La criminalità organizzata trova terreno fertile nel tessuto economico indebolito dalla crisi con l’agroalimentare che è diventato nel 2014 un area prioritaria di investimento della malavita che ne comprende la strategicità perché del cibo, anche in tempi di difficoltà, nessuno potrà fare a meno, ma soprattutto perché consente di infiltrare in modo capillare la società civile, dai campi ai banchi dei supermercati fino a ristoranti e pizzerie. Per contrastare questo fenomeno nasce in Italia la Fondazione “Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare” promossa dalla Coldiretti con la presidenza del Comitato Scientifico presieduta del procuratore Giancarlo Caselli. Nell’occasione è stata presentata una analisi aggiornata sull’entità del fenomeno, sulla sua diffusione nelle diverse aree del paese e all’estero, sulle modalità con cui opera e su come condiziona la vita quotidiana della persone, anche con la prima indagine su come è cambiato l’atteggiamento degli italiani nei confronti della malavita a seguito della crisi. Dalla possibilità di accettare un lavoro fino a quella di mangiare in un locale “a rischio” ma anche della disponibilità a pagare di piu’ prodotti ottenuti da aziende confiscate e tornate alla legalità. Per la prima volta in mostra gli esempi concreti piu’ scandalosi di prodotti agroalimentari, venduti in Italia, in Europa e nel mondo con nomi che richiamano gli episodi, i personaggi e le forme di criminalità organizzata piu’ dolorose ed odiose, che vengono sfruttate al solo scopo di fare business.

E’ un viaggio lungo 60 anni quello che Epaca, il patronato al servizio dei coltivatori agricoli nato per volere di Paolo Bonomi, fondatore di Coldiretti, si appresta a festeggiare nel 2014. Epaca nasce nel 1954 come emanazione della Coldiretti con l’obbiettivo di migliorare la condizione sociale del mondo agricolo e della società rurale. La prima grande conquista di Epaca fu il riconoscimento della pensione ai coltivatori diretti e successivamente il riconoscimento degli assegni familiari all’unica categoria di lavoratori autonomi nel panorama italiano. Epaca svolge un servizio di pubblica utilità senza scopo di lucro e secondo le modalità stabilite dalla legge. Offre servizi di assistenza e tutela per tutti i cittadini nel conseguimento di benefici previdenziali, sociali, assistenziali, in sede amministrativa e di contenzioso, dei cittadini italiani, della generalità dei lavoratori, dei pensionati e degli stranieri. Epaca, sulla base delle normative vigenti, garantisce informazioni, consulenze e servizi a tutti i cittadini in materia di risparmio previdenziale, diritto di famiglia e successione, mercato del lavoro, assistenza sanitaria, prestazioni sociali legate al reddito, anche facilitando l’accesso ai dati ed ai servizi della Pubblica Amministrazione, ponendo massima attenzione alle mutazioni che avvengono nel panorama sociale e in materia di welfare. Epaca oggi rappresenta un punto di eccellenza nel panorama della consulenza previdenziale ed assistenziale ed è fortemente radicato sul territorio con sportelli presenti in ogni ufficio zona della provincia.

MAURO DONDA È IL NUOVO DIRETTORE DI COLDIRETTI MANTOVA

Dallo scorso 3 marzo ho assunto la direzione della Vostra Federazione. Proprio per questo, attraverso le pagine del vostro giornale, desidero portare un breve saluto a tutti i Soci ed a tutti i collaboratori di Coldiretti Mantova. Parto da una brevissima presentazione: ho 50 anni, sono friulano, laureato, sposato con due figli. In Coldiretti ho esordito nei primi anni novanta in quel di Treviso. Successivamente ho lavorato in altre Federazioni, anche molto diverse tra loro: Palermo, Trieste, Gorizia, Udine, Verona ed infine Brescia. Questo percorso professionale, vario e intenso, mi ha consentito di vivere e conoscere le diverse forme dell’agricoltura italiana e di maturare una serie di esperienze uniche, ognuna delle quali ha contribuito ad arricchirmi sotto il profilo umano e professionale. Con questo spirito, dopo un impegnativo e gratificante quinquennio nel ruolo di direttore di Coldiretti Brescia, ho accolto questa nuova avventura, con l’entusiasmo di continuare a lavorare in un’area che rappresenta il cuore dell’Agricoltura italiana, sotto tutti gli aspetti. La realtà mantovana sarà senza dubbio complessa ma anche ricca di stimoli ed opportunità. Spero che ciò che ho intrapreso con Voi possa essere l’inizio di un percorso fatto di poche promesse e di tanti risultati concreti, di iniziative in grado di ripagare i Soci sia sotto il profilo sindacale, sia per ciò che riguarda i risultati economici delle loro imprese. Lavoreremo insieme con l’impegno di far crescere l’agricoltura mantovana e di far contare sempre di più Coldiretti nell’economia, nella società e con le istituzioni. Concludo con un sincero ringraziamento al presidente Paolo Carra ed a tutti i consiglieri che – con un atto di fiducia che mi auguro di ripagare – hanno accolto la proposta della Confederazione e mi hanno nominato direttore di questa Federazione. Sono anche certo che avrò la disponibilità e l’aiuto di tutti per conoscere a fondo e quanto prima questa vostra grande Federazione. Non posso infine dimenticare di ringraziare Mauro Fiamozzi - un amico prima che un collega – che mi ha accolto con sincera disponibilità. Gli auguro di poter ottenere le soddisfazioni che si merita dal nuovo incarico di direttore regionale della Coldiretti del Trentino Alto Adige.

Mauro Fiamozzi è stato recentemente nominato nuovo Direttore delle Federazioni di Trento e Bolzano e contemporaneamente Direttore regionale del Trentino Alto Adige. “Ringrazio tutta la struttura di Coldiretti ed Impresa verde, i collaboratori, i dirigenti e gli associati della Federazione provinciale di Mantova, che ho avuto l’onore di guidare da ottobre 2012 fino a febbraio 2014. E’ stata, seppur di breve durata, un’esperienza altamente gratificante e formativa che mi ha permesso di maturare in ambito professionale ma anche personalmente. E’ stata una sfida affascinante alla guida di una Federazione che si presenta con un’agricoltura all’avanguardia e tra le più importanti d’Italia. Una realtà completamente diversa sia geograficamente, sia per dimensioni rispetto a quella trentina, anche se i problemi che assillano il nostro settore sono sostanzialmente molto similari. Ora mi attende una nuova sfida professionale che raccolgo con grande entusiasmo ed impegno per la crescita dell’agricoltura trentina e per il potenziamento del progetto Coldiretti per la costruzione di una filiera agricola italiana a tutela delle nostre imprese agricole”.

Al Direttore Fiamozzi vanno i ringraziamenti di tutta la struttura Coldiretti Mantova e di tutti i soci per l’impegno e per il proficuo lavoro svolto nel suo mandato mantovano, contribuendo allo sviluppo dell’imprenditorialità agricola nella nostra provincia.

PRIMO PIANO

SINDACALE

53 MARZO 2014

MARZO OTTOBRE 2014 2013


TERRA MANTOVANA

14 6 MARZO 2014

TERRA MANTOVANA

3 11 MARZO 2014

Anno ..... - n.ro 1

Assicurazione colture - Confermato anche per il 2014 lo stanziamento di 120 milioni di euro sul Fondo di solidarietà nazionale per gli aiuti sulla spesa assicurativa, con i quali sarà possibile coprire integralmente le esigenze di spesa fino all'attuale campagna assicurativa, e partire con la nuova programmazione comunitaria senza soluzioni di continuità che potrebbero mettere a rischio non solo i risultati fino ad oggi ottenuti ma anche i futuri obiettivi di ampliamento del sistema a nuove realtà produttive e territoriali grazie ai nuovi strumenti a disposizione. Expo 2015 – In vista di Expo 2015 e al fine di sostenere lo sviluppo e la competitività del sistema agricolo ed alimentare nazionale, sono previsti 60 milioni di euro (di cui 30 mln di euro per il 2014, 15 mln di euro per il 2015, 15 mln di euro per il 2016) per il rifinanziamento della legge 449/99 "Riordino dell'Unione nazionale per l'incremento delle razze equine (UNIRE)”. Elenco clienti/fornitori (“spesometro”) agricoltori ESONERATI – Viene confermato l'obbligo dell'invio della comunicazione annuale delle operazioni rilevanti ai fini dell'IVA ex art. 21 del D.L. n. 78/2010 (c.d. "elenco clienti-fornitori/spesometro") anche per i produttori agricoli con volume d'affari inferiore a 7.000,00 euro comunque tutt’ora esonerati dagli obblighi documentali, contabili, dichiarativi e di versamento dell'imposta. Tale adempimento, introdotto col D.L. n. 179/2012, nonostante l'importante finalità di rendere più efficienti le attività di controllo relative alla tracciabilità dei prodotti alimentari ed agricoli oltre che per la sicurezza degli alimenti, nel corso dell'iter parlamentare al Senato ne era stata disposta la abrogazione ma, grazie all'impegno della Coldiretti, ciò è stato evitato. L'articolo 8 della legge di stabilità stanzia le risorse necessarie per la copertura della quota nazionale dei programmi cofinanziati dall'Unione europea per il periodo 2014/2020, nel settore dei fondi strutturali, dello sviluppo rurale e della pesca. Per quanto riguarda lo sviluppo rurale, la norma prevede l'attivazione di un importo compreso tra 9 e 10,4 miliardi di euro, in funzione del tipo di programmazione che verrà scelto, per il 70% a carico dello Stato e per il restante 30% cento a carico delle Regioni e Province autonome, che si affiancheranno agli altri 10,4 miliardi messi a disposizione dall'Unione europea attraverso il Feasr (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale). In questo modo, sarà presto possibile definire, in accordo con le Regioni e i rappresentanti del mondo agricolo, i nuovi programmi di sviluppo rurale, attraverso cui saranno complessivamente resi disponibili 20,8 miliardi di euro nei prossimi 7 anni.

Grafica e stampa s.r.l.

A L DE

U O RA

s.r.l. I L L’ S E R V I Z T AG RIC OL

ATTREZZATURE AGRICOLE GIARDINAGGIO

s.r.l.

Via Crocetta, 8 - CORREZZO (VR)

www.fllilonardi.it CLICCA E TROVA L’USATO GARANTITO!

Promozione

TASSO %

0

Infor

ra s e d e

...chi ben semina, ben raccoglie!

no s t

Speciale semina e preparazione del terreno

so

Da quest’anno la possibilità di presentare il modello 730 anche per contribuenti che, pur avendo percepito nel 2013 redditi da lavoro dipendente o assimilati, oggi sono disoccupati e non hanno un sostituto di imposta al momento di redigere la dichiarazione. In questo caso l’eventuale rimborso Irpef arriverà direttamente dall’Agenzia delle Entrate in modo più rapido. Le detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie passano dal 36% al 50% e quelle relative al risparmio energetico passano dal 55% al 65%. Rimangono invariati gli adempimenti per fruire dei rispettivi benefici fiscali, così pure i limiti di spesa. Introdotta nuova detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ per un importo massimo di 10.000 euro. Tale spesa deve essere sostenuta a partire dal 6 giugno 2013 e soltanto se collegata agli interventi di ristrutturazione con inizio a partire dal 26 giugno 2012. Aumentano le detrazioni per carichi di famiglia che passano da 800 a 950 per ciascun figlio di età pari o superiore ai tre anni; da 900 a 1.220 euro per ciascun figlio di età inferiore ai tre anni. La detrazione per figli con disabilità passa da 220 a 400 euro. I rimborsi da modello 730, superiori a 4000 euro verranno erogati direttamente dall’Agenzia delle Entrate successivamente ad un controllo preventivo. Tale casistica si verificherà solo se il credito è scaturito da detrazioni per carichi di famiglia e/o da eccedenze Irpef anni precedenti. Ridotta la riduzione forfetaria degli ordinari canoni di locazione, che dal 15% passa al 5%. Per i contratti di locazione Intervista a a “canone concordato”, con opzione per la cedolare secca, previsti nei Comuni ad alta densità abitativa è prevista una riduzione di aliquota dal 19% al 15%. Nella valutazione del reddito totale per considerare il carico familiare, da Al via la quest’anno, deve essere sommato il reddito dell’abitazione principale non soggetta ad IMU e il reddito dei fabbricato assoggettati a cedolare secca. Le erogazioni liberali a favore delle Onlus, godono di una detrazione d’imposta del 24%, così pure le erogazioni a favore delle popolazioni colpite da calamità naturali con importo massimo di 2.065 euro. Erogazioni liberali in favore di Partiti politici per importi da minimo 50 euro a massimo di 10.000 euro. Per i premi assicurativi vita e infortuni in calo l’importo massimo sul quale calcolare la detrazione del 19% che adesso è fissato in 630 euro. Nel modello 730 è stato previsto un apposito quadro utilizzabile per compensare con modello F24 eventuali altre imposte. Si ricorda che la scadenza di presentazione è il 30 aprile per chi consegna la dichiarazione al sostituto d'imposta oppure il 31 maggio per chi consegna la dichiarazione al Caf o commercialisti abilitati. Per informazioni è possibile contattare il proprio ufficio zonale di Coldiretti oppure contattare il Caf Coldiretti provinciale ai numeri 0376-375486/483 o visita il sito www.mantova.coldiretti.it.

LEGGE DI STABILITÀ

MODELLO 730

importanti si segnalano la possibilità di presentare il modello anche dai contribuenti che non hanno più un datore di lavoro, l’aumento delle detrazioni per i figli a carico e gli eco-bonus sui mobili nelle ristrutturazioni edilizie.

re s

OFFRO

II recenti provvedimenti a cura dell’Agenzia delle Entrate hanno approvato in via definitiva il modello con l’introduzione di molte novità. Tra le più

Risorse per combattere le frodi - Destinate risorse specifiche per riconoscere l'impegno delle forze dell'ordine, incluso il Corpo forestale dello Stato e i Nac, per il contrasto alla criminalità agro-ambientale, mentre un ulteriore stanziamento di 5 milioni di euro, per un totale di 10, è stato deciso in favore del fondo per l'acquisto di derrate alimentari per gli indigenti. Fondo bieticolo e antincendio - Previsto anche il ripristino della quota di 5 milioni di euro per il fondo bieticolo saccarifero, che era stato ridotto a 4 milioni nel passaggio al Senato. Per garantire il funzionamento della flotta aerea antincendio del Corpo forestale dello Stato il Programma "Interventi per soccorsi", è previsto lo stanziamento di 5 milioni di euro a decorrere dall'anno 2014.

at ep

Aprile 2013 MODELLO 730: le novità nella dichiarazione 2014

on mazi

id

et t

ag

Su trattori e attrezzature

li


14 10

TERRA MANTOVANA

TERRA MANTOVANA

73 APRILE MARZO 2013 2014

Legge di Stabilità 2014:

le principali misure fiscali e tributarie nel settore agricolo Una serie di provvedimenti positivi per il settore agricolo a partire dall’esenzione della Tasi sui terreni agricoli e la reintroduzione delle agevolazioni per i coltivatori diretti e per gli imprenditori professionali per l’acquisti di terreni da destinare all’attività agricola e la concessione dei terreni agricoli demaniali ai giovani imprenditori. “E’ sicuramente un risultato positivo – commenta il presidente della Coldiretti. Roberto Moncalvo – l’aver eliminato la doppia e assurda imposizione che subivano i fabbricati rurali, così come è rilevante l'attenzione riservata all'accesso alla terra, che si è tradotta da un lato nella reintroduzione delle agevolazioni alla compravendita dei terreni per le imprese agricole professionali e dall'altro anche con una presa di posizione forte del Governo in termini di rassegnazione dei terreni demaniali, con una precedenza ai giovani non solo in termini di vendita, ma anche in termini di affitto a prezzi equi”. “Ciò di cui abbiamo bisogno adesso – prosegue il presidente di Coldiretti - è di un sistema di regole che ci consenta di sostenere il Made in Italy vero, con misure come ad esempio la definizione dei decreti applicativi della legge sull’etichettatura d’origine degli alimenti, la pubblicizzazione dell’identità delle aziende che importano di prodotti alimentari, l’operatività della legge che vieta le pratiche di commercio sleali e la destinazione degli incentivi governativi esclusivamente alle imprese e alle cooperative che trattano alimenti made in Italy dal campo alla tavola. Misure – conclude Moncalvo - che rappresentano elementi fondamentali per recuperare tutte quelle occasioni di sviluppo che oggi stiamo perdendo, nel resto del mondo, ma anche all'interno del nostro Paese, a causa del fenomeno dell'italian sounding e della contraffazione”.

Vediamo nel dettaglio le novità introdotte per il settore agricolo: A partire dal 2014 i fabbricati rurali sono esentati dall'Imu e avranno aliquota Tasi fissata con un limite massimo dell'uno per mille. È inoltre ridotto da 110 a 75 il moltiplicatore per i terreni agricoli di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola. Relativamente alla nuova IUC, Imposta Unica Comunale, istituita dalla suddetta Legge di stabilità 2014, ne parliamo più approfonditamente a pagina 7. Terreni agricoli demaniali a favore dei giovani agricoltori - Il 20 per cento dei terreni agricoli demaniali verrà riservato per l'affitto ai giovani imprenditori tra i 18 e 40 anni, per favorire il ricambio generazionale nel comparto agricolo. La norma prevede anche un meccanismo di determinazione del canone in grado di evitare operazioni speculative finalizzate all'innalzamento dello stesso, individuando al contempo un parametro di riferimento certo nell'applicazione della procedura. Il provvedimento prevede che gli interventi per l'accesso al mercato dei capitali gestisti da Ismea attraverso il Fondo di Capitale di Rischio siano prioritariamente destinati alle imprese agricole ed agroalimentari condotte da giovani. Imposta di registro sul trasferimento terreni, AGEVOLAZIONE P.P.C. - Ripristinate le agevolazioni tributarie previste per la piccola proprietà contadina e per gli interventi fondiari operati da Ismea. Tali operazioni sconteranno l'imposta di registro ed ipotecaria in misura fissa e imposta catastale all'1%, nel caso in cui il trasferimento dei terreni sia a favore di coltivatori diretti e di imprenditori agricoli professionali oltre che usufruire della riduzione alla metà degli onorari dei Notai per la stipula di tali atti. Negli altri casi l'aliquota è fissata al 12%. Sono comunque dovute le imposte ipotecarie e catastali nella misura fissa di €uro 50,00 cadauna. Tassazione catastale società agricole - Viene ripristinata anche la facoltà, per le società di persone e di capitali che svolgono esclusivamente attività agricola, di optare per la determinazione del reddito su base catastale anziché in base al bilancio. Potrà poi essere utilizzato anche nel settore agricolo il 5% delle risorse del Fondo di sviluppo e coesione che può essere utilizzato per 'interventi di emergenza con finalità di sviluppo. Finanziamenti per attività di export - Introdotto un finanziamento di 50 milioni di euro per il 2014 per fondo rotativo per concessione finanziamenti a tasso agevolato alle imprese che esportano. Riservato il 40 per cento in favore imprese del settore agroalimentare. Sono state anche inserite le attività agricole tra quelle finanziabili con fondo per calamità.

TASI: ESENTATI I TERRENI AGRICOLI,

PER I FABBRICATI ALIQUOTA RIDOTTA Niente Tasi sui terreni agricoli. Lo ha stabilito il Consiglio dei Ministri del 28 febbraio scorso, che ha ratificato l’esenzione dal pagamento del nuovo Tributo sui servizi indivisibili. Scongiurato anche il pericolo di un aumento dell’aliquota fino all’8 per mille sui fabbricati rurali, per i quali si continuerà ad applicare quella ridotta dell’1 per mille. I Comuni possono inoltre stabilire riduzioni ed esenzioni per talune categorie di immobili, tra cui i fabbricati rurali ad uso abitativo. Ricordiamo che la Tasi è collegata alla erogazione dei servizi comunali e riguarda il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati, compresa l’abitazione principale, di aree scoperte, nonché di aree edificabili a qualsiasi uso adibiti. Assieme all’Imu, che ha come presupposto il possesso dell’immobile, e alla Tari (Tassa rifiuti), diretta al finanziamento dei costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, fa parte della nuova Imposta unica comunale (Iuc), entrata in vigore il 1° gennaio scorso con l’obiettivo di riorganizzare la tassazione comunale. A livello generale, il Consiglio dei Ministri ha stabilito che, per consentire le detrazioni sulla prima casa di cui hanno beneficiato le famiglie italiane nel 2012, l’aliquota massima della Tasi (tributo sui servizi indivisibili) per l’anno 2014 per ciascuna tipologia di immobili può essere aumentata complessivamente fino ad un massimo dello 0,8 per mille complessivo (con l’esclusione, lo ripetiamo dei fabbricati rurali). L’incremento può essere deliberato dai Comuni a condizione che il gettito relativo sia destinato a finanziare detrazioni o altre misure relative all’abitazione principale in modo tale che gli effetti sul carico dell’imposta Tasi siano equivalenti a quelli dell’Imu prima casa. Secondo quanto comunicato, il versamento della Tasi avverrà mediante modello F24 e/o bollettino di conto corrente postale (per consentire all’Amministrazione finanziaria di disporre dei dati in tempo reale non è possibile utilizzare servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali). Il Comune dovrà stabilire le scadenze di pagamento della Tasi e della Tari (tassa sui rifiuti) prevedendo almeno due rate a cadenza semestrale. Dovrebbe essere consentito il pagamento in un’unica soluzione entro il 16 giugno di ciascun anno. A differenza della Tari la Tasi, probabilmente, andrà conteggiata in AUTOLIQUIDAZIONE con la necessità, da parte dei contribuenti, di doversi rivolgere, per i conteggi, ad un CAF oppure agli Uffici Tributi dei rispettivi Comuni.

Agevolazioni finanziarie alle imprese agricole per il credito di funzionamento Una dotazione finanziaria di 3,5 milioni di euro di cui 300mila destinati prioritariamente alle imprese agricole colpite dal sisma 2012. La Direzione Generale Agricoltura per far fronte all’attuale crisi finanziaria ha riattivato la misura del credito di funzionamento per favorire l’accesso al credito delle imprese agricole che prevede il concorso nel pagamento degli interessi sulle operazioni di credito effettuate dalle Banche. La disponibilità finanziaria è di circa 3,5 milioni di euro. L’aiuto è riservato alle imprese agricole che abbiano sede operativa nel territorio lombardo e siano iscritte al registro delle imprese della C.C.I.A.A. alla sezione speciale “imprenditori agricoli” o alla sezione “coltivatori diretti”. Priorità di accesso viene concessa alle imprese operanti nei territori danneggiati dal sisma del 2012. Le domande di finanziamento possono essere presentate fino ad esaurimento delle disponibilità finanziarie. Il finanziamento concesso dalla banca è destinato a sostenere il fabbisogno finanziario dell’impresa agricola per esigenze di funzionamento aziendale con un importo ammissibile a contributo da un minimo di € 20mila ad un massimo pari ad € 100mila, con durata del finanziamento non inferiore ai 24 mesi e superiore ai 60 mesi, comprensiva dell’eventuale periodo di preammortamento della durata massima di 12 mesi. Le imprese agricole possono utilizzare anche lo strumento delle garanzie (confidi e altri soggetti erogatori di garanzie) per facilitare il loro accesso al credito. Il Contributo è determinato sull’importo del finanziamento ammesso all’agevolazione, quale quota parte degli interessi posti a carico del Fondo. Per la quota del finanziamento ammessa al Contributo, il Contributo stesso è pari a 200 bps per anno e comunque non superiore al tasso applicato; la determinazione del Contributo avviene sulla base di un piano di ammortamento a rate costanti di capitale con periodicità semestrale calcolato al tasso di riferimento europeo Qualunque sia la maggior durata dei corrispondenti contratti di finanziamento, il Contributo in conto interessi è riconosciuto per una durata massima, comprensiva dell’eventuale periodo di preammortamento, di 60 mesi. Il contributo è determinato sull’importo del finanziamento ammesso all’agevolazione ed è pari all’abbattimento del 2% annuo del tasso d’interesse applicato dall’istituto di credito al prestito erogato e comunque non superiore al tasso stesso applicato all’operazione. Il contributo attualizzato viene erogato da Finlombarda direttamente all’impresa agricola. Si ricorda che il contributo erogato rientra nell’ambito del Regolamento de minimis che rispetto allo scorso anno è passato dai 7500 € ai 15000 €. Per richiesta informazioni è possibile contattare il referente Creditagri territoriale - Lucia Bellini al 0376-375384.

SINDACALE

LEGGE DI STABILITÀ

MARZO 2014


TERRA MANTOVANA

14 8

TERRA MANTOVANA

MARZO 2014

A Mantova, il “grande fratello” nelle stalle. GESTIONE AUTOMATIZZATA PER 2 ALLEVAMENTI SUINI SU 3 MENTRE IL COMPUTER GESTISCE IL 18% DELLE AZIENDE LATTE.

Nel Mantovano l’informatica e le nuove tecnologie guadagnano terreno negli allevamenti zootecnici. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Mantova sulla diffusione della tecnologia nel settore agricolo. Su 630 aziende mantovane che allevano suini, il 65% ha una gestione computerizzata delle razioni alimentari – afferma Coldiretti Mantova - mentre nel settore zootecnia da latte, su elaborazione Coldiretti Mantova su dati Associazione Mantovana Allevatori, in un totale di 1025 realtà, il 18% sono all’avanguardia con una gestione tecnologica che parte dall’alimentazione degli animali e arriva fino alla sala mungitura computerizzata che fornisce in tempo reale i dati sulla quantità e qualità del latte. “La tecnologia – afferma Paolo Carra, Presidente di Coldiretti Mantova – è ormai una realtà della nostra vita quotidiana ed è anche uno strumento per ottimizzare la gestione delle aziende, soprattutto in un momento storico dove la specializzazione, la qualità, il controllo dei costi e la sicurezza sono elementi essenziali per restare sul mercato”. “E’ evidente che nelle Aziende della nostra provincia è in corso una evoluzione tecnica notevole – afferma Alberto Gandolfi presidente dell’Associazione Mantovana Allevatori - che porta ad informatizzare i dati aziendali, ad incrementare la tecnologia nella mungitura e un controllo continuo sulla produzione del latte. Tutto questo – continua Gandolfi - richiede notevoli investimenti da parte degli Allevatori, ma i risultati sono indubbiamente vantaggiosi”. “In azienda utilizziamo un software di origine Israeliana che permette, tramite dei podometri di registrare gli spostamenti di ogni animale nel corso della giornata – spiega Davide Pastorello titolare di un’azienda agricola a Mariana Mantovana con 180 vacche da latte e una mandria di 370 capi totali – Ogni giorno il computer fornisce informazioni sugli spostamenti di ogni singolo capo e, in base ai parametri forniti dal veterinario, riusciamo a capire quali animali possono essere fecondati o se siamo alle prese con bovini con problemi di salute. Una gestione che richiede un periodo di rodaggio – conclude Pastorello – ma ha permesso alla nostra attività, in breve tempo, di incrementare i capi da latte e la possibilità di monitorare la mandria a distanza, anche fuori dall’azienda”. Ma l’informatica in agricoltura, oltre nel settore zootecnico viene sfruttata per semplificare le operazioni amministrative (70 per cento), per gestire gli allevamenti (40,9 per cento) e le coltivazioni (30,3 per cento). Tra le aziende più evolute dal punto di vista telematico un quinto utilizza internet. Anche l’introduzione obbligatoria della casella di posta elettronica PEC – secondo Coldiretti Mantova – ha contribuito nell’ultimo anno ad incrementare questi valori, motivando molte imprese agricole nel dotarsi di un Pc per gestire gli adempimenti previsti dalla legge. Tutto questo si traduce in un risparmio dei costi per le imprese - continua Coldiretti Mantova – in quanto le comunicazioni da e verso gli enti pubblici possono essere gestite direttamente in azienda tramite PEC. A subire il fascino delle nuove tecnologie in prima linea ci sono le donne. L’80 per cento delle agri-manager del nuovo millennio - secondo una rilevazione della Coldiretti Lombardia - usa regolarmente un computer nelle attività quotidiane, il 30 per cento ha uno smartphone, il 5 per cento sta sperimentando il tablet, mentre il telefono cellulare è ormai uno strumento di uso comune per tutte. Allevamenti Latte 2013 n. 1025 le Aziende con allevamento vacche da latte presenti nel mantovano di cui n. 741 quelle gestite dall’Associazione Mantovana Allevatori di cui in posta fissa (con carrello, secchio o trasporto latte)

Nel 2012 erano n. 89

Nel 2013 erano n. 73

Con sala di mungitura

Nel 2012 erano n. 632

Nel 2013 erano n. 637

Con robot di mungitura

Nel 2012 erano n. 23

Nel 2013 erano n. 31

Tra gli allevatori che eseguono la mungitura in sala, 96 aziende hanno installato un sistema di misurazione elettronica della produzione del latte. (Elaborazione Coldiretti Mantova su dati Associazione Mantovana Allevatori)

Aprile 2013

MARIA LETIZIA GARDONI E’ IL NUOVO LEADER DEI GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI DI COLDIRETTI E’ Maria Letizia Gardoni il nuovo leader dei giovani agricoltori italiani. Venticinque anni di Osimo (Ancona) dove coltiva ortaggi con metodo macrobiotico, è stata eletta dall’Assemblea di Coldiretti Giovani Impresa, composta da rappresentanti provenienti dalle campagne di tutte le Province e Regioni italiane, in rappresentanza di oltre 40mila giovani. La neodelegata, che ha ricevuto le congratulazioni “in diretta” dal nuovo ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, presente all’Assemblea, guiderà un esecutivo nazionale composto per il 50% da donne e per il 50% da uomini: Maria Serena Minunni, Erika Pedrini, Valentina Binno, Elena Tortoioli, Ignazio Gibiino, Paolo Giorgi, Daniele Perrone, Andrea Barbetta. Un esempio dei tanti ragazzi che hanno scelto la professione di agricoltori portando nel lavoro quel contributo di innovazione che rappresenta oggi la chiave del successo imprenditoriale. "Partendo dal presupposto che continuerò ad essere un’imprenditrice, che in più ha deciso di mettersi in gioco per portare un contributo a questo Paese, è senz’altro un grande onore per me poter rappresentare e guidare Coldiretti Giovani Impresa, ad oggi l’unica vera forza giovane italiana - ha sottolineato Maria Letizia davanti all'Assemblea -. Sono davvero orgogliosa di sentirmi portavoce di tutti quei giovani che, come me, hanno deciso di investire il loro futuro nelle campagne italiane. Un orgoglio che nasce dalla consapevolezza che Coldiretti Giovani Impresa rappresenta lo spaccato di società più bello dei nostri tempi. Una società - ha continuato la neodelegata - che è la prova di un’Italia che ce la fa e che si rimbocca quotidianamente le maniche per vivere un presente migliore e per costruire le basi per un futuro più roseo. Un orgoglio arricchito di senso di responsabilità ed entusiasmo, assolutamente necessari per poter ricoprire al meglio questo incarico. Incarico che io non potrei ricoprire senza il preziosissimo supporto e contributo dei membri dell’esecutivo nazionale e di tutti i delegati regionali e provinciali, che con costanza e senso di appartenenza promuovono e valorizzano il progetto di Coldiretti su tutto il territorio nazionale". Maria Letizia Gardoni, che ha raccolto il testimone di Vittorio Sangiorgio, chiamato alla guida di Giovani Impresa il 24 marzo 2010, ha iniziato la sua avventura nel 2008. Fin da piccola aveva l’idea di fare l’imprenditrice agricola e a 19 anni ha coronato il sogno acquistando un terreno facendo un mutuo e aprendo la sua azienda, nove ettari nelle campagne di Osimo. All’inizio ha provato a coltivare ortaggi per l’industria, ma si è resa conto che non era questa la sua “dimensione”, non tanto produttiva quanto mentale. La svolta è arrivata poco dopo, grazie a un’autentica folgorazione per la “Policoltura ma-pi”, dal nome di Mario Pianesi, l’uomo che ha portato il macrobiotico in Italia. Ha iniziato così a coltivare cavoli, insalata, carote, finocchi coi quali oggi rifornisce i punti macrobiotici della provincia di Ancona. Un mercato in crescita tanto che Maria Letizia sta aumentando la produzione. Nel frattempo si è laureata in Scienze e tecnologie agrarie all’Università Politecnica delle Marche, con una tesi sullo spopolamento degli alveari. Il suo prossimo obiettivo è aprire un centro agricolo di ippoterapia, sviluppando un progetto di agricoltura sociale. In rappresentanza della Federazione provinciale di Mantova, all’assemblea elettiva hanno partecipato il segretario provinciale e regionale Dott. Claudio Piva e il delegato Lorenzo Donà.

GIOVANI IMPRESA

AREA ECONOMICA

93 MARZO 2014

Terra Mantovana - Marzo 2014  

Terra Mantovana, la rivista mensile edita dalla Federazione Provinciale Coldiretti di Mantova

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you