Issuu on Google+


…OLTRE LA DIGA DELLA SCLEROSI DEI SENTIMENTI SOPITI…

Di Maria Teresa Manta

1


PREFAZIONE Il mio libro lo presento da me a quanti avranno la pazienza di leggermi e mi faranno l’onore di ascoltarmi e capirmi… Il mio spaccato di vita, quello più triste, più lancinante:la perdita del MIO 4° figlio! Non sempre i nostri figli sono solo quelli che partoriamo, a volte succede che si ami, quanto un figlio, una persona che entra nella nostra vita in 2


silenzio, in punta di piedi, che ci viene portata, per mano, da qualcuno… E’ così che lo conobbi e fu subito amore, i suoi occhi dolci, il modo in cui stringeva la piccola mano della mia bambina, come la guardava, come sembrava proteggerla, come si presentò, mi presero subito il cuore e con gli anni entrò, sempre più in esso e ci mise radici così profonde… Per me era,è,sarà SEMPRE, il MIO 4° figlio,quel ragazzo dagli occhi dolci che mi diceva ’’TVB, MAMMA, IL TUO figlio PER SEMPRE!’’ Ora MIO figlio non c’è più…Per me: nel mio cuore, nei miei pensieri, nelle mie preghiere, ci sarà SEMPRE MIO figlio! TVB, figlio MIO, la tua mamma PER SEMPRE!

3


INDICE

NEL VOSTRO CONCERTO

pag.

5

TU, CHE M’AI PRESO IL COR…

pag.

7

TU

pag.

9

E SPLENDE IL SO LE

pag.

11

CERCO…

pag.

14

Y LO VE YOU FOREVER

pag.

15

PER NO N MORIRE-

pag.

18

FIGLIO MIO

pag.

20

VO RREI

pag.

23

CI VUOLE TEMPO

pag.

26

LUI SIA LA TUA LUCE

pag.

28

UN GIO RNO

pag.

31

GRIDANO I MIEI SILENZI!

pag.

34

PREGHIERA (dedicato a Raffaella)

pag.

36

REMEMBER

pag.

39

ALI DI FARFALLA

pag.

42

VITA

pag.

43

APRIMI LE TUE PORTE

pag.

45

SEI SEMPRE NEL MIO CUORE.

pag.

47

PUTESSE TURNA RRETA O TIEMPU…

pag.

49

COMMA A NA CANARIA…

pag.

50

SILENZI

pag.

52

PARLAMI ANCORA SE PUO I…

pag.

54

…E CHIAMAMI ANCORA MAMMA…

pag.

56

4


NEL VOSTRO CONCERTO ...e, quando sarai avvolto dalle tenebre del rimorso e i tuoi occhi non avranno pi첫 lacrime e non potranno pi첫, le tue labbra, proferire menzogne e il fuoco che ti avvolge e ti arde, come accadde per lei, caduti entrambi nella trappola del demone pi첫 astuto e maligno e menzognero ed avvezzo ad amanti e falso, che con languide mosse, come serpe velenosa ti stringe e, tra le spire ti soffoca, 5


SPERA ci sia lei a raccoglierti e proteggerti e, con purezza che ben conosci per tanto esserti data a te‌ SALVARTI!

6


TU, CHE M’AI PRESPO IL COR… Semplicemente tu, soffondi luce ai miei sogni e, sempre e solo TU, illumini i miei giorni e sento per l’aria il tuo profumo e vedo, nei miei, specchiarsi gli occhi tuoi e tu parli parole d’amore e ascolto il tuo parlare e dondolo i miei sogni al suono tuo e si perdono i pianti ed i tormenti e il sole alto splende nel nostro firmamento. Tu, semplicemente tu, tu vita, tu speranza, tu dolcezza, tu AMORE. Tu, semplicemente tu, colora i miei sogni, dammi la speranza, riportami il sorriso, 7


che senza te nulla ha senso e nulla esiste! Ridammi la mia vita che senza te non è vita senza te non è gioia, senza TE non è nulla e NULLA ESISTE!

8


TU Tu sei partito, giovane ragazzo, inseguendo un sogno, sei partito inseguendo il tuo sogno, ti sei dato con coraggio e amore profondo. Tu, che offri la vita ogni giorno, vivendo il tuo sogno, tu che non vivi il tuo io in un mondo di io dove io non esiste, dove guerra e dolore calpestano amore, dove pianto e tormento frantumano i sogni, dove vita si chiama morte, dove il tempo si ferma per sempre! Tu, coraggioso, vai oltre oltre il dolore, oltre il pianto, 9


oltre i silenzi che gridano Sempre e soltanto ’’AMORE!’’

10


Incipit - Oltre la diga della sclerosi dei sentimenti sopiti