Page 1

f o m i l’ult

ta s i t t ume


“Esso nasceva come semplice albetto spillato autoconclusivo per raccontare una storia divertente e lavorare con belle persone. divenne un seme che fece germogliare non solo il proprio Universo, ma anche quello dell’Associazione Culturale ManFont, nata grazie al successo di questo personaggio.� Luca Baino


ESSO Collana ManFury Contiene ristampa degli albi ESSO - L’ultimo Fumettista ESSO2 - Back to the Closure L’inedito epilogo ESSO3 - Crisis © 2017 per questa edizione ManFont © 2017 Luca Amerio, Giorgio Abou Mrad, Luca Baino, Marco Ventura Creato da Luca Amerio, Amerio Luca Baino Baino, Camillo Bosco Bosco, Manfredi Toraldo, Toraldo Giorgio Abou Mrad Testi di Luca Amerio Luca Baino Camillo Bosco Marco Ventura Disegni Giorgio Abou Mrad Chine Alessandro Alessi Anghini Lettering Marco Ventura Copertina Giorgio Abou Mrad Proofreading Marta Vicari

CEO Manfredi Toraldo CFO Luca Baino Editor in Chief Pietro Di Giampietro Sede legale via Marconi, 7 10030 Vische (TO) - Italy www.manfont.com Finito di stampare nel mese di maggio 2017 presso Pressup.it


INTRODUZIONE Portare ordine nell’UnivEsso L’Universo in cui viviamo è in continua espansione. Lo stesso vale per gli Universi della nostra mente, quelli che creiamo noi... che di mestiere fabbrichiamo Universi, ma spesso ce ne dimentichiamo. Si espandono nelle nostra mente e, quando diventano troppo vasti e complessi, li raccontiamo. E a questo punto, raccontandoli, possono succedere due cose: li lasciamo andare o si getta benzina sul fuoco. Esso nasceva come semplice albetto spillato autoconclusivo per raccontare una storia divertente e lavorare con belle persone. Una bella e semplice autoproduzione, fatta per divertire e riflettere. Pensavamo che fosse tutto lì. Ci sbagliavamo. Esso divenne un seme che fece germogliare non solo il proprio Universo, ma anche quello dell’Associazione Culturale ManFont, nata grazie al successo di questo personaggio. Tutti noi autori volevamo dare un seguito a questo Universo, espandendolo in modo esponenziale nei successivi capitoli. Nel secondo capitolo abbiamo giocato in orizzontale: dai semplici riferimenti geo-italici del primo capitolo, abbiamo ampliato il mondo di Esso, sballottando il lettore per deserti infuocati e manicomi fumettistici. Abbiamo ucciso vecchi comprimari ormai inutili, creato personaggi nuovi (alcuni dalla vita lunga quanto un capitolo, altri veri e propri pilastri portanti del nuovo corso) e raccontato il ritorno di un Esso in grande spolvero, prima annichilito da uno scontro troppo prematuro e poi ridestato dalle vie dello storytelling. Nel terzo capitolo, invece, abbiamo giocato in verticale: chi c’è sopra Wolfoi? E prima della sua ascesa? Perché tutta la follia degli editor zombie? Esso passa da anarchico ribelle a Direttor. Lup. Man. Figl. Di Put. dietro una scrivania... forse la peggiore delle prigionie per il nostro folle eroe, ma sicuramente la più grande della sfide: la vera editoria! Ma per noi autori era tempo di chiudere... e dare all’UnivEsso una struttura coesa, solida, surreale... ma stabile. Fissare dei punti cardine nel tempo e nello spazio, come la nascita della Piadini e della Resistenza, le potenze ancestrali che governano l’Editoria e il Fumettoverso, le bussole temporali ed emotive dei vari personaggi. Insomma, doveva essere chiaro a tutti i lettori che questo fumetto è un’allegoria, una fiaba, una storia semplice e complessa al tempo stesso... dove il peggior nemico è annidato dentro di noi... una gran banalità, sempre profondamente vera. Ora tutto è al suo posto. Il Cosmoverso di Esso è stato narrato. Lasciamo questo Universo molto più espanso di come l’avevamo creato... e forse continuerà a crescere. Forse, tra qualche anno, scriveremo nuove avventure ambientate in questo fantastico mondo... perlomeno, tutto è pronto perché ciò possa accadere. Ma non oggi. Oggi ci fermiamo qui. Beh... c’è ancora un po’ di spazio. Due righe vanno a te, fan della prima ora. È grazie a te, e al tuo sostegno, che questo UnivEsso si è espanso così tanto. Ti dobbiamo tutto. Scusaci per non aver potuto mantenere sempre lo stesso formato. Scusaci se siamo passati da uno spillato a un brossurato e poi a una raccolta integrale di tutta la saga. Ma così ci è stato imposto dalle Distributrici (leggi e capirai... ) e, battute a parte, quando un Universo si espande in modo creativo e caotico, non si può sempre giocare con le regole iniziali. La ManFont è cresciuta, il mondo del fumetto è cambiato approdando in libreria e noi ci stiamo adattando, un passo alla volta, un libro alla volta. Se proprio questo cambio di formato ti dà così fastidio, puoi regalare i due primi libri a un amico. Qualcuno che ancora non conosce questo Universo. Di sicuro ti ringrazierà, forse te ne sarà grato. Almeno quanto noi siamo grati a te. Grazie per essere arrivato fin qui... e non temere. Per te, il bello deve ancora venire.

Luca Baino


libro primo l’ultimo fumetTista


- capitolo 1 i quatTro giorni del contest


CarcasSa di fumetTista sulL’autostrada, stanotTe. TracCe di pneumatico sui gadget. Questi editor hanNo paura di me. io ho visto il loro vero volto.

Le tipografie continuano a ristampare e le fumetTerie sono piene di carta e quando un giorno le fumetTerie trabocCheranNo i letTori afFogheranNo… tutTi.

La lordura acCumulata per tutTe le variant cover e le absolute edition salirà fino alLa loro cintola e tutTe le cosplei e i nerdacCi leveranNo lo sguardo gridando <<Salvaci!>>…

… e io dalL’alto urlerò: “Non posSo. Sto recensendo l’ultimo porno di Sasha Grey!”

9


QuelLo fu il punto di non ritorno.

Come quando, per apProcCiare la piĂš belLa delLa clasSe, le dici di esSere gay. natascio. Lavora al quinto lampione.

e lei ti presenta suo cugino.

QuelLa fu la notTe in cui gli editor vinsero.

sĂŹ, alcuni si fecero male. alLe mani.

quelLa fu la notTe in cui i fumetTisti cadDero.

ingesSate per mesi, un disastro.

non tant0 per il lavoro, quanto per la masturbazione.

10


Ma il mondo andò avanti.

Noi siamo rimasti in pochi.

dove, non è chiaro. ma tanto ha il telepasS.

Quando i fumetTisti spariscono, nesSuno si fa domande.

non siamo degni nemmeno di una replica di chi l’ha visto.

Ricordo ancora i discorsi al bar…

“Non saprei… ma mio zio scrive i muri…”

“Hai più avuto notizie del gigi?”

“il Gigi… che faceva i disegnetTi…”

“Chi?”

“masSì, dai… era amico di cicCio, che scriveva i fumetTi…”

Questa non è una misSione per metTere le cose a posto. OgGi non si torna indietro…

il gas lasciato acceso può atTendere.

11


NesSuno poteva sapere… nesSuno avrebBe potuto imMaginare, neanche nelLa pegGiore storia di Aquaman…

Era una LucCa comics come tante.

Per farsi portare dei proposal, la Piadini Publishing bandì un contest nel corso dei quatTro giorni delLa fiera…

è una storia che parla di…

è una storia di vampiri…

grazie!

è una fanfiction dove i due protagonisti si incul… grazie!

è un’idea metatestuale…

grazie!

grazie!

C’è un supere… grazie!

12

Vi prego, asSumetemi! non voglio fare l’ingegnere! grazie!


LucCa Comics non è più quelLa che conoscevamo, ormai in mano a gheimer e cosplei.

Comunque c’è più parchegGio… questo è da dire.

Che PRiMA Si LASCiava la macChina a FontanavacCa, ridente paesino degli ApPenNini, che tanto alLa rotonda sbagli l’uscita e ti ci perdi sempre… e… CAZzO… BUONA LA FOCACciA calda che trovi lì.

Vita che odora di umanità…

C’è vita solo fuori dalLe mura.

Ma dentro…

umanità vecChia di tre giorni.

… dentro, ci sono LORO.

Gli editor. Più pericolosi… ma se non altro meno puzZolenti.

Fin qui è stato facile.

ora viene il belLo. cioè io.


AlLora, EsSo… com’è?

Oh, scusa… ho interRotTo quelLa cosa che fai di parlarti sempre nelLa testa tra te e te?

io… {anf} ti… {sbuf} odio… {haAanf}

Devi smetTerla di apParire così!

gli altri sono arRivati?

meglio, così non dobBiamo aspettarli. non ci sono altri.

Hai portato la tua autobiografia? che poi a trent’anNi che cavolo di autobiografia potrai mai fare?

Ah, beh… se lo dice XL®… F.ESsO.

Dico… il titolo delL’autobiografia… è molto avVincente!

Come no…

ti stai alLenando nelLo storytelLing?

No. Sono stato impegnato!

E poi ancora non ho capito bene come alLenarmi…

Perché sei tropPo impegnato a guardare porno con la scusa di recensirli.

il mio è puro interesSe profesSionale. porca…!

14

ah! è AUTOiRONiCO. sono pieno di autoironia.

cosa vedono i tuoi ocChi da fumetTista? tetTe, maestro.

tetTe a profusione.

EH?


Cosplei.

Figli di una società consumista, che cavalca il momento e brucia tutTo.

i loro famigliari li mandano a LucCa nelLa speranza che non tornino. e invece ogni anNo sul caminetTo, sopra alLe ceneri di nonNo ubaldo, c’è sempre una nuova katana.

Andiamocene. quelLe me le sono già fatTe l’anNo scorso…


non verRà nesSuno. sono solo. han solo.

ho già detTo che sono un genio delL’autoironia?

Bravo, Stai migliorando nelLe cadute. i miei insegnamenti danNo frutTi!

esSo…

la self area… o quel che ne resta…

Sì Maestro, lo so…

Penso al menefreghismo di chi non ha capito cosa stesSe sucCedendo.

sta iniziando a piovere.

u

il rischio di lavarsi terRà alLa larga i cosplei…

Penso che studiare medicina, come diceva la mamMa, non sarebBe stata una catTiva idea.

16


libro secondo back to the closure


- capitolo 4 Piadini Asylum


TESTI: MARCO VENTURA - DISEGNI: GIORGIO ABOU MRAD - CHINE: ALESSANDRO ALESSI ANGHINI


Sai che sarà pericoloso, vero? Per il fumetTo darei tutTa me stesSa. Compresa la vita.

Darla è sempre cosa buona e giusta. Hai avuto un otTimo insegnante.

il migliore. Per questo mi stupisce sentire da lei questa richiesta.

L’inaspettato è il giusto motore di ogni storia. Come l’azione, il dramMa e le tetTe. Lo imparerai. Ma dovrai fare atTenzione.

SopratTutTo quando lo si inserisce...

“...in una storia già scritTa.”

63


OdDio, ho patito il viagGio, devo vomitare!

Tieni, prendi uno spilLato RW-Lion per pulirti.

Bene ragazZi, ecCoci finalmente arRivati...

... al piadini asylum!

ma perché piove ed è notTe? Fino a due secondi fa era tutTo normale!

Che precisini! Cosa siete, sceneggiatori?

salvatore! procopio!

RagazZi, vi presento Salvo LapPaRenza, il prestanome che dirige il Piadini Asylum! Un vero maestro nel redigere contratTi!

La vostra sospensione delL’incredulità è fugGita in MesSico? Volevamo solo fare atmosfera...

Oh, mi lusinghi. Preferisco definirmi “lacChè reggente”. pronti per il giro?

Per entrare dovrete firmare un contratTo in cui voi mi date un pugno in facCia e io vi lustro le scarpe per una setTimana. 64


TranquilLo, lui è Procopio Latavola con la sua clasSe delL’EiSFi*.

dobBiamo fare la scansione dei retini degli ospiti, signore.

Sono in gita, posSono pasSare. *: Ennesima Inutile Squola di Fumetto Italiana

il Piadini Asylum in realtà è una strutTura Ma è vero che fumetT istica specializGrazie è un carcere di per le mapPe, zata nelL’acCogliere le più masSima insicuBrocColo. Questo è svariate maestranze! rezZa? quelLo che vuole farti credere la propaganda indipendente

... e anche molti maestronzi!!! Ohohohoh!

è stato un pesSimo scenegGiatore, ai tempi.

venite, per di qua. e Ricordatevi, non date da mangiare ai fumetTisti.

ecCo ragazZi, il primo giron... pardon, ufFicio!

qui troverete i cagacazZo per eccelLenza, la carne da canNone delLa piadini... 65


“... gli editor zombie! Qui stanNo controlLando le pubBlicazioni estere.”

!}

{gna

MiRA ALlA TESTA CARL!

Ci PROVO MA iL PK BLASTER NON FUNZiONA, PA’! {gn

a!}

} na!

DanNati gadget fatTi con il culo. } na! {g

{g

{gn

a!}

RagazZi, ricordate di ringraziare la E così avrete Piadini perché l’unica cosa darà lavoro che difFerenzia un a tutTi voi! fumetTista profesSionista dal resto delLa masSa...

“E dato che abBiamo già pubBlicato tutTo e i proposal sono sempre più Rari, per fiutarli ci afFidiamo a nuovi tipi di segugi, come gli editor ratTodonti.”

i soldi???

... un pasS AUTORi di LucCa Comics!

Avanti RatTi, avanti! Salta! C’è una quiche di proposal ad aspetTarti!

!

Porco Alan MoOre!!!

H WaAaAaHh

Ho venduto mia madre per molto meno! raaArrR!!! OdDio... TropPe emozioni! il mio cuor... 66


libro terzo Crisis


- capitolo 7 il segreto del mio sucCesSo


Non so se sono tagliato per questo lavoro. Cioè, non so se sono tagliato per lavorare. Del resto fare fumetTi mica è considerato un lavoro, no? Ma fare l’editore, sì che lo è. Prima nei miei volumi autoprodotTi potevo permetTermi qualche cazZata, tanto non li legGeva nesSuno. Perché alLa fine, delLe cento copie che stampi, la metà vanNo agli amici e l’altra metà alLa nonNa che lo distribuisce sotTo banco alLe amiche del circolo delL’uncinetTo.

Ma se di copie ne devi stampare a migliaia... EsSòcCazZi!

Come quelLa tiratura legGermente azZardata da 50.000 copie delLa ristampa cartonata di sex and the Thrones. Ne abBiamo vendute 7. Al circolo delL’uncinetTo delLa nonNa delL’autore. Come potevamo riciclare le rimanenti? AlLora editor, che fa... BatTi? !}

{gna

{gna!}

No, intendevo... BatTi lei?

O quando abBiamo presentato quel nuovo personagGio per atTirare la comunità multietnica italiana.

OpPure come quelLa volta che abBiamo fatTo il compendium di tutTe le serie di hulk. 28.000 pagine patinate per un peso netTo di 300 kg a volume.

Basta con i soliti eroi stereotipati bianchi e caucasici! Diamo il benvenuto a DRAGONEGRO!

Ma ora legGere fumetTi equivarRà a fare palestra!

E per l’aperitivo abBiamo creato un cocktail ad hoc: il dragonegroni. 146


e poi ci sono gli autori che non staniamo noi ma che adDiritTura si propongono. VorRemMo fare il remake del nostro fumetTo. è uscito solo qualche anNo fa. Sarà uguale in tutTo e per tutTo ma con disegni agGiornati.

Signore, ecCo i Patatini.

RisolLevare personagGi in crisi poi non è mai stato il mio forte... Ma vi sembra normale che basti mandare in pensione un personagGio, dare il celLulare al protagonista e far comparire un antagonista con un nome anNi ‘80? Ma cosa vi pasSava per la testa?!? Adoro le ideE originali! Siete asSunti!

insomMa, prima era tutTo più facile. La Piadini era il Male e io il Bene. Ma ora che sono entrato nel Male cercando di fare del Bene mi rendo conto che facCio confusione. come i personagGi marvel che cambiano sesSo.

...FumetTo Stupendo, nasce un poco strisciando...

E stendiamo un velo pietoso sul vendere diritTi per i film o le serie... Al pubBlico avevamo promesSo una serie d’animazione, cos’è ‘sta roba?!? il mio animatore con 30.000 lire la faceva meglio!

Cosa ne pensa dottore?

147


galLery


OMAGGIO DI ANDREA BROCCARDO


COPERTINA VARIANT DI ESSO, EDIZIONE ORIGINALE, OMAGGIO DI ROBERTO RECCHIONI


...CONTINUA Per leggere tutta la storia, acquista il fumetto completo sullo store manfont:

WWW.MANFONT.COM/NEGOZIO

manfont feed the comics

Anteprima: Esso - L'ultimo Fumettista  

Esso è pronto a tornare e ne ha per tutti! In anteprima al Salone Internazionale del Libro, presso lo stand ManFont, sarà disponibile in un...