Page 1

EVA BONINI

SINDACO DI MAGLIANO IN TOSCANA 25 maggio 2014 Elezioni per il rinnovo del consiglio comunale e la scelta del sindaco di MAgliANO IN TOSCANA


Viva MAGLIANO viva

EVA BONINI

candidato sindaco di Magliano in Toscana “Noi siamo il cuore della Maremma toscana. I nostri paesi guardano il mare e le campagne, sono circondati e attraversati dalle testimonianze storiche e da straordinarie aree naturali, ricchi di un’agricoltura di alta qualità, racchiudono e sono sintesi di tutto ciò che la nostra terra offre. Il primo passo è esserne consapevoli e fare in modo che la bellezza, questa economia, queste acque e questi alberi siano messi a sistema, tutelati e promossi. Io sarò lo strumento a servizio della mia comunità. Il sindaco rappresenta, unisce, difende, ma soprattutto ha il compito di dare risposte concrete e dare il buon esempio. Primo viene il lavoro, poi c’è il benessere, la salute, le occasioni per stare insieme e la gioia della conoscenza. Il progetto di Viva MAGLIANO Viva parte da queste priorità e vuole produrre una forte accelerazione e trasformazione del modello di governo di Magliano. I tempi stanno cambiando nel nostro Paese e la velocità per stare al passo con le grandi riforme, impone anche alle amministrazioni locali la capacità di rivoluzionarsi, mettere in discussione abitudini e metodi, offrire un diverso protagonismo ai cittadini. Sarò un sindaco “capace di futuro”.

Eva Bonini

TRE LAVORI DA FARE SUBITO  Magliano - parcheggio sotto le mura a nord est del centro storico (entro luglio 2014)  Pereta - passeggiata dal parcheggio di via delle Noci alla porta sotto le mura da riaprire (entro fine 2014) e riqualificazione parco giochi zona Lavatoi con materiali eco-sostenibili;  Montiano - Riqualificazione scalette piazza Cappellini con messa a dimora di piante e illuminazione (entro il 2014)


IL LAVORO E’ IL FUTURO. PER CRESCERE: POCHE REGOLE CHIARE.

Ci vuole un cambio di mentalità e del modo di concepire la funzione stessa degli enti pubblici. Il Comune non è la controparte dell’impresa, colui che vincola, rallenta, ostacola. Il Comune è il luogo delle regole condivise e il supporto a tutte le iniziative che queste regole rispettano. Non solo. L’obiettivo è offrire opportunità, creare le condizioni perché la buona imprenditoria cresca e si consolidi, per questo chiederemo alle imprese di affiancarci in un sistema organico di scambio di idee e metodi.  Una burocrazia leggera e veloce. Sarà il nostro primo “lavoro”;  Meno spese per le aziende. Riduzione degli oneri di urbanizzazione;  Meno spese per le aziende. Promuoveremo spazi comuni di lavoro, co-working, all’interno della Casa della cultura, a disposizione dei giovani imprenditori che abbiano idee e nuovi progetti;  Opportunità di lavoro nei servizi. Affideremo alle imprese locali i piccoli lavori di manutenzione dei paesi, del verde e dell’arredo urbano;  Opportunità per l’impresa al femminile. Insieme alla Regione Toscana e alla Camera di Commercio sosterremo le imprese “rosa” con accompagnamento e formazione;  La comunicazione e la promozione di Magliano. Sarà uno dei progetti centrali e degli investimenti pubblici, inserito nel brand Maremma Toscana, Magliano dovrà essere “raccontato” professionalmente nel mondo. La comunicazione pubblica sarà integrata con quella delle aziende private.

TERRA! LA NOSTRA AGRICOLTURA HA VALORI E VALORE

Nel comune di Magliano si concentrano le più importanti aziende enogastronomiche, vitivinicole e agrituristiche della provincia, con nomi eccellenti ed etichette affermate sui mercati internazionali, per le produzioni di alta qualità e il biologico. Accanto alle eccellenze ci sono tante piccole aziende a conduzione familiare, che costituiscono l’ossatura del sistema sociale e imprenditoriale locale e il principale presidio del territorio. Ci sono le basi per crescere. Noi faremo la nostra parte:  I contadini devono stare nei campi non negli uffici. In accordo con le associazioni snelliremo e taglieremo la burocrazia, la rivoluzioneremo per rendere tutto più facile;  Le risorse europee ci servono. Recuperare risorse è interesse comune, garantiremo supporto nella progettazione per accedere ai finanziamenti;  Nuove aziende e possibilmente giovani. Meno tasse e accordi con gli istituti di credito per far nascere nuove imprese e sostegno alla crescita delle cooperative agricole con i piani di miglioramento aziendale;


 I nostri prodotti sono eccellenti. Saranno utilizzati nelle mense scolastiche e promossi in tutte le strutture di accoglienza.  I nostri prodotti sono eccellenti. Apriremo un punto vendita al Collecchio di prodotti di aziende locali nell’ambito del più ampio progetto di valorizzazione territoriale puntando anche sul richiamo del Parco della Maremma;  I nostri prodotti sono eccellenti. Progetteremo nel sistema di promozione territoriale, itinerari del gusto che attraverseranno le aziende e il territorio ed eventi enogastronomici di qualità.

TURISMO: SIAMO LA MAREMMA E ABBIAMO TUTTO

Noi siamo la Maremma Toscana. Coniughiamo ambiente, ruralità, la vicinanza con il mare, enogastronomia di qualità, testimonianze storiche e archeologiche. Per crescere (e possiamo farlo) faremo nascere un sistema di promozione che ci farà conoscere e riconoscere integrando l’iniziativa pubblica a quella delle strutture private.  Pronti a ricevere i grandi flussi. Nasceranno alcune grandi strutture turistiche nel territorio di Magliano per ospitare attività congressuali, conferenze scientifiche e gruppi turistici organizzati;  Ci faremo vedere. Abbiamo un progetto di comunicazione interna e promozione esterna per sviluppare i turismi archeologico, ambientale, enogastronomico e sportivo;  La terza porta del Parco della Maremma e Cala di Forno. Lavoreremo per l’apertura della terza porta, la creazione di percorsi di mobilità dolce, ciclabile, pedonale ed equestre, e per rendere fruibile la spiaggia di Cala di Forno;  Manifestazioni di qualità e di valore internazionale. Il Vox Mundi Festival, Vinellando, Sul Fil dell’olio e un expo itinerante di prodotti tipici saranno il nucleo, ma siamo pronti ad ospitare altre proposte di alto livello e richiamo;  Con il turismo, da noi, si può imparare. Sviluppare insieme agli agriturismi il turismo didattico accogliendo scolaresche provenienti da tutta Italia per progetti di educazione storico-ambientale;  Un sistema condiviso. Tutti le associazioni che organizzano eventi, le Pro loco saranno i nostri partner. Insieme programmeremo e valorizzeremo il loro lavoro.


LA CULTURA COME BENESSERE

La cultura, i beni paesaggistici e culturali, le manifestazioni culturali e tradizionali sono una delle nostre più importanti risorse. Noi, qui a Magliano, Montiano e Pereta, non abbiamo industrie, ma un prodotto straordinario e unico fatto di bellezza, monumenti, luoghi speciali, ambientazioni straordinarie per concerti e spettacoli di qualità. Non abbiamo fatto abbastanza, ci impegniamo a:  Archeologia. Ristrutturazione del Deposito Visitabile (Centro di Documentazione Archeologica) del capoluogo con valorizzazione dei culti di epoca etrusca e della produzione vitivinicola nell’antichità e promozione attraverso la rete internet. Organizzazione di itinerari con divulgatori scientifici;  Biblioteca. Progettare un programma di valorizzazione della biblioteca comunale come luogo della conservazione e divulgazione della memoria;  Casa della Cultura. Luogo di formazione e di incontro per tutte le culture e per la formazione della nuova classe imprenditoriale locale.

VIVERE I PAESI, VIVERE IN PAESE: E’ BELLO!

La qualità dei nostri luoghi di vita è straordinaria. Per conservarla e farla crescere dovrà vivere. Non dovrà essere congelata in una visione conservativa. I paesi non sono musei! Difenderli vuol dire facilitare le scelte di chi in paese desidera restare, rendere vantaggioso il trasferimento a coloro che non trovano spazi altrove, attrarre cittadini che cercano un buon rifugio. Questi i connotati del progetto “Vivere in paese” che promuoveremo.  La manutenzione edilizia. Sostegni per il rinnovo di facciate e permessi facili per ristrutturazioni e restauri;  La manutenzione quotidiana. Pensiamo a piccole imprese e associazioni a cui affidare le piccole manutenzione delle frazioni: dalla lampadina, alle erbacce, dal ripristino di una buca alla segnalazione di rifiuti abbandonati;  I beni storici. Manutenzione e valorizzazione delle mura di Pereta, Magliano e Montiano;  Le case per le giovani coppie. Ci sono case vuote, da tempo disabitate lavoriamo insieme all’EPG per farle diventare alloggi popolari;  Il verde ci fa belli. Realizziamo il viale verde di schermatura alla zona artigianale di Magliano;  Le regole? Le cambiamo e le facciamo chiare e semplici. Sarà una priorità cambiare i regolamenti comunali. Poche regole da rispettare e un programma di interventi nei centri urbani e nelle zone rurali condivisi con le persone;  Le piazze sono una ricchezza. Facciamo in modo che siano salotti, accoglienti, comodi dove la comunità si possa ritrovare  La vita ha una fine, dove riposare. I nostri cimiteri hanno bisogno di attenzione, riordino e ristrutturazione. Devono essere luoghi ospitali per i resti mortali e per coloro che visitano i loro cari.


UNA BUONA SCUOLA PER ESSERE PROTAGONISTI

Vogliamo una scuola di qualità, che punti sull’innovazione e sulle lingue. Avere giovani preparati è una risorsa per un territorio, è giusto investirci. Vogliamo strutture solide che permettano ai nostri ragazzi di crescere e imparare in sicurezza, di sviluppare senso critico, di appassionarsi, perché diventino giovani adulti protagonisti del loro futuro e della comunità. Per questo:  Scuole sicure (e belle). Saremo attenti alle strutture e investiremo nella manutenzione e messa in sicurezza degli edifici scolastici;  I costi non possono essere una barriera. Interverremo sulla spesa per servizi di mensa e trasporto con l’obiettivo di garantire opportunità per tutti;  Scuole aperte. Vogliamo che le scuole siano spazi di aggregazione, le apriremo anche nel pomeriggio ai progetti dei giovani;  Un libro per tutti. I libri di testo sono costosi? A Magliano nascerà una Biblioteca scolastica che li offrirà in comodato d’uso gratuito.

I GIOVANI? SENZA DI LORO TUTTO FINISCE

Deve essere riconosciuto un ruolo alle giovani generazioni. I giovani non sono una categoria, ma persone che portano idee, punti di vista, energie: rispettiamoli. Quindi, oltre ad un sistema di servizi, abbiamo il compito di offrire un ruolo nelle politiche del nostro territorio. Per fare questo dobbiamo favorire le aggregazioni e la nascita dei gruppi spontanei offrendo spazi e rispetto.  Nuovi spazi per incontrarsi. Ad esempio a Magliano riqualificando il palazzo del Comune e a Pereta con il recupero della cantoniera;  Soldi per le imprese giovani. Parliamo con le banche e facciamoci garanti di progetti di impresa, riduciamo oneri e tasse a chi scommette sulle proprie idee e energie;  Facciamoci aiutare dai giovani. Il volontariato e l’impegno sociale è formazione e servizio, mettiamolo in mano ai giovani;  La fatica di studiare. Riconosciamo la fatica di chi, per formarsi, deve fare il pendolare o trasferirsi in altre città. Valorizziamo con incentivi e borse di studio.


LE STRADE SONO INDISPENSABILI

Una viabilità sicura che ci colleghi è essenziale per vivere. Strade piccole e grandi sono i nostri legami: nelle comunità e delle comunità con il mondo. La viabilità è uno dei progetti strategici che diventa ancor più essenziale con l’abolizione delle Provincia. Il nostro obiettivo è, anche in questo caso, tutelare il territorio e il diritto alla mobilità delle persone. Non è un problema soltanto nostro, anche gli altri Comuni dovranno affrontarlo. Dovremo prevedere strumenti di area vasta che sappiano ottimizzare progettazioni e risorse e strumenti di gestione locali che sorveglino e intervengano sulle piccole manutenzioni:  Un consorzio unico delle strade vicinali che raggruppi consorzi esistenti che abbia strumenti e risorse per le manutenzioni ordinarie;  Una menzione a parte merita la strada di Cupi che ha assunto caratteristiche e un traffico notevole. Apriremo un confronto per la sua classificazione a livello provinciale e regionale;  Un progetto di area vasta che unisca le forze e sappia attrarre risorse regionali e nazionali per gli interventi di manutenzione strutturale.

UN COMUNE FACILE E CHIARO

L’Unione dei Comuni prevede l’aggregazione dei servizi tra i diversi territori, questo renderà più efficiente l’amministrazione e il rapporto con i cittadini. Accompagneremo questo percorso con la semplificazione, anche, del nostro Comune. La trasparenza sarà il nostro obiettivo principale:  Filo diretto con il sindaco e risposte immediate. Attraverso un indirizzo email e un numero di telefono dedicati  Le imprese avranno il loro canale. Potenzieremo le attività del Suap e studieremo forme di accesso on line alle procedure autorizzative;  Internet la nostra finestra sempre aggiornata. Un ufficio comunicazione curerà tutti gli strumenti di relazioni con l’esterno aggiornando costantemente i canali web;  I cittadini innanzitutto. L’organizzazione degli uffici comunali sarà flessibile e modellata ai bisogni dei cittadini;  Consultazioni costanti. Un calendario di incontri periodici con i paesi ed un continuo scambio di opinioni e idee;  L’Unione ci rende forti, anche Scansano con noi. Lavoreremo per includere anche il Comune di Scansano nell’Unione del Comuni


TASSE: POSSONO ESSERE UTILI, SPESSO SONO ECCESSIVE. NOI LE TENIAMO BASSE.

Mai come oggi è necessario rendere la tassazione un peso “leggero” da portare. Noi agiremo su tutti gli strumenti in nostro possesso per ridurre quelle comunali e renderle giuste.  Tasi (ex tares): riduciamo la tassa sui rifiuti a carico delle famiglie grazie ai risultati ottenuti con la raccolta differenziata  Tutte le altre: il nostro impegno sarà di mantenerle tutte basse per aiutare le famiglie e le imprese.

LE PREDAZIONI DELLE GREGGI

Gli allevatori sono un patrimonio. La loro attività è un presidio importante della nostra terra. Le predazioni continue delle greggi così come i danneggiamenti delle colture costituiscono un problema da risolvere, dunque, perché coinvolge TUTTA la comunità. Il nostro appoggio ad allevatori e imprese agricole è totale. Riteniamo, dunque, URGENTE adottare tutti gli strumenti economici e tecnici per limitare gli episodi e i danneggiamenti.

IMPARARE A STARE INSIEME

La società che si evolve deve avere la capacità di “mettere insieme” non di separare. Il Comune di Magliano ha portato avanti una politica di costante attenzione al fenomeno dell’immigrazione. Oggi vivono e lavorano nel nostro territorio molti cittadini stranieri che si sono perfettamente integrati.  Continueremo a garantire i servizi dello sportello immigrati per facilitare l’integrazione del cittadino straniero nella nostra comunità  Porteremo avanti progetti di educazione all’accoglienza nelle scuole e progetti di integrazione come i corsi di lingua italiana per stranieri.

IMPARARE A STARE INSIEME

Le donne sono una grande risorsa. Sono un’opportunità.  Il Comune attraverso la Commissione Pari Opportunità lavorerà alla valorizzazione delle differenze di genere e al riequilibrio della rappresentanza politica e istituzionale tra uomo e donna;  Sosterrà le associazioni culturali che operano nel quotidiano per diffondere una cultura delle pari opportunità;  Sosterrà l’imprenditoria femminile.


CRESCERE BENE, IN SALUTE

Il nostro Comune garantisce un efficiente sistema di servizi. Dall’assistenza domiciliare degli anziani, ai centri per disabili, dalle problematiche dei minori, alle rette per la Rsa, fino all’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate: qualsiasi richiesta che è arrivata agli sportelli comunali ha trovato una risposta, una soluzione. E questo è importante perché salute e benessere dei cittadini sono il presupposto dello sviluppo di un territorio.  Difenderemo. Quello che abbiamo garantito sino ad oggi: ambulatori, punti prelievo, assistenza domiciliare, tenendo alta l’attenzione sui nuovi bisogni legati alla nuove povertà;  Aiuteremo. Il fondo di solidarietà per i minori e il fondo di sostegno per la povertà.

L’AMBIENTE OVVERO CAPACITA’ DI FUTURO

Nella cura e nella consapevolezza dell’ambiente in cui viviamo si misura la nostra capacità di futuro. Le nostre scelte saranno ispirate da questa affermazione. Vogliamo sostituire la parola consumo, con la parola cura dell’ambiente e del territorio per garantire sviluppo e sostenibilità.  Sgravi e incentivi a chi non consuma il suolo. Meno consumo di suolo libero, sgravi fiscali e procedure urbanistiche semplificate per chi sceglie l’abbattimento e la riqualificazione di immobili già esistenti, con benefici per le imprese edilizie locali che avranno nuove occasioni di lavoro, per i cittadini, per il patrimonio pubblico e l’ambiente;  Incentivi a chi valorizza i centri storici e i fabbricati rurali. Realizzeremo accordi con le banche per facilitare l’accesso al credito e prevederemo incentivi comunali per quei cittadini che intervenendo sui propri fabbricati contribuiranno al miglioramento del patrimonio urbanistico ed edilizio, nei centri storici e nelle campagne;  Rischio idrogeologico. Nel Piano comunale di Protezione civile sarà posta particolare attenzione alla questione fiume Albegna che ogni anno toglie ettari di terreno utile agli abitanti di S.Andrea e Colle di Lupo;  Energie rinnovabili. Ne favoriremo l’uso autorizzando piccoli impianti ad uso familiare;  Energie rinnovabili. Le utilizzeremo per l’illuminazione delle strade, delle piazze e degli edifici pubblici.


I RIFIUTI SONO UNA RISORSA, SIAMO UN MODELLO

Magliano in Toscana è l’unico comune del grossetano in grado di ridurre i costi a carico delle famiglie per lo smaltimento dei rifiuti, grazie ai risultati della raccolta differenziata, che in questo territorio ha raggiunto il 75%. Oggi smaltiamo solo il 25% dei rifiuti, e recuperiamo tutto il resto.  Proseguiremo con la strategia rifiuti zero che si traduce in posti di lavoro, tutela dell’ambiente, benefici economici per le famiglie.

Regolamento per la tutela degli animali I Comuni sono per legge i primi responsabili della tutela degli animali  Sarà nostra cura emanare un regolamento comunale per la tutela degli animali, seguendo la proposta dell’Anci  Adotteremo il piano provinciale per la riduzione del randagismo  Apriremo un canile a Magliano, a servizio della zona sud della provincia  Affronteremo la questione delle colonie feline

EVA BONINI

SINDACO DI MAGLIANO IN TOSCANA


ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO COMUNALE E PER LA SCELTA DEL SINDACO Domenica 25 Maggio 2014

Si vota in un solo giorno, il 25 maggio 2014, dalle ore 7:00 alle 23:00 in concomitanza con le elezioni europee.

L’elettore dovrà presentarsi al seggio munito di

tessera elettorale e di un documento di riconoscimento valido

COME SI VOTA

IL VOTO PUÒ ESSERE ESPRESSO IN 2 MODI:

- tracciando un segno sul contrassegno di lista - tracciando un segno sul nome del candidato a Sindaco. Ciascun elettore può esprimere anche un voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere comunale compreso nella lista collegata al candidato alla carica di Sindaco prescelto, scrivendo il cognome (cognome e nome nel caso ci siano due candidati omonimi), nella riga stampata sotto contrassegno.

EVA BONINI

candidato alla carica di sindaco

Il programma di Viva Magliano Viva  
Il programma di Viva Magliano Viva  

Le idee, le proposte, le azioni di Eva Bonini, candidata sindaco di Magliano in Toscana, e della coalizione da lei guidata

Advertisement