Page 1

INDICE -LE BASI MAGIA - Introduzione alla magia (capitolo I) - La strega oggi (capitolo II) - La magia funziona? (capitolo III) - Il successo nella magia (capitolo IV) - I sabbat (capitolo V) - Gli esbat (capitolo VI) - I giorni in quì praticare (capitolo VII) - Lunazioni (capitolo VIII) - ESERCIZI - La visualizzaizone (capitolo IX) - La meditazione (capitolo X) - La respirazione (capitolo XI) - Manipolazione delle energie (capitolo XII) - Radicamento (capitolo XIII) - La chiaroveggenza (capitolo XIV) - La chiaropercezione (capitolo XV) - La chiaroudienza (capitolo XVI) - I Chakra (capitolo XVII) -TIPOLOGIE DI MAGIA - I colori della magia (capitolo XVIII) - I tipi di magia (capitolo XIX) -MANTICHE - Le rune delle streghe (capitolo XX) - La silomanzia (capitolo XXI) - La cartomanzia (capitolo XXII) - Le rune (capitolo XXIII) -MAGIA PRATICA - Incantesimi (13) (capitolo XXIV) - ENTITA’ - Demonologia (capitolo XXV) - Angelologia (capitolo XXVI) - Spiritismo (capitolo XXVII) -FONTI (conclusione della guida)


CAPITOLO I LA MAGIA Con il termine magia si indicano un insieme di gesti, formule verbali e rituali di diverso tipo, attraverso i quali si influenzano gli eventi e le persone. Il termine magia è usato fin dall’antichità, con esso si sono sempre indicati tutti quei fenomeni a cui, in base alle conoscenza acquisite fino a quel momento, non si riusciva a dare una spiegazione. Per questo motivo il termine magia è stato associato, di volta in volta, a fenomeni e poteri sempre diversi.

CAPITOLO II

LA STREGA La strega è una donna ritenuta dedita all'esercizio della stregoneria, ovvero, secondo vasta credenza popolare tradizionale a molte culture, una donna che si ritiene sia dotata di poteri occulti; il suo omologo maschile è lo stregone. La figura della strega ha però radici che precedono il Cristianesimo ed è presente in quasi tutte le culture come figura a metà strada tra lo sciamano e chi, dotato di poteri occulti, possa utilizzarli per nuocere alla comunità, soprattutto agricola. È stata avanzata l'ipotesi che la stregoneria sia l'interpretazione fantastica dell'intossicazione da Ergot[1]. Solitamente le streghe si distinguono in due categorie, streghe nere e streghe bianche. Secondo la tradizione, le prime hanno più probabilità ad avere contatti con il male, mentre alle seconde, vengono attribuiti dei poteri di guarigione. Il termine strega nasce da molto lontano, da un immaginario uccello notturno, simile ad un gufo, chiamato strix dai latini, che, secondo la tradizione, penetrava nelle case per cibarsi del sangue dei bambini. Questa è l’origine del successivo termine striges e dunque strega. Vi era un modo, però, per tenerli lontani: veniva usata una pianta magica, l'aglio che era diffusissimo nella medicina popolare, per combattere veleni e malefici. Poi col passare del tempo assunto il più ampio significato di "esperta di magia e incantesimi". Nel latino medioevale il termine utilizzato era lamia, mentre nell'Italia dei giorni nostri il sostantivo varia molto a seconda della zona.


LA STREGA MODERNA Sin qui l'immagine della strega nella storia e nella visione collettiva e favolistica. Per fortuna però oggi le cose sono cambiate anche se per molti "strega" resta sempre un sinonimo di "donna cattiva dedita ad arti oscure. Alcuni fattori ci vengono però in soccorso se pensiamo anche al nuovo termine inglese witch, (dal quale deriva il giovane movimento stregonesco) che proviene dall'anglosassone wicca e che ha come significato "donna sapiente". Finalmente viene riconosciuto (almeno da alcuni) che le streghe possono anche essere donne che posseggono un bagaglio di saperi e di rimedi, imparati dal contatto con la natura, donne che sanno quindi curare con le erbe da cui vengono tratti unguenti e medicamenti oltre che essere profonde conoscitrici di un'arte definibile "magica" mirata a vari scopi. Non tutte le streghe oggi sono viste come vecchie megere dall'aspetto deforme ed orribile a cavallo della loro scopa, simbolo da sempre collegato ad esse (qui sotto ne spieghiamo il perchè), ma si possono anche trovare figure di stupende ragazze, moderne maghe Circe che con le streghe della tradizione condividono la sapienza nell'Arte. Ovviamente anche per le streghe gli anni passano e delle streghe non più giovani e fresche vi sono ma, è risaputo, la strega avrà sempre un certo fascino particolare nonostante gli anni che passano. Le streghe poi, ci tengo a sottolinearlo, non sono da considerarsi schiave del demonio. vi sono infatti, come già detto, donne a conoscenza dei rimedi naturali, conoscitrici dei misteri della natura, che leggono nel futuro e che con il male o con i sabba satanici non anno nulla da spartire. Oggi le streghe si confondono tra la gente comune e se ne trovano tra manager, commercianti, casalinghe, donne di potere ecc.. e magari vi passano accanto a vostra insaputa.

CAPITOLO III

LA MAGIA FUNZIONA? Oggi vorrei rispondere ad una domanda che spesso i principianti di esoterismo mi fanno; gli incantesimi funzionano? Beh gli incantesimi funzionano solo se voi volete che funzionino, la buona riuscita dell’incanto è dovuta solo da voi, e dalla vostra mente. Ogni giorno la nostra mente crea incantesimi, non è certo una dote che hanno solo chi ha poteri paranormali, si pensi alle forme di pensiero, che vagano indisturbati e influenzano il pensiero altrui; la magia ha lo stesso principio. Quando noi facciamo un incantesimo o un rituale, concentriamo tutta la nostra energia su quello che desideriamo, tanto da formare una forma pensiero che agisca per noi, e ci faccia ottenere quello che vogliamo. Questi pensieri però sono un arma a doppio taglio. Se noi ogni giorno, appena ci svegliamo, fino a quando andiamo a dormire pensiamo che siamo perseguitati dalla sfortuna, o siamo vittime di un maleficio, o che l’universo sia contro di noi, non facciamo altro che creare una


forma pensiero che davvero fa questo; è quindi siamo realmente perseguitati ma dal nostro pensiero negativo, e più ci pensiamo e più lo alimentiamo. Basta quindi convincersi che tutto va storto, e così sarà. Dovremmo non pensare? Certo che no, ma dovremmo scacciare il più possibile i pensieri negativi, perché una volta che la forma pensiero si è formata e si è alimentata del vostro continuo pensiero negativo, non sarà facile che scompaia, non crediate che il solo non pensarci fa si che la forma pensiero scompaia. Detto questo, per voler che la magia, rituale o incantesimo, funzioni dovete pensare che funzionerà, dovete essere CONVINTI che la magia che avete fatto avrà l’effetto sperato, dovete alimentare la forma pensiero, dovete far si che che essa diventi sempre più forte affinché essa possa operare per voi, più energia mettete è più la riuscita dell’incantesimo sarà sicura.

CAPITOLO IV

IL SUCCESSO NELLA MAGIA Ogni pratica magica implica questi due punti fondamentali: - Fede_ Con questa si intende la consapevolezza e la fiducia in un potere o una forza in grado di aiutarci. - Bisogno: è la necessitá reale che ci spinge a ricorrere ad un atto di magia, nonché il nostro coinvolgimento emotivo. L’incantesimo e il rituale sono strutturati in base ad una lista di corrispondenze che sono in sintonia con il bisogno (proposito del rito) al fine di introdurre le giuste energie attraverso elementi esterni (cristalli, erbe, candele, incensi, tempi astrologici,.talismani,ecc). Ad esempio per un incantesimo mirato ad alleviare lo stress si sceglieranno erbe, cristalli e colori dalle proprietá calmanti e rasserenanti come un bel bagno alla lavanda ed un quarzo rosa. Quale incantesimo funziona? Possiamo ritenere efficace quell’incantesimo che ci pone in uno stato mentale positivo e propositivo; che infonde fiducia e serenitá. Se eseguito senza dubbi esso porterá benefici maggiori e concreti. L’incantesimo che funziona è quello in cui credi totalmente e senza dubbi. Quale incantesimo non funziona? Possiamo considerare inefficace quell’incantesimo che non riduce la sensazione di bisogno,


alimenta il dubbio, procura disagio o inquietudine. In questo stato mentale, sicuramente non vedremo risultati concreti monostante gli sforzi continui. Ci vuole una Strega per lanciare un incantesimo o eseguire i riti? Per fare un incantesimo ci vuole una Strega, nel senso che non ci si improvvisa streghe cosí come non si è un atleta soltanto per aver fatto una corsa. Come in ogni disciplina, anche nella Stregoneria occorre uno studio per acquisire conoscenze, pratica e costanza per sviluppare le abilitá ed un perfezionamento morale ed etico per migliorarsi ed elevarsi spiritualmente.

CAPITOLO V

SABBAT I sabbat sono 8 e segnano la rotazione della Ruota dell’anno e sono. Samhain (31 ottobre): è la festività collegata direttamente alla morte nel ciclo della vita, in questo periodo il bestiame veniva selezionato per il macello e si metteva da parte il raccolto. Si onorano i morti e la morte nel ciclo della vita. Per gli antichi era l’ultimo giorno dell’anno, quindi momento giusto x chiudere questioni in sospeso. Il bestiame veniva riunito e selezionato per poi essere portato al macello. Divinazione nel fumo, nelle fiamme delle candele o nello specchio. Chiamare i morti, lasciare cibo fuori dalla finestra dopo il rito. Chiedere messaggi ai defunti visto che la separazione tra il mondo fisico e spirituale è molto sottile. I colori sono rosso o nero. melograni zucche mele. Yule (solstizio d’inverno,20\22 dicembre): primo giorno d’inverno. Nascita del dio (sole), rinnovamento e rinascita durante l’inverno. Si accende il fuoco nel calderone, candele poste attorno al cerchio, alberi e piante sempreverdi in vaso possono essere onorati come simbolo della fertilità continua sulla terra. Si usano colori come il verde e rosso; come simboli la ruota, sempreverdi, ceppo di yule, albero. Imbolc (2 febbraio): si celebrano i primi movimenti della Terra mentre si avvicina il richiamo della primavera, e visto che la luce serve per illuminare il cammino, le candele che serviranno per qualsiasi attività vengono benedette durante questa festa. Risveglio della primavera, guarigione della dea ed è anche la festa delle luci, è anche il momento della purificazione. Candele accese e tenute nel cerchio. Si benedicono le sementi e si mette la ruota sull’altare. I colori sono bianco verde e blu. Sull’altare si tiene un piatto di neve, sempreverdi e candele.


Ostara (equinozio di primavera,20\21 marzo): inizio della primavera,risveglio della terra e rinnovamento della fertilità nella nostra vita spirituale. Vengono accesi dei fuochi ne cerchio, nel caso non sia possibile mettere una candela nel calderone durante il rito. L’uovo è un simbolo ottimo per questa festa perché l’albume rappresenta la natura comprensiva della Dea e il tuorlo le qualità virili del Dio che vengono suggellate dal guscio esterno. Il colore è il bianco. Beltane (30 aprile): ritorno della fertilità, si fanno delle ghirlande per rappresentare l’unione tra il dio e la dea. Il colore è il bianco. Calderone pieno di fiori freschi; specchi. Litha (solstizio d’estate21\22 giugno): grande potere della magia, momento in cui si restituisce al pianeta il dovuto, anche al popolo fatato; calderone circondato da fiori, erbe secche. Colore bianco. Artemisia e specchi per catturare il sole. Lammas\Lughnasadh (31 luglio e 1 agosto): raccolto e ringraziamento. Mangiare pane e gettarlo nel fuoco, spighe intrecciate a simbolo del dio e della dea. I coloro sono rosso e arancio. Bambole di grano e cereali. Mabon (equinozio d’autunno20\21 settembre): secondo raccolto e misteri. Si onora la frutta; spargimento rituale delle foglie. I colori sono rosso e marrone. Pigne, ghirlande, frumento, foglie secche.

CAPITOLO VI

ESBAT Ci sono tredici Lune in un anno solare e, in queste particolari occasioni chiamati Esbat, si celebra la grande Dea, che nel Suo triplice aspetto si presenta a noi come Madre. Durante la Luna piena si può lavorare in solitario, decorando l’altare con fiori notturni e di stagione, dolci a base di farina e vino. Si usa fare bagni sotto i raggi lunari o, in caso sia possibile, mettendo nella vasca da bagno una moneta d’argento, come simbolo lunare. L’influenza della Luna coinvolge 7 giorni, i tre giorni prima e i tre giorni dopo la sua pienezza. Durante gli Esbat si praticano rituali legati alla fertilità e all’ambiente, per scopi benefici e di equilibrio. A volte succede che nell’arco di una stagione si verifichino quattro Lune piene, invece di tre. Questa


quarta Luna di stagione è chiamata Luna Blu. Viene considerata da alcuni la più potente nell'arco di un anno solare; infatti è la seconda luna piena che si verifica all'interno di un mese, capita solo una volta ogni 3-5 anni. Luna del Lupo (Gennaio) Questa Luna ci ricorda le difficoltà che freddo e gelo possono portare. I lupi soffrono la mancanza di cibo e sono costretti a spingersi fino ai villaggi per trovare qualcosa da mangiare, ma non abbandonano il loro branco, anzi, si sostengono a vicenda. Dipendono dalla famiglia per affetto, conoscenza, sostegno morale e sopravvivenza. Questa Luna ci consiglia di stare con la famiglia e di ritrovare l’affetto e il calore di chi ci vuole bene. Luna del ghiaccio (Febbraio) È un momento di guarigione, di ricarica interiore. Invita all'analisi della propria individualità per potersi migliorare in futuro. L'analisi va effettuata con grande attenzione ed onestà, poiché sarà fondamentale per prepararsi alla luna successiva. La Luna del Ghiaccio si situa al centro della stagione invernale. È la quarta lunazione di un anno lunare e inizia, col suo Novilunio, sempre nel mese di gennaio. Luna del seme (Marzo) È periodo di cambiamenti e nuove opportunità, così come i semi che danno nuove piante. È una luna dedicata ai nuovi inizi e ai cambiamenti. Luna delle gemme (Aprile) In questo periodo i semi danno le prime gemme, così nella vita spirituale c'è una rinascita. È il momento di massima produttività spirituale, grazie anche all'aumento dell'energia. Luna del fiore (Maggio) Nei sabbat si festeggia l'unione tra il Dio e la Dea. Il potere della Dea aumenta, e aiuta a concretizzare qualsiasi lavoro spirituale intrapreso. Luna del miele (Giugno) È un momento ricco nella natura, e dedicato ai cambiamenti in positivo. È una luna che invita a prenderci le nostre responsabilità. Luna del raccolto (Luglio) La natura è al suo splendore, inoltre inizia il primo raccolto. Il Dio è al massimo del suo splendore, quindi questa luna è dedicata a pratiche particolari, che richiedono molta forza e molta attenzione. Luna del grano (Agosto) Ricorda il raccolto del grano, ed invita tutti i praticanti a prendere esempio da questo frutto, che oltre a fornire nutrimento si rigenera dai suoi semi. Invita a riflettere su quanto abbiamo fatto finora, e da quali aspetti positivi della nostra vita possiamo seminare nuovamente per poterci migliorare ancora.


Luna della vendemmia (Settembre) È l'ultimo raccolto, insieme all'uva ci sono gli ultimi frutti. È giunto il momento di rilassarsi, dedicandosi all'armonia tra corpo e spirito, tornando il più possibile a contatto con la natura. Luna delle foglie (Ottobre) Anche conosciuta come "Luna del Sangue". Originariamente era dedicata agli animali cacciati, si ricordava il loro spirito, e li si ringraziava per il nutrimento che donavano con la loro morte. Anche oggi è dedicata agli animali selvaggi, invitando alla riflessione sulle loro caratteristiche, sperando di imparare da loro per poterci migliorare. Poi rappresenta lo spirito che Esbat ha posseduto, questa luna è fogliare. Luna della neve (Novembre) La natura si ferma, siamo nel cuore dell'inverno e anche noi possiamo fermarci e dedicarci al riposo dell'anima, e al recupero delle forze. Luna fredda (Dicembre) È il momento della rinascita, del risveglio. Le nostre energie sono volte al Dio che deve risvegliarsi. Rappresenta la vita, la morte e la rinascita, ed invita alla riflessione sul ciclo della vitaLuna Blu La Luna Blu non cade sempre nello stesso periodo, ed è carica di potere. È adatta alla divinazione e agli incantesimi più potenti.

CAPITOLO VII

I GIORNI IN QUI' PRATICARE Lunedì: giorno della Luna, sono favoriti gli incanti relativi ai viaggi, ai cambiamenti, a rinforzare le relazioni sentimentali e le riconciliazioni. Di lunedì sono favorite anche la comunicazione a livello sottile e il “cercare” le visioni.


Martedì: giorno di Marte, sono favoriti tutti gli incanti “bellicosi” che hanno a che vedere con liti, guerra, successi militari, coraggio, distruzione, contrastare o seminare le disarmonie. Mercoledì: giorno di Mercurio, sono favoriti tutti gli incanti relativi alla protezione dei propri beni, all’incremento degli affari, alle arti e alle scienze, e al difendersi dagli inganni. L’energia è ottima per le predizioni. Giovedì: giorno di Giove, sono favoriti tutti gli incanti per ottenere soddisfazioni, riconoscimenti e premi, amicizia e salute. Venerdì: giorno di Venere, sono favoriti tutti gli incanti per ottenere amore e piacere, favorire le relazioni amichevoli e sociali, e propiziare sereni viaggi e vacanze. Sabato: giorno di Saturno: sono favoriti tutti gli incanti relativi alla distruzione, all’abbandono, all’odio, la morte e i disastri. Di sabato si può riuscire più facilmente a comunicare nel sonno con gli spiriti e ad ottenere la visione delle cose occulte. Domenica: giorno del Sole, sono favoriti gli incanti relativi al denaro, ai desideri, alle amicizie, per ottenere l’appoggio di altre persone, per fermare l’ostilità dei nemici, per superare gli ostacoli.

CAPITOLO VIII

FASI LUNARI Chi si interessa alla magia ben presto sente dire che gli incantesimi e le operazioni magiche devono essere eseguiti nel momento più adatto. In effetti c’è un momento per ogni cosa… e c’è anche il momento propizio per operare. Questo dovrà essere scelto tendendo conto delle fasi lunari e delle loro caratteristiche, quì ve le spieghiamo.


Luna crescente La fase per operare rituali di accrescimento, di propiziazione, di avvicinamento, di protezione. In quest'arco di tempo è possibile utilizzare la sua energia per attirare qualcosa a o per legare; è indispensabile infatti nel riti di legamento e ritorno del patner.

Luna piena Durante l'Esbat le possibilità e le "energie" della fase crescente sono al culmine; è un momento favorevole per raccogliere risultati e manifestarli, per esprimere desideri e rafforzare la volontà e il potere. In questa fase le energie della luna solo al massimo della potenza.

Luna calante La fase per operare rituali volti al distacco, all'allontanamento, al bando, alla riduzione, alla dispersione delle negativita, alla restituzione dei torti. E' usata moltissimo nella Magia nera, cioè quella volta al male.

Luna nuova È una fase controversa: può essere un momento in cui operare per le conclusioni, ma è anche la prima fase della rinascita, in cui cominciare progetti o cose nuove. In magia è la fase più potente, ma è molto soggettivo l’approccio con la sua energia. È comunque una fase in cui chi opera è esperto ed ha le idee molto chiare sui propri intenti.

CAPITOLO IX

VISUALIZZAZIONE La visualizzazione è una pratica fondamentale per ogni strega. Spesso da bambini è qualcosa di spontaneo che accompagna la nostra crescita. Chiudere gli occhi e sognare mondi fantastici, al


punto di vederli reali, consistenti, tra le nostre mani. Questo è visualizzare. La visualizzazione è il processo attraverso il quale voi scegliete, create e progettate il vostro pensiero. Richiede molto esercizio, in maniera da ottenere un'immagine chiara, dettagliata e talmente precisa nella vostra mente da sembrare una fotografia della cosa reale che state rappresentando. Per iniziare ad affinare le vostre arti di visualizzazione, iniziare con dei piccoli oggetti che siete soliti vedere spesso in casa : una mela, una penna, un libro, il volto di qualcuno che conoscete bene in fotografia. Guardate l'oggetto, studiatelo attentamente, quindi chiudete gli occhi e cercate di ricrearlo nella vostra mente. Riaprite gli occhi e mettete a paragone l'oggetto e ciò che avete visto. Alternate, in maniera da rendere la vostra immagine mentale più solida e dettagliata. E' opportuno per i primi tempi, esercitarsi 10 minuti al giorno e segnare ciò che di buono avete ottenuto e anche laddove non siete riusciti. Quando riuscirete con i piccoli oggetti, passate a cose pià complesse e dettagliate. Non è buona cosa visualizzare altre persone in questo momento del vostro apprendimento. Scegliete voi stessi, magari con l'uso di uno specchio. Vi sarà molto utile in futuro in un approccio astrale. • Questo esercizio è la base pratica che poi servirà per qualsiasi pratica magica futura. • L'esercizio andrà svolto per almeno 10 minuti. • Vi consiglio di eseguirlo giornalmente, cercate di fare meno stop possibili, questo andrebbe a rallentare i risultati avuti col tempo.

CAPITOLO X

MEDITAZIONE L'obiettivo della meditazione: è quello di concentrare e calmare la tua mente, per raggiungere gradualmente un livello di consapevolezza e di calma interiore superiore. Potresti rimanere stupito apprendendo che l'arte della meditazione può essere applicata in ogni momento ed in ogni luogo, tramite l'accesso ad un senso di pace e di tranquillità che ognuno di noi può imparare a concedersi anche in presenza di una qualsiasi situazione esterna. Questo articolo ti introdurrà alle basi della


meditazione, consentendoti di compiere il tuo primo passo lungo il sentiero che porta all'illuminazione • Scegli un luogo tranquillo: La meditazione andrebbe praticata in un posto calmo e rilassato per permetterti di concentrarti esclusivamente sull'esercizio in essere, al riparo da qualsiasi stimolo che possa influenzare la tua mente. Cerca un luogo in cui non potrai essere interrotto per l'intera durata della meditazione (da 5 a 30 minuti). Non dovrai disporre di uno spazio ampio, persino una cabina armadio o un piccolo ufficio possono essere usati per meditare, fin quanto rimangono luoghi temporaneamente tranquilli e privati. • Indossa degli indumenti comodi: Uno dei principali obiettivi della meditazione è quello di calmare la mente bloccando gli elementi di provenienza esterna. Indossando abiti troppo stretti o costrittivi non sarà semplice raggiungere l'obiettivo che ti sei prefissato. Durante la pratica meditativa preferisci degli indumenti morbidi e togliti le scarpe. Decidi quanto a lungo desideri meditare: Prima di iniziare, dovresti determinare una durata per la tua sessione. Sebbene molti meditatori esperti raccomandino un tempo di venti minuti e due sessioni di meditazione quotidiane, i principianti possono iniziare meditando giornalmente per cinque minuti. • Siediti ed assumi una posizione confortevole: Come prima detto, durante la meditazione è importante sentirti a tuo agio, per questo è essenziale trovare la migliore posizione possibile. Tradizionalmente, la meditazione viene eseguita sedendosi a terra su un cuscino, nella posizione del loto o del mezzo loto. A meno che tu abbia gambe, fianchi e zona lombare molto flessibili, le posizioni del loto tendono a curvare la zona lombare impedendoti di trovare il giusto equilibrio con il busto e la spina dorsale. Scegli una postura che ti permetta di sedere con la schiena dritta ed eretta. • Chiudi gli occhi: La meditazione può essere eseguita anche con gli occhi aperti, ma per un principiante tenere gli occhi chiusi può essere di aiuto. Eventuali stimolazioni visive esterne verranno bloccate, e sarai al riparo dalle distrazioni che potrebbero distogliere la tua concentrazione dalla ricerca del rilassamento della mente. • Segui il tuo respiro: Nella meditazione, la tecnica di base più diffusa è basata sul respiro, ed è un ottimo punto di partenza da cui iniziare la tua pratica. Scegli un punto sopra all'ombelico e focalizza la mente sul punto prescelto. Divieni consapevole di come il respiro, entrando ed uscendo, solleva ed abbassa il tuo addome. Non fare alcuno sforzo cosciente per modificare la tua respirazione, semplicemente respira come d'abitudine. • Ripeti un mantra: La meditazione utilizza i mantra come un normale strumento di pratica, attraverso la ripetizione continua e costante di un suono, una parola o una frase, fino a raggiungere il silenzio della mente e a subentrare in un profondo stato meditativo. Il mantra può essere un qualsiasi elemento a tua scelta, con il solo obbligo di essere semplice da ricordare.

CAPITOLO XI


RESPIRAZIONE Per meditare correttamente, è necessario respirare correttamente. Questo è l’esercizio più basilare e anche il più semplice. Le tecniche di respirazione profonda richiedono il pieno uso dei polmoni ed anche del diaframma (che trova circa due dita sotto l’ombelico). Quando inspirate, spingete con questa parte e notate quanta aria in più riuscite a trattenere. Per gli esercizi di respirazione assumete una posizione comoda, seduti o sdraiati (anche se la respirazione profonda è possibile in praticamente tutte le posizioni). Inspirate col naso contando lentamente fino a tre. Lasciate che l’aria riempia i polmoni e il diaframma. Trattenete l’aria, poi espirate contando di nuovo lentamente come prima. Ripetete diverse volte, rallentando gradualmente la velocità del respiro. Non trattenete mai il fiato più di quanto non riusciate a fare agevolmente. L’inspirazione, il trattenere il fiato e l’espirazione, vanno eseguite con calma, in modo controllato ma senza tensione. Mentre inspirate, visualizzate, salute, tranquillità, ed energie positive sotto forma di pagliuzze dorate. Mentre espirate, buttate via odio, malattia, rabbia, magari visualizzando del fumo nero. L’ossigeno è il soffio della vita ed è necessario alla nostra esistenza. La respirazione profonda si usa prima di qualsiasi atto di adorazione o magia, ed è una parte degli esercizi base della strega. Praticate gli esercizi di respirazione profonda ogni giorno, ed aumentate gradatamente la vostra capacità di trattenere l’aria. Sarebbe una cosa saggia, se possibile, praticare occasionalmente questi esercizi vicino al mare o a una foresta, lontani dall’aria inquinata delle nostre città. La respirazione profonda in questi scenari naturali non solo è più pacifica, è anche molto più salutare.

CAPITOLO XII

MANIPOLAZIONE Questo esercizio potete farlo anche stesi, così siete più comodi, magari sul letto. Alzate entrambe le mani parallele e mettete le dita in maniera che si osservino. Ora iniziate a visualizzare, pensare e sentire come se steste spostando energia dalla mano destra verso la sinistra e poi viceversa. Sentite la pressione muoversi da una mano all'altra. State lavorando per l'appunto sullo spostamento delle energie *proprie in questo caso. (Col tempo potete accostare a questo esercizio, pratiche di visualizzazione, così da poter completare


assieme poi alla meditazione le basi pratiche.) Inizialmente sentirete ben poco, ma lentamente e con l'esercizio, vedrete che inizierete a sentirla, che si sposta, che si poggia sull'altra mano, fino a diventare sempre più pesante. • Questo esercizio è la base pratica che poi servirà per qualsiasi pratica magica futura. • L'esercizio andrà svolto per almeno 10 minuti. • Vi consiglio di eseguirlo giornalmente, cercate di fare meno stop possibili, questo andrebbe a rallentare i risultati avuti col tempo.

CAPITOLO XIII

RADICAMENTO Uno delle pratiche fondamentali ed essenziali nella magia è l'esercizio del radicamento. Rappresenta lo stabilire una connessione energetica con la terra. Esercizio dell' albero della vita focalizzate la vostra attenzione alla base della colonna vertebrale: lì si concentra l’energia del primo chakra che è la vostra radice. Portate ora l’attenzione ai piedi, poggiateli per bene a terra e tenete la schiena dritta. Ora con ogni respiro, assorbite l'energia della Terra, sentitela salire e pervadere ogni centimentro del vostro corpo. In questo momento starete ripulendo il vostro corpo con nuova energia. Il radicamento è importante, perchè vi permette di attingere energia della terra, anzichè esaurire la vostra.


CAPITOLO XIV

CHIAROVEGGENZA La chiaroveggenza è un termine che viene dal francese Clair (chiaro) e voir (vedere). Nello spiritismo questo nome determina un ampia fascia di fenomeni, e perciò forse la chiaroveggenza è uno dei fenomeni psichici più famosi. I fenomeni collegati alla chiartoveggenza sono tanti: c'è chi vede gli spiriti dei morti e di cose appartenenti al mondo dei morti; c'è chi vede attraverso il corpo delle persone diagnosticando malattie, c'è chi ha la capacità di vedere attraverso aree chiuse, e ha anche la capacità di leggere nelle buste siggillate, c'è chi vede nel passato (retroveggena) e nel futuro (preveggenza). Molte persone colocano il centro della chiaroveggenza nel terzo occhio (VI Chakra), c'è chi invece preferisce collocarlo nel plesso solare (III Chakra) e chi ancora nel chakra del cuore (IV Chakra), probabilmente è una scelta soggettiva. Spesso chi è chiaroveggente non ha anche la dote di chiaroudienza, quindi qui possono insorgere alcuni problemi di comunicazione, che nascono dall'errata decifrazione dei simboli che ci vengono proposti. Un'altro problema nella chiaroveggenza è che è impossibile capire subito se il medium ha ragione, poiché si può incorrere in un'allucinazione o ancora il medium può lasciarsi trasportare dai pensieri e divagare, o ancora può stabilire un contatto sbagliato Le molteciplità di complicanze possono essere inmense, perciò si consiglia sempre di non affidarsi a tutto ciò che dicono gli spiriti o il medium, e dopo ogni seduta controllare sempre l'autenticità delle informazioni ricevute. Esercizio Sedetevi su una sedia comoda. Mettete le mani sulle cosce con i palmi rivolti verso l’alto, appoggiate i piedi a terra, chiudete gli occhi e respirate profondamente. Parte I Visualizzate un tubo come quelli che si usano nelle grondaie per far scendere l'acqua a terra. Prendete il tubo in mano e gurdate a occhi chiusi attraverso questo, utilizzandolo come binocolo per vedere sul muro che avete di fronte a voi, cercate di vedere come è realmente la stanza. Dopo di che aprite gli occhi e verificate. Parte II


Ora immaginate che il tubo abbia la capacità di torcersi e allungarsi all'infinito, e che in qualsiasi caso voi possiate sempre vederci alla fine. Dirigete il tubo verso la casa di un amico o un parente e vedete cosa fa in quel momento. Dopo questo esercizio tornate con la mente nella vostra casa e chiamate il vostro amico per controllare se avete visto bene; in caso contrario riprovate e non scoraggiatevi. Parte III Ora visualizzate il tubo lunghissimo e alla fine il volto di un vostro amico, visualizzate il tubo avvicinarsi e insieme ad esso anche il volto del vostro amico. Eseguite questa pratica finché il volto del vostro amico non è a pochi centimetri da voi. Questo esercizio vi servirà quando entrerete in contatto con gli spiriti. Parte IV Allungate il tubo focalizzando il viso di un parente o un conoscente defunto, avvicinatelo con la tecnica di prima. Chiedetegli come sta e se ha qualche messaggio per voi (questa è una vera e propia tecnica medianica).

CAPITOLO XV

CHIAROPERCEZIONE La chiaropercezione è la capacità del medium di comunicare attraverso ciò che percepiscono, quindi un medium perccettivo non vede, ne ascolta uno spirito. Il midium percettivo, percepisce di solito calore o freddo, percepisce le emozioni che vuole passare lo spirito e di solito in caso di morte violenta o dolorosa, sente anche il dolore provato dallo spirito. Può sentire il desiderio, la solitudine, la gioia che prova lo spirito in quel momento o ha provato in vita. Questa dote la proviamo (a un livello molto minimo!) quando abbiamo una particolare "sensazione" su una cosa, per esempio "forse oggi è meglio passare per l'altro lato della strada" e magari su quel percorso sarebbe accaduto un'incidente, oppure conoscerete una persona mentre camminate su questa strada. Questa dote non è collegata a un Chakra in particolare. Il problema che può insorgere con questo tipo di pratica è la difficoltà di esprimere le sensazioni che si provano.


Esercizio Per questi esercizi avete bisogno di qualcuno che si faccia usare come uno strumento. Disponete una persona seduta su una sedia, fatela rilassare e chiedetegli di evocare una situazioneche ha provocato in lei una particolare emozione, sia positiva che negativa. Prendetela per le mani e provate a percepire le sue emozioni, non pensate come... pensate solo che ci dovete riuscire. Dopo aver percepito l'emozione chiedete conferma. Con il tempo dovreste essere in grado di percepire le emozioni anche sensa con il contatto... e conoscerete lo stato d'animo di una persona mediante il solo saluto

CAPITOLO XVI

CHIAROUDIENZA La chiaroudienza è la capacità che ha il medium ci percepire voci dagli altri piani. Il medium può sentire le voci provenire da vicino l'orecchio o dall'interno della sua mente. Un esempio classico di chiaroudienza era quello di Giovanna D'Arco che diceva di sentire la voce di Dio e che ha condotto l'armata francese in battaglia contro l'inghilterra (una nota interessante è che Giovanna sentiva queste voci sin dall'età di tredici anni). Secondo alcuni il centro della chiaroudienza si troverebbe nel chakra che risiede nella gola (V Chakra). Questa dote ha alcuni vantaggi rispetto la Chiaroveggenza, come il sentire direttametne la voce (dote che molti medium veggenti non possiedono; ed ha degli svantaggi, non tutto può essergli raccontato con le parole spesso. Anche questo tipo di medium se sente la voce nella mente può spesso ricevere indicazioni insensate o sbagliate (se il medium non sa bene fermare il pensiero e ascoltare semplicemente, può


contaminare il messaggio ricevuto). Esercizio I Prendete due conchigli e ascoltate quel rumore simile alle onde del mare che provocano (quanti di voi da bambini ci avranno provato!), abbandonatevi parzialmente al rumore che provocano le conchiglie, concentrandovi dovreste riuscire a sentire delle voci. Molti medium dopo aver sentito il propio nome risuonare, avvertono anche altre parole. Queste parole possono provenire dall'inconscio o dall'altro mondo. Esercizio II Altro metodo molto usato è il telefono psichico, molti medium lo usano ancora oggi. Il sistema è molto semplice, prendete un telefono fisso e staccatelo dalla presa, oppure utilizzate un cellulare dopo averlo spento. Dopo un po' di tempo (non abbiate fretta). Il telefono dovrebbe suonare, o almeno lo farà nella vostra mente, sollevatelo e conducete una normale telefonata, con le classiche domande. Logicamente dopo ogni volta che lo usate controllate sempre la veridicità di ciò che vi viene detto. Una variante è quella di visualizzare il telefono, ottima per chi non vuole usare attrezzi domestici per un motivo o per un'altro; anche se credo che utilizzare un'oggetto reale aiuti la mente a concentrarsi.

CAPITOLO XVII

I CHAKRA i Chakra sono i nostri centri energetici, i principali sono 7, sono a forma spirale e sono disposti lungo la colonna vertebrale. I chakra sono collegati alle varie parti del corpo e in tutto sono 144, logicamente essendo impossibile analizzarli tutti noi prenderemo come riferimento solo i 7 chakra fondamentali. Quando questi centri vengono aperti l'energia universale viene riversata nel nostro corpo; le tecniche per aprirli sono varie, le più utilizzate sono (Reiki, Yoga, Meditazione). I COLORI DEI CHAKRA I Chakra -> Rosso II Chakra -> Arancione III Chakra -> Giallo IV Chakra -> Verde V Chakra -> Blu


VI Chakra -> Viola VII Chakra -> Bianco/Indaco DESCRIZIONE DEI CHAKRA 1° Chakra - Muladhara Muladhara è il chakra alla base della colonna vertebrale ed è collegato con l'apparato riproduttore. L'apparato che da la vita, attraverso lo sperma. Per questo è collegato alla vita, è collegato agli istinti di sopravvivenza, e alla terra, la base di tutto. Inoltre è il chakra da cui parte la Kundalini. Pietre collegate: Ematite, Ossidiana, Onice, Onice Nera, Rubino Elemento: Terra Parti del corpo: Organi riproduttivi Animale: Elefante 2° Chakra - Svadhistana Questo chakra è collegato agli istinti sessuali, e inoltre dona armonia tra corpo, mente e spirito. Pietre collegate: Corniola, diaspro, rubino, ambra, tormalina rossa, selenite, Elemento: Acqua Parti del corpo: Addome, intestino. 3° Chakra - Manipura Manipura influenza lo stomaco, l'alimentazione, la volontà, l'autonomia e infine il metabolismo. Dona saggezza, poiché rende capaci di percepire meglio i messaggi dell'inconscio. Manipura è un'ottimo contenitore di energia. Pietre: Occhio di tigre, diaspro mooka, unakite. Elemento: Fuoco Parti del corpo: Pancreas, bocca dello stomaco, sistema digestivo 4° Chakra - Anahata è il chakra collegato al cuore, regola l'amore, e tutti i sentimenti (sia negativi che positivi). Pietre: Quarzo Rosa, rodonite, serpentina, Malachite Elemento: Aria Parti del corpo: Cuore, polmoni. 5° Chakra - Vishuddha Vishuddha influenza la comunicazione, infatti di solito le persone timide hanno problemi ad aprire questo chakra. Inoltre controlla anche la telepatia, la chiaroveggenza, la chiaroudienza, e abbatte la timidezza. Pietre: Calcedonio azzurro, turchesite, Amazzonite, Acquamarina, Azzurrite. Elemento: Suono Parti del corpo: Gola, tiroide, spalle. 6° Chakra - Ajna Questo chakra viene anche chiamato terzo occhio, controlla la sensitività, e tutti i poteri della psiche, migliora la visualizzazione, l'evoluzione spirituale.


Pietre: ametista, Lapisluzzolo Elemento: Spirito Parti del corpo: Naso, orecchie, fronte. 7° Chakra - Sahasrara Sahasrara rappresenta l'infinito. Si trova nella testa, dove si incrocia il pensiero e la coscenza, e rende l'ndividuo consapevole delle propie capacità. Chakra molto legato all'intelletto. Pietre: Ametista, Quarzo, Cristallo di Rocca Elemento: Acqua/Pensiero Parti del corpo: Cervello, cranio, sistema nervoso. POTERE DEI CHAKRA I sette chakra, se aperti e puliti, conferiscono svariati poteri. Di seguito riportiamo, i poteri associati ad ognuno di essi. ▪ Muladhara: Permette la conoscenza del Kundalini, determina il controllo della mente e del respiro e la cognizione del passato, presente e futuro. ▪ Svadhisthana: Dona i poteri psichici e conoscenza intuitiva, elimina gli aspetti impuri e controlla l’elemento Acqua. ▪ Manipura: Sconfigge la paura del fuoco e preserva dalle malattie. ▪ Anahata: Conferisce poteri psichici, purezza e amore verso tutto l’universo. ▪ Vishudda: Porta successo oltre la conoscenza del passato, presente e futuro. ▪ Ajna: Permette l’annullamento e quindi l’influenza, del Karma delle vite precedenti, la chiaroveggenza e la liberazione dell’anima. ▪ Sahashrara: Dona la beatitudine, la coscienza superiore e saggezza. APRIRE I CHAKRA Le tecniche per aprire i Chakra sono davvero illimitate. E sono tutte molto semplici. Quì ve ne descriverò tre diverse: Tecnica 1: Visualizzate l'intera colonna dei chakra. Dopo di che incominciate a far girare in senso orario il primo, aspettate che si illumini, e giri molto velocemente... poi passate al secondo, visualizzo che giri in senso orario e che si illumini... e così via con tutti i Chakra. Tecnica 2: Immaginate una sfera di colore rosso che gira sul primo chakra in senso orario, dopo un po' visualizzatela mentre sale verso il secondo chakra e diventa di colore arancione lasciatela girare un po' qui e poi salite, diventa di colore giallo, poi verde, blu, poi viola e infine indaco. Immaginate la sfera indaco che diventi bianca, e che pian piano si estenda all'intero corpo e vi avvolga. Tecnica 3: Visualizzate ogni chakra come un fiore pronto a sbocciare. Quando li aprite immaginate i petali che man mano si estendono. (però ricordatevi i fiori che collegate!)


* Una volta che avete utilizzato una tecnica, cercate di non cambiarla.

CAPITOLO XVIII

LA MAGIA VERDE La Magia Verde ha delle origini molto antiche. Le sue origini sono molto lontane, la magia verde deriva da quelle che sono le religioni preistoriche ed è una magia che è riuscita a sopravvivere durante tutti questi secoli. La base della magia verde si trova nell’adorazione della natura, nel rispetto di questa, dell’universo e di tutte le forme viventi.

LA MAGIA BIANCA E' una forma di magia che a differenza della magia nera, si propone di intervenire unicamente allo scopo benevole di aiutare. Si praticano riti per la salute, protezione e prosperità.

LA MAGIA ROSSA E' la forma di magia che sfrutta legamenti e filtri per far innamorare e sottomettere le persone al proprio volere. Il suo scopo è principalmente d'ambito sentimentale. La sua difficoltà di esecuzione va paripasso al suo potere sulle persone intaccate.

LA MAGIA NERA E' una forma di magia che si basa sull'intaccare persone e cose, (ad esempio, per causare la distruzione, la sfortuna, ferire , uccidere ecc..). In uso popolare, il termine "magia nera" è spesso usato per descrivere qualsiasi forma di magia volta a far del male.

CAPITOLO XIX


LA MAGIA CERIMONIALE Per magia cerimoniale si intende quella branca della magia caratterizzata da una varietà di lunghi, elaborati e complessi rituali, accompagnati da una miriade di accessori e di cerimonie per l'appunto.

LA MAGIA ANCESTRALE E' una forma di magia votiva, questa trae energia dagli antenati morti del praticante. Si eseguo per richiedere aiuti e favori, in cambio si fanno doni ai propri antenati. Viene eseguita principalmente da streghe o maghi che hanno avuto cari defunti che praticavano.

LA MAGIA SACRIFICALE E' una forma di magia che si basa sul sacrificio di creature viventi per aumentare il potere di una pratica. I più sacrifici fai, più potere ottieni. Questa tipologia di magia è anche estremamente facile da eseguire, anche se ci sono colpi di ritorno.

LA MAGIA SIMPATICA Può essere definita anche magia imitativa, dal momento che si utilizza un oggetto per rappresentare ciò che si vuole influenzare. Questo tipo di magia può assumere molte forme. Per esempio, una candela che brucia è una forma di magia simpatica. In questo caso, le candele sono usate per rappresentare persone e oggetti. In virtù di determinate manipolazioni, è possibile esercitare un certo potere sulle persone e sugli oggetti che la candela rappresenta. Probabilmente vi sono più forme di magia simpatica di qualsiasi altro tipo di magia. La magia imitativa, dove si usano bamboline o pupazzetti per rappresentare una persona, è un'altra forma. MAGIA ATMOSFERICA Nei racconti e nei testi antichi tramantati, si narra delle gesta di druidi, streghe e maghi che riuscivano a manipolare il cielo e la pioggia causando la fertilità o la sterilità del raccolto, il potere di scatenare vento e tuoni contro i propri nemici e via dicendo.

La magia del tempo atmosferico richiede esperienza nel lavoro con gli elementi , gli elementali e gli spiriti della natura. Questo non vuol dire che si tratta di un tipo di magia difficile, ma che necessità


di queste basi. La natura ha la sua rete di protezione che ne regola l’ equilibrio: se la vostra magia crea squilibrio o non è eseguita correttamente, i risultati possono non presentarsi o comunque causare l’ opposto alla riuscita.

La tradizione popolare ci tramanda diverse tecniche usate in passato dalle streghe di campagna per manipolare o scongiurare il tempo. ▪ Durante le giornate ventose si legava una corda per tre volte in aria. Questa veniva usata in futuro per portare il vento nelle giornate calme. Il primo nodo corrispondeva ad una brezza, il secondo ad un vento più forte e il terzo a un vento da tempesta. Queste corde erano di solito usate durante la navigazione. ▪ Molti rituali europei per evocare la pioggia prevedevano l’ uso dell’ acqua stessa. Ci si radunava presso pozzi, stagni o calderoni colmi di acqua e si compivano rituali su di essa. ▪ Si riteneva che alcune erbe possedessero la virtù di sollecitare le nubi e la pioggia "le foglie di felci, le radici delle mandragore, i fiori di erica, e i funghi." ▪ Nelle campagne si officiavano cerimonie per soddisfare le divinità agresti e gli spiriti tutelari del luogo. Questo comportava solitamente una offerta di pane, latte e miele.

LA MAGIA DEI NODI Fin dall’antichità,nella magia,venivano usati i nodi per ogni scopo. C’erano nodi che servivano per proteggere dal male, per legare la persona amata,o si utilizzava anche fare un nodo per guarire la parte del corpo malata recitando delle preghiere e dei scongiuri. Oggi, invece si usano i nodi come amuleti,come porta fortuna in amore,sul denaro o qualunque cosa serva o si desidera ricevere,o ancora si usano corde che simboleggiano gli ostacoli da superare. Come ad esempio gli sposi che tagliano un nastro per simboleggiare gli ostacoli che supereranno insieme. Quando si usa questo tipo di magia,bisogna essere consapevoli di ciò che si fa,e sapere cosa si vuole ottenere,perché una volta fatto non si torna indietro. Il nodo è un legame e come tale non può essere sciolto,ne rinnegato. Ci sono molti modi per sciogliere un nodo,ma pochi riescono davvero ad eliminarlo. Il miglior modo sarebbe slegare il nodo nel modo inverso da come lo si è annodato la prima volta,o bruciarlo assieme ad un foglio su cui avrete scritto l’incantesimo che avete fatto precedentemente,


chiedendo che il patto sia annullato,e nulla vi si ritorca contro. Detto ciò vi raccomando di fare attenzione con questi legami,e soprattutto fate attenzione a ciò che desiderate.

LA MAGIA SACRIFICALE E' una forma di magia che si basa sul sacrificio di creature viventi per aumentare il potere di una pratica. I più sacrifici fai, più potere ottieni. Questa tipologia di magia è anche estremamente facile da eseguire, anche se ci sono colpi di ritorno.

LA MAGIA DELLA RADICE La magia della radice o (Magic root) nasce dall'utilizzo dei semi per scopo magico. Con questo metodo di utilizzo, si può creare una pratica per qualsiasi scopo l'operatore necessita, "dalla divinazione, a rituali e incantesimi di vario genere". Molte di queste pratiche, prendono potere dall'elemento terra, infatto questo è un punto centrale per l'opera che si andrà a svolgere. Solitamente ogni strega o mago che vorrà eseguire magia della radice, porta con sè semi, questi rappresentano il loro strumento chiave per praticare. Vengono utilizzati principalmente semi di fagiolo bianco, questo perchè la trascrizione di parole o glifi risulta più leggibile, rispetto ad altre tipologie di semi. La magia della radice come detto in precedenza, trae potere oltre che dal praticante, dalla magia della terra. Ad ogni pratica eseguita infatti, si richiede un dono alla madre terra, questo pegno sarà dovuto, tramite il piantare uno dei vostri semi, così d'aver eseguito uno scambio equivalante con l'elemento terra.

LA MAGIA DEI VENTI Il vento dell'Est: o Levante è il vento delle ispirazioni, della comunicazione con lo spirito guida. Ci aiuta nei cambiamenti e nelle trasformazioni ma non sostiene gli amori passionali. Il vento dell'Ovest: o Libeccio è rilassante e purificatore e ci aiuta a terminare cio' che avevamo iniziato. Il vento del Sud: o Scirocco è un vento forte, legato all'elemento fuoco che crea e distrugge. In magia è, quindi, da usare con molta cautela. E' il vento della passione, dell'amore, dell'energia fisica e del coraggio. Il vento del Nord: o Tramontana è il vento freddo della morte, non fisica ma intesa come trasformazione. Elimina le negatività ed è utile negli incantesimi di distruzione. Per liberarci da depressione, egoismo, paure e cattivi sentimenti.


CAPITOLO XX

LE RUNE DELLE STREGHE Più conosciute con la definizione inglese (witches runes), sono un sistema divinatorio basato su otto, dieci o tredici simboli. Solitamente questi simboli sono incisi su pietre o su legno o su altri materiali. Le witches runes sono una pratica divinatoria non molto conosciuta e le sue origini sono oscure. La fama recente e la divulgazione del sistema delle witches runes sono da attribuire alla scrittrice Susan Sheppard che ha pubblicato un libro intitolato "A Witch's Runes: How to Make and Use Your Own Magick Stones", purtroppo non ancora pubblicato in italiano. Le informazioni sulle witches runes sono di difficile reperibilità: qualcuno sostiene che sia stata la stessa Susan Shepard a inventarle dal nulla o, nella migliore delle ipotesi, ad aver modificato e aggiornato in modo eclettico un sistema runico preesistente. Altre informazioni indicano che l’origine delle witches runes è da ricercare in altri sistemi mantici simili sia nei glifi che nei significati: ciò che cambia è il numero delle rune che anziché tredici, possono essere otto o dieci a seconda del sistema. Il numero tredici delle rune delle streghe parrebbe ascrivibile alle tredici lune dell’anno. Ciò è anche collegabile all’antico calendario arboreo che lo scrittore Robert Graves associò all’alfabeto oghamico tramite il calendario di Edward Davies. Teniamo però opportunamente conto che le corrispondenze tra le lettere dell’alfabeto Ogham e gli alberi, sono un’interpretazione di Robert Graves, la quale pur avendo avuto un seguito tra numerosi praticanti di arti divinatorie non trova riscontri negli studi della comunità accademica. SIGNIFICATO SOLE Luce, chiarezza. Questa runa porta chiarimenti, dissipa dubbi, dà delucidazioni su questioni indefinite e controverse. Rappresenta la giustizia perché porta alla luce le iniquità e rende manifesti i sotterfugi. Indica anche potere, chiarezza di idee, e capacità decisionale, facoltà di vedere le situazioni nella loro interezza, capacità di astrazione. E’ anche il simbolo della vitalità, della salute, della forza e della rinascita. Rappresenta il Padre. LUNA Notte, buio con luce lunare: questa runa rappresenta l’inconscio personale (intuito, istinto, sogno) arricchito dalla storia individuale (antenati, parenti defunti, memoria familiare). In


particolare la runa della Luna è legata al femminino, sia del nostro lato femminile, sia riferito alla matrilinearità. Indica anche la protezione data dal nascondimento. Indica inoltre i buoni esiti della ciclicità (ciclo lunare) nel culmine della rinascita. Rappresenta la Madre. VOLO Il mondo astrale, gli altri mondi, l’introspezione, la cerca, l’iniziazione e il viaggio: questa runa, chiamata anche “runa degli uccelli” evoca il nostro doppio eterico, e rappresenta il viaggio fisico, spirituale, astrale, mentale, sciamanico, mnemonico, introspettivo, iniziatico e filosofico. Indica anche il viaggio inteso come notizie, comunicazioni, rapporti a distanza, missive, visite, messaggi, ricerca e presagi. ANELLI Unione, relazioni: questa la runa rappresenta i legami: la condivisione amicale, amorosa, sociale, lavorativa, commerciale e spirituale. Gruppi, associazioni, riunioni, congreghe, famiglie, tribù, rapporti interpersonali. Questa è una runa “sociale” poiché si riferisce anche ai legami nella comunità. A seconda delle altre rune con cui viene estratta, può rappresentare un significato solo personale, oppure invece più esteso quando interessa la famiglia e la comunità di cui si fa parte. ROMANCE Unione emotiva: è la runa dell’amore inteso sia come relazione benefica che conflittuale, sia all’interno della coppia che come coppia inserita in un contesto sociale, quindi nel bene e nel male, a seconda delle altre rune con cui viene estratta. Il simbolo a tre lobi indica movimento relazionale ciclico, sia che come rinnovamento nella coppia che come instabilità. Indica tutte le relazioni basate sia sull'erotismo che sul sentimento: amore, sesso, o amicizia, parentela. DONNA Femmina, mamma, compagna, figlia, sorella, collega, amica, sacerdotessa, principessa, vecchia saggia, strega, fata: questa è la runa del femminino, sia personale che sociale: nella famiglia e nella comunità, nella spiritualità e nel passaggio matrilineare delle Tradizioni dell’Arte. Indica anche rinascita e sopravvivenza, sia spirituale che della prole e del popolo (tribù, villaggio). Indica anche salvaguardia, protezione, vendetta, a seconda delle altre rune con cui viene estratta. UOMO Maschio, compagno, padre, figlio, fratello, amico, collega, sacerdote, vecchio saggio, principe, eroe, folle, viandante: questa runa rappresenta il maschile: come protezione della casa, della famiglia e della comunità; come forza, potenza, virilità; come spirito di corpo, cameratismo. Come memoria, antenati, passaggio di tradizioni, trasmissione di artigianato di sussistenza per la comunità. Indica anche istinti, impulsi, passioni forti, guerra, a seconda delle altre rune con cui viene estratta. RACCOLTO Mietitura, raccolto, vendemmia; abbondanza, profitto, rendita, fortuna, prosperità; il raccolto significa cibo, quindi sopravvivenza: questa è la runa degli obiettivi. Sia degli intenti raggiunti che dei fini raggiungibili, a seconda delle altre rune con cui viene estratta. E’ anche una runa “sociale” perché tutto il popolo unito partecipa al raccolto, quindi indica anche la fertilità e la prosperità del popolo (tribù, villaggio). CROCEVIA Bivio, incrocio, scelte: incertezze, insidie: avvertimento, segno: è la runa del dubbio sulle decisioni da prendere, spiritualmente, socialmente, lavorativamente, emotivamente, ma indica anche incontri e scambi, sia fisici che ideologici o spirituali, che possono generare cambiamenti, a seconda delle altre rune con cui viene estratta. E' la runa della svolta, spesso delle svolte radicali della vita. STELLA Astri, costellazioni; guida, futuro: è la runa della direzione dei nostri obiettivi: come sopra così sotto, questa runa rappresenta le nostre aspirazioni più elevate e astratte (spiritualità, religiosità) ma anche il nostro ruolo sociale di guida che possiamo rappresentare per il nostro


prossimo: quindi responsabilità, senno, giustezza nel guidare gli altri. Indica anche la sicurezza che riponiamo nello scegliere il nostro percorso spirituale. ONDE Maree, flussi, movimento: questa è la runa dell’instabilità, della visione distorta delle cose e dell’insicurezza ma anche della variabilità intesa come versatilità, nel bene o nel male a seconda delle altre rune con cui viene estratta. Indica cambiamenti, mutamenti in divenire, anche i cambiamenti profondi, inconsci, e i cambiamenti sociali del mondo che ci circonda. Indica anche flessibilità e dinamicità. Il suo significato si basa anche sul principio che "tutto è collegato". FALCE Taglio, mietitura: in araldica indica il lavoro agricolo proficuo ma anche il castigo. E’ un attributo del Dio Saturno, dei druidi e della Dea Maat. E’ intesa sia come attrezzo agricolo (positivo) che come arma (negativa). Rappresenta anche la luna: indica i buoni esiti della ciclicità (ciclo lunare) nel rinnovamento stagionale (mietitura). Indica anche interruzione, cancellazione, fine, limite. L’interpretazione dipende dalle altre rune con cui viene estratta. OCCHIO Visione: veggenza, premonizione, chiaroveggenza, prospettive, lungimiranza, abilità psichiche, introspezione, intuizione, inventiva, onniscienza, comando, superiorità, collegamento con il Divino. Il simbolo dell’occhio è millenario, dall’antico Egitto all’araldica, alla massoneria e all’esoterismo. Questo simbolo è conosciuto anche come "terzo occhio". In alcune forme di divinazione delle rune delle streghe, è la runa di riferimento in base alla quale le altre rune assumono significati diversi a seconda se siano lontane o vicine a questa runa.

CAPITOLO XXI

SILOMANZIA E’ una mantica molto semplice quanto interessante. Si pone una domanda, si pensa a tre risposte possibili, che andranno scritte su altrettanti bigliettini. Per domande semplici, in cui le risposte possono essere solo “si” o “no”, usate sempre tre biglietti, ma l’ultimo lasciatelo vuoto. Adesso arrotolateli su loro stessi. Scegliere tre pezzetti di carta tutti uguali, in modo da non riuscire a distinguerli una volta chiusi. Mettete sul fuoco un pentolino colmo d’acqua. Quando sarà sul punto di bollire, poggiatevi sopra un colino con i tre biglietti, fate in modo che non si bagnino.Il primo che si aprirà, sarà il responso alla domanda. Il foglietto bianco, corrisponde ad una risposta che non può essere data, o che non è ancora il momento di sapere.


CAPITOLO XXII

LA CARTOMANZIA La parola cartomanzia, etimologicamente, è composta da due termini: carta e manteìa. Quest'ultima parola significa divinazione. Quindi, cartomanzia vuol dire divinare, l'indovinare, il predire il futuro attraverso la lettura delle carte. I Tarocchi si manifestano sotto forma di carte. La cartomanzia è, dunque, una pratica divinatoria. E “divinare” significa ottenere informazioni da una fonte o da un’energia sopranaturale. E' l'arte che consente ad alcuni, e non a tutti, di leggere ed interpretare il passato, il presente, il futuro, attraverso un mazzo di carte divinatorie. ASSO DI SPAE dritta: Carta estremamente negativa. Ostacoli, contrarietà, litigi, dolore e chiacchiere negative. rovesciata: Stesso significato di quando dritta ma è qualcosa di passeggero. Violenze, rabbia e tanto rancore.

DUE DI SPADE dritta e rovesciata: Questa carta indica separazioni, litigi e opposizione.

TRE DI SPADE dritta: Invidie, falsità, tradimento e litigi. rovesciata: Falsità, truffa, imbroglio e associata ad altre carte indicative rappresenta anche la galera e l’arresto.

QUATTRO DI SPADE


dritta e rovesciata: Incidente, gravità di situazioni

CINQUE DI SPADE dritta e rovesciata: Blocco in tutti i settori, galera, ostacoli. Nemici nascosti e pronti a farsi avanti.

SEI DI SPADE dritta e rovesciata: Liti, scontri, false amicizie che si trasformano in veri e propri nemici, opposizioni.

SETTE DI SPADE dritta e rovesciata: E’ la carta che indica i figli: rapporti difficili con i figli, figli ribelli e ingestibili. Un legame tra genitori e figli che può portare ad un allontamento.

DONNA DI SPADE dritta: Donna cattiva, perfida, litigiosa, egoista. Concentrata sui suoi obiettivi.Nei rapporti famigliari spesso indica la suocera o la nuora con cui si hanno pessimi legami.Questa figura rappresenta anche una donna in divisa: avvocato, dottoressa, ecc… rovesciata: Sempre donna cattiva ma la sua confusione porta a sparlare e a non meditare sulle proprie azioni creando così casini e difficoltà e discordie. CAVALLO DI SPADE dritta: Uomo falso, incerto.È un uomo in divisa: carabiniere, poliziotto, medico..Nella famiglia può rappresentare il suocero o uomo litigioso. rovesciata: Uomo confuso e instabile, cattivo.

RE DI SPADE dritta:Uomo severo, autoritario, di legge. Uomo che ritiene che sia necessario punire e agire con decisione. rovesciata: Uomo con un giudizio appannato, falso e portatore di inganni rovesciata: Persona che può ostacolarci.


ASSO DI DENARI dritta: Questa carta indica felicità, appagamento e annulla tutti le carte negative circostanti. Preannuncio l’arrivo di telefonate e messaggi. Può preannunciare anche l’evoluzione positiva e concreta di un rapporto amoroso. Ha un significato negativo solo associata all’asso di spade perché indica sperpero. rovesciata: Generalmente mantiene sempre il significato positivo ma con ritardi. Solo quando affiancata a carte negative rappresenta infelicità, dolori, afflizione e amore non corrisposto e finito. “Con due e tre di spade indica divorzio effettivo o separazione.” DUE DI DENARI dritta: Indica una società o un’alleanza lavorativa con concretezza. Se il consultante è in movimento può anche indicare un incontro che desidera e piacevole. Se con carte negative indica preoccupazioni e in alcuni casi anche debiti e problemi legali. rovesciata: Arrivo di qualcosa di scritto.Con carte negative questo qualcosa di scritto indica sicuramente qualche notizia negativa: problemi legali, sfratti, debiti oppure coppia che è prossima a una rottura. TRE DI DENARI dritta: E’ la risposta positiva per qualsiasi cosa il consultante chieda. Soprattutto dal punto di vista economico dà molte gratificazioni.Anche per le coppie indica una riuscita e un miglioramento economico che permettono la realizzazioni di progetti. rovesciata: Indica problemi economici, difficoltà, spese impreviste.Progetti lavorativi non riusciti e abbandono di progetti o studi per mancanza di possibilità economica ma anche per impegno non sufficiente proporzionale a ciò di cui si ha necessità. QUATTRO DI DENARI dritta: Questa carta simboleggia il letto e la forte attrazione.È una carta molto materiale che rappresenta anche uscite ed entrate improvvise di denaro e un forte disordine.Indica anche l’essere molto attaccati a ciò che è materiale e legato ai soldi. rovesciata: Indica blocchi, difficoltà, mancanza di attrazione o difficoltà a livello sessuale. Nella coppia indica crisi profonda e blocco e mancanza di dialogo e affinità. Nel lavoro indica progetti non riusciti, esclusione, blocco di accordi e di riuscite economiche e di progetti. CINQUE DI DENARI dritta: Indica una fortissima attrazione fisica associata a sentimento.Può indicare un annuncio o un messaggio positivo da parte della persona amata.Con carte negative indica disordine affettivo e interiore. rovesciata: Indica caos, difficoltà, litigi, contrasti.Legame basato su un’intensa passione ma


momentanea e passeggera. Disastri e casini famigliari.Nel lavoro indica difficoltà, litigi, incomprensioni, ostacoli, rivali, avidità, crolli. SEI DI DENARI dritta e rovesciata: E’ una carta di tempo immediato e indica situazioni in trasformazioni e in evoluzioni talvolta con qualche difficoltà talvolta invece con successi molto modesti. E’ una carta che invita a non agire a rimandare decisioni. Rimandare decisioni solo per quel momento e ponderare e agire bene nel futuro.Non prendere decisioni al momento perché accanto a carte negative può indicare un fallimento. SETTE DI DENARI dritta: Questa carta indica fortuna e ottima crescita lavorativa. In amore rappresenta un matrimonio con una persona benestante. Indica superamento di tutte le difficoltà che si presentano. rovesciata: E’ una carta che indica falsità e inganni e bugie. Indica truffa e raggiro.

DONNA di DENARI dritta:Donna chiara, benestante, allegra e talvolta dispettosa. È una donna che aiuta anche attraverso il denaro.È una donna che in alcuni momenti ha bisogno di riflettere, e di tranquillità per meditare.Può indicare la consultante se accanto ci sono carte negative. rovesciata: indica solitudine, infedeltà.Una donna con difficoltà economiche e finanziarie. Egoismo, capricci. È la consultante stessa.

CAVALLO DI DENARI dritta: Uomo chiaro, sposo, fidanzato, lavoratore con sicurezza economica.Uomo che si sposta per affari , che ha conoscenze di commercio ed economica. rovesciata: Preannuncia una situazione economica che va a finire.Se è il consultante è pieno di debiti ed irresponsabilità. Se è qualcuno accanto il consultante indica una persona che è pericolosa e che danneggia.

RE DI DENARI dritta: Uomo grande sopra i 40 anni e chiaro, ricco, e benestante. Può indicare datore di lavoro o capo di qualcosa. Qualcuno che ha adeguate conoscenze ed è espero. È un patner affidabile. Se accompagnato dal seme di spade indica infedeltà e interesse a fare soldi senza verificare le esigenze del prossimo.


rovesciata: Avaro, venale, inaffidabile, infedele.Ipocrita, bugiarda, e cattivo, ambiguo e poco chiaro, agisce di nascosto.

ASSO DI COPPE dritta; Rappresenta la casa, o il luogo di lavoro, qualcosa di proprietà, un edificio. È l’armonia familiare e può indicare anche convivi all’interno della casa. Preannuncia fidanzamento, matrimonio, convivenza e un amore corrisposto. Nel lavoro indica un lieto evento e buone notizie in arrivo per il consultante. rovesciata: Mancanza di equilibrio familiare, litigi, difficoltà e situazioni difficili legate alla casa. Incomprensioni che possono sfociare in discussioni e litigi. Nel lavoro insicurezza, investimenti falliti e anche la possibilità di scioglimenti contrattuali e societari. DUE DI COPPE dritta: La coppia che si ama, sentimento corrisposto e condiviso. Armonia e progetti di coppia. Se si tratta di un’amicizia sicuramente si trasformerà in un legame sentimentale basato sui sentimenti e l’attrazione.Può preannunciare anche matrimonio o fidanzamento ufficiale.In base alle carte che si hanno accanto indica anche un nuovo incontro se il consultante non è felice oppure un chiarimento dopo una separazione.Nel lavoro indica collaborazioni e superamento delle difficoltà. rovesciata: Un rapporto fisico non basato su sentimenti, falsità, incomprensioni, solo pura attrazione.Può indicare anche un nuovo incontro ma superficiale senza futuro.Sia per coppie stabili sia per nuove conoscenze rappresenta rapporti destinati a concludersi e giungere al termine.Nel lavoro indica infelicità, malumori e poca concretezza e pochi risultati. TRE DI COPPE dritta: E’ la realizzazione dell’amore di una coppia: figli, progetti che nascono e arrivano portando gioia.La felicità e la riuscita in famiglia.Prove superate e progetti raggiunti al trionfo.Nel lavoro indica guadagni e incontri importanti. rovesciata: Preannuncia in amore qualcosa di perso e difficoltà a far crescere e allargare la famiglia. Coppia in crisi e sentimenti stanchi.Esami non superati e progetti non riusciti. Nel lavoro indica anche perdita di denaro oppure troppo impegno e fatica per scarsi risultati. QUATTRO DI COPPE dritta: In amore indica un rapporto di lunga durata consolidato. Rapporti in cui possono esserci si difficoltà ma essi arrivano sempre a chiarimenti e confronti. Se il consultante è single può indicare una nuova conoscenza molto importante.Nel lavoro indica sicurezza e riunioni.Questa carta tuttavia viene molto influenzata da quelle circostanti. Se le carte a fianco sono negative può indicare preoccupazioni, problemi di coppia e familiari e mancanza di nuovi amori.Ritardi, annullamenti e sentimenti di rancore. rovesciata: Chiusura interiore ed emotiva sia nella vita sociale sia nei legami sentimentali.


Con accanto carte negative il significato si amplifica e indica un periodo difficile. Con accanto carte positive indica invece l’analisi e la consapevolezza dell’esiste di un problema che una volta analizzato e affrontato porta a una ripresa. Dopo un periodo di fermo si ha il riavvio. CINQUE DI COPPE dritta; Arrivo di novità che possono essere sia positive sia negative. C’è la necessità di ponderare e valutare bene.Difficoltà nella coppia e nell’amore che verranno superate dopo un periodo di valutazione e prove. Questa carta indica anche eredità. Nel lavoro indica raggiungimento di obiettivi ma dopo un duro lavoro e dopo tante fatiche. rovesciata: Indica ritorno dal passato che può essere sia amoroso sia famigliare sia amichevole.Se le carte accanto sono positive dà il rinascere di un amore o un’amicizia passata e il ricostruire nuove basi ricucendo i problemi del passato.Se le carte accanto sono negativo il ritorno è sempre problematico e dopo questo riavvicinamento c’è destinato un allontanamento definitivo.Nel lavoro questa carta indica ritardo. SEI DI COPPE dritta: Questa carta indica il passato. Indica gli errori del passato e le conseguenze sul presente. rovesciata: Qualcosa che deve accadere nel prossimo futuro. Qualcosa in cui proiettarsi con fiducia.

SETTE DI COPPE dritta: E’ la carta della gioia, delle alleanze e degli eventi positivi. Tutte le difficoltà vengono superate facilmente grazie all’amore, ai sentimenti e alla fiducia. rovesciata: E’ la carta dell’illusione, della mancanza dei sentimenti, delle false promesse. Situazioni sfavorevoli e mancanza di raggiungimento degli obiettivi.

DONNA DI COPPE dritta: E’ la donna innamorata, l’amica sincera, la donna dai veri e forti sentimenti. Dolce, collaborativa e fedele. Può essere madre e moglie o fidanzata ma può anche essere l’amante innamorata e fedele.Nel lavoro indica buone collaborazioni e l’avanzamento di carriera grazie a un collaboratore positivo.La donna è giovane e bruna e potrebbe essere amante dell’arte. rovesciata: Donna sentimentale ma che non sa commisurare i suoi sentimenti che possono arrivare all’esagerazione. L’amore si trasforma in possessione, gelosia. Se accanto ci sono carte negative, la donna è perfida, vendicativa e falsa. Indica anche la rivale in amore che talvolta è più affascinante e seducente. È la donna che è motivo di litigio.


CAVALLO DI COPPE dritta: Giovane sui 20/30 anni sincero, tenero, leale, galante, e innamorato. Questa carta indica anche notizie in arrivo piacevoli che creano una sorpresa. rovesciata: Persona ambigua, venale e falso. Attraverso la fisicità e la cordialità riesce a ingannare, alla continua costante di denaro. Amante delle relazioni extra. Il suo agire negativamente può essere giustificato anche dalle carte negative che appaiono accanto. RE DI COPPE dritta: E’ l’uomo innamorato, il marito, il fidanzato fedele.È l’uomo di famiglia, progetti reali e concreti all’interno della casa. rovesciata: Questa carta indica una persone debole psicologicamente e piena di rancori, inganni e pronto a contestazioni, litigi e contestazioni. Indica infedeltà e bugie e disonestà.

ASSO DI BASTONI dritta: E’ la carta che rappresenta la fertilità e il sesso maschile. È l’esito positivo a qualsiasi quesito. Indica un periodo in crescita, di ricchezza per qualsiasi persona.Può indicare la forza, il comando. rovesciata: E’ l’insuccesso, la caduta, la non riuscita.Situazione pesante e difficoltosa da affrontare. Risposte che non arrivano e continui ritardi e negazioni.

DUE BASTONI dritta:Dubbi, criticità ma che possono portare a un buon esito se si pondera bene o se si ha un confronto con persone forti.Per una coppia può indicare il dubbio ma anche la fortuna se le carte circostanti sono positive. rovesciata: Un evento improvviso e una sorpresa.Una nuova conoscenza che può indicare menzogna e bugie.

TRE DI BASTONI dritta: Un amore sincero e vero, corrisposto, complicità. Nel lavoro indica qualcosa di redditizio e tendente al successo. rovesciata: Carta estremamente negativa che indica la fine di un rapporto amoroso per mancanza di sentimento oppure un’amicizia e una collaborazione interrotta. Forti litigi e, denunce, truffe, danni a cui non si possono trovare rimedi.


QUATTRO DI BASTONI dritta e rovesciata: Con carte positive indica felicità e buona realizzazione, acquisti materiali e entrate di denaro o aiuto finanziari.Con carte negative indica un periodo difficile, uscite impreviste e investimenti sbagliati, amori rischiosi. In questo caso la situazione può essere anche solo momentanea e quindi le carte consigliano di ponderare bene e rimandare le decisioni.

CINQUE DI BASTONI dritta: Entrata improvvisa, riuscita nel lavoro e in amore indica l’accantonare vecchie problematiche e dare un nuovo inizio.Può indicare anche la fine di situazioni negative. rovesciata: Discordie, orgoglio, conflittualità, legami di coppia basati sull’insofferenza e pochi sentimeti.Rimprovero o richiamo dal punto di vista lavorativo.

SEI DI BASTONI dritta o rovesciata: Indica principalmente l’ambiente famigliare.Può indicare casa in lavorazione o ristrutturazioneCon carte positive indica l’armonia e la complicità in famiglia.Con carte negative indica segreti in ambito famigliare, dubbi, incostanza e illusioni. Può indicare anche difficoltà lavorative e diverbi e incomprensioni tra legami amichevoli.

SETTE DI BASTONI dritta: Fine di una lite. Gli ostacoli sono superati e possono nascere chiarimenti amorosi, incontri e la nascita di un dialogo costruttivo.Nel lavoro indica nuove opportunità e colloqui. rovesciata: Discorsi inutili e poco costruttivi, tante parole e tante chiacchiere.Incapacità di esprimere i propri sentimenti.Opportunità di lavoro perse e colloqui falliti.

DONNA DI BASTONI dritta:Donna buona sopra i 40 anni.Saggia, consigliera e intelligente ed espansiva ma che sa mantenere i segreti.Nei rapporti famigliari indica una suocera amata e buona. rovesciata: Con carte negative è una donna debole che non riesce a dare consigli corretti. È senza scrupoli e tende al tradimento sia di amici sia di parenti. È infedele e gelosa e vendicativa.


CAVALLO DI BASTONI dritta: Uomo tra i 20/35 anni saggio e in movimento.Può essere un nuovo amore ma se le carte accanto indicano divisione può anche indicare un uomo che all’improvviso che decide di allontanarsi.Evoluzione positive e opportunità lavorative nuove. rovesciata: Separazione o divorzio non facili e che creano numerose litigi, dissidi e problemi che non sembrano trovare un’immediata soluzione. Sul lavoro è una carta molto negativa in quanto indica blocco e un eventuale licenziamento. RE DI BASTONI dritta: E’ un uomo di un’età maggiore ai 30 anni. Onesto e disponibile, padre di famiglia e buon marito e famigliare. Indica un successo, eventi lieti e inattesi.Sicurezza e autorevolezza rovesciata: Uomo estremamente pericoloso. Infedele e subdolo.Uomo che a soffrire e determinato nei suoi obiettivi senza alcuna morale. Violento e irresponsabile. IL BAGATTO dritta: Il Bagatto o Mago è la prima carta dei tarocchi e pertanto riveste una particolare importanza nel significato complessivo della lettura. Indica rapido cambiamento di fortuna da perseguire grazie ad un'alta dose di coraggio e abilità. Si tratta di un'opportunità da cogliere al volo spinti dall'intuito e del genio creativo rovesciata: La stessa carta rovesciata indica scarsa predisposizione a raggiungere i fini prefissati per mancanza di perseveranza o scarsa volontà e inerzia. Le cause possono derivare anche da fattori esterni che ostacolano la realizzazione dei progetti in questione LA PAPESSA dritta: La Papessa simboleggia la sapienza e la capacità di discernimento. Se il consultante è una donna rappresenta un invito alla concentrazione e alla valutazione razionale della realtà. Essa può anche indicare una figura esterna femminile particolarmente retta e altera ma non per questo negativa nella sfera di azione del consultante

rovesciata: Nel caso in cui il consultante sia una donna, essa indica presunzione e impazienza. L'individuo è incapace di comprendere la realtà che lo circonda ed è soggetto a fantasticherie. La razionalità si trasforma in superficialità e la voglia di conoscenza in rifiuto della verità. L’IMPERATRICE dritta: Simboleggia certamente una donna di successo sia nel settore affettivo che in quello lavorativo. Come per l'imperatore, si riferisce ad una persona particolarmente intelligente e abile nel portare avanti i suoi obiettivi. Se il consultante è un uomo la carta rappresenta la sua partner.

rovesciata: Quest'arcano rovesciato indica un successo incompleto e obiettivi portati solo parzialmente al termine. Se il consultante è un uomo indica invece, un sentimento amoroso che si


affievolisce per sua responsabilità o per motivi legati a fattori estrerni come la distanza fisica dall'amato L’IMPERATORE dritta: E' indubbiamente una carta positiva che indica successo e realizzazione in ogni settore della vita. Rappresenta la fecondità e il potere dato dalla capacità e dall'energia di cui è dotato il consultante e grazie al quale riuscirà a raggiungere i suoi scopi sia in ambito economico che affettivo

rovesciata: Anche rovesciata questo arcano non è affatto negativo. Indica infatti una realizzazione solo parziale dei propri obiettivi lavorativi o affettivi. Se la consultante è una donna può riferirsi ad una minore spinta affettiva che mostra il partner motivata da un calo dei sentimenti della stessa o da distanza fisica o psicologica. IL PAPA dritta: E' una figura legata alle tradizioni, spiritualmente autorevole, protettivo e dotato di buon senso. Dunque se il consultante è un uomo, essa lo descrive come troppo severo e distaccato da circostanze dalle quali dovrebbe farsi coinvolgere di più. Se trattasi di una donna la carta si riferisce ad un partner troppo preso da altri impegni e poco interessato alla storia d'amore rovesciata: La carta può indicare un soggetto privo di autocritica e incapace di assumersi le proprie responsabilità. Autoritarismo e arroganza ne fanno un individuo che tende ad essere scorretto e falso. L'arcano può riferirsi ad un nemico meschino o a circostanze che determinato inganno e sopraffazione. L’INNAMORATO dritta: Il consultante si trova di fronte a un bivio e deve fare una scelta che determinerà il suo futuro. Se l'arcano è circondato da carte positive, la sua decisione sarà libera da pressioni esterne e risulterà vincente. Se, al contrario il contesto delle altre carte risultasse negativo, la scelta in questione dovrà essere presa con molta prudenza e discernimento rovesciata: Quando la carta si presenta capovolta indica stato di incertezza e indecisione. La scelta diventa difficile da prendere per mancanza di chiarezza ed equilibrio emotivo. Spesso può indicare decisioni condizionate da fattori esterni per eccesso di apatia e convinzioni errate IL CARRO dritta: La carta indica successo, fortuna e realizzazione dei propri obiettivi. Sul piano professionale rappresenta buone opportunità di lavoro, avanzamenti di carriera o conseguimento di titoli accademici. Sul piano affettivo indica riconciliazione, se si vive un momento di pausa col partner o periodo propizio per fare progetti di convivenza o matrimonio


rovesciata: Se affiancata da arcani negativi, può indicare il mancato superamento di ostacoli nonostante gli sforzi impiegati. Può esprimere carenza di spirito di iniziativa e passività. Sul piano affettivo indica rapporto conflittuale e insoddisfazione mentre su quello professionale indica invidie e contrasti nell'ambiente di lavoro. LA GIUSTIZIA dritta: La Giustizia indica integrità morale e onestà. Gli esiti di qualunque iniziativa saranno positivi per chi ha seminato in modo fruttuoso e negativi per chi ha cagionato solo ingiustizie. Nel settore professionale si riferisce a riuscita di progetti grazie a fermezza e a metodo. A livello affettivo significa legalizzazione di un rapporto mediante un matrimonio o l'avvento di un figlio. rovesciata: Anche in tal caso la legge resta la simbologia al centro di questa carta solo che i suoi risvolti risulteranno più sfavorevoli. Indica infatti cause perse, ingiustizie commesse ai danni altrui o condanne inique. Se il consultante richiede un responso relativo al lavoro, la carta indica un contratto saltato o un progetto rimandato; se invece il consulto è relativo all'amore può indicare prossima separazione L’EREMITA dritta: L'immagine diritta dell'Eremita è decisamente positiva perché rappresenta saggezza, equilibrio e capacità di introspezione. In genere indica un'evoluzione di segno positivo anche se lenta o caratterizzata da ritardi ma basata su meditazione e riscoperta interiore.

rovesciata: Al contrario l'arcano indica ritardi nel prosieguo delle proprie attività non da imputare alla lentezza ma alla pigrizia e alla carenza di volontà. Può anche indicare un consultante poco coraggioso, che tende a isolarsi per diffidenza chiudendosi in se stesso. LA FORTUNA dritta: La carta indica buone occasioni offerte dalla buona sorte. L'importante è saper cogliere queste opportunità che il destino ci mette sul nostro percorso. Quando compare per prima, la ruota riesce ad annullare tutti i presagi negativi proposti dagli altri arcani che l'affiancano. All'orizzonte si profilano eventi favorevoli, sorprese e novità positive rovesciata: La ruota così posizionata si riferisce a ostacoli inaspettati che possono mettere in pericolo quanto realizzato. Il consultante farebbe bene a non ritenere concluso definitivamente ciò che ha costruito poiché possono presentarsi interferenze all'orizzonte. Possono dunque manifestarsi perdite economiche o dispendio inutile di energie LA FORZA dritta: Rappresenta la volontà e la laboriosità. Il consultante mostra costanza e determinazione nel portare avanti un progetto che riuscirà a realizzare con successo ottenendo lauti guadagni e


soddisfazione. La forza si manifesta anche a livello affettivo presentandosi come slancio e capacità di comprensione particolarmente spiccata verso l'altro.

rovesciata: La Forza capovolta indica disgrazie imminenti. Questo per debolezza e insicurezza o per aver affrettato i tempi nel perseguimento di un obiettivo. Può anche indicare eccesso di invadenza o intransigenza e prevaricazione sul partner L’APPESO dritta: L'Arcano non preannuncia eventi favorevoli. Lo stato d'animo del consultante sarà contrassegnato da ansia, senso di sconforto dovuto ad una rinuncia o ad un abbandono inevitabili. Ciò può determinare apatia, chiusura in sé e, nei casi più gravi, depressione o comportamenti autolesionistici. rovesciata: La carta invita alla riflessione a all'attesa. Per il consultante non è il momento di agire ma di essere prudente e guardingo. L'arcano invita ad una maggiore elasticità ed apertura mentale nell'attesa di un cambiamento decisivo. Affrontando la situazione con discernimento l'individuo vivrà il cambiamento con serenità certo che il sacrificio sostenuto genererà in futuro dei frutti.

LA MORTE

dritta: Trasformazioni radicali si prospettano per il consultante. Grazie al rinnovamento e all'evoluzione personale, egli si sentirà rigenerato e in grado di partorire nuovi e brillanti idee per un nuovo inizio. Sul piano professionale può significare cambio di lavoro o impieghi legati all'occulto: psicologi, maghi ecc. A livello affettivo la carta si riferisce ad un rapporto che è al capolinea o che vive un momento di crisi temporanea. rovesciata: La carta prevede un momento difficile caratterizzato da pessimismo, vulnerabilità e carenza di energia per affrontare gli ostacoli. Può significare insuccesso professionale, licenziamento o rottura definitiva di un'amicizia o di un matrimonio LA TEMPERANZA dritta: E' indice di progresso esistenziale e di buon augurio. Il cambiamento in positivo che annuncia avverrà con dolcezza e gradualità per cui se si riferisce all'amore esso sarà appagante e stabile. In riferimento alla sfera lavorativa, esso preannunzia imprese favorevoli e ottimi sbocchi professionali.


rovesciata: Il consultante appare confuso, dispersivo e instabile. Gli obiettivi realizzati avranno vita breve qualora l'individuo non impari ad essere paziente e a moderare i propri eccessi. Progetti in fase di stallo e amori tesi e caratterizzati da incompatibilità di coppia. IL DIAVOLO dritta: La carta preannuncia disgrazie e pericoli imminenti. I "sintomi" possono manifestarsi in due modi: carenza di forza fisica e mentale, pigrizia e svogliatezza; eccesso di energie il cui manifestarsi può essere così sconvolgente da rivelarsi distruttivo

rovesciata: Questo arcano, nonostante si dica il contrario, non ha sempre un valore negativo e, almeno se capovolto, attenua tantissimo i suoi effetti poco entusiasmanti. Indica forza morale e fisica e capacità di valutare lucidamente la situazione. Mutamenti inaspettati da cogliere al volo come aumenti di stipendio, idoneità a fare carriera o relazioni estremamente passionali.

LA TORRE dritta: Rappresentato dalla Torre di Babele, l'arcano è un avvertimento e segnala prossimo pericolo. Divorzio, vedovanza o distruttività fine a se stessa sono i rischi che incombono. Per evitare il disfacimento, il consultante dovrà correre ai ripari e non sfidare la sorte. Accanto a denari può significare eredità; accanto a spade, naufragio di un progetto

rovesciata: Il consultante vede problemi dove non ci sono. Timori ingiustificati frutto dell'immaginazione e dell'eccesso di preoccupazione. Eventi inaspettati possono portare scompiglio ma se gestiti senza troppa presunzione e pretese eccessive, possono diventare il preludio di un nuovo inizio. LE STELLE dritta: E' simbolo di immortalità e influenza morale dell'idea sulla forma. Ciò preannuncia superamento degli ostacoli e buoni auspici per il futuro. Ogni settore della vita è caratterizzato da armonia e serenità e ciò influisce positivamente sul temperamento del consultante che appare cordiale e aperto ad ogni tipo di coinvolgimento emotivo.

rovesciata: La carta rovesciata indica cattiva sorte e situazioni sfavorevoli su tutti i fronti. La superficialità e l'imprudenza possono cagionare delusioni e difficoltà di adattamento. Sul piano affettivo si registra mancanza di coinvolgimento nella coppia. Su quello professionale si è di


fronte ad un lavoro insoddisfacente e frustrante. LA LUNA dritta: Rappresenta l'oscurità e l'inespresso. Essa indica il mondo psichico e in particolare l'inconscio per cui simboleggia la riflessività, la memoria ma anche il sogno e l'immaginazione. In genere si riferisce all'ambito familiare e rivela l'esigenza di affetti sinceri e profondi

rovesciata: Capovolta la carta assume dei connotati più preoccupanti. Rivela tranelli, convinzioni ingannevoli che generano inquietudine e depressione. Sul piano affettivo indica tradimenti, menzogne e litigi. Sul piano lavorativo invece, il consultante è soggetto probabilmente a comportamenti sleali e insidie che minano la sua crescita professionale IL SOLE dritta: E', insieme al Mondo, l'Arcano più ben augurante di tutto il mazzo poiché rappresenta il superamento di ogni ostacolo e il conseguimento del successo in tutti i settori dell'esistenza. Simbolo di luce e creatività, esso rappresenta solidità ed energia radiante. Se il consultante è una donna nubile la carta preannuncia nozze imminenti mentre se sposata, essa può significare l'arrivo di un bambino.

rovesciata: E' indice di personalità vanesia, superba ed estremamente presuntuosa. Discordie e mancanza di chiarezza generano contrasti e inimicizie che possono sfociare in gravi risse. Rovesciata è anche sintomo di carenza di spirito creativo e aridità di sentimenti

IL GIUDIZIO dritta: E' la carta delle rivelazioni e delle notizie inattese. Diritta indica sorprese dai risvolti favorevoli e trionfi nelle varie sfere del quotidiano. Svolte determinanti in ambito affettivo, rinascita successiva ad una crisi e riappacificazioni in atto. Ma anche segreti svelati o eventi desiderati che finalmente si realizzano

rovesciata: Capovolta la carta indica false credenze, idolatria e superstizione. Il consultante trova difficoltà nell'adattarsi ad una nuova realtà che preferisce rifiutare. Tendenza a rinviare le decisioni e a chiudersi in uno stato di inattività. Delusioni e cambiamenti negativi in arrivo.

IL MONDO dritta: Insieme al Sole è l'arcano più favorevole di tutti. Essa rappresenta la carta della realizzazione totale e completa sia nell'ambito economico che in quello affettivo. La pienezza


assoluta non è però immediata ma lenta e graduale. Laute vincite o guadagni, coronamento di un sogno d'amore attraverso un fidanzamento o un matrimonio attendono il consultante.

rovesciata: La realizzazione non si presenta completa e piena. Il successo è limitato dai timori del consultante che non riesce ad adeguarsi a determinati cambiamenti e innovazioni in atto. Pericoli esterni possono frenare l'ascesa auspicata e possono manifestarsi ostilità sia in ambito affettivo che professionale.

IL MATTO dritta: Il consultante agisce libero da schemi precostituiti e razionalità assumendo un atteggiamento esuberante e istintivo. Si troverà di fronte a eventi imprevisti e slanci inaspettati ai quali reagirà spinto dall'impulso del momento. Il Matto indica la rottura con il passato e la messa in atto di scelte libere e incondizionate. Può anche rappresentare l'attesa di un qualcosa che può essere una telefonata, una lettera o la visita di una persona.

rovesciata: Capovolta la carta tende a estremizzare le sue caratteristiche. Il consultante sarà particolarmente avventato optando per scelte prese senza il minimo barlume di riflessione. Si accentuano in lui l'arroganza, l'aggressività e la superbia.

CAPITOLO XXIII LE RUNE Le rune risalgono al popolo Celtico, erano usate dai loro sacerdoti chiamati Druidi come metodo di divinazione. Nell'Europa occidentale e soprattutto settentrionale, durante il medioevo, le rune furono protagoniste di rituali magici. I simboli dele rune parlavano della vita di tutti i giorni. Venivano incise su tavolette di legno e maghi e streghe buttavano le tavolette per poi leggerne gli auspici. Le Rune si conservano in un sacchetto di cotone di colore nero o rosso. Le Rune sono dei potenti simboli di energia, ed oltre che per la divinazione è possibile usarle anche


come efficaci amuleti, disegnando il simbolo che ci interessa su un piccolo pezzo di legno, con un colore attinente al significato che vogliamo realizzare. Va costruito in una fase lunare ed in un giorno della settimana adeguati. COME SI USANO La relazione tra numeri e Rune è molto stretta. Si possono lanciare un numero di Rune corrispondente al numero delle lettere del proprio nome. Chi si chiama Nicola, per esempio, getterà 6 Rune scelte a caso. Estraete una sola Runa al mattino, per avere una idea sulla giornata - cosa accadra' oggi ? Estraete tre Rune per rispondere alla domanda : si o no ? tutte e tre positive : si tutte e tre rovesciate : no due positive : si e la terza runa, quella negativa, indica dove e' la difficolta'. Estraete tre rune la prima : il problema cosi' come e'. La seconda : cosa fare. La terza : cosa accadra' Estraete cinque rune La prima : il passato, cosa ha causato la situazione attuale la seconda : il presente, il problema che esiste al momento la quarta : l'aiuto che vi potete aspettare di ricevere (da altri, da se' stessi, da forze cosmiche) la quinta : quale aspetto del problema deve essere accettato e non si puo' modificare la terza : il risultato finale Entro tre mesi accadrà quanto rivelato dalle Rune. Estraete sette rune Si riferiscono ad avvenimenti tre mesi nel passato e tre mesi nel futuro Si presta a domande piu' complesse che necessitano di maggiori informazioni. Prima e seconda : il problema terza e quarta : fattori del passato che ne sono la causa quinta e sesta : l'avviso delle Rune settima : il risultato. SIGNIFICATO DELLE RUNE FEHU Eevoluzione. Rappresenta l'inizio del ciclo della creazione. Successo, Lavoro che da i suoi frutti. A rovescio con rune positive indicano ostacoli e ritardi. Mentre con rune negative preannunciano


perdita materiale, problemi nel mantenere l'attuale livello finanziario. Se le rune vicine sono negative avvertono che è meglio non coinvolgersi troppo in una situazione amorosa che porterà solo dispiaceri. UR Promozione, destino, fato. Rappresenta il toro nella sua potenza e rabbia guerriera, gli istinti primordiali. Salute buona o ripresa veloce da una malattia. Miglioramenti e cambiamenti sul lavoro e nelle finanze, promozione o nuova carriera. Con rune positive è successo sicuro. Rovescio : mancanza di forza di volonta', una buona opportunita' sfugge, tendenza a farsi guidare da altri. Poca salute o sta arrivando una malattia. Per un uomo in arrivo problemi sessuali. Se ci sono rune positive, sta arrivando un cambiamento positivo mentre, con rune negative, il cambiamento sara' sgradevole.. THURISAZ Spina, protezione, incantesimo, magia, ammaliamento. Proteggetevi, non soltanto dai nemici, ma anche dalla tentazione di un’eccessiva ambizione. Thurisaz ci avvisa che faremo una scelta sbagliata, specialmente nelle relazioni, siano esse d’amore o finanziarie. Anche colpo di fortuna inaspettato. ANSUZ La bocca, comunicazione. Governata da mercurio Ansuz è la runa della comunicazione, specie fra insegnanti e allievi. Ansuz avverte che ci si può aspettare l’arrivo di un visitatore. A rovescio : Vi verra' detta una menzogna. Problemi negli studi, un esame che non va bene. RAIDO Ruota , viaggio, movimento. Rappresenta un viaggio, ma anche inviare e ricevere messaggi.Raido è una runa che indica azione immediata può indicare l'ordine dopo il caos ma anche sacrificio. A rovescio : viaggio spiacevole o arrivo di una persona non gradita. Prudenza. KENAZ Fiaccola, guarigione cosa celata. Runa positiva, aiuta la "guarigione"in tutti i suoi aspetti: dalle difficoltà negli affari ai problemi di salute. Riposo, purificazione, trasmutazione.A rovescio : perdite, fine di un amore o scioglimento di società. GEBO Dono,generosità, formula magica. Incontro, auspicio di matrimonio e unionesia nel campo affettivo che in quello degli affari. Ha profondi significati esoterici a causa della cifra corrispondente. Runa sempre positiva non ha signifivati negativi. VUNJO Gioia, illuminazione, preghiera, grazia. Fortuna, salute, ricchezza e felicità possono scaturire da diverse fonti. A rovescio : periodo di crisi e ritardi. Non prendte decisioni importanti per il futuro. Un socio potrebbe fare il doppio gioco.


HAGALAZ Grandine,visione, risoluzione di un mistero, rottura. La Natura governa Hagalaz, runa che rappresenta le forze immutabili che dobbiamo accettare.Annuncia rottura, in ogni forma. Runa negativa che annuncia un evento naturale come una nascita o una morte. NAUDIZ Spiritualità, fuoco interiore sempre acceso, ricerca. Visioni illuminanti e capacià di controllare le emozioni. Vita soggetta a rapidi cambiamenti. ISA Manifestazione, culto, luce lunare, conservazione. Matrice divina femminile. Bisogna fermarsi in attesa di momenti migliori. Ritardi. Un amore sta finendo ed è probabile una separazionI. Tradimenti da parte di chi chiede. JERA Raccolto, giustizia,fuoco sacro. Jera indica che raccoglierete i frutti del vostro lavoro che sono intesi sia in senso negativo che positivo.Reati commessi in passato vengono oggi puniti. Rappresenta il ciclo stagionale, e preannuncia cambiamenti di lavoro o di partner. Jera indica anche questioni legali visti anche sotto l'aspetto burocratico. EIHWAZ Albero cosmico, scoprire qualcosa di celato nella terra, resurrezione. Rialzatevi e ricominciate da capo. Grazie alla sua influenza lunare Eihwaz vi da la forza per farvi superare le avversità che alla fine volgeranno a vostro vantaggio.Trionfo. PERDH Gioco delle fate, fato, profezia. Predice una rivelazione. Vi sarà svelato un segreto o verrete in possesso di qualcosa perso da lungo tempo. Potrebbero essere in arrivo ricompense inattese. Indica la chiusura di un ciclo.A rovescio : spiacevole sorpresa, non prestate denaro, problemi sessuali. ALGIZ Purezza, incontaminazione, protezione, preghiera, sacerdotessa. Periodo particolarmente favorevole. Avvertimento che riguarda i problemi che possono arrivare in futuro. SOWULO Sole, luce, protezione dal mondo sovrannaturale, successo. Grandi vittorie negli affari, o eccessivo superlavoro. Energia incanalata in una sola direzione che scaturisce tensione. Variate le vostre attività. Egocentrismo e mancanza di considerazione per il prossimo. TEIWAZ


Il Dio Tyr divinità del cielo luminoso e padre degli dei, maledizione, stregoneria, patti magici, motivazione. Una forte motivazione si associa ad una grande forza di volontà. Affronterete le difficoltà senza arrendervi. BERKANA Betulla l'abero sacro alla luna, inizio dell'anno a partire dal solstizio invernale dopo il grande freddo. La betulla era l’albero della rigenerazione. Rappresenta letteralmente il concetto di madre e figlio e, in senso metaforico, avere e coltivare nuove idee. Runa della nascita e simbolo di fertilità, della madre e dell’angelo del focolare. Possibili problemi famigliari, infertilità, malattia. Consiglia di rivolgersi al medico. EHWAZ Il cavallo, presagio,avanzamento. Cambiamento in meglio.Il cavallo rappresenta i viaggi e le rune estratte assieme a Ehwaz indicheranno la natura del viaggio. MANNAZ La generazione dell'uomo e della donna,il mondo dell'al di là, intelligenza.Aiuto a portata di mano. Riceverete un consiglio di un professionista avvocato o medico. Persone che condividono gli stessi ideali e che si uniscono per promuovere una causa positiva. LAGUZ Acqua, iniziazione magica, evocare gli spiriti, vaticinio, intuito. L'oceano è il mare immenso sotto il quale si cela il mondo dei morti; l'Ade. Quando esce Laguz bisogna fare attenzione ai pericoli della vita. Mente viva, intuito e intelligenza, natura artistica. Agire immediatamente per risolvere un problema. INGUZ Protezione dell'unione familiare. Questa runa indica che è il momento di togliersi un peso dall’anima dopo di che potrete ricominciare da capo con nuove energie e nuove idee. Incontro di due anime gemelle.Runa molto positiva e solo con molte rune negative indica fallimento Fine di una fase della vita e l'inizio di un nuovo periodo, un periodo di energia positiva e di fortuna. OPILAZ Ultimo guardiano della soglia. E' la fine del viaggio e l'ingresso nel regno degli dei, un nuovo sentiero di vita spirituale in arrivo, una illuminazione. DAGAZ Giorno nella sua compiutezza, trasformazione. Conclude il ciclo iniziatico e il ciclo della generazione. Meditazione, specchio magico, presagio, strega, fantasma. Eredità, denaro. A rovescio : Ritardo e frustrazioni. Persona immobile sulle sue posizioni, meschina e chiusa. Con rune positive indica successo possibile anche se non in questo momento. Siate pazienti. Non aspettatevi nessun aiuto finanziario, ne' da familiari ne' da banche. La legge in questo momento non puo' aiutarvi, ma controllate bene tutto, forse un cavillo potrebbe tornarvi utile in seguito.


CAPITOLO XXIV INCANTESIMI VARI Aqua di luna Questo incantesimo serve per purificarci dalle sofferenze del passato, da tutto ciò che di brutto ci è rimasto, e ci trasciniamo ancora dietro. OCCORRENTE ▪ Un bicchiere di vetro trasparente ▪ Acqua di sorgente o rubinetto PROCEDIMENTO Inizio con il precisare che l’incantesimo per funzionare ha bisogno di un ciclo lunare completo, so che può sembrare un tempo interminabile. Si incomincerà il rituale quindi, nella primissima notte di Luna Calante, prima di andare a letto. Versate l’acqua nel bicchiere di vetro, che ovviamente, avrete già purificato in precedenza, e ponete il bicchiere vicino la finestra o comunque in luogo dove possa prendere la luce lunare. Osservate ora il riflesso della luna che si proietta nell’acqua, visualizzate un fascio argenteo brillante nell’acqua. Ora rivolti alla “Dea Lunare” chiedetele ed invitatela a donare il suo potere purificante e rigenerante affinché voi possiate beneficiarne e guarire di ogni male dello spirito. Dopo qualche minuto, chiudete gli occhi e bevete l’acqua in un solo sorso, mentre lo fate,visualizzate l’acqua che infonde al vostro spirito energia curativa e di pace. Continuate questo rituale fino alla luna nuova e poi ancora fino alla luna piena. L’acqua di luna attivata dai raggi lunari, allontana i cattivi pensieri, le negatività e le tossine, porta sogni rivelatori, aumenta la vostra sensitività, la vostra creatività e la vostra capacità di adattamento.

Per attirare prosperità


Esistono vari trucchi tramandatici, che possono essere utilizzati per attirare la fortuna nella vostra vita finanziaria. Quì ne descrivo alcuni: ▪ Mantenete contatto con gli oggetti e le immagini che evocano prosperità. ▪ Tenete delle pietre verdi in borsa. ▪ Cospargete di cannella in polvere un appunto e portatelo sempre nel portafoglio, come un talismano. ▪ Per tre giorni consecutivi e sempre alla stessa ora accendete una candela verde. ▪ Utilizzate orecchini d’oro, il più nobile tra i metalli per attirare ricchezza. ▪ Portate sempre con voi una foglia di cacao o di uva, fagioli, lenticchie o chicchi di caffè. ▪ Utilizzate miele e cannella nel vostro cibo; questi alimenti aumentano il vostro magnetismo e possono aiutare ad affrontare meglio le questioni materiali. ▪ Inserite dei grani di mais negli angoli della casa per attirare la ricchezza ▪ Utilizzate indumenti di colore rosso con dettagli dorati.

Incanto verbale per purificarsi In una notte di luna piena, In un luogo appartato, accendere 3 candele bianche e dire la seguente orazione per tre volte: "fuoco di queste 3 candele ridammi la gioia, ridammi il potere, ridona al mio cuore la forza, ridona al mio viso il sorriso, ridonami la serenità. Cosi sia!"

Per ricevere consigli in sogno Se siete indecisi e desiderate avere il consiglio della Dea, potete eseguire questo semplice rito. Prima di andare a letto prendete un fazzoletto di stoffa viola e ponete in esso sette foglie di alloro e un ametista. Richiudete il tutto con un nastro color argento. Mettetelo sotto il cuscino e recitate questa orazione prima di addormentarvi:


“Grande Madre invoco il tuo aiuto , per il potere della sacra pianta di alloro, aiutami a capire la scelta che dovrò compiere. Mostrami la strada che dovrò percorrere". ▪ Al mattino seguente seppellite il sacchetto.

Profumo di afrodite Per rendersi irresistibili e aumentare il proprio fascino, potete procedere alla creazione di questo semplice profumo. INGREDIENTI ▪ 5 petali di rosa ▪ 3 petali di tulipano ▪ 2 gocce di profumo qualsiasi; ▪ 10 "bocche di leone" (fiore) ▪ 1 cucchiaio di miele; ▪ 1 cucchiaio di zucchero PROCEDIMENTO Si mettono tutti gli ingredienti in una boccetta di profumo vuoto. Lasciatela sotto i raggi di luna piena per una notte intera.

Sciogliere un legame Questo pratica servirà per sciogliere qualsiasi tipo di fattura o legamento fatto alle persone. OCCORRENTE ▪ Un nastro rosso ▪ Due oggetti di loro proprietà ▪ Un rametto di ginepro ▪ Una forbice - Eseguire in luna calante PROCEDIMENTO Prendete il nastro rosso e legate alle due estremità gli oggetti appartenenti alle due persone, vanno


bene anche capelli o vestiti. Una volta legati prendete il nastro e calcolate la metà tra l'uno e l'altro oggetto, portate il tutto su una soglia di una porta oppure di una finestra. Con la forbice tagliate alla metà del nastro, facendo si che la metà sia in linea con la divisione che fa la soglia. In pratica voi dovrete tagliare il nastro a metà precisamente sulla metà della soglia. Mentre lo fate pronunciate queste parole : "Voi che dominate le soglie, Voi che dei confini siete guardiani Dividete per sempre queste due persone." Tagliato il nastro e pronunciate le parole, lasciate cadere sulla soglia il rametto di Ginepro e lascietelo li fino l'alba, poi potrete toglierlo e bruciarlo.

Per andare bene ad un colloquio Prima di andare al tuo colloquio di lavoro, prendi una candela verde, una banconota e una (graffetta). Accendi la candela e poi mostra entrambi i lati della banconota alle fiamme. Con la graffetta, attacca la banconota dietro una tua foto e dopo di che spegni la candela. Porta con te la foto, con la banconota attaccata, nella tua borsa o nel portafoglio durante il colloquio.

Dare una lezione a chi tradisce Scrivi su un foglio il nome del tuo partner e della persona con la quale ti tradisce. Scrivi però i nomi al contrario. Metti il foglio nel congelatore. A poco a poco la relazione si raffredderà e lui ti si riavvicinerà.

Incantesimo di protezione Quello che segue è un incantesimo di magia verde da applicare per respingere energie negative e persone nocive. Per eseguire questo incantesimo occorre: ▪ un limone ▪ degli spilli Dopo aver lavato e purificato il limone con incenso, sistematelo in un piatto e trafiggetelo con gli spilli dichiarando che state inchiodando e bloccando la persona che vi invia del male. Se conoscete con sicurezza il mittente delle negatività, visualizzatelo e nominatelo. Al termine, quando il limone sarà inchiodato, ripassatelo sul fumo dell’ incenso e lasciatelo nel


piatto. Così come il frutto seccherà, così il potere negativo diretto verso di voi cesserà. Quando l’ incantesimo avrà raggiunto il suo termine, bruciate il limone secco all’ esterno della casa e disperdete le ceneri.

Incantesimo per la fortuna OCCORRENTE ▪ Candela Blu ▪ Un Foglio Accendere la candela blu. Scrivere sul foglio bianco la formula: "Che quest' incanto mi doni la fortuna" Recitatela per 3 volte. Una volta fatto arrotolate il foglio e bruciatelo sulla fiamma della candela.

Incanto per ricordare una vita passata OGGETTI ▪ Una candela bianca ▪ Uno specchio Metti la candela vicino allo specchio, in modo che la luce della candela ti colpisca al viso, ma la candela non sia visibile nello specchio. Spegni la luce e siediti di fronte allo specchio. Appena avrai fatto ciò guarda te stesso nei tuoi occhi. Visualizzate i vostri occhi e provate a non batterli. Il vostro riflesso si dissolverà e ne apparirà un'altro. Provate a guardare la faccia, il corpo, i vestiti e i dintorni.

Incantesimo d’amore Se desiderate che la storia d’amore duri a lungo, acquistate in luna Crescente una piantina d’edera, ed inserite all’interno del vaso un foglietto di carta in cui scriverete in stampatello con inchiostro nero, il vostro nome e quello del vostro partner. Vicino alla pianta ponete un quarzo rosa. In questo modo la pianta crescerà sana e robusta come il vostro amore.

Incantesimi Vari


▪ Bruciare dell’ortica essiccata in una stanza, la purificherà ed allontanerà le influenze negative. ▪ Portare una piccola moneta di rame nel portafoglio, aiuterà altri soldi ad entrarci. ▪ Sotterrare una bottiglia con dentro spilli e spine vicino l’ingresso di casa, terrà lontano energie negative e pensieri poco carini nei nostri confronti. ▪ Mettere una malachite sotto il nostro cuscino ci aiuterà a ricordare i sogni. ▪ Tagliare una mela in due e mangiarla con il nostro amore, aiuterà a mantenere l’amore intenso e a lungo nel tempo. ▪ Sotterrare il nocciolo di un’albicocca davanti l’ingresso della nostra casa, aiuterà a portare un nuovo amore. ▪ Un infuso di gelsomino e cannella bevuto prima di iniziare, ci aiuterà nella divinazione. ▪ Qualche mandorla in tasca ci aiuterà a trovare quello che abbiamo perso. ▪ Mettere un’ametista nell’alcolico che stiamo bevendo, ne tratterrà gli effetti ed impedirà di ubriacarsi (se si abusa ovvio che non serve a nulla). ▪ Qualche goccia di olio essenziale all’arancio dolce sul nostro cuscino, aiuterà ad avere sonni sereni. ▪ Formulare ad un’arancia una domanda, che abbia una risposta affermativa o negativa. Se i semi una volta mangiato il frutto saranno pari, la risposta è no, se i semi saranno dispari sarà sì. ▪ Un Cristallo di Rocca messo in cucina vicino ai cibi, li farà avere un sapore più buono. ▪ Una candela cosparsa di olio si basilico aiuterà contro le negatività. ▪ Quando si deve affrontare un pubblico, un pò di legno di ontano in tasca aiuterà nell’oratoria e darà coraggio. ▪ Portare in valigia un calcedonio aiuterà nei viaggi e terrà lontane sciagure marine e terresti, e in quest’era di Streghe moderne, anche aeree. ▪ Olio di Iperico ed olio essenziale di Lavanda sono ottimi se spalmati sulle bruciature da cucina. ▪ Un Diaspro rosso vicino al letto di un malato, velocizzerà il processo di guarigione. ▪ Tagliare un pezzetto di corteccia di pioppo mentre si è situati ad Est, aiuterà ad ottenere conoscenza magica.


▪ Una candela rosa lasciata bruciare tutta la notte alla nostra finestra, aumenterà la forza di volontà. ▪ Accendere una candela bianca, se la parte destra brucia più in fretta di quella sinistra avremo buona fortuna, il contrario dà un quadro negativo della situazione. ▪ Mangiare mirtilli aiuta per far passare piccole depressioni ed esaurimenti nervosi. ▪ Quando si deve fare un bagno di protezione e purificazione, usiamo qualche rametto di prezzemolo nell’acqua. ▪ Il sale grosso gettato negli angoli della stanza, proteggerà la casa. ▪ Prendere una mela che abbia ancora il picciolo. Fare una domanda e tenendola nella mano sinistra, giriamo il picciolo con la destra. Ad ogni giro diciamo sì e no. La parola che sarà detta quando si staccherà è la nostra risposta. ▪ L’infuso di Eufrasia messo sulle palpebre porta la chiaroveggenza. ▪ Una collana di Verbena portata intorno al collo, ci farà avere molti più amici di quelli che abbiamo adesso. ▪ Lasciando delle piccole offerte di miele e di latte sotto gli alberi di quercia, gli Spiriti della Natura ci ricompenseranno per il dono. ▪ Della polvere di Artemisia, Cannella e Sandalo vicino al letto favorirà una proiezione astrale. ▪ Se esprimiamo un desiderio davanti a delle fumigazioni di salvia e copale, si avvererà. ▪ Una piantina di Gardenia messa nella stanza di un malato ne aiuterà il processo di guarigione. ▪ Prendere una ghianda e farci un buchetto sopra, portarla in giro come ciondolo regalerà protezione. ▪ La noce moscata insieme all’anice stellato, messi su una candela verde, porteranno soldi e affari. ▪ Suonare una campanella aiuta a tenere la casa protetta ed allontana le negatività. ▪ Focalizzare un desiderio mentre abbiamo un pugno di riso in mano. Gettiamolo alle nostre spalle in mare (o in un lago, fiume). Saremo benedetti. ▪ Bere un tè ai petali di rosa per una settimana, aiuterà a portare l’amore nella nostra vita. ▪ Una piantina di achillea a fianco del registratore di cassa di un negozio, favorirà nuovi affari e nuovi clienti.


▪ Strofinare dei fiori di lavanda sulla carta da lettera, porterà un po’ di gioia ed aprirà il cuore del destinatario. ▪ Quando si deve affrontare una persona di cui non ci fidiamo, portare in tasca un occhio di tigre. Il nostro interlocutore difficilmente ci mentirà. ▪ Se mettiamo un sacchetto di aneto sulla porta d’ingresso di casa nostra, le persone che non ci amano staranno lontane da casa nostra. ▪ Camminare su dei rami caduti di acero per assicurarsi una vita lunga. ▪ Mangiare rapanelli stimola desideri sessuali con il partner. ▪ Piccoli pezzetti di coralli messi vicini a finestre e porte, tiene lontani i ladri. ▪ Cucinare sempre in senso orario, le influenze negative saranno bandite. ▪ Regalare un cesto fatto di nocciolo ad una sposa, per regalarle un matrimonio felice. ▪ I fiori di calendula aggiunti al nostro bagno, ci renderanno belli ed irresistibili.

(CAPITOLO XXXX) EVOCAZIONE E INVOCAZIONE METTERLO sull’indice INVOCAZIONE Significa “chiamare dentro”. Durante l'invocazione l'Entità viene ri-chiamata all'interno del corpo. Quindi colui che richiama accoglie dentro di se l'entità. EVOCAZIONE Significa “chiamare al di fuori”. Durante l'evocazione l'entità viene richiamata all'esterno del corpo, in modo visibile. Colui che richiama quindi "incontra" l'entità.


(CAPITOLO XXV) DEMONOLOGIA Questi sono i 72 Demoni della gerarchia demoniaca. I loro ranghi sono divisi per: (presidenti, marchesi, re, conti e duchi). Essi si possono evocare per svariati motivi ma mai farlo per curiosità e mai farlo senza poter dar loro niente in cambio. Dovete capire che è come fare una telefonata e aspettare che venga accettata. Accettarla, per loro, consuma molta energia e quindi è normale che chiedano qualcosa in cambi. La cosa basilare quando si lavora con loro è il rispetto. Ognuno di loro ha un giorno dedicatogli perché, viste le energie, è più facile contattarlo nella determinata data. Ecco la descrizione di ogni singolo demone: ABIGOR: duca, da insegnamenti sulle arti belliche, predice il futuro e comanda 60 legioni. AGARES: duca, lo si evoca rivolti ad est poichè comanda le legioni orientali; impedisce le fughe e richiama chi è fuggito, insegna tutte le lingue, le sue legioni sono 31. AINI: duca, risponde a domande su argomenti ignoti, concede l'astuzia, comanda 26 legioni. ALLOCEN: duca, risponde a domande inerenti l'astronomia, predice il futuro, comanda 36 legioni. AMDUSCIAS: duca, fornisce al mago spiriti familiari per assisterlo, comanda 29 legioni. AMON: marchese, riconcilia i nemici e causa l'amore, predice il futuro, comanda 40 legioni. AMY: presidente, conosce la scienza e l'astrologia, comanda 36 legioni. ANDRAS: marchese, insegna a combattere i nemici, alimenta le discordie, è un demone distruttivo, comanda 30 legioni. ANDREALPHUS: marchese, sotto il suo dominio sono la matematica e la geometria. ANDROMALIUS: duca e conte, aiuta il mago a ritrovare le cose perdute e i tesori nascosti. ASMODEUS: è uno dei diciotto re, induce alla lussuria, semina orrore e caos, conosce la matematica e il segreto dell'invisibilità. ASTHAROT: conte, insegna al mago ogni segreto sulle arti e sulle scienze, rivela i luoghi dei tesori nascosti. BAAL (Belzebub): re, insegna ogni genere di conoscenza, comanda 66 legioni. È più conosciuto col nome di Belzebù ed è una fra le energie più potent il suo nome significa "signore" (Bel) "delle mosche" (zebub) nella cultura Ebraica, anche se è più corretto chiamarlo solamente Signore. Si manifesta con un ronzio simile a quello provocato da degli insetti. Rappresenta ogni animale volante, dotato di ali. È interamente distruttivo, combatte i nemici di chi lo evoca. BALAM: re, conosce presente,passato e futuro, il segreto dell'invisibilità, comanda 40 legioni.


BARBATOS: duca e conte, può riunire la gente in amicizia, conosce i tesori occultati e rivela il futuro, comanda 30 legioni. BATHIN: duca, conosce e insegna al mago le virtù delle pietre preziose e delle erbe magiche, comanda 30 legioni. BELETH: re, riunisce le persone in amore. BELIAL: re, procura al mago onori e favori, l'appoggio dei potenti, è una delle energie più forti, si dice sia sorto subito dopo Lucifero, comanda 80 legioni. BERITH: duca, aiuta il mago ad ottenere gioie ed onori, tra le sue facoltà vi è quella di mutare i metalli in oro. BIFRONS: conte, sotto il suo dominio sono la matematica, l'astrologia e le virtù delle pietre e delle erbe magiche, comanda 26 legioni. BOTIS: presidente e conte, favorisce la riconciliazione e risponde a domande sul futuro. BUER: presidente, conosce le virtù delle erbe medicinali, la filosofia,la logica,può concedere felicità e salute, comanda 15 legioni. BUNE: duca, concede saggezza, ricchezza e possedimenti, comanda 30 legioni. CAIM: presidente, rivela il futuro e conosce il linguaggio degli animali. CIMERIES: marchese, ha il potere di rendere le persone abili in guerra, sotto il suo dominio è la letteratura, rivela i luoghi dei tesori e delle cose perdute. DANTALIAN: duca, ha il potere di influenzare la mente delle persone secondo il volere del mago, sotto il suo dominio sono arte e scienza, rivela i segreti nascosti nel profondo degli uomini e delle donne. DECARBIA: marchese, insegna le virtù delle piante e dei minerali, fornisce al mago gli spiriti familiari. ELIGOR: duca, ha il potere di causare le guerre e quello di creare amore fra due persone. FLAUROS: duca, fornisce al mago la protezione contro energie negative, ha il potere di annientare i nemici mediante il fuoco, rivela il futuro. FOCALOR: duca, ha il potere di causare la distruzione dei nemici per annegamento,ha il potere sui mari, comanda 30 legioni. FORAS: presidente, ha il potere di far restituire le proprietà perdute,conosce le arti e le virtù delle piante legate alla magia, conosce le locazioni dei tesori nascosti. FORNEUS: conte, conosce le arti e le lingue, lega in amore qualsiasi nemico. FURCAS: duca, sotto il suo dominio sono la filosofia e le scienze. FURFUR: conte, favorisce l'amore di coppia e quello coniugale, comanda 26 legioni. GAAP: presidente e principe, può causare amore e odio fra due persone.


GMYGYN: marchese, ha il potere di fare da tramite fra il mago e le anime dei morti, insegna le scienze. GLASYALABOLAS: presidente, sotto il suo dominio sono tutte le scienze, rivela il futuro, conosce le arti relative ai delitti. GOMORY: duca, fa acquistare al mago l'amore di qualsiasi donna, è l'unico demone che generalmente si presenta in sembianze femminili. GUISON: duca, fornisce onori e posizioni di comando, rivela il futuro e muta l'odio dei nemici in amore. HAGENTI: presidente, conosce l'arte di tramutare i metalli in oro. HALPAS: conte, ha il potere di scatenare le guerre, è interamente distruttivo verso i nemici. IPES: conte e principe, fornisce al mago spirito e coraggio, rivela il futuro. LERAJIE: marchese, combatte in favore del mago, distrugge i nemici. MALAPHAR: duca, ha il potere di curare tutte le malattie, aiuta i ladri, rivela il futuro. MALPAS: è un presidente, può realizzare qualsiasi desiderio. MARCHOSIAS: marchese, conosce le arti belliche e fornisce aiuto nelle guerre, rivela il futuro. MORAX: conte e presidente, conosce l'astrologia e le virtù delle erbe e delle pietre. MURMUR: duca e conte, fa da tramite al mago con le anime dei morti, fornisce onori conosce la filosofia e rivela il futuro. NABERIUS (Cerberus): marchese e ispettore generale, ha il potere di far restituire onori al mago che ne è stato privato, conosce la virtù della logica. Ha potere di infliggere del male a chiunque. Insegna le proprietà dei minerali, di metalli, verdure ed animali. Possiede l’arte della predizione ed è adepto alla necromanzia. ORIAS: marchese, concede onori,tramuta gli uomini e la loro forma se gli viene chiesto, insegna l'astrologia. OROBAS: principe, sua facoltà è quella di far riconciliare i nemici, conosce il futuro,comanda 20 legioni. OSE: presidente, causa allucinazioni e follia, tramuta in qualsiasi cosa l'aspetto dei nemici del mago che lo evoca, conosce tutte le arti e le scienze. PAIMON: re, fa acquistare onori e dominio sugli uomini, conosce le arti e le scienze, fornisce al mago gli spiriti familiari. PHOENIX: marchese, obbedisce ad ogni ordine del mago, sotto il suo influsso sono la poesia e la letteratura, rivela il futuro. PROCEL: duca, conosce le scienze e la matematica. PURSON: re, conosce le locazioni dei tesori, rivela il futuro e fornisce gli spiriti familiari. RAUM: conte, provoca l'amore fra due persone e riconcilia i nemici, ruba in favore del mago.


RONOBE: conte e marchese, conosce le lingue, rende amici i nemici. SABNAK: marchese, conosce le arti belliche, fornisce aiuti nelle guerre e nelle arti militari, distrugge i nemici di chi lo evoca. SALEOS: duca, sua facoltà è quella di causare l'amore fra persone di sessi opposti. SCOX: marchese, ruba denaro in favore del mago, combatte i nemici rendendoli sordi e cechi. SEERE: principe, ha il potere di far accadere qualsiasi cosa all'istante. SOLAS: principe, conosce la virtù delle piante e dei minerali, insegna l'astrologia, comanda 26 legioni. SYTRY: principe, causa l'amore fra uomo e donna, fa nascere la lussuria. VALAC: presidente, ha il dominio sui rettili, conosce le locazioni dei tesori nascosti. VALEFOR: duca, rivela tutto ciò che è ignoto a chi lo evoca, suo potere è quello di curare qualsiasi malattia. VAPULA: duca, sotto il suo dominio sono tutte le arti e i misteri. VEPAR: duca, ha il potere sul mare e causa la morte per annegamento. VINE: marchese, conosce tutti i segreti e li rivela al mago, insegna le arti belliche ed appoggia i suoi favori in battaglie e guerre. VUAL: duca, fa acquistare amicizie ed onori, rivela il futuro. ZAGAN (Dagon): re, conosce i segreti dell'alchimia,comanda 30 legioni. Dagon era il dio dei Filistei. E’ il Dio dell’agricoltura, della coltivazione e della fertilità. E’ noto per essere comparso con un corno proteso dalla sua fronte, che è simbolo del fallo. E’ il patrono dei fattori e degli agricoltori. ZEPAR: duca, causa l'amore fra i due sessi, muta l'aspetto degli uomini,rivela il futuro, comanda 28 legioni.

(CAPITOLO XXVI)

ANGELOLOGIA Secondo la tradizione cristiana, di origine ebraica, gli angeli sono organizzati in differenti ordini, detti cori angelici. Lo Pseudo-Dionigi l'Areopagita, nel libro De coelesti hierarchia, indica alcuni passaggi del Nuovo Testamento, nello specifico la Lettera agli Efesini e la Lettera ai Colossesi, sulla cui base costruire uno schema di tre gerarchie, sfere o triadi di angeli, nella quale ogni gerarchia contiene tre ordini o cori. In decrescente ordine di potenza questi sono:


Prima gerarchia: serafini, cherubini, troni o ophanim Seconda gerarchia: dominazioni, virtù, potestà Terza gerarchia: principati, arcangeli, angeli

SERAFINI

I serafini (da Seraph) appartengono al più alto ordine di Angeli, quelli più prossimi a Dio, e quattro di loro ne circondano il trono con il ruolo di guardiani. I Serafini sono angeli dotati di sei ali: due per volare, due per coprirsi il volto e due per coprirsi i piedi. Cantano continuamente le lodi di Dio: «Santo, Santo, Santo è il Signore degli eserciti. Tutta la terra è piena della Sua gloria». È anche detto nella Bibbia che cantano la musica delle sfere, regolando il movimento del cielo, così come loro comandato, e che ardendo di amore e zelo per Dio, emanano una luce così potente e brillante che nessuno, se non occhi divini, può guardarli. San Francesco d'Assisi viene anche appellato "Serafico" perché, al momento di ricevere le stigmate, il Signore gli apparve in una visione in cui si mostrava Crocefisso e velato da sei ali come un Serafino; e dalle Sue mani, piedi e costato partirono i raggi che segnarono il corpo di Francesco rendendolo simile a Lui. Gesù esaudiva così la preghiera di Francesco: "Fa' o Signore che io possa soffrire per te tanto quanto lo può una creatura umana e amarti quanto lo può un cuore umano". I serafini vengono più volte menzionati nella Bibbia.Secondo San Tommaso D'Aquino, i serafini presiedevano alla carità e i cherubini alla scienza.

CHERUBINI I cherubini risiedono oltre il trono di Dio; sono i guardiani della luce e delle stelle. Si crede che, anche se sono stati rimossi dal piano reale e materiale degli uomini, la luce divina che essi filtrano giù dal cielo possa ancora toccare le vite umane. Hanno quattro ali e quattro facce, ovvero una umana, una di bue, una di leone ed infine una di aquila. I Cherubini sono considerati angeli dediti alla protezione. Essi stanno a guardia dell'Eden e del trono di Dio. Il loro grado tra gli angeli non è certo, ma vengono comunque posti nella prima sfera. Alcuni li credono essere un ordine di angeli; altri li credono una classe al di sopra di ogni altro ordine. I cherubini hanno una perfetta conoscenza di Dio, superata soltanto dall'amore di Dio dei serafini.


Secondo la Bibbia, le sculture di due cherubini contrapposti erano rappresentate sul coperchio dell'Arca dell'Alleanza. Essi vengono menzionati di solito al plurale nella Bibbia, ma anche al singolare.

TRONI I troni o ophanim sono esseri angelici dalla forma mutevole e dagli infiniti colori. Il loro compito è quello di portare il trono di Dio per il Paradiso in suo nome. Inoltre, sono descritti come ruote intersecate ad altre ruote, delle quali se una si muove avanti e indietro, l'altra si muove da un lato all'altro. Queste ruote sono dotate di innumerevoli occhi: questa immagine si trova nel libro di Ezechiele, dove il profeta Ezechiele descrive la visione dei cieli; il profeta non descrive esplicitamente queste ruote come angeli, ma come oggetti o "creature viventi" che possiedono uno spirito. Paolo usa il termine "troni" nella lettera ai Colossesi.

DOMINAZIONI Le dominazioni, o hashmallim, hanno il compito di regolare i compiti degli angeli inferiori. Ricevono i loro ordini dai serafini, cherubini o direttamente da Dio e devono assicurarsi che il cosmo sia sempre in ordine. È estremamente raro che le dominazioni assumano forma fisica per mostrarsi ai mortali. Invece, si interessano tranquillamente dei particolari dell'esistenza. Sono gli angeli ai quali Dio affida la forza del dominare. Essi compongono l'esercito dell'Apocalisse e da loro dipendono l'ordine universale e la disciplina ferrea alla quale gli angeli si rivolgono per mantenerlo. Il termine "dominazioni" è usato da Paolo di Tarso nella lettera ai Colossesi.

POTESTA’ Le potestà sono esseri angelici dai molti colori, come vapori nebbiosi. Sono gli elementi portanti della coscienza e i custodi della storia. Gli angeli della nascita e della morte sono potestà. Sono accademicamente guidati e interessati all'ideologia, filosofia, teologia, religione e ai documenti che appartengono a questi studi. Le potenze sono le menti: sono un gruppo di esperti, che servono da consiglieri e pianificatori della politica. Il loro compito è quello di sorvegliare la distribuzione di poteri all'umanità, in loro nome. Nella credenza popolare essi sono gli Angeli che accompagnano le decisioni dei padri e li consigliano nella cura della famiglia. Paolo usa il termine potestà nella lettera ai Colossesi e nella lettera agli Efesini.


POTENZE E AUTORITA’ Entro le potestà, vi sono questi due tipi di angeli sono tra loro uguali in potenza e autorità. Le potenze sviluppano le ideologie, laddove le autorità scrivono i documenti e le dottrine. Entrambe sono coinvolte nella formulazione delle ideologie. Tuttavia, le potenze comprendono tutto, laddove le autorità si focalizzano su specifiche linee di conoscenza. Le autorità sono specializzate nello stampare quelle idee e nella produzione degli inerenti documenti. Paolo usa i termini potenza e autorità nella lettera agli Efesini. VIRTU’ Le virtù, anche chiamate "fortezze", si trovano oltre il trono di Dio e sono uguali ai principati. Il loro dovere è quello di osservare i gruppi di persone. La loro forma è simile a lampi di luce, che ispirano nell'umanità molte cose, come l'arte o la scienza.

PRINCIPATI I principati sono esseri angelici dalla forma simile a raggi di luce. Si trovano oltre il gruppo degli arcangeli. Sono gli angeli guardiani delle nazioni e delle contee, e di tutto quello che concerne i loro problemi ed eventi, inclusa la politica, i problemi militari, il commercio e lo scambio. Uno dei loro compiti è quello di scegliere chi tra l'umanità può dominare. Paolo usa il termine "principati" nelle lettere ai Colossesi e agli Efesini. ARCANGELI Gli arcangeli sono usualmente considerati il secondo ordine (più basso) della terza sfera; questi angeli tendono ad essere i più grandi consiglieri e amministratori inviati dal Cielo. Un arcangelo ha normalmente un ruolo di grande importanza nei riguardi dell'uomo. Secondo l'angelologia dello Pseudo-Dionigi, tuttavia, gli arcangeli stanno appena sopra l'ordine angelico, quello degli angeli comuni. La parola "arcangelo" è usata solamente due volte nelle scritture (ma diverse volte nel Septuaginta) Alcuni insistono sul punto che gli arcangeli non sono divisi in separati ordini, ma nella tradizione cattolica gli arcangeli (Michele, Raffaele, Gabriele, e in alcuni casi Uriel), sono cherubini o serafini, oltre che essere arcangeli. Tuttavia, in ogni caso, essere arcangelo implica chiaramente l'appartenenza alla prima sfera degli angeli. Come è scritto nella Bibbia, Lucifero era un cherubino; in seguito alla sua ribellione a Dio, fu affrontato, sconfitto e gettato (per l'eternità) nel pozzo


infernale da parte dell'arcangelo e serafino Michele.

ANGELI Gli angeli appartengono all'ordine più basso nella gerarchia degli angeli e sono i più familiari agli uomini, poiché sovraintendono a tutte le loro occupazioni. All'interno della categoria degli angeli, ci sono differenze di molti tipi. Gli angeli vengono sovente inviati come messaggeri agli uomini. La parola "angelo" proviene dal greco "anghelos", cioè "messaggero". Tutte le gerarchie angeliche sono lodate dall'umanità grazie alla corona angelica, una corona simile ad un rosario, con la quale si pregano gli angeli di, appunto, ogni gerarchia e si chiede loro di intercedere presso Dio per l'ottenimento di grazie. Essa è in grado, poi, di ottenere in particolari giorni anche delle indulgenze, se opportunamente benedetta da un Sacerdote.

1. VEHUIAH Dio innalza al di sopra di tutte le cose Coro degli Angeli Serafini Da 0° a 5° dell’Ariete Angelo Custode dei nati dal 21 marzo al 25 marzo

21 marzo: determinazione 3 giugno: conquista 17 agosto: forza 29 ottobre: giovinezza 9 gennaio: distensione Ore 00,00 - 00,20: intraprendenza

Volontà

2. JELIEL Dio caritatevole Coro degli Angeli Serafini Da 5° a 10° dell’Ariete Angelo Custode dei nati dal 26 marzo al 30 marzo

Amore

22 marzo: appoggio 4 giugno: tecniche 18 agosto: ideali 30 ottobre: pedagogia 10 gennaio: fortuna Ore 00,20 - 00,40: amare ed essere amati


3. SITAEL Dio speranza di ogni creatura Coro degli Angeli Serafini Da 10° a 15° dell’Ariete Angelo Custode dei nati dal 31 marzo al 4 aprile

23 marzo: concepimento 5 giugno: pubblicazioni 19 agosto: riuscita 31 ottobre: abnegazione 11 gennaio: rinnovamento Ore 00,40 - 01,00: avere e incontrare nobiltà

Costruzione

4. ELEMIAH Dio rifugio Coro degli Angeli Serafini Da 15° a 20° dell’Ariete Angelo Custode dei nati dal 5 aprile al 9 aprile

24 marzo: novità 6 giugno: esteriorizzazione 20 agosto: comunicazione 1 novembre: amore 12 gennaio: fabbricazioni Ore 01,00 - 01,20: felicità incipiente

Potere

5. MAHASIAH Dio salvatore Coro degli Angeli Serafini Da 20° a 25° dell’Ariete Angelo Custode dei nati dal 10 aprile al 14 aprile

25 marzo: attività 7 giugno: immaginazione 21 agosto: spazio 2 novembre: superiorità 13 gennaio: creazioni Ore 01,20 - 01,40: bel viso e buon carattere

Purificazione

6. LELAHEL Dio lodevole Coro degli Angeli Serafini Da 25° a 30° dell’Ariete Angelo Custode dei nati dal 15 aprile al 20 aprile

Luce

26 marzo: fiducia 8 giugno: pedagogia 22 agosto: concordia 3 novembre: grandezza 14 gennaio: focolare Ore 01,40 - 02,00: stima, prosperità, salute


21 APRILE - 20 MAGGIO Toro, Terra

Arcangelo HANIEL

Influssi positivi: prima decade (21-30 aprile) Arcangelo Binael seconda decade (1-10 maggio) Arcangelo Haniel terza decade (11-20 maggio) Arcangelo Michele

7. ACHAIAH Dio buono e paziente Coro degli Angeli Serafini Da 0° a 5° del Toro Angelo Custode dei nati dal 21 aprile al 25 aprile

27 marzo: protezione 9 giugno: scienza 23-24 agosto: ricostruzione 4 novembre: ammirazione 15 gennaio: coraggio Ore 02,00 - 02,20: diffusione della verità

Coraggio

8. CAHETEL Dio adorabile Coro degli Angeli Serafini Da 5° a 10° del Toro Angelo Custode dei nati dal 26 aprile al 30 aprile

28 marzo: perspicacia 10 giugno: energia 25 agosto: rinascita 5 novembre: espansione 16 gennaio: realizzazioni Ore 02,20 - 02,40: fortuna provvidenziale

Prosperità

9. HAZIEL Dio misericordioso Coro degli Angeli Cherubini Da 10° a 15° del Toro Angelo Custode dei nati dal 1° maggio al 5 maggio

Indulgenza

29 marzo: novità 11 giugno: idee 26 agosto: viaggi 6 novembre: esemplarità 17 gennaio: amore Ore 02,40 - 03,00: guarigione, stato di grazia


10. ALADIAH Dio propizio e favorevole Coro degli Angeli Cherubini Da 15° a 20° del Toro Angelo Custode dei nati dal 6 maggio al 10 maggio

30 marzo: grazia 12 giugno: eredità 27 agosto: nomadismo 7 novembre: decisione 18 gennaio: intelligenza Ore 03,00 - 03,20: risultati, porte aperte

Grazia

11. LAUVIAH Dio loda ed esalta Coro degli Angeli Cherubini Da 20° a 25° del Toro Angelo Custode dei nati dall’11 maggio al 15 maggio

31 marzo: fama 13 giugno: dominare 28 agosto: edificazione 8 novembre: stima 19 gennaio: felicità Ore 03,20 - 03,40: fama, successo

Vittoria

12. HAHAIAH Dio rifugio Coro degli Angeli Cherubini Da 25° a 30° del Toro Angelo Custode dei nati dal 16 maggio al 20 maggio

1 aprile: carattere 14 giugno: comunicare 29 agosto: solidità 9 novembre: cuore 20 gennaio: generosità Ore 03,40 - 04,00: sogni realizzati, protezione

Rifugio

21 MAGGIO - 21 GIUGNO Gemelli, Aria

Arcangelo MICHELE

Influssi positivi: prima decade (21-31 maggio) Arcangelo Haniel seconda decade (1-10 giugno) Arcangelo Raziel terza decade (11-21 giugno) Arcangelo Michele


13. IEZALEL Dio glorifica per ogni cosa Coro degli Angeli Cherubini Da 0° a 5° dei Gemelli Angelo Custode dei nati dal 21 maggio al 25 maggio

2 aprile: fedeltà 15-16 giugno: chiarezza 30 agosto: arte 10 novembre: rettitudine 21 gennaio: amicizia Ore 04,00 - 04,20: fedeltà, riconciliazione

Fedeltà

14. MEBAHEL Dio conservatore Coro degli Angeli Cherubini Da 5° a 10° dei Gemelli Angelo Custode dei nati dal 26 maggio al 31 maggio

3 aprile: luce 17 giugno: riunire 31 agosto: suggestioni 11 novembre: realismo 22 gennaio: fedeltà Ore 04,20 - 04,40: fortuna, pioggia fertile

Verità e Libertà

15. HARIEL Dio creatore Coro degli Angeli Cherubini Da 10° a 15° dei Gemelli Angelo Custode dei nati dal 1° giugno al 5 giugno

4 aprile: ordine 18 giugno: artigianato 1 settembre: fortuna 12 novembre: liberalità 23 gennaio: ragione Ore 04,40 - 05,00: successo artistico o scientifico

Chiarezza

16. HEKAMIAH Dio edificatore dell'universo Coro degli Angeli Cherubini Da 15° a 20° dei Gemelli Angelo Custode dei nati dal 6 giugno al 10 giugno

Lealtà

5 aprile: previsione 19 giugno: rispetto 2 settembre: generosità 13 novembre: generazioni 24 gennaio: seduzione Ore 05,00 - 05,20: opportunità provvidenziali


17. LAUVIAH (2) Dio ammirevole Coro degli Angeli Troni Da 20° a 25° dei Gemelli Angelo Custode dei nati dall’11 giugno al 15 giugno

6 aprile: abilità 20 giugno: comprensione 3 settembre: sostegno 14 novembre: sboccio 25 gennaio: simpatia Ore 05,20 - 05,40: intelligenza chiara, gioia

Rivelazione

18. CALIEL Dio pronto a soccorrere e ad esaudire Coro degli Angeli Troni Da 25° a 30° dei Gemelli Angelo Custode dei nati dal 16 giugno al 21 giugno

7 aprile: opportunità 21 giugno: memoria 4 settembre: amore 15 novembre: pienezza 26 gennaio: perfezione Ore 05,40 - 06,00: verità, giustizia utile

Giustizia

22 GIUGNO - 22 LUGLIO Cancro, Acqua

Arcangelo GABRIELE

Influssi positivi: prima decade (22 giugno-1 luglio) Arcangelo Gabriele seconda decade (2-11 luglio) Arcangelo Kamael terza decade (12-22 luglio) Arcangelo Metatron

19. LEUVIAH Dio che esaudisce i peccatori Coro degli Angeli Troni Da 0° a 5° del Cancro Angelo Custode dei nati dal 22 giugno al 26 giugno

Espansione

8 aprile: eleganza 22 giugno: favore 5 settembre: modernizzare 16 novembre: complemento 27 gennaio: libertà Ore 06,00 - 06,20: generosità, padronanza


20. PAHALIAH Dio redentore Coro degli Angeli Troni Da 5° a 10° del Cancro Angelo Custode dei nati dal 27 giugno al 1° luglio

9 aprile: forza 23 giugno: amore 6 settembre: devozione 17 novembre: potenza 28 gennaio: abilità Ore 06,20 - 06,40: elevazione, miglioramento

Redenzione

21. NELCHAEL Dio solo e unico Coro degli Angeli Troni Da 10° a 15° del Cancro Angelo Custode dei nati dal 2 luglio al 6 luglio

10 aprile: efficacia 24 giugno: tenacia 7 settembre: filosofia 18 novembre: felicità 29 gennaio (mattina): benessere Ore 06,40 - 07,00: saggezza, sapere, scienza

Insegnamento

22. YEIAYEL La destra di Dio Coro degli Angeli Troni Da 15° a 20° del Cancro Angelo Custode dei nati dal 7 luglio all’11 luglio

11 aprile: dolcezza 25 giugno: cuore 8 settembre: avanzamento 19 novembre: dignità 29 gennaio (pomeriggio): prestigio Ore 07,00 - 07,20: fama, fortuna, arte politica

Fama

23. MELAHEL Dio che libera da tutti i mali Coro degli Angeli Troni Da 20° a 25° del Cancro Angelo Custode dei nati dal 12 luglio al 16 luglio

Guarigione

12 aprile: realismo 26 giugno: padronanza 9 settembre: provvidenza 20 novembre: realizzazioni 30 gennaio: successo Ore 07,20 - 07,40: natura, salute, stabilità


24. HAHEUIAH Dio buono in sé Coro degli Angeli Troni Da 25° a 30° del Cancro Angelo Custode dei nati dal 17 luglio al 22 luglio

13 aprile: servizio 27 giugno: illuminazione 10 settembre: comprensione 21 novembre: creatività 31 gennaio: opportunità Ore 07,40 - 08,00: sincerità, nuovo inizio

Protezione

23 LUGLIO - 22 AGOSTO Leone, Fuoco

Arcangelo RAFFAELE

Influssi positivi: prima decade (23 luglio-1 agosto) Arcangelo Kamael seconda decade (2-12 agosto) Arcangelo Raffaele terza decade (13-22 agosto) Arcangelo Hesediel

25. NITHAIAH Dio che dona la saggezza Coro degli Angeli Dominazioni Da 0° a 5° del Leone Angelo Custode dei nati dal 23 luglio al 27 luglio

14 aprile: padronanza 28 giugno: magnetismo 11 settembre: progresso 22 novembre: sapere 1 febbraio: espansione Ore 08,00 - 08,20: saggezza, pace, intuizioni

Serenità

26. HAAIAH Dio rifugio Coro degli Angeli Dominazioni Da 5° a 10° del Leone Angelo Custode dei nati dal 28 luglio al 1° agosto

Finezza

15 aprile: comprensione 29 giugno: affari 12 settembre: dinamismo 23 novembre: vittoria 2 febbraio: realizzazione Ore 08,20 - 08,40: discrezione, diplomazia, veggenza


27. YERATEL Dio che punisce gli empi Coro degli Angeli Dominazioni Da 10° a 15° del Leone Angelo Custode dei nati dal 2 agosto al 6 agosto

16 aprile: felicità 30 giugno: scambi 13 settembre: diffusione 24 novembre: professione 3 febbraio: invenzione Ore 08,40 - 09,00: protezione, libertà, elevazione

Civiltà

28. SEHEIAH Dio che guarisce i malati Coro degli Angeli Dominazioni Da 15° a 20° del Leone Angelo Custode dei nati dal 7 agosto al 12 agosto

17 aprile: intuizione 1 luglio: soluzioni 14 settembre: donazioni 25 novembre: negoziazione 4 febbraio: scoperta Ore 09,00 - 09,20: salute, longevità felice

Longevità

29. REIYEL Dio pronto a soccorrere Coro degli Angeli Dominazioni Da 20° a 25° del Leone Angelo Custode dei nati dal 13 agosto al 17 agosto

18 aprile: realizzazione 2 luglio: successo 15 settembre: ricominciare 26 novembre: umanità 5 febbraio: bellezza Ore 09,20 - 09,40: elevazione mentale e sociale

Liberazione

30. OMAEL Dio paziente Coro degli Angeli Dominazioni Da 25° a 30° del Leone Angelo Custode dei nati dal 18 agosto al 22 agosto

Crescita

19 aprile: elaborazione 3 luglio: iniziazioni 16 settembre: cambiamenti 27 novembre: autorità 6 febbraio: scienza Ore 09,40 - 10,00: fertilità, espansione, fecondità


23 AGOSTO - 23 SETTEMBRE Vergine, Terra

Arcangelo MICHELE

Influssi positivi: prima decade (23 agosto-2 settembre) Arcangelo Binael seconda decade (3-12 settembre) Arcangelo Haniel terza decade (13-23 settembre) Arcangelo Michele

31. LECABEL Dio che ispira Coro degli Angeli Dominazioni Da 0° a 5° della Vergine Angelo Custode dei nati dal 23 agosto al 28 agosto

20 aprile: potere 4 luglio: entusiasmo 17 settembre: indipendenza 28 novembre: scoperte 7 febbraio: riuscita Ore 10,00 - 10,20: talento, intelligenza pratica

Opportunità

32. VASARIAH Dio giusto Coro degli Angeli Dominazioni Da 5° a 10° della Vergine Angelo Custode dei nati dal 29 agosto al 2 settembre

21 aprile: amore 5 luglio: risultato 18 settembre: coscienza 29 novembre: avanzamento 8 febbraio: armonia Ore 10,20 - 10,40: cuore nobile, memoria felice

Generosità

33. YEHUIAH Dio onnisciente Coro degli Angeli Potestà Da 10° a 15° della Vergine Angelo Custode dei nati dal 3 settembre al 7 settembre

Accordo

22-23 aprile: profusione 6 luglio: organizzazione 19 settembre: larghezza 30 novembre: energia 9 febbraio: amicizia Ore 10,40 - 11,00: fedeltà, protezione


34. LEHAHIAH Dio clemente Coro degli Angeli Potestà Da 15° a 20° della Vergine Angelo Custode dei nati dall’8 settembre al 12 settembre

24 aprile: memoria 7 luglio: elevazione 20 settembre: saggezza 1 dicembre: elevazione 10 febbraio: associazione Ore 11,00 - 11,20: integrità, dedizione

Rettitudine

35. CHAVAQUIAH Dio che dà la gioia Coro degli Angeli Potestà Da 20° a 25° della Vergine Angelo Custode dei nati dal 13 settembre al 17 settembre

25 aprile: cambiamento 8-9 luglio: bellezza 21 settembre: speranza 2 dicembre: riconciliazione 11 febbraio: modernità Ore 11,20 - 11,40: amore familiare, eredità

Riconciliazione

36. MENADEL Dio adorabile Coro degli Angeli Potestà Da 25° a 30° della Vergine Angelo Custode dei nati dal 18 settembre al 23 settembre

26 aprile: edificazione 10 luglio: premonizioni 22 settembre: progetti 3 dicembre: saggezza 12 febbraio: diffusione Ore 11,40 - 12,00: sicurezza di impiego, ideali

Lavoro

24 SETTEMBRE - 23 OTTOBRE Bilancia, Aria

Arcangelo HANIEL

Influssi positivi: prima decade (24 settembre-3 ottobre) Arcangelo Haniel seconda decade (4-13 ottobre) Arcangelo Raziel terza decade (14-23 ottobre) Arcangelo Michele


37. ANIEL Dio delle virtù Coro degli Angeli Potestà Da 0° a 5° della Bilancia Angelo Custode dei nati dal 24 settembre al 28 settembre

27 aprile: attività 11 luglio: ambizione 23 settembre: riunire 4 dicembre: moralità 13 febbraio: progetti Ore 12,00 - 12,20: idee, attività, amore

Spezzare il circolo

38. HAAMIAH Dio speranza di tutti i figli della Terra Coro degli Angeli Potestà Da 5° a 10° della Bilancia Angelo Custode dei nati dal 29 settembre al 3 ottobre

28 aprile: preveggenza 12 luglio: evoluzione 24 settembre: intuizioni 5 dicembre: chiarezza 14 febbraio: riforme Ore 12,20 - 12,40: spiritualità, ricchezza

Celebrazione

39. REHAEL Dio che accoglie i peccatori Coro degli Angeli Potestà Da 10° a 15° della Bilancia Angelo Custode dei nati dal 4 ottobre all’8 ottobre

29 aprile: ingegno 13 luglio: immaginazione 25 settembre: associazioni 6 dicembre: fedeltà 15 febbraio: moda Ore 12,40 - 13,00: pienezza familiare

Rispetto

40. YEZALEL Dio che rallegra Coro degli Angeli Potestà Da 15° a 20° della Bilancia Angelo Custode dei nati dal 9 ottobre al 13 ottobre

Gioie

30 aprile: opere 14 luglio: scritture 26 settembre: convivialità 7 dicembre: servire 16 febbraio: fama Ore 13,00 - 13,20: rinascita, creatività


41. HEHAHEL Dio in tre persone Coro degli Angeli Virtù Da 20° a 25° della Bilancia Angelo Custode dei nati dal 14 ottobre al 18 ottobre

1 maggio: felicità 15 luglio: chiarezza 27 settembre: comprensione 8 dicembre: perfezione 17 febbraio: ideale Ore 13,20 - 13,40: speranza, religiosità, vittoria

Spiritualità

42. MIKAEL Simile a Dio Coro degli Angeli Virtù Da 25° a 30° della Bilancia Angelo Custode dei nati dal 19 ottobre al 23 ottobre

2 maggio: elevazione 16 luglio: autenticità 28 settembre: coesione 9 dicembre: conoscenza 18 febbraio: discernimento Ore 13,40 - 14,00: autorità, viaggi, fortuna

Organizzazione

24 OTTOBRE - 22 NOVEMBRE Scorpione, Acqua

Arcangelo KAMAEL

Influssi positivi: prima decade (24 ottobre-2 novembre) Arcangelo Gabriele seconda decade (3-12 novembre) Arcangelo Kamael terza decade (13-22 novembre) Arcangelo Metatron

43. VEULIAH Re dominatore Coro degli Angeli Virtù Da 0° a 5° dello Scorpione Angelo Custode dei nati dal 24 ottobre al 28 ottobre

Riuscita

3 maggio: sublimazione 17 luglio: valore 29 settembre: armonia 10 dicembre: stabilità 19 febbraio: amore Ore 14,00 - 14,20: prosperità pubblica, dedizione


44. YELAHIAH Dio eterno Coro degli Angeli Virtù Da 5° a 10° dello Scorpione Angelo Custode dei nati dal 29 ottobre al 2 novembre

4 maggio: fortuna 18 luglio: volontà 30 settembre: alleanze 11 dicembre: tutto possibile 20 febbraio: celebrità Ore 14,20 - 14,40: coraggio, viaggi, eroismo

Arte militare

45. SEHALIAH Motore di tutte le cose Coro degli Angeli Virtù Da 10° a 15° dello Scorpione Angelo Custode dei nati dal 3 novembre al 7 novembre

5 maggio: gioia 19 luglio: amore 1 ottobre: spostamenti 12 dicembre: gioia 21 febbraio: desiderio Ore 14,40 - 15,00: guarigione, sapere, realizzazioni

Promozione

46. ARIEL Dio rivelatore Coro degli Angeli Virtù Da 15° a 20° dello Scorpione Angelo Custode dei nati dall’8 novembre al 12 novembre

6 maggio: ricchezza 20 luglio: ricchezza 2 ottobre: energia 13 dicembre: appoggio 22 febbraio: energia Ore 15,00 - 15,20: fortuna, intelligenza sublime

Scoperta

47. ASALIAH Dio giusto, che indica la Verità Coro degli Angeli Virtù Da 20° a 25° dello Scorpione Angelo Custode dei nati dal 13 novembre al 17 novembre

Contemplazione

7 maggio: pienezza 21 luglio: integrazione 3 ottobre: fraternità 14 dicembre: provvidenza 23 febbraio: devozione Ore 15,20 - 15,40: onestà, equilibrio luminoso


48. MIHAEL Dio, padre misericordioso Coro degli Angeli Virtù Da 25° a 30° dello Scorpione Angelo Custode dei nati dal 18 novembre al 22 novembre

8 maggio: pertinenza 22 luglio: moderazione 4 ottobre: riuscita 15 dicembre: benessere 24 febbraio: incanto Ore 15,40 - 16,00: sogni realizzati, fecondità, fortuna

Procreazione

23 NOVEMBRE - 21 DICEMBRE Sagittario, Fuoco

Arcangelo HESEDIEL

Influssi positivi: prima decade (23 novembre-2 dicembre) Arcangelo Kamael seconda decade (3-12 dicembre) Arcangelo Raffaele terza decade (13-21 dicembre) Arcangelo Hesediel

49. VEHUEL Dio che magnifica ed innalza Coro degli Angeli Principati Da 0° a 5° del Sagittario Angelo Custode dei nati dal 23 novembre al 27 novembre

9 maggio: eccellenza 23 luglio: adorazione 5 ottobre: habitat 16 dicembre: evoluzione 25 febbraio: purezza Ore 16,00 - 16,20: intelligenza, altruismo, riuscita

Elevazione

50. DANIEL Segno di misericordia Coro degli Angeli Principati Da 5° a 10° del Sagittario Angelo Custode dei nati dal 28 novembre al 2 dicembre

Eloquenza

10 maggio: fecondità 24 luglio: associazione 6 ottobre: intraprendere 17 dicembre: considerazione 26 febbraio: avventura Ore 16,20 - 16,40: eloquenza, fascino, umanità


51. HAHASIAH Dio occulto Coro degli Angeli Principati Da 10° a 15° del Sagittario Angelo Custode dei nati dal 3 dicembre al 7 dicembre

11 maggio: eroismo 25 luglio: modestia 7 ottobre: fascino 18 dicembre: abbondanza 27 febbraio: anima gemella Ore 16,40 - 17,00: sapere, saggezza, discernimento

Panacea, pietra filosofale

52. IMAMIAH Dio eleva al di sopra di tutto Coro degli Angeli Principati Da 15° a 20° del Sagittario Angelo Custode dei nati dall’8 dicembre al 12 dicembre

12 maggio: dono di sé 26 luglio: missione 8 ottobre: gioia 19 dicembre: adattamento 28 febbraio: emozioni Ore 17,00 - 17,20: liberazione, iniziazione, viaggi

Amnistia, espiazione dei peccati

53. NANAEL Dio che ridimensiona gli orgogliosi Coro degli Angeli Principati Da 20° a 25° del Sagittario Angelo Custode dei nati dal 13 dicembre al 16 dicembre

13 maggio: progresso 27 luglio: provvidenza 9 ottobre: incontro 20 dicembre: fortuna 29 febbraio: bontà; 1 marzo: volontà Ore 17,20 - 17,40: calma, pace, spiritualità

Comunione, comunicazione spirituale

54. NITHAEL Re dei Cieli Coro degli Angeli Principati Da 25° a 30° del Sagittario Angelo Custode dei nati dal 17 dicembre al 21 dicembre

Eredità

14 maggio: benevolenza 28 luglio: gran cuore 10 ottobre: scrittura 21 dicembre: amnistia 2 marzo: amore Ore 17,40 - 18,00: autorità, elevazione, celebrità


22 DICEMBRE - 20 GENNAIO Capricorno, Terra

Arcangelo BINAEL

Influssi positivi: prima decade (22-31 dicembre) Arcangelo Binael seconda decade (1-10 gennaio) Arcangelo Haniel terza decade (11-20 gennaio) Arcangelo Michele

55. MEBAHIAH Dio eterno Coro degli Angeli Principati Da 0° a 5° del Capricorno Angelo Custode dei nati dal 22 dicembre al 26 dicembre

15 maggio: rettitudine 29 luglio: profezia 11 ottobre: progetti 22 dicembre: trasformazione 3 marzo: coraggio Ore 18,00 - 18,20: lucidità, moralità, notorietà

Lucidità intellettuale

56. POYEL Dio che sostiene l’universo Coro degli Angeli Principati Da 5° a 10° del Capricorno Angelo Custode dei nati dal 27 dicembre al 31 dicembre

16 maggio: grazia 30-31 luglio: successo logico 12 ottobre: solidarietà 23 dicembre: accrescimento 4 marzo: promozione Ore 18,20 - 18,40: talento, ricchezza, fortuna, successo

Fortuna, talento, modestia

57. NEMAMIAH Dio lodevole Coro degli Angeli Arcangeli Da 10° a 15° del Capricorno Angelo Custode dei nati dal 1° al 5 gennaio

Discernimento

17 maggio: prodigalità 1 agosto: perseveranza 13 ottobre: direzione 24 dicembre: integrazione 5 marzo: pubblicità Ore 18,40 - 19,00: mentalità superiore, riuscita


58. YEIALEL Dio che esaudisce le generazioni Coro degli Angeli Arcangeli Da 15° a 20° del Capricorno Angelo Custode dei nati dal 6 gennaio al 10 gennaio

18 maggio: devozione 2 agosto: sviluppo 14 ottobre: veemenza 25 dicembre: grazia 6 marzo: potere Ore 19,00 - 19,20: ordine, rigore, fedeltà, salute

Intelligenza, forza mentale

59. HARAEL Dio onniscente Coro degli Angeli Arcangeli Da 20° a 25° del Capricorno Angelo Custode dei nati dall’11 gennaio al 15 gennaio

19 maggio: probità 3 agosto: prosperità 15 ottobre: idee 26 dicembre: solidità 7 marzo: ricchezza Ore 19,20 - 19,40: intelligenza pratica, fortuna

Ricchezza intellettuale

60. MITZRAEL Dio che soccorre gli oppressi Coro degli Angeli Arcangeli Da 25° a 30° del Capricorno Angelo Custode dei nati dal 16 gennaio al 20 gennaio

20 maggio: retribuzione 4 agosto: opportunità 16 ottobre: organizzazione 27 dicembre: edificazione 8 marzo: risoluzione Ore 19,40 - 20,00: grande talento, salute, fedeltà

Consolidamento, riparazione

21 GENNAIO - 19 FEBBRAIO Acquario, Aria

Arcangelo RAZIEL

Influssi positivi: prima decade (21-30 gennaio) Arcangelo Haniel seconda decade (31 gennaio-9 febbraio) Arcangelo Raziel terza decade (10-19 febbraio) Arcangelo Michele


61. UMABEL Dio al di sopra di tutto Coro degli Angeli Arcangeli Da 0° a 5° dell’Acquario Angelo Custode dei nati dal 21 gennaio al 25 gennaio

21 maggio: amicizia 5 agosto: equilibrio 17 ottobre: proselitismo 28 dicembre: abbellire 9 marzo: solidarietà Ore 20,00 - 20,20: amicizia, pensiero analogico, successo

Amicizia, affinità

62. IAHHEL Essere supremo Coro degli Angeli Arcangeli Da 5° a 10° dell’Acquario Angelo Custode dei nati dal 26 gennaio al 30 gennaio

22 maggio: eloquenza 6 agosto: prospettiva 18 ottobre: invenzione 29 dicembre: esperienze 10 marzo: distensione Ore 20,20 - 20,40: pace, misticismo, modestia

Sapere

63. ANAUEL Dio infinitamente buono Coro degli Angeli Arcangeli Da 10° a 15° dell’Acquario Angelo Custode dei nati dal 31 gennaio al 4 febbraio

23 maggio: scienza 7 agosto: coscienza 19 ottobre: bellezza 30 dicembre: coordinamento 11 marzo: piacere Ore 20,40 - 21,00: intelligenza, denaro, risultati

Unità

64. MEHIEL Dio che vivifica tutte le cose Coro degli Angeli Arcangeli Da 15° a 20° dell’Acquario Angelo Custode dei nati dal 5 febbraio al 9 febbraio

Vivificazione

24-25 maggio: realizzazione 8 agosto: fortuna 20 ottobre: intesa 31 dicembre: attenzione 12 marzo: calma Ore 21,00 - 21,20: diffusione di idee, notorietà


65. DAMABIAH Dio fonte di saggezza Coro degli Angeli Angeli Da 20° a 25° dell’Acquario Angelo Custode dei nati dal 10 febbraio al 14 febbraio

26 maggio: decisione 9 agosto: eleganza 21 ottobre: unione 1 gennaio: gentilezza 13 marzo: giustizia Ore 21,20 - 21,40: provvidenza, successo nell’acqua

Saggezza

66. MANAKEL Dio che asseconda e sostiene ogni cosa Coro degli Angeli Angeli Da 25° a 30° dell’Acquario Angelo Custode dei nati dal 15 febbraio al 19 febbraio

27 maggio: modestia 10 agosto: armonizzazione 22 ottobre: avvenire 2 gennaio: pace 14 marzo: riuscita Ore 21,40 - 22,00: vita piacevole e pacifica, fiori

Conoscenza

20 FEBBRAIO - 20 MARZO Pesci, Acqua

Arcangelo METATRON

Influssi positivi: prima decade (20-29 febbraio) Arcangelo Gabriele seconda decade (1-10 marzo) Arcangelo Kamael terza decade (11-20 marzo) Arcangelo Metatron

67. EYAEL Dio delizia dei bambini e degli uomini Coro degli Angeli Angeli Da 0° a 5° dei Pesci Angelo Custode dei nati dal 20 febbraio al 24 febbraio

Trasformazione

28 maggio: modernità 11 agosto: chiarezza 23 ottobre: elevazione 3 gennaio: rimessa in forma 15 marzo: vittoria Ore 22,00 - 22,20: longevità, evoluzione, esoterismo


68. HABUHIAH Dio che dona con liberalità Coro degli Angeli Angeli Da 5° a 10° dei Pesci Angelo Custode dei nati dal 25 febbraio al 29 febbraio

29 maggio: memoria 12 agosto: fiducia 24 ottobre: amore 4 gennaio: svago 16 marzo: prudenza Ore 22,20 - 22,40: creatività, guarigione, progresso

Guarigione

69. ROCHEL Dio che vede tutto Coro degli Angeli Angeli Da 10° a 15° dei Pesci Angelo Custode dei nati dal 1° marzo al 5 marzo

30 maggio: scoperta 13 agosto: amore 25 ottobre: utilità 5 gennaio: natura 17 marzo: gioia Ore 22,40 - 23,00: favori e onori, rivivere

Ristabilimento, restituzione

70. JABAMIAH Verbo che produce ogni cosa Coro degli Angeli Angeli Da 15° a 20° dei Pesci Angelo Custode dei nati dal 6 marzo al 10 marzo

31 maggio: lealtà 14 agosto: rapidità 26 ottobre: memoria 6 gennaio: guadagni 18 marzo: sapere Ore 23,00 - 23,20: magia, trasformazione, alchimia

Trasmutazione, alchimia

71. HAIAYEL Dio, Signore dell’universo Coro degli Angeli Angeli Da 20° a 25° dei Pesci Angelo Custode dei nati dall’11 marzo al 15 marzo

Motivazione

1 giugno: verità 15 agosto: politica 27 ottobre: prodezze 7 gennaio: prestigio 19 marzo: provvidenza Ore 23,20 - 23,40: energia, lucidità, vittoria


72. MUMIAH Fine di tutte le cose Coro degli Angeli Angeli Da 25° a 30° dei Pesci Angelo Custode dei nati dal 16 marzo al 20 marzo

2 giugno: conciliazione 16 agosto: ordine 28 ottobre: esaltazione 8 gennaio: intelligenza 20 marzo: incontri Ore 23,40 - 24,00: rinascita, purificazione, futuro

Rinascita

CAPITOLO (XXVII)

LO SPIRITISMO

Lo spiritismo nasce dapprima come dottrina filosofica in Francia intorno il 1856 fondata dal pedagogista Hippolyte Léon Denizard Rivail (alias Allan Kardec), la dottrina spiritica si basava su delle ipotesi che legava alcuni fenomeni per opera di alcune intelligenze incorporee e che grazie all'intervento di un Medium si potesse entrare in comunicazione con esse attraverso le sedute spiritiche. Intorno l'800 ci fù un exploit dello spiritismo in tutta l'Europa e nella lontana America (grazie all'operato delle sorelle Fox) coinvolgendo un numero sempre più maggiore di persone, vennero stampati anche diversi libri (senz'altro il più famoso è Il libro degli spiriti di Kardec) che vennero immediatamente bruciati nelle piazze con la durissima repressione cattolica (come al solito) che li considerava un opera diabolica. Lo spiritismo si basa sulla convinzione che gli spiriti non siano altro che le anime disincarnate degli uomini. L'unica differenza tra uomini e spiriti è solo quella che i primi sono temporaneamente incarnati in un involucro corporeo. Lo scienziato Emanuel Swedenborg scriveva: "Dopo che lo spirito si è separato dal corpo (il che succede quando una persona muore), quella persona è ancora viva, proprio com'era prima". La dottrina non ammette la presenza di Angeli o Démoni come esseri separati dalla creazione


divina, ma solo come spiriti con maggiore o minore evoluzione spirituale. Come si poteva facilmente immaginare la pratica dello spiritismo è stata ed è tutt'ora osteggiata dalla chiesa cattolica e protestante, questo nonostante la dottrina filo-religiosa spiritica predicasse carità, umiltà e solidarietà contrapponendo la fratellenza universale ell'egoismo e al materialismo. Molti sono i metodi in cui il Medium entra in contatto con lo spirito, ad esempio la tavoletta parlante detta anche Ouija (di cui abbiamo abbondantemente discusso qualche articolo fà), e il più comune tavolo delle sedute spiritiche in cui tutte le mani dei presenti sono rivolte sul tavolo in modo da incalanare le energie che poi daranno il via all'apparizione del fantasma. Lo spiritismo anche in Italia ha goduto del suo momento d'oro, agli inizi degli anni '70 ad opera del Circolo Spiritico Navona 2000, dei quali il massimo esponente fù il mitico ed assai noto Medium Fulvio Rendhell il quale famosissimo per aver fatto materializzare lo spirito dell'attrice Anna Maria Pierangeli superò addirittura se stesso evocando a distanza di 100 anni dalla sua ultima evocazione tra i viventi lo spirito di Katie King (entità che affermava essere figlia del corsaro Henry Morgan) nel maggio del 1974, questo spirito infatti era stato evocato in inghilterra 100 anni prima ad opera della giovane Medium Inglese Florence Cock, la materializzazione al Circolo Navona fù sorprendente perchè lo spettro della King si presentò con tutta la materia di un corpo vivente cosicché tutti i presenti potettero abbracciarla, stringergli la mano e addirittura sentire i battiti del suo cuore...Il tutto venne fotografato dai più importanti giornali di tutto il mondo, persino un dottore presente in sala constatò che il corpo dello spettro era totalmente simile al nostro con la differenza che emetteva delle vibrazioni molto diverse da quelle che di solito emaniamo noi. La King si congedò facendo materializzare persino dei fiori che vennero sparsi sul tavolino della seduta. Tutta via si deve anche raccontare che molti Medium improvvisati hanno avuto delle pessime esperienze durante le sedute spritiche o tramite l'ausilio della tavoletta Uoija, non smetterò mai di ripetere infatti che certe pratiche vengono svolte dopo un determianto periodo di studi, con la giusta serietà e sensibilità e sopratutto con l'aiuto di gente esperta poichè non si tratta di un gioco. Il mondo dello spiritismo è senz'altro affascinante ed interessante, ma vi ricordo che và praticato sempre con gente seria ed esperta. Così come i defunti possono migliorarci facendoci scoprire i veri valori della vita senza badare al materialismo e all'egosimo umano, così noi possiamo trarne vantaggio elevando il nostro spirito a sentimenti nobili quali l'altruismo e l'onesta...che di questi tempi sembrano valori purtroppo dimenticati.

TIPOLOGIE DI FANTASMI

Poltergeist: è uno spirito chiassoso; il termine, di origine tedesca, descrive tutti quei fenomeni come lo spostamento di oggetti, il rompersi di piatti, lo sbattere delle porte, ma anche voci e rumori. Si pensa che sia legato alla presenza di bambini o adolescenti. Non è pericoloso. Residui psichici: appaiono sempre nello stesso identico modo, nello stesso posto, facendo gli stessi gesti.


Il doppio o apparizione-crisi: è uno spettro ambasciatore di morte, si manifesta ai parenti di una persona morente con le sembianze del malato. Gli spettri ciclici: fantasmi innocui che appaiono ciclicamente in un certo posto, in ricordo di un avvenimento a loro caro o temuto. Per esempio, dei soldati sul campo di battaglia dove hanno perso la vita. Fantasmi domestici: spettri che infestano una casa anche nel corso dei secoli, probabilmente ignari di essere morti. Ectoplasma: la materia nebbiosa che fuoriesce dal medium durante la fase di materializzazione, necessaria per la ricomposizione visiva di spiriti

SEDUTA SPIRITICA La seduta spiritica, detta anche seduta medianica, è una delle pratiche più famose usate nello spiritismo. È una riunione di persone che hanno in comune il desiderio di entrare in contatto con entità spirituali, allo scopo di rivolgere loro domande. Presume in concreto una manifestazione degli spiriti e implica uno scambio di pensieri con i mortali Finalizzata al contatto e al colloquio con gli spiriti grazie all'intervento di un medium (letteralmente "tramite"), la seduta spiritica solitamente si svolge al chiuso. È però indispensabile rispettare particolari rituali, accorgimenti complessi e tecniche di evocazione che richiedono competenza e precauzione.

IL MEDIUM Medium è una parola latina che significa mezzo, tramite. Tale termine indica quelle persone o quegli individui che, grazie a caratteristiche del tutto particolari, riescono a far da tramite alle comunicazioni degli spiriti. Tale figura nella seduta spiritica è indispensabile sia per la produzione dei fenomeni spiritici sia come mezzo di unione fra le entità e partecipanti. Il mezzo, grazie al quale il medium riesce a mettersi in comunicazione con il mondo degli spiriti, è uno stato alterato della sua coscienza che viene chiamato "trance medianica". In tali circostanze di mutamento psicologico, il medium predispone la sua mente e condiziona il suo corpo fisico a recepire le sollecitazioni degli spiriti e consente, in tal modo, l'esplicazione dei fenomeni paranormali di natura psichica o fisica, a seconda delle sue caratteristiche precipue e particolari.

L’AMBIENTE, GLI ORARI E IL NUMERO DEI PARTECIPANTI


L'ambiente più adatto è rappresentato da una stanza tranquilla, con pochi rumori esterni che impedirebbero la concentrazione (ma ottimi risultati si ottengono anche all'aria aperta). Il locale deve essere in penombra: nessuna luce elettrica, basta una candela accesa in un angolo. Quest'ultima deve essere bianca o celeste. È possibile accendere qualche bacchettina d'incenso e farne bruciare qualche grano nell'apposito carboncino. Nel caso di seduta spiritica con il tavolino, il tavolo deve essere rotondo, non troppo pesante, a tre gambe e inoltre costruito interamente in legno a incastro, cioè senza alcun chiodo. Non vi sono giorni o ore in cui gli spiriti siano più inclini a comunicare con i mortali. Secondo gli spiritisti gli spiriti si abituano al locale, ai giorni e agli orari in cui abitualmente li si invoca. In linea di massima le comunicazioni con gli spiriti di livello più elevato si ottengono sempre nelle sedute con pochi partecipanti e quasi mai in quelle numerose perché è più facile creare un clima di attenzione e raccoglimento.

LE TECNICHE

SEDUTA SPIRITICA CON IL TAVOLINO I partecipanti alla seduta, riuniti attorno al tavolo, si pongono in silenzio e concentrazione, tentando di stabilire uno stato di tensione mentale ed emotiva che permetta al medium di utilizzare l'energia del gruppo per poter richiamare a sé le forze necessarie ad un "contatto" con l'aldilà. I presenti formano una catena, tenendosi per mano o con altre modalità, e, dopo qualche tempo, il tavolino, secondo gli spiritisti, dovrebbe fremere, scricchiolare o addirittura alzarsi leggermente da una parte. Quel momento rappresenta l'inizio della comunicazione con l'entità: il dialogo si svolge attraverso i classici colpi che andranno richiesti allo spirito come risposta alle domande formulate dai partecipanti secondo un codice predeterminato. Con la tecnica della trance invece il medium, una volta aggiunto il grado desiderato di concentrazione, ritiene di "dare voce" a defunti o altre entità spirituali che lanciano messaggi di vario genere parlando per conto dell'entità evocata. TAVOLA OUIJA Un tipico sistema di interrogazione è quello della tavola ouija. Questo strumento consiste in una piccola tavola con le lettere dell'alfabeto e con i primi dieci numeri (da 0 a 9 o da 1 a 0). Sulla tavola o quadrante si colloca un piccolo pezzo di legno triangolare, che poggia su tre sfere di cristallo in modo che possa scorrere facilmente. Il medium e i partecipanti pongono il dito indice sul triangolo mobile e questo indica in successione le lettere e le cifre scritte formando parole, date, cifre e frasi di senso compiuto. Secondo alcuni in realtà il fenomeno è dovuto ai movimenti ideomotori dei presenti che non sono in grado di mantenere il dito perfettamente fermo, le frasi composte sono il frutto delle aspettative inconsce di chi la muove: è sufficiente capovolgere le lettere e mischiarle perché la planchette inizi a comporre frasi completamente prive di senso. Secondo altri invece il movimento è dovuto al manifestarsi di un'entità (che può essere intesa come spirito per gli spiritisti o come unione di menti o "entità psichica di gruppo" per i più scettici), che necessita dei sensi dei presenti per comunicare e rispondere sensatamente, ecco perché le parole


uscirebbero senza senso se i partecipanti non guardano o se vengono capovolte e mescolate le lettere. Spesso inoltre la tavola OuiJa è sostituita più semplicemente da lettere e numeri ritagliati e disposti a cerchio su di un tavolo, usando poi come planchette una moneta o un bicchiere. REGOLE TAVOLA OUIJA • Mai operare da solo! • Creare un cerchio intorno a voi e alla tavola • Portare un amuleto con sè • La seduta dovrà essere chiusa correttamente • Non utilizzare mai la Ouija quando si è malati o in una condizione di debolezza • Gli spiriti maligni contattati attraverso la tavola Ouija cercherà di vincere la vostra fiducia con falsa adulazione e la menzogna • Essere sempre rispettoso e mai turbare gli spiriti • Non utilizzare mai la Ouija in un cimitero o il luogo in cui si è verificato un terribile morte o si porterà avanti entità malevole • A volte uno spirito maligno può definitivamente "abitare", una tavola. Quando questo accade, nessun altro spiriti potrà usarla • Non disfatevi di una tavola Ouija, semplicemente buttandola • Mai lasciare la tavola Ouija sul tavolo se non lo si utilizza. • Mai chiedere di Dio. • Mai chiedere quando si sta per morire. • Mai chiedere dove è sepolto oro.

CONCLUSIONE DELLA SEDUTA Al termine delle comunicazioni occorre ringraziare lo spirito intervenuto e lasciarlo libero di andarsene. Questo particolare è molto importante perché, secondo gli spiritisti, se non accomiatata, l'entità può restare per un certo tempo prigioniera nel luogo in cui è giunta e provocare strani fenomeni, come oggetti che si muovono da soli o rumori misteriosi e arcani.


FONTI © www.esoterya.com © www.erbariodellastrega.com © http://eyeclipse.forumcommunity.net © anticastregoneria.wordpress.com © ultimatewiccan.weebly.com/ © eyeclipse.forumcommunity.net © ritualimagici.wordpress.com © giardinodellefate.wordpress.com © streghedellaluna.forumfree.it © figlieluna.altervista.org © www.angelologia.it © Wikipedia © Web

Guida Magica  
Guida Magica  
Advertisement