Page 70

Sotto, l’amministratore delegato e direttore generale del Casinò, Enrico Cairoli e una sala delle slot machines Sotto, uno dei giochi americani

Below, Enrico Cairoli, Casino chief executive and general manager and a slot machines room

Piccola enclave italiana in territorio svizzero, adagiata su una lingua di terra tra il Lago Ceresio e le montagne, Campione d’Italia è dal 1933 sede di una casa da gioco e, dal maggio dello scorso anno, del Casinò più grande d’Europa, nove piani di divertimento assoluto oltre a tre livelli di parcheggi sotterranei. Sotto la guida di uno dei manager più noti e brillanti d’Italia, Mario Resca, il ferrarese forte di esperienze a Mondatori, McDonald’s, Lancôme Italia, Gruppo Fiat, Versace, Kenwood ed Eni, solo per citarne alcune, il Nuovo Casinò di Campione d’Italia sta cambiando pelle e sta facendo vivere a tutta l’enclave una seconda giovinezza. «Eppure al mio arrivo a Campione, all’inizio del 2007, le perdite superavano il capitale – ricorda Resca – chiesi ai soci di ricapitalizzare, altrimenti si doveva dichiarare fallimento. I dipendenti erano demotivati, vi era un assenteismo elevatissimo, si sentiva la concorrenza. E si doveva organizzare il trasferimento nella nuova struttura, realizzata da Mario Botta. È stata una sfida difficile, ma ora si vedono i risultati». Sì, perché in un solo anno, grazie ai numeri del Nuovo Casinò di Campione, la struttura arriva all’equilibrio di bilancio, un successo insperato. Resca modifica la governance, mette donne e uomini capaci e fidati nei ruoli chiave, a iniziare dal settore comunicazione, rapporti istituzionali e relazioni pubbliche, con un’autentica guru del settore quale Maria Alberta Viviani CorradiCervi. «Abbiamo scelto persone dall’esterno e svolto un lavoro eccezionale sui dipendenti – dice Resca Il Casinò ha un business legato all’ospitalità di circa un milione di persone all’anno e le risorse umane di

138

questa società rivestono un ruolo fondamentale». Nel 2007 i ricavi crescono del 16% e nei primi mesi del 2008 del 18-19%. «Oggi chi viene al Nuovo Casinò di Campione è un ospite e non più solo un giocatore. Trova 4 ristoranti per vivere dal pranzo d’affari al matrimonio, alle convention, alla cultura, allo sport e al divertimento e perché no, anche all’arte». Per lo sport sono tornati la grande box e il ciclismo. Non vengono dimenticati infine gli sport per diversamente abili. «Comunichiamo anche molto più di prima – ricorda il manager – dai giornali, alle tv, dai taxi di Milano e Como, ai bus e agli aeroporti, dai grandi alberghi alle fiere». Il Nuovo Casinò di Campione strizza l’occhio anche ai giovani con una promozione nelle discoteche che regala gadget e inviti al Casinò. «È finito il tempo in cui si percepiva il Casinò come un luogo di degrado morale dove si veniva a giocarsi e a perdere gli averi di famiglia – conclude Resca – Qui la gente viene e trova amici, buona cucina, divertimento, gioco e spettacolo». La prossima scommessa del manager è un gemellaggio con Las Vegas. Il secondo uomo chiave nella rinascita della casa da gioco dell’enclave è l’amministratore delegato e direttore generale Enrico Cairoli, stimato professionista comasco. «Il Nuovo Casinò di Campione è una grande azienda, con 650 dipendenti che arrivano a 900 con i collaboratori esterni e, come ha detto il presidente, per noi che non vendiamo un prodotto, bensì un servizio, il personale riveste un ruolo chiave». Inaugurato il 9 maggio 2007 il Nuovo Casinò di Campione è riuscito a invertire anche un trend che

vede le case da gioco in regresso sul mercato italiano. Oggi Campione ha superato Saint Vincent e Sanremo ed è secondo nella penisola soltanto a Venezia. «Ogni giorno abbiamo 2mila clienti, con punte di 4.500 il sabato sera – sottolinea Cairoli - è stato fondamentale aggiornarsi costantemente, rinnovare il corpo delle slot e creare attrazioni di altissimo livello». Il giovedì sera è diventato ad esempio un appuntamento fisso con lo spettacolo e artisti di levatura internazionale. Novità dell’estate, alla quale l’ad Cairoli tiene in particolar modo, è poi il rapporto con i clienti dei grandi alberghi di lusso del Lago di Como, ai quali il Casinò offre trasporto e cena gratuiti. Anche gli slogan sono diventati un punto di forza del Nuovo Casinò di Campione, da “Una notte di fortuna piena” a “La fortuna bacia Campione”, che campeggiano su cartellonistica, plasma e media di tutta Italia. L’Ingresso al Nuovo Casinò di Campione è gratuito e viene organizzato un servizio autobus da Como e da Milano. Le sale sono aperte tutto l’anno dalle 10.30 alle 5 (venerdì e sabato fino alle 6). I primi tre livelli sono riservati ai Giochi Americani (Slot Machine, Ruota della Fortuna, Horse Race, Caribbean Stud Poker, Black Jack…), salendo si incontrano i giochi francesi, Roulette, Chemin de Fer, Trente et Quarante e Poker Texano. Per i clienti Vip la possibilità di giocare nelle sale privé al quarto piano. Salendo poi fino al nono con splendida vista sul lago, ecco il Salone delle feste e i vari ristoranti per serate indimenticabili e una notte di fortuna piena.

Below, an american game

Tiny Italian enclave on Swiss territory, set on a strip of land between Lake Ceresio and the mountains, Campione d’Italia has been home of a casino since 1933; last May the facility became the biggest in Europe: nine floors of absolute amusement plus over three levels of underground parking. Under the leadership of one of the most known and brilliant Italian managers, Mario Resca, the man from Ferrara confident with his experience with Mondadori, McDonald’s, Lancome Italia, Fiat Group, Versace, Kenwood and Eni, just to mention some, the Nuovo Casinò di Campione d’Italia if sloughing off its old skin allowing all the enclave to take on a new lease of life. “And just think that when I arrived in Campione, in early 2007, debts exceeded the capital- Mr. Resca revokes - I asked the partners to refinance otherwise they would have gone bankrupt. The employees were demotivated, absenteeism was ruling, competition tough. And it was also necessary to organize the relocation of the new structure, realized by Mario Botta. It was a difficult challenge but we now see the outcome”. Yes, because in just one year, thanks to the figures of the Nuovo Casinò di Campione, the facility achieved a balanced budget, which was an unhoped-for success. Mr. Resca modified the governance by entrusting skilled and trusted women and men with key roles, starting from the communication, institutional relations and public relations departments, with a true guru in the field such as Maria Alberti Viviani Corradi-Cervi. “We choose people from outside and did and exceptional job with the employees - Mr. Resca says - The Casino has business connected to hospitality estimated in about

one million people a year and human resources hold an essential role in this company”. In 2007 profits increased by 16% and in the first months of 2008 by 18-19%. “Who comes to Nuovo Casinò di Campione today is no longer only a gambler but a guest. With 4 restaurants at disposal for any requirement, from a business lunch to a wedding reception, to conventions, culture, sport and amusement and, why not, also art”. Regarding sport great box and cycling are back. Finally, we also care for sport for the otherwiseabled. “We also communicate much more than before - the manager points out - through newspapers, television channels, Milan’s and Como’s taxis, buses and airports, the big hotels and the fairs”. The Nuovo Casinò di Campione also attracts young people with a disco promotion offering complementary gadgets and invitations to the Casino. “The days in which the Casino was considered a place of moral degradation where you came to gamble and lose the family’s assets are over - Mr. Resca concludes - People come here and find friends, good cuisine, amusement, gambling and entertainment”. The manager’s next challenge includes town-twinning with Las Vegas. The second key figure in the enclave’s casino revival is chief executive officer and general manager Enrico Cairoli, trusted entrepreneur from Como. “The Nuovo Casinò di Campione is a big company, with 650 employees that reach the figure of 900 if we also consider the external collaborators and, as the president said, as we do not sell a product but a service, staff holds a key role”. Inaugurated 9th May 2007 the Nuovo Casinò di

Campione also succeeded in inverting the trend that sees many casinos declining in this difficult moment for the Italian market. At present Campione has left behind San Vincent and Sanremo and is second in the peninsula only to Venice. “Every day we welcome twothousand customers, with peaks of 4,500 Saturday nights - stresses Cairoli - it was fundamental to constantly update, renovate the slot machine area and create top level attractions”. Thursday evening, for example, has become a regular appointment with entertainment and artists of international calibre. This summer’s novelty, highly appreciated by delegate administrator Cairoli, is the relation with the customers of the big luxury hotels of Lake Como who are offered complimentary transfer and dinner by the Casino. Also slogans have become a strong point for the Nuovo Casinò di Campione, like “A night of full luck” or “Good luck kisses Campione” that stand out on posters, plasma and media throughout Italy. Admittance to Nuovo Casinò di Campione is free and a shuttle service runs from Como and from Milan. Gambling lounges are open all year round from 10.30 am to 5 am (Friday and Saturday until 6 am). The first three floors are dedicated to American Games (Slot Machines, Wheel of Fortune, Horse Race, Caribbean Stud Poker, Black Jack…), upstairs you can find the French games, Roulette, Chemin de Fer, Trente et Quarante and Texas Poker. Private lounges for VIP customers are located on the forth floor. Go up to ninth floor for the party hall and the restaurants with their wonderful view over the lake for unforgettable evenings and a night of full luck.

139

Magic Lake summer 2008  

Magic Lake #10

Advertisement