Page 100

EVENTI

PROPOSTE:

un’edizione da record

PROPOSTE: a record edition

A sinistra, Renzo Arbore, durante l’esibizione a Villa Erba. A destra, uno stand di Proposte (foto Mattia Vacca) Left, Renzo Arbore during Villa Erba show. Right, a Proposte’s stand

La sedicesima edizione di Proposte, la Regina delle fiere tessili, anteprima mondiale del tessuto d’arredamento e del tendaggio, si è conclusa fra la generale soddisfazione dei 105 espositori, degli organizzatori, dei visitatori. In netta controtendenza rispetto al mercato globale, la fiera ha raggiunto risultati confortanti. L’affluenza totale è stata di 8mila visitatori tondi tondi, con un aumento del 5,6% rispetto all’edizione precedente. Sono stati gli stranieri a fare la parte del leone con 4.946 presenze, ma gli italiani 3.054 hanno fatto registrare il maggiore incremento (+12,5%) a dimostrazione di un primo cenno di ripresa del mercato interno. Proseguendo con i numeri, sono stati ben 70 i Paesi di provenienza dei visitatori, 192 i giornalisti accreditati, di cui 112 italiani e 80 stranieri. Soddisfazione quindi per il cda di Proposte, costituito da cinque espositori: Piercarlo Viganò (presidente), Giorgio Giardini (vicepresidente), Mauro Cavelli, Marco Cazzaniga e Michele Eger (consiglieri). «È stato un impegno svolto con molta fatica – commenta il presidente Viganò alla sua prima esperienza al vertice di Proposte – Da un lato mi è costato perché ho dovuto sottrarre lavoro alla mia azienda, ma dall’altro ho avuto molte soddisfazioni, visti i risultati ottenuti. I numeri ci hanno premiato e

196

il successo è stato pieno. Tutti gli espositori hanno dichiarato di aver lavorato bene, a differenza di quanto è successo nelle altre fiere, e gli eventi collaterali sono stati apprezzati con entusiasmo». L’allestimento ha presentato una grande “Regina” tessile all’ingresso dei padiglioni. Alta oltre 4 metri, la scultura è stata realizzata con i tessuti, i tendaggi e le passamanerie degli espositori e data la sua imponenza e raffinatezza rimarrà ancora a Como, a Villa Olmo, per il Festival estivo Como Città della Musica. Nella villa antica sono stati invece esposti sei preziosi costumi realizzati da Franco Zeffirelli per il Teatro alla Scala fra il 1956 e il 1976. Sempre di Zeffirelli – purtroppo assente per motivi di salute – erano gli spezzoni di regie cinematografiche e teatrali che giravano in continuo in più postazioni video distribuite nei padiglioni espositivi, a ricordare il patrocinio intellettuale del grande Maestro per questa edizione di Proposte. Un successo anche gli eventi collaterali, come la “Cenerentola” al Teatro Sociale di Como, organizzata in collaborazione con il Comitato Lombardia per la Moda per 700 ospiti italiani e stranieri. Molto applaudito, nel parco di Villa Erba, anche il concerto di Renzo Arbore con l’Orchestra Italiana. Due ore di musica prima napoletana e intimista, poi

sempre più nazionale e infine internazionale in un clima vivacissimo di pura allegria. Una vera festa! Tanto movimento anche nel cosiddetto “fuorisalone”, con Cernobbio letteralmente invasa da aziende che hanno sfruttato Proposte per esporre i propri tessuti. Viganò, quale soluzione ha pensato per le tante richieste di aziende che vogliono esporre a Proposte e in questa edizione hanno creato un ben poco ordinato “fuorisalone”? «Innanzitutto le aziende che espongono fuori e che potrebbero essere ammesse a Proposte si possono contare sulle dita di una mano – spiega il presidente – Speriamo di poterle accogliere al più presto, eccetto una che, per sua scelta, non vuole entrare. Tutte le altre sono realtà che non hanno i requisiti richiesti da Proposte sia nello statuto sia nel regolamento. A mio avviso, sono entità parassitarie e il nostro consiglio d’amministrazione sta valutando seriamente il modo per tutelare la manifestazione». L’appuntamento con Proposte 2009 è già fissato per il 6, 7 e 8 maggio sempre a Villa Erba. Il presidente di Proposte, Piercarlo Viganò e quello di Villa Erba, Marco Ambrosini, hanno sottoscritto un accordo che lega la fiera a Cernobbio per le prossime quattro edizioni.

The 16th edition of Proposte, the Queen of the textile fairs, the world preview of furnishing and curtain fabrics was wound up to the general satisfaction of 105 exhibitors, organisers and visitors. Unlike world market trends the fair achieved reassuring results. Total attendance just hit the 8000 mark, 5.6% up on the last edition. The majority were foreigners to the tune of 4946 visitors, but 3054 Italians accounted for the greatest increase (12.5%), indicating an upswing in the home market. Continuing with the figures, there were visitors from 70 different countries, and 192 media operators (112 Italians and 80 foreigners). So satisfaction on the part of Proposte’s B.o.D. , made up of five exhibitors: Piercarlo Viganò (Chairman), Giorgio Giardini (Deputy Chairman), and Mauro Cavelli, Marco Cazzaniga and Michele Eger (advisors). “It’s all been very demanding”, was the comment of the chairman Viganò heading Proposte for the first time. “On the one hand it’s cost me a lot because I’ve had to cut down on work at my company; but on the other the outcome has been very rewarding. We’ve been blessed with large numbers of visitors – all highly successful. All the exhibitors say they’ve worked well – unlike at other fairs – and the fringe events were appreciated with enthusiasm”.

A big textile Queen was on display at the entrance to the pavilions: over 4-metres high the sculpture was constructed with exhibitors’ fabrics, curtaining and trimmings, and thanks to its imposing refinement will stay on in Como’s Villa Olmo for the town’s Città della Musica Summer Festival. In Villa Antica on the other hand six precious costumes created by Franco Zeffirelli between 1956 and 1976 for the Teatro alla Scala were on display. Once more by Zeffirelli (unfortunately unable to attend for health reasons) were pieces of film and stage direction footage shown continuously on video monitors in the display pavilions, to remind us of the great Maestro’s intellectual patronage of this edition of Proposte. Fringe events such as Cinderalla at Como’s Teatro Sociale went down well too; the pantomime put on for 700 Italian and foreign guests was organised in collaboration with the Lombardy Fashion Committee. Much applauded too was Renzo Arbore’s concert with the Italia Orchetra in Villa Erba Park; the music started off with a Neapolitan intimist slant, gradually becoming more national, then ending up international in a highly charged atmosphere of joyous abandon. A real party! Things were buzzing as well in the socalled ‘out -salon’ with Cernobbio being literally

invaded by companies taking advantage of Proposte to showcase their fabrics. Viganò, what’s the answer to the many requests from companies wishing to exhibit at Proposte who this time created a chaotic ‘out-salon’? “To start with, the companies exhibiting outside who could be admitted to Proposte can be counted on the fingers of one hand”, explains the chairman. We hope to be able to accommodate them in the near future except one of them who chooses not to be inside. The rest of them don’t meet Proposte’s criteria as far as its statute and regulations are concerned. In my view they’re parasites and our board of directors will be taking steps to safeguard the event”. Proposte 2009’s dates have already been fixed for 6th, 7th and 8th May once again at Villa Erba. Proposte’s chairman Piercarlo Viganò and Villa Erba’s Marco Ambrosini have signed an agreement linking the fair with Cernobbio for the next four editions.

197

Magic Lake summer 2008  
Magic Lake summer 2008  

Magic Lake #10

Advertisement