Page 1

Supplemento a “Tecnica ed Informazioni dalle Aziende� Anno 19 N. 12 Dicembre 2011 - Copia omaggio (euro 1,80)


NEWS

L’originale Cadillac modello 1952 Lunga 545 centimetri, alta 165, larga oltre due metri, con un peso di circa 14 tonnellate e realizzata da un unico blocco di arabescato, del peso in origine di 70 tonnellate, estratto nella cava Cardellino situata nel bacino di Colonnata. Sono misure davvero importanti quelle che caratterizzano la Cadillac modello 1952 in marmo, un esempio di pop art esposto nel corso della scorsa edizione di Carrara Marble Week. È il frutto di un anno, il 1986, di intenso lavoro nello studio Sgf, dalle iniziali di Silvio Santini, Paolo Grassi e Mario Fruendi, tre amici artigiani-artisti formati all’Istituto Professionale del Marmo a Carrara e che lavorano insieme dal 1972. «Un pezzo unico, per dimensioni e per soggetto, ispirato da Roland Baladi che ci commissionò diversi oggetti in marmo, fedeli riproduzioni di televisori, macchine da scrivere, ferri da stiro, frigoriferi, tostapane e tanti altri che abbiamo realizzato nell’ambito di una collaborazione che si è protratta per molti anni», racconta Silvio Santini. «Abbiamo avuto tante richieste per esporre questo pezzo unico che è stato ammirato in diverse mostre in tutta Europa, ma non avevamo mai avuto la possibilità di farla conoscere a Carrara. È una premiere che ci rende orgogliosi perché valorizza, assieme al nostro lavoro, un legame forte e profondo della città con la scultura e chi, come noi, da tanti anni mantiene rapporti stretti e intensi con i più grandi scultori e vorrebbe che questo

legame

fosse

conosciuto dalla città e da quanti

operano

nel

marmo».

Incontro tra architetto e artigiano «Quando l’architetto incontra l’artigiano “capace” nasce una collaborazione spontanea che può portare alla creazione di capolavori. La pietra in genere e il marmo in particolare, per diventare opera d’arte o per essere utilizzati al meglio delle loro potenzialità, hanno necessità che queste due figure lavorino in sintonia e da questa collaborazione sono nati nei nostri laboratori pezzi che assumono valore universale», afferma Matteo Baldini, oggi alla guida di Up & Up Group, il marchio fondato nel 1969 da Pier Alessandro Giusti, Egidio Di Rosa e Voltero Tonlorenzi. «Nella scelta dei lavori esposti abbiamo voluto che, assieme al valore delle opere, si potesse percepire anche questo feeling che nasce fra chi progetta e chi realizza. Un valore unico che concorre a rendere il marmo materia della quale si percepisce il valore al di là delle forme, un valore ormai riconosciuto a livello universale». Nel corso di una recente mostra gli appassionati hanno così potuto ammirare 50 pezzi (prototipi ma anche molti realizzati in serie con notevole successo) appartenenti alla collezione privata del gruppo e che testimoniano il continuo e fecondo rapporto tra Up&Up e i designer. Fra i pezzi esposti ricordiamo, per esempio, gli ultimi nati della collezione Cambio Vaso – realizzata in partnership con Gum Design che ha selezionato 50 designer ai quali affidare il compito di interpretare le forme e le funzioni dell’oggetto – e altri firmati dai protagonisti assoluti di una mostra che propone il passato e la storia del design attraverso oggetti che sottolineano come la bellezza del contenitore può influenzare la qualità del prodotto.


Anno 19 - n. 12 Dicembre 2011

DIRETTORE RESPONSABILE Tiziano Bertin tbertin@tecnicaed.it

COORDINAMENTO EDITORIALE G abriele C alzolari gcalzolari@tecnicaed.it TECNICA

ED INFORMAZIONI DALLE AZIENDE

FUNÉREVUE EUROPE

FUNÉREVUE ESPAÑA PUNTI D’INCONTRO®

POINTS DE RENCONTRE® PUNTI DI SALDATURA

SONO MARCHI DI PROPRIETÀ DI

TECNICA EDITORIALE S.R.L.

REDAZIONE TESTI C laudia Baroncini cbaroncini@tecnicaed.it AMMINISTRAZIONE Marina Bellelli admin@tecnicaed.it

PER LA PUBBLICITÀ Fabrizio Vezzani Cell. 335 1337359 • fvezzani@tecnicaed.it

UFFICI REDAZIONE Via Bazzini, 24 - 20131 Milano Tel. +39 02 70 63 45 60 • Fax +39 02 26 68 04 08

SEDE LEGALE-AMMINISTRATIVA Viale della Repubblica, 7/c 42024 Castelnovo di Sotto (RE) Tel. +39 05 22 68 25 48 • Fax +39 05 22 48 33 06 admin@tecnicaed.it Conto corrente postale n. 10422426 intestato a Tecnica Editoriale s.r.l. Viale della Repubblica, 7/c 42024 Castelnovo di Sotto (RE) STAMPA E SERVICE Abbiati di Maurizio Cabrini Via Cristoforo Colombo, 7 20068 Peschiera Borromeo (MI)

Periodico edito da Tecnica Editoriale s.r.l. inviato gratuitamente a tutti gli operatori del settore delle estreme onoranze. Registrazione Tribunale di Milano n. 332 del 3/7/1993. Tecnica Editoriale s.r.l. è iscritta al Registro Nazionale della Stampa al n. 06006 del 21/10/1997. La riproduzione di testi, fotografie e disegni, anche parziale, è vietata. Fotografie e testi non verranno restituiti. Gli articoli possono non rispettare le posizioni dell’editore, che peraltro li ritiene un contributo sul piano dell’informazione e dell’opinione. Si rende noto che le pubblicità da noi realizzate non possono essere riutilizzate per scopi personali, né essere riprodotte su altri mezzi di informazione senza autorizzazione scritta della società Tecnica Editoriale s.r.l. Manoscritti e fotografie sono di proprietà dell’editore. Tutti i marchi e i copyright pubblicati su questa rivista appartengono ai legittimi proprietari. Il loro utilizzo da parte della redazione all’interno di articoli, redazionali o informazioni generiche, ha esclusivamente funzione informativa. Chiuso in redazione il 25-11-2011

RICEVERE GRATUITAMENTE LE NOSTRE RIVISTE OGGI È ANCORA PIÙ FACILE Per aggiornare in modo più semplice e veloce il nostro database, eliminando l’enorme quantità di carta che riceviamo settimanalmente e che risulta sempre più difficile da gestire, abbiamo deciso di sostituire il tagliando cartaceo con una semplice e-mail. Basta collegarsi al sito

www.tecnicaed.it

e seguire le indicazioni che trovate in fondo alla sezione dedicata alla testata di vostro interesse per ricevere gratuitamente la rivista, richiederne la sospensione o modificare i vostri dati.


i prodotti di IDEA DARK

Impregnante protettivo a effetto extrascurente per marmo, granito, pietre calcaree e marmo resina. Particolarmente indicato per intensificare il colore di pietre nere e scure e mascherare graffi, difetti e imperfezioni.

IDEA BLACK

Protettivo impregnante idrorepellente a base siliconica, idoneo come ravvivante per graniti e pietre nere. Penetra facilmente senza formare una pellicola in superficie e resiste nel tempo anche all’esterno.

IDEA GOLD

Protettivo idrorepellente ad altissime prestazioni ed effetto naturale. Specifico per la protezione di pietre quali marmo, granito, marmo cemento, marmo resina, cemento e pietre calcaree, non altera il colore della pietra e non provoca effetti bagnati o lucidi.

SINCE 1937

bellinzoni

Via D Intern


Bellinzoni

on Gnocchi, 4 - 20016 Pero (MI) - Italy - Tel. 02 33 91 21 33 - Fax 02 33 91 52 24 net: http://www.bellinzoni.com - E-mail: info@bellinzoni.com


Marmomacc, i numeri ma della 46 edizione

6

TRA LE MANIFESTAZIONI DI RIFERIMENTO NEL PANORAMA MONDIALE DEL COMPARTO DEL MARMO E DEL GRANITO, MARMOMACC HA SAPUTO ATTIRARE ANCHE QUEST’ANNO NUMEROSI VISITATORI CHE HANNO POTUTO AMMIRARE IL MEGLIO DELLA TRADIZIONE E DELL’INNOVAZIONE NAZIONALE E INTERNAZIONALE. Bilancio positivo per la fiera Marmomacc che, giunta alla sua 46ma edizione, conferma l’ambizioso obiettivo di continuare a sostenere il sistema marmo a livello mondiale allo scopo di promuovere lo sviluppo del

www.tecnicaed.it

foto Ennevi - fotografi Veronafiere

prodotto e delle tecnologie. Appuntamento annuale di riferimento per gli operatori del settore marmo lapideo – dai professionisti del settore costruzioni ai designer – la manifestazione può vantare

anche quest’anno una massiccia presenza di operatori provenienti da vari Paesi, per un totale di oltre 56mila presenze, in crescita rispetto allo scorso anno. In particolare, mentre si fidelizzano quelle

foto Ennevi - fotografi Veronafiere


7

provenienti dagli Usa e dalla Germania, aumentano le presenze di operatori da Paesi quali Cina, Francia, India, Iran e Paesi Arabi. Ma non è solo il numero dei visitatori ad aumentare. Crescono infatti anche le nazioni espositrici. Su una superficie di oltre 76mila metri quadrati, all’ultima edizione hanno infatti esposto 1.518 aziende, 849 delle quali provenienti da 61 differenti Paesi. Dalle macchine e dalle tecnologie per marmo e granito fino ai prodotti consumabili per la lavorazione delle pietre o alla vendita di marmo, pietre naturali e agglomerati, al Marmomacc sono rappresentati ogni anno i numerosi e differenti comparti nei quali si articola il settore. «Un risultato importante, soprattutto in un momento di grande difficoltà dell’economia europea e internazionale che testimonia come le fiere siano uno dei pochi motori esistenti a servizio dell’economia reale», sottolinea il presidente di Veronafiere Ettore Riello, che è anche al vertice di Aefi, l’associazione che rappresenta le fiere italiane. «Le rassegne a carattere internazionale

foto Ennevi - fotografi Veronafiere

sono una piattaforma straordinaria per le nostre imprese, per questo è necessaria una maggiore collaborazione e alleanza con tutte le istituzioni per dare un’opportunità in più a questo settore. Con Marmomacc abbiamo portato in quat-

tro giorni operatori da oltre 130 Paesi, con un incremento degli esteri dell’8% sul 2010 nonostante la crisi, ed espositori da 60 nazioni, 20 collettive estere e 30 delegazioni commerciali: questo è fare politica induM striale».

foto Ennevi - fotografi Veronafiere

www.tecnicaed.it


QualitĂ e innovazione non mancano mai

8


9

PRESENTE COME OGNI ANNO CON IL MEGLIO DELLA PROPRIA PRODUZIONE, LA BELLINZONI È STATA PROTAGONISTA ANCHE ALLA 46MA EDIZIONE DI MARMOMACC. VI PRESENTIAMO IN QUESTE PAGINE LO STAND E I PRODOTTI ESPOSTI CHE HANNO SAPUTO ATTIRARE L’ATTENZIONE DI OPERATORI ITALIANI E STRANIERI.


10

Trattamento e cura del marmo e delle pietre naturali. È dal 1937 che la ditta Bellinzoni sviluppa nuovi prodotti, sempre più mirati ed efficaci, per rispondere a questa esigenza. E come ogni anno, anche questa volta la fiera internazionale Marmomacc si è rivelata una grande occasione per presentare ai numerosi visitatori i vari prodotti nati grazie anche alla lunga esperienza maturata. Prodotti storici, utilizzati da generazioni di marmisti, ma anche prodotti più recenti e innovativi, frutto di una continua ricerca che punta al miglioramento costante e alla massima qualità. Come i nuovi protettivi Idea Gold, Idea Dark e Idea Black. Ad altissima efficacia e in grado di bloccare la penetrazione di acqua, olio, grassi alimentari e umidità, Idea Gold è il protettivo con effetto naturale per marmo, granito, marmo cemento, marmo resina, cemento e pietre calcaree. È sufficiente applicare Idea Gold con un pennello, un panno oppure un rullo su una superficie pulita e asciutta. Per una migliore protezione si possono anche applicare diverse mani a distanza di almeno due ore. Specifico invece per le superfici nere, Idea Black è un protettivo impregnante idrorepellente a base siliconica. Appositamente studiato per ravvivare e intensificare il colore nero di pietre e graniti –permettendo così di mascherare graffi, difetti e imperfezioni della pietra nera – si applica in modo molto semplice attraverso un pennello, un nebulizzatore a bassa pressione e, in caso di pezzi piccoli, immergendo direttamente la superficie oppure utilizzando una spugna impregnata. Già presentato alla scorsa edizione di Marmomacc, anche Idea Dark ha saputo attirare l’attenzione dei visitatori

www.tecnicaed.com


11

dello stand. Si tratta di un protettivo a effetto extrascurente particolarmente indicato, quindi, per ridare e intensificare il colore di pietre assorbenti nere e scure. Resistente all’acqua e allo sporco, non ingiallisce, previene la formazione di muffe, penetra in profondità e non forma una pellicola, lasciando cosÏ M respirare il supporto.

www.tecnicaed.com


Materiali nobili per arredi sontuosi

12

BRONZO, OTTONE E MARMO SONO STATI SCELTI DA DUE DESIGNER BRASILIANI, I FRATELLI FERNANDO E HUMBERTO CAMPANA, PER LA MOSTRA ALLESTITA A ROMA NELLA GALLERIA CORTONA DI PALAZZO PAMPHILJ, TRA GLI ESEMPI PIÙ SIGNIFICATIVI DELL’ECCELLENZA BAROCCA ROMANA. Soliti nell’utilizzo di materiali umili di origine naturale o di produzione industriale, i due fratelli e designer brasiliani Fernando e Humberto Campana questa volta hanno scelto di lavorare ad arredi sontuosi utilizzando esclusivamente materie nobili come il bronzo, l’ottone e il marmo statuario di

www.tecnicaed.it

Carrara. La loro particolare predilezione per lo stile neo-barocco si è ben sposata con la ricchezza degli interni del Seicento della Galleria Cortona di Palazzo Pamphilj a Roma. È questo infatti lo spazio scelto per la mostra Brazilian Baroque Collection dei

fratelli Campana, organizzata dall’Ambasciata del Brasile e inserita nel progetto Privato Romano Interno – di Emanuela Nobile Mino e della Galleria O. di Roma – finalizzato all’edizione di arredi prodotti da designer internazionali in tiratura limitata con materiali e tecniche della tra-


13

Non mancano le opere in marmo, come per esempio il tavolo Basoli, costituito da un piano che vede la sovrapposizione e l’accostamento di frammenti irregolari di lastre in marmo statuario di Carrara. Una replica al basolato delle antiche strade romane. «Abbiamo preso alcuni dettagli della città, della sua stravaganza architettonica ed estetica e costruito un registro dei suoi diversi periodi storici», aggiungono i due designer. «Li abbiamo, quindi, disorganizzati per ottenere un collage personale, una stratificazione di elementi ricomposti in una forM ma nuova, libera dal pregiudizio». Ringraziamo l’Ambasciata del Brasile a Roma per il materiale fornito. Foto: Simona Caleo.

Il candelabro Aleijadinho, dal nome dello scultore e architetto del Settecento, noto esponente della corrente dell’architettura barocca o rococò brasiliana. L’opera dei fratelli Campana nasce dall’unione di elementi decorativi in bronzo che si rifanno all’iconografia del XVII e del XIX secolo.

dizione artigianale italiana. «Questo progetto è stato un dono, tutto si è svolto in modo assolutamente spontaneo: Roma ci somiglia molto, ci ha aiutato a riproporzionare la cultura figurativa del nostro background, fatta sia di immagini della tradizione storica locale, il barocco in primis, che di visioni e suggestioni provenienti dalla cultura popolare», affermano i due artisti. Dall’assemblaggio di elementi decorativi in bronzo dorato attinti al repertorio iconografico dei secoli XVII e XIX sono così nate lampade – da terra, da tavolo, da parete e da soffitto e con un nome significativo ripreso dalla città barocca brasiliana di Ouro Preto – e un candelabro che porta il nome dello scultore del Settecento Aleijadinho.

www.tecnicaed.it


14

Una storica attività

DOPO AVER LAVORATO PER DIVERSO TEMPO COME DIPENDENTE, EZIO NOSOTTI POCO MENO DI VENT’ANNI FA DECIDE DI RILEVARE L’ATTIVITÀ DI COMMERCIALIZZAZIONE DI PRODOTTI E MACCHINARI PER LA LAVORAZIONE E LA CURA DELLE SUPERFICI IN MARMO E IN PIETRA. NE ABBIAMO PARLATO CON IL FIGLIO MASSIMO, OGGI IMPEGNATO IN NEGOZIO ACCANTO AL PADRE.

A pochi passi da corso Buenos Aires – la via di Milano lunga poco più di un chilometro, molto frequentata e nota per lo shopping grazie alla presenza di numerosi punti vendita di varie tipologie e marche – si trova

il negozio Stema, un simpatico nome di fantasia nato dall’unione delle prime lettere dei nomi dei figli del titolare, Stefano e Massimo. Stema è una vera e propria presenza storica

nella zona, rilevata nel 1994 dall’attuale proprietario, Ezio Nosotti, dopo aver acquisito numerosi anni di esperienza all’interno dello stesso negozio in qualità di dipendente. Dopo aver quindi intrapreso questa

Ezio Nosotti, insieme al figlio Massimo, all’interno del negozio Stema di Milano che gestisce da poco meno di vent’anni.

www.tecnicaed.it


15

nuova avventura da titolare, supportato e coadiuvato dalla moglie Daniela, da poco più di un anno Ezio è affiancato in negozio dal giovane figlio Massimo che già da diversi anni, comunque, si interessa e segue l’attività di famiglia. Disposto su una superficie di circa 300 metri quadrati, suddivisi su due piani e con tre vetrine che mettono in mostra gran parte del materiale commercializzato, il negozio Stema è frequentato prevalentemente da levigatori, ma non solo, alla ricerca di abrasivi, lucidanti, detergenti e varie tipologie di macchinari per la lavorazione delle superfici. «A testimonianza di questa attività e soprattutto della sua presenza storica come punto di riferimento dei levigatori milanesi per quanto riguarda prodotti e macchinari», ci spiega Massimo, «vedete appese al muro alcune immagini che risalgono a diversi decenni fa. Si tratta di lavori molto importanti effettuati alle pavimentazioni della Galleria Vittorio Emanuele II e della stazione centrale di Milano. La nostra attività consiste oggi nella commercializzazione di tutto quello che serve per le superfici in marmo o in pietre naturali. Dagli abrasivi, disponibili in varie tipologie di grana per le differenti fasi, come la levigatura oppure i pas-

L’interno del negozio. In basso alcune immagini storiche di lavori effettuati alle pavimentazioni della Galleria Vittorio Emanuele II e della Stazione Centrale di Milano.

saggi finali della raffinatura e della lucidatura, ai vari lucidanti e detergenti, prodotti indispensabili per il trattamento delle superfici». Alla Stema si rivolgono soprattutto operatori della zona della provincia di Milano e delle altre province lombarde, anche se non sono rare le richieste provenienti da varie località del M territorio nazionale.

INFORMAZIONI Stema Tel. 02 29404558 info@stemamilano.it

www.tecnicaed.it


La magia della pietra naturale

18

È IN QUESTO MODO CHE LA TECNOMARMI DI CASELLE DI ALTIVOLE, IN PROVINCIA DI TREVISO, PRESENTA LA PROPRIA ATTIVITÀ FONDATA NEL 1998 E IN GRADO DI OFFRIRE UNA PRODUZIONE MOLTO DIVERSIFICATA, DALLE PAVIMENTAZIONI PER INTERNI ED ESTERNI FINO ALL’ARTE FUNERARIA O A QUELLA NAVALE.

www.tecnicaed.it


19

www.tecnicaed.it


20

Le meraviglie storiche e le specialità enogastronomiche della campagna veneta ci accompagnano nel nostro viaggio verso Caselle di Altivole, in provincia di Treviso, dove ha sede l’azienda Tecnomarmi. Fondata nel 1998 dalle famiglie Gatto e Pellizzer come società in nome collettivo, oggi è un’importante realtà della zona. I soci, insieme ai collaboratori, hanno saputo cambiare il modo di vedere un materiale prezioso come il marmo. «Il marmo viene visto nelle sue sfaccettature più intime, cercando di estrapolare da que-

sto materiale, all’apparenza freddo, la sua vera anima che riscalda nel tempo gli ambienti dove viene sapientemente inserito», ci spiegano i soci. «Sempre attenti alle risorse umane e alle nuove tecnologie, siamo in grado di realizzare lavorazioni complesse, avvalendoci di uno staff tecnico e della capacità dei nostri collaboratori interni ed

www.tecnicaed.it

esterni». La Tecnomarmi è dotata di macchinari di ultima generazione con programmi efficienti e tecnologie avanzate – come per esempio il taglio Water Jet, frese a 5 assi, controlli numerici ecc – che consentono di eseguire qualsiasi lavorazione, anche di notevoli dimensioni. Nell’ampia e moderna sede – che occupa 3mila metri quadrati tra laboratorio, magazzino coperto, uffici, zone espositive e oltre 6mila mq scoperti – vengono progettati ed


21

La sede della Tecnomarmi si sviluppa su oltre tremila metri quadrati di laboratorio, magazzino coperto, uffici e sale per l’esposizione. A questi spazi si aggiungono seimila metri quadrati scoperti.

eseguiti lavori destinati a numerose tipologie di ambiente. Vengono inoltre coinvolte varie tipologie di marmi e pietre dure, tutti

materiali scelti direttamente alla fonte, con il collaudo dei blocchi eseguito in cava da personale esperto. In questo modo, per

ogni tipo di lavorazione la Tecnomarmi è in grado non solo di offrire ma anche di consigliare la propria clientela al fine di realizzare al meglio ogni specifico progetto. L’ampia e diversificata produzione della Tecnomarmi tocca quindi numerosi settori, dall’arredo stradale all’arte funeraria fino a vasi, lampade e realizzazioni di vere e proprie opere d’arte. Non mancano naturalmente i numerosi esempi in architettura per quanto riguarda case e condomini, sia per interni – dove alla pavimentazione si aggiungono infatti piani cucina, bagni, caminetti e scalinate – sia per esterni, con rivestimenti murali, pavimenti ma anche piscine. «La nostra è un’attività a 360 gradi che, grazie all’esperienza acquisita negli anni e al personale qualificato, ci permette di consegnare un lavoro di elevata qualità in ogni settore, dall’arte funeraria fino alle strutture alberghiere o navali», concludono i soci. «Un’attività, inoltre, che ci vede impegnati non solo a livello nazionale ma anche internazionale, dove veniamo chiamati per progettare e realizzare opere di differenti tipologie e valore. Tra le numerose lavorazioni effettuate, quella dei materiali sottili si conferma senza dubbio la più richiesta». M

INFORMAZIONI Tecnomarmi Tel. 0423 915466 www.tecnomarmisrl.it info@tecnomarmisrl.it

www.tecnicaed.it


Funéraire 2011

Bilancio positivo confermato per Funéraire 2011

22

SI È CONCLUSO CON UN BILANCIO POSITIVO IL SALONE DELL’ARTE FUNERARIA DI PARIGI LE BOURGET CHE SI È SVOLTO DAL 17 AL 19 NOVEMBRE SCORSI CONFERMANDO UN’ALTRA VOLTA LA PROPRIA IMPORTANZA A LIVELLO INTERNAZIONALE.

www.tecnicaed.it


Funéraire 2011

Funéraire 2011 si è confermata anche quest’anno un’importate vetrina per gli espositori provenienti dai vari Paesi e un’occasione unica per incontrare gli attori del mercato dell’arte funeraria, sia francesi sia internazionali. Dal 17 al 19 novembre scorsi, infatti, il salone biennale parigino è stato indubbiamente un polo di attrazione per numerosi visitatori che ormai riconoscono la manifestazione come un luogo di business, di scambi e di incontri di natura esclu sivamente professionale che vede riuniti tutti gli operatori della filiera. Un bilancio positivo confermato anche dai numeri registrati dagli organizzatori, sia per quanto riguarda gli espositori, realtà nuove e vecchie conoscenze provenienti da differenti Paesi europei e non solo, sia per le migliaia di visitatori che hanno animato la manifestazione confermandone l’importanza a livello internazionale. In un ambiente volutamente professionale e allo stesso tempo conviviale, i visitatori hanno potuto ammirare novità di prodotti e servizi presentati da importanti protagonisti noti per la competenza e l’esperienza. La manifestazione biennale di Parigi è organizzata dal 2007 dalla Chambre Syndicale Nationale de l’Art Funéraire, il sindacato nazionale dell’arte funeraria che raggruppa tutte le professioni della filiera: opere in bronzo, cuscini, feretri, complessi funerari, attrezzature varie, fiori e composizioni floreali, forni crematori, macchine e attrez-

Beatriz Colom, direttrice di Funermostra, manifestazione che si svolge ogni due anni a Valencia (Spagna).

23

zature per la lavorazione della pietra, monumenti, lapidi, tanatoprassi, urne, vasi e autofunebri. Come ha affermato in un comunicato stampa il presidente del salone e della Csnaf Remy Bernier prima dell’inaugurazione della nuova edizione, nel corso degli anni Funéraire si è affermato come uno dei saloni di riferimento per tutta la filiera in Europa. Proponendo una visione esauriente di tutti i prodotti e i servizi dedicati ai professionisti del settore funerario, l’organizzazione concentra gli sforzi sullo sviluppo di un salone dedicato esclusivamente ai professionisti, mettendo l’accento su un ambiente propizio agli affari e traendo profitto anche da un punto di forza non trascurabile che è l’atM trazione di una città come Parigi.

www.tecnicaed.it


24

Funéraire 2011

MEMORIA EXPO 2013

La presenza di Memoria Expo al salone parigino si è confermata un’importante occasione per presentare in ambito internazionale il prossimo appuntamento con la fiera che si svolgerà il 12, 13, 14 e 15 settembre 2013 a Brescia. Forte del successo ottenuto nella prima edizione, con la partecipazione di oltre 110 aziende, Memoria Expo 2013 riconferma l’obiettivo di diventare la massima espressione del Made in Italy nel settore dell’arte funeraria.

www.tecnicaed.it


FunĂŠraire 2011

25

www.tecnicaed.it


Cucina

26

Dolci idee per le festività Biscotti allo zenzero Ecco una ricetta molto indicata per le festività natalizie, da gustare in ogni momento della giornata oppure, perché no?, da appendere all’albero di Natale! INGREDIENTI

INGREDIENTI PER LA GLASSA

☞ 200 g di farina

☞ 200 g di zucchero a velo

☞ 110 g di burro

☞ 1 albume

☞ 100 g di zucchero di canna

☞ poche gocce di colorante alimentare

☞ 2 cucchiaini di zenzero in polvere,

☞ succo di limone

☞ 2 cucchiaini di cannella in polvere, ☞ 100 g di melassa Unire in una ciotola tutti gli ingredienti e amalgamare fino a quando l’impasto assume un colore omogeneo. Stendere su una superficie infarinata la pasta (spessore di circa mezzo centimetro) e ritagliare i biscotti con gli stampi natalizi. Cuocere in forno per dieci minuti a 180 gradi. Devono avere un bel colore dorato. Mentre i biscotti raffreddano, preparare una glassa di zucchero piuttosto densa. Unire lo zucchero a velo, l’albume e poco succo di limone, mescolare in modo energico fino a formare una crema liscia e brillante da utilizzare per decorare con fantasia i vostri biscotti. Per delle decorazioni colorate, aggiungere qualche goccia di colorante a uso alimentare.

Jason Stitt © Fotolia

www.tecnicaed.com


27

natalizie Carbone della Befana La calza piena di carbone è quello che, secondo la tradizione, devono aspettarsi i bambini che nel corso dell’anno sono stati cattivi e non si sono comportati bene. Con questa semplice ricetta possiamo preparare la versione dolce da inserire nella calza della Befana il 6 gennaio.

INGREDIENTI PER LA GLASSA ☞ 1 cucchiaio di alcol puro ☞ colorante alimentare ☞ 1 albume ☞ 100 g zucchero a velo ☞ 200 g di zucchero

INGREDIENTI PER LO SCIROPPO ☞ 300 g di zucchero ☞ acqua Preparare lo sciroppo mettendo in una padella in acciaio e con un fondo spesso lo zucchero, coprirlo con l’acqua, mescolare velocemente e lasciar bollire per circa 10-15 minuti, fino a quando il caramello diventa dorato. Per la glassa, montare l’albume a neve, aggiungere lo zucchero, l’alcol, lo zucchero a velo, il colorante alimentare e mescolare fino a ottenere un colore omogeneo e una glassa densa. Versare il composto nella pentola sul fuoco e mescolare per amalgamare bene il composto che aumenterà di volume. Versarlo in uno stampo (per esempio quello per plumcake), schiacciarlo in modo da renderlo ben compatto. Una volta raffreddato tagliarlo a pezzi. Non resta che inserirlo nelle calze dei più cattivi… o dei più golosi!

Marco Mayer © Fotolia

Pandoro farcito Classico dolce delle festività, amato da grandi e da piccini, il pandoro può essere reso ancora più goloso se farcito con una crema di mascarpone alla quale si possono aggiungere, a piacere, molti altri ingredienti, tra i quali, per esempio, le gocce di cioccolato fondente oppure la cannella.

INGREDIENTI ☞ 250 g di zucchero ☞ 500 g di mascarpone ☞ 5 tuorli Sbattere lo zucchero con i tuorli e unire il mascarpone fino a formare una crema omogenea. Unire anche gli albumi montati a neve e amalgamare il tutto. Unire alla crema eventuali gocce di cioccolato oppure cannella in polvere. Tagliare il pandoro in orizzontale, formando delle stelle. Distribuire la crema su ogni fetta e riposizionare quella superiore in modo che le punte non coincidano. Il pandoro farcito è pronto per raggiungere la tavola!

www.tecnicaed.com


Ricche ed efficaci

28

LE ACQUE TERMALI SULFUREE DELLE TERME DI SALICE, A GODIASCO, IN PROVINCIA DI PAVIA, PROVENGONO DALLA FONTE MONT’ALFEO E SONO RITENUTE MOLTO RICCHE DI IDROGENO SOLFORATO. PER QUESTO SONO RICONOSCIUTE COME ESTREMAMENTE EFFICACI IN VARIE TIPOLOGIE DI APPLICAZIONE, DA QUELLE CURATIVE A QUELLE ESTETICHE. Grazie al ricco patrimonio idrominerale e all’ampio ventaglio di trattamenti, le Terme di Salice, a Godiasco, in provincia di Pavia, riescono a soddisfare le esigenze più differenti. Dalla fonte Mont’Alfeo provengono le acque sulfuree ricche di idrogeno solforato e particolarmente indicate per tutte le applicazioni curative ed estetiche. Le acque salsobromoiodiche della fonte

www.tecnicaed.it

Sales, invece, vantano una concentrazione di sali mineralizzati tra gli otto e i dieci gradi Beaumé (si consideri, per un confronto, che l’acqua marina ha una densità tra 1 e 2 gradi Beaumè) e sono rinomate per l’azione antinfiammatoria e di stimolo nell’attività cellulare, così da accelerare i processi metabolici più importanti. La riabilitazione per risolvere traumi e migliorare il tono muscolare, la prevenzione e la cura per stimolare le difese immunitarie nel caso soprattutto di orecchio, naso, gola e bronchi, il migliora-

mento della mobilità intestinale attraverso l’assunzione orale e il miglioramento della circolazione venosa degli arti inferiori sono solo alcuni dei benefici delle acque delle Terme di Salice. Un tempo stimato di circa due ore è quello consigliato per effettuare l’intero percorso che, per quanto riguarda l’area della piscina, prevede il passaggio tra idromassaggi, soffioni lombari, cascate d’acqua per il massaggio dorsale, precorso river per stimolare in modo delicato la circolazione degli arti inferiori e panche a ossigeno. La vasca più grande è alimentata con acqua sulfurea, ideale per la pelle e il relax, mentre quella più piccola con acqua salsobromoiodica, particolarmente indicata per stimolare la circolazione e lenire le contratture muscolari. La zona dei vapori è invece provvista di sauna finlandese, bagno turco e doccia emozionale: una vera e propria oasi silenziosa e tiepida da percorrere per espellere le tossine, depurare l’organismo e prepararlo a recepire al meglio tutti i benefici derivanti da un massaggio o da un trattamento estetico.


29

Dopo la seduta di bagno turco, un bagno di vapore a 45 gradi circa che rende la pelle particolarmente morbida e setosa, segue una fresca e rigenerante doccia a cascata che anticipa l’ingresso alla sauna finlandese, un ambiente dal caldo secco con temperature che oscillano tra gli 80 e i 90 gradi. Il percorso si conclude con una doccia emozionale all’eucalipto per poi appro fittare della quiete della sala relax. Oltre alle classiche cure termali è possibile beneficiare dei vari trattamenti del centro benessere come, per esempio, massaggi con tecniche occidentali e orientali, rituali

per il relax, estetica tradizionale e rimodellamento della figura per la bellezza di viso e corpo. Ma anche medicina estetica oppure depilazione progressiva. Tra i nuovi metodi per unire benessere e salute, alle Terme di Salice è presente anche una stanza del sale che, grazie alla sola permanenza al suo interno, consente di beneficiare degli effetti positivi degli elementi salini per aiutare il nostro corpo a eliminare le tossine, per migliorare i processi respiratori e per agire con effetto sulla pelle. Video emozionali e la cromoterapia contribuiscono a unire M il relax a questo momento di benessere.

TERME DI SALICE via delle Terme, 22 fraz. Salice Terme 27052 Godiasco (PV) tel. 0383 93046 www.termedisalice.it www.tecnicaed.it


30

Perché ? ?? ?? ?

È CONSIGLIABILE NON USARE LE CERE A BASE DI RESINA?

TAVOLA 10

A cura del centro ricerche della Bellinzoni

1. LA CERA NON A BASE DI RESINA HA UNA STRUTTURA GRANULARE CHE PERMETTE AL MATERIALE DI RESPIRARE E PUÒ ESSERE FACILMENTE RILUCIDATA

2. LA CERA A BASE DI RESINA FILMA SULLA SUPERFICIE, FORMANDO UNA PELLICOLA SPESSA E UNIFORME CHE NON PERMETTE LA TRASPIRAZIONE DEL MATERIALE. INOLTRE, L’AZIONE MECCANICA DEL CALPESTIO E GLI AGENTI ATMOSFERICI FANNO PERDERE IL LUCIDO CHE NON PUÒ ESSERE RIGENERATO SE NON CON MACCHINE PARTICOLARI.


V

V la ETRINA dell’usato la

VENDESI

ETRINA dell’usato

Causa cessata attività:

- Lastre di varie tipologie (marmo, pietre, graniti) in unica soluzione; - Lucida Toro mod. “System 180” marca “Comandulli”, a banco fisso, piattaforma girevole per caricamento lastre. Tutti i tipi di coste da 2 cm a 10 cm;

Gru a bandiera a “colonna”, anno di costruzione 2005, portata 1000, altezza colonna 5m, sbraccio 7m. Prezzo da concordare.

FITTASI

Capannone adiacente strada statale SS7 tra Caserta e Benevento, con annesso piazzale, muletto, gru per deposito lastre e/o attrezzature inerenti alle attività lapidee. Per contatto: Cell. 328 1028497

Se desiderate pubblicare un annuncio su questa rivista, compilate il modulo che trovate qui di fianco in tutte le sue parti e inviatelo in redazione via posta o fax. Vi preghiamo di scrivere in stampatello e di inviarci anche eventuali foto dell’oggetto proposto. Pubblicheremo l’annuncio GRATUITAMENTE. Le foto non saranno restituite all’inserzionista. Saranno pubblicati solamente gli annunci concernenti domande e offerte di lavoro, vendita di veicoli e di attrezzature da lavoro, cessione di attività. La pubblicazione degli annunci è a discrezione della redazione.

Fragassi Luigi Lavorazione Marmi 70124 - Bari Tel./Fax 080 5617571

VENDESI

Vendo carotatrice portatile “Comandulli” con diverse frese, diametri 40-60-100 mm e 100 mm lungo per marmo e granito. Tutto 600 euro

VENDESI

Cell. 333 1767706 marmi.tolotti@alice.it

Vendo “Levi Breton” KF 40. Ottimo prezzo.

Il vostro annuncio

Gamberoni Dino 38068 - Rovereto (TN) Tel. 0464 943165 Cell. 338 8886958

CERCO LAVORO

Cercasi lavoro come rappresentante per aziende lavorazioni marmi ed aziende bronzi (vendita). Esperienza 25 anni. Di Roma Michelangelo Montaggio marmi per lavori cimiteriali 83040 - Andretta (AV) Cell. 389 9358200

SI PREGA DI SCRIVERE ESCLUSIVAMENTE IN STAMPATELLO

Ditta o Ragione sociale Tipo di attività Via Cap Tel.

n° civico Città

Prov. Fax

Annuncio:

Fotocopiare e inviare a Tecnica Editoriale s.r.l. Via Bazzini, 24 - 20131 Milano

Fax: 02 26 68 04 08 INFORMATIVA PER TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI - Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 I Suoi dati fanno parte dell’archivio elettronico della società Editrice Tecnica Editoriale srl, nel rispetto di quanto stabilito dal D. Lgs. 196/2003 in materia di tutela dei dati personali, e cioè con un trattamento improntato a principi di correttezza, liceità e trasparenza, che garantisce la Sua riservatezza e i Suoi diritti.

****/2011

Per contatto: Cell. 328 1028497

VENDESI


Marmista4_2011  

Anno 19 N. 12 Dicembre 2011 - Copia omaggio (euro 1,80) Supplemento a “Tecnica ed Informazioni dalle Aziende” L’originale Cadillac modello 1...

Advertisement