Issuu on Google+

NUMERO UNICO

Si vota

San Biagio Platani la sfida elettorale

M

igliaia di anni fa nasceva, in una regione non molto lontano da noi, un modo rivoluzionario di concepire il governo di una città. In piazze simili alle nostre, le persone si riunivano, discutevano e decidevano utilizzando un’ Arte che avrebbe poi inciso sulla quotidianità. Quella terra, si chiama ancora oggi Grecia. Ci ha fatto conoscere la democrazia, quel nuovo modo di concepire la gestione della cosa pubblica attraverso la partecipazione attiva di ogni individuo, sia esso uomo o donna, bianco o nero. Da allora ogni volta che siamo chiamati alle urne, riaffiora in ognuno di noi una sincera gratitudine e siamo veramente riconoscenti verso gli inventori della democrazia, dato che, anche in questa nostra epoca, c’è chi non vive in uno Stato democratico. Ognuno di noi quando si trova nella cabina elettorale, rivive le stesse emozioni di coloro che in piazza avevano il diritto di parola. E non importa se stai votando per scegliere il governo nazionale o l’amministrazione di un piccolo paese, ogni volta ti senti libero e parte di un grande puzzle chiamato Italia Anche questa volta, in questa tornata elettorale che segnerà la sorte per i prossimi cinque anni di questo comune, è bene che ognuno di noi rifletta sullo spirito con cui i nostri padri della Costituzione hanno voluto darci ancora una volta questo diritto, affinché il nostro voto non sia un modo subdolo di servilismo, ma un attivo controllo sulla gestione di chi ci governa, premiando chi merita secondo nostra coscienza e in piena libertà, e bocciando chi non riteniamo meritevole. Le democrazie sono vere quando vengono posti in essere il maggior numero di mezzi preposti al controllo delle maggioranze. E il voto è il mezzo più importante e fondamentale. Ricordiamoci che la nostra terra è anche il frutto di quella Grecia chiamata Magna Grecia, e questo vorrà certo dire qualcosa.

E

’ arrivata la convocazione dei comizi elettorali. Due i candidati a sindaco, 27 in tutto coloro che invece concorreranno per il Consiglio Comunale, fra loro due le donne che hanno deciso di affrontare l’esperienza della campagna elettorale, Teodolinda

nella lista “Liberi di Scegliere” e Miriam nella lista “Bene Comune” soltanto la lettera finale rende differente i loro cognomi. Lombardi vs Lombardo. Gli elettori 5.633. Naturalmente prende il via anche la corsa alle previsioni e il calcolo delle probabilità per questo o quell’altro

candidato di farcela. E poi ci si incontra in piazza, nei bar e ci si confronta, qualcuno magari si scalderà, la passione e il trasporto per la politica può anche fare questo effetto. Far perdere la testa, soltanto per pochi attimi, senza però alcuna conseguenza. Ecco il bello di una sana

competizione politica, lasciarsi prendere dalla passione, quella che si nutre per le proprie convinzioni e che nello stesso tempo alimenta le nostre idee, ma mai quella sana passione civile ci porterà a considerare l’altro un nemico. L’altro è temporaneamente un avversario politico.

Quando, dove e come si vota

I

l ventinove e trenta maggio si svolgeranno le elezioni amministrative per rinnovare il consiglio comunale e la carica di sindaco. In ogni tornata elettorale vengono messe in campo le iniziative di propaganda da parte dei candidati, dei movimenti, dei partiti per far conoscere ognuno le proprie idee e programmi . Di certo ci saranno anche le occasioni per rispolverare le regole che occorre rispettare per esercitare il diritto al voto. (segue a pag. 4)

I risultati

C

in tempo reale su www.magaze.it

i riesce davvero difficile restare a guardare e ancor meno ci riesce di accontentarci di quello che già abbiamo realizzato e collaudato. I nostri programmi elettorali, per intenderci, quelli del fatidico lunedì pomeriggio delle ore 15.01, tanto agognato dalla cittadinanza e altrettanto desiderato e allo stesso tempo, temuto da tutti i candidati, sono sempre stati una buona

produzione, grazie alla collaborazione della redazione di Radio Gemini Centrale e al preziosissimo volontariato svolto da nostri valenti collaboratori, sempre più numerosi, già in pole position a riscaldare i motori anche per questa tornata elettorale. Anche per noi la parola elezioni rappresenta una sfida, quella di raccontarvi nel miglior modo possibile, il risultato della competizione, magari facendovi provare qualche sussulto.


2

Magaze.it - Speciale Elezioni 2011 LISTA N°1

BENE COMUNE candidato a sindaco

Filippo Bartolomeo Con quale spirito intraprende questa sfida? Con entusiasmo e sacrificio. Passione, coraggio e scelta, queste le motivazioni che mi hanno spinto a intraprendere la sfida. Per passione perché sono innamorato di questo paese, della sua veracità, dei rapporti che esistono tra i cittadini. La passione, come dedizione a una causa, è la prima qualità che deve guidare il politico, e per me è così. Per coraggio, perché il paese è in crisi e non resto a guardare. Non temo le sfide né le emergenze. Sogno un paese che dia possibilità concrete, un sognatore realista, “un sognatore che non si è mai arreso” come dice Nelson Mandela. Per scelta, perché non abbandono San Biagio. Non cedo alla tentazione di non vedere e non sentire, sarebbe facile. Amministrare un comune è difficile. Ma i sacrifici si fanno per il nobile fine del BENE COMUNE. La mia esperienza è a servizio dei cittadini e di loro avrò cura. Quale è la sua collocazione politica? Sono stato educato ai principi cristiani, ai valori umani e sociali di

don Sturzo, De Gasperi e Moro. Questi valori mi hanno sempre accompagnato nella vita, sono stato e voglio continuare ad essere un centrista moderato, che sappia dialogare con maggioranza e minoranza. Quali sono le forze politiche che lo sostengono? P.I.D. FORZA ITALIA, FORZA DEL SUD, F.L.I., I.D.V., INDIPENDENTI. nonché componenti civiche locali, amici e cittadini. Ha individuato quali sono le priorità? Dialogo per trovare soluzioni idonee, sono una priorità. E’ il momento del confronto rigoroso, data la congiuntura socio-economica che stiamo attraversando. Non sarà facile, però molto di più, di quello che è stato fatto, si può fare. Lo sviluppo passerà attraverso la ricerca di fondi a cui attingere. La famiglia, i giovani, la scuola, gli anziani, le fasce deboli, il lavoro, il precariato, i rapporti con le associazioni sociali, sportive e culturali, il decoro urbano, i servizi, gli Archi di Pasqua, dovranno avere risposte efficaci e durature . Ho ricevuto numerosi attestati di

stima da parte di molti cittadini. Stima che ho conquistato con il duro lavoro. Manterrò la semplicità e l’ umiltà di sempre. Sarò l’amico di sempre al servizio della gente. Cosa non deve fare un candidato a sindaco? Non pensare a raggiungere scopi personali o di amici. Deve perseguire il bene di tutti. Non prendere in giro i cittadini. Deve aiutare, amare il prossimo, senza distinzione di colore politico e posizione sociale. La partecipazione popolare è il principio-guida della macchina amministrativa e il segno tangibile di Democrazia.. Non bisogna offrirsi per i consensi elettorali, ma per il raggiungimento del BENE COMUNE. Ha già in mente la composizione della giunta? Ho già nominato il prof. Biagio Conte, per la sua professionalità, capacità e serietà dimostrata; Circo Lorenzo impiegato, alla sua seconda esperienza politica dopo quella di consigliere comunale. Giovane umile, onesto, con la passione per lo sport e la politica, vuole il rilancio del paese. Mi riservo di completare la Giunta in caso di successo.

Quarantotto anni, celibe, impiegato regionale. Filippo Bartolomeo è un veterano della politica locale. Da sempre impegnato nel mondo dello sport e del volontariato, la sua figura è associata a quella del politico che opera con passione. Il suo ultimo impegno nella legislatura Sabella, in cui ha svolto il ruolo di assessore alle politiche sociali, al turismo e allo spettacolo.

Gli assessori designati Circo

Conte

Impiegato 44 anni

Professore 69 anni

Lorenzo

Biagio

I candidati al Consiglio Comunale Bartolomeo

Bongiovanni

Bruno

Ciccarello

Conte

Impiegato 54 anni

Impiegato 32 anni

Impiegato 49 anni

Impiegato 36 anni

Imprenditore 60 anni

Di Bennardo

Di Franco

Fregapane

Lombardo

Martello

Imprenditore agric. 35 anni

Operaio 53 anni

Impiegato 38 anni

Studentessa 25 anni

Impiegato 54 anni

Messina

Palamenghi

Sabella

Savarino

Zaffuto

Poliziotto 31 anni

Libero professionista 35 anni

Impiegato 46 anni

Imbianchino

Medico 50 anni

Filippo

Giuseppe

Cristian

Pietro Riccardo

Luigi detto Capitano

Angelo

Carmelo

Stefano

Santo detto Santino

Salvatore

Miriam

Giuseppe

Carmelo

Vincenzo

Giovanni


SPAZIO AUTOGESTITO - Committente Filippo Bartolomeo PROGRAMMA

PROGRAMMA APERTO

Tra le diverse realtà territoriali, il Comune rappresenta il livello più vicino al cittadino e l’istituzione a cui i cittadini si rivolgono, in cui si riconoscono e si identificano. I territori – e quindi anche i Comuni – devono ritornare ad essere considerati come luoghi attivi, non passivi perché soggetti ai trasferimenti dalle istituzioni centrali. Luoghi dove si svolge quotidianamente la vita dei cittadini. Luoghi dove il cittadino vuole vivere bene ed in tranquillità. Le elezioni comunali rappresentano, nel nostro sistema istituzionale, uno dei momenti di più alta partecipazione civica dei cittadini (non solo in termini di affluenza ai seggi). Questo perché il Comune è il luogo simbolo dove si manifesta la partecipazione democratica e la crescita sociale di una Comunità. Il cittadino si identifica nel Comune dove vive. Tende ad interessarsi di ciò che lo riguarda, maturando una forte consapevolezza a voler partecipare direttamente, con il proprio voto democratico, al miglioramento dell’attività amministrativa del proprio Comune, ed indirettamente al miglioramento della qualità della propria vita. Ora, la realizzazione di un qualsiasi programma amministrativo, come dovrebbe sempre avvenire, avrà il suo giusto valore se verrà appositamente accompagnata da azioni di potenziamento dei sistemi di comunicazione e da procedure di trasparenza e di costante informazione dei cittadini. Gli organi politici e l’apparato amministrativo di un Comune devono sempre avere come riferimento i cittadini, ai quali devono essere sempre garantiti la conoscenza e l’accesso alle prestazioni e la trasparenza delle decisioni che ricadranno sulla Comunità. Pertanto, il dialogo permanente e continuo con i cittadini dovrà sempre essere un impegno prioritario per qualsiasi amministrazione attiva. Un’amministrazione comunale dovrà, allora, creare un dialogo costante con la propria cittadinanza. Solo con il dialogo e, soprattutto, attraverso l’ascolto dei problemi della Comunità sarà possibile affrontare ogni situazione al meglio, offrendo quei servizi e quelle risposte che il cittadino reclama. La trasparenza, quindi, dovrà rappresentare il principio-guida per tutta la macchina amministrativa. L’impegno amministrativo, se riflettiamo, è un modo per servire la propria Comunità, e quindi deve essere compiuto con quello spirito di servizio che dovrà sempre accompagna l’azione amministrativa. Amministrare un Comune è un compito sicuramente difficile. Ma i sacrifici si fanno per un nobile fine: il BENE COMUNE. Un Programma, quindi, dovrà dare le giuste risposte che i cittadini aspettano. Risposte concrete, non semplici affermazioni di principio. Il progetto politico del Lista Civica – BENE COMUNE – fonda quindi le proprie basi sui seguenti momenti fondamentali:

La metodologia utilizzata per l’individuazione degli interventi proposti per ogni area tematica, vede ogni singolo intervento collocato con la logica dell’approccio integrato, al fine di garantire un collegamento sinergico tra le singole aree tematiche e mettere a sistema tutti gli interventi programmati.

A) il riferimento imprescindibile ai principi etici di legalità, onestà, trasparenza, impegno per il bene comune, su cui dovrà essere imperniata l’intera azione amministrativa; B) la promozione e lo sviluppo di nuove sensibilità (l’amore per il proprio paese, un’attenzione particolare per i temi dell’ambiente, etc.) per favorire la crescita di solide e positive coscienze sociali e civili; C) la creazione di un rapporto sinergico e di collaborazione continua fra l’Amministrazione Comunale e le altre istituzioni che operano nel nostro territorio, riproponendo, dunque, un confronto costante, fattivo e costruttivo con la scuola, le forze dell’ordine, la parrocchia, le associazioni culturali, gli organi di rappresentanza dei lavoratori, con tutte quelle agenzie, cioè, che concorrono allo sviluppo sociale, economico e civile della nostra comunità; D) la realizzazione di gruppi di lavoro esterni che metteranno generosamente e disinteressatamente a disposizione dell’Amministrazione Attiva il loro contributo propositivo di idee, di esperienze e di competenze su temi di fondamentale importanza come il lavoro e lo sviluppo; E) l’innalzamento del livello di governence locale. Questi momenti costituiscono l’impalcatura teorica al cui interno costruire un dettagliato programma politico– amministrativo, risultato dell’analisi del contesto sociale, economico e culturale del territorio, che si propone di affrontare e risolvere i problemi di San Biagio Platani.

1) Lavoro:

•Utilizzo delle risorse finanziarie comunali per la ricerca e l’offerta di lavoro; •Realizzazione di cantieri di lavoro; •Progettazioni per accedere ai finanziamenti della programmazione dei fondi strutturali 2007/2013 dell’Unione Europea; •Attenzionare la problematica del precariato, sulla base delle vigenti normative in materia di stabilizzazione.

2) Agricoltura

•Miglioramento della viabilità rurale; •Introduzione ordinanza di divieto dell’uso dei fitofarmaci e dei diserbanti in un raggio di 200 m da pozzi e sorgive che alimentano gli acquedotti comunali e sorgive di uso pubblico, m 100 da pozzi e sorgive private, , m 100 da nuclei e case abitate, m 50 dal margine delle strade pubbliche o di uso pubblico, m 50 dai confini dei fondi. •Realizzazione di laghetti collinari; •Promozione e valorizzazione dei prodotti tipici agricoli; •Promozione ed incentivazione di forme associative per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agroalimentari; •Promozione di attività per la messa a sistema delle produzioni agroalimentari locali con le emergenze ambientali, culturali dell’intero comprensorio.

3) Zootecnia

•Sostegno ed assistenza alle locali aziende zootecniche ( contributi per l’acquisto dei boli endoruminali “ microcip”, etc.); •Promozione della filiera corta per le produzioni lattiero casearie e della zootecnia da carne con particolare riferimento alle carni ovine.

4) Patrimonio boschivo e forestazione

•Promozione e partecipazione ad iniziative regionali per il miglioramento della legge sulla forestazione, con l’obiettivo di: a - Tutelare e potenziare le giornate lavorative e l’ inserimento di nuovi lavoratori; b- Sensibilizzare l’ente gestore per promuovere nuove forme di produttività del patrimonio boschivo. •Promozione di attività e interventi finalizzati alla valorizzazione e alla fruizione delle superfici forestali comunali esistenti sia da parte della popolazione locale che dei potenziali visitatori;

5) Politiche per gli anziani e solidarietà sociale

•Rafforzamento dei rapporti con le associazioni di volontariato allo scopo di implementare i servizi socioassistenziali: - Assistenza domiciliare - Attività lavorative per gli anziani - Organizzazione di momenti ricreativi-culturali •Organizzazione di eventi culturali che vedono la partecipazione attiva degli anziani; •Attivazione “Telefono Amico” per anziani e diversamente abili; •Ricollocazione dei defibrillatori ed affidamento del servizio di gestione alla confraternita di Misericordia Locale.

6) Pubblica Istruzione/Formazione Professionale

3

•Ripristino condotta acqua sorgentizia; •Ammodernamento rete idrica urbana; •Riqualificazione urbana del Corso Umberto I e vie limitrofe; •Potenziamento del sistema di elettrificazione urbano e attivazione di interventi per il risparmio energetico; •Realizzazione anfiteatro in contrada “Parco”.

8) Urbanistica

•Approvazione definitiva del Piano Regolatore Generale; •Recupero del centro storico; •Miglioramento della viabilità urbana;

9) Sanità

•Iniziative di igiene e profilassi; •Promozione di iniziative a sostegno del consultorio familiare (prevenzione e profilassi dei tumori femminili, problematiche riguardanti la vita di coppia, etc); •Richiesta di ampliamento della specialistica ambulatoriale presso il C.A.U. di San Biagio Platani; •Realizzazione canile o parco canile comunale; •Richiesta contributo pulizia straordinaria centro abitato e cinta periferica;

10) Turismo

•Valorizzazione degli Archi di Pasqua attraverso la promozione di interventi di destagionalizzazione della manifestazione; •Attivazione dei laboratori permanenti degli “Archi di Pasqua”; •Realizzazione dell’Albergo Diffuso - Paese Albergo del Paese degli Archi di Pasqua; •Istituzione della Sagra del Pane di Grano Duro Siciliano con particolare riferimento alla “Cuddura” degli Archi di Pasqua; •Realizzazione di un parco avventura/tiro a piattello/tiro alla sagoma/ etc..; •Realizzazione di una ippovia sul corso del fiume Platani e del fiume Turvoli; •Ampliamento del museo della Pro Loco di San Biagio Platani; •Istituzione del Museo Diffuso del Paese degli Archi di Pasqua; •Realizzazione di un area attrezzata per camper.

11) Artigianato

•Promozione e valorizzazione dei prodotti artigianali locali; •Incentivazione nascita di microimprese nel settore dell’artigianato tipico e artistico con particolare riferimento alle attività legate alla manifestazione degli Archi di Pasqua (lavorazione artistica del vetro, del legno, lavorazione delle ceramiche, lavorazione del ferro battuto, lavorazione della pasta di sale, ricamo di tessuti etc.).

12) Ambiente

•Sensibilizzazione all’utilizzo di fonti di energia alternative; •Riduzione del costo del servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani attraverso il potenziamento della raccolta differenziata; •Realizzazione di un impianto di fitodepurazione delle acque reflue per il riutilizzo in agricoltura.

13) Cultura e spettacoli

•Istituzione rete internet WIFI con accesso gratuito ai cittadini; •Organizzazione eventi culturali; •Promozione di studi e ricerche su tematiche che interessano San Biagio Platani; •Iniziative a favore della banda musicale comunale; •Organizzazione dell’Estate “Sambiagese” quale evento di destagionalizzazione della manifestazione degli Archi di Pasqua;

14) Sport

•Progetti da promuovere e proporre di inserire nel P.O.F. dell’Istituto: a- progetto “Consiglio Comunale Baby” b- progetto “Conosci ed ama San Biagio Platani” •Attivazione anche in convenzione di corsi professionali per la creazione di figure in grado di riproporre i mestieri tradizionali locali.

•Ristrutturazione impianti sportivi; •Rafforzamento dei rapporti con le associazione sportive attraverso l’attivazione di convenzioni che possano garantire l’accesso alle discipline sportive; •Organizzazione di attività sportive estive per bambini e giovani.

7) Lavori Pubblici

•Iniziative finalizzate alla creazione di lavoro; •Coinvolgimento in attività culturali; •Promozione di utili forme di volontariato; •Riproposizione della formula del Gemellaggio Giovani con il paese di Remchingen; •Istituzione borse di studio per gli studenti più meritevoli;

•Ampliamento “casa albergo” per anziani Raggio di Sole; •Sistemazione ingressi paese; •Recupero elementi di tipicità dell’architettura locale (quartiere “pili” etc.); •Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale (es. recupero elementi di tipicità Contrada Parco etc..); •Completamento circonvallazione quartiere “S.Antonio”; •Riattivazione e potenziamento del parco giochi per bambini; •Completamento e attivazione elisuperficie;

15) Politiche Giovanili

16) Macchina Amministrativa

•Riassetto uffici e personale comunale; •Aumento della qualità dei servizi erogati ai cittadini.


4

Magaze.it - Speciale Elezioni 2011

Quando, dove e come si vota le regole essenziali da rispettare V del candidato al consiglio comunale, se non c’è omonimia basta il solo cognome; • oppure, tracciare una X sul simbolo della lista collegata al candidato a sindaco e poi scrivere all’interno dell’apposito rettangolo il cognome e nome del candidato al consiglio comunale, se non c’è omonimia basta il solo cognome; • oppure, tracciare una X sul nome del candidato a sindaco preferito e se la lista scelta è diversa da quella che sostiene il candidato a sindaco preferito, tracciare una X sul simbolo della lista a lui non collegata e

ogliamo ricordarne alcune, le più semplici, per esercitare in tutta tranquillità l’esercizio del diritto al voto.

QUANDO SI VOTA Si vota domenica 29 maggio dalle 8:00 alle 22:00 e lunedì 30 dalle 7:00 alle 15:00. Le operazioni di scrutinio avranno inizio lunedì 30 subito dopo la chiusura della votazione. DOVE Per votare occorre recarsi nella propria sezione. Le sezioni sono sei e sono nei locali della scuola media Padre Fedele Tirrito in via Circonvallazione. LA TESSERA ELETTORALE Il Ministero dell’Interno ricorda agli elettori che, per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici elettorali di sezione nelle cui liste risultano iscritti, dovranno esibire, oltre ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale personale

a carattere permanente. Chi l’avesse smarrita o non ancora ricevuta, potrà chiederne il duplicato o il rilascio agli uffici comunali che, a tal fine, saranno aperti da martedì 25 a lunedì 30 maggio, dalle ore 9.00 alle ore 19.00, mentre nei giorni della votazione per tutta la durata delle operazioni di voto. E’ assolutamente vietato entrare nel seggio con il telefonino

accanto al simbolo della lista scelta, al solito scrivere nell’apposito rettangolo il cognome e nome del candidato al consiglio comunale; se non c’è omonimia basta il solo cognome. E’ ancora possibile votare soltanto la lista, oppure il candidato a sindaco. Vige comunque il principio di legge che occorre interpretare al meglio la volontà dell’elettore. Ricordiamo di avere cura a non segnare la scheda elettorale con scarabocchi o segni particolari, in questi casi il voto verrebbe giustamente annullato.

acceso o dispositivi atti a fotografare, si capisce naturalmente il motivo. COME SI VOTA Per esprimere la propria volontà l’elettore deve : • tracciare una X sul nome del candidato a sindaco, sul simbolo della lista a lui collegata e poi scrivere all’interno dell’apposito rettangolo il cognome e nome

Una diretta dalla chiusura dei seggi alla proclamazione dei vincitori

E

’ partita ufficialmente la programmazione di magaze.it riguardo le elezioni amministrative che coinvolgono San Biagio Platani e Vallelunga. Sono in palinsesto confronti tra i candidati alla carica di Sindaco, servizi ed interviste ai componenti delle coalizioni politiche. I cittadini che vorranno rivolgere direttamente delle domande ai protagonisti della competizione elettorale, potranno farlo compilando il form sul nostro sito. Alle ore 15.00 di lunedì 30 maggio scatta la lunga maratona che la redazione di Magaze.it si prepara ad affrontare con lo “Speciale Elezioni 2011”. In campo scenderanno oltre 50 inviati, sono già stati allestiti due studi televisivi, saranno attivi diversi collegamenti con i seggi elettorali dei due comuni, per un totale di 10 ore di diretta televisiva. Durante il programma televisivo e radiofonico gli ospiti in studio analizzeranno i risultati che arriveranno in tempo reale dai nostri inviati da tutte le sezioni di San Biagio Platani e Vallelunga. Lo “Speciale Elezioni 2011” sarà visibile in streaming video su www.magaze.it e si potrà seguire in radio sulle frequenze di Radio Gemini FM 88.20 e 103.10.

Su http://elezioni.magaze.it si potranno spulciare in tempo reale tutti i dati dello spoglio con le proiezioni, i grafici e le percentuali. La lunga maratona potrà essere seguita in alcuni locali pubblici su maxischermi. La seconda edizione cartacea di Magaze.it Speciale Elezioni 2011 sarà in distribuzione pochi giorni dopo la fine delle elezioni con le interviste ai neo Sindaci, ai non eletti e le tabelle con tutti risultati dei nuovi consigli comunali.

Speciale Elezioni a cura della Testata Giornalistica Studio Fantasy News Registrazione Tribunale di Agrigento numero 212 del 10/06/95 Numero Unico Edito dall’ Associazione Studio Fantasy Magazè Via Campania, 2 Cammarata -AG Tel/fax 0922900717 cod. fisc. 93027138843 P.Iva 02515360846 info@magaze.it - www.magaze.it Responsabile Editoriale Tommaso Maggio Direttore: Pierangela Maniscalchi Redattori - Coordinatori Francesco Lo Presti Agostino Tuzzolino Hanno collaborato: Raffaele Di Raimondo Photo : Studio Fantasy News Stampa: Tipografia Lussografica - Caltanissetta Nessuna parte della rivista può essere in alcun modo riprodotta senza autorizzazione scritta rilasciata da Studio Fantasy Magazè Chiuso in redazione il 18 Maggio 2011


Magaze.it - Speciale Elezioni 2011

5


6

Magaze.it - Speciale Elezioni 2011 LISTA N°2

LIBERI DI SCEGLIERE

candidato a sindaco

Carmelo Alba Carmelo Alba, sindaco uscente, si ricandida. Cosa lo ha convinto? La determinazione delle persone che, condividendo l’idea che la Politica è il confronto e la mediazione tra idee e non l’occupazione di poltrone, oltre la necessità di completare un percorso di cambiamento nella maniera di intendere la politica. Noi intendiamo la politica, e ne siamo fermamente convinti, come servizio alla collettività e non come strumento di potere finalizzato ad autoalimentare il consenso col solo scopo di garantire concreti vantaggi ai soliti e pochi personaggi. Quali sono le forze politiche che compongono la lista e lo sostengono? Un gruppo di persone della società civile oltre al PD ed a SeL. E’ quindi una lista decisamente vicina al centro sinistra, e anch’io sono un esponente del partito Democratico. Cosa cambierebbe del suo operato ? Il grande Sandro Pertini diceva “FARE, FARE BENE E FARE SAPERE” credo che noi siamo stati carenti nel fare sapere ciò che di buono è stato fatto. La nostra è stata una disattenzione nel saper

comunicare al meglio, a livelli ottimali. E in questi nostri tempi la comunicazione ha assunto un ruolo fondamentale nella nostra società, anche nelle piccole comunità come la nostra. Come mai, strada facendo, la sua coalizione ha perso dei pezzi? Bisognerebbe chiederlo a coloro che se ne sono andati, visto che molti di loro non hanno mai detto, né spiegato, ai cittadini, quali sono stati i motivi della loro decisione. Darà continuità alla composizione dell’attuale giunta? Due assessori dell’attuale Giunta sono stati confermati e un terzo è candidato al Consiglio Comunale. Quali sono le priorità di questa comunità? Conosciamo tutti la crisi economica, sociale e la sempre più crescente percentuale di disoccupazione che attanagliano questi nostri piccoli comuni, per cui gli obiettivi principali sono quelli di far crescere i livelli occupazionali. Sono cosciente che è difficilissimo, ma in merito a questo grave problema, abbiamo in cantiere alcuni progetti molto interessanti

e che sono diretti proprio al miglioramento del livello di occupazione giovanile. Sono progetti che abbiamo portato avanti nei cinque anni trascorsi e fra questi in particolare uno riguarda la realizzazione di un parco eolico, che, bisogna precisare, oltre al livello occupazionale garantirà, anche, il profitto della produzione energetica. Stiamo parlando, quando il progetto sarà a regime di circa 1 milione di euro. Di questi soldi il comune ne potrà disporre e spendere là dove ci sono necessità, specialmente si potranno indirizzare interventi nelle politiche sociali. Altro importante progetto è l’impianto di trattamento dei rifiuti. Al contrario di quello che afferma l’opposizione, questa amministrazione ha saputo convertire un progetto di una semplice discarica in un impianto di trattamento che gode dell’appoggio del CNR e di Lega Ambiente, ragion per cui è un valido progetto sia a livello ambientale che occupazionale. Riassumendo quindi le priorità direi: lavoro, giovani e servizi alla persona.

Sposato e padre di due figli, Carmelo Alba è ingegnere edile e lavora come responsabile tecnico nei comuni di Acquaviva e Mussomeli. Prima di questa legislatura, durata cinque anni, non si era mai avvicinato alla politica. Per tale motivo la sua figura è definita come quella del tecnico prestata alla politica. Da sempre impegnato nel volontariato, è un veterano nella lavorazione degli Archi di Pasqua.

Gli assessori designati Savarino

Bruno

Psicologa 27 anni

Epistemologo 28 anni

Valeria

Salvo

I candidati al Consiglio Comunale Di Piazza

Favatella

Di Raimondo

Amella

Di Franco

Impiegato 54 anni

Medico 56 anni

Impiegato 40 anni

Operaio 30 anni

Impiegato 31 anni

Fanara

Lombardi

Caltagirone

Alba

Di Franco

Elettricista 54 anni

Veterinaria 42 anni

Operaio 26 anni

Ingegnere 43 anni

Impiegato 39 anni

Mistretta

Capodicasa

Studente 25 anni

Pensionato 71 anni

Michele Aurelio

Elio Giuseppe

Luca

Andrea Eugenio

Teodolinda

Agostino Antonio

Mario

Alessandro

Biagio

Carmelo

Antonio

Ignazio


SPAZIO AUTOGESTITO - Committente Carmelo Alba

7


Acquaviva Platani Alessandria della Rocca Alia Bivona Burgio Cammarata Campofranco Casteltermini Castronovo di Sicilia Cianciana Lercara Friddi Mussomeli Palazzo Adriano Prizzi Roccapalumba San Biagio Platani San Giovanni Gemini Santo Stefano Quisquina Sutera Vicari Villalba Valledolmo Vallelunga

Da voce al cuore della Sicilia

L’informazione dei Monti Sicani Quotidiano online / 2.000 visite in media giornaliera Quotidiano online / web TV Giornale / 10.000 copie in distribuzione gratuita Rivista trimestrale --------------------10.000 copie, distribuzione gratuita in 23 comuni 23 comuni l’entroterra siciliano dei Monti Sicani

un unica Voce


Magaze.it Speciale elezioni 2011 San Biagio Platani