Issuu on Google+


>> L’omaggio a Maria del Pane

OSCAR MARZO VETRUGNO Sindaco di Novoli

GIUSEPPE SPEDICATO Parroco

COSTANTINO ANTONUCCI Presidente Comitato Festa

In tempi sempre più incerti restano connotati forti della Comunità novolese la devozione e l’affettività per quei valori, difficilmente scalfibili, di fede e tradizione popolare. Valori che ritrovano forza nell’operosità quotidiana della nostra gente che a vario titolo, insieme agli organizzatori, sostiene la festa più intima e più bella della nostra estate animata da giornate intense di fede, colorate da contorni di sano sapore locale. Il centro urbano si popola così di luoghi e manifestazioni allestiti con tanta sapienza, che offrono ai cittadini e agli ospiti presenti momenti di vita pieni di forte emotività, ben amalgamati da gastronomia e musica. E in questo ciclico ritrovarsi e rincontrarsi intorno alla Protettrice santissima c’è la bellezza di rivivere il suo miracolo condividendo il pane quotidiano e la sua festa. O Maria, figlia di Dio Padre, madre di Gesù, sposa dello Spirito Santo, tempio dell’unico Dio, ti riconosciamo nostra sorella, meraviglia dell’umanità, portatrice di Cristo nostra vita, segno di speranza e di consolazione. Immagine ideale della Chiesa, rendici un cuor solo e un’anima sola con te per proclamare quanto grande è il Signore e riconoscere la sua presenza nel mondo. A te, scelta da Dio per una missione unica nella storia della salvezza, consacriamo noi stessi, le nostre comunità cristiane, la nostra città. Poni il tuo sigillo nel profondo delle nostre persone perché rimaniamo sempre fedeli a Dio. Riversa su di noi il tuo amore di madre, accompagnaci nel cammino della vita, sazia la nostra fame col pane della Parola e dell’Eucarestia. Carissimi Novolesi e Devoti tutti, come ogni anno, ecco rinnovarsi puntualmente la festa in onore della nostra Patrona e Protettrice che, ormai, si inserisce tra i maggiori appuntamenti dell’estate nord salentina. Proprio per questo, il Comitato, molto volentieri, si è prestato a tale enorme sforzo organizzativo ed economico, riconoscendo l’alto valore devozionale e sociale di una simile ricorrenza liturgica che, da oltre trecento anni, mantiene viva la fede e la gratitudine verso la nostra “Mamma Celeste”. Vogliamo ringraziare con questa piccola pubblicazione l’intera popolazione, le ditte e tutti i concittadini emigrati che ci hanno sostenuto. 3


>> UN LEGAME ANTICO. Novoli e la Madre Celeste

Un popolo e la sua protettrice: dal miracolo salvifico ai giorni nostri, un patto di fede che affonda le sue radici nella storia

Novoli e la Vergine  Maria: un religioso binomio di fede e storia, di devozione e religiosità, che fonda le sue radici nelle stesse origini del nostro paese, nato sotto il titolo di Sancta Maria de Novis. Un piccolo borgo rurale posto ai piedi di una dolce altura, costituito da alcune povere case disposte a cornice intorno al grazioso tempietto della Mater Dei, ovvero l’attuale Chiesa dell’Immacolata. Sul muro absidale troneggia ancora oggi l’immagine della Theotokos conosciuta anche col titolo di “Madonna di Costantinopoli”: essa rappresenta la Vergine che

sorregge il Bambino ritto in grembo, secondo le effigi diffuse dai monaci bizantini un po’ in tutto il Meridione d’Italia. E insieme all’arte, proprio i bizantini, portarono soprattutto il culto verso la Madre di Dio, rendendo questo lembo di terra ponte naturale tra Oriente e Occidente, terra mariana e, dunque, fortemente devota a Maria. Quando, dopo alcuni decenni, il piccolo tempio divenne insufficiente a contenere la popolazione locale che cresceva sempre più, ecco che i nostri avi costruirono una chiesa più grande (l’attuale chiesa matrice) dedicandola an-

IL CANTO  DELLA SALVE REGINA Uno dei momenti più importanti della festa novolese è il canto della Salve Regina, che testimonia l’amore del popolo verso la Madonna. Questa tradizione fu introdotta nel 1899 dal musicista Giuseppe Mazzotta, che il 15 luglio dello stesso anno presentò la sua composizione in latino, per baritono e banda. Nel corso del ‘900, poi, si sono avute altre 4 composizioni, eseguite alla fine della processione nella piazza centrale. 5


cora alla Madre Celeste (a Sancta  Mariæ  de Novis) ed erigendo sul portale d’ingresso l’immagine della Vergine col Bambino, quasi a rinnovare e rafforzare l’antichissimo legame. La devozione nel nostro paese fu tale che la stessa immagine venne adottata come arme civica fino a tutto l’800, come testimonia anche la presenza della stessa (insieme a quella del 6

compatrono e comprotettore Sant’Antonio Abate) sul Capitello dell’Hosanna, la colonna con la croce trifogliata eretta presumibilmente nel 1692 e ubicata sul lato destro della chiesa dell’Eremita egiziano. La stessa figura, inoltre, nella fattispecie, è riprodotta al centro della pala d’altare posta all’interno della chiesa della Madonna del Pane, già intitolata alla

Vergine di Costantinopoli e volgarmente chiamata Conella, (piccola icona) dove trecento anni fa sarebbe avvenuta la prodigiosa apparizione  della  Madonna alla  Giovanna. Testimonianze, queste, che rendono ancora più forte un antichissimo patto d’amore e di fede che la nostra comunità ha strinto con Maria del Pane e che, di anno in anno, si rinnova .


>> LA TERZA DOMENICA DI LUGLIO. La festa in onore di Maria SS. del Pane, già venerata col titolo di “Madonna di Costantinopoli”, si svolge la terza domenica di Luglio. Come testimonia una dichiarazione di alcuni cittadini di Campi Salentina, datata 18 agosto 1708 e inserita in un rogito del XVIII sec., già agli inizi del ‘700 si celebrava la festa in onore di Maria SS. della Conella. Anche Mons. Carafa nella sua Visita Pastorale del 1754 scrive nel suo verbale che: «la festività della Vergine di Costantinopoli ricorre nella terza domenica di Luglio con grande partecipazione dei fedeli che portano

processionalmente per il paese la statua della Madonna. In tale occasione è concessa l’indulgenza plenaria a chi visita la Cappella». Nel corso degli anni, poi, la festa si è arricchita di nuove attrattive, colorandosi di luminarie, rinomati concerti bandistici e fuochi d’artificio. La festa possiede anche una sua tradizione culinaria: per il pranzo si era soliti procurare il primo grappolo di uva (cijola), anche se l’emblema resta lo spumone, che i fidanzati inviavano alle proprie promesse e rispettive suocere per adempiere a un dovere di festa. 7


>> IL PROGRAMMA 2011. Tra devozione e tradizione

Ricco il programma previsto dal 16 al 18 luglio: luminarie da capogiro in piazza, concerti bandistici e musica da ballare

Novoli in festa per la patrona e protettrice, Maria Santissima del Pane. Una festa antica, che si rinnova negli anni conservando quel sapore di fede semplice e autentica, tramandata da padre in figlio, che affonda nella storia e compare già nel primitivo nome del paese nord-salentino, Sancta Maria de Novis. Davvero ricco il programma dell’annuale edizione, sia sotto il profilo religioso (messo a punto dalla Parrocchia dedicata alla Vergine presieduta da Don  Giuseppe Spedicato) ma anche sotto quello civile, organizzato nei dettagli dal Comitato Festa

presieduto dall’instancabile Costantino  Antonucci. Tre giorni da vivere intensamente, dal 16 al 18 luglio, con tanti momenti da non perdere; a partire dalla sentita processione del simulacro della Vergine nel giorno della vigilia, un momento atteso perchè conclude il Solenne Novenario di preparazione (quest’anno predicato da Don  Stefano Spedicato, Rettore del Seminario Arcivescovile di Lecce) e materializza l’omaggio del popolo novolese alla Madre Celeste. La processione (con partenza dalle 20) attraverserà il centro abitato per sostare in

NOVOLI RINGRAZIA LA MADRE Tra gli appuntamenti più attesi del giorno di Vigilia, un posto di riguardo lo merita l’esecuzione della “Salve Regina” al termine della processione. Nel 2011 toccherà alla composizione scritta dal maestro novolese Antonio Calabrese, presentata per la prima volta nel 2000 e, oggi, cantata dal soprano Maria Luisa Lattante e dal tenore Antonio Pellegrino  con l’accompagnamento del Gran Concerto “Città di Lecce”. 9


10

piazza Regina Margherita per il tradizionale canto della “Salve Regina” e concludersi nel Santuario della Vergine, salutata da un tripudio di fuochi pirotecnici. Appuntamento rinnovato e molto atteso, poi, è quello con la musica sinfonica, che porterà nelle due piazze centrali (piazza Regina Margherita e piazza Aldo Moro) alcuni tra i concerti bandistici più apprezzati del panorama pugliese: dal Concerto Bandistico “Città di Lecce” diretto dal Maestro Gaetano Cellamara (sabato

16 luglio) alla Filarmonica Salicese diretta da Maria Teresa Pedone, in programma il 17 luglio insieme alla Banda Nazionale del Corpo dei Vigili del Fuoco, che sarà in esclusiva a Novoli in occasione dell’inaugurazione dello storico Teatro Comunale. Per gli appassionati, poi, il programma riserva anche l’esecuzione dell’Ave Maria di Franz Schubert la mattina di domenica 17, quando il simulacro verrà traslato presso la Chiesa Matrice e l’arciprete Don Cosimo Vetrugno presiederà una

solenne concelebrazione. Si chiude lunedì 18 luglio (dalle 19 all’interno della Chiesa Madre), con la solenne celebrazione di chiusura affidata al pastore della Chiesa leccese, Mons. Domenico D’Ambrosio, al termine della quale è previsto un breve corteo religioso. Ma non finisce qui, perchè l’edizione 2011 della festa estiva novolese riserverà agli ospiti importanti sorprese, nata dalla collaborazione sinergica con importanti aziende del settore: grande attesa e attenzione, per esempio, suscitano gli allestimenti della ditta Per-

rotta Carlo Luminarie da Squizano, architetto dello scintillante gioco di luci e arte che colorerà le due piazze; così come l’addobbo interno del Santuario di via Veglie curato dalla ditta Palmisano Antonio da Soleto e le forniture elettriche della ditta Costantini da Neviano. Alla novolese Pirotecnica Salentina, infine, il compito di illuminare il cielo con colori e potenza dei fuochi d’artificio e tenere tutti, compresi ospiti ed emigranti di ritorno, con il naso all’insù. Nel giorno della Festa non mancherà la tradizionale distribuzione del


pane benedetto ai fedeli, offerto a devozione dalle locali ditte “La bottega del fornaio”, “Il fornaio” e Panificio Via Milano, oltre che dal Panificio Poso Valerio, dall’Antica panetteria del Corso e dal Panificio Cappello Nicola di Campi Salentina. L’annuale manifestazione, organizzata dal Comune  di  Novoli, dalla Parrocchia Maria Ss. del Pane e dal Comitato Festa, si avvale anche dei patrocini di Provincia  di  Lecce, Unione dei Comuni del Nord Salento, del Gruppo di Azione Locale “Valle della Cupa” e delle collaborazioni di Pro  Loco  Novoli  e Associazione “Campus  Giovani”. “Nonostante la crisi e i tagli che hanno investito la cultura - ha precisato lo storico presidente, a capo del gruppo di cittadini volontari che hanno garantito anche per il 2011 lo svolgimento della festa patronale - abbiamo voluto omaggiare la nostra protettrice con tante novità, senza tralasciare la componente tradizionale e folkloristica della festa. L’invito per questa tre giorni di festa è diretto a tutti, Novoli sarà accogliente, come sempre”.

RIECCO “LU PUZZU”. MA LA FESTA SI RACCONTA  ANCHE SU INTERNET Con la festa patronale torna puntualmente anche il numero unico “Lu Puzzu te la Matonna”, giornale che raccoglie frammenti inediti di storia locale, cultura, arte, turismo enogastronomico, satira e buonumore. La pubblicazione, che quest’anno tocca la sua 18esima edizione, è curata dallo scrittore e studioso di Storia Patria Piergiuseppe De Matteis e rappresenta una sorta di omaggio alla comunità di Novoli da parte dell’Associazione Culturale “Il Pozzo”. Dedicato ai lettori di ultima generazione, invece, è il sito web www.santantonionovoli.it, che seguirà in tempo reale la festa con resoconti, photogallery e videogallery che raccoglieranno tutte le emozioni. 12


>> SPETTACOLI IN PIAZZA. Si balla al ritmo degli Alla Bua La Banda Nazionale dei Vigili del Fuoco in piazza. Si chiude lunedì 18 luglio con un’anteprima di “NovoliSummerFest”

IN PIAZZA ANCHE LA BANDA  NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO Si esibirà domenica 17  luglio, in una piazza Regina Margherita decorata con arte dalla ditta Perrotta Luminarie, la Banda Nazionale del Corpo dei Vigili del Fuoco. Sul palco saliranno 70 elementi (tutti operativi presso i vari Comandi provinciali d’Italia) diretti dal Maestro Donato Di Martile, che eseguiranno un omaggio sinfonico ai 150 anni dell’Unità d’Italia. 16

Un’anteprima del Novoli SummerFest’11, il cartellone di fine estate previsto a Novoli nei primi giorni di settembre e, quest’anno, inserito nel calendario dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Pane, patrona e protettrice della comunità nord-salentina. Sarà ancora piazza Regina Margherita, infatti, a ospitare il concerto live degli Alla Bua voluto dal Comitato Festa e dall’Assessorato all’Associazionismo insieme ad Associazione Campus Giovani, Distillati Extraurbani e Pro Loco Novoli. Dalle 22, infatti, sul palco salirà un dei gruppi salentini più in voga per

l’estate 2011, impegnato in un’altra tappa del corposo tour “Scattuni” che li sta già vedendo protagonisti nei più prestigiosi festival europei di musica popolare. Gli Alla Bua promettono uno spettacolo live di qualità, grazie alle esibizioni di Fiore al tamburello, ai virtuosismi del flauto di Pierpaolo, agli intrecci di note della fisarmonica di Francesco, alla certezza della granitica chitarra di Dario e ai graffi della voce di Gigi che contrastano la dolcezza di Irene. Uno spettacolo dedicato alla musica e alla gente del Salento, insomma. Che il Salento non può perdersi.


Componenti Comitato Festa 2011 Spedicato Don Giuseppe - Parroco Marzo Vetrugno Oscar - Sindaco M.llo Cannizzo Oronzo Comandante Stazione Carabinieri - Novoli M.llo Farì Nunzio Comandante Polizia Municipale - Novoli Sig. Antonucci Costantino - Presidente Sig. Vetrugno Mario - Vice Presidente Sigg. Spedicato Gerardo - Tramacere Ermogene Segretari Sigg. Elia Fernando - Metrangolo Giuseppe Economi Dott. Scardia Giuseppe - Consulente Sigg. Greco Oronzo - Greco Tonio Responsabili portatori del simulacro Collaboratori Calabrese Alessandro, Calabrese Antonio,  Centonze Corrado, De Luca Claudio, De Luca Marco, Elia Fernando, Guerrieri Antonio, Guerrieri Mimino, Mazzotta Franco, Mazzotta Salvatore, Miglietta Salvatore, Mogavero Piero, Nitto Nino, Nitto Piero, Quarta Albino, Vetrugno Giuseppe, Vetrugno Italo, Vetrugno Mimino, Zaccaria Gigi Il Comitato ricorda con affetto De Lorenzis Salvatore, De Tommasi Nino, De Tommasi Totò, Indennitate Gino, Riccardi Giovanni, Rizzo Antonio, amici mai dimenticati e devoti collaboratori

22

Solenni  Festeggiamenti in onore della Patrona  e Protettrice

MARIA SS. DEL PANE 7 - 18 luglio 2011 Contenuti Antonio Calabrese Alessandro De Pascalis

Grafica Michele Curto

Fotografie Alessandro Calabrese

Stampa Editrice Salentina Galatina Il Comitato ringrazia i Parroci, l’Amministrazione Comunale di Novoli, i Carabinieri e i Vigili Urbani di Novoli, la Protezione Civile, le Confraternite, le Rev.me Suore Mercedarie, le Associazioni, i Circoli, le Ditte, i portatori del simulacro della Madonna, i devoti e tutti i concittadini che con le loro offerte hanno contribuito alla realizzazione dei solenni festeggiamenti in onore della nostra Patrona e Protettrice, Maria SS. del Pane. DISTRIBUZIONE GRATUITA Festa Madonna del Pane



FESTA MARIA SS. DEL PANE - Novoli, luglio 2011