Page 32

32

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 20 GENNAIO 2013

PALLAVOLO ANTICIPO DELLA 15a DI A-1

PALLANUOTO

Sabbi e Yosifov Castellana rinata abbatte Modena L’azzurro e il bulgaro sorprendono gli emiliani dopo 6 vittorie. Celitans: «Irriconoscibili» ANTONIO GALIZIA CASTELLANA GROTTE (Ba)

La Bcc Nep a sorpresa batte il Casa Modena, interrompe la serie di vittorie di fila (6) degli emiliani, e recupera la fiducia dei propri dirigenti pronti, dopo questa importante vittoria, a scongelare gli stipendi degli atleti bloccati dopo la sconfitta di Perugia.

CASTELLANA-MODENA

| 3-1

(27-25, 23-25, 28-26, 25-20) BCC NEP CASTELLANA GROTTE: Yosifov 19, Falaschi 5, Casòli 7, Cester 8, Sabbi 26, A. Ferreira 10; Paparoni (L). Dolfo 1, Krumins 1. N.e. Menzel, Elia, M. Ferreira, Ricciardello. All. Gulinelli. CASA MODENA: Piscopo 3, Baranowicz 3, Deroo 12, Vesely 12, Celitans 22, Quesque 14; Manià (L). Casadei 2. N.e. Catellani, Bossi, Pinelli, Kovacevic. All. Lorenzetti. ARBITRI: Cesare e Vagni. NOTE – Spettatori 1400, incasso 10.000. Durata set: 27’, 26’, 30’, 26’; tot. 109’. Bcc Nep: b.s. 20, v. 7, m. 10, s.l. 7, e. 15. Casa Modena: b.s. 21, v. 10, m. 8, s.l. 5, e. 11. Trofeo Gazzetta: 6 Sabbi, 5 Yosifov, 4 Falaschi, 3 Celitans, 2 Paparoni, 1 Casòli.

Contestati Accolta dagli ultras

delusi, che hanno salutato con i fischi e uno striscione eloquente (“Cantiamo per la città non per voi squadra senza dignità”) Castellana ha dominato Modena grazie ad un attacco e di un servizio ritrovati. «Devo fare i complimenti ai ragazzi – dice il tecnico Gulinelli – che ancora una volta contro una grande squadra hanno reagito giocando con determinazione. Il servizio e la ricezione, finalmente ritrovati, sono state le nostre armi migliori». Grande l’equili-

brio in un primo set pieno di sorpassi tra le due squadre. Alla fine, dopo 2 set point annullati dagli ospiti, un lungolinea di Sabbi (9 nel parziale) dà il set ai baresi. Secondo set ancora in equilibrio, costellato da molti errori: prova l’allungo iniziale Modena (8-10), risponde Castellana che con Yosifov in evidenza impatta (19-19) e sul 22-23, il primo tempo in rete di Cester e quello vincente di Vesely portano il match in parità: 1-1. Terzo parziale e Modena ci prova (14-17) ma senza successo fino ai break di Yosifov per il 26-25 e il 28-26 (ace con l’aiuto del nastro) che riportano avanti i pugliesi. Senza storia il 4˚. «Siamo stati semplicemente irriconoscibili – commenta l’atteso Celitans -. Le grandi squadre sanno essere ciniche ma noi non lo siamo stati perché dobbiamo ancora crescere molto. Non bastano, come scusante, l’assenza di Sala e le condizioni precarie di Deroo e Kovacevi». «Potevamo e dovevamo fare di più per conquistare il terzo posto», aggiunge Baranowicz.

Giulio Sabbi, 23 anni, mvp: 26 punti (2 muri) e il 62% in attacco ZANI

DONNE: ANTICIPO 13a

Pesaro fa uno scherzo a Piacenza PIACENZA – (m.mar) Un'attentissima Pesaro supera a sorpresa una brutta Piacenza (con il nuovo arrivo Guiggi sempre in panchina) conquistando la terza vittoria consecutiva. Trascinatrice la Moreno Pino. A Piacenza non bastano i 24 punti di Turlea. PIACENZA–PESARO 1-3 (25-19, 23-25, 23-25, 20-25) REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: L. Bosetti 10, Leggeri 6, Turlea 24, Meijners 11, Nicolini 11, Ferretti 1; Sansonna (L), Secolo 2, Radenkovic 2. Ne: Guiggi e Zilio. All. Mazzanti KGS ROBURSPORT PESARO: Muresan 11, Chirichella 10, Moreno Pino 23, Tirozzi 13, Gibermeyer 3, Signorile 1; De Gennaro (L), Manzano 5, Valpiani. Ne: Lestini e Dekani. All. Pistola ARBITRI: Prandi e Genna NOTE - Spettatori 2900, incasso 5700. Durata set: 26’, 28’, 29’, 29’; tot. 112’. Rebecchi: battute sbagliate 9, vincenti 3, muri 11, seconda linea 9, errori 28. Kgs Robursport: b.s. 6, v. 2, m. 7, s.l. 9, e. 24. Trofeo Gazzetta: 6 Moreno Pino, 5 Turlea, 4 Signorile, 3 Sansonna, 2 Tirozzi, 1 De Gennaro

OGGI, 13ª Giornata (ore 18): Busto-Bergamo; Chieri Torino-Villa Cortese; Modena -Conegliano; Bologna-Giaveno. Riposa: Urbino. Classifica: Busto 27; Bergamo 24; Piacenza 21; Villa, Modena 20; Pesaro 17; Chieri, Urbino 15; Conegliano 14; Giaveno 9; Bologna 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In campo alle 18

Cuneo-Latina Mastrangelo è sempre fuori

MACERATA-RAVENNA (m.g.-s.cam.) Macerata in serie positiva da 4 gare e imbattuta con Ravenna dal 2000. Parodi alla 200ª in A. Ravenna recupera Bellei (pallonata a un occhio) TRENTO-SAN GIUSTINO (niba-an.me.) Trento al completo: possibile che Lanza dia riposo parziale a Juantorena (spalla). Dubbio per Fenoglio tra Torre e Mc Kibbin, con il primo favorito. Cebulj in banda al posto di Fiore, opposto Van Den Dries. VIBO-PIACENZA (mi.fa.-m.mar.) Vibo reduce

BOXE NUOVO PRESIDENTE FEDERALE

da 4 sconfitte di fila è in formazione tipo. Un solo allenamento per Piacenza dopo la trasferta a Gabrovo di Challenge. Bloccati dalla neve, gli emiliani sono tornati in palestra solo a Vibo Valentia. CUNEO-LATINA (g.sca.-a.li.) Dopo quasi un mese la Bre torna a casa contro l’ex tecnico Prandi ed è sempre senza Mastrangelo «non disponibile»: gioca Rossi, ma Sokolov nel giro davanti potrebbe fare da centrale. Latina, reduce da tre vittorie consecutive (una in Cev), ha tutti a disposi-

zione In Tv: diretta Rai Sport 1 ore 17,30. VERONA-PERUGIA (r.pu.-an.me.) Verona chiama a raccolta (5 euro in curva e festa nel nel dopopartita) dopo 9 sconfittee. Contro la Safety Perugia dell'ex Semenzato, Perugia al completo: dubbio al centro Tomassetti- Alletti, CLASSIFICA: Trento, Macerata 34; Piacenza 28; Modena 27; Cuneo 26; Latina 23; Perugia 23; Vibo 20; Castellana 14, S.Giustino 11; Verona 8; Ravenna 7.

IPPICA PARIGI: OGGI IL CORNULIER AL TROTTO MONTATO

Il dopo Falcinelli Owen’s Club domina a Torino nel segno di Brasca Gubellini cala il pokerissimo La boxe nel segno della continuità. E’ Alberto Brasca, quello dei tre ex vicepresidenti candidati più vicino al presidente uscente Franco Falcinelli, il nuovo reggente della federazione. E come previsto al Lyrik Theatre di Santa Maria degli Angeli non è stata una battaglia facile. Alla prima votazione su 571 voti validi (573 aventi diritto Brasca aveva raccolto 253 voti quindi a soli 33 dal quorum del 50 %. Alle sue spalle Del Greco con 191 voti si guadagnava il ballottaggio sperando nel travaso dei delegati del terzo incomodo Gualtiero Becchetti che assommava un dignitoso pacchetto di 127 preferenze. Il travaso avveniva però solo in parte perché al ballotaggio su 561 schede scrutinate (8 nulle e una bianca) il 69enne bolognese di Budrio aumentava la sua dotazione di 54 voti centrando l’elezione con 307 voti (54.7%) contro i 245 (43.6) di Del Greco. Fra i 10 consiglieri ce l’ha fatta Fragomeni, non Russo e Cammarelle. Dilettanti Se vogliamo il risultato di ieri conferma il controllo della federazione da parte di Falcinelli, salito alle alte cari-

che dell’Aiba e nominato ieri presidente onorario della Fpi, ma anche il predominio dell’anima dilettantistica della federazione a scapito dei professionisti che puntavano su Del Greco (compreso l’ex presidente della Lega, Carlo Nori). Bisognerà ora vedere se Brasca, politico di lungo corso (è stato presidente della Provincia e vicesindaco a Firenze) anche fuori dallo sport, non si farà soggiogare dalla dittatura dell’Aiba . «E’ stata una dura battaglia. Ora mi attendono quattro anni faticosi. Voglio proseguire sulla strada di Falcinelli ma col mio stile. Già nel primo consiglio federale farò mettere a punto i programmi che puntano sui giovani e sulla collegialità» Gli altri Cambio della guardia anche alla federazione orientamento (Mauro Gazzerro ha battuto Giuseppe Falco) e sci nautico dove Michele Dell’Olio, vicepresidente uscente, con il 57% dei voti ha scalzato Silvio Falcioni, in carica dal 2004 e fermatosi al 30% (Luzzeri ha preso il 13%). Nella vela il candidato unico Carlo Croce ha raccolto 552 voti su 599. f.n.

Owen’s Club (P. Gubellini) facile in 1.14 nel Premio Encat a Torino DE NARDIN ENRICO LANDONI

Nacque nel 1936 al posto dell’Unione Ippica Italiana. Con il riassetto della «governance» del settore, nel 1999 ha però cessato di esistere insieme agli altri tre enti tecnici. Dell’Ente Nazionale Corse al Trotto non sono dunque rimasti che il regolamento, un malinconico ricordo ed il titolo di primo GP dell’anno a San Siro. La sua chiusura ne ha così imposto il trasferimento a Torino, senza però estirparne le radici ambrosiane. A vincere è stato infatti il milanesissimo Pietro Gubellini, alla guida di Owen’s Club, che ha così collezionato

il 6˚ successo consecutivo in tre mesi, in surplace. Al figlio di Duke of York sono bastati 500 metri per balzare al comando e respingere facilmente gli attacchi di Libeccio Grif, crollato però nel finale, e dell’ottimo Nesta Effe, giunto secondo. Per Pippo è il 5˚ successo in questa corsa, con cui nel 1990, alla guida di Gainsford, diede inizio alla sua sterminata serie di vittorie in corse di gruppo. A Roma Sempre in tema di corse storiche e prestigiose, a Capannelle ieri sono andate in scena due delle prove simbolo dell'ostacolismo italiano: il Grande Steeple Chase e la Gran Corsa Siepi. A vincere lo

L’11a GIORNATA

storico cross capitolino per la quarta volta (ieri in sella a Wan) è stato Raffaele Romano, che ha invece dovuto nuovamente rimandare l'appuntamento con la vittoria nella corsa siepi. A trionfare è stato infatti «Big Joe» Bartos, con Cross Fade, che ha così impedito a Frammassone, giunto secondo, di raggiungere l'indimenticabile Spegasso a quota tre vittorie. Dal cavallo che il 15 dicembre scorso aveva vinto proprio il Premio Spegasso, d'altra parte, non c'era da aspettarsi altro. A Parigi Oggi a Vincennes è il

Giuliano Mattiello (Posillipo), 20 anni

Nell’ultima di andata il Posillipo fa il colpo POSILLIPO-SAVONA 10-9 (2-3, 3-3, 3-1, 2-2) Posillipo: Negri, Cuccovillo, Rossi 1, Foglio, G.Mattiello 4, Toth 1, Renzuto, Kovacs, Bertoli 3, Baraldi, Saccoia 1. N.e. N.Ferrone, Scalzone. All. Pariso. Blu Shelf Carisa Savona: Antona, Alesiani, Damonte, Petrovic 1, Colombo, Rizzo 1, M.Janovic 3, Fulcheris, G.Bianco, Mistrangelo 1, Colombo, Deserti 3. All. Pisano. Arbitri: Ceccarelli e Severo. Note: sup. num. Posillipo 15 (5 gol), Savona 7 (2). Esp. per proteste M.Janovic 24'. (f.nap.) Il Posillipo continua ad amare il brivido. Dopo l'Acquachiara, stavolta è il Savona a cadere alla Scandone nei secondi finali. Sotto sin dai primi minuti, i napoletani, privi dello squalificato Gallo, rimontano e sorpassano i liguri nel finale di terzo quarto. Con Janovic fuori per proteste, Petrovic e Mistrangelo firmano il 9-9, ma Mattiello, il migliore in acqua, mette la firma sui tre punti a 45" dalla fine. NERVI-BRESCIA 7-19 (1-3, 3-5, 3-6, 0-5) Ellevi Nervi: Ferrari, Percoco, Puccio, D'Alessandro, Temellini 2 (1 rig.), Bagnoli 1, Bocciardo, Marziali 2, Ferrero, Lanzoni 1, Mann, Caliogna 1, Cavo. All. Ferretti. Brescia: Del Lungo, Valentino 1, C.Presciutti 4 (1 rig.), Legrenzi 1, Loncar 2, R.Calcaterra 2, Mammarella, Nora 2, Binchi, Elez 4 (1 rig.), Giorgi, G.Fiorentini 3, Moratti. Arbitri: Ricciotti e Rovida. Note: sup. num. Nervi 10 (5), Brescia 13 (10). Usc. 3 f. Caliogna, D'Alessandro, Giorgi e Valentino. (f.ga.) PRO RECCO-ORTIGIA 20-5 (5-1, 5-2, 3-2, 7-0) Ferla Pro Recco: Tempesti, Madaras 1, Mangiante, Felugo 2, Giacoppo 1, D.Fiorentini 2, Aicardi 3; F.Lapenna 2, N.Gitto 3, Figlioli 1, S.Luongo 3, A.Fondelli 1, Figari 1 rig. All. Tempestini. Igm Ortigia: Patricelli, Puglisi, Boyd 2, Tringali, Di Luciano 1, Zovko 1, Suti; Barranco, Abela 1, Vinci. N.e. Negro. All. Baio. Arbitri: Bianco ed Ercoli. Note: sup. num. Pro Recco 10 (4), Ortigia 7 (2). Usc. 3 f. Puglisi 25’53". (i.v.) CAMOGLI-FLORENTIA 10-16 (4-4, 0-5, 3-3, 3-4) Camogli: Gardella, Beggiato 4 (1 rig.), Rocchi 1, L.Fondelli 1, Cupido 2, Bruni, Foti 1; Trebino, Iaci, Cambiaso 1, Di Rocco, Gandini. N.e. Viola. All. Cavallini. Florentia: Mugelli, F.Di Fulvio 2, Borella, Molina 5, Espanol 3, M.Lapenna 2, Bini 2; Gobbi 1, A.Di Fulvio 1, Pagani, Coppoli, Brancatello, Minetti. All. Sottani. Arbitri: Alfi e Bianchi. Note: sup. num. Camogli 11 (5), Florentia 9 (8). Usc. 3 f. Espanol 28’46", Trebino 31’20". BOGLIASCO-QUARTU 6-4 (2-2, 2-0, 0-1, 2-1) Bogliasco: Dinu, Sekulic, A.Di Somma 1, Camilleri, Boero 1, Bettini 3, Guidaldi; Vergano 1, Barillari, E.Di Somma, Cocchiere. N.e. Dufour, Messina. All. Del Galdo. Promogest Quartu: Volarevic, M.Luongo 1, Buckner, Steardo 1, Klikovac, Ercolano 2, Astarita; Sassanelli, Russo, Pagliari. N.e. Montaldo, Nicche, Graffigna. All. Pettinau. Arbitri: Colombo e Taccini. Note: sup. num. Bogliasco 12 (4), Quartu 14 (3). Usc. 3 f. Boero 26’55", Vergano 27’10". (a.fe.)

giorno del Prix de Cornulier (ore 15.08, m 2700), il campionato mondiale del trotto montato. In pista anche l’italiano Lavec Kronos (P. Masschaele), favoriti Quif de Villeneuve, Save The Quick e Tiégo d’Etang.

L’anticipo: Lazio-Acquachiara 8-9. Class.: Brescia 33; Pro Recco 27; Florentia 24; Savona 19; Acquachiara 17; Bogliasco 16; Posillipo 15; Lazio 13; Ortigia 11; Quartu, Nervi 9; Camogli 1. Pr. turno (26/1): Florentia-Ortigia, Camogli-Acquachiara, Posillipo-Quartu (25/1), Bogliasco-Brescia, Pro Recco-Nervi, Lazio-Savona.

6ª corsa - GP Encat - e 66.000, m 2100: 1 Owen’s Club (P. Gubellini) 1.14; 2 Nesta Effe; 3 Ok America; 4 Mirtillo Rosso; Tot.: 1,40; 1,21, 1,68, 1,56 (6,86). Trio: 22,26. QUINTÉ Ieri a Meydan quinté 2-13-15-5-4: Quinté: e 9.155,12. Quarté: e 414,93. Tris: e 188,41. OGGI SI CORRE A Trotto: Firenze (13.45) e Roma (14.45). Galoppo: Pisa (14).

DONNE Mentre l’Orizzonte cade nell’andata dei quarti di Coppa Len, 11-15 con le russe dello Shturm (ritorno il 23/2), si è giocata l’8a giornata in A-1: Padova-Roma 10-4, Firenze-Rapallo 6-7, Bogliasco-Messina 6-10, Bologna-Ortigia 12-9. Class.: Rapallo 21; Orizzonte* 18; Firenze 16; Imperia* 14; Messina 12; Padova, Bologna 10; Roma, Bogliasco 6; Ortigia 0. (*una partita in meno)

Gazzetta Dello Sport 20/01/2013  

Gazzetta Dello Sport 20/01/2013

Advertisement