Issuu on Google+

1


L’INFORMAZIONE DEVE PRIVILEGIARE LA QUALITÀ Aprile è il mese della stampa rotariana, e nel nostro Distretto abbiamo puntato sulla Stampa e particolarmente su una stampa di qualità dell‟informazione, cercando di polarizzare l‟attenzione e l‟interesse dei soci, trattando, insieme agli argomenti di natura rotariana (vita dei Club, vita distrettuale ed internazionale) anche quelli attinenti al territorio di competenza, agli interessi culturali dei nostri soci, e relativi al tema del nostro anno di servizio incentrato su “La gioia delle Regole”. La Rivista riscuote consensi non solo nell‟ambito del nostro Distretto, ma è apprezzata e letta con interesse dai tanti Amici rotariani e non, che hanno avuto la possibilità di riceverla o leggerla tramite il nostro sito distrettuale. E allora, caro Governatore, a chi dare la preferenza: a un bollettino con poche illustrazioni oppure ad un periodico patinato con una ridda di immagini a colori? “Entrambi meritano tutto il nostro rispetto se fanno perno sulla deontologia rotariana che al culto delle apparenze sempre privilegia quello della „substantiam‟. A prescindere dalla veste grafica, bisogna tendere ad un‟informazione di qualità, utilizzando tutti i mezzi a disposizione, compresi quelli dell‟era telematica. In tale contesto, Club e Distretti restano i primi e più importanti motori di un‟informazione corretta e puntuale, che sia di interesse generale e che meriti di essere conosciuta anche al di là degli stessi confini rotariani”. In altri termini, una stampa efficace e persuasiva? “Il grande filosofo greco Aristotele fu tra i primi ad intuire che un discorso, per essere efficace, deve essere innanzitutto dimostrativo e convincente. Tutte le buone intenzioni potranno essere coronate da successo se i Rotary Club continueranno ad essere associazioni di soci emeriti nei vari campi professionali, attivi e fieri di far parte di un sodalizio che mette in primo piano valori intramontabili quali l‟amicizia, la solidarietà, la pace, lo spirito di sacrificio, l‟altruismo. 2


La nostra informazione non sarebbe che poca cosa e di livello mediocre, se non potesse dar voce a chi non ha voce, se non potesse concorrere al miglioramento della nostra esistenza, se non potesse adoperarsi per la crescita civile dei singoli individui, del Paese e della nostra Associazione”. E‟ sempre la qualità, insomma, a far la differenza? ”Senza una stampa ai giusti livelli di qualità e di interesse, persino l‟attenzione degli „altri‟ verso il Rotary e il conseguente desiderio di essere chiamati a farne parte, verrebbe meno, e senza rotariani „di livello‟ disposti a servire gli altri, non ci può essere informazione che attiri l‟attenzione per il rigore e l‟interesse di quanto trasmette. Dobbiamo favorire, anche attraverso la stampa, l‟incontro e il dialogo, facendo crollare barriere di razza, di ideologie, di religione, mirando ad azioni collettive tese al miglioramento delle condizioni esistenziali delle comunità nelle quali operiamo. Nella vita non si è mai soli se un rotariano è disposto a sacrificarsi, per dare una mano a chi soffre. E nemmeno il solerte rotariano si sentirà solo. Perché attraverso l‟informazione faremo conoscere a tutti, con parole semplici e senza particolare enfasi, il lodevole impegno che è alla base del nostro agire”. Marco Torsello Governatore Distretto 2120 - Puglia e Basilicata

3


Rajashree Birla ha donato un totale complessivo di oltre 4,2 milioni di dollari alla Fondazione per l'eradicazione della polio.

Rajashree Birla, di Mumbai, Maharashtra, India, ha fatto un'altra donazione di 1,12 milioni USD a favore della Fondazione Rotary a sostegno della Sfida da 200 milioni del Rotary. Con quest'ulteriore donazione, la signora Birla ha donato un totale complessivo di oltre 4,2 milioni di dollari alla Fondazione per l'eradicazione della polio. L'Amministratore della Fondazione Ashok M. Mahajan, ha dichiarato che la straordinaria generosità della signora Birla deriva dalla sua convinzione che dare agli altri è il modo migliore per fare un cambiamento durevole nel mondo. "Come madre, ha compassione per le giovani vittime della polio e desidera aiutare il Rotary a raggiungere l'obiettivo di eradicare la malattia", ha continuato a dire. 4


"La signora Rajashree Birla crede fermamente che ciò che facciamo per noi stessi muore con noi. Ma ciò che facciamo per gli altri rimane per sempre", ha spiegato. "La carità comincia a casa, ma non deve restare la'". Mahajan ha aggiunto che la signora Birla ha fiducia nella capacità della Fondazione di impiegare i fondi in maniera oculata. Il defunto marito della Birla, Aditya Birla, era riuscito a rendere l'azienda Aditya Birla Group in una compagnia del gruppo Fortune 500 e una delle più grandi in India. L'azienda impiega oltre 100.000 persone in oltre 20 Paesi. Il suo figlio maggiore, Mangalam Kumar Birla, è presidente del consiglio direttivo e svolge inoltre l'incarico di direttore esecutivo. La famiglia ha un impegno di lunga data legato al business e al servizio della comunità. La signora Birla continua quell'eredità attraverso la sua leadership nell' Aditya Birla Centre per le iniziative comunitarie e lo sviluppo rurale, dove segue progetti che si rivolgono all'istruzione, assistenza sanitaria e altre questioni sociali. Tra i suoi numerosi premi e riconoscimenti, la signora Birla è socia onoraria del Rotary Club di Bombay, che le ha consegnato il premio “Cittadina di Bombay" nel 2003. Nel 2004 ha ricevuto il premio "Orgoglio ell'India" dal Rotary Club di Mulund, dove è anche socia onoraria. Il centro Aditya Birla Centre ha aiutato ad immunizzare circa tre milioni di bambini contro la polio in oltre 3.200 villaggi in India, uno dei quattro restanti Paesi polio-endemici. Da Rotary.org

5


IL ROTARY CLUB DI CANOSA DONA UN PULMINO ALLA COMUNITA‟ “GRUPPO AMICI” Domenica 3 Aprile 2011 il Rotary Club di Canosa di Puglia ha vissuto un momento esaltante in cui i valori e gli ideali rotariani, si sono ancora una volta concretizzati.Infatti al termine di un lungo ed entusiasmante percorso volto al reperimento di fondi,il Club di Canosa ha donato un automezzo di 9 posti, attrezzato per il trasporto dei disabili, consegnandolo a Don Felice Bacco arciprete della Cattedrale di San Sabino. Attraverso svariate attività e grazie al contributo spontaneo di alcuni privati e dei soci stessi, il Club di Canosa ha realizzato un “service” per le attività ludiche e non solo, degli amici disabili del “Gruppo Amici”. La cerimonia di consegna del pulmino si è svolta al termine della Santa Messa domenicale, sul sagrato della Cattedrale, alla presenza di Autorità civili e rotariane e di tanti cittadini che hanno voluto condividere con noi un bellissimo momento di solidarietà. Insieme a tutti gli amici del Club e della presidente prof.ssa Angela Valentino, desidero ringraziare il Sindaco Francesco Ventola, il Past Governor Dott. Prof. Tommaso Berardi, presidente della Rotary Foundation e Sig.ra Annamaria e il socio onorario Riccardo Mancini e Sig.ra Rosa, per aver voluto partecipare ad una giornata così edificante, testimoniando con questo nuovo service la vicinanza al Club Rotary di Canosa e al suo Territorio. di Angela Valentino Rotary Club Canosa

6


7


CONVEGNO INTERDISTRETTUALE

8


9


1915-16 Allen D. Albert R.C. di Minneapolis, Minnesota, USA “Si dice che il vero esame per il Rotary si svolge nei club locali. L'esame va più in profondità, raggiunge ogni singolo essere umano in ogni club locale”. Congresso Rotary 1913

1916-17 Arch C. Klumph Rotary Club di Cleveland, Ohio, USA “Rotary è fatto di uomini di buona stoffa; l'ideale del servire si trasforma in realtà. E, di conseguenza, l'organizzazione non si fermerà mai”. The Rotarian , aprile 1929 10


1917-18 E. Leslie Pidgeon Rotary Club di Winnipeg, Manitoba, Canada “Rotary è una forza vivente, tiene a cuore una dottrina di relazioni umane, che risulta vera e universale e anche per il fatto che non accetta la sua dottrina passivamente, ma riesce a provare la sua esistenza attraverso le sue espressioni che sollevano l'umanità”. Congresso Rotary 1918

14 aprile 2011– ore 20,30 “INFORMAZIONE ROTARIANA”

26 aprile 2011– ore 20,30 “CONSIGLIO DEL DIRETTIVO”

11


Domenica 10 aprile 2011 “UNA GIORNATA INSIEME AL SAN CARLO” - NAPOLI Rotary Club Barletta

Venerdi 15 aprile 2011 - ore 10,00 Premiazione vincitori concorso grafico-pittorico-letterario Scuola Media “Salvemini” - Andria

Sabato 16 e domenica 17 aprile 2011 Convegno Interdistrettuale “SORELLA ACQUA” Assisi (Programma a pag.7 not.n° 24) Martedi 19 Aprile Ore 20.00 - Segreteria del Club di Corato “La media conciliazione” ne discutono gli Amici Rotariani: Ettore Quinto, Michelangelo De Benedittis e Francesco Tempesta.

Giovedi 28 aprile 2011 ore 20,30 Brigantin2 - Barletta “GIUSTIZIA CIVILE E MEDIAZIONE: UNA RIVOLUZIONE O UNA CHIMERA?” discussione con D.Monterisi e G.Santovito Moderatrice dr.sa Floriana Tolve Dir. TRC - Aperitivo con Ospiti Giovedi 28 aprile 2011 ore 20,30 InterClub Andria-Canosa Il dr. Giuseppe Scelzi - Magistrato Antimafia - presenterà il suo romanzo “IL COLORE DEL MELOGRANO” La Corte di Opaka Contrada La Murgetta Canosa di Puglie 13 - 14 - 15 maggio 2011 XVI CONGRESSO DISTRETTUALE LA GIOIA DELLE REGOLE E DELLE RELAZIONI UMANE BARI - Hotel Sheraton Domenica 22 maggio 2011 1° ROTARALLY Fotografico “ del Governatore” Città di Fasano ( Brindisi ) - Iscrizioni entro il 30 aprile 2011 12


Notiziario n.25