Page 1

M .A .D . G A L L E RY MODA

ARTE

DESIGN

MAIA PALMIERI Analisi critica a cura della Dott.ssa Eleonora Valeri Laureata in Decorazione presso l’ Accademia di Belle Arti di Brera, Milano


MAIA PALMIERI Si usano gli specchi per guardarsi il viso, e si usa l’arte per guardarsi l’anima. (George Bernard Shaw)

Maia Palmieri nasce a Subiaco, Roma, nel 1981 ma i suoi primi anni li vive a Monza. Adolescente si trasferisce a Rieti, un tranquillo paese della sabina dove frequenta gli studi diplomandosi in Arte Applicata-Arte della Ceramica all'istituto d'Arte di Rieti nel 2000. Specializzata nella manipolazione della ceramica, prima, seconda e terza cottura, stampi, decalcomanie, smalti, engobbi, murrina, ogni tecnica possibile fino a scoprire il raku per poi innamorarsi di questa lavorazione che il nome giapponese significa "gioire il giorno" . La sua curiosità l’ha spinta a ricercare nuovi materiali, e attraverso la sperimentazione ha scoperto un materiale plastico, rigido che non ha nulla a che fare con il suo amore per la ceramica, il plexiglass. Lei stessa lo ha definito un vero e proprio colpo di fulmine, è stato il compagno di Maia a farle scoprire questo innovativo materiale, lei attratta dalla sua trasparenza quasi per gioco ha iniziato così a lavorarlo, dapprima a caldo sfruttando il suo forno per ceramica, per capirne e conoscerne i punti deboli. Poi un giorno, sfogliando la nota rivista di moda Vogue, si è imbattuta nella visione di una busta rigida in plexiglass per la confezione di una celebre marca e la domanda che ha pervaso la sua mente è stata immediata “perché no?”. Da qui l’avvio ad anni di sperimentazione, prove tecniche di pittura su plexi, studio sul peso e sulla forma da donare a questo materiale, così come altrettanti studi sull’utilizzo dei colori. Ogni immagine ricreata su plexi divenne il suo segno distintivo, la sua pittura ,il suo io, il suo modo di comunicare arte e vita.


Ora Maia Palmieri ha intrapreso una nuova sfida, la creazione di un abito in plexiglass, nato dall’unione di due idee, la sua e quella del suo compagno Moreno De Santis, geometra specializzato nella lavorazione del ferro, dell’acciaio e dello stesso plexiglass, materiali attraverso i quali da vita a mobili d’ispirazione moderna. Moreno propose a Maia l’idea di un abito-armatura, un abito fatto per essere indossato, così Maia pensando ai meravigliosi abiti anni ‘50, stile charleston, appariscenti e luminosi decise di combinare le due idee e fargli prender respiro attraverso il plexiglass. Un abito essenziale, minal, artiginale e artistico così viene definito dalla stessa Maia. Un abito che grazie alla trasparenza del materiale, riesce a ricreare effetti di luce sublimi, paradossalmente dona leggerezza allo sguardo, eleva i pensieri e arricchisce la mente. “Con le mani creo ciò che la mia mente sogna.” (Maia Palmieri)

L’arte di Maia Palmieri è lo specchio della sua passione, della sua innata sensibilità artistica, la sua sfida è quella di migliorarsi giorno dopo giorno, apprendere ed essere aperta alla conoscenza, assorbirla, farla propria. Coltivare il sapere è un’arte, che non tutti sanno captare.

Eleonora Valeri


Progetto grafico | Andrea Massucco

MAD GALLERY MILANO – Corso San Gottardo 18 | Milano Curators Alessandra Magni, Carlo Greco

tel: +39 348.28.54.357 |+39 347.36.01.557 info&press office: madgallerymilano@gmail.com web: www.madgallerymilano.com

Maia Palmieri, Artista e Fashion Designer  

Analisi critica a cura della Dott.ssa Eleonora Valeri Laureata in Decorazione presso l’ Accademia di Belle Arti di Brera, Milano

Maia Palmieri, Artista e Fashion Designer  

Analisi critica a cura della Dott.ssa Eleonora Valeri Laureata in Decorazione presso l’ Accademia di Belle Arti di Brera, Milano

Advertisement