Issuu on Google+

65° Anno -

I. R.

www.apabz.it

Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, CNS Bolzano 05/07

Aprile 2011

BOLLETTINO DEGLI ORGANI DIRETTIVI DELL’ARTIGIANATO PER L’ALTO ADIGE

Congresso dell’edilizia 2011 Impulsi per garatire il futuro dell’artigianato

L’importanza della piccola impresa Foto di gruppo con i soci fondatori della Cassa edile provinciale dell’artigianato (CEPA) ed il presidente della Giuna provinciale Luis Durnwalder al Congresso dell’edilizia 2011 a Bolzano


DOC.bz

elettroforniture

*

*Disponibile per tecnici e progettisti nelle sedi Selectra di Bolzano, Trento e Rovereto

Domotica | Luce

Bolzano

Trento

Rovereto

Via Pacinotti 11 T 0471 558 800

Via di Campotrentino 88 T 0461 430 311

Via Brennero 23 T 0464 494 000


Editoriale Editorial

Hanno detto

Filo diretto con i lettori

Sondaggio

su internet

www.apabz.it Si torna a parlare della tassa sul turismo. Siete d’accordo che anche le aziende artigiane paghino?

Sì, anche l’artigianato vive del flusso turistico e quindi è giusto che contribuisca a finanziarlo No, sono contrario a qualsiasi ulteriore tassazione a carico delle aziende

Gentili lettrici e lettori, c’è chi pensa che il gran numero di piccole aziende in Alto Adige sia svantaggioso. Colgo allora l’occasione per parlare del contributo prezioso che danno. Infatti ogni struttura aziendale ha i suoi pro e i suoi contro. In realtà la forza dell’Alto Adige sta nel mix di imprese differenti dimensioni. Lo ha dimostrato l’andamento degli ultimi due anni, visto che la nostra regione ha superato relativamente bene la crisi grazie alla solida base di imprese piccole e flessibili. A crisi superata è ingiusto puntare il dito proprio contro quelle aziende che nei momenti difficili non hanno licenziato o messo in cassa integrazione nessuno. Le piccole imprese continuano a garantire i rifornimenti locali con un’efficienza che all’estero ci invidiano. Sono loro che animano le zone rurali, che assicurano un’economia vitale in ogni paese, che danno posti di lavoro, opportunità di apprendere un mestiere, gettito fiscale. Alle piccole imprese, al loro valore per l’economia e per la società altoatesina dedichiamo allora la storia di copertina del presente numero (pagine 8/9).

Non ho un’opinione a riguardo

Dite la vostra opinione su questo tema d’attualità cliccando sul sito www.apabz.it.

Risultati dell’ultimo sondaggio: Cosa ne pensa dei Campionati provinciali dell’Artigianato e dei Mondiali dei mestieri? Iniziativa positiva per i giovani e l’immagine dell’artigianato

66,67 %

Sono soldi buttati al vento

33,33 %

Non so

00,00 %

Una cosa è certa: bisogna sostenere la crescita e le cooperazioni aziendali per uscire da situazioni di ristagno cercando sbocchi anche fuori dai confini provinciali. Tuttavia l’esigenza di un’azienda di crescere deve essere stimolata sempre dal mercato. Non è accettabile che un’azienda sia costretta a crescere solo per far fronte alla burocrazia e ai dettami della politica. Quindi in primo luogo bisogna darsi da fare per migliorare le condizioni legislative. Serve una semplificazione della burocrazia con norme apposite per le microimprese, soprattutto in riferimento ad appalti pubblici, sicurezza sul lavoro e diritto dell’ambiente. Meno burocrazia è ciò che chiedono a gran voce tutti gli artigiani presenti al congresso dell’edilizia. Il resoconto delle assemblee lo trovate alle pagine 10–13. Desidero infine rivolgere un sentito ringraziamento alle 70 aziende che hanno fondato la Cassa Edile Provinciale dell’Alto Adige, premiate in occasione del congresso (pagine 14–15). Grazie alla loro fiducia e al loro spirito pionieristico oggi la CEPA sa andare incontro alle esigenze delle piccole imprese offrendo servizi studiati su misura per l’artigianato edile, come per esempio il rimborso spese dei corsi obbligatori. Gert Lanz Presidente APA


Indice

Attualità artigianato

La storia

Economia: pregi delle piccole imprese e perchè l’Alto Adige non può farne a meno.

6 Di mese in mese: Alto Adige alla IHM, export in ripresa, premio Südtirol Award, sburocratizzazione, istituiti gruppi di lavoro, master innovazione 8 La storia: piccole imprese irrinunciabili 10 Tema: congresso edilizia a Bolzano – assemblee delle sezioni – premiate le imprese fondatrici della CEPA 16 Di mese in mese: novità sui lavori pubblici 17 Di mese in mese: presentata la legge sull’innovazione 18 Di mese in mese: esiti ASTAT sull’andamento del PIL 20 Di mese in mese: fiera Tipworld

Leggi & Direttive

10

Congresso edilizia: per i mestieri del settore evento congiunto a Bolzano

Tema

22 Fisco e finanze: nuovo modello fiscale per redditi da affitti, scadenze 23 Leggi e direttive: meno tasse sullo straordinario 24 Conciliazione prima del tribunale 25 Dichiarazione MUD, certificato AEE, incentivi SOA 26 Mod. 730, orari Inapa 27 Regolamentazione de minimis, pensioni CUD

Circondari

14

Tema

CEPA: premiate le 70 imprese fondatrici della Cassa edile.

28 Assemblea circondariale Alta e Bassa Venosta 29 Assemblea circondariale Burgraviato, nuovo presidente comunale a Marlengo 30 Assemblea circondariale Chiusa, mostra artigianale Gardena 31 Artigianato sotto i portici a Egna

Immobili strumentali 32 Consorzio “Widumwiese III” giunto a conclusione

Gruppi di mestiere

24

Diritto: per molte controversie diventa obbligatoria la conciliazione

Leggi & direttive

4

L’Artigiano aprile 2011

32 33 34 35 36

Edilizia: fiere Bautec e Viatec Metallo: assemblea dei congegnatori meccanici Legno: assemblea dei falegnami Legno: concorso “halb2” Installazioni: incentivi al solare, assemblea dei lattonieri


Indice

37 38 39 40

Installazioni: assemblee degli spazzacamini Cura del corpo: visita alla fiera Cosmoprof Alimentari: assemblea dei macellai Trasporti: consorzio Transopt

Organizzazioni 41 Donne: ruolo della donna nell’economia 41 Giovani: incontro con il direttore formazione Gerstgrasser 42 Anziani: programma iniziative, viaggio a Bregenz

33

Mestieri: molte le assemblee annuali.

Gruppi di mestiere

Servizio lettori Borsa dell’apprendistato Corsi di formazione Fiere e appuntamenti Gente: premio bavarese ai falegnami altoatesini, ballo dell’economia con premio Elpo in palio, corso di protezione antincendio a Lauregno, inaugurazione dello showroom Hofer Böden und Fliesen

42

Anziani: la consulta presenta il suo programma di iniziative.

Artigiani anziani

Un marchio Daimler.

43 44 46 47

Mercedes-Benz Vito e Sprinter. Risparmia le energie per il tuo lavoro. Consumi ridotti e più rispetto per l’ambiente grazie alle nuove motorizzazioni diesel CDI Euro 5 da 4 e 6 cilindri, al nuovo cambio meccanico ECO Gear, alla funzione ECO Start-Stop del Pacchetto BlueEFFICIENCY.

Autoindustriale S.r.l. Concessionaria Mercedes-Benz Veicoli Commerciali Bolzano Via A. Grandi 16, tel. 0471 550250 - Brunico Via J. G. Mahl 48, tel. 0474 570000 www.autoindustriale.com L’Artigiano aprile 2011

5


Argomenti Fiera internazionale dell’artigianato

Stretto legame fra Alto Adige e Baviera Come da tradizione, alla fiera IHM di Monaco gli espositori e ospiti altoatesini sono stati ricevuti dalla società fieristica. Allo scopo il presidente APA e il presidente circondariale del Burgraviato avevano organizzato appositi pullman. Il presidente APA Gert Lanz ha ringraziato dell’invito Heinrich Traublinger, presidente della camera artigianale di Monaco e della società fieristica, sottolineando lo stretto legame fra le organizzazioni

dei due paesi. “Di questo dobbiamo ringraziare il presidente onorario APA Herbert Fritz e il vicepresidente della Camera di commercio, Bruno Covi, che per tanti anni hanno rappresentato e fatto conoscere l’Alto Adige oltreconfine”, rammenta Lanz. Al ricevimento a Monaco sono giunti anche i due vicepresidenti Martin Haller e Ivan Bozzi, Norbert Insam, Erhard Joos e Horst Pichler della giunta esecutiva APA, il consigliere provinciale Hanspeter Munter, il direttore Thomas Pardeller, il presidente di mestiere Kurt Egger, i presidenti circondariali Josef Schwärzer, Gregor Seyr, Karl Keim, Josef Felderer und Horst Rufinatscha.

Benvenuto

I nuovi associati

• Appiano: Der Hausmann, Varie • Bolzano: Prinoth Paul, Autonoleggiatore • Bressanone: Barberio Gianfranco, Muratore Frener Haus GmbH, Carpentiere Rocchieri Provvidenza, Varie - alimentari • Brunico: Basic Husein, Isolatore • Chienes: Solarmontec SRL, Elettrotecnico • Fortezza: Kerschbaumer Thomas, Falegname • Glorenza: Schwarz Hermann Josef, Installazioni termosanitarie • La Valle: La ciasa dal pan di D. M., Panettiere • Laives: Artel di Modena Maurizio, Elettrotecnico • Lana: Tiresmaster SRL, Tecnico autoriparatore • Lasa: Lechner Trans des Lechner Dennis, Autotrasportatore • Merano: Speedsun GmbH, Estetista Auto Götsch GmbH, Carrozziere Zhou Punian, Varie • Monguelfo: Dorner Metallbau GmbH, Fabbro e magnano • Rasun/Anterselva: Schuster Philipp GmbH, Installazioni termosanitarie • S. Cristina: Tirust, Falegname • S. Genesio/Avigna: Höller Anton, Autonoleggiatore • S. Lorenzo: Leitner Meinrad Johann, Panettiere • S. Martino in Badia: Kyma Controls GmbH, Varie • S. Pancrazio: Icejet OHG des Gruber Karl Heinrich & Kaufmann J., Pulitintore • Sesto: Feichter Roman Spenglerei, Lattoniere edile e artistico • Valle Aurina/S. Giacomo: Duregger Christian, Installazioni termosanitarie • Vipiteno: Bris Robert - Brisstav, Pittore e verniciatore

6

L’Artigiano aprile 2011

Export

Incremento del 20 per cento Nel 2010 le esportazioni sono cresciute di più del 20 per cento. È quanto comunica l’istituto provinciale di statistica (Astat), che parla di merci uscite

Sburocratizzazione

La giunta studia come semplificare La giunta provinciale ha incaricato un giurista di studiare dove e come togliere burocrazia. Oggi infatti le aziende affondano in un mare di leggi, norme e oneri vari, ribadisce il presidente della provincia Luis Durnwalder citando come esempi più recenti le regole che riguardano la valutazione dello stress sul lavoro o i con-

Interessi associativi

Inviate proposte ai gruppi di lavoro La giunta esecutiva APA ha istituito vari gruppi di lavoro per i temi di maggior rilevanza. In ogni gruppo sono presenti funzionari e collaboratori fissi. Il portavoce è sempre un membro della giunta esecutiva. I temi trattati dai gruppi di lavoro sono i seguenti: sindacati, formazione, lavori pubblici,

dall’Alto Adige per un valore di 3.318,8 milioni di euro, pari ad un aumento del 20,2 per cento rispetto al 2009. Ancora più significativo l’andamento delle importazioni, cresciute del 26,4 per cento rispetto al 2009, per un valore complessivo di 4.579,3 milioni di euro. trolli regolari del consumo di stupefacenti. Va detto che gli oneri burocratici partono spesso dalle direttive UE: “ciò nonostante l’Italia riesce a renderle ancora più complicate”, commenta Durnwalder. Per tale ragione la provincia cerca di ricavare spazi di autonomia nell’applicare queste direttive. “Allo scopo abbiamo incaricato un giurista di studiare possibilità compatibili con le norme comunitarie e con la legge nazionale”, conclude il presidente della provincia.

sicurezza sul lavoro, soci, statuti, urbanistica e politica comunale. Questi gruppi svolgono un’importante attività nello sviluppo di tematiche specifiche: per questo è fondamentale che si comunichi con loro e si collabori direttamente. A tale scopo i gruppi di lavoro sono presenti nel portale dell’associazione (www.lvh.it>Chi siamo). Ogni gruppo ha un suo indirizzo e-mail al quale funzionari e soci possono scrivere spunti e proposte.


Premio economico

“Südtirol Award”: iscrizioni entro il 15 giugno Per la prima volta l’Alto Adige bandisce un premio congiunto dell’economia, il “Südtirol-Award”. Vi possono partecipare aziende, di sede nella provincia, dei settori più svariati: la candidatura può essere motivata da un investimento fuori dal comune (Investment Award), da un’attività di esportazione coronata dal successo (Go International

Immobili

Niente vendite senza certificato energetico Quando si vendono o affittano alloggi, i titolari devono informare il cliente del fabbisogno energetico dell’immobile, meglio se con il certificato energetico. Nei futuri contratti di vendita e locazione dovrà essere inserita una clausola in cui l’acquirente o locatario di-

Innovazione

Master per responsabili d’innovazione A maggio 2011 prende il via un nuovo master per responsabili d’innovazione in piccole e medie aziende. Giovedì 28 aprile, alle ore 19, ci sarà una presentazione del corso nella Casa dell’Artigianato (3. piano). Il master si

Award), da un’iniziativa di marketing particolarmente riuscita (Marketing Award) oppure da una grande capacità d’innovazione (Innovation Award). Le iscrizioni vanno consegnate entro il 15 giugno 2011. Allo scopo i documenti sono da rivolgere alle corrispondenti organizzazioni BLS, EOS, SMG e TIS. Il concorso “Südtirol Awards” si concluderà con una solenne cerimonia di premiazione, la “notte degli Awards” l’11 novembre 2011 nel teatro comunale di Bolzano. Tutte le informazioni sul sito www.suedtirol-awards.it. chiara di aver ricevuto tutti i documenti relativi al certificato energetico, comunica l’ordine notarile di Bolzano. per avere il certificato energetico con edifici di nuova costruzione ci si rivolge all’Agenzia CasaClima oppure a un tecnico (ingegnere, geometra, architetto etc.). In caso di edifici vecchi, costruiti prima del 1990, basta invece un’autocertificazione. I moduli sono disponibili presso l’Agenzia CasaClima. rivolge a titolari d’azienda, famigliari che collaborano, dipendenti e interessati. Fra le materie trattate: gestione aziendale, gestione e sviluppo di progetti, analisi di mercato e così via. Per informazioni dettagliate rivolgetevi al reparto informazione APA, telefono 0471 323 225, oppure via e-mail a innovation@lvh.it (v. anche pag. 19).

I giovani del Kolping cercano “padrini di apprendisti”

L’idea è molto semplice: un adulto si assume volontariamente l’incarico di seguire un ragazzo durante il suo percorso scolastico e nel passaggio dalla scuola al lavoro. Il cosiddetto padrino si interessa alla vita del giovane e lo assiste consigliandolo. Lo scopo è

accompagnarlo verso una valida qualifica in modo che abbia migliori opportunità in futuro. Ogni padrino assiste un ragazzo ma si incontra regolarmente con i colleghi a scambiare opinioni. In caso di difficoltà sono disponibili i docenti delle scuole professionali e la responsabile del gruppo Kolpingjugend Südtirol. Gli interessati contattino la signora Verena, responsabile del gruppo Kolping Südtirol, jugend@kolping.it, tel. 0471 308400.

Assemblea dei Delegati dell’APA Insieme con un’unica voce per l’artigianato Sabato, 16 aprile 2011 con inizio alle ore 9 Casa dell’Artigianato Via di Mezzo ai Piani 7, Bolzano

Prima parte

Apertura dei lavori Gert Lanz, Presidente Intervento di saluto Roberto de Laurentis, Presidente di Confartigianato Trento Gli sviluppi economici, opportunità per l’artigianato Heinrich Traublinger, Presidente della Camera dell’Artigianato di Monaco e dell’Alta Baviera Il valore dell’artigianato per l’Alto Adige Luis Durnwalder, Presidente della Giunta Provinciale Onorificenze

Seconda parte

Relazione dell’attività APA 2010 Approvazione del bilancio 2010 Bilancio di previsione 2011 Parcheggio pubblico e garage sul retro della Casa dell’Artigianato.

L’Artigiano aprile 2011

7

Argomenti

Iniziativa


La Storia

La forza della piccola Piccole aziende: l’economia altoatesina, in particolare l’artigianato, si caratterizza per la struttura di piccole aziende. Che per la collettività comportano anche vantaggi.

I

nnanzitutto i numeri: le aziende che operano in Alto Adige sono 42.300. Di esse quasi l’80 per cento occupa da una a tre persone (v. grafico). Più della metà delle aziende è fatta di una persona sola, ossia il titolare. Viceversa le aziende con più di cento dipendenti sono una parte minima, soltanto 130. La struttura economica altoatesina è dominata dall’artigianato, visto che un’azienda su tre risulta essere un’impresa artigianale. Le 13.055 imprese artigianali occupano in totale 36.700

persone circa. Ciò corrisponde ad una media di 3,3 dipendenti per azienda. Gli artigiani che hanno da uno a tre dipendenti sono più di 8000, mentre altri 2000 ne hanno da tre a nove. Solamente 19 imprese artigiane occupano cinquanta dipendenti e oltre. Appare dunque chiaro che l’artigianato è fatto di strutture piccole, anche di più che non il resto dell’economia altoatesina.

Piccole aziende, garanti del rifornimento locale

Nella discussione pubblica

la gran quantità di piccole aziende è vista spesso come lato negativo dell’economia altoatesina, anzi addirittura come palla al piede. Il futuro è fatto di export, ricerca e innovazione, cose che un’azienda può affrontare solo se è grande a sufficienza e può permettersi di incaricare parte dei suoi dipendenti di amministrazione, marketing, sviluppi di nuovi prodotti. Secondo l’APA questo giudizio è unilaterale e riguarda solo una parte di aziende e mestieri. L’associazione si sforza di fare

Nell’edilizia il lavoro cala, e le imprese realizzano soltanto il cinque per cento dei loro fatturati fuori dall’Alto Adige.

8

L’Artigiano aprile 2011

in modo che la discussione pubblica non ruoti solo intorno a export e innovazione bensì tenga in conto tutte le esigenze delle aziende. “Dobbiamo vedere l’economia in modo differenziato”, puntualizza il presidente Gert Lanz, “e non dobbiamo trascurare il fatto che gran parte delle aziende assicurano il rifornimento e il mercato locale.” Il macellaio o il parrucchiere, il meccanico o l’autonoleggiatore devono semplicemente rendere un buon servizio al cliente, in questi mestieri l’export o lo sviluppo di prodotti non c’entra nulla, cita Lanz come esempi. “Per di più le piccole aziende si dimostrano innovative ogni giorno migliorando costantemente i loro servizi e adattandoli alle esigenze dei clienti”, prosegue Lanz facendo presenti altri pregi delle piccole imprese: “All’estero si elogia l’efficienza del rifornimento locale in Alto Adige. Le piccole aziende sono in ogni comune e in ogni paese, ai quali garantiscono economia, occupazione e gettito fiscale”, evidenzia Lanz. E ancora non basta: le piccole imprese infatti sono flessibili e stabilizzano l’economia durante le crisi internazionali, come ci ha dimostrato l’anno 2009. “I piccoli circuiti economici non vanno disprezzati, e noi ci opponiamo”, chiarisce il presidente dell’associazione.


“Le piccole imprese sono preziose per il nostro territorio. E un buon mix di piccole e grandi imprese è uno dei punti di forza dell’economia altoatesina.”

Crescita dove il mercato lo chiede

Importante invece è sforzarsi di cercare nuovi prodotti o mercati in quei settori in cui l’andamento locale ristagna o addirittura subisce una flessione. “L’edilizia ad esempio è stata in crescita per anni, motivo per cui molti artigiani si sono messi in proprio aprendo nuove imprese”, spiega Lanz che prosegue: “Ora da qualche anno que-

sta prosperità è passata e ad alcuni manca il lavoro. Allora è necessario che le imprese si mettano insieme e in questo modo trovino la forza di uscire dal territorio, che d sole non avrebbero potuto affrontare.” Dai numeri dell’Istituto di ricerca economica (IRE) della Camera di commercio di Bolzano risulta che le imprese edili realizzano soltanto il cinque per cento dei loro fatturati fuori dall’Alto Adige (v. grafico). Nel resto dell’artigianato la quota media è del 28 per cento. Le imprese però sanno bene quali siano le richieste del mercato e reagiscono. Crescita e cooperazione vanno sostenute. L’APA assiste l’istituzione di consorzi, come per esempio il KSM o il Transopt nel settore dei trasporti, oppure la EOS che segue la presenza altoatesina all’estero. Mai però la crescita dovrà essere motivata dalla necessità di far fronte alla burocrazia. “Le esigenze delle aziende di crescere o di allearsi devono

Vantaggi delle piccole imprese

• assicurano il rifornimento locale; • sono presenti anche in comuni isolati e zone rurali; • assicurano posti di lavoro e gettito fiscale in tutti i comuni; • offrono il contatto personale fra titolare e cliente; • sono flessibili e si adattano in fretta ai mutamenti di mercato; • sono più resistenti alle crisi perchè non dipendono da sviluppi extraregionali; • la loro misura si presta a molti tipi di attività o a un parco clienti fisso.

essere originate sempre dal mercato”, raccomanda Lanz. Perchè anche le aziende più grosse hanno i loro vantaggi. Infatti trascinano quelle piccole, e poi creano un valore aggiunto mediamente più al-

to. “In fin dei conti quello che serve è un buon mix di piccole e grandi imprese”, conclude Lanz che vede proprio in questo uno dei punti di forza dell’economia altoatesina. Tobias Egger

Aziende altoatesine ripartite per misura Dipendenti 1-3 4-5 6-9 10 - 29 30 - 49 50 - 99 100 - 249 oltre 250 Totale

Numero aziende 32.538 3.820 3.061 2.354 316 162 102 26 42.379

% 76,8 % 9,0 % 7,2 % 5,6 % 0,7 % 0,4 % 0,2 % 0,1 % 100 %

La grandezza delle imprese artigiane Dipendenti 1-3 4-9 10 - 49 oltre 50 sconosciuto Totale

Numero aziende 8.088 2.184 672 19 2.092 13.055

% 62,0% 16,7% 5,1% 0,1% 16,0% 100,0%

Vantaggi delle grandi imprese

• possono affrontare meglio oneri amministrativi e burocratici; • escono dall’Alto Adige e prendono lavori anche fuori dal territorio; • partecipano alle gare pubbliche; • sono in grado di promuovere marketing, innovazione e sviluppo di prodotti; • non devono lavorare in subappalto; • creano un valore aggiunto mediamente maggiore.

L’Artigiano aprile 2011

9

La Storia

impresa sul territorio


Tema Congresso edile a Bolzano con i presidenti delle sezioni: (fila in basso da ds.) il vicepresidente APA Martin Haller, Paul Fischnaller, Renate Gamper, Paul Jaider e Stefan Theil; (fila in alto da ds.) Arnold Fischnaller, Rudolf Dantone, Hans Karl Trojer, Mario Sacco e Anton Maier.

Nove mestieri, un’unica voce Congresso edile: il gruppo ha illustrato gli oneri aziendali dovuti alla crescente

burocrazia come la valutazione dello stress o il Sistri. E alle imprese ci si appella perché calcolino bene prezzi e offerte.

D

opo il successo della prima edizione, tenutasi due anni fa, il 19 marzo presso l’Università di Bolzano si è svolto per la seconda volta il congresso dell’edilizia. Vi hanno partecipato più di 300 imprenditori, carpentieri, pittori e altri mestieri. L’evento è stato organizzato dal gruppo edile APA, il cui presidente Markus Bernard (foto) nel suo discorso introduttivo ha spiegato l’andamento ed espresso critiche. “Il lavoro in calo fa sì che le imprese debbano lottare sui prezzi e spesso non guadagnare

10

L’Artigiano aprile 2011

nulla.” Ma senza guadagno un’impresa alla lunga non può sopravvivere, denuncia Bernard. E invita tutti gli imprenditori, progettisti e architetti ad essere leali e a calcolare bene i prezzi. Fra l’altro tutti gli esponenti dell’edilizia hanno accordato di recente una sorta di “codice d’onore”.

Burocrazia: servono regole apposite per le piccole imprese

La seconda critica di Bernard riguarda gli oneri burocratici. “Dal governo arrivano di continuo nuove leggi che una piccola impresa non è in grado di reggere.” Come esempi cita le disposizioni antimafia, il sistema di

registrazione Sistri, il nuovo obbligo di valutazione dello stress. “Ma lo stress che procura agli imprenditori tutta questa burocrazia, quand’è che sarà misurato e proibito per legge?”, si chiede Bernard. Ormai si sono superati i limiti. “Ci serve una sburocratizzazione tangibile, con disposizioni semplificate per imprese che hanno pochi dipendenti.” Il presidente APA Gert Lanz e il presidente della provincia Luis Durnwalder si sono dichiarati d’accordo. Durnwalder ha ricordato nel suo discorso che le

complicanze in materia di sicurezza sul lavoro e diritto ambientale arrivano dallo Stato. “Per quello che compete alla nostra provincia, siamo ben determinati a ridurre la burocrazia. Attualmente stiamo esaminando le proposte avanzate dalle associazioni economiche, poi passeremo ad applicarle”, dichiara il presidente. Alle varie conferenze è seguita una cerimonia di premiazione delle imprese associate da anni alla Cassa Edile Provinciale dell‘Alto Adige (CEPA) (pagine 14/15). Prima della parte generale le singole sezioni di mestiere hanno tenuto le loro assemblee annuali che qui riassumiamo.


Sono gli specialisti della posa in opera di pavimenti e parquet. “Siamo aziende specializzate, abbiamo un’adeguata preparazione e ci aggiorniamo di continuo”, ricorda il presidente di sezione Paul Fischnaller (foto). Cosa che ha il suo riscontro nei ripetuti successi alle competizioni internazionali. I pavimentisti altoatesini sono stati campioni europei per quattro volte di seguito. Nel 2010 il ventenne Thomas Gafriller di Barbiano ha vinto l’oro agli europei in Polonia. In occasione dell’assemblea Fischnaller e Riccardo Mazzucco hanno spiegato anche le novità legislative. Qui un sunto delle attività del gruppo: • Vincita del titolo europeo 2009 alla competizione di Hannover, campioni europei per la quarta volta di seguito; • Partecipazione agli europei di parquet in Polonia; • Rielaborazione del piano operativo di sicurezza (POS); • Listino prezzi per l’edilizia; • Organizzazione di seminari; • Collaborazione con la scuola professionale di pavimentisti a Innsbruck; • Presenza d’immagine ai campionati provinciali. I membri della consulta sono: il presidente Paul Fischnaller, Markus Hofer, Andreas Holzer, Riccardo Mazzucco, Florian Rottensteiner, Andreas Seeber, Patrick Simonazzi. Aziende: 125, apprendisti: 11, occupati: 275.

Conciatetti

I risanamenti energetici procurano alle aziende molti incarichi. Gli incentivi ai risanamenti, sia provinciali che statali, rimangono in essere di sicuro anche quest’anno. “Risanare il tetto abbassa i costi di riscaldamento e incrementa il valore dei vecchi edifici”, ricorda la presidentessa di sezione Renate Gamper (foto). Un opuscolo dedicato e la presenza alla fiera Klimahouse sono serviti a informare sull’argomento. Nell’assemblea annuale ci sono state conferenze su temi come la protezione dalle cadute, garanzie e assicurazioni. Le attività svolte dal gruppo comprendono i seguenti punti: • Partecipazione alla fiera “Klimahouse”; • Opuscolo informativo sul risanamento energetico dei tetti; • Proposte per il listino edilizia; • Contatti con l’ufficio provinciale dei beni artistici; • Corsi di aggiornamento e viaggi di studio; • Presenza d’immagine ai campionati provinciali. Nella consulta lavorano: la presidentessa Renate Gamper, Helmuth Amplatz, Alois Mumelter, Ernst Parth, Stefan Pinter, Andreas Plank, Thomas Rottensteiner, Hubert Thaler. Aziende: 38, occupati: 122.

Piastrellisti

La sezione è in contatto con uffici provinciali e scuole professionali. Sta studiando miglioramenti sia in campo formativo che nei listini. Nell’assemblea annuale si sono dati consigli preziosi per le trattative di vendita.

Nell’albo del gruppo “Il Piastrellista” sono elencate tutte le aziende. Il presidente Paul Jaider (foto) ha ripercorso le molte attività effettuate: • Distribuzione dell’albo “Il Piastrellista”; • Organizzazione di viaggi di studio e gara di sci; • Seminario su calcolo prezzi e offerte; • Seminario sul POS online; • Proposte per il listino edilizia; • Elaborazione del programma di studio insieme alle scuole professionali; • Rielaborazione del piano operativo di sicurezza (POS); • Partecipazione ai campionati provinciali 2011; • Partecipazione ai campionati mondiali 2009 in Canada; • Partecipazione alla fiera autunnale 2009. Presenti nel consulta: il presidente Paul Jaider, Jens Hofer, Pauli Hofer, Rudolf Niederkofler, Johannes Plankensteiner, Roland Strimmer, Günther Unterleitner, Alois Vieider. Aziende: 421, apprendisti: 40, occupati: 866.

Fumisti

Una stufa promette di “scoppiettare per una vita”. È il motto con cui i fumisti spiegano i vantaggi della stufa, in un opuscolo e in molte fiere. “La qualifica del fumista garantisce l’esecuzione e il buon funzionamento della stufa”, evidenzia il presidente Stefan Theil (fo-

to) rammentando anche il certificato di conformità. All’assemblea si è discusso di temi attuali. Un esperto fiscale dell’APA ha spiegato le novità in materia. Negli scorsi mesi la consulta ha organizzato conferenze per tenere informati i soci e anche per scambiare opinioni con i colleghi stranieri. Ecco le singole attività svolte: • Campagna informativa “La vostra stufa – scoppiettare per una vita”; • Partecipazione al congresso “Veuko” delle associazioni di fumisti europei; • Partecipazione alle assemblee dei colleghi; • Partecipazione alla fiera dell’abitare a Bolzano e consulenze; • Partecipazione alla fiera autunnale; • Misure marketing per coltivare l’immagine; • Rielaborazione del piano operativo di sicurezza (POS); • Partecipazione a convegni vari; • Organizzazione di corsi di aggiornamento e dibattiti; • Corsi ed esami per addetti al calcolo di stufe; • Rielaborazione dell’immagine aziendale dei fumisti; • Contatti con l’ufficio provinciale artigianato. Nella consulta: il presidente Stefan Theil, Stefan Franzelin, Florian Hofer, Ralf Oberhollenzer, Stephan Pedoth, Martin Volgger, Robert Welscher. Aziende: 80, apprendisti: 7, occupati: 210.

Pittori e verniciatori

Una casa senza colore è come una vita senza sorrisi. Ne sono fermamente convinti i pittori, che hanno bandito un concorso provinciale premiando le facciate meglio riuscite (info: www. fassadenwettbewerb.lvh. L’Artigiano aprile 2011

11

Tema

Pavimentisti


Tema

it). Risanamenti energetici e isolamenti di muri sono fra le attività principali di molte aziende. La sezione ha tenuto seminari sui sistemi d’isolamento e sulla rimozione di muffe. Di questo tema si è parlato anche all’assemblea annuale. Il presidente Rudolf Dantone (foto) ha ripercorso le attività svolte: • Via al concorso delle facciate; • Corsi di aggiornamento e conferenze; • Proposte per il listino edilizia; • Partecipazione ai campionati provinciali 2011; • Partecipazione ai campionati mondiali 2009 in Canada; • Rielaborazione del piano operativo di sicurezza (POS); • Presenza all’”Eurokreis Maler”. Il presidente Rudolf Dantone è assistito da una consulta molto attiva: Johann Aberham, Alexander Gruber, Siegfried Heidegger, Heinz Lardschneider, Patrick Lazzeri, Florian Mayr, Hansjörg Messner, Walter Moscon, Alois Niederstätter, Heinrich Plant, Manfred Plant, Alexander Schatzer, Lukas Telser. Aziende: 670, apprendisti: 130, occupati: 1650.

Muratori

Dal 13 giugno i nuovi edifici in Alto Adige dovranno possedere lo standard B di CasaClima. “Le nuove norme impongono una miglior qualità di materiali e di esecuzione, cosa che può anche

12

L’Artigiano aprile 2011

far aumentare i costi”, spiega all’assemblea il presidente Arnold Fischnaller (foto) raccomandando di valutare la qualità delle costruzioni attraverso il loro intero ciclo di vita. Altro tema trattato è il calcolo dei prezzi: Fischnaller invita i muratori a calcolare con esattezza qualità del lavoro e dei materiali. Ricordando che le imprese devono avere un guadagno per poter sopravvivere. All’assemblea si è presentato il nuovo portale della provincia per le gare pubbliche. Aspre critiche alla burocrazia, inasprita soprattutto nel settore edile. Per valorizzare l’immagine del muratore la sezione ha avviato una campagna comprendente una gara di disegno nelle scuole. Altre attività: • Campagna d’immagine con cartelloni sulle recinzioni dei cantieri; • Gara di disegno nelle scuole elementari; • Partecipazione ai campionati provinciali 2011; • Partecipazione ai campionati mondiali 2009 in Canada; • Proposte di miglioramento per gare pubbliche e listino prezzi; • Rielaborazione del piano operativo di sicurezza (POS); • Organizzazione del corso Pimus nelle scuole professionali; • Organizzazione di dibattiti e visite di studio; • Organizzazione di corsi di aggiornamento; • Collaborazione con l’ufficio provinciale per il corso di maestro; • Stesura della circolare “muratore, pensaci!”; • Stretta collaborazione con le scuole professionali; • Collaborazione con l’ufficio per le tecniche di sicurezza (ispettori di sicurezza);

• Collaborazione con l’ordine degli architetti. Formano la consulta: il presidente Arnold Fischnaller, Karl Aichner, Markus Bernard, Christoph Burgmann, Norbert Dallio, Heidi Felderer, Klaus Gschwenter, Günther Holzner, Markus Lintner, Richard Nocker, Anton Preindl, Anton Salcher, Othmar Schönthaler, Thomas Trojer, Oskar Waldner. Aziende: 1100, apprendisti: 330, occupati: 4400.

Scalpellini e scultori in marmo

Il 21enne scalpellino Tobias Nussbaumer, della Val Sarentino, ha vinto l’argento ai campionati europei di Lisbona. La consulta si batte per ottenere bandi separati nei lavori pubblici, comunica il presidente Hans Karl Trojer (foto). Buona la collaborazione con la società dei lavoratori di pietre, presentata dalla sua portavoce Barbara Graus. Attività svolte dagli scalpellini: • Partecipazione ai campionati europei Euroskills 2010; • Presenza d’immagine ai campionati provinciali; • Proposte per il listino edilizia; • Rielaborazione del piano operativo di sicurezza (POS); • Partecipazione alla fiera Alpenstones 2010; • Assemblea plenaria con conferenze; • Organizzazione di corsi di aggiornamento; • Collaborazione con la società altoatesina dei lavoratori di pietre. Formano la consulta: il presidente Hans Karl Trojer,


Movimento terra

Premono la formazione degli apprendisti e i regolari aggiornamenti. “Dobbiamo allevare più apprendisti e prepararli molto bene”, comunica il presidente Anton Maier (foto). La sezione organizza molti seminari e all’assemblea ha discusso le novità legislative. Con gli uffici provinciali elabora annualmente contratti e listini. • Impegno nella formazione di apprendisti; • Organizzazione del seminario sul calcestruzzo; • Elaborazione del manuale sul calcestruzzo per il movimento terra; • Presenza d’immagine ai campionati provinciali; • Proposte per il listino movimento terra; • Prezzi annuali di macchinari e condizioni contrattuali stabilite insieme all’ufficio provinciale di opere idriche; • Organizzazione di viaggi di studio, convegni e corsi di aggiornamento; • Stretta collaborazione con le scuole professionali; • Assemblea plenaria con conferenze; • Contatti con uffici provinciali; Nella consulta: il presidente Anton Maier e i membri Alois Fischer, Michael Goller, Josef Klapfer, Roland Ploner, Walter Vaja, Erwin Windegger. Aziende: 275, apprendisti: 24, occupati: 1400.

sell well

David Gasser, Manfred Gschnitzer, Leo Höllrigl, Thomas Mayr, Alexander Tscholl. Aziende: 62, occupati: 175.

Carpentieri

I carpentieri sono all’avanguardia nelle costruzioni di legno. La sezione era presente alla fiera dell’abitare spiegandone i pregi. Quello che tormenta i carpentieri è la crescente burocrazia in materia di sicurezza sul lavoro, riferisce il presidente Mario Sacco (foto). L’assemblea si è tenuta separatamente. Qui un sunto delle attività svolte: • Proposte per il listino edilizia; • Partecipazione ai campionati provinciali; • Partecipazione alla fiera “Tip Hotel Tip Haus” di Brunico; • Partecipazione alla fiera dell’abitare con consulenze; • Partecipazione al congresso sul legno a Bolzano; • Partecipazione ai campionati mondiali 2009 in Canada; • Elaborazione del contratto per carpentieri; • Rielaborazione del piano operativo di sicurezza (POS); • Organizzazione di viaggi di corsi di aggiornamento; • Contatti per introdurre il corso Pimus nella scuola professionale; • Newsletter per il sito www. suedtirolerholzhaus.lvh.it. Nella consulta: il presidente Mario Sacco, Albert Aster, Konrad Blaas, Heinrich Brugger, Alois Innerhofer, Markus Lobis, Richard Nagler, Andreas Oberkalmsteiner, Andreas Prada, Vinzenz Seebacher, Hugo Stampfl, Monika Weissenegger, Dietmar Zuech. Aziende: 260, apprendisti: 185, occupati: 1350.

Inaugurazione

a breve

Edilizia commerciale-industriale – Funzionalità, individualità, avvenenza e rapidità realizzativa Ogni attività presenta esigenze diverse e particolari in funzione del settore nel quale opera. Grazie alla possibilità di realizzare grandi campate e notevoli aperture, si possono realizzare capannoni per la produzione industriale, magazzini, uffici, centri commerciali, scuole, ospedali e tanto altro. I prefabbricati in calcestruzzo consentono una simbiosi insospettata tra funzionalità, individualità, avvenenza e rapidità realizzativa.

Tobias Egger

PROGRESS Via Julius Durst 100, I-39042 Bressanone (BZ), Tel. +39 0472 823 111, info@progress.cc, www.progress.cc


Tema

Diplomi per 70 imprenditori Congresso edilizia: a conferenze concluse, il congresso di quest’anno ha premiato i soci fondatori della Cassa Edile Provinciale dell‘Alto Adige (CEPA).

I

n totale sono state 70 le imprese premiate dal presidente della provincia Luis Durnwalder, dal presidente APA Gert Lanz, dal presidente del gruppo edile e della CEPA Markus Bernard, dal presidente dell’ASGB Tony Tschenett, dal vicepresidente CEPA Werner Blaas e dai rispettivi presidenti di sezione (vedi

foto). La CEPA è la cassa autonoma per l’artigianato edile. Fondata insieme dall’ASGB e dall’APA, conclude prossimamente il suo sesto anno di attività. Mentre molte altre casse edili registrano un calo dal 20 al 30 per cento, la CEPA vede crescere di continuo i suoi soci: anche quest’anno del dieci per cento.

La CEPA paga i costi dei corsi obbligatori

I servizi della CEPA sono calibrati sulle esigenze dell’artigianato. Il contributo versato alla CEPA è più basso dello 0,5 per cento. La cassa paga ai soci i costi dei corsi obbligatori e in parte rimborsa le spese mediche. Questi servizi speciali sono possibili grazie all’agilità della struttura am-

ministrativa. Altri vantaggi che ne ricavano gli artigiani sono la libera scelta dell’abbigliamento da lavoro e la possibilità di ricevere mensilmente il pagamento delle ferie in busta paga. Informazioni sul sito www.slbk.bz oppure chiamando il numero 0471 323360. te

Movimento terra: Jakob Andergassen & Co. KG –Caldaro, Burger Helmuth OHG – Barbiano,

Conciatetti: Firma P-Dach

Egger Hubert & CO. KG – S. Genesio, Graf & Söhne OHG d. Graf Roland & Co. – Moso i. P., Kurt Oberhofer – Rio Pusteria, Peerbau KG des Peer Kurt & Co. – Cortaccia, Pewas Bau KG des Peer Paul & Co. – Malles, Roland Rienzner – Villandro, Othmar Weger – Lauregno.

GmbH – Egna (nella foto con la presidentessa Renate Gamper)

Muratori: Bau 2000 E.& M. Hopfgartner OHG – Valdaora, Bernard Bau GmbH – Montagna, Norbert Dallio – Montagna, Andreas Fink GmbH – Velturno, Geom. Fischnaller Arnold & C. KG – Funes, Gemassmer Günther & Co. KG – Silandro, Herbert Gemassmer – Silandro, H Erwin Mairginter – Campo Tures, Stefan Mayr – Corvara, Alois Passler – Rasun, Paulmichl & Prugger GmbH – Prato allo Stelvio, Josef Pichler – Funes, Roman Pichler – Caldaro, Georg Reiterer – Avelengo, Salcher Bau GmbH – Campo di Trens, Othmar Schönthaler – Silandro, Günther Theiner – Prato allo Stelvio, Trimont GmbH – Laives, Walter Pedergnana OHG – Termeno, Andreas Mantinger – Funes.

14

L’Artigiano aprile 2011


Tema Piastrellisti: Hofer Fliesen & Böden GmbH – Barbiano e Helmuth Hofer – Bressanone.

Pittori: Eberhöfer Horst & CO. OHG – Prato allo Stelvio.,

Carpentieri: Helmut Ainhauser – Sarentino, Balco SNC di Miribung Gualtiero & Co. – La Valle, Othmar Frei – Scena, Egon Gamper – Lauregno, Damiani - Holz & Ko. AG – Nova Ponente, Innerhoferholzbau GmbH – Verano, Holzbau Irsara d. Irsara Mattia – Badia, Nagler Holzbau GmbH – Badia, Ferdinand Paulmichl – Malles, P-Dach GmbH – Egna, Bernhard Plattner – Sarentino, Carpenteria Rabensteiner Lukas – Marebbe, Stuefer GmbH – Caldaro, Erhard Tolpeit – La Valle.

Erlacher David GmbH – S. Martino in Badia, Falkensteiner KG des Falkensteiner Theodor & Co. – Chienes, Herbert Fuchs – Sesto, Heidegger Siegfried & Holzmann Klaus OHG –Varna, Innerbichler Helmuth GmbH – Campo Tures, Keim GmbH – Campo di Trens, Lazzeri Patrick & Co. KG – Bressanone, Mal und Decor OHG – Castelrotto, Pichler Franz – Cornedo, Zocchi Ermanno.

Fumisti: Ofenbau Oberland des Karl Paulmichl – Malles.

Festa   di primavera

Pavimentisti: Böden & Co. KG – Castelrotto, Böden Werth des Werth Klaus – Termeno, Andreas Höller – S. Genesio, Ideal Parc KG des Daniel Ebner – Merano, Rottensteiner Florian & Co. KG – Lagundo.

“È bello quando dalla concorrenza salta fuori qualcosa di positivo come nel caso della Cassa Edile Provinciale dell‘Alto Adige CEPA. Molti vantaggi per dipendenti e imprese sono nati con l’istituzione della CEPA; e anche nella vecchia cassa ci sono stati miglioramenti prima impensabili. Premiare la fedeltà dopo soli cinque anni dimostra che nella CEPA i soci hanno un valore e che possono decidere anche loro. Prima anch’io ho fatto i miei bravi pagamenti per diciassette anni all’unica cassa allora esistente, ma quando non si ha scelta non si conta nulla. Oggi sono fiero di aver resistito alle iniziali intimidazioni e di essere entrato nella CEPA sin dall’inizio. E di aver mosso qualcosa per me, per i miei dipendenti e per la collettività.” Anton Salcher Salcher Bau, Campo di Trens

09 Aprile 2011 dalle 10,00 alle 16,00 Uhr Modyf - Egna Musica e merenda...birra, Weißwurst, Brezen, bibite... ...angolo bambini con castello gonfiabile

sconti del 10% sulla nuova collezione 2011 offerte sottocosto* Dove?

03_apa_handwerk.indd 1

*Esclusi i prodotti già in promozione. Valido solo presso il punto vendita Modyf di Egna il giorno 09/04/2011.

Shop MODYF

Direzione Egna

Stazione ferroviaria Egna

Orologio Würth

Direzione autostrada

beim Modyf-Shop, al punto vendita Modyf, Bahnhofsstraße 51 via Stazione, 51 in Neumarkt a Egna Info: 0471 82 46 13 Info: 0471 82 46 13

15

28-03-2011 L’Artigiano aprile 2011

14:28:30


Argomenti

Fino ad 1 milione e mezzo senza gara d’appalto Appalti pubblici: in Senato attendono di essere votate tre leggi che ripromettono notevoli facilitazioni agli artigiani altoatesini.

Gert Lanz

Karl Zeller

S

i tratta in primo luogo di alzare il valore soglia, ossia quell’importo entro il quale si possono assegnare lavori pubblici trattando con cinque ditte invitate alla gara e non bandire l’appalto a livello nazionale. Come ben si sa, nell’autunno 2009 la provincia è stata costretta dalla Corte costituzionale ad annullare la propria legge in materia, introducendo l’obbligo di bandire appalti pubblici non più a partire da un milione di euro bensì da soli 500.000 euro. Ne sono seguiti mesi di incertezza giuridica e la pressante

Siegfried Brugger

concorrenza di aziende fuori dal territorio. Ma i parlamentari altoatesini si sono adoperati per ottenere condizioni migliori.

Tre proposte di legge

Dopo varie iniziative contro le disposizioni del 2009, ora sono pronte tre leggi per alzare il valore soglia. • A giugno 2010 la Camera dei deputati ha votato per alzare la soglia a un milione di euro, tuttavia solo in comuni con meno di 5000 abitanti. • A febbraio 2011 la Camera ha accolto la richiesta di Siegfried Brugger e Karl Zeller di alzare la soglia a

Serate informative a Merano e Coldrano L’APA ha organizzato serate informative nei circondari per presentare la guida SWET allo sviluppo economico dei comuni (cfr. articolo nell’edizione di marzo). In tale occasione si è parlato anche dei criteri di assegnazione dei lavori pubblici secondo la legge attuale. Le serate informative si sono tenute ad inizio aprile a Brunico, Bolzano e Bressanone. Ne seguiranno altre il 12 aprile nel Kolpinghaus di Merano e il 13 aprile a Castel Coldrano. L’inizio è sempre alle ore 20. In queste serate si parla anche del sistema Sistri.

un milione di euro nei comuni sopra i 400 metri di altitudine. • La modifica di più larga portata è stata accolta dalla Camera a marzo: in base ad essa il valore soglia dovrebbe salire a 1,5 milioni di euro. In aggiunta dovrebbe diventare possibile suddividere gli appalti non più soltanto per lotti ma anche per specialità, come ad esempio lavori di falegnami, elettricisti o muratori. E questo andrebbe a beneficio delle piccole e medie aziende artigiane.

L’ultimo scoglio è il Senato

Soprattutto l’ultima di queste tre leggi sarebbe un “enorme passo avanti”, dice l’APA. “Se questa legge entra in vigore, le aziende artigiane avranno di nuovo condizioni ideali negli appalti pubblici, con tutti gli effetti positivi che ne conseguono per aziende, comuni e posti di lavoro,” dichiara il presidente APA Gert Lanz. L’associazione ringrazia i deputati Brugger e Zeller per la riuscita dell’intervento e si augura che presto arrivi la ratifica dal Senato. Infatti la Camera dei deputati ha già approvato le leggi, ora sta al Senato renderle definitive. La legge riguardante la soglia di un milione per i comuni montani è già inoltrata alla commissione di competenza; per quella invece che alza il valore a 1,5 milioni ci vorrà ancora un po’ di tempo, ha dichiarato il senatore Manfred Pinzger al quotidiano „Dolomiten“. Tobias Egger

16

L’Artigiano aprile 2011


Argomenti

19 milioni di euro alle aziende Innovazione: l’assessore Roberto Bizzo ha presentato il programma innovazione della provincia per il 2011 e la bozza della nuova legge sull’innovazione.

Q

uest’anno il programma dell’assessore Roberto Bizzo (foto) comprende più finanze e alcune novità. mentre l’anno scorso ai progetti innovativi delle aziende erano destinati 17,2 milioni di euro, nel 2011 i milioni diventano 19. A questi contributi diretti si aggiungono gli incentivi di istituti di ricerca come il TIS, l’istituto Fraunhofer o gli istituti delle associazioni professionali. In totale pertanto il programma innovazione del 2011 prevede 26,3 milioni di euro, fa notare Maurizio Bergamini, direttore dell’ufficio provinciale innovazione. La quota del budget per l’innovazio-

ne sul PIL sta fra lo 0,67 e l’1 per cento (la UE chiede il 3 per cento).

Novità: buoni innovazione

Fra le novità di quest’anno ci sono i “voucher per l’innovazione”. Si tratta di buoni messi a disposizione delle aziende che senza tanta burocrazia li potranno scambiare con consulenze in tema di innovazione. Inoltre ci saranno gare che prevedono l’inserimento di personale altamente qualificato in piccole e medie aziende. Con i contratti d’innovazione si è creato un nuovo strumento per attirare le aziende altoatesine verso l’attività di ricerca.

Nuova legge in preparazione

Nel corso del 2011 la giunta preparerà una nuova legge che aggiorni e unisca le due attuali leggi sulle misure d’innovazione, vale a dire la nr. 4/97 e la nr. 14/06. “Nella nuova legge confluiranno tutti gli strumenti atti a promuovere quest’aspetto chiave dell’economia”, spiega Andrea Zeppa, direttore del corrispondente ufficio provinciale. In secondo luogo si potenzierà l’innovazione nei processi. Infine la legge definirà anche le competenze per il parco tecnologico di Bolzano.

������������������������������ �����������������������������������������������

Roberto Bizzo

te/LPA

����������������������������� �����������������������������������������

�������������������������������������������������������������������������������������� ����������������������������������������������������������������������������

�������������� ������������������� ��������

��������� �������������������� �������������

��������������������

��������������� Der Handwerker April 2011

17

���������������������������������������������������������������������������������������������������


Argomenti

Andamento in salita Congiuntura: l’istituto provinciale di statistica (ASTAT) ha pubblicato le previsioni sul

prodotto interno lordo (PIL). Nel 2010 l’economia altoatesina è cresciuta dello 0,9 per cento, mentre quest’anno si prevede una crescita dell’1,7 per cento. “L’Artigiano” pubblica una sintesi del rapporto ASTAT.

L

’anno 2010 è stato caratterizzato dall’incertezza sull’evoluzione e le prospettive dell’economia reale, dopo che la crisi finanziaria aveva condizionato pesantemente la domanda mondiale mettendo in ginocchio gran parte dei sistemi produttivi dei paesi avanzati. In questo contesto l’Alto Adige, che nel 2009 era riuscito a contenere gli effetti della recessione con una diminuzione del PIL pari al 2,6 % (rispetto al -5,2 % dell’Italia, al -4,7 % della Germania e al -3,9 % dell’Austria), ha dimostrato nel 2010 di rientrare verso i livelli pre-crisi grazie ad una crescita dello 0,9 %.

Prodotto Interno Lordo per ambito territoriale 2007–2011

Crescita prevista: 1,7 per cento

La minore crescita rilevata nel 2010 rispetto agli altri territori considerati (+0,9 % in Alto Adige rispetto a +3,6 % in Germania, +2,0 % in Austria e +1,3 % in Italia) non deve trarre in inganno, ma va messa in relazione con l’andamento degli anni precedenti. Confrontando la stima del PIL 2010 con i valori reali del 2007 emerge l’avvicinamento dell’economia altoatesina ai risultati raggiunti durante l’anno antecedente la crisi finanziaria. Con un lieve calo del PIL, pari allo 0,7 % rispetto al 2007, l’Alto Adige ha evidenziato una mag-

giore solidità nel superare la recessione, ciò in analogia alla Germania (-0,3 %) e all’Austria (+0,1%), ed in chiara contrapposizione con i deboli risultati dell’Italia (5,3 %). Nel 2011, secondo EUROSTAT, i principali mercati di riferimento per l’Alto Adige dovrebbero segnalare una crescita fra l’1,1 % (Italia) ed il 2,2 % (Germania). Per l’economia provinciale si prevede un aumento del PIL compreso tra questi due valori estremi. In base alle prime stime, il PIL altoatesino dovrebbe aumentare dell’1,7 %, in linea con la crescita attesa per l’Austria.

Investimenti costanti, export in ripresa

Analizzando le componenti della domanda emerge che nel 2010 si è verificato un incremento della spesa per consumi finali delle amministrazioni pubbliche (+1,6 %), le quali hanno sostenuto l’economia locale durante il difficile periodo di crisi. Viceversa la spesa per consumi finali delle famiglie è apparsa in diminuzione (-0,8 %), probabilmente a causa del deterioramento del clima di fiducia, dovuto anche alla restrizione del reddito disponibile delle famiglie. Andamento stabile, invece, per gli investimenti (-0,3 % rispetto al 2009), con risvolti positivi e negativi. Da un lato, la conferma dei valori dell’anno precedente dimostra che non si

18

L’Artigiano aprile 2011


innovazione.apabz.it è attenuata la vivacità del mondo imprenditoriale altoatesino a reinvestire il proprio capitale. Dall’altro lato, considerati i bassi tassi d’interesse di riferimento e gli incentivi messi in atto, sia a livello locale (pacchetto anti-crisi della giunta provinciale), sia a livello nazionale (decreto anti-crisi del governo), le aspettative sullo sviluppo di questo aggregato propendevano per una crescita. Rilevante, infine, l’andamento della domanda estera. I dati riguardanti il commercio con l’estero (senza scambi interregionali) segnalano una forte ripresa dell’export, il quale nel 2010 è aumentato del 20,2 % in termini nominali, recuperando completamente il calo del 14,8 % subito l’anno precedente.

Resta la crisi nell’edilizia

colpiti maggiormente dalla crisi internazionale sono stati l’industria e le costruzioni. In un solo anno, nel 2009, il primo comparto ha perso un decimo del valore aggiunto, nel 2010, tuttavia, appare in lenta ripresa. Diversa invece la situazione nelle costruzioni, le quali non sono riuscite a correggere il trend negativo che ormai perdura da quattro anni. Nel 2010 si registra una diminuzione del valore aggiunto nel settore agricolo. Tale risultato, derivante da una stima sul raccolto di mele non particolarmente brillante, non deve essere enfatizzato, per il peso marginale del comparto sul valore aggiunto altoatesino. Molto importante invece il recupero del settore dei servizi, che nel 2010 (+1,7 %) ha in sostanza assorbito il calo registrato l’anno precedente (-1,9 %).

In Alto Adige i comparti

ASTAT

“L’economia altoatesina poggia sulla stabilità” “Nel 2010 l’economia altoatesina è cresciuta dello 0,9 per cento, approssimandosi ai valori prima della crisi che quindi si può considerare in buona parte superata”, osserva Thomas Widmann. Una delle ragioni, spiega l’assessore, sta nella struttura di piccole imprese che sono praticamente indipendenti dalla congiuntura internazionale: “Si tratta di imprese non soggette alla crisi”. L’economia altoatesina poggia dunque su una stabilità durevole. Anche se nel 2010 ha registrato una crescita solo lieve, il risultato è comunque positivo. “L’Alto Adige si è sviluppato bene, in modo analogo alla Germania che è il motore dell’economia”, conclude l’assessore ricordando che la nostra provincia è uscita dalla crisi molto meglio che non il resto dell’Italia.

Corso

Gestori dell’ innovazione

per piccole e medie imprese 2011 Luogo della manifestazione: Sede APA, BOLZANO �� Modulo 1: Sviluppare la strategia aziendale (8 ore) �� Modulo 2: Progettare lo sviluppo competitivo (12 ore) �� Modulo 3: Comunicare e promuovere lo sviluppo organizzativo (12 ore) �� Modulo 4: Coniugare le redditività di un nuovo progetto con la gestione complessiva d’azienda (12 ore) �� Modulo 5: Lavoro di progetto (incluso coaching personalizzato)

Inizio del corso maggio 2011

Il reparto Innovazione dell’APA è a disposizione per ulteriori informazioni al numero 0471 323 424 oppure scrivendo un’email a innovazione@apabz.it.


Argomenti

La “Tipworld” riapre le porte Fiera: la “Tipworld” è ormai diventata una tradizione della Val Pusteria. Venti aziende di qualità esporranno nello stand artigianale allestito a Brunico dal 14 al 16 aprile.

20 imprese in fiera Alla Tipworld espongono nello stand dell’artigianato le seguenti aziende di vario tipo: Art Design, Casies Bäckerei Rabanser, Barbiano Brunner Fenster KG, Valle Aurina Castlunger Metal KG, S. Martino in Badia David Gasser, Villandro Elektro Gasser, San Candido Emballagen A. Falkensteiner OHG & Co., Chienes Eurotrias GmbH, Bolzano Gasser Naturstein, Barbiano Gasser Schindeln GmbH, Barbiano Gipset OHG, Casies Hecher Johann Zimmerei, Rasun/Anterselva Hofer Eberhard, Sarentino Isi-fer, S. Martino in Badia Kosta Türen, S. Lorenzo Larix OHG, Casies Lechner Gerold, Valdaora Mair & Schaller OHG, Casies Moling Alberto Srl, S. Martino in Badia Nagler Holzbau GmbH, S. Martino in Badia Ofenbau Mair Johann, Rasun/Anterselva Profanter Backstube GmbH, Bressanone Schraffl OHG, San Candido Schwärzer OHG, Gais Tischlerei Tiefenthaler, Ora

20

L’Artigiano aprile 2011

L

a Tipworld è dedicata a gastronomia e settore alberghiero, edilizia e arredamenti. Per molte aziende, non solo altoatesine, questa fiera è diventata ormai un appuntamento fisso. Vi accorrono oltre 40.000 visitatori dall’Alto Adige e dalle regioni limitrofe. È un’occasione per contattare clienti vecchi e nuovi in modo diretto. L’artigianato altoatesino di qualità è notoriamente partner del settore alberghiero e alla Tipworld si presenta con un suo proprio stand.

“Mondo dell’artigianato” in 600 m2

Lo stand collettivo, intitolato “Mondo dell’artigianato di qualità”, occupa un tendone di 600 metri quadrati.

Quando e dove?

Vi espongono i loro prodotti venti aziende (v. riquadro) della Val Pusteria e di altre parti della provincia. Tutti gli espositori si concentrano sulle esigenze dell’economia turistica del territorio. Si vedranno prodotti di arredamento e costruzioni, allestimenti di interni ed elettronica per hotel, prodotti alimentari e di pasticceria. Lo stand dispone di una lounge con bar per intrattenere clienti e discutere affari. Una peculiarità riservata ai più piccini è il laboratorio di pasticceria allestito dall’APA in collaborazione con la “Backstube Profanter”. Coordinati da un maestro artigiano, i bambini potranno mettere alla prova le loro arti culinarie preparando gustosi cornetti o pagnotte. te

16–19 aprile, ore 9–18 Pizza del Mercato Stegona, Brunico Info: www.fierabolzano.it/tipworld


Il tuo business merita il meglio. Un partner all’altezza delle tue esigenze, che ti segue con dinamismo e professionalità, in grado di proporti soluzioni nuove e mirate. Corporate Banking BANCA POPOLARE · VOLKSBANK. Efficienti. Propositivi. Concreti.

www.bancapopolare.it


Fisco & Denaro

Redditi da affitti: nuovo modello Tasse affitti: Il governo ha introdotto la disciplina della c.d. “cedolare secca” che, a decorrere dal 2011, comporta un’opzione per la tassazione dei redditi derivanti da affitti di immobili ad uso abitativo.

Scadenze Lunedì 11 aprile • PERSONALE DOMESTICO: versamento dei contributi INPS relativi al personale domestico (trimestre gennaio – marzo 2011) Lunedì, 18 aprile • RITENUTE IRPEF: versamento ritenute dei dipendenti e assimilati, lavoratori autonomi e intermediari del commercio (mese di marzo 2011) – mod. F24 • ADDIZIONALI IRPEF: versamento delle quote dell’addizionale regionale/comunale IRPEF, trattenute sui redditi di lavoro dipendente/ pensione – mod. F24 • IVA LIQUIDAZIONE MENSILE: termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di marzo 2011 – mod. F24 • IVA - DICHIARAZIONI D’INTENTO: invio della comunicazione dei dati relativi alle dichiarazioni d’intento ricevute nel mese di marzo 2011 • GESTIONE SEPARATA INPS: versamento del contributo previdenziale sui compensi corrisposti nel mese di marzo 2011 – mod. F24 • CONTRIBUTI INPS MENSILI: versamento dei contributi previdenziali dei dipendenti (marzo 2011) – mod. F24 • LIBRO UNICO: scadenza delle registrazioni relative al mese precedente • CONTRIBUTO ENTE BILATERALE ARTIGIANO: versamento della quota mensile dovuta al Fondo per il sostegno al reddito ed alla professionalità (F. S. R.) – mod. F24 Mercoledì, 20 aprile • CASSA EDILE: versamento e accantonamento del contributo dovuto per il mese di marzo 2011 Martedì, 26 aprile • IVA COMUNITARIA: presentazione degli elenchi INTRASTAT relativi al mese di marzo 2011 (contribuenti mensili) • IVA COMUNITARIA: presentazione elenchi INTRASTAT relativi al 1° trimestre 2011 (gennaio – marzo 2011) • DENUNCIA UNI-EMENS: denuncia telematica delle retribuzioni e dei contributi relativi al mese marzo 2011 Sabato, 30 aprile • DENUNCIA ANNUALE MUD 2010: ultimo giorno utile per la presentazione della denuncia annuale MUD per le imprese che producono o gestiscono rifiuti, e quelle che producono, immettono sul mercato e riutilizzano imballaggi • COMUNICAZIONE ANNUALE AEE/RAEE: ultimo giorno utile per la presentazione telematica della comunicazione annuale AEE/ RAEE per tutte le imprese iscritte al registro Lunedì, 2 maggio • ELENCHI BLACK LIST MENSILI: Invio telematico del modello di comunicazione delle operazioni del mese di marzo 2011 (per soggetti tenuti alla comunicazione mensile) • ELENCHI BLACK LIST TRIMESTRALI: Invio telematico del modello di comunicazione delle operazioni del trimestre precedente (trimestre gennaio – marzo 2011) • IVA INFRANNUALE – RICHIESTA RIMBORSO: Presentazione dell’istanza di rimborso infrannuale del credito IVA relativo al 1° trimestre dell’anno 2011 • 730/2011: presentazione, da parte del lavoratore, al proprio sostituto d’imposta, della documentazione relativa al modello 730/2011 sui redditi per il 2010

22

L’Artigiano aprile 2011

C

hi si aspettava un alleggerimento burocratico ed evidenti risparmi fiscali è rimasto deluso. È stato deliberato un sistema piuttosto complesso con molti interrogatori.

Nuovo modello di tassazione

Retroattivamente dal 1° gennaio 2011 le persone fisiche (imprese escluse) che danno in locazioni immobili ad uso abitativo (sono esclusi anche immobili strumentali) hanno la possibilità di adottare un nuovo sistema di tassazione degli affitti incassati. Al posto della solita tassazione progressiva IRPEF è possibile optare per la tassazione fissa del 19 % (per i contratti di affitto c.d. “concordati” – che in pratica sono rari) o per la tassazione fissa del 21 % (per i contratti d’affitto liberi – che in pratica sono i più usati).

Dove sono i vantaggi?

I calcoli di convenienza fatti dalla stampa specializzata dimostrano che l’opzione per la tassazione fissa con il 21% conviene a partire da un reddito complessivo minimo di euro 28.000. Nell’ipotesi della tassazione al 19% (vale per i contratti “concordati”) la soglia di convenienza del reddito complessivo minimo si riduce a euro 15.000. Dichiarando redditi minori di cui prima, il nuovo sistema di tassazione non rappresenta un’opzione conveniente.

Esistono altri vantaggi?

L’opzione di adottare la tassazione fissa comporta anche altri vantaggi. I contratti di affitto non devono più essere sottoposti all’imposta di registro del 2% e non devono essere più utilizzate le marche da bollo.

Lista clienti ampliata Con un provvedimento l’Agenzia delle Entrate ha stabilito le modalità operative, i termini e la decorrenza dell’obbligo di comunicazione degli elenchi clienti. Questi nuovi elenchi hanno il compito di contrastare la frode fiscale e dare ulteriori informazioni sulle spese dei cittadini italiani. A partire dal 1° maggio 2011 anche le operazioni documentate da scontrino e/o ricevuta fiscale devono essere inserite nella comunicazione se superano il limite di 3.600 euro (al lordo IVA). Importante: Per poter annotare le operazioni nella lista clienti bisogna avere dal cliente il suo codice fiscale. Per i soggetti non residenti, privi di codice fiscale bisogna comunicare i dati anagrafici e il domicilio fiscale.

Esistono svantaggi?

Dichiarando redditi minori di euro 28.000 (o euro 15.000) si generano con assoluta certezza evidenti svantaggi fiscali. Inoltre bisogna tenere conto anche di altri effetti negativi. Per il periodo corrispondente alla durata dell’opzione della tassazione fissa, il locatore non potrà più chiedere l’aggiornamento del canone, anche se previsto nel contratto a qualsiasi titolo, inclusa la variazione accertata dall’ISTAT.

I nodi da chiarire

L’Agenzia delle Entrate deve adesso chiarire a breve una serie di dubbi. Non è ancora chiaro come e quando deve essere effettuata l’opzione per la tassazione fissa. Inoltre non è chiaro il periodo di durata dell’opzione. È valida per un anno o per l’intera durata del contratto d’affitto? Gli aggiornamenti ISTAT possono essere recuperati dopo la scadenza del periodo dell’opzione per la tassazione fissa? Come devono essere registrati i contratti d’affitto a tassazione fissa? Come sono gli effetti per gli acconti d’imposta?

Importante:

I vantaggi dell’adozione della tassazione fissa non sono così evidenti come auspicato. I risparmi fiscali sono da valutare caso per caso. Sopra un reddito di euro 28.000 (o euro 15.000 se si hanno in essere contratti d’affitto “concordati”) i risparmi fiscali sono evidenti. gz


Fisco & Denaro

Più denaro in busta paga solo in Alto Adige Oneri: le associazioni dei datori di lavoro ed i sindacati hanno firmato un accordo che lascia nelle tasche dei dipendenti più soldi in caso di premi e straordinari.

B

uone notizie per tutti i lavoratori dipendenti del settore privato in Alto Adige: da ora infatti si pagheranno meno tasse su premi, straordinari ed extra per turni o lavoro notturno. È quanto prevede un accordo firmato da sindacati ed esponenti delle associazioni dei datori di lavoro, tra cui l’APA. In base ad esso, quest’anno agli straordinari e premi si applicherà un’aliquota fiscale ridotta al dieci

per cento, contro il 23 o 27 per cento che si pagava sino ad ora. Quindi ai lavoratori rimarranno più soldi in busta paga. “Fra l’altro l’accordo getta le basi per rafforzare il potere d’acquisto delle famiglie”, commentano i delegati alle trattative a cui, oltre al sindacato autonomo ASGB e ai sindacati confederati, hanno partecipato rappresentanti dei settori turismo, commercio, artigianato, agricoltura, industria, liberi professio-

nisti, Raiffeisen e lega delle cooperative altoatesine. Il nuovo accordo interessa circa 130.000 occupati del settore privato del territorio.

10 % per un imponibile di massimo 40.000 euro

La riduzione dell’aliquota si applica a tutti i dipendenti che nell’anno 2010 non facciano registrare più di 40.000 euro di imponibile fiscale. La tassazione su premi e straordinari può raggiungere al

massimo quota 600 euro all’anno sulla base di un massimo di 6.000 euro. I partner che hanno sottoscritto l’accordo, così anche i rappresentanti dell’APA, sono unanimi sul fatto che questa correzione rappresenti un importante segnale in tema di alleggerimento fiscale a vantaggio deidei lavoratori. L’Alto Adige è la prima provincia italiana ad aver sfruttato tale possibilità in tutti i settori del privato.

ROL OfficeDoctors

PR-Info

Il „pronto soccorso“ per il software aziendale A volte, anche un piccolo intoppo della tecnica può bloccare l’attività di una ditta. Chiamare un tecnico non sempre conviene, oppure comporta lunghi tempo di attesa. A quanti cercano una risposta immediata, i ROL OfficeDoctors forniscono un servizio di “pronto soccorso IT”, con prestazioni di consulenza e ripristino in caso di problemi di software o infestazione da malware.

R

OL OfficeDoctors è l’unico helpdesk IT per piccole e medie imprese in Alto Adige. • Hai urgenza di preparare una presentazione per un incontro di lavoro e non riesci a formattarla correttamente? • La tua ditta ha la stampante fuori uso e non può emettere fatture? • Il tuo programma e-mail di punto in bianco si rifiuta di inviare o ricevere messaggi? Qualunque sia il tuo fornitore IT o il tuo provider internet, i ROL OfficeDoctors ti offrono assistenza immediata.

Per contattare i ROL OfficeDoctors, gli abbonati hanno a disposizione un numero gratuito riservato. L’assistenza è di tipo telefonico o da remoto.

I ROL OfficeDoctors

• ti assistono in caso di infestazione da virus • individuano la fonte di problemi nel funzionamento di periferiche • analizzano i tuoi problemi di funzionamento dell’internet • ti assistono nella risoluzione di problemi di rete • orientano la tua impresa nella scelta del software più adatto • ti guidano nell’installazione e disinstallazione di programmi

• ti aiutano ad aggiornare le applicazioni più comuni • ti danno consigli utili circa l’impostazione e l’uso di applicativi office, browser e programmi di posta elettronica

Per info, rivolgiti a una Cassa Raiffeisen, vieni su www.OfficeDoctors. it oppure chiama il numero 800 031 031. Se avete un “telefonino intelligente”, basta leggere il codice per collegarvi al sito. L’Artigiano aprile 2011

23


Leggi & Direttive

Prima del tribunale la mediazione Diritto commerciale e civile: dal 20 marzo per molte controversie diventano obbligatori procedimenti di conciliazione. Querelanti e querelati si dovranno rivolgere agli enti preposti alla mediazione prima di poter avviare un regolare processo in tribunale.

I

l decreto nr. 28/2010 definisce il futuro procedimento in caso di controversie. Quali sono le controversie soggette a mediazione? Sono quelle elencate dall’Art. 5 del decreto e cioè: controversie in materia di condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa, contratti assicurativi, bancari e finanziari. E da quando diventa obbligatoria la mediazione? L’obbligo della mediazione per le controversie sopracitate entra in vigore il 20 marzo 2011, fatta eccezione per condomini e risarcimenti danni dovuti alla circolazione di veicoli, il cui obbligo entra in vigore il 20 marzo 2012.

Mediazione facoltativa

Nei casi in cui la mediazione non è obbligatoria, le parti possono sceglierla in via facoltativa, cosa che permette di risparmiare tempo e denaro dati i lunghi tempi delle procedure giudiziali.

Organismi di mediazione

Gli organismi di mediazione possono essere istituiti da enti pubblici o privati, dagli albi degli avvocati o dalle camere di commercio e da altri albi professionali. Per lavorare devono però essere registrati

24

L’Artigiano aprile 2011

La Camera di Commercio di Bolzano opera da anni da mediatore.

nell’albo nazionale depositato presso il Ministero della giustizia.

Obbligo informativo dell’avvocato

Il decreto impone che l’avvocato incaricato avverta per iscritto il cliente della mediazione obbligatoria o della possibilità di quella facoltativa, specificando come si ricorra all’organismo di mediazione e quali vantaggi fiscali ne derivino. Tale informativa va allegata all’avviamento di una procedura giudiziale. In caso contrario il cliente potrà annullare il mandato al legale.

parti un mediatore che entro 15 giorni dalla richiesta convoca un primo incontro fra le parti. Se necessario ne seguono altri. Se si arriva a un accordo, il mediatore emette un corrispondente verbale. Se invece l’accordo non è raggiunto, il mediatore può avanzare alle parti eventuali proposte per sanare la questione. Le parti possono chiedere l’omologazione del verbale al presidente del tribunale di competenza. In questo modo il verbale acquista titolo esecutivo.

Vantaggi fiscali

La mediazione si avvia facendo richiesta ad un organismo registrato, come per esempio la Camera di Commercio.

Tutti gli atti, documenti etc. derivanti dalla mediazione sono esenti da imposte e marche da bollo. Il verbale di mediazione è esonerato dall’imposta di registro fino a un valore della controversia pari a 50.000 euro.

Durata della mediazione

Costi della mediazione

Come si avvia la mediazione?

Avendo lo scopo di accelerare i tempi delle controversie, il decreto stabilisce che la mediazione non può durare più di quattro mesi.

Decorso della mediazione

Quando si inoltra una richiesta di mediazione, l’organismo incaricato assegna alle

Una mediazione comporta costi di avvio e di procedura. Le prime si aggirano sui 40 euro per parte e si pagano al momento della richiesta. Le spese della mediazione stessa vengono invece calcolate sulla base di tabelle appositamente previste (allegato A del decreto 180/2010). Alexander Benvenutti


Leggi & Direttive

Dichiarazione MUD entro il 30 aprile Registrazione dei rifiuti: anche quest’anno numerose aziende artigiane devono compilare la dichiarazione MUD. Attivato servizio APA per gli associati.

Obbligo MUD per:

a) aziende e società che producono rifiuti pericolosi; b) tutti coloro che riciclano o smaltiscono commercialmente i rifiuti; c) commercianti e intermediari di rifiuti, con proprietà dei prodotti.

Esenzione MUD per:

a) le imprese e gli enti che producono esclusivamente rifiuti non pericolosi; b) trasportatori di rifiuti e tutti i soggetti che raccolgono e trasportano rifiuti per terzi; c) commercianti e intermediari di rifiuti, senza proprietà dei prodotti; d) le imprese e gli enti che abbiano conferito i loro rifiuti al servizio pubblico di raccolta (ad es. centro di riciclaggio pubblico) del rispettivo comune. I rifiuti debbono essere classificati

come assimilabili a quelli domestici dal regolamento comunale; e) le imprese (acconciatori, estetisti ecc.) che producono rifiuti pericolosi a rischio infettivo (lamette, CER 180103) ed hanno aderito all’accordo programmatico fra provincia e APA per la gestione dei rifiuti pericolosi a rischio infettivo, anche se prodotti al di fuori delle strutture sanitarie.

Compilazione del MUD

Come ogni anno, l’APA ha attivato per gli associati la un servizio per aiutarli nell’adempimento di quest’obbligo legislativo. Tutti gli artigiani interessati sono pregati di prenotarsi rivolgendosi all’ufficio circondariale APA di competenza. Per questo servizio viene applicata una tariffa vantaggiosa di soli euro 77

euro inclusa anche l’imposta della Camera di commercio. In caso di dichiarazioni complesse la tariffa può aumentare a seconda dell’effettivo tempo impiegato.

Documenti necessari

In seguito elenchiamo i documenti necessari per la dichiarazione: registro dei rifiuti, codice fiscale, numero di registrazione nella Camera di commercio (ex “registro ditte”), numero di iscrizione nel registro commerciale, copia dell’estratto della Camera di commercio, eventuali ricevute e documenti di trasporto delle quantità di rifiuti smaltiti, elenco esatto delle quantità di rifiuti prodotti e smaltiti nel 2010 suddivisi per tipologia. Ulteriori informazioni presso l’APA di Bolzano, ufficio ambiente, tel. 0471 323240, oppure presso gli uffici circondariali. ab

SOA e sistemi di qualificazione: cambiano le modalità

Dichiarazione annuale AEE per apparecchi elettrici ed elettronici

er tutte le nuove richieste che riguardano il “SOA” e “i sistemi di qualificazione” viene comunicato il nome dell’addetto responsabile. Solo a esecuzione e fatturazione avvenuta viene erogato il contributo. È quanto comunica l’ufficio provinciale innovazione. I moduli aggiornati - uno per la domanda e uno per la fatturazione – si possono scaricare dal sito del reparto innovazione, ricerca, sviluppo e cooperative, al punto “moduli innovazione”: www.provincia.bz.it/innovazione.

ntro il 30 aprile 2011 i produttori o importatori di apparecchi elettrici ed elettronici devono comunicare alla Camera di commercio gli apparecchi elettrici ed elettronici messi in commercio nell’anno 2010. La comunicazione va eseguita anche se i soggetti registrati non ne hanno prodotti o importati nel 2010. In tal caso si fa la cosiddetta “segnalazione nulla”. La comunicazione avviene per via telematica attraverso il sito www.impresa.gov.it. Vi hanno accesso tutte le aziende iscritte nel registro nazionale dei produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Gli interessati troveranno una guida dettagliata sul sito www.apa.bz.it >>Servizi e consulenza>>Consulenza legale>>Diritto dell’ambiente Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere all’APA di Bolzano, servizio ambiente, tel. 0471 323473. ab

P

Per ulteriori chiarimenti ci si può rivolgere all’APA, servizio innovazione, tel. 0471 323200, info@apabz.it oppure direttamente all’ufficio provinciale innovazione, da lunedì a venerdì, solo la mattina, tel. 0471 413725, susanna.dagostin@provinz.bz.it.

E

L’Artigiano aprile 2011

25


Leggi & Direttive

Modelli 730 presso il CAAF dell’APA Dichiarazione dei redditi: anche quest’anno il centro di consulenza fiscale (CAAF) presso l’APA attiva il servizio per la compilazione del modello 730.

I

l Mod. 730 serve per dichiarare i redditi di lavoro dipendente e di pensione con redditi aggiuntivi. Può essere però compilato anche per il rimborso di spese detraibili: fra queste per esempio spese mediche, interessi passivi di mutui per l’acquisto di prima casa, assicurazioni sulla vita e altro. Il centro di consulenza fiscale (CAAF) dell’APA offre anche quest’anno un comodo e vantaggioso servizio di compilazione del Mod. 730. Basta solo consegnare al CAAF i documenti necessari, dopo-

diché non serve ricordare ulteriori obblighi o scadenze in quanto l’eventuale disavanzo nei confronti del fisco sarà accreditato direttamente in busta paga o viceversa scalato dalla pensione.

Attenzione:

L’istituto nazionale di previdenza sociale INPS non accetta più dichiarazioni Mod. 730. Per la dichiarazione si può rivolgere a tutti gli uffici circondariali dell’APA (vedi recapiti telefonici sotto e a pag. 43), e fissare un appuntamento entro il 25 maggio 2011.

Previdenza

Orari del patronato INAPA nei mesi di aprile, maggio, giugno Uffici circondariali APA APA Bressanone

Tel 0472 802500 ogni martedì, ore 9–12 Eccezione: martedì, 26 aprile, 24 maggio 31 maggio, 21 giugno e 28 giugno ore 9–11

APA Brunico

Tel 0474 474823 ogni giovedì, ore 9–12 e ore 14.30–17 ogni venerdì, 9–12 Eccezioni: venerdì, 22 aprile, 29 aprile, 27 maggio e 24 giugno ore 10.30–12

APA Gardena a Ortisei Tel 0471 797552 ogni martedì, ore 14–17

APA Egna

Tel 0471 812521 lunedì, 4 aprile, 2 maggio, 6 giugno, ore 14–17

26

L’Artigiano aprile 2011

APA Merano

Tel 0473 258064 ogni lunedì, ore 9–12 e ore 14.30–17 ogni venerdì, ore 9–12

APA Silandro

Tel 0473 730657 ogni mercoledì, ore 9–12 Dati di contatto degli uffici APA a pagina 36

Sportelli esterni APA a Malles, municipio

solo su appuntamento, ogni 2. e 4. mercoledì del mese, ore 15–16

APA a Naturno, Raika

ogni 2. e 4. mercoledì del mese, ore 16.30–17.30


Erogazione di energia in Alto Adige

Incentivi economici: le eccezioni previste dalla

normativa straordinaria dell’UE per far fronte alla crisi economica valgono solo per le domande inoltrate entro la fine del 2010.

P

er le nuove domande vale invece la tradizionale norma de minimis. È quanto ha deciso la giunta provinciale il 21 marzo 2011. La norma de minimis della UE prevede che gli aiuti inferiori a 200.000 euro, erogati nell’arco di tre anni senza essere giudicati rischiosi per la competitività, siano dispensati dall’obbligo di notifica preventiva alla Commissione europea. A causa della crisi economica mondiale, la norma è stata estesa, per i casi cri-

PR-Info

tici, a 500.000 euro in tre anni. La giunta provinciale doveva decidere per quanto tempo ancora applicare questa eccezione dopo che la crisi da noi è passata. La recente decisione prevede che tutte le richieste di sovvenzioni presentate entro il 31 dicembre 2010 possano avvalersi della regolamentazione speciale: vale a dire dunque che ad esse si applica il limite de minimis di 500.000 euro, mentre per gli altri si torna al limite tradizionale di 200.000 euro.

Informazione importante per i pensionati Con l’invio del resoconto annuo CUD 2011, l’INPS invia anche la modulistica utile per il mantenimento di diverse prestazioni. Tutti coloro che percepiscono una pensione integrata al minimo, aumenti sociali o assegni familiari devono confermare all’Istituto il perdurare del diritto a tali prestazioni. È molto importante che i moduli vengano compilati e riconsegnati all’INPS, potete rivolgervi ad una delle Sedi del patronato. La mancata o ritardata riconsegna dei moduli comporta gravi sanzioni! Anche la conferma delle detrazioni d’imposta per familiari a carico viene consegnata con il CUD e deve essere consegnata nel termine convenuto. ai

La società elettrica altoatesina (SEL) ha iniziato la sua attività operativa nel 2001, con l’obiettivo di sviluppare un approvvigionamento energetico autonomo ed ecosostenibile, riducendo la dipendenza dall’esterno e soprattutto garantendo all’economia una sicurezza sostenibile.

Centrale idroelettrica S. Valburga - Pracupola (Lago di Fontana Bianca)

D

alla fondazione della SEL sono passati dieci anni. Ma in questo breve periodo i cambiamenti sono stati enormi. Il fabbisogno energetico è cresciuto. Al contempo si chiede a gran voce un’energia possibilmente pulita. Oggi, dopo la catastrofe di Fukushima, questa voce si leva alta come non mai. La SEL è riuscita a fare molto per l’Alto Adige. L’energia che proviene dall’acqua – una delle nostre maggiori ricchezze – è quasi interamente gestita dalla SEL, in particolare con la sua società affiliata Hydros (ex centrale Edison) e con la SE Hydropower (ex centrale Enel), ma anche con centrali locali di nuova costruzione. Si tratta di un’energia rigorosamente pulita, rinnovabile ed ecosostenibile. È dunque un grande

passo quello che porta verso la sicurezza e l’autonomia di approvvigionamento. A questa sicurezza danno un contributo sostanziale anche i 1300 chilometri di condutture della SELGAS ENERGAS SÜDGAS e cinque centrali di teleriscaldamento. In questi dieci anni si è evoluto anche l’andamento delle tariffe, a tutto vantaggio delle imprese degli utenti privati. La filosofia della SEL si basa sul concetto di sostenibilità che nei prossimi anni si intende proseguire con tutta forza. Fin dall’inizio la SEL voleva essere una società energetica ad alta affidabilità per tutto il territorio provinciale. Nel corso del 2011 una serie di iniziative porterà al centro dell’interesse pubblico i dieci anni di attività della SEL. www.sel.bz.it

L’Artigiano aprile 2011

27

Leggi & Direttive

Eccezioni al “de minimis” solo per domande del 2010

10 anni di SEL


Circondari

Circondari in assemblea congiunta Alta e Bassa Venosta: i due circondari si sono riuniti a Laces in un’unica assemblea.

Una sessantina di presenti all’assemblea circondariale a Laces.

I

l presidente circondariale Erhard Joos, moderatore dell’assemblea, ha evidenziato l’importanza degli artigiani nella valle. “Le aziende danno posti di lavoro, insegnano agli apprendisti, contribuiscono in modo deter-

Erhard Joos, presidente circondariale dell’Alta Venosta, l’assessore all’economia Thomas Widmann e Andreas Nagl, presidente circondariale della Bassa Venosta (da sin.).

minante agli introiti fiscali e dei comuni”, rammenta Joos. Nella Val Venosta operano 950 aziende artigiane che occupano circa 3500 persone. E un’azienda su tre è un’impresa artigiana. Joos chiede alla giunta provinciale di accele-

, Partecipate allo stand dell Alto Adige! Fiera specializzata per articoli da regalo Francoforte, 26–30 agosto 2011 Troverete una selezione unica di articoli da regalo che spaziano dal classico a prodotti di tendenza fino all’artigianato e figure in legno. La partecipazione con l’EOS è aperta a tutte le aziende altoatesine. Oltre a garantire il supporto organizzativo, l’EOS offre anche un sostegno finanziario. Informazioni e iscrizione: Janpaul Frenes, tel. 0471 945 792 janpaul.frenes@eos.camcom.bz.it

28

L’Artigiano aprile 2011

rare la realizzazione della rete di banda larga in Alta Venosta. Dalla politica si aspetta anche un appoggio in tema di Sistri, il controverso sistema di registrazione elettronica dei rifiuti.

Servono più apprendisti

Critiche alla persistente burocratizzazione le esprime Andreas Nagl, presidente circondariale della Bassa Venosta. Problematiche sotto quest’aspetto sono la sicurezza sul lavoro, la valutazione dello stress, e poi i test della droga, l’attestazione SOA e la burocrazia negli appalti pubblici. “Questi oneri burocratici e finanziari tormentano le piccole e medie imprese sacrificando la loro competitività.” Nagl ha citato anche il calo di apprendisti in Val Venosta. “Gli apprendisti sono i professionisti di domani, e noi imprenditori abbiamo il dover di attirarli di più verso i nostri mestieri.” L’andamento degli ordinativi viene definito positivo. Un elogio va al comune di Lasa per il suo progetto di risanamento e alla cooperazione delle imprese artigiane di Senales. Al momento del dibattito molti artigiani hanno preso la parola per criticare il divieto di

transito ai TIR attraverso il Fernpass in Tirolo. Per evitare colonne di camion sulla statale della Venosta si propongono uscite complanari.

Molti ospiti d’onore

La relatrice Annemarie Pircher Friedrich, professoressa del Management Center Innsbruck, ha tenuto una conferenza da titolo “gestione basata sul buon senso e sui valori”. Chi nella sua azienda pretende il massimo, deve dare un senso per motivare i suoi dipendenti, spiega la docente. Il presidente APA Gert Lanz ha ringraziato i funzionari per il loro impegno e si è presentato nella sua nuova carica insieme ai due vicepresidenti Martin Haller e Ivan Bozzi. Parole di saluto ed elogi alle aziende artigiane del circondario anche dall’assessore Richard Theiner e dal consigliere provinciale Josef Noggler. L’assessore all’economia Thomas Widmann ha ricordato l’impegno degli artigiani nel superare la crisi economica. Attualmente la giunta sta esaminando l’elenco di proposte dell’APA per la sburocratizzazione. L’obiettivo è ridurre la burocrazia del 20 per cento laddove compete alla provincia. te


Circondari

Vivace dibattito degli artigiani Burgraviato: la consulta circondariale ha invitato i dirigenti APA alla sua assemblea.

N

ella sala Kolping il presidente circondariale Horst Rufinatscha ha dato il benvenuto a un centinaio di artigiani. Nella sua relazione ha parlato del successo delle elezioni comunali e delle molte manifestazioni informative a livello locale. “Burocrazia e spada di Damocle dei crediti, ma soprattutto il Sistri sono le questioni che ci danno problemi e che vanno trattate con urgenza dai responsabili politici”, ha ricordato Rufinatscha. Gli artigiani riuniti hanno criticato le complicanze provocate dal Sistri e chiedono ai loro esponenti di convincere il governo a cambiare rotta in materia. Si è proposta anche una raccolta di firme contro il Sistri.

Circondario ben presente nella dirigenza

”Le elezioni hanno portato di nuovo grandi cambiamenti”, commenta Rufinatscha riferendosi ai recenti cambi di guardia. Heidrun Grüner, Bruno Covi e Oskar Zorzi sono tre persone del Burgraviato presenti nella giunta esecutiva. Rufinatscha ha ringraziato in particolare i molti funzionari che si impegnano da anni: fra questi 25 presi-

Un centinaio di artigiani all’assemblea circondariale nel Kolpinghaus di Merano.

denti comunali, il presidente circondariale dei giovani artigiani, Mathias Piazzi, e quelli degli anziani, Gertraud Götsch ed Egon Dibiasi. Ringraziamenti e applauso anche all’ex presidente APA Walter Pichler. Nel successivo dibattito gli artigiani hanno avuto l’opportunità di esprimere critiche e idee. Rufinatscha ha poi presentato le proposte che avanza il circondario per il futuro sviluppo dell’associazione.

I dirigenti APA si presentano

Il presidente APA Gert Lanz ha assicurato di esaminare proposte e critiche. Con l’occasione si è presentato insieme agli altri dirigenti. “Come in una

buona successione aziendale, anche noi vogliamo far confluire nell’associazione nuove idee costruendole su tutto ciò che di positivo c’è stato negli ultimi decenni.” La difficoltà e allo stesso tempo la forza dell’APA sta nel fatto di unire tanti diversi mestieri e tante diverse forme aziendali, dalle più piccole alle più grandi. Il vicepresidente Ivan Bozzi ha ribadito che tutti gli artigiani remano dalla stessa parte e che quindi ci vuole l’impegno di tutti. “È poi importante che i giovani artigiani si diano da fare nella società e nell’associazione assumendo responsabilità”, conclude il vicepresidente Martin Haller. te

Marlengo: Roland Strimmer nuovo presidente comunale

Dirigenti APA, presidente circondariale Horst Rufinatscha e direttore dell’ufficio Thomas Mur.

Il gruppo comunale di Marlengo ha eletto suo nuovo presidente Roland Strimmer, titolare di un’azienda di piastrellisti ed esperto che si è fatto un nome ai mondiali dei mestieri. Strimmer e la consulta locale ringraziano Heiko Haller che si è ritirato dalla carica per motivi personali.

L’Artigiano aprile 2011

29


Circondari

Giovani artigiani premiati Chiusa: di recente il presidente circondariale Josef Felderer ha convocato

l’assemblea. Con l’occasione si sono premiati i partecipanti ai campionati provinciali.

I

nsieme a presidenti e rappresentanti comunali, Josef Felderer ha premiato i sei ragazzi del circondario che hanno vinto medaglie ai provinciali: innanzitutto Karin Fischnaller di Funes, medaglia d’oro per i designer multimediali. E poi altri cinque che hanno vinto l’argento: congratulazioni a Katja Gafriller di Barbiano (estetista), Christina Obrist di Chiusa (parrucchiera), le due assistenti sociali Birgit Baumgartner e Melanie Niederstätter (entrambe di Villandro). Felderer ha ringraziato tutti i giovani, docenti e aziende che hanno partecipato ai campionati. E alle aziende

si appella perchè continuino ad impiegare apprendisti. Che la formazione altoatesina di maestro sia un fiore all’occhiello, lo conferma il consulente aziendale Christian Haberfellner che nella sua conferenza ha parlato di prospettive per l’artigianato. Formazione e qualità dei prodotti sono eccellenti, sostiene Haberfellner, ma da sole non bastano. Infatti bisogna calcolare bene prezzi e costi per realizzare un guadagno, bisogna praticare più marketing per procurarsi lavori attivamente. “Gli interessi degli artigiani devono tornare ad essere rappresentati bene come prima, dobbiamo uscire all’esterno

Il presidente circondariale Josef Felderer insieme a presidenti e rappresentanti comunali premia i ragazzi che hanno partecipato ai campionati provinciali.

uniti e con una voce unica”, affermano il presidente APA Gert Lanz e il vicepresidente Martin Haller presentando il nuovo direttivo. A salutare i presenti è intervenuto il sindaco di Chiusa, Maria

Gasser Fink. Nel successivo dibattito gli artigiani hanno elencato alcuni dei temi attualmente più pressanti come burocrazia, Sistri e difficoltà di accesso ai lavori pubblici. te

Mostra artigianale: fervono i preparativi Gardena: fervono i preparativi per la mostra artigianale che si terrà dal 22 al 24 luglio. Qualche area espositiva è ancora libera.

A

lla mostra possono partecipare tutte le aziende artigiane dei tre comuni gardenesi Ortisei, Selva e S. Cristina e i due comuni Castelrotto

e Laion. Saranno presenti 60 espositori della valle per presentare ai visitatori i loro prodotti innovativi. È previsto anche un programma di accompagnamento.

Bambini ospiti di aziende La scuola materna di Selva è andata a visitare la falegnameria “la Uega” del presidente di sezione Ivo Insam (foto). I bambini hanno avuto modo di conoscere il mestiere giocando. E il legno li ha affascinati. Si progetta di costruire dentro la scuola materna un angolo falegnameria con veri attrezzi.

30

L’Artigiano aprile 2011

“Con questa mostra vogliamo far conoscere al grande pubblico i molti mestieri artigianale della valle, al di là dell’artigianato artistico per cui è famosa”, spiega il

presidente circondariale Ivo Insam. La mostra si svolgerà nel centro tennistico di Roncadizza. L’area misura 65 per 40 metri. “Le aziende prenotate finora sono cinquanta, quindi c’è ancora spazio per altri dieci espositori che possono contattare noi o l’APA”, precisa Insam. Ad ogni partecipante viene assegnato un suo posto stand. Il costo comprende tutto il progetto e la realizzazione dello stand, affitto, costruzione dello stand e pubblicità dell’evento. Per informarvi chiamate l’ufficio APA marketing, tel. 0471 323340, stampa@apabz.it o l’ufficio circondariale a Ortisei, tel. 0471 797552. te


Egna: dopo il successo di due anni fa, il 7 maggio gli artigiani della Bassa Atesina invitano a una nuova edizione di questo riuscito evento sotto i portici di Egna.

S

abato 7 maggio trenta artigiani della zona invitano a una mostra molto particolare, dove si guarda, si ammira, si prova. Fanno da cornice gli storici portici di Egna. “In questo suggestivo contesto, dalle 10 di mattina i visitatori troveranno dimostrazioni dal vivo e potranno vedere da vicino una miriade di prodotti interessanti”, annuncia il presidente circondariale APA Georg Rizzolli. Dal falegname al meccanico, dall’elettrotecnico al fiorista, sarà presentata tutta una serie di mestieri artigianali. Moderne tecniche di lavoro, progetti innovativi, analisi dell’attuale doman-

Sabato, 7 maggio 2011, portici di Egna Ore 10 Benvenuti! Ore 10–23 Artigianato live in 30 laboratori viventi Specialità culinarie e laboratorio per bambini Ore 11 Inaugurazione Musica con il gruppo Haderkrainern

La prima edizione 2009 ha attirato un gran pubblico.

da di mercato fanno ormai parte del lavoro quotidiano degli artigiani. Nella borsa dell’apprendistato i giovani potranno prendere informazioni sui possibili posti di lavoro in zona. E il comitato organizzativo diretto da Rizzolli non ha trascu-

rato nemmeno l’intrattenimento: per esempio con la musica dal vivo dei gruppi Haderkrainer, Nice Price e Sepp Messner Windschnur. Presenti anche specialità gastronomiche e giochi. Ai bambini è riservato un apposito laboratorio. rp

Ore 17–21 Melodie irlandesi con il gruppo Nice Price Ore 21–22.30 Allegria con il gruppo Sepp Messner Windschnur Ore 23 Arrivederci!

CONVENZIONE SPECIALE! Veicoli commerciali Opel per membri APA. Anche per l'anno 2011 i membri dell'APA godranno di condizioni molto vantaggiose per l'acquisto dei modelli

2,5%

n -2 Astra Va

% no -22 a v o M ! NUOVO

Astra Van, Corsa Van, Movano, Vivaro.

,5% 8 1 n a V a s r Co

Circondari

Programma

Artigianato sotto i portici

5% Vivaro -2

L’Artigiano aprile 2011

31


I

Immobili strumentali

I soci del consorzio „Widumwiese III” con il loro presidente Karl Plattner (al centro) e il direttore APA Thomas Pardeller (a sinistra).

Dieci consociati

Consorzio a buon fine

Le dieci aziende del consorzio “Widumwiese III” sono: Plattner Karl OHG, Mühlmann Georg, Unterkofler Josef & Co OHG, Gasser Elisabeth, Egger Böden des Egger Johann, Locher Walter, Egger Georg, Egger Hubert & Co KG, Leiter Anton, Egger Peter.

Consorzio: dieci aziende si sono unite nel consorzio “Widumwiese III” per realizzare

G

Gruppo Edile

Nuovo listino prezzi edilizia su www.apabz.it La giunta provinciale ha approvato il listino prezzi edilizia per l’anno in corso. Vi si tiene conto delle variazioni di costi per alcuni materiali. Si può scaricare il listino online sul sito www.apabz.it >> mestieri >> gruppo edile.

32

L’Artigiano aprile 2011

un’infrastruttura nella zona commerciale di San Genesio. Ora i lavori sono terminati.

I

l consorzio è nato alla fine del 2007. Ne fanno parte dieci aziende di San Genesio (e una di Sarentino). Come presidente è stato nominato Karl Plattner, come amministratori Georg Mühlmann e Josef Unterkofler. Lo scopo è costruire nuove sedi aziendali nella zona commerciale “Widumwiese III”. I lavori infrastrutturali come strade

e illuminazione sono stati eseguiti dal consorzio. “In questo modo riusciamo ad avere costi inferiori – spiega il presidente Plattner – perché un consorzio può detrarre più IVA.” E prosegue: “Il secondo vantaggio sta nell’assistenza dell’APA. L’ufficio di coordinamento edile si è occupato di tutto il lavoro amministrativo e dei contatti con uffici e

comune, di modo che i lavori sono stati eseguiti con totale soddisfazione dei soci.” Plattner ringrazia della buona riuscita tutti i soci, la direzione lavori e le aziende. Dato che tutti i lavori sono ormai conclusi, a fine marzo il consorzio si è sciolto: A tale scopo i soci si sono incontrati nella Casa dell’Artigianato e hanno firmato davanti al notaio. te

9200 visitatori alla Baumec/Viatec Fiera: nel doppio salone “Baumec/Viatec” 183 espositori internazionali per i settori costruzioni stradali e macchinari edili.

I

n 16.500 metri quadrati di esposizione i visitatori hanno trovato tutto quello che c’è da sapere su macchinari edili, sistemi di trasporto, costruzioni stradali eccetera. In concomitanza con la fiera si è svolto il “BrennerCongress 2011” più un congresso dedicato alla sicurezza sul lavoro nell’edilizia. Nei quattro giorni della manifestazione sono arrivati a Bolzano ben 9200 visitatori. L’ente fieristico ha condotto un sondaggio intervistando 567 persone: di queste il 27,9 per cento giudica l’andamento economico del settore “in flessione”, quasi la metà (49,6 per cento) lo definisce “stabile” e il 17,3 per cento “in cre-

Baumec e Viatec, doppia fiera a cadenza biennale.

scita”; il 5,2 per cento non ha risposto alla domanda. Circa il 30 per cento dei visitatori arrivavano da fuori provincia: la doppia fiera ha attirato gente da tutta Italia e dall’estero. L’offerta è stata giudicata nel seguente modo:

al 54,1 per cento ha fatto un’impressione complessiva “buona”, all’11,6 per cento “molto buona”, al 27,3 per cento „soddisfacente“, al 5,8 per cento “non soddisfacente”; il 10,8 per cento dichiara di aver fatto ordini in fiera.


Si punta ai mercati esteri Congegnatori meccanici: In occasione dell’assemblea annuale della sezione di mestiere si è parlato di export, di formazione e di innovazione.

M Metallo

Aziende altoatesine alla SüdTec

A marzo alcune aziende altoatesine si sono presentate alla fiera Südtec di Stoccarda. Nella foto gli espositori con il presidente di sezione Bernold Weithofer (3. da ds.).

M

uoversi sui mercati esteri, questo è quanto invita a fare il presidente dei congegnatori meccanici e attrezzisti, Bernold Weithofer (foto). In occasione dell’assemblea annuale chiede di sfruttare i vantaggi derivanti dai contatti che si hanno grazie alla sezione di mestiere. “Per esempio la valida collaborazione con la Export Organisation EOS, che ci permette di portare le nostre aziende all’estero cercando nuove nicchie di mercato”, osserva il presidente. L’anno scorso le aziende locali erano presenti alla fiera Interpart a Karlsruhe, mentre di recente cinque aziende hanno esposto alla fiera SüdTec di Stoccarda. Gli espositori, appartenenti ai settori metallurgico, plastico, erogazione di corrente e produzione di componenti meccaniche, erano i seguenti: Autotest AG, Lana, Elektra GmbH, Caldaro, Manometal GmbH, Egna, We.We. Mechanik GmbH e Tekuna GmbH

entrambi di Terlano. “Trovandoci in una regione di confine, per di più bilingue, abbiamo un enorme vantaggio all’estero che dobbiamo sfruttare”, prosegue Weithofer rimandando anche al sostegno finanziario disponibile per partecipare a fiere. “Per incoraggiare le aziende a fare il primo passo ci stiamo chiedendo anche se potrebbe avere senso presentarci come sezione di mestiere”, propone il presidente.

Maestro artigiano: esame a tappe

Il secondo tema discusso è stato quello della formazione. Il corso preparatorio all’esame di maestro è iniziato ad aprile 2010 e conta 14 candidati. Per la prima volta il corso è stato suddiviso in tappe. “Il vantaggio dei moduli è che se non si supera l’esame bisogna ripetere solo il corrispondente modulo”, ricorda il presidente. La data d’esame è prevista per

l’autunno 2011. Per quanto riguarda invece l’esame di lavorante, si è a buon punto con l’unificazione dei programmi. Altro evento è stato il congresso dell’Euromechanik 2010 a Seefeld, dove si è avuto modo di incontrare i colleghi dell’area tedesca. All’assemblea è intervenuto anche il presidente del gruppo metallo, Walter Pichler. Margareth Runer dell’APA ha spiegato le novità legislative per le aziende. L’amministratore delegato della ditta Zirkonzahn, Heinrich Steger, nella cui sede di Gais si è svolta l’assemblea, ha tenuto una relazione intitolata “Innovazione – muovi il mondo con le tue mani”. Steger è l’inventore della tecnologia Zirconia che distribuisce in 80 paesi di tutto il mondo. I prodotti vengono sviluppati nella sede di Gais che oggi occupa oltre cento dipendenti. Alla fine dell’assemblea i presenti hanno avuto modo di visitare l’azienda. te

Lo stand collettivo, allestito dalla EOS – Export Organisation Südtirol presso la fiera internazionale SüdTec di Stoccarda, dava luce a cinque piccole aziende locali specializzate nella lavorazione del metallo. L’obiettivo della EOS è aiutare le piccole e medie imprese locali a presentarsi sui mercati europei, in questo caso in Germania. È la prima volta che la EOS organizza uno stand alla SüdTec.

L’Artigiano aprile 2011

33


L

Legno

Fiera Hotel 2011: aperte le prenotazioni L’APA offre l’esclusiva possibilità di partecipare alla fiera Hotel 2011 con uno stand collettivo a condizioni vantaggiose. La fiera si svolgerà dal 17 al 20 ottobre a Bolzano. Le singole aziende possono esporre allo stand collettivo pur presentadosi in modo individuale. Il modulo di prenotazione è stato inviato per circolare. Ulteriori informazioni all’APA di Bolzano, tel. 0471 323200, info@apabz.it. Le prenotazioni si chiudono il 12 aprile 2010.

Apprezzati i lavori di falegnameria Falegnami: è in programma una campagna per consolidare l’immagine del falegname ed aiutare ad abbattere pregiudizi con effetti positivi sul ricambio generazionale.

L

’andamento lavorativo dei falegnami altoatesini continua a migliorare rispetto agli anni precedenti. “Ora si tratta di consolidare questo sviluppo positivo”, annuncia il presidente del gruppo Kurt Egger (foto) all’assemblea tenutasi a Bolzano. La sezione di mestiere, insieme all’istituto di ricerca della Camera di commercio, ha condotto un sondaggio sui falegnami. Il 55 per cento degli intervistati dichiara di aver investito in mobili e arredi negli ultimi cinque anni. Di questi il 75 per cento si è rivolto a un falegname. “Dunque il falegname è in assoluto il partner principale degli utenti per quanto riguarda l’arredamento domestico”, commenta soddisfatto Egger.

Rafforzare il mercato e posizionare il marchio

Viaggio al “Salone del Mobile” a Milano La sezione dei falegnami organizza il 16 aprile un viaggio a Milano per visitare il rinomato “Salone Internazionale del Mobile”. Per le modalità di partecipazione gli interessati possono contattare l’APA a Bolzano, servizio falegnami, tel 0471 323 275, info@apabz.it entro l’11 aprile 2011.

34

L’Artigiano aprile 2011

Nel sondaggio si è indagato anche sugli aspetti critici dei falegnami. Tra i pregiudizi emerge l’idea che il falegname non fabbrichi nulla di moderno, che lavori solo il legno, che sia troppo costoso e che ci metta troppo tempo. Per contrastare questa falsa opinione, e in generale per migliorare l’immagine, i falegnami intendono avviare un’opportuna campagna. “Ci serve per posizionarci meglio sul mercato ed anche per incrementare i nostri incarichi”, spiega Egger. In parallelo è prevista una campagna informativa rivolta ai giovani, atta ad aumentare il numero di apprendisti. “In

Falegnami e consulta all’assemblea annuale a Bolzano.

caso contrario prevedo a breve una carenza di personale specializzato”, precisa Egger che continua: “Come sezione dobbiamo occuparci sin d’ora del ricambio generazionale, presentando ai giovani il nostro mestiere come esso è oggi, moderno ed interessante.”

Uscire dalla regione

Altro tema importante è quello dell’export. “C’è ancora molto potenziale per noi falegnami, infatti la nostra quota attuale di esportazioni ammonta solo all’undici per cento.” Al riguardo Egger presenta le cifre della Germania, che nelle vendite di mobili e prodotti di qualità è arrivata ad esportare il 17 per cento di cui la maggior parte in Europa occidentale. “Anche noi altoatesini dobbiamo sfruttare questo potenziale e imparare come vendere meglio i nostri mobili fuori dal territorio”, propone Egger. Nuovi sbocchi di mercato per i falegnami possono essere mobili adattati al crescente numero di anziani, oppure sviluppo di porte e finestre per CasaCli-

ma. Il gruppo ha organizzato manifestazioni informative e visite alle fiere per tenere aggiornate le aziende. L’anno scorso si è tenuto il primo congresso sul legno, dedicato a tutti i tipi di lavorazione del legno. Ed ora, dopo i campionati provinciali di ottobre, i falegnami si preparano a quelli mondiali.

Troppa burocrazia nelle aziende

Il presidente APA Gert Lanz nel suo intervento di saluto ha ringraziato Egger e la consulta. In seguito è stato presentato il concorso “halb2” (vedi pag. 35). La senatrice Helga Thaler Ausserhofer (foto) ha parlato della burocrazia che opprime soprattutto le piccole aziende, citando come eccessive le regolamentazioni che disciplinano sicurezza sul lavoro, valutazione dello stress, registrazione dei rifiuti e lavori pubblici. A suo parere il federalismo fiscale offrirebbe delle buove opportunità nella lotta contro una legislazione che frena lo spirito imprenditoriale. te


L

Legno

Parte il concorso “halb2” Falegnami: la sezione sostiene il concorso di design per falegnami “halb2” promosso dalla facoltà di arti e design dell’università di Bolzano. Gli interessati possono iscriversi da subito.

L

a designer Stefanie Schönheinz e il professor Kuno Prey hanno presentato il concorso all’assemblea dei falegnami. Il tema è quello del design innovativo di mobili. Ai partecipanti viene consegnato gratuitamente l’elemento “halb2”, ossia un mezzo tavolo verniciato di bianco. Ognuno deve poi completarlo secondo le sue idee personali, volendo anche in collaborazione con un cliente. Alla creatività non sono posti limiti: per esempio si può appoggiare il mezzo tavolo a una panca, a uno scaffale, a cassetti o a un altro mobile del tutto nuovo. Ci si iscrive entro il 30 aprile. All’inizio

Conferenza sul legno

Un mezzo tavolo verniciato di bianco da trasformare in un mobile innovativo: è il concorso di design “halb2” presentato dal professor Kuno Prey, dalla designer Stefanie Schönheinz e dal presidente di sezione Kurt Egger (da sin.).

di luglio gli elementi saranno consegnati ai partecipanti che hanno cinque mesi di tempo per consegnare il loro progetto entro il 21 novembre. Una giuria di esperti selezionerà dieci vincitori in base a criteri come innovazione, creatività e perizia artigianale. Alla fie-

ra Arredo, dal 5 al 15 marzo 2012 a Bolzano, saranno esposti i pezzi migliori e premiati i vincitori. Un vantaggio per i partecipanti è fra l’altro una buona presenza nei media. I falegnami che intendono partecipare si rivolgano alla sezione, tel. 0471 323275. te

Design di mobili e architetture di legno erano i temi di un simposio tenutosi nella scuola professionale “Tschuggmall” di Bressanone. L’evento è stato organizzato dall’ufficio provinciale di formazione, dalla scuola professionale “Tschuggmall” e dal TIS. Vi hanno partecipato un centinaio di specialisti del settore.

DA NOI SI TROVANO I PROFESSIONISTI DELLA LAVORAZIONE LEGNO • Calibratrici - levigatrici • Foratrici • Levigatrici per bordi e refilatrici • Refilatrici • Sege circolari - pialle - toupie • Impianti aspirazione e bricchettatrici alter.it w n e u k . • Bordatrici • www a offerta • Sezionatrici verticali • Centri di lavoro per legno

la nostr ti Visitate inari usa di macch t! e su Intern

Tutto per la lavorazione del legno

BERNI

• Grande scelta di piccole e grandi macchine, utensili ed accessori Consulenza, vendita ed assistenza

VIA MACELLO, 73 • I-39100 BOLZANO • TEL. 0471 97 07 50 • FAX 0471 97 31 45 • www.kuenwalter.it MACCHINE PER IL BUON LEGNO

L’Artigiano aprile 2011

35


I

Installazione

Solare incoraggiato Impianti fotovoltaici: l’incentivo statale „Conto energia III“ scade il 31 maggio 2011. Si sta trattando su nuovi incentivi annunciati dal „Conto energia IV“.

A Incontro con Selnet Collaborazione fra enti erogatori altoatesini Selnet (insieme di SEL e Enel) ed elettrotecnici APA era il tema di un incontro cui hanno partecipato il presidente di sezione Alfred Faller, il presidente APA Gert Lanz, il vicepresidente Martin Haller, il presidente della Selnet Giorgio Carnielli e il suo responsabile tecnico Roberto Polo. L’allacciamento di impianti fotovoltaici dovrà avvenire possibilmente entro il 31 maggio (decade il Conto Energia III) e la Selnet affiderà alcuni lavori agli elettrotecnici.

Seminario per elettrotecnici Una sessantina di elettrotecnici ha partecipato di recente ad un seminario sull’efficienza energetica delle installazioni. Il seminario è stato tenuto gratuitamente per l’APA dalle due aziende Selectra e Kaiser. Si sono trattati temi come installazioni a prova d’aria o in facciate esterne isolate.

36

L’Artigiano aprile 2011

ll’inizio di marzo il governo ha approvato un decreto legge per regolamentare l’utilizzo di energie rinnovabili in Italia. Fra l’altro ha deciso di proseguire e regolamentare nuovamente gli incentivi agli impianti fotovoltaici che in Alto Adige riscuotono un gran successo. Di conseguenza i finanziamenti “Conto Energia III”, che decorrono il 31 maggio 2011, saranno immediatamente seguiti da un “Conto Energia IV” dal primo di giugno. L’importo esatto lo conosceremo entro il 30 aprile. La rapida decisione preme soprattutto alle aziende che costruiscono il fotovoltaico e che hanno bisogno di una sicurezza nella

In vista una nuova regolamentazione per la tariffa della corrente derivante da impianti fotovoltaici.

pianificazione. Che l’Italia creda all’espansione delle energie rinnovabili e al rispetto del protocollo di Kyoto lo dimostra il fatto che i

nuovi incentivi avranno come minimo lo standard europeo. Su un limite annuale per nuovi impianti fotovoltaici si sta ancora trattando.

I lattonieri cercano apprendisti Lattonieri: gli apprendisti sono i professionisti del futuro. Alla sezione di mestiere sta a cuore tenere aperto il dialogo con i giovani e presentarsi all’avanguardia.

I

lattonieri hanno bisogno di forza lavoro e sono pronti ad assumere apprendisti. “ma per avere più giovani dobbiamo promuovere meglio il nostro mestiere”, sottolinea Hubert Trenkwalder all’assemblea riunitasi a Bolzano. La sezione partecipa di regola ai concorsi di categoria per pubblicizzarsi. In occasione dell’assemblea i lattonieri hanno premiato con la spilla d’argento il nuovo apprendista campione provinciale, Florian Goller dell’azienda Zingerle Bonifaz di Rasun/ Anterselva. Trenkwalder ha poi fatto il bilancio delle attività svolte: listino prezzi,

Hubert Trenkwalder

Uno sguardo alla sala con i presenti all‘asseblea annuale. In primo piano i membri della consulta

partecipazione al congresso sui camini, diplomi di maestri, vari incontri con colleghi dei paesi limitrofi, trattative con la provincia sulla formazione nelle scuole professionali e sull’esame di lavorante. Non sono mancate

diverse conferenze tenute da sponsor e ospiti d’onore. la direttrice del comitato paritetico, Christine Monthaler, ha parlato degli aspetti legislativi legati al montaggio di sistemi per la sicurezza sui tetti. te


Segnalazione dei pericoli Spazzacamini: la sicurezza e la salute dei cittadini sono valori prioritari per gli

addetti. Per questo gli spazzacamini segnalano ogni pericolo all’ufficio compentente.

La consulta degli spazzacamini all’assemblea: (da sin.) Hubert Kainz, Helmuth Morandell, Christian Resch, Luigi Bergamo, il vicepresidente Alois Pichler e il presidente Richard Schupfer, manca Christian Dorfmann.

S

ono tre i temi che in questo momento premono agli spazzacamini. Il primo è la loro sicurezza quando lavorano sui tetti. “Ci sono molti edifici, soprattutto quelli vecchi, dove mancano i dispositivi di sicurezza”, riferisce il presidente di sezione Richard Schupfer all’assemblea annuale riunitasi presso la ditta Rotho Blaas di Cortaccia. “Noi spazzacamini siamo tenuti a frequentare corsi e a indossare abbigliamento protettivo, poi però sui tetti mancano spesso gli elementi che devono garantire la nostra sicurezza”, deplora Schupfer. Di conseguenza si appella ai politici, ai proprietari di edifici, ai progettisti e ai responsabili della sicurezza per sensibilizzare la gente su questo aspetto. Infatti: “pochi sanno che in ottemperanza all’ordinamen-

Gli autori del nuovo opuscolo “Guida al camino 2011”: (da sin.) Walter Marabelli, German Puntscher e Christian Resch della consulta con il presidente Richard Schupfer (2. da ds.)

to artigianale i gestori sono obbligati a predisporre un accesso sicuro al camino.”

Obbligo di segnalare i difetti

Il secondo tema importante riguarda l’attività di controllo dello spazzacamino. “Ai fini di evitare incidenti dovuti al CO2 e incendi, siamo sempre impegnati a rilevare gli eventuali difetti e a segnalarli ai cittadini. Infatti la sicurezza e la salute vengono prima di tutto.” Schupfer ha poi annunciato che continueranno i controlli a tappeto per verificare la sicurezza e l’efficienza energetica degli impianti. Della responsabilità penale dello spazzacamino ha invece parlato Walter Depaoli, ispettore dei vigili del fuoco di Bolzano. “Lo spazzacamino fornisce un servizio di pubblica utilità e per

Nella ditta Rotho Blaas di Cortaccia si sono riuniti una sessantina di spazzacamini per l’assemblea annuale.

questo sotto alcuni aspetti è equiparato a un funzionario pubblico.” Depaoli fa presente espressamente che data questa equiparazione gli spazzacamini sono tenuti per legge a segnalare per iscritto agli utenti gli eventuali difetti di un impianto di combustione e a comunicare le potenziali fonti di pericolo al sindaco e ai vigili del fuoco locali.

Presentate le regole per i camini

In occasione dell’assemblea annuale gli spazzacamini hanno presentato il nuovo opuscolo per il 2011 (v. testo a margine). Questa pubblicazione elenca le norme di comportamento, elaborate dal geometra Walter Marabelli, dal membro della consulta Christian Resch e dal tecnico German Puntscher. Sono intervenuti a salutare l’assemblea il presidente APA Gert Lanz, il vicepresidente del comitato tecnico Karl Eisenstecken, il vicepresidente dei lattonieri Walter Schmidt, il presidente dei fumisti Stefan Theil, il tenico German Puntscher e Arianna Villotti dell’ufficio provinciale per la prevenzione di incendi. um

I

le le

Installazione

La guida su internet Il nuovo opuscolo “Guida al camino 2011” semplifica la comprensione delle norme che regolamentano la costruzione di camini e funge da manuale per l’installazione, pulizia e controllo di canne fumarie. La guida è stata redatta dal geometra Walter Marabelli, dal membro della consulta Christian Resch e dal tecnico German Puntscher. Tutti gli interessati la possono scaricare le informazioni dal sito www.apabz.it oppure www.spazzacamini.apabz.it.

Nuovo sito in allestimento La sezione di mestiere ha istituito una sua homepage che riporta informazioni utili ai cittadini e agli spazzacamini. Il sito si chiama www.spazzacamini.apabz.it ed è attualmente in costruzione. Nel prossimo numero lo presenteremo più da vicino.

L’Artigiano aprile 2011

37


E

Estetica

In visita alla Cosmoprof Acconciatori: grande successo per il viaggio alla Cosmoprof a cui hanno partecipato una quarantina di colleghi da tutta la provincia.

Gruppo di mestiere: incontro con gli esponenti nazionali

Il presidente del gruppo Enrico Broccanello, la presidentessa degli acconciatori Maria Stella Falcomatá e la portavoce delle estetiste Patrizia Costa andranno a Roma il 18 aprile per partecipare all’assemblea di “Confartigianato Benessere”. Si discuteranno a livello nazionale temi come diritto ambientale, sicurezza sul lavoro, formazione e requisiti professionali.

Un successo anche quest’anno: la sezione presieduta da Maria Stella Falcomatá è andata a Bologna per la Cosmoprof.

L

a Cosmoprof, che si è svolta a marzo a Bologna, è la fiera più importante per la cosmetica. “La nostra sezione ha organizzato un viaggio per visitarla”, riferisce la presidentessa del gruppo Maria Stella Falcomatá. Vi hanno partecipato quaranta persone,

www.volkswagen-veicolicommerciali.it

sia parrucchieri titolari che dipendenti. Presenti con la Falcomatá anche Enrico Broccanello e il membro della consulta Iris Plankensteiner. Broccanello fa parte della consulta ma è anche presidente del gruppo cura del corpo e da febbraio nella giunta esecutiva APA. La visita

alla Cosmoprof è stata un’occasione per allacciare contatti e per informarsi sulle novità del settore. La sezione patisce in particolare le nuove disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro e diritto ambientale. Si è discusso di Sistri e della nuova valutazione dello stress. te

Nuovo Amarok. Ti porta dove nessuno è mai arrivato prima. Il Pick Up Volkswagen con un’autonomia di oltre 1000 km* con un pieno. Messo alla prova sul rally più duro del mondo: nuovo Amarok, il veicolo di supporto ufficiale del Rally Dakar 2011. I nuovissimi motori TDI e la più moderna tecnologia common rail, garantiscono maggiore autonomia ed alte prestazioni (120 kW/400 Nm**) con un consumo medio ridotto a 7,6 l/100 km**. Inoltre, grazie al sistema ESP con assistenza alla partenza in salita e in discesa, puoi raggiungere qualsiasi destinazione. Anche i luoghi più impervi.

BERNI

Scopri Nuovo Amarok. Tested by Dakar.

Auto Brenner

���������������������������������� �������� ������������������������������������������������

MotorUnion ����������������������� ����������������

*In condizioni ottimali con un consumo medio di 7,6 l/100 km. **Amarok Doppia Cabina 2.0 l BiTDI 120 kW trazione posteriore, consumo di carburante ciclo combinato l/100 km: 7,6. Emissioni (CO2) g/km: 199. Volkswagen Bank finanzia il vostro Amarok. Volkswagen Veicoli Commerciali raccomanda .

38

L’Artigiano aprile 2011


A

Alimentari

Premiazione degli apprendisti: (da sin.) il presidente APA Gert Lanz, il presidente di sezione Kurt Leggeri, gli apprendisti premiati e l’insegnante Manfred Vill.

Importante servizio al cittadino Macellai: In Alto Adige lavorano oltre 150 macellerie, pari a una media di tre per ogni 10000 abitanti: una presenza doppia rispetto a quella in Austria.

S

i è svolta l’assemblea annuale della sezione alla presenza di una cinquantina di macellai. Il presidente Kurt Leggeri ha riferito sulle attività dell’anno trascorso. La consulta si è data da fare incontrando esponenti dell’ufficio veterinario provinciale e dell’istituto zooprofilattico. Nel 2010 la sezione è riuscita ad ottenere un incentivo speciale alle macellerie che intendano adeguarsi alle nuove direttive igieniche UE.

Controlli igienici e guida

Per dare una mano ai macellai nel rispettare le direttive HACCP, la sezione ha preparato una guida e organizzato corsi. La guida è disponibile presso la sezione di mestiere. Per i macellai sono importanti gli appalti pubblici. “Quando vengono bandite gare per il rifornimento di mense, scuole materne o case di riposo bisognerebbe tenere in conto le macellerie locali”, ribadisce Leggeri. Con la cooperativa di acquisti delle case di riposo ci sono state varie trattative. Alla fine ci si è accordati che la cooperativa informa la sezione di mestiere delle gare imminenti e questa a sua volta lo comunica ai macellai. Quello che invece i ma-

cellai non approvano sono le imposte sui controlli igienici d’ufficio. “Che i costi dei controlli ricadano sulle aziende è come dire una tassa in più”, si indigna Leggeri che ha già portato questo tema a Roma insieme agli esponenti di Hds e lega agricoltori.

Incremento di apprendisti

Al gruppo sta particolarmente a cuore la formazione degli apprendisti. La scuola professionale di Bressanone conta quest’anno 19 allievi nella prima classe, un notevole incremento. Insieme al docente Manfred Vill e al presidente APA Gert Lanz, Leggeri ha premiato gli apprendisti con la media di voti più alta (nomi e aziende nel testo a mar-

gine). Per la valida collaborazione sono stati ringraziati Alessandro Fugatti, direttore del servizio veterinario, e Dorotea Lombardo dell’istituto zooprofilattico. Karl Wegschaider della piattaforma austriaca “Bonusfleischer” ha tenuto una conferenza sul futuro delle aziende di macelleria. I consumatori, riferisce, apprezzano del macellaio soprattutto l’alta qualità ad un prezzo equo, la provenienza sicura, la garanzia della freschezza, la presenza sul posto e la consulenza professionale. Lukas Pichler, della Camera di commercio di Bolzano, ha spiegato in sintesi le direttive in vigore sull’etichettatura. Infine il vicepresidente della società altoatesina per la celiachia, Dieter Seifert, ha parlato di alimentari senza glutine. te

Apprendisti premiati La sezione dei macellai ha premiato gli apprendisti con la media di voti più alta: 1. posto: Konrad Gschliesser, macelleria Fuchs Hans Paul di Vipiteno 2. posto: Alexander Baldassarre, macelleria Rossi di Vipiteno 3. posto: Klaus Raffl, macelleria Hofer di Moso in Passiria 4. posto: Daniel Rainer, macelleria Mair & Co. OHG di Fortezza La sezione si congratula ringraziando scuola professionale e aziende di formazione.

Tecnologie alimentari nel parco tecnologico Quali servizi dovrà rendere al settore alimentare il parco tecnologico in progetto e quali sono le richieste delle aziende alla nuova istituzione? Se ne occupa un gruppo di lavoro appena istituito cui partecipa anche la sezione dell’APA.

Assemblea annuale dei macellai presso la Casa dell’Artigianato a Bolzano. L’Artigiano aprile 2011

39


T

Trasporti

Autotrasportatori: eletti presidente e consulta Il 2 aprile gli autotrasportatori si sono riuniti per l’assemblea annuale con elezioni di presidente e consulta. Gli esiti sono riportati su www. apabz.it. Approfondimenti nella prossima edilzione del nostro giornale.

Consorzio „Transopt“ in pista Autotrasportatori: il consorzio Transopt ha chiuso positivamente il suo primo trimestre di attività. E intanto chiedono di entrare altri dieci trasportatori.

I

l presidente del consorzio, Elmar Morandell, e il responsabile amministrativo Walter Pöhl hanno tirato le somme in un incontro con il direttore dell’ufficio alla mobilità, Gianfranco Jellici. Il consorzio è stato istituito tre mesi fa dalle ditte EMT Transport GmbH di Caldaro, Alpentrans KG – Salorno, Transalbert KG – Sluderno, Öhler Alexander & Co. KG – Renon, Hanstrans GmbH – Laces e Kobler KG di Naturno. I quattro dipendenti ricevono costantemente incarichi per i loro soci. “I vantaggi stanno nel fatto che concentriamo le capacità ed evitiamo viaggi a vuoto”,

Più che positivo il primo bilancio fatto da Walter Pöhl, membro del Consiglio d‘ammnistrazione Walter Pöhl e dal presidente del consorzio Elmar Morandell, qui con il direttore dell’ufficio provinciale mobilità Gianfranco Jellici (da sin.).

riferisce Morandell. Tutti insieme dispongono di un parco di 130 camion con circa 200 dipendenti, di modo che possono accettare anche ordinativi grossi.

Per l’anno in corso Transopt si aspetta un volume di 41 milioni di tonnellate di merci trasportate per un fatturato di quattro milioni di euro. te

www.btbonline.it

I VANTAGGI DEL TASSO VARIABILE, LA GARANZIA DI UN TETTO MASSIMO.

Mutuo Domus Block. Tutta la serenità di avere un tetto.

Con Domus Block puoi comprare casa più serenamente, perché è un mutuo a tasso variabile, ma ha un tetto massimo prefissato che ti protegge da ulteriori aumenti dei tassi. Ad esempio, per un mutuo di 10 anni, il tasso massimo bloccato per 5 è il 5%.

Banca del gruppo Bank der Gruppe

Messaggio Pubblicitario con finalità promozionale. Il tasso massimo del 5% si riferisce ad un mutuo di 10 anni, per il quale è stato concordato un tasso massimo per la metà della durata del mutuo stesso. Importo mutuo 100.000 euro, TAN 2,408%, TAEG 2,681%. Tasso variabile: Euribor 1 mese + spread 1,60% (valevole per la prima parte dell’ammortamento), spread 1,55% (per Der la seconda parte Validità dicembre 2010. Spese istruttoria 400 euro, perizia 250 euro, spese incasso rata 1,50 euro. Per le condizioni contrattuali fare Handwerker Aprildell’ammortamento). 2011 riferimento ai Fogli Informativi disponibili nelle Filiali e sui siti internet delle Banche del gruppo. La concessione del mutuo è subordinata all’approvazione da parte della Banca del gruppo.

40


D

Donne dell’APA

Le partecipanti del master Women Up sono solo alcune delle oltre 2500 donne che esercitano un’attività artigianale autonoma o lavorano al vertice dell’azienda familiare.

2550 imprenditrici nell’artigianato Donne: per la giornata della donna, l’8 marzo, le donne APA hanno dato spazio alla crescente importanza femminile nell’economia.

S

oltanto nell’artigianato sono più di 2550 le donne altoatesine titolari o socie di aziende, una fetta decisamente importante per l’economia”, dichiara la presidentessa del gruppo donne Heidrun Grüner. La quota delle imprenditrici artigiane ammonta al 21,3 per cento. Nella Camera di commercio di Bolzano sono registrate in totale oltre 13700 donne imprenditrici o

socie, pari ad una quota del 28,3 per cento. Le donne APA sono da considerarsi portavoce dell’imprenditoria femminile. E il loro impegno è a favore di un numero più alto delle donne nel lavoro. “Tuttavia i provvedimenti che servono a conciliare la famiglia e il lavoro non devono essere fatti di quote rosa e andare a svantaggio finanziario dell’economia privata”, precisano le espo-

nenti del gruppo. Anche a livello nazionale il ruolo dell’imprenditoria femminile è importante. Confartigianato comunica che in Italia c’è quasi un milione e mezzo (1.482.200) di imprenditrici e libere professioniste di cui 367.800 solo nell’artigianato. Questo significa una quota del 16,2 per cento sull’imprenditoria in genere, superiore alla media europea che è del 10,2 per cento. te

A fianco delle scuole professionali Giovani artigiani: incontro con il nuovo direttore dell’ufficio formazione, Hartwig Gerstgrasser, per parlare del percorso di apprendisti e maestri.

A

i giovani artigiani preme molto valorizzare e tenere aggiornata la formazione di apprendisti e maestri. Di questo hanno parlato il presidente del gruppo Martin Haller e il membro della consulta Christian Winkler in un incontro con il direttore dell’ufficio provinciale Hartwig Gerstgrasser. Tutti d’accordo sul potenziare la collaborazione fra giovani artigiani e scuole professionali. Si sono quindi discussi possibili progetti in comune con la direttrice dell’ufficio apprendistato Cäcilia Baumgartner, presente anch’essa alla riunione. Haller ha rammentato l’utilità del coinvolgimento provinciale, come

Iniziato il master Women Up Una ventina di donne hanno iniziato un nuovo corso di formazione dirigenziale. Il master del fondo sociale europeo “Women Up” prevede 200 ore di lezione, da marzo a novembre 2011.

G

Giovani artigiani

Il quiz dei giovani artigiani premia una classe Il presidente dei giovani artigiani Martin Haller

Il direttore dell’ufficio formazione Hartwig Gerstgrasser

per esempio nella campagna “maestro del mese” che si è appena conclusa. In conclusione i giovani artigiani hanno invitato Gerstgrasser e la Baumgartner all’assemblea generale. I giovani artigiani eleggono il loro nuovo presidente e consulta. L’assemblea

ha luogo il 20 maggio con inizio alle ore 19 nella Casa dell’Artigianato a Bolzano. Nella parte ufficiale, dalle ore 20.15, si metteranno a confronto i sistemi formativi professionali in vari paesi. Sull’argomento ci sarà anche un dibattito. te

La classe 3D della scuola media di Naturno ha vinto il secondo premio al quiz durante i campionati provinciali. Il responsabile circondariale Matthias Piazzi, Monika Unterthurner e Christian Winkler hanno consegnato il premio in denaro, pari a 300 euro. Il preside Christian Köllemann ha lodato l’iniziativa. L’Artigiano aprile 2011

41


A

Artigiani anziani

La consulta degli artigiani anziani APA con il suo presidente Sebastian Brugger e il vice Claudio Molinari (al centro).

Programma viaggi e vacanze 2011

Oltre cento nuovi associati

Il 2011 sarà di nuovo un anno di iniziative interessanti. • 14/15 maggio, Bregenz/Mainau (2 giorni): vedi appofondimento in questa pagina • 19–26 giugno, festa ANAP “Senior 2011” a Bellaria/Rimini (8 giorni, 7 pernottamenti): Vacanza estiva con pensione completa, comprese bibite nei pasti, ombrellone e sdraio. Prezzo a persona in camera doppia inclusa trasferta: ca. 550 Euro; prenotazioni entro il 29 aprile. • 10–17 settembre, vacanza in Sardegna (8 giorni, 7 pernottamenti): villaggio di lusso Tanka Village a Villasimius, pensione completa, comprese bibite nei pasti, ombrellone e sdraio. Prezzo a persona in camera doppia inclusa trasferta (pullman e volo): ca. 1.000 euro; prenotazioni entro il 15 maggio. • Gita culturale a Parma in autunno con visita di monumenti; seguiranno i dettagli.

ricca attività del 2010 e presenta il suo programma per l’anno in corso.

Informazioni e prenotazioni all’APA di Bolzano, tel: 0471 323 264, segretario Angelo Angerami.

42

L’Artigiano aprile 2011

Artigiani anziani: All’assemblea annuale la consulta provinciale tira le somme della

I

l gruppo degli anziani continua a crescere. “Attualmente contiamo 1400 soci, per l’esattezza 116 in più dell’anno scorso”, riferisce il presidente Sebastian Brugger all’assemblea riunitasi a Bolzano. Per il forte incremento degli ultimi anni, il gruppo è già stato premiato più volte dalla confederazione ANAP. Brugger ha ringraziato tutti dell’impegno profuso. Il 17 luglio a Corvara

si svolgerà – ormai per la 50. volta – il raduno provinciale degli artigiani anziani. “Sin dall’inizio, ricorda Brugger, gli anziani sono sempre stati molto uniti: per questo la 50. edizione di quest’anno ci preme in particolar modo”. Sin d’ora tutti i presidenti locali APA sono pregati di favorire la partecipazione dei soci nel loro comune. Ai gruppi sarà inviata per tempo una circolare con informazioni più

dettagliate. All’assemblea i membri della consulta hanno fornito un’anteprima del programma di quest’anno: come sempre sono previsti incontri e gite a livello comunale e circondariale. Inoltre vengono organizzati alcuni viaggi di gruppo (v. testo a margine). Si ricorda inoltre che il patronato INAPA assiste gli anziani in tutte le questioni pensionistiche e previdenziali. te

Bellissimo viaggio sul lago di Costanza Artigiani anziani: Meraviglioso il paesaggio primaverile a Bregenz, sul lago di

Costanza, incantevole l’isola di Mainau in piena fioritura. Un viaggio da non perdere.

V

ale davvero la pena visitare Bregenz, il capoluogo del Vorarlberg sul lago di Costanza. Il viaggio è previsto per il 14 e 15 maggio 2011. Il gruppo anziani ha messo a punto un interessante programma: Si va innanzitutto nella foresta di Bregenz fino a Egg dove si visiterà la fattoria Metzler, incastonata in una natura di strepitosa bellezza. Da oltre vent’anni qui si lavora il latte di mucche e pecore ricavandone gustosi formaggi. Dal caseificio escono anche prodotti cosmetici d’alta qualità, realizzati senza uso di sostanze chimiche. In seguito i partecipanti si trasferiranno in barca da Bregenz all’isola di

In primavera l’isolotto di Mainau con il suo castello si copre di fiori.

Mainau (durata della trasferta 3,5 ore). Il pranzo sarà servito a bordo. Di pomeriggio è prevista la visita all’isolotto di Mainau e al suo castello. Ancora col traghetto si andrà

poi a Meersburg. Il prezzo per i due giorni ammonta a 220 euro. Prenotarsi entro il 20 aprile chiamando il signor Angelo Angerami, tel. 0471 323264. aa


Borsa dell’apprendistato. Borsa dell’apprendistato. Cerco lavoro Installazione • Elettrotecnico, Bolzano e dintorni, Bassa Atesina 15 anni - Appiano • Elettrotecnico Bolzano e dintorni 19 anni - Laives Metallo • Carrozziere, Bolzano e dintorni, 19 anni - Ega • Carrozziere, Burgraviato, Bolzano e dintorni 16 anni - Postal • Tecnico autoriparatore Bolzano e dintorni, Bassa Atesina, 15 anni - Appiano • Tecnico autoriparatore Bolzano e dintorni 16 anni - Bolzano • Tecnico autoriparatore Burgraviato, 18 anni - Lana • Meccanico per biciclette e motocicli, Burgraviato, Bolzano e dintorni 16 anni - Postal Legno • Falegname, Bolzano e dintorni, 19 anni - Laives

Impressum

Cura della persona • Parrucchiere, Burgraviato, Bolzano e dintorni 15 anni - Andriano • Parrucchiere Bolzano e dintorni 17 anni - Prato

• Estetista, Bolzano e dintorni 17 anni - Val Sarentino Sezioni varie • Assistente d‘ufficio Bolzano e dintorni 17 anni - Val Sarentino • Assistente d’ufficio Burgraviato, Bolzano e dintorni, 17 anni - Lana • Designer multimediale Burgraviato, Bolzano e dintorni, 17 anni - Lana Alimentari • Pasticciere, Bressanone e dintorni, 15 anni - Velturno • Pasticciere Bolzano e dintorni 19 anni - Val Sarentino • Pasticciere, Burgraviato, Bolzano e dintorni 15 anni - Terlano

Cercasi apprendista Legno • Falegname, Laion Federer Haustüren Tel. 0471 655673 339 4056143 Installazione • Elettrotecnico, Lana Wolf Walter Tel. 0473 561405 Cura della persona • Parrucchiere, Chiusa Salon Maria Tel. 0472 847086

La maggiore rivista economica dell’Alto Adige. Tiratura: 11.000 copie per 40.000 lettori Editore ed amministrazione: APA-Formazione & service coop.a.r.l., Via di Mezzo ai Piani 7, 39100 Bolzano, Tel. 0471 323 200, Fax 0471 323 210, e-mail: info@apabz.it, www.apabz.it Abbonamento annuale: 45 euro (Italia) e 55 euro (estero) Redazione: Ulrike Mahlknecht, Tobias Egger, Claudia Vicentini Segreteria e pubblicità: APA, Comunicazioe & marketing, tel. 0471 323 347 Direttrice responsabile: Margareth M. Bernard Munter Reg. Tribunale di Bolzano, n. 24 del 11.01.1948 Grafica & layout: Fotolitho Lana Service Stampa: Athesiadruck S.r.l. Bolzano

Recapiti • Hanspeter Munter

direttore dell’APA Ogni lunedì dalle 11 alle 12 Casa dell’Artigianato Via di Mezzo ai Piani 7 Bolzano Thomas Hager vicedirettore dell’APA • Ufficio di Merano ogni

1° e 3° Me del mese, 15–17 • Ufficio di Silandro ogni 1° e 3° Me del mese, 8.30–12.30 • Ufficio di Bressanone ogni 2° e 4° Me del mese, 15–17 • Ufficio della Gardena, Egna, Vipiteno, Brunico previa prenotazione allo 0471 323200

Contatti Centralino Tel. 0471 32 32 00 Fax 0471 32 32 10 Segreteria centrale Tel. 0471 32 33 00 info@apabz.it Sezioni di mestiere Tel. 0471 323200 info@apabz.it Ufficio legale Tel. 0471 32 32 40 consulenzalegale@apabz.it Crediti Tel. 0471 32 32 76 crediti@apabz.it Coordinamento edilizio Tel. 0471 32 32 30 zoneproduttive@apabz.it Centro di formazione Tel. 0471 32 33 70 formazione@apabz.it Inapa Tel. 0471 32 32 63 inapa@apabz.it Innovazione Tel. 0471 323225 innovazione@apabz.it Comunicazione & marketing Tel. 0471 32 33 40 stampa@apabz.it

Uffici circondariali Bolzano cittá Via di Mezzo ai Piani 7 Tel. 0471 32 34 60, Fax 0471 32 34 70 bolzano@apabz.it

Bressanone Via Konrad Lechner 7 - Varna Tel. 0472 80 25 00, Fax 0472 80 25 02 bressanone@apabz.it

Bolzano periferia Via di Mezzo ai Piani 7 Tel. 0471 32 34 60, Fax 0471 32 34 70 bolzano@apabz.it

Vipiteno c/o Cassa Raiffeisen Wipptal Città Nuova 9 Tel. 0472 767739, Fax 0472 767759 vipiteno@apabz.it

Egna Largo Municipio 27 Tel. 0471 81 25 21, Fax 0471 81 22 44 egna@apabz.it Merano Via Kuperion 30 Tel. 0473 23 61 62, Fax 0473 21 03 34 merano@apabz.it Silandro Via Cappuccini 28 Tel. 0473 73 06 57, Fax 0473 62 16 30 Silandro@apabz.it

Brunico Via Brunico 14/A - San Lorenzo Tel. 0474 47 48 23, Fax 0474 47 41 55 brunico@apabz.it Pedraces Cassa Rurale, Centro 18 Tel. 0471 83 95 48, Fax 0471 83 95 64 pedraces@apabz.it Ortisei Via Sneton 9 Tel. 0471 79 75 52, Fax 0471 79 78 57 gardena@apabz.it

L’Artigiano aprile 2011

43

Appuntamenti

rcano i che ce n a v io g to. olti i Sono m di apprendista avete un a to d s o n p ie z n ro u vostra a al nume Se nella ero telefonate erite l’offerta s b posto li 3344 oppure in 2 3 1 t 7 .i 4 h 0 www.lv ro“)! nel sito „Borsa di lavo a (rubric


Confartigianato

Statuto delle imprese Cesare Fumagalli, Segretario Generale di Confartigianato: “Dallo Statuto delle Imprese rivoluzione copernicana: le piccole imprese al centro dello sviluppo”

N

el mondo siamo il Paese con la più alta densità di piccole imprese, ma anche con il maggior numero di ostacoli alla libertà d’iniziativa economica. L’On. Raffaello Vignali, primo firmatario della Statuto delle imprese, ha avuto il coraggio di proporre una rivoluzione copernicana che mette le micro e piccole imprese al centro dell’iniziativa politica e delle strategie di sviluppo del Paese”. Nel commentare l’approvazione dello Statuto delle imprese da parte della Camera, il Segretario generale di Confartigianato Cesare Fumagalli apprezza “l’impegno e la determinazione dell’On. Vignali per costruire norme che riconoscono e valorizzano il ruolo e il contributo all’eco-

nomia delle nostre 4.223.639 micro e piccole aziende. Nell’Ocse, l’Italia è il Paese con il maggior numero di piccole imprese, ha il record di occupati nelle aziende manifatturiere con meno di 20 addetti e ricava la maggior quota di Pil proprio dalle Pmi”. “Nelle misure dello Statuto – sottolinea Fumagalli – ritroviamo molte indicazioni di Confartigianato. Tra le più innovative, la realizzazione di un Rapporto annuale sulle PMI da inviare al Presidente del Consiglio, come avviene negli Stati Uniti, l’analisi preventiva dell’impatto della regolazione sulle Pmi, l’applicazione di criteri di gradualità e proporzionalità in occasione dell‘introduzione di nuovi adempimenti, la semplificazione nei rapporti

Cesare Fumagalli

con la Pubblica Amministrazione”. Inoltre, Fumagalli apprezza “la riserva del 60% degli incentivi alle Pmi di cui almeno il 25% è destinato alle micro e piccole imprese”. Il Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli fa rilevare “l’ampia e

trasversale condivisione della proposta di legge da parte dei parlamentari firmatari dell’iniziativa”. “L’approvazione unanime della proposta di legge, che porta le firme bipartisan di deputati di maggioranza e opposizione – sottolinea Fumagalli - dimostra che l’Italia è unita nel considerare le piccole imprese un patrimonio da valorizzare”. “Auspico – conclude Fumagalli - un iter parlamentare rapido per la proposta di legge che deve dare presto i suoi frutti. Per restituire fiducia a cittadini e imprenditori, per far crescere il Paese, servono nuove scelte economiche e culturali che pongano la piccola impresa al centro degli interventi per rilanciare la competitività”.

Materie prime – rincari del 33% Allarme di Confartigianato per i rincari delle materie prime: +33% in 12 mesi. L’Ufficio studi di Confartigianato ha stilato la classifica dei settori e delle regioni che hanno subito il maggiore impatto

S

ulle speranze di ripresa economica dei piccoli imprenditori incombe il rialzo dei prezzi delle materie prime. L’Ufficio studi di Confartigianato ha calcolato infatti che da gennaio 2010 a gennaio 2011 la media dei rincari ha sfiorato il 33%. Un’impennata che può provocare un effetto dirompente sui costi sopportati dalle imprese manifatturiere italiane per l’acquisto di beni necessari alla produzione: tradotto in denaro, Confartigianato stima un impatto potenziale di 155 miliardi di euro in più

44

L’Artigiano aprile 2011

in un anno. Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte sono le regioni in cui è più forte la ripercussione sulle imprese, mentre, a livello settoriale, l’impennata dei prezzi colpisce soprattutto la metallurgia e l’alimentare con rincari medi delle materie prime rispettivamente del 37,1% e del 39,3%. Ma i rialzi sono ben più alti se si considerano singoli materiali come il cotone, salito del 147% in 12 mesi, la gomma, + 91,3%, lo stagno, la cui quotazione è aumentata del 65,5%, il frumento rincarato del 73,%. Le tensioni sui mercati ener-

getici connessi con le turbolenze di questi mesi dei paesi del bacino del Mediterraneo determinano pressioni rilevanti anche sui prezzi al consumo dei beni energetici pagati dalla famiglie italiane. A febbraio, i prezzi al consumo dell’energia risultano in salita del 9,8%, con marcate tensioni per i carburanti: il prezzo della benzina registra un tasso di crescita tendenziale dell’11,8%, quello del gasolio per mezzi di trasporto arriva ad un incremento su base annua del 18,0%. Colpite soprattutto le imprese dell’autotrasporto. Basti pen-

sare che tra gennaio 2009 e gennaio 2011 il costo del gasolio per autotrazione è aumentato del 51,5%. La fiammata dei prezzi sta mettendo a dura prova gli imprenditori artigiani costretti a comprimere i margini di guadagno. Secondo Confartigianato, nel periodo che intercorre tra l’acquisizione delle commesse e la consegna del prodotto finito, i continui rincari dei prezzi erodono il margine di profitto dell’imprenditore fino addirittura ad annullarlo o, nel peggiore dei casi, costringendolo a lavorare in perdita.


I corsi si svolgono presso la Casa ell’Artigianato, Via di Mezzo ai Piani 7, Bolzano

Sicurezza sul lavoro

La sicurezza per titolari di aziende artigiane

ore 8.30–18, 20, 21 maggio

Ruolo della sicurezza – Il quadro istituzionale di riferimento – Il quadro giuridico di riferimento in materia di sicurezza – Il rischio di incendio e la pianificazione della sicurezza – La preven-zione degli infortuni – L‘impiantistica in azienda – Igiene del lavoro, antirumore ed altre tipi-che fonti di rischio – La protezione personale. Ai sensi dell‘art. 34 D.Lgs. 81/08 in vigore. Come previsto dalla legge, per il rilascio del diploma è necessaria la frequenza al corso.

La sicurezza per dipendenti di aziende artigiane ore 8.30–18 8 aprile, 23 aprile

Ruolo della sicurezza – il quadro istituzionale di riferimento – il quadro giuridico di riferimento in materia di sicurezza – segnaletica – DPI – il rischio di incendio, pianificazione della sicu-rezza e piano di emergenza – la prevenzione degli infortuni – l‘impiantistica in azienda – i-giene del lavoro, antirumore, vibrazioni meccanica, sostanze pericolose, movimento pesi, impianti elettrici e altre tipiche fonti di rischio – la protezione personale. Ai sensi dell‘art. 37 D.Lgs. 81/08 in vigore. Come previsto dalla legge, per il rilascio del diploma è necessaria la frequenza al corso.

La sicurezza per impiegati di aziende artigiane 20 aprile

Le misure antincendio nell‘azienda artigiana ore 8.30–18, 9 aprile

Introduzione D.M. 10.3.1998 – sintesi sulle disposizioni di legge in materia di protezione antincendio – nozioni di base sull‘insorgenza del-

Secondo l‘art. 73 D.Lgs 81/08 in vigore il datore di lavoro è obbligato ad istruire i collaboratori. Come previsto dalla legge, per il rilascio del diploma è necessaria la frequenza al corso.

Pronto soccorso (12 UD)

Introduzione in CasaClima - isolamento termico, materiali da costruzione ed elementi strutturali – tecniche per gli impianti di riscaldamento. Per il corso base sarà emesso un attestato di partecipazione dall‘Agenzia CasaClima, che permette di frequentare il corso avanzato. E‘ obbligatoria la presenza dell‘100 % delle ore complessive. La quota di 50 euro che deve essere versata all’Agenzia CasaClima della Provincia Autono-ma di Bolzano è già inclusa nella quota di partecipazione.

ore 8.30–18.30, 25 maggio

Ogni azienda è obbligata a nominare almeno un addetto al pronto soccorso. Tutte le aziende artigiane con un indice di rischio Inail inferiore al 4 devono frequentare un corso di formazio-ne di 12 unità didattiche, indipendentemente dal numero di dipendenti. Importante! Sono escluse da questo regolamento solo le aziende individuali senza dipendenti che svolgono il loro esercizio in Alto Adige. Ai sensi dell‘art. 45 D. Lgs. 81/08 in vigore, D. P. G. 13.06.2005, Nr. 25 e DM 388/2003. Per il rilascio del diploma è necessaria l‘intera frequenza al corso e il superamento della prova d‘esame finale.

Dispositivi di protezione individuale contro la caduta dall‘alto (3° categoria) 11 aprile Cortaccia, Rotho Blaas Srl, via dell‘Adige 2/1

Utilizzo ed esempi fotografici – presentazione norme – presentazione e spiegazione delle possibilità di intervento (p.e. EN 361/358/362/355/360/353-1 und 2 /354/tutte 795A1-E) – spiegazione delle diverse modalità d‘uso ed registrazioni – verifica P.I. (verifica giornaliera ed ev. possibilità della verifica annuale) – indossare in modo corretto una cintura – esempi di diverse P.I. ed esercizi pratici. Ai sensi dell‘art. 77 D.Lgs 81/08 in vigore. Come previsto dalla legge, per il rilascio del diploma è necessaria la frequenza al corso. È richiesto un abbiglia-mento da lavoro ed il proprio equipaggiamento protettivo.

Corso base CasaClima per artigiani

Gruppi di mestiere edilizia, installazione, legno 2, 3, 4 maggio

Corso avanzato CasaClima per artigiani: tecnica degli impianti

Sezioni di mestiere elettricista, tecnico della comunica-

Al termine del corso sarà rilasciato un certificato di abilitazione. Secondo l‘art. 73 D.Lgs 81/08 in vigore il datore di lavoro è obbligato ad istruire i collaboratori. Come previsto dalla legge, per il rilascio del diploma è necessaria la frequenza al corso.

Corso di abilitazione per guidatori di escavatrici (teoria) ore 8.30–18, 18 maggio

Sezioni di mestiere carpentiere, falegname, conciatetti, pittore e vernicatore, lattoniere, spazzacamino, muratore, piastrellista e posatore, isolatore, movimento terra, fumista 25, 26, 27, 30, 31 maggio

Bilancio termico, isolamento termico, protezione dall‘umidità ed isolamento acustico, produ-zione termica, tecnica di misurazione, sistema di riscaldamento e di regolazione, installazio-ne idraulica ed elettrica, programma di calcolo Il corso base è obbligatorio per l‘ammissione al corso avanzato. I frequentatori dei corsi a-vanzati riceveranno il diploma e la targhetta „Artigiano CasaClima“ e saranno pubblicati nel-l‘elenco „Artigiani CasaClima“ in internet per il quale è obbligatoria la presenza dell‘ 100 % delle ore complessive. La quota di 100 Euro che deve essere versata all’Agenzia CasaClima della Provincia Autonoma di Bolzano è già inclusa nella quota di partecipazione.

Concorso I colori d e l l e facciate Un’iniziativa della sezione di mestiere dei pittori e verniciatori dell’APA

www.fassadenwettbewerb.lvh.it TERMINI: Invio: 30 novembre 2011 I Premiazione: primavera 2012 CATEGORIE: NUOVO EDIFICIO I EDIFICIO INDUSTRIALE EDIFICIO STORICO I HOTEL PER PARTECIPARE: Possono partecipare tutti i proprietari di case in Alto Adige, i cui lavori siano stati eseguiti tra il 01.01.2010 ed il 30.11.2011.

Corso di abilitazione per gruisti (teoria) ore 8.30–18, 7 maggio

zione, bruciatorista, frigorista, installatore di impianti termosanitari 25, 26, 27, 30, 31 maggio

con i col e r or sa

i“

Il ruolo della sicurezza sul lavoro – l‘ispettorato del lavoro – norme di sicurezza sul lavoro – i pericoli d‘incendio – normative in tema di sicurezza sul lavoro – obblighi degli impiegati – ergonomia – videoterminali – radiazioni – pericoli della corrente elettrica – comportamento in caso di evacuazione e in situazioni d‘emergenza. Secondo l‘art. 37 D.Lgs 81/08 in vigore. Come previsto dalla legge, per il rilascio del diploma è necessaria la frequenza al corso.

l‘incendio e sulla lotta antincendio – preven-zione incendi nell‘edilizia e impianti tecnici antincendio – pericoli d‘incendio e misure preven-tive nell‘azienda – comportamento in caso di incendio – organizzazione della protezione an-tincendio nell‘azienda. Ai sensi D. M. 10 marzo 1998 in vigore. Come previsto dalla legge, per il rilascio del diploma è necessaria la frequenza al corso.

„O

Aprile/Maggio

Ulteriori informazioni o modulo di iscrizione online su www.fassadenwettbewerb.lvh.it

Al termine del corso sarà rilasciato un certificato di abilitazione.

Informatevi subito sull’offerta d’aggiornamento per artigiani, tel.: 0471 323 370/2, Fax 323 380 www.apabz.it. Gli uffici del Centro di Formazione APA sono aperti dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 17.15. Aggiornarsi è importante!

Appuntamenti

Offerta aggiornamento dell’APA. Offerta aggiornamento dell’APA.


Appuntamenti

Infos. Fiere. Scadenzario. Manifestazioni. Annunci. Fiere

6–10 giugno

13–15 aprile

Intersolar

Prowinter

Fiera internazionale di servizi e noleggio di attrezzature invernali Fiera di Bolzano, www.prowinter.it

Salone internazionale dell’energia solare, fotovoltaico ed edilizia solare. Nuova fiera di Monaco, www.intersolar.de

Manifestazioni

16–19 aprile

Tipworld

Il salone della Val Pusteria per edilizia, arredi e gastronomia Brunico, www.messebozen.it/tipworld 28 aprile–1 maggio

Tempo libero

Salone di sport, hobby, auto, vacanze e montagna Fiera di Bolzano, www.freizeit.messebozen.it 22–24 luglio

Mostra artigianale Gardena

a Prenot

tevi!

Mostra circondariale degli artigiani gardenesi. www.lvh.it 22–24 settembre

Klimaenergy

atevi!

Prenot

Salone delle energie rinnovabili a Bolzano. L’APA organizza uno stand collettivo, gli interessati possono prenotarsi già ora: tel. 0471 323284, patrizia.gamper@lvh.it. 17–20 ottobre

Hotel

atev Prenot

i!

Solarexpo

L’impegno femminile tra riconoscimento sociale e ambizioni economiche. Inizio alle ore 19, Museo delle donne, Merano 14 aprile

Seminario “l’acqua deve scorrere”

per installatori, sulle tecniche di acqua fresca e innovazioni nel riscaldamento di acqua potabile. Organizzato dalle ditte Farko e Varmeco in collaborazione con l’APA. Dalle ore 18 alle 20, Casa dell’Artigianato (3. piano), Bolzano 16 aprile

Assemblea dei delegati APA

Inizio alle ore 9, Casa dell’Artigianato (3. piano), Bolzano

Assemblea dei tipografi

Casa dell’Artigianato (3. piano), Bolzano 28 aprile

Serata informativa sul master per responsabile certificato di innovazione

30 aprile

Fiera delle energie rinnovabili Fiera di Verona, www.solarexpo.com 8–11 maggio

Tuttofood

Seminario “biologia edile, contributo alla nostra salute”

Biohof Unterstein di Villabassa, organizzato da: società altoatesina Kneipp, iscrizione a pagamento, info su www.baubiologie.bz.it 7 maggio

Salone internazionale per tutti i settori dell’alimentazione Fiera di Milano, www.tuttofood.com

Annunci Cercasi

• Allievo 18enne (scuola giardinaggio Laimburg) cerca posto di apprendistato (giardiniere paesaggista/vivaista) nel Burgraviato, tel. 0473 221741.

Vendesi/affittasi

• Ufficio mq 39, due locali + entrata + WC a Bolzano Gries – vendesi o affittasi, Tel. 335 6429122. • Salone ben tenuto, con parco clienti e inventario, cedesi nel centro di San Candido, tel. 0474 913124 oppure cell. 340 0618859.

L’Artigiano aprile 2011

14 aprile

Dibattito serale “soldi o valori?”

Inizio alle ore 19, Casa dell’Artigianato (3. piano), Bolzano

4–6 maggio

46

12 aprile nel Kolpinghaus di Merano, Inizio alle ore 20 13 aprile a Castel Coldrano, Inizio alle ore 20

20 aprile

Salone internazionale dedicato al settore alberghiero e ristorazione. L’APA organizza uno stand collettivo, gli interessati possono prenotarsi entro il 15 aprile chiamando il tel. 0471 323275, hanspeter.ruedl@lvh.it Fiera di Bolzano, www.messebozen.it/hotel

Cedesi

12–13 aprile

Serata informativa “Lavori pubblici e SWET”

Assemblea annuale di elettrotecnici ed elettromeccanici

Inizio alle ore 9, Casa dell’Artigianato (3. piano), Bolzano 11 maggio

Assemblea annuale dei vetrai

Inizio alle ore 19, Casa dell’Artigianato (3. piano), Bolzano 20 maggio

Assemblea annuale dei giovani artigiani con elezioni

Inizio alle ore 19, Casa dell’Artigianato (3. piano), Bolzano 14 giugno

Assemblea plenaria di Confartigianato

Auditorium Parco della musica, Roma


Gente Fiera internazionale artigianato Franz Hofer, il presidente onorario APA Herbert Fritz, Pauli Hofer e l’assessore comunale di Bolzano Klaus Ladinser (da sin.) Piastrelle & pavimenti Hofer

Apre il nuovo showroom L’azienda Hofer Fliesen & Böden ha aperto il suo nuovo showroom a Frangarto. Alla cerimonia d’inaugurazione, con il reverendo Artur Schmitt, la famiglia Hofer ha ricevuto molti ospiti d’onore fra

cui anche il presidente della provincia Luis Durnwalder, il presidente onorario APA Herbert Fritz, i vicepresidenti Ivan Bozzi e Martin Haller e il presidente dei piastrellisti Paul Jaider. Hofer Fliesen & Böden vanta ormai 30 anni di storia. L’azienda di sede a Ponte Gardena ha realizzato progetti rinomati in Italia e all’estero e conta oltre 60 dipendenti.

Premio bavarese ai falegnami altoatesini Alla fiera internazionale dell’artigianato di Monaco (IHM) sono stati premiati 32 espositori per le loro innovazioni o particolari requisiti tecnici. Tra i vincitori anche un altoatesino, il falegname Thomas Lobis di Auna di Sotto/Renon. La giuria bavarese ha premiato un suo prodotto, e cioè un letto salutare chiamato “Lettli”. Lobis era presente in

fiera insieme ad altre dodici aziende nello stand collettivo dell’Alto Adige, organizzato annualmente dalla EOS della Camera di commercio per questa fiera artigianale che è la più importante del mondo. I dirigenti APA si sono congratulati con Lobis in occasione del ricevimento altoatesino (notizia a parte). “Il premio bavarese è un grande riconoscimento all’azienda ma anche a tutto l’artigianato altoatesino, e testimonia la capacità innovativa e la competitività delle piccole imprese”, sottolinea il presidente APA Gert Lanz.

La famiglia di imprenditori Hofer: in seconda fila da sin. Birgit, Maximilian e Daniel Hofer, in prima fila da sin. Zita, Pauli, Vera e Franz Hofer con Julia Höller. Ballo dell’economia 2011

Vincite con il fotovoltaico

Lauregno

Corso sulla protezione antincendio Il gruppo comunale APA di Lauregno ha organizzato e tenuto un corso sulla protezione antincendio, seguito con gran-

de interesse da una quindicina di artigiani di vari settori, riferisce il presidente comunale Othmar Weger (foto). Il docente Christian Niklaus ha illustrato i diversi pericoli nell’edilizia. Alla parte teorica sono seguite esercitazioni pratiche.

Nel ballo dell’economia di Brunico, il 26 marzo 2011, la ditta Elpo specializzata in fotovoltaico ha messo in palio una frizzante Fiat 500. Quest’innovativa azienda di Brunico, che occupa 140 persone, si occupa di installazioni elettriche, automazioni e da alcuni anni anche di energie rinnovabili. L’iniziativa al ballo voleva essere di stimolo a scegliere il fotovoltaico. Cosa del resto perfettamente riuscita, visto che per il 2011 hanno firmato ben 27 clienti,

partecipando così all’estrazione del premio. È stato il titolare della Elpo, Robert Pohlin, ad annunciare il nome del vincitore, Walter Baumgartner di Brunico. Robert Pohlin gli ha fatto i suoi auguri ringraziando anche gli altri clienti: “Sono certo che scegliendo le energie rinnovabili avete compiuto un passo importante verso un futuro carico di energia e amico dell’ambiente.” Intanto il fortunato vincitore Walter Baumgartner ha ricevuto dalle mani di Robert Pohlin le chiavi dell’allegra Fiat 500 in look fotovoltaico. Congratulazioni anche dal direttore amministrativo della Elpo, Andreas Schneck (nella foto da sin.).


���������������������������������������������������������������� �������������������������������������������������������������� ���������������������������������������������������������������������� ������������������������ ������������������������������������������������������������� ���������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������� ������������������������������������ ����������������������������������������������� ���������������������������������������������������������������������� �����������������������������������������


L'Artigiano, Aprile 2011