Lussino 57

Page 32

pagina 32 - Quadrimestre 57 - Settembre 2018

Assemblea e convegno 2018 a Peschiera del Garda Licia Giadrossi-Gloria Ci siamo incontrati a Peschiera all’hotel Al Fiore sabato 5 maggio e domenica 6 maggio per l’assemblea e il convegno che, tradizionalmente dai tempi di Mons. Nevio Martinoli, si svolgono nella città del lago di Garda cui confluiscono lussignani provenienti dal centro-nord, ora in numero piuttosto ridotto a causa dell’età, mentre i più giovani non sembrano essere interessati a mantenere i legami con gli autoctoni di Lussino, anche a causa degli impegni di studio, di lavoro, di famiglia. In effetti i contatti con i giovani avvengono soprattutto grazie alla borsa di studio dedicata Giuseppe Favrini che quest’anno è stata vinta ex equo da Caterina Gabrielli e da Davide Belli. Per il resto è necessario “brumar” con la storia e la cultura marinara che hanno reso famosa la nostra Isola e puntare sul meraviglioso ambiente naturale: “grotte, mar, pini, profumi e colori” che attraggono chiunque frequenti Lussino. Siamo partiti in pochi da Trieste: Renata Favrini, Loretta Piccini, Carmen Palazzolo, Lucio, Clelia e Marco Chalvien ed io, da Monfalcone Marlen e Sergio Scopinich, Gianfranco e Nadia Cosoli; da Genova Mariella Russo, Giorgio Quaglia e Angelo Cosulich, da Albisola Sergio Nicolich; da Roma Adriana Martinoli, Lucia Martinoli e Giancarlo Rostirolla; da San Giovanni Valdarno Rosalba Mercantini e Manlio Giadrossich; da Milano Marina Martinoli; da Cremona Mario e Marinella Cosulich; da Bologna Liliana Petrani con figlia e nipote; dalla Svizzera Gianni e Madeleine Nicolich, Francesco Gladulich con la moglie Céline, la figlia Gaia Oceania e con i suoi genitori Enrico e Maria Grazia; dal Veneto Ida Santoro e Gianni

Bissoli, Federica Haglich e Tarcisio Sandre, Luciana Checchi e Amedeo Caberlotto, Manlio ed Eduard Vidulich. Assenti: Doretta Martinoli perché impegnata a insegnare l’italiano a Lussinpiccolo, Rita Cramer Giovannini a preparare le mostre rievocative di Trieste e di Lussino e il libretto sul primo volo dell’idrovolante della SISA nella tratta Trieste- Lussino. Mancava anche Marì Rode che si preparava ad andare a Lussino con la Comunità di Neresine. Domenica 6 maggio ci siamo recati nel centro di Peschiera a deporre la corona d’alloro sul monumento ai Caduti di tutte le guerre. Alle 10, nella sala dell’albergo Al Fiore è iniziata l’assemblea il cui or-