Lussinpiccolo 64

Page 20

pagina 20 - Quadrimestre 64 - Aprile 2021

Le vacanze estive trascorrevano tranquille tra compiti e musica e naturalmente bagni al mare. Mia figlia Anna ha poi svolto la sua tesi di laurea in Archeologia e Antropologia culturale presso l’università di Edinburgo, Scozia con una tesi dal titolo: “Essere Lussignano, identità familiare e memoria collettiva nell’era del nazionalismo” frutto di una ricerca antropologica sul campo con le interviste condotte presso la Comunità degli Italiani di Lussinpiccolo. Mio figlio Filippo si dedica con passione all’Apicoltura, attività molto presente nelle isole dalmate.

Anna Martelli nel mar de Lussin

L’Esodo della famiglia Sincich Pina Sincich Piccini L’8 settembre 1943 inizia la tragedia nelle terre istriane, isole comprese. Mio fratello Antonio, in servizio militare a Trieste, riuscì a lanciarsi nella campagna retrostante la sua caser-

ma mentre i Tedeschi, armi in pugno, facevano prigionieri tutti i soldati; trovò rifugio e abiti civili presso una famiglia lussignana e, a piedi e barca di fortuna, fece ritorno a Lussino.