Issuu on Google+

-4

Anno XI - N° 121 - Maggio 2012 RAVANUSA Corso della Repubblica, 67 Tel. 0922.1981475 Cell. 328.0222019 e-mail: lupapanzicu@yahoo.it www.lupapanzicu.it

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in A.p./45% da DGB Agrigento

La 3^ Edizione del Premio di Poesia si terrà giovedì 24 maggio 2012 I sapori della nostra terra. Le nostre garanzie sono le nostre mani, le nostre esperienze, i nostri prodotti. Ravanusa - Piazza Crispi, 3

alle ore 18,00 presso la Biblioteca comunale “G. Zagarrio" di Ravanusa (Ag)

Tel. 0922.874414

Rinomata Specializzata Pasticceria Gelateria Rosticceria Fornitura di vasi Colonne Balaustre

di Falletta Vito & C.s.n.c.

Per la tua pubblicità su Lu Papanzicu chiama il 328.0222019 oppure il 347.6964142

LAVORAZIONE ARTISTICA DEL MARMO ARTE FUNERARIA SACRA PROFANA

Ravanusa - C.da Chianti Cell. Vito 328.2814351 - Cell. Lidio 320.1550074

Veniteci a trovare, troverete il meglio per le vostre cerimonie e per ogni acquisto 1 favoloso regalo


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

2

Ecco quanto costano al Comune i suoi consulenti

I dati sono reperibile presso l'Anagrafe delle Prestazioni del Dipartimento della Funzione Pubblica a cura di Filippo Cassaro Pubblichiamo di seguito gli importi previsti ed erogati dal Comuine di Ravanusa per incarichi di consulenza e collaborazione relativi all'anno 2010. La divulgazione di tali dati rientra nell'ambito dell'operazione "Trasparenza" negli enti pubblici avviata nel 2008. Tale elenco è stato pubblicato a pag. 26 del quotidiano "Giornale di Sicilia" di mercoledì 25 aprile 2012. Adolfo Borsellino (Progettazione 2/12/2009) euro 2.800; Elvira Capraro (Progettazione 2/12/2009) euro 2.500; Candido Cavalcanti (Tutela in giudizio 29/4/2010) euro 1.000; Calogero Cicero (Consulenza economico-finanziaria contabile 6/4/2009-5/4/2012) euro 8.493,91; Paola Ciotta (Commissioni 13/11/200812/11/2011) euro 5.241,60; Luigi Coniglio (Progettazione 2/12/2009) euro 3.016; Salvatore Di Caro (Consulenza legale 8/6/ 2010) euro 700; Salvatore Di Caro (Consulenza legale 30/6/2010) euro 500; Salvatore Di Caro (Attività degli

studi legali 2/7/2010) euro 700; Salvatore Di Caro (Attività degli studi legali 16/7/201031/12/2010) euro 4.160; Salvatore Di Caro (Consulenza legale 10/11/2009-30/6/2010) euro 7.280; Giuseppe Ferro (Attività di comunicazione 1/8/200931/7/2010) euro 2.664,64; Francesco Domenico Giudice (Attività degli studi di ingegneria 4/2/2010-15/3/2011) euro 4.094,25; Salvatore Iacona (Commissioni 13/11/200812/11/2011) euro 5.241,60; Paolantonio Leontini (Consulenza in materia di sicurezza 18/2/2010-24/3/2010) euro 3.332; Paolantonio Lentini (Progettazione 2/12/2009) euro 2.924,34; Salvatore Lo Verme (Attività di studio geologico e di prospezione geognostica e mineraria 18/2/2010-24/3/2010) euro 2.359,21; Paolo Picone (Attività di comunicazione 1/8/2009-31/12/2009) euro 300; Giuseppe Portoghese (Prestazioni mediche 31/12/200831/12/2009) euro 3.600; Salvatore Puccio (Commissioni

13/11/200812/11/2011) euro 4.200; Mariano Rago (Consulenza finaziaria contabile 6/4/20095/4/2012) euro 8.875,48; Giuseppa Sanfilippo (Tutela in giudizio 29/7/2009) euro 677,03; Baldassare Turco (Consulenza economicofinanziaria contabile 6/4/20095/4/2012) euro 7.541,24; Ignazio Valenza (Tutela in giudizio 29/6/2010) euro 1.000; Massimo Verga (Atti-vità degli studi commerciali, tributari e

revisione contabile 2/12/2009) euro 3.060; Giuseppina Vivacqua (Tutela in giudizio 29/6/2010) euro 1.000.

di Santamaria Christian

Calzature per bambini Campobello di Licata (AG) Corso Vitt. Emanuele, 206

IMBALLAGGI PER IL CONFEZIONAMENTO FRUTTA IN LEGNO - CARTONE E PLASTICA PALLET IN LEGNO E ADDOBBI VARI


3

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

Nicotra Domenico

Ingrosso cereali e concimi RAVANUSA (AG) - Via Carnelutti, 12 Dep. C.da Piano D’Accardo Tel. e Fax: 0922.874826 nicotra-domenico@libero.it

La vetrata di "San Giuseppe” Tra il dire e il fare... scripta manent di Ni.Ca. La foto che pubblichiamo mostra la facciata rifatta della parrocchia San Giuseppe, messa a nuovo grazie alla spesa sostenuta personalmente dal sac. Don Filippo Messana che, in questo modo, ha voluto eliminare anche eventuali pericoli ai passanti e alle auto in sosta. Durante tali lavori è stata tolta la vecchia e malandata vetrata che farà posto ad una nuova. Da quello che ha dichiarato il capogruppo consiliare dell'UDC Filippo Messana - che è nipote dell'omonimo arciprete nella sua lettera pubblicata a pag. 2 del numero di gennaio 2012 di Europubblik "la vetrata dovrebbe costare 6.000,00 euro". E continuava spiegando che "Sono state anticipate 2.000,00 euro dal defunto Paolo Vivacqua, che avrebbe dovuto anche pagare il resto della somma all'artigiano incaricato di realizzare tale vetrata". Poiché questo non è più possibile, Filippo Messana assicurava che "Naturalmente la vetrata artistica

si sta realizzando comunque, anche se sta subendo qualche ritardo, ma sarà sicuramente pronta per il prossimo 19 marzo". Questo perché "Per la rimanente somma di 4.000,00 euro, sta provvedendo a proprie spese Don Filippo Messana". Nella stessa lettera lo stesso Capogruppo invitava "devoti e fedeli di san Giuseppe, che se lo desiderano possono fare qualche offerta, presumibilmente cospicua, per coprire in parte la spesa”. Fin qui le spiegazioni del nipote dell'arciprete Messana. Ebbene noi così come tutta la cittadinanza ci eravamo illusi e speravamo che la nuova vetrata, con o senza le offerte dei fedeli, facesse bella mostra di se il 19 marzo, giorno in cui a Ravanusa si festeggia San Giuseppe. Ma alla data del 30 aprile ancora... niente per cui ora a molti è venuto il dubbio che il 19 marzo di cui si parlava nella famosa lettera non fosse quello di quest'anno ma chissà di quale!


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

4 Riflessioni

E se gli amici virtuali tornassero a essere estranei veri?

È questo quello che, con una preoccupante tendenza alla crescita, sta succedendo su Facebook. Alcune recenti analisi mostrano come sempre più persone stiano "facendo pulizia" sulla propria bacheca, eliminando i contatti con cui non hanno veri legami di amicizia o parentela. Basta un click e, in un attimo, tutti quelli incrociati per caso, gli amici degli amici, gli sconosciuti o quelli che abbiamo accettato in lista anche se ci sono antipatici solo perché altrimenti ci sarebbero rimasti male possono essere rispediti al loro posto, cioè fuori dalla nostra vita. La tendenza a eliminare i contatti sembra andare di gran moda sul social network più popolare del mondo: secondo i dati più recenti la percentuale degli utenti che ha tolto l'amicizia a parte dei suoi "amici" è cresciuta dal 2009 al 2011 di circa il 7% passando dal 56% al 63%; tradotto in numeri significa che se nel 2009 158 milioni di persone sono stati rimossi dalle liste dei contatti, nel 2011 a es-

sere espulsi dalle bacheche sono stati in quasi mezzo miliardo di utenti. Numeri più che considerevoli che, anche se nessuno da Palo Alto ha voluto commentare, in realtà potrebbero creare non pochi grattacapi a Mark Zuckerberg e ai suoi. La 'bonifica', infatti, potrebbe avere pesanti conseguenze, nel tempo, sul modello di business su cui si basa il social network americano. Le ragioni le spiega Karen North, direttice dell'Annenberg Program che studia le comunità on line: "Facebook e il suo business si basano sulle interconnessioni tra le persone e sulle informazioni che queste si scambiano tra loro. Se gli utenti restringono la loro rete, eliminano gli amici, la capacità di

Facebook di avere informazioni sui profili ne risentirà, e di conseguenza anche la sua capacità di inviare pubblicità su misura, cucita sartorialmente sui nostri interessi e curiosità". Ma, a questo punto, quello che va capito è perché gli stessi utenti che un tempo collezionavano amici, ora invece li rimuovono uno dopo l'altro e perché, come continua Karen North, "molti ten-

dono a trascorrere meno tempo di prima su Facebook e comunque in modo molto meno attivo". La ragione è presto detta: "La popolazione di Facebook sta invecchiando - spiega Morley Winograd, direttore dell'istituto di Communication Technology Management all'Università della California. Quelli che un tempo erano studenti ora hanno superato i 30 anni e, dunque, hanno altre preoccupazioni: preferiscono proteggere la loro vita privata invece che metterla in mostra". E così si scopre che nella vita virtuale come nella vita vera anche le amicizie possono finire… basta un click!


5

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

Il dito nell'occhio

# TO

FAT

Come si vede dalla foto, l'Amministrazione comunale ha fatto in modo che la parete esterna della centralissima ex Arena Parisi venisse puntellata. Anche l'accesso al locale che, come abbiamo pubblicato lo scorso numero, era diventato una vergogna a cielo aperto, è stato chiuso.

#

Finalmente l'orologio posto nel campanile della Chiesa Madre è ritornato a funzionare. Adesso, infatti, il passare delle ore non è più sonoro, ma anche visivo poiché anche il meccanismo che fa funzionare le sue lancette è stato messo a posto.

O

T FAT

Giancarlo La Greca aderisce al movimento Autonomisti Forti e Liberi di Elisa Cassaro

Il consigliere comunale di Ravanusa Giancarlo La Greca aderisce al movimento Autonomisti Forti e Liberi per il Nuovo Polo che anche a Ravanusa riscuote interesse da parte dei cittadini. Soddisfazione viene espressa dai componenti il direttivo provinciale Calogero Morello, Calogero Crapanzano, Enzo Cinquemani, Salvatore Gazzitano. Giancarlo La Greca sentito da noi dichiara: "Presto presenteremo il direttivo del circolo e avremo la Giancarlo La Greca sede. Il nostro movimento continua nel suo percorso di organizzazione e radicamento in tutta la provincia ringrazio e gli amici Ravanusa per il rafforzamento che con la loro adesione danno al progetto".

Bruciare i cassonetti è il boomerang della stupidità di Rosalinda Nicotra Trecentomila euro per provvedere ai danni provocati dalla stupidità di ignoti vandali per aver bruciato cassonetti della spazzatura durante gli scioperi dei netturbini. Una cifra alquanto cospicua, mi pare, che potrebbe essere destinata alla riduzione di bollette e all'impiego in servizi migliori. Come se ridurre in cenere la spazzatura potesse ridurre in polvere i disagi provocati dal mancato pagamento degli stipendi. Questo vandalismo, ovviamente, farà pervenire presso le nostre abitazioni bollette più salate. Un boomerang che si ritorce non soltanto nelle nostre economie familiari, ma anche sul-

la nostra salute, perché è evidentemente nocivo svegliarsi la mattina e respirare il cattivo odore dei cassonetti e spazzatura bruciati, ricordiamo la diossina che provoca gravi malattie. Ma non è facile combattere la stupidità di chi vuol risolvere scioperi e disagi vari con rimedi che portano soltanto ad una "zappata" sui piedi (già siamo a li piedi di li vestii). Qualcuno storce il naso dinnanzi alle critiche, affermando che con un colpo di penna i problemi non si possono risolvere, ma nemmeno col vostro colpo di "grazia e furbizia" i problemi si sono mai risolti. Infatti... Vedete come siamo ridotti?

Inaugurato il Bar “RE Mida” La sera di sabato 14 aprile scorso, in Corso della Repubblica, 240 ha aperto i battenti "Re Mida", il bar gestito dalla famiglia Zirafi. A tagliare il nastro e a benedire il grande ed elegante ritrovo è stato il campobellese Padre Avanzato. Un ricco e variegato buffet ha accolto parenti, amici, curiosi e alcuni amministratori di Ravanusa che, a nome del Sindaco, hanno consegnato una targa ricordo ai proprietari.

SUPERMARKET di Anna Vizzì in Tedesco

Via Vitt. Veneto,48- Campobello di Licata (AG) Tel. 0922879320


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

6

In attesa delle elezioni del 2013 di Lillo Massimiliano Musso

Nel 2013 a Ravanusa tornerà di scena la politica e gli ambienti sono in fermentazione per preparare e cogliere la volata elettorale per le amministrative. In palio ci sono una poltrona di sindaco, quattro assessori, di cui uno vicesindaco, sedici consiglieri. Ma soprattutto ci sono da spendere i pacchetti di voti da scambiare nelle segreterie provinciali e regionale, con carrozzoni visti e rivisti, il cui inno è un mix tra la Marcia di Radetzky e il Requiem di Mozart. I rappresentanti locali, anche quelli che hanno cambiato quattro partiti in quattro anni, dalla destra alla sinistra e dalla sinistra alla destra, si organizzano con largo anticipo per conquistare o mantenere una presenza nel panorama istituzionale locale e per acquisire o conservare i privilegi e i vantaggi che ne derivano. Così iniziano a girare anche i nomi dei papabili candidati alla carica di sindaco di Ravanusa. Nessuno smentisce, nessuno conferma, poiché siamo nella fase degli ammiccamenti, degli incontri segreti, dei patti scellerati, in vista della spartizione delle poltrone in un'indecente ammucchiata finale. Come quando PDL e PD insieme sostennero la candidatura di Mario Tricoli, riuscendo a perdere le elezioni per ben due volte consecutivamente nello scontro con Armando Savarino. La mia candidatura mette in crisi vasti settori della politica ravanusana, poiché costringe gli inadatti a valutare seriamente e volontariamente l'opportunità di uscire dignitosamente dalla comparsa, dopo avere per molto tempo monopolizzato la scena, con giochetti di potere e furbi scarabocchi, e al contempo goduto di privilegi personali, con il sospetto del baratto della rappresentanza popolare in mercati di favori. Questi signori, in tanti anni, non sono stati all'altezza del ruolo che hanno ricoperto ed oggi, evolvendo, hanno perso in credibilità e fiducia. La crisi della politica ravanusana con questi signori appare irreversibile, ed anzi aggrava la crisi sociale ed economica.

AUTOFFICINA

MARIO LIPARI

Per uscire dal vicolo cieco di una politica ombrosa è necessario iniziare ad indicare punti fondamentali su cui confrontarsi democraticamente. 1. Da sindaco di Ravanusa avvierò ogni procedimento amministrativo e giudizia-rio per riportare pubblico, economico ed efficiente il servizio idrico ed ogni altro servizio di pubblica necessità. 2. Da sindaco istituirò un fondo speciale per orfani e vedove, ad esso devolvendo la metà dei miei emolumenti di sindaco. 3. Da sindaco lotterò per l'agricoltura, da una parte rappresentando la voce e i diritti degli agricoltori in ogni sede istituzionale, dall'altra promuovendo l'imprenditoria agricola e incentivando la qualità della produzione. 4. Da sindaco risanerò il diffuso abusivismo con la rimozione di tutti quei limiti irragionevoli e divieti immotivati, vigenti solo a Ravanusa, che rendono irregolari interi quartieri solo perché gli strumenti urbanistici sono anacronistici, illogici e privi di una progettazione a lungo corso del territorio. 5. Da sindaco lavorerò per rendere gli uffici comunali efficienti e laboriosi, premiando i virtuosi e non facendo sconti ai fannulloni. Questi cinque argomenti, e molti altri, saranno oggetto della mia campagna elettorale. Chi mi sfiderà inizi a studiare. Nell'era di Facebook e Youtube, per molti, si prospetta una partecipazione al Paperissima Show, o magari come protagonista del remake di Cettola Qualunque.

Produzione Propria Specialità: Panettoni - Colombe Pane Casareccio Pasta Fresca Panificio Pasticceria Tavola Calda

Via Cavour, 233 Tel. O922.877271 CAMPOBELLIO DI LICATA

* Personale altamente specializzato al vostro servizio! * Prezzi scontati * Esecuzione imediata dei lavori * Riparazioni Marmitte * Vendita pneumatici * Ricarica Aria Condizionata Ravanusa - Via S. Di Giacomo, 6 (vicino Scuola Media) Tel. 320 2190562 - 0922 880291 RAVANUSA- Corso Garibaldi, 298 - Tel. e fax: 0922.874840

CONCESSIONE Prestiti Personali

CAMPOBELLO DI LICATA - Via Umberto, 137 Tel. e Fax 0922.879730 Cell. 338.3729272 e.mail: d.puleri@virgilio.it


7

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

Clelia La Marca alle finali nazionali dei “Giochi matematici del Mediterraneo 2012” di FilippoCassaro

Anche quest'anno gli alunni delle classi III, IV e V delle varie scuole primarie italiane si sono affrontati in una sana competizione che li ha visti protagonisti in una sfida matematica denominata "Giochi matematici del Mediterraneo". In essi, sicuramente, non sono in tanti ad eccellere. Questi "Giochi" si svolgono in 4 fasi consecutive: nella

prima, le qualificazioni d'Istituto, vengono scelti gli alunni delle tre classi che superano la prova; il numero di questi alunni, durante le finali d'Istituto, che sono la seconda fase, si assottiglia sensibilmente e quindi passa alla fase provinciale. Qui competono con gli altri alunni selezionati dalle varie scuole primarie della provincia di appartenenza. Dopo questa prima dura selezione, i "sopravvissuti" passano alla fase finale, quella nazionale, da dove uscirà il Campione dei "Giochi matematici del Mediterraneo". Uno per ciascuna classe di appartenenza. Fatta questa premessa, è con orgoglio che scriviamo che Clelia La Marca dopo essersi classificata l'anno scorso al 1° posto per la classe III, quest'anno si è ripetuta classificandosi al 1° posto della finale provinciale di tali Clelia La Marca premiata da "Giochi" relativamente alArmando Lo Brutto

la classe IV. Sarà quindi Clelia a rappresentare la nostra provincia, Ravanusa e la Direzione didattica "Don Bosco" retta dal prof. Michele Novara per la classe IV. Per tale motivo, Clelia è stata premiata durante la manifestazione "Primavera in Musica" organizzata il 29 marzo scorso presso i locali del "Don Bosco". Questo exploit porterà Clelia La Marca tra il prof. Michele Clelia alla finale nazioNovara e l'ins. Peppino Aronica nale che si svolgerà il 5 maggio presso l'Università è motivo di orgoglio non solo degli Studi di Palermo, in viale per Clelia e il suo ins. di matedelle Scienze. Qui, in una gara matica Peppino Aronica, ma dove non esistono spintoni, sot- anche e soprattutto per la terfugi, sgambetti etc., si af- mamma Anna Maria Tornambè fronteranno ben 300 alunni (100 e papà Giuseppe. per ogni classe) provenienti Non ci resta quindi che tifare per dalle varie province italiane. Clelia e, con la certezza che Solo uno di ogni classe sarà farà di tutto per ben rappreincoronato Campione nazio- sentarci, Lu Papanzicu le augura nale 2012 dei "Giochi Mate- quei successi scolastici che senmatici del Mediterraneo". z'altro merita. Sicuramente essere riuscita a raggiungere la finale nazionale

La vita: istruzioni per l'uso di Rossana Contrino

“Perché ci lagniamo della natura? Si è comportata generosamente:la vita,se sai usarla, è lunga". Seneca (De brevitate vitae) percorre i tortuosi sentieri delle menti nell'atto di ponderare sulla vita. Reputano breve il tempo dato loro da vivere. Riaffiora tra i miei pensieri la eco di una favola narratami da mio padre da bambina: "Un leone dall'esigua forza si rivolse a Dio, lamentando la sua prolissa esistenza. Dio vi sottrasse degli anni. Fu poi la volta di un asino, stanco delle angherie del padrone e degli ingenti carichi; Dio sottrasse degli anni. Giunse indi un coniglio che, ormai troppo pauroso, chiedeva la medesima clemenza. Infine l'uomo invocò il nome di Dio, perché rendesse più durevole la vita sfuggita dalle mani avide di anni. Dio gli donò quelli sottratti a leone, coniglio ed asino”. Quindi l'uomo vive dapprima da leone, aggredendo con grinta la vita, ruggendo alla polvere sollevata dal vento; poi gli ultimi anni dell'asino, conscio di esser stato immemore degli autentici valori della vita, favorendo un duro lavoro per af-

fermazione personale e sfarzo. Gli ultimi anni sono impregnati della fatidica paura del coniglio, paura della morte. La brama di beni materiali travolge ciascuno, seppure in divergente misura. Ma siamo avidi del tempo, i neguagliabile alla più rara entità materiale? Lo sprechiamo assecondando la nostra vanità. Emblematica è la figura di Dorian Gray che conduce la sua anima all'altare di satana per una sempiterna giovinezza. Tanti ricorrono ad interventi chirurgici con la vana certezza di poter sfidare il tempo e le sue leggi; passano il tempo tra le trascinanti onde della tecnologia, non avvedendosi di essere già come privi di vita o mai vissuti; sono schiavi del lavoro, della brama del meglio. Sono inappagati del breve tempo concesso loro, dacché lontano è l'oggetto del disio o, abbracciatolo, tendono ad un altro vacuo fine. Trovo un senso solo nel tempo trascorso con le persone che amo e in quello in cui ringrazio Dio per avermele messe accanto. E' atipico che l'uomo si dica appagato dal-

l'inebriante profumo della vita, fiore che vorrebbe potesse non appassire mai. Voglio contemplarlo, estasiata dal suo profumo, persa nei suoi colori fin quando mio Padre vorrà coglierlo dalla distesa di narcisi, fluttuanti nell'aria in una gaia e a tratti placida danza, dal giardino dell'esistenza.


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

8

A proposito dei precari negli Enti locali di Rosalinda Nicotra che attendono la tanto desiderata stabilizzazione, ma soprattutto la nostra Ravanusa, con i suoi 120 precari, dovrebbe affrontare tale manovra con mano sulla coscienza e obiettività, senza sprechi, inefficienze e diseconomicità dell'azione amministrativa, e senza il ricorso a certe abitudini finalizzate al conseguimento di personale vantaggio dall'esercizio delle funzioni istituzionali, con pregiudizio per le casse comunali e con la conseguente lesione dell'immagine della pubblica amministrazione. E di incrinatura dell'immagine pubblica ne abbiamo piene le tasche. L'Ars dichiara che verranno fatti tagli per 20 deputati, per un costo di 30 mln. Una somma alquanto cospicua. Ma si sa che le chiacchiere non hanno mai fatto farina e da sempre si predica bene, ma alla fine tagli agli sprechi non se ne fanno mai e quando si comincia a RIDURRE, comincia

di Filippo Cassaro

1) Per ricevere ogni mese, direttamente a casa tua il giornale; 2) Per accedere gratuitamente ai nostri servizi: annunci e auguri (anche con foto) strettamente personali; 3) Per contribuire a far crescere un organo di informazione indispensabile nella nostra comunità. Quanto costa abbonarsi? 20,00 Ä per i residenti a Ravanusa e Campobello di Licata; 30 Ä per le altre parti d’Italia; 50 Ä per i residenti all’estero. Come fare per abbonarsi? Si può sottoscrivere direttamente l’abbonamento in sede incaricando anche qualche parente o amico di farlo oppure inviando la somma tramite c/c postale n. 61128914 intestato a: Filippo Cassaro, Via del Saraceno, 2 - 92029 Ravanusa (AG).

Farmacia Dr. Costanza Pietro La

Da qualche mese il prospetto della parrocchia San Giuseppe è stato opportunamente rifatto. Per migliorare il tutto sarebbe opportuno collocare al più presto la vetrata che continua a brillare per la sua assenza e bisognerebbe anche restaurare il portone d'ingresso. Questo è almeno il parere di tanti passanti e di moltissimi devoti del Santo. Secondo noi, però, ci sarebbe ancora qualcosa da rifare per far tornare all'antico splendore almeno l'esterno della parrocchia: la parete esterna sulla Via San Giuseppe. Come si vede nella foto, tale parete ha un urgente bisogno di essere rimessa a nuovo e certamente ciò non può farlo l'arciprete Messana che già tanto fa per questa parrocchia. Ma per rendere unica nel suo genere e a costo zero tale parete, suggeriamo a chi di dovere di fare o tanti piccoli pannelli con all'interno fotoceramiche delle persone che nel tempo hanno interpretato il ruolo dei "Santi" naturalmente a spese di tali persone, così come si voleva fare nella balaustra vicino alla chiesa Santa Croce o con grandi dipinti realizzati da qualche artista e pagati con donazioni da parte dei fedeli, come si è fatto per la parete esterna del cimitero. Un'altra possibilità, potrebbe essere un altro grandissimo pannello in foto-ceramica da posizionare su tutta la parete. Tale suggerimento è rivolto invece a chi si è interessato affinché, con la modica somma di 18.000 euro, pagati dalla provincia a un’ Associazione culturale di Ravanusa, venisse realizzato all'ingresso del nostro paese, il pannello artistico "Benvenuti a Ravanusa".

Perché abbonarsi a Lu Papanzicu?

fa

rm

o

Quando l'arte aiuta

la corsa ad AUMENTARE… denaro. Per quanto riguarda Ravanusa si potrebbero tagliare alcuni componenti d’ufficio, indi me-no stipendi, risparmio su inutili rimborsi forfettari di cui hanno diritto determinati politici, azzerare i costi per i gettoni di presenza o per le Commissioni, azzerare i rimborsi per spese di viaggio di “qualcuno” e indirizzare tali somme a servizi più utili per TUTTI i cittadini, ad esempio provvedere allo scuolabus anche al ritorno, al riscaldamento nelle scuole, alla fornitura del materiale didattico, far sì che anche Ravanusa abbia finalmente una piscina comunale e favorire quei coraggiosi esercenti di nuove attività commerciali nel nostro paese e… chi più ne ha più ne metta per invogliare ad abbandonare la speranza nel tanto sognato e agognato posto pubblico in modo da evitare così altro precariato, altra corruzione. So che il problema è a livello nazionale e regionale, ma anche a livello comunale si può ancora agire perché come è stato ribadito a Favara " …il sostentamento di numerose famiglie si regge sul salario percepito da questi lavoratori".

iz i

Riunione di sindaci, amministratori e organizzazioni sindacali per combattere la battaglia dei lavoratori precari degli Enti locali siciliani. Il sindaco di Favara, Manganella riunisce tutti i sindaci dell'agrigentino per un'assemblea il cui argomento coinvolge tutti e travolge chi si regge sul salario percepito da lavoratori precari. L'incontro, svoltosi presso il castello di chiaramontano, ha preso in considerazione la manovra finanziaria presa dall'Ars per quando riguarda la stabilizzazione dei precari, a cui la Corte dei Conti aveva posto dei limiti. I sindaci hanno in mano una bomba sociale che, per eventuali loro decisioni, potrebbe mettere veramente in difficoltà moltissime famiglie. Gli stessi si sono messi davanti ad una problematica che va affrontata a livello regionale e nazionale. La nostra Sicilia con i sui 22 mila precari

acia al tuo ser

Omeopatia Erboristeria Dermocosmesi Prodotti per l’infanzia

Su tutta la linea SOMATOLINE sconto del 15%

Si effettua consegna dei farmaci a domicilio Ravanusa - C.so della Repubblica 210 Tel. 0922874103

v


9

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

Agenzia generale del Dott. Gioachino Angelo Calà

Www.ergoitalia.it

Agenzia di Ravanusa (AG): Corso della Repubblica, 175 - Tel. e Fax: 0922.881147 Cell. 338.2758713 - E.mail: cala.assicurazioni@libero.it Agenzia di Canicattì (AG): Via Regina Elena, 28 Tel. 0922.738614 - E.mail: cala.assicurazioni11@libero.it

106.00 Mhz

8 Tel. 0922 876149 – sms line 333/2498304

I tarocchi sono tanti... L'originale lo trovi solo da:

MAIDA Tabacchi Alimentari Via Aldo Moro, 60 Ravanusa (AG)

Per prenotazioni chiama lo 0922-880865


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

10

Riflessioni insolite su una scarpiera di Sofia Messina

Campobello di Licata (Ag) *** Via L. Giglia, 151 Tel. 0922 870071

Consulente Paolo Romano

di Rosalia Garlisi

Mobili, Arredamento, Complementi da giardino, Tessile, Liste nozze Via Germania,48 -Tel. 0922.832381 - Canicattì (AG)

FARMACIA

Dr.ssa Nadia Testasecca Si effettuano Liste Baby

Omeopatia - Dermocosmesi Profumi - Preparazioni Galeniche Alimenti per Celiaci Prodotti per l'infanzia Chicco l 20% sui Sconti de ia er l'infanz prodotti p o Chicc

Ravanusa C.so della Repubblica, 56 Tel. 0922874184

Era un comunissimo mercoledì sera, appena tornata dal mio settimanale incontro con i ragazzi del Club entro in camera mia, getto cappotto sciarpa e borsa sul divano e vado in bagno. Mi specchio. Mi piace farlo quando torno da fuori, non lo faccio sempre ma molto spesso, solo per vedere come la gente mi ricorderà fino alla prossima volta, benché io mi ricordi di loro non per l'ultimo istante passato insieme, ma per un momento che magari mi ha colpito di più; il modo di fumare una sigaretta, di guardarmi mentre mi ascoltano, di accavallare le gambe e via dicendo. Ogni volta che torno nel mio appartamento mi sento uguale. Penso che mi sentirei felice se trovassi i mobili sempre in diversa posizione per esempio, mi darebbero la forza di girare la chiave nella toppa, di non sbagliare ancora chiave dopo diciotto anni. Sarei sempre euforica, quasi non vedrei l'ora di tornarmene nel mio bel Labirinto, così chiamo la mia casa. Beh, passeggiando per schiacciare la noia su e giù per le mattonelle, senza toccarne i margini, ripenso alla mia giornata, alla pienezza della parola stessa, al fatto che è stancante anche parlarne e ancora di più al fatto che anche se penso alla giornata come se fosse conclusa in realtà non lo è. Ed è in quel momento, in quel preciso istante che, voltando distrattamente lo sguardo vedo lei, sola, in un angolino, lei color sabbia, sempre sola che, impalata di fronte a me non parla, mi sussurra di farle compagnia. Le siedo di fronte e, senza alcun timore nello sguardo la esamino. La vedo da anni ma non l'avevo mai guardata veramente.

La mia scarpiera. Ha lo sportello sempre socchiuso, quasi volesse invitarmi ad aprirla, ma in realtà è solamente un problema di cinghia del quale non mi ero mai curata. A terra scarpe sparse, ed è lì che penso che il genere umano è come una scarpiera, grande, spaziosa, accogliente, ma che, tuttavia, anche se circondata da scarpe è mezza vuota. Sì, perché è molto meno pratico aprirla, mettere le scarpe dentro e richiuderla, meglio gettarle dove capita. E così iniziano i disagi, ma col passar del tempo. Ogni giorno arrivi da scuola, da lavoro e getti le tue scarpe a terra, massì, un po' di disordine fa rock'n'roll, ci sta di tanto in tanto. E continua per giorni, a volte addirittura mesi, fin quando non riesci più a passare, ma soprattutto, a trovare le scarpe che ti servono. Arrivato a quel punto che fai? O rimetti le scarpe nella scarpiera oppure inizi a cercare fra tutte. E il peggio ti si catapulta addosso. Finisci per non trovarle e allora ne metti un altro paio, l'indomani pure. Inizi giorno dopo giorno ad accontentarti di scarpe che non volevi e alla fine non scegli più, prendi ciò che capita, sperperi la tua capacità di fantasia in nulla e non cambi. Questo è un appello per tutti voi, trascuratori delle scarpiere, rimettete le vostre scarpe a posto e tutto vi apparirà migliore. Quando abbasserete lo sguardo in un momento di imbarazzo e vi vedrete addosso le scarpe giuste nessuno vi potrà fermare.


11

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

Se a sorprenderci è la Biblioteca comunale “G. Zagarrio" di Ravanusa di Filippo Cassaro Navigando sul grande mare di Internet e visitando le pagine online di quotidiani italiani e stranieri alla ricerca di notizie che potessero essere utili alla nostra rivista, ci siamo imbattuti in un articolo del quotidiano "La Repubblica" edizione di Palermo che, a pag. XIV di martedì 3 maggio 2005 ospitava un artico di Adriana Falsone che parlano di biblioteche, scriveva tra l'altro: "…Adesso su Internet è possibile consultare tutti i cataloghi che le biblioteche hanno rese disponibili online, cercare il volume richiesto anche solo a partire da un solo elemento: autore, titolo o una semplice parola chiave". Continuando a leggere l'articolo ho appreso che esiste un polo regionale di Sicilia che all'indirizzo http//opac.sicilia.metavista.it raccoglie i principali cataloghi e chissà perché, con mia grande sorpresa ho letto anche che: " Qui è possibile trovare biblioteche di Agrigento,Catania, Messina e Palermo e, navigando un po', ci si accorge di come piccoli comuni che sembrerebbero in apparenza poco forniti hanno scelto di puntare sulla tecnologia per migliorare il servizio all'utenza. IN TESTA, RAVANUS A, che sul sito www.infoteca.it/ravanusa/homepage.htm ha messo sul web il catalogo disponibile di testi, il numero delle copie presenti, le nuove acquisizioni e anche le schede sugli autori e gli editori presenti". Dopo aver letto

queste parole, mi è sembrato opportuno saperne di più e mi sono recato presso la Biblioteca comunale "G. Zagarrio" di Ravanusa per parlare con la Dott.ssa Lina Russo che dal 1992 la dirige con competenza, professionalità e amore. Accogliendomi con la gentilezza che la contraddistingue, mi ha fatto visitare i locali della grande sala che ospita migliaia di libri e giornali tutti ben ordinati e archiviati nei vari scaffali. Tutti questi testi non solo sono disponibili in prestito per essere portati a casa da chi cerca un libro che ancora non ha letto o da chi consulta vecchi testi per le proprie ricerche, ma sono anche consultabili on-line. Tra le cose che la Dottoressa Russo ci ha spiegato, quasi con ritrosia, e che noi abbiamo appreso con piacevole sorpresa, è che dal 2002 la nostra biblioteca effettua anche prestiti interbibliotecari online spiegandoci anche che la Soprintendenza ai Beni Librari di Agrigento ha segnalato alle varie librerie che Ravanusa è

all'avanguardia in tale settore e collabora con l'Istituto Centrale catalogo unico delle biblioteche italiane. Siamo quindi di fronte ad una splendida realtà che continua a ben funzionare quasi inosservata anche perché tanti non riescono a comprendere l'immane lavoro di ricerca e catalogazione che non sarebbe possibile senza l'appassionata collaborazione del personale contrattista.

Anno 2012 (in sede)

15 gennaio 19 febbraio 18 marzo 15 aprile 29 aprile 20 maggio 17 giugno

15 luglio 19 agosto 16 settembre 30 settembre 21 ottobre 18 novembre 16 dicembre

AUGURI Abbigliamento

ANTONIETTA GUELI Tel. 0922 870223 - 333 3810 870 - 327 1513 905 P.zza Aldo Moro - Campobello di Licata

Campobello di Licata (AG) - Via Vitt. Emanuele, 84 - Tel. 0922.878916


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

12 Sport

Atletica: week end all'insegna della Pro Sport Ravanusa, Tornambene medaglia d'argento ai campionati regionali. Pioggia di podi al Vivicittà. di Elisa Cassaro Ricomincia con una medaglia la stagione estiva su pista della Pro Sport Ravanusa, dopo l'ottimo inizio con le campestri nei primi mesi dell'anno culminati con la qualificazione e la partecipazione ai Campionati Italiani di Correggio si ritorna con le gare su pista. A Enna nel corso dei campionati regionali di corsa su pista (30'minuti) il portacolori del sodalizio ravanusano Davide Tornambene, ha conquistato il secondo posto e la medaglia d'argento in una gara svolta con intelligenza tattica e cuore. L'atleta infatti ha percorso nei 30' a disposizioni ben 8170 metri a meno di 100 dal primo classificato, nella stessa gara 7° posto per Carmine Toscano. Da Enna a Caltanissetta, la tradizionale manifestazione Vivicittà parla ravanusano con numerosi podi conquistati dai ragazzi del pre-

Tra i piccoli, terzo posto per Chiara Di Liberto, mentre nella gara dei 12 km primi posti per Antonio Sgammeglia (m50) Adolfo Sgammeglia (m45) Claudio Ciuni (tm) Elide Sgammeglia (sf) secondo posto di categoria per Salvatore Lentini (tm) Liliana Scibetta (m35) terzo posto di categoria per Giancarlo La Greca (m40) Stefano Oliveri (pm) da ricordare anche che in gara vi erano Gabriele La Marca, Santo Corvitto, Carmelo Lo Mona-co, Salvatore Toledo, Raimondo Curto, Rosario La Marca. Sempre per la Pro Sport Ravanusa infine con il tempo di 3h 16 Andrea Todaro ha concluso la Maratona di Milano.

Campobello: Festeggiata “Giornata dello sport” di Miriam Messana Grande festa per la Giornata dello Sport a Campobello di Licata, presso gli impianti sportivi "Tre Torri". E' stata una giornata dedicata allo sport, strumento di vita, crescita, aggregazione sociale. Una giornata che ha avuto lo scopo di promuoverla in tutte le sue espressioni, per dare un segnale di come, attraverso il gioco e lo stare insieme, i ragazzi acquisiscano il principio del rispetto delle regole, della convivenza civile e quindi della legalità, oltre al benessere fisico che si acquista attraverso la pratica di uno o più sport. L'organizzazione è stata del Comune di Campobello di Licata, retto dal Commissario Straordinario Antonino La Martina, e del Comitato provinciale Associazione centri sportivi italiani (Acsi) di Agrigento, presieduto da Salvatore Balsano, con la collaborazione delle società sportive di Campobello di Licata e Pro Sport Ravanusa. "Tanti alunni e alunne, bambini e ragazzi, hanno assiepato gli

impianti sportivi "Tre Torri". "E' stato un evento voluto dal Comune della città , Acsi e associazione sportive del luogo dice il responsabile dell'Ufficio comunale Sport, Giovanni Casuccio - un evento per stare insieme, all'insegna dello sport che è vita". La manifestazione ha avuto inizio con il raduno dei partecipanti, seguito dalla celebrazione della Santa Messa, officiata da padre Liborio Giordano. Sono state disputate mini-gare podistiche, incontri di volley under 14, match di calcio a 7 riservati alla categoria "giovanissimi", mini tornei di calcio a 5 per le categorie "pulcini" ed "esordienti". Dopo la pausa pranzo l'evento è proseguito con gli incontri di tennis e le finali degli incontri di volley di tutte le categorie, le finali delle gare podistiche e quindi incontri di calcio a 5 maschile e femminile e una partita di calcio tra Aitras Campobello e Associazione dilettantistica Nuova Campobello.

Vi aspettiamo su www.lupapanzicu.it

sidente Giancarlo La Greca.

Piazza XX Settembre, 10-12 Campobello di Licata (AG) Tel. 0922878588 Cell. 3336117135-3275621111

ino Corred ne Scarpi

Via Garibaldi,6 Tel. 0922/877279 Campobello di Licata


13

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

Cafè Alessandra di Pasquale Pisciotta

Panineria, Gelateria Tavola cald a

Via Umberto I ,49 - tel. 0922.870249 Campobello di Licata (AG)

MACELLERIA - SALUMERIA

Ddal dal 1968

Iolanda F.lli Sanfilippo

Enoteca - Gastronomia

Via Catania, 48 - TEL. 0922 877932 - Campobello di Licata (Ag)


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

14 Notizie da Campobello

La soffitta dei ricordi Correva l'anno 1994 di Maria Paola Paci La foto che "Lu Papanzicu" pubblica questo mese, mostra gli alunni che nel 1994 frequentavano le classi 3^ e 4^ dell'istituto "G. Marconi" che allora faceva parte della Direzione Didattica "Don Bosco" di Campobello di Licata. Si trattava di un modulo un po' speciale poiché nelle due classi operavano ben 8 insegnanti: 3 erano curriculari, 2 di religione (una per ogni classe), 2 di sostegno (una per ogni classe) e l'insegnante d'inglese che non è presente nella foto poiché quel giorno era assente. L'unico insegnante maschio era Filippo Cassaro, che era anche il vice direttore o come si diceva allora il vicario. Le nostre aule si trovavano al 1° piano ma la foto è stata scattata nel cortile del plesso scolastico e per me come per tutti i miei compagni rappresenta un ricordo indelebile di quel tempo in cui io frequentavo la classe 3^. Alcuni di noi oggi sono già sposati come me, altri vivono al nord dove hanno trovato lavoro e pochi, penso, sono rimasti a Campobello di Licata. Due dei nostri maestri Filippo Cassaro e Angela Ciotta non insegnano più perché hanno già raggiunto la pensione; le insegnanti Mosa e Romano sono state trasferite in altre scuole; sono ancora in servizio nelle scuole di Campobello le due insegnanti di religione Intorre e Patti e l’insegnante Brancato. Di tutti loro e dei miei compagni io ho un bellissimo ricordo. Nella foto: 1^ fila in alto (da sx): L'ins. Angela Romano, Giovanni Gravotta, Giovanna Lo Leggio, Maria Portelli, l'ins. Mosa, Valentina

Fa la cosa giusta... Abbonati

Bella, Valentina Ciuni, l'ins. Melina Intorre, Maria Rita Falsone, l'ins. Filippo Cassaro, Annalisa Di Fresco, Selenia D'Auria, Maria Rita Iannello, Rosetta Sciascia, l'ins. Enza Patti, Raimondo Lo Nardo, l'ins. Angela Tricoli e l'ins. Angela Ciotta; Fila centrale (da sx): Carmela Rizzo, Maria Ausilia Ciotta, Valeria Di Rosa, Pamela Gravotta, Valentina Cani, Sabrina Mannarà, Ilaria Puntarello, Amelia D'Agostino, Maria Paola Paci, Marina Lo Curto, Maria Rita Ciuni,Melania Intorre; 1^ fila in basso (da sx): Angelo Pitruzzella, Giacomo Gatì, Giovanni Avanzato, Giuseppe Termini, Vincenzo Paci, Giovanni Avanzato, Angelo Asaro, Angelo Lo Coco, Claudia Casuccio, Calogero Tasca.

P.zza Indipendenza, 14 Canicattì (Ag) Tel. e Fax 0922 85 41 99 s.m.s. 388 8951694 Via Edison, 126 Campobello di Licata (AG) Tel. 0922 877286 Cell. 339 8107412

Tel/Fax 0922877857 Email: info@ceramichelonardo.it Wwww.ceramichelonardo.it Via Firenze, 234 - 92023 CAMPOBELLO DI LICATA (AG)


15

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

Grande successo della 2ª sagra "Mpurnatu e mpanata” di Filippo Cassaro In dialetto si chiama ‘Mpurnatu ed è la tradizionale pasta al forno di Campobello di Licata. Ma c'è anche la ‘Mpanata, il pane con gli spinaci cotti e messi al forno. Sono quindi "lu ‘Mpurnatu" e "la ‘Mpanata" i due elementi protagonisti della sagra che si è svolta a Campo-bello di Licata sa-bato 14 e domenica 15 aprile. Per la cronaca, si trattava della 2^ edizione che è stata organizzata e curata nei minimi dettagli dall'Associazione presieduta da Giacomo Gatì, (unico maschietto di questa associazione) e nella quale Enza Gruttad'Auria, Graziella Lo Dico, Giovanna Picone, Nuccia Alongi, Anna Tricoli, Margherita Patti, Santina Accascio, Maria Curione, Carmela Burgio, Salvina Aiello, Teresa Miccichè e Carmela Lo Curto rappresentano il punto di forza. L'evento, che è stato patrocinato dal Comune di Campobello di Licata, dalla Regione Sicilia, dall'Acsi (Associazione Centri sportivi italiani sezione di Agrigento), ha visto anche la collaborazione del giornale "Lu Papanzicu". La manifestazione con degustazione, artigianato e intrattenimento che quest'anno si è svolta in piazza Tien An Men,

ha registrato la presenza di una cinquantina di espositori, migliaia di visitatori e tantissimi sponsor che con il loro contributo han-no reso possibile la riuscita di q u e s t o appuntam e n t o folcloristicogastronomico Il programma è stato molto ricco: spettacol o d e i giocolieri, partecipazione delle scuole, degustazione del pane condito, spettacolo musicale dei Pachira e il concorso per "la migliore ‘Mpanata" e per "il migliore ‘Mpurnatu" con la degustazione, apprezzata da tutti i visitatori, di quanto preparato. Durante tale evento si è svolto anche il raduno regionale "Vespa Club" con esposizione di modelli di interesse storico e diverse attività ricreative per ragazzi alle quali hanno collaborato le associazioni di volontariato. A conclusione di questa 2^ edizione della Sagra non potevano mancare i botti e lo spettacolo pirotecnico.

Bar Roma di Ciotta Luca e Rizzo Enzo snc

Via Cavour, 153/155 - Campobello di Licata (AG)

Il punto verde di Angelo e Linda Barba

Frutta e verdura di produzione propria Via Sammarco, 4 Campobello di Licata (AG)


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

16 Notizie da Campobello

Nasce a Campobello il Centro Socio-Assistenziale IGEA di Rosetta Romano

A sostegno delle persone diversamente abili, anziani e soggetti con disagio affettivo-relazionale si è costituita a Campobello di Licata l'associazione di volontariato IGEA. presieduta dalla Dott.ssa Giovanna Termini, già docente di informatica tiflologia e specialista in arte-terapia, l'associazione intende attivare iniziative e azioni concrete di abbattimento di barriere strutturali e culturali, in diversi ambiti di vita (scuola, salute mobilità, sport, lavoro, accompagnamento ecc.) sia mediante fonti di finanziamento (locali, nazionali ed europee), sia promuovendo partnership pubblico-private. Prima iniziativa progettata e proposta alla collettività è un laboratorio artistico e linguistico per bambini e minori con disabilità. Il progetto è interamente finanziato dall'associazione stessa mediante i contributi volontari dei soci. I laboratori sono stati

avviati il 30 Aprile c.a. e si concluderanno il 10 Giugno prossimo. Gli incontri sono stati programmati dal Lunedì al Venerdì dalle ore 16.00 alle 19.00 presso il Centro Didattico Athéna. Le attività principali che il Centro Assistenziale IGEA intende ampliare sono: # la conoscenza e diffusione delle possibilità di aiuto e di cura in ambito domiciliare; favorire e/o collaborare a forme partecipative di intervento socio-sanitario; #organizzazione e promozione di centri di assistenza diurna per disabili, minori ecc.; # promozione di assistenza sociale, umana, sanitaria, psicologica e riabilitativa; # organizzazione e promozione di qualsiasi iniziativa utile alle famiglie in difficoltà; Il Presidente G. Termini invita professionisti,

Vi aspettiamo su Mattina Ignazio: Tel. 389 8379622 Mattina Liborio: Tel. 328 8036525 Diana Lucio: Tel. 338 1738603 Via Vitt. Emanuele, 303 - Canicattì (AG)

Caffetteria

Re Mida

Centro colazione e aperitivi Loung BarMusic Drinc RAVANUSA Corso della Repubblica, 240 Tel. 338 9139776

casalinghe, insegnanti, pensionati, sportivi e operatori del settore a dare il loro contributo a seconda delle proprie capacità ed esperienze al fine di organizzare e condurre tutti quegli interventi che favoriscano la migliore tutela dei disabili e dei soggetti in condizioni di disagio per garantire loro "pari opportunità" e "migliore qualità di vita". Gli interessati possono fare richiesta di adesione, alla segretaria dell'associazione in Via Fogazzaro n° 8 Campobello di Licata presso la sede operativa del Centro Didattico Athéna" o telefonare al 380.6304634.


17

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

Notizie da Campobello

La Pubblica Assistenza Karol Wojtyla inaugura l'unica ambulanza pediatrica dell'Agrigentino di Giovanni Blanda Nella piazza Giovanni Paolo II allietare l'arrivo del nuovo mez(Chiesa Madre), è stata inau- zo che sarà a disposizione della gurata domenica 22 aprile popolazione per i servizi sanitari scorso, la nuova ambulanza secondari, anche il presidente pediatrica della regionale di Anpubblica assipas Sicilia, stenza "Karol Lorenzo ColaWojtyla" di leo. Campobello di La pubblica asLicata, diretta sistenza Karol dal presidente Wojtyla di CamAngelo Orlando pobello di Licae affiliata Anpas ta, nata appe(Associazione na un anno fa, Nazionale Pubconta una quabliche Assirantina di volonstenze). tari attivi quotiPer l'occasione dianamente e la piazza si è innumerevoli colorata di soci-sostenitori arancio, grazie che svolgono anche alla preattività sanitaria senza di volone di protezione L'interno della nuova Ambulanza tari di altre pubcivile nel terbliche siciliane, ritorio agrigenticome Delia, Porto Empedocle, no, ma ha dato prova di grande Gela, San Giovanni Gemini. Ad operatività lo scorso mese di novembre nell'ambito dell'emergenza per l'alluvione del MessiA.I.S. nese, nel campo di accoglienza gestito dalla colonna mobile regionale di Anpas Sicilia a Saponara. Mediazione Immobiliare "Devo ammettere - COMPRAVENDITA che sono emozionato FABBRICATI E TERRENI per l'inaugurazione di - LOCAZIONI questa ambulanza

AGENZIA IMMOBILIARE SICILIANA

- PERIZIE E STIME - VISURE NOTARILI E CATASTALI

che mettiamo a disposizione della popolazione - ha spiegato il presidente della pubblica assistenza Karol Wojtyla di Campobello di Licata, Angelo Orlando -. Abbiamo allestito il mezzo con cura per i bambini, ma ovviamente ne potranno usufruire anche gli adulti. C'è tutta la buona volontà di crescere ancora sul piano della formazione sulle indicazioni di Anpas, che ritengo sia fra le poche reti nazionali valide per promuovere il significato di volontariato". Il presidente di Anpas Sicilia, Lorenzo Colaleo da parte sua ha detto - "La pubblica assistenza "Karol Wojtyla" di Campobello di Licata è fra le realtà più sane e vive nella rete di Anpas Sicilia. Non a caso l'abbiamo scelta come sede di coordinamento provinciale per

le nostre strutture presenti in provincia di Agrigento. Mi fa piacere riscontrare in questi volontari sempre grande entusiasmo a formarsi nei diversi settori di cui si occupano le pubbliche assistenze, al fine di dare alla popolazione risposte immediate e professionali, pur restando sempre nei canoni del puro volontariato". Il programma dell'inaugurazione è stato modificato subito dopo la tragica notizia della morte del sig. Calogero Profeta, che, dopo essere stato aggredito da due cani è spirato nel pomeriggio di sabato. Per solidarietà verso la sua famiglia, il programma previsto per l'inaugurazione ha subito l'eliminazione dei botti, della musica e dell'animazione.

Lutti

Mediazione Creditizia

FEDERAZIONE ITALIANA AGENTI IMMOBILIARI PROFESSIONALI

I volontari della Karol Wojtyla

La redazione de Lu Papanzicu esprime il proprio cordoglio ad Enzo Aquilino e famiglia per la morte del padre Alessandro.

PRESTITI PERSONALI FINANZIAMENTI MUTUI -

Via Cavour, 265- Campobello di Licata (AG) Tel. 0922 883767 Cell. 333 2203501 www.immobiliaresiciliana.it

Bar Minerva di Sferrazza & Burgio

Campobello di Licata (AG)- Piazza Marconi, 1

PATRONATO

Responsabile: Francesco Carletto

e-mail: epascampobello@alice.it

Via Michelangelo - CAMPOBELLO DI LICATA (AG) Tel/Fax 0922 883553 - Cell. 338 8752785


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

16 18

Maria Grazia Falsone presenta il suo “Respiro di…verso del tempo” di Filippo Cassaro Nella stupenda cornice dell'albergo Santa Tecla Palace di Acireale, il 31 marzo alle 19.00 la poetessa Maria Grazia Falsone ha presentato "RESPIRO DI ...VERSO DEL TEMPO" il suo ultimo lavoro poetico edito da Il Gabbiano.

Tenendo fede al suo slogan "Quando la poesia fa spettacolo" ha presentato il suo libro abbinando la recitazione con le altre forme d'arte e quindi: recitazione e canto moderno, recitazione e danza classica, recitazione e mimo, recitazione con attori professionisti e musica dal vivo, recitazione con video inerenti le tematiche delle poesie... Dulcis in fundo ha portato a battesimo un altro abbinamento: la recitazione della sua poesia con la danza del ventre suscitando scalpore tra i convenuti. Obiettivo della poetessa era quello di La poetessa Maria Grazia Falsone (in piedi) creare magia e dal folto pubblico in

I quadri di Antonio Pilato in Albania di Rosetta Romano

Dal 20 al 30 aprile presso il Centro Culturale italiano di Durazzo (Albania) ha avuto luogo un'esposizione dei quadri del pittore Antonio Pilato che, come sappiamo è originario di Grotte (AG). Di lui e della sua arte ci siamo interessati diverse volte non solo per il tratto personale e originale delle sue opere ma anche perché, come afferma il critico d'arte Salvo Sequenzia "La poetica della pittura di Antonio Pilato apre uno squarcio nel "cielo di carta" del mondo. È una "feritoia", ma è anche una "ferita". Ferire se stessi per ferire il mondo. Infliggere alla carne lo squarcio che sacrifica, di se stessi, la parte più sublime. Riappropriarsi della propria vita, quindi, anche a costo di essere costretti alla marginalità. Nutrirsi di marginalità. È solo ai margini della società che si possono conoscere, insieme all'abisso, opere splendide, opere nate nella consapevolezza, tutta beckettiana, che la massima aspirazione di un artista non possa che essere che lo scacco, la fuga. Il superamento. Essere e dichiararsi postumi. Laddove ogni possibilità di comunicare è impossibile l'artista diventa colui che denuncia ogni illusione e ogni allucinazione ideologica e, rifiutando il linguaggio delle convenzioni, ha il coraggio di farsi carico di tale solitudine, di fallire fino in fondo. Per consegnare all'umanità, nuda e bruciante, la testimonianza della propria opera".

Parte del pubblico in sala

sala (costituito da autorità locali e magnati della cultura) si può ben dire che è stato un eclatante successo... basti pensare che nella sala c'erano quasi 200 persone.

I giovani dell'oratorio, volontari al reparto di pediatria Si sono svolti nel mese di Aprile scorso, alcuni momenti di animazione per i bambini ricoverati presso il reparto di pediatria dell'ospedale "Barone Lombardo" di Canicattì, a cura dei giovani Pietro Sacheli e Francesca Cipollina e dallo stesso Sal Marchese, presidente (da sx) Francesca Cipollina, Pietro Sacheli e sal Marchese del Movimento giovanile cattolico "I seguaci di Maria". Quiz musicali, indovinelli e palloncini colorati sono stati gli ingredienti che hanno portato alcune ore di gioia e di serenità ai bambini ed alle loro famiglie. Questo è il lato attivo della Fede cristiana: il volontariato.

Bar Sharon

Pizzeria Spaghetteria Gelateria Via Olimpica 92029 Ravanusa Cell.: 338 4668803 info@barsharon.it www.barsharon.it

Cartolibreria “ Don Bosco” di Caizza & C.

Una delle opere di Pilato

Campobello di Licata, Via G. Cascino, 20 tel. 0922 870.160


19

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

Buono a Sapersi

A giugno il digitale terrestre arriva in Sicilia di Giuseppe Lana

Dal prossimo mese di giugno avrà inizio in Sicilia il processo del passaggio alla televisione digitale terrestre! Tutti i comuni della nostra isola dall'11 fino al 30 giugno eseguiranno il cosi detto Switch-off, e tutti i canali analogici verranno spenti a favore dell'accensione di quelli digitali. Per continuare a ricevere i tuoi programmi preferiti e vederne tantissimi altri nuovi basta un semplice adeguamento. Se non l'hai già fatto puoi comprare un televisore di nuova generazione con tuner digitale integrato, oppure se hai intenzione di tenere il tuo vecchio tv puoi acquistare e collegare un decoder per il digitale terrestre. Lo Switch-off verrà eseguito durante la mattinata del giorno stabilito del tuo comune. La Rai ha già predisposto la pianificazione e le date della transizione tele-

visiva nell'isola. Ecco il calendario dello Switch-off della regione della Sicilia: # Dall'11 al 13 giugno: i comuni delle isole minori da Pantelleria a Ustica, da Linosa a Lampedusa. # Il 18 giugno: il passaggio coinvolgerà i comuni della parte costiera orientale della provincia di Messina, capoluogo compreso, e l'isola di Lipari. # Dal 19 giugno al 20 giugno: saranno coinvolte le province di Catania, Caltanissetta, Siracusa e Ragusa. # Il 21 giugno: i canali della Rai passeranno al digitale nella parte occidentale della provincia di Agrigento, e nei comuni a sud di quella di Trapani. # Il 22 giugno: lo Switch-off arriverà nell'area nelle province di Enna, Agrigento, e

Statale 640: aperto un nuovo tratto e al via il secondo lotto Riaperto al traffico un altro tratto di sei chilometri e mezzo della nuova strada statale 640 su quattro corsie. Si tratta della parte finale dell'arteria e si trova in prossimità del bivio Vecchia Dama per Canicattì, nel territorio di Agrigento. Con l'apertura di questo tratto i chilometri di strada già riaperti su quattro corsie, due per ogni senso di marcia, salgono a circa 9. I lavori di ammodernamento della strada statale 640 hanno permesso fino ad oggi di riaprire complessivamente circa 18 chilometri sui previsti 34,600. Con l'apertura di questi nuovi sei chilometri e mezzo da Agrigento e fino a Canicattì Nord sono state eliminate tutte le deviazioni compreso l'attraversamento dell'abitato della città canicattinese. Ciò consente di accorciare notevolmente i tempi di

in gran parte di quella di Palermo. # Il 25 giugno: toccherà al resto della provincia di Trapani nei comuni ancora non digitalizzati. # Il 27 giugno: completerà il passaggio la provincia di Messina. # Il 29 giugno: terminerà lo Switch-off la provincia di Palermo con i comuni costieri e la città di Palermo.

Nuovo fermo nazionale degli autotrasporti Le associazioni Aitras, Aias, Assiotrat, Assiotrasport e i trasportatori aderenti a Forza d'Urto, comunicano di aver aderito al fermo dei servizi di trasporto su gomma a partire dalla mezzanotte del 27 maggio alla mezzanotte del 31 maggio. La decisione è stata presa al-

l'unanimità dopo un ampio dibattito avvenuto a Roma il 16 aprile scorso. La decisione per tale fermo è scaturita dopo aver appreso che il governo nazionale e quello regionale hanno disatteso le promesse fatte durante il fermo del gennaio scorso.

Cell. 339.3222289 e.mail: info@omars.it percorrenza. Ma lunedì 16 aprile si è svolta anche la cerimonia della posa della prima pietra per inaugurare l'inizio della messa in opera del secondo lotto dei lavori che riguarda il tratto nisseno della statale 640 che va da Grottarossa fino all'autostrada Palermo-Catania. All'evento, battezzato "Quando le opere si fanno", hanno partecipato diversi esponenti politici ed è stata presentata dal direttore regionale per Anas Sicilia Ugo Dibennardo e dall'amministratore unico di Anas Pietro Ciucci.

di SCIASCIA CALOGERO

RICAMBI PER MACCHINE AGRICOLE

Largo Martiti di Modena, 47 - Tel. 0922.877961 CAMPOBELLO DI LICATA (AG)


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

20

Le nuove frontiere della Medicina: Il benessere della persona (terza parte)

Intervista al Dott. Luigi Raia, medico nutrizionista a cura di Annamaria Pecoraro Circa un mese e mezzo fa, mese esattamente il 26 marzo scorso. il Dott. Luigi Raia, medico nutrizionista di Ravanusa (AG), si è recato a Sofia, in Bulgaria per essere intervistato dai mass media locali sulle sue teorie per uno stile di vita, dal punto di vista alimentare, sano e corretto. Tali interviste pubblicate sia su giornali a diffusione nazionale come pure sul web, hanno riscontrato interesse e apprezzamento non solo tra la popolazione ma anche tra il Governo bulgaro Le interviste pubblicate sul sito www.news359.bg hanno avuto nella prima giornata più di 80.000 visite. Al suo ritorno in Italia, anche noi abbiamo pensato di pubblicare una serie di interviste in cui il nostro nutrizionista cercherà di spiegare la sua teoria. Ecco quindi la prima… Dott. Raia, da anni Lei si occupa di nutrizione. Può dirci qual è la dieta che secondo il Suo parere, può aiutarci a vivere meglio e a ritrovare il benessere fisico. Da anni mi occupo di nutrizione e devo dire che da 30 anni a questa parte la Scienza della nutrizione ha fatto enormi progressi nel campo della ricerca. Nel campo applicativo, però, siamo ancora all'età della pietra. Ciò mi porta ad affermare che la dieta, in generale, rappresenta la più grande bufala della moderna medicina. E' infatti incontrovertibile che tutti, più o meno, facciamo diete per combattere obesità, grasso in eccesso, diabete, ipertensione e/o malattie cardiovascolari senza trovare un sistema capace di invertire questa tendenza. Le dirò di più. Tale tendenza va ogni giorno di più accenduandosi. Certo, quello che Lei afferma è vero, ma secondo la Sua opinione c'è un sistema che possa invertire questa tendenza? A mio modesto pare, si! La globalizzazione però è ormai molto invadente dal punto di vista di alimenti artefatti. Essi servono solo ad arricchire i produttori e a curare nuove dipendenze e quindi nuove patologie. Da più di 50 anni, infatti, dal punto di vista alimentare siamo trattati come i polli nelle gabbie perché le varie aziende, sin dalla nascita, ci hanno messo all'ingrasso. Cosa vuol dire con questa Sua affermazione? Una cosa semplice: già prima della nascita, invece di invogliare la puerpera ad allattare al seno o di trovare al latte materno un valido sostituto come il latte d'asina o di capra, l'esperto consiglia il latte in polvere o il latte di soia. In questo modo iniziano gli errori alimentari perché questo termine è di per se un abuso poiché il latte è solo quel liquido che secernono le ghiandole mammarie. Secondo Lei, quindi, il latte in polvere non ha le stesse caratteristiche del latte materno? Assolutamente no! Basta analizzare la composizione di tale "latte" per accorgersi che hanno la stessa composizione dei vari prodotti che l'uomo usa per allevare gli animali. E quindi? Quindi ci avviamo al nostro percorso di vita partendo già male poiché veniamo predisposti all'obesità e alla distruzione del nostro sistema immunitario. Il nostro ricevente, infatti, non riconosce tali alimenti e cerca di difendersi da questi prodotti chimici che il nostro corpo è costretto ad assimilare. Non riesco a capire, può spiegarsi meglio? Noi siamo stati abituati e indottrinati che la Scienza è fatta solo di biochimica e, quindi, solo di materia. Per cui tutto ciò che ha valore scientifico deve essere rapportato a questa premessa.


21

Anno XI - N° 121 Maggio 2012 Quindi, sino a quando non ci libereremo da questo indottrinamento saremo sempre punto e a capo. Le ultime ricerche scientifiche portate avanti dal celebre prof. Michele Trimarchi che è inventore della neuro psicofisiologia, hanno dimostrato che ogni unità biologica è composta da: MATERIA=INFORMAZIONE=ENERGIA. Ogni elemento, quindi, ha la sua Materia, la sua Energia e la sua Informazione e il nostro organismo, nel corso di milioni di anni ha imparato a riconoscerli e ad utilizzali ai fini energetici e plastici. I vari integratori o alto sono quindi disconosciuti dal nostro organismo? Si sono tutti inutili perché non sono a memoria genetica e, anche se possiedono la stessa composizione chimica, sono prive di energia ed informazioni adeguate. Allora chi è per esempio carente di ferro

cosa deve fare? Il nostro popolo siculo sino agli anni '50, pur in presenza di un alto numero di talassemici, sconosceva l'anemia da carenza di ferro. Questo perché il nostro alimento fondamentale costituito dal pane, aveva già in se una quantità di ferro a memoria genetica nota che ci preservava dalla carenza di ferro. E perché a tutte le donne in gravidanza vengono prescritti ferro e folina in compresse o in altra forma? E' molto semplice: dal nostro antico pane è stato tolto il ferro per motivi puramente commerciali. Ma nel pane che oggi consumiamo manca solo il ferro? Quello che noi oggi consumiamo e chiamiamo erroneamnte pane, non è più pane! In altri termini è come il latte di soia che

L'Agenzia del Territorio scova 1380 immobili fantasma: i dati consultabili online di Carmelo Vella Sono in totale 1.380, gli "immobili fantasma " scovati sul territorio di Canicattì. Lo si evince dagli avvisi di deposito, atti, che sono stati affissi all'albo pretorio e predisposti dall'Agenzia del territorio di Agrigento. Gli immobili, sottoposti a verifica, scoperti nei mesi scorsi dagli organismi tecnici dell'Agenzia del Territorio con una serie di controlli incrociati anche con il Catasto e con le utenze di Enel e Telecom non risulterebbero denunciati o sarebbero difformi rispetto a quanto dichiarato. I nominativi dei proprietari e le indicazioni catastali con numero di foglio di mappa e relativa particella da alcuni giorni sono disponibili, anche sul sito del comune di Canicattì. Ed è proprio da alcuni giorni che il sito del comune è intasato da centinaia di richieste di accesso non solo di curiosi ma soprattutto di quanti hanno il dubbio di essere incappati nelle maglie sempre più strette di uno Stato alla ricerca di risorse da tassare per fare cassa. Per i curiosi comunque non mancano gli elementi di esame come le numerose "Amministrazioni di fondi" di carattere religioso, congregazioni di frati e suore ma anche di fondi come quello di "Graziano di Buccheri" o ancora "del Principe di Trabia Palermo" sino a molti volti nomi dell'imprenditoria e della politica locale ma anche dipendenti pub-

blici ed addirittura imprese edili che risultano essere tra i trasgressori. In alcuni casi si tratterà con molta probabilità di errata trascrizione. In ogni caso gli interessati, in maniera comoda da casa, potranno prendere visione degli elenchi, fare le opportune verifiche e quindi avanzare richiesta di correzione o mettersi in regola per cercare di limitare i danni e soprattutto le sanzioni alla vigilia del primo calcolo dell'Imposta Municipale Unica sugli Immobili che da quest'anno colpisce in maniera molto pesante anche i terreni e gli immobili agricoli funzionali all'attività di conduzione delle aziende agro-silvo-pastorale. Il discorso dell'Imu però non dovrebbe portare alcun vantaggio ai Comuni, perché quelli sono soldi che andranno per la maggior parte allo Stato, e facendo un calcolo con le informazioni che si hanno per le prime abitazioni in città si dovrebbe pagare come un affitto o quasi. Inoltre, vi è anche la preoccupazione per la riforma del catasto e quindi il conteggio non si farà più sui vani ma sui metri quadri. Insomma una situazione complessa che andrà approfondita. Ovviamente adesso sarà compito dei proprietari fare istanza al catasto per chiarire la propria situazione.

di latte ha solo il nome. Noi oggi consumiamo un prodotto chiamato pane che però non ha più le caratteristiche storicogenetiche del pane che consumavano i nostri nonni. Quel pane, infatti, aveva un indice glicemico intorno a 45 mentre il pane di oggi ne ha 80/85. Ciò significa che il pane che noi oggi consumiamo viene assimilato dal nostro corpo come se fosse zucchero. Dott. Raia, l'argomento si va facendo sempre più interessante ma per motivi di spazio e per non dilungarci troppo, penso sia meglio continuare la sua intervista nel prossimo numero. Ma ci dia almeno una speranza. Posso solo dire che il nostro grano ci salverà poiché può rappresentare più dell'80% della nostra alimentazione. (continua nel prossimo numero)

Notizie da Canicattì

Comune: 150 le richieste di risarcimento per danni fisici per un totale di 340mila euro di Carmelo Vella La giunta municipale presieduta dal sindaco Vincenzo Corbo ha dato mandato all'avvocato Angela Santamaria di opporsi ai vari atti di citazione e di resistere in giudizio. Da qualche tempo a questa parte il Giudice di pace, soprattutto, ha mutato la sua giurisprudenza non riconoscendo fondate le richieste di indennizzo dei cittadini se non in presenza di elementi e testimonianze incontrovertibili assieme a documentazione medica e tecnica adeguata. Spesso il giudice rigetta le richieste di risarcimento danni, perché infondate, condannando i cittadini al pagamento delle spese di giudizio anche alla controparte. Bisogna comunque aggiungere che sono state invece diverse le condanne patite dall'ente in questi ultimi anni. Ad oggi, sono in totale 150 le richieste di risarcimento danni dei cittadini avanzate al comune di Canicattì per un totale di 340 mila euro.

Vi apsettiamo su www.lupapanzicu.it


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

22 Rubrica legale a cura dell’avv. Irene Di Dio

Ministero condannato nel caso di bocciatura ingiusta Bocciato all'esame di maturità artistica, ricorre al TAR Toscana, dove con sentenza emessa nel 2006, viene annullata la bocciatura. Di nuovo ricorre al TAR per ottenere dal Ministero dell'Istruzione, a titolo di risarcimento, la somma di euro 5.000,00 per il danno patrimoniale subito a causa del giudizio negativo riportato in sede di esame di maturità, ed annullato con la citata sentenza del TAR Toscana, chiedendo altresì un'ulteriore somma da quantificarsi in via equitativa per i danni non patrimoniali subiti a causa dello stesso illegittimo giudizio. In particolare, il ricorrente espone di aver frequentato, dopo la bocciatura e nelle more del giudizio instaurato innanzi al TAR, l'ultimo anno di corso presso un istituto privato e di aver superato, con esito positivo, l'esame finale. Pertanto agisce con azione risarcitoria, per ottenere il ristoro dei danni subiti in conseguenza dell'attività amministrativa illegittima, chiedendo la condanna del Ministero al risarcimento del danno quantificato nella misura di Ä 5.000,00 per il costo del "corso di studi" frequentato presso un istituto privato, oltre ai danni non patrimoniali. Il TAR riconosce sussistente l'elemento soggettivo che de-

ve sorreggere l'azione illegittima della P.A. al fine del risarcimento del danno: l'art. 16 dell'ordinanza ministeriale 8 aprile 2003, n. 35 statuisce che il colloquio finale dell'esame debba riguardare tutte le materie dell'ultimo anno, mentre il ricorrente, come accertato già dal TAR, è stato sentito solo su tre materie. Circa la lesione dell'interesse sostanziale al bene della vita, il Collegio ritiene che sia rinvenibile il giudizio prognostico positivo, da intendersi come sussistenza di maggiori possibilità di esito positivo invece che negativo, con riferimento alla supposta attività amministrativa legittima: il ricorrente fu interrogato solo su 3 materie rispetto alle 16 dell'ultimo anno di corso e su materie non specifiche rispetto all'indirizzo di studi, quali italiano, storia e anatomia artistica. Per siffatte ragioni il Collegio ha rinvenuto la possibilità che, qualora fosse stato sentito su tutte le materie, il ricorrente avrebbe potuto passare l'esame. In merito alla quantificazione, il TAR non ha riconosciuto sussistere un danno di natura non patrimoniale, bensì ha riconosciuto come provato un danno di Ä 5.000,00, pari al costo del corso di studi che il ricorrente ha dovuto sostenere.

CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI Sezione di Campobello di Licata (AG) - Via Napoli, 22 Tel. 0922878251 - Cell. 3356234026 Responsabile: Calogero Romano e-mail: ciacampobello@tiscali.it

RISTORANTE-PIZZERIA-SALABANCHETTI

SERVIZIO A DOMICILIO

Primi e secondi piatti Pizza SENZA GLUTINE Feste di compleanno Cene di gala Convegni e Banchetti

La Domenica pasta al forno e polli arrosto

Locale climatizzato - AMPIO PARCHEGGIO Partite di calcio Mediaset Premium

Via Aldo Moro, 262.264 - Favara - TEL 0922.33174

STUCCHIFICIO - ART. D’ARREDAMENTO GIARDINO E DA REGALO

GPS

di GATTUSO M. & C. S.n.c. 92029 RAVANUSA (AG)

Via Olimpia, 48 - Tel. 0922 881077 - Fax 0922 880080 www.gpsgattuso.it info@gpsgattuso.it

Caffetteria Paninoteca Insalate Grigliate miste di carne e verdure

Specialità: carne di cavallo alla brace P.za Giovanni Paolo II Campobello di Licata


23

Anno XI - N° 121 Maggio 2012

La ragazza del Mese... Maggio Nome: Sarah Meli Età: 24anni Nazionalità: italiana Dove vivi: Agrigento Dove ti piacerebbe vivere: in un posto esotico Cosa fai nella vita: mi divido tra segretariato e rappresentante senza mai tralasciare lo studio ovviamente Aspirazione: le aspirazioni sono tante, mi piacerebbe riuscire a diventare un bravo pediatra, ma so che l'impegno deve essere tanto I valori per te più importanti: la famiglia Cosa ti piace di più di te: le mie orecchie, dicono che sono perfette, ah ah ah Cosa ti vorresti rifare: nulla, mi piaccio così Non rinunceresti mai: al cibo,

adoro mangiare da buona mediterranea I tuoi pregi: la mia sensibilità I tuoi difetti: sono una lunatica cronica Per conquistarti un uomo deve essere: determinato 5 aggettivi per descrivere il tuo uomo ideale: innanzittutto deve essere se stesso, poi deve essere romantico, passionale, fedele, intelligente…! Il tuo sogno nel cassetto: non è uno in particolare... cerco di costruire ogni giorno ciò che è mio desiderio e impegnarmi nel realizzarli La tua citazione preferita: "Meglio tacere e dare l'impressione di essere idioti, che parlare e dissipare ogni dubbio” Il tuo motto preferito: "Mi piego ma non mi spezzo"

h a r a S

Abbonatevi AUTODEMOLIZIONI

Centro Autodemolizioni Commercio Rottami Ferrosi e non Ferrosi Ricambi Usati

CAMPOBELLO DI LICATA Via Marconi, 103 Tel. e Fax: 0922.879592 SOCCORSO STRADALE 24 h Cell. 338.7061711 Wwww.autodemolizionilamattina.i ee-mail: trasportilamattina@alice.it

Mensile fondato da Filippo Cassaro - Anno XI - N° 121 Maggio 2012 Registraz. Tribunale di Agrigento - Registro stampa n. 246 del 23/01/03 Direttore ed Editore: Filippo Cassaro - Vice Direttore: Rosalinda Nicotra Direttore Responsabile: Carmelo Vella - Correzione bozze: Giulia Ciotta Realizzazione grafica: Arianna Fontana - Responsabile sito internet: Piero Romano - Stampa: Sanfilippo Arti grafiche s.r.l.- Naro (AG) Direzione e Ammistrazione: Via del Saraceno, 2 - 92029 Ravanusa (Ag) - Tel. 328.0222019 / E-mail: lupapanzicu@yahoo.it - www.lupapanzicu.it

Affiliato

Contributi annui per ricevere a casa il giornale. Ravanusa e Campobello Ä 20,00 - altri paesi Ä 30,00 - Estero Ä 50,00 - Sostenitori Ä 50,00 - Arretrati Ä 5,00 Inviare con C.C. Postale N° 61128914 intestato a: Filippo Cassaro - Via del Saraceno, 2 - Ravanusa (Ag) o anche vaglia postale. L’Editore per garantire al massimo l’obiettività dell’informazione, lascia ampia libertà di trattazione ai suoi collaboratori, anche se non sempre ne può condividere le opinioni. La responsabilità degli articoli e delle lettere pubblicate è dei singoli autori - La collaborazione al giornale è gratuita. Chiuso il 30 Aprile 2012


Anno XI - N° 121 Maggio 2012

24 Ravanusa: La nostra collaboratrice Giulia Ciotta che si trova a Venezia per motivi di studio, il 2 aprile scorso ha compiuto 21 anni. A lei vanno gli auguri più sentiti dalla Direzione e dalla redazione de Lu Papanzicu.

e” t i e L e i z “Noti

Gesenzano (VA): Il 27 maggio Christian Buondonno, riceverà la Prima Comunione. In occasione di questo giorno speciale, da Ravanusa, il nonno Francesco Iacona, la nonna Mariella Giannone e la bisnonna Emanuela augurano tanta serenità e felicità al loro nipotino ricordandogli che gli vogliono un mondo di bene.

Esperienza trentennale

Esame della vista gratuito

Vasto assortimento vista e sole delle migliori marche Canicattì: via Carlo Alberto, 63 Campobello di Licata: Via Trieste, 2 - Tel. 0922 877444

Arco (TN): L'8 aprile scorso, nel giorno della Santa Pasqua, Eva Dal Corno ha festeggiato il suo 1° compleanno a Vicenza, nella casa dei nonni paterni Massimiliano e Rosanna. All'evento erano presenti anche i nonni materni Filippo e Rosetta Romano appositamente venuti dalla Sicilia. Circondata dall'affetto dei nonni, di papà Davide e mamma Elisa Cassaro, della zia Daria Dal Corno e dal cuginetto Matteo, Eva ha spento, tra gli applausi, la sua prima candelina.

Auguri per la Festa della mamma


Lu Papanzicu, Anno XI - n. 121- Maggio 2012