Issuu on Google+

Anno XI - N° 128 - Dicembre 2012 RAVANUSA Corso della Repubblica, 67 Tel. 0922.1981475 Cell. 328.0222019 e-mail: lupapanzicu@yahoo.it www.lupapanzicu.it

Affiliato Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in A.p./45% da DGB Agrigento

Che sia un sereno Natale e un felice 2013 Il

ale di Rava nu

sa

orn gi

Un altro anno se ne sta andato e un altro prenderà il suo inesorabile cammino nell'indifferenza di chi ha avuto tutto senza esserne mai sazio come i politici, anche locali, tutti venditori di illusioni e di false promesse. Ladri di sogni e assassini di possibilità per tutti noi, ma specialmente per i giovani. Quei giovani che hanno davanti a loro ancora tanti anni. La nostra speranza è che siano anni pieni di tutto e non pieni di niente, come lo sono stati i circa due decenni che abbiamo alle spalle. Noi, infatti, speriamo sempre e crediamo ancora, che tutto sia possibile e che il futuro, specialmente quello dei nostri figli, riservi loro e a chi non è più tanto giovane, strepitosi traguardi da raggiungere e favolose ripartenze. Auguri!

Filippo Cassaro

Agente: Paolo Romano

Agenzia Generale di Ravanusa

C.so della Repubblica, 190-Tel. 0922.874622 Fornitura di vasi Colonne Balaustre

di Falletta Vito & C.s.n.c.

LAVORAZIONE ARTISTICA DEL MARMO ARTE FUNERARIA SACRA PROFANA

Ravanusa - C.da Chianti Cell. Vito 328.2814351 - Cell. Lidio 320.1550074

Per la tua pubblicità su Lu Papanzicu chiama il 328.0222019 oppure il 347.6964142


2

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Riceviamo e pubblichiamo: A proposito di bollette Stiamo assistendo impotenti all'arrivo di esose bollette dell'acqua. Come non bastassero già quelle dello smaltimento rifiuti (aumentate maldestramente e alla cieca dai nostri cari sindaci che tanto ci vogliono bene). Molti, compreso il vostro giornale, lo avevano denunciato a suo tempo, ma il silenzio della "politica" è stato sordo e cieco, e quindi toccherebbe agire in maniera totalmente autonoma. Attraverso il voto referendario abbiamo espresso la nostra volontà, l'intero popolo italiano ha chiesto con il voto l'acqua pubblica, eppure ad oggi niente è stato fatto. Vorrei ricordare che l'Art. 1 della

RAVANUSA

Costituzione tra l'altro recita "La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione". Ed il referendum è espressione diretta della volontà popolare. Invece assi-stiamo inermi ad una "politica" che incurante di noi, continua a mantenere lo "status quo" nella totale assenza di dibattito anche nelle associazioni dei consumatori. Assenza

che mi porta a pensare che oggi, tali associazioni, non sono altro che corporazioni il cui fine è mantenere poltrone e privilegi, così come accade con i referenti dei partiti o comunque con gli "eletti" nei vari organi pubblici. Mi chiedo, difatti, dove sono i politici e i nostri rappresentanti nelle amministrazioni pubbliche, i sindacati, le associazioni e quanti altri dovrebbero tutelare la comunità? Sono forse dove sono sempre stati? Cioè chiusi nei loro palazzi a… Mantenere stretta la poltrona? Lettera firmata

Rag. Alberto Pirrera

Ti aspettiamo in via Cavallotti a Ravanusa ogni 2° domenica del mese

Agenzia di Ravanusa C.so Garibaldi, 240 - tel. 0922.876870

I sapori della nostra terra. Le nostre garanzie sono le nostre mani, le nostre esperienze, i nostri prodotti. Rinomata Specializzata Pasticceria Gelateria Rosticceria

Ravanusa - Piazza Crispi, 3 Tel. 0922.874414

IMBALLAGGI PER IL CONFEZIONAMENTO FRUTTA IN LEGNO - CARTONE E PLASTICA PALLET IN LEGNO E ADDOBBI VARI


3

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Nicotra Domenico Comune: si cerca di risparmiare di Rosalinda Nicotra Sarà finalmente messo in sicurezza ed ampliato il locale del-l'ex ufficio di collocamento il cui progetto esecutivo dei lavori di ampliamento dei suoi locali, era stato approvato all'inizio dell'anno. L'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Armando Savarino, ha infatti stipulato il contratto dei lavori per un importo complessivo di 22.930 euro, comprensivo di oneri di sicurezLina Iacona za. La vecchia struttura, verrà amplia-ta e quando i lavori saranno ultimati, l'amministrazione potrà risparmiare circa 10.000 euro annui di affitto, stante le di-chiarazioni del Consigliere comunale Lina Iacona che comunica anche le al-tre iniziative per la ridurre le tante spese. Tra queste: la riduzione delle auto blu (?), l'eliminazione di alcune linee telefoniche dirette e la creazione di un ufficio unico delle bollette in mo-do da monitorare costantemen-e e tenere sotto controllo le bollette Telecom, Enel gas e acqua.

Ingrosso cereali e concimi RAVANUSA (AG) - Via Carnelutti, 12 Dep. C.da Piano D’Accardo Tel. e Fax: 0922.874826 nicotra-domenico@libero.it

"Correre, Saltare, Lanciare" è già un successo” Si è disputata a Ravanusa presso lo stadio comunale, una manifestazione provinciale di atletica leggera, riservata alle categorie esordienti ragazzi e cadetti, l'iniziativa organizzata dalle associazioni Pro Sport Ravanusa e Grandi Eventi con la collaborazione dei comitati provinciali della FIDAL e dell'ACSI "Correre,Saltare, Lanciare" avviato da poco più di due mesi a Ravanusa per avviare più giovani possibili alla pratica dell'atletica leggera e, soprattutto, quello di distogliere i giovani dai vizi che oggi infliggono la nostra vita quotidiana.

Tanti auguri di buone feste! Dott. Diego Pagliarello Psicologo - Psicoterapeuta

Ansia - Depressione - Insonnia - Attacchi di panico - Paure Pensieri ossessivi - Problemi dell’infanzia e dell’adolescenza Tel. 0922 870223 - 333 3810 870 - 327 1513 905 P.zza Aldo Moro - Campobello di Licata

FARMACIA

Dr.ssa Nadia Testasecca Si effettuano Liste Baby

Omeopatia - Dermocosmesi Profumi - Preparazioni Galeniche Alimenti per Celiaci Prodotti per l'infanzia Chicco l 20% sui Sconti de ia er l'infanz prodotti p o Chicc

Ravanusa C.so della Repubblica, 56 Tel. 0922874184

RICEVE PER APPUNTAMENTO tel. 0922.401778 - 330.692585

Campobello di Licata (AG) in Via Vitt. Emanuele,166 Agrigento in Via Empedocle,111


4

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Agenzia generale del Dott. Gioachino Angelo Calà

Www.ergoitalia.it Vieni avanti, cretino! (F.S.) Stiamo ancora aspettando che i "salvatori della patria", coloro i quali dovevano spendersi per il bene del nostro paese, restituiscano l'idea che la politica è una battaglia per affermare valori e convinzioni, un servizio alla cittadinanza e non difesa di posizioni personali. Eppure, nonostante non siamo ancora in campagna elettorale, già si preannunciano flotte di candidature, per lo più le solite facce (o chi per loro), che fanno intuire la continuazione del nulla di questi ultimi anni. Venghino signori, venghino, fatevi avanti, c'è posto per tutti. Perché tanto, visto l'andazzo dell'amministrare la cosa pubblica, tutti possono farlo e senza difficoltà alcuna. Gli esempi sono tanti ed altrettanto palesi. Per chi vuole amministrare, non occorrono lauree o diplomi, non occorrono menti pensanti, ma solo allocchi che ti votino. Basta sapere fare quattro conti con le dita dei piedi e stare alla larga da tutti per non dovere dare spiegazioni. Tanto nessuno salirà mai sul palco per raccontarti quel che accade in "sala parto", nel ricovero per sordomuti. Vieni avanti, cretino, potrebbe essere il nuovo motto di reclutamento delle candidature, tanto è divenuto fin troppo facile e non ti devi nemmeno far venire il mal di testa per il troppo pensare se non si riesce a fare quadrare il bilancio per

soddisfare la sempre più rapace fabbrica dello stipendificio. Niente problemi, che ci vuole… Si accattonano addizionali di ogni tipo e sorta, naturalmente a scapito dei pensionati e di quei pochi lavoratori (razza in via di estinzione) ancora rimasti; si aumentano gli importi a carico dei cittadini su qualsivoglia tipo di servizio esistente e il gioco è fatto. I nostri politicanti del palazzo devono pagare "cambiali" e quindi elargiscono consulenze od altro! Se poi si devono strapagare i governatori della monnezza, basta aumentarne più volte la tariffa, anche se la crisi economica costringe tante famiglie a produrne meno degli anni passati, poiché oramai si privano anche del necessario. Per tutto il resto, si arrangi chi può. E qui casca l'asino, pardon il cretino: perché se già prima degli aumenti veniva difficilissimo pagare, adesso che siamo nel pieno tormentone della crisi e della decurtazione degli stipendi e delle pensioni, è diventato impossibile quietanzare le super tartassate bollette che ci arrivano a casa. Di conseguenza, piuttosto che ingrassare, le casse subiscono un dimagrimento! Ma di questo non frega niente a nessuno, intanto loro vivacchiano nel "bunker" in attesa che scada il mandato per poi ripresentare il revival. Tanto la mamma degli allocchi è sempre incinta!

n o u B e l a t a N

Agenzia di Ravanusa (AG): Corso della Repubblica, 175 - Tel. e Fax: 0922.881147 Cell. 338.2758713 - E.mail: cala.assicurazioni@libero.it Agenzia di Canicattì (AG): Via Regina Elena, 28 Tel. 0922.738614 - E.mail: cala.assicurazioni11@libero.it

Il lupo perde il pelo…. di Rosalinda Nicotra A Monti vanno riconosciuti tanti prestigi, tra cui quello della sua capacità nel velocizzare e far arrivare puntuale la pioggia di tasse nelle nostre case. Ciò dimostra che lo Stato, se vuole, sa risolvere in suo favore con efficienza e celerità la soluzione dei problemi che l'assillano. Se in Italia i diritti dei cittadini fossero riconosciuti con la stessa celerità, se il 118 arrivasse con la stessa puntualità, se un esame diagnostico fosse eseguito in maniera tempestiva e una pratica amministrativa godesse della stessa corsia preferenziale consentita alla fiscalità, potremo affermare di vivere nel paradiso terrestre. Ma a vivere in quel paradiso sono solo gli impiegati, gli arrivisti, che stanno a lamentare bassi stipendi e rischi licenziamenti invece che evitare attese, rinvii, intralci, lungaggini. Sarò ripetitiva, ma la si deve finire di pensare che il diritto è concepito come… una concessione, la domanda… una richiesta di grazia, il disbrigo di una pratica… un favore preceduto o seguito da… un dovuto omaggio. Se poi il cittadino per combattere questa inaccettabile situazione, si comporta con indisciplina e intolleranza non è da criticare. Questo perché, chi rappresenta il fulcro dell'amministrazione statale, regionale o comunale, con la sua condotta, contribuisce a rafforzare tale comportamento del cittadino.


5

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Una "Finestra su Ravanusa” di Filippo Cassaro Nei giorni scorsi mi è capitato tra le mani, quasi per caso, un depliant su Ravanusa e dintorni realizzato nell'Anno scolastico 1997/'98 dagli insegnanti e dagli alunni della II^ G della Scuola Media "A.Manzoni" di Ravanusa. Sfogliandolo e soprattutto leggendolo, ho realizzato che la produzione di

quel lavoro scolastico era stata una bellissima idea. Parlo di "Una Finestra su Ravanusa", un depliant in lingua italiana con traduzione in Inglese che, ieri come oggi, ha la funzione di aprire una finestra sul nostro territorio, sul Monte Saraceno, sulle Chiese, sulle tradizioni popolari, sulla gastronomia, sui paesi limitrofi. Un depliant che descrive al meglio e fa vivere la nostra cittadina con immagini a colori piene di bellezza che tuffano e portano il Campobello di Licata, Via G. Cascino, 20 lettore a vedere "qualcosa" che aptel. 0922 870.160 partiene alla nostra

Cartolibreria “ Don Bosco” di Caizza & C.

Storia. Di questo opuscolo realizzato su 44 pagine in quadricomia, prodotto dell'amministrazione comunale di allora, esistono ancora solo poche copie e non sembra sia stato degnamente utilizzato per lo scopo per cui era stato realizzato: promuovere le bellezze di Ravanusa e dintorni. Sicuramente una felice intuizione che, nel tempo, potrebbe diventare utile ed efficace se riprodotta in migliaia di copie con lo scopo di utilizzarla per quello che è: una guida semplice per tutti, soprattutto per i turisti che dovrebbero venire a visitare il nostro territorio. "Una Finestra su Ravanusa" come si legge nel depliant "è stata una esperienza didattica, frutto di un lavoro interdisciplinare che concentra l'attenzione su alcuni aspetti della nostra Città per offrire, attraverso notizie e fotografie, uno sguardo rapido sul patrimonio storicoculturale." E' giusto ricordare che a realizzare questa interessante e utile guida data alle stampe 14 anni fa per valorizzare il nostro territorio e per favorirne la conoscenza sia ai nostri cittadini che ai forestieri sono state le professoresse Cettina Galatiotio, Carmela Gallo, Liliana Fadda, Gaetana Montaperto e gli alunni Ilaria Bonelli, Candido Cani, M. Francesca Cipriano, Irene D'Auria, Giovanni Di Caro, Angelisa Di Rosa, Stefano Felletta, Vincenzo Favata, Antonino Gattuso, Calogero Gattuso, Liliana Mancuso, Cristina Messana, Vincenza Notorastefano, M. Teresa Paternò, Cristina Sciascia, Maria Sciascia, Valerio Sciascia, Giuseppe Scibetta, Agata Tasca, Angelo Vicari, Salvatore Vicari. A loro, a distanza di tanti anni, va il nostro grazie più sentito per essere riusciti a farci rivedere con la loro “Finestra su Ravanusa”, molte di quelle “cose” che pensavamo perse per sempre!


6

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Fenomeni (im)prevedibili di Rosalinda Nicotra E' impossibile prevedere certi fattori climatici, altrettanto impossibile prevedere il futuro. Ma prevenire ciò che può comportare l'imprevedibile diventa quasi obbligatorio e di dovere tra i servizi che un'amministrazione ci dà. Ciò solo e soltanto per una lineare e scorrevole tranquillità quotidiana. Inizio con un esempio che ha devastato famiglie e abitazioni: la condanna agli scienziati che non previdero il sisma dell'Aquila. Sarebbe stato più logico condannare le imprese che avevano costruito male, come sarebbe stato logico biasimare la mancata riparazione di strade con conseguenti danni ai ciclisti e pedoni. Tutto questo perché è chiaro che non bisogna sistemare le cose dopo che il danno è accaduto.

A Ravanusa, succede infatti che la mancata pulizia dei condotti fognari prima dell'arrivo delle piogge, causa poi eventuali sgradevoli scoppi delle fognature; la mancata riparazione o abbattimento di alcune case centenarie e crollanti a Ravanusa potrebbe causare in presenza di eventuali scosse sismiche, crolli e danni ai passanti; così come la mancata ridisinfestazione da parte del Comune in questo periodo in cui il bel tempo tiene ancora tra di noi zanzare, mosche e quant’altro. Importante anche la sicurezza sul lavoro,

specialmente ora che abbiamo un funzionario esterno stipendiato dal Comune che dovrebbe occuparsene. A tale proposito molti cittadini venuti in redazione ci hanno chiesto:” Ma la sua presenza e competenza serve veramente o è un incarico dato solo perché la legge lo prevede?”.

Giancarlo La Greca eletto Consigliere regionale della FIDAL di Elisa Cassaro

MACELLERIA - SALUMERIA

Ddal dal 1968

Iolanda F.lli Sanfilippo

Enoteca - Gastronomia

fa

rm

iz i

Farmacia Dr. Costanza Pietro

o

Via Catania, 48 - TEL. 0922 877932 - Campobello di Licata (Ag)

La

Il ravanusano Giancarlo La Greca è stato rieletto al Consiglio regionale della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera, nell'elezioni svoltasi a Palermo. La Greca è risultato il primo degli eletti con 2791 voti distanziando di circa 500 voti il palermitano Antonino Bruno. Presidente della federazione è stato eletto Gaspare Polizzi con 2514 voti, il nuovo presidente è Giancarlo La Greca un veterano dell'atletica leggera internazionale avendo fra l'altro allenato il grande dell'atletica Salvatore Antibo. Tornando a La Greca, va segnalato che Giancarlo, oltre ad essere il consigliere più votato dei 10 che sono stati eletti, è stato anche l'unico che paradossalmente ha superato come voti il candidato eletto alla presidenza. La Greca, è un ravanusano doc e un buon atleta nella specialità del mezzofondo dove vanta un personale di 8'30'' sui 3000 metri e 14'42'' sui metri 5000 (risalenti agli anni ‘90). Giancarlo, inoltre, è l' amina ed il motore della Pro Sport Ravanusa ed è suo il merito di aver cambiato in meglio il concetto di cultura dello sport nel territorio. Poiché da sempre si dedica e segue con passione giovani e amatori, incentivandoli e incoraggiandoli a praticare dell'atletica leggera, è diventato il punto di riferimento di tanti sportivi. Va inoltre ricordato che Giancarlo è anche il patron del Trofeo podistico “ACSI Città di Ravanusa”, appuntamento internazionale di mezz'estate giunto alla 20 edizione. Questa seguitissima e conosciutissima gara si svolge , come di consueto, il 16 Agosto di ogni anno. Nel corso dell'assise sono stati eletti anche i Consiglieri regionali (10) e i delegati (6) che si recheranno a Milano ad inizio di dicembre per votare (in rappresentanza della Sicilia) per i rispettivi rappresentanti, ma soprattutto per il Presidente federale chiamato a guidare la FIDAL nel quadriennio 2013-2016.

acia al tuo ser

Omeopatia Erboristeria Dermocosmesi Prodotti per l’infanzia

Su tutta la linea SOMATOLINE sconto del 15%

Si effettua consegna dei farmaci a domicilio Ravanusa - C.so della Repubblica 210 Tel. 0922874103

v


7

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Al "Mondial Karate Kyudokan" Fabio Lana conquista il Bronzo di Elisa Cassaro Il 4° Campionato Mondiale di Karate Kyudokan", si è svolta in Argentina nella Regione di San Luis. L'evento, dedicato al centenario della nascita del Sensei Jintatus Higa 10° Dan (padre e maestro dell'attuale caposcuola mondiale Sensei Oscar Higa 10° Dan) è stato organizzato dalla FEDAKKO (Federazione argentina di Karate Kyudokan) in collaborazione con il governo locale. In tale competizione, tra i karateki azzurri partecipanti erano presenti anche i ravanusani Lana Giuseppe Fabio e Sciandrone Vincenzo. Il primo ha conquistato ben 2 medaglie di bronzo classificandosi al 3° posto nella categoria 21-35 anni cinture nere specialità Kata (forme) e nella categoria 21-35 anni cinture nere specialità Kumite (combattimento). Il secondo, invece, ha dovuto accontentarsi di due 4° posto. Uno nella categoria 21-35 anni cinture nere specialità Kata (forme); l'altro nella categoria 21-35 anni cinture nere specialità Kumite (combattimento).

Succede ma… Non a Ravanusa! Mimmo Licata, Presidente del Consiglio comunale di Canicattì, ha approvato una declaratoria sulle materie di competenza di ciascuna commissione consiliare ed una direttiva riguardante la tempestiva trasmissione dei verbali delle sedute all'amministrazione comunale ed ai dirigenti. Questa decisione che riduce il numero delle convocazioni, si è resa necessaria ed è stata adottata per migliorare il funzionamento delle attività delle Commissioni consiliari e risparmiare sui gettoni di presenza dei componenti delle commissioni.

Incontro sulla disabilità In occasione della Giornata internazionale delle persone disabili, il "Centro Amico" di Ravanusa ha organizzato un incontro avente come tema "Disabilità… oltre la riabilitazione". All'evento che ha avuto luogo martedì 4 dicembre scorso presso la sede del CIF "Casa dell'accoglienza" erano presenti: la Presidente del "Centro amico", autorità civili, operatori e un folto e interessato pubblico che ha seguito con attenzione sia gli interventi dell'equipe medico-psico-sociale, sia le riflessioni e le esperienze vissute "sul campo" da vari operatori operatori.

AUTOFFICINA

MARIO LIPARI

* Personale altamente specializzato al vostro servizio! * Prezzi scontati * Esecuzione imediata dei lavori * Riparazioni Marmitte * Vendita pneumatici * Ricarica Aria Condizionata Ravanusa - Via S. Di Giacomo, 6 (vicino Scuola Media) Tel. 320 2190562 - 0922 880291

Il podio dei vincitori

P.zza Indipendenza, 14 Canicattì (Ag) Tel. e Fax 0922 85 41 99 s.m.s. 388 8951694

di Rinallo Gaetano Campobello di Licata (AG) Via Giudici Falcone-Borsellino, snc

Bar Sharon

Pizzeria Spaghetteria Gelateria

AUTODEMOLIZIONI

Centro Autodemolizioni Commercio Rottami Ferrosi e non Ferrosi Ricambi Usati

CAMPOBELLO DI LICATA Via Marconi, 103 Tel. e Fax: 0922.879592 SOCCORSO STRADALE 24 h Cell. 338.7061711 Wwww.autodemolizionilamattina.i ee-mail: trasportilamattina@alice.it

Via Olimpica 92029 Ravanusa Cell.: 338 4668803 info@barsharon.it www.barsharon.it

Campobello di Licata (Ag) ***

8

Via L. Giglia, 151 Tel. 0922 870071


8

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Anche a Ravanusa La giornata contro la violenza alle donne” di Rosalinda Nicotra Negli ultimi anni diverse istituzioni e vari enti come Amnesty international festeggiano "La giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne" è stata istituita dalla Nazioni Unite nel 1999. Da allora, il 25 novembre di ogni anno, diverse iniziative politiche e culturali cercano di far capire all'opinione pubblica che i diritti delle donne sono diritti umani a tutti gli effetti e che qualunque violazione di questi diritti è una violazione dei diritti umani. Scopo della campagna è, quindi, non solo far capire che la violenza contro le donne ormai non riguarda più solo le sue vittime, ma anche tutti noi in quanto cit-

tadini... E per ricordare una necessità sociale spesso sottovalutata e sensibilizzare i nostri concittadini e non solo, affinché tutte le forme di violenza sulle donne vengano eliminate, anche la Fidapa di RavanusaCampobello, presieduta da Lillina Destro, il 23 novembre corso - quindi con due giorni di anticipo, ha organizzato un incontro dal titolo "Fa che non ti manchi la voce". A tale iniziativa che si è svolta presso i locali della Biblioteca comunale di Ravanusa, erano presenti rappresentanti dei Comuni di Ravanusa e un numeroso pubblico che ha seguito con attenzione i video e le poesie sull'argomento.

Gli studenti occupano il "Saetta e Livatino” di Miriam Messana

I 482 studenti che frequentano l'istituto "Giudici Saetta e Livatino" di Ravanusa partecipando alla protesta studentesca, lo hanno occupato per qualche settimana per protestare contro il provvedimento del presidente del consiglio Mario Monti e dell'assessore alla Pubblica istruzione e dire NO ai tagli alla scuola. Gli studenti, che sono stati presenti nell'istituto anche la notte dormendo sui banchi oppure sul pavimento di aule e corridoi, non solo hanno occupato la scuola ma l'hanno autogestita con un programma ben stabilito e con dei significativi slogan quale quello che possiamo leggere nella foto: "Monti bussa pure. Tanto qui è Occupato". A preparare e organizzare i turni sono stati diversi studenti tra cui: Vito Di Maida, Federica Cutaia Flavia Zagarrio, Sabrina Galiano, Gabriele Giarrana, Gaia Seggio, Mario Zagarrio, Simona Gambino, Luigi Raia e Salvatore Chiolo. A dare una mano alla loro protesta, anche i rappresentanti di “Area 51” movimento scolastico canicattinese con largo seguito nella nostra provincia.

Lutti

Il 20 novembre scorso è venuta a mancare la signora Maria Giovanna Pagliarello. La Direzione e la redazione de Lu Papanzicu rinnovano il loro cordoglio ai figli Pina, Filippo e Mario Vinciguerra e famiglie.

BUON NATALE

SUPERMARKET di Anna Vizzì in Tedesco

Via Vitt. Veneto,48- Campobello di Licata (AG) Tel. 0922879320

Produzione Propria

Panificio

Specialità: Panettoni - Colombe Pane Casareccio Pasta Fresca

Pasticceria

Tavola Calda

Via Cavour, 233 - Tel. O922.877271 CAMPOBELLIO DI LICATA

Piazza XX Settembre, 10-12 Campobello di Licata (AG) Tel. 0922878588 Cell. 3336117135-3275621111


9

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Il dito nell'occhio

# Pericolo:

La foto che pubblichiamo è stata scattata in località Poggio Rotondo (Paitunnu) ed esattamente all'incrocio tra Via Solferino e Via Zara. Tale foto evidenzia come il terreno agricolo è ormai trattenuto a stento da quello che una volta era un muro di contenimento costruito con pietre. Oggi, purtroppo, tale muraglione è quasi inesistente e gli abitanti della zona hanno paura che, in caso di forti piogge, il terreno possa venire giù trascinando i massi sulle loro case. A detta degli stessi, a nulla sono serviti sino ad ora le loro richieste fatte al vari amministratori che da 10 anni a oggi si sono avvicendati alla guida di Ravanusa e quindi sperano che la pubblicazione di questa loro richiesta li possa aiutare. Sarà vero?

# Monte Saraceno:

Sembra incredibile, ma la strada che porta al sito archeologico di Monte Saraceno continua a rimanere al buio. Qualche tempo fa, la palificazione della linea elettrica fu installata grazie ad un privato che se ne accollò le spese. Successivamente vennero completati con l'installazione della linea elettrica e delle relative lampade che da più di un anno aspettano "qualcuno" che si assuma i costi per il consumo dell'elettricità. A questo punto sono in molti a chiedersi a cosa serve avere un sito archeologico se la strada che dovrebbero percorrere i visitatori e anche il sito, vengono lasciati nel buio più completo.

Perché abbonarsi a Lu Papanzicu? 1) Per ricevere ogni mese, direttamente a casa tua il giornale; 2) Per accedere gratuitamente ai nostri servizi: annunci e auguri (anche con foto) strettamente personali; 3) Per contribuire a far crescere un organo di informazione indispensabile nella nostra comunità. Quanto costa abbonarsi? 20,00 Ä per i residenti a Ravanusa e Campobello di Licata; 30 Ä per le altre parti d’Italia; 50 Ä per i residenti all’estero. Come fare per abbonarsi? Si può sottoscrivere direttamente l’abbonamento in sede incaricando anche qualche parente o amico di farlo oppure inviando la somma tramite c/c postale n. 61128914 intestato a: Filippo Cassaro, Via del Saraceno, 2 - 92029 Ravanusa (AG). PRENOTANDO ALMENO 4 PERSONE 10 ANTIPASTI VARI, 2 PRIMI PIU' GRIGLIATA DI PESCE MISTA, FRUTTA, DOLCE

ro

eu Tutto a soli 30

Osteria io' da Zio G

NOVITA' GASTRONOMICHE A BASE DI PESCE. LOCALE COMPLETAMENTE RINNOVATO, ANCHE NEI SAPORI.

a Canicatti' piazza DANTE, 20 - prenotazioni al: 320 390 38 99 www.xperilturista.it/osteriadaziogio

Grande generosità per la giornata della "Colletta alimentare” di Rosetta Romano Anche a Ravanusa sabato 24 novembre scorso, c'è stata una grandissima partecipazione alla 16^Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Grazie alla generosità di tanti concittadini, sono stati raccolti ben 2.364 Kg di alimenti che la Caritas Madre Teresa, della Parrocchia San Giacomo, provvederà a far avere a quanti vivono in condizioni di povertà e di bisogno. Questa raccolta alimentare è stato possibile attraverso un semplice gesto quotidiano come quello di fare la spesa Dalla Caritas parrocchiale di Ravanusa un sentito ringraziamento va: - A tutti coloro che hanno manifestato la loro generosità, condividendo i loro "averi" con i più bisognosi

- A tutti i volontari delle varie associazioni, gruppi e movimenti delle parrocchie che, con generosità, entusiasmo e dedizione, hanno consentito la realizzazione di questo grande evento di solidarietà - A tutti i supermercati di Ravanusa che hanno aderito a questa grande giornata di fraternità. Tutto ciò, anche se è una goccia nel mare del bisogno, è il segno più evidente che la generosità e la condivisione sono all'origine del reale cambiamento di tutti noi e, quindi, della società.

Lutti

La Direzione de Lu Papanzicu rinnova il proprio cordoglio al prof. Antonio Pilato e famiglia per la perdita della suocera Giuseppina La Greca, vedova Carmina.

Panificio

F.lli Loggia

di pane in pane... di gusto in gusto

di Loggia Vittorio & C. S.a.s.

L'antico pane con farina di Tumminia L'originale lo trovi solo da noi Ravanusa, Via Montebello - Tel. 0922 875254


10

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Alla libreria esoterica "Galleria Unione" - Milano Francesco Romano, milanese "made in Ravanusa", legge le sue poesie di Rosetta Cannarozzo “ La Sicilia è il miglior petalo del fiore Italia che, senza di esso, sarebbe spampinata". Con que-sto affettuoso omaggio alla sua terra d'origine, il poeta ravanu-sano Francesco Romano ha aperto il recital di poesie alla Libreria Esoterica del centro di Milano, messa a disposizione dal Cenacolo Sant'Eustorgio, storica associazione milanese che ospita poeti, scrittori e artisti vari. Accolto con simpatia e calore da un numeroso pubblico fatto da "milanesi made in Ravanusa" e non solo, Francesco a un certo punto ha ceduto il microfono alla nipotina di nove anni, Benedetta, che, in occasione della ricorrenza di san Francesco, ha composto una simpatica poesia per il nonno. "Buon sangue non mente"! E' proprio il caso di dirlo. Dopodiché, controllando una certa emozione, il nostro concittadino ha ripreso a declamare le sue poesie, ma la sua produzione è ormai così vasta da costringerlo a leggere solo una parte delle sue gradevoli composizioni poetiche scritte alcune in vernacolo e altre in lingua. In ogni caso, col cuore, con una buona padronanza delle strutture morfosintattiche, con uno stile scorrevole e un lin-

guaggio fresco e immediato, ca- comperata da suo padre quando pace di destare forti emozioni. A lui era ragazzo e recentemente grande richiesta, Francesco ha ereditata e rimessa in ordine. E, fatto riferimento alla sua plu- a questo punto, incoraggiato dal riennale esperienza di inse- discreto ma incisivo sostegno gnante al carcere San Vittore psicologico della moglie Camilcon la poesia "Stridon le chiavi" la, Francesco - con legittimo ordal messaggio profondo e dal goglio- ha letto alcune righe ritmo gradevole grazie al sa- della recensione fatta da "illupiente uso dei suoni onomato- strato Fiat", rivista della Fiat peici. E, sempre diffusa a livello con riferimento internazionale al proprio vissuche ha pubblicato, ma spostando to la poesia rele coordinate censendola così: spazio-temporali "All'auto, battezda Milano alla Razata Gisella dal vanusa della sua fratello Renato infanzia, Francesi legano tanti risco trasporta i cordi. Emozioni presenti nel forti e tenere mondo dei ricorinsieme, che Rodi con i versi di mano esprime in "Lu tancìnu", un dialetto inFrancesco Romano materialmente tenso e affilato agitato dall'aminel suono, fascico preside prof. Vito Patti - mi- noso nei colori e nei sapori che lanese made in Favara - che sim- evoca. Dietro, si avverte un paticamente ne ha mimato l'u- mondo poetico di suggestioni so. Dopo aver riscaldato col ca- che ricorda Camilleri e Sciascia. lore di "Lu tancìnu" il cuore del In primo piano, invece, Francefolto pubblico che l'ha ascoltato sco Romano mette i suoi senticon partecipazione empatica, menti più intimi, evitando però Francesco Romano ha letto i con abilità di cadere nel luogo versi del suo ultimo lavoro de- comune o nella celebrazione dicato alla Fiat Cinquecento, melensa".

Via Edison, 126 Campobello di Licata (AG) Tel. 0922 877286 Cell. 339 8107412

Recensione che condivido in toto e che fa onore al nostro amico che, a conclusione del piacevole pomeriggio, addolcito dalla degustazione di ottimi dolcetti di mandorla e cioccolato di Modica, ha messo a nudo il suo stato d'animo di uomo che, a causa della sua condizione di migrante, ha perso i punti di riferimento tanto che, quando torna al paese, si sente straniero in patria e la gente lo chiama "frustieri", come sinceramente racconta nella toccante poesia " Mi chiamano frustieri", inserita nella raccolta " 'Sa benedica", pubblicata nel 1997 e della quale mi piace riportare la prima e l'ultima strofa Quannu tuòrnu a lu paìsi mi chiamanu frustièri. Lu sièntu diri a tanti perchì nunn'ê sapìri unn'ê gghìri. […] E quànnu chìddi ca mi vuònnu beni hann'allassàri la vita di 'stu mùnnu màncu ê putìri fari lu frustièri Ca mi camìnanu darrièri.


11

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Il Premio "Lu Papanzicu" è già grande di Rosalinda Nicotra Ha solo 3 anni, ma visto il successo cre- Naturalmente il tutto è riuscito grazie alla scente di pubblico e di interventi, il Premio collaborazione di Salvatore Balsano, diret"Lu Papanzicu" sembra aver raggiunto la tore dell'Acsi regionale, della ditta Nicotra maggiore età. Alla Cerimonia di premia- Domenico di Ravanusa, del Comune di Camzione che si è svolta presso l'Auditorium del pobello di Licata, del Consigliere ProvinCentro polivalente di Campobello di Licata, ciale Lillo Lo Leggio, e dei seguenti sponsor: non solo erano occupati i 300 posti a se- Cooperativa Sociale I.S.T.A.S. e Le Coccole dere, ma decine di spettatori erano in piedi di Campobello di Licata; Calà Assicurazioni, per assistere ai vari momenti di premia- Ibla tour, e l'agenzia generale Groupama di zione sapientemente intervallati da bal- Paolo Romano di Ravanusa. Inoltre i collaletti, musica da camera e canzoni. Niente boratori Dino Callari di Demetra.info di era lasciato al caso, anzi, alcune importanti Canicattì per le foto, i ravanusani Giovanni mancanze dell'ultima ora sono state abil- Di Caro, per il filmato, Stefano Minacori che mente sostituite dal ha rifinito le stanostro inesauribile e tuette-premio e l'arinstancabile direttotista Mario Esposto e, re Filippo Cassaro inoltre, il poeta camche come sempre, ha pobellese Angelo Lupresentato l'evento. mia A collaborarlo nella che ha dedicato una presentazione è stasua poesia allo scomta la bravissima e parso prof. Carmelo simpaticissima ErGraci consegnandola manna Di Grado, una ai figli dello scomstudentessa universiparso che hanno ritaria di Campobello tirato il Premio alla di Licata. memoria del loro geTutti i premiati, alnitore. l’infuori del team di Un grazie particolare Filippo Cassaro con Ermanna Di Grado Canicattìweb, erano alla Dott.ssa Maria presenti per ricevere Ausilia Ciotta di Camcon orgoglio e soddisfazione, il giusto rico- pobello, per la sua disponibilità e collanoscimento per la loro opera. Il Premio con- borazione. Ad essi bisogna aggiungere e siste in una statuetta de “Lu Papanzicu” dare il giusto merito a tutti coloro che si accompagnata da un artistico attestato sono messi a disposizione di Filippo Cassaro sulla motivazione di tale riconoscimento per rendere più interessante la Cerimonia che, quest’anno è andato a questi settori: di premiazione: la bravissima Desiree D'APer la Poesia a Maria Grazia Falsone mico, una cantante diciotten(Acireale); pe la Danza ai fratelli Chiara e ne di Riesi, che ormai è divenAntonio Miccichè (Campobello di Licata); tata ospite fissa della manifeper il Volontariato al Centro Aiuto alla Vita stazione; la scuola di ballo (Ravanusa); per l’Informazione alla testa- "Calor latino" del maestro Grata giornalistica Canicattìweb; Alla Memoria ziano Di Prima che ha portato al prof. Carmelo Graci (Agrigento);per ben 6 gruppi di ballo; Angela l’Imprenditoria a G.L.T. Marmi (Campo- Maniglia, direttrice della bello di Licata); per l’Imprenditoria al- Scuola di Canto "Arcadia" di Fal'estero al Cav. Baldo Parisi (Gran Bre- vara che ha portato tre dei suoi tagna). Quest'ultimo, per chi non lo sa- migliori elementi e precisapesse, è un ravanusano emigrato in In- mente Samantha Gioia (12 anni ghilterra dove ha fatto fortuna nel campo di Licata), Giulia Bosco (16 andella ristorazione grazie anche alla sua ni di Favara) e Calogero Virone compagna Diana Withers, alla quale "Lu (15 anni di Palma di MontePapanzicu" ha donato un meritato atte- chiaro); l'Associaziostato. ne Culturale Musicale

CORRERE SALTARE

LANCIARE

La cantante Desiree D'Amico

Amici della musica "G. Marengo" di Campobello di Licata che ha partecipato con Lilly La Greca, Davide Farina, Melissa Giardina, Monica Lo Coco, Sofia Guarneri ed Eulalia Sferrazza, un sestetto di giovanissimi musicisti diretti brillantemente dal maestro Alabiso Grazia Valentina; la giovane promessa campobellese di danza classica Martina Cilia e un quartetto di giovani musicisti formato da Miriam Picone, Giovanni Intorre, Alessia Grasso e Giovanni Intorre. Che dite, abbiamo esagerato? Forse! Ma non è colpa nostra se "Lu Papanzicu" può contare sul supporto di tanti preziosi amici ai quali Filippo Cassaro, alla fine della serata, stanco ma finalmente rilassato, ha dato appuntamento al prossimo anno e…. Peccato per chi non c'era! Servizio fotografico di Demetra.info

Parte del pubblico in sala

Scuola di Atletica leggera

Alle ore 18,00 di ogni Lunedì e Giovedì presso lo Stadio comunale di Ravanusa

Per info 338 3024593


12

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Gli ospiti della 3^ Edizione Servizio fotografico a cura di Demetra.info

STUCCHIFICIO - ART. D’ARREDAMENTO GIARDINO E DA REGALO

GPS

di GATTUSO M. & C. S.n.c. 92029 RAVANUSA (AG)

Via Olimpia, 48 - Tel. 0922 881077 - Fax 0922 880080 www.gpsgattuso.it info@gpsgattuso.it


14

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Notizie da Campobello

E' Lillo Ciotta il presidente provinciale dell'Unione italiana Libero Teatro di Filippo Cassaro

L'Unione Italiana Libero Teatro (UILT), domenica 25 Novembre 2012, ha costituito il Comitato provinciale di Agrigento. Le Associazioni che ne fanno parte sono: Laboratorio Teatrale Città di Agrigento, La Lanterna Magica (Agrigento), Amici di Santa Rosa (Agrigento), Piccolo Teatro (Agrigento), Il Dilemma (Licata), Dietro le Quinte (Licata), La Svolta (Licata), Helios Artisti Associati (Campobello di Licata), Comu Veni si Cunta (Campobello di Licata), Teatroltre (Sciacca), Porta Vagnu (Sciacca), Barone Musso (Villafranca Sicula), Gruppo d'Arte Menfitano "G.Gaglia" (Menfi), Tersicoreum (Canicattì). I compiti del Comitato Provinciale sono: Coordinare le attività delle compagnie iscritte; Sostenere e promuovere le istanze sociali, culturali ed artistiche delle compagnie e dei tesserati; Relazionarsi con gli enti locali, con gli istituti e le associazioni cul-

turali presenti nel territorio; Ricercare finanziamenti di sostegno alle attività teatrali; Stipulare convenzioni con enti, aziende e singoli, utili all'attività delle compagnie; Deliberare sui progetti di attività proposti dal Presidente Provinciale e dalle singole compagnie. In tale seduta, i rappresentanti delle Associazioni presenti, chiamati al voto per espressa volontà di Giovanni Sardone, loro Presidente Regionale, hanno eletto Consiglio direttivo p’rovinciale. A presiederlo, è stato eletto all'unanimità, il sig. Lillo Ciotta della Compagnia Helios Aristi Associati (Il secondo da sx seduto).

Il Comitato Provinciale UILT ha sede a Campobello di Licata in via Edison, 134 - Tel. 09221837205.

Lutti

PATRONATO

Responsabile: Francesco Carletto

e-mail: epascampobello@alice.it

Via Michelangelo - CAMPOBELLO DI LICATA (AG) Tel/Fax 0922 883553 - Cell. 338 8752785

CALENDARIO ULTIME DONAZIONI Anno 2012 (in sede)

16 dicembre Bar - Gelateria - Pasticceria - Tavola Calda Si affitta elegante Location per tutte le ricorrenze con servizio Catering

Il Comitato Provinciale Uilt

A e c l r o te D

di Seggio

Produzione di panettoni artigianali di produzione propria e a lievitazione naturale e senza conservanti: Tradizionali - al pistacchio - al cioccolato, al gelato e con gusti e decorazioni personalizzate. Inoltre: torroncini - praline e ceste natalizie Via Edison,114 Campobello di Licata (AG) tel. 327/6706955-0922/877194 - e.mail:dolcearteseggio@virgilio.it www.pasticceriadolcearteseggio.it

Il 25 novembre è venuto a mancare il sig. Liborio Picone, padre di Giovanni Picone, Sindaco di Campobello di Licata. La Direzione e la redazione de Lu Papanzicu, rinnovano il proprio cordoglio a lui e alla sua famiglia.

BUONE FESTE


15

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Notizie da Campobello

Il missionario don Angelo Burgio ferito durante una rapina di Rosetta Romano Don Angelo Burgio, il missionario campobellese che dal 1979 presta c'erano dei ladri. Si sono trovati così di fronte un gruppo di persone la sua opera nella diocesi di Iringa, in Tanzania, è stato ferito nel che ha esploso dei colpi di pistola colpendo padre Angelo alle cocorso di un furto ai danni della parrocchia di Ismani avvenuto il 15 stole. Trasferito in ospedale è stato operato. Per fortuna i due novembre scorso. Prontamente soccorso, proiettili estratti dai medici non hanno è stato trasportato, per le cure del caso, leso organi vitali. presso l'ospedale di Iringa La famiglia di don Angelo Burgio, da CamFortunatamente le sue condizioni di salupobello di Licata, ha seguito e continua a te sono migliorate e non destano più parseguire, tramite l'ambasciala, la vicenda e ticolari preoccupazioni. Anche padre Herle fasi dell'indagine, anche se adesso le man, è dovuto ricorre al pronto soccorso sue condizioni di salute sono buone e il per farsi medicare alcune ferite. peggio è passato. I retroscena: Sul ferimento di Don Angelo Padre Burgio, don Angelo per tutti, dopo sono emersi nuovi particolari. La polizia 43 anni dovrebbe concludere la sua espeafricana ha infatti arrestato il fidatissimo rienza missionaria in Africa e rientrare in autista, nonché guardia del corpo di padre paese nel febbraio del prossimo anno. Angelo, con il sospetto di avere dato inforQuesto perché prima di Natale ha in promazioni utili ad un gruppo di ladri che getto di inaugurare il centro di accoglienavrebbero tentato una rapina ai danni del za per i malati di Aids realizzato con diversacerdote. Oltre all'autista e body guard, se donazioni. Don Angelo Burgio in ospedale sono state fermate 7 persone che avrebbero fatto parte della gang che voleva portare a termine il colpo. Pare che la guardia del corpo di don Angelo, abbia fornito informazioni utili alla banda sul fatto che in parrocchia c'era una stanza dove venivano custoditi dei soldi, frutdi Ciotta Luca e to di una raccolta di beneficienza ed alcuni regali che don Angelo è Rizzo Enzo snc solito fare ai suoi parrocchiani. Ma qualcosa non è andata per il verso giusto. Padre Angelo, e il suo aiutante, padre Herman, hanno sentito dei rumori e nella notte si sono alzati per verificare se

Bar Roma

LU PAPANZICU E’ SU FACEBOOK

Via Cavour, 153/155 - Campobello di Licata (AG)


16

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Notizie da Campobello

Festa d'autunno all'Istituto "S. Teresa del Bambino Gesù” di Carmela e Stefania

Gli ultimi frutti che la natura offre nell'anno al genere umano insieme ai piatti e ai dolci tipici della tradizionale "Festa dei morti", hanno rallegrato la tavola delle anziane ospiti dell'Istituto Santa Teresa del Bambino Gesù giorno 26 ottobre scorso. E' stata anche l'occasione per le suore ed il personale di dare un caloroso e doveroso benvenuto al nuovo Consiglio di Amministrazione sotto la cui guida si è pronti ad iniziare un nuovo percorso di lavoro nella continuità dell'accoglienza e dello spirito di servizio alle persone bisognose. Canti e poesie hanno allietato ulteriormente la serata. Particolarmente toccante il parallelismo fra l'autunno e la vecchiaia presente nella poesia di Enza Gruttad’Auria. Il Sindaco, Rag. Giovanni Picone, il Presidente del Consiglio .Giuseppe Vinci, l'assessore alla famiglia Dott. Santina Accascio e l'assessore provinciale Rag. Vito Terrana hanno voluto testimoniare la loro vicinanza all'Istituto e al neo Presidente Avv. Giuseppe Puntarello, chiamato a guidarle e a coordinare le diverse iniziative in progetto per il periodo natalizio.

L'intervento del Sindaco Giovanni Picone

Enza Gruttad'Auria declama le sue poesie

Buone Feste!

L'intervento del Presidente Giuseppe Puntarello

La pecora che bela perde il boccone Nuova Gestione

di Santamaria Christian

Calzature per bambini Campobello di Licata (AG) Corso Vitt. Emanuele, 206

Abbigliamento

Caffetteria Paninoteca Insalate Grigliate miste di carne e verdure

ANTONIETTA GUELI Campobello di Licata (AG) - Via Vitt. Emanuele, 84 - Tel. 0922.878916

CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI Sezione di Campobello di Licata (AG) - Via Napoli, 22 Tel. 0922878251 - Cell. 3356234026 Responsabile: Calogero Romano e-mail: ciacampobello@tiscali.it

Specialità: carne di cavallo alla brace P.za Giovanni Paolo II Campobello di Licata


17

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Notizie da Campobello Riceviamo e pubblichiamo la seguente “Lettera aperta”

Lutti

A ciascuno il suo: dall'oblio alla rimembranza Nell'anno 1953 venne stroncata l'esistenza di un fulgido giovine, promessa politica, eccellente amministratore pubblico, insigne avvocato: dr. Lillo Montaperto, componente regionale e segretario provinciale dell Democrazia Cristiana agrigentina, di già destinato all'Assemblea Regionale Siciliana, promotore e 1° Presidente del Consorzio "Tre Sorgenti", Sindaco plebiscitario del Comune di Campobello di Licata prodigatosi per opere idriche potabili pubbliche e per la conduttura idrica cittadina, per la fognatura comunale, per il 2° piano del palazzo municipale, per l'ospedaletto, per il decoro urbano ecc. ecc. Certamente una distratta Amministrazione pubblica, gli nomò un semplice raccordo viario, inconsistente via, irrintracciabile e di nessuna visibilità a causa dell'assenza totale di aperture di riferimento: la certa strada dell'oblio!

Il tempo galantuomo sempre lo ha gratificato nel ricordo popolare, indicandolo quale termine di paragone irraggiungibile da chi ne ha seguito le tracce: la sua Amministrazione viene ricordata per l'efficienza e l'umanità. Per rendere il giusto merito all'illustre scomparso, è stata inoltrata una richiesta alla disciolta Amministrazione, la quale scevra della necessaria caratura a recepire l'entità culturale della proposta, seguì quella certa strada dell'oblio. Alla neo Amministrazione è stata riproposta la dovuta riconoscenza per l'esimio sindaco "Vito", indicandogli il sito non ancora nomato: un viale che renda la dovuta visibilità per i meriti riconosciutogli dalla cittadinanza, dal popolo agrigentino, dai politici ed Amministratori del tempo.

106.00 Mhz

Nel trigesimo della scomparsa della signora Carmela Bella, la Direzione e la redazione de Lu Papanzicu rinnovano il proprio cordoglio ai figli Lillo e Mario Romano.

AUGURI

Giuseppe Sferrazza Montaperto (Ex Consiglier comunale D.C.)

Bar Minerva di Sferrazza & Burgio

Tel. 0922 876149 – sms line 333/2498304

Campobello di Licata (AG)- Piazza Marconi, 1


22

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Rubrica legale a cura dell’avv. Irene Di Dio

Giudice sei inoperoso! Scatta la sanzione per l’Avvocato Scatta la sanzione disciplinare se l'avvocato accusa il giudice di "inoperosità. Questo è quanto stabilito dal-la Corte di Cassazione a Sezioni Unite, con sentenza 30 di-cembre 2011, n. 30170, in quanto frasi offensive pro-nunciate in udienza, non pertinenti e non finalizzate alla difesa, sono contrarie alla dignità ed al decoro professionale. La vicenda parte dalle espressioni ingiuriose rivolte da un avvocato nei confronti del giudice di udienza, tra le quali si affermava che il giudice -(era nota in Procura per la sua inoperosità)". A seguito della querela sporta dal magistrato il Consiglio dell'Ordine, a seguito di procedimento disciplinare, dichiarò l'avvocato colpevole, ravvisando una violazione degli artt. 12 e 38 R.D.L., n. 1578 del 1993, irrogando la sanzione disciplinare della censura, poiché tali affermazioni non erano pertinenti né finalizzate alla difesa. A seguito di impugnazione il Consiglio Nazionale Forense applico la minore sanzione del-

l'avvertimento, anche alla luce della remissione di querela del giudice. L'avvocato, così proponeva ricorso in Cassazione adducendo, tra l'altro, la non integrazione dell'illecito ascrittogli per la mancanza dil clamore, disagio o disappunto che potevano suscitare queste frasi nei colleghi. La Suprema Corte ha ritenuto non meritevole di accoglimento questo motivo, in quanto bastano le risultanze testimoniali a comprovare l'addebito e non necessaria-mente debba coesistere lo sconcerto dei presenti. Difatti "lo sconcerto degli astanti" a seguito delle affermazioni pronunziate in udienze, non è rilevante, poiché la condotta tipica prevista dagli artt. 12 e 38 R.D.L., n. 1578 del 1993, consiste "nel compimento di atti non conformi alla dignità ed al decoro professionale, non essendo richiesto, quale vento lesivo, lo strepitus fori, e neppure previsto quest'ultimo quale aggravante dell'illecito".

Buono a Sapersi

Pericolo Stalking

130 donne uccise nel 2011 1 su 3 stalker dopo la denuncia, continua imperterrito a perseguitare la vittima 130 i persecutori risocializzati 550 denunce è la media annuale in Italia Non sono numeri presi a caso perché bisogna che li si prenda in considerazione aumentati di altri numeri di vittime non dichiarate, perché è questo che oggi si legge e si sente dai giornali: stalking, ovvero… quando una separazione significa morte. Lo si decifra come un immenso desiderio d'amore, ma purtroppo è ben altra cosa. Amore è quando c'è un sufficiente livello di maturità in entrambe le parti, che permette di mantenere sempre un livello di rispetto verso il partner sotto il quale non si deve mai andare, anche in caso di difficoltà o separazione. Ma quando una persona ha un livello d'immaturità tale per cui è incapace di gestire il rifiuto dell'altro, allora è facile che si trasformi in stalker con anche reazioni violente. L'attenzione che si trasforma in ossessione. Molestie quotidiane, silenziose, difficili da individuare e arrestare. E il sospetto diventa paura, erode la libertà fino a costringersi in una prigione soffocante. Questo è lo stalking: comportamenti ripetuti di sorveglianza, controllo, contatto pressante e minaccia che invadono con insistenza la vita di una persona per toglierle la quiete e l'autonomia. In principio la persona che frequentiamo si prende cura di noi, ci segue, ci offre l'ascolto "attento" che sempre avremmo voluto ricevere anche se in realtà raccoglie ulteriori informazioni oltre quelle che spesso raccoglie prima di quello che ci farà sembrare come il primo incontro. La persona è già divenuta, ancora in modo ignaro, una vittima!

Gli atti persecutori sono ora un reato ben definito, punito con condanne da sei mesi a quattro anni di reclusione. Dall'entrata in vigore della legge sullo stalking, il 25 febbraio 2009, è emerso un fenomeno dalle dimensioni allarmanti, portando alla luce centinaia di richieste di aiuto da parte delle vittime. Se i numeri impressionano per la loro crudezza, è ancor più sconcertante la casistica che l'introduzione del reato ha reso finalmente visibile e con la possibilità di intervenire: le vittime possono querelare subito lo stalker o chiederne prima l'ammonimento. Cittadini i quali con comportamenti persecutori sono riconducibili a molestie reiterate, sia sessuali che psicologiche, tali da causare uno stato di prostrazione che induce la vittima a modificare il suo modo di vivere quotidiano. Nello specifico, la legge aumenta le condanne come suddetto, e le pene sono aggravate se il fatto è commesso dal coniuge legalmente separato o divorziato o da persona legata alla vittima da relazione affettiva, se avviene a danno di un minore, di una donna incinta, di una persona disabile. Il reo è punito con l'ergastolo se, nell'escalation di atti persecutori accertati, uccide la vittima. Stalking è un termine inglese che indica una serie di atteggiamenti tenuti da un individuo che affligge un'altra persona, perseguitandola e generandole stati di ansia e paura, che possono arrivare a comprometterne il normale svolgimento della quotidianità. Questo tipo di condotta è penalmente rilevante in molti ordinamenti; in quello italiano la fattispecie è rubricata come atti

persecutori (articolo 612 bis del Codice penale), riprendendo una delle diverse locuzioni con le quali è tradotto il termine stalking. Il fenomeno è anche chiamato sindrome del molestatore assillante. Gli stalker si inquadrano in cinque tipologie: 1) il "risentito", caratterizzato da rancori per traumi affettivi ricevuti da altri a suo avviso ingiustamente (tipicamente un ex-partner di una relazione sentimentale); 2) il "bisognoso d'affetto", desideroso di convertire a relazione sentimentale un ordinario rapporto della quotidianità; insiste e fa pressione nella convinzione che prima o poi l'oggetto delle sue attenzioni si convincerà; 3) il "corteggiatore incompetente", che opera stalking in genere di breve durata, risulta opprimente e invadente principalmente per "ignoranza" delle modalità relazionali, dunque arreca un fastidio praticamente preterintenzionale; 4) il "respinto", rifiutato dalla vittima, caratterizzato dal voler contemporaneamente vendicarsi dell'affronto costituito dal rifiuto e insieme riprovare ad allestire una elazione con la vittima stessa; 5) il "predatore ", il cui obiettivo è di natura essenzialmente sessuale, trae eccitazione dal riferire le sue mire a vittime che può rendere oggetto di caccia e possedere dopo avergli incusso paura; è una tipologia spesso riguardante voyeur e pedofili. Che fare , quindi, in caso di Stalking? ...Denunciamolo!


16 18

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Non Aprea-mo a nessuno, siamo occupati di Gaetano Gatì

Ecco cosa sventola sulla facciata dei licei Classico e Scientifico "Ugo Foscolo" e "Antonino Sciascia" di Canicattì, uno slogan che dimostra, anche con l'ironia dei giochi di parole, come questa occupazione abbia un obiettivo preciso: il decreto Aprea. Questa proposta di legge che possiamo definire oltre che anticostituzionale anche antipubblica, colpisce, ancora una volta, quel bacino da dove vengono spesso trovati i, così detti, fondi anticrisi. Contro questa carenza del governo è stata adottata come migliore forma di protesta l'occupazione degli istituti. Un'occupazione che non prevede nemmeno l'interruzione di pubblico servizio, infatti, gli uffici di segreteria e di presidenza vengono lasciati liberi di svolgere le normali funzioni. Ciò per dimostrare come gli alunni, anche nelle forme di protesta più incisive, agiscano in modo legalitario. Tale comportamento è stato compreso appieno dalle forze dell'ordine che hanno dimostrato grande flessibilità anche, e soprattutto, verso i ragazzi referenti. Ossia i rappresentanti d'istituto e consulta dei due licei. Unico ostacolo lo si coglie nella dirigenza e, a conferma di tutto ciò, riferiamo che giorno 19/11/2012 è partita una circolare rivolta a tutti i genitori, in cui veniva affermato che la nostra forma di protesta costituiva reato e ciò non è affatto vero. A risposta di quel documento, oltre che un'ancor più massiccia presenza durante le attività dell'occupazione, gli alunni dei licei hanno fatto girare un'altra dichiarazione in cui affermavano, anche attraverso una sentenza del Tribunale di Siena, come, quanto affermato il giorno precedente, fosse infondato. Nonostante questi eventi, a cui si risponde prontamente, siamo in grado di dire che la nostra forma di protesta non è intesa né dai rappresentanti né dagli alunni come una sterile perdita di tempo ma come un momento o un'esperienza formativa che sviluppa quei concetti i quali, forse a causa della cristallizzazione della scuola italiana, non vengono approfonditi

abbastanza, come il libero pensiero, lo scambio di idee e la presa di posizione verso un determinato argomento. Ricordiamo inoltre che gli eventi di carattere culturale si susseguono, soprattutto, nelle ore mattutine. Riportiamo, ad esempio, l'evento di giorno 20 novembre scorso in cui sono stati creati degli sportelli dove venivano trattati, da parte degli studenti stessi, tematiche come il giornalismo, la tecnologia, le differenze fra sistemi elettorali, l'arte e così via. Tutto ciò è sensibilmente collegato al comitato Area 51, di cui gli istituti sono fondatori, gruppo che si sta dimostrando una formidabile arma d'informazione, che purtroppo manca in molte realtà. Altro insegnamento che ci fornisce questa esperienza è come l'informazione possa non solo "salvare il mondo", come ebbe a dire in un suo film, Robbie Williams, riferendosi alle parole, ma addirittura cambia il mondo, lo muta e lo plasma a uso e consumo di coloro che lo vivono invece di amministrarlo; questo vorrebbero gli studenti e per questo si stanno compattando. Per avere dalla scuola tutto ciò che possa far di loro grandi uomini del futuro, così da creare generazioni sempre vincenti oggi più di ieri, perché il nostro territorio lo merita.

CAMPOBELLO DI LICATA - Via Umberto, 137 Tel. e Fax 0922.879730 Cell. 338.3729272 e.mail: d.puleri@virgilio.it

Via Pirandello, 22-24 Tel. 0922 831916 334 9836730 Canicattì (AG)

Isola Carmela Abbigliamento donna a

Calzature a

Accessori

a Naro - c.so Vittorio Emanuele, 117 tel. 0922 958970


19

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Giuliano Boursier ospite della Scuola di canto "Arcadia” di Filippo Cassaro

Giuliano Boursier ha svolto uno stage a Favara il 4 novembre scorso. Lo stage è stato organizzato da Angela Maniglia, infaticabile direttrice della Scuola di canto "Arcadia" di Favara, presso l'"Exagon", un locale di Agrigento già attrezzato per tali manifestazioni poiché, settimanalmente, ospita eventi musicali, Karaoke e serate danzanti. La presenza di Giuliano Boursier, noto direttore d'orchestra, presente in vari festival di Sanremo, produttore artistico e discografico di molti talenti musicali come Luca Di Risio, è stata accolta con grande entusiasmo poiché ha offerto un contratto ad un'allieva della

Scuola stessa, Maria Rita Troisi. Con tale contratto, Giuliano Boursier ha offerto una possibilità concreta ad un talento della Scuola "Arcadia", dandole l'opportunità di entrare nel mondo della musica, desiderio di chiunque coltivi questa passione. Forte della sua esperienza e professionalità, Boursier ha dispensato ottimi consigli agli allievi provenienti da varie parti della Sicilia che si sono esibiti e hanno ricevuto preziosi consigli tecnici, utili per una crescita artistica. Angela Maniglia, ancora una volta si è dimostrata molto attenta nell'offrire ai

suoi allievi la possibilità di incontrare dei professionisti che possano essere d'esempio per arricchire le loro conoscenze musicali e con tanto entusiasmo continua la sua instancabile opera nel nuovo anno accademico della Scuola "Arcadia" i cui locali si trovano a Favara (AG) in Corso Vittorio Veneto.

Vuoi pubblicare un articolo su Lu Papanzicu? Ecco cosa devi sapere... Il giornale è aperto alla collaborazione di tutti e gli eventuali articoli vanno consegnati in redazione o spediti alla nostra e-mail lupapanzicu@yahoo.it entro il 25 di ogni mese. Gli articoli o le segnalazioni devono riportare il nome e il recapito postale e telefonico dell'autore. Se è il caso devono essere corredati anche da foto. GLI ARTICOLI PIU' LUNGHI DI 2.500 BATTUTE SARANNO TAGLIATI A DISCREZIONE DELLA REDAZIONE OPPURE NON SARANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE. Articoli proposti da uomini e partiti poli-

tici, si pubblicano solo a pagamento in spazi autogestiti. Lo stesso vale per gli articoli “pubblicitari” inviati da associazioni e scuole. A pagamento sono anche eventuali articoli o quant'altro da noi non espressamente richiesto. Si avverte che il semplice fatto di aver inviato materiale non costituisce garanzia alcuna di pubblicazione. Nessuna giustificazione è dovuta per la mancata pubblicazione. Gli spazi Lutti e Notizie liete sono gratuiti per gli abbonati, ma solo per i loro eventi strettamente familiari.

Chi asino si fa, ognuno lo cavalca

di Rosario Licata

RIPARAZIONE BICI E ACCESSORI Tel.0922.421871

Via C. Salinari, 6 - 92026 FAVARA (AG) - Cell. 328 9438985 e-mail: realbike@hotmail.it


20

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Buono a Sapersi

A proposito di disabili e strisce blu Il parcheggio è un diritto soggettivo degli utenti della strada. Tuttavia oggi questo principio cardine della circolazione stradale, non sempre si presenta così scontato per come dovrebbe. Negli ultimi tempi infatti, assistiamo ad un asfalto che è diventato multicolore: strisce rosa per le future mamme, strisce bianche, zone blu. E poi ci sono le strisce gialle per indicare la riserva dello stallo di sosta per le persone disabili, gli autobus, i taxi ecc. Di tutti gli argomenti che riguardano il problema da sempre dibattuto della sosta, si vuole limitare l'attenzione al controverso rapporto disabili e loro diritti/sosta a pagamento, diritti che vengono tutelati dalla Legge che a sua volta stabilisce anche delle precise sanzioni per punire i "daltonici" che hanno poco rispetto di chi è meno fortunato di loro. Da una parte, la Legge, da decenni rivolge attenzione alla tutela del diritto alla mobilità di quanti, ogni giorno fanno i conti con gravi limitazioni anche di carattere motorio e ne sono esempi lampanti: la grande propensione all'abbattimento delle barriere architettoniche, l'obbligo per i mezzi pubblici di dotarsi di sistemi tali da essere accessibili anche ai cittadini con problemi di deambulazione e la possibilità attribuita ai Comuni ,dall'art. 7 del C.d.s., di riservare limitati spazi alla sosta dei veicoli condotti o che trasportano persone disabili. Dall'altra, però abbiamo una recente sentenza della Cassazione che fa ancora molto discutere, perché ha inequivocabilmente stabilito che i diversamente abili, non sono esentati dal pagamento del ticket o dall'esposizione delle park card quando sostano nelle aree di sosta a pagamento note come

zone blu. Vediamo però, quanta normativa si riferisce al problema in argomento e cosa è cambiato finora: L' art. 11 del DPR 24 Luglio 1996 (n. 503), permette la circolazione e la sosta dei veicoli al servizio dei disabili anche quando queste sono sospese o limitate; consente inoltre la circolazione nelle zone a traffico limitato, e nelle aree pedonali urbane, oltre a prevedere almeno un posto riservato ogni 50 disponibili. Con nota ministeriale n° 2679 del 21 Ottobre 2005, il Direttore Generale della motorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha permesso di consentire ai disabili la sosta gratuita anche nelle aree a pagamento, al di fuori dei posti loro riservati, quando questi sono occupati. L'effetto di questa nota però è stato annullato da una sentenza del TAR del Lazio (25 Maggio 2006 n° 6044) il quale ha accolto il ricorso di una società privata che gestisce parcheggi pubblici a pagamento perché nella convenzione di affidamento della gestione di tali parcheggi tra Amministrazioni comunali e tale società dovrebbe essere definito il bilanciamento tra l'interesse pubblico ad agevolare la mobilità dei disabili e l'interesse privato a trarre il profitto dell'attività imprenditoriale di gestione di parcheggi a pagamento. Anche la sentenza n° 21271 del 2009, della II sezione civile della Corte di Cassazione stabilisce che non è previsto da nessuna norma che il veicolo al servizio di un disabile debba beneficiare della gratuità della sosta qualora è parcheggiato in uno stallo a pagamento. Successivamente il 5 Ottobre 2010 è stata approvata all'unanimità dalla Commissione

Trasporti una risoluzione dove si chiede al Governo di attivarsi per consentire ai disabili di usufruire gratuitamente dei parcheggi a pagamento, in funzione del fatto che i posti loro riservati sono spesso assenti o insufficienti e quando ci sono capita di vederli occupati da veicoli non autorizzati. Il Ministero dei Trasporti con nota protocollo n° 4699 del 19 Settembre 2011 ha stabilito che i veicoli al servizio dei disabili, muniti dell'apposito contrassegno arancione, potranno sostare gratuitamente negli stalli a pagamento, qualora il Comune lo consenta nella sua discrezionalità amministrativa. Dunque la parola ai Comuni; ognuno decide liberamente, così ci sono Enti che hanno deliberato la sosta gratuita dei disabili nelle aree di sosta a pagamento e Comuni che non permettono questo privilegio; in sintesi: "la legge è uguale per tutti". Di conseguenza, noi Agenti di Polizia Municipale, che ogni giorno operiamo sulla strada veniamo travolti da questo problema che ci vede spesso combattuti tra l'applicare la normativa vigente ed il buonsenso che ci porta ad essere vicino ai problemi dei portatori di handicap. E' pur vero che la gratuità dei posteggi nelle "strisce blu", si traduce in un vantaggio meramente economico per il disabile che nulla ha a che fare con la sua difficoltà motoria, per come si legge nel corpo della sentenza n° 21271/2009 della Cassazione, ma in alcuni casi, l'assenza di parcometri, crea non poche difficoltà al diversamente abile costretto a recarsi nei punti vendita convenzionati per acquistare il ticket. Altro problema strettamente correlato a quello di cui sopra, riguarda il rapporto tra uso e abuso del contrassegno invalidi.

Di frequente i Comandi di Polizia Locale si trovano, costretti da certificazioni mediche forse troppo benevoli, a rilasciare contrassegni a persone che forse ne potrebbero fare a meno. Ne consegue che l'inflazione di contrassegni e relativi duplicati, rendono insufficienti le aree riservate ai disabili con serie difficoltà per i "veri invalidi" a trovare soste disponibili e adeguate alle loro necessità. Bisogna, secondo me, aumentare le operazioni di controllo e repressione per sanzionare chi occupa abusivamente i posteggi riservati ai disabili ma anche punire duramente i furbi che fanno un uso improprio del tagliando arancione augurandoci che in questa operazione di controllo e repressione veniamo collaborati anche dall'Ordine dei medici, affinché sensibilizzi i propri iscritti e le Commissioni Mediche dei distretti ad una maggiore correttezza professionale, concedendo la certificazione medica solo ed esclusivamente a individui con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, come previsto dalla normativa di legge. Ma comunque rimane a noi, Polizia Municipale, l'arduo compito di lavorare in strada a diretto contatto con i vari utenti che convivono con l'asfalto multicolore e problemi di carenza di posti dove sostare, combattuti tra il Codice della strada e il nostro buonsenso.

L’Assistente Capo della Polizia Municipale di Porto Empedocle Deni Maria Rita

BAR - PRIMA COLAZIONE - GELATERIA RICARICHE TELEFONICHE - PAGAMENTO BOLLETTE Via Toselli, 2 - Tel- 0922 853935 - CANICATTI’ (AG)


21

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Sevizi floreali in tutta la Sicilia Vasto assortimento di piante e fiori - Servizi Matrimoniali Composizione floreali accurate per ogni ricorrenza - Idee regalo Corone e cuscini funebri - Composizione fiori artificiali Vasi in vetro e ceramica - Oggettistica - Servizio a domicilio di Diego Fazio - Via Nazionale, 19 - Canicattì cell. 3890560519

di Portannese Elio Gioachino Salumeria - Panineria - Punto Caldo Tel.346 2112070 Via Cap. Maira, 70-72 - Canicattì

Bar Piccadilly di Antonio Brunetto

Panineria-Gelateria

Campobello di Licata (AG)-Via Umberto , 241 Tel. 0922870338

La ragazza del Mese... Dicembre Nome: Luana Età: 19 Dove vivi: a Campobello di Licata Dove ti piacerebbe vivere: per il momento non ho preferenze Professione: servizio civile Aspirazione: io non pretendo nulla dalla mia vita quotidiana ma cerco però in tutti i modi di realizzare i miei progetti, i miei desideri e i miei sogni con umiltà, fatica, impegno e laboriosità. Fin da piccola ho avuto l'immenso piacere e desi-derio di entrare a far parte delle forze armate e sto mettendocela tutta per riuscirci I valori per te più importanti: l'amore che è la base dell'esistenza umana e dei rapporti sociali e in-fine l'amicizia Cosa ti piace di più di te: gli occhi, perché è attraverso gli occhi che io esprimo i miei stati d' animo Cosa ti vorresti rifare: assolutamente niente Non rinunceresti mai: Non rinuncerei mai alle persone che mi vogliono bene e quindi in particolar modo alla mia famiglia, soprattutto al mio adorato "papino" che mi accompagna in tutte le mie scelte I tuoi pregi: sono simpatica, sincera, generosa, dolce, allegra e altruista I tuoi difetti: sono troppo istintiva, testarda, orgogliosa, lunatica eee... poi che dire?? Piena di contraddizioni, forte, ma fragile nello stesso momento Per conquistarti un uomo deve essere: qualche anno fa sognavo il principe azzurro, biondo, alto e con gli occhiazzurri, ma crescendo e avendo avuto delle esperienze, ho dedotto che il principe azzurro non esiste e che nella vita la bellezza conta sì, ma relativamente perché un giorno essa sfiorirà e sarà abbattuta. Invece il carattere, l'anima e lo spirito di una persona rimarranno per sempre. Spero quindi di trovare un ragazzo che mi faccia star bene 5 aggettivi per descrivere il tuo uomo ideale: dolce, sincero, romantico, intelligente e rispettoso Il tuo sogno nel cassetto: sogno e spero di avere nel futuro un lavoro sicuro, essere indipendente e di costruire una famiglia La tua citazione preferita: per essere grandi bisogna prima di tutto saper essere piccoli.. l'UMILTA' è la base di ogni vera grandezza Il tuo motto preferito: mai dire mai...

a n a u L


23

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012

Campobello: Il 12 novembre scorso, Desiree Fontana ha compiuto 7 anni. Tanti auguri da mamma Marilena Mannarà, da papà Carmelo, dal fratello Alfonso e dai nonni.

Notizie Liete

Campobello: Angelica Francesca Liuzza annuncia con gioia l'arrivo della sorellina Mariateresa, nata il 13 novembre 2012. Gli zii Federica e Giovanni augurano ai genitori Sonia e Mario tanta felicità per il lieto evento!

Ravanusa: Alla nostra piccola principessa Mariachiara Bottaro che il 13 dicembre compie 5 anni, auguriamo tanti giorni felici papà Salvatore, mamma Carmela Rita Dainotto, i fratellini Vito e PIerluigi.

Da Campobello di Licata, i nonni Pina e Nicolò Fiorello augurano un felice compleanno al loro nipotino Nicolò Fiorello che il 25 dicembre 2012 spegnerà la sua prima candelina a Bassano del Grappa. Un forte abbraccio e i migliori auguri anche ai suoi genitori, Laura Ambrosini e Calogero Fiorello.

Ravanusa: Antonella Gangarossa, augura un mondo di bene alla sorellina Evelin che ha compiuto 5 anni il 20 novembre scorso. Auguri anche dai nonni Franca Coniglio e Luigi Gangarossa.

Ravanusa: il 10 dicembre 2012, Aurelia Lauricella compie 1 anno. Papà Lillo e mamma Liliana Minacori. augurano alla loro dolce piccolina, che la vita possa darle solo cose belle, salute e felicità.

Vm Nozze d’Oro mV

Ravanusa: Il sig. Calogero Auria e la moglie Calogera Pirillo, circondati dalla gioia e dall'affetto dei figli, delle nuore, dei generi e dai 10 nipoti, il prossimo 25 dicembre festeggeranno 50 anni di matrimonio rinnovando la loro promessa d'amore presso la Chiesa Santa Croce.

AGENZIA ONORANZE FUNEBRI

ALAIMO

V ia Umber to I - Campobello di Licata Cell. GIUSEPPE 333 7245013 Tel. ABITAZIONE 0922 870313 Mensile fondato da Filippo Cassaro - Anno XI - N° 128 Dicembre 2012 Registraz. Tribunale di Agrigento - Registro stampa n. 246 del 23/01/03 Direttore ed Editore: Filippo Cassaro - Vice Direttore: Rosalinda Nicotra Direttore Responsabile: Carmelo Vella Realizzazione grafica: Arianna Fontana - Responsabile sito internet: Piero Romano - Stampa: Sanfilippo Arti grafiche s.r.l.- Naro (AG) Direzione e Ammistrazione: Via del Saraceno, 2 - 92029 Ravanusa (Ag) - Tel. 328.0222019 / E-mail: lupapanzicu@yahoo.it - www.lupapanzicu.it Contributi annui per ricevere a casa il giornale. Ravanusa e Campobello Ä 20,00 - altri paesi Ä 30,00 - Estero Ä 50,00 - Sostenitori Ä 50,00 - Arretrati Ä 5,00 Inviare con C.C. Postale N° 61128914 intestato a: Filippo Cassaro - Via del Saraceno, 2 - Ravanusa (Ag) o anche vaglia postale. L’Editore per garantire al massimo l’obiettività dell’informazione, lascia ampia libertà di trattazione ai suoi collaboratori, anche se non sempre ne può condividere le opinioni. La responsabilità degli articoli e delle lettere pubblicate è dei singoli autori - La collaborazione al giornale è gratuita. Chiuso il 4 Dicembre 2012


24

Anno XI - N° 128 Dicembre 2012 18° Compleanni - happy hour - buffet finger food - Wine Pub

Novità

Ab Ab

Ristorante tipico Ricevimenti Banchetti Meeting Riunioni

o!!! t s u g i d e t n e g a l ...Con gusto per

la Suite ... c'est Chic!!! Cercaci la suite naro

Naro - Camastra: tel 0922.953451/cell. 335.5749503 - www.laborghesiana.eu - e.mail laborghesiana@libero.it

RAVANUSA- Corso Garibaldi, 298 - Tel. e fax: 0922.874840

Esperienza trentennale

Esame della vista gratuito

Vasto assortimento vista e sole delle migliori marche Canicattì: via Carlo Alberto, 63 Campobello di Licata: Via Trieste, 2 - Tel. 0922 877444

Per un Natale festoso ed un anno brioso. Auguri!


Lu Papanzicu, Anno XI - n. 128 - Dicembre 2012