Page 1

corrieredipolicoro.blogspot.com

ANNO III (2011) - N. 9 (Settembre) Direttore Responsabile: Gabriele Elia

Periodico Istituzionale e di Attualità - Diffusione gratuita Fondatore: Comune di Policoro - Sindaco pro tempore Nicolino Lopatriello

La città di Policoro ha una nuova Giunta municipale

Cosimo Ierone (Attività Produttive)

Nel pomeriggio di giovedì 8 settembre nel Palazzo di città il sindaco di Policoro, Nicola Lopatriello, ha nominato il nuovo Esecutivo cittadino. Tra gli assessori riconfermati ci sono: Mary Padula (Pubblica istruzione, cultura, spettacolo) in quota Api; Vincenzo Di Cosola (Urbanistica e riqualificazione territoriale) per la lista “Casa dei moderati”; Saverio Carbone (Ambiente e agricoltura) per la Dc. Gli altri quattro neo assessori sono: Nicola Viola (Lavori pubblici e manutenzione); Antonio Ripoli (Politiche sociali e famiglia) e vice sindaco “Città Nuova verso l’Udc”; Cosimo Ierone (Attività produttive) dello stesso movimento di Ripoli e l’Avv. Filippo Vinci (Affari generali) indipendente. Gli ultimi quattro prendono il posto di: Luisa Lasaponara, Tommaso Siepe, Antonio Mastrosimone e Nicola Trupo. Dopo l’assegnazione delle deleghe il primo cittadino di Policoro ha commentato: “Ringrazio gli assessori uscenti per il lavoro svolto in questi mesi nei rispetti settori. Non si tratta di una bocciatura ma di un normale avvicendamento dovuto ai nuovi equilibri politici di questa maggioranza di centro e terzopolista. Sono convinto che riusciremo ad impiantare basi politiche solide nella nostra città dalle tradizioni moderate

Nicola Viola (Lavori Pubblici)

Da destra Filippo Vinci (Affari Generali)

Antonello Ripoli (V. Sindaco e Politiche Sociali)

dell’azione amministrativa garantendone l’efficacia e l’efficienza, nelle persone di: Giulio Sarli, Rocco Larocca e Carlo Ruben Stigliano, ai quali Lopatriello ha augurato buon lavoro. Con la nomina di Antonio Ripoli in Giunta, la seduta del Consiglio comunale del 23/09 è stata convocata dal vicario, Luigi Spano. In quella stessa seduta con voto segreto la massima assise consiliare ha votato Giuseppe Callà presidente del Consiglio comunale della Città di Policoro. In Consiglio subentra al posto di Ripoli, decaduto da consigliere, Ivana Santamaria per la lista “Città nuova ”.

all’interno Il sindaco a casa dei cittadini Finanziato con i Piot un progetto sulla stoaria di Policoro Punteruolo killer in città Giuseppe Callà (nuovo Presidente del Consiglio)

e cattoliche”. Nella stessa giornata Lopatriello ha nominato, dopo la scadenza del 2 settembre del relativo avviso pubblico, i componenti del Nucleo di valutazione interno, organismo che verifica lo stato di realizzazione degli obiettivi

La tenenza della Gdf diventa compagnia

I circoli velici fanno il pienone Policoro da borgo a città nella ricerca di Annalisa Percoco Tante altre notizie dalla nostra città.....


pagina 2

Sindaco a casa dei cittadini Il primo cittadino di Policoro, Nicola Lopatriello, dai prossimi giorni incontrerà i residenti della sua città a casa loro nell’iniziativa: “Il sindaco a domicilio”. “Ci sono persone –ammette- che per vari motivi logistici, di privacy o perché riservati hanno problemi, anche gravi, di non semplice risoluzione senza l’aiuto di una mano amica. Ebbene tutti hanno pari dignità e meritano rispetto, a maggior ragione quando si trovano in uno stato di disagio. Da quando mi sono insediato ho provveduto ad istituire delle giornate ad hoc per ricevere i cittadini nella Casa comunale, però mi sono reso conto che non è sufficiente a coprire tutte

le esigenze dei residenti. Così ho attivato, sempre nel 2008, un numero di telefono mobile: 3407121003, il centralino del Municipio 0835/980518 e un indirizzo di posta elettronica: , ai quali sono raggiungibile per qualunque tipo di informazione compresa quella della visita a domicilio. In questo modo cerco di essere reperibile in ogni momento poiché ritengo la politica una missione e un servizio verso la comunità; almeno questo è il modus operandi della mia attività istituzionale e tale la intendo portare avanti fino a fine legislatura anche con iniziative uniche in regione e utili per i miei concittadini. Del resto hi sempre

creduto che un sindaco deve difendere il proprio territorio e la propria gente a costo di enormi sacrif ici”.

CITTA’ DI POLICORO

ANCORA PIÙ VICINO ALLA GENTE...

IL SINDACO

A CASA TUA!!!

340.7121003

sindacopolicoro@alice.it

0835.980518

Internet gratis in piazza Eraclea

Piazza Eraclea

Nella città di Policoro si può navigare in internet gratis. L’Amministrazione comunale ha predisposto una rete wifi free (libera per tutti) da piazza Eraclea. “Per il momento –osserva il sindaco Nicola Lopatriello- il progetto è sperimentale nella piazza storica della città e se i risultati saranno buoni

cercheremo di estendere il servizio anche in altre piazze cittadine. Ormai tutti siamo dotati di computer portatile e telefonini di ultima generazione con cui ci si può collegare su qualunque sito internet per gli aggiornamenti che riteniamo opportuni, o soltanto per controllare la posta elettronica. Con il wi-fi in Policoro ci proponiamo di diffondere la conoscenza e l’uso di nuove tecnologie e fornire nuove opportunità di lavoro, studio e accesso ai servizi ottimizzando il tempo a nostra disposizione moltiplicando momenti e spazi della vita pubblica e privata ed alcuni luoghi della città si aprono alla multifunzionalità. Il sistema Wireless Fidelity permette di accedere a Internet

senza fili e assicura la connessione a Internet con banda larga (internet veloce) tramite computer portatili, palmari e telefoni iPod-iPhon, senza apportarvi modifiche o installare software particolari. Tutti possono usufruirne e il collegamento è totalmente gratuito senza limiti di tempo. Per poter accedere al wi-fi bisogna compilare un apposito modulo c h e s i t r ova s u l s i t o : www.cittàdipolicoro.it , inviarlo con una fotocopia fronte retro di un documento di riconoscimento al fax 08351820151, o al seguente indirizzo di posta elettronica: sic@citta di policoro.it o consegna a mano al Comune di Policoro (servizio informatico comunale). Dopo l’arrivo della documentazione sarà inviato al mittente il nome utente e la password, chiavi di accesso, per la connessione. Ovviamente si può navigare ugualmente sui siti che non richiedono registrazione”.


pagina 3

I sindacati chiedono garanzie sul futuro degli operatori ecologici di Policoro per la raccolta dei rifiuti solidi urbani nel centro jonico. Lopatriello ha sostenuto che i dipendenti della ditta uscente, Vi.Ri, e Basilicata Pulita, quest’ultima impresa subappaltatrice, devono vedersi garantito il futuro occupazionale, e sulla stessa scia anche tutte La seduta dei sindacati presso la sede municipale le sigle sindacali Nella sala consiliare del Palazzo di presenti hanno perorato la causa delle città, il primo cittadino di Policoro, 18 unità: 10 della Vi.Ri e 8 di Nicola Lopatriello, ha incontrato Basilicata Pulita. Dal canto suo il giovedì 7 luglio i sindacati firmatari rappresentante della nuova società ha del contratto di categoria: Cgil, Cisl dichiarato che è sua intenzione, come e Uil, l’Ugl e un rappresentante della recita anche il Codice civile nel libro società Tradeco Srl che si è sul lavoro, riconfermate tutti, con aggiudicata per nove anni l’appalto l’unico problema legato al fiduciario

della società uscente per il ruolo che ha ricoperto dal 1998 ad oggi nella ditta precedente. Su questa unità lavorativa però sia il sindaco che i sindacati si sono schierati a suo favore e il tavolo concertativo continuerà nelle prossime settimane la mediazione per salvare anche quest’ultimo posto di lavoro. La Tradeco inizierà ad essere operativa dopo l’estate quando sarà pronta l’isola ecologica il cui terreno è stato già individuato dall’Amministrazione comunale e gradito alla nuova società, su cui si aspettano i pareri sanitari e ambientali degli Enti competenti. Il rappresentante della Tradeco nella riunione dei giorni scorsi ha anche asserito che ci sarà il subappalto per lo spazzamento, proprio com’è capitato per l’appalto in scadenza, ad una società da individuarsi quando il servizio entrerà a regime.

Ageforma per i diversabili Si è tenuto nella sala consiliare del municipio di Policoro il “Seminario di collocamento mirato – Risorsa per le aziende”, opportunità per il disabile organizzato dall'agenzia provinciale Ageforma, nell'ambito del Progetto Diversamente abili in Formazione – il Collocamento mirato, con il presidente di Ageforma, Nicola Trombetta; il direttore Salvatore Parziale; Antonella Nota, responsabile del servizio di collocamento mirato nella provincia di Matera; Serafino Di Sanza, presidente della V Commissione regionale nonché presidente dell’Ordine dei consulenti del Lavoro; Salvatore Auletta assessore Politiche del Lavoro Provincia di Matera, aziende, sindacati, Cpi, soggetti della cooperazione, associazioni operanti nel Terzo settore e il sindaco. «Si è trattato di un momento fondamentale per l'ascolto del territorio e,soprattutto, per le possibilità di interazione

professionale-ha sottolineato Trombetta- che possono così essere definite fra l'Ageforma ed i vari soggetti della provincia; l'opera di sensibilizzazione, condotta anche accanto ad altri partner, è finalizzata a mettere in rilievo le nuove opportunità offerte al mondo dell'impresa dalla normativa di riferimento, in grado di fornire reali vantaggi al datore di lavoro e realizzare una reale occasione di promozione e crescita per il diversabile, attraverso l'impiego; l'azione condotta nel progetto è stata quindi mirata ad un'opera di informazione, per riconsiderare il valore nel diversabile nei luoghi di lavoro». In merito alle modalità di integrazione del disabile nei luoghi di lavoro, offerte dal dispositivo normativo è intervenuta la dottoressa Nota, che ha sottolineato la nuova filosofia alla base dell'intervento del legislatore: «Con la legge 68 del '99

si passa a una riconsiderazione del diversabile come risorsa, e, di conseguenza, vengono prospettate le nuove possibilità di cui beneficiare, proprio a seguito degli sgravi previsti dalla normativa; come Provincia ci siamo adoperati per richiamare i vari soggetti ad adempiere agli obblighi di impiego previsti nei confronti dei diversabili, non mancando di sanzionare e segnalare quanti si trovano in situazioni di inadempienza, e, contemporaneamente, lavorando affinché si giunga ad un risoluzione dei casi di mancato rispetto della normativa. Per il prossimo futuro - ha proseguito Nota - siamo impegnati nel progetto Icf, che prevede il miglioramento dei servizi rivolti alla persona disabile». Sulla necessità di proseguire l'azione di monitoraggio della status quo, non mancando di ricorrere all'intervento sanzionatorio nei confronti dei soggetti inadempienti, è intervenuto Serafino Di Sanza.


pagina 4

Nuova commissione tutela paesaggio La massima assise territoriale si è riunita in seduta straordinaria alle 09:30 di martedì 23 agosto per discutere due ordini del giorno. Il primo riguardante l’incompatibilità del consigliere Antonio Satriano, la cui richiesta dell’opposizione è stata rigettata, e il secondo la nomina della commissione comunale per la tutela del paesaggio. L’assessore al Patrimonio, Vincenzo Di Cosola, nella sua relazione ha spiegato come in base alla legge regionale 50/93 si rende necessario provvedere alla nomina di tale commissione, anche se la legge in materia non pone termini di durata. Pertanto politicamente la

maggioranza ha rinnovato i suoi componenti. Prima della votazione Otello Marsano (Dc) ha parlato di un avvicendamento necessario guardando alla società civile e non alle tessere di partito; Livia Lauria (Pdl) ha invece sostenuto che la commissione stava ben operando non essendoci stata nessuna lamentela da parte di nessuno sul suo operato e che il cambio dei cinque componenti rientra nella logica della lottizzazione politica. Beatrice Di Brizio (Pd) ha chiesto alla maggioranza maggiori spazi di democrazia per tutti con nomi che devono essere concertati e non proposti all’ultimo minuto,

contestandone pertanto il metodo. Alla votazione non ha partecipato né il Pdl né parte del Pd nelle persone della stessa Beatrice Di Brizio, Gianluca Marrese, Franco Labriola e Fabiano Montesano. Viceversa insieme alla maggioranza terzopolista hanno votato anche due consiglieri del Pd nelle persone di Antonio Di Sanza e Carmine Vetere. I membri della commissione sono i seguenti: Vincenzo Lapergola (Architetto); Ruggero Nicola Basilio (Ingegnere edile); Paola Faellace (Geologa); Pasquale Carbone (Agronomo); Antonio Di Paola (Biologo).

Finanziato con fondi Piot un progetto sulla storia di Policoro

Policoro nedl periodo pre-riforma fondiaria

La città di Policoro ha ospitato un progetto culturale dal tema: “Da Herakleia a Policoro, viaggio nella storia di un insediamento della Riforma Fondiaria”. Il progetto è stato proposto dall’Amministrazione comunale e finanziato con fondi Piot (Pacchetto integrato dell’offerta turistica) dalla Regione Basilicata per un importo di 10 mila euro. “Il progetto –osserva l’assessore al Turismo Mary Padula- mira a far conoscere la nostra storia ultramillenaria che trae origine dalle colonie greche di Siris ed Herakleia, di cui ancora oggi ci sono delle testimonianze soprattutto nel museo nazionale della “Siritide” di via Colombo. Con questa iniziativa, esperti in materia ci hanno illumunato

sulla genesi di Policoro e dell’intero Metapontino, ed educato i giovani e

meno giovani al rispetto della nostra storia, che poi significa rispetto del patrimonio pubblico, molto spesso devastato da atti di vandalismo, e trasmesso così messaggi positivi di civiltà: quelli tramandatici dai greci vissuti in questa area della Basilicata. Inoltre vorrei ricordare la candidatura di un progetto, sempre attraverso i fondi Piot, di valorizzazione del parco archeologico di “Herakleia” a ridosso del museo di Policoro”.

Le edicole dove puoi ritirare gratis il mensile della tua città: “Corriere di Policoro” • Edicola “Eraclea” di Ivana Santamaria (Piazza Eraclea) • Edicola 2000 di Vincenzo Ciriello (Via Siris, alle spalle del campo sportivo) • Edicola del Terminal Bus “Egeo” di Via Bologna • Edicola di Maria Teresa Parziale, Piazza Banesti (ex II piano di zona, ora Rione Italia) • Edicola “Padre Pio” - Viale Salerno di Pasquale Calone

Vaso greco del Museo di Policoro

• Edicola di Antonio Buongiorno, Via Puglia • Casa del libro, Corso Pandosia • Edicola Centro Commerciale “Heraclea”


pagina 5

Atti vandalici contro il sindacalista Giuseppe Giordano L’Amministrazione comunale di Policoro si associa ai messaggi di solidarietà giunti sia dal mondo sindacale che politico a Giuseppe Giordano, responsabile Ugl settore metalmeccanici di Basilicata. In particolare intervengono il primo cittadino, Nicola Lopatriello, e l’assessore agli Affari generali con delega alla legalità, Avv. Filippo Vinci: “Quando si agisce animati da principi morali nell’interesse pubblico e della

collettività si rischia di essere bersaglio di critiche. Fino a quando sono verbali tutto può rientrare in una normale dialettica interna al settore di riferimento, in questo caso il mondo del lavoro. Quando però esse sfociano in attacchi personali e materiali, come quelli che hanno visto Giordano subire gravi danni alla sua autovettura, allora le istituzioni hanno il dovere di inter venire per ripristinare, anche con la forza della legge se necessario quando non

prevale il buon senso, la pacifica convivenza tra cittadini. Ebbene intimidire una persona con atti vandalici senza un perché è un gesto da condannare a prescindere. Tra persone ci si confronta pacificamente e si cerca di trovare una soluzione condivisa senza violare la legge. Dunque al sindacalista Giordano va la nostra piena solidarietà nella speranza che possa continuare a svolgere il suo lavoro nell’interesse dei lavoratori e dei precari”.

Vietato giocare a calcio nelle piazze. Prolungata isola pedonale del centro cittadino Il sindaco di Policoro, Nicola Lopatriello, ha firmato l’ordinanza con la quale nelle piazze della città è fatto divieto di giocare col pallone ove e s p r e s s a m e n t e i n d i c a t o dall’apposita segnaletica. L’ordinanza segue un incidente capitato ad una persona di Policoro nelle scorse settimane ricoverata presso il locale nosocomio e giudicata guaribile in dieci giorni: “Mi sono fatto promotore –osserva il consigliere Giuseppe Ferrara- di questo provvedimento a m m i n i s t r a t ivo d o p o a l c u n e sollecitazioni da parte di cittadini di Policoro che mi chiedevano più tranquillità nel centro cittadino. Infatti anche a tarda ora spesso il rimbombo del rumore delle saracinesche contro cui veniva calciato il pallone turbava il sonno dei residenti, oltre a creare disagi alle attività di somministrazione alimenti e bevande, che occupano con tavolini e sedie il suolo pubblico della città durante la stagione estiva per soddisfare le esigenze degli avventori. Inoltre l’ordinanza serve anche ad educare i cittadini che le piazze sono un luogo di aggregazione e di confronto e non campi di calcio. Infatti in ogni località, a maggior ragione turistica, le piazze sono piene di gente proprio perché ci sono i necessari spazi per passeggiare o fermarsi con amici. In passato soprattutto piazza Eraclea è stata chiusa al traffico per consentire un minimo di

aggregazione. E’ vero che con tale ordinanza non si risolve del tutto il problema della “socializzazione” in un’area spesso poco frequentata, anche per le lungaggini amministrative regionali che non consentono al Comune di diventare proprietario dei locali della Riforma fondiaria gestiti dall’Alsia, però giocando a calcio allontaniamo quei

pochi che frequentano le piazze, soprattutto quella Eraclea, nelle ore serali. Inoltre per invogliare il passeggio è stata firmata un’altra ordinanza con la quale dalle 20:00 alle 02:00 l’estate e dalle 17:00 all’01:00 al cambio dell’ora legale l’isola pedonale si allarga su via Siris nel tratto compreso tra piazza Eraclea e via Longarone”.

VI Memorial “Angeli della strada” Per il sesto anno di fila l’associazione “Angeli della Strada” ha organizzato l’omonimo Memorial in ricordo delle tante vittime di incidenti stradali. L’evento è stato promosso dal Comune di Policoro e dalla Regione Basilicata. Alle 20:00 del 4 settembre in piazza Eraclea si è celebrata la Santa Messa e a seguire la manifestazione. L’organizzatore, Mario Rubino, osserva: “Soprattutto la città di Policoro ha dovuto pagare un tributo alto in termini di lutti con tante vite spezzate soprattutto per l’alta velocità. Con questo evento annuale non facciamo altro che dare il nostro contributo di sensibilizzazione nel fare molta attenzione, quando si è alla guida di veicoli a motore, e alla prevenzione

nel rispetto del Codice della strada e prima ancora della nostra e dell’altrui vita”. Ricordiamo che a fine agosto una manifestazione è stata, sempre in piazza Eraclea, organizzata dal Comune di Policoro, questa volta in collaborazione con le forze dell’ordine. Mentre in passato si è provveduto, e lo si fa tuttora, ad entrare nelle scuole del centro jonico spiegando ai ragazzi in tenera età il valore della vita e delle leggi da osservare. Questo lavoro viene fatto da associazioni locali. Mentre in città come deterrente sono stati sistemati limitatori di velocità sulle arterie più trafficate, che fanno il paio con i semafori, già operativi da anni, e in qualche caso vengono usati gli autovelox della Polizia locale.


pagina 6

Punteruolo killer in città

Punteuolo Rosso

un agronomo esperto del settore e insieme hanno subito sfoltito la pianta notando che il tronco della stessa era marcio, e all’interno si nascondevano larve molto grosse (vedi foto). Il Punteruolo è un insetto killer: così una volta constatato che l’albero stava diventando marcio ha provveduto, suo malgrado, a bruciarlo per evitare che il parassita attaccasse anche altre piante del giardino. Purtroppo ad oggi non ci sono rimedi contro questo

L’assessore all’Ambiente del Comune di Policoro, Saverio Carbone, lancia l’allarme Punteruolo: “Il parassita killer –osserva- sta distruggendo intere piante in città, in particolare nella zona Lido e in periferia. Infatti l’altro giorno nel giardino di un’abitazione civile il proprietario ha notato che una palma aveva un colore diverso dal solito, giallastro, nonostante sia stata curata nei minimi particolari. A questo punto ha immediatamente chiamato

Punteuolo Rosso

insetto, e pertanto invito i cittadini a monitorare i loro giardini anche perché mi risulta che il caso non è isolato e il fenomeno abbastanza diffuso in città. L’ufficio tecnico del Municipio è preposto a raccogliere le sollecitazioni dei cittadini e lo stesso dicasi per gli uff ici ambiente e agricoltura del Comune. Inoltre, sempre per una consulenza gratuita, tramite gli uffici dell’Ente mettiamo a disposizione la professionalità dei tecnici in agricoltura che si sono riuniti nell’ associazione Lameta (Libera associazione del mediterraneo dei tecnici agricoli), così come tutte e quattro le farmacie agricole di Policoro hanno dato la disponibilità ad assistere i cittadini. Io come amministratore ho monitorato il problema e sono intervenuto con trattamenti specifici, però il territorio essendo vasto non può essere coperto nella sua interezza, a maggior ragione nelle abitazioni private di campagna”.

Ferrara: “La tenenza della Gdf è diventata Compagnia” provinciale. Il tenente Raffaele Napolitano, che ha retto il reparto, è stato promosso al rango di capitano e trasferito. A guidare la nuova Compagnia, che risulta la prima ad essere istituita dopo quelle di Potenza e Matera, è il Capitano Francesco Milano”.

Registrato al TRIBUNALE DI MATERA N. 1/2009 Registro Stampa in data 21/04/2009 Anno III (2011) Numero 9

Caserma G. di F.

Editore: COMUNE DI POLICORO Sindaco pro tempore: NICOLINO LOPATRIELLO

La sede della Guardia di Finanza di Policoro

“Da lunedì primo agosto la Tenenza della Guardia di finanza di Policoro è ufficialmente Compagnia”. A sostenerlo è il consigliere comunale di Policoro, Giuseppe Ferrara, tra i promotori della proposta per l’elevazione, il 16 febbraio 2010, nella conferenza dei capigruppo consiliari, del comune jonico, dove tutti hanno espresso parere positivo, viste le esigenze di un territorio in continua espansione e dinamicità. “La caserma di via Bologna opera da decenni

–continua il consigliere eletto nella lista “Casa dei moderati”- nell’ambito di un vasto territorio, stretto tra Puglia e Calabria, economicamente in crescita che necessita di un continuo controllo al fine di prevenire episodi criminosi, alcuni dei quali preoccupanti, di matrice estorsiva, lavoro nero, immigrazione clandestina, reati ambientali, spaccio di sostanze stupefacenti. La proposta fu inoltrata più di un anno fa, al Comando interregionale, regionale e

Direttore Responsabile: GABRIELE ELIA Stampa e progetto grafico: GRAFIDEA s.n.c. di Mario Trupo & C. Via San Gottardo Redazione:

Piazza Aldo Moro, 1 (Sede del Municipio) Tel. 0835.980518 www.cittadipolicoro.it ufficiostampa@heraclea.it Tiratura n. 3000 copie


pagina 7

Concluso lo stage di danza internazionale presso l’Oro Hotel di Policoro Nella prima settimana di luglio, precisamente dal 01 al 07, presso l’Oro hotel del centro jonico sono stati ospitati docenti di danza classica dell’Opèra di Parigi. Tra questi Monique Loudières, insignita nel 1999 del premio internazionale ApuliArte per i suoi meriti artistici. La sua è una vita tutta dedicata alla danza e i riconoscimenti non si contano. Insieme a lei Andrea Palombi, il quale ha danzato per compagnie di mezzo mondo, tra cui la prestigiosa Komische Oper di Berlino e Mauro De Candia, ospite fisso dell’accademia Grace di Montecarlo. La loro presenza in riva allo Jonio non è stata casuale, poiché Policoro vanta presso lo “Sporting Club 88” una palestra dove tra le discipline c’è anche la danza, di cui Monica Romeo è la prima danzatrice. Così sulla scia di questo input che vede molte ragazzine/i cimentarsi con questa difficile pratica sportiva non

agonistica, è stata creato ad hoc l’appuntamento dell’Oro Hotel denominato “Policoro Estate Danza

2011” (PED) nella location della struttura ricettiva di via Lido. Così per una settimana i docenti hanno effettuato uno stage in loco per selezionare future promesse della danza, che poi si sono esibite per lo spettacolo conclusivo dello stage nel castello baronale, in un appuntamento che non rimarrà isolato. Infatti il Ped vuole essere una scuola estiva fissa qui a Policoro per selezionare, formare e lanciare sui grandi palcoscenici della danza internazionale giovani promesse lucane/i. E in quest’ottica alcune Amministrazioni comunali si stanno muovendo per l’elargizione di borse di studio finalizzate a trasformare la passione per questa disciplina in una vera e propria attività professionale ed esclusiva, creando le condizioni per la creazione di una scuola per tutto l’anno, l’anticamera della tradizione di danza in Lucania.

Maria Simone festeggia 100 anni di vita

La neo centenaria Maria Simone con il sindaco e rappresentanti dell’amministrazione

Sabato 10 settembre il sindaco della città di Policoro, Nicola Lopatriello, accompagnato dall’assessore alla Cultura Mary Padula, da quello agli

Affari generali, Filippo Vinci, e dal consigliere comunale Antonio Nigro, hanno fatto visita alla signora Maria Simone in Lippo in via Verdi della

città jonica per consegnarle una targa di auguri dell’Amministrazione comunale per il raggiungimento dell’importante traguardo del secolo di vita. “Anche Policoro –osserva Lopatriello- ha, grazie a queste persone, una sua storia e una sua identità. Persone come Maria sono una risorsa per la nostra città per quello che possono insegnare alle nuove generazioni. Una vita di sacrifici, ma ben ripagati non solo per i cento anni di vita ma anche per la bella famiglia che la circonda”. Durante i festeggiamenti c’erano anche i figli, quattro, nipoti e vari parenti. La signora Simone è originaria di Rotondella ma vive a Policoro dagli inizi degli anni ’50. Gode di buona salute, si muove autonomamente e tra i suoi ricordi più lucidi e tristi l’alluvione che colpì la città di Policoro pochi anni dopo il suo trasferimento in riva allo Jonio”.


pagina 8

I Circoli velici di Policoro fanno il pienone

Circolo Velico Lucano

L’imminente chiusura, da calendario, dell’estate non coincide con la fine della bella stagione in riva allo Jonio, sponda Policoro nei circoli nautici presenti in città. Sono terminati da qualche settimana i viaggi soggiorno estivi per ragazzi del Cvl (Circolo velico lucano) di via Lido, all’Aquarius, località Torremozza, e quelli del Wwf (Idrovora). Nel primo, aperto da metà febbraio f ino ad autunno inoltrato, le stime parlano di oltre 15 mila arrivi complessivi quasi a getto continuo. Infatti chiusa la parentesi delle due settimane all’insegna degli sport marini, ambiente e cultura in un mix di valorizzazione che madrenatura ha dato a questo spicchio di terra lucana, con il suono della campanella iniziano i campi scuola di cinque giorni con lo stesso programma: vela, canoa, mountain bike, equitazione, escursioni naturalistiche, tornei sportivi dove i ragazzi arricchiscono il loro bagaglio culturale extradidattico. E non sono mancati momenti di integrazione con ragazzi di altre nazioni e scambi intergenerazionali, al Cvl, tra adulti e giovani. Così spiega Vito Narciso direttore tecnico del Cvl: “Anno dopo anno incrementiamo il numero delle presenze nella nostra struttura. Questo certifica che l’offerta formativa è vincente e ben apprezzata dagli utenti e professori. Noi l’abbiamo implementata con la fattoria Magno greca di Andriace (Montalbano) dove i ragazzi vengono portati per conoscere le origini della civiltà contadina della nostra zona tramandataci dagli antichi coloni greci da cui Policoro trae le sue origini. Essa fa il paio con quella di Senise della famiglia Fortunato dove è possibile ammirare la produzione di alcune tipicità enogastronomiche della nostra terra, e il lago che quest’anno ha ospitato le regate veliche nazionali

Circolo Aquarius

studentesche di inizio giugno. Intorno alla nostra struttura ruotano anche altri eventi: per il secondo anno di fila è arrivata Maria Grazia Cucinotta che ha liberato una tartaruga “Caretta Caretta”, le gare nazionali di orienteering, il trofeo di nuoto Mediterraneo della

Oasi WWF “Bosco Pantano” - Policoro

Magna Grecia, meeting nazionali con docenti di educazione fisica e per quest’anno organizzeremo delle regate invernali di vela in modo da tenere aperto il Cvl praticamente tutto l’anno. La crescita dei numeri ci porta a destagionalizzare, e se prima lo facevamo per sette/mesi l’anno per il 2011/’12 lo faremo per almeno 10 mesi. Questo perché nella nostra pianif icazione abbiamo già prenotazioni anche per l’anno a venire e questo ci conforta ed è il miglior biglietto da visita per il territorio e per il lavoro quotidiano che svolgiamo insieme agli istruttori e tutto il personale”. Cambiando l’ordine degli addendi il risultato è sempre lo stesso: positivo. Spostandoci dall’altro lato del lungomare il consuntivo estivo di Mimmo Calbi, direttore tecnico dell’Aquaruis, è altrettanto lusinghiero:

“Noi abbiamo aperto la stagione a fine marzo e la chiuderemo ufficialmente ad ottobre avendo prenotazioni anche in autunno. All’Aquarius ho circa 150 posti nei bungalow e li ho sfruttati tutti per un buon 90% per un totale di 3500 presenze in sette i mesi. Noi ci caratterizziamo per un’ offerta turistica specifica: i ragazzi. Così l’estate organizziamo pacchetti di vela, canoa, nuoto, crociera ed escursioni ambientali nel patrimonio unico che è il Bosco Pantano per due settimane, mentre con l’apertura delle scuola concentriamo il tutto su cinque giorni. Nonostante il periodo economico non positivo devo registrare l’apprezzamento dei giovani, professori ed accompagnatori per questo genere di turismo giovanile sul quale io personalmente ho investito 12 anni fa in questa struttura e 15 totali di lavoro. Le presenze nel tempo le abbiamo consolidate, e questo non fa altro che confortarmi; anzi dirò di più: se avessi la possibilità di allargarmi potrei ospitare più ragazzi durante l’anno, dato che non mi mancano le richieste. Purtroppo non è semplice avere a che fare con la burocrazia e a volte ci si scontra con una miopia politica che non allarga gli orizzonti a tutta Policoro. Con un po’ più di aiuto da parte del pubblico tutti noi attori di questo genere di lavoro, e su Policoro siamo in tre, potremmo intercettare un flusso di turisti, soprattutto da Roma in giù di milioni di giovani, che arriverebbero in loco ancora in maniera più massiccia di quanto non lo facciano oggi e con la possibilità nella bassa stagione, per noi, di poter ospitare anche i loro genitori e parenti. Per il momento io mi accontento, però si potrebbe fare molto di più caratterizzando il territorio con questo genere di turismo che negli anni si è sviluppato oltremisura, aumentato presenze, fatturati e posti di lavoro più di ogni altro settore”.


pagina 9

Tante presenze per le Oasi di Bosco Pantano e S. Giuliano

Oasi WWF Bosco Pantano

È stato boom di presenze per le due Oasi del Materano che hanno registrato numeri davvero importanti. Riscontri eccellenti per due poli di grande rilevanza turistico-ambientale in passato poco valorizzati. Lo si apprende dal un comunicato diffuso dalla Provincia di Matera. L’intuizione di affidarli, previa pubblicazione di apposito bando, a una gestione esterna – prosegue la nota - si sta dimostrando efficace. “Nella sola giornata di ferragosto – ha dichiarato Domenico Rizzi del WWF, Oasi di S. Giuliano – oltre 150 persone hanno scelto di trascorrere la giornata all’insegna della natura. L’area pic nic legata alla possibilità di effettuare una escursione lungo il sentiero naturalistico e alla visita al museo, ha liberato le sue potenzialità di volano turistico di primaria importanza. Il turismo ambientale ha individuato anche nella nostra provincia un percorso autorevole e riconosciuto a livello nazionale che, attraverso la messa in rete della nostra offerta, sta premiando la nuova organizzazione e gestione dell’Oasi di S. Giuliano.” “Da maggio a oggi – ha evidenziato Sigismondo Mangialardi della Lega Navale, Oasi di Bosco Pantano – oltre 3000 visitatori hanno scoperto la nostra Oasi (presenze per lo più legate al mondo scolastico, circa il 95%). Un incredibile patrimonio che custodisce al suo interno un Museo che abbiamo potuto salvare dal nefasto incendio, abbattutosi in estate, proprio grazie alla cura certosina e costante di tutta l’area circostante. La nostra visione di questo baluardo di tesori trova proprio nel Museo il suo nucleo

centrale. Attuare una politica valida di gestione ha significato per noi attivarci su molteplici piani: universitario, regionale e locale. Stiamo collaborando, infatti, con la Regione Basilicata per la realizzazione di diversi progetti, solo per citarne alcuni: capriolo, lontra e lupo. Su quest’ultimo abbiamo intavolato un confronto con la Regione Piemonte e siamo in stretto contatto, per altre iniziative, anche con l’Università della Calabria. Rapporti che si moltiplicano se consideriamo l’importante lavoro di sinergia che stiamo mettendo in pratica con il Parco delle Chiese rupestri, i Parchi letterari e il Parco del Pollino. Un network a 360 che attraverso la valorizzazione del Museo quale Centro di documentazione eccellente, sta concretizzando la sua vocazione baricentrica rispetto ai valori della Basilicata. In esso infatti ambiente e archeologia convivono in naturale armonia.” “I lavori in corso sono molteplici, stiamo pensando alla realizzazione di un’area camper presso l’Oasi di S. Giuliano che benef icerà dei finanziamenti dei P I O T, e l a P r ov i n c i a d i Matera monitora con soddisfazione – ha concluso il presidente Stella in sintonia con l’assessore all’Ambiente Giovanni Bonelli e l’assessore alla Fo r e s t a z i o n e A n g e l o Garbellano – questi primi sintomatici riscontri. La gestione delle due O a s i a n d ava riorganizzata secondo parametri di valorizzazione ambientale e produttività economica. Elementi che

Oasi WWF San Giuliano

opportunamente modulati, sul rispetto della biodiversità ivi presente, avrebbero potuto rilanciare un turismo ambientale di cui il territorio deve essere considerato un protagonista naturale. La volontà di credere nelle possibilità offerte dalle nostre aree ha determinato un’inversione di tendenza per cui oggi le Oasi non sono ricettacolo di scarti, ma attrattori turistici di primo livello.”


pagina 10

Oasi naturalistiche in una rete unica La valorizzazione dell'ambiente, soprattutto se pianificata e in rete, produce risultati importanti in termini turistici. Un principio, dimostrato nei fatti dai numeri che i Centri visita del Materano hanno registrato in questa stagione estiva, che ha guidato l'incontro svoltosi in Provincia tra il presidente dell'Ente, Franco Stella, il vice presidente, Giovanni Bonelli, l'assessore alla Forestazione, Angelo Garbellano, il dirigente di settore Enrico De Capua, i rappresentanti del Centro visita dell'Oasi di San Giuliano Domenico Rizzi e Antonio Di Biase, il referente della Lega Navale Sigismondo Mangialardi per il Centro visita Oasi di Bosco Pantano e il responsabile del Centro recupero animali selvaggi dell'Oasi di San Giuliano Matteo Visceglia. «Questo incontro –ha esordito l'assessore all'Ambiente, Giovanni Bonelli- ha fissato il raggiungimento di obiettivi

importanti, primo tra tutti la decisione di dare continuità al tavolo odierno. Riteniamo fondamentale dare sistematicità e rigore a progetti che si preoccupano della valorizzazione del territorio, e rendendo permanente il tavolo creiamo la bussola del progetto. Un approccio scientif ico che con sentirà alle d ue oasi di contraddistinguersi, a livello nazionale, nello scenario delle riserve naturali». Tre i temi al centro della strategia per il rilancio del ruolo delle oasi: scuole, comunicazione e sinergia. «Promozione ampia e a tappeto per le direzioni scolastiche di Basilicata, Puglia e Calabria -ha dichiarato l'assessore al Turismo, Angelo Garbellano- che saranno coinvolte nella campagna di comunicazione che le due oasi metteranno a regime già a partire dalle prossime ore. Un passaggio obbligato quello verso le scuole che rappresentano il primo e naturale bacino di utenza di questa

tipologia di offerta. Un work in progress serrato e opportunamente definito da un piano di comunicazione integrato che, oltre a disciplinare l'utilizzo dei vari str umenti, individuerà obiettivi e relativa tempistica. Oggi le nostre eccellenze naturalistiche -ha concluso il presidente Franco Stella dicono qualcosa di nuovo proprio a partire dalla determinazione a lavorare in sintonia. Per la prima volta i due Centri visita stanno ragionando, insieme alla Provincia, come un corpo unico, il territorio, che si organizza per mettere a valore le proprie risorse. Un traguardo che definisce il nuovo inizio che questa Amministrazione ha inteso dare alla politica turistico ambientale locale: una visione comune che alimenta le prospettive di crescita della economia. Atteggiamento unitario che ci consentirà di realizzare i numerosi progetti che sono in itinere e che le risorse Piot renderanno concreti».

In via Agri sorgerà l’isola ecologica per la raccolta differenziata L’Amministrazione comunale di Policoro dopo aver definito l’istruttoria relativa all’ aggiudicazione definitiva del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani alla Tradeco Srl, ha individuato nell’area del vecchio depuratore quella dove sorgerà l’isola ecologica per la raccolta differenziata, che sarà predisposta e attrezzata a spese della società per il deposito temporaneo dei rifiuti soggetti a raccolta differenziata. L’area è di proprietà comunale e dopo un primo sopralluogo da parte dei tecnici della Tradeco è risultata anche di loro gradimento. Essa si trova in via Agri a ridosso dell’imbocco per via San Giusto ed è stata individuata anche per la costruzione e gestione di

attrezzature tecnologiche connesse alla distribuzione delle utenze primarie (luce, acqua, gas) e lo smaltimento di liquami, impianti di depurazione e di pubblica utilità in genere. Sarà cura dell’Amministrazione

comunale provvedere alla bonifica dell’area, individuando un tecnico, e provvedere poi con una società specializzata nel settore a demolire il vecchio e dismesso depuratore per cui l’impegno di spesa è di 50 mila euro, per poi ospitare successivamente l’isola ecologica attrezzata. “Così –spiega l’assessore all’Ambiente - contiamo per dopo l’estate di ricevere i pareri sanitari e ambientali degli appositi Enti non tardino ad arrivare”.


pagina 11

Policoro da borgo a città nella ricerca di Annalisa Percoco f iumi regionali”. Il docente di economia della Bocconi di Milano, Marco Percoco, ha focalizzato la sua relazione sulla necessità per una comunità di avere capitale umano, alla base tutti i cambiamenti di un territorio e di come la Riforma Stralcio del 1959 abbia redistribuito la ricchezza e modificato gli assetti sociali dei territori oggetto dello studio di sua sorella, invitando i presenti a pianificare il territorio puntando sulle competenze e valorizzazione umane per invertire il trend dei dati di Bankitalia secondo i quali nel 2010 la Basilicata ha perso il 4,8% di produzione industriale. Sono intervenuti anche Cristiano Re della Fondazione E. Mattei e il sindaco di Potenza, Vito Santarsiero.

La presentazione della ricerca di Annalisa Percoco

Annalisa Percoco, giovane lucana ricercatrice presso la Fondazione Mattei e insignita dal Consiglio regionale di Basilicata di un premio sulle migliori tesi di dottorato sulla Basilicata, ha presentato nella mattinata di venerdì 8 luglio a Marinagri il suo studio: “Policoro: da villaggio di bonif ica a centro ordinatore del Metapontino”. I saluti sono stati portati dal sindaco della città jonica, Nicola Lopatriello, il quale ha sottolineato come Policoro da centro da cui si emigrava per la malaria fino agli anni ’50, grazie alla Riforma Fondiaria oggi è diventata una città che attrae, in un processo inverso, cittadini da altre aree della Basilicata e dalle regioni limitrofe; aggiungendo poi come ad un’agricoltura intensiva si sia aggiunto il turismo, il commercio, i servizi come fattori di crescita. L’autrice del libro ha tratteggiato a grandi linee il suo studio del territorio, affermando come la storia millenaria di Policoro ha tracciato le linee guida di uno sviluppo materializzatosi con la Riforma fondiaria del 1959 e all’intervento pubblico della Cassa per il Mezzogiorno che hanno reso Policoro, dopo il degrado della palude e malaria della prima parte del secolo scorso, oggi una città che si qualifica per il suo centro urbano, le sue relazionalità sovralocali e per i servizi complementari al turismo e

all’agricoltura con flussi di entrata che ne fanno una cittadina dinamica e in continua evoluzione. Poi ha preso la parola lo storico Giampaolo D’Adrea, il quale ha evidenziato come la civiltà Ellenica sia stata maestra di uno sviluppo che associa qualità dell’ambiente e archeologia in questa zona della L u c a n i a caratterizzatasi in passato per l’emigrazione verso i paesi di collina e di montagna per sicurezza e tutela d e l t e r r i t o r i o : Il vecchio borgo di Policoro “mentre oggi con la Riforma Agraria a Policoro si è verificato uno dei più grandi processi di trasformazione socio-economico del Sud, le cui basi sono servite anche ai progressi nel campo turistico e grande fu l’intuizione di chi volle lo sviluppo nella direttrice dei Uno scorcio di Policoro


pagina 12

Operazione senza bisturi. Nuova tecnica di Nicola Mangialardi al San Filippo Neri I Mangialardi vanno clonati. Sigismondo è il pioniere del turismo giovanile in riva allo Jonio grazie alla sua creatura, il Circolo velico lucano, il fratello Nicola è un luminare della medicina. Nella giornata di martedì 23 agosto il giornale nazionale “La Repubblica” gli ha dedicato un’intera pagina per essere stato l’inventore e il pioniere di una nuova tecnica di operazione chirurgica senza l’utilizzo dei ferri, e tagli, in sala operatoria, ma con una semplice puntura si può salvare una vita umana anche in condizioni disperate. Nel reparto di Chirurgia vascolare del San Filippo N e r i d i R o m a d ove N i c o l a Mangialardi è il primario, si è sperimentata con successo questa nuova tecnica di puntura o incisione negli interventi alla carotide, aorta

(toracica e addominale), alle arterie iliache, ai vasi degli arti inferiori. Secondo il reportage di Repubblica, alla fine dell’operazione il degente in alcuni casi si alza da solo con un computer che monitorizza tutte le fasi della stessa. E recentemente alla settantenne Loredana Cammarota è stata salvata la vita proprio da Nicola Mangialardi, che spesso è ospite del fratello qui a Policoro. Infatti la donna, racconta nell’articolo, si sarebbe dovuta sottoporre ad intervento di cardio chirurgia con l’apertura del torace a cuore fermo e sostituzione del tratto leso dell’aorta, mentre la circolazione sanguigna sarebbe stata “pompata” da una macchina con un rischio del 30% di non farcela. Poi l’incontro con Nicola Mangialardi ha cambiato la vita alla donna

Ripulita via Belvedere Il consigliere comunale eletto nella “Casa dei moderati”, Giuseppe Fe r r a r a , h a i nv i a t o u n a comunicazione alla locale caserma dei Vigili del Fuoco con la quale hya chiesto la messa in sicurezza di via Belvedere prima dell’inizio dei lavori di riqualificazione urbana. “Il nome dato alla via –spiega- la dice lunga sul panorama cittadino che si poteva ammirare ed era in un certo qualmodo una delle zone più belle della città di Policoro poiché sorge a ridosso di una pineta, di dimensioni ridotte rispetto a quella del lungomare ma piacevole per trascorrere il proprio tempo libero a pochi metri di distanza dal centro cittadino e comoda da raggiungere. Negli ultimi anni però

la flora si è estesa a dismisura e l’Amministrazione comunale ha deciso immediatamente di disboscare l’area su mia proposta. Così dopo la sua messa in sicurezza, l’assessore ai Lavori pubblici comunale, ha preso a cuore questo problema e provveduto ad attivare tutte le procedure amministrative per la riqualificazione urbana dell’area verde, nel più breve tempo possibile, in linea con il più generale piano comunale dell’arredo urbano messo in campo dal sindaco Lopatriello. Così restituiamo alla città la fruibilità di un’oasi naturalistica e alla via adiacente diamo il significato che merita”.

Il Primario Dr. Nicola Mangialardi

indicandole una cura alternativa: l’aorta poteva essere riparata con una protesi condotta da una guida vicino al cuore attraverso un intervento di microchirurgia vascolare mininvasiva, la quale, secondo il racconto del professionista al noto quotidiano nazionale, ha rivoluzionato la chirurgia cardiovascolare con trattamenti più eff icaci e meno invasivi.

Il Radio giornale di Policoro va in onda sull’emittente radiofonica Br2 tutti i giorni nei seguenti orari: 08:00; 11:30; 19:00 il lunedì; mentre gli altri giorni: 11:30 e 19:00. Le frequenze dove è possibile ascoltarlo sono: 93.800 nel Metapontino; 93.500; 90.800; 101.100; 101.400; 106.600.


pagina 13

Polizzi trionfa alla XIIIsima edizione delle gare di nuoto “Trofeo del Mediterraneo”

I vincitori della XIIIsima edizione del Trofeo del Mediterraneo (anche foto al lato e sotto)

Si sono concluse dopo quattro giorni consecutivi le gare di nuoto nazionali rientranti nel Trofeo Mediterraneo della Magna Grecia tenutesi nelle acque prospicienti il Circolo velico lucano, lato destro del lungomare centrale della città jonica. Quella conclusasi domenica 28 agosto è la XIII edizione del torneo che ha visto la partecipazione di innumerevoli nuotatori, donne e uomini, provenienti da più parti d’Italia. I maschi sono stati i protagonisti indiscussi. Nel trofeo Ylenia Spanò (2500 metri) del 25 agosto a salire sul gradino più alto del podio è stato Claudio Polizzi dell’Asd Athon Agusta, seguito dal bolognese Gabriele Maria Mento, Asd President Bologna, mentre Piergiorgio Gagliotti G.S. Fiamme Oro Napoli si è “accontentato” del terzo posto. Nel giorno successivo Mento si è preso la rivincita su Polizzi vincendo la gara

di giornata del Trofeo della Magna Grecia (5000 metri) con Polizzi secondo. Il testa a testa avvincente c’è stato anche nella terza prova, Trofeo Mangialardi (2000 metri), con Polizzi che ha ricapovolto a suo favore la classifica generale; la quale ha subito la seconda inversione nell’ultima sbracciata di domenica dove Mento ha alzato al cielo nel pomeriggio il Trofeo Nuoto e Peperoncino (1850 metri). Tutte le gare si sono svolte in mattinata intorno alle ore 10:00. Alla fine delle quali g l i o rg a n i z z a t o r i d e l l a Fi n (Federazione italiana nuoto) e i giudici di gara hanno stilato la classifica finale di questa XIII edizione. Il giovane Polizzi, anno 1994, con 107 punti totali è il campione del 2011 in riva allo Jonio, sponda Policoro, del Trofeo Mediterraneo con il seguente tempo: 02.25.40. Gli stessi punti sono

Le vincitrici della XIIIsima edizione del Trofeo del Mediterraneo

stati collezionati da Mento (1993), battuto al fotofinish per una frazione di secondo: 02.25.41. Staccato di sei punti (101) con uno 02.26.15 totale il terzo arrivato Gagliotti (1970). Tutti e tre facevano parte della sezione Agonisti. Anche le donne hanno dato il loro contributo e nella classifica generale la prima del gentil sesso risulta Daniela Calvino, settima nella classifica finale, seguita da Alba Laurenza e Martina Fisichella; mentre Diletta Cucè, protagonista femminile nelle precedenti edizioni non è andata oltre il quarto posto nella classifica di genere e 15sima in quella generale. Oltre alla valenza sportiva il Trofeo di nuoto del Mediterraneo è stato anche una vetrina promozionale per la città jonica e il comprensorio in linea con lo spirito di apertura del territorio oltre i confini regionali intrapresa da anni dal Circolo velico lucano.


pagina 14

Corriere di Policoro notizie flash Il Consiglio comunale ha rigettato la richiesta di incompatibilità del consigliere Antonio Satriano. Si è svolta in piazza Eraclea la Consulta permanente sulla sicurezza stradale, alla quale hanno partecipato varie associazioni di volontariato, Anas, Motorizzazione, Aci, Asm, forze dell’ordine tra cui il Dott. Fatiguso della Questura di Matera, il sindaco di Policoro Nicola Lopatriello accompagnato dall’assessore alla Cultura Mary Padula: “Tante vite umane ogni anno vengono spezzate per colpa di incidenti mortali. Con queste manifestazioni cerchiamo di sensibilizzare l’opinione pubblica alla prudenza e al rispetto del codice della strada”. Il primo cittadino di Policoro, Nicola Lopatriello, a pochi giorni dalla chiusura dall’estate tira un bilancio della stagione: “Ci sono stati tanti grandi eventi in città: Maria Grazia Cucinotta, Enrico Ruggeri, i festival musicali del Jazz e del Blues, Meraviglie di sabbia, una ricca programmazione cinematografica a Marinagri e tanti altri eventi in città organizzati anche da privati. Ho registrato una grande affluenza di turisti in città superiore a quella degli altri anni”. “La nuova manovra economica nazionale danneggia oltremisura gli Enti locali”. A dichiararlo è il sindaco di Policoro, Nicola Lopatriello, vicepresidente regionale dall’Anci Associazione Nazionale Comuni Italiani “Sono contrario all’accor pamento dei piccoli Comuni, i quali negli anni hanno già contribuito oltremisura con tagli ai trasferimenti al risanamento del bilancio statale. Bisogna tagliare la dove ci sono i privilegi”.

Il consigliere Giuseppe Ferrara avrebbe individuato in via Padova un’area per l’ubicazione di ulteriori parcheggi di veicoli e motoveicoli per chi viaggia partendo dal terminal bus “Egeo”. Nel castello baronale è stato presentato il libro-romanzo della scrittrice policorese Concetta Arleo: “Mille mondi lontano da me”. E’ andata in archivio anche la nona edizione del concorso letterario “Le Pieridi” con la premiazione avvenuta nelle scorse settimane nella sala consiliare del Municipio di Policoro. La professoressa Maria De Michele, organizzatrice dell’evento, esprime la sua soddisfazione per i numerosi letterati provenienti da più parti d’Italia che hanno presentato i loro capolavori e ricevuto il meritato premio. E’ stato pubblicato il bando relativo all’aff idamento in concessione dell’asilo nido comunale “Linus” di viale Colombo per i prossimo tre anni. L’importo a base d’asta è di 105 mila euro oltre Iva e il termine ultimo di presentazione della domanda è scaduto il 15 settembre alle ore 12:00. Il primo cittadino di Policoro, dopo l’ennesimo stravolgimento dei contenuti della manovra economica estiva del Governo nazionale afferma: “Se sarà confermata l’abolizione di tutte le Province, sarebbe il momento giusto per pensare alla creazione di macroaree omogenee in tutta Italia. Per quello che riguarda Policoro si potrebbe pensare ad un Metapontino allargato alla Puglia e alla Calabria fino a Crotone, non solo geografico ma anche istituzionale”.

Da lunedì 5 settembre con ordinanza sindacale per consentire l’ultimazione dei lavori del rondò di viale Salerno, all’altezza dell’ospedale civile di Policoro, è consentito il traffico a doppio senso di marcia nella parte della rotatoria già realizzata. Con delibera 140 di Giunta municipale del 4 agosto l’Amministrazione comunale ha concesso un contributo all’associazione Planet sport per l’organizzazione dell’evento: “Settimana tra sport e cultura sul lungomare di Policoro”. L’Amministrazione comunale ha prelevato somme dal fondo di riserva da destinare alle manifestazioni del cartellone estivo “Siritidestate 2011”. Lo si evince dalla delibera 142 dell’11 agosto. Con l’inizio del nuovo anno scolastico è stato approvato l’atto di indirizzo con il quale l’Amministrazione comunale, con delibera 136 del 28 luglio, affiderà con la procedura del cottimo fiduciario il servizio di refezione scolastica per l’anno 2011/12 ad una società specializzata. Il 19 settembre sono riaperte le scuole in Basilicata. Il neo assessore alla Pubblica istruzione, Mary Padula, augura a tutti gli studenti un buon anno scolastico. Sono settanta le domande arrivate al Comune di Policoro per i rilevatori del censimento della popolazione e abitazioni previsto ad ottobre del 2011. Tra questi ne saranno selezionati alcuni come rilevatori.


pagina 15

Corriere di Policoro notizie flash I l p r o g e t t o P r ov i d u n e d i Legambiente sulle spiagge della città di Policoro è terminato. Il locale circolo esprime la sua soddisfazione per l’attività di sensibilizzazione verso i bagnanti durante l’estate per la salvaguardia ambientale delle dune costiere. Fino al 30 novembre si possono presentare le domande per essere inseriti nell’albo degli scrutatori, per chi non ha mai presentato la domanda. Tra i requisiti: possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo ed essere elettore nel Comune di Policoro. La modulistica la si può richiedere all’uff icio elettorale. Invece il 31 ottobre è il termine ultimo per iscriversi all’albo dei presidenti di seggio. In questo caso il titolo di studio richiesto è il diploma di maturità. Per ulteriori informazioni l’ufficio competente è sempre quello elettorale. L’assessore all’Urbanistica, Vincenzo Di Cosola, ha presentato ai tecnici e alle imprese edili la bozza di regolamento, migliorabile con delle osservazioni, dello sportello unico dell’edilizia che sarà approvato in uno dei prossimi Consigli comunali. Lo stesso criterio della partecipazione, fa sapere l’assessore, sarà utilizzato per il Regolamento urbanistico, il Piano d’Ambito e tutti gli altri strumenti urbanistici di competenza del Comune. Gli uff ici della Camera di commercio per l’industria e l’artigianato sono riaperti al pubblico dopo la pausa estiva presso gli uffici del Palazzo di città di Policoro. “L’approvazione def initiva in Parlamento della manovra estiva ci

ha lasciato letteralmente in mutande”. e’ il commento del sindaco di Policoro, Nicola Lopatriello. Il quale aggiunge: “I parlamentari venissero in trincea nei Comuni a sentire i disagi della gente, prima di approvare manovre inique e con tagli e tasse anziché puntare sullo sviluppo”. Sono ritornati il 18 settembre i cittadini di Policoro che hanno partecipato al tradizionale viaggio soggiorno anziani di 2 settimane nella città di Rimini e località limitrofe. Il Comune di Policoro continua a finanziare, con contributi in conto interessi, attività economiche in città e assunzioni. “Le domande che abbiamo ricevuto, dopo un’attenta istruttoria degli uffici preposti, hanno ricevuto parere positivo e le abbiamo finanziate. Il bando Welfare non è a scadenza e chiunque, residente a Policoro, si può candidare. Il Comune interviene sul pagamento degli interessi bancari grazie alla convenzione con la Cassa rurale di Castellana Grotte”. Si susseguono in ci tt à le manifestazioni per la racconta firme sul referendum per l’abolizione della legge elettorale sul Parlamento. Dopo quella di domenica 11 e 18 settembre in piazza Eraclea, anche il consigliere Giuseppe Ferrara ha invitato i cittadini a recarsi presso gli uffici comunali a firmare il referendum: “Restituiamo ai cittadini il diritto di scegliersi i parlamentari e mandiamo a casa i parassiti della politica, afferma, e votiamo si se saranno ammessi” .

E’ suonata la campanella per l’inizio dell’anno scolastico 2011/12. L’assessore alla Pubblica istruzione, Mar y Padula, ha fatto una ricognizione sullo stato di conservazione dei plessi di competenza del Comune ed ha colto l’occasione per augurare a docenti e discenti un buon anno scolastico. Con delibera 152 del 25 agosto la Giunta municipale sollecita i responsabili dei servizi amministrativi a porre fine alle proroghe dei servizi a terzi e procedere all’assegnazione degli stessi attraverso avvisi pubblici. Anche i Confidi iscritti all’albo degli intermediari finanziari possono presentare le fideiussioni per conto di imprese consorziate a favore delle Amministrazioni statali, tra cui anche i Comuni. Pertanto con delibera 149 del 18 agosto la Giunta ha provveduto ad aggiornare l’elenco municipale degli organismi che possono presentare garanzie. L’ufficio Pois (Piano offerta integrata di servizi alla persona), comprendente 17 Comuni ricadenti nel Metapontino e aree interne, ha la sua sede presso il Palazzo di città di Policoro, Municipio capofila per la gestione di risorse economiche destinate a fasce sociali più deboli. E’ quanto previsto dalla delibera 148 di Giunta del 18 agosto. Gli uffici e i servizi del Comune di Po l i c o r o h a n n o u n n u ovo regolamento. Esso è stato votato con delibera dell’Esecutivo 146 del 18 agosto per garantire maggiore efficienza ed efficacia all’azione amministrativa.


pagina 16

L’angolo della Poesia

Numeri Utili

SINDACO DI POLICORO 3407121003 e-mail: sindacopolicoro@alice.it

POLIZIA Squadra Volante 113 POLIZIA STRADALE Via Puglia 0835972110 CARABINIERI Pronto Intervento 112 CARABINIERI Via Monte Bianco 0835972012 GUARDIA DI FINANZA Pronto Intervento 117 GUARDIA DI FINANZA Via Bologna 0835372112 POLIZIA MUNICIPALE 0835980876 VIGILI DEL FUOCO Pronto Intervento 115 VIGILI DEL FUOCO Corso Pandosia 0835972122 EMERGENZA SOCCORSO SANITARIO 118 CROCE D’ORO Piazza Eraclea 0835980998 POLICORO SOCCORSO PUBBLICA ASSISTENZA 0835981387 - 3333373535 CORPO FORESTALE DELLO STATO 0835953012 POLIZIA DI STATO 0835952211 SOCCORSO ACI 803.116 PROTEZIONE CIVILE di Policoro 0835980518 ACQUEDOTTO LUCANO Via Puglia 0835972383 ACQUA GUASTI 800992292 PRONTO INTERVENTO GAS 800198198 ENEL 800900860 PUNTO ENEL POLICORO 0835981115 TELECOM 187 MUNICIPIO 0835980518 BIBLIOTECA MASSIMO RINALDI Piazza Eraclea 0835972292 MUSEO NAZIONALE DELLA SIRITIDE 0835972154 CONSULTORIO FAMILIARE Via Kennedy 0835986452 TRIBUNALE DEI DIRITTI DEL MALATO 0835986306 POSTE ITALIANE Via G. Fortunato 0835903111 SERVIZIO IGIENE E SANITA’ PUBBLICA 0835986456 INPS Piazza Aldo Moro 0835985711 OSPEDALE PAPA GIOVANNI PAOLO II 08359861 PRONTO SOCCORSO 0835972171 GUARDIA MEDICA 0835986455 CENTRO PRENOTAZIONI TICKET 0835986303 ISTITUTO DI VILIGANZA TIGERPOL 0835985840 ISTITUTO DI VILIGANZA LA RONDINE 0835416597 TAXI 3392202709 DISTRETTO SANITARIO 0835986456 INAIL 0835985711 AGENZIA DELLE ENTRATE 0835902170 CAMERA DI COMMERCIO 0835981489 CAPITANERIA DI PORTO 0835972926 SOCCORSO IN MARE 1530 CATASTO 0835981376 CENTRO PER L’IMPIEGO 0835972017

Sera d’ottobre Nel cielo una stella non brilla, canta residuo un grillo al vento d’ottobre e risveglia i ricordi d’estate! Par che parli di una speranza che non muore!

Laura Anna Maria Di Barbaro

Sfinge Davanti a queste sere infuocate all’orizzonte, con gli occhi scavati dal vento, sfinge incantata dal tempo.

Giuseppe Digno

Corriere di Policoro  

Policoro corriere