Issuu on Google+

___________________________________________________________Leggenda dei 12 animali

Secondo la leggenda, il Buddha chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma di questi solo 12 andarono ad offrire il loro saluto. Come premio, per la loro fedeltà, il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali. Il topo, furbo e veloce di natura, arrivò per primo. Il diligente bue arrivò secondo, seguito dall'intrepida tigre e dal pacifico coniglio. Il drago arrivò quinto, seguito subito dal suo fratello minore, ovvero il serpente. L'atletico cavallo fu settimo e l'elegante pecora ottava, subito dopo arrivò l'astuta scimmia, e poi ancora il coloratissimo gallo, il fedele cane per poi finire con il fortunato maiale che arrivò appena in tempo per salutare anch'egli il Buddha. ____________________________________________________________________Giorni di festa

Il capodanno cinese, anche chiamato festa di primavera, è la festa più importante in Cina. Il calendario cinese tradizionale, stabilisce in questi giorni l’inizio del nuovo anno, perché è in questo periodo che si conclude il riposo invernale per iniziare l’attività agricola. L'anno inizia con la prima luna nuova e questo giorno può cadere tra il 21 gennaio ed il 19 febbraio. Nelle moderne città vengono riconosciuti tre giorni di festa, ma in campagna si prolunga anche a dieci, quattordici giorni. I preparativi iniziano con due tre giorni di anticipo e consistono in una accurata pulizia della casa, nella preparazione di cibo da consumare nei giorni di festa, e nella preparazione di decorazioni da appendere , come lanterne e fiori di carta e striscioni con frasi augurali. Il gesto di pulire la casa ha il significato simbolico di spazzare via la sfortuna e gli accidenti dell'anno passato e preparare la casa per l'arrivo della fortuna nel prossimo. La sera della vigilia la famiglia si riunisce e ci si scambiano piccoli regali (principalmente cibo e dolci), poi si passa al banchetto che di solito inizia con un grosso pesce intero che simboleggia l’unità della famiglia ed augura anche abbondanza per il nuovo anno. È usanza, che se l’anno che viene corrisponde al proprio segno, portare per tutto l’anno un cordino rosso, legato al polso, per ingraziarsi la fortuna.. ________________________________________________________I primi giorni di festa del nuovo anno

Primo giorno : In questo giorno si festeggia il benvenuto delle Divinità, facendo visita a parenti e amici. Secondo giorno : In questo giorno le donne sposate fanno visita ai loro genitori. Terzo e quarto giorno: Questi giorni si trascorrono solitamente a casa, sia perchè si pensa che i litigi siano più facili in questi giorni, sia perché questi giorni sono dedicati alla commemorazione dei defunti. Quinto giorno: Il quinto giorno è considerato la data di nascita del Dio del denaro e della ricchezza. È in questo giorno che gli uffici e gli esercizi commerciali riaprono come auspicio per gli affari.


Settimo giorno In questo giorno si ricorda la creazione dell’uomo, è considerato una specie di compleanno comune, in cui ogni persona diventa più vecchia di un anno. Quindicesimo giorno Questo è il giorno che conclude le festività. La ricorrenza principale è la festa delle lanterne, durante la quale le famiglie escono per le vie cittadine con in mano lanterne accese e colorate. Fuori dalle case si accendono candele, per guidare gli spiriti beneauguranti alle abitazioni __________________________________________________________________________Festeggiamenti

Fuochi d’artificio Gli scoppi colorati e rumorosi sono considerati un modo per scacciare gli spiriti maligni, intimoriti dalle luci e dalla confusione. Pacchetti rossi Lo scambio di pacchetti rossi contenenti piccoli doni, in cantonese 利是, 利市 or 利事 (lai shi o lai see), in cinese mandarino 紅包 (hóng bāo) è tipico delle festività per il nuovo anno. Questi pacchetti contengono sempre e solo denaro, solitamente in forma di monete (sebbene oggigiorno si usino più spesso banconote, di valore più elevato), il cui complessivo può andare da pochi yuan a varie centinaia. Per tradizione, il numero di monete contenuto nei pacchetti deve essere essere semprepari, in quanto i numeri dispari sono associati con il denaro che si dona in caso di funerali. Inoltre, poiché in Cina (come in altri paesi dell'Est asiatico) il numero 4 è considerato di malaugurio, a causa di una sua assonanza con il termine "morte", i pacchetti non contengono mai monete in numero di quattro o multipli; fa eccezione il numero 8, considerato invece di buon auspicio -e pertanto otto monete sono una scelta standard nel caso si voglia fare a qualcuno un piccolo dono. Addobbi e decorazioni Il colore rosso è considerato di buon auspicio per l'anno nuovo, ed è perciò abitudine comune decorare le case con fiocchi e nastri di questo colore durante il Capodanno. Altri addobbi tipici esposti in casa e sulla facciata posteriore delle porte includono motti beneauguranti, dipinti su carta e tela secondo le arti calligrafiche, piccoli quadri o nodi tradizionali di stoffa rossa. _____________________________________________________________________________Piatti tipici

Il più importante appuntamento gastronomico durante le festività del Capodanno è la cena conviviale che si svolge la sera precedente l'arrivo dell'anno nuovo. Si tratta di un momento familiare, in cui i parenti più stretti si ritrovano -generalmente a casa della persona più anziana- davanti ad una tavola riccamente imbandita: Luóhàn zhāi o "delizia di Buddha" (in cinese semplificato 罗汉斋; in cinese tradizionale 羅漢齋), Jau gok (in cinese: 油角),Jiaozi, ravioli, ian gao (年糕), Mandarini (金橘子; pinyin: jīn júzi) e semi di melone (瓜子; in pinyin gwāzi).


____________________________________________________________Frasi di augurio tipiche

L'arrivo del nuovo anno è accompagnato da tipiche frasi di gioia e felicitazioni, che vengono scambiate tra amici e parenti ad alta voce e con entusiasmo. Fra le più usate vi sono "Felice anno nuovo!" 新新新乐( Xīnnián kuàilè). Un'altra espressione comune è "congratulazioni e che sia prospero!", 恭恭发发( Gōngxǐ fācái). Vi sono poi tantissime altre forme augurali, usate meno spesso, ad esempio è tradizione gridare Suìsuì píng'ān (歲歲平平, con il significato di "pace anno dopo anno") nel caso in cui capiti di rompere un oggetto, per allontanare la malasorte scaturita dal piccolo incidente, e così via.


capodanno cinese