a product message image
{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade

Page 1

6 ANNI DI

LU.ME.

Febbraio 2019 / Anno 7 / Edizione I trimestre

L’EMOZIONE DI CRESCERE INSIEME LU.ME. compie 6 anni Intervista a Emilio Iavazzo

Orientagiovani 2018

Il nuovo Presidente LU.ME.

Il successo degli eventi dedicati al mondo scolastico e giovanile continua

Lumeteca

02

04

08

09 In persona / Le interviste in Sampi e Toscotec

Cresce la biblioteca che porta il piacere del tempo libero anche in azienda


UN 2019 IN FORMA CON LA CARD PIÙ FAMIGLIA Scopri tutte le palestre convenzionate con LU.ME. e regalati un anno di salute e benessere. Per info luccametalmeccanica.it luccametalmeccanica

luccametalmec


INDICE

IN EVENTI INTERVISTA A EMILIO IAVAZZO

02

BUON COMPLEANNO LU.ME.

03

ORIENTAGIOVANI 2018

04

TED SBARCA A LUCCA

05

IL PROGETTO "RELAZIONI INTERNE" DI FEDERMECCANICA PROSEGUE

06

IN AZIENDA FOSBER LANCIA IL NUOVO SITO

06

NONWOVENS INNOVATION DAYS

07

LU.ME. IN CONSEGNA CON A.CELLI

07

LA LUMETECA CONTINUA

08

IL NATALE IN FAPIM

08

IN PERSONA SAMPI

09

TOSCOTEC

10

IN GIOCHI

12

IN RISATE

13

01


IN EVENTI

Intervista a Emilio Iavazzo Responsabile Risorse Umane Rotork e nuovo Presidente LU.ME. Quale crede possa essere il suo contributo al progetto? Mi piacerebbe proseguire nella direzione della sensibilità rispetto a quanto accade sul territorio, cercando sinergie per i giovani e le aziende. Di conseguenza proveremo a metterci nei panni dei dipendenti delle aziende rappresentate, dei giovani e delle stesse aziende sul territorio per identificare bisogni pratici da fronteggiare.

Da quanti anni conosce LU.ME.? Conosco LU.ME. da circa tre anni. Prima di approdare alla metalmeccanica ho lavorato nel farmaceutico (Kedrion) e con la collega Sara Da Pisa organizzavamo spesso dei corsi, durante i quali più di una volta siamo entrati in contatto con LU.ME.. Ora che sono arrivato in Rotork ho poi avuto modo di approfondire la conoscenza del progetto grazie ad Antonella Lancelotti, che ha seguito attivamente LU.ME. fin dai suoi inizi. Come si sente in questo nuovo ruolo di Presidente? Quando Flavio Batti, General Manager di Rotork, mi ha parlato dell’opportunità di assumere questo ruolo sono rimasto molto colpito perché LU.ME. l’ho sempre collegato ad aspetti di carattere sociale. Io sono uno psicologo e in ambito HR ho sempre avuto un’attenzione particolare a tutto ciò che succede sul piano sociale sia in Azienda che al di fuori dell’Azienda. Per questo motivo ho vissuto la presidenza di LU.ME. immediatamente attraverso una sensazione di continuità; l’ho vista come una continuazione del mio approccio personale, a partire dalla laurea in psicologia sino ad arrivare al percorso professionale che ho maturato sino ad oggi nell’ambito delle Risorse Umane. Francamente è un ruolo che mi piace. Siamo solo all’inizio del mandato, ma noto che c’è un buon clima nel gruppo di lavoro e c’è soprattutto la possibilità di realizzare molte cose. Credo che si possa davvero fare qualcosa di buono. Possiamo incidere a modo nostro e mi permetto di dire che forse possiamo addirittura osare un po’ di più. Le potenzialità sono ampie soprattutto per i link che si possono creare fra aziende e mondo della scuola.

Quali sono gli obiettivi che si pone? Dare seguito agli obiettivi che già sono in essere, dando loro nuova enfasi e come già detto osare anche un po’ di più. Vorrei rendere LU.ME. ancora più giovane e interessante, puntando a qualche novità e, in linea con la positività delle cose già fatte, farne di nuove. Creare una relazione fra il training universitario e le risorse umane delle aziende, per esempio. Nel 2019 ci sarà una tematica comune a tutte le aziende metalmeccaniche che riguarda la formazione per i dipendenti. A partire quindi da un obiettivo comune già esistente, sarebbe bello far leva sullo sviluppo delle risorse umane trovando un link col mondo esterno per creare nuove sinergie sul territorio. Cosa chiede ai dipendenti e alle aziende di LU.ME.? Chiedo un coinvolgimento rinnovato nell’indicarci un nuovo indirizzo con lo scopo di farci capire bene in quale direzione dobbiamo focalizzare la nostra attenzione. In fondo LU.ME. nasce con lo scopo di adoperarsi per i dipendenti, dobbiamo perciò capirne una volta di più le loro esigenze. Come vede LU.ME. fra un anno? Nel pieno rispetto della storia di LU.ME. e di quanto è stato realizzato sino ad oggi, a gennaio 2020 mi piacerebbe raccontare che abbiamo realizzato qualcosa di nuovo e di concreto che possa aiutare LU.ME. a basarsi sempre su una funzionalità rinnovata.

02


Buon compleanno LU.ME. Come 6 diventato grande!

O

gni compleanno è l’occasione per fare bilanci e per noi di LU.ME., che ormai di anni ne festeggiamo 6, è un po’ come se quest’anno ci sentissimo pronti per dare inizio a una nuova fase. Le attività che abbiamo promosso nel 2018 sono state tante e di grande soddisfazione, la degna continuazione di quanto seminato negli anni precedenti. La scuola è stata al centro delle nostre iniziative a partire dalla Materna con la consegna dei libri e della carta. Siamo stati alle Primarie col progetto Eureka!Funziona! promosso da Federmeccanica e che quest’anno, con grande orgoglio nostro, ha ospitato la finale nazionale proprio a Lucca. Nelle scuole Medie abbiamo investito molto tempo poiché i ragazzi in quella fase della loro vita si trovano a fare i conti con l’orientamento scolastico e per loro abbiamo ideato lo spettacolo teatrale di Orientagiovani insieme al Teatro del Giglio. Infine siamo stati presenti anche alle scuole Superiori con il PMI Day e i progetti di alternanza scuola lavoro. La diffusione della cultura e l’approfondimento sulla formazione delle nuove generazioni, ovvero delle persone che domani andranno a far vivere le aziende, sono stati i motori degli eventi in calendario. I dipendenti e le loro famiglie sono stati comunque al centro dei nostri pensieri sia con agevolazioni economiche, con le promozioni della carta Più Famiglia, che non guastano mai, sia con le estrazioni di biglietti per il Lucca Summer Festival, il Carnevale di Viareggio e il Lucca Comics & Games, momenti di puro intrattenimento che fanno sempre piacere. Non ci siamo dimenticati però della cultura anche in azienda. È partita infatti la Lumeteca che ha riscosso davvero molto successo. In tutto questo non sono mancati i riconoscimenti a livello nazionale per quanto siamo riusciti a fare in questi 6 anni. Siamo infatti rientrati come Best Practice nel progetto “Relazioni Interne” di Federmeccanica insieme a poche altre aziende Champion in tutta Italia. Insomma, di cose fatte ce ne sono state tante. Tuttavia, come detto all’inizio, ci sentiamo pronti per fare ancora di più. Questo nuovo anno comincia subito con grandi novità nell’organico LU.ME.. Dopo i 6 anni di presidenza, Massimo Bellandi passa il testimone a Emilio Iavazzo, Responsabile Risorse Umane di Rotork, che avete avuto modo di conoscere meglio nell’intervista pubblicata in questo numero. Visto che LU.ME. siete voi e è grazie all’energia di tutti che si può pensare di mettere in circolo nuove idee e nuovi progetti, ci piacerebbe sapere cosa ne pensate e come vi immaginate LU.ME. nel futuro. Noi siamo pronti per nuovi traguardi, e voi?

03


IN EVENTI

Orientagiovani 2018 Il successo del ciclo di eventi e manifestazioni dedicati al mondo scolastico e giovanile continua.

M

ai come quest’anno il Teatro del Giglio è stato pieno di ragazzi in cerca d’ispirazione per il proprio futuro. Erano quasi 800 gli studenti delle terze medie che hanno partecipato allo spettacolo “Ti Aspetto Fuori nel Mondo”, spettacolo scritto appositamente per LU.ME. in collaborazione col teatro e messo in scena dalla compagnia teatrale Coquelicot. Quale sarà la strada giusta da prendere? Quale sarà la scuola che li traghetterà nell’età adulta? Quali le scelte da fare per non trovarsi impreparati alla vita? Domande alle quali è difficile rispondere, ma sulle quali è bene riflettere e che attraverso la finzione scenica sono state sviscerate sul palco e condivise poi con la platea alla fine della rappresentazione.

Il successo di questa formula per l’orientamento scolastico è stato riconfermato non solo per la grande adesione di molte scuole di Lucca e provincia, ma anche per l’entusiasmo dimostrato in sala dal giovane pubblico verso i temi trattati dagli attori. Non resta che darvi appuntamento al prossimo anno.

04


TED sbarca a Lucca Il 15 dicembre si è tenuto il primo TEDxLucca, con speaker di grande spessore. Ecco com’è andata.

V

i ricordate che nello scorso numero vi avevamo parlato del TEDxLucca? Ebbene, a poco più di un mese dall’evento possiamo dirvi com’è andata. Come immaginavamo, ovviamente, molto bene. Eventi che diffondono idee di valore sono per noi energia pura e ne abbiamo avuto la conferma sabato 15 dicembre alla Chiesa dei Servi. Nei mesi precedenti avevamo cercato il modo di aiutare l’organizzazione nel divulgare la notizia della presenza del primo TEDx nella nostra città e così, laddove c’era per noi un contatto privilegiato soprattutto con le nuove generazioni, pubblico perfetto per conferenze di quel genere, gli abbiamo dedicato un piccolo spazio. Gli speaker che sono saliti sul palco erano tutti di grande spessore, anche se alcuni più di altri hanno attirato la nostra attenzione, forse per via degli argomenti trattati o anche solo perché appartenenti al nostro territorio. A breve saranno disponibili online tutti i talk che si sono tenuti in quel pomeriggio pieno di emozioni e spunti di riflessione sul futuro nostro e del nostro pianeta. Seguite TEDxLucca su Linkedin, Facebook, Twitter e Instagram per restare aggiornati.

05


IN EVENTI

Il progetto “Relazioni Interne” di Federmeccanica prosegue LU.ME. rientrata come Best Practice nel progetto.

R

icordate il progetto di Federmeccanica per il quale eravamo stati selezionati insieme ad altre aziende Champion in tutta Italia e dove siamo stati individuati come Best Practice in Toscana? Bene, è ora arrivato a una nuova fase che prevede la condivisione con gli altri del nostro modello che, come sappiamo, è abbastanza unico. Difficile trovare 10 aziende dello stesso settore anche concorrenti fra loro che si associano. Eppure noi lo abbiamo fatto. L’obiettivo di questa nuova fase è sempre quello di continuare a sensibilizzare le aziende dei vari territori sui temi legati alle re-

lazioni interne. Federmeccanica ha previsto, come strumento per la divulgazione delle best practice, degli eventi territoriali dove esporre ad altre realtà aziendali il progetto e le sue dinamiche. L’idea di presentare LU.ME. alle altre aziende del territorio, sperando di ispirarle a fare altrettanto, certamente è molto stimolante. In fondo, le aziende sono fatte di persone che condividono geograficamente uno stesso orizzonte e se si investe sul capitale umano perché deve essere difficile pensare a obiettivi comuni? Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

IN AZIENDA

Fosber lancia il nuovo sito

P

er salutare l’inizio del 2019, Fosber si rifà il look ed aggiorna il sito internet con nuove grafiche e nuove funzioni per rendere più piacevole, fruibile e user-friendly la navigazione. Le ultime notizie, gli aggiornamenti sui prodotti, le novità sui servizi offerti ed i contatti utili a portata di clic o di tap in qualunque momento, da qualunque dispositivo, grazie ad un design intuitivo, sempli-

ficato e responsive; l’area privata per clienti, fornitori e dipendenti resta ben visibile e facilmente raggiungibile. Tutto questo rende l’esperienza più godibile e permette con pochi passaggi di sfogliare ed esplorare tutto il sito. Un sito realizzato con le ultime tecnologie disponibili online e che rispecchia l’animo 4.0 di Fosber. Buona navigazione su www.fosbergroup.com!

06


IN AZIENDA

Nonwovens Innovation Days A.Celli mette in mostra le più innovative tecnologie.

I

l 21 e 22 gennaio si è tenuto a Lucca il Nonwovens Innovation Days, un evento organizzato dal team A.Celli Nonwovens che ha accolto un gran numero di visitatori arrivati da tutto il mondo, importantissimi players del mercato igienico e della produzione di prodotti in tessuto-non-tessuto. L’evento è iniziato al mattino con un ciclo di conferenze dedicate alle tecnologie di produzione del tessuto-non-tessuto. Nel pomeriggio si è tenuto un tour negli stabilimenti produttivi della A.Celli Nonwovens, cogliendo l’occasione per presentare la nuova generazione di arrotolatori STREAM®, passando alla recente gamma di Ribobinartici RAPID® per arrivare all’innovativo sistema di Movimentazione Bobine e

Imballaggio R-WAY® e al sistema di gestione delle bobine tramite veicoli AGV R-WAY®: efficienti, sicuri, automatizzati. Il percorso pensato per il visitatore si è poi snodato lungo un filone dedicato ai più recenti sviluppi di Extreme Automation, la nuova divisione completamente dedicata allo sviluppo di soluzioni software e hardware per l’ottimizzazione dei processi produttivi e manutentivi in ottica INDUSTRY 4.0. A fine tour si è arrivati in un’area produttiva dove è stato possibile vedere l’ultima generazione di macchine dedicate all’avvolgimento e taglio di prodotti spunlaid leggeri (da 8-70 gsm) a corredo di linee Reicofil 5 per uso igienico. Un’esperienza davvero entusiasmante!

LU.ME. in consegna con A.Celli Consegna di libri ai bambini della Scuola dell’Infanzia di Fagnano.

C

i sono temi che a noi di LU.ME. sono cari fin dall’inizio: le nuove generazioni e la diffusione della cultura. Per questo le scuole sono da sempre il nostro obiettivo, perchè crediamo che è lì che si possano coltivare adulti più consapevoli che poi saranno le donne e gli uomini di valore che potranno vivere e lavorare sul nostro territorio, tenendolo vivo e attivo. Contribuire alla creazione delle biblioteche scolastiche, così come abbiamo già fatto nel reparto di pediatria dell’ospedale San Luca, è certamente un’attività che ci rende molto orgogliosi. Proprio per questo ci piace comunicare

che il 7 gennaio, Simone Morgantini, Marketing & Communication Manager di A.Celli, ha consegnato un pacco di 50 libri per i bambini della Scuola dell’Infanzia di Fagnano. La Biblioteca LU.ME. continua!

07


IN AZIENDA

La Lumeteca continua Cresce la biblioteca che porta il piacere del tempo libero anche in azienda.

Il Natale in Fapim

S

ulle note della Fapim Band si è tenuta il 19 dicembre al Fapim Museum di Spianate di Altopascio la tradizionale festa di Natale aziendale di Fapim.

Babbo Natale e i suoi elfi hanno accompagnato con allegria i dipendenti e le loro famiglie in mezzo a estrazioni di ricchi premi, tombole e brindisi.

08 08


IN PERSONA

Le interviste di LU.ME. Diamo voce alle persone che fanno le aziende.

Marco Profeti Managing Director SAMPI Quando è cominciata l’avventura LU.ME. si sarebbe mai immaginato di arrivare a festeggiare i 6 anni? Direi di sì. Ho sempre apprezzato il tessuto industriale Lucchese per la sua capacità d'innovazione. Aver capito l’importanza dell’attenzione verso il territorio e il valore degli investimenti culturali in capitale umano delle nuove generazioni, è quanto di più innovativo e al tempo stesso di competitivo che ci possa essere. Avere questa visione è garanzia di successo sostenibile e di lunga durata.

be mai immaginato di ricoprire ruoli così importanti? Non so se definirei il mio ruolo “così importante”. Ad ogni modo, in tutta sincerità, la risposta è sì. Pensavo di averne le capacità. Con il giusto impegno, qualche delusione, l’umiltà e il cambiamento e un po’ di fortuna si ottiene molto.

Quanta soddisfazione c’è nel vedere che un progetto come questo continua a ottenere il consenso di tante aziende anche concorrenti fra loro? In questo caso, mi piace pensare al concetto di “concorrenza” come un gruppo di persone di aziende diverse che “concorrono” a creare del valore a beneficio dell’ambiente comune in cui vivono. Questo va al di là della soddisfazione.

C’è un aneddoto che vuole raccontarci legato alla sua vita professionale? Primo mese di lavoro. Fresco di laurea, dietro una scrivania a fare tanti calcoli. Dopo un po’ di tempo il mio capo mi prende e mi porta a toccare con le mie mani una turbina, lunga come un vagone ferroviario che stava erogando una corrente elettrica sufficiente ad una città intera. Mi dice, “essere convinti che una cosa funzioni non è sufficiente, avere delle buone idee teoriche è importante, ma ancora più importante è validarle nel mondo reale”. In 10 secondi mi ha fatto vedere il ponte tra la scuola ed il lavoro.

C’è un aspetto che le sta particolarmente a cuore di quelli che LU.ME. porta avanti? In particolare mi piace l’aspetto “circolare” di questa iniziativa; il territorio fornisce la materia più preziosa in termini di capitale umano alle aziende e quest’ultime rendono indietro una parte del loro valore attraverso iniziative di sostegno ai giovani e alle famiglie dei dipendenti.

Quanto tempo dedica a sé stesso come persona e quanto a sé stesso come professionista? Non saprei dire con esattezza. In generale cerco di mantenere un mix lavoro-vita personale il più bilanciato possibile. Non amo stare in ufficio fino alle otto la sera o lavorare nel weekend. Un ambiente sereno, con processi di lavoro efficaci, genera carichi di lavoro sostenibili, attrae talenti e infine migliora i risultati.

Nella sua esperienza professionale prima di LU.ME. ha mai avuto modo di confrontarsi con progetti che si possono paragonare a LU.ME.? No, non mi è capitato. E questo la dice lunga sulla sua caratteristica di unicità ed innovazione.

Se le dico "futuro" cosa le viene in mente? Mi immagino una vita ancora più pervasa da tecnologia che risolverà sempre più problemi delle persone. Mi immagino una società sempre più multiculturale che dovrà fare i conti con le difficoltà di essere inclusiva senza perdere i propri valori. Poi spero che la futura generazione riesca a recuperare il ruolo che il nostro paese e la nostra regione dovrebbe avere in un mondo sempre più standardizzato e per questo assetato di eccellenze.

C’è un aneddoto legato al progetto LU.ME. che ci vuole raccontare? Una delle iniziative che suscita maggiore interesse e curiosità in Azienda è “Eureka!Funziona!”. Prima che vengano consegnati nelle scuole, i kit con cui creare i giochi stimolano nei colleghi la creatività e la voglia di giocare ancora, con lo stesso entusiasmo dei piccoli inventori a cui sono destinati! Quando è cominciata la sua avventura professionale avreb-

Cosa augura ai giovani che si apprestano a entrare nel mondo del lavoro? Di avere accesso ad una buona eduzione, di trovare un ambiente competitivo ma sano, di essere messi in condizione di fare scelte consapevoli, di credere in se stessi e di avere anche un po’ di fortuna, che non guasta mai. E, se hanno successo, di condividerlo.

09 09


IN PERSONA

Le interviste di LU.ME. Diamo voce alle persone che fanno le aziende.

Alessandro Mennucci CEO Toscotec Quando è cominciata l’avventura LU.ME. si sarebbe mai immaginato di arrivare a festeggiare i 6 anni? L’intento di unione che ha ispirato la fondazione di LU.ME. guardava lontano. L’obbiettivo che ci siamo prefissi di sostenere lo sviluppo del territorio è necessariamente a lungo termine. Sono soddisfatto del lavoro che ci ha portato a questo primo traguardo e ritengo che ci siano validi motivi per festeggiare i risultati ottenuti in questi cinque anni. Quanta soddisfazione c’è nel vedere che un progetto come questo continua a ottenere il consenso di tante aziende anche concorrenti fra loro? Molta soddisfazione. È la passione per il nostro territorio, per il talento e la ricchezza del capitale umano che abbiamo che ci tiene uniti, al di là della concorrenza sul mercato. Tutte le aziende associate possono beneficiare dello sviluppo delle competenze locali e della crescita del comparto metalmeccanico della Lucchesia. Sono valori importanti, per i quali siamo disposti a impegnarci e ad investire. C’è un aspetto che le sta particolarmente a cuore di quelli che LU.ME. porta avanti? Senza dubbio la formazione. L’orientamento al lavoro, tramite l’Orientagiovani LAB e il PMI Day, è mirato ad aiutare i ragazzi a fare scelte consapevoli per il proprio futuro. Questa scelta è alla base della loro vita professionale futura e della passione che la alimenterà. E anche lo sviluppo di progetti di alternanza scuola-lavoro, le partnership con le università e il sostegno alla formazione professionale sono fondamentali nel mondo di oggi. Le aziende possono, e a mio avviso devono, dare un contributo di rilievo per accorciare la distanza scuola-lavoro, che danneggia sia i giovani che le aziende. Toscotec negli ultimi anni è cresciuta molto in termini di organico. Per noi si tratta di questioni di vitale importanza. Nella sua esperienza professionale prima di LU.ME. ha mai avuto modo di confrontarsi con progetti che si possono paragonare a LU.ME.?

Onestamente no. Nella mia esperienza, LU.ME. non è solo la prima ma è anche unica nel suo genere. Per questo Confindustria ha riconosciuto il suo valore a livello nazionale come iniziativa da imitare e riprodurre. C’è un aneddoto legato al progetto LU.ME. che ci vuole raccontare? Per qualche anno LU.ME. ha organizzato un Trofeo all’interno della Gara Ciclistica di Confindustria e Toscotec ha partecipato con una nutrita schiera di atleti. Non ricordo bene quale anno fosse, ma nella classifica ufficiale mancava un nostro dipendente regolarmente iscritto e che aveva gareggiato… dov’era finito? Semplicemente vedendo allestito il buffet del dopo gara si era fermato a fare festa credendo già di aver tagliato il traguardo!! Così di quel Trofeo ricordiamo un selfie con un sorriso smagliante e una tartina in mano.. ma venti metri prima dell’arrivo! Quando è cominciata la sua avventura professionale avrebbe mai immaginato di arrivare a ricoprire ruoli così importanti? Come per tutti al primo impiego, anche io lavoravo per provare me stesso. Ma all’inizio è facile che la quantità immensa di cose da imparare possa intimidire. Per crescere professionalmente, occorre mettersi alla prova sul lavoro quotidiano di tutti i giorni. Le persone intorno possono incoraggiarti, sostenerti in vari modi, possono aprire per te una porta, ma alla fine sei tu che devi varcare la soglia. C’è un aneddoto che vuole raccontarci legato alla sua vita professionale? Nel 2002 facemmo un rebuilding importante a Wepa Giershagen, il nostro primo lavoro con quello che è oggi uno dei partner principali della Toscotec. Siccome i tempi di consegna della ricostruzione erano strettissimi, fummo costretti a lavorare consecutivamente non so quante ore, senza riposare o fermarsi per mangiare. Quanto era tutto pronto per partire, i nostri tecnici approfittarono finalmente di una pausa per ordinare delle pizze al volo e mangiare un boccone. Proprio in quel momento, arrivò un direttore del

10


cliente e vide qualcuno che mangiava le pizze. Rimase così impressionato da questo comportamento, ma senza capire il contesto di quello che era stato uno sforzo forsennato e un lavoro eccellente, come dimostrammo con l’avviamento nei tempi previsti, che all’ordine successivo richiesero in maniera amichevole che non portassimo pizze in cartiera! Quanto tempo dedica a sé stesso come persona e quanto a sé stesso come professionista? Come per tutti, è un equilibro difficile. La famiglia è una parte fondamentale e irrinunciabile della mia vita quotidiana, e sono felice di dedicarle lo spazio che merita. Allo stesso tempo, il lavoro di amministratore della Toscotec richiede grandi energie e tempo, ovviamente. Anche per questo lo sviluppo del capitale umano è fondamentale! Costruire una squadra di validi professionisti in azienda è importante anche per poter mantenere questo equilibro. Se le dico "futuro" cosa le viene in mente? Crescita. Passione. Impegno quotidiano per raggiungere gli obbiettivi e stabilirne sempre di nuovi. E cambiare, per fare sempre meglio. Cosa augura ai giovani che si apprestano a entrare nel mondo del lavoro? L’augurio che faccio loro è di essere attivi, curiosi, darsi da fare per scoprire le opportunità che li circondano, rallegrarsi ma non accontentarsi mai dei risultati ottenuti. Il mondo del lavoro è sempre alla ricerca di giovani così.

11


IN GIOCHI

Gioca con noi! Colora la maschera che preferisci e ritagliala. Poi, con l'aiuto di un adulto, fissa un elastico nei fori alle due estremitĂ . Sei pronto per il Carnevale!

12


IN RISATE

La rubrica del buonumore Sopravvivere al meglio al lavoro e ai colleghi: ecco il vademecum che ti spiega come fare in cinque punti.

Tecniche di sopravvivenza in azienda

SOPRAVVIVERE A SAN VALENTINO

1 2 3

Sei single da una vita e ancora insistono a chiederti cosa farai il 14 febbraio. Consolati, farai esattamente quello che faranno gli sposati da oltre 10 anni. Cioè niente. Vi siete messi insieme da poco più di un mese. Il 14 febbraio è un giorno come un altro per ricordarle/gli che essere innamorati è una cosa bellissima ma non necessariamente costosa.

4 5

Se al ristorante lui vi guarda con occhi languidi e vi dice che ha da chiedervi una cosa importante, prima di farvi strane idee, lasciatelo parlare perché una frase che comincia con “Mi vuoi…” può anche finire con “… accompagnare a prendere mia madre all’aeroporto domani?”. Ricordati solo che dalla tua risposta potrebbe dipendere il vostro rapporto. Il tuo e quello di sua madre ovviamente.

Vietato regalare biancheria intima rossa avanzata dall’ultimo dell’anno solo perché in saldo. Va bene spendere poco, ma dimenticarsi del buon gusto mai.

CONTRIBUISCI ANCHE TU! Mandaci i tuoi segreti

e le tue tecniche a info@luccametalmeccanica.it Le più divertenti saranno pubblicate su

luccametalmeccanica e nel prossimo numero

13


info@luccametalmeccanica.it

www.luccametalmeccanica.it

Con il supporto di Confindustria Toscana Nord

luccametalmeccanica

luccametalmec


Luglio 2019 / Anno 7 / Edizione II trimestre

EUREKA! FUNZIONA!

La finale 2019 a Palazzo Bernardini In azienda

Lucca Kids

Tutte le novitĂ di A.Celli, Fosber, Fapim, Fabio Perini e KME

La nuova rubrica

04

08

06 In persona / L'intervista a Daniel Galli, Plant Manager di Rotork


ESTATE IN VIAGGIO CON LA CARD PIÙ FAMIGLIA Scopri tutte le agenzie di viaggi convenzionate con LU.ME. e regalati un'estate di relax. Per info luccametalmeccanica.it luccametalmeccanica

luccametalmec


INDICE

IN EVENTI EUREKA!FUNZIONA!

02

GLI APPUNTAMENTI DI LU.ME. PER LE SCUOLE

03

IN AZIENDA A .CELLI VINCE PER L’INNOVAZIONE

04

FOSBER INVESTE NELLA SCUOLA

04

FAPIM GIOCA!

05

SMART FOOD IN FABIO PERINI

05

KME E LA FEDELTÀ AL LAVORO

05

IN PERSONA ROTORK

06

IN KIDS LUCCA KIDS

08

IN RISATE

09

01


IN EVENTI

Eureka!Funziona! Anche quest’anno piccoli inventori crescono.

E

ccoci anche quest’anno con il resoconto sull’appuntamento per i piccoli inventori che grazie a LU.ME. possono sbizzarrirsi nell’inventarsi un gioco. Il 2 maggio scorso si è tenuta presso Palazzo Bernardini a Lucca, sede di Confindustria Toscana Nord, la finale territoriale del concorso per giovani inventori giunto alla sua quinta edizione Eureka!Funziona!. Il concorso è indetto a livello nazionale da Federmeccanica con il patrocinio del MIUR e organizzato a Lucca proprio dal progetto LU.ME. Lucca Metalmeccanica. Sono circa 500 i bambini e le bambine che, provenienti da 16 scuole di tutto il territorio provinciale, hanno ideato e realizzato un giocattolo lavorando a gruppi, in base al kit consegnato gratuitamente a scuola, quest’anno dedicato al tema del magnetismo. La giuria che si è trovata a dover giudicare i bellissimi giochi, non con poca difficoltà vista la loro qualità, delle classi terze, quarte e quinte delle scuole che avevano già passato le preselezioni, era composta da Davide Trane, presidente Giovani Imprenditori di Confindustria Toscana Nord (invece del presidente del progetto LU.ME., Emilio Iavazzo, che ha inviato i propri saluti) insieme a Mario Pardini, presidente di Lucca Crea Srl, e da Anna Benedetto, giornalista e blogger di settore ludico.

I vincitori per le classi terze e quarte sono stati Riciclo 3000 da Capezzano Pianore e Gru Gancio di Fuoco di Piano di Mommio. Per le classi quinte ha vinto Il Labirinto Stagionato della scuola di San Lorenzo a Vaccoli (Lucca). Gli altri classificati sono stati: per le classi terze, è arrivato secondo il Robottino della felicità della scuola di Camigliano e terzo Go Fish della scuola di Segromigno in Monte. Per le classi quarte è arrivato secondo L’alveare attraente della scuola di Piano del Quercione e terzo Acchiappa caramelle della scuola di Capannori. Per le classi quinte è arrivato secondo Animali salterelli della scuola di Lunata e terzo Calci magnetici della scuola di Capezzano Pianore. Tutti i vincitori hanno portato a casa premi in materiali didattici, mentre la classe del Labirinto stagionato, ovvero la Quinta, come da tradizione, ha vinto il viaggio per partecipare alla finale nazionale del 24 maggio che quest’anno si è tenuta a Treviso, occasione per tutti gli alunni accompagnati dalla maestra di visitare una nuova città.

02


CLASSI QUINTE

CLASSI QUARTE

CLASSI TERZE

IL LABIRINTO STAGIONATO

GRU GANCIO DI FUOCO

RICICLO 3000

SAN LORENZO A VACCOLI

PIANO DI MOMMIO

CAPEZZANO PIANORE

GLI APPUNTAMENTI DI LU.ME. PER LE SCUOLE EUREKA! FUNZIONA!

ORIENTAGIOVANI

PMI DAY

SCUOLE ELEMENTARI

SCUOLE MEDIE

SCUOLE SUPERIORI

CONSEGNA KIT NEL MESE DI DICEMBRE

SPETTACOLO TEATRALE IL 6 NOVEMBRE

VISITE IN AZIENDA IL 15 NOVEMBRE

03


IN AZIENDA

A.Celli vince per l’innovazione

L

o scorso marzo A.Celli ha dimostrato ancora una volta di essere un player eccellente nel settore nonwovens, in grado di innovare e di andare incontro alle esigenze dei clienti al fine di migliorare il processo produttivo. Ha infatti vinto gli IDEA2019 Achievement Awards nella categoria Equipment Achievement Award - Best new Equipment Introduction.

Gli IDEA2019 Achievement Awards sono una competizione dedicata alle innovazioni brillanti nel settore del tessuto non tessuto e dei materiali ingegnerizzati. Il premio è stato riconosciuto per il progetto A.Celli Vision System (DMS 4.0), un’innovazione che consente di controllare il velo, assicurando l’assenza di difetti, sia creatisi durante il processo produttivo, sia quelli che potrebbero formarsi negli step successivi.

Fosber investe nella scuola F

osber ha avviato una collaborazione con l’Istituto Fermi-Giorgi che ha dato grandi soddisfazioni sia agli studenti che all’azienda. Un meccanismo virtuoso che permette ai giovani del Polo scientifico tecnico professionale di entrare in contatto non solo con l’azienda, ma anche con tutto il sistema satellitare di fornitori che vi gravitano attorno, permettendo loro di avere una visibilità e un'esperienza che va oltre la normale alternanza scuola-lavoro. È stato chiesto agli studenti della classe quinta dell'AMC di realizzare un macchinario in scala, un porta-bobine Stand M2 di Fosber in scala 1:4. Cinque giovani hanno studiato i disegni, si sono occupati dell’approvvigionamento dei materiali ed infine lo hanno assemblato nell’area training dello stabilimento di Monsagrati. Infine a tutto il gruppo è stato proposto di presentare un curriculum vitae all’azienda per una simulazione di colloquio. “Sono tutti e cinque molto preparati e motivati - ha raccontato Alessandro Panconi, Human Resources & CSR Director - e Fosber ha deciso di sostenerli, dando disponibilità a collaborare alla tesi di laurea dei due che andranno all’università, per uno dei quali abbiamo anche istituito una borsa di studio per contribuire al suo percorso formativo. Abbiamo inoltre offerto loro la possibilità di brevi collaborazioni in azienda nei periodi che richiedono un minore

impegno universitario. Per uno studente ci siamo impegnati a segnalarlo alla propria catena di fornitori per inserirlo in contesti adatti alle sue caratteristiche e infine a due di loro - tra cui la capo-progetto - abbiamo proposto un’offerta di lavoro in azienda”.

08 04


Fapim gioca! S

abato 25 maggio per tutti i dipendenti di Fapim e per le loro famiglie è stato un giorno da ricordare. Giocare con mamma e papà proprio dove loro vanno tutti i giorni a lavorare non è cosa da poco. Nel pomeriggio, infatti, è stato organizzato un enorme playground nello stabilimento di Spianate ad Altopascio dove grandi e piccini si sono sfidati a squadre alla corsa coi sacchi, in un percorso a ostacoli, nel gioco del fazzoletto fino ad arrivare a decretare la squadra vincitrice. Tutti però avevano un unico obiettivo: divertirsi insieme. Cosa che è stata resa possibile anche dalla gustosa merenda che aspettava gli “atleti” alla fine delle gare.

Smart food in Fabio Perini A

lla Fabio Perini anche il concetto di mensa viene superato dall’introduzione dell’innovazione tecnologica. Il restyling del ristorante aziendale è stato infatti pensato anche secondo criteri di tecnologia, oltre che di sostenibilità e salute. Ogni dipendente potrà infatti visionare e preordinare il menu tramite app o sito e nella sala pranzo sono inoltre disponibili una decina di postazioni con tablet per la navigazione gratuita. Ma non è tutto, la plastica è stata ridotta grazie all'utilizzo esclusivo di bicchieri in vetro e stoviglie di ceramica, mentre la pulizia delle cucine è realizzata con un sistema che riduce al minimo il consumo d'acqua. Per chi vuole mangiare light, c'è un corner dedicato a piatti unici e healthy. Un punto fondamentale nel welfare aziendale, perché consumare un pasto buono, sano ed equilibrato, in un ambiente piacevole e rilassante, consente a tutti di avere una routine lavorativa migliore.

KME e la fedeltà al lavoro D

omenica 19 maggio presso l’Auditorium di San Francesco, in Piazza San Francesco a Lucca, KME ha ricevuto un riconoscimento nell’ambito della Premiazione della Fedeltà al Lavoro e del Progresso Economico per l’anno 2018. Una giornata importante che si rinnova ogni anno grazie alla Camera di Commercio di Lucca. Un riconoscimento formale per le persone e le aziende che quotidianamente si impegnano nelle attività imprenditoriali e che nel caso di KME Italy è stato per la tutela dell’ambiente e la responsabilità sociale.

09 05


IN PERSONA

Le interviste di LU.ME. Diamo voce alle persone che fanno le aziende.

Daniel Galli Plant Manager Rotork Quando è cominciata l’avventura LU.ME. si sarebbe mai immaginato di arrivare a festeggiare i 6 anni? Onestamente si, il progetto è partito con delle basi solide e degli obiettivi chiari che tutte le aziende hanno sposato sin dall’inizio e continuato a supportare in modo professionale. Quanta soddisfazione c’è nel vedere che un progetto come questo continua a ottenere il consenso di tante aziende anche concorrenti fra loro? La soddisfazione è tanta perché il progetto LU.ME. è l’esempio di cosa si può ottenere sposando una causa comune che va oltre agli interessi di ogni singola azienda. LU.ME. è la rappresentazione del motto “l’unione fa la forza” dato che nessuna azienda singolarmente avrebbe potuto sostenere le iniziative a supporto del territorio e della comunità che ci circonda che sono state fatte grazie al progetto. C’è un aspetto che le sta particolarmente a cuore di quelli che LU.ME. porta avanti? Non ci sono aspetti particolari, mi sta a cuore l’attenzione ai dipendenti delle aziende del gruppo e le attività fatte a supporto del territorio, che sono alla fine lo scopo principale del progetto. Cercherei di assecondare la passione sportiva dei dipendenti organizzando di tanto in tanto delle specifiche attività, come tornei, magari anche interaziendali. Nella sua esperienza professionale prima di LU.ME. ha mai avuto modo di confrontarsi con progetti che si possono paragonare a LU.ME.? Ho sempre partecipato a collaborazioni tra due, massimo tre aziende, quindi non paragonabili a LU.ME. né come numero di aziende partecipanti né come iniziative effettuate. C’è un aneddoto legato al progetto LU.ME. che ci vuole raccontare? L’aneddoto che ricordo con più piacere è stato quello di

far conoscere le nostre realtà ai bambini della scuola elementare, spiegargli cosa produce Rotork non è stato così semplice ma è stato molto divertente. La cosa più soprendente è stato rispondere alle domande dei più piccoli e rendersi conto di quanto sono avanti per l’età che hanno. Quando è cominciata la sua avventura professionale avrebbe mai immaginato di arrivare a ricoprire ruoli così importanti? Non mi sono mai preoccupato più di tanto del mio sviluppo di carriera, chi lo fa impiega molte risorse che preferisco utilizzare per altro. Ho sempre dedicato le mie energie nel far bene quello di cui l’azienda aveva bisogno e nel creare un ambiente di lavoro dove le persone potessero esprimere il proprio potenziale e percepire l’impatto del proprio lavoro sui risultati aziendali. Passiamo tanto tempo a lavoro e credo che nei momenti opportuni si possa e si debba anche sorridere. C’è un aneddoto che vuole raccontarci legato alla sua vita professionale? Essendo stato molto tempo in officina avrei mille aneddoti da raccontare. Uno tra i più simpatici è avvenuto durante uno dei Family Day che abbiamo organizzato inRotork. Il nostro responsabile dell’ingegneria ha fatto un disegno su un foglio di carta e il figlio di un collega che lavora in officina lo ha giudicato con un sonoro 4! Immaginatevi per quanti giorni abbiamo preso in giro il nostro collega a pranzo! Quanto tempo dedica a sé stesso come persona e quanto a sé stesso come professionista? Viviamo in un paese dove il bilancio tra la vita professionale e quella personale non è dei migliori. Ho spesso modo di viaggiare e in altri paesi c’è una cultura diversa che tutela molto di più il tempo da dedicare a se stessi e soprattutto alle nostre famiglie. Come tutti pertanto passo gran parte della mia giornata a lavoro ma cerco di mantenere le “abitudini” familiari come la colazione e la cena insieme a mia moglie e alle mie figlie oltre che a dedicare

06


la mia domenica pomeriggio a seguire il calcio dilettantistico purtoppo da tifoso e non più da giocatore. Se le dico "futuro" cosa le viene in mente? Mi viene in mente la parola “opportunità”. Vivo la tanta temuta globalizzazione come un'enorme opportunità di crescita culturale e professionale. Spesso mi confronto con persone della mia età che hanno una visione molto limitata della vita, sia personale che professionale. Inoltre ho l’occasione di confrontarmi con ragazzi di 25 anni che hanno studiato, vissuto e lavorato per alcuni periodi all’estero e mi rendo conto di quanto queste esperienze li abbiano accresciuti come individui e come professionisti. Quello che più invece mi preoccupa del futuro è il crescente abuso di social network che percepisco come minaccia per le relazioni tra le persone, spero che presto ci sia un'inversione di tendenza e spero di rivedere gruppi di persone riunite a parlare anziché a guardare ognuno il proprio cellulare. Cosa augura ai giovani che si apprestano a entrare nel mondo del lavoro? Auguro di trovare un ambiente di lavoro che gli permetta di sbagliare senza farli sentire colpevoli. Sbagliare e poterlo fare è fondamentale all’inizio della carriera lavorativa per imparare e crescere anche nel saper sbagliare. Purtoppo molte realtà non ammettono errori, ma se ogni “capo” si ricordasse dei primi anni della propria carriera e di quanto ha imparato dagli errori commessi, capirebbe quanto è importante permettere ai giovani di farlo.

07


IN KIDS

Lucca Kids Il portale per le famiglie di Lucca e provincia.

N

ato da un’idea della giornalista e scrittrice - ma soprattutto mamma! - Chiara Parenti, Lucca Kids (www.luccakids. com) è il primo e unico portale di informazione e appuntamenti per le famiglie di Lucca e provincia. Social Guida indispensabile per sapere cosa succede nel pianeta bambini dalla gravidanza ai 12 anni, il sito è una bussola utile per orientarsi tra le iniziative, gli eventi, le opportunità e i servizi esistenti sul territorio per le famiglie. Per chi sta diventando genitore o chi lo è già, per nonni, tate ed educatori, per i turisti con prole che vengono in vacanza in Lucchesia, costituisce una preziosa fonte di informazione. Dalle ricette per lo svezzamento alle offerte formative delle scuole, passando dalle utili pillole di pronto soccorso pediatrico agli approfondimenti di pediatri e specialisti, il sito è anche una risorsa preziosa con informazioni pratiche, aiuti alle famiglie, consigli dai professionisti dell’infanzia che operano nella provincia.

Grande attenzione poi è dedicata agli eventi. Sul nostro territorio ci sono sempre molte iniziative, eventi o risorse che spesso però non si conoscono perché le informazioni non girano. Lucca Kids nasce proprio per sopperire a questa mancanza di comunicazione. Oggi, chi vuol sapere cosa fare o dove andare con i bambini, trova qui dritte e suggerimenti sulle attività ludiche, culturali e sportive da svolgere in tutta la provincia per divertirsi con i più piccoli. In continua evoluzione, Lucca Kids è anche una Community Social (Facebook) in cui tutti sono invitati a interagire e collaborare inviando le proprie segnalazioni di eventi, iniziative, luoghi da visitare, attività commerciali e servizi pensati con un occhio di riguardo per i bambini. L’intento è quello di creare una rete tra genitori, esperti, strutture, informazioni, eventi, negozi e tutto ciò che riguarda il mondo dei bambini.

AGOSTO Fino al 7 settembre, ogni sabato alle 17 / Itinerario della città raccontato ai bambini (6-11 anni) accompagnati da almeno un adulto (per info e prenotazioni turislucca.com). 24 / Notte Bianca e apertura Luna Park

SETTEMBRE 6-7-8 / Murabilia: mostra mercato del giardinaggio di qualità, con laboratori didattici per bambini (per info murabilia.com). 13 / Luminara di Santa Croce: tradizionale corteo storico per le vie della città con suggestivo spettacolo pirotecnico finale. 15 / Palio della Santa Croce: palio dei balestrieri in piazza San Michele. 29 / 3° Palio delle Contrade San Paolino: gara di tiro con la balestra antica nel giardino all’interno di Porta San Donato e corteo storico per le vie della città (location e data da confermare; per info consanpaolino.org).

08


IN RISATE

La rubrica del buonumore Sopravvivere al meglio al lavoro e ai colleghi: ecco il vademecum che ti spiega come fare in cinque punti.

Tecniche di sopravvivenza in azienda

COME SOPRAVVIVERE AL PIANO FERIE DEI CAPI

1

Anche quest’anno sembra che il mondo finisca in prossimità delle vacanze e che se non si portano a termine certi progetti entro la “sua” partenza, l’azienda è spacciata. Fate un lungo respiro e compatitela/o. Solo voi sapete che a settembre sarà tutto lì, ad aspettarvi.

2

Occhio però a non eccedere nel senso opposto, quello del “tanto c’è tempo”, perché quando meno te lo aspetti il tempo è scaduto.

3

Soprattutto per le magagne che non vanno mai in vacanza e vi aspettano al varco più riottose che mai, quando sarete abbronzati e rilassati.

4 5

E si sa che la magagna vi vuole riposati per sfiancarvi meglio e farvi rimpiangere di non averla sistemata prima della vostra partenza. Comunque tenete duro, questo ciclo si ripeterà al prossimo giro di vacanze lunghe, ovvero a Natale, con l’aggravante che la sera farà buio presto e l’angoscia vi prenderà alla gola già alle 4 del pomeriggio. Per il momento buona estate!

CONTRIBUISCI ANCHE TU! Mandaci i tuoi segreti e le tue tecniche a info@luccametalmeccanica.it Le più divertenti saranno pubblicate su

luccametalmeccanica e nel prossimo numero

09


info@luccametalmeccanica.it

www.luccametalmeccanica.it

Con il supporto di Confindustria Toscana Nord

luccametalmeccanica

luccametalmec


BUONE

FESTE

Dicembre 2019 / Anno 7 / Edizione III trimestre

TI ASPETTO FUORI... NEL MONDO Continua il successo dello spettacolo di Orientagiovani PMI Day

Come ogni anno, le imprese aprono le loro porte ai giovani

Nuovo video

Dalla voce dei dipendenti, LU.ME. si racconta

In azienda

04

06

08

Tutte le novitĂ , i risultati e le iniziative delle aziende del Progetto LU.ME.

10 In Vantaggi / Scopri tutte le convenzioni e gli sconti di Natale


TI AUGURA BUONE FESTE


INDICE

IN EVENTI ORIENTAGIOVANI 2019

02

PMI DAY

04

IN PERSONA LU.ME SI RACCONTA CON UN VIDEO

06

IN AZIENDA A .CELLI E FONDAZIONE PUCCINI

08

IN KME È NATA LA CIRCULAR ACADEMY

08

INTRODOTTO IN GAMBINI IL PIANO WELFARE 09

IN CONSEGNA ABITI PER DONNE E BAMBINI

09

IN VANTAGGI A NATALE, LU.ME. CONVIENE!

10

IN KIDS LUCCA KIDS

12

IN RISATE LA RUBRICA DEL BUONUMORE

01

13


IN EVENTI

Orientagiovani 2019 La metalmeccanica è bella. A teatro ancor di più.

"V

i auguro di fare una scelta con il cuore”, così Stefano Franchi, Direttore Generale di Federmeccanica, il 6 novembre scorso ha accolto i ragazzi delle terze medie sul palco del Teatro del Giglio di Lucca per l’Orientagiovani 2019, prima che andasse in scena lo spettacolo. Uno spettacolo che da 4 anni accoglie e cerca di indirizzare i giovani nel momento della scelta e che quest’anno è stato aggiornato in alcuni passaggi per stare al passo con il linguaggio veloce e fluido della generazione Z cui si rivolge. Erano 1000 quest’anno i ragazzi che hanno partecipato, ogni edizione sempre di più, con grande entusiasmo loro e dei professori per l’esperienza dell’orientamento scolastico attraverso il linguaggio teatrale. Franchi, ospite d’onore della giornata, non era da solo a dare il benvenuto. A fare loro un grande augurio per una buona scelta ed una buona vita ci sono stati anche il presidente del progetto LU.ME., Emilio Iavazzo, il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, l’assessore alla formazione e alle politiche di genere, Ilaria Vietina, l’amministratore unico del Teatro del Giglio, Gianni Del Carlo e il direttore generale del teatro, Antonio Marino.

02


Se il sindaco ha sottolineato la grande opportunità per i nostri ragazzi e per il nostro territorio attraverso le nostre aziende, di trovare lavoro qui e far progredire tutta l'intera comunità, Vietina ha ribadito l’importanza di una scelta personale e rispondente ad aspirazioni e desideri, che però riguarda la comunità in cui viviamo. “Il punto più importante siete voi con la vostra presenza numerosa e il vostro entusiasmo”, ha detto Iavazzo rivolgendosi a un pubblico, oltre che numeroso, partecipe ed emozionato. Il discorso di Franchi è stato molto apprezzato anche perché ha cercato di avvicinare un mondo apparentemente freddo come quello della metalmeccanica, ai ragazzi: “Questo è un momento di scelta decisiva per il vostro futuro e questo spettacolo può aiutarvi a fare la scelta magari non ‘più giusta’ ma di sicuro più sentita per il vostro cuore. Oggi rappresento qui tutte le aziende metalmeccaniche in Italia, con un milione di lavoratori e 17mila imprese. Ogni volta che visito una un’impresa metalmeccanica vedo cose bellissime: robot che sembrano danzare con persone che li manovrano tramite strumenti digitali, macchine di tutti i tipi che aiutano le persone. Avrei voluto progettare io quei bellissimi robot o le auto e le macchine che ogni giorno sono nella nostra vita. Se uscite e vi guardate intorno, trovate metalmeccanica ovunque. Mi piacerebbe però vedere più donne nelle fabbriche e negli istituti tecnici professionali. Ci sono ragazzi poco più grandi di voi che disegnano e progettano robot, in fabbrica si lavora insieme e ognuno può dare il suo contributo: c’è bisogno di tutti voi per fare cose buone, belle e utili per tutti. Buona vita!” Lo spettacolo, originale, è stato appositamente scritto da Morena Rossi per Fascetti Associati e Cataldo Russo del Teatro del Giglio, ed è stato portato in scena dalla Compagnia Coquelicot; ha valso alle aziende del progetto l’inserimento nell'Albo nazionale di Confindustria dedicato alle imprese amiche della scuola e un

attestato di best practice “Azienda Champion” a LU.ME. come una tra le prime 30 realtà virtuose a livello nazionale riconosciute da Federmeccanica nell’ambito della ricerca “Progetto relazioni interne”, che ha svolto a livello nazionale in partnership con Ernst & Young.

03


IN EVENTI

PMI Day 2019 Felici di essere costruttori di futuro.

A

nche quest’anno, con il supporto di Confindustria Toscana Nord, venerdì 15 novembre abbiamo partecipato al PMI Day, decima edizione della giornata dedicata alle piccole e medie imprese, per far conoscere

ai giovani il mondo del lavoro. È un’iniziativa che ogni anno apre le porte degli stabilimenti agli studenti, ed è pensata per contribuire a diffondere la conoscenza della realtà produttiva delle imprese e il loro impegno

08 04


quotidiano a favore della crescita. Sono stati oltre 130 i ragazzi dell’ITIS Fermi di Lucca ad essere accolti da 7 aziende del Progetto: A.Celli Nonwovens, A. Celli Paper, Fabio Perini, Fapim, Fosber, Gambini e Toscotec.

Ăˆ bello contribuire alla costruzione del futuro dedicandoci alle nuove generazioni.

09 05


IN PERSONA

LU.ME. si racconta con un vid Dalla voce dei dipendenti, dopo sei anni di attività. Dopo sei anni di attività svolte sul territorio pensando ai nostri dipendenti, abbiamo pensato di chiedere proprio a loro di raccontare LU.ME. attraverso un video. Così, una mattina ci siamo dati appuntamento in Confindustria Toscana Nord a Palazzo Bernardini con due rappresentanti per ogni azienda delle 10 che compongono il progetto. Venti fra uomini e donne si sono raccontati in relazione a quanto hanno vissuto sulla loro pelle o su quella dei propri figli

fra tutte le iniziative che in questi anni abbiamo organizzato. Chi si è concentrato sullo sport, chi sulle convenzioni e sui biglietti per il Lucca Comics o il Summer Festival. Chi ha partecipato a LU.ME. in consegna e ha visto la felicità sui volti dei bambini che hanno ricevuto libri e carta, chi invece ha accompagnato i ragazzi in azienda per il PMI Day e ha risposto alle loro domande.

08 06


ideo Chi ha valutato i giochi di "Eureka! Funziona!" e ha toccato con mano il loro entusiasmo. Chi ha ricordato le attivitĂ legate al sociale e chi ci ha raccontato della LUMETECA. Insomma, un video fresco e spontaneo che vi invitiamo ad andare a vedere sul nostro sito www.luccametalmeccanica.it.

09 07


IN AZIENDA

A.Celli e Fondazione Puccini Una partnership per sostenere il territorio e la tradizione, in un fil rouge tra cultura e tecnologia.

L

a promozione culturale e l’attenzione alle eccellenze del territorio lucchese sono due degli impegni principali che il Gruppo A.Celli si prefissa di raggiungere e sostenere: per questo motivo è stata attivata la partnership con la Fondazione Puccini, grazie ad un accordo siglato fra Mauro Celli ed il sindaco Alessandro Tambellini. La Fondazione Puccini è un’organizzazione culturale rinomata e attiva in tutto il mondo, impegnata da mezzo secolo nella promozione e nella tutela della figura del grande compositore lucchese Giacomo Puccini. Concerti, mostre, eventi, attività scolastiche e per collezionisti: queste sono solo alcune delle tante iniziative che si svolgeranno nei prossimi mesi in città come: New York, Milano, Budapest e Pechino.

In KME è nata la Circular Academy L’eccellenza per la formazione, la ricerca e l’innovazione sull’economia circolare.

A

ll’interno del polo tecnologico di KME a Fornaci di Barga, è nato il Corso Executive di Alta Specializzazione “Circular Economy for Business” tenuto dall’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna in collaborazione con KME Italy. Un percorso di approfondimento unico nel suo genere dedicato a manager di impresa e professionisti, partito lo scorso ottobre, che permetterà di formare Circular Economy manager sviluppandone le capacità e arricchendone le competenze in merito alle tematiche dell’economia circolare in maniera innovativa, efficace e attuale.

I partecipanti al corso potranno avvalersi di un quadro di conoscenze per incrementare la business sensitivity nel saper cogliere le opportunità presenti nel mercato; riconoscere la capacità dell’economia circolare di creare valore interno all’azienda su cui potrà contare nelle proprie attività di business; sviluppare la capacità di saper gestire in una logica di circolarità e saper applicare le conoscenze acquisite in maniera funzionale al contesto.

L’economia circolare porta grandi vantaggi in termini di competitività e uso razionale delle risorse in quanto si tratta di business model che consentono alle aziende di recuperare un valore che fino a poco prima andava perduto, un aspetto economico che sta suscitando grande interesse nel mondo del business e della finanza con benefici generati stimati per 4.500 miliardi di dollari entro il 2030.

08 08


Introdotto in Gambini il piano Welfare aziendale L'azienda mette a disposizione dei dipendenti un bonus di 200.000€ che consente vantaggi fiscali e libera scelta di beni e servizi.

“P

rendersi cura del dipendente per prendersi cura dell’azienda”. Sono parole di Massimo Nannini, direttore generale della Gambini Spa. L'azienda mette a disposizione dei dipendenti un bonus speciale, sotto forma di credito welfare, di 200.000 euro.

azienda e crede che curare il benessere dei propri collaboratori sia un fattore determinante per un business sano ed in crescita.

Vantaggi fiscali e libera scelta di acquisto di beni e servizi sono i punti di forza e di novità del “Welfare Gambini”, grazie al quale ogni dipendente potrà far fruttare fino al 20% in più il premio di risultato, consentendo l’estensione di tali benefici all’intero nucleo familiare. Con questo programma si ampliano le scelte a disposizione di chi lavora: salute, cultura, ma anche viaggi possono essere scelti liberamente. Gambini Spa punta all’eccellenza non solo per i propri prodotti, ma anche al modo di lavorare insieme come

IN CONSEGNA

Abiti per donne e bambini LU.ME. consegna all’associazione LUNA Onlus. 

I

l 7 novembre scorso Nicolò Giusti di Fosber ha consegnato quanto donato dai dipendenti dell'azienda con sede a Monsagrati, all’Associazione La Luna Onlus, realtà che si occupa di violenza sulle donne. Dopo la consegna di libri e giocattoli avvenuta a marzo, ecco ora altri materiali di prima necessità per le donne e i bambini ospiti dei rifugi di prima accoglienza gestiti dall’associazione. Anche questa iniziativa fa parte delle raccolte e consegne che le aziende di LU.ME. mettono in atto in linea con l’obiettivo di realizzare iniziative a favore del territorio. 

09 09


IN VANTAGGI

A Natale, LU.ME. conviene! Per le tue feste tante nuove convenzioni da scoprire grazie, come sempre, alla card PiùFamiglia. COSMESI

ABBIGLIAMENTO E CALZATURE

Bazar - Profumeria Erbario Toscano - Profumi e cosmetici

Casa del Bottone - Accessori

Il Bello delle Donne - Parrucchiere

Cenerentola - Calzature EasyShop - Abbigliamento

FORMAZIONE

Emily - Abbigliamento Fratelli Lenci - Calzature La Vela - Abbigliamento

Formetica

Magazine - Abbigliamento Pinabì - Biancheria e Corredi

GIOIELLI

PittaRosso - Calzature Silvia Sport - Abbigliamento sportivo

La Perla Gioielli

Studio Sport Abbigliamento sportivo

Oreficieria Raffaelli Renieri Gioielli

AUTO

INFORMATICA

Autosystem Nek Point

Eurofficina Euromaster Ginanni Volkswagen

RISTORAZIONE

Lucar concessionaria

Antica Trattoria Stefani - Ristorante Antico Sigillo Ristorante - Pizzeria - Insalateria

BAMBINI

Bottega del Caffè - Bar Da Miro - Ristorante

Ama Gioconaturalmente

Gli Orti di Via Elisa - Ristorante

Bada Bimbi

Il Bernino - Ristorante La Bottega Lucchese Frutta verdura e prodotti tipici

CASA

L’Osteria Marconi - Ristorante Mara Meo - Pizzeria e ristorante

Alfacolor - Colorificio

Pesce Briaco - Ristorante

Biennebi - Ricambi elettrodomestici

San Colombano - Caffè e ristorante

Borelli - Vernici

Vecchi Sapori di Lucca Alimentari e prodotti tipici

LuccAllarmi

08 10


SALUTE Associazione “Amici del Cuore di Lucca” Biolabor - Laboratorio Analisi Cacini Ottica Centro fisioterapico San Giusto Centro Medico San Marco Farmacia S. Anna Farmacia Malagrinò Piccinni Fitness Club Fisio Martini Centro Medico e Lamm Centro Analisi Ottica Sì

IN EVIDENZA

Ottica Tomei Studio Marsalli Odontoiatria

SPORT Centro Fitness QBO Club Genesi Fitness Gymnic Center

Per le feste vai al ristorante, conviene!

TEMPO LIBERO

Scopri gli sconti riservati ai possessori della Card PiùFamiglia su luccametalmeccanica.it.

Libreria del professionista Stabilimento Balneare “De Pinedo” – Viareggio -15% per prenotazioni entro 31 marzo 2020 Teatro del Giglio

VIAGGI Bei Viaggi Comfortravel Oasis Viaggi

ALTRO

Per i tuoi regali scintillanti Corri nelle gioiellierie convenzionate e approfitta degli sconti a te dedicati. Per maggiori info luccametalmeccanica.it.

Gou - Pubblicità Tecnotoner Tourist Center Lucca - Noleggi Bici

09 11


IN KIDS

Lucca Kids Prosegue l'appuntamento con il portale per le famiglie di Lucca e provincia.

N

ato da un’idea della giornalista e scrittrice - ma soprattutto mamma! - Chiara Parenti, Lucca Kids (www.luccakids. com) è il primo e unico portale di informazione e appuntamenti per le famiglie di Lucca e provincia. Social Guida indispensabile per sapere cosa succede nel pianeta bambini dalla gravidanza ai 12 anni, il sito è una bussola utile per orientarsi tra le iniziative, gli eventi, le opportunità e i servizi esistenti sul territorio per le famiglie. Per chi sta diventando genitore o chi lo è già, per nonni, tate ed educatori, per i turisti con prole che vengono in vacanza in Lucchesia, costituisce una preziosa fonte di informazione. Dalle ricette per lo svezzamento alle offerte formative delle scuole, passando dalle utili pillole di pronto soccorso pediatrico agli approfondimenti di pediatri e specialisti, il sito è anche una risorsa preziosa con informazioni pratiche, aiuti alle famiglie, consigli dai professionisti dell’infanzia che operano nella provincia.

Grande attenzione poi è dedicata agli eventi. Sul nostro territorio ci sono sempre molte iniziative, appuntamenti o risorse che spesso però non si conoscono perché le informazioni non girano. Lucca Kids nasce proprio per sopperire a questa mancanza di comunicazione. Oggi, chi vuol sapere cosa fare o dove andare con i bambini, trova qui dritte e suggerimenti sulle attività ludiche, culturali e sportive da svolgere in tutta la provincia per divertirsi insieme ai più piccoli. In continua evoluzione, Lucca Kids è anche una Community Social (Facebook) in cui tutti sono invitati a interagire e collaborare inviando le proprie segnalazioni di eventi, iniziative, luoghi da visitare, attività commerciali e servizi pensati con un occhio di riguardo per i bambini. L’intento è quello di creare una rete tra genitori, esperti, strutture, informazioni, eventi, negozi e tutto ciò che riguarda il mondo dei bambini.

DICEMBRE/GENNAIO 22 dicembre / Fiera di Natale a Lido di Camaiore. Per tutto dicembre / Natale a Forte dei Marmi: casetta di Babbo Natale e pista di pattinaggio. Fino al 6 gennaio Bernardo Bellotto 1740: viaggio in Toscana. Mostra alla Fondazione Ragghianti a Lucca. Valle dei presepi: eventi speciali, artigianato e la magia del Natale a Bagni di Lucca, Barga, Borgo a Mozzano, Coreglia Antelminelli e Pescaglia. Eventi, iniziative e divertimento ad Altopascio. Fino al 7 gennaio / Werner Bischof. Classic: mostra presso Lu.C.C.A.-Lucca Center of Contemporary Art.

12


IN RISATE

La rubrica del buonumore Sopravvivere al meglio al lavoro e ai colleghi: ecco il vademecum che ti spiega come fare in cinque punti.

Tecniche di sopravvivenza in azienda

COME SOPRAVVIVERE A UN NATALE SOSTENIBILE

1 2 3

Regala solo cose davvero utili e incartale con fogli di giornale. Solo un’accortezza, seleziona bene le notizie, che non siano notizie “spazzatura”. Sai già che tutto quel cibo non potrà essere ingurgitato in soli due giorni. Natale e Santo Stefano sono troppo vicini. Tieni qualcosa anche per i giorni successivi.

4 5

Guai a te se butti gli avanzi. Tutto si ricicla, basta avere fantasia.

E lo stesso vale per i regali, cerca solo di ricordarti di anno in anno chi ti ha regalato cosa. Le brutte figure sono dietro l’albero.

Ricordati che non sei un cammello e che quello che mangi e soprattutto che bevi non potrai stivarlo in apposite gobbe.

CONTRIBUISCI ANCHE TU! Mandaci i tuoi segreti e le tue tecniche a info@luccametalmeccanica.it Le più divertenti saranno pubblicate su

luccametalmeccanica e nel prossimo numero

13


info@luccametalmeccanica.it

www.luccametalmeccanica.it

Con il supporto di Confindustria Toscana Nord

luccametalmeccanica

luccametalmec

Profile for Progetto LU.ME.

LU.ME. House Organ 2019  

LU.ME. House Organ 2019  

Advertisement