Page 1

D

y l ai

20 Luglio 2012

Anno 3 - Numero 7

PATTI SMITH, LEZIONI DI VITA E DI ROCK

«It’s just me!», «Sono solo io». Patti Smith di fronte ai giovanissimi partecipanti della Masterclass tenutasi ieri pomeriggio alla Cittadella del Cinema, ha smesso per qualche ora i panni di leggenda del rock – prontamente reindossati poi allo Stadio Troisi per una memorabile notte musicale targata Neapolis@Giffoni – per diventare la confidente, l’amica, la saggia consigliera, lo sprone al cambiamento per gli adolescenti lì ad ascoltarla, e non solo. Il suo messaggio è di quelli destinati ad arrivare lontano, pronto a generare riverberi così come hanno fatto per decenni le sue canzoni, colonne sonore di centinaia di

esistenze.Alle inquietudini, ai dubbi, alle tante domande su come superare le difficoltà quotidiane rivoltale dai ragazzi, la sacerdotessa del rock ha semplicemente risposto: «Andate all’essenza delle cose, eliminate il superfluo e avrete tutte le risposte che cercate che sono già dentro di voi». E ancora: «Traete ispirazione da tutto ciò che vi circonda. Chiunque è in grado di insegnarvi qualcosa. Mia figlia ha 25 anni ed è la mia più grande maestra di vita».

Servizio a pag. 2


D ai

ly

|20 luglio 2012|

“RAGAZZI, AVETE LA POSSIBILITÀ DI CAMBIARE” Prima dello straordinario concerto che ha condotto nella cittadina picentina migliaia di persone da ogni angolo della regione, Patti Smith ha regalato al festival di Giffoni uno dei momenti più intensi di questa sua 42esima edizione. Tanti gli argomenti trattati durante l’incontro pomeridiano dalla rock-star: dalle sue amicizie con i più alti esponenti della Beat generation, ai suoi viaggi in Italia, dal suo amore per il nostro patrimonio culturale - da Piero della Francesca a Puccini, passando per il “Pinocchio” di Collodi per finire a Totò, senza però trascurare la pasta.A quei ragazzi che le hanno chiesto se c’è ancora una speranza di cambiare il mondo, la cantante-poetessa ha risposto con un ottimismo contagioso: «Più di una. Voi siete giovani – ha detto ai giurati ipnotizzati

dalle sue parole – avete tutta la vita davanti, avete ancora tanti libri da

leggere, tanti posti da visitare, tante persone da amare. Dipende tutto da v o i p e r c h é av e t e l a possibilità di cambiare tutto. Ogni generazione ha in sé il potere di innescare grandi cambiamenti. E voi dovete approfittare dei progressi fatti dalla tecnologia: magari da soli non potete fare tantissimo ma se sfruttate le opportunità che i social network sono in grado di offrirvi, potete davvero c a m b i a re i l m o n d o » . Applausi e occhi lucidi in sala, sui volti dei ragazzi la speranza si riaccende: «Io ho 65 anni e ancora nutro grandi aspettative verso il futuro», ha

Giffoni Daily Supplemento al Giffoni News Generation - Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 19751

Direttore Responsabile Marco Cesaro Redazione Via Aldo Moro, 4 - 84095 Giffoni Valle Piana (SA) tel. +39 089 8023001, fax +39 0898023210 e-mail: m.cesaro@giffoniff.it - sito: www.giffoniff.it Resp.li del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Marco Cesaro, Pietro Rinaldi

detto la Smith sorridendo. Occhiali scuri, t-shirt a righe arancioni, capelli raccolti in treccine hippie per sconfiggere il caldo della sala gremita, Patti Smith ha dispensato pillole di saggezza: «Sopra ogni cosa, non aspettatevi niente da nessuno – ha più volte sottolineato – credete in voi stessi e non lasciatevi influenzare troppo dagli altri. Credete nella vostra arte. L’artista deve essere sempre il suo maestro anche se non sarà mai soddisfatto della sua opera. E se volete essere artisti – ha concluso - siate pronti a soffrire. Trovare la propria voce è difficile. It’s a life long work». E’ un lavoro che dura tutta la vita.

Editore Ente Autonomo Festival Internazionale del Cinema per Ragazzi Sede legale: Via Aldo Moro, 4 84095 Giffoni Valle Piana (SA) Presidente Carlo Andria Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero Giffoni Media Service S.r.l., Sede legale e Direzione commerciale: Via G. Fortunato, 5 - 84095 – Giffoni Valle Piana (SA) Tel. 39 089866727 email: info@giffonimediaservice.it - www.giffonimediaservice.it


D ai

ly

FOTOCRONACA

|20 luglio 2012|


D ai

ly

|20 luglio 2012|

CAPRIOLI, GIFFONI FONDAMENTALE PER I GIOVANI Diafana e quasi impalpabile. Trucco acqua e sapone e abito bianco di un candido che sembrava irreale, Anita Caprioli ha incantato i giovani giurati ieri pomeriggio al Giffoni Experience. «Il rapporto con i giovani mi entusiasma e mi arricchisce. Non sempre è facile poter vivere momenti come questo che sto vivendo ora io grazie al GFF – ha esordito l'attrice credo che sia importante il confronto con i giovani perché loro non hanno paura di dire la verità. Io ho iniziato il teatro con i ragazzi ed è stata un'esperienza molto formativa nel mio percorso di artista». Lei, che ha lavorato con registi molto importanti, ha sottolineato che «ognuno di loro mi ha lasciato qualcosa. Penso a Salvatores, che ho incontrato dopo tanto teatro e che mi ha trasportato in questo mondo; penso a Verdone, il maestro della commedia, uomo di g r a n d e g e n e ro s i t à u m a n a e professionale. Mi sono sempre trovata bene con tutti». Per la Caprioli «recitare significa lavorare sui personaggi e sulle varie caratterialità. Mi piace molto sperimentare perché mi aiuta a conoscermi dentro e per questo sono affascinata da personaggi

che sono lontani da me». Sulla felicità, tema di questa 42esima edizione, ha raccontato che lei «si alza felice la m a t t i n a » , m e n t re i l l avo ro

cinematografico che l'ha divertita di più è sicuramente "Non pensarci" dove recitava il ruolo di addestratrice di delfini. Tra i tanti ruoli che ha interpretato, Anita Caprioli è stata anche una donna lesbica, Eva in "Tutti pazzi per amore". «Non ho avuto problemi - ha spiegato ai giurati - a recitare in questo ruolo. Per me l'amore non ha una sessualità, non ha preclusioni quindi non ho trovato

nulla di strano nel recitare nel ruolo di una donna che ama un'altra donna. Viviamo, però, in un Paese che non ha attenzione per l'uomo in quanto

essere umano. Nel nostro Paese molto dipende dalla religione. Abbiamo una religione che crea del razzismo verso un amore che, se non è standardizzato, crea pregiudizio. Oggi, invece, l'attenzione dovrebbe essere

per i problemi veri, non l'amore indirizzato verso l'altro». E sulla situazione attuale che vive il nostro Paese, la Caprioli si è detta convinta che «l'Italia è succube di questa crisi che coinvolge anche il cinema e il teatro. Ci sono un sacco di film che quest'anno non sono stati fatti perché non ci sono i soldi. È importante che la gente e soprattutto i giovani si alimentino di cose belle per uscire dalla mediocrità e quindi festival come questo sono fondamentali per la crescita umana e intellettuale di ognuno di noi».


D ai

ly

|20 luglio 2012|

FOTOCRONACA Guglielmo Scilla e Marco Bianchi


D ai

ly

|20 luglio 2012|

I MILLE VOLTI DELLA FELICITA’


D ai

ly

|20 luglio 2012|

I MILLE VOLTI DELLA FELICITA’


D ai

ly

|20 luglio 2012|

I MILLE VOLTI DELLA FELICITA’


D ai

ly

|20 luglio 2012|

GENERATOR +3, OGGI IN CONCORSO LAURA’S STAR AND THE DREAM MONSTERS Germania, 2011, 65’ regia Thilo Graf Rothkirch Ute von Münchow-Pohl Laura viene svegliata bruscamente dal pianto agitato del suo fratellino Tommy: i mostri dei sogni hanno rubato il suo c a g n o l i n o, u n peluche che lo faceva sentire protetto. Come faranno a recuperarlo? Fortunatamente la stella

di Laura accorre in loro aiuto. La sua polvere magica fa librare in volo il letto di Tommy, dando inizio a un fantastico viaggio. I due fratellini volano tra gli sfavillanti colori del mondo dei sogni, dove i mostri vivono in un labirinto

sotterraneo.Temono la luce, ma niente li spaventa più della Stella di Laura, protettrice dei bambini. Tommy, Laura e la sua Stella vivranno insieme una meravigliosa avventura.


D ai

ly

|20 luglio 2012|

ELEMENTS +6 e +10, OGGI IN CONCORSO ALFIE THE LITTLE WEREWOLF Paesi Bassi, 2011, 98’ regia Joram Lürsen La notte del suo settimo compleanno, una notte di luna piena, il piccolo e timido Alfie si trasforma per la prima volta in un lupo mannaro bianco, morbido e peloso.A partire d a q u e l momento, nelle notti di luna piena, Alfie salta fuori dalla finestra della sua cameretta, corre nel parco, nei cortili delle case dei vicini, in cerca di libertà, a caccia di oche e galline, e il giorno dopo, quando si sveglia, è di nuovo un bambino normale. Il fratellastro Timmie, il solo a sapere tutto, inizia a chiamarlo “Alfie il

piccolo lupo mannaro”.Alfie lotta con se stesso, perché la sua parte animalesca e notturna si comporta in un modo inaccettabile per la sua parte umana e diurna. Sbigottito e confuso, Alfie teme che i suoi genitori, se scoprissero la verità, non lo vorrebbero più con loro, e così fa di tutto per nascondere il suo segreto. Ci riuscirà, o imparerà ad accettarsi per quello che è?

VICTOR AND THE SECRET OF CROCODILE MANSION Germania, 2012, 91’ regia Cyrill Boss Philipp Stennert I Laroches hanno appena traslocato in una vecchia casa spettrale, quando i genitori vanno in vacanza, lasciando il figlio undicenne Victor con le sorelle maggiori Cora e Louise. Esplorando le stanze della tetra magione, Victor trova un p i c c o l o coccodrillo imbalsamato, senza occhi. D’un tratto, il ragazzo si blocca dinanzi a un grande specchio, raggelato dal

terrore: un’ombra lo sta seguendo. È un ladro? Un fantasma? In preda al panico, Victor comincia a cercare l’intruso, e trova il diario di Cecilia, una ragazza morta nella casa tanti anni prima in circostanze misteriose.Victor legge rapito il diario, seguendo le enigmatiche tracce di Cecilia. Una inquietante vicina di casa, la sig.ra

Debisch, e suo figlio Friedrich si mettono a seguire Victor nelle sue indagini. Un altro losco vicino, il sig. Strichninsky, si comporta in modo strano. Sono tutti implicati nella morte di Cecilia? Victor sente di trovarsi di fronte a un mistero più grande di lui.


D ai

ly

|20 luglio 2012|

GENERATOR +13 e +16, OGGI IN CONCORSO FRISSON DES COLLINES Canada, 2011, 103’ regia Richard Roy Estate del 1969. Il mondo sta cambiando velocemente, e si è appena passati attraverso un anno epocale e rivoluzionario, il Sessantotto. Frisson, 12 anni, sente sbocciare dentro di sé lo spirito della scoperta, e vuole andare a vivere in campagna con il suo idolo, il selvaggio motociclista Tom Faucher. Frisson si mette continuamente nei guai insieme al suo migliore amico, il

grosso Thibault, ed è segretamente innamorato della sua maestra. Frisson crede di poter realizzare tutti i suoi desideri, anche raggiungere lo storico concerto di Woodstock e farsi fare un autografo da Jimi Hendrix. Non si fermerà di fronte a nulla, pur di raccogliere i soldi necessari per il

NIGHT OF SILENCE Turchia, 2012, 92’ regia Reis Çelik Un matrimonio in un villaggio turco. Lo sposo, sulla sessantina, ha passato gran parte della sua vita in prigione a causa di due delitti d’onore. La sposa ha il volto nascosto da un velo rosso. Le nozze sono combinate, e d o v r e b b e ro servire a interrompere una cruenta faida. Dopo il matrimonio, che si protrae fino a notte fonda, la sposa e lo sposo restano soli nella camera nuziale. La sposa si toglie finalmente il velo, e scopre il volto spaventato di una ragazza di 14 anni. Lo sposo cerca di essere gentile, mentre sente su di sé il

peso di tradizioni millenarie e maschiliste che gli impongono il dovere di consumare il matrimonio. La sposa esita, ha paura, cerca di usare altre distrazioni per passare il tempo. La notte finisce, e arriva l’alba, portando con sé i genitori degli sposi, in attesa di vedere sul lenzuolo la prova che ogni cosa sia andata come doveva.

viaggio. Sullo sfondo della controcultura, dei figli dei fiori e dello sbarco sulla luna, Frisson vive il suo romanzo di formazione, e crescendo scopre lentamente le gioie e i dolori c h e n a s c o n o d a l d e s i d e r i o, dall’amicizia e dall’amore.


D ai

ly

|20 luglio 2012|

GENERATOR +18, OGGI IN CONCORSO BARBIE Corea del Sud, 2011, 99’ regia Sang-woo Lee Steve, medico americano, arriva all’aeroporto di Pohang con la figlia Barbie, tredici anni. Mang-tak li accoglie e li porta a casa del fratello Mang-woo, la cui figlia Soon-young, a n c h e l e i tredicenne, si prende cura della sorella minore Soon-ja, sempre malata, e del padre, mentalmente disturbato. Steve è giunto a Pohang per adottare Soon-young, ma la

ragazza non può accettare che un estraneo diventi suo padre.Tutto ciò è il risultato di un piano di Mang-tak, che vuole arricchirsi spedendo Soonyoung in America. In realtà, Steve vuole usare Soon-young per un trapianto di cuore, al fine di salvare l’altra sua figlia più piccola, affetta da una malattia cardiaca: Mang-tak sta vendendo la

nipote sapendo di destinarla alla morte. Ignara della verità, Soon-ja, che sogna di andare in America, cerca di prendere il posto della sorella. Intanto, tra Barbie e Soon-young nasce l’amicizia.


D ai

ly

|20 luglio 2012|

DA PARIGI ROMANTICI INVENTORI Si vola nella fantastica Parigi con un'altra grande anteprima: oggi al GFF arriva il film di animazione in 3D A Monster in Paris con ospiti in sala Arisa ed Enzo De Caro (doppiatori italiani del film). Nella capitale francese, anno 1910, l'esuberante e simpatico inventore Raoul, e il suo amico, il timido e romantico cineoperatore Emile, vanno a recuperare una cinghia per il proiettore del cinema in cui lavora Emile. Lungo la strada, i due arrivano nel laboratorio di uno scienziato pazzo, un giardino botanico dove fanno cadere accidentalmente delle provette, dando vita a una mostruosa creatura, una pulce ingigantita a causa della pozione creata dai due amici. Il mostro, impaurito, scappa e si rifugia dietro le quinte del club L'Oiseau Rare, dove si esibisce la cantante Lucille (con la voce di Arisa), amica di Emile (doppiato da Enzo De Caro) e Raoul. Lucille, vedendo il mostro, dapprima si spaventa, ma poi, sentendo il suo dolce canto, ne resta affascinata, lo accoglie nel suo camerino, lo chiama Francoeur, e lo aiuta a travestirsi, affinché nessuno lo

noti. Emile, Raoul e Lucille tenteranno in ogni modo di salvare Francoeur dalle grinfie del malvagio prefetto Maynott, che vuole catturare e uccidere il povero, indifeso mostro. La pellicola è diretta e sceneggiata (insieme a Stéphane Kazandjian) da Éric “Bibo” Bergeron, che ha lavorato come animatore a film come “Fievel sbarca in America”, “We're Back! Quattro Dinosauri a New York”, “Le Avventure di Charlie” e ha diretto “La Strada per El Dorado” (2000) E “Shark

Tale” (2004). Nel 1993 ha fondato lo studio di animazione “Bibo Films”. A prestare la propria voce ai personaggi anche Raf (Francoeur), Enrico Brignano (Raoul) e Maurizio Mattioli (Maynott). Prodotto da Luc Besson, il film arriverà in autunno nelle sale italiane.


D ai

ly

|20 luglio 2012|


D ai

ly

|20 luglio 2012|

GIFFONI GOES TO SAO PAOLO I SOGNI RUMENI Grazie all’incontro di un’idea e all’impegno profuso da tutte le professionalità coinvolte si è giunti alla sigla di questo che vuole essere l’inizio di una collaborazione dove un’eccellenza italiana come il Giffoni Experience diviene un ponte per esportare la cultura della Campania, dell’Italia ma anche per far conoscere l’immenso p a t r i m o n i o e approfondire le caratteristiche dell’arte di un grande Paese come il Brasile, ed aprire le porte ad un continente ricco di similitudini e di italianità. È quanto si legge nel protocollo d’intesa siglato ieri pomeriggio tra il Giffoni Experience, la Regione Campania e la Municipalità di San Paolo del Brasile per una partnership che sarà suggellata nel gennaio 2013 con l’edizione brasiliana del Giffoni Film Festival. L’iniziativa si svolgerà in una sede prestigiosa, l’auditorium Memorial da América Latina progettato dall’architetto Oscar Niemeyer, centro culturale nel cuore di San Paolo. «Uno scambio – ha commentato il direttore Claudio Gubitosi – che ci rende orgogliosi. Nella sua lunga storia, il festival ha coinvolto ben 52 nazioni ma quello del Brasile è un appuntamento p a r t i c o l a re , i n u n m o m e n t o fondamentale per il Paese latinoamericano, al centro di una crescita economica e culturale senza precedenti». Soddisfazione è stata espressa dall’Assessore alla Cultura della Regione Campania, Caterina Miraglia: «Con Giffoni – ha commentato – la Campania balza agli onori della cronaca per fatti positivi. Il GFF è un vanto per la nostra regione,

La sesta giornata del Gff 2012 è cominciata all'insegna della multiculturalità. Alle 11.15, infatti, in sala conferenze, il managing director del Giffoni Film Festival, Claudio Gubitosi, ha incontrato la delegazione del DreamFest di Slatina, Romania, manifestazione diretta da Cornel Diaconu giunta quest'anno alla seconda edizione anche grazie alla spinta ricevuta da

prova ne è l’interesse crescente che suscita all’estero. E’ una realtà all’avanguardia che va sostenuta con forza». «Un festival dalla lunga vita – ha auspicato Thiago Lobo, Assessore allo sport e ai giovani della Municipalità di Sao Paolo – un momento culturale importante per la città che con i suoi 6 milioni di oriundi italiani è una realtà tra le più vivaci dell’America Latina. Speriamo di portare a San Paolo lo spirito e il dna del Festival, un’iniziativa che intendiamo riproporre ogni anno p e r a t t u a re u n p ro g e t t o d i trasformazione culturale già realizzato a Giffoni. Non vogliamo solo creare cineasti o cinefili – ha concluso Lobo – ma persone migliori». L’edizione brasiliana del Festival adotterà la stessa organizzazione italiana. I giovani di ogni Stato saranno chiamati a giudicare i film in concorso e avranno, inoltre, l'opportunità di incontrare grandi star internazionali.

Giffoni Experience. Diaconu ha ringraziato pubblicamente Gubitosi, che ha definito “padrino” della rassegna rumena, e, alla presenza dei giovani giurati del Gff giunti dalla Romani e dalla Moldavia, si è augurato che la prossima edizione del DreamFest possa ospitare una folta delegazione di ragazzi italiani che potranno portare a Slatina l'esperienza maturata a Giffoni.


D ai

ly

|20 luglio 2012|

I RACCONTI ELI A GIFFONI DIVENTANO FILM Una partnership già annunciata quella tra Giffoni Experience leader mondiale nel settore audiovisivo dedicato ai ragazzi ed alle famiglie ed Eli, casa editrice di Recanati da quaranta anni protagonista nel settore dell’editoria scolastica e parascolastica. Progetto semplice ma quanto mai interessante: partendo da tre testi che ELI individuerà, a partire da settembre si organizzerà un contest creativo in tutte le scuole primarie d’Italia, in occasione del quale i bambini, con l’aiuto dei loro insegnanti, partendo dalla lettura del testo, riflettendo e discutendo sul tema e realizzando uno storyboard, avranno la possibilità di “trasformare” il loro libro in un film. Il primo cortometraggio “pilota” è già stato realizzato: si intitola “Lo SmontaBulli” (tratto dall'omonimo testo scritto da Diego Mecenero per ELI e presentato il 10 maggio al Salone del Libro di Torino), girato interamente a Recanati in collaborazione con il Comune e gli istituti scolastici della città. Il cortometraggio, realizzato lo scorso

aprile nelle Scuole Primarie di Recanati (MC), basato su un testo della collana “L’Albero dei Libri” de La Spiga Edizioni, è stato presentato ieri mattina ai giurati di Elements + 6 alla p re s e n z a d i M i c h e l e C a s a l i , Amministratore Delegato del gruppo e vera anima del affascinante progetto

di partnership. "Lo SmontaBulli” – che racconta un tema particolarmente vivo dell’universo infantile - svolgerà anche il ruolo di guida per il contest che inizierà a settembre 2012. Il progetto di collaborazione infatti tra Giffoni Experience, ELI e La Spiga Edizioni, non si ferma qua, bensì prevede una serie di attività che legano il cinema alla letteratura per ragazzi attraverso contest creativi, laboratori e cortometraggi che coinvolgeranno migliaia di studenti e insegnanti di tutte le Scuole Primarie d'Italia. Dal prossimo settembre, a tutte le scuola Primarie d'Italia verrà proposto di scrivere una sceneggiatura basata su quattro titoli di narrativa della ELI – La Spiga Edizioni. Le migliori quattro saranno premiate al Giffoni Festival 2013 e, tra queste, le due migliori diventeranno un cortometraggio realizzato da Giffoni Experience all'interno dell'Istituto scolastico che ha scritto la sceneggiatura. Intanto in questi giorni il Campo Felice, lo spazio del Giffoni Village dedicato alla casa editrice, ospita una serie di laboratori dedicati alla lettura, tenuti da scrittori ed illustratori.


D ai

ly

|20 luglio 2012|

GIFFONI MOUNTAIN EXPERIENCE E' stato firmato mercoledì mattina, alla Cittadella del Cinema di Giffoni Valle Piana, il protocollo d'intesa tra il presidente del Gff, Carlo Andria, e il presidente del TrentoFilmFestival,

Roberto De Martin per il progetto “Giffoni Mountain Experience” partito quest'anno per la 42esima edizione del festival di cinema per ragazzi diretto da Claudio Gubitosi. L'iniziativa prevede la collaborazione tra il festival nato nel 1952 a Trento con il nome di “Festival del Cinema di Montagna Cai Film primo concorso internazionale della cinematografia alpina a passo ridotto” e il Giffoni Film Festival che, a partire da quest'anno,

dedicherà in ogni sua edizione futura uno spazio specifico ai piccoli e grandi amanti della montagna con iniziative a loro dedicate. Fino a martedì 24 luglio ai campetti Berlinguer rimarrà allestita una parete per l'arrampicata in collaborazione con la “Sint Roc & Ecogrips srl” di Arco (Tn) e fino alla fine del fe s t i v a l s o n o s t a t e organizzate, in collaborazione con il Club Alpino Italiano di S a l e r n o , escursioni nei luoghi più suggestivi dei monti picentini. La prossima edizione del Trento Film Festival, la 61esima, è prevista nella città di Trento dal 25 aprile al 5 maggio 2013 e nella città di Bolzano dall'1 all'8 maggio 2013. per ulteriori i n fo r m a z i o n i v i s i t a re i l s i t o www.trentofestival.it.

SICURI IN STRADA CON ANIA Rispettare le regole della strada: è il monito del film “Young Europe” di Matteo Vicino proiettato ieri in sala Truffaut e realizzato con il supporto della Fondazione Ania (che riunisce le più grandi compagnie assicurative italiane) nell'ambito del Progetto Sicurezza Stradale ICARUS della Polizia di Stato. In questo caso, come ha sottolineato il vice questore aggiunto della Polizia stradale, Elisabetta Mancini, altro partner dell'iniziativa,«si è scelto si sponsorizzare un'opera cinematografica proprio per parlare ai ragazzi con il loro linguaggio». Il film racchiude tre storie una ambientata a Roma, una a Parigi e una a Dublino ed è sostanzialmente un inno alla prudenza sulle due e sulle quattro ruote, mostrando le conseguenze che ci possono essere se la distrazione e il senso di onnipotenza, tipico dei giovani, prendono il sopravvento. «Ricordiamo che gli incidenti stradali sono la prima causa di morte tra i ragazzi al di sotto dei 30 anni ha sottolineato il Presidente di ANIA Umberto Guidoni intervenuto alla presentazione del film - e ogni giorno c'è una vittima ogni due ore. Altissima poi la percentuale di coloro che, pur salvandosi, rimangono invalidi. Solo per aver sottovalutato il rischio che correvano».


D ai

ly

|20 luglio 2012|

UN’ALTRA NOTTE DI GRANDE MUSICA

Il programma giornaliero, le news, le foto, i video, gli aggiornamenti

www.giffoniff.it

... e ancora

y l i Da


D ai

ly

|20 luglio 2012|

GIFFONI, ENTERTAINMENT TOWN

Finanziato da


D ai

ly

|20 luglio 2012|

D


D ai

ly

|20 luglio 2012|

lowers


Main Partners

a

42 Edizione 14.24.LUGLIO.2012

Giffoni viaggia con

Partners

Finanziato da

Media Partners

Official regional TV

Technical Partners Con il sostegno di

Cultural Partners

Sez. Salerno

Marco Cesaro

Social Partner

www.giffoniff.it

Giffoni Friends


D ai

ly

|20 luglio 2012|


D ai

ly

|20 luglio 2012|

Giffoni Daily - 20 luglio 2012  

Il giornale quotidiano della 42esima edizione del Giffoni Film Festival

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you