Page 31

Is t i t u to delle A p o s tole del S a cr o C u ore di Ge sù

IL CARISMA La parte superiore è ricca di simbolismo: il Cuore trafitto, i raggi splendenti di colore giallo, la croce con sullo sfondo le fiamme di fuoco simbolizzano la luce di Cristo Risorto, che ha vinto la morte. Nella prima rivelazione Gesù disse a Santa Margherita Maria che il suo cuore è infiammato d’amore per l’umanità dalla quale riceve soltanto ingratitudine. Il cuore si presenta coronato di spine per ricordarci la passione di Colui che ha amato e ha dato se stesso per noi, fino all’ultima goccia di sangue, che sgorga dal cuore trafitto. La croce sopra il cuore rappresenta il trionfo e la grandezza dell’amore di Cristo per l’umanità. È un amore ardente, che non si consuma: le fiamme di fuoco ricordano quelle del roveto ardente in Es 3, 1-6. Nella rivelazione di Dio nel roveto, Mosè non può avvicinarsi, ma deve togliersi i sandali. L’amore rivelato in Cristo si china per abbracciare la miseria umana e insegnare all’uomo a chiamare Dio col nome di Padre (cfr. Lc 15,20-24; Lc 11,1-4). La colomba bianca, che va ad attingere nutrimento dalla ferita del cuore aperto, simboleggia l’Apostola che va ad attingere dal Cuore di Cristo la forza e le ispirazioni per la sua missione. Si può dire che tutta la parte superiore rappresenta la vita interiore e di preghiera dell’Apostola, che trova nel Cuore di Gesù la fonte della sua vita spirituale e del suo essere Apostola dell’Amore (cfr. XV Capitolo Generale “Carisma e Missione”, 1992). Le gocce di sangue che sgorgano dal cuore aperto sono simbolo dell’Eucaristia, “pane” quotidiano di cui l’Apostola si nutre per assomigliare a Cristo nell’Amore che si dona per gli altri. Ci ricorda anche che la spiritualità di Madre Clelia era profondamente eucaristica: ella, “come un chicco di grano”, ha offerto la sua vita perché l’Istituto dedicato al Sacro Cuore trionfasse. È stato l’Amore che trabocca dal Cuore

aperto a spingere Madre Clelia a lanciarsi in avanti verso le sorelle e i fratelli bisognosi del suo tempo. La Carità, dunque era il movente di tutto il suo vivere, del suo agire, del suo parlare e anche dei suoi consigli scritti alle sue figlie: “Esercitatevi molto nella carità, in quella carità che dev’esser la gemma più fulgida che deve brillare nel nostro Istituto” - (PM. 384).

LA MISSIONE La parte inferiore rappresenta il mondo e la dimensione missionaria e apostolica del Carisma di Madre Clelia. L’Apostola, spinta dall’Amore e in comunione con Cristo, va ad annunziarlo. Infatti dopo sei anni dalla fondazione dell’Istituto la Madre Fondatrice ha mandato le prime Apostole missionarie in Brasile (1900) e negli Stati Uniti (1902). Nel nome Apostola viene racchiusa la dimensione missionaria del Carisma; essere Apostole come gli Apostoli (cfr. XV Capitolo Generale “Carisma e Missione”, 1992). La Madre ci ha esortato in una sua lettera: “Impariamo ad essere Apostole non solo di nome, ma secondo lo spirito degli Apostoli…” - (PM. 70). La barca simboleggia la Chiesa che naviga nel mare del mondo per portare il Vangelo a tutte le genti. La colomba bianca è l’Apostola che, come missionaria, inviata dalla Chiesa, va a portare la Buona Notizia della speranza e della pace, rappresentata dal ramoscello di olivo che porta nel becco. Il ramoscello può simboleggiare il martirio di Cristo e la vita nuova che sgorga dal Cuore trafitto. L’Apostola, una volta nutrita alla “Fonte dell’Amore”, che è l’Eucaristia, è spinta a portare la Carità di Cristo, con la parola e con la vita, ad ogni persona che fa parte della sua storia e missione e ad ogni luogo dove la Provvidenza l’invia.

1 2 5 ANNI DI F o nd a zio ne | 29

Profile for Lucas Angstmam

Libro Commemorativo IASCJ | 125 Anni di Fondazione  

L’Istituto delle Apostole del Sacro Cuore di Gesù fu fondato a Viareggio, in Italia, nel 1894, dalla Beata Clelia Merloni. Il percorso di q...

Libro Commemorativo IASCJ | 125 Anni di Fondazione  

L’Istituto delle Apostole del Sacro Cuore di Gesù fu fondato a Viareggio, in Italia, nel 1894, dalla Beata Clelia Merloni. Il percorso di q...

Advertisement