Page 1


“Balzano cerca un’allusiva rivelazione della realtà, intesa come un imperativo esistenziale, permettendo al fruitore di scegliere, facendolo sentire artefice del proprio destino. Non un semplice processo cognitivo, ma un modo per avvicinarsi a quell’ipotetico mosaico di mondi probabili attraverso la simbiosi tra pensiero e azione, mente e anima, interazione dei sensi e illusione vitale per poter controllare lo scorrere del tempo. L’intento è quello di esplorare a fondo i territori non del tutto violati dell’esistenza attraverso nuovi mezzi di indagine per scoprire in se stesso un nuovo modo di percepire il tangibile dove passato, presente e futuro si mescolano a tal punto da non riconoscerne le strutture portanti. Da una parte lamine oro e acidature che alludono a tempi lontani, dall’altra continue sovrapposizioni di immagini, incroci organizzati e coscienti di segni, metamorfosi iconografiche, nascite e ri-nascite che presagiscono un incontro tra le vite universali presenti e quelle tecnologiche future, tra mondi reali e virtuali. La percezione dell’oltre, in questo caso, diventa una scoperta cerebrale e profonda di un mondo che si manifesta di fronte a noi come per la prima volta. Potere di un tempo senza tempo, in ogni luogo e in nessun luogo”.

Maurizio Vanni


STILL 01


STILL 02


STILL 03


STILL 04


STILL 05


STILL 06


STILL 07


STILL 08


STILL 09


STILL 10


STILL 11


STILL 12


STILL 13


STILL 14


TIME


EVERYWHERE NOWHERE  

EVERYWHERE NOWHERE