Page 46

sto di fabbricazione contenuto e quindi con un prezzo di vendita basso. Le premesse del concorso vanno in primo luogo considerate sotto il profilo culturale. In tale ambito il furniture design statunitense poteva contare su di una valida didattica progettuale ereditata dall’Europa. Il trasferimento dei maestri del Bauhaus negli Stati Uniti a causa del regime hitleriano non era un fatto isolato: già negli anni venti alcune importanti figure della progettazione di interni e del design avevano scelto di svolgere la propria attività negli Stati Uniti. Il furniture design conquistò un nuovo status, dovuto sia alle componenti culturali sia all’assetto produttivo statunitense. Il modello del Bauhaus era rimasto per molte ragioni irrealizzato nel suo paese d’origine; i suoi protagonisti una volta stabilitisi nella nazione dell’industrializzazione globale avano puntato più sull’architettura che sul design. I mobili “storici” di Gropius, Breuer e Mies van der Rohe verranno prodotti negli Stati Uniti, ma a prezzo di un cambiamento quasi radicale di destinatario. Infatti non erano più le cellule abitative delle Siedlungen (i quartieri operai, dove peraltro raramente sono entrati) né l’accogliente domesticità scandinava a ospitare il tubolare metallico e il legno curvato. Ora sono le case degli intellettuali e degli esponenti della classe agiata e gli uffici dei grandi manager ad accoglierli assieme ai nuovi arredi progettati dai designer americani. Le ricerche tecnologiche richiedevano ingenti investimenti finanziari, che andavano a incidere sul prezzo di vendita anche se questo non impressionava quella parte dei compratori ame46 1

Storia del design 2 luana leo  

Si tratta di una raccolta di fonti valide atte a spiegare l'evoluzione del design dagli anni '30 ad oggi, analizzando i paesi che hanno avut...

Storia del design 2 luana leo  

Si tratta di una raccolta di fonti valide atte a spiegare l'evoluzione del design dagli anni '30 ad oggi, analizzando i paesi che hanno avut...

Advertisement