Page 36

infatti spesso la forma nascondeva la funzione dell’oggetto. Lo Streamline infatti copriva i meccanismi e le parti meccaniche mostrando un’immagine pulita e liscia. I modernisti criticarono questo approccio perchè non seguiva il principio di fedeltà verso i materiali. Gli oggetti che vengono prodotti sono caratterizzati da linee filanti, superfici cromate, spesso in metallo e forme curve che richiamano il movimento. Indubbiamente queste forme oltre a richiamare il concetto di modernità hanno il merito di risultare più facili da costruire ed anche da pulire; questi aspetti non verranno colti dalla cultura europea che a lungo li giudicherà negativamente ritenendo questo modo di progettare una mera operazione di marketing. Le linee che caratterizzano lo Streamlining sono originate dagli studi che si sviluppano a partire dagli anni Venti, anche grazie all’invenzione della galleria del vento, sul Cx (Il coefficiente di resistenza aerodinamica). Lo Streamline deve il suo nome alla ricerca delle forme aerodinamiche. Per molti anni da allora la parola “aerodinamica” viene usata nel linguaggio popolare al posto di “moderna”. Lo streamlining fu utilizzato per la prima volta agli inizi del XX secolo per migliorare le prestazioni, riducendo la resistenza, di aerei, locomotive, automobili, alle alte velocità. Negli anni trenta molti designer industriali usarono lo streamlining, più che per ragioni di funzionalità, per dare agli oggetti forme più eleganti e seducenti che attraessero il consumatore. Successivamente alla crisi economica e al crollo della borsa di Wall Street i produttori

36 1

Storia del design 2 luana leo  

Si tratta di una raccolta di fonti valide atte a spiegare l'evoluzione del design dagli anni '30 ad oggi, analizzando i paesi che hanno avut...

Storia del design 2 luana leo  

Si tratta di una raccolta di fonti valide atte a spiegare l'evoluzione del design dagli anni '30 ad oggi, analizzando i paesi che hanno avut...

Advertisement