Issuu on Google+


EDITORIALE

Rubriche Cosa c’è sullo scaffale................03 News..............................................04 Forest’s corner..............................18 L’angolo dell’Admin.....................19

Articoli

Virtual Boy....................................08 SDML.............................................11

Recensioni

Prince of Persia.........................12 Lost Planet: Extreme Condition..14 Bully: Scholarship Edition...........15 Beautiful Katamari........................15 Cue Sports....................................15 Street Fighter IV.............................16

Salve! Ben arrivati al numero 2. Com'è? Siete un po' spaesati? Abbiamo cambiato di nuovo tutto.. vi piace? Tutto merito di N0A! La nuova entrata nella famiglia di NeXtRL.it che ci ha regalato la sua esperienza nel mondo dei magazine e questa splendida grafica! Il suo contributo è fondamentale: non solo mi ha dato una mano sulle linee guida degli articoli e delle recensioni, ma contribuisce anche all'impaginazione ed è velocissima!! Infatti questo numero è stato più rapido del solito, non credete? Bene! Per quanto riguarda le novità, oltre alla grafica abbiamo pensato e realizzato un sistema che vi aiuterà nella stesura degli articoli e al tempo stesso faciliterà a noi la gestione degli stessi: ricezione, correzione e impaginazione il tutto comodamente online all'indirizzo: http://www.nextrl.it/fanzine/. Ricapitolando, per inviare articoli/recensioni, utilizzate il modulo raggiungibile all'indirizzo sovrascritto mentre per l'angolo della posta, informazioni, rimproveri o semplici messaggi c'è l'email sempre attiva: nextrl.fanzine@gmail.com. C'è dell'altro. Un'altra grossa novità stravolgerà il vostro modo di giocare e confrontarvi con gli utenti della nostra community. Come? Restate sintonizzati perché è solo questione di giorni! Ringrazio, al solito, tutti coloro che hanno partecipato a questo numero, anche quelli che non sono riusciti a consegnare il lavoro in tempo (ma che potranno sempre farlo per il numero 3!). Buona lettura! Lotti

NEXTRL.iT Fanzine Responsabili Lotti

Redattori arunka, Birramedia, Forest87, SirArgo, MarioInside, Vaati, Robocop XIII, Link84, The Lemon Man, MJ2332, dndssc, .Fra., Kurt Cobain. Grafica e impaginazione n0a, Lotti.

2

w w w.n e xtrl .i t


RUBRICHE

COSA C’E’ SULLO SCAFFALE? 06 MARZO 2009

13 MARZO 2009

20 MARZO 2009

27 MARZO 2009

w w w.n e xtr l .i t

3


RUBRICHE

COSA C’E’ SULLO SCAFFALE? 03 ARPILE 2009

10 ARPILE 2009

01 MAGGIO 2009

15 MAGGIO 2009

08 MAGGIO 2009

20 ARPILE 2009

NEWS

Call of Juarez: Bound in Blood a Giugno 2009 Ubisoft ha recentemente comunicato che il seguito del gioco western sviluppato da Techland, Call of Juarez: Bound in Blood, uscirà nei negozi per PS3 e XBOX 360 nel mese di Giugno 2009. Ecco le parole di Tony Key, vice presidente vendite e marketing di Ubisoft: "Call of Juarez: Bound in Blood infiammerà la vostra estate." "Tornano i fratelli McCall in un’epica avventura tra fuorilegge, duelli e saloon. Il videogioco offrirà tutti gli elementi caratteristici del tipico film con ambientazione western, garantendo tante ore di divertimento e coinvolgimento a tutti gli appassionati di questo genere". Ecco alcune caratteristiche di Call of Juarez: Bound in Blood: - Diventa un vero pistolero: Il gioco sarà caratterizzato da un’ampia varietà di armi fedelmente riprodotte sui modelli dell’epoca, dai mitici revolver ai primi modelli di cannoni e Gatling guns. Ogni nuovo colpo messo a segno aumenterà la tua barra della concentrazione, così da avere una maggior precisione di tiro quando ti troverai in una situazione pericolosa o quando giocherai in collaborazione con tuo fratello. - Un’esperienza di gioco collaborativa – Si potrà impersonare Ray o Thomas, entrambi dotati di un proprio stile di gioco e di particolari abilità specifiche. Tutti e due si avvalgono di armi diverse, ma altrettanto letali. Utilizza al meglio le caratteristiche di ogni personaggio e sfrutta la loro collaborazione nelle sparatorie più feroci del west. - Un’esperienza western coinvolgente – I fratelli McCall dovranno affrontare un temibile capo Apache, un avido bandito messicano, un vendicativo colonnello sudista, tutti personaggi che hanno in comune il totale disprezzo per la legge. Sarà possibilie utilizzare cavalli, carri e treni per esplorare i vasti scenari del mitico Far West. - Una modalità multigiocatore online innovativa – Sviluppata contestualmente a quella in single player, la modalità multigiocatore offrirà numerose opzioni e mappe che garantiscono molte ore di pura azione e divertimento. Pistoleri, banditi e sceriffi lotteranno per riscuotere le taglie. Sarà possibile sbloccare diversi personaggi in varie modalità di gioco arricchite dal nuovo sistema delle taglie. Ogni giocatore aumenterà la taglia sulle propria testa in base al numero delle uccisioni. Sirargo

4

w w w.n e x trl .i t


NEWS

Microsoft estende a 3 anni la garanzia per l' Errore E 74

[PS3] FFXIII in Giappone entro fine anno?

Microsoft ha recentemente annunciato che estenderà a 3 anni la garanzia ufficiale sull'Errore E 74 che ultimamente, dopo l'inserimento della New Xbox Experience, sembra affliggere diverse console. La società americana inoltre, ha comunicato che il problema indica più o meno lo stesso tipo di malfunzionamento hardware che porta al RROD. Ciò significa che la riparazione delle console afflitte dall'errore E74 sarà completamente gratuita per l'utente e, coloro che nel frattempo avessero fatto riparare il sistema a proprie spese, verranno rimborsati. Queste le parole di Microsoft apparse su support.microsoft.com: "Microsoft rimborserà i clienti dell'importo pagato per una riparazione fuori garanzia, a causa del malfunzionamento hardware indicato dal messaggio d'errore E 74. Questi clienti devono ricevere automaticamente il rimborso entro 4-12 settimane, senza la necessità di ulteriori azioni da parte loro". "Tutte le richieste di rimborso devono essere inviate entro il 1 novembre 2009". Sirargo

Come ben sapete il 16 Aprile in Giappone uscirà Final Fantasy VII: Advent Children Complete in Blu-Ray che conterrà una prima demo di Final Fantasy XIII. Sembra che alcune persone, che l'hanno giocata un po' prima del previsto, abbiano trovato alla fine della versione di prova del gioco il messaggio che potete vedere nell'immagine che afferma che il gioco completo sarà disponibile in Giappone da questo inverno. Per ora la Square ha dichiarato solo che bisognerà aspettare domani per informazioni ufficiali. MJ2332

[PS3] Facebook su Playstation3! John Koller ha dichiarato che il famoso social network di nome Facebook, sarà presto integrato tra le funzionalità disponibili nel monolite nero di casa Sony. QUOTE "I piani già sono stati fatti, ora dobbiamo solo metterli in atto. Questa iniziativa non serve solo per la commercializzazione del nostro prodotto, ma pubblicizzerà anche alcuni nuovi giochi che andremo a sviluppare" Per i fan di Facebook non può che essere una buona notizia considerando che già dal browser della console stessa è possibile accedere al network, quindi questa futura integrazione porterà funzionalità sicuramente più avanzate. Kurt Cobain

Svelato il protagonista di Assassin's Creed 2 Sulla copertina della rivista GameInformer di Maggio 2009, è presente una prima immagine di quello che sarà il protagonista di Assassin's Creed 2. Il personaggio è molto simile ad Altair e stando alle ultime indiscrezioni si chiamerebbe Ezio Auditore de Firenze, nobile fiorentino del 1476. A contrario di Altair però (per la gioia di NoelG ) dovrebbe essere anche capace di nuotare, cosa che renderebbe le missioni, che saranno più varie rispetto ad AC, meno ripetitive e tutto sommato più facili. MJ2332

w w w.n e xtr l .i t

5


NEWS

[PS3] Disponibile firmware 2.70 Sony ha da poco rilasciato il nuovo atteso firmware 2.70 per la propria home console PlayStation 3. Queste le caratteristiche del nuovo aggiornamento: • Chat di testo con gli amici sia in game che non • Un’opzione per normalizzare l’audio nel passaggio tra un brano e l’altro • Ricerca rapida delle informazioni su internet dei propri giochi premendo (triangolo) --> ricerca informazioni gioco • Copia e incolla di testi dal browser internet Il nuovo firmware occupa circa 140 mb e come sempre è disponibile per il download automaticamente tramite PS3 Si ringrazia Amorini per la pronta comunicazione. SirArgo

Data, sito e teaser trailer per Call Of Duty 4 Modern Warfare 2 Finalmente, durante il GDC 09, Infinity Ward ha rilasciato nuove e importanti notizie sul prossimo capolavoro annunciato: Call of Duty: Modern Warfare 2. Il gioco (per PS3 e XBOX 360) sarà rilasciato in America il giorno 10 NOVEMBRE 2009 e sicuramente solo qualche giorno più tardi (o lo stesso giorno) arriverà la versione PAL. Nel frattempo è stato aperto il sito ufficiale dove, oltre ad ulteriori informazioni sul gioco, troveremo il primo teaser trailer del prossimo sparatutto Activision. SirArgo

6

w w w.n e x trl .i t

[PS3] Annunciato Ninja Gaiden Sigma 2 A gran sorpresa oggi Famitsu ha annunciato l'uscità di "Ninja Gaiden Sigma 2" per console Playstation 3. Come per il primo Sigma, il gioco sarà un porting di "Ninja Gaiden 2" con l'aggiunta di nuovi boss, nuove armi e un altro personaggio giocabile (Ayane, si, quella di DOA). Non è stata rivelata nessuna data precisa, però il gioco salirà sugli scaffali prima della fine del 2009. Ottima notizia per tutti gli utenti PS3, potranno godere di una fantastica ex-esclusiva Xbox 360. .Fra.


NEWS

[Wii] Firmware Updater 4.0 by Waninkoko

[X360] Nuovo bundle Xbox 360 in offerta dal 1° Aprile 2009

Waninkoko stupisce ancora e rilascia il Firmware Updater 4.0, che permette di aggiornare il Wii alla versione 4.0 in modo completo aggiornando il menù, il wiishop e installando gli IOS dell'update senza però bloccare twilight hack e senza correggere i bug nei vecchi ios. Aggiornando tramite questo homebrew quindi si avrà un Wii aggiornato alla versione 4.0 e sarete allo stesso tempo perfettamente in grado di installare wad e soprattutto di installare cIOS e cMIOS per caricare backup per Wii e GC! Qui trovate la guida per aggiornare alla 4.0 tramite firmware updater di waninkoko. Attenzione: Alcuni utenti han brickato il proprio wii aggiornando alla versione 4.0 tramite questo updater di waninkoko, ovviamente lo staff di NextRL non si assume responsabilità in caso di brick, effettuate l'operazione a vostro rischio e pericolo dndssc

E' di poche ore fa il comunicato Microsoft atttraverso il quale la società americana ci porta a conoscenza di un nuovo Bundle per la propria home console in vendita in Europa dal 1 Aprile 2009. Questo il contenuto della confezione che sembra il frutto di una collaborazione tra Microsoft e Electronic Arts: • Console Xbox 360 • Hard disk da 60 Gb • Joypad wireless • Cavetteria standard • Videogioco Burnout Paradise: The Ultimate Box • Videogioco Trivial Pursuit • Videogioco Connect 4 (titolo prodotto da Hasbro Family Game Night) L'offerta per il bundle è di euro 239,99, sino ad esaurimento scorte. SirArgo

Nasce una nuova software house: Titmouse Games Dopo la chiusura di diverse softwarehouse finalmente arriva la bella notizia della nascita di una nuovo team di sviluppo multiconsole dal nome: Titmouse Games. Il team è formato da personaggi "estratti" dal mondo dell'animazione, in particolare in passato hanno partecipato alle animazioni presenti in: • Avatar: The Last Airbender • Afro Samurai • Amazing Screw on Head • le scene animate di Guitar Hero • la serie Metalocalypse. La cosa piacevole è che hanno già annunciato un primo videogioco in sviluppo, con tanto di sito e video disponibile...Seven Haunted Seas, che sembrerebbe essere un titolo interessante, caratterizzato dalla presenza di pirati, navi fantasma, oceani, atmosfere tetre ecc... SirArgo

[X360] Annunciato ufficialmente MASS EFFECT 2 su XBOX 360 nel 2010 BioWare ieri ha ufficialmente annunciato il seguito di uno dei più grandi capolavori di questa "gen": MASS EFFECT 2. Questo il comunicato del Dr. Ray Muzyka, Direttore Generale e Amministratore Delegato BioWare e General Manager e Vice Presidente EA: "Stiamo andando a superare la straordinaria esperienza di gioco che abbiamo creato con Mass Effect, ampliando e intensificando la fase di combattimento e le varie soluzioni di armi da utilizzare, così come una maggiore profondità di esplorazione del pianeta, unito ad una trama emotiva e accattivante". "Mass Effect 2 sarà un'indimenticabile esperienza RPG-shooter, una folle corsa senza pause, il tutto condito da una trama stupefacente, ricca di tensione e senza cadute di azione". "Il videogioco è confermato in uscita su Xbox 360 e PC ad inizio 2010". Quindi anche questa volta sembrerebbe essere che la parola "multipiattaforma" annunciata da John Riccitiello il 4 febbraio 2009, fosse riferito al fatto che esso sarà distribuito su PC e XBOX 360, mentre sembrerebbe esclusa un'uscita su Playstation 3. SirArgo

w w w.n e xtr l .i t

7


RETROGAMING

Virtual Boy: “la console più brutta al mondo?” Molti di voi non avranno mai sentito nominare questa console…cos’è un Virtual Boy? Forse una delle tante imitazioni Cinesi di console ben più blasonate, simili ai modelli che di tanto in tanto vediamo in squallide televendite in TV? Nulla di più sbagliato...il Virtual Boy è una console prodotta e commercializzata da Nintendo, uscita nel 1995. Com’è dunque possibile che nessuno, o quasi, conosca o abbia mai visto questa console? La recensione si pone l’obiettivo di spiegare a tutti gli utenti del forum una delle parentesi più strane e misteriose del mondo dei videogiochi. Ovviamente chiunque potrebbe andare su Google o Wikipedia ad attingere informazioni…ma se il vostro BirraMedia fosse riuscito ad aggiudicarsi un raro esemplare di questa console? Prima di vedere insieme qualche immagine credo però che la cosa migliore sia riassumere brevemente la storia del Virtual Boy:

Il Virtual Boy era una console a 32bit uscita nell’era della Playstation1 e del Sega Saturn, un anno prima del Nintendo64. Lo sviluppo della console era stato affidato a Gunpei Yokoi, creatore fra le altre cose dei famigerati Game & Watch, del Game Boy, della saga di Metroid, Kid Icarus e Super Mario Land (in quest’ultimo compare per la prima volta la principessa Daisy). Lascia Nintendo nel 1996 proprio a causa del fallimento del Virtual Boy…l’ultima sua invenzione fu il Wonderswan, console di nicchia commercializzata in Giappone da Bandai. Scompare tragicamente nel 1997 a causa di un incidente stradale. Il Virtual Boy, come si può intuire dal nome, si poneva come obiettivo quello di offrire al pubblico il primo assaggio di realtà virtuale, che tanto andava di moda negli anni ’90. Non ci vuole un genio per capire che l’esperimento sia miseramente fallito, finendo ben presto nel dimenticatoio. La stessa Nintendo cerca di evitare di parlare del capitolo più triste della sua storia, e non si può certo biasimarla. Ma la cosa veramente strana di questa console era il suo aspetto…iniziamo finalmente a vedere insieme qualche immagine. Ecco come si presentava il box esterno della console:

Produttore Nintendo In vendita dal 21 Luglio 1995 (in Giappone) In vendita dal 14 agosto 1995 (in America) Mai commercializzata in Europa Ritirata dal mercato dal 1996 Supporto cartucce Unità vendute circa 770.000 in tutto il mondo. Giochi commercializzati 22 La prima cosa che salta agli occhi è il brevissimo periodo di vita di questa console e le pochissime unità vendute, oltre alla misera quantità di giochi disponibili. Cos’è successo? Era veramente così brutta?

I più attenti avranno subito notato l’immagine di una batteria stilo sul fronte della confezione…il Virtual Boy era infatti una console portatile, o almeno veniva venduta come tale, e pertanto necessitava di essere alimentata a batterie. Per l’esattezza sei pile stilo. Andiamo ad aprire il box per scoprirne il contenuto:

Come potete vedere la console veniva venduta con il gioco Mario Tennis. Apro una piccola parentesi per dire che la console, come tutte le portatili targate Nintendo, sia perfettamente region free: che sia Giapponese o Americana, funzionerà qualunque cartuccia, non importa la sue regione di provenienza. Continuiamo con le immagini, diamo un’occhiata al joypad…fermi tutti…una console portatile con un joypad? Ma…i vari Game Boy, Game Gear, DS, PSP…non hanno certo un joypad, a cosa servirebbe? Continuate a leggere e scoprirete tutte le stranezze di questa particolarissima console.

8

w w w.n e x trl .i t


RETROGAMING

Come potete immaginare le sei pile stilo influiscono sensibilmente sul peso, ed infatti il joypad non è propriamente leggerissimo. Tuttavia, impugnandolo, scopriamo un’ergonomia perfetta, in linea con le produzioni Nintendo. La presa è salda e comoda, i tasti sono tutti facilmente raggiungibili. Nel complesso mi sento di promuovere il joypad, sebbene il giudizio generale venga abbassato, come detto, dal peso non proprio indifferente.

Eccolo qui…sebbene l’immagine sia un po’ scura, vorrei porre la vostra attenzione sulle 2 croci direzionali presenti, una sulla sinistra e l’altra sulla destra, particolare abbastanza singolare, soprattutto all’epoca. Il resto è abbastanza nella norma, pulsanti START e SELECT, pulsanti A e B. Al centro vediamo una levetta…spostandola accendiamo la console. Esatto, la console veniva alimentata dal joypad, e quindi le batterie risiedono nel joypad stesso. Sul retro troviamo altri due pulsanti, L e R (Left e Right). Nel blocco centrale risiedono le sei batterie stilo. Questo blocco è totalmente rimuovibile e vi è la possibilità di sostituirlo con un alimentatore prodotto ufficialmente da Nintendo, collegato alla corrente elettrica.

E questo? Questo, signori e signore, è il Virtual Boy… Questo strano oggetto deve essere montato sopra il cavalletto che abbiamo visto prima, e dobbiamo collegarci il joypad per alimentarlo.

Continuiamo con le foto: Cos’è questo? Questo altro non è che…un cavalletto. Esatto, la console necessitava di un cavalletto. Per quanto possa sembrare strano, andiamo ad esaminarlo meglio: solido…ehm…nero… bhè provate voi a recensire un cavalletto! Tutto quello che mi sento di dire, è che…fa il suo lavoro.

tatile. Effettivamente non ha bisogno di uno schermo (fra poco scopriremo perché), e quindi possiamo giocarci in salotto come in camera da letto.. ma, in tutta sincerità, io non riesco proprio ad immaginarmi uno studente che si fà la sua bella partitina sull’autobus mentre va a scuola. Le sue dimensioni però non sono l’unico motivo del fallimento di questa console.

La console non è certo piccolissima, eppure veniva venduta come una por-

Per poterci giocare infatti, bisogna appoggiare il viso contro il visore in gommapiuma. Non avete capito? Allora eccovi l’immagine di mia morosa mentre viene gentilmente obbligata nel provare la console. Ecco, questo è l’unico modo per poter giocare con il nostro Virtual Boy. Non posso certo dire che sia comodo, tutt’altro.

Spesso infatti bisogna cercare la posizione meno scomoda per poter fare una partita… scordatevi di sedervi in poltrona o di farvi una bella partitina mentre siete seduti nello svolgere alcune delle più naturali funzioni biologiche. Serve una superficie piana, come un tavolo o un letto.

w w w.n e xtr l .i t

9


RETROGAMING

Ora sono convinto che tutti si stiano chiedendo cosa si vede dentro quel “visore”… è stata una decisione difficile, ma alla fine ho scelto di non mostrare immagini a riguardo. Proverò a spiegarvene il motivo: questa console si pone come obiettivo quello di dare una sensazione di tridimensionalità senza precedenti. Provando a fare delle foto, il risultato è squallido. Credetemi, bisogna provarlo con i propri occhi. Se proprio non potete farme a meno, su youtube troverete numerosi video di giochi per il virtual boy, ma vi avviso che dal vivo le cose sono completamente differenti. Proverò a descrivervi a parole: la tridimensionalità, così come la concepiamo noi (legata ad un videogioco), non c’è. Ricordo che la console è un 32bit, non avremo immagini tridimensionali come un Gears of War o un Metal Gear Solid. La cosa che invece stupisce fin da subito, è il senso di profondità. Questa console offre un’ottima sensazione di oggetti presenti su piani differenti. Guardando un oggetto vicino a voi, e successivamente spostando lo sguardo su un oggetto sullo sfondo, si ha la netta sensazione del proprio occhio che mette a fuoco due oggetti a distanze differenti. Stupendo? Magnifico? Bhè…no, purtroppo ci sono i fattori negativi: la console infatti visualizza soltanto due colori…rosso e nero. Avete capito bene, non i classici bianco e nero, ma diverse tonalità di rosso, ed il nero. Ad essere onesti dopo qualche minuto i propri occhi si abituano e questa limitazione non pesa più di tanto sull’esperienza di gioco, ma resta il fatto che nel 1995 offrire una console con due colori era obiettivamente un anacronismo.

Le cose negative non finiscono qui: sulla confezione era infatti riportato che l’uso prolungato poteva causare senso di fastidio e di nausea, convulsioni e disturbi visivi. Questo ovviamente scoraggiava molti possibili acquirenti…Nintendo stessa ha inserito in tutti i giochi una funzione di “auto pausa”, disattivabile a propria discrezione. Ma di default tutti i giochi andavano automaticamente in pausa dopo 10 minuti…praticamente Nintendo ci diceva “hai giocato per 10 minuti, meglio se riposi un po’ gli occhi”. Questo fu probabilmente il principale fattore che determinò il fallimento della console. Personalmente ho provato a fare una sessione di quasi un’ora senza provare nessun fastidio (a tal proposito aggiungo che i portatori di occhiali possono tranquillamente continuare ad indossarli, il visore è infatti sufficientemente largo da non costringere a toglierli), l’unica sensazione sgradevole è stata nel togliere gli occhi dal visore, dato che dovevano riabituarsi alla luce normale…un po’ come quando uscite di casa in una giornata di sole, tutto qui.

Dei pochissimo titoli disponibili, io ho acquistato gli unici che a mio avviso valgano la pena di essere provati: • Wario Land (davvero ben fatto…classico platform 2D che non ha nulla da invidiare ai famosi platform con il protagonista giallo) • Galactin Pinball (un flipper simpatico con 5 diversi tavoli) • Mario Clash (riedizione del classico Mario Bros, quello con i nemici che uscivano dai tubi ai lati dello schermo…non è perfetto, ma con 99 livelli è il gioco più longevo per Virtual Boy. Una sola domanda: perché Nintendo ha invertito i tasti del salto e della corsa? Da più di vent’anni Mario corre con “B” e salta con “A”…qui è il contrario, e la cosa risulta inspiegabilmente scomoda) • Mario Tennis (venduto in bundle con la console, gioco di tennis veramente ben fatto che ha come protagonisti 7 personaggi del mondo Nintendo, ognuno con il suo sfondo. Da segnalare la difficoltà del gioco, che ne aumenta la longevità)

round” risulta particolarmente piacevole, e brilla per la pulizia dei suoni. Curiosità: la console presenta un entrata per un cavo link, con il quale potremo collegare due Virtual Boy per giocare in multiplayer…qualcuno di voi potrebbe pensare “e quando mai due possessori di questa console si incontreranno?”. Il problema non si pone…Nintendo infatti non ha mai commercializzato questo cavo, e quindi è ufficialmente impossibile giocare in multiplayer con il Virtual Boy.

Menzione particolare per l’audio: gli speakers sono posti ai lati del visore, quindi particolarmente vicini alle nostre orecchie. L’effetto “sur-

10

w w w.n e x trl .i t

Per completezza vi dico che la console ha nella parte superiore due leve…con la prima si regola lo zoom, con la seconda la distanza delle due lenti…questo è utile perché (almeno in teoria) ognuno di noi mette a fuoco le immagini in modo diverso, e quindi potremo settare il Virtual Boy nel modo più consono. Utile l’icona della batteria che lampeggia su schermo (in un angolo) quando le nostre stilo sono quasi esaurite.

Questa console viene spesso nominata come la più brutta console mai creata. Personalmente non mi sento di poterle aggiudicare questo titolo, dato che ci sono molte altre console che non ho mai provato…di certo posso dirvi che è la più strana. Vale i soldi spesi? Solo se siete dei collezionisti amanti delle console. Data infatti la pochezza dei titoli disponibili, non ha alcun senso al giorno d’oggi acquistare un Virtual Boy. BirraMedia. Foto scattate dal Nokia N95 8GB di BirraMedia. Si ringrazia Gunpei Yokoi, la morosa Cinzia e le batterie stilo ricaricabili. E’ vietata la riproduzione/diffusione totale o parziale di questa recensione al di fuori del forum di NextRL senza l’autorizzazione di BirraMedia. Gunpei Yokoi (1941 – 1997)


GUIDA

SDML! Fai faville con il tuo vecchio GameCube e l’ SD Media Launcher! Avete un vecchio GameCube posato in qualche angolo di qualche vostra stanza? Non avete nient’altro da giocare? Volete giocarvi i backup dei vostri giochi? Volete giocare con gli emulatori? Ebbene sì, ci viene incontro CodeJunkies che ci dà la possibilità di prendere un apparecchio tuttofare, che fa girare homebrew, backup ed emulatori: si chiama SD Media Launcher:

“Il vostro GameCube è tornato a Nuova Vita!” Vi consigliamo di prenderlo da CodeJunkies, visto che è direttamente il produttore, hanno scorte praticamente illimitate e il vostro ordine viene evaso quasi subito, e la versione consigliata è la budget, non ha la sd inclusa, ma risparmiate quasi 10 € di sd 1gb, visto che ora vai in un qualsiasi supermercato e le paghi al massimo 5€. Dopo l’ordine vi arriverà massimo dopo 20-30 giorni (escluse festività visto la Pasqua che stà per venire). Ok, avete un SD Media Launcher (d’ora in poi in quest’articolo chiamato SDML), avete una SD da 1 GB vuota? Bene, Cominciamo! Copiamo questo pack all’interno dell’ SD (è un pack creato da me con vari emulatori, homebrew ecc. Togliamo la SD. Inseriamo il disco SDML nel nostro Gamecube, e mettiamo l’SDGECKO con la SD nello Slot B/Slot 2 Memory Card Accendiamo e dopo lo startup vi apparirà questa schermata:

Una foto della versione budget

Poi un’altra dove potete scegliere cosa avviare! Perfetto! Ci siete! Se andate su Emulatori ci saranno vari emulatori, così potrete giocare anche ai vecchi giochi* *= Dovete mettere anche i giochi su SD però mica giocate senza aver messo i file che contengono i giochi! Se andate su Homebrew Troverete Gli Homebrew Per La Configurazione Della Memory (Import Salvataggi Da SD) o Per Avviare i Backup. Come avviamo i backup? Ci sono 2 Metodi: Masterizzare su miniDVD Ritek, quelli proprio “perfetti” o tarare la lente e mettere un case per i dvd grandi. Oppure (cosa molto più semplice ma che supporta meno giochi) usare SDBoot e copiare le iso dei vostri backup su SD e giocarveli. Entrambi i menù sono semplici, per l’SDBOOT se un gioco Non Parte/Parte Male giocate un po’ con le impostazioni e vedete. Poi ci sono i giochi homebrew: Provateli, sono molto carini e dimostrano ciò che si può fare col GameCube. Abbiamo Finito. Il vostro Gamecube è tornato a Nuova Vita! MarioInside

w w w.n e xtr l .i t

11


REVIEWS

Ecco la bella Principessa Elika che aiuta con la sua magia il principe a superare particolari barriere invalicabili

Da notare la cura con cui sono stati realizzati i bellissimi paesaggi e gli orizzonti

Prince Of Persia Il Principe è tornato, e questa volta lo fa in grande stile! Console XBOX360, PS3 Sviluppatore Ubisoft Montreal Publisher Ubisoft Genere Platform Adventure Supporto DVDDL - BLUERAY Release November 2008 Online No Multiplayer No

F

inalmente, dopo tanta attesa, approda su next gen una delle saghe più “antiche” e conosciute in ambito ludico: Prince Of Persia. Nato ben diciannove anni fa, dalla mano di Jordan Mechner, il Principe “arabo” è approdato praticamente su tutte le piattaforme ludiche più importanti della storia e non poteva certamente mancare l’appuntamento su Playstation 3 e Xbox 360. Questa volta il Principe non sarà solo come è solito vederlo, ma sarà accompagnato da una bellissima guerriera di nome Elika, che sarà fondamentale per lo svolgersi dell’azione e per risolvere tutti gli scontri ed enigmi presenti nel gioco. Il titolo ci catapulta nella classica battaglia tra il bene e il male, caratterizzato dall’epico contrasto fra il Dio della Luce (Ormazd) e suo fratello Ahriman, Dio delle Tenebre. Come “da copione”, nel mondo oramai ha preso il sopravvento l’oscurità, modificando tutto l’equilibrio e la bellezza dei colori della florida natura in terreno arido dai toni spenti e scuri. Il caos porta un solo

12

w w w.n e x trl .i t

nome, Ahriman che, liberatosi dall’Albero della Vita che lo imprigionava da millenni, ha l’intenzione di imporre il suo dominio in un mondo fatto di tenebre e corruzione. Il potere di Ahriman sembra incontrastabile, tanto che le altre divinità rinunciano a proteggere il genere umano, ed è qui come di consueto, che interveniamo noi nei panni del Principe “sprovveduto” che, assieme alla Principessa Elika, hanno la ferma intenzione di riportare la serenità e prosperità sulla terra, annientando definitivamente il mondo delle tenebre. L’avventura parte con il Principe alle prese con una violenta tempesta di sabbia, mentre si “diletta” nella ricerca della sua “asina” Farah!!! La tempesta si fa sempre più forte e insostenibile, tanto che si trasforma in un evento “magico” che trasporta il protagonista in uno spazio temporale “metafisico”. E’ proprio qui che il Principe viene letteralmente “assalito” da Elika, Principessa di un clan che tiene imprigionato nell'Albero della Vita il Dio delle Tenebre Ahriman. Nel frattempo l’albero che imprigionava Ahriman viene distrutto ed il mondo cade nell’oscurità più totale, caratterizzato dalla presenza di un’oscura sostanza malefica chiamata “corruzione” che con rapidità felina si diffonde ovunque. Al Principe ed a Elika, con il loro coraggio, forza, agilità e magia, il compito di salvare il mondo dal dominio delle tenebre. GAMEPLAY Questa nuova avventura abbandona un po’ il game-

play delle passate avventure 3D del Principe, in particolare della violenza spietata vista in “Spirito Guerriero” e “I Due Troni”. Ora si può tranquillamente dire che il nuovo Prince of Persia è un Platform nel vero senso della parola, ambientato in un vasto mondo completamente esplorabile, contornato di tanto in tanto da combattimenti realizzati magnificamente. Tengo a sottolineare la natura Platform del titolo perché, durante tutto il gioco, saremo portati a saltare da una piattaforma/parete all’altra, effettuare acrobazie, arrampicarsi e correre sui muri, azioni da svolgersi con un tempismo perfetto, pena la caduta nel vuoto del Principe che, però, verrà sempre salvato dalla Principessa Elika. Ciò significa che è impossibile morire in questo videogioco, sia per un mancato appiglio, sia per un salto nel vuoto, sia per un combattimento, la parola Game Over non esiste… ci sarà sempre la Principessa a salvarci con la sua magia, un po’ come succedeva (relativamente) con il Pugnale del Tempo nella precedente trilogia. Questa innovazione rende il gioco sicuramente meno frustrante e più alla “mano” di tutti infatti, nel caso in cui si dovesse cadere nel vuoto, ripartiremmo da dove abbiamo effettuato l’ultimo salto. Praticamente e come se non fossimo mai caduti infatti, spesso ci si butterà nel vuoto di proposito, al fine di raccogliere qualche Seme di Luce difficile da raggiungere, se non con l’ausilio di salti dalla tempistica perfetta. Questa mossa potrebbe sembrare azzeccata, poiché il gioco si dimostra poco frustrante, però mina di molto la seppur discreta longevità del titolo.


REVIEWS

Il sistema di controllo all’inizio richiede un certo tempo di apprendimento, per calcolare bene le distanze tra le varie piattaforme, la tempistica per i salti e soprattutto la combinazione di tasti da premere nel poco tempo a disposizione tra un’acrobazia e l’altra. Ma una volta presa dimestichezza, ci si rende conto che la giocabilità è quasi perfetta, il Principe si muove con una naturalezza incredibile, sembra quasi “vero”, da questo punto di vista va fatto sicuramente un applauso ai ragazzi di Ubisoft Montreal, che sono riusciti a rendere un personaggio a schermo quasi “vivo”. La parte dei combattimenti è affidata esclusivamente a scontri one to one infatti, a differenza degli ultimi titoli della serie, non ci troveremo mai ad affrontare più nemici contemporaneamente. Questa scelta è da un lato criticabile, poiché rende gli scontri meno frenetici, ma è preferibile poiché tutti gli scontri saranno molto ragionati e tattici, più lenti rispetto al passato. Scontri in cui sarà fondamentale utilizzare con frequenza e grande tempismo il tasto di parata, seguito da un rapidissimo contrattacco con le uniche due armi a nostra disposizione, una spada e un guanto di ferro. Il tutto reso con una coreografia cinematografica quasi da Oscar. La stessa Elika, con la sua magia, sarà utilizzabile da noi stessi durante gli scontri tramite la pressione di un tasto, il tutto reso nel modo più semplice e naturale possibile. GRAFICA Prince of Persia “next-gen” inserisce per la prima volta nella serie, una grafica in Cell Shading, il tutto utilizzando l’ottimo motore di gioco apprezzato precedentemente nel titolo Assassin’s Creed, sempre della Ubisoft Montreal (inoltre Altair, protagonista di Assassin’s Creed, è selezionabile durante l’avventura come personaggio sbloccabile). La resa grafica è perfetta, gli scenari ricreati, soprat-

tutto quelli delle terre “guarite” sono assolutamente strepitosi, da lasciare senza fiato. L’atmosfera fiabesca, in contrasto con il mondo delle tenebre è resa in maniera incredibile, spesso ci capiterà di fermarci ad ammirare le bellissime cascate e gli infiniti orizzonti, magari mentre siamo sospesi su una trave a centinaia di metri di altezza. L’unico appunto va fatto ai Boss di fine livello che, seppur formati da textures di altissimo livello, sono troppo simili tra di loro, in genere di “pietra”, anche se alla fine forse la cosa è resa più evidente dal fatto che sono comunque tutti ricoperti dalla “corruzione”. Le movenze del Principe mostrano una naturalezza incredibile (com’era già successo in Assassin’s Creed) l’unico appunto va fatto ad Elika, che seppur quasi sempre perfetta nei movimenti, a volte è caratterizzata da alcuni bug che la vedono “svolazzare” per lo scenario, oppure camminare sospesa nell’aria, senza un appoggio solido sotto ai piedi. Ma veramente poca cosa rispetto alla magnificenza dei movimenti di entrambi i protagonisti del gioco. SONORO Le musiche che fanno da contorno all’avventura sono di ottima qualità, generalmente formate da ritmi “antichi” che ben si intonano con gli scenari di gioco, il tutto mediante l’ausilio di flauti ed altri strumenti prettamente orientali. Il doppiaggio in italiano, personalmente, lo trovo ben curato. Il Principe spesso si affida a frasi “ironiche” ma “sensate” da dire alla Principessa, mentre anch’essa risponde in tono ironico ma con classico “charme” femminile, come a stuzzicare l’orgoglio del Principe “sciupa donne”.

LONGEVITÀ Il gioco ha una durata media di circa 10-11 ore, quindi tutto sommato “discreta” per la tipologia del titolo Ubisoft. La longevità aumenta notevolmente nel caso in cui saremo intenzionati a raccogliere i 1001 Semi di Luce che appaiono sulle terre guarite da Elika, item che non sono altro che sfere di energia che permettono ad Elika di sbloccare particolari poteri magici al fine di raggiungere aree altrimenti inaccessibili. Inoltre sono previsti futuri ulteriori mondi aggiuntivi acquistabili direttamente dalle vetrine online rese disponibili dalla Sony (PSN) o Microsoft (Marketplace). Sir Argo

GIUDIZIO COMPLESSIVO Il nuovo Prince of Persia è sicuramente un titolo al di sopra delle righe. La grafica Cell Shading stupenda, un gameplay quasi perfetto, una discreta longevità ed una trama appassionante ne fanno un titolo da giocare assolutamente, sia agli amanti dei Platform che a quelli degli Action. Pur stravolgendo la trilogia passata, gli sviluppatori di Ubisoft Montreal hanno fatto nuovamente centro, allontanando le “critiche” di poca innovazione attribuite al titolo precedente, riuscendo a rinnovare ed a ridonare brio ad una serie che non “morirà” mai. PRO Grafica in Cell Shading deliziosa Scenari e orizzonti da Oscar Gameplay ottimo e divertente Trama coinvolgente, anche se un po’ troppo lineare CONTRO • Sistema di controllo all’inizio un pò “macchinoso” • Alcuni potrebbero prendere negativamente l’impossibilità di “morire”

Trama 8 Grafica 9 Esempio cinematografico del nuovo sistema di combattimento uno contro uno, non succerà mai durante il gioco di affrontare due o più nemici contemporaneamente.

Sonoro 8 Gameplay 9 Longevità 8

8.5

w w w.n e xtr l .i t

13


REVIEWS

Lost Planet:

Extreme Condition

La fisionomia di Wayne Holden è stata ispirata all’attore coreano Lee Byung-Hun.

Il bianco sparatutto della Capcom Console XBOX360, PS3 Sviluppatore Capcom Publisher Capcom Genere : Sparatutto / action Supporto DVD - BLUERAY Online Si Release Multiplayer -

L

ost Planet ha una trama che potrebbe sapere di “già visto”, ma offre comunque spunti interessanti ed ha una storia che non manca di colpi di scena e momenti adrenalinici da film. Il gioco è ambientato in un ipotetico futuro, dove la razza umana è obbligata ad abbandonare il pianeta nativo, e colonizzarne altri, uno di questi è E.D.N III, pianeta caratterizzato da un clima e da una temperatura rigida (difatti i paesaggi innevati ci accompagneranno per la maggior parte del gioco); in questo scenario ci troveremo a controllare Wayne Holden, liberato dal ghiaccio da “tre pirati della neve”, e combattere contro gli Akrid (gli indigeni del pianeta, creature simili ad insetti) e la NEVEC, l’associazione che ha come obiettivo quello di terraformare il pianeta, per renderlo vivibile. La storia è narrata da sequenze video disseminate tra una missione e l’altra (11 in tutto). La parte grafica del gioco è affidata al famoso MT Framework, il motore grafico creato e utilizzato dalla Capcom per giochi come Dead Rising, Devil May Cry 4 e Resident Evil 5, il motore svolge bene il suo lavoro, la caratterizzazione dei personaggi e il loro design è adatto al tipo di gioco, e l’uso della luce e delle esplosioni è veramente d’effetto. Il reparto audio invece delude un po di più, le musiche non saranno di quelle che vi resteranno in testa, ma per fortuna il doppiaggio (inglese) è buono. Il gioco è uno sparatutto in terza persona, con alcune componenti action (l’uso del rampino, utile per accedere negli spazi più reconditi), ed è diviso in 11 missioni, che si concludono tutte con

14

w w w.n e x trl .i t

il classico mega-boss a cui fare la pelle. Vi è un’ampia gamma di armi, che variano dai fucili di precisione ai lanciamissili, dalle granate al plasma alle bombe disco (frisbee esplosivi, utili per raggiungere nemici molto lontani). Sarà possibile anche utilizzare i VS (Vital Suite), i classici robottoni supercorazzati, utili per uscire da una situazione spinosa o bagnare il naso ad un boss di fine livello. Grazie all’ausilio di questi mecha sarà possibile infatti volare, trapanare muri ed equipaggiare armi pesanti. La longevità del gioco si aggira sulle 7 ore circa, potrete restare impegnati con missioni di quasi un’ora come in missioni di 15 minuti massimo, per ovviare a questo problema esiste però la modalità impossibile (che, per gli appassionati degli archiviements, vale ben 150 G) e la modalità online. Parlando appunto della modalità online, al vostro primo accesso avrete a disposizioni tre modelli con ognuno 2 tute differenti, ma avanzando nei livelli potrete guadagnare nuove tute (4 per ogni personaggio in tutto) e nuovi modelli, come i soldati della NEVEC. Difatti nella modalità online dovrete far fuori più nemici possibili per salire di livello, il cui massimo picco è 99; le modalità disponibili sono quattro: eliminazione (il classico deathmatch), eliminazione a squadre, conquista stazione dati (cattura bandiera) e fuggitivo (dove l’host si troverà a combattere da solo contro tutti gli altri, chiamati per l’occasione cacciatori). A parere personale, la modalità online è abbastanza divertente e longeva, specialmente se si vogliono sbloccare i diversi obiettivi online. Robocop XIII

GIUDIZIO COMPLESSIVO Nel complessivo, Lost Planet è un buon gioco, dispone di un gameplay semplice ed immediato, e anche la trama convince. Un buon motivo per comprare il gioco? Ormai si trova a prezzi irrisori, e poi, in data 23 febbraio 2009 è stato rilasciato sul live un video presentato da Jun Takeuchi, che annunciava Lost Planet 2, che comporterà diverte innovazioni (difatti verrà utilizzato per la prima volta il MT Framework 2.0), sia nel gameplay che nelle ambientazioni.; a mio modesto parere, è un gioco da avere. PRO • Grafica convincente, trama ben congegnata e gameplay semplice • Online divertente CONTRO • La longevità non è dalla sua parte • Il comparto audio non è dei migliori

Trama 8 Grafica 7 Sonoro 6 Gameplay 7.5 Longevità 6 Online 8

7


MINI REVIEWS

Bully: Scholarship Edition Cue Sports: Console XBOX360,Wii Sviluppatore Rockstar Vancouver Publisher Rockstar Genere : Action

Supporto DVD-DL - DVD Online Release Multiplayer 1-2

Simulatore di bullismo made in Rockstar, ricco di varietà e spunti interessanti. Un gta ambientato in un campus e zone limitrofe, con libertà di movimento eccellente, trama che procede spedita, decine di quest secondarie, minigiochi, oggetti da scoprire: tutto il necessario per passare un buon pomeriggio. Il comparto grafico è datato, soprattutto nella versione Wii, che però può contare su un sistema di controllo davvero vario e preciso (le lezioni di anatomia sono clonate da trauma center). Rispetto alla versione per Ps2, da segnalare missioni extra e nuove lezioni da seguire, alzando la longevità non di poco. Disponibile a prezzo budget, può stupirvi in positivo. Link84

Console Wii (WiiWare) Sviluppatore Hudson Publisher Nintendo Genere Simulazione Costo Wiipoints 800 Blocchi occupati 219 Multiplayer -

7.5

Beautiful Katamari Console XBOX360 Sviluppatore Namco - NOW Prod. Publisher Namco Bandai Genere : Puzzle

Snookers vs Biliard Tactics

Supporto DVD Online Si Release Multiplayer Si

Questo gioco, esclusiva Xbox360, è l’ennesimo titolo della saga “Katamari”, il gioco che ti mette nei panni del Principe, un piccolo esserino verde che può comandare Katamari, un palla appiccicosa che porta via con se qualsiasi cosa incontri sul suo cammino. Il concetto è semplice: più appiccichi più puoi appiccicare; si comincia ad inglobare oggetti minuti come chiodi e proseguirai raggiungendo grandezze tali da inglobare elefanti e stelle. A condire il tutto, umorismo e musichette demenziali di stampo prettamente nipponico, ed una grafica coloratissima ma essenziale e adatta allo scopo; inoltre è presente in questo capitolo la modalità online, purtroppo poco utilizzata (difficilmente riuscirete a giocare partite con più di tre persone). Robocop XIII

6.5

Avete voglia di farvi una partitina a biliardo ma fuori piove e non vi va di uscire di casa ? Nessun problema, per allietare la nostra serata l'ottimo Cue Sports : Snookers vs Biliard della Hudson, la stessa software house di Kororimpa e di diversi titoli wiiware, che riescono a sfruttare perfettamente il wiimote. In Cue Sports il wiimote viene usato come una vera stecca da biliardo per tirare mentre con la croce direzionale si aggiusta la mira. Nessun problema nell' apprendimento dei semplicissimi comandi grazie alla presenza di un ottimo tutorial. Volendo cercare il pelo nell'uovo ci si potrebbe lamentare della mancanza del multiplayer in locale ma si può dire in sintesi che Cue Sports : Snookers vs Biliard è un titolo che spicca tra gli altri WiiWare per la pregiata fattura e che non vi farà mai pentire dei WiiPoint spesi garantendovi innumerevoli serate sul vostro tavolo da biliardo personale. Per soli 800 Wii points ci permette di avere il miglior simulatore di biliardo sulla piazza. Già dai primi minuti di gioco si può notare l' ottima fattura del gioco che ci propone diverse modalità di gioco : Snooker, rotazione, palla 8 e palla 9, giocabili anche in multiplayer online fino a 4 giocatori grazie alla WFC, funzione che decisamente da un voto in più a quest' ottimo titolo. Da notare la presenza anche di una modalità Puzzle con la possibilità di crearsi i propri livelli. La grafica è in 3D ed è molto semplice ma d'effetto, accompagnata da un sistema di telecamera a 3 livelli che permettono una mira precisissima, quasi da cecchino, che vi permetterà di fare sponde spettacolari e congegnate. The Lemon Man

8

w w w.n e xtr l .i t

15


REVIEWS

Street Fighter IV The answer lies in the heart of battle Console XBOX360, PS3 Sviluppatore Capcom Publisher Capcom Genere Picchiaduro Supporto DVDDL - BLUERAY Release November 2008 Online Si Multiplayer 2 Giocatori

H

ERE COMES A NEW CHALLENGER! 10 anni di attesa, l’annuncio che tutti i fan della serie aspettavano, il ritorno. Street Fighter, il picchiaduro, si ripresenta al mondo video ludico con uno screen. Controverso. Dopo vent’anni gli sprite ci lasciano e si passa al 3D. Dopo un primo tentativo con Ex Plus Alpha e relativi seguiti (sviluppati dalla Arika), accolti con un discreto successo, questo quarto capitolo rappresenta il primo passo della saga nel mondo tridimensionale, primo capitolo su console next gen.

Il gameplay è sempre lo stesso di ogni SF. Ritroviamo la barra per gli attacchi speciali, divisa in quattro tacche, che caricandosi a ogni attacco effettuato o subito, permette varianti di attacchi normali (le EX). Se completamente piena avremo a disposizione la Super Combo, caratteristica per ogni personaggio. Una novità è rappresentata dal Focus Attack: premendo contemporaneamente pugno medio e calcio medio viene caricato il Focus Attack, tanto più potente quanto più si carica. Nell’intervallo necessario alla preparazione della tecnica è possibile incassare fino a un colpo avversario e contrattaccare, stordendo il nemico. La tecnica più dannosa è l’Ultra Combo, realizzabile quando l’apposito indicatore Vendetta supera la metà. Per caricarlo basta essere colpiti, più colpi incassiamo più l’indicatore si riempie, tanto più l’effetto dell’Ultra Combo sarà devastante. Ciò mantiene alta la tensione fino al termine dell’incontro, che può essere così facilmente ribaltato.

COOL! Appena avviato, il gioco si presenta con il suo nuovo stile grafico. Audace, deciso. Chi di voi appena saputo del salto dimensionale non ha storto il naso? Dite la verità, tutti, almeno per un attimo. Ma alla Capsule Computer sanno il fatto loro. Il lavoro di carachter design è eccellente, il motore grafico su cui poggiano i nostri combattenti è d’indubbia qualità: nessun rallentamento, le animazioni sono delle piccole opere d’arte. Il cell shading e i colori scelti spesso fanno dimenticare che si ha di fronte un beat’em up in tre dimensioni, quasi sembra di guardare un anime. Ryu, Ken, Chun-Li e tutti i fighters si muovono in modo fluido senza cali di frame rate, tutti supportati da una trama ben scritta. Chi combatte per amore della cucina, chi cerca sua madre, chi lotta contro il stasui no hado. Tutti hanno un motivo e questo sarà presentato tramite filmati realizzati in stile anime di ottima qualità.

INSERT COIN(S) Accanto alle immancabili arcade, versus e trial, c’è la modalità Sfida oltre alla possibilità di gioco online. Le sfide, divise per survival e time

SAPRAI CONTROLLARE L’HADO? La giocabilità è perfetta: veloce, tecnico, immediato. Arcade, come giusto che sia.

Sakura si è allenata molto e a giudicare dalla faccia di Ryu è anche migliorata parecchio!

16

w w w.n e x trl .i t

attack racchiudono prove di difficoltà crescente dove battere avversari entro un tempo limite o con un livello minimo di energia, per un totale di 50 prove. L’arcade sarà la modalità più immediata, necessaria per sbloccare i 9 personaggi segreti, permette di capire i motivi che portano i fighters in questo torneo. Come già detto intro e finale sono realizzati con filmati in stile anime in alta risoluzione e pregevole fattura. Il comparto online permette la scelta di partite del giocatore o classificate, filtrando lingua, abilità dell’avversario e stabilita della rete, limitando i possibili lag, peraltro poco presenti. Vincendo partite classificate sarà possibile accumulare punti, sbloccando titoli e icone da affiancare alla propria scheda giocatore.


REVIEWS

GIUDIZIO COMPLESSIVO

Passano gli anni, ma Dhalsim conserva sempre una certa agilità. Sua moglie sarà contenta!

il primo screen mostrato da mamma capcom Da segnalare l’impossibilità di creare tornei online. La croce direzionale della X360 mal digerisce questo gioco (come molti altri purtroppo), tanto che è assai popolare la modifica fai-da-te della stessa, per info chiedere al nostro Birramedia. Bisogna ammettere d’altra parte che la levetta analogia fa il suo dovere in modo eccellente: precisa, risponde ottimamente e permette di utilizzare anche tecniche solitamente ardue per giocatori meno esperti. Il 720° di Zangief ad esempio ora è di semplice esecuzione. Il Pad PS3 è immediato e preciso, ottimo per

i picchiaduro, sia con la croce che con la levetta. Del resto era già così per i suoi predecessori.Per i più esigenti sono disponibili (a prezzo adeguato?) Arcade Stick ufficiali personalizzati e pad con croce direzionale ottimizzata e sei tasti frontali più due dorsali. Ricorda vagamente il pad del Genesis, con cui negli anni ’90 abbiamo fuso copie su copie di SF. Gli stage sono colorati e gradevoli alla vista. Ottimamente animati e interattivi, hanno varianti notturne e sono accompagnati da temi sonori tipici. Lasciano, però, a desiderare per varietà. Mentre Blanka, Guile, Chun-Li e altri lottatori possono contare sul proprio stage altri ne sono sprovvisti. I più esigenti possono dire che ne minano la trama, ma in fin dei conti, cambia poco. Link84

Grafica ultrapompata, sistema di combattimento tornato alle origini, tutti i personaggi storici: Street Fighter IV per un fan della saga è un capolavoro. Le modalità presenti, i contenuti sbloccabili, la modalità online praticamente infinita, fanno Street Fighter IV un picchiaduro immediato e godibile per i giocatori casuali, una perla per chi è cresciuto con i suoi prequel. Il comparto tecnico rivela una cura maniacale nei dettagli. Difficile notare difetti, compenetrazione tra poligoni è assente, animazioni ottime, effetti speciali azzeccati. Consigliato per chi vuole un picchiaduro, acquisto obbligato per gli altri. PRO • Gameplay immediato, preciso e profondo • 25 personaggi selezionabili • Stile grafico innovativo • Intro animate • Si tratta di Street Fighter CONTRO • Mancano stage e musiche dedicati ad ogni personaggio • Qualche modalità online in più non avrebbe guastato” Trama 8 Grafica 9.5 Sonoro 8 Gameplay 9.5

il Fightpad della “cosciona” e il costosissimo ed introvabile Arcade Stick

Longevità 9 Online 8.5

9.5

LO SAPEVATE CHE… … in seguito alle proteste della Mattel la Capcom diede un cognome a Ken, ritenuto dall'azienda californiana confondibile con quello del fidanzato di Barbie? …Mike Bison nella versione giapponese è il pugile Balrog? E che Balrog in realtà è Vega? E che Vega è Mike Bison?

… il nome Balrog, viene dall’opera di Tolkien? … negli anni ’90, quando venivano pubblicate milioni di edizioni di SF II, queste erano in buona parte dovute a patch e hacking di ottimo livello, che ne minavano la vendita dell’originale?

17


FOREST’S CORNER

18

w w w.n e xtrl .i t


ANGOLO DELL’ADMIN Cari utenti, ho un importante annuncio da farvi. Stiamo per trasferirci su un nuovo server, questa volta dedicato, che ci darà piena libertà.

Nuova stagione di Tornei

Abbiamo numerosi progetti e tante nuove idee per NeXtRL, a cui stiamo lavorando già da tempo e di cui vedrete i frutti nei prossimi mesi. La nostra community ormai cresce giorno dopo giorno, grazie al lavoro dello staff e ai preziosissimi contributi di voi utenti: colgo l'occasione per complimentarmi con molti di voi che quotidianamente si distinguono per la voglia di fare e l'altruismo nell'aiutare gli altri utenti in difficoltà, perchè è questo il vero spirito di un forum. Una community come la nostra, creata da appassionati per appassionati, che vive proprio grazie alla passione di voi utenti. Non mi stancherò mai di ripetere che siete voi il cuore pulsante di NeXtRL, ed è grazie a voi che troviamo gli stimoli per migliorarci e cercare nuove soluzioni e proposte. Proprio per questo, approfitto del momento per invitarvi a proporci le vostre idee, cosa effettivamente vorreste, cosa secondo voi sarebbe utile e cosa dovremmo implementare. State certi che ognuna delle vostre opinioni sarà presa in considerazione per i nostri progetti futuri. Grazie a tutti, e pazientate perchè ne varrà la pena. smile.gif PS: Lo so, non sono bravo come Miyamoto a creare hype Shark

Avrete sicuramente notato che i nostri Entertainer (bevvio, Shadow Bowser e Link84) hanno organizzato i nuovi clan ufficiali per PS3 e X360.. poi siccome ci sembrava un po' "pochino".. abbiamo pensato anche ad organizzare ben tre tornei e un nuovo script per gestirli più comodamente! Questo nuovo script vi permette di sapere in modo più facile quali sono i tornei attivi, la lista degli iscritti, la classifica (migliorata!), le partite svolte e quelle in attesa! Infatti, con questo nuovo script sarà più facile gestire le partite in attesa (accettare partite, rifiutare partite, inviare risultati) e potremo dare inizio a tutta una nuova serie di tornei chiamati "Ladder". Quindi, per concludere, dichiaro aperte le iscrizioni dei seguenti tornei: Torneo Organizzato Street Fighter 4 Torneo Organizzato KillZone 2 Torneo Ladder Super Smash Bros Brawl Vi lascio con il link al nuovo script dove potrete iscrivervi: http://www.nextrl.it/tourney/ Lotti

w w w.n e x tr l .i t

20


BirraMedia Forest87 SirArgo MarioInside Vaati Robocop XIII Link84 The Lemon Man MJ2332 dndssc .Fra. Kurt Cobain n0a Lotti arunka Anno 1 - Numero 2 - Maggio 2009


NeXtRL FanZine 2