Page 1

Se ti piace presentalo ai tuoi amici E’ gratis!

l’Altro

www.laltrogiornale.it

Quotidiano online delle Marche - Direttore Elpidio Stortini

edizione del mattino

Anno I - N. 25 Mercoledì 27 Febbraio 2013

giornale

GRANDE COALIZIONE SOLAZZI LANCIA RENZI PREMIER

A PAGINA 3

PROMUOVERE CULTURA E TURISMO CON SOLUZIONI INNOVATIVE A PAGINA 25


2

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Vogliamo aiutare le aziende a crescere con noi www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

Mercoledì 27 Febbraio

l’Altro giornale

3

LA REGIONE

DOPO IL VOTO

Solazzi lancia Renzi premier “L’unica soluzione per il Paese” Nelle Marche Grillo elegge cinque parlamentari. Alla Camera anche la Vezzali Prime polemiche nel Pd: c’è già chi chiede le dimissioni del segretario Ucchielli di ELPIDIO STORTINI Il movimento di Beppe Grillo, forte del 32,13% di consensi alla Camera e del 30,29% al Senato, conquista cinque parlamentari anche nelle Marche. E’ sicuramente questo il dato più significativo del dopo voto nella nostra regione. Tre deputati: Donatella Agostinelli, Andrea Cecconi e Patrizia Terzoni. Due senatori: Serenella Fucksia e Peppino Giorgini. Nelle Marche, gli altri eletti alla Camera sono: Enrico Letta, Emanuele Lodolini, Marco Marchetti, Stella Bianchi, Irene Manzi, Luciano Agostini, Piergiorgio Carrescia, Paolo Petrini e Alessia Morani per il Pd. L’ex portavoce dell’Alto Commissariato Onu per i rifugiati Laura Boldrini (primo dei non eletti Laura Ricciatti) per Sel; Simone Baldelli e Ignazio Abrignani per il Pdl e la pluricampionessa olimpica di fioretto Valentina Vezzali per la Scelta Civica per Monti. Al Senato sono stati eletti anche Camilla Fabbri, Riccardo Nencini, Silvana Amati, Francesco Verducci, Mario Morgoni per il Pd; Remigio Ceroni per il Pdl e Maria Pia Merloni per la Scelta Civica per Monti. Un terremoto politico che ha lasciato fuori dal parlamento esponenti di spicco come il senatore Francesco Casoli e i deputati Carlo Ciccioli e David

Favia. “Quarantacinque anni e mezzo di media e donna nella metà dei casi”. E’ questo l’identikit dei nuovi parlamentari marchigiani, secondo una prima analisi di Coldiretti Marche. Ipotizzando l’ingresso in Parlamento del secondo candidato Pdl al Senato, se Berlusconi dovesse optare per un’altra regione, e la conferma dell’esponente di Sel alla Camera, l’età media degli eletti è di 45,5 anni, con quasi 44 anni per la Camera e 51 al Senato. Un dato più basso rispetto alla media nazionale, dove i deputati eletti avranno un’età media di 45 anni e i senatori di 53 anni. Il 50 per cento, inoltre, è addirittura rappresentato da donne, contro un dato italiano del 31 per cento. Secondo Coldiretti, al di là dei diversi schieramenti e delle ipotesi di alleanze, il nuovo Parlamento rappresenta soprattutto una sfida generazionale per i tanti che, per la prima volta, arrivano in Parlamento per svolgere importanti funzioni istituzionali dalle quali dipende il futuro del Paese. Il movimento locale e trasversale “Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino” esulta invece per il risultato elettorale che ha visto l'affermazione di una formazione anti sistemica come il Movimento Cinque Stelle, sia in Italia che, sopratutto, in Regione ed in provincia di Pesaro. Dice il

Il presidente del Consiglio regionale Vittoriano Solazzi insieme al sindaco di Firenze Matteo Renzi, proposto come leader di una grande coalizione presidente del FAP Giacomo Rossi: “Il FAP ha invitato a votare i partiti fuori del sistema e l'affermazione del Movimento Cinque Stelle non può che essere per noi motivo di soddisfazione. Non solo siamo contenti di aver contribuito in maniera tangibile a far diventare il M5S il primo partito della nostra provincia in queste elezioni ma gioiamo perché questo risultato rappresenta l'inizio significativo di un vero cambiamento politico. Molte persone infatti, hanno finalmente avuto il coraggio di uscire dagli schemi ed abbandonare i vecchi parametri ideologici (come noi del FAP abbiamo fatto da tempo). L’affermazione del M5S porta con

sé anche il tracollo, a livello locale, di tutti i partiti del sistema ed in particolar modo del Partito democratico che perde ben il 12% dei consensi ed il primato politico, sia in regione, che in provincia. Evidentemente l’“aria fritta” e le politiche anti sociali di Ricci, Spacca e Ucchielli (che non vince più nemmeno nel proprio paese) hanno veramente disgustato i cittadini, succubi solamente di scelte e dictat calati dall'altro. Quando, per esempio, giorni fa, il Pd “festeggiava” il pedaggio sulla nostra superstrada, noi del FAP lanciammo forte l'appello “a ricordarsene” e fatto sta che proprio nei comuni della Val Metauro, maggiormente

interessati alla questione, si è verificato uno dei tracolli più grossi del Pd locale”. “Avanti dunque con la politica della trasparenza, della pulizia e della partecipazione. Per far ciò nel nostro territorio - conclude Rossi - abbiamo un ottimo valore aggiunto, serio e radicato come il “Fronte di Azione Popolare PU, il movimento della Nostra Provincia”. E in alcuni partiti siamo già alla resa dei conti. Anche se il Partito democratico è riuscito a conquistare nove deputati e cinque senatori, come era del resto nelle previsioni, il risultato numerico non è stato ritenuto soddisfacente. Tanto che c’è già

chi chiede la convocazione della Direzione regionale e le dimissioni dello stesso segretario Palmiro Ucchielli. Ma l’ex senatore pesarese non ci sta e replica aspramente ai suoi detrattori. “Non è tempo di polemiche afferma - ma di responsabilità, unità e coesione nel Paese e nel principale partito di governo, per riconquistare la fiducia dei cittadini”. Quindi Ucchielli ricorda che, nelle Marche, “il Pd ha vinto sia alla Camera, sia al Senato, seppure con margini ristretti”. Il presidente del Consiglio regionale Vittoriano Solazzi anche lui del Pd - rompe invece gli schemi e propone Matteo Renzi come premier di un governo politico programmatico con una decina di punti: modifica della legge elettorale, riduzione dei parlamentari, taglio della spesa pubblica, riforma degli enti locali e un “piano Marshall” per sviluppo e lavoro. Secondo Solazzi, renziano Doc, le cui velleità romane sono state bloccate dai non proprio confortanti risultati delle primarie, “la candidatura di Renzi come premier è l’unica possibilità, visti i risultati delle elezioni, per uscire dalla paralisi”. Ed il vice presidente del Consiglio regionale, Giacomo Bugaro (del Pdl) rilancia, indicando “Angelino Alfano come vice premier”. Ma le polemiche non finiranno sicuramente qui.

Chiedi la tua copia gratuita

a info@laltrogiornale.it Ti sarà inviata ogni mattina redazione@laltrogiornale.it


4

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA REGIONE

L’INIZIATIVA

A piedi lungo la vecchia ferrovia Italia Nostra organizza la seconda camminata da Fermo a Porto San Giorgio FERMO Domenica 3 marzo, nell’ambito della VI Giornata nazionale delle Ferrovie Dimenticate, la sezione del Fermano di Italia Nostra organizza la seconda edizione della camminata “A piedi da Fermo a Porto S. Giorgio lungo il tracciato dell’ex Ferrovia Adriatico - Appennino (F.A.A.)”, manifestazione che ha riscosso un notevole successo lo scorso anno, con quasi 100 partecipanti. L’evento nasce per sensibilizzare ulteriormente cittadini e pubblici amministratori sull’opportunità, la necessità e l’urgenza di intervenire per salvare e recuperare il patrimonio storico, architettonico e paesaggistico della linea che ha collegato, tra il 1908 e il 1956, la montagna e la collina alla costa. E’ l’ennesimo appello che lancia l’Associazione per ribadire l’importanza dello storico collegamento, una via verde che darebbe uno slancio al turismo, soprattutto delle zone interne. Scarponcini, Zainetto, K-Way, Macchina Fotografica, Telecamera, Binocolo e …. Voglia di camminare. Sono questi gli ingredienti della

CAMMINATA ECOLOGICA, CULTURALE e GASTRONOMICA per trascorrere una mattinata all’aria aperta, per i nostalgici del Trenino e per i curiosi. E’ un percorso facile, tutto in discesa, adatto a qualsiasi età, lunghezza circa 11 chilometri: sono invitati grandi e piccini, mamme e bambini, anziani e giovani, residenti e turisti, insegnanti e studenti. I partecipanti godranno di scorci paesaggistici di particolare suggestione, tra mare, dolci colline e monti Sibillini. Il programma con gli orari è il seguente: Ritrovo, Registrazione partecipanti e Partenza: Fermo, piazza del Popolo - ore 8,30 - CAPOLINEA Cafè: Colazione libera Arrivo: Porto S. Giorgio - ex Stazione F.A.A., ore 13,00 circa BAR/RISTORANTE “LA VECCHIA STAZIONE”: Pranzo rustico (da prenotare ai recapiti di Italia Nostra, supplemento di 15,00 euro). Ritorno a Fermo con mezzi propri o in pullman di linea STEAT.

Questo il percorso da Fermo a Porto S. Giorgio, con alcune tappe significative: Piazza del Popolo, Largo T. C. Onesti, via Veneto, Galleria “Vinci”, via XX settembre, via Trevisani, piazza “O. Ricci”, “Torretta”, via Roma, Porta S. Francesco, viale Trento, via Respighi, Casello Biforcazione, Sottopassaggio Cimitero di Fermo, S. P. Castiglionese, Chiesa di Castiglione, quartiere Santa Vittoria, Palasport P. S. Giorgio, Pista ciclopedonale ex FAA, SS16, Stazione ex F.A.A. di Porto S. Giorgio. Per partecipare è richiesta obbligatoriamente l’Iscrizione ai recapiti di Italia Nostra (fermo@italianostra.org, Telefono e Fax 0734 228628). La quota di partecipazione è di 5,00 euro, gratuita per associati di Italia Nostra. Le iscrizioni, con l’indicazione del nominativo e recapito telefonico dei singoli partecipanti, e dell’eventuale prenotazione per il pranzo, saranno accettate entro giovedì 28 febbraio. Il programma definitivo e completo è disponibile sul sito http://italianostra.fermo.fm o

potrà essere richiesto via mail a fermo@italianostra.org. La manifestazione, sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, è realizzata in collaborazione e con il Patrocinio del Comune di Fermo, del Comune di Porto S. Giorgio, della Provincia di Fermo e della STEAT. Hanno patrocinato inoltre l’iniziativa il STL Marca Fermana, il CoSIF, il GAL Fermano, l’UNPLI province di Ascoli e Fermo, il Parco nazionale dei Monti Sibillini, le Comunità Montane dei Sibillini e dei Monti Azzurri. Si ringraziano per la collaborazione la Croce Verde di Fermo e la Contrada “Campolege” di Fermo.

quotidiano online

l’Altro giornale L’informazione libera per il territorio e la sua gente redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

Mercoledì 27 Febbraio

l’Altro giornale

5

LA REGIONE

VIABILITA’

La Sarnano-Sassotetto resterà aperta tutta la settimana La decisione presa da Pettinari d’intesa con i gestori degli impianti sciistici MACERATA Resta aperta tutta la settimana, fino a domenica compresa, la Provinciale “Sarnano-Sassotetto-Bolognola”, bloccata nei giorni scorsi da una frana in località Piobbico. La decisione è stata presa dalla Provincia di Macerata a seguito dell’intesa del presidente Pettinari con i proprietari e i gestori degli impianti sciistici, visto il bel tempo e il grande afflusso di sportivi. La strada, presidiata dal personale della Provincia, rimarrà percorribile a senso unico alternato dalle 8 alle 21. I lavori per il ripristino definitivo riprenderanno, dunque, la prossima settimana, quando la Provinciale dovrà essere necessariamente richiusa al traffico per consentire la rimozione dei detriti accumulati ai lati che occupano buona parte della carreggiata.

Sabato 16 marzo al ristorante Le Terrazze di Grottammare per sostenere il progetto di accoglienza sanitaria per il popolo Saharawi

Torna la cena della solidarietà GROTTAMMARE La Consulta per la Fratellanza tra i Popoli del Comune di Grottammare organizza anche quest’anno una cena di solidarietà con il popolo Saharawi. I fondi raccolti saranno utilizzati per finanziare il viaggio in Italia e sostenere l’ospitalità nei mesi di luglio e agosto di un gruppo di 15 bambini Saharawi, che verranno sottoposti a cure mediche

specializzate. L’iniziativa si svolgerà sabato 16 marzo presso il ristorante del Residence Le Terrazze. Il costo di partecipazione è di 25 •. Il Comune di Grottammare sostiene dal 1999 la causa politica del Popolo Saharawi con un progetto rivolto ai minori. Tale sostegno si inquadra in un programma di accoglienza per cure sanitarie di bambini con disabilità

gravi e si realizza grazie alla collaborazione con l’Associazione Rio de Oro che opera concretamente sul posto da parecchi anni. I Saharawi vivono rifugiati nelle zone più inospitali del deserto del Sahara algerino a seguito delle persecuzioni attuate dal governo marocchino che, dopo l’abbandono da parte della Spagna delle colonie nordafricane, ha

occupato le loro terre. Dal 1975, i Saharawi sono in attesa del riconoscimento della propria identità nazionale (confermata da una risoluzione dell’ONU) che però il Marocco osteggia, non riconsegnando loro le terre, elemento questo fondamentale per rivendicare il diritto all’identità nazionale. Dopo anni di guerre, ormai da tempo i Saharawi hanno scelto la

via della pace per raggiungere i propri obiettivi, ma la dura vita nel deserto rende la situazione ogni giorno più difficile da contenere con le armi della diplomazia. Oltre a raccogliere fondi, la cena di solidarietà è uno dei modi con cui l’amministrazione comunale contribuisce, insieme ad altri Comuni in Italia, a tenere alta l’attenzione su questo Popolo dimenticato.

Attività che, localmente, conquista di anno in anno sempre più persone, tanto che finora è stato possibile accogliere ed assistere oltre 200 bambini. Il costo della serata è di 25 euro (15 cena + 10 contributo); menu speciale per bambini da 5 a 12 anni, 12 euro; bambini fino a 4 anni, cena gratuita. Informazioni e prenotazioni: 0735-739247 (ore ufficio) - 349-8087267.

Per la tua pubblicità info@laltrogiornale.it Telefono 338.7899882 - 366.1601596 redazione@laltrogiornale.it


6

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Le notizie quando vuoi dove vuoi come vuoi www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

7

LA PROVINCIA DI ANCONA

LA DECISIONE

Il notaio Bucci nominato commissario dello Stabile ANCONA La Giunta regionale ha approvato la delibera che attua la decisione assunta per il commissariamento del Teatro Stabile. Durante la settimana scorsa si è svolto l’incontro in cui il notaio Bucci aveva confermato al presidente regionale Gian Mario Spacca e all’assessore Marcolini la sua disponibilità ad assumere l’incarico commissariale proposto dalla Giunta regionale. Il provvedimento approvato dalla Giunta rientra nell’esercizio delle proprie funzioni di vigilanza e scioglie gli organi della Fondazione del Teatro Stabile, nominando il notaio Bucci quale Commissario straordinario per 12 mesi, anche prorogabili. Oltre alla sua nomina, la Giunta regionale ha stabilito anche gli obiettivi del Commissario, il quale dovrà adottare tutte le possibili azioni nell’ottica di un risanamento e di una riorganizzazione della Fondazione in una prospettiva di rilancio che realizzi, tramite un progetto a valenza regionale che coinvolga

L’APPUNTAMENTO

Per il Quarantennale di Ancona Jazz un concerto alle Muse

tutti i soggetti interessati, l’economicità e l’efficienza della gestione. La Giunta regionale, dunque, conferma il proprio impegno per il rilancio dello Teatro Stabile, in un quadro di rigore, che dovrà

realizzarsi attraverso un polo di rilievo regionale che coinvolga tutti gli Enti interessati. È stato condiviso con il notaio Bucci che per il Commissario non è previsto alcun compenso specifico per la sua funzione,

salvo un rimborso spese. Il Commissario nominato avrà i poteri propri del disciolto Consiglio di amministrazione e del presidente, e dovrà dare comunicazione periodica del suo operato alla Giunta regionale.

ANCONA Domenica 3 marzo Ancona Jazz entra ufficialmente nei 40 anni di attività. Il primissimo concerto, di cui fu protagonista il pianista Martial Solal, si tenne infatti domenica 3 marzo 1974 al Palazzetto dello Sport. Quaranta anni di concerti straordinari, di festival di richiamo che si sono svolti in diverse stagioni e luoghi della città, sempre più prestigiosi (Teatro Sperimentale, Teatro delle Muse, Mole Vanvitelliana,) e che hanno contribuito alla storia della cultura e dello spettacolo del capoluogo regionale, divenuto punto di riferimento per gli appassionati di questo genere musicale. L’Amministrazione comunale di Ancona, attraverso l’assessorato alla Cultura, ha sempre sostenuto i progetti dell’associazione organizzatrice, patrocinando gli eventi che si sono susseguiti negli anni fino ad Ancona Summer Jazz Festival, tra gli elementi di spicco del cartellone estivo “Amolamole”. Per celebrare questi 40 anni di musica, la scelta è caduta su un concerto esclusivo e coinvolgente, di grande musicalità e valore storico, con un musicista di grande spessore, Warren Vaché’ (cornetta) accompagnato al pianoforte dall’altrettanto grande Paolo Alderighi.

quotidiano online

l’Altro giornale L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


8

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI ANCONA

L’ESPOSIZIONE

La vera croce ritrovata La mostra al Museo diocesano di Ancona rimarrà aperta fino al 26 maggio ANCONA Rimarrà aperta fino al 26 maggio, nel Museo Diocesano di Ancona, la mostra “La vera croce ritrovata. Inventio Crucis: Sant’Elena e San Ciriaco tra storia e tradizione”, voluta in occasione dei 1700 anni (313-2013) dall’Editto di Milano (detto anche “editto della tolleranza”, promulgato dall’imperatore Costantino che sancì ufficialmente la fine delle

persecuzioni religiose e l’iconografia della croce. Si tratta di un percorso storico e culturale, oltre che di fede, che racconta la storia della Vera Croce di Cristo. Quella ritrovata da Sant’Elena, madre dell’Imperatore Costantino, con l’ausilio dell’ebreo, poi convertito, Giuda, diventato Ciriaco, santo,martire, patrono e Vescovo di Ancona. Una storia che, pertanto, si intreccia

alla perfezione con quella della città anconetana, che seppe solo dopo la sua morte del fatto che il suo santo protettore era presente al momento del ritrovamento della Vera Croce. E nello splendido scenario del Museo Diocesano la mostra-percorso permette al visitatore, attraverso affreschi, tele, proiezioni video, stauroteche (che custodiscono 8 frammenti della croce che si trovano in

altrettante chiese della Diocesi) di ripercorrere il percorso della croce, tra storia e leggenda. La mostra, inaugurata alla presenza dell’Arcivescovo Edoardo Menichelli e di don Luca Bottegoni, è stata resa possibile anche grazie all’intervento del Rotary Club Ancona- Conero. I curatori sono Diego Masala, Susanna Gobbi Paolini, Paola Pacchiarotti, Ilaria Bastianelli e

Valentina Paciello. Il percorso è visitabile il sabato e la domenica, dalle 10 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30. Sono anche previste aperture straordinarie in occasione di particolari eventi e per bambini e genitori come laboratorio didattico (3392173277). “Questa mostra- percorso- ha detto l’Arcivescovo Menichelli- stà a testimoniare lo storico rapporto fra il Museo Diocesano e la città

di Ancona. Si tratta di un evento che ripropone il tema della libertà religiosa su cui, a volte, l’uomo inciampa. E se non c’è la libertà religiosa non esiste nessun tipo di libertà. L’unica religione che è libera, nel senso che si può entrare ed uscire, è il cristianesimo. Stimo vivendo- ha concluso- una storia difficile. Ma se non contempliamo la bellezza sarà difficile recuperare il senso della vita”.

Da domenica 3 marzo sarà possibile vedere il sistema di fortificazioni di Ancona Si comincia con il primo percorso: Pietralacroce, da Forte Altavilla a Forte Garibaldi

Riprendono le visite al Campo trincerato ANCONA Riprendono domenica 3 marzo le visite guidate e gratuite al “Campo trincerato” (il sistema di fortificazioni della città), a cura del settore Attività culturali – Turismo del Comune che ha affidato il servizio alla cooperativa Artes. Come si ricorderà l’iniziativa, avviata lo scorso giugno, era stata promossa e curata da quattro associazioni cittadine e le visite guidate si svolgevano il sabato pomeriggio. Ora, nel prossimo mese di marzo, si terranno invece tutte le domeniche, a partire dalle 9,30, per i quattro itinerari previsti (da aprile solo due volte al mese perché il programma si

integrerà con le visite guidate all’Ancona greca e romana). Si comincia con il primo percorso,

Cronista per un giorno

“Pietralacroce, da Forte Altavilla e Forte Garibaldi”, con appuntamento alle 9,30

all’ingresso del Forte Altavilla (il 3 marzo); il secondo, “Colle Astagno, dalla Cittadella alla

Lunetta Santo Stefano”, appuntamento in piazza san Gallo (il 10 marzo); “Fronte del porto, da Porta Pia alla Lanterna”, appuntamento a Porta Pia (il 17 marzo) e, infine, “Monte Cardeto, dal Forte Cardeto al Forte Cappuccini”, appuntamento a piazzale Martelli, di fronte all’ingresso della Caserma Villarey (il 24 marzo). Per prenotarsi: e-mail prenotazioniartes@gmail.com oppure telefonicamente al 339.8365480 (solo nel pomeriggio). Informazioni anche in Comune: turismo@comune.ancona.it e nel sito www.comune.ancona.it/ turismo/it.

Le visite alle fortificazioni cittadine – alle quali hanno partecipato quasi mille persone lo scorso anno – rientrano nel programma di iniziative volte alla riscoperta del patrimonio storico cittadino avviato dal settore Attività culturali – Turismo del Comune. Come noto la città vanta una formidabile cinta difensiva realizzata a partire dal 1860 (con l’ingresso delle Marche nel Regno d’Italia), su ordine del colonnello Giuseppe Morando, di fatto colui che ha tracciato la pianta urbanistica della città moderna. ---------------------Nella foto Forte Altavilla a Pietralacroce

Segnala ciò che non va nel tuo quartiere

Invia testi e foto a:

redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

9

LA PROVINCIA DI ANCONA

CULTURA

Ancona propone una settimana intensa di appuntamenti ANCONA Settimana intensa di appuntamenti culturali, ad Ancona. PER LA RASSEGNA “Un libro al profumo di tè” appuntamento a Palazzo Camerata giovedì 28 febbraio, alle ore 17, Valeria Pavani interverrà su Maja Pflug, Arditamente timida- Una biografia di Natalia Ginzburg, edito da La Tartaruga. L’iniziativa è organizzata dal Gruppo Aleph Zero e dal Comune di Ancona e le letture, il cui ricco programma prevede appuntamenti settimanali fino a marzo, comprenderanno l’omaggio a scrittori e personaggi

di ieri e di oggi SI CONCLUDE venerdì 1° marzo prossimo la mostra “L’arte di imprimere libri, figure et paesi...” - La stampa ad Ancona dal 1512 al 1830 dalle raccolte della Biblioteca Benincasa – che si sta svolgendo nello Spazio d’ingresso della Biblioteca Benincasa, Via Bernabei n. 30. La mostra, visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 19,00, è stata realizzata per celebrare l’anniversario dei cinquecento anni dall’introduzione dell’arte della stampa ad Ancona. Attraverso una scelta tra le opere più significative della produzione tipografica anconetana conservate

nelle raccolte della Biblioteca Comunale “L. Benincasa”, l’esposizione illustra lo sviluppo della stampa ad Ancona dal 1512 al 1830, anno che convenzionalmente segna il termine dell’utilizzo della stampa manuale. Info: 0712225049; 0 7 1 2 2 2 5 0 2 1 benincasa@comune.ancona.it OGNI DOMENICA pomeriggio è possibile visitare la Mostra “MEDUSA, tra luce ed emozione”, con visite guidate a calendario, alle ore 17.00 e alle ore 18.00, senza necessità di prenotazione. Il costo della visita è di • 1,50 a persona e chi usufruisce della visita

guidata avrà diritto all’ingresso in mostra con il biglietto ridotto di • 2,00. Per informazioni: Mostra MEDUSA, tra luce ed emozione Pinacoteca Civica “F. Podesti” tel. 071 222 5041 fax 071 222 5048; pinacoteca@comune.ancona.it; Orari mostra: sabato, domenica, festivi e prefestivi 10 - 13 e 16 – 19, dal martedì al venerdì 16 – 19 (al mattino su prenotazione per i gruppi e le scolaresche), lunedì chiuso. Ingresso: Intero • 3,00 Ridotto • 2,00 (visitatori under 18 e over 65, gruppi di almeno 10 persone, possessori tessera socio Coop, soci FAI e Touring Club con

esibizione della tessera) DOMENICA 3 Marzo alle ore 17.30 al Museo della Città si terrà come di consueto la visita guidata in occasione della prima domenica del mese che avrà per oggetto l’ntero percorso museale. Seguirà una degustazione di vini in collaborazione con Viticoltori Finocchi di Staffolo. L’iniziativa è ad ingresso gratuito. Si consiglia la prenotazione. Per informazioni: Museo della Città 071.222 50 37. Museo della Città di Ancona Piazza del Plebiscito dal martedì al giovedì 10.00-13.00 venerdì, sabato, domenica e festivi 10.00-13.00 e 16.00-19.00. Ingresso gratuito.

Doppio spettacolo proposto a Jesi dalla compagnia teatrale El Passì

“Que s’ha da fa pé campà! JESI La compagnia teatrale El Passì di Jesi presenta lo spettacolo “Que s’ha da fa pé campà!. Si tratta di una commedia brillante, in due atti, in vernacolo jesino. Lo spettacolo sarà proposto al Teatro G.B. Pergolesi di Jesi sabato 2 marzo, alle ore 21,15 e domenica 3 marzo, alle ore 17,15. Personaggi e interpreti: Pacì (Mauro Rosati), Tarcì (Roberto fava), Terè (Laura Pigliapoco), Luciola (Carolina Trillini), Rosina (Agnese Testadiferro), Gigio (Rossano Cerioni), Don Felì (Michele Cardinali), Santa (Maria Carla Cesaroni), Adelina (Oriana

Bolletta), Pasqualina (Maria Giannetta Grizi), Dott.sa Tachi (Stefania Sanviti). La regia è di Walter Ricci. Presentatrice: Stefania Sanviti; progetto scenico: Mauro Rosati; allestimento scenico El Passì; tecnici audio e luci: Roberto Trillini e Maurizio Marzioni; costumi, acconciature e trucco: Look Donna di Oriana ferretti. Info: www.elpassi.it DU’ PAROLE SULLA COMMEDIA È una ricostruzione storica puntuale della fine degli anni 50 lo spettacolo che quest’anno “El Passì” porta in scena al Pergolesi per la X Rassegna Teatrale “Lo

Sberleffo”. Liberamente adattata dal lavoro dello scrittore Claudio Conti “Era vecchiu… eppure fera!”, la vicenda si svolge per la precisione nel 1958 nelle campagne dei dintorni di Jesi e racconta le fatiche e la genuinità dei contadini di quel tempo, alle prese col duro lavoro dei campi e con i guadagni che non bastano mai. Per realizzare questa commedia gli attori de “El Passì” si sono avvalsi della collaborazione di veri testimoni del periodo, riuscendo a cogliere sentimenti ed emozioni di un’epoca oramai così lontana. E quasi con stupore hanno potuto respirare quello spirito di

apertura e collaborazione tra famiglie, tra vicini di casa, quel sano fermarsi a condividere la quotidianità, a chiacchierare insieme senza essere schiavi dell’orologio, che oggi proprio non ci sono più, presi come siamo dalla fretta e dagli impegni. Il tutto incorniciato dentro una bella vicenda comica, intrecciata quanto basta per assicurare colpi di scena, risate pulite e divertimento. Il tutto per la regia del preparatissimo Walter Ricci. Come sempre, quindi, un avvenimento da non perdere. Teatro Pergolesi: sabato 2 e domenica 3 marzo

Cronista Segnala ciò che per un giorno non va nel tuo quartiere Invia testi e foto a:

redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


10

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

Cronista per un giorno Segnala ciò che non va nel tuo quartiere Invia testi e foto a: redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

11

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’INTERVENTO/1

“Il risultato del voto è il frutto del malessere e dell’incertezza” Mangialardi: “Nell’agenda dei grillini argomenti che rappresentano delle vere e proprie priorità dell’azione politica dell’Amministrazione comunale di Senigallia” di MAURIZIO MANGIALARDI* Smarrimento ed incertezza. Sono questi gli stati d’animo più diffusi tra i cittadini italiani dopo gli esiti di una competizione elettorale che sarà ricordata come la più sorprendente della storia recente del nostro paese. Non è andata come avrei voluto: la coalizione di Centro Sinistra ha vinto soltanto di misura senza conquistare la maggioranza in Senato, Berlusconi è rimasto in piedi ed un movimento come quello cinque stelle di Beppe Grillo diventa addirittura la prima forza politica alla Camera. E’ evidente che si è trattato di un risultato frutto del malessere sociale e dell’incertezza che attanaglia il paese e soprattutto i giovani. Tuttavia non serve a nulla e a nessuno scagliarsi contro questo nuovo movimento politico, nonostante alcuni suoi tratti evidenti di populismo, anche perchè il voto popolare va sempre rispettato.

Credo che il primo dovere per chi fa politica sia quello di ascoltare i bisogni delle persone, di cercare di comprendere le ragioni della loro rabbia per elaborare possibili proposte politiche e trovare strade per affrontare quel disagio. Dirò di più, nell’agenda politica dei “grillini” trovo argomenti che rappresentano da sempre delle vere e proprie priorità dell’azione politica dell’Amministrazione Comunale di Senigallia. Mi riferisco alla lotta per rivendicare l’acqua come bene comune e come diritto universale, alla trasparenza amministrativa, alla riduzione dei costi della politica, alle politiche per i giovani, al sostegno dell’impresa locale. Su questi temi accetto e rilancio la sfida con il movimento cinque stelle, per fare di Senigallia sempre di più un vero e proprio luogo di confronto per la piena attuazione dei valori sopra citati. Quanto all’Italia, dal momento che il Partito Democratico è

stato il partito più votato, credo che tocchi a Bersani gestire il risultato con misura e senso di responsabilità. Sono sicuro che saprà elaborare una proposta di governo veramente innovativa, capace di tagliare i ponti con l’esperienza di chi ci ha condotto alla crisi di oggi e, al tempo stesso, idonea ad assicurare quell’esigenza di governabilità che il paese esprime, fornendo risposte concrete ai bisogni delle famiglie e delle imprese sempre più in difficoltà. Un programma fondato su alcune priorità forti sulle quali trovare convergenze in Parlamento con coloro che hanno davvero a cuore le sorti del nostro paese. Mi riferisco ad alcuni punti fondamentali: riforma della legge elettorale, riduzioni dei costi della politica e del finanziamento pubblico ai partiti, nuovo assetto istituzionale con riduzione del numero dei parlamentari, maggiore respiro ai Comuni. (* sindaco di Senigallia)

l’Altro giornale quotidiano online

L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


12

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’AGENDA DI SENIGALLIA Municipio: Piazza Roma, 8 Tel: 071.66291 - 071.6629311 Fax: 071.6629377 www.comune.senigallia.an.it sindaco@comune.senigallia.an.it segreteria.sindaco@comune.senigallia.an.it Ufficio relazioni con il pubblico Tel: 800.211.537 – 071.6629328 relazioni.pubbliche@comune.senigallia.an.it Biblioteca comunale Antonelliana Tel: 071.6629302 biblioteca@comune.senigallia.an.it Biblioteca Luca Orciari Marzocca Tel: 071.698046 Servizio verde ambiente Tel: 071.6629216 – 071.6629285 Servizio rifiuti ingombranti Tel: 071.63990 Segnalazione guasti Enel Tel: 803.500 Ufficio Iat: Via Manni, 7 Tel: 071.7922725 iat.senigallia@provincia.ancona.it Infocittà: Via Manni, 7 Tel: 071.6629328 infosenigallia@comune.senigallia.an.it Associazione Alberghi e Turismo Tel: 071.65343

Polizia di Stato : 113 Carabinieri: 112 Vigili del fuoco: 115 Guardia di finanza: 117 Corpo forestale: 1515

Emergenza sanitaria: 118 Viaggiare informati: 1518 Telefono azzurro: 19696 Antiviolenza donna: 1522 Soccorso Aci: 116 Soccorso in mare: 1530

INFORMAZIONI TURISTICHE Ancona / Sistema museale della Provincia Tel: 800.439.392 Ancona / Turismo Regione Marche Tel: 800.222.111 Ancona / Museo archeologico delle Marche Tel: 071.202602 Castelfidardo / Museo della fisarmonica Tel: 071.7808288 accordionsmuseum@tiscali.it Castelfidardo / Museo del Risorgimento Tel: 071.7206592 castelfidardo@italianostra.org Castelleone di Suasa / Parco archeologico Tel: 071.966524

Fabriano / Museo della carta Tel: 0732.709297 Genga / Grotte di Frasassi Tel: 0732.90090 Jesi / Pinacoteca comunale Tel: 0731.538342 – 0731.538343 Loreto / Basilica della Santa Casa Tel: 071.750561 Numana / Antiquarium statale Tel: 071.9331162 Pergola / Museo dei Bronzi dorati Tel: 0721.734090 – 0721.7373271 Recanati / Casa natale di Giacomo Leopardi Tel: 071.7573380

info@assalbesenigallia.it info@senigalliahotels.com www.senigalliahotels.com Asshotel Confesercenti Tel: 071.60174 Fax: 071.60170 senigallia.confesercentimarche@gmail.com Assindustria Ancona Tel: 071.2904850 amb-ter@assindan.it Assocamping Confesercenti Tel: 071.60174 Fax: 071.60170 senigallia.confesercentimarche@gmail.com Union Camping Tel: 071.2291335 Pro Loco Tel: 333.4769657 www.prolocosenigallia.it info@prolocosenigallia.it Ospedale Tel: 071.79091 (centralino) Stazione ferroviaria Tel: 071.64313 Aeroporto delle Marche Falconara Tel: 071.28271 Bus Tel: 071.7922737

Taxi Tel: 071.64946 Ufficio postale Tel: 071.7918011 Ufficio postale Marzocca Tel: 071.7990136 Protezione civile Tel: 071.6629386 Croce Rossa Tel: 071.64354 – 071.65632 Commissariato di polizia Tel: 071.791061 Polizia stradale Tel: 071.7930118 Carabinieri Tel: 071.662900 Carabinieri Marzocca Tel: 071.69025 Guardia di finanza Tel: 071.60633 Vigili del fuoco Tel: 071.7922124 Ufficio locale marittimo Tel: 071.64780 Polizia municipale: Piazza Garibaldi, 1 Tel: 071.6629288 Polizia municipale Marzocca Tel: 071.7990108

LE FARMACIE

San Marcello / Museo del telefono Tel: 0731.267014 museidascoprire@libero.it Serra dé Conti / Museo arti monastiche Tel: 0731.871711 Tolentino / Basilica di San Nicola Tel: 0733.976311 www.sannicoladatolentino.it agostiniani@sannicoladatolentino.it Urbino / Palazzo Ducale Tel: 0722.322625 Urbino / Terre ducali Tel: 0721.371304 www.cbterreducali.it

Avitabile Andrea - Via Capanna, 58 – Tel: 071.7924542 - 071.4608039 Comunale 1 - Largo Puccini, 5 – Tel: 071.60021 Comunale 2 - Piazzale Michelangelo, 10 – Tel: 071.6610116 Domenici Robertucci Giuseppina - Via R. Sanzio, 248 – Tel: 071.7923476 Filippini Silvia Carotti - Via Piave, 1 – Tel: 071.64223 Fulvi Marco - Via Po, 119 – Tel: 071.7920685 Guidi Mattutini - Via Garibaldi, 5 - Marzocca - Tel: 071.69100 Landi Loretta - Via Copernico, 46 – Tel: 071.698372 Manocchi Francesca - Piazza Roma, 13 – Tel: 071.60197 Paolucci Francesca - Via Cavour, 8 – Tel: 071.659754 Pichi Maria Vittoria - Corso II Giugno, 40 – Tel: 071.60819 Succursale estiva - Lungomare Alighieri, 63 – Tel: 071.63607 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------OGGI E’ DI TURNO: Landi Loretta - Via Copernico, 46 – Tel: 071.698372

MUSEI & MONUMENTI Museo di arte moderna e dell’informazione Via Pisacane Tel: 071.60424 www.musinf.it info@musinf.it Museo di storia della mezzadria Sergio Anselmi Strada comunale delle Grazie, 2 Tel: 071.7923127

Fax: 071.7927684 m.storiamezzadria@libero.it Museo Pio IX Via Mastai, 14 Tel: 071.60649 palazzomastai@pionono.it beni.culturali@comune.senigallia.an.it Pinacoteca di arte sacra Piazza Garibaldi, 3 Tel: 071.65758

diocesi@senigallia.chiesacattolica.it beni.culturali@comune.senigallia.an.it Area archeologica La Fenice Viale Leopardi Tel. 071.6629203 Rocca Roveresca Piazza del Duca Tel: 071.63258 beni.culturali@comune.senigallia.an.it roccaroveresca.senigallia@beniculturali.it

Chiesa della Croce Via Gherardi Tel: 071.64977 Palazzetto Baviera Piazza del Duca Tel: 071. 6629266 beni.culturali@comune.senigallia.an.it Palazzo del Duca Piazza del Duca Tel: 071.6629348

Chiedi la tua copia gratuita

a info@laltrogiornale.it Ti sarà inviata ogni mattina redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

13

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’INTERVENTO/2

“Il processo è stato avviato e nel 2015 sarà completato” Liverani critica il silenzio del sindaco sull’ex Sacelit: “Incamerare i 20 milioni di fidejussione e rilanciare un grande progetto di edilizia per i giovani” di MARCELLO LIVERANI* Dove eravamo rimasti? Passate le elezioni nazionali possiamo tornare a parlare dei problemi locali tenendo ben presente cosa è accaduto, perché è chiaro e lampante che gli italiani e la classe media hanno lanciato chiari messaggi riguardanti, tasse, austerity, rilancio e crescita. Sono anni che si parla di Berlusconi e delle sue vicende notturne. Sappiamo tutto di Ruby Rubacuori, ci piacerebbe allo stesso modo sapere di più su Mussari, dei finanziamenti del PD al Monte dei Paschi. Quanti sono i finanziamenti che non risultano? Il PD nomina 13 membri della Fondazione su 16. Ci fate sapere chi sono, come si chiamano o ci è vietato saperlo? All’”eterna” Amati che vorrebbe introdurre il reato di “Negazionismo” (invitata ad un confronto con il sottoscritto non ha neanche risposto) chiediamo: ci fa sapere di più sulle inchieste, sugli interrogatori che purtroppo non sono apparsi sulla stampa? Non vorrà mica che al popolo italiano venga negato il diritto di cronaca sulla maxi tangente?

Come dicevamo, a causa delle elezioni politiche, le vicende locali sono passate in secondo piano con grande soddisfazione di questa amministrazione che si è vista “scordata” dai media e dalle critiche per il loro operato scandaloso su più temi. Il risultato elettorale a livello marchigiano ha decretato una sonora sconfitta del PD, e Ucchielli può continuare a sperticarsi come meglio crede nelle sue elucubrazioni, ma i dati sono per lui, e per il partito tutto, un bel cazzotto nello stomaco! Tre mesi fa il nostro caro Sindaco, con un “Basta abitazioni”, ci informava che per quanto riguardava l’Ex Sacelit, l’amministrazione era pronta a rivedere il progetto ma non la destinazione d’uso dell’albergo. Orbene, a che punto siamo? Come proseguono le trattative, se ci sono state? E’ lecito sperare che il cittadino venga informato dell’evolversi della situazione? Perché non incamerare i 20 milioni di fidejussione, iniziare i lavori pubblici, e rilanciare un grande progetto di edilizia per i giovani e le giovani coppie, magari il mutuo sociale che propone la Fiamma

Tricolore? E il sottopasso di via Mamiani quando lo volete riaprire? Sempre due mesi fa, venivamo informati che il Sig. Sindaco era “tornato vincitore” da un incontro con il direttore dell’Asur Ciccarelli, presente anche l’Assessore Volpini. Bene, cosa abbiamo vinto? La chiusura dell’unità cardiologica come ampiamente documentata? Sono ripresi i lavori nel nuovo

monoblocco e sono state completate le vasche per il parto in acqua? Sono state eliminate le code e le attese di mesi per le varie prenotazioni per esami diagnostici? C’è stata qualche integrazione di personale nei reparti che avevano carenze d’organico? Sono stati trovati i soldi per riparare l’apparecchiatura ferma nel reparto di dermatologia? E delle

tre ostetriche e della funzionaria rinviate a giudizio e non sospese (atto dovuto in questi casi) in attesa di sentenza ne vogliamo parlare? Ancor più tempo addietro si erano fatti proclami su un certo nuovo regolamento che doveva rimettere in discussione l’accattonaggio e la sicurezza. Ancora ricordiamo il “fantastico” comunicato del consigliere Fiore che, con trombe squillanti e rullo di tamburi, ci annunciava il varo ormai prossimo…ma il varo non c’è stato, non se ne è più parlato, come mai? No è che per caso è stata una mirabolante opera teatrale in vista delle elezioni, e quindi lanciata ad arte per rimediare i voti, che non sono poi arrivati? Ma il consigliere Fiore non è l’anello di congiunzione tra i cittadini e l’amministrazione, come lui stesso ha scritto poco tempo fa? Si sarà mica rotto l’anello? Cosa si è fatto per arginare l’enorme escalation di delinquenza che Senigallia sta vivendo da due anni pieni? C’è qualche tavolo aperto dove se ne parla? E’ il tavolo tecnico annunciato sul disagio

giovanile, è un’altra bugia in stile Gian Burrasca? Quindi, per ricapitolare, l’attendismo e l’inefficienza di questa amministrazione durerà fino allo scadere del loro mandato? Non si meraviglino poi i vertici del PD se la popolazione non li vota più e si dirige verso altri lidi, il perché è sotto gli occhi di tutte le persone normali, ovviamente non di chi pensa che la colpa sia degli italiani che hanno votato Berlusconi. A proposito di Berlusconi, eviti nel futuro il caro Sindaco di scrivergli chiedendogli un “passo indietro”, perché agli occhi dei più il passo indietro lo ha fatto la vostra politica tutta incentrata e mirata non certo verso gli interessi dei cittadini, i quali hanno sempre più capito che per risollevarsi e cambiare le cose in positivo, ad amministrare ci devono andare persone normalissime, e non certo i politici. Il processo è stato avviato, e nel 2015 sarà completato per quanto riguarda il territorio locale. (* segretario Movimento Sociale Fiamma Tricolore Sezione di Senigallia)

Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


14

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’AGENDA DELLA VALLE DEL MISA ARCEVIA Municipio: Corso Mazzini, 67 Tel: 0731.98991 Fax: 0731.9899226 www.arceviaweb.it info@arceviaweb.it Presidio sanitario Tel: 0731.9215 – 0731.9243 Ufficio turistico Tel: 0731.984561 Informagiovani Tel: 0731.984561 Biblioteca comunale Tel: 0731.984561 Pro Loco Tel: 0731.9127 www.prolocoarcevia.it info@prolocoarcevia.it Amici di Piticchio www.piticchio.it info@piticchio.it Museo archeologico Tel: 0731.9622 Raccolta di San Medardo Tel: 0731.9444 donsergiozandri@alice.it Raccolta di arte contemporanea Tel: 0731.984561 Carabinieri Tel: 0731.9227 – 0731.97262 Vigili del fuoco Tel: 0731.984526 Corpo forestale Tel: 0731.9291 Polizia municipale Tel: 0731.9899212 – 333.2767739 BARBARA Municipio: Via Castello, 4 Tel: 071.9674212 Fax: 071.9674065 www.comune.barbara.an.it protocollo@comune.barbara.an.it Pro Loco Tel: 335.6357786 proloco-barbara@libero.it Raccolta d’arte Tel: 071.9674213 Ufficio postale Tel: 071.9674674 Carabinieri Tel: 071.964332 BELVEDERE OSTRENSE Municipio: Corso Barchiesi, 22 Tel: 0731.617003 – 0731.617004 www.comune.belvedere.an.it Unione dei Comuni Tel: 0731.267022 Ufficio postale Tel: 0731.62288 Guardia medica Tel: 0731.267028 – 335.340886 Pro Loco Tel: 0731.617005 Museo dell’immagine postale

Tel: 0731.617003 Fax: 0731.617005 comune.belvedereostrense@regione.marche.it Carabinieri Tel: 0731.62016 – 0731.62966 Polizia municipale Tel: 0731.267022 – 338.8565034 CASTEL COLONNA Municipio: Piazza Leopardi, 3 Tel: 071.7957120 Fax: 071.7959567 www.comune.castel-colonna.an.it comune.castelcolonna@provincia.ancona.it Ludoteca Tel: 071.7958508 Ufficio postale Tel: 071.7958035 Discarica Tel: 071.7958301 Carabinieri Tel: 071.7957129 Polizia municipale Tel: 071.7957135 CASTELLEONE DI SUASA Municipio: Piazza Principe di Suasa, 7 Tel: 071.966113 Fax: 071.966010 comune@castelleone.disuasa.it www.castelleone.disuasa.it Biblioteca comunale Tel: 071.966120 – 071.966113 Pro Loco Tel: 071.966770 www.prosuasa.it Consorzio Città romana di Suasa Tel: 071.966524 www.consorziosuasa.it Archeoclub Tel: 071.966048 Carabinieri Tel: 071.964332 Polizia municipale Tel: 071.966113 CORINALDO Municipio: Via del Corso, 9 Tel: 071.67782 Fax: 071.7978042 www.corinaldo.it comune.corinaldo@provincia.ancona.it Ufficio Turistico Tel: 071.67782 iat1@corinaldo.it Museo del costume Tel: 071.679043 Raccolta d’arte Claudio Ridolfi Tel: 071.679047 Biblioteca comunale Tel: 071.7976356 Pro Loco Tel: 071.679047 www.procorinaldo.it info@procorinaldo.it Carabinieri Tel: 071.67038 – 071.7976074

Polizia municipale Tel: 338.7195704 – 368.7471697 GENGA Municipio: Via Filippo Corridoni Tel: 0732.973014 Fax: 0732.973344 www.comunedigenga.it comune.genga@provincia.ancona.it Ufficio Turismo Tel: 0732.973014 www.turismo.comunedigenga.it info@turismo.comunedigenga.it Grotte di Frasassi Tel. 0732.90090- 0732.90080 www.frasassi.com grotte@frasassi.com Museo speleopaleontologico Tel: 0732.90241 Pro Loco Tel: 329.2611871 prolocogenga@gmail.com Carabinieri Tel: 0732.973015 – 0732.973349 Polizia municipale Tel: 0732.973297 MONTECAROTTO Municipio: Via Guglielmo Marconi, 11 Tel: 0731.89131 – 0731.89440 Fax: 0731.899046 www.comune.montecarotto.an.it info@comune.montecarotto.an.it Ufficio turistico Tel: 0731.89713 Biblioteca comunale Tel: 0731.889024 bibliotecamontecarotto@virgilio.it Ufficio postale Tel: 0731.899083 Pro Loco Tel: 0731.89305 proloco.montecarotto@libero.it Carabinieri Tel: 0731.89130 Polizia municipale Tel: 0731.703712 MONTEMARCIANO Municipio: Via Umberto I, 20 Tel: 071.9163310 Fax: 071. www.comune.montemarciano.ancona.it Biblioteca comunale Tel: 071.9158557 Pro Loco Tel: 071.9158813 prolocomontemarciano@libero.it Carabinieri Tel: 071.91501 – 071.9158867 Polizia municipale Tel: 071.9163372 MONTERADO Municipio: Piazza Roma 23 Tel: 071.7957135 Fax: 071.7957977 comune.monterado@provincia.ancona.it

www.comune.monterado.an.it Carabinieri Tel: 071.7957129 Polizia municipale Tel: 071.7957135 pm.monterado@provincia.ancona.it MONTE SAN VITO Municipio: Via Giacomo Matteotti, 2 Tel: 071.7489321 Fax: 071.7489334 www.comune.montesanvito.an.it info@comune.montesanvito.an.it Biblioteca comunale Tel: 071.7489335 Ufficio turistico Tel: 071.7489337 ufficioturistico@comune.montesanvito.an.it Teatro La Fortuna Tel: 071.7489100 Carabinieri Tel: 071.740014 Polizia municipale Tel: 071.7489303 poliziamunicipale@comune.montesanvito.an.it MORRO D’ALBA Municipio: Piazza Romagnoli, 6 Tel: 0731.63013 – 0731.63000 Fax: 0731.63043 comune@comune.morrodalba.an.it www.comune.morrodalba.an.it Pro Loco www.promorro.it prolocomorrodalba@libero.it Museo della cultura mezzadrile Tel. 0731.63824 Archeoclub Tel: 0731.63050 Carabinieri Tel: 0731.63014 Polizia municipale Tel: 0731.267022 OSTRA Municipio: Piazza dei Martiri, 5 Tel: 071.7980606 Fax: 071.7989776 www.comune.ostra.an.it comune@comune.ostra.an.it Informazioni turistiche Tel: 071.7989080 Pinacoteca comunale Tel: 071.68343 Ufficio postale Tel: 071-.7980325 – 071.688336 Pro Loco Tel: 071.7989080 proloco.ostra@libero.it Croce Verde Tel: 071.7980220 Carabinieri Tel: 071.68053 Polizia municipale Tel: 071.7989890 OSTRA VETERE Municipio: Piazza Don Minzoni, 1

Tel: 071.965053 Fax: 071.964352 www.comune.ostravetere.an.it comune.ostravetere@provincia.ancona.it urp.ostravetere@provincia.ancona.it Museo civico parrocchiale Tel: 071.964369 seg.ostravetere@provincia.ancona.it Carabinieri Tel: 071.964332 Polizia municipale Tel: 071.965053 RIPE Municipio: Via Castello, 1 Tel: 071.7959201 Fax: 071.7958454 www.comune.ripe.an.it commune@comune.ripe.an.it Biblioteca comunale Tel: 071.7958633 Pro Loco Tel: 071.7959019 proloco.ripe@virgilio.it Carabinieri Tel: 071.7957129 Polizia municipale Tel: 071.7959212 SASSOFERRATO Municipio:Piazza Giacomo Matteotti, 1 Tel: 0732.9561 Fax: 0732.956234 www.comune.sassoferrato.an.it info@comune.sassoferrato.an.it Pro Loco Tel: 0732.970084 Museo archeologico Tel: 0732.956231 info@comune.sassoferrato.an.it Museo delle tradizioni popolari Tel: 0732.9561 Raccolta incisori marchigiani Tel: 0732.956231 Carabinieri Tel: 0732.959386 – 0732.959394 Polizia municipale Tel: 0732.956227 SERRA DE’ CONTI Municipio: Via Guglielmo Marconi, 6 Tel: 0731.871711 Fax: 0731.879290 info@comune.serradeconti.an.it www.comune.serradeconti.an.it Pro Loco Tel: 333.8362056 www.proserradeconti.it info@proserradeconti.it Museo delle arti monastiche Tel: 0731.871711 – 0731.871739 www.museoartimonastiche.it info@museoartimonastiche.it Carabinieri Tel: 0731.879264 Polizia municipale Tel: 0731.871732

LE FARMACIE ARCEVIA Comunale: Corso Mazzini, 54 Tel: 0731.9105 Pagliarini: Corso Mazzini, 25 Tel: 0731.9106 Bossi: Frazione Piticchio, 271 Tel: 0731.981021 BARBARA Comunale: Via Castello, 4 Tel: 071.9674222 BELVEDERE OSTRENSE

Rotoloni: Via Brutti, 15 Tel: 0731.62034 CASTEL COLONNA Martinelli: Via Croce, 43 Tel: 071.7957831 CASTELLEONE DI SUASA Comunale: P. Principe di Suasa, 6 Tel: 071.966282 CORINALDO Comunale: Viale della Vittoria Tel: 071.67782

Verdenelli: Via del Corso, 55 Tel: 071.67118 GENGA Gatti: Via Marconi, 25 Tel: 0732.90007 MONTECAROTTO Tentelli: Piazza della Vittoria, 8 Tel: 0731.89156 MONTEMARCIANO Bartolini: Piazza Aldo Moro Tel: 071.915025

Severini Cesaroni: Via Adriatica Tel: 071.9198614 MONTERADO Piccioni: Via Valcesano, 1 Tel: 071.7950030 MONTE SAN VITO Cianca: Via Selva, 52 Tel: 071.740016 MORRO D’ALBA Vannini: Via Roma, 55 Tel: 0731.63015

redazione@laltrogiornale.it

OSTRA Bignardi: Corso Mazzini, 51 Tel: 071.68065 Cioci: Via Gramsci, 65 Tel: 071.68039 OSTRA VETERE Burzacca: Via Mazzini, 7 Tel: 071.965954 RIPE Benigni: Viale Umberto I Tel: 071.7957410

SASSOFERRATO Cabernardi: Via Croce, 2 Tel: 0732.975209 Comunale: Via Battisti, 14 Tel: 0732.959930 Vianelli: Via Mazzini, 7 Tel: 0732.9288 SERRA DE’ CONTI Del Corso: Piazza Leopardi, 2 Tel: 0731.870306


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

15

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

IL VERTICE

A Corinaldo si punta a migliorare la raccolta porta a porta dei rifiuti Il sindaco Matteo Principi ha incontrato i dirigenti della Rieco per gli opportuni aggiustamenti del servizio partito da poco. Massima disponibilità dall’azienda di ILARIO TAUS CORINALDO La problematica della raccolta differenziata dei rifiuti secondo il principio del porta a porta è stata oggetto di un ulteriore incontro dell’Amministrazione Comunale con la ditta appaltatatrice RIECO, al fine di organizzare e modulare opportunamente l’iniziativa in questione. Nel corso dell’ultimo recente vertice in Comune, sono stati affrontati alcuni aspetti ritenuti strategicamente importanti quali, ad esempio, un calendario di raccolta opportunamente cadenzato su sei giorni della settimana, da lunedì a sabato, con il quale coprire il ritiro di organico, carta, vetro, plastica e grigio indifferenziato. Per alcuni materiali si sta pensando ad una raccolta bisettimanale, come probabilmente avverrà per carta e vetro, mentre per gli altri elementi è stata stabilita una cadenza settimanale. E’ evidente che, non appena si sarà configurata una situazione definitiva in merito, verrà data tempestiva e capillare informazione alla cittadinanza. Altri argomenti in trattazione sono stati quello del possibile ritiro dei rifiuti dalle cosiddette isole di

prossimità, ovvero i cassonetti stradali, per poter diminuire i rifiuti per strada ed incentivare ulteriormente la raccolta porta a porta. Si è parlato altresì di ovviare al mancato ritiro di alcuni materiali in alcune strade del territorio comunale che talvolta in epoca passata ha creato evidente disagio all’utenza e all’ambiente, reiterando al contempo la comunicazione alla cittadinanza della nuova iniziativa, dal momento che non tutti i cittadini dichiarano di aver ricevuto l’informativa circa l’attivazione della raccolta porta a porta. Il sindaco Principi ha inteso incontrare i dirigenti della RIECO per gli opportuni aggiustamenti

Il sindaco Matteo Principi durante un recente convegno a Corinaldo

circa la migliore funzionalità del servizio che è partito da pochissimo tempo e dunque abbisogna di un necessario rodaggio, addivenendo tuttavia al suo standard ottimale nel più breve tempo possibile, nel rispetto prioritario del cittadino utente. Su tutta la linea c’è stata da parte dell’azienda la massima disponibilità ad attuare tutti i necessari passi per migliorare sempre più profondamente il servizio e, allo stesso tempo, realizzare una nuova serie di incontri esplicativi nei confronti dei cittadini, secondo le modalità e la tempistica ovviamente concordata con l’Amministrazione Comunale di Corinaldo.

Serra pensa a promuovere le attività estive SERRA DE’CONTI Dall’Albo Pretorio del Comune di Serra de’ Conti si apprende che “ Il Comune di Serra de’Conti nel 2012 aderì all’iniziativa, promossa dal Comune di Senigallia, per la pubblicazione di due opuscoli ,’ Senigallia Forever ‘, indirizzata a promuovere sul mercato nazionale

ed extra-nazionale le manifestazioni e le iniziative programmate nei Comuni di Senigallia, Arcevia, Corinaldo e Serra de’Conti e “Senigallia ospitalità”, indirizzata a presentare - riportando dati e caratteristiche di tutti gli esercizi ricettivi in attività nei Comuni

aderenti. Sulla scorta di quella iniziale esperienza collaborativa il Comune di Senigallia ha proposto ai tre Comuni che avevano aderito alle due pubblicazioni edite nel 2012 di integrarle con la stampa congiunta del depliant promozionale degli eventi 2013 recante i maggiori eventi

programmati in ogni Comune, in ordine cronologico e con schede tematiche con testi e foto per le manifestazioni di maggiore importanza in lingua italiana, con le più importanti sezioni di testo tradotte anche in inglese;realizzazione, contestualmente alla stampa del

depliant, di un “totem” informativo, da posizionare in ciascuno dei Comuni aderenti .Il tutto per un costo stimabile di circa 1.000 euro per ciascuno dei Comuni aderenti, e comunque commisurato agli spazi riservati a ciascun Ente nel depliant e nel “totem”.

l’Altro giornale La tua copia gratis dove vuoi tu quotidiano online di informazione attualità e cultura www.laltrogiornale.it Anno 1 Mercoledì 27 Febbraio 2013 Numero 25 Direttore responsabile: Elpidio Stortini Redazione Via Cesanense n. 50/A - Marotta (Pu) Telefono: 338.7899882 e-mail: redazione@laltrogiornale.it Editore Marche free press Via Cesanense n. 50/A - Marotta (Pu) Telefono: 338.7899882 e-mail: marchefreepress@laltrogiornale.it

l’Altro giornale è stato registrato presso il Tribunale di Pesaro in data 7 gennaio 2013 con numero 01/2013

Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


16

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’INVASIONE

Troppi piccioni, tante iniziative per tutelare il centro storico Stasera assemblea a Serra de’ Conti per illustrare le azioni intraprese dal Comune. Chiesto all’Ufficio Faunistico della Provincia di pianificare il controllo SERRA DE’ CONTI Il problema della proliferazione dei piccioni nella varietà dei ‘colombi urbani’ è presente a Serra de’ Conti come in quasi tutti i centri abitati dell’hinterland, specie quelli di impianto più antico, dove le costruzioni presentano maggiore possibilità di luoghi di stazionamento e nidificazione. Microclima favorevole, possibilità di procurarsi agevolmente il cibo, scarsa o nulla presenza di predatori naturali fanno dei centri urbani un ambiente particolarmente ‘vocato’ per piccioni torraioli e colombi. La notevolissima presenza di queste specie nel centro storico sta diventando per Serra de’ Conti un tema assillante in primo luogo per quel che concerne il profilo igienico-sanitario, ma anche per il rischio di danni o compromissioni

al patrimonio edilizio pubblico e privato, oltre che - aspetto che solo erroneamente può esser considerato di margine - per ragioni estetiche connesse all’impatto visivo in centri urbani di impianto medioevale oggi riscoperti da flussi turistici non più di nicchia

e, quindi, potenzialmente in grado di riflettersi positivamente su tante piccole economie locali minate dalla crisi. L’amministrazione comunale di Serra de’ Conti ha ripetutamente affrontato la questione con ordinanze ad hoc, mentre proprio

in questi giorni il Sindaco Arduino Tassi ha sottoscritto una nota con cui chiede all’Ufficio Faunistico della Provincia di Ancona di intervenire con misure oggettive per pianificare il controllo di queste specie impedendone la proliferazione, e dando con ciò

risposta concreta alla protesta creescente di associazioni e cittadini. Per affrontare il problema il Comune di Serra de’ Conti ha promosso per questa sera, mercoledì 27 febbraio, alle ore 21 e nella Residenza Municipale, una

assemblea pubblica alla quale, oltre al Sindaco Tassi ed ai rappresentanti della amministrazione comunale, interverrà il dott. Vinicio Franceschetti, Assessore del Comune di Corinaldo, oltre che esperto del settore, in quanto medico veterinario. L’invito a partecipare è stato indirizzato, oltre che alla generalità dei cittadini, alle associazioni locali, al gruppo organizzato dei commercianti del centro storico, all’A.N.T.E.A.S., ai rappresentanti delle associazioni venatorie e faunistiche, per una analisi ed una discussione congiunta del fenomeno e delle soluzioni che Serra de’ Conti sta definendo a livello locale, in attesa che la Provincia intervenga -come auspicabile- con adeguate misure pianificatorie.

l’Altro giornale quotidiano online

L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

17

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

SICUREZZA

Rubano vino, denunciati Due uomini bloccati dai carabinieri dopo il furto all’interno de “La Meridiana” SENIGALLIA Rubano una bottiglia di vino all’interno de La Meridiana, notissimo ritrovo di piazza Roma, e si dileguano a piedi. Poco dopo, però, vengono rintracciati dai carabinieri e denunciati a piede libero.

E’ accaduto ieri pomeriggio, intorno alle 17. I carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della locale Compagnia, prontamente avvertiti del furto, al termine dei preliminari accertamenti, hanno quindi deferito in stato di libertà

all’Autorità Giudiziaria competente, per il reato di concorso in furto aggravato, due cittadini rumeni: T. B., di 47 anni e H.I. di cinquantotto, entrambi nullafacenti ed in Italia senza fissa dimora. I due sono stati bloccati da un equipaggio dell’aliquota

Radiomobile della Compagnia nei pressi della stazione ferroviaria di Senigallia. Dopo il riconoscimento i due stranieri sono stati così deferiti, ovviamente in stato di libertà, all’Autorità giudiziaria competente.

Le “Grandi speranze” al Gabbiano

LA SODDISFAZIONE

Buoni risultati dell’iniziativa “Serra de’ Conti città sicura”

Continua la rassegna “Mercoledì d’essai” Questa sera sarà proposto il film drammatico britannico SENIGALLIA Continua al Cinema Gabbiano di Senigallia la rassegna “Mercoledì d’essai”. Questa sera, spettacolo unico alle ore 21,15, sarà proposto il film drammatico britannico (durata 128 minuti) “Grandi speranze”, per la regia di Mike Newell. Questa la trama: Philip Pirrip (Jeremy Irvine), detto più brevemente Pip, è un ragazzino inglese adottato dal marito della sorella, il fabbro Joe (Jason Flemyng), che ha però dei sogni più ambiziosi rispetto a quelli del suo “patrigno”: Pip adora la lettura, gli piace studiare e non ama molto lavorare il ferro. Un giorno, la signorina Havisham (Helena Bonam Carter), una donna nobile, lo chiama per soddisfare un capriccio: vederlo giocare con la figliastra Estella (Holliday Grainger). Da quel giorno i due, seppur ancora bambini, si innamorano ma sono costretti a separarsi quasi subito, per poi rincontrarsi una volta adolescenti nei più nobili palazzi di Londra. La storia del romanzo di Dickens è molto complessa e ramificata, per cui difficile da

riassumere: Newell e lo sceneggiatore David Nicholls riescono molto bene a rendere tutte le sfaccettature delle vicende, dalla storia d’amore dei due giovani protagonisti, alle questioni storiche e legali che quasi subito entrano in gioco con il personaggio del galeotto Magwitch (Ralph Fiennes), aiutato dal piccolo Pip quando era in grave difficoltà. Da non perdere di vista anche la storia personale della signorina Havisham, ingannata e defraudata dal futuro marito proprio il giorno delle nozze (da qui il suo odio per gli uomini), davvero toccante; tra l’altro, la scenografia di Jim Clay rende il personaggio e il castello incredibilmente suggestivi. Il film si apre con una serie di punti oscuri, con dei segreti e delle questioni celate che scopriamo a mano mano che la storia si sviluppa; un meccanismo che tiene il livello della nostra attenzione sempre molto alto, segno di un’ottima qualità della scrittura e della struttura del racconto. Il tutto accompagnato da volti e movenze di attori dalle caratteristiche insolite, per questo molto interessanti.

SERRA DE’ CONTI La Cna rende noto che l’iniziativa “Serra de’ Conti città sicura”, promossa dalla Cna e dalla Cgia di Serra de’ Conti unitamente all’amministrazione comunale, “ ha dato buoni risultati, il tutto a tutela della sicurezza nelle ore notturne delle molte Aziende locali spesso oggetto di furti. Un’agenzia privata ha provveduto alla vigilanza durante le ore notturne di tutte attività locali che hanno aderito all’iniziativa. I dati forniti dal tenente Maurizio Prezioso riportano due tentati furti scongiurati; 250 casi di intervento su allarme; numerosi casi segnalati agli imprenditori per porte o finestre lasciate aperte o altre anomalie registrate dalle guardie in servizio. Il tutto a testimonianza che anche nel trascorso anno i tentativi di atti delinquenziali non sono mancati ma che sono stati fortunatamente arginati. Un’iniziativa quindi da portare avanti anche per garantire “ sonni tranquilli ai molti imprenditori serrani e debellare ogni tentativo di atto delinquenziale”.

Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


18

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

LA VISITA

Gli studenti senigalliesi del Medi alla scoperta della pittura Le mostre di grande interesse artistico e storico allestite alla Rocca roveresca e a Palazzo del Duca cominciano ad attirare anche l’interesse delle scuole

Quattro momenti della visita guidata degli studenti del liceo scientifico Enrico Medi alla mostra di Enzo Cacciola (Foto di Patrizia Lo Conte)

SENIGALLIA Le mostre di grande interesse artistico, storico e documentario, che Senigallia sta allestendo alla Rocca roveresca e a Palazzo del Duca, oltre a registrare numeri record a livello regionale quanto ad afflusso di visitatori, cominciano ad attirare ad animare anche l’interesse delle scuole, attraverso l’azione didattica positiva dei docenti. Il calendario delle visite guidate alle mostre prevede vari appuntamenti. Nei giorni scorsi studenti del Liceo scientifico Enrico Medi sono stati in visita alla mostra del pittore Enzo Cacciola, uno dei protagonisti della vicenda della pittura analitica, che ha caratterizzato un tratto dell’arte del secondo Novecento. Accompagnati dalla professoressa Maria Rosa Castelli, gli studenti hanno incontrato un folto numero di opere di Enzo Cacciola nella mostra che il Musinf ha allestito al Palazzo del Duca, in collaborazione con l’assessorato alla cultura. il professor Carlo Emanuele Bugatti, direttore del Museo comunale d’arte moderna e dell’informazione, ha illustrato agli studenti la vita e l’opera di Enzo Cacciola e ha percorso le dinamiche dell’arte contemporanea, nel cui panorama si iscrive l’arte concettuale. Nato nel 1945 ad Arenzano, Enzo Cacciola ha praticato un modello

di pittura, che utilizza materiali di tipo industriale. Negli anni Ottanta Cacciola si era confrontato con le tematiche della Transavanguardia, ma dal 1986 ha

ripreso la pratica concettuale in un connubio inedito tra materia e geometria, tentando di sondare l’intima natura del reale. Numerose le presenze espositive

di Cacciola, compresa quella a Documenta Kassel. In esposizione a Palazzo del Duca una rassegna delle opere dal 1973 al 2013.

Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

19

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’INCONTRO

Spazi di formazione per ragazzi nei due centri di aggregazione Oggi la presentazione dell’offerta. Previsti anche corsi di chitarra e teatro SENIGALLIA Oggi pomeriggio, alle ore 18, si inaugura l’offerta formativa del 2013 dei centri di aggregazione giovanile del Comune di Senigallia. I due centri di aggregazione, il Bubamara in via Abbagnano a Senigallia e il Rolabola in Via Vespucci 10 a Marzocca offrono spazi per i ragazzi dagli 11 ai 18 anni, il Bubamara anche per ragazzi fino a 29 anni, in orari separati. Per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado, 11-14 anni, al momento solo al Bubamara, parte un servizio di sostegno alla studio con docenti che insegnano un metodo di

La sede del Bubamara, in via Abbagnano

studio e facilitano la redazione dei compiti. Il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15.30 alle 17.30 c’è questa possibilità, che si affianca al normale orario del centro dalle ore 15 alle 20 dal lunedì al venerdì. All’interno dei due centri - anche quello di Marzocca è aperto dalle 15 alle 20 con un orario particolare per i ragazzi della fascia 11-14 - si trovano postazioni per navigare in internet, una rete wifi free e una biblioteca multimediale. In tutti e due i centri ci sono attrezzature per vedere cinema insieme, al Bubamara c’è anche una sala prove per la musica, completamente gratuita, per le giovani band o per

singoli musicisti. Si possono ottenere libri, cd e dvd in prestito in tutti e due i centri. Quest’anno le proposte di corsi spaziano dal classico corso di chitarra al corso di Hip Hop o di Dee Jay. Sono già partiti il corso di teatro sociale integrato e quello per imparare il sistema operativo Linux. Un progetto di social trashware è attivo per il recupero dei vecchi computers. Si può imparare a riutilizzare un vecchio computer, conoscere un sistema operativo completamente gratuito e rendere più sostenibile la vita del nostro pianeta. Nei due centri tutte le attività sono libere e si può anche semplicemente passare del

tempo insieme agli amici. Questo non vuol dire che non ci siano regole, ma le regole vengono condivise da chi partecipa alle attività: è un modo per imparare a partecipare alla vita della comunità. L’appuntamento di oggi è l’occasione per conoscere chi organizza i corsi e ascoltare in cosa consiste l’attività che viene proposta. Gli operatori che sono a disposizione hanno anche partecipato alla formazione per una radio web che potrà essere un’altra opportunità per imparare a proporsi in pubblico. Per seguire le attività si può andare sul blog http:// cagbubamara.wordpress.com.

Il Vescovo ringrazia Ilio Tonti Dopo la recente pubblicazione dell’opera “Le rose di Villa Leandra” SERRA DE’ CONTI Tante congratulazioni stanno giungendo ad Ilio Tonti, scrittore di Arcevia da alcuni anni ospite della Casa di Riposo “Villa Leandra” di Serra de’Conti, per la stesura e pubblicazione della sua recente opera “ Le Rose di Villa Leandra”, presentata mesi orsono presso l’omonima casa di riposo di Serra de’Conti. Ed ora ad Ilio. Dopo i ringraziamenti pervenuti dalla Santa Sede, il Vescovo di Senigallia Mons. Giuseppe Orlandoni gli ha inviato la seguente lettera: “ La

ringrazio vivamente per il gradito omaggio del suo libricino e mi rallegro per il suo contenuto. Approfitto dell’occasione per inviare a lei e a tutti gli ospiti di Villa Leandra il mio più cordiale saluto insieme con l’assicurazione di un particolare ricordo nella preghiera perché a ciascuno di voi il Signore conceda grazia e salute”. C’è da aggiungere che, fatto assai encomiabile, considerati i tempi difficili che stiamo vivendo, Ilio ha destinato il ricavato della vendita del suo libro per completare l’arredo della

cappellina di Villa Leandra nella quale alle ore 9,45 di ogni mercoledì, viene officiata una Santa Messa. Il tutto in attesa che la stessa cappellina venga consacrata dalle Autorità religiose preposte. ---------------------------------------

Nella foto da sinistra a destra Giacinto Giombini Ilio Tonti ed il parroco Emanuele Lauretani

Cronista Segnala ciò che per un giorno non va nel tuo quartiere Invia testi e foto a:

redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


20

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

LO SPETTACOLO

Alla Fenice ancora protagoniste la danza e la musica Sabato sera un originalissimo incontro tra percussioni africane e flamenco SENIGALLIA Sabato 2 marzo la stagione del Teatro La Fenice di Senigallia – promossa dal Comune in collaborazione con AMAT e Inteatro – ospita un affascinante e coinvolgente spettacolo di danza, Battito. Tre anime una pulsione unica di FlamenQueVive, un originalissimo incontro fra percussioni africane e flamenco, flamenco e taranta, africa, andalusia e sud Italia. Tre donne, tre popoli, tre stili musicali. Tre mondi distanti che si ritrovano uniti in un raffinatissimo incastro di ritmi. Pulsione comune: il ritmo, fonte primordiale di gioia, necessità ancestrale, collante fra i popoli, linguaggio universale perché è il battito del cuore. In un susseguirsi incalzante ed emozionante, le tre ballerine si confrontano, si scontrano e si fondono in un tutt’uno con la musica ed il ritmo che segue le loro evoluzioni e le

guida alla scoperta di nuovi linguaggi e nuove dimensioni senza mai dimenticare la propria terra d’origine. Filo conduttore dello spettacolo è il cuore, che con il suo battito scandisce il tempo e funge da collante fra mondi così diversi ma così vicini. Attraverso l’allegria, la gioia, la forza, l’eleganza, il rigore e l’ironia, Battito mette in scena contrasto puro. Perché contrasto puro è l’animo delle sue donne, perché contrasto puro sono le terre di tutti i Sud che lo spettacolo racconta. La compagnia di musica e danza FlamenQueVive di formazione italo - spagnola, si compone di musicisti e danzatori che, dopo aver approfondito lo studio del flamenco in varie ed importanti accademie spagnole, decidono di collaborare allo scopo di far conoscere quella cultura misteriosa e profonda che è il flamenco, tanto ricca di mistero e

magia. La compagnia, costituita nel 2000 e diretta da Gianna Raccagni è considerata attualmente la migliore formazione flamenca italo- spagnola e continua a raccoglie successi nei migliori teatri e festival italiani. Da ricordare la partecipazione di

FlamenQueVive a Festival di rilevanza internazionale quali: Spoleto (2005) , Vignale Danza (2007-2012) TaorminaArte (2008), Invito alla Danza (2012), Acqui Terme (2012). La danza flamenca è affidata a Gianna Raccagni, le danze del sud Italia a

Moira Cappilli e quella africana a Francesca Saloni. Il ricco ensemble musicale in scena è composto da Marco Perona e Alberto Rodriguez (chitarra flamenca), Mirco Corapi (voce, chitarra battente e percussioni), Erica Scherl (violino), Francesco De Vita

(chitarra e basso), Mauro Casadio e Manuel Franco (percusisoni). Per informazioni e biglietti (biglietti I settore 25 euro, II settore 20 euro, III settore 15 euro): Teatro La Fenice 071 7930842, AMAT 071 2072439. Inizio dello spettacolo alle ore 21.

quotidiano online

l’Altro giornale Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

21

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’APPUNTAMENTO

A Monte San Vito sabato va in scena “Due passi sono” Spettacolo con riconoscimenti a In Box 2012 e al Premio Scenario Ustica 2011 MONTE SAN VITO Sabato 2 marzo proseguono al Teatro La Fortuna di Monte San Vito gli appuntamenti della stagione teatrale realizzata dalla Fondazione Pergolesi Spontini con l’AMAT, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Monte San Vito e con il contributo di Banca Popolare di Ancona. L’ultimo appuntamento in cartellone a Monte San Vito è con Due passi sono, pluripremiato spettacolo de Il Castello di Sancio Panza al Premio In Box 2012 e al Premio Scenario per Ustica 2011. Due piccoli esseri umani, un uomo e una donna dalle fattezze ridotte, si ritrovano sul grande palco dell’esistenza, nascosti nel loro mistero di vita che li riduce dentro uno spazio sempre più stretto dall’arredamento essenziale, stranamente deforme, alla stregua dell’immaginario dei bimbi in fase febbricitante. Attraversano le sezioni della loro tenera per

quanto altrettanto terribile, goffa e grottesca vita/giornata condivisa. Sembrano essere chiusi dentro una scatoletta di metallo, asettica e sorda alle bellezze di cui sono potenziali portatori, ma un “balzo” - nonostante le gambe molli - aprirà la custodia del loro carillon. Fuoriescono vivendo il sogno della vera vita da cui non v’è più bisogno di sfuggire, ma

solo vivere, con la grazia e l’incanto di chi ha imparato ad amare la fame, la malattia dunque i limiti dello stare. Immagine-cripta sacra, surreale e festosa, quella del loro matrimonio lì dove come in una giostra di suoni, colori e coriandoli, finiranno per scambiarsi meravigliosi propositi di poesia: “Essi si sarebbero svegliati e si sarebbero affrettati a

baciarsi l’un l’altro, affrettandosi ad amare, avendo coscienza che i giorni sono brevi, che era tutto quello che rimaneva loro. Si sarebbero affrettati ad amare per spegnere la grande tristezza che era nei loro cuori”, scriveva Dostoevskij. “Vogliamo tra le righe della poesia – scrivono gli autori dello spettacolo -, farci portavoce di una generazione

presa dai tarli cui è preclusa la possibilità di realizzare, con onestà e senza compromessi, le proprie ambizioni. Sentiamo pesante l’immortalità della tragica favola di Romeo e Giulietta lì dove nulla di vivo resta se non i vecchi, la cui faida e il cui egoismo, non il caso, hanno ucciso i giovani. Romeo e Giulietta potranno finalmente stare insieme ma solo nella cripta,

col loro amore per l’eternità nelle statue d’oro che i carnefici eleveranno a ricordo. Abbiamo voglia di sfidare il mito e celebrare il lieto fine nella vita, o quantomeno nella speranza della stessa, e non nella morte avendo avuto la paradossale e sacrale fortuna di toccarla in vita. Così tra le piccole e grandi, tra le giustificate e ingiustificate, paure di questo percorso di conoscenza chiamato vita, per gioco e incanto, ci si abbandona al sonno vero del sogno lì dove nasce la nuova Bianca vita, progenie che darà continuità al piccolo amore, sempre custodito in ogni cuore.” Testi, interpretazione e regia dello spettacolo sono di Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi, le scene e i costumi sono di Cinzia Muscolino, il disegno luci di Roberto Bonaventura. Informazioni e biglietti: biglietteria del Teatro Pergolesi 0731 206888. Inizio spettacolo ore 21.

quotidiano online

l’Altro giornale Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


22

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

MAROTTA E LA VALLE DEL CESANO

L’AGENDA DELLA VALLE DEL CESANO BARCHI Municipio: Piazza Vittorio Emanuele, 6 Tel: 0721.97152 www.comune.barchi.pu.it comune.barchi@provincia.ps.it Comunità montana Tel: 0721.74291 Ufficio postale Tel: 0721.97111 Croce Rossa Tel: 0721.721425 Guardia medica Tel: 0721.721252 Pro Loco Tel: 0721.978197 Carabinieri Tel: 0721.97258 CAGLI Municipio: Piazza Giacomo Matteotti, 1 Tel: 0721.78071 www.comune.cagli.ps.it municipio@comune.cagli.ps.it Comunità montana Tel: 0721.787431 Centro per l’impiego Tel: 0721.787278 Ufficio postale Tel: 0721.787282 Ospedale Tel: 0721.7921 (centralino) Pronto soccorso Tel: 0721.792201 Distretto sanitario Tel: 0721.792504 Guardia medica Tel: 0721.792203 Croce Rossa Tel: 0721.782112 Pro Loco Tel: 0721.787457 Carabinieri Tel: 0721.787321 Polizia stradale Tel: 0721.781754 Vigili del fuoco Tel: 0721.787222 Corpo forestale Tel: 0721.781212 Polizia municipale Tel: 0721.780744 FRATTE ROSA Municipio: Piazza Giacomo Matteotti, 11 Tel: 0721.777113 – 0721.777200 Fax: 0721.777253 www.comune.fratte-rosa.pu.it commune.fratte-rosa@provincia.ps.it Distretto sanitario n. 2 Tel: 0721.739720 Guardia medica Tel: 0721.732702 Pro Loco Tel: 0721.777476 – 0721.735289 www.fratterosa.org Carabinieri Tel: 0721.776810 – 0721.776564

Vigili del fuoco Tel: 0721.787222 Corpo forestale Tel: 0721.734705 Polizia municipale Tel: 0721.777200 – 0721.777113 FRONTONE Municipio: Piazza del Municipio, 19 Tel: 0721.786107 www.comune.frontone.pu.it Biblioteca comunale Tel: 0721.786107 Comunità montana Tel: 0721.787431 Fax: 0721.787441 www.cmcatrianerone.pu.it Informazioni turistiche turismofrontone@gmail.com Funivia Tel: 0721.786188 Pro Loco Tel: 0721.786302 – 338.3805478 www.comunedifrontone.it prolocofrontone@gmail.com Castello di Frontone Tel: 0721.790716 Ufficio postale Tel: 0721.786362 Carabinieri Tel: 0721.734807 Corpo forestale Tel: 0721.730150 Polizia municipale Tel: 0721.786107 MAROTTA Delegazione Anagrafe Tel: 0721.96513 Informazioni turistiche Tel: 0721.960504 turismo@comune.mondolfo.pu.it Stazione ferroviaria Tel: 0721.96335 – 0721.969258 Ufficio postale Tel: 0721.968045 Carabinieri Tel: 0721.96584 Polizia municipale Tel: 0721.960629 polizia.marotta@comune.mondolfo.pu.it MONDAVIO Municipio: Piazza Giacomo Matteotti, 2 Tel: 0721.97101 www.comune.mondavio.pu.it comune.mondavio@provincia.ps.it Mondavio Turismo www.mondavioturismo.it Pro Loco Tel: 0721.989098 www.mondavioproloco.it Museo civico Tel: 0721.97102 – 0721.977331 Rocca Roveresca Tel: 0721.97101 Ufficio postale Tel: 0721.97100

Distretto sanitario Tel: 0721.97120 Poliambulatorio Tel: 0721.97345 Guardia medica Tel: 0721.97120 Carabinieri Tel: 0721.97258 Corpo forestale Tel: 0721.39971 Polizia municipale Tel: 0721.977479 MONDOLFO Municipio: Via Giuseppe Garibaldi, 1 Tel: 0721.9391 – 800.407.171 Fax: 0721.959455 www.comune.mondolfo.pu.it Ufficio relazioni con il pubblico Tel: 0721.939266 urp@comune.mondolfo.pu.it Biblioteca comunale Tel: 0721.959677 Informagiovani Tel: 0721.958647 Ufficio postale Tel: 0721.957216 Poliambulatorio Tel: 0721.93681 Guardia medica Tel: 0721.9368872 Pro Loco Tel: 0721.955677 Carabinieri Tel: 0721.957232 Polizia municipale Tel: 0721.939249 pol.municipale@comune.mondolfo.pu.it MONTE PORZIO Municipio: Viale Cante di Montevecchio Tel: 0721.956000 Fax: 0721.956027 www.comune.monte-porzio.pu.it Associazione Monte Porzio Cultura Tel: 0721.956026 – 0721.955981 www.monteporziocultura.it Pro Loco Tel: 0721.955677 www.proloco-monteporzio.it Ufficio postale Tel: 0721.955118 Carabinieri Tel: 0721.955802 – 0721.955125 Polizia municipale Tel: 0721.956043 vigili@comune.monte-porzio.pu.it ORCIANO Municipio: Piazzale della Ripa, 1 Tel. 0721.97424 Fax: 0721.97425 www.comune.orciano.pu.it comune.orciano@provincia.ps.it Biblioteca comunale Tel: 0721.977412 Pro Loco Tel: 0721.977071

Ufficio postale Tel: 0721.97230 Carabinieri Tel: 0721.97258 Polizia municipale Tel: 0721.977580 PERGOLA Municipio: Corso Giacomo Matteotti, 53 Tel: 0721.7373233 Fax: 0721.736450 www.comune.pergola.pu.it protocollo@comune.pergola.pu.it Ufficio Turismo Tel: 0721.7373273 Biblioteca comunale Tel: 0721.778786 Informagiovani Tel: 0721.7373275 Comunità montana Tel: 0721.735701 Ospedale Tel: 0721.7321 (centralino) Pro Loco Tel: 0721.734496 www.prolocopergola.it Associazione Pergola Nostra www.pergolanostra.it Museo dei Bronzi dorati Tel: 0721.734090 – 0721.7373271 www.bronzidorati.com Ufficio postale Tel: 0721.73432 Carabinieri Tel: 0721.734807 Polizia stradale Tel: 0721.787305 Vigili del fuoco Tel: 0721.787222 Corpo forestale Tel: 0721.734705 Polizia municipale Tel: 0721.736708 – 0721.7373248 PIAGGE Municipio: Via Roma. 12 Tel: 0721.890131 Fax: 0721.890907 www.comune.piagge.pu.it comune.piagge@provincia.ps.it Ufficio postale Tel: 0721.890130 Ex guardia medica Tel: 0721.9898457 Carabinieri Tel: 0721.970005 SAN COSTANZO Municipio: Piazza Perticari, 20 Tel: 0721.951210 – 0721.951211 Fax: 0721.950056 www.comune.san-costanzo.pu.it comune@comune.san-costanzo.pu.it Biblioteca comunale Tel: 0721.950159 Ufficio postale Tel: 0721.950340 – 0721.958131 Guardia medica

Tel: 0721.882261 Pro Loco Tel: 0721.950110 www.prolocosancostanzo.it Teatro La Concordia Tel: 0721.950124 Carabinieri Tel: 0721.950105 Polizia municipale Tel: 0721.951218 – 0721.951237 SAN GIORGIO DI PESARO Municipio: Via Giuseppe Garibaldi, 62 Tel: 0721.970102 Fax: 0721.970289 www.comune.san-giorgio.pu.it commune.san-giorgio@provincia.ps.it Ufficio postale Tel: 0721.970135 Poliambulatorio Tel: 0721.98981 Ex guardia medica Tel: 0721.9898457 Pro Loco Tel: 0721.970209 proloco-sangiorgio@libero.it Carabinieri Tel: 0721.970005 Polizia municipale Tel: 0721.970102 SAN LORENZO IN CAMPO Municipio: Piazza Umberto I, 17 Tel: 0721.774211 Fax: 0721.776687 www.comune.sanlorenzoincampo.pu.it Ufficio postale Tel: 0721.776051 Pro Loco Tel: 0721.776479 www.proloco-sanlorenzo.it Carabinieri Tel: 0721.776810 Polizia municipale Tel: 0721.774216 SERRA SANT’ABBONDIO Municipio: Piazzale del Comune, 1 Tel: 0721.730120 Fax: 0721.730230 www.comune.serrasantabbondio.pur.it Comunità montana Tel: 0721.787431 www.cmcatrianerone.pu.it Ufficio postale Tel: 0721.730127 Pro Loco Tel: 0721.730657 www.ssabbondio.it Eremo di Fonte Avellana Tel: 0721.730118 www.fonteavellana.it Carabinieri Tel: 0721.734807 Corpo forestale Tel: 0721.730150 Polizia municipale Tel: 0721.730120

LE FARMACIE BARCHI Pierini Vittorio: Via Roma, 23 Tel: 0721.977076 CAGLI Purgotti: Piazza Matteotti, 2 Tel: 0721.787313 Berardi: Via Fonte del Duomo, 1 Tel: 0721.787230 Giacomucci: Via Pianello, 139

Tel: 0721.783101 FRATTE ROSA Canestrari: Piazza Matteotti, 13 Tel: 0721.777473 FRONTONE Battistini: Via Roma, 69 Tel: 0721.786122 MAROTTA Comunale: Via Ferrari, 16 Tel: 0721.969381

Fumarola: Via Litoranea, 122 Tel: 0721.96521 MONDAVIO Subissati: Viale San Francesco, 10 Tel: 0721.977391 Ambrosini: Via Cesanense, 88 Tel: 0721.979117 MONDOLFO Baffi Scoppa: Via XX Settembre Tel: 0721.957240

MONTE PORZIO Brilli: Viale C. di Montevecchio, 27 Tel: 0721.955131 ORCIANO Volta: Corso Matteotti, 83 Tel: 0721.97238 PERGOLA Domenichelli: Corso Matteotti, 32 Tel: 0721.778714 Del Corso: Corso Matteotti, 50

redazione@laltrogiornale.it

Tel: 0721.778289 Comunale: Via Don Minzoni, 88 Tel: 0721.734675 PIAGGE Comunale: Via Roma. 105 Tel: 0721.890172 SAN COSTANZO Scarponi: Corso Matteotti, 64 Tel: 0721.950238 Gambarara: Piazza IV Novembre

Tel: 0721.935003 SAN GIORGIO DI PESARO Tonti Maria Grazia: Via Roma Tel: 0721.970156 SAN LORENZO IN CAMPO Costantini: Viale R. Margherita, 20 Tel: 0721.776820 SERRA SANT’ABBONDIO Marra: Corso Dante Alighieri, 24


www.laltrogiornale.it

Mercoledì 27 Febbraio

l’Altro giornale

23

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

GLI APPUNTAMENTI

Via libera agli interventi sui tetti di Marconi, Bramante e Genga Ricci spiega il meccanismo: “Energia in cambio di manutenzione”. Dibattito sul Mamiani PESARO Entra Graziano Ilari (Pd) in consiglio provinciale: subentra alla dimissionaria Simonetta Romagna. L’assemblea dà il via libera agli interventi sui tetti degli istituti scolastici Bramante, Genga e Marconi di Pesaro (astenuti Pdl; Lega; Gianotti e Rognini del Gruppo misto). Operazione che Matteo Ricci definisce «energia in cambio di manutenzione». Così il presidente della Provincia: «E’ un’azione virtuosa che rientra nel piano scuola, un meccanismo che ci siamo inventati per fronteggiare la generale mancanza di risorse per le scuole degli enti locali. C’è un problema di infiltrazioni al Campus: un’azienda marchigiana interverrà sui tetti delle 3 scuole per la copertura, facendo manutenzione ordinaria per 25 anni. In cambio, tramite la cessione

del diritto di superficie, installerà un impianto fotovoltaico da 680 chilowatt per la produzione di energia pulita. In modo da potere rientrare dall’investimento. E’ un intervento unico nel panorama marchigiano». Nel dibattito, Giannotti nota che «c’è l’esigenza di riflettere in modo approfondito sulla prospettiva di trasferire al Campus alcune scuole della città. Sarebbe una scelta antieconomica e complicherebbe la viabilità dell’area. Consideriamo invece il riordino degli spazi all’interno degli istituti del centro». Ma Matteo Ricci: «Vogliamo creare urbanisticamente le condizioni per dare una prospettiva agli istituti, in attesa di una politica nazionale che restituisca finalmente fondi all’edilizia scolastica. La questione si ricollega al senso di responsabilità. Gli enti locali

Il presidente della Provincia Matteo Ricci

attualmente non hanno un soldo per l’edilizia scolastica. Questo tema diventerà un’emergenza nazionale». Va avanti Ricci: «C’è stata una valutazione su tutte le scuole della provincia: alcuni edifici hanno bisogno di interventi strutturali. Per il Mamiani servono due milioni e mezzo di euro: né la Provincia né il Comune hanno le risorse. Ma ripeto: dobbiamo creare comunque le condizioni per una prospettiva. Un’ipotesi possibile, se il Comune approva lo schema e inserisce il Mamiani nel piano di valorizzazione degli immobili pubblici, è utilizzare il valore della previsione residenziale al Campus scolastico (sull’area della Provincia già destinata al residenziale, ndr) ed eventualmente trasformare urbanisticamente l’edificio che attualmente ospita il Mamiani per

fare una nuova scuola». Quindi: «Cerchiamo risorse senza averne, per costruire una nuovo istituto. Orientando l’edilizia privata e commerciale nel costruito. Nel frattempo, la scuola ha problemi di spazi: stiamo ragionando per trovare già dal prossimo anno soluzioni sufficienti, con l’ipotesi dell’utilizzo del Mengaroni. Da un lato gestiamo i problemi imminenti, dall’altra cerchiamo di dare un orizzonte». Approvato il regolamento sulle concessioni di beni del demanio idrico (voto contrario di Giannotti; astenuti Perlini, Rossi e Falcioni del Pdl). In primo piano le questioni legate a approvvigionamenti, concessioni, misura dei consumi. L’assessore Tarcisio Porto: «L’atto fa parte del progetto strategico provinciale per le acque. I cardini? Semplificazioni per le utilizzazioni; messa in regola

delle situazioni non a norma, ma con valutazione della concessione per caso specifico; applicazione dei contatori per tutti ma, in parallelo, azione di miglioramento della norma regionale». Nel dettaglio: «I contatori sono rilasciati a volumi d’acqua giornalieri. Noi invece vogliamo, con la contabilizzazione dei litri consumati, migliorare l’efficienza del prelievo». E ancora: «Si tratta di regole che vengono unificate. L’atto si inserisce dentro il piano provinciale della pulizia degli invasi. Fa parte del progetto sul fiume Metauro per la riqualificazione volontaria e il contratto di fiume. E sta dentro la strategia del consorzio di bonifica per rendere il Foglia ancora più fruibile sul piano idraulico, idrico e sul lato del miglioramento ambientale nelle condizioni del reticolo geografico». (f.n.)

quotidiano online

l’Altro giornale Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


24

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

LA PROMOZIONE

“Amore per la bici”, Gabicce lancia un concorso fotografico Sono tante le iniziative parallele all’attesissima tappa del Giro d’Italia GABICCE Continuano le iniziative promosse da “Giro Gabicce 2013” il comitato organizzatore degli eventi e le iniziative parallele alla attesissima tappa del Giro d’Italia Gabicce-Saltara, in programma il prossimo 11 maggio. L’ultima iniziativa lanciata è l’interessante concorso fotografico dal titolo “#gabiccelovesbici”, un challenge su Instagram sul tema “Amore per la Bici” che intende raccogliere tutte le foto degli utenti che amano il mondo della bicicletta. “Il concorso nasce con l’obiettivo

di sottolineare ancora una volta l’amore e il legame che hanno sempre contraddistinto questa città con il mondo del ciclismo – commentano i responsabili del social media team e il presidente del comitato di tappa Mezzolani – e ci aspettiamo di ricevere tanti scatti e tanta partecipazione da parte di tutti”. Partecipare al concorso fotografico è facile, basta uno smartphone o un tablet, scattare una foto legata al ciclismo e al mondo delle due ruote e condividerla su Instagram con l’hashtag #gabiccelovesbici dal 23

febbraio al 15 maggio. Si può inviare una o più foto, non c’è limite alla passione fotografica “La passione per le bici, la cultura del trasporto su due ruote in tutto il mondo, la fatica dei campioni di oggi e del passato, i paesaggi e le tradizioni di chi ama da sempre il mondo del ciclismo e lo vive nello sport e nella vita di tutti i giorni – aggiunge il Presidente Mezzolani – tutto questo attraverso gli occhi degli Instagramers che amano e vogliono essere protagonisti del grande evento del Giro d’Italia a Gabicce Mare l’11 Maggio: quindi le biciclette in qualsiasi contesto,

le gare, la fatica, i percorsi, i trofei, il vostro amore per le due ruote e le vostre esperienze legate al mondo del ciclismo, i grandi eventi di oggi e di ieri”. Cosa si vince? Il primo premio

consiste in un soggiorno per un weekend per due persone a Gabicce Mare, nel periodo da concordare con la struttura alberghiera ospitante e pergamena Ma anche per il secondo e terzo

Fino al 16 marzo via Solferino chiusa di notte per lavori PESARO Da oggi e fino al 16 marzo, un

tratto di via Solferino resterà chiusa al traffico - esclusi i fine

settimana -, per i lavori di realizzazione della terza corsia

dell’autostrada A-14. Il tratto interessato è quello compreso tra

la rotatoria di Strada Fabbreccia e quella dell’Interquartieri e resterà

classificati numerosi altri premi. Le fotografie selezionate da una giuria composta dal Social Media Team, verranno esposte dal 1 giugno, in occasione della manifestazione Gusto Polis a Gabicce Mare, in un apposito spazio dedicato dall’Amministrazione comunale e i vincitori saranno premiati il 2 giugno in occasione della giornata conclusiva dell’iniziativa che raccoglie nel territorio gabiccese, le rappresentanze amministrative di 85 comuni provenienti da 6 regioni italiane, dalla Francia, dal Belgio e dalla Germania.

chiuso nelle ore notturne, dalle ore 21 alle 6 del giorno successivo. Il traffico verrà deviato su strada dei Cacciatori in entrambi i sensi di marcia.

quotidiano online

l’Altro giornale Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

25

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

L’INIZIATIVA

Promuovere cultura e turismo con delle soluzioni innovative Domani mattina, nella sala del consiglio provinciale di Pesaro, si terrà un workshop gratuito per gli operatori nell’ambito del progetto Adriamuse PESARO Aiutare gli operatori turistici, i musei e gli istituti culturali a sviluppare soluzioni innovative per aumentare e attrarre nuovi visitatori e utenti. E’ l’obiettivo del progetto europeo “Adriamuse”, che intende valorizzare la cultura e le tradizioni del mare dentro e fuori i musei. L’assessorato alla Cultura della Provincia di Pesaro e Urbino, che aderisce al progetto, ha promosso per l’intera giornata di domani, giovedì 28 febbraio, nella sala del consiglio provinciale “W.Pierangeli di Pesaro” (viale Gramsci 4), un workshop gratuito rivolto a tutti gli operatori del settore cultura e turismo, dal titolo “Cultura e turismo fanno strategia: dall’informazione alla conoscenza, nuovi processi di promozione e valorizzazione del patrimonio

culturale”. L’appuntamento, che inizierà alle ore 9, proporrà esempi di buone pratiche per collegare meglio domanda e offerta di turismo culturale, soffermandosi sull’importanza della Ict (Information ed communications tecnology) nel passaggio dalla

semplice informazione alla condivisione della conoscenza, approfondendo anche gli aspetti della comunicazione e promozione attraverso gli strumenti più innovativi. Dopo i saluti del vice presidente e assessore alla Cultura Davide Rossi e dell’assessore al Turismo

Renato Claudio Minardi, il workshop, coordinato dal dirigente del Servizio Cultura e Turismo Massimo Grandicelli, prenderà il via con l’analisi delle strategie messe in campo dalla Provincia di Campobasso per lo sviluppo integrato del sistema turistico – culturale (interverrà la

dirigente Cultura e Turismo Gabriella Santoro), per poi lasciare la parola alla responsabile del Servizio Musei Istituto Beni culturali dell’Emilia Romagna Laura Carlini su “Adriamuse: il museo fuori dalle mura”, con la presentazione del Rapporto buone pratiche. Maria Lucia De Nicolò dell’Università di Bologna, responsabile scientifica del progetto “Adriamuse” per la Provincia di Pesaro e Urbino, si soffermerà sull’Ecomuseo del litorale pesarese, mentre Monica Benedetti, direttore d’area della Comunità Montana Alto e Medio Metauro di Urbania, presenterà il progetto “Distretto culturale evoluto Urbino e il Montefeltro”, di cui è responsabile. Si parlerà anche dei sistemi e delle reti culturali create nella provincia di Pesaro e Urbino e della

“cooperazione come strategia”, mentre Vincenzo Giannotti dell’Iuav interverrà su “Il web semantico: uno strumento Ict strategico per la cultura”, con conclusioni dell’assessore alla Cultura Davide Rossi. Il workshop riprenderà alle ore 15 con il responsabile Servizio Turismo e Iat della Provincia Ignazio Pucci che parlerà di “Turismo e cultura fanno economia: scenari, strumenti e metodi per una promozione strategica del territorio”. Orietta Del Bianco della cooperativa “Sistema Museo” evidenzierà l’esperienza di “Viaggiarte: percorsi multimediali nella provincia di Pesaro e Urbino”, per poi lasciare spazio al dibattito e alle conclusioni dell’assessore al Turismo Renato Claudio Minardi. (g.r.)

quotidiano online

l’Altro giornale Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


26

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

L’INCONTRO

A lezione di cinema e vita dal Maestro Pupi Avati Oggi a Urbino un’occasione da non perdere per conoscere l’uomo e il regista URBINO A lezione di Cinema da un maestro come Pupi Avati, un’icona vivente della scena italiana. Il regista sarà all’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo oggi, mercoledì 27 febbraio, alle ore 12 (aula magna Palazzo Battiferri - via Saffi, 42). Bolognese, nato il 3 novembre 1938, Giuseppe Avati, detto Pupi si laurea in Scienze Politiche, ma insegue fin da ragazzo il sogno del cinema, frequentando corsi di regia e cimentandosi con la macchina da presa nel 1968, anno d’esordio in cui firmava Balsamus, l’uomo di Satana. Considerato uno dei più importanti registi, sceneggiatori e produttori (con il fratello Antonio) del panorama cinematografico italiano, Pupi Avati ha diretto trentanove film e vinto due David di Donatello, sei Nastri d’Argento e due Globi d’Oro. Tra le sue opere ricordiamo La casa dalle finestre che ridono (1976), Una

gita scolastica (1983), Regalo di Natale (1986), Storia di ragazzi e ragazze (1989), La via degli angeli (1999), Il cuore altrove (2003), La seconda notte di nozze (2005), Il papà di Giovanna (2008), Una sconfinata giovinezza (2010), Gli amici del bar Margherita (2009), Il figlio più piccolo (2010), Una sconfinata giovinezza (2010) Il cuore grande delle ragazze (2011) girato quasi interamente nelle Marche, a Fermo. L’ultimo lavoro di Pupi Avati non lo vedremo al cinema ma in tv: si tratta di Un matrimonio, la fiction in sei puntate che andrà in onda dal 18 aprile 2013 su Rai 1. Il regista racconterà una storia d’amore ambientata nella sua Bologna. A Urbino Pupi Avati, assieme al prof. Bernardo Valli e al rettore Stefano Pivato, ripercorrerà la sua lunga carriera tra aneddoti, storie, riflessioni e curiosità del grande amore della sua vita: il cinema.

L’incontro con Pupi Avati sarà un’occasione da non perdere per conoscere l’uomo e il regista, per

sapere gli aspetti nascosti dei suoi lavori più apprezzati, per avvicinarsi ai suoi film ma anche

per capire in che direzione si sta muovendo il cinema italiano. Al termine dell’incontro il rettore

Stefano Pivato consegnerà al regista il Sigillo d’Ateneo.

l’Altro giornale quotidiano online

La collaborazione è aperta a tutti Invia comunicati e foto a redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

Mercoledì 27 Febbraio

l’Altro giornale

27

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

TURISMO

La Terra del Duca alla conquista del mercato turistico europeo Il progetto è stato presentato con successo anche alla Fiera di Monaco di Baviera PESARO Da Milano a Monaco. Dopo la Borsa Internazionale del Turismo di Milano, il progetto La Terra del Duca che propone itinerari turistici nel territorio dei comuni di Pesaro, Gubbio Urbino e Senigallia, è stato promosso alla F.re.e di Monaco di Baviera. Per il Comune di Pesaro era presente alla conferenza stampa organizzata dall’Enit (Agenzia Nazionale del Turismo) e dalla Regione Marche, Davide Venturi, responsabile dell’unità organizzativa turismo che ha colto l’occasione per presentare anche un filmato dedicato alla Notte Bianca dei Bambini di Pesaro, l’evento di punta del nostro calendario estivo che si svolge a Pesaro il 14 e 15 giugno 2013 (www.mezzanottebiancadeibambini.it). Hanno partecipato, alla presenza di giornalisti specializzati e operatori turistici internazionali, anche Filippo Scammacca del Murgo, Console Generale d’Italia a Monaco e Riccardo Strano, direttore Enit per i Paesi in lingua tedesca. E’ stato anche proiettato il video della Terra del Duca del regista Lorenzo Cicconi

Massi, otto minuti di immagini poetiche alla scoperta di un paesaggio che ha fatto da sfondo ai capolavori della pittura da Piero della Francesca a Leonardo da Vinci. La Terra del Duca, l’antico Ducato di Montefeltro si trova nel cuore della nostra penisola, a cavallo tra Marche e Umbria. Si estende dagli Appennini al litorale adriatico, tra morbide colline e città ricche di storia e di cultura e propone una vacanza unica nel panorama dell’offerta turistica italiana per la presenza di tante città ideali, plasmate dagli otto Duchi di Montefeltro e Della Rovere che la governarono dal 1375 al 1631. La F.re.e di Monaco di Baviera, che quest’anno si è svolta dal 20 al 24 febbraio 2013, è la fiera di servizi e prodotti turistici più grande della Germania del sud. Una prestigiosa vetrina per far scoprire le meraviglie della Terra del Duca (www.terradelduca.it).

Urbino, con Pesaro, Gubbio e Senigallia, alla conquista dei mercati turistici europei

quotidiano online

l’Altro giornale La collaborazione è aperta a tutti Invia comunicati e foto a redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


28

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

Il piacere di leggere

l’Altro giornale quando vuoi dove vuoi Ed è gratis! www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

29

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

IL FESTIVAL

“Irlanda in festa” a marzo c’è il gran ritorno ad Urbino Dal 6 al 17 ristorante tipico, spazio concerti con gruppi internazionali, danza, artigianato. L’associazione Orfeo: “Chiunque può sostenere il nostro progetto” URBINO Dopo il successo dello scorso anno, torna ad Urbino “Irlanda in Festa”, il festival dedicato alla cultura, alla musica ed alla cucina irlandese che nel 2012 ha visto la presenza di oltre 20mila persone in cinque giorni. Dal 6 al 17 marzo, i suoni, i colori ed i sapori d’Irlanda animeranno le serate nella tensostruttura riscaldata di Borgo Mercatale, (2000 metri quadrati), con la presenza di un ristorante di cucina tipica irlandese (i cuochi arriveranno direttamente da Cork) e di un’area concerti con musica folk e tradizionale irlandese con gruppi internazionali. Previsti anche eventi sportivi, stage di danza celtica, artigianato celtico e locale, e l’immancabile Guinness. Navette e bus provenienti da altre città della provincia e da fuori regione accompagneranno

appassionati e curiosi all’appuntamento, ad ingresso gratuito. Ideata dal rock Club bolognese “Estragon”, la rassegna approda per il secondo anno consecutivo ad Urbino (dopo la straordinaria esperienza degli scorsi anni a Bologna) grazie all’organizzazione dell’associazione culturale “Orfeo” ed al patrocinio di vari enti (Comune di Urbino, Provincia di Pesaro e Urbino, Regione Marche, Università di Urbino, Camera di Commercio e Ambasciata d’Irlanda) e la collaborazione di Confcommercio, Confesercenti, Asscom Commercianti Urbino. Un festival per giovani, famiglie, studenti e turisti provenienti da ogni parte d’Italia, che necessita però di coprire varie spese di organizzazione. Per questo

l’associazione “Orfeo” ha deciso di far ricorso al “crowdfunding”, un sistema di raccolta fondi che fa appello ai cittadini affinché possano donare risorse (in particolare attraverso il web), contribuendo così allo sviluppo

del progetto, sentendosi parte dello stesso. “Tutti i volontari che si impegnano nell’organizzazione del Festival – evidenzia l’associazione Orfeo – lavorano gratuitamente. C’è un grosso investimento in comunicazione,

essenziale per l’impatto mediatico che un progetto di questa natura deve avere. Chiediamo l’aiuto di tutti per sostenere un progetto che contribuisce ad implementare le attività culturali e le presenze di giovani e turisti ad Urbino”. Altre

info sulla manifestazione: http:// www.irlanda-in-festa.it/urbino. Per partecipare con le proprie donazioni ci si può collegare al sito http://www.eppela.com/ita/ projects/318/irlanda-in-festa-aurbino

l’Altro giornale

quotidiano online

La collaborazione è aperta a tutti Invia comunicati e foto a redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


30

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

LA RECENSIONE

“Due di noi”, un vorticoso trasformismo di Savino e Solfrizzi Tanto pubblico al Teatro della Fortuna di Fano per due big della televisione

di GIOSETTA GUERRA I personaggi resi noti dal piccolo schermo hanno un punto di attrazione in più quando si presentano a teatro. Il teatro della Fortuna di Fano era tutto esaurito per la commedia Due di noi di Michael Frayn, con Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi resi noti dalle fictions televisive Nonno libero e Tutti pazzi per amore. La versatilità di questi due attori è stata alla base di una serie di equivoci e travestimenti previsti dal copione, che richiedevano vivacità d’azione, velocità nei cambi, apertura e chiusura frenetica di porte e finestre, entrate ed uscite lampo, dialoghi fittizzi con personaggi immaginati fuori scena. E sì, perché loro due dovevano raccontare le paradossali

situazioni di cinque persone. La commedia è l’insieme di tre atti unici, ambientati in un interno a due piani, di cui solo il primo è visibile e il secondo è intuibile al termine di una scala laterale. Nel primo atto, intitolato Black and Silver (nero e argento), il sipario si apre su una camera da letto con pareti verdi e coperta di ciniglia rosa, la stessa camera dove la coppia aveva trascorso la luna di miele, ma, invece di riprendersi dallo stress, non riesce neanche a dormire a causa di un pargoletto insonne relegato nel bagno dentro la sua carrozzina. Su e giù dal letto per tutta la notte, lui in pigiama, stralunato e insofferente, con mimica facciale e gestuale caricata, fa cadere gli oggetti e agita con violenza la carrozzina, lei in camicia da notte e capelli neri, delusa e apatica, sa

solo rispondere “Sì” o “Non lo so”; invece di amoreggiare litigano, mentre dall’altra camera d’albergo si sentono i gemiti di due che fanno sesso. La scena è piuttosto monotona e ripetitiva, l’attorialità dei due è nel gesto, nella deambulazione, nell’espressività. La seconda parte, intitolata Mr Foot (Signor Piede), mostra marito e moglie un po’ invecchiati, lui coi capelli grigi e il giornale, lei coi capelli biondastri, vestito a righe, occhiali rossi, una bottiglia e un bicchiere in mano, seduti in salotto, comunicano un senso di stanchezza e d’incapacità di comunicare, la loquacità di lei, sempre un po’ brilla, si scontra con il silenzio di lui, o meglio con le mosse della faccia di lui e col movimento espressivo del suo piede.

Testo piuttosto noioso. I ruoli sono fortemente caratterizzati dai due bravi attori. La terza parte, intitolata Chinamen, è un vero e proprio atto di virtuosismo scenico. Si svolge nella sala da pranzo con tavola apparecchiata e i due protagonisti devono trovare mille escamotages per gestire una cena alla quale hanno per errore invitato una coppia di amici da poco separati e il nuovo boyfriend dell’amica separata. E quindi scatta il meccanismo della comicità tra situazioni assurde e incresciose, gags comiche e a volte volgarotte, risatazze forzate di lui, travestimenti, personaggi che entrano ed escono, che si chiudono in bagno o che vengono chiusi in garage, tentativi di evitare incontri imbarazzanti, un vorticoso andirivieni dei cinque personaggi

con apertura e chiusura di porte, interpretati, ovviamente, solo da Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi. Due attori per cinque personaggi. La Savino vestita di verde e coi capelli rossi come padrona di casa, si presenta vestita da hippy coi capelli lunghi lisci e occhiali quando impersona Alex, l’amico dell’amica, indossa poi un mini abito in lamè, una parrucca riccia bionda e stivali quando deve entrare come l’amica di Alex, ovvero la moglie separata del loro amico; Solfrizzi è un composto padrone di casa coi capelli castani lisci e appiccicati alla testa, ha una giacca gialla e un mazzolino di fiori in mano per fare l’amico separato, riccioluto e un po’ brillo, ma gli ingressi di questi personaggi sono continui e a intermittenza e si può immaginare la frenesia dei cambiamenti dei due attori dietro

le quinte per non interrompere il ritmo della commedia. La loro versatilità e la loro bravura si esprime soprattutto nel vorticoso trasformismo, nell’isterismo di discorsi senza senso e nel crescendo di equivoci di questo dinamico terzo atto, che ci ha divertiti molto, nonostante la difficoltà ad udire tutte le parole del testo, sia perché molte battute venivano pronunciate fuori campo o con la faccia rivolta dietro le quinte, sia perché gli attori non erano microfonati, sia per la mia posizione piuttosto scomoda anche per la visione. Scene di Antonio Panzuto, costumi di Barbara Bessi, disegno luci di Alessandro Verazzi. Produzione di Roberto Toni per ErreTiTeatro30 Teatro Stabile di Firenze in collaborazione cin LeArt

Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

Mercoledì 27 Febbraio

l’Altro giornale

31

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

L’APPUNTAMENTO

Gassman mette in scena un imponente Riccardo III Lo spettacolo viene proposto anche questa sera al Teatro della Fortuna di Fano FANO “Un Riccardo gigantesco, fuori scala rispetto agli altri attori e alla scena, costretto a chinarsi per potersi specchiare, per passare da una porta o per guardare qualcuno negli occhi. Ho già le scarpe adatte, dice sorridendo”. Così racconta Vitaliano Trevisan che ALESSANDRO GASSMANN immaginava il “suo” R III RICCARDO III di Shakespeare di cui è protagonista, ideatore della scena, regista nonché produttore in quanto direttore del Teatro Stabile del Veneto. Lo spettacolo ha debuttato il 19 febbraio a Padova e da lì è arrivato direttamente al Teatro della Fortuna di Fano. Ieri sera il primo spettacolo, questa sera la replica (inizio ore 21), nell’ambito di FanoTeatro, stagione di prosa della Fondazione Teatro della Fortuna in collaborazione con AMAT, con il sostegno di MIBAC e Regione Marche e con

il patrocinio di Provincia di Pesaro e Urbino. Uno spettacolo importante e maturo come importante e matura sembra essere, ora come mai, la vita sia professionale sia personale di Alessandro Gassman che negli ultimi sei mesi ha raggiunto e aggiunto una serie di traguardi alla sua già consistente attività. Figlio d’arte per eccellenza, a 17 anni debutta nel cinema con Di padre in figlio, film autobiografico del grande Vittorio Gassman, suo padre, e di lì a poco in teatro, sempre affiancato dal padre, ne I misteri di Pietroburgo di Dostoievsky. Da allora ha costruito con attenzione, sapienza e un’utile dote di umiltà la sua carriera di attore di cinema, teatro e televisione confermando anno dopo anno il suo talento. Nel 2002 sceglie di sdoppiare il proprio ruolo sulla scena e debutta nella sua prima regia teatrale La forza dell’abitudine di Bernhard,

Alessandro Gassman seguiranno poi La parola ai giurati, Roman e il suo cucciolo di Povod, Immanuel Kant di Bernhard, Dio e Stephen Hawking di Hawdon, L’oscura immensità della morte di Carlotto e infine Riccardo III. Lo scorso novembre due nuovi cimenti: esce il suo libro autobiografico, Sbagliando l’ordine delle cose, ed esordisce come film maker al Festival Internazionale del Film di Roma con Razzabastarda, versione

cinematografica di Roman e il suo cucciolo, dal prossimo aprile nelle sale. Alessandro Gassmann affronta quindi per la prima volta Shakespeare. Una decisione non facile – come egli stesso spiega - a causa della “incombenza di gigantesche ombre familiari” che gli suscitavano “un approccio timoroso”, ma anche ad una “difficile sintonia con un linguaggio complesso e articolato” che nelle traduzioni risultava “oscuro e arcaico”. Dubbi svaniti dopo l’incontro con Trevisan, a cui affida traduzione e adattamento: “ci siamo trovati concordi nell’idea di trasmettere i molteplici significati di questo capolavoro attraverso una struttura lessicale diretta e priva di filtri, che ne restituisse la complessità, la forza, la bellezza, la straordinaria attualità.” Il dramma racconta la vita e la morte del malvagio e deforme re

Riccardo III, e della sostituzione sul trono inglese dei Plantageneti a vantaggio dei Tudor. “Il ‘nostro’ Riccardo – continua Gassmann col suo violento furore, la sua feroce brama di potere, la sua follia omicida, la sua ‘diversità’ dovrà colpire al cuore, emozionare e coinvolgere il pubblico di oggi (mi auguro in gran parte formato da giovani), trasportandolo in un viaggio affascinante e tragico, attraverso le pieghe oscure dell’inconscio e nelle ‘deformità’ congenite dell’animo umano.” Produttori con lo Stabile del Veneto anche Teatro Stabile Torino e Società per Attori con la partecipazione di Lugano In Scena. Insieme a Gassmann, nel ruolo del titolo, vi sono Mauro Marino (Edoardo, Stanley e Margherita), Giacomo Rosselli (Rivers e Catesby), Manrico Gammarota (Tyrrel), Emanuele Maria Basso (Carceriere, Richmond e Vescovo), Sabrina Knaflitz, attrice

austriaca, dal 1998 moglie dello stesso Gassmann, nel ruolo di Anna, Marco Cavicchioli (Clarence, Hastings e Messaggero), Marta Richeldi (Elisabetta), Sergio Meogrossi (Buckingham) e la partecipazione di Paila Pavese nel ruolo della Duchessa di York. Le scene sono di Gianluca Amodio, i costumi di Mariano Tufano, le musiche originali di Pivio& Aldo De Scalzi e le videografia di Marco Schiavoni. Info e biglietti: Botteghino Teatro della Fortuna, tel. 0721.800750, botteghino@teatrodellafortuna.it. Biglietterie Circuito AMAT di Pesaro, tel. 0721.1836768; per info altri punti vendita Circuito Amat, tel. 071.2072439. Vendita online www.vivaticket.it o attraverso Pagine Gialle chiamando il numero 89.24.24; punto vendita Vivaticket a Fano, “I Love Fano”, Piazza Costanzi, 16, tel. 338.5206896.

l’Altro giornale quotidiano online

Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


32

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Con le notizie e le opinioni scritte dai lettori www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

33

ARTE CULTURA SPETTACOLI

LA CERIMONIA

Marcolini ricorda Zampetti a due anni dalla scomparsa ANCONA Due anni fa se ne andava Pietro Zampetti, illustre storico dell’arte. In questa occasione e in concomitanza con il primo centenario della sua nascita, la sua figura e la sua importanza in ambito culturale saranno ricordate, il prossimo 15 marzo, con un evento in Regione, a Palazzo Li Madou. Ad annunciarlo è l’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini, che così commenta: “La scomparsa di Zampetti ha rappresentato per tutta la comunità regionale una grande perdita, ma anche l’esigenza, che implica un dovere, d’interrogarci su quanto abbiamo fatto o stiamo facendo e quanto ancora c’è da fare perché il nostro patrimonio storico-artistico e più in generale la cultura abbiano nella società il posto che meritano.

Non solo, quindi, una riflessione che si misura con il lascito di una grande eredità di studi e d’impegno ma anche lo stimolo a rilanciare una scommessa collettiva per fare della cultura lievito civile, morale e di progresso e, al contempo, occasione per un nuovo sviluppo e nuova economia”. “Dalla sua biografia quasi centenaria (1913-2011) – continua Marcolini - emerge tutta la ricchezza e la complessità della sua personalità: dal funzionario dello Stato, pronto a mettere a rischio la propria personale incolumità per ‘salvare’ i capolavori del passato, al docente universitario, attento divulgatore di un sapere costruito anche attraverso un confronto diretto con il ricco patrimonio artistico marchigiano; dal Direttore del Centro Regionale per i Beni Culturali, prodigo di suggerimenti

Il professor Pietro Zampetti sarà ricordato dall’assessore regionale Pietro Marcolini e convinto assertore della necessità di valorizzare artisti, luoghi e istituzioni marchigiane ad Assessore alla Cultura del Comune di Ancona; dai prestigiosi riconoscimenti, ai titoli accademici. “Ciò che traspare dalla sua attività è la convinta adesione ai valori di una cultura consumata nello

studio e nella ricerca ma anche nell’ organizzazione e nella divulgazione delle conoscenze. Una generosa attitudine alla condivisione, scandita da innumerevoli iniziative e mostre, di cui si è fatto promotore, tutte curate con passione e competenza e destinate in egual misura a valorizzare celebri artisti del

passato e giovani artisti di talento del presente. “Quello che, invece, i dati biografici non possono raccontare è il valore dello studioso, capace di indagare con pazienza e tenacia nella profondità dei dipinti per arrivare a sciogliere l’enigma di un’attribuzione; è l’arguta intelligenza di un uomo che ha saputo dialogare, con eguale semplicità e rigore, con i ‘suoi studenti’ e con i più accreditati studiosi, con gli amici e i più alti esponenti della politica internazionale. Con molti, uomini ed istituzioni, ha collaborato dando vita ad iniziative che hanno scritto la storia artistica del nostro territorio regionale, contribuendo a creare un clima di stima e reciproca fiducia, con altri ha condiviso tensioni e accesi dibattiti, a tutti ha offerto, con un sorriso e rassicuranti

parole, l’entusiasmo della ricerca e la saggia visione della suaesperienza. “Il segno di tutto questo resta, oggi, certamente nel ricordo di chi con lui si è confrontato e ha lavorato, nelle azioni compiute ma, soprattutto, nei numerosissimi scritti, che hanno contribuito a far conoscere l’arte delle e nelle Marche e a ‘riscoprire’ artisti come Simone De Magistris, Lorenzo Lotto o Carlo Crivelli. “Dalle sue opere e dai suoi saggi, che per tanti hanno rappresentato il prendere coscienza e consapevolezza della ricchezza della storia dell’arte della nostra regione, ricaviamo un insegnamento ancora attuale, che ci invita a rinnovare la gratitudine verso il lavoro dello studioso ma anche l’impegno nel segno della cultura come risorsa, come valore”.

Nella platea delle Marche fino al 3 marzo Questi gli appuntamenti nella platea delleMarche fino al 3 marzo FANO | mercoledì 27 febbraio Teatro della Fortuna ore 21.00 ALESSANDRO GASSMANN R III - RICCARDO TERZO di William Shakespeare regia Alessandro Gassmann MACERATA | giovedì 28 febbraio Teatro Lauro Rossi ore 21.00 SANDRO LOMBARDI, ELENA GHIAUROV, IAIA FORTE UN AMORE DI SWANN di Marcel Proust regia Federico Tiezzi MACERATA | venerdì 1 marzo

Teatro Lauro Rossi ore 21.00 SANDRO LOMBARDI, ELENA GHIAUROV, IAIA FORTE UN AMORE DI SWANN di Marcel Proust regia Federico Tiezzi PORTO SANT'ELPIDIO | venerdì 1 marzo Teatro delle Api ore 21.15 CLAUDIO SANTAMARIA, FILIPPO NIGRO OCCIDENTE SOLITARIO di Martin McDonagh regia Juan Diego Puerta Lopez CORINALDO | sabato 2 marzo Teatro Goldoni ore 21.15

CORRADO TEDESCHI, BENEDICTA BOCCOLI VITE PRIVATE di Noel Coward regia Gianni De Feudis FABRIANO | sabato 2 marzo Teatro Gentile ore 21.00 AMANDA SANDRELLI OSCAR E LA DAMA IN ROSA di Éric-Emmanuel Schmitt regia Lorenzo Gioielli MONTE SAN VITO | sabato 2 Teatro Condominale La Fortuna ore 21.00 COMPAGNIA CARULLOMINASI, IL CASTELLO DI SANCIO PANZA

DUE PASSI SONO regia, testi e interpretazione Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi RECANATI | sabato 2 marzo Teatro Persiani ore 21.00 MUSICULTURA Concerto dei finalisti SENIGALLIA | sabato 2 marzo Teatro La Fenice ore 21.00 FLAMENQUEVIVE BATTITO Tre anime, una pulsione unica direzione artistica e regia Gianna Raccagni ANCONA | domenica 3 marzo Teatro Studio Alla Mole ore 21.00

LUNA DANCE THEATER L'AMORE TORNA coreografia di Simona Ficosecco POLLENZA | domenica 3 marzo Teatro Verdi ore 21.15 CORRADO TEDESCHI, BENEDICTA BOCCOLI VITE PRIVATE di Noel Coward regia Giovanni De Feudis SAN LORENZO IN CAMPO | domenica 3 marzo Teatro Tiberini ore 17.00 COMPAGNIA DEL SERRAGLIO MIRTILLO, PIZZICO E LA CROSTATA

SANT'ANGELO IN PONTANO | domenica 3 marzo Teatro Angeletti ore 17,00 TEATRO SOVVERSIVO DREAM THEATRE URBINO | domenica 3 marzo Teatro Sanzio ore 17.00 COMPAGNIA BURAMBÒ L'ELEFANTE SMEMORATO E LA PAPERA FICCANASO -----------------I programmi possono subire variazioni per cause non dipendenti dagli organizzatori. Si consiglia di verificare gli aggiornamenti nel sito www.amatmarche.net

Chiedi di ricevere ogni mattina una copia gratuita sul tuo computer Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


34

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LO SPORT

LA MANIFESTAZIONE

Giovani tennisti crescono Successo del torneo di Pesaro Eccellente conclusione del Trofeo Ornamobil organizzato dal Ct Baratoff PESARO Federico Mazzarini (AT Ancona), Leonardo Primucci (Riviera Conero Ancona), Viola Mandozzi (Tennis Team Senigallia), Emiliano Maggioli (CT Montecchio), Elena Omiccioli (CT Fano), Federico Mazzarini dell’AT Ancona e l’eugubina Maria Rebecca Frondizi mettono il loro nome nel qualificato albo d’oro del torneo nazionale giovanile, Trofeo Ornamobil, del CT Baratoff di Pesaro, giunto all’edizione numero 25, vera rassegna del tennis giovanile. Una bella manifestazione, ben diretta dal giudice-arbitro Luciano Contardi, a cui anno preso parte 131 giovani promesse provenienti da alcune regioni italiane. Tra i più piccoli, ma non i meno motivati (gli under 10), l’anconetano Primucci ha battuto in finale(6-4 6-3) Matteo Uguccioni del CT Fano.In

semifinale Federico Roberti e Marco Cinotti (CT Fano). Tra le ragazze Viola Mandozzi si

è imposta, 7-5 6-4, a Nicole Ciciliani del CT Moie (in semifinale Sofia Paglioni (Moie) e

Elisa Ridolfi del Baratoff Pesaro. Salendo d’età, under 12, Emiliano Maggioli ha superato con un

duplice 6-3 Jacopo Sottocornola dell’AT Ancona, che aveva battuto d’un soffio (12-10 al super tie-

break) il sorprendente under 10 Luca Nardi del Baratoff. L’altro semifinalista è stato Edoardo Vittori del CT Porto San Giorgio. Elena Omiccioli, invece, ha battuto in due serrate partite (7-6 7-5) Aurora De Filippi del CT Fano, che si era imposta, in semifinale, al tie break alla sambenedettese Martina Milani). Tra le prime quattro anche Linda Canestrari del CT Pesaro. Infine nel tabellone più numeroso, quello under 14 maschile, Federico Mazzarini si è imposto senza giocare visto il forfait, causa influenza, del suo avversario Giacomo Giunta del Baratoff. In semifinale Davide Buttarini del CT Fermignano ed Andrea Militi Riboldi del CT Gubbio. Tra le ragazze affermazione di M.Rebecca Frondizi su Anastasia Pingerelli del CT Lanciano per 62 6-4. In semifinale Alessia Cecchi e Sara Gregoroni.

l’Altro giornale quotidiano online

L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

Mercoledì 27 Febbraio

l’Altro giornale

35

LO SPORT

ATLETICA

Ai campionati italiani nuovo exploit dell’Avis Macerata Eleonora Vandi ha rivinto il tricolore e vola in maglia azzurra MACERATA Un tricolore tinto di azzurro quello vinto da una bravissima Eleonora Vandi al Banca Marche Palas di Ancona dove la fortissima mezzofondista dell’AVIS Macerata ha scritto un’altra stupenda pagina di sport. Nella gara dei metri 1000 delle categoria allieve lei, campionessa italiana uscente, ha saputo trovare la forza per confermarsi sul gradino più alto del podio, spazzando via i tanti dubbi che l’influenza della scorsa settimana le avevano lasciato. Gara tattica e un gran finale per l’atleta bianco-rossa che con 250 metri finali veramente travolgenti si è imposta su una qualificata concorrenza. Il palmares dell’Atletica AVIS Macerata si arricchisce del suo 45° titolo tricolore. Il Commissario Tecnico della Nazione giovanile Stefano Baldini, che l’ha premiata, non ha avuto dubbi, il posto in squadra nella nazionale juniores che sabato prossimo 2 marzo affronterà le rappresentative di Francia e Germania proprio in Ancona spetta a lei anche se è allieva, replicando la scelta dello scorso anno quando fu chiamata a Val de Reuil (FRA) a esordire con la maglia Italia. E’ la 71^ maglia azzurra dell’Atletica AVIS Macerata. Di Eleonora Vandi si sa già tutto. Allenata dai genitori Valeria Fontan e Luca Vandi, azzurri degli anni 80 (la mamma nei 400 e il papà nei 1500) è uno dei più brillanti giovani talenti dell’atletica leggera italiana, proveniente dal vivaio dell’AVIS

Eleonora Vandi premiata da Stefano Baldini A destra Paola Spina, sotto Emanuele Salvucci Fano-Pesaro, è al 5° titolo in carriera. Nella stessa gara un’altra giovanissima mezzofondista, Diallo Mamadou Binta, seguita da Maurizio Iesari, con il tempo di 3"06"30, è giunta 8^.. Fra le juniores una conferma importante per tutto il settore femminile, uno splendido settimo posto per Paola Spina. L’allieva di Sergio Biagetti era felicissima all’arrivo perché il piazzamento è stato coronato anche dal nuovo record sociale indoor nei 60 piani. La brava velocista avisina ha infatti superato le batterie, le semifinali con il 4° tempo assoluto ed è qui che ha toccato il cielo con un dito perché con 7"77 ha

realizzato il personal best. In finale poi ha un po’ pagato lo sforzo dei tre turni Nel frattempo rientrava da Lucca Emanuele Salvucci con il bronzo ottenuto nel giavellotto junior nel Campionato Italiano lanci lunghi con m. 54,27, in una gara disputatasi sotto la fredda pioggia di questo fine settimana; ha potuto assistere al buon 5° posto del suo compagno di allenamento Alessamdro Cavalieri, anche lui allievo di Stefano Salvucci, nella gara del peso junior dove ha ottenuto 14.71. A questi exploit si deve aggiungere il 6.66 nel salto in lungo allievi con cui Nicola Cesca ha ottenuto sabato un prezioso 7° posto che rappresenta il nuovo record indoor dell’atleta allenato da Luca Ciaffi.

Chiedi di ricevere ogni mattina una copia gratuita sul tuo computer Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


36

l’Altro giornale

Mercoledì 27 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Se ti piace consiglialo ai tuoi amici

E’ gratis! www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it

l'Altro giornale di mercoledì 27 febbraio 2013  

l'Altro giornale di mercoledì 27 febbraio 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you