Page 1

Se ti piace presentalo ai tuoi amici E’ gratis!

l’Altro

www.laltrogiornale.it

Quotidiano online delle Marche - Direttore Elpidio Stortini

edizione del mattino

Anno I - N. 17 Martedì 19 Febbraio 2013

giornale

SIGNIFICATIVO INCONTRO TRA SPACCA E MATTIOLO

Una grande regione adriatica Il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, ha incontrato in Regione il ministro plenipotenziario Luigi Mattiolo, direttore generale per l’Unione europea del Ministero per gli Affari esteri. Oggetto dell’incontro, la strategia relativa alla Macroregione adriatica. A PAGINA 3

L’EDIZIONE 2013

Al Carnevale di Fano battuti tutti i record

Un’edizione quella del 2013 che ha consolidato ancora una volta il nome del Carnevale di Fano nel panorama dei festeggiamenti carnascialeschi di tutta Italia ma con un occhio di riguardo per il sociale. Tutto questo ha permesso di chiudere con un segno positivo le tre settimane dedicate alla manifestazione A PAGINA 23

MAGGIORE IMPEGNO PER LA CRESCITA Appello degli imprenditori senigalliesi della Cna

A PAGINA 15


2

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA REGIONE

VIABILITA’

La Giunta regionale accende i motori della Fano-Grosseto ANCONA E78, la Regione dà il via libera alla costituzione della Società pubblica di progetto con le Regioni Toscana ed Umbria. Dopo l’incontro di lunedì scorso a Perugia del presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, con i colleghi Enrico Rossi e Catiuscia Marini, la Giunta regionale ha approvato la proposta di legge regionale per la costituzione della società pubblica di progetto per la realizzazione della strada di grande comunicazione FanoGrosseto. Una legge che sancisce l’avvio dell’iter procedurale. “L’atto approvato – spiega il presidente Spacca – concretizza l’intenso lavoro per il completamento della FanoGrosseto. Grazie alla società pubblica di progetto, che vede tre Regioni unite per la realizzazione di questa fondamentale infrastruttura, di fatto accendiamo i motori. La realizzazione della strada di grande comunicazione Fano-

Grosseto è una priorità strategica per la nostra Regione e per le Regioni Toscana e Umbria, trattandosi di un’arteria viaria di fondamentale importanza per lo sviluppo economico e sociale non solo dei territori di riferimento ma dell’intera comunità nazionale. Siamo decisi ad accelerare i tempi. Non a caso la proposta di legge ha carattere d’urgenza per consentire alla Società di partecipare al bando per la riassegnazione dei fondi comunitari, già stanziati ma non spesi nell’ambito del Budget TEN-T 2007-2013, aperto lo scorso 28 novembre nell’ambito del Multi Annual Call 2012/ 2013, il cui termine scade il prossimo 26 marzo”. Per la realizzazione dell’opera il Ministero delle infrastrutture e trasporti ha istituito una commissione tecnica, che ha concentrato il lavoro in due direzioni, ossia l’ottimizzazione del tracciato allo scopo di consentire l’abbattimento dei costi e lo sviluppo di un modello di Partenariato Pubblico Privato

(PPP) che prevede anche, a garanzia del territorio, sia un meccanismo di pedaggiamento “free flow” che sarà costruito con esenzioni o tariffe agevolate per residenti e pendolari, sia il mantenimento degli attuali svincoli, senza costruzione di nuovi caselli. Lo strumento previsto per la realizzazione del modello ipotizzato è appunto la costituzione di una Società Pubblica di Progetto, inizialmente costituita dalle tre Regioni e successivamente integrata con la partecipazione delle Camere di Commercio interessate e da una tecnostruttura competente in infrastrutture stradali e autostradali indicata dal MIT. “La Società Pubblica di progetto – dice Spacca - rappresenta la figura giuridica più idonea per svolgere in maniera efficiente la funzione di soggetto concedenteattuatore, dedicato al reperimento delle risorse da autofinanziamento e della contribuzione pubblica, oltre al corretto monitoraggio nello

Il presidente Gian mario Spacca durante la presentazione del progetto svolgimento del contratto di disponibilità. Tale Società diverrebbe pertanto ‘collettore’ delle varie fonti di finanziamento previste, che andranno a comporre il Canone di disponibilità da versare annualmente al contraente, rendendo in tal modo il modello di PPP proposto particolarmente

efficiente”. La realizzazione della E 78 Fano Grosseto, potenziando il collegamento tra il versante adriatico e il versante tirrenico della Penisola, è in grado di favorire il rilancio della crescita economica e di apportare rilevanti benefici all’espansione delle piattaforme logistiche del Paese.

Rappresenta una spina dorsale per il sistema dei porti e degli interporti, nell’ambito della realizzazione delle trasversali e dello sviluppo del sistema delle Piattaforme logistiche del Paese e diventa di fatto un “nodo” strategico per lo sviluppo delle reti europee di trasporto e logistica.

quotidiano online

l’Altro giornale Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

3

LA REGIONE

L’INCONTRO

La Macroregione adriatica sta diventando una realtà Il presidente Spacca ha ricevuto il ministro plenipotenziario Luigi Mattiolo

A sinistra l’incontro di ieri mattina in Regione sulla Macroregione Adriatico Ionica. Qui sopra il governatore delle Marche Gian Mario Spacca con il ministro plenipotenziario Luigi Mattiolo

ANCONA Il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, ha incontrato ieri mattina in Regione il ministro plenipotenziario Luigi Mattiolo, direttore generale per l’Unione europea del Ministero per gli Affari esteri. Oggetto dell’incontro, la strategia relativa alla Macroregione adriatica. In particolare, al centro del colloquio, l’avvio della road

map per la sua costituzione ufficiale, a cominciare dalla stesura del Piano d’azione, dopo le conclusioni del Consiglio europeo dello scorso dicembre, con cui è stato dato formalmente mandato alla Commissione europea di avviare la strategia operativa, che nel 2014 porterà alla creazione della Macroregione Adriatico Ionica. Erano presenti anche il consigliere

di legazione Andrea Vitolo, dell’Unità per i paesi dei Balcani InCE e IAI, del Ministero degli Affari esteri, Fabio Pigliapoco, segretario generale dell’Iniziativa Adriatico – Ionica (IAI), Marco Bellardi, responsabile Regione Marche per la strategia macroregionale, Giuseppe di Paola del Segretariato IAI. “C’è piena consapevolezza a livello europeo dell’importanza

della strategia macroregionale adriatico ionica – ha detto Spacca – soprattutto dal punto di vista del rafforzamento del fianco est dell’Unione, quello da cui derivano maggiori rischi per la tenuta dell’Unione stessa. “Noi siamo pronti a metterci in gioco per questo percorso partito da lontano e che rappresenta un’occasione straordinaria per le Marche e per l’area adriatica,

anche in vista della nuova programmazione dei fondi strutturali 2014 - 2020. Siamo disposti a esercitare un ruolo forte, di leadership multilivello, non gerarchica, ma organizzativa, tecnica e di supporto, anche dal punto di vista della promozione e del coordinamento verso le altre regioni coinvolte. “La mia recente nomina a presidente dell’Intergruppo Adriatico-Ionico del Comitato delle Regioni d’Europa è, per questo, un fattore positivo. Ora massima attenzione sulla stesura del Piano d’azione, con il più ampio coinvolgimento dei territori, a partire dal primo appuntamento operativo previsto a Bruxelles il 22 febbraio prossimo”. La missione del direttore generale per l’Unione europea del Ministero per gli Affari esteri,

ministro plenipotenziario Luigi Mattiolo, si inserisce nella sua competenza in materia di Iniziativa Adriatico Ionica (IAI) e di strategia Ue per la Regione Adriatico – Ionica, di cui la IAI, rappresenta il saldo ancoraggio intergovernativo. Dall’incontro è emerso come l’ufficializzazione della Macroregione adriatico ionica sia candidata ad essere uno dei principali momenti di qualificazione del semestre di presidenza italiana dell’Unione europea. La missione del direttore generale Luigi Mattiolo è poi proseguita nel pomeriggio ad Ancona, con incontri a cui hanno preso parte tutti i soggetti istituzionali e della società civile, coinvolti nella Macroregione Adriatico Ionica. (f.b.)

Chiedi la tua copia gratuita

a info@laltrogiornale.it Ti sarà inviata ogni mattina redazione@laltrogiornale.it


4

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Le notizie quando vuoi dove vuoi come vuoi www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

5

LA PROVINCIA DI ANCONA

LA DECISIONE

Un commissario straordinario per il Teatro Stabile delle Marche ANCONA La Giunta regionale nella riunione di ieri ha indicato il notaio Guido Bucci di Ancona quale commissario straordinario del Teatro Stabile delle Marche. A darne comunicazione è l’assessore alla Cultura, Pietro Marcolini. Una scelta maturata in considerazione del curriculum vitae e delle particolari doti professionali e personali del notaio Bucci, reputato “idoneo e di indiscussa fiducia” – come scritto nella nota ufficiale – a cui sarà ora chiesta la disponibilità ad assumersi questo incarico. “Purtroppo – spiega Marcolini – non era più possibile rinviare l’avvio della procedura di commissariamento. Dopo la comunicazione in Giunta dello scorso mese, nella quale si riassumeva la difficile situazione della Fondazione e si richiamavano le iniziative avanzate in precedenza che avevano come scopo il risanamento del Teatro Stabile attraverso azioni condivise e programmate, non sono seguite

L’APPUNTAMENTO

Per il Quarantennale di Ancona Jazz un concerto alle Muse

azioni concrete”. “La Regione – continua l’assessore – si era impegnata per risolvere la crisi della fondazione, promuovendo occasioni di contatto e confronto con la Prefettura per concordare una possibile e comune linea di intervento, ma i contatti avuti con

il viceprefetto e commissario straordinario del Comune di Ancona, Antonio Corona, non hanno fornito elementi tali da consentire di attivare le auspicate comuni linee di intervento. “La situazione di particolare criticità patrimoniale e contabile in cui versa l’ente Fondazione Teatro

Stabile Marche non consentono ulteriori dilazioni a scelte necessarie a sventare l’ipotesi peggiore della liquidazione e chiusura, che priverebbe la città e il territorio regionale - spiega l’assessore Marcolini - di un servizio culturale pubblico di grande rilevanza”.

ANCONA Domenica 3 marzo Ancona Jazz entra ufficialmente nei 40 anni di attività. Il primissimo concerto, di cui fu protagonista il pianista Martial Solal, si tenne infatti domenica 3 marzo 1974 al Palazzetto dello Sport. Quaranta anni di concerti straordinari, di festival di richiamo che si sono svolti in diverse stagioni e luoghi della città, sempre più prestigiosi (Teatro Sperimentale, Teatro delle Muse, Mole Vanvitelliana,) e che hanno contribuito alla storia della cultura e dello spettacolo del capoluogo regionale, divenuto punto di riferimento per gli appassionati di questo genere musicale. L’Amministrazione comunale di Ancona, attraverso l’assessorato alla Cultura, ha sempre sostenuto i progetti dell’associazione organizzatrice, patrocinando gli eventi che si sono susseguiti negli anni fino ad Ancona Summer Jazz Festival, tra gli elementi di spicco del cartellone estivo “Amolamole”. Per celebrare questi 40 anni di musica, la scelta è caduta su un concerto esclusivo e coinvolgente, di grande musicalità e valore storico, con un musicista di grande spessore, Warren Vaché’ (cornetta) , accompagnato al pianoforte dall’altrettanto grande Paolo Alderighi. L’evento si terrà, come detto al ridotto del Teatro delle Muse, domenica 3 marzo alle ore 21,15.

quotidiano online

l’Altro giornale L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


6

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Vogliamo aiutare le aziende a crescere con noi www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

7

LA PROVINCIA DI ANCONA

L’IMPEGNO

“Spingere Banca Marche verso una forte discontinuità” L’on. Ciccioli e Acquaroli (Fratelli d’Italia - centrodestra nazionale) invitano a voltare pagina e a riservare più liquidità ai piccoli e medi clienti e alle famiglie ANCONA L’obiettivo della conferenza stampa tenuta ieri, nel primo pomeriggio, dall’on. Carlo Ciccioli di Ancona e dal ccnsigliere regionale Francesco Acquaroli di Macerata “non è quello di attaccare Banca Marche, ma di spingere verso una forte discontinuità rispetto al precedente management”. La passata gestione caratterizzata

dal Direttore Generale Massimo Bianconi è stata quella di privilegiare alcuni grandi clienti, come si è visto assai rischiosi, ed essere distratti nei confronti del credito verso la piccola e media impresa marchigiana che invece, oltre a ripartire il rischio, è artefice del benessere diffuso e del Pil marchigiano”. I due esponenti del centrodestra hanno detto che “occorre una vera

e propria direttiva da parte delle Fondazioni e del CdA della Banca per mettere un tetto di credito ai grandi clienti e riservare liquidità disponibile ai piccoli e medi clienti e alle famiglie”. La Banca è fortemente radicata sul territorio e l’istituto affidabile, ma “vanno dismesse le cattive abitudini in cui la gestione è stata affidata ad un gruppo di amici piuttosto che a professionalità competenti.

Invece di avere attenzione per le tante situazioni in cui un’iniezione di liquidità può essere volano a occupazione e buoni affari, l’eccesso di interesse verso settori immobilitarispeculativi ha danneggiato la Banca, insieme ad un atteggiamento di non giustificata presunzione e scarsa elasticità e sostegno nei confronti di troppi clienti”.

“Quindi vicini a chi oggi spinge per il cambiamento e per ridare ossigeno all’economia marchigiana, senza paura di accordi patrimoniali e commerciali, - ha affermato Ciccioli - ma con l’impegno deciso a mantenere Banca Marche autonoma, indipendente e fortemente vincolata al territorio che ha determinato la ricchezza del patrimonio delle Fondazioni

di Macerata, Jesi e Pesaro”. Francesco Acquaroli ha sostenuto che “per risolvere tali problematiche, Fratelli d’Italia sosterrà una proposta di legge che imponga la separazione tra banche commerciali e banche di investimento, affinché si restituiscano dei punti di riferimento all’economia reale del territorio e alle piccole e medie imprese”.

Dal 24 febbraio al 28 aprile riaprono al pubblico alcuni spazi per ospitare la Medusa di Bernini

Una mostra-dossier in Pinacoteca ANCONA Dal 24 febbraio al 28 aprile 2013 la Pinacoteca Civica di Ancona riapre al pubblico alcuni dei suoi nuovi spazi per ospitare la mostra “Medusa tra luce ed emozione”, un affascinante percorso attorno al celebre Busto di Medusa, lo straordinario marmo di Gian Lorenzo Bernini. La mostra dossier, appositamente studiata per il museo da ComunicaMente con la curatela della direttrice della Pinacoteca Costanza Costanzi e il supporto di Giovanni C.F. Villa, e promossa da Scuderie del Quirinale e Musei Capitolini di Roma nell’ambito del progetto territoriale Tiziano Grand Tour,

è resa possibile grazie a uno scambio culturale tra la Pinacoteca di Ancona, che ha concesso in prestito alle Scuderie del Quirinale due importanti opere di Tiziano (la Pala Gozzi e la Crocefissione conservata nella chiesa di San Domenico), e i Musei Capitolini di Roma, custodi del capolavoro del Bernini. Il percorso espositivo ripercorre la storia della passione tra Gian Lorenzo Bernini e la nobildonna Costanza Piccolomini Bonarelli, appartenente alla nobile famiglia anconetana, le cui sembianze secondo recenti interpretazioni sarebbero raffigurate nel volto della Medusa, attraverso un ricco

apparato illustrativo e didattico e un allestimento multisensoriale, realizzato grazie al prezioso contributo di Hera comm Marche, che comprende un innovativo

sistema di illuminazione a LED sviluppato da Targetti, una partitura musicale a tema e un bouquet di profumi appositamente studiato per

l’occasione. Una nuova modalità espositiva, che permette al visitatore di fruire la mostra in maniera nuova, potenziata e soggettiva, e di interpretare l’opera in base alla propria sensibilità e background culturale. In occasione della mostra sarà inoltre possibile, per i gruppi, visitare in anteprima la nuova suggestiva ala della Pinacoteca, frutto di uno straordinario intervento architettonico che sposa la nuova tecnologia con gli storici ambienti del ‘600: scale sospese nel vuoto, grandi vetrate, spazi aperti rendono questo luogo davvero unico. Per le scolaresche, invece, è stato organizzato un programma didattico dedicato a

cura di Artes. E’ prevista infine la pubblicazione di un catalogo, a cura di Antiga Edizioni. L’esposizione rientra nell’ambito del progetto di ricaduta territoriale Tiziano Grand Tour - connesso alla retrospettiva Tiziano alle Scuderie del Quirinale – che intende dar vita a un articolato insieme di iniziative espositive e di valorizzazione territoriale incentrate sulla figura e sulle opere di Tiziano. Ancona sarà nuovamente protagonista con una nuova illuminazione permanente a LED per la Crocefissione in San Domenico e la Pala Gozzi in Pinacoteca, una volta rientrate nelle rispettive sedi. www.tizianograndtour.it

Chiedi di ricevere ogni mattina una copia gratuita sul tuo computer Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


8

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI ANCONA

LA DENUNCIA

All’aeroporto di Falconara gli stipendi sono a rischio FALCONARA Ancora una volta sono a rischio le retribuzioni dei lavoratori delle aziende che operano all’aeroporto di Falconara in attività di handling e pulizie. “Le aziende che lo scorso anno hanno vinto l’appalto per le attività di carico scarico delle valigie e pulizie dell’aeroporto si legge in un documento diffuso dalle segreterie sindacali regionale e territoriale - hanno comunicato alle organizzazioni sindacali che questo mese non riusciranno a far fronte agli stipendi dei lavoratori, a causa del mancato pagamento da parte di Aerdorica del corrispettivo dell’appalto. Un appalto, iniziato a maggio dello scorso anno, che impegna 25 persone, e che ad oggi ancora deve essere remunerato da parte di Aerdorica . “Questa situazione - aggiungono i rappresentanti sindacali dei lavoratori - è un film già visto. Come organizzazioni sindacali speravamo che, dopo la gara di appalto che si è svolta lo scorso anno e che ha portato a tagli sia

L’INIZIATIVA

Celebrazioni di Ancona Fino a giovedì il concorso per il logo

sull’attività che sulle retribuzioni, almeno fosse stato superato il problema del pagamento degli stipendi. Invece oggi, a nove mesi di distanza, la questione si ripresenta, così come già successo nel 2011 e agli inizi del 2012”. Ancora una volta a pagare sono i lavoratori. “Quello che ci chiediamo è: il committente Aerdorica quando

intende pagare l’appalto al fine di consentire il pagamento delle retribuzioni e, soprattutto, la Regione Marche proprietaria della maggioranza delle azioni di Aerdorica è a conoscenza di questa situazione? Noi sollecitiamo il presidente Spacca, l’assessore Eusebi ad intervenire su questa situazione. La stipendio è un diritto che non

puo’ essere messo in discussione”. Per far sentire la loro voce i lavoratori delle società New Ghibli e Marotta Macchine manifesteranno martedì 26 febbraio, dalle ore 10 alle ore 12, di fronte al terminal delle partenze dell’aeroporto di Falconara, per far conoscere la loro condizione di cittadini e utenti.

ANCONA Scade giovedì, 21 febbraio, il termine ultimo per la partecipazione al concorso di idee per il logo che celebri e identifichi i 2400 anni dalla fondazione della città di Ancona. Ancona pochi giorni, quindi, per partecipare a questa iniziativa indetta dall’Amministrazione comunale per ricercare, attraverso la massima partecipazione, un marchio istituzionale rappresentativo della specificità del valore storico e identitario di questa ricorrenza. Il logo sarà utilizzato in tutti i prodotti di comunicazione e promozione cartacea e digitale, cartellonistica, siti web. L’Amministrazione ha messo in palio un premio di 2000 euro per il logo vincitore che diventerà distintivo di tutte le iniziative organizzate direttamente o patrocinate per la ricorrenza dei 2400 anni dalla fondazione della città. Il bando del concorso di idee è pubblicato e scaricabile dal sito www.comune.ancona.it e all’Albo Pretorio. La scadenza per presentare i progetti grafici, come già ricordato, è il 21 febbraio. Una apposita commissione, presieduta dal direttore generale dell’ente avv. Caterina Grechi, sceglierà il logo vincitore entro la fine di febbraio.

quotidiano online

l’Altro giornale L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

9

LA PROVINCIA DI ANCONA

L’INCONTRO

Da trenta città europee per studiare la frana del 1982 Da oggi, per tre giorni, gli esperti seguiranno il monitoraggio in tempo reale ANCONA Da oggi, per tre giorni, saranno ad Ancona i rappresentanti di 30 città di costa europee (Rotterdam, Barcellona, Zara, Gibilterra, Londra, Bullas, Patrasso, tra le più importanti) per discutere di cambiamento climatico e studiare il monitoraggio in tempo reale (sistema di “Early Warning”) della frana. L’incontro è interamente finanziato dalla Direzione generale per l’Azione per il clima della Comunità Europea. Ancona è stata scelta come sede per aver raggiunto livelli di eccellenza nell’esperienza di

studio della frana e per lo sviluppo di una “strategia locale di adattamento”, che verrà ufficialmente presentata il prossimo Aprile 2013. Momento clou della tre giorni (avvio dei lavori oggi pomeriggio alle ore 15 con i saluti del Commissario Prefettizio alla delegazione a Palazzo del Popolo), la visita prevista per domani (punto di ritrovo alle 9.00 sala di controllo a Palazzo degli Anziani) alla zona frana con dimostrazione del sistema di early warning e attivazione delle procedure di emergenza; visita alle stazioni di monitoraggio

“Grotte” e “Golfo” e all’abitazione di un cittadino collegata alla sala di controllo generale attraverso sensori. La frana, che si verificò tra il 12 e il 13 dicembre 1982, fu profonda e coinvolse 342 ettari di terreno urbano e sub-urbano; tra le aree maggiormente colpite Borghetto, Posatora e, in parte, Torrette. L’esteso movimento franoso danneggiò due ospedali e la Facoltà di Medicina dell’Università di Ancona, lese o distrusse completamente 280 edifici, per un totale di 865 abitazioni, divelse la ferrovia e la strada costiera su di un fronte di

circa 2,5 chilometri. La frana provocò anche danni alla popolazione: 3.661 persone (1.071 famiglie) vennero evacuate dall’area colpita dal dissesto. Circa 500 persone persero l’impiego. Questa terribile esperienza ha stimolato una forte sensibilità riguardo ai cambiamenti climatici con la conseguente attivazione di tutta una serie di azioni al riguardo. Per questo Ancona è anche città capofila del progetto ACT, “Adapting to Climate Change in Time” (www.actlife.eu ), avviato nel 2010, che ha portato alla città

ben 576.000 euro su un totale di 1.752.000 ripartiti con le città di Bullas (Spagna) e Patrasso (Grecia). Parallelamente sono stati allacciati rapporti anche con l’ ONU - UNISDR essendo il capoluogo dorico tra i primi in Italia a firmare la campagna mondiale sulle città Resilienti “My City is getting ready” http:/ /www.unisdr.org/campaign/ resilientcities/. In virtù di questi passaggi strategici e di quanto concretamente realizzato in questi ultimi anni sul tema dell’adattamento e della gestione

del rischio, l’Amministrazione è stata inserita nel circuito delle città eccellenti, selezionata quale sede dove organizzare eventi strutturati come quello dei prossimi giorni. L’appuntamento sarà un momento di incontro importante per costruire, insieme alle istituzioni Europee ed insieme ad altre città, in un’ottica di rete, nuovi progetti di riqualificazione e sviluppo territoriale, anche alla luce dei fondi di finanziamento europei che saranno destinati al tema del cambiamento climatico nella prossima programmazione comunitaria 2014– 2020. (r.t.)

Presentato ad Osimo, nella sede Astea, il progetto Leonardo. Tanti premi in palio

Educazione ambientale, le scuole si sfidano OSIMO Studenti a caccia di toner e cartucce esausti, per aiutare l’ambiente ma anche la propria scuola che potrà così aggiudicarsi i premi in palio. È il progetto Leonardo, che ha preso il via ieri ad Osimo presso la sede del Gruppo Astea con la presentazione agli istituti scolastici; un’iniziativa che mira a sensibilizzare i più giovani alla

sostenibilità ambientale e che coinvolge le scuole in una originale ‘raccolta punti’. Il Gruppo Astea ha aderito all’iniziativa promossa da EcoRecuperi srl e sta coinvolgendo le scuole, dalle materne fino alle superiori, nei comuni dove opera con i propri servizi di igiene ambientale: Osimo, Filottrano, Numana e Sirolo: “L’obiettivo è sensibilizzare le giovani

Cronista per un giorno

generazioni ad una cultura del recupero e riutilizzo dei rifiuti – spiega Giancarlo Mengoni, presidente di Astea spa -; siamo fortemente impegnati sul territorio nel passaggio da sistemi di smaltimento tradizionali a modalità di raccolta differenziata più rispettosi dell’ambiente ed in questo cambiamento è fondamentale trasmettere ai più giovani modelli di

comportamento corretti”. Gli istituti aderenti riceveranno un eco-box per raccogliere toner e cartucce consumati all’interno della scuola, ma anche e soprattutto quelli consumati nell’ambito familiare degli studenti. È così che i ragazzi, con il loro impegno, potranno far guadagnare alla propria scuola importanti attrezzature per le attività didattiche: a seconda dei

materiali raccolti, la scuola accumulerà punteggio e avrà diritto a diversi premi, da materiali semplici come carta e penne fino ad arrivare a pc, scanner, stampanti o videoproiettori. Toner e cartucce verranno periodicamente ritirati e destinati al recupero e alla rigenerazione. Le scuole aderenti potranno inoltre partecipare al concorso “Leonardo e vinci”, presentando

una nuova versione della copertina della brochure del progetto; oltre a veder pubblicato il proprio elaborato come nuova copertina, la scuola che presenterà il lavoro più originale verrà premiata con una postazione informatica completa. Per aderire al progetto Leonardo rivolgersi ad Astea chiamando il numero 071 7247483 o scrivendo alla casella info@asteaspa.it.

Segnala ciò che non va nel tuo quartiere

Invia testi e foto a:

redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


10

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI ANCONA

OCCUPAZIONE

L’innovazione batte la crisi Presentati a Fabriano i risultati della terza edizione di Exit Strategy, un progetto di Confartigianato, Università e Carifac. I laureandi entrano nelle aziende FABRIANO Una task force a sostegno dell’innovazione. Sono state un gruppo di piccole imprese attive in diversi comparti produttivi (costruzioni, spedizioni, lavorazione dei materiali, impianti elettrici, realizzazione di accessori fashion e gioielli, produzione e vendita di tende e gazebo) ad essere coinvolte nel progetto sperimentale “Exit Strategy” della Confartigianato provinciale di Ancona in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche - Facoltà di Economia, contando sull’importante supporto di Carifac. Il progetto Exit Strategy, nato dalla partnership operativa composta da Confartigianato, Università e Carifac, ha inserito in azienda giovani laureandi e consulenti esperti per fornire alle imprese un know-how strategico e, mediante un rigoroso modello di processo, composto da precise fasi di lavoro, quali analisi dell’azienda, attività di ricerca applicata (questionari, interviste, indagine web) e proposte di intervento, ha condotto le imprese coinvolte alla stesura di progetti

innovativi per ottenere risultati concreti in termini di fatturato e competitività. Il contribuito dei laureandi è consistito nello sviluppo di attività di ricerca finalizzate a raccogliere dati ed informazioni utili alla definizione di possibili azioni da realizzare nell’ottica di raggiungere determinati obiettivi dell’impresa. I risultati delle azioni svolte nelle aziende sono stati presentati alla presenza di Giorgio Cataldi, Segretario Provinciale Confartigianato, Andrea Rossi, Responsabile Provinciale Confartigianato per i Servizi Innovativi; di Sandro Tiberi, Presidente Confartigianato Fabriano; prof. Gian Luca Gregori, Preside della Facoltà di Economia dell’Università Politecnica delle Marche, dott. Valerio Temperini, Ricercatore della Facoltà di Economia dell’Univ.P.M.; del Direttore generale della Carifac Enrico Doni e del Presidente Carifac Domenico Giraldi; dei laureandi che hanno partecipato al progetto e dell’imprenditore Paolo Mengucci, che ha presentato la

La presentazione a Fabriano dei risultati della terza edizione di Exit Strategy sua testimonianza. “Al fine di affrontare con successo le sfide poste dai nuovi contesti competitivi - ha dichiarato il segretario Confartigianato Giorgio Cataldi - per le piccole imprese risulta sempre meno sufficiente eccellere nelle attività tecnicoproduttive, mentre acquisisce

maggiore rilevanza crescere negli aspetti gestionali ed organizzativi. Exit Strategy in questo ha dato frutti concreti e intendiamo procedere anche per il prossimo anno a un nuova edizione del progetto. Ringraziamo la Carifac e l’Università per il loro fondamentale ruolo.” Doni e

Giraldi, Direttore e Presidente Carifac, hanno ricordato l’impegno in questo momento di crisi della Carifac a sostegno di azioni per le MPI locali. Il prof. Gian Luca Gregori Preside UNIV.P.M. ha sottolineato quanto sia valido e strategico il contributo che laureandi e laureati

possono garantire alle imprese. Gli interventi realizzati nelle imprese che hanno partecipato al progetto Exit Strategy hanno riguardato in particolare le aree marketing, commerciale e della comunicazione; si tratta, in effetti, delle aree che rivestono un ruolo sempre più importante nell’ottica della creazione di valore, e nelle quali le aziende di più limitate dimensioni necessitano maggiormente di miglioramenti e di supporto. Si può osservare, in effetti, quello che forse costituisce l’inizio di un cambiamento culturale dei “piccoli” imprenditori testimoniato dalla loro maggiore sensibilità nei confronti delle tematiche gestionali. Exit Strategy ha inteso fornire alle aziende proprio quegli strumenti che consentano loro di innovare, acquisire competitività e vendere sul mercato con efficacia. Le imprese vanno aiutate e sostenute a trasformarsi in un manifatturiero evoluto, capace cioè di incorporare in sé il sapere, l’esperienza e la cultura del nostro territorio e di spenderlo sul mercato.

l’Altro giornale quotidiano online

L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

11

LA PROVINCIA DI ANCONA

LA POLEMICA

Il Conero non si promuove con Schettino come testimonial Sul caso del giorno c’è una presa di posizione del presidente della Giunta regionale Gian Mario Spacca. Accuse anche da parte della Coldiretti, pronta a chiedere i danni ANCONA Schettino a Numana? Un’iniziativa che è diventata un caso nazionale. Ed anche il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, interviene con una dichiarazione. “Non si sa chi sia il genio che ha pensato di invitare Schettino a un’iniziativa per la valorizzazione del Conero, ma certo - afferma il presidente della Giunta regionale - è che sta producendo danni inenarrabili alla nostra immagine turistica. Con una tempistica degna di miglior sorte, rischia di vanificare tutti gli sforzi compiuti

dalla Regione Marche in questi giorni alla Bit di Milano per promuovere il turismo regionale. Secondo notizie di stampa, si tratterebbe proprio di un operatore economico del Conero che, affetto da profondo autolesionismo, sta alimentando un forte discredito, grazie soprattutto ai continui rilanci che, di questa sua idea, ne ha fatto la stampa nazionale. “A Milano, alla Bit, abbiamo lavorato per promuovere il turismo marchigiano, con il Conero al centro di due eventi prestigiosi della prossima estate,

come l’Endurance Lifestyle e il Campionato mondiale di Vela d’Altura, anche se di questo nessun quotidiano nazionale ne ha parlato. Sforzi orientati a sottolineare la qualità e l’originalità di un contesto umano e ambientale straordinario che ora rischiano di perdersi con un annuncio senza senso. “La Regione Marche investe molte risorse sul litorale del Conero, altre sono in programma, in particolare per trovare una soluzione definitiva alla salvaguardia ambientale di Portonovo. Questo comporta -

aggiunge il presidente Spacca una forte condivisione di questi impegni che devono trovare coerenza tra istituzioni, operatori e cittadini, tutti ugualmente impegnati a promuovere, con intelligenza e sensibilità, una nuova economia del turismo”. Sulla questione prende posizione anche la Coldiretti. “Il Conero si legge in un documento - si promuove puntando sul buono e sul bello del territorio, non certo con i protagonisti di tragici fatti di cronaca, e siamo pronti a chiedere i danni se davvero dovesse concretizzarsi questa

incredibile iniziativa. Ad affermarlo è Terranostra Ancona, l’associazione agrituristica della Coldiretti, nel commentare la notizia di un presunto incarico come testimonial del Conero all’ex comandante della Concordia, Schettino. “Troviamo semplicemente assurdo che si possa pensare a un’iniziativa promozionale di tal genere – denuncia il presidente provinciale di Terranostra, Federico Clementi – destinata già in partenza a portare sì pubblicità, ma totalmente negativa e con riflessi potenzialmente

devastanti per il turismo di questa zona, che vede tra l’altro protagonista anche il settore agrituristico”. E’ per questo che l’associazione della Coldiretti è pronta a chiedere gli eventuali danni causati alle attività del territorio, considerate anche le reaizoni negative già registrate. “Si rischia – sottolinea il presidente Clementi – si vanificare il lavoro portato avanti sino ad oggi a livello di qualità della proposta e di salvaguardia dell’ambiente, anche assieme al Parco”.

Lo shopping di successo in tempi di crisi

Nuovo Temporary Store ANCONA Grande affluenza di pubblico all’apertura del nuovo Temporary Store, al centro commerciale Ok, zona Cargopier (Ancona Sud). È la dimostrazione che, soprattutto in tempi di crisi, la formula dello shopping con l’occasione piace e consente di fare acquisti a prezzi vantaggiosi. Il punto vendita, che rimarrà aperto per tre settimane, offre a tutti i visitatori la possibilità di acquistare a prezzo di realizzo le marche più richieste dell’abbigliamento uomo-donna, come Henry Cotton’s, Patrizia Pepe, Armani Jeans, Siviglia, Ralph Lauren, Burberry e tante altre.

Chiedi di ricevere ogni mattina una copia gratuita sul tuo computer Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


12

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

Cronista per un giorno Segnala ciò che non va nel tuo quartiere Invia testi e foto a: redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

13

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

TURISMO

Le eccellenze della città Soddisfazione per la presentazione alla Bit di Milano dei progetti in programma SENIGALLIA Bilancio positivo per la partecipazione di Senigallia alla Borsa Internazionale del Turismo che si è conclusa a Milano domenica. Tanti gli eventi in programma nei quattro giorni della fiera nello stand della Regione Marche che ha riscosso un notevole successo di pubblico. Senigallia è stata subito protagonista nella prima giornata di giovedì 14 con un incontro dedicato al progetto La Terra del Duca, sostenuto dalle Regioni Marche e Umbria, che ha come enti promotori i Comuni di Senigallia, Ente capofila, Gubbio, Pesaro e Urbino. All’appuntamento dal titolo “Terre del Duca”: da Gubbio a Senigallia, da Pesaro a Urbino, le risorse ambientali, culturali e gastronomiche dei quattro territori della Terra del Duca” a cui ha partecipato il Sindaco Maurizio Mangialardi, è stato presentato l’applauditissimo video promozionale del regista senigalliese Lorenzo Cicconi Massi. Il mare e le Bandiere Blu è stato il

Il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi nello stand della Regione con il governatore Spacca tema dell’appuntamento di venerdì 15 dal titolo “Da Portonovo e dalla Riviera del Conero alla spiaggia di velluto di

Senigallia, dalla Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto e Grottammare ai litorali di Pesaro, Gabicce e di Fano: soluzioni

diverse per una vacanza da non dimenticare!” Al focus era presente tra gli altri il professor Camillo Nardini

coordinatore regionale delle Bandiere Blu. Tra le ipotesi discusse per valorizzare e promuovere il mare

marchigiano con le sue 16 città detentrici del prestigioso riconoscimento, anche quella di istituire una giornata dedicata alla Bandiera Blu già a partire da quest’anno. Lo spettacolo e i grandi eventi sono stati protagonisti della giornata di sabato 16: “Marche, ogni giorno è uno spettacolo!” a cura del Consorzio Marche Spettacolo. Tra i quattro grandi eventi regionali presentati, Festival Cantar Lontano, Macerata Opera e Civitanova Danza Festival, anche il CaterRaduno. Massimo Cirri, uno dei conduttori della trasmissione Caterpillar, e Renzo Ceresa direttore artistico di CaterRaduno di Senigallia, hanno confermato che la città è stata scelta quale sede della manifestazione per otto anni consecutivi proprio perché unisce alla bellezza del territorio la stupenda accoglienza e la tradizione culturale. “Senigallia” ha sottolineato il conduttore di Caterpillar Massimo Cirri “non è solo bella ma anche in linea con la filosofia della trasmissione e molto apprezzata dal popolo del CaterRaduno”.

quotidiano online

l’Altro giornale Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


14

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’AGENDA DI SENIGALLIA Municipio: Piazza Roma, 8 Tel: 071.66291 - 071.6629311 Fax: 071.6629377 www.comune.senigallia.an.it sindaco@comune.senigallia.an.it segreteria.sindaco@comune.senigallia.an.it Ufficio relazioni con il pubblico Tel: 800.211.537 – 071.6629328 relazioni.pubbliche@comune.senigallia.an.it Biblioteca comunale Antonelliana Tel: 071.6629302 biblioteca@comune.senigallia.an.it Biblioteca Luca Orciari Marzocca Tel: 071.698046 Servizio verde ambiente Tel: 071.6629216 – 071.6629285 Servizio rifiuti ingombranti Tel: 071.63990 Segnalazione guasti Enel Tel: 803.500 Ufficio Iat: Via Manni, 7 Tel: 071.7922725 iat.senigallia@provincia.ancona.it Infocittà: Via Manni, 7 Tel: 071.6629328 infosenigallia@comune.senigallia.an.it Associazione Alberghi e Turismo Tel: 071.65343

Polizia di Stato : 113 Carabinieri: 112 Vigili del fuoco: 115 Guardia di finanza: 117 Corpo forestale: 1515

Emergenza sanitaria: 118 Viaggiare informati: 1518 Telefono azzurro: 19696 Antiviolenza donna: 1522 Soccorso Aci: 116 Soccorso in mare: 1530

INFORMAZIONI TURISTICHE Ancona / Sistema museale della Provincia Tel: 800.439.392 Ancona / Turismo Regione Marche Tel: 800.222.111 Ancona / Museo archeologico delle Marche Tel: 071.202602 Castelfidardo / Museo della fisarmonica Tel: 071.7808288 accordionsmuseum@tiscali.it Castelfidardo / Museo del Risorgimento Tel: 071.7206592 castelfidardo@italianostra.org Castelleone di Suasa / Parco archeologico Tel: 071.966524

Fabriano / Museo della carta Tel: 0732.709297 Genga / Grotte di Frasassi Tel: 0732.90090 Jesi / Pinacoteca comunale Tel: 0731.538342 – 0731.538343 Loreto / Basilica della Santa Casa Tel: 071.750561 Numana / Antiquarium statale Tel: 071.9331162 Pergola / Museo dei Bronzi dorati Tel: 0721.734090 – 0721.7373271 Recanati / Casa natale di Giacomo Leopardi Tel: 071.7573380

info@assalbesenigallia.it info@senigalliahotels.com www.senigalliahotels.com Asshotel Confesercenti Tel: 071.60174 Fax: 071.60170 senigallia.confesercentimarche@gmail.com Assindustria Ancona Tel: 071.2904850 amb-ter@assindan.it Assocamping Confesercenti Tel: 071.60174 Fax: 071.60170 senigallia.confesercentimarche@gmail.com Union Camping Tel: 071.2291335 Pro Loco Tel: 333.4769657 www.prolocosenigallia.it info@prolocosenigallia.it Ospedale Tel: 071.79091 (centralino) Stazione ferroviaria Tel: 071.64313 Aeroporto delle Marche Falconara Tel: 071.28271 Bus Tel: 071.7922737

Taxi Tel: 071.64946 Ufficio postale Tel: 071.7918011 Ufficio postale Marzocca Tel: 071.7990136 Protezione civile Tel: 071.6629386 Croce Rossa Tel: 071.64354 – 071.65632 Commissariato di polizia Tel: 071.791061 Polizia stradale Tel: 071.7930118 Carabinieri Tel: 071.662900 Carabinieri Marzocca Tel: 071.69025 Guardia di finanza Tel: 071.60633 Vigili del fuoco Tel: 071.7922124 Ufficio locale marittimo Tel: 071.64780 Polizia municipale: Piazza Garibaldi, 1 Tel: 071.6629288 Polizia municipale Marzocca Tel: 071.7990108

LE FARMACIE

San Marcello / Museo del telefono Tel: 0731.267014 museidascoprire@libero.it Serra dé Conti / Museo arti monastiche Tel: 0731.871711 Tolentino / Basilica di San Nicola Tel: 0733.976311 www.sannicoladatolentino.it agostiniani@sannicoladatolentino.it Urbino / Palazzo Ducale Tel: 0722.322625 Urbino / Terre ducali Tel: 0721.371304 www.cbterreducali.it

Avitabile Andrea - Via Capanna, 58 – Tel: 071.7924542 - 071.4608039 Comunale 1 Senigallia - Largo Puccini, 5 – Tel: 071.60021 Comunale 2 Senigallia - Piazzale Michelangelo, 10 – Tel: 071.6610116 Domenici Robertucci Giuseppina - Via R. Sanzio, 248 – Tel: 071.7923476 Filippini Silvia Carotti - Via Piave, 1 – Tel: 071.64223 Fulvi Marco - Via Po, 119 – Tel: 071.7920685 Guidi Mattutini - Via Garibaldi, 5 - Marzocca - Tel: 071.69100 Landi Loretta - Via Copernico, 46 – Tel: 071.698372 Manocchi Francesca - Piazza Roma, 13 – Tel: 071.60197 Paolucci Francesca - Via Cavour, 8 – Tel: 071.659754 Pichi Maria Vittoria - Corso II Giugno, 40 – Tel: 071.60819 Succursale estiva - Lungomare Alighieri, 63 – Tel: 071.63607 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------OGGI E’ DI TURNO: Domenici Robertucci - Via Sanzio, 248 – Tel: 071.7923476

MUSEI & MONUMENTI Museo di arte moderna e dell’informazione Via Pisacane Tel: 071.60424 www.musinf.it info@musinf.it Museo di storia della mezzadria Sergio Anselmi Strada comunale delle Grazie, 2 Tel: 071.7923127

Fax: 071.7927684 m.storiamezzadria@libero.it Museo Pio IX Via Mastai, 14 Tel: 071.60649 palazzomastai@pionono.it beni.culturali@comune.senigallia.an.it Pinacoteca di arte sacra Piazza Garibaldi, 3 Tel: 071.65758

diocesi@senigallia.chiesacattolica.it beni.culturali@comune.senigallia.an.it Area archeologica La Fenice Viale Leopardi Tel. 071.6629203 Rocca Roveresca Piazza del Duca Tel: 071.63258 beni.culturali@comune.senigallia.an.it roccaroveresca.senigallia@beniculturali.it

Chiesa della Croce Via Gherardi Tel: 071.64977 Palazzetto Baviera Piazza del Duca Tel: 071. 6629266 beni.culturali@comune.senigallia.an.it Palazzo del Duca Piazza del Duca Tel: 071.6629348

Chiedi la tua copia gratuita

a info@laltrogiornale.it Ti sarà inviata ogni mattina redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

15

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’APPELLO

“Andare oltre il turismo” In vista del voto gli imprenditori aderenti alla Cna di Senigallia chiedono ai partiti un maggior impegno per la crescita economica e lo sviluppo del Paese SENIGALLIA In vista dell’appuntamento elettorale di domenica 24 e lunedì 25 febbraio, la Cna di Senigallia ha stilato un “contratto con la politica”, documento che è stato inviato a tutti i partiti e movimenti presenti, con proprie liste nella nostra regione. Questo “contratto con la politica” è stato presentato, ieri mattina, nei locali di via Raffaello Sanzio, dal segretario di zona Massimiliano Santini e dalla presidente Giovanna Curto. Santini ha, in primo luogo, voluto sottolineare che il documento “ha raccolto il parere di un campione ampiamente rappresentativo delle oltre 1.000 imprese del Senigalliese associate alla Cna, le quali, a loro volta, rappresentano circa 1/4 della forza lavoro complessiva della zona”. Per cui, come giustamente ha ricordato l’esponente della Cna “si tratta di un documento, alla cui stesura ha concorso buona parte del nutrito tessuto imprenditoriale locale, il quale, se consideriamo solo la forza lavoro occupata nel privato, impiega oltre il 50% del bacino occupazionale della zona”. Nel corso dell’incontro è stato detto, con molta chiarezza, sia da Santini, sia dalla Curto, che gli imprenditori chiedono alla politica un maggiore supporto, ad iniziare da un necessario impegno per il miglioramento delle infrastrutture. C’è poi la necessità - ormai chiara a tutti -, di far ripartire i consumi interni. Ma passiamo al “contratto con la politica”. Una serie di punti che meritano di essere condivisi. 1). RECUPERARE SERIETA’ E MORALITA’ NELLA CLASSE POLITICA BASTA A SPRECHI MALVERSAZIONI, RUBERIE RENDITE E PRIVILEGI. E’ proprio il caso di dire che ne abbiamo viste di tutti i colori!!! Basta anche con le promesse demagogiche e le derive populistiche. E’ giunto il momento di parlare di cose serie. Ciascun imprenditore e cittadino deve poter orientare il suo consenso elettorale dopo aver ascoltato proposte di politica attiva per imprese e cittadini. Sono necessari nuovi esempi per riaccreditare la politica agli occhi dei cittadini. Gente nuova, giovane

ed onesta, capace di cancellare quella grossa fetta di classe politica che ha dimostrato di essere inetta, corrotta e sprecona. 2). RIVEDERE AL RIBASSO IL CARICO FISCALE ED ALLENTARE IL PATTO DI STABILITA’ IVA – l’ulteriore aumento dell’aliquota deprimerebbe i già bassi consumi interni TAGLIO DEL CUNEO FISCALE – differenza tra il costo del lavoro ed il reddito effettivo percepito dal lavoratore; IRAP; IRPEF; IRES; IMPOSTE REGIONALI E LOCALI (compresa la prossima tariffa per lo smaltimento dei rifiuti TARES); IMU; addizionali IRPEF; suolo pubblico ed insegne; altro Per quanto concerne l’IMU, teniamo a precisare che oltre la metà degli introiti sono transitati dai comuni per giungere nelle casse statali, concedendo al contempo alle amministrazioni, come contropartita, la facoltà di mettere mano alle aliquote locali, ovvero autorizzando lo sblocco del loro incremento. La CNA dice basta a questo meccanismo che scarica la voracità dell’apparato pubblico sulle spalle dei soliti noti, IMPRESE E FAMIGLIE. Fermo restando che le imprese hanno confermato di approvare il principio cardine della moralità fiscale e sociale, secondo il quale è necessario “pagare tutti per pagare meno”, si sono altresì espressi nel modo seguente, riguardo alle varie, imposte, tasse e tariffe alle quali sono soggette: IRAP E ADD. IRPEF , UTENZE VARIE: LE PIU’ PESANTI SUOLO PUBBLICO, INSEGNE, ACCISE CARBURANTI: LE PIU’ ODIOSE TARES, INC. IVA, IMPOSTA DI SOGGIORNO: LO SPAURACCHIO RIDURRE IL CUNEO FISCALE INTERVENTO INCISIVO: LA PIU’ EFFICACE 3). SPENDING REVIEW (REVISIONE SPESA PUBBLICA) E RECUPERO DEL SOMMERSO

Il segretario Massimiliano Santini e la presidente Giovanna Curto della Cna SNELLIMENTO dell’apparato burocratico, incentivando l’accorpamento dei sevizi comunali tra municipalità limitrofe. Completando l’iter di revisione delle PROVINCE ed introducendo un efficace raccordo istituzionale con le REGIONI. Oggi vige una disarmante confusione nelle risorse e nelle funzioni nell’assetto istituzionale; EFFICENTAMENTO E MERITOCRAZIA introdurre indicatori di performance anche nella giustizia, nella sanità, nella scuola e negli uffici pubblici; RECUPERO DEL SOMMERSO che oggi vale 120 mld di euro stimati per le entrate fiscali e 50 mld per le entrate contributive, intervenendo anche e soprattutto nei grandi flussi finanziari che sfuggono al fisco e non solo nella sanzione dello scontrino fiscale; COMPLETA DETRAIBILITA’ DELLE SPESE DA PARTE DEI PRIVATI PER PRESTAZIONI E SERVIZI EROGATI DA IMPRESE E PROFESSIONISTI; DIFFUSIONE E POTENZIAMENTO DEI MEZZI TELEMATICI PRESSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DANDO PIENO COMPLIMENTO

ALL’INTRODUZIONE DELL’AGENDA INFORMATICA: ciò consentirebbe di recuperare risorse tanto per l’apparato chiamato ad erogare i servizi pubblici, che per gli utenti, imprese e cittadini, con un risparmio stimato in complessivi 70 mld di euro; MAGGIORE CONTROLLO DEI FLUSSI DI DENARO VERSO L’ESTERO DI LAVORATORI SOTTOPAGATI E SENZA DIRITTI. 4). RIMETTERE IN MOTO L’ECONOMIA FACENDO RIPARTIRE I CONSUMI INTERNI (tornati ad essere quelli di 15 anni fa, con il costo della vita che cresce il doppio rispetto ai redditi medi) E’ necessario: UN PATTO INTERGENERAZIONALE SULLE PENSIONI E NELL’ACCESSO AL MONDO DEL LAVORO (indispensabile contrastare l’alta disoccupazione giovanile (37%) e soprattutto femminile INCREMENTARE GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE PER MERITI PROGETTUALI CON PARTICOLARE RIGUARDO VERSO GLI ATTUALI E FUTURI “AMBASCIATORI” DEL “MADE IN ITALY”

redazione@laltrogiornale.it

terzo brand più conosciuto al mondo, che va attentamente monitorato e promosso come un patrimonio nazionale, al quale va associata un’immagine del Paese impeccabile ed operosa; RIEQUILIBRARE LA DISTRIBUZIONE DEL REDDITO (è necessario recuperare una grossa fetta della popolazione scivolata sotto la soglia della povertà e ricostruire la cosiddetta “classe media”); INTERVENIRE SUL CREDITO A FAMIGLIE E IMPRESE (le banche devono tornare a supportare l’economia). Rispetto a questo punto è doveroso chiedersi: perché è consentito alle banche di approvvigionarsi in Europa all’1% e rivestire gran parte di quelle risorse in Titoli di Stato con una resa del 5/6%? Le risorse economiche devono uscire da tale circuito finanziario ed essere rimesse in circolo nell’economia reale, a disposizione di imprese e famiglie. 5). RAPPORTO CON L’EUROPA La nostra presenza in Europa deve essere una scelta mirata e funzionale all’effettivo rafforzamento delle esportazioni delle nostre aziende, ma anche una opportunità da cogliere per garantire una stabilità economica e monetaria del sistema macrogeografico in cui ci troviamo. Ci sono due questioni che una

forte e compatta politica europea dovrebbe monitorare con attenzione, per le ricadute che tali fenomeni potrebbero generare anche sul sistema economico locale: L’ECONOMIA VIRTUALE composta prevalentemente dai “prodotti finanziari derivati”, ovvero strumenti finanziari il cui valore dipende da un’altra attività sottostante, il cui valore nel mondo pare oggi sia pari a 647.000 mld di dollari, ovvero 9 volte il pil mondiale e 14 volte i titoli capitalizzati dalle borse mondiali. Si tratta in sostanza di una immensa bolla finanziaria che potrebbe ricadere addosso all’economia reale sempre più povera; IL FISCAL COMPACT ovvero il pareggio strutturale di bilancio. Si tratta di un accordo stipulato tra 12 paesi europei, secondo il quale nei casi come l’Italia con un debito pubblico di 2000 mld e un deficit di bilancio attorno al 3 nell’anno in corso, dovrà trovare il sostanziale pareggio di bilancio nel 2013. Inoltre a partire dal 2014 i Paesi come il nostro che hanno un debito pubblico superiore al 60% del PIL, dovranno scendere sotto tale limite entro 20 anni, riducendo il debito di un ventesimo dell’eccedenza ogni anno (ciò significa in soldoni che ogni anni lo Stato dovrà accantonare circa 54 mld/anno. Se pensiamo che l’intera manovra IMU nel 2012 ha generato 23 mld di entrate, è bene “mettere le mani avanti” e chiedere alla futura classe dirigente politica di questo Paese di intervenire subito nel mettere i conti in ordine senza gravare ulteriormente sulle casse delle imprese e sulle tasche dei cittadini. Rispetto alle brevi riflessioni poste, lo scenario appare sempre più torbido e complesso e le imprese consultate hanno espresso il loro parere rispetto alla dimensione europea nel modo seguente: A). RESTARE CONVINTAMENTE NELL’EUROPA UNITA: 60% B). ASSETTO EUROPEO DA RIVEDERE, ALTRIMENTI ALTRO CARROZZONE: 20% C). ABBANDONARE L’EURO E TORNARE AD UNA POLITICA MONETARIA NAZIONALE: 20%


16

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’AGENDA DELLA VALLE DEL MISA ARCEVIA Municipio: Corso Mazzini, 67 Tel: 0731.98991 Fax: 0731.9899226 www.arceviaweb.it info@arceviaweb.it Presidio sanitario Tel: 0731.9215 – 0731.9243 Ufficio turistico Tel: 0731.984561 Informagiovani Tel: 0731.984561 Biblioteca comunale Tel: 0731.984561 Pro Loco Tel: 0731.9127 www.prolocoarcevia.it info@prolocoarcevia.it Amici di Piticchio www.piticchio.it info@piticchio.it Museo archeologico Tel: 0731.9622 Raccolta di San Medardo Tel: 0731.9444 donsergiozandri@alice.it Raccolta di arte contemporanea Tel: 0731.984561 Carabinieri Tel: 0731.9227 – 0731.97262 Vigili del fuoco Tel: 0731.984526 Corpo forestale Tel: 0731.9291 Polizia municipale Tel: 0731.9899212 – 333.2767739 BARBARA Municipio: Via Castello, 4 Tel: 071.9674212 Fax: 071.9674065 www.comune.barbara.an.it protocollo@comune.barbara.an.it Pro Loco Tel: 335.6357786 proloco-barbara@libero.it Raccolta d’arte Tel: 071.9674213 Ufficio postale Tel: 071.9674674 Carabinieri Tel: 071.964332 BELVEDERE OSTRENSE Municipio: Corso Barchiesi, 22 Tel: 0731.617003 – 0731.617004 www.comune.belvedere.an.it Unione dei Comuni Tel: 0731.267022 Ufficio postale Tel: 0731.62288 Guardia medica Tel: 0731.267028 – 335.340886 Pro Loco Tel: 0731.617005 Museo dell’immagine postale

Tel: 0731.617003 Fax: 0731.617005 comune.belvedereostrense@regione.marche.it Carabinieri Tel: 0731.62016 – 0731.62966 Polizia municipale Tel: 0731.267022 – 338.8565034 CASTEL COLONNA Municipio: Piazza Leopardi, 3 Tel: 071.7957120 Fax: 071.7959567 www.comune.castel-colonna.an.it comune.castelcolonna@provincia.ancona.it Ludoteca Tel: 071.7958508 Ufficio postale Tel: 071.7958035 Discarica Tel: 071.7958301 Carabinieri Tel: 071.7957129 Polizia municipale Tel: 071.7957135 CASTELLEONE DI SUASA Municipio: Piazza Principe di Suasa, 7 Tel: 071.966113 Fax: 071.966010 comune@castelleone.disuasa.it www.castelleone.disuasa.it Biblioteca comunale Tel: 071.966120 – 071.966113 Pro Loco Tel: 071.966770 www.prosuasa.it Consorzio Città romana di Suasa Tel: 071.966524 www.consorziosuasa.it Archeoclub Tel: 071.966048 Carabinieri Tel: 071.964332 Polizia municipale Tel: 071.966113 CORINALDO Municipio: Via del Corso, 9 Tel: 071.67782 Fax: 071.7978042 www.corinaldo.it comune.corinaldo@provincia.ancona.it Ufficio Turistico Tel: 071.67782 iat1@corinaldo.it Museo del costume Tel: 071.679043 Raccolta d’arte Claudio Ridolfi Tel: 071.679047 Biblioteca comunale Tel: 071.7976356 Pro Loco Tel: 071.679047 www.procorinaldo.it info@procorinaldo.it Carabinieri Tel: 071.67038 – 071.7976074

Polizia municipale Tel: 338.7195704 – 368.7471697 GENGA Municipio: Via Filippo Corridoni Tel: 0732.973014 Fax: 0732.973344 www.comunedigenga.it comune.genga@provincia.ancona.it Ufficio Turismo Tel: 0732.973014 www.turismo.comunedigenga.it info@turismo.comunedigenga.it Grotte di Frasassi Tel. 0732.90090- 0732.90080 www.frasassi.com grotte@frasassi.com Museo speleopaleontologico Tel: 0732.90241 Pro Loco Tel: 329.2611871 prolocogenga@gmail.com Carabinieri Tel: 0732.973015 – 0732.973349 Polizia municipale Tel: 0732.973297 MONTECAROTTO Municipio: Via Guglielmo Marconi, 11 Tel: 0731.89131 – 0731.89440 Fax: 0731.899046 www.comune.montecarotto.an.it info@comune.montecarotto.an.it Ufficio turistico Tel: 0731.89713 Biblioteca comunale Tel: 0731.889024 bibliotecamontecarotto@virgilio.it Ufficio postale Tel: 0731.899083 Pro Loco Tel: 0731.89305 proloco.montecarotto@libero.it Carabinieri Tel: 0731.89130 Polizia municipale Tel: 0731.703712 MONTEMARCIANO Municipio: Via Umberto I, 20 Tel: 071.9163310 Fax: 071. www.comune.montemarciano.ancona.it Biblioteca comunale Tel: 071.9158557 Pro Loco Tel: 071.9158813 prolocomontemarciano@libero.it Carabinieri Tel: 071.91501 – 071.9158867 Polizia municipale Tel: 071.9163372 MONTERADO Municipio: Piazza Roma 23 Tel: 071.7957135 Fax: 071.7957977 comune.monterado@provincia.ancona.it

www.comune.monterado.an.it Carabinieri Tel: 071.7957129 Polizia municipale Tel: 071.7957135 pm.monterado@provincia.ancona.it MONTE SAN VITO Municipio: Via Giacomo Matteotti, 2 Tel: 071.7489321 Fax: 071.7489334 www.comune.montesanvito.an.it info@comune.montesanvito.an.it Biblioteca comunale Tel: 071.7489335 Ufficio turistico Tel: 071.7489337 ufficioturistico@comune.montesanvito.an.it Teatro La Fortuna Tel: 071.7489100 Carabinieri Tel: 071.740014 Polizia municipale Tel: 071.7489303 poliziamunicipale@comune.montesanvito.an.it MORRO D’ALBA Municipio: Piazza Romagnoli, 6 Tel: 0731.63013 – 0731.63000 Fax: 0731.63043 comune@comune.morrodalba.an.it www.comune.morrodalba.an.it Pro Loco www.promorro.it prolocomorrodalba@libero.it Museo della cultura mezzadrile Tel. 0731.63824 Archeoclub Tel: 0731.63050 Carabinieri Tel: 0731.63014 Polizia municipale Tel: 0731.267022 OSTRA Municipio: Piazza dei Martiri, 5 Tel: 071.7980606 Fax: 071.7989776 www.comune.ostra.an.it comune@comune.ostra.an.it Informazioni turistiche Tel: 071.7989080 Pinacoteca comunale Tel: 071.68343 Ufficio postale Tel: 071-.7980325 – 071.688336 Pro Loco Tel: 071.7989080 proloco.ostra@libero.it Croce Verde Tel: 071.7980220 Carabinieri Tel: 071.68053 Polizia municipale Tel: 071.7989890 OSTRA VETERE Municipio: Piazza Don Minzoni, 1

Tel: 071.965053 Fax: 071.964352 www.comune.ostravetere.an.it comune.ostravetere@provincia.ancona.it urp.ostravetere@provincia.ancona.it Museo civico parrocchiale Tel: 071.964369 seg.ostravetere@provincia.ancona.it Carabinieri Tel: 071.964332 Polizia municipale Tel: 071.965053 RIPE Municipio: Via Castello, 1 Tel: 071.7959201 Fax: 071.7958454 www.comune.ripe.an.it commune@comune.ripe.an.it Biblioteca comunale Tel: 071.7958633 Pro Loco Tel: 071.7959019 proloco.ripe@virgilio.it Carabinieri Tel: 071.7957129 Polizia municipale Tel: 071.7959212 SASSOFERRATO Municipio:Piazza Giacomo Matteotti, 1 Tel: 0732.9561 Fax: 0732.956234 www.comune.sassoferrato.an.it info@comune.sassoferrato.an.it Pro Loco Tel: 0732.970084 Museo archeologico Tel: 0732.956231 info@comune.sassoferrato.an.it Museo delle tradizioni popolari Tel: 0732.9561 Raccolta incisori marchigiani Tel: 0732.956231 Carabinieri Tel: 0732.959386 – 0732.959394 Polizia municipale Tel: 0732.956227 SERRA DE’ CONTI Municipio: Via Guglielmo Marconi, 6 Tel: 0731.871711 Fax: 0731.879290 info@comune.serradeconti.an.it www.comune.serradeconti.an.it Pro Loco Tel: 333.8362056 www.proserradeconti.it info@proserradeconti.it Museo delle arti monastiche Tel: 0731.871711 – 0731.871739 www.museoartimonastiche.it info@museoartimonastiche.it Carabinieri Tel: 0731.879264 Polizia municipale Tel: 0731.871732

LE FARMACIE ARCEVIA Comunale: Corso Mazzini, 54 Tel: 0731.9105 Pagliarini: Corso Mazzini, 25 Tel: 0731.9106 Bossi: Frazione Piticchio, 271 Tel: 0731.981021 BARBARA Comunale: Via Castello, 4 Tel: 071.9674222 BELVEDERE OSTRENSE

Rotoloni: Via Brutti, 15 Tel: 0731.62034 CASTEL COLONNA Martinelli: Via Croce, 43 Tel: 071.7957831 CASTELLEONE DI SUASA Comunale: P. Principe di Suasa, 6 Tel: 071.966282 CORINALDO Comunale: Viale della Vittoria Tel: 071.67782

Verdenelli: Via del Corso, 55 Tel: 071.67118 GENGA Gatti: Via Marconi, 25 Tel: 0732.90007 MONTECAROTTO Tentelli: Piazza della Vittoria, 8 Tel: 0731.89156 MONTEMARCIANO Bartolini: Piazza Aldo Moro Tel: 071.915025

Severini Cesaroni: Via Adriatica Tel: 071.9198614 MONTERADO Piccioni: Via Valcesano, 1 Tel: 071.7950030 MONTE SAN VITO Cianca: Via Selva, 52 Tel: 071.740016 MORRO D’ALBA Vannini: Via Roma, 55 Tel: 0731.63015

redazione@laltrogiornale.it

OSTRA Bignardi: Corso Mazzini, 51 Tel: 071.68065 Cioci: Via Gramsci, 65 Tel: 071.68039 OSTRA VETERE Burzacca: Via Mazzini, 7 Tel: 071.965954 RIPE Benigni: Viale Umberto I Tel: 071.7957410

SASSOFERRATO Cabernardi: Via Croce, 2 Tel: 0732.975209 Comunale: Via Battisti, 14 Tel: 0732.959930 Vianelli: Via Mazzini, 7 Tel: 0732.9288 SERRA DE’ CONTI Del Corso: Piazza Leopardi, 2 Tel: 0731.870306


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

17

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

LA NOVITA’

Critici letterari per un giorno Gli studenti della III A Turistico del Panzini hanno ricoperto il ruolo di giurati per il blog friulano “Gelo stellato” che ha bandito un concorso per racconti SENIGALLIA Gli alunni della classe III A Turistico dell’Istituto Superiore “Panzini” di Senigallia hanno ricoperto il ruolo di giurati per il noto blog friulano “Gelo stellato”, che ha bandito un originale e divertente concorso per racconti composti da una sola frase. Gli studenti hanno analizzato i testi che hanno partecipato alla gara e hanno espresso un giudizio che ha contribuito a stilare la

classifica finale del concorso. Il lavoro è stato promosso e coordinato dal prof. Giuseppe D’Emilio (membro dello scrittore collettivo “Pelagio D’Afro” e del laboratorio creativo “Carboneria Letteraria”). La partecipazione al comitato di valutazione è stata una delle tante attività letterarie che il Collegio dei Docenti e la Dirigente dell’istituto Rosella Bitti vogliono affiancare da tempo,

come è noto, a quelle più legate alla vocazione turisticoalberghiera della scuola. Ecco i nomi dei… critici letterari in erba dell’Istituto: Gabriele Aguero, Vanessa Barbato, Nicoletta Bartozzi, Giulia Battistini, Lara Becci, Lorenzo Cecilioni, Helena Cristofano, Fabio D’Antuono, Sara Degli Emili, Giacomo Di Giacinto, Alessia Faggiano, Sofia Franceschini, Charon Frometa,

Matteo La Duca, Cristian Mazzotti, Rebecca Mead, Jadira Montesdeoca, Annamaria Moroni, Rachele Nouini, Silvia Onoiu, Sara Pannisco, Sara Pierpaoli, Sabrina Pietroniro, Giulia Pigliacelli, Cesare Riginelli, Michela Rossetti, Veronica Rossetti, Elisa Sebastianelli, Gloria Silvestrini, Chiara Spadoni, Milenko Vallejo. Il blog “Gelo stellato”: http:// ilblogdigelo.blogspot.it

I carabinieri sulle tracce di chi ha danneggiato il Postamat SENIGALLIA Ieri mattina, nel corso dell’udienza per direttissima, il giudice del Tribunale di Ancona, ha convalidato l’arresto operato dai carabinieri di Ostra Vetere nei confronti del cittadino tunisino Bounouara Mehdi, quarantatré anni, residente a Barbara, accusato di furto di energia elettrica. Subito dopo l’uomo è stato rimesso in

libertà. Mentre l’udienza è stata rinviata al 7 marzo. I carabinieri della Compagnia di Senigallia fanno inoltre sapere, a proposito di un presunto assalto, con un trapano, al Postamat di Marzocca, che l’episodio non trova conferme nell’attività svolta dai militari della locale stazione. Infatti, il personale dell’Arma è stato impegnato esclusivamente

nelle attività relative ad una denuncia, sporta dal dirigente dell’Ufficio postale di Marzocca, ubicato via XXIV Maggio, che segnalava il danneggiamento del Postamat ad opera di ignoti. Le indagini dei carabinieri hanno appurato che, al danneggiamento del Postamat, non è seguito alcun furto, mentre l’esplosione del sistema di antifurto, normalmente

installato nelle postazioni Bancomat e Postamat, che tinge di blu le banconote, rendendole di fatto inspendibili, sarebbe stato innescato, in maniera del tutto fortuitam ed indipendente dal danneggiamento. Inoltre, dopo la visione delle immagini registrate dal circuito di sorveglianza dell’Ufficio postale, non è stata accertata la presenza,

intorno al Postamat, di uomini incappucciati. I carabinieri di Marzocca, dopo la segnalazione del danneggiamento, non hanno acquisito elementi che fanno ritenere sia stato adoperato un trapano, né che ci si trovi innanzi ad una nuova tecnica criminale. Per cui, secondo i militari, non c’è alcun particolare riserbo nelle indagini. I carabinieri

di Marzocca stanno cercando soltanto di giungere all’identificazione dell’autore del danneggiamento, procurato molto probabilmente con un oggetto di metallo. I carabinieri, ove esistesse un testimone, lo invitano invece a presentarsi in caserma per raccontare quanto ha, eventualmente, visto.

l’Altro giornale quotidiano online

L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


18

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

MAROTTA E LA VALLE DEL CESANO

L’AGENDA DELLA VALLE DEL CESANO BARCHI Municipio: Piazza Vittorio Emanuele, 6 Tel: 0721.97152 www.comune.barchi.pu.it comune.barchi@provincia.ps.it Comunità montana Tel: 0721.74291 Ufficio postale Tel: 0721.97111 Croce Rossa Tel: 0721.721425 Guardia medica Tel: 0721.721252 Pro Loco Tel: 0721.978197 Carabinieri Tel: 0721.97258 CAGLI Municipio: Piazza Giacomo Matteotti, 1 Tel: 0721.78071 www.comune.cagli.ps.it municipio@comune.cagli.ps.it Comunità montana Tel: 0721.787431 Centro per l’impiego Tel: 0721.787278 Ufficio postale Tel: 0721.787282 Ospedale Tel: 0721.7921 (centralino) Pronto soccorso Tel: 0721.792201 Distretto sanitario Tel: 0721.792504 Guardia medica Tel: 0721.792203 Croce Rossa Tel: 0721.782112 Pro Loco Tel: 0721.787457 Carabinieri Tel: 0721.787321 Polizia stradale Tel: 0721.781754 Vigili del fuoco Tel: 0721.787222 Corpo forestale Tel: 0721.781212 Polizia municipale Tel: 0721.780744 FRATTE ROSA Municipio: Piazza Giacomo Matteotti, 11 Tel: 0721.777113 – 0721.777200 Fax: 0721.777253 www.comune.fratte-rosa.pu.it commune.fratte-rosa@provincia.ps.it Distretto sanitario n. 2 Tel: 0721.739720 Guardia medica Tel: 0721.732702 Pro Loco Tel: 0721.777476 – 0721.735289 www.fratterosa.org Carabinieri Tel: 0721.776810 – 0721.776564

Vigili del fuoco Tel: 0721.787222 Corpo forestale Tel: 0721.734705 Polizia municipale Tel: 0721.777200 – 0721.777113 FRONTONE Municipio: Piazza del Municipio, 19 Tel: 0721.786107 www.comune.frontone.pu.it Biblioteca comunale Tel: 0721.786107 Comunità montana Tel: 0721.787431 Fax: 0721.787441 www.cmcatrianerone.pu.it Informazioni turistiche turismofrontone@gmail.com Funivia Tel: 0721.786188 Pro Loco Tel: 0721.786302 – 338.3805478 www.comunedifrontone.it prolocofrontone@gmail.com Castello di Frontone Tel: 0721.790716 Ufficio postale Tel: 0721.786362 Carabinieri Tel: 0721.734807 Corpo forestale Tel: 0721.730150 Polizia municipale Tel: 0721.786107 MAROTTA Delegazione Anagrafe Tel: 0721.96513 Informazioni turistiche Tel: 0721.960504 turismo@comune.mondolfo.pu.it Stazione ferroviaria Tel: 0721.96335 – 0721.969258 Ufficio postale Tel: 0721.968045 Carabinieri Tel: 0721.96584 Polizia municipale Tel: 0721.960629 polizia.marotta@comune.mondolfo.pu.it MONDAVIO Municipio: Piazza Giacomo Matteotti, 2 Tel: 0721.97101 www.comune.mondavio.pu.it comune.mondavio@provincia.ps.it Mondavio Turismo www.mondavioturismo.it Pro Loco Tel: 0721.989098 www.mondavioproloco.it Museo civico Tel: 0721.97102 – 0721.977331 Rocca Roveresca Tel: 0721.97101 Ufficio postale Tel: 0721.97100

Distretto sanitario Tel: 0721.97120 Poliambulatorio Tel: 0721.97345 Guardia medica Tel: 0721.97120 Carabinieri Tel: 0721.97258 Corpo forestale Tel: 0721.39971 Polizia municipale Tel: 0721.977479 MONDOLFO Municipio: Via Giuseppe Garibaldi, 1 Tel: 0721.9391 – 800.407.171 Fax: 0721.959455 www.comune.mondolfo.pu.it Ufficio relazioni con il pubblico Tel: 0721.939266 urp@comune.mondolfo.pu.it Biblioteca comunale Tel: 0721.959677 Informagiovani Tel: 0721.958647 Ufficio postale Tel: 0721.957216 Poliambulatorio Tel: 0721.93681 Guardia medica Tel: 0721.9368872 Pro Loco Tel: 0721.955677 Carabinieri Tel: 0721.957232 Polizia municipale Tel: 0721.939249 pol.municipale@comune.mondolfo.pu.it MONTE PORZIO Municipio: Viale Cante di Montevecchio Tel: 0721.956000 Fax: 0721.956027 www.comune.monte-porzio.pu.it Associazione Monte Porzio Cultura Tel: 0721.956026 – 0721.955981 www.monteporziocultura.it Pro Loco Tel: 0721.955677 www.proloco-monteporzio.it Ufficio postale Tel: 0721.955118 Carabinieri Tel: 0721.955802 – 0721.955125 Polizia municipale Tel: 0721.956043 vigili@comune.monte-porzio.pu.it ORCIANO Municipio: Piazzale della Ripa, 1 Tel. 0721.97424 Fax: 0721.97425 www.comune.orciano.pu.it comune.orciano@provincia.ps.it Biblioteca comunale Tel: 0721.977412 Pro Loco Tel: 0721.977071

Ufficio postale Tel: 0721.97230 Carabinieri Tel: 0721.97258 Polizia municipale Tel: 0721.977580 PERGOLA Municipio: Corso Giacomo Matteotti, 53 Tel: 0721.7373233 Fax: 0721.736450 www.comune.pergola.pu.it protocollo@comune.pergola.pu.it Ufficio Turismo Tel: 0721.7373273 Biblioteca comunale Tel: 0721.778786 Informagiovani Tel: 0721.7373275 Comunità montana Tel: 0721.735701 Ospedale Tel: 0721.7321 (centralino) Pro Loco Tel: 0721.734496 www.prolocopergola.it Associazione Pergola Nostra www.pergolanostra.it Museo dei Bronzi dorati Tel: 0721.734090 – 0721.7373271 www.bronzidorati.com Ufficio postale Tel: 0721.73432 Carabinieri Tel: 0721.734807 Polizia stradale Tel: 0721.787305 Vigili del fuoco Tel: 0721.787222 Corpo forestale Tel: 0721.734705 Polizia municipale Tel: 0721.736708 – 0721.7373248 PIAGGE Municipio: Via Roma. 12 Tel: 0721.890131 Fax: 0721.890907 www.comune.piagge.pu.it comune.piagge@provincia.ps.it Ufficio postale Tel: 0721.890130 Ex guardia medica Tel: 0721.9898457 Carabinieri Tel: 0721.970005 SAN COSTANZO Municipio: Piazza Perticari, 20 Tel: 0721.951210 – 0721.951211 Fax: 0721.950056 www.comune.san-costanzo.pu.it comune@comune.san-costanzo.pu.it Biblioteca comunale Tel: 0721.950159 Ufficio postale Tel: 0721.950340 – 0721.958131 Guardia medica

Tel: 0721.882261 Pro Loco Tel: 0721.950110 www.prolocosancostanzo.it Teatro La Concordia Tel: 0721.950124 Carabinieri Tel: 0721.950105 Polizia municipale Tel: 0721.951218 – 0721.951237 SAN GIORGIO DI PESARO Municipio: Via Giuseppe Garibaldi, 62 Tel: 0721.970102 Fax: 0721.970289 www.comune.san-giorgio.pu.it commune.san-giorgio@provincia.ps.it Ufficio postale Tel: 0721.970135 Poliambulatorio Tel: 0721.98981 Ex guardia medica Tel: 0721.9898457 Pro Loco Tel: 0721.970209 proloco-sangiorgio@libero.it Carabinieri Tel: 0721.970005 Polizia municipale Tel: 0721.970102 SAN LORENZO IN CAMPO Municipio: Piazza Umberto I, 17 Tel: 0721.774211 Fax: 0721.776687 www.comune.sanlorenzoincampo.pu.it Ufficio postale Tel: 0721.776051 Pro Loco Tel: 0721.776479 www.proloco-sanlorenzo.it Carabinieri Tel: 0721.776810 Polizia municipale Tel: 0721.774216 SERRA SANT’ABBONDIO Municipio: Piazzale del Comune, 1 Tel: 0721.730120 Fax: 0721.730230 www.comune.serrasantabbondio.pur.it Comunità montana Tel: 0721.787431 www.cmcatrianerone.pu.it Ufficio postale Tel: 0721.730127 Pro Loco Tel: 0721.730657 www.ssabbondio.it Eremo di Fonte Avellana Tel: 0721.730118 www.fonteavellana.it Carabinieri Tel: 0721.734807 Corpo forestale Tel: 0721.730150 Polizia municipale Tel: 0721.730120

LE FARMACIE BARCHI Pierini Vittorio: Via Roma, 23 Tel: 0721.977076 CAGLI Purgotti: Piazza Matteotti, 2 Tel: 0721.787313 Berardi: Via Fonte del Duomo, 1 Tel: 0721.787230 Giacomucci: Via Pianello, 139

Tel: 0721.783101 FRATTE ROSA Canestrari: Piazza Matteotti, 13 Tel: 0721.777473 FRONTONE Battistini: Via Roma, 69 Tel: 0721.786122 MAROTTA Comunale: Via Ferrari, 16 Tel: 0721.969381

Fumarola: Via Litoranea, 122 Tel: 0721.96521 MONDAVIO Subissati: Viale San Francesco, 10 Tel: 0721.977391 Ambrosini: Via Cesanense, 88 Tel: 0721.979117 MONDOLFO Baffi Scoppa: Via XX Settembre Tel: 0721.957240

MONTE PORZIO Brilli: Viale C. di Montevecchio, 27 Tel: 0721.955131 ORCIANO Volta: Corso Matteotti, 83 Tel: 0721.97238 PERGOLA Domenichelli: Corso Matteotti, 32 Tel: 0721.778714 Del Corso: Corso Matteotti, 50

redazione@laltrogiornale.it

Tel: 0721.778289 Comunale: Via Don Minzoni, 88 Tel: 0721.734675 PIAGGE Comunale: Via Roma. 105 Tel: 0721.890172 SAN COSTANZO Scarponi: Corso Matteotti, 64 Tel: 0721.950238 Gambarara: Piazza IV Novembre

Tel: 0721.935003 SAN GIORGIO DI PESARO Tonti Maria Grazia: Via Roma Tel: 0721.970156 SAN LORENZO IN CAMPO Costantini: Viale R. Margherita, 20 Tel: 0721.776820 SERRA SANT’ABBONDIO Marra: Corso Dante Alighieri, 24


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

19

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

LA RICERCA

Finanziati 28 progetti innovativi Si va dalle energie rinnovabili al web marketing, dalla nuova edilizia al design. Il presidente Ricci e l’assessore Seri: “Aiuteranno le imprese ad essere più competitive” PESARO Dalle energie rinnovabili al web marketing, dalla nuova edilizia al design, dalle biotecnologie industriali alla domotica: sono innovativi ed in linea con le nuove tendenze del mercato del lavoro i 28 progetti, presentati da laureati, che la Provincia di Pesaro e Urbino ha finanziato con assegni di ricerca di 750 euro lorde al mese per 12 mesi, grazie alle risorse del Fondo Sociale Europeo. I 28 giovani, che inizieranno a breve la loro esperienza all’interno di altrettante imprese del territorio provinciale, sono stati ricevuti nella sala del consiglio “W.Pierangeli” dal presidente della Provincia Matteo Ricci, dall’assessore provinciale alla Formazione e Lavoro Massimo Seri e dal dirigente del Servizio Formazione e Lavoro Massimo Grandicelli. “Questa esperienza non vi cambieranno la vita – ha detto Matteo Ricci – ma sarà utile per il vostro futuro e speriamo possa trasformarsi in lavoro stabile. La

QUESTA MATTINA

La sala convegni intitolata a Evio Tomasucci vostra presenza nelle aziende sarà importante per provare ad innovare e resistere all’interno di questa crisi. Ci stiamo muovendo in varie direzioni per aiutare l’economia del territorio e posso dire che ogni posto di lavoro salvato, ogni azienda che rimane aperta è una grande soddisfazione. Stiamo anche ri-orientando i fondi europei verso una formazione più mirata alle nuove professioni. Abbiamo bisogno della vostra

intelligenza e del vostro impegno ed è per questo che, pur con grande difficoltà, continuiamo a finanziare questi progetti, che rappresentano un’opportunità per voi e per le aziende ospitanti”. “Si sta nel mercato – ha sottolineato l’assessore Massimo Seri – se si ha la capacità di essere innovativi e competitivi. Abbiamo messo in campo azioni concrete a favore dei giovani e delle imprese proprio per agevolare questo

percorso. Tra le iniziative, voglio ricordare l’accordo con Costa Crociere, che sta già portando opportunità di lavoro grazie ai corsi ad occupazione garantita che stiamo organizzando. Anche questi assegni di ricerca sono importanti per il territorio: dovevano essere 20, siamo riusciti a finanziarne 28, pur tra le difficoltà, proprio perché crediamo sia un segnale positivo”. (g.r.)

PESARO Oggi pomeriggio, alle ore 17, si svolgerà la cerimonia di intitolazione della Sala convegni del Centro per l’impiego, l’orientamento e la formazione di Pesaro (via Luca della Robbia 4) alla memoria di Evio Tomasucci (1922 – 2012), partigiano, antifascista, consigliere comunale, senatore della Repubblica (dal 1963 al 1972) e vice presidente della Provincia di Pesaro e Urbino (dal 1975 al 1990). L’iniziativa, che vedrà la presenza del presidente della Provincia Matteo Ricci, del sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli e dei

familiari di Evio Tomasucci, rientra in un percorso avviato già dal 2001 dalla Provincia, che ha portato all’intitolazione di sedi istituzionali e scolastiche a personalità della comunità territoriale esempio di vita e di impegno pubblico: Wolframo Pierangeli, Adele Bei, Sara Levi Nathan, Giuseppe Mari, Erivo Ferri, Giuseppe Angelini, Aldo J.B. Brilli Cattarini, Valerio Volpini, Salvatore Vergari. Uomini e donne che hanno dato identità e immagine al territorio provinciale e che la Provincia vuole ricordare e far conoscere meglio anche alle giovani generazioni. (g.r.)

l’Altro giornale quotidiano online

L’informazione libera per il territorio e la sua gente redazione@laltrogiornale.it


20

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

UNIVERSITA’

A lezione da Pupi Avati Domani il regista salirà in cattedra per raccontarsi di fronte agli studenti URBINO Domani, mercoledì 27 febbraio, Pupi Avati salirà in cattedra per raccontarsi di fronte agli studenti e ai docenti dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, in una lezione dal titolo “Cinema e vita”. Assieme al prof. Bernardo Valli e al rettore Stefano Pivato, il regista bolognese ripercorrerà la sua lunga carriera tra aneddoti, storie,

riflessioni e curiosità del grande amore della sua vita: il cinema. Uno speciale dietro le quinte della sua lunga carriera e dei suoi capolavori: dal 1968, anno d’esordio in cui firmava Balsamus, l’uomo di Satana fino al 2011 quando dirigeva Micaela Ramazzotti e Cesare Cremonini nella commedia Il cuore grande delle ragazze. Pupi Avati è considerato un grande

maestro italiano. Partito con il genere horror (tra i successi La casa dalle finestre che ridono, 1976), è diventato il regista che oggi conosciamo. David di Donatello per la miglior regia in Il cuore altrove con la coppia Neri Marcoré e Vanessa Incontrada (2006). E dopo il biografico Ma quando arrivano le ragazze? (2005), ancora con Marcorè in La

seconda notte di nozze (2005), tratto da un suo libro e con l’Incontrada in La cena per farli conoscere (2007). Più di quarant’anni a servizio del cinema. I suoi film scaldano i cuori e alimentano sentimenti forti come solo le grandi commedie del cinema italiano sanno fare. L’incontro con Pupi Avati sarà un’occasione da non perdere per conoscere l’uomo

e il regista, per sapere gli aspetti nascosti dei suoi lavori più apprezzati, per avvicinarsi ai suoi film ma anche per capire in che direzione si sta muovendo il cinema italiano: l’appuntamento è nell’aula magna di Palazzo Battiferri (via Saffi, 42) alle ore 12. Al termine dell’incontro il rettore Stefano Pivato consegnerà al regista il Sigillo d’Ateneo. Il

Sigillo d’Ateneo viene assegnato solo a personalità prestigiose che si sono distinte a livello internazionale. Le ultime, in ordine di tempo, sono state il presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, il Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri e a Kjell Fuxe, del Division of Cellular and Molecular Neuroscience, Karolinska Institutet di Stoccolma.

Nelle zone equatoriali secondo lo studio condotto dal professor Giorgio Spada in collaborazione con scienziati europei

Mari più alti fino ad un metro URBINO Le previsioni per l’anno 2100 dicono che il maggiore aumento del livello dei mari riguarderà le coste che si affacciano sugli oceani equatoriali. Lo prova lo studio del professor Giorgio Spada, docente del Dipartimento di Scienze di Base e Fondamenti (DiSBeF) dell’Università degli Studi di Urbino, che sarà a breve pubblicato sulla rivista americana Geophysical Research Letters, scritto in collaborazione con scienziati del Glaciology Centre

di Bristol (UK). Le zone più a rischio sono le coste scarsamente elevate sul livello marino attuale e quelle che sono, allo stesso tempo, più popolate. In particolare, quelle dell’estremo oriente, degli Stati Uniti e del centro America, e le isole dell’Oceano Pacifico. Qui infatti – dice il prof Spada - gli effetti che contribuiscono alle variazioni del livello marino tendono a combinarsi per dare le maggiori ampiezze attese. In Europa, le variazioni del livello marino future dovrebbero essere

significativamente più basse rispetto ai valori medi globali. Il prof Spada ritiene che questo sia dovuto agli effetti dello scioglimento dei ghiacci polari relativamente vicini all’Europa (in particolare, quelli della Groenlandia), che tendono a mitigare, in questa regione, gli effetti delle altre componenti. Fra le città europee, quella che - secondo lo studio del prof Spada - risentirà maggiormente dello scioglimento delle masse glaciali continentali sarà Venezia Dunque, a causa dello

scioglimento dei ghiacci continentali, nel 2100 nelle zone equatoriali del pianeta si dovrebbe raggiungere un aumento del livello marino di circa 30 cm. Tenendo conto anche dell’aumento causato dal riscaldamento degli oceani in risposta al “globalwarming”, l’aumento potrebbe raggiungere, nello scenario più probabile, i 60 cm. Si tratta di valori che superano considerevolmente quelli osservati nel corso del secolo scorso, su scala globale (circa 20 cm). Scenari estremi, elaborati nello stesso studio, mostrano

tuttavia che l’aumento di livello marino potrebbe essere ancora più elevato, fino a circa un metro. L’indagine rappresenta uno dei risultati finali del progetto europeo di larga scala “ice2sea”, finanziato dalla UE nell’ambito del programma quadro FP7. L’obiettivo di “ice2sea” è una migliore comprensione degli effetti che le variazioni climatiche in atto hanno sulle masse glaciali continentali, e di fornire scenari di variazioni future del livello marino su scala regionale. Il progetto, che ha visto

la partecipazione di altri 23 Istituti di Ricerca europei ed internazionali, è coordinato localmente dal prof. Giorgio Spada. Nell’ambito di “ice2sea”, il ruolo dell’Unità di Ricerca di Urbino è stato quello di studiare la componente glacio-isostatica delle variazioni del livello marino attese in conseguenza dello scioglimento delle grandi masse glaciali continentali. Il gruppo di Bristol, per la prima volta, ha utilizzato modelli glaciologici realistici per stimare le variazioni future dei volumi delle masse glaciali della Groenlandia, dell’Antartide e dei piccoli ghiacciai continentali. Questi volumi sono stati tradotti in termini di variazioni di livello marino dall’Unità di Ricerca di Urbino.

l’Altro giornale quotidiano online

L’informazione per il territorio redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

21

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

LA SCELTA

Daverio e Ruta testimonial L’annuncio di Minardi: “Dopo la strada del gusto, ora quella del tartufo”

L’assessore provinciale Renato Claudio Minardi insieme a Philippe Daverio e - a destra - con Maria teresa Ruta negli stand della Regione Marche alla Bit PESARO Pesaro e Urbino ancora protagonista alla Bit di Milano, con Renato Claudio Minardi che fa il colpo in chiusura e “cattura” due testimonal d’eccezione per il marchio provinciale. Si tratta di Philippe Daverio e

Maria Teresa Ruta, rapiti dal patrimonio e dai progetti del territorio: «Hanno mostrato grande interesse per la storia, l’arte, la cultura, l’enoalogastronimia, le dop della provincia», nota l’assessore. Che aggiunge: «Abbiamo presentato il

marchio di Acqualagna insieme al sindaco Andrea Pierotti, annunciando l’idea di realizzare le strade del tartufo, che si affiancherebbero alla strada del gusto Sp 26, unica nella regione. Attorno al tartufo è nata una vera

e propria economia che trasforma il prodotto». Non solo: «C’è stato spazio per descrivere le iniziative di Apecchio città della birra, con il presidente dell’associazione Massimo Cardellini e Laura Sabbatini di Marche Holiday. Le

strade della birra, che fa turismo, toccano a partire da Apecchio i cinque birrifici della provincia (Pergola, Fermignano, Mercatale), per un totale di 232 chilometri. Ora lavoriamo al consorzio marchigiano che unisce i 17 birrifici delle Marche, per realizzare tutta

la filiera». Successo per le degustazioni proposte dalla Provincia alla fiera di Rho. Minardi ha infine presentato anche la candidatura di Urbino a capitale europea della cultura 2019, insieme al governatore Gian Mario Spacca. (f.n.)

l’Altro giornale quotidiano online

L’informazione libera per il territorio e la sua gente redazione@laltrogiornale.it


22

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

Il piacere di leggere

l’Altro giornale quando vuoi dove vuoi Ed è gratis! www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

23

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

IL SUCCESSO

Fano, quest’anno il Carnevale ha infranto tutti i record Oltre 170.000 i visitatori, lanciati 150 quintali di dolciumi. Tanti i riconoscimenti FANO Un’edizione quella del 2013 che ha consolidato ancora una volta il nome del Carnevale di Fano nel panorama dei festeggiamenti carnascialeschi di tutta Italia ma con un occhio di riguardo per il sociale. Tutto questo ha permesso di chiudere con un segno positivo le tre settimane dedicate alla manifestazione. “Siamo soddisfatti dell'esito dell'evento - ha detto Maria Antonia Cucuzza, vicesindaco e assessore al Turismo, Eventi e Manifestazioni – e vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno dato il loro contributo alla manifestazione: sia quelli che sono stati in prima linea sia coloro che hanno lavorato dietro le quinte. La nostra manifestazione ha dimostrato di occupare un posto importante tra i Carnevali d'Italia. A testimoniarlo è stata la presenza di numerose testate giornalistiche e televisioni. Pur senza ospiti di particolare appeal mediatico la stampa nazionale ha parlato di Fano. Puntare su cultura lavorare con le scuole (per il Carnevale dei Bambini, grande intuizione del presidente dell'Ente Carnevalesca Luciano Cecchini), puntare su tutto ciò che il nostro territorio come fatto con il 'Villaggio delle Tipicità', è stata la scelta vincente”. VISITATORI: Sono stati oltre 170.000 i visitatori che hanno partecipato nelle tre domeniche di sfilate della kermesse che si sono

L’assessore Maria Antonia Cucuzza e il presidente Luciano Cecchini svolte il 27 gennaio (50.000 visitatori) e il 3 (50.000 visitatori) e 10 febbraio. Proprio nell'ultima giornata il Carnevale ha segnato il record di 70 mila presenze. A confermare il grande risultato di visitatori che hanno fatto tappa a Fano durante la kermesse anche i dati del “Carneval – camper” che si è svolto nell'ultimo fine settimana: più di 200 camper, da venerdì sera fino a domenica hanno invaso la Città della Fortuna. In termini di presenze turistiche il dato oscilla fra le 1.300 e le 1800 persone. GETTO: Il famoso prendigetto realizzato da Paolo Del Signore, ombrelli, ombrelli con prolunghe, reti da pesca, lenzuola appese. Come ogni anno, fanesi e turisti si sono attrezzati per cercare di raccogliere il maggior numero di cioccolatini, lanciati dai carri in cartapesta per il caratteristico

“getto” del Carnevale di Fano”. Getto che quest'anno è stato composto da 150 quintali di dolciumi SCUOLE: La novità del “Carnevale dei Bambini”, nata nel 2012, ha bissato il suo successo con l'edizione 2013. In ognuna delle tre domeniche mattina di sfilate, lungo viale Gramsci, hanno sfilato quasi 500 giovani studenti appartenenti a diversi istituti della città, con i quali assieme all'aiuto dei genitori hanno preparato numerose mascherate. RICONOSCIMENTI: L'importanza data dal “Carnevale di Fano” alle sue radici e alle sue tradizioni, ha consentito alla manifestazione di ottenere numerosi riconoscimenti e collaborazioni. Tra questi il gemellaggio con il "Carnevale romano", la realizzazione del francobollo della serie tematica “il

Folclore italiano” dedicato alla manifestazione e il bollino di “Meraviglia italiana” assegnato dal “Forum nazionale dei giovani” al "Carnevale di Fano". La promozione fatta durante tutto l'anno ha portato numerosi turisti in città, soprattutto nell'ultimo week-end. OSPITI: L'edizione 2013 del Carnevale di Fano ha puntato sulla cultura e sul sociale e anche gli ospiti hanno rispecchiato quelli che sono stati gli input lanciati dal presidente dell'Ente Carnevalesca, Luciano Cecchini, e dell'assessore al Turismo, Eventi e Manifestazioni, Maria Antonia Cucuzza. Per questi motivi a salutare il folto pubblico presente ogni domenica sono stati il 27 gennaio la Nazionale italiana di calcio mutilati, capitanata dal 14enne Francesco Messori di Reggio Emilia. Per la seconda data

del 3 febbraio invece due giovani protagonisti la bellissima voce della “leonessa” di Serrungarina Valentina Baldelli già vincitrice del premio della critica nella trasmissione di Rai Uno “Ti lascio una canzone” e il pilota della classe Moto 3 nel campionato del mondo Alessandro Tonucci che ha guidato per un tratto anche uno dei trattori che trainano i giganteschi carri di cartapesta. Per lo show finale della terza domenica invece sono giunte a Fano la Nazionale italiana di basket sorde che parteciperà alle prossime Olimpiadi in programma a Sofia in Bulgaria e la fantastica esibizione rock & roll di Alessandro Ristori e i suoi Portofinos. CULTURA: Tre, le mostre che l'assessorato alla Cultura del Comune di Fano, ha promosso nell'ambito del Carnevale. La prima è stata dedicata a due grandi artisti e carristi fanesi, Luciano Pusineri e Vittorio “Toto” Corsaletti, alla Mediateca Memo Montanari, la seconda a Marcellino Battistelli anticipata dal partecipato incontro del volume a lui dedicato e realizzato da Silvano Clappis e Raffaella Manna. Ultima a inaugurare è stata la mostra per i 90 anni della Musica Arabita, nell'ex chiesa di San Leonardo, carro storico del Carnevale di Fano, che con la sua originalità e simpatia da quasi un secolo caratterizza la manifestazione carnascialesca

VOLONTARI E LOTTERIA: A garantire il normale svolgimento della Kermesse sono stati i volontari che hanno dedicato la loro professionalità e il loro amore per il Carnevale di Fano senza alcuna sosta nelle tre domeniche del 27 gennaio e del 3 e 10 febbraio. Molti di loro sono stati anche promotori della vendita dei biglietti della “Lotteria del Carnevale”. Le associazioni che hanno dato il loro contributo sono numerose alcune come l'Oratorio l'incontro di Fenile di Fano il comitato Provinciale Pesaro-Urbino Unicef, l'associazione Es.Ma.Ba.Ma Onlus, Ass.ne A.d.a.m.o. Onlus Fano, l'A.s.d. Burraco La Fortuna Fano, l'associazione Maruzza Regione Marche onlus, i negozi del comitato Apriamo il centro e le scuole dell'infanzia del comune di Fano: F. Zizzi, S.Orso, La scatola Magica Rosciano e la scuola primaria Luigi Rossi che hanno partecipato per una sola domenica. Un speciale ringraziamento va fatto invece per chi ha partecipato a tutte le domeniche della manifestazione come l'Oratorio La Stazione di Cuccurano, la fondazione Avsi, il Club Enrico Mattei, l'associazione italiana Sclerosi Multipla, la Croce Rossa di Fano, l'Unione italiana ciechi della sezione di Pesaro, l'associazione Gente di Quinta, Amore per la Vita, Fano solidale e il club Fiat 500.

l’Altro giornale La tua copia gratis dove vuoi tu quotidiano online di informazione attualità e cultura www.laltrogiornale.it Anno 1 Martedì 19 Febbraio 2013 Numero 17 Direttore responsabile: Elpidio Stortini Redazione Via Cesanense n. 50/A - Marotta (Pu) Telefono: 338.7899882 e-mail: redazione@laltrogiornale.it Editore Marche free press Via Cesanense n. 50/A - Marotta (Pu) Telefono: 338.7899882 e-mail: marchefreepress@laltrogiornale.it

l’Altro giornale è stato registrato presso il Tribunale di Pesaro in data 7 gennaio 2013 con numero 01/2013

Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


24

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Se ti piace consiglialo ai tuoi amici

E’ gratis! www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

25

ARTE CULTURA SPETTACOLI

IL CARTELLONE

“Due di noi” a Fano Questa sera Lunetta Savino e Emilio Solfrizzi replicano i paradossi della coppia FANO Secondo spettacolo di prosa dell’anno al Teatro della Fortuna. Stasera (inizio ore 21.00) per il cartellone di FanoTeatro, stagione di prosa della Fondazione Teatro della Fortuna in collaborazione con AMAT, con il sostegno di MIBAC e Regione Marche e con il patrocinio di Provincia di Pesaro e Urbino, va nuovamente in scena Due di noi di Michael Frayn. La commedia è diretta da Leo Muscato, uno dei registi più lanciati del momento, nato come attore nella compagnia di Luigi De Filippo negli anni Novanta e passato poi alla regia, sia di prosa sia d’opera con eccellenti risultati, come dimostrano i successi, tutti nell’anno appena trascorso, de La bohème di Puccini al Macerata Opera Festival, La fuga in maschera di Spontini, coproduzione Festival Pergolesi di Jesi e Teatro San Carlo di Napoli e Nabucco di Verdi al Teatro Lirico di Cagliari. Protagonisti di questa originalissima pièce, Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi, due veri beniamini del pubblico che

debuttano per la prima volta in coppia a teatro. Era il 1998 quando la Savino e Solfrizzi, entrambi pugliesi ed impegnati a costruire due carriere importanti, si incontrano nella capitale ad un provino. Lei proveniva dal teatro, con saltuarie incursioni cinematografiche, lui per anni aveva spopolato al sud insieme ad Antonio Stornaiolo, in un duo comico molto seguito e amato. Quel provino ebbe esito positivo e la regista Cristina Comencini li volle nel cast del film Matrimoni. Quindici anni dopo si ritrovano di nuovo insieme ma a teatro, interpreti di tre emblematiche e paradossali

situazioni matrimoniali. Due di noi fu rappresentata per la prima volta a Londra nel 1970. Era l’esordio teatrale di Michael Frayn, autore allora sconosciuto, che solo una decina d’anni dopo sarebbe diventato famoso in tutto il mondo grazie al successo di Rumori fuori scena. La commedia racchiude tre atti unici sui paradossi del matrimonio, concepiti per essere recitati da un’unica coppia d’attori. Nel primo, Black and silver, un marito e una moglie, entrambi col sistema nervoso logorato da un pargoletto insonne e urlante, tornano in vacanza a Venezia nella stessa camera d’albergo dove avevano

trascorso la luna di miele. Il confronto passato/presente è inevitabilmente comico, tenero, con una punta d’amarezza. Nel secondo, Mr. Foot, la comunicazione di coppia è praticamente azzerata: la moglie sopperisce dialogando in modo surreale con il piede del marito, l’unica parte del corpo che ne tradisce qualche sprazzo emotivo, ad onta della sua ostentata e glaciale indifferenza. L’ultimo, Chinamen, consiste in un vero e proprio virtuosismo drammaturgico e attorale: marito e moglie si ritrovano a dover gestire una cena alla quale hanno invitato, per errore, una coppia

di amici da poco separati e il nuovo boyfriend di lei. Qui il meccanismo comico, spinto al limite della farsa, è potenziato dal fatto che gli stessi due attori, grazie ad un diabolico meccanismo di entrate, uscite e travestimenti, si trovano ad interpretare ben cinque ruoli diversi, dando vita ad un vorticoso crescendo di equivoci fino al paradosso finale. Sono passati ormai quarant’anni da quel felice esordio, ma la freschezza di queste piccole pièces è rimasta intatta, a riprova del loro valore teatrale e della bravura dell’autore. Tre situazioni dove si

evidenziano con umorismo e tagliente sarcasmo l’universo, le mancanze, le tensioni, il logorio dei rapporti coniugali. Tre storie diverse in cui i due bravissimi attori restituiscono le sfumature, gli sguardi, i gesti, le parole di un uomo e di una donna nelle dinamiche di vita in comune, coinvolgendo il pubblico in uno spettacolo che sorprende, diverte e fa anche riflettere. Due di noi è prodotto da Roberto Toni per ErreTiTeatro30 in collaborazione con LeArt’ Teatro. Le scene sono di Antonio Panzuto, i costumi di Barbara Bessi, le luci di Alessandro Verazzi. Info e biglietti: Botteghino Teatro della Fortuna, tel. 0721.800750, botteghino@teatrodellafortuna.it. Biglietterie Circuito AMAT di Pesaro, tel. 0721.1836768; per info altri punti vendita Circuito Amat, tel. 071.2072439. Vendita online www.vivaticket.it o attraverso Pagine Gialle chiamando il numero 89.24.24; punto vendita Vivaticket a Fano, “I Love Fano”, Piazza Costanzi, 16, tel. 338.5206896, aperto dalle 10 alle 19,30

Cronista per un giorno Segnala ciò che non va nel tuo quartiere Invia testi e foto a: redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


26

l’Altro giornale

Martedì 19 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Con le notizie e le opinioni scritte dai lettori www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it

l'Altro giornale di martedì 19 febbraio 2013  

l'Altro giornale di martedì 19 febbraio 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you