Issuu on Google+

Se ti piace presentalo ai tuoi amici E’ gratis!

l’Altro

www.laltrogiornale.it

Quotidiano online delle Marche - Direttore Elpidio Stortini

edizione del mattino

Anno I - N. 7 Sabato 9 Febbraio 2013

giornale

SEMPRE MENO SPRECHI

BILANCIO OK Dopo le ultime polemiche l’assessore regionale Almerino Mezzolani conferma che la sanità marchigiana garantisce servizi medio alti / A PAGINA 3

MAROTTA VUOLE L’UNIONE L’unificazione è un desiderio che gli abitanti desiderano realizzare da più di cinquat’anni In vista del referendum lo scontro politico tra favorevoli e contrari non si placa A PAGINA 27


2

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA REGIONE

L’INTESA

COLLABORAZIONE REGIONE-GdF

Controlli sui fondi comunitari La Giunta regionale ha approvato il protocollo d’intesa che sarà sottoscritto con il Comando regionale Marche della Guardia di Finanza per il coordinamento dei controlli e dello scambio di informazioni in materia di finanziamenti dei fondi comunitari. “L’obiettivo – spiega il presidente Gian Mario Spacca – è proseguire nel rapporto di puntuale e fattiva collaborazione, nel rispetto delle reciproche competenze, cercando di migliorare ulteriormente l’efficacia complessiva dei controlli riguardanti i finanziamenti ai fondi comunitari

e di coesione dell’Unione Europea”. La collaborazione tra Regione Marche e Guardia di Finanza in materia risale al 2002, anno in cui è stato firmato il primo protocollo d’intesa, successivamente aggiornato nel 2006. La nuova intesa risponde all’esigenza di apportare alcuni aggiustamenti e integrazioni, rimuovendo le criticità riscontrate. In particolare, la portata della collaborazione, in precedenza limitata ai fondi strutturali, sarà estesa a tutti i fondi comunitari (FESR, FSE, FEASR, FEP). Contemporaneamente, saranno

coinvolte in maniera più ampia le strutture regionali interessate, per garantire un soddisfacimento più efficace delle richieste di dati e informazioni da parte della Guardia di Finanza. L’attività di reciproca collaborazione servirà a migliorare l’attività di controllo, ad agevolare il recupero di somme indebitamente corrisposte e ad assolvere l’obbligo d’immediata comunicazione alla Commissione europea delle irregolarità accertate. Il protocollo d’intesa avrà la durata di 5 anni a decorrere dalla data di sottoscrizione e si rinnova tacitamente.

Nel centro storico di Ascoli sono entrati in azione quattro Free Duck quadricicli leggeri a trazione elettrica adatti per le strade a traffico limitato

Poste, in servizio nuovi mezzi ecologici All’interno del centro storico di Ascoli Piceno sono entrati in funzione da pochi giorni 4 veicoli ecologici. Si tratta dei Free Duck, quadricicli leggeri a trazione elettrica. I veicoli, particolarmente indicati per il recapito in centri urbani a traffico limitato e in centri storici con strade strette o chiuse al traffico, sono stati presentati in Comune, alla presenza del Sindaco Guido Castelli, dal responsabile del recapito regionale di Poste Italiane Maria Boccatonda e dal responsabile del Centro di Distribuzione Master di Ascoli Piceno Gioacchino Capretti.Il centro storico di Ascoli Piceno, costruito quasi interamente in travertino e gioiello tra i più ammirati della regione e del centro Italia per ricchezza artistica e architettonica, rappresenta, sia in considerazione della sua rilevanza

dal punto di vista abitativo che per le difficoltà legate alla circolazione stradale, un ambito privilegiato per l’utilizzo di veicoli innovativi. Poste Italiane, in linea con le direttive europee e con le norme nazionali in tema di protezione

dell’ambiente, si sta impegnando quindi anche ad Ascoli Piceno a contribuire al miglioramento della qualità dell’aria, assumendo un comportamento socialmente responsabile. “Siamo orgogliosi che Poste Italiane abbia scelto Ascoli Piceno come una delle

prime città a cui dare in dotazione questi veicoli elettrici: dopo le decisioni assunte dalla Giunta mirate a limitare la circolazione dei veicoli per contenere l’inquinamento ambientale, dopo l’attivazione del bike sharing, avvenuta l’estate scorsa, questa

collaborazione con le Poste Italiane permette all’amministrazione comunale di fare un passo avanti nel promuovere sempre di più il tema dell’ecologia e della sostenibilità.” ha dichiarato il sindaco Castelli. Che prosegue: “E’ attraverso iniziative come questa che dimostriamo di amare la nostra città, perché ogni scelta ragionata al fine di preservarne bellezza, architettura e qualità è una scelta sempre vincente”. Aggiunge Maria Boccatonda responsabile per il recapito regionale: “Per Poste Italiane è sempre una grande soddisfazione venire qui ad Ascoli Piceno a presentare iniziative e servizi ai cittadini: l’amministrazione comunale ci ha sempre fornito massima disponibilità e collaborazione per far si che si trovassero, insieme, modi e

strumenti nuovi per venire incontro alle esigenze della città. L’impegno di Poste Italiane va dunque nella direzione di contribuire al miglioramento della qualità della vita, assumendo un comportamento socialmente responsabile, in grado di aggiungere valore all’offerta”. Il Centro di Distribuzione Master di Ascoli, articolato in 44 zone di recapito (oltre al Comune di Ascoli Piceno, vengono serviti anche i Comuni di Castel di Lama, Appignano Folignano e Maltignano), infatti già da tempo ha intrapreso un importante percorso che pone l’attenzione alla tutela dell’ambiente con l’utilizzo sul territorio comunale ascolano di 46 tra auto e motomezzi in larga parte ecologici, a cui si aggiungono questi quattro veicoli alimentati ad energia elettrica.

Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

Sabato 9 Febbraio

l’Altro giornale

3

LA REGIONE

LA POLEMICA

IMMEDIATA RISPOSTA

“Sanità, bilancio virtuoso” Secondo l’assessore regionale Almerino Mezzolani l’attacco di recente mosso dalla Fimmg appare del tutto fuori luogo. Garantiti servizi di livello medio alto Sta crescendo, a livello regionale, il dibattito sulla sanità. Dopo le critiche mosse dalla Fimmg, si registra la risposta dell’assessore regionale alla Sanità, Almerino Mezzolani. “L’attacco mosso dalla Fimmg appare del tutto fuori luogo: la virtuosità del bilancio sanitario regionale non è in alcun modo in discussione. Il presunto ‘modus operandi che sta portando la sanità regionale verso il baratro’ è, al contrario di quanto affermano i medici di medicina generale, quello che ha consentito finora alla Regione Marche di continuare a garantire una sanità considerata, da osservatori indipendenti, di livello medio alto e ciò malgrado si siano dovuti rispettare vincoli di equilibrio economico sempre più pesanti. Ma soprattutto perché l’ulteriore riforma che si sta predisponendo è tutta basata su un unico caposaldo: garantire maggiore sicurezza ai cittadini, riorganizzando il Servizio sanitario regionale in un’ottica di intensità delle cure. E ciò

L’assessore regionale Almerino Mezzolani mediante un modello a rete che coinvolge tutti gli attuali Ospedali, grandi e piccoli, assegnando ad ognuno il ruolo che gli compete: per le acuzie, per la lungodegenza/riabilitazione, per le attività territoriali. Ebbene, proprio ora si apre per i Medici di medicina generale uno spazio di intervento quale mai hanno

avuto sino ad ora: la trasformazione dei piccoli Ospedali in Case della Salute, con la previsione al loro interno di spazi per le attività di degenza territoriale che saranno gestite in prima persona proprio da loro. Solo riorganizzando il servizio in tal modo, garantendo a tutti i protagonisti della sanità il ruolo

che gli compete, e tra questi in particolare ai Medici di medicina generale, consentirà infatti di assicurare la continuità delle cure, dall’ospedalizzazione per le acuzie o le riacutizzazioni di patologie croniche, fino al domicilio, passando ove necessario per le strutture residenziali intermedie, nelle quali saranno garantite le prestazioni di degenza post acuzie e di riabilitazione necessarie. Presto i Medici di famiglia e le loro organizzazioni saranno perciò chiamati a contribuire in prima persona alla costruzione del nuovo percorso. Quanto alla digitalizzazione del sistema afferma l’assessore Almerino Mezzolani -, è in corso la gara per l’assegnazione dell’appalto. Da loro si attendono non critiche immotivate ma un contributo fattivo, come ben sanno dare nel lavoro quotidiano, tanto più necessario nell’attuale momento di grande difficoltà che vive il Paese e di conseguenza anche il Servizio sanitario pubblico”.

ASSISTENZA

Risorse confermate per i disabili gravi La Giunta regionale ha chiesto il parere al CAL sulle linee di indirizzo dei Servizi di Sollievo a favore di persone con problemi di salute mentale e delle loro famiglie e sui criteri attuativi riguardanti l’assistenza domiciliare indiretta al disabile in situazione di particolare gravità. Per entrambi i provvedimenti sono state confermate le risorse dell’annualità precedente: rispettivamente • 1.080.000 e • 2.532.000. I Servizi di Sollievo sono un progetto sperimentale avviato nel 2001 e proseguito negli anni visti i benefici prodotti agli utenti, in particolare: servizi di tempo libero, punti di aggregazione e socializzazione, di promozione dell’auto-mutuo aiuto, di residenzialità breve. E’ un progetto che va inquadrato nel novero dei servizi per la famiglia e deve avere le caratteristiche di servizio territoriale sociale che conta su una serie di collegamenti con servizi sociali, sanitari, lavorativi, ricreativi e di socializzazione, culturali. “Questi servizi – spiega il vice presidente e assessore regionale ai Servizi sociali, Almerino Mezzolani – mettono in atto la programmazione sanitaria regionale degli ultimi anni che mira a spostare l’asse di intervento dalla componente sanitaria a quella capace di mobilitare risorse pubbliche, private, del terzo settore del volontariato, verso una reale integrazione delle politiche sanitarie con quelle sociali”.

l’Altro giornale quotidiano online

Avxvvx nxnxnx gdgdg xxxxx wwwx nxnxnx gdgdg xxxxx wwwx nxnxnx gdgdg xxxxx wwwx nxnxnx g

Se ti piace presentalo ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


4

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA REGIONE

ELEZIONI

ANALISI DELLA COLDIRETTI

Candidati più giovani Una proiezione relativa ai marchigiani posti in lista nelle prime posizioni indica che il prossimo Parlamento avrà anche un numero maggiore di donne Dalle prossime elezioni uscirà il Parlamento più giovane e con il maggiore numero di donne della storia repubblicana. E’ quanto emerge dalla prima analisi della Coldiretti sulle candidature presentate dai principali schieramenti in vista delle elezioni politiche, illustrata dal presidente nazionale Sergio Marini nel corso dell’assemblea a Roma. La proiezione della Coldiretti relativa ai candidati marchigiani indica un’età media di 48 anni (45 anni per gli aspiranti deputati e di 53 per i senatori). Si consideri che nella scorsa legislatura l?’età media alla Camera era di 54 anni (9 anni di differenza) e quella al Senato di 57 anni (4 anni di differenza). Secondo l’analisi della Coldiretti, il partito marchigiano con l’età media più bassa nelle liste è di gran lunga il Movimento 5 Stelle, con 42 anni (38 alla Camera e 50 al Senato), davanti a Fratelli d’Italia con 47 anni (44 alla Camera e 51 al Senato). Seguono a quota 48 Pd, Sel, raggruppamento Lista Monti, Udc e Fli e Pdl, davanti a

Rivoluzione Civile Ingroia con 49 anni (49 alla Camera e 51 al Senato). Chiude la Lega Nord con una media di 50 anni. Ma il cambiamento riguarda anche la

presenza femminile. Nella legislatura che si va a concludere era pari ad appena il 21 per cento alla Camera e al 19 per cento al Senato. Tra i

candidati marchigiani le donne salgono invece al 40 per cento. Il maggior numero si trova nelle liste del Pd, con il 54 per cento che precede il Sel, col 50 per cento. Dietro a parti merito Fratelli d?Italia, Lega Nord, Lista Monti e Rivoluzione Civile Ingroia con il 37 per cento. Chiudono Pdl, con il 33 per cento di presenza femminile e, in fondo, il Movimento 5Stelle che ne include appena il 29 per cento. “Se c’è ancora incertezza sugli schieramenti che usciranno vincenti dal confronto elettorale è certamente positivo il fatto che dalle urne uscirà un Parlamento più giovane e quindi speriamo anche più attento ad investire sul futuro”, ha affermato il presidente Marini. Una tendenza che riguarda anche la Coldiretti regionale che, nel percorso dei rinnovi che ha portato all’Assemblea nazionale, ha eletto una classe dirigente con una età media che si è abbassata sotto i 45 anni ma che per le Marche scende addirittura a 38 anni.

SODDISFATTI ALL’UNICAM

I probiotici utilizzati anche in acquacoltura I probiotici Synbiotec, che troviamo nei prodotti alimentari e del settore lattiero-caseario quali ad esempio lo yogurt o come nutraceutici, sono benefici non solo per gli uomini ma anche per i pesci. Lo afferma la prestigiosa rivista scientifica PloseONE, citando i risultati di uno studio condotto da un gruppo di ricerca composto da università italiane e straniere, sull’effetto dei probiotici Synbiotec sull’accrescimento, sulla salute e sulla riproduzione di uno specifico pesce, lo zebrafish. “Siamo davvero molto soddisfatti per questo risultato – ha dichiarato il Prof. Alberto Cresci, docente dell’Università di Camerino e presidente della Synbiotec Srl, spin off dello stesso ateneo – che dimostra ancora una volta la validità delle proprietà benefiche dei probiotici brevettati dalla Synbiotec, Lactobacillus rhamnosus IMC 501® e Lactobacillus paracasei IMC 502®”. “Migliorando l’accrescimento ed il benessere delle larve – ha proseguito il Prof. Cresci - i probiotici potrebbero influenzare in maniera determinante la produttività e la competitività del settore dell’acquacoltura con un notevole beneficio socio-economico per produttori e consumatori. Lo zebrafish inoltre, condividendo molti geni con l’uomo, rappresenta un modello che può essere utilizzato per studiare gli effetti benefici dei probiotici nello sviluppo e nel benessere dei bambini e degli adulti”.

quotidiano online

l’Altro giornale Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

Sabato 9 Febbraio

l’Altro giornale

5

LA REGIONE

LA CRISI

COME CAMBIA IL MENU

Anche il piatto piange I consumi alimentari sono tornati ai livelli di vent’anni fa. Il sessanta per cento delle famiglie taglia sulla tavola: meno carne, pesce, frutta, ortaggi e vino La crisi economica si siede a tavola e cambia il menù degli italiani, portando i consumi alimentari ai livelli di venti anni fa. Nel 2012 il 60 per cento delle famiglie è stato costretto a ridurre gli acquisti e a cambiare menù, mentre il 38 per cento ha optato per prodotti di qualità inferiore e il 35 per cento è andato a caccia di “promozioni”, sempre più frequenti nella nostra catena distributiva. Non solo. Poco meno del 15 per cento ha rinunciato a pranzi e cene fuori dalla mura domestiche (ristoranti, trattorie, tavole calde, fast food, pizzerie).E’ quanto sottolinea la Cia-Confederazione italiana agricoltori in merito ai dati Istat e all’indagine di Rete Impresa Italia. E così sulle tavole degli italiani diminuiscono carne, pesce, frutta,ortaggi e vino. In crescita pasta, uova e pane. Oggi - ricorda la Cia - due famiglie su tre riescono ad arrivare a fine mese solo con tagli radicali sugli acquisti, compresi quelli alimentari. Sono cifre allarmanti, che fotografano

Nei supermercati scaffali sempre pieni: i consumi sono tornati ai vecchi livelli una situazione critica, in cui le famiglie subiscono i pesanti effetti del carico fiscale e delle tariffe energetiche, da una parte, e il calo del reddito imponibile, dall’altra. Si tratta di un doppio problema continua la Cia - che si traduce in un crollo di oltre il 4 per cento del potere d’acquisto, a cui gli italiani

rispondono portando i consumi a livello di vent’anni fa. Quando non si riducono le quantità dei prodotti acquistati al supermercato, sicuramente si allungano i tempi davanti allo scaffale, dove si mettono in atto sempre più spesso strategie differenti, tutte volte al risparmio: il 53 per cento dei consumatori

gira più di un negozio alla ricerca di sconti, promozioni e offerte speciali; il 42 per cento privilegia le grandi confezioni o formati convenienza; il 32 per cento abbandona le grandi marche per prodotti più economici “senza firma” e il 24 per cento ricomincia a fare “cucina di recupero” con gli avanzi della cucina, per evitare

del tutto gli sprechi. Ma per uscire dal tunnel della crisi è fondamentale che la prossima legislatura metta ai primi posti della sua agenda politica dei seri

provvedimenti di sostegno ai consumi, per aiutare le famiglie e per dare inizio a una ripresa economica ormai non più rimandabile.

Cronista per un giorno Segnala ciò che non va nel tuo quartiere Invia testi e foto a: redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


6

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI ANCONA

LO SVILUPPO

NUOVE STRATEGIE

Pmi, all’estero con sapienza Parte la seconda edizione del progetto “Double B” promosso dalla Cna in collaborazione con Università e Aiesec. Dieci aziende pronte a collaborare con studenti e stagisti internazionali per studiare un Paese-obiettivo Stagisti internazionali, Università Politecnica delle Marche, Aiesec (associazione studentesteca internazionale), imprese e Cna provinciale di Ancona di nuovo insieme per consolidare quel pool di successo che è in grado di sviluppare buone strategie di internazionalizzazione. Parte ufficialmente la II edizione di “Double B- Build Your Business” che la Cna promuove nell’ambito delle attività di internazionalizzazione di Export Box. Un progetto che ha la finalità di analizzare ed implementare le prime azioni strategiche su un Paese–obiettivo individuato quale possibile mercato di sbocco, grazie al supporto fornito da un team composto da 6 persone, di cui: 3 studenti dell’Università Politecnica delle Marche, che per un periodo di 3 mesi (15 febbraio/ 15 maggio) svolgeranno per l’impresa un check-up aziendale e una ricerca di mercato sul Paese– obiettivo; 1 consulente Cna; 1

tutor Aiesec ed 1 stagista internazionale, che per 6 settimane (15 marzo/30 aprile) supporterà l’impresa nei contatti in lingua straniera, nel produrre materiale promozionale e nell’approfondire le peculiarità del Paese–obiettivo. I team opereranno sotto la supervisione del prof. Marco Cucculelli, docente dell’Università Politecnica delle Marche esperto di internazionalizzazione. Si partirà a giorni, con la presentazione delle imprese agli studenti italiani, incontro che si svolgerà presso la Facoltà di Economia dell’Università Politecnica delle Marche ad Ancona. Le imprese aderenti a questa II edizione sono 10: VE.CA. srl (Castelfidardo, stampaggio materie plastiche); Adriatica Chiusure sas (Cingoli, metalmeccanica); Flaviano Silviani (Agugliano, produzione

I protagonisti dell’edizione 2012 di “Double B”: Cna, Università, Aiesec, studenti, stagisti e imprese. Quest’anno si replica con la seconda edizione accessori moda); Moroni & Partners Verifiche srl Unipersonale (Camerano, energie

rinnovabili); Bora srl (Maiolati Spontini, stampi e stampaggi lamiera); Elits srl (Castelfidardo,

estetico ed elettromedicale); Macagi srl (Cingoli, produzione e commercializzazione giochi e

arredi per parchi pubblici e privati); Momilù di B.F.L. (Castelfidardo, produzione materie plastiche); Arte Orafa Marchegiani sas (Jesi, laboratorio artistico-orafo/artigianato artistico); Immobiliare Citygroup srl (Cingoli, immobiliare edile). “La prima edizione, partita nel marzo 2012 – racconta Lucia Trenta, responsabile internazionalizzaizone Cna provinciale Ancona - ha coinvolto ben 30 studenti italiani, 9 stagisti internazionali che hanno studiato le possibilità di intervento delle 9 imprese partecipanti nei seguenti Paesi: Russia, Argentina, Barhain, Cina, Georgia, Polonia e Ungheria. Questo è un progetto di grande importanza strategica in quanto rende possibile una stretta sinergia tra mondo del lavoro e mondo della formazione universitaria e aiuta le imprese a capire come muoversi senza errori verso la via dell’internazionalizzazione”.

quotidiano online

l’Altro giornale L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

7

LA PROVINCIA DI ANCONA

L’INIZIATIVA

CONTRO LA MICROCRIMINALITA’

Assicurazione gratuita per 40 mila pensionati Poste Italiane continua sulla strada della sicurezza. L’accredito sul libretto postale o sul conto Bancomat prevede una garanzia contro furti e scippi Nel mese di febbraio, in occasione del pagamento delle pensioni, Poste Italiane intende proseguire nella diffusione della cultura della sicurezza contro i furti e gli scippi di cui sono vittime gli anziani. Agli sportelli postali della provincia di Ancona si presenteranno nella prima settimana di febbraio oltre 57.000 pensionati per la riscossione del rateo mensile e circa 40.000 (il 70%) sono coloro che hanno già scelto Poste Italiane per l’accredito del proprio vitalizio (in linea con le norme introdotte dalla Legge 22 dicembre 2011 n. 214 che impone limiti all’uso del contante e non consente agli istituti finanziari di effettuare pagamenti di pensione in contanti di importo superiore ai mille euro).

L’accredito sul libretto postale o sul conto Bancoposta prevede per gli anziani un’assicurazione gratuita che copre per un valore massimo di 700 euro l’anno un

eventuale furto di denaro contante perpetrato entro le due ore successive al prelievo dallo sportello o dagli Atm Postamat. Con questo intervento Poste

Italiane continua la sua campagna di sensibilizzazione al fenomeno della microcriminalità ricordando anche che nessun dipendente, suo o di altri enti pubblici, ha l’incarico di recarsi presso le abitazioni private per indurre le persone a consegnare denaro, per controllarne l’autenticità o per proporre investimenti. Coloro che esibiscono false credenziali di Poste Italiane o di altri soggetti vanno quindi immediatamente segnalati alle forze dell’ordine. Nel dubbio si può sempre chiamare l’ufficio postale di riferimento. In caso di necessità Poste Italiane contatta i suoi clienti tramite un avviso scritto o una telefonata, invitandoli a presentarsi personalmente all’ufficio postale.

quotidiano online

l’Altro giornale L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


8

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI ANCONA

ELEZIONI

NOVITA’ PER CHI STA MALE

Arriva il voto a domicilio In occasione del prossimo appuntamento elettorale sarà anche possibile il voto a domicilio per gli elettori dipendenti da apparecchiature elletromedicabili o affetti da gravissime infermità. Gli interessati potranno presentare richiesta entro il 4 febbraio. Possono essere ammessi al voto a domicilio (nel luogo in cui vivono) esclusivamente gli elettori: affetti da gravi infermità, tali da impedire l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, che si trovano in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali; affetti da gravissime infermità, tali che

l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio del servizio di trasporto pubblico che il Comune organizza per facilitare agli elettori disabili il raggiungimento del seggio elettorale, in occasione delle consultazioni elettorali. Gli interessati ad esercitare il diritto al voto domiciliare, residenti nel Comune di Ancona, che si trovino nelle condizioni indicate dovranno far pervenire al Commissario straordinario entro e non oltre 4 febbraio 2013 la seguente documentazione: ·dichiarazione in carta libera con la quale manifestano la volontà di votare presso l’abitazione in cui

dimorano e vengano indicati indirizzo e, possibilmente, un recapito telefonico; ·certificazione sanitaria rilasciata dal funzionario medico designato dai competenti organi della Asur Area vasta 2 ·copia della tessera elettorale. La suddetta certificazione medica dovrà attestare l’esistenza in capo all’elettore delle condizioni di infermità che rendono impossibile l’allontanamento dall’abitazione, con prognosi di almeno sessanta giorni, decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

La stessa certificazione potrà attestare anche l’eventuale necessità di un accompagnatore per l’esercizio del voto. Tale certificazione medica dovrà essere rilasciata esclusivamente da un Funzionario medico designato dall’ Asur Area vasta 2. Sin d’ora per ulteriori informazioni rivolgersi a: ASUR Area vasta 2 Medicina Legale centro – Ancona Via C.Colombo 106 - Tel. 071 8705523. Fax: 071 8705524. E m a i l :medlegcentro@asurzona7.marche.it Per le modalità di presentazione della domanda rivolgersi a : Ufficio Elettorale Via Frediani 3, 60123 Ancona; Telefono: 071 222 2279/2287 - Fax: 071 222 2288;

e-mail: urp@comune.ancona.it; posta elettronica certificata: comune.ancona@emarche.it Orario di apertura al pubblico dell’Ufficio elettorale lunedì-mercoledì-venerdì dalle 9,00 alle 12,30; martedì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 17,00; giovedì dalle 10,00 alle 16,00. Per il rilascio del certificato medico contattare il Servizio di Medicina Legale Zona Asur 7Ancona, Viale C.Colombo 106 (tel. 071 8705523). La richiesta di visita domiciliare finalizzata al rilascio della certificazione medico legale, dovrà essere inviata a mezzo fax al numero 0718705524 a firma dell’interessato Il servizio per il rilascio dei

certifica medici gratuiti per gli elettori fisicamente impediti o non deambulanti per le consultazioni del 24 e 25 febbraio potrà essere richiesto anche nei giorni 21,22, 23 febbraio 2013 al Servizio Medicina Legale situato in via Colombo 106 previo appuntamento (che si potrà ottenere contattando il numero 071-8705523 dalle ore 9.00 alle ore 11.00; il giorno 24 febbraio (domenica), allo stesso servizio di Medicina Legale , dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00 tel.071-8705532; il giorno 25 febbraio (lunedì) sempre al servizio di Medicina Legale di via Colombo, dalle ore 9.00 fino alle ore 14.00.

La Prefettura ha reso noto che sono previste agevolazioni a favore degli elettori

Per recarsi a votare viaggi meno cari In occasione delle consultazioni elettorali, la Prefettura di Ancona ha reso noto che sono previste agevolazioni di viaggio che saranno applicate dagli Enti e Società competenti, a favore degli elettori che si recheranno a votare nel proprio Comune di iscrizione elettorale. AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI FERROVIARI Trenitalia applicherà particolari condizioni per i biglietti emessi in favore degli elettori. Queste le agevolazioni applicabili in occasione delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013: Viaggi degli elettori residenti in Italia Vengono rilasciati biglietti ferroviari nominativi esclusivamente in seconda classe e nel livello standard per i viaggi di andata e ritorno, con applicazione della riduzione del 60% del prezzo del biglietto dei treni regionali e del 70% del prezzo Base previsto per tutti gli altri treni del servizio nazionale (Alta Velocità Frecciarossa e Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, Intercity notte ed Espressi) e per il servizio cuccette. Lo sconto previsto non è cumulabile con altre riduzioni e/o promozioni ad eccezione delle agevolazioni previste a favore dei ciechi, mutilati ed invalidi di guerra o per servizio e dei possessori di Carta Blu che mantengono comunque il diritto alla gratuità del viaggio per l’accompagnatore. I biglietti hanno un periodo di util izzazione di venti giorni. Tale periodo decorre, per il viaggio di andata, dal decimo giorno antecedente l’ultimo giorno di votazione (questo compreso) e, per il viaggio di ritorno, f ino alle ore 24 del decimo giorno a partire dall’ultimo giorno di votazione (quest’ultimo escluso). Pertanto, per le consultazioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013, il

viaggio di andata non può essere effettuato prima del 16 febbraio 2013 e quello di ritorno oltre il 7 marzo 2013. AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI VIA MARE Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti- Direzione Generale

per la Navigazione ed il Trasporto Marittimo, ha diramato alle società di navigazione “Compagnia Italiana di Navigazione” e “Compagnia delle Isole” le direttive per l’applicazione, nell’ambito del territorio nazionale, delle consuete agevolazioni a favore degli elettori residenti in Italia e di quelli provenienti dal l’estero che dovranno raggiungere il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, per poter esercitare il diritto di voto. In particolare: a tali elettori verrà applicata di norma la tariffa con riduzione del 60% sulla “tariffa ordinaria”; nel caso in cui gli elettori abbiano diritto alla tariffa in qualità di residenti, le biglietterie autorizzate applicheranno sempre la “tariffa residenti” tranne che la “tariffa elettori” risulti più vantaggiosa. L’agevolazione, che si applica in prima e seconda classe (poltrone, cabine, passaggio ponte), ha un periodo complessivo di validità di venti giorni e viene accordata dietro presentazione della documentazione elettorale e di un documento di riconoscimento. Nel viaggio di ritorno dovrà essere esibita la tessera elettorale, recante il timbro dell’ufficio elettorale di sezione. AGEVOLAZIONI AUTOSTRADALI L’Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade ha reso noto che le Concessionarie autostradali aderiranno alla richiesta di gratuità del pedaggio, sia all’andata che al ritorno, per i soli elettori residenti all’estero, che verrà accordata secondo le consuete modalità, su tutta la rete nazionale, con esclusione delle autostrade controllate con sistema di esenzione di tipo “aperto”, sia per il viaggio di raggiungimento del seggio sia per quello di ritorno. La circolare è visionabile sul sito: http: / /www.prefettura.it /ancona alla sezione “Elezioni 2013/Circolari”.

Cronista Segnala ciò che per un giorno non va nel tuo quartiere Invia testi e foto a:

redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

Sabato 9 Febbraio

l’Altro giornale

9

LA PROVINCIA DI ANCONA

L’IMPEGNO

LA CRESCITA DI ANCONA

Bisogna rilanciare il centro Sul Guasco finalmente qualcosa si muove. La Cna continua a crederci di LUCIA TRENTA* La Cna ha sempre puntato al rilancio del centro storico di Ancona ed ha profuso sforzi nella sua attività sindacale di promozione del quartiere. Proprio con questo obiettivo e’ nato 3 anni fa il gruppo “Arti e Mestieri del Centro Storico” che raggruppa le circa 50 attivita’ di commercio, artigianato e ristorazione che insistono nel quartiere e che ha in questi ultimi tempi realizzato una serie di iniziative: dallo spettacolo di circo contemporaneo “Les Ninettes” a maggio 2011 all’iniziativa “Giochiamo con i Fiori” rivolta ai bambini nel settembre dello stesso anno, fino alla

Lucia Trenta della Cna

Festa di San Martino, ovviamente a novembre. Lo scorso anno e’ stata la volta del concorso “In Particolare, Ancona” che ha riscosso enorme successo e che ha visto centinaia di famiglie a naso in su alla ricerca dei 10 particolari nascosti nei monumenti del quartiere e che con ogni probabilita’ verra’ riproposta quest’anno, fino alla recente iniziativa de “I Bolli di Natale”, raccolta bollini e passeggiate guidate nella piazza del Plebiscito. Ora finalmente non siamo piu’ i soli a credere nelle enormi potenzialita’ del Guasco e alla sua strategicita’ per il rilancio dell’intera citta’. Speriamo che

la presenza di un nuovo bar a piazza San Francesco, insieme a quello che dovrebbe aprire all’interno del palazzo degli anziani, oltre alla possibilita’ di mangiare anche a pranzo nel nuovo NU54, creino piu’ punti di ritrovo e di aggregazione durante la giornata e stimolino gli anconetani a salire verso il centro storico e a godere di questa splendida parte della città, troppo spesso desolatamente vuota. A questo punto diventa di vitale importanza sia che si trovino i finanziamenti per completare i lavori della Pinacoteca e restituire questo gioiello alla citta’, sia che si recuperino gli altri

contenitori, dal Buon Pastore che ha gia’ trovato una destinazione d’uso, alla caserma Fazio, al convento di san Francesco e all’ex Fermi, per i quali non c’e’ ancora una soluzione in vista. E’ necessario inoltre che la nuova amministrazione comunale stimoli ed incentivi l’insediarsi di nuove attivita’ commerciali ed artigianali nel quartiere, poiche’ queste potranno offrire opportunita’ di lavoro e promuovere la frequentazione della zona da parte dei nostri concittadini e dei turisti, che speriamo di accogliere sempre piu’ numerosi. * segretaria Cna Ancona

Domani le commemorazioni del 66° anniversario dell’esodo di migliaia di connazionali dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia

Ancona celebra la giornata del ricordo In occasione del 66° anniversario dell’esodo di migliaia di connazionali dall’ Istria, da Fiume e dalla Dalmazia, si celebra anche quest’anno, domani, domenica 10 , nella nostra città come in molte altre, la Giornata del Ricordo. Previsti alcuni appuntamenti realizzati dall’ A.N.V.G.D. - Associazione Nazionale Associazione Amici e Discendenti degli Esuli Venezia Giulia e Dalmazia Giuliani, Istriani, Fiumani e Dalmati. Sabato 9 febbraio alle ore 10.30 alla Facoltà di Economia della Università Politecnica delle Marche in piazza Martelli, 8 Ancona (ex Caserma Villarey), deposizione di una corona d’alloro del Comune di Ancona alla presenza delle autorità civili e militari alla lapide in memoria degli italiani che tra quelle mura trovarono primo asilo. Alle ore 11.00 alla sala della Provincia al piano terra del Rettorato, in piazza Roma, inaugurazione

della mostra fotografica “Istria, Fiume, Dalmazia”. La mostra sarà aperta fino a domenica 17 febbraio dal lunedì al venerdì 16.3019.30 e sabato e domenica 09.30-12.30 e 16.30-19.30. Domenica 10 febbraio alle ore 10.30 alla Cattedrale di San Ciriaco, Santa Messa officiata dall’Arcivescovo Mons. Menichelli. Alle ore 11.45 alla Direzione Marittima (Capitaneria di Porto), banchina Nazario Sauro, deposizione di una corona alla lapide in ricordo dell’eroe istriano. Ore 12.00, sul lato a mare della Loggia dei Mercanti, deposizione di una corona alla lapide in ricordo dell’esodo dalla Dalmazia. Martedì 12 febbraio ore 10.00 Sala del Consiglio Regionale delle Marche in via Tiziano,44 commemorazione ufficiale del Giorno del Ricordo nell’Aula Assembleare.

Oggi a Sassoferrato conferenza del prof Graziano Ligi

Il banditismo nell’800 tra storia e miti popolari Quarto evento del nuovo anno dell’iniziativa culturale “Gli incontri di Palazzo Oliva”, promossa dal Comune di sassoferrato in collaborazione con la Pro Loco e con le associazioni locali. Oggi, sabato, alle ore 21,00, la sala convegni del quattrocentesco edificio situato in piazza Matteotti, Palazzo Oliva, appunto, ospiterà un appuntamento nel corso del quale verrà trattato un

argomento legato alla storia e alla cultura locale. Organizzato dalla Pro Loco, l’incontro ha quale tema: “Briganti, Disertori, Anarchici e Partigiani”. Nella circostanza il prof. Graziano Ligi tratterà il fenomeno del “banditismo” nell’800 e nel ‘900 nelle Marche, tra storia, mito e aneddotica popolare. La manifestazione è inserita nel quadro dell’iniziativa denominata “Grand Tour

Cultura 2012/2013”, a cui il Comune di Sassoferrato ha aderito, finalizzata a rilanciare l’importanza dei musei, archivi e biblioteche della nostra regione. Tale iniziativa è organizzata dal Mab Marche (coordinamento marchigiano tra musei, archivi e biblioteche, promosso da Icom, Anai e Aib) in collaborazione con l’assessorato alla cultura della Regione.

Chiedi di ricevere ogni mattina una copia gratuita sul tuo computer Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


10

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Le notizie quando vuoi dove vuoi come vuoi www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

11

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’ANALISI

PRESA DI POSIZIONE DI PARADISI

“Mangialardi taglia le sedute e moltiplica le consulenze” di ROBERTO PARADISI* SENIGALLIA “Quattromila ottocento sessantasei. Sarebbe questo il numero dei gettoni da corrispondere ad un unico avvocato anconetano se il pagamento del professionista avvenisse calibrato sul valore del gettone di presenza di una singola seduta per un consigliere comunale. E’ il volto bifronte del nostro sindaco (ovviamente accompagnato dal fido presidente Monachesi, che accetta di ridurre il numero dei consigli comunali ma non accenna a diminuirsi il proprio stipendio, esattamente come fa il primo cittadino). Il quale riduce gli spazi della democrazia in nome del risparmio di 27 euro dovuti ad un consigliere comunale, ma spende in due anni per un solo avvocato la cifra impressionante di 131.385,4 euro, tra somme già liquidate e somme stanziate. “Ma non si era detto che i soldi erano finiti? A detenere il record

fortunato del numero degli incarichi è l’avvocato Alessandro Lucchetti, già noto per essere stato nominato dalla maggioranza governativa per rappresentare le ragioni del “no” al referendum civico sul progetto (che procede speditamente) di interrompere il lungomare sud in zona Ciarnin per realizzare villette sottocosta. Per una sola causa di primo grado (in cui peraltro il Tar ha compensato le spese tra le parti) al professionista anconetano sono stati corrisposti quasi 14 mila euro. “Ma il Comune di Senigallia, non ha un proprio avvocato interno? Mentre le strade e i marciapiedi restano in balia degli eventi (vergognose le condizioni di alcuni segmenti di città ad iniziare dalla situazione scandalosa di piazza del Duomo), dalle casse comunali si volatilizzano centinaia di migliaia di euro per pagare avvocati esterni (nonostante la presenza di una valida professionista a contratto).

L’avvocato Roberto Paradisi, consigliere comunale di Senigallia, appartiene al Coordinamento Civico

Non solo. Lo studio Lucchetti di Ancona, ha ricevuto, tra il 2011 e il 2012, ulteriori 13.688,65 euro per pratiche affidate all’Avv. Alberto Lucchetti (padre del primo). “Insomma, un unico studio legale, in due anni, arriva a percepire dai cittadini di Senigallia oltre 145 mila euro. “Una cifra immorale per un ente che ha già un professionista contrattualizzato e che, con queste somme (a cui vanno aggiunte altre ingenti somme per ulteriori incarichi esterni) potrebbe permettersi l’assunzione di altri due avvocati interni riuscendo persino a risparmiare su tali altissime parcelle. “Come giustifica il primo cittadino questa cascata di denaro pubblico? Meglio ridurre il numero dei consigli comunali e magari sperare che nessun consigliere si accorga di tali “incongruenze”. (* Coordinamento Civico)

Ciccioli presenta “Fratelli d’Italia” Questa mattina, alle ore 12, nella sala conferenze della Meridiana, in piazza Roma, si terrà un incontro per la presentazione dei candidati al parlamento di Fratelli d’Italia. Sarà l’occasione per valutare quali sono le proposte messe in campo per far ripartire il centrodestra. Interverranno Piero Palumbo, candidato alla Camera dei deputati; l’on. Carlo Ciccioli, capolista alla Camera. Presenzieranno Roberto Paradisi di Senigallia, consigliere comunale del Coordinamento Civico, Renzo Aquili di Ostra Vetere, Nicola Malerba di Ripe, Rolando Esposto Pirani di Ostra, Luca Luzzi e Goffredo Luzietti di Corinaldo.

l’Altro giornale quotidiano online

L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


12

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’AGENDA DI SENIGALLIA Municipio: Piazza Roma, 8 Tel: 071.66291 - 071.6629311 Fax: 071.6629377 www.comune.senigallia.an.it sindaco@comune.senigallia.an.it segreteria.sindaco@comune.senigallia.an.it Ufficio relazioni con il pubblico Tel: 800.211.537 – 071.6629328 relazioni.pubbliche@comune.senigallia.an.it Biblioteca comunale Antonelliana Tel: 071.6629302 biblioteca@comune.senigallia.an.it Biblioteca Luca Orciari Marzocca Tel: 071.698046 Servizio verde ambiente Tel: 071.6629216 – 071.6629285 Servizio rifiuti ingombranti Tel: 071.63990 Segnalazione guasti Enel Tel: 803.500 Ufficio Iat: Via Manni, 7 Tel: 071.7922725 iat.senigallia@provincia.ancona.it Infocittà: Via Manni, 7 Tel: 071.6629328 infosenigallia@comune.senigallia.an.it Associazione Alberghi e Turismo Tel: 071.65343

Polizia di Stato : 113 Carabinieri: 112 Vigili del fuoco: 115 Guardia di finanza: 117 Corpo forestale: 1515

Emergenza sanitaria: 118 Viaggiare informati: 1518 Telefono azzurro: 19696 Antiviolenza donna: 1522 Soccorso Aci: 116 Soccorso in mare: 1530

INFORMAZIONI TURISTICHE Ancona / Sistema museale della Provincia Tel: 800.439.392 Ancona / Turismo Regione Marche Tel: 800.222.111 Ancona / Museo archeologico delle Marche Tel: 071.202602 Castelfidardo / Museo della fisarmonica Tel: 071.7808288 accordionsmuseum@tiscali.it Castelfidardo / Museo del Risorgimento Tel: 071.7206592 castelfidardo@italianostra.org Castelleone di Suasa / Parco archeologico Tel: 071.966524

Fabriano / Museo della carta Tel: 0732.709297 Genga / Grotte di Frasassi Tel: 0732.90090 Jesi / Pinacoteca comunale Tel: 0731.538342 – 0731.538343 Loreto / Basilica della Santa Casa Tel: 071.750561 Numana / Antiquarium statale Tel: 071.9331162 Pergola / Museo dei Bronzi dorati Tel: 0721.734090 – 0721.7373271 Recanati / Casa natale di Giacomo Leopardi Tel: 071.7573380

info@assalbesenigallia.it info@senigalliahotels.com www.senigalliahotels.com Asshotel Confesercenti Tel: 071.60174 Fax: 071.60170 senigallia.confesercentimarche@gmail.com Assindustria Ancona Tel: 071.2904850 amb-ter@assindan.it Assocamping Confesercenti Tel: 071.60174 Fax: 071.60170 senigallia.confesercentimarche@gmail.com Union Camping Tel: 071.2291335 Pro Loco Tel: 333.4769657 www.prolocosenigallia.it info@prolocosenigallia.it Ospedale Tel: 071.79091 (centralino) Stazione ferroviaria Tel: 071.64313 Aeroporto delle Marche Falconara Tel: 071.28271 Bus Tel: 071.7922737

Taxi Tel: 071.64946 Ufficio postale Tel: 071.7918011 Ufficio postale Marzocca Tel: 071.7990136 Protezione civile Tel: 071.6629386 Croce Rossa Tel: 071.64354 – 071.65632 Commissariato di polizia Tel: 071.791061 Polizia stradale Tel: 071.7930118 Carabinieri Tel: 071.662900 Carabinieri Marzocca Tel: 071.69025 Guardia di finanza Tel: 071.60633 Vigili del fuoco Tel: 071.7922124 Ufficio locale marittimo Tel: 071.64780 Polizia municipale: Piazza Garibaldi, 1 Tel: 071.6629288 Polizia municipale Marzocca Tel: 071.7990108

LE FARMACIE

San Marcello / Museo del telefono Tel: 0731.267014 museidascoprire@libero.it Serra dé Conti / Museo arti monastiche Tel: 0731.871711 Tolentino / Basilica di San Nicola Tel: 0733.976311 www.sannicoladatolentino.it agostiniani@sannicoladatolentino.it Urbino / Palazzo Ducale Tel: 0722.322625 Urbino / Terre ducali Tel: 0721.371304 www.cbterreducali.it

Avitabile dr. Andrea - Via Garibaldi, 107 – Tel: 071.7924542 - 071.4608039 Comunale 1 Senigallia - Largo Puccini, 5 – Tel: 071.60021 Comunale 2 Senigallia - Piazzale Michelangelo, 10 – Tel: 071.6610116 Domenici Robertucci dr. Giuseppina - Via R. Sanzio, 248 – Tel: 071.7923476 Filippini dr. Silvia Carotti - Via Piave, 1 – Tel: 071.64223 Fulvi dr. Marco - Via Po, 119 – Tel: 071.7920685 Guidi Mattutini - Via Garibaldi, 5 - Marzocca - Tel: 071.69100 Landi dr.ssa Loretta - Via Copernico, 46 – Tel: 071.698372 Manocchi dr.ssa Francesca - Piazza Roma, 13 – Tel: 071.60197 Paolucci dr. Francesca - Via Cavour, 8 – Tel: 071.659754 Pichi dr.ssa Maria Vittoria - Corso II Giugno, 40 – Tel: 071.60819 Succursale estiva - Lungomare Alighieri, 63 – Tel: 071.63607 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------OGGI E’ DI TURNO: Domenici Robertucci - Via Sanzio, 248 – Tel: 071.7923476

MUSEI & MONUMENTI Museo di arte moderna e dell’informazione Via Pisacane Tel: 071.60424 www.musinf.it info@musinf.it Museo di storia della mezzadria Sergio Anselmi Strada comunale delle Grazie, 2 Tel: 071.7923127

Fax: 071.7927684 m.storiamezzadria@libero.it Museo Pio IX Via Mastai, 14 Tel: 071.60649 palazzomastai@pionono.it beni.culturali@comune.senigallia.an.it Pinacoteca di arte sacra Piazza Garibaldi, 3 Tel: 071.65758

diocesi@senigallia.chiesacattolica.it beni.culturali@comune.senigallia.an.it Area archeologica La Fenice Viale Leopardi Tel. 071.6629203 Rocca Roveresca Piazza del Duca Tel: 071.63258 beni.culturali@comune.senigallia.an.it roccaroveresca.senigallia@beniculturali.it

Chiesa della Croce Via Gherardi Tel: 071.64977 Palazzetto Baviera Piazza del Duca Tel: 071. 6629266 beni.culturali@comune.senigallia.an.it Palazzo del Duca Piazza del Duca Tel: 071.6629348

Chiedi la tua copia gratuita

a info@laltrogiornale.it Ti sarà inviata ogni mattina redazione@laltrogiornale.it


Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

13

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

CITTA’ SICURE

L’ATTIVITA DELL’ARMA

Arrestato in un cantiere edile Giovane falconarese bloccato dai carabinieri alla periferia di Montemarciano SENIGALLIA Nel primo pomeriggio di ieri, a Montemarciano, i carabinieri della locale stazione, con i quali hanno collaborato, nella fase esecutiva dell’operazione, i colleghi del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Senigallia, hanno tratto in arresto, in flagranza di reto, per furto aggravato di mezzi da lavoro edile, un trentunenne di Falconara, Arnaldo Spinelli.

L’uomo è stato sorpreso dai militari mentre, con l’ausilio di un autocarro Fiat 40, intestato alla moglie, era intento a trafugare mezzi meccanici per l’edilizia, del valore di circa tremila euro, custoditi nella propriatà di un imprenditore di Montemarciano. L’Autorità giudiziaria ha subito disposto l’accompagnamento, in stato d’arresto, di Arnaldo Spinelli presso il proprio domicilio di Falconara Marittima

per essere, questa mattina, accompagnato innanzi al Tribunale di Ancona ove sarà sottoposto a giudizio direttisimo. Al termine di una serie di specifiche indagini, i carabinieri di Senigallia hanno anche provveduto ad identificare l’autore di un furto avvenuto nel novembre scorso all’interno del centro commerciale Il Maestrale. Si tratta di un commerciante di Senigallia.

Arnaldo Spinelli

Il 4 novembre, un uomo, entrato nel centro commerciale, prelevava un giubbotto e lo indossava. Poi, dopo aver staccato le placche antitaccheggio ed averle occultate tra gli scaffali, continuava in tutta tranquillità, il suo giro all’interno del supermercato per poi allontanarsi, utilizzando una delle uscite libere che vengono solitamente utilizzati da coloro che escono senza aver acquistato nulla. Il tutto è stato però ripreso

dalle telecamere del circuito di sorveglianza attivo presso il centro commerciale. I Carabinieri della Stazione, dopo aver acquisito le immagini relative al furto, le hanno visionate ripetutamente, fino a risalire all’esatta identità dell’uomo. Si tratta di un trentanovenne commerciante di senigallia, B.G. L’uomo è stato denunciato all’Autorità giudiziaria competente in stato di libertà.

L’autrice del raggiro, compiuto l’estate scorsa a Monterado identificata dai militari di Ripe Monili d’oro e denaro rubati giovedì pomeriggio nella cassaforte di un’abitazione di via Tevere, a Senigallia

Denunciata dopo un furto con destrezza SENIGALLIA Grazie alla diffusione delle immagini delle donne identificate quali autrici di furti con raggiri ai danni di anziani, stanno giungendo ai carabinieri della Compagnia di Senigallia numerose segnalazioni che, nei prossimi giorni, verranno formalizzate. Tutto questo mentre i carabinieri della Stazione di Ripe hanno individuato e denunciato in stato di libertà l’autrice dell’ennesimo furto con destrezza compiuto ai danni di un’anziana signora. Si tratta di una donna di Falconara, Wilma Spinelli. I Carabinieri della Stazione di

Ripe, come quelli dell’intera Compagnia di Senigallia, stanno svolgendo infatti intense attività info-investigative per scoprire casi di furti con destrezza commessi nella giurisdizione e non denunciati dalle vittime. In tale quadro, i militari di Ripe hanno soperto che, a Monterado, N. E., una signora di 73 anni, l’estate scorsa, aveva subito un raggiro da parte di un uomo ed una donna che si erano presentati, quali conoscenti dei figli, dai quali - avevano detto alla signora - erano stati delegati a riscuotere del danaro che sarebbe servito per il pagamento di una

polizza assicurativa. Nella circostanza, la donna di Monterado aveva consegnato alla coppia di malfattori 200 euro in contanti. La stessa, poi, aveva omesso di denunciare il fatto per vergogna, così come, nei giorni scorsi, ha avuto modo di raccontare ai Carabinieri. La donna ha quindi riferito ai militari della Stazione di Ripe che, nel leggere un giornale, aveva riconosciuto in una foto la donna che le aveva sottratto la somma di 200 euro. Infatti, tempo addietro la foto di SWilma Spinelli era stata pubblicata su alcuni quotidiani proprio perché

particolarmente attiva nel Senigalliese A seguito dello spunto investigativo acquisito, i militari davano luogo ad una serie di attività di polizia giudiziaria che consentivano, poi, di identificare l’autrice del furto in Wilma Spinelli. Tale episodio ed altri che si stanno perfezionando in queste ore confermano la bontà dell’intuizione investigativa di pubblicare le foto delle responsabili di alcuni furti e raggiri che stanno colpendo ripetutamente nel nostro territorio ai danni di anziani. Infatti, anche

le persone che non hanno sino ad oggi denunciato per una male avvertita “vergogna” stanno man mano contattando i Carabinieri. Per cui non si escludono ulteriori novità nei prossimi giorni. Giovedì pomeriggio, frattanto, ignoti si sono introdotti in un’abitazione di Senigallia, in via Tevere. Dopo aver infranto il vetro di una finestra ed approfittando dell’assenza del proprietario, hanno rubato alcuni monili in oro e danaro contante, custoditi in una cassaforte. I ladri non hanno dovuto scardinare la cassaforte poiché hanno trovato la chiave nell’abitazione. Il danno

è in corso di quantificazione. Gli accertamenti tecnici non hanno consentito di rilevare alcuna impronta utile alle indagini. Né è stato possibile acquisire immagini dal sistema di videosorveglianza.

l’Altro giornale La tua copia gratis dove vuoi tu quotidiano online di informazione attualità e cultura www.laltrogiornale.it Anno 1 Sabato 9 Febbraio 2013 Numero 7 Direttore responsabile: Elpidio Stortini Redazione Via Cesanense n. 50/A - Marotta (Pu) Telefono: 338.7899882 e-mail: redazione@laltrogiornale.it Editore Marche free press Via Cesanense n. 50/A - Marotta (Pu) Telefono: 338.7899882 e-mail: marchefreepress@laltrogiornale.it

l’Altro giornale è stato registrato presso il Tribunale di Pesaro in data 7 gennaio 2013 con numero 01/2013

Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


14

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

L’AGENDA DELLA VALLE DEL MISA ARCEVIA Municipio: Corso Mazzini, 67 Tel: 0731.98991 Fax: 0731.9899226 www.arceviaweb.it info@arceviaweb.it Presidio sanitario Tel: 0731.9215 – 0731.9243 Ufficio turistico Tel: 0731.984561 Informagiovani Tel: 0731.984561 Biblioteca comunale Tel: 0731.984561 Pro Loco Tel: 0731.9127 www.prolocoarcevia.it info@prolocoarcevia.it Amici di Piticchio www.piticchio.it info@piticchio.it Museo archeologico Tel: 0731.9622 Raccolta di San Medardo Tel: 0731.9444 donsergiozandri@alice.it Raccolta di arte contemporanea Tel: 0731.984561 Carabinieri Tel: 0731.9227 – 0731.97262 Vigili del fuoco Tel: 0731.984526 Corpo forestale Tel: 0731.9291 Polizia municipale Tel: 0731.9899212 – 333.2767739 BARBARA Municipio: Via Castello, 4 Tel: 071.9674212 Fax: 071.9674065 www.comune.barbara.an.it protocollo@comune.barbara.an.it Pro Loco Tel: 335.6357786 proloco-barbara@libero.it Raccolta d’arte Tel: 071.9674213 Ufficio postale Tel: 071.9674674 Carabinieri Tel: 071.964332 BELVEDERE OSTRENSE Municipio: Corso Barchiesi, 22 Tel: 0731.617003 – 0731.617004 www.comune.belvedere.an.it Unione dei Comuni Tel: 0731.267022 Ufficio postale Tel: 0731.62288 Guardia medica Tel: 0731.267028 – 335.340886 Pro Loco Tel: 0731.617005 Museo dell’immagine postale

Tel: 0731.617003 Fax: 0731.617005 comune.belvedereostrense@regione.marche.it Carabinieri Tel: 0731.62016 – 0731.62966 Polizia municipale Tel: 0731.267022 – 338.8565034 CASTEL COLONNA Municipio: Piazza Leopardi, 3 Tel: 071.7957120 Fax: 071.7959567 www.comune.castel-colonna.an.it comune.castelcolonna@provincia.ancona.it Ludoteca Tel: 071.7958508 Ufficio postale Tel: 071.7958035 Discarica Tel: 071.7958301 Carabinieri Tel: 071.7957129 Polizia municipale Tel: 071.7957135 CASTELLEONE DI SUASA Municipio: Piazza Principe di Suasa, 7 Tel: 071.966113 Fax: 071.966010 comune@castelleone.disuasa.it www.castelleone.disuasa.it Biblioteca comunale Tel: 071.966120 – 071.966113 Pro Loco Tel: 071.966770 www.prosuasa.it Consorzio Città romana di Suasa Tel: 071.966524 www.consorziosuasa.it Archeoclub Tel: 071.966048 Carabinieri Tel: 071.964332 Polizia municipale Tel: 071.966113 CORINALDO Municipio: Via del Corso, 9 Tel: 071.67782 Fax: 071.7978042 www.corinaldo.it comune.corinaldo@provincia.ancona.it Ufficio Turistico Tel: 071.67782 iat1@corinaldo.it Museo del costume Tel: 071.679043 Raccolta d’arte Claudio Ridolfi Tel: 071.679047 Biblioteca comunale Tel: 071.7976356 Pro Loco Tel: 071.679047 www.procorinaldo.it info@procorinaldo.it Carabinieri Tel: 071.67038 – 071.7976074

Polizia municipale Tel: 338.7195704 – 368.7471697 GENGA Municipio: Via Filippo Corridoni Tel: 0732.973014 Fax: 0732.973344 www.comunedigenga.it comune.genga@provincia.ancona.it Ufficio Turismo Tel: 0732.973014 www.turismo.comunedigenga.it info@turismo.comunedigenga.it Grotte di Frasassi Tel. 0732.90090- 0732.90080 www.frasassi.com grotte@frasassi.com Museo speleopaleontologico Tel: 0732.90241 Pro Loco Tel: 329.2611871 prolocogenga@gmail.com Carabinieri Tel: 0732.973015 – 0732.973349 Polizia municipale Tel: 0732.973297 MONTECAROTTO Municipio: Via Guglielmo Marconi, 11 Tel: 0731.89131 – 0731.89440 Fax: 0731.899046 www.comune.montecarotto.an.it info@comune.montecarotto.an.it Ufficio turistico Tel: 0731.89713 Biblioteca comunale Tel: 0731.889024 bibliotecamontecarotto@virgilio.it Ufficio postale Tel: 0731.899083 Pro Loco Tel: 0731.89305 proloco.montecarotto@libero.it Carabinieri Tel: 0731.89130 Polizia municipale Tel: 0731.703712 MONTEMARCIANO Municipio: Via Umberto I, 20 Tel: 071.9163310 Fax: 071. www.comune.montemarciano.ancona.it Biblioteca comunale Tel: 071.9158557 Pro Loco Tel: 071.9158813 prolocomontemarciano@libero.it Carabinieri Tel: 071.91501 – 071.9158867 Polizia municipale Tel: 071.9163372 MONTERADO Municipio: Piazza Roma 23 Tel: 071.7957135 Fax: 071.7957977 comune.monterado@provincia.ancona.it

www.comune.monterado.an.it Carabinieri Tel: 071.7957129 Polizia municipale Tel: 071.7957135 pm.monterado@provincia.ancona.it MONTE SAN VITO Municipio: Via Giacomo Matteotti, 2 Tel: 071.7489321 Fax: 071.7489334 www.comune.montesanvito.an.it info@comune.montesanvito.an.it Biblioteca comunale Tel: 071.7489335 Ufficio turistico Tel: 071.7489337 ufficioturistico@comune.montesanvito.an.it Teatro La Fortuna Tel: 071.7489100 Carabinieri Tel: 071.740014 Polizia municipale Tel: 071.7489303 poliziamunicipale@comune.montesanvito.an.it MORRO D’ALBA Municipio: Piazza Romagnoli, 6 Tel: 0731.63013 – 0731.63000 Fax: 0731.63043 comune@comune.morrodalba.an.it www.comune.morrodalba.an.it Pro Loco www.promorro.it prolocomorrodalba@libero.it Museo della cultura mezzadrile Tel. 0731.63824 Archeoclub Tel: 0731.63050 Carabinieri Tel: 0731.63014 Polizia municipale Tel: 0731.267022 OSTRA Municipio: Piazza dei Martiri, 5 Tel: 071.7980606 Fax: 071.7989776 www.comune.ostra.an.it comune@comune.ostra.an.it Informazioni turistiche Tel: 071.7989080 Pinacoteca comunale Tel: 071.68343 Ufficio postale Tel: 071-.7980325 – 071.688336 Pro Loco Tel: 071.7989080 proloco.ostra@libero.it Croce Verde Tel: 071.7980220 Carabinieri Tel: 071.68053 Polizia municipale Tel: 071.7989890 OSTRA VETERE Municipio: Piazza Don Minzoni, 1

Tel: 071.965053 Fax: 071.964352 www.comune.ostravetere.an.it comune.ostravetere@provincia.ancona.it urp.ostravetere@provincia.ancona.it Museo civico parrocchiale Tel: 071.964369 seg.ostravetere@provincia.ancona.it Carabinieri Tel: 071.964332 Polizia municipale Tel: 071.965053 RIPE Municipio: Via Castello, 1 Tel: 071.7959201 Fax: 071.7958454 www.comune.ripe.an.it commune@comune.ripe.an.it Biblioteca comunale Tel: 071.7958633 Pro Loco Tel: 071.7959019 proloco.ripe@virgilio.it Carabinieri Tel: 071.7957129 Polizia municipale Tel: 071.7959212 SASSOFERRATO Municipio:Piazza Giacomo Matteotti, 1 Tel: 0732.9561 Fax: 0732.956234 www.comune.sassoferrato.an.it info@comune.sassoferrato.an.it Pro Loco Tel: 0732.970084 Museo archeologico Tel: 0732.956231 info@comune.sassoferrato.an.it Museo delle tradizioni popolari Tel: 0732.9561 Raccolta incisori marchigiani Tel: 0732.956231 Carabinieri Tel: 0732.959386 – 0732.959394 Polizia municipale Tel: 0732.956227 SERRA DE’ CONTI Municipio: Via Guglielmo Marconi, 6 Tel: 0731.871711 Fax: 0731.879290 info@comune.serradeconti.an.it www.comune.serradeconti.an.it Pro Loco Tel: 333.8362056 www.proserradeconti.it info@proserradeconti.it Museo delle arti monastiche Tel: 0731.871711 – 0731.871739 www.museoartimonastiche.it info@museoartimonastiche.it Carabinieri Tel: 0731.879264 Polizia municipale Tel: 0731.871732

LE FARMACIE ARCEVIA Comunale: Corso Mazzini, 54 Tel: 0731.9105 Pagliarini: Corso Mazzini, 25 Tel: 0731.9106 Bossi: Frazione Piticchio, 271 Tel: 0731.981021 BARBARA Comunale: Via Castello, 4 Tel: 071.9674222 BELVEDERE OSTRENSE

Rotoloni: Via Brutti, 15 Tel: 0731.62034 CASTEL COLONNA Martinelli: Via Croce, 43 Tel: 071.7957831 CASTELLEONE DI SUASA Comunale: P. Principe di Suasa, 6 Tel: 071.966282 CORINALDO Comunale: Viale della Vittoria Tel: 071.67782

Verdenelli: Via del Corso, 55 Tel: 071.67118 GENGA Gatti: Via Marconi, 25 Tel: 0732.90007 MONTECAROTTO Tentelli: Piazza della Vittoria, 8 Tel: 0731.89156 MONTEMARCIANO Bartolini: Piazza Aldo Moro Tel: 071.915025

Severini Cesaroni: Via Adriatica Tel: 071.9198614 MONTERADO Piccioni: Via Valcesano, 1 Tel: 071.7950030 MONTE SAN VITO Cianca: Via Selva, 52 Tel: 071.740016 MORRO D’ALBA Vannini: Via Roma, 55 Tel: 0731.63015

redazione@laltrogiornale.it

OSTRA Bignardi: Corso Mazzini, 51 Tel: 071.68065 Cioci: Via Gramsci, 65 Tel: 071.68039 OSTRA VETERE Burzacca: Via Mazzini, 7 Tel: 071.965954 RIPE Benigni: Viale Umberto I Tel: 071.7957410

SASSOFERRATO Cabernardi: Via Croce, 2 Tel: 0732.975209 Comunale: Via Battisti, 14 Tel: 0732.959930 Vianelli: Via Mazzini, 7 Tel: 0732.9288 SERRA DE’ CONTI Del Corso: Piazza Leopardi, 2 Tel: 0731.870306


l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

15

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

LA TESTIMONIANZA

UN SENIGALLIESE A TUNISI

“Marchigiani tranquilli” In una Tunisia bloccata dallo sciopero generale la tensione torna ad essere alta ma per le aziende della nostra regione non si registrano problemi particolari

di SANDRO FRATINI* “Ieri, venerdi’ 8 febbraio, la Tunisia ha risposto in massa all’appello lanciato dall’Unione Generale dei Lavoratori (UGTT): trasporti (compreso quello aereo), amministrazioni pubbliche e private, scuole ed università ecc. Tutti hanno aderito allo sciopero generale indetto dal sindacato. Il corteo funebre, che ha accompagnato, alla sua ultima dimora, il militante laico Chokri Belaid, assassinato brutalmente, è stato seguito da più di un milione di persone sotto l’occhio vigile dell’esercito tunisino. “Molti hanno sentito il bisogno/

dovere di raggiungere il corteo funebre, siano essi organizzati o semplici cittadini, mortificati tutti dallo stesso sentimento di usurpazione del loro sogno democratico e con esso della loro dignità. Assente dal corteo il partito islamista al potere, su richiesta della famiglia Belaid ,che lo considera responsabile, se non materialmente, politicamente, del crescendo di violenze subite nell’impunità dalle forze dell’opposizione, da giornalisti, artisti, intellettuali. “Intanto, da ieri, si verificano violenze e degrado della situazione securitaria in varie città del paese con atti vandalici e saccheggi. Vari locali del partito islamista (Ennadha) assaliti dai manifestanti. Al momento è difficile prevedere se la situazione securitaria rimarrà sotto controllo nella serata o se ci saranno ulteriori disordini. “Ieri il paese ha ritrovato un’unità

che andava sempre più sfilacciandosi isolando o banalizzando le violenze subite da molti democratici. Chissà per quanto e come? Presto per dirlo e presto per fare un’analisi seria della situazione in corso. Una nota positiva ed originale, per un mondo di matrice arabomusulmana: la partecipazione massiccia delle donne che, abbandonando la tradizione che vuole presenti solo uomini al corteo funebre, hanno accompagnato assieme ai loro compagni il funerale. La forte presenza della moglie e delle figlie del defunto ha contribuito a caricare emotivamente la folla presente, moglie che non aveva esitato a manifestare davanti al Ministero degli Interni il giorno stesso dell’uccisione del marito.Questo delitto ha come scopo di mettere a tacere coloro che lottano per la dignità, la libertà e la giustizia

sociale, creando un clima di paura e di odio e far cadere la Tunisia nella violenza. Un atto simile non potrà interrompere, né fermare il processo democratico iniziato dai tunisini con i quali siamo solidali. La democrazia si realizza mediante la risoluzione pacifica dei conflitti. “Attualmente non esistono problematiche particolari per le nostre aziende marchigiane presenti in Tunisia, vedremo nelle prossime ore l'evolversi della situazione, che si prevede possa tornare alla normalità, mediante la formazione di un governo tecnico che possa portare quanto prima il Paese alle elezioni. Resta comunque attivo il punto di assistenza della Regione Marche in Tunisia, presso il Delta Center. Tutto il personale è a disposizione 24 ore su 24 per qualsiasi evenienza o necessità”. (* vice presidente della Camera di Commercio Italiana in Tunisia)

I Carabinieri hanno incontrato insegnanti e studenti

Al Medi lezioni sulla legalità SENIGALLIA Nei locali del Liceo Scientifico Enrico Medi di Senigallia, i Carabinieri della locale Compagnia hanno incontrato insegnanti e studenti, per parlare di legalità. Nell’auditorium dell’Istituto, a circa 200 alunni, presenti il preside ed alcuni docenti, è stato spiegato il lavoro quotidiano delle forze dell’ordine e il senso e l’importanza del rispetto delle

regole, nel contesto della società moderna. L’incontro, rientra nel ciclo di conferenze e dibattiti sulla legalità, che i Carabinieri, su tutto il territorio nazionale, tengono nelle scuole, con l’obiettivo di sviluppare un percorso di crescita verso il rispetto del prossimo e prevenire i fenomeni devianti, attraverso la diffusione della cultura della legalità negli istituti di istruzione.

Nel corso dell’incontro, i Carabinieri hanno fatto conoscere agli studenti l’organizzazione dell’Arma, il suo ruolo tradizionale come punto di riferimento immediato per il cittadino, sia con le Stazioni, sia con le pattuglie che con i Carabinieri di quartiere. I ragazzi sono stati inoltre coinvolti su tematiche attualissime e di assoluto interesse quali il rispetto

del codice della strada, la lotta a fenomeni devianti, quali il bullismo e lo stalking. In tema di droga e alcol, sono stati affrontati gli effetti sul corpo umano a quelli giuridici inerenti detenzione, spaccio e il consumo delle sostanze stupefacenti. Altri incontri sono stati già programmati anche in altre scuole superiori della città per i prossimi giorni.

LA MOSTRA

Enzo Cacciola Fare pittura a Palazzo del Duca

SENIGALLIA Sarà inaugurata oggi pomeriggio, alle ore 19, a Palazzo del Duca, la rassegna “Maestri del Novecento”. In mostra le opere di Enzo Cacciola. A palazzo del Duca assessorato alla cultura e Musinf aprono un nuovo capitolo della suite di mostre dedicate ai Maestri del Novecento. “Le mostre di Senigallia hanno registrato record di spettatori sia nel periodo estivo sia nel periodo invernale, ma contiamo su nuovi record perché quello che gli spazi espositivi di Senigallia propongono è davvero un viaggio entusiasmante” dicono l’assessore Stefano Schiavoni, il direttore del Musinf, Carlo Emanuele Bugatti e il direttore della rivista “Arte Contemporanea, Antonio D’Agostino. Un viaggio che trascina lo spettatore dentro le avventure e le sperimentazioni della cultura visiva del nostro tempo”. Della mostra che apre sabato è protagonista Enzo Cacciola, il quale precisa come il modello di pittura che pratica Aggiungi un appuntamento per oggi” si ponga in un rapporto di continuità con quello che praticava negli anni Settanta. “OggiAggiungi un appuntamento per oggi come allora” sostiene Cacciola “ ciò che per me dà significato al dipingere è il processo operativo con cui questo si attua” . I materiali utilizzati dall’artista sono di tipo industriale, abitualmente impiegati per scopi che non hanno nulla a che fare con l’operare artistico. Infatti i listelli di legno sono quelli in uso per le costruzioni di carpenteria, così come le viti e i bulloni, e similmente i colori di manifattura industriale che vengono usualmente adoperati per l’impermeabilizzazione delle costruzioni. La scelta di Cacciola si prefigge come fine quello di spostare l’attenzione del fruitore e, in definitiva, il senso ultimo dell’opera, dall’esito conclusivo, di natura estetica, alle dinamiche mediante le quali esso si è prodotto. Ciò evidenzia dunque una natura concettuale dell’artista, che si esplica attraverso i diversi stadi di una elaborazione rigorosamente eseguita secondo criteri fissati e sottoposta a un costante controllo razionale. Enzo Cacciola è nato ad Arenzano (GE) il 12 dicembre 1945. Vive a Rocca Grimalda (AL). La mostra potrà essere visitata fino al 28 febbraio.

Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


16

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

Cronista per un giorno Segnala ciò che non va nel tuo quartiere Invia testi e foto a: redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

17

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

RIPE

IL CENTRO NORI DE NOBILI

Un museo sempre più ricco Domani mattina si terrà un workshop per gli operatori sulle acquisizioni fotografiche che provengono dalla mostra curata da Giorgio Bonomi RIPE Domani mattina, alle 10,30, si svolgerà al Museo Nori De Nobili un workshop, coordinato dal prof. Carlo Emanuele Bugatti, direttore dell’Osservatorio della Fotografia della Provincia di Ancona, rivolto agli operatori dell’istituzione museale. Al workshop parteciperanno anche Antonio D’Agostino, direttore della rivista Arte Contemporanea ed i fotografi Alfonso Napolitano e Patrizia Lo Conte. Il workshop verterà sulle acquisizioni fotografiche recenti del Museo Nori De’ Nobili di Ripe. Mentre al Palazzo del Duca di Senigallia era in corso l’organizzazione della mostra nazionale Il corpo solitario, curata da Giorgio Bonomi a Ripe si inaugurava il Museo comunale dedicato a Nori De’ Nobili, pittrice sensibile, che visse la sua giovinezza nello splendido palazzo di famiglia, denominato Villa Cento Finestre, situato nel territorio del Comune di Ripe. La vita artistica di Nori De’ Nobili fu travagliata. Morì in una casa di cura. Solo dopo la sua morte una progressiva rivalutazione della sua opera, coordinata dal prof. Bugatti ha portato a raccolte permanenti dei suoi dipinti al Museo di Corinaldo e al Museo di Ripe, che è dotato anche di un centro di documentazione sul lavoro della donna nelle arti visive contemporanee. Negli anni scorsi sulla pittura di Nori De’ Nobili è stata organizzata anche una mostra al Parlamento europeo di Bruxelles. Ad una richiesta del prof Carlo Emanuele Bugatti il critico Giorgio Bonomi ha risposto

promovendo tra le artiste che esponevano alla mostra “Il corpo solitario” donazioni di fotografie esposte, destinate alla fototeca del Museo Nori De’ Nobili. Hanno finora disposto donazioni di loro opere al Museo Nori De’ Nobili le seguenti artiste: Maria Mulas, Andreina Polo, Libera Mazzoleni, Stella

Pellegrini, Alessandra Tescione, Marina Buratti, Isabella Bona, Lucia Gangheri, Elisa Pavan, Simona Palmieri, Monica Palumbo, Francesca della Toffola, Milena Giacomazzi. Il workshop di domani è finalizzato ad illustrare agli operatori del Museo Nori De’ Nobili l’importanza delle opere

progressivamente acquisite in donazione ed il profilo artistico e biografico delle artiste donatrici. Ulteriori workshop verranno realizzati in seguito per illustrare le donazioni fotografiche di Antonio D’Agostino (Fluxus) ed Emiliano Zucchini. Giorgio Bonomi è nato a Roma nel 1946, dove si è laureato in Filosofia, vive a Perugia. Dopo un periodo di studi e scritti di filosofia politica, tra cui il libro Partito e rivoluzione in Gramsci, ed. Feltrinelli 1973 e vari articoli in periodici (“il Manifesto”, “Les Tempes Modernes”, “Problemi del Socialismo” ed altri), si è dedicato all’arte contemporanea come critico, curatore di mostre, saggista e fondando e dirigendo, da più di venti anni, la rivista “Titolo”. Ha diretto il Centro Espositivo della Rocca Paolina di Perugia dal 1994 al 1999; è stato il Direttore della Biennale di Scultura di Gubbio negli anni 1992, 1994, 2006, 2008; dal 2004 al 2007 ha diretto una Fondazione sulla Pittura analitica con sedi a Chiavari e Milano; dirige la Collana Arte Contemporanea delle Edizioni Rubbettino. Ha curato circa duecento mostre in Italia e all’estero, tra le quali ricordiamo: a Perugia Plessi; Beuys. Difesa della Natura; Le soglie della pittura: Francia-Italia 1968-1998; Oltre la superficie; a Colonia Arte astratta italiana dal 1960 al 1997; a Verona e Steyr Il corpo assente; a Rottweil 3 X Monochrom: Fontana, Manzoni, Pinelli; a Chiavari, Gallarate, Praga e Londra Pittura 70. Pittura pittura e astrazione analitica. Tra le pubblicazioni a stampa, citiamo La collezione Burri (con

Chiara Sarteanesi), Gesp Editrice, 1995; Introduzione all’arte contemporanea (a cura), Gesp Editrice, 1996; Promuovere l’alluvione: Fluxus e dintorni (con Enrico Mascelloni) Parise Editore 1997; Storia delle Biennali di Gubbio e Museo della Scultura contemporanea, ed. Silvana 2006; Maria Mulas, ed. Skira, 2007; La disseminazione, Rubbettino Editore 2009; Il corpo solitario. L’autoscatto nella fotografia contemporanea, Rubbettino Editore 2012. “Autoritratto”, “percezione di sé”, “identità”, “allo specchio”, e molte altre definizioni, per quel concetto di “autorappresentazione” che l’artista, da sempre, ha tentato. Seguendo l’impostazione del recentissimo libro di Giorgio Bonomi, Il corpo solitario. L’autoscatto nella fotografia contemporanea, Rubbettino Editore, la mostra si è concentrata su artiste ed artisti che, con la fotografia hanno messo in pratica le modalità dell’autorappresentazione, evidenziando soprattutto una poetica di “solitudine”. Da questo le varie differenziazioni con cui abbiamo raggruppato gli artisti. Per “autorappresentazione” intendiamo tutte le forme possibili con cui questa può realizzarsi con la fotografia, dall’autoscatto vero e proprio (con il temporizzatore, con la macchina fotografica in mano, con il flessibile, con il telecomando) alla fotografia realizzata da un assistente il cui compito è meramente esecutivo; per il video, vale lo stesso discorso. Inoltre abbiamo

considerato tutte le possibili “autorappresentazioni”, dal corpo intero a parti di esso. Negli ultimi anni sembra apparire un modo nuovo di riflessione sulla propria identità, sul proprio corpo, sulla conoscenza di sé. Finito lo “scandalo”, finita la necessità ontologica di una autodefinizione, l’artista ha cominciato a indagare su se stesso come oggetto di conoscenza, da un lato, e come soggetto di narrazione, dall’altro: la m e t o d o l o g i a dell’autorappresentazione è apparsa la più funzionale e la più appropriata per simili operazioni; la stessa componente narcisistica, certamente presente, assume un valore diverso se leggiamo il mito greco non come esempio di futile vanità (Narciso muore affogato o di consunzione, a seconda delle versioni, perché innamorato di sé) bensì come esemplificazione dell’operazione del conoscere, cioè il percepire l’altro da sé (ciò che sta davanti al soggetto conoscente) e comprenderlo (che, etimologicamente, significa “prendere insieme”, “afferrare”), per cui Narciso muore nel tentativo di “afferrare” la sua immagine “riflessa” sull’acqua proprio per conoscere se stesso, cioè con l’”autoriflessione”, e si consideri che possiamo conoscere la parte più significativa del nostro corpo – il volto – solo con lo specchio, che ci “riflette”: con ciò si evidenzia che il desiderio di conoscere – si conosce sempre quello che non si conosce, l’ignoto – comporta rischi estremi, fino alla morte, come insegna anche l’altro grande mito sulla conoscenza, l’Ulisse dantesco.

Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


18

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Se ti piace consiglialo ai tuoi amici

E’ gratis! www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

19

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

MEMORIAL GIANNINI

PROMOZIONE GIOVANILE

Festa bianca sulla neve SENIGALLIA Anche quest’ anno, domenica 17 Febbraio 2013, lo Sci Club Senigallia, con il patrocinio del comune di Senigallia, organizza un’ altra bellissima Festa Cittadina alla Maddalena di Sarnano dove si svolgerà il 5° Trofeo Città di Senigallia, in memoria di Dino Giannini, fondatore insieme all’attuale Presidente Alessandro Frattesi del sodalizio. In questa festosa giornata sulla neve si svolgerà appunto una manifestazione sportiva di sci a carattere cittadino, per coinvolgere tutti gli sciatori aenigalliesi ed altri (soci e non soci). La gara sarà aperta a tutti gli Amici Senigalliesi, su un facile tracciato di slalom gigante sulla pista della “Maddalena, adatto a sciatori di ogni livello. A questo proposito lo Sci Club vuole puntualizzare che il tracciato dove si svolgerà la Gara è molto semplice e si potranno iscrivere tutte le persone che abbiano desiderio di partecipare, anche chi possiede rudimenti elementari in fatto di sci. Non concorreranno all’ assegnazione del 5° Trofeo Città di Senigallia, anche se potranno partecipare alla Gara, gli Atleti ed ex Atleti di

L’INIZIATIVA

Oggi a Barbara c’è la giornata del baratto

squadre agonistiche, per questi sarà fatta una classifica a se. L’ intenzione è quella di formare differenti categorie FISI, suddivise in base all’ età, con relative premiazioni dei primi 3 classificati di ogni categoria. Dallo scorso anno il Direttivo dello Sci Club, per promuovere l’avviamento allo sci delle nuove generazioni, ha deciso di abbinare questa manifestazione alla promozione

giovanile, offrendo ai giovani fino a 14 anni, il viaggio Gratuito, il pranzo a soli •. 10,00 e lezioni di sci Gratuite con i Maestri della località. La quota di partecipazione per gli Adulti è di •. 25,00 e comprende, oltre al viaggio in Pullman GT, il Pranzo presso il Rifugio “alla Capannina”. Lo Skipass verrà invece scontato a tutti alla modica cifra di •. 12,00. La partenza da Senigallia dai

parcheggi presso l’autostrada in Via G. Bruno è prevista per le ore 7,00 e da Ancona Nord alle 7,15. La Gara avrà inizio alle ore 10,00 e le premiazioni avranno luogo alle ore 15,30. Il rientro in città, al termine della giornata passata insieme sulla neve, è previsto per le ore 20,00 circa. Le iscrizioni dovranno essere fatte presso la Sede dello Sci Club in Via F.lli bandiera, 28 entro martedì 12 febbraio.

BARBARA La “Prima Giornata del Baratto”, promossa dall’Amministrazione Comunale di Barbara, vuole essere un modo divertente ma utile al tempo stesso per riutilizzare gli oggetti anziché buttarli, trascorrendo anche dei momenti in piacevole compagnia. L’evento è previsto per oggi, sabato 9 febbraio, dalle 16:00 alle 18:30 presso Palazzo Mattei. Se abbiamo degli oggetti che non ci piacciono più o che non ci servono più ma sono ancora in buono stato ed utilizzabili, possiamo scambiarli con altri che possono servirci. Il baratto è proprio questo: scambiarsi degli oggetti anche per contribuire a creare meno rifiuti. Chi è interessato a partecipare può portare le proprie cose nel luogo dell’appuntamento, seguendo alcune semplici regole: sono esclusi dallo scambio animali, beni preziosi, generi alimentari o comunque deperibili, beni di dubbia provenienza, prodotti pericolosi; anche i beni ingombranti possono essere barattati, ma è sufficiente portare una foto e gli interessati si accorderanno tra loro per il ritiro; non è ammessa alcuna forma di pagamento in denaro, solo scambio di oggetti in buono stato e comunque usabili!

quotidiano online

l’Altro giornale L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


20

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

Il piacere di leggere

l’Altro giornale quando vuoi dove vuoi Ed è gratis! www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

21

SENIGALLIA E LE SUE VALLI

LA MEMORIA

INIZIATIVA DEL COMUNE

La città si ferma a riflettere e ricorda le vittime delle foibe Alla Fenice la proiezione di un film con scene documentarie sull’esodo istriano SENIGALLIA Ricorre domani, domenica, la “Giornata del Ricordo”, data scelta dalla Repubblica italiana – con legge 92 del 30.3.2004 – come data simbolo per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Per celebrare questa giornata il Comune di Senigallia ha organizzato nella saletta della Piccola Fenice la proiezione di “La città dolente”, film uscito nel 1949 e diretto dal regista Mario Bonnard.

La pellicola, sceneggiata tra gli altri da Federico Fellini, restituisce scene documentarie sull’esodo istriano, girate da cineoperatori proprio in quei giorni. L’inizio della proiezione è alle ore 17.30, con ingresso gratuito. L’appuntamento rientra tra gli incontri della Stagione cinematografia 2012-13 del Comune di Senigallia promossa dall’Assessorato alla Cultura con la collaborazione del Circolo cinematografico Linea d’ombra. Interveranno alla proiezione il Sindaco del Comune di Senigallia Maurizio Mangialardi e l’assessore alla cultura Stefano Schiavoni.

La città dolente Realizzato in bianco e nero, questo lavoro contiene alcune scene documentarie sull’esodo istriano, girate da cineoperatori proprio in quei giorni in cui la riscrittura dei confini italiani orientali verso Trieste spinse decine di migliaia di persone a lasciare Pola. Immagini che vennero dunque restituite alla visione pubblica dopo essere state recuperate negli archivi dell’Istituto Luce e restaurate dalla Cineteca del Friuli. Le scene documentarie si inseriscono in quelle di finzione che raccontano la vicenda di Berto, meccanico che in quei

giorni decide di restare a Pola, fiducioso nel socialismo di Tito. I fatti lo smentiranno, moglie e figlio riusciranno a partire verso Venezia grazie all’aiuto di una ispettrice comunista. La stessa che poi manderà Berto in un campo di lavori forzati perché venga “rieducato”. La sceneggiatura è frutto di un lavoro di squadra tra lo stesso regista Bonnard e Federico Fellini, Aldo De Benedetti e Anton Giulio Majano. La fotografia fu affidata al grande Tonino Delli Colli. Il critico Paolo Mereghetti ha definito questo film “strano, anomalo, dove la propaganda si mescola al documentario, il melodramma alla

ricostruzione storica”. La sequenza che più resta impressa sempre secondo Mereghetti è “quella della dissepoltura delle casse da morto dai cimiteri, per portarsi in Italia anche i resti dei propri cari. […] Altrettanto drammatiche sono le lunghe file di profughi che spingono mobili e materassi ammassati su carretti di fortuna, o i volti senza gioia dei bambini che si imbarcano sulla nave Toscana, che fa la spola tra l’Istria e Venezia. Immagini che l’allora giovanissimo Tonino Delli Colli (era il suo ottavo film come direttore della fotografia) riesce a fondere perfettamente con il resto del film, girato in parte negli stabilimenti Scalera di Roma in

parte in esterni”. Il film “Una città dolente”, unico film girato su questo soggetto, pone moltissime domande che restano ancora da percorrere, come il fallimento delle minoranze italiane rimaste in Istria, l’oppressione titina, i campi di concentramento, la violenta propaganda anticomunista che in quel periodo attraversava l’Italia. “Forse l’esodo da Pola e più in generale il ridisegnamento dei confini orientali del nostro Paese – conclude Mereghetti - era un argomento su cui quasi nessuno si sentiva di speculare: troppe le sofferenze subite, troppi da una parte e dall’altra gli scheletri da tener nascosti negli armadi”.

E’ andato meritatamente in pensione dopo 42 anni di servizio prestato all’Ufficio Anagrafe della città

Piergiovanni lascia il Comune SENIGALLIA Nei locali del Comune, amministratori, dirigenti e colleghi hanno salutato Alfredo Piergiovanni, responsabile dell'Ufficio Anagrafe della città, andato in pensione dopo 42 anni

di servizio nell'Ente. All’incontro è intervenuto anche il sindaco Maurizio Mangialardi che si è soffermato a lungo con Alfredo Piergiovanni, formulandogli a nome dell’Amministrazione comunale i

migliori auguri per il futuro. Alfredo Piergiovanni, che vanta anche una notevole carriera sportiva, come giocatore prima e come allenatore poi, è molto conosciuto in città. A lui gli auguri de l’Altro giornale.

Cronista Segnala ciò che per un giorno non va nel tuo quartiere Invia testi e foto a:

redazione@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


22

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

UNIVERSITA’

MARTEDI’ L’APPUNTAMENTO

Urbino al centro dell’Emuni Sulle prospettive e sulla nascita di nuovi corsi internazionali il presidente Laris Gaiser incontra Pivato. Una collaborazione importante per lo sviluppo URBINO Martedì 12 febbraio, alle ore 10, il nuovo presidente dell’EuroMediterranean University, Laris Gaiser, sarà all’Università degli Studi di Urbino per incontrare il rettore Stefano Pivato. L’Università Euromediterranea (EMUNI) con sede a Piran in

Slovenia, creata sotto gli auspici dell’Unione Europea, della Lega araba e di un gruppo di università, di cui l’Università di Urbino è uno dei quattro iniziali soci fondatori (con Haifa, Maribor e Sousse) coinvolge 185 atenei di tre continenti. L’EMUNI fa attività didattiche,

di ricerca, seminari di ricerca per dottorandi e ‘Souk della ricerca’, volti a facilitare la cooperazione di ricercatori di differenti paesi. L’Università di Urbino ha avviato negli ultimi anni un processo volto all’internazionalizzazione dei percorsi formativi e della ricerca attraverso il

potenziamento e l’inserimento a pieno titolo dell’Università nei principali network internazionali di Didattica e Ricerca. Responsabile dei Rapporti internazionali dell’Ateneo è il professor Giuseppe Giliberti, docente di Fondamenti del diritto europeo.

Nel corso dell’incontro di martedì si discuterà le prospettive della collaborazione fra Urbino ed EMUNI nel contesto dei rapporti euro-mediterranei e adriaticoionici e della prospettiva di costituire ad Urbino un ‘Osservatorio euro-mediterraneo sul patrimonio culturale’, alla

programmazione per il 2013 del corso di laurea in ‘Comunicazione interculturale d’impresa’ (basato soprattutto sull’esperienza di Urbino in questo delicatissimo campo) e alla preparazione dell’Assemblea Generale dell’EMUNI, che si terrà a Pirano, in Slovenia, sabato 23 febbraio.

Dal 18 visite guidate gratuite al patrimonio storico-artistico del territorio

L’importanza delle guide turistiche PESARO Anche l’Associazione provinciale professioni turistiche, aderente alla Confcommercio di Pesaro e Urbino, partecipa alla ventiquattresima giornata internazionale della guida turistica. Lo scopo della giornata – indetta dalla Federazione Mondiale delle Associazioni di Guide Turistiche e promossa in Italia dall’ Associazione Nazionale Guide Turistiche - è quello di sensibilizzare enti pubblici, organi di stampa e cittadini sull’importanza della figura professionale della guida turistica e sulla

sua opera di divulgazione culturale e di promozione del territorio. L’Associazione Provinciale Professioni Turistiche aderente Confcommercio per celebrare questa occasione, offrirà gratuitamente visite guidate al patrimonio storico-artistico del nostro territorio. LUNEDI’ 18 FEBBRAIO PIOBBICO - Castello Brancaleoni Incontro alle ore 10.30 all’ingresso del Castello Brancaleoni. Guida Daniela Rossi (333.3886193) GIOVEDI 21 FEBBRAIO PESARO - Vittoria Mosca Toschi: una

nobildonna a Palazzo. Visita guidata ai Musei Civici cittadini per conoscere la storia personale e pubblica di questa singolare figura femminile. Incontro alle ore 10.30 in Piazza del Popolo, lato Palazzo Ducale. Guida Elena Bacchielli (333.2411068) VENERDI’ 22 FEBBRAIO GRADARA - “Interno femminile” - fra le mura del Castello la “Città delle Dame”. Incontro alle ore 16 alla Torre dell’Orologio. Visita guidata a più voci: Alice Leardini, Francesca Volpini, Francesca Giommi, Sabine Jacobs

(339.4622045) SABATO 23 FEBBRAIO FANO - Palazzo Palazzi - L’architettura ritrovata: un gioiello manierista nel cuore del centro storico. Incontro ore 10.00 in Via De Cuppis angolo Piazza XX Settembre. Guida: Manuela Palmucci (346.6701612) GRADARA - “Interno femminile” - fra le mura del Castello la “Città delle Dame”. Incontro alle ore 15.30 alla Torre dell’Orologio - Guida Loredana Pacini (368.7334048) DOMENICA 24 FEBBRAIO

MERCATELLO SUL METAURO visita guidata al centro storico ed alla Chiesa di San Francesco. Incontro alle ore 10.00 in piazza Garibaldi - Guida Enrica Corsini (347.8962484) SANT’ANGELO IN VADO - Polo museale S. Maria dei Servi, a seguire Chiesa S. Caterina delle Bastarde. Incontro alle ore 15 Guide Michelangelo Curzi e Cristina Stefani (0722.819924 - 347.9782936) Il servizio di visita guidata gratuito è con prenotazione obbligatoria. Eventuali biglietti di ingresso saranno a pagamento

quotidiano online

l’Altro giornale Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

23

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

LE TRANSAZIONI

INCONTRO ALL’ASCOMED

Tanti rischi per le imprese PESARO Nel corso della assemblea, convocata dal presidente ASCOMED della provincia di Pesaro e Urbino, Andrea Biagioni, sono stati esaminati alcuni provvedimenti legislativi di grande rilevanza per i rivenditori di materiali per edilizia. L’avv. Marcello Maffei, consulente legale di Confcommercio provinciale, ha approfondito le disposizioni del D.Lgs. 192/12, relativo ai termini di pagamento nelle transazioni commerciali tra Imprese e tra Imprese e Pubblica Amministrazione, soffermandosi sulle condizioni che il decreto prevede, in particolare, nei rapporti tra imprese private. Particolare attenzione è stata successivamente dedicata ad un argomento, che, a seguito

dell’introduzione del D.L. 83/12, ha istituito il cosiddetto “concordato in continuità”, provvedimento che, a prima vista, ha finalità lodevoli : cercare, cioè, di evitare la procedura di fallimento “rapida” di aziende che si trovano in un momento di grave difficoltà e che, invece, grazie al concordato in continuità, potrebbero continuare a restare sul mercato, a determinate condizioni, esperendo il tentativo di un risanamento aziendale. Questa finalità positiva, però, può celare

rischi (anche gravi) a danno delle imprese che operano o potrebbero iniziare ad operare con aziende in concordato, dovuti alla tempistica, in particolare, cioè al periodo in cui si viene a conoscenza della situazione di sofferenza dell’azienda che decide di ricorrere al concordato in continuità. La ditta, infatti, presenta domanda di concordato al Giudice, il quale fissa un termine (da 60 a 120 giorni, prorogabile di altri 60 giorni) per la presentazione del progetto concordato, che dovrebbe portarla alla situazione di definizione della situazione debitoria. Sarà cura, poi, della Cancelleria del Tribunale trasmettere tempestivamente (entro 48 ore) la notizia della domanda di concordato alla Camera di Commercio

L’assemblea è stata convocata dal presidente Ascomed della provincia di Pesaro Andrea Biagioni

per la sua trascrizione nel Registro delle Imprese (altre 48 ore) e così rendere pubblica la situazione di concordato. Il rischio che corrono le aziende che hanno rapporti con ditte in concordato è che nelle more della trascrizione al Registro delle Imprese, potrebbero continuare ad avere “normali” contatti commerciali, ignare della richiesta di concordato. Inoltre, esiste il fondato rischio di ottenere solo un soddisfacimento parziale (a volte, molto parziale) del proprio credito. Tuttavia, se l’alternativa è il fallimento della ditta debitrice... In ogni caso, si tratta di un provvedimento che, se parte da buone intenzioni, lascia spazio a soggetti scorretti, che potrebbero abusarne, a danno del mercato sano.

Per il fronte di Azione Popolare c’è la responsabilità delle istituzioni

Bracconaggio, troppi colpevoli A fronte dei fenomeni di bracconaggio e trappole sui quali si è alzata l'attenzione dopo i recenti avvenimenti accaduti in provincia, interviene il movimento locale “Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino”. Parla il Presidente del movimento Giacomo Rossi. “La questione del

bracconaggio e delle trappole è molto delicata. Non si può assolutamente giustificare nessuna forma di trappola (lacci, tagliole etc) in quanto è palese che lo stesso ignobile meccanismo provoca la morte dell'animale con atroci sofferenze. Da un lato però, c'è da dire che lo svilupparsi della

soppressione non autorizzata di alcune specie (che non definirei bracconaggio vero e proprio), è fortemente dovuta al mancato controllo e alla mancata selezione che rimane compito delle istituzioni. I mancati pagamenti dei danni per esempio, sui quali è anni ed anni che si discute senza

che nessuno trovi una soluzione, fanno si che molti fenomeni di abbattimenti non autorizzati siano opera degli stessi agricoltori ed allevatori, costretti a tutelare le proprie coltivazioni ed i propri bestiami. Le vittime di questa mala gestione dunque, sono gli animali e coloro che da essi

subiscono danni; nemici e vittime allo stesso tempo. Tutta questa situazione ha un responsabile; le istituzioni, con a capo Provincia e Regione che hanno il compito di dover gestire e controllare il nostro patrimonio faunistico. Ci auspichiamo che si riapra subito un dibattito sull'argomento

affinché si arrivi ad ottenere delle soluzioni certe. Ci auguriamo che si possa stringere la morsa sulle trappole e sul bracconaggio vero e proprio (quello che invece definirei “sportivo”), sperando che tutti gli organi di controllo (es. Cras) siano messi nelle condizioni ottimali di operare”.

quotidiano online

l’Altro giornale Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


24

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

GLI APPUNTAMENTI

A CADENZA PERIODICA

Candelara si illumina ancora I venerdì di luce, nuovo ciclo di incontri promosso dall’associazione turistica Proloco PESARO L’associazione Turistica Proloco Candelara, con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune di Pesaro e il consiglio di Quartiere n. 3 delle Colline e dei Castelli propone il secondo ciclo di incontri-conferenze che animeranno l’inverno-primavera candelarese. Il nuovo ciclo si intitola: “i Venerdì di Luce” ed è l’erede del precedente ciclo del 2012, “i Mercoledì di Mercurio”. Infatti, Mercurio, dio dell’eloquenza, del commercio e dei ladri rimane il logo anche di questo nuovo ciclo, che come fine ha sempre l’idea di realizzare una iniziativa per diffondere la cultura, fornendo soprattutto uno strumento nuovo ai giovani laureati per diffondere le proprie ricerche in una società dove non sempre trionfa la meritocrazia. Il ciclo “i Venerdì di Luce”, oltre ad avere lo scopo di diffondere vari aspetti della cultura del nostro territorio provinciale, ha anche lo scopo di animare le fredde serate dell’inverno di Candelara. Con questo ciclo, che si assomma a “Candele a Candelara” ed a

La presentazione de “I venerdì della luce”, organizzati a Candelara dalla locale associazione turistica “CandelarArte”, la Pro Loco offre una serie di iniziative che coprono tutto il corso dell’anno. Le conferenze avranno una cadenza periodica e si svolgeranno a Candelara, al primo piano dell’ex-Palazzo Comunale, attuale sede della Pro Loco, alle ore 21,00 (quello del 15 marzo si svolgerà a Pesaro nella sede del Consiglio provinciale). Il primo appuntamento è stato affidato a suor Maria Gloria Riva, che proporrà una interessante

lettura iconografica degli angeli, partendo dai colorati angeli della “pala dell’Incoronazione” di Pesaro, firmata da Giovanni Bellini. Il secondo appuntamento, che apre il ciclo a Candelara, è una tavola rotonda dedicata alla scoperta e approfondimento di monsignor Nicola Alegi, parroco per 50 anni a Candelara: essa rientra nelle iniziative celebrative per il I° centenario della sua nascita. La terza serata è tutta particolare,

dedicata alla scoperta dell’”Energia: cielo e terra”, una riflessione sulla Meditazione, Chakra, Reiki, Cristalloterapia e Musicoterapia tenuta da Nirmalam, al secolo Fabio Roccagli. Elena Bacchielli e Margherita Guerra, che tornano per il secondo anno a Candelara, ci aggiorneranno sulle ultime novità dei loro studi intorno la figura di Vittoria Mosca e le sue collezioni. Cecilia Sanchini propone invece

uno studio sulle pitture marchigiane tradotte da pale d’altare in piccole incisioni, mentre con Francesca Rosa andremo alla scoperta delle antiche tecniche pittoriche. Se questi sono gli interventi dei giovani, l’appuntamento del 12 aprile, dal titolo “Arte e Creato” è tenuto invece dai suoi amici i proff. Rodolfo Pierotti, Luigi Stortiero, Piero Talevi e Rodolfo Tonelli; si tratta di una serata dedicata alla lettura dell’opera di

Antonio Battistoni. Infine, un altro appuntamento particolare è quello del 15 marzo alle ore 18.00 presso la Sala Adele Bei (PESARO Palazzo della Provincia) con una performance organizzata dall’Associazione “Il Megafono delle donne” di Ancona, con cui la Pro Loco collabora da un altre un anno, dal titolo “VOCI nel buio: musica parole danza e pittura”. Si tratterà di una performance che vedrà affiancarsi giovani talenti e scrittori o professori già affermati. Per l’assessore alla partecipazione e Quartieri Andrea Biancani “L’iniziativa della Pro loco di Candelara, è una dimostrazione concreta della validità dei patti di quartiere cioè della grande capacità di aggregazione che tiene unito e culturalmente vivo un territorio. E’ una testimonianza di quanto, questa realtà e questo impegno, siano validi in ambito culturale e non solo”. I programmi dettagliati di ogni singola serata saranno diffusi periodicamente dalla Pro Loco e verranno pubblicati sul sito web: www.candelara.com.

quotidiano online

l’Altro giornale Chiedi di ricevere ogni giorno la tua copia gratuita dove vuoi tu Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

25

LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

MUSICA

CINQUE MESI DI CONCERTI

Grande jazz in provincia Nove concerti, sette teatri, otto Comuni coinvolti e quarantasei musicisti L’assessore Davide Rossi: “A livello regionale c’è uno sbilanciamento di risorse che penalizza la musica, la Provincia continua a sostenere l’iniziativa” PESARO Cinque mesi all’insegna del grande jazz, in un affascinante itinerario artistico nei teatri storici della provincia di Pesaro e Urbino, con la partecipazione di musicisti di fama internazionale, ma anche a nuovi talenti. Torna la rassegna “Jazz in provincia”, organizzata dall’assessorato alla Cultura della Provincia di Pesaro e Urbino e dal “Fano Jazz Network”, in collaborazione con i Comuni coinvolti, ai quali quest’anno si aggiunge quello di Gabicce, con il concerto di chiusura in Piazza Valbruna. Nove concerti, 7 teatri, 8 Comuni e 46 musicisti sono i numeri della XIII edizione, presentata alla stampa dall’assessore provinciale alla Cultura Davide Rossi e dal direttore artistico di “Jazz ‘in provincia” Adriano Pedini (Fano Jazz Network). “Proprio stamattina – ha detto Davide Rossi – ho firmato l’appello per il jazz lanciato dal sito www.xiljazz.it e rivolto al Ministero per i beni culturali e ai candidati per le elezioni politiche, affinché venga riequilibrato il finanziamento pubblico statale nei confronti del jazz e della musica contemporanea. Il fenomeno dello sbilanciamento di risorse pubbliche a discapito del jazz esiste anche a livello regionale, bisogna rendersi conto che la musica jazz nel nostro territorio fa grandi numeri al botteghino ed ha grande capacità di coinvolgere i giovani. Crediamo molto in questa rassegna e nonostante le difficoltà abbiamo mantenuto il contributo. Per il prossimo anno è a rischio il

L’assessore provinciale Davide Rossi con il direttore artistico Adriano Pedini finanziamento regionale legato alla legge 11 del 2009 sullo spettacolo dal vivo”. “E’ un problema di politica culturale – ha lamentato Adriano Pedini -, visto che Ministero e Regione finanziano principalmente musica lirica, teatri stabili, secondo criteri di valutazione dei progetti spesso superati. Il jazz nel territorio sta avendo un successo incredibile e insperato, va dunque rivista e ridisegnata la politica culturale, con nuovi strumenti di valutazione, vista anche l’esiguità di risorse. Dalla Provincia e dai Comuni abbiamo avuto sostegno e incoraggiamento. Come Marche Jazz Network faremo una proposta alla Regione Marche perché venga mantenuto questo circuito, sarebbe un peccato, dopo tanti anni, vederlo scomparire”. Ma vediamo il programma della rassegna, che rientra nel più ampio progetto regionale “Parco dei Teatri Jazz” con il marchio di

“Marche Jazz Network” (polo associativo che riunisce Ancona Jazz, Fano Jazz Network , TAM – Tutta un’altra musica, e Musicamdo). Dopo il successo dell’anteprima di dicembre a Cagli con Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura, si parte venerdì 15 febbraio, alle ore 21.15 al Teatro comunale di Gradara con un concerto organizzato in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune. Sul palco “Dino Rubino Trio” in “Omaggio a Miriam Makeba”, con Dino Rubino al piano, Paolino Dalla Porta al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria.Il primo album registrato dal Trio, dal titolo “Zenzi”, è un tributo del pianista, trombettista e compositore siciliano a Miriam Makeba, artista e attivista sudafricana, di cui valorizza il patrimonio melodico e ritmico in un ritratto a più facce in chiave jazz. Venerdi 8 marzo a San Costanzo, al Teatro Comunale

(ore 21.15) sono di scena Enzo Pietropaoli-Adriano Viterbini Duo in “Streetmates”, progetto con alla base la passione, l’inventiva, il sentimento. L’incontro tra Enzo Pietropaoli e Adriano Viterbini (già chitarra e voce di Bud Spencer Blues Explosion e Black Friday) è un intenso respiro, un’esperienza di condivisione musicale cercata da tempo e nata per caso in una piazza del rione Testaccio. Sabato 16 marzo al Teatro Bramante di Urbania, sarà protagonista il leggendario Franco D’Andrea, che alle ore 18 incontrerà il pubblico in collaborazione con l’associazione “Il Barco”, mentre alle ore 21.15 proporrà il concerto per piano solo dal titolo “Into the mistery”. In scaletta composizioni originali e brani di Kid Ory, George Gershwin, Duke Ellington, Billy Strayhorn, Thelonious Monk, Lennie Tristano, John Coltrane. Sabato 13 aprile al Teatro Conti di Acqualagna (ore 21.15), in

collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune e l’associazione musicale Acqualagnense, è prevista la IV edizione del “Furlo Jazz Award”, il premio ai migliori musicisti marchigiani, che quest’anno sarà consegnato a Daniele Di Bonaventura. A seguire il concerto di “Daniele Di Bonaventura Meets Form” dal titolo “Viaggio Mediterraneo”, suite per Bandoneòn e orchestra con lo stesso Di Bonaventura al bandoneon e la “Form”, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Sabato 27 aprile al Teatro Comunale di Cagli (ore 21.15), in collaborazione con l’Istituzione Teatro comunale, sarà di scena “Gegè Telesforo-Nu Joy Band”. Con GeGé Telesforo (voice, percussioni) ci saranno Greta Panettieri (voce) L.A. Santoro (voce), Domenico Sanna (piano), Giuseppe Bassi (contrabbasso), Roberto Pistoleri (batteria). Una nuova formazione per un concerto carico di energia e nuove sonorità, dove le voci si fondono con la ritmica e le armonie dei nuovi brani. Domenica 5 maggio , alle ore 18.30 al Teatro Battelli di Macerata Feltria, concerto di “Tuck&Patti” dal titolo “35 Years Of Bringing The Joy”. Il celebre sodalizio internazionale formato da Tuck Andress (chitarra) e Patti Cathcart (voce) combina eleganza interpretativa e jazz feeling: la più semplice delle melodie viene impreziosita da sfumature inedite. Venerdì 24 maggio alle ore 21.15, concerto al Teatro Rossini

di Pesaro del trio “GazzèMarcotulli-Gatto” con Over tour, organizzato in collaborazione con l’Ente Concerti di Pesaro. Il progetto, che vede Max Gazzè alla voce e basso elettrico, Rita Marcotulli al piano e Roberto Gatto alla batteria, è nato dalla curiosità dei tre artisti di sperimentarsi in un concerto in cui si abbattono i confini della musica, dove la contaminazione tra il pop e le sonorità jazz si fondono fino a trovare un terreno comune. I brani più famosi di Max Gazzè diventano motivo e pretesto su cui improvvisare. Domenica 26 maggio, alle ore 18, a Gabicce Monte, in Piazza Valbruna, concerto di chiusura dal titolo “Aspettando la Sera”, inserito nella rassegna “Concerti al tramonto”. In collaborazione con l’assessorato al Turismo del Comune di Gabicce Mare, si esibirà il “Cirano Quintet”, formazione con Jean Gambini (sax tenore), Giacomo Uncini (tromba), Massimiliano Rocchetta (piano), Ludovico Carmenati (contrabbasso), Ivan Gambini (batteria). Cinque musicisti di diversa identità musicale, per ricercare dentro la materia del linguaggio jazzistico un’espressività multiforme. I possessori della “Marche Jazz Card” potranno usufruire di sconti sul prezzo dei biglietti dei concerti di “Jazz ‘in provincia” e di tutti gli altri concerti a pagamento del circuito regionale. Per informazioni: Fano Jazz Network, tel. 0721 803043; sito i n t e r n e t : www.fanojazznetwork.it; mail: info@fanojazznetwork.org (g.r.)

Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


26

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

MAROTTA E LA VALLE DEL CESANO

L’AGENDA DELLA VALLE DEL CESANO BARCHI Municipio: Piazza Vittorio Emanuele, 6 Tel: 0721.97152 www.comune.barchi.pu.it comune.barchi@provincia.ps.it Comunità montana Tel: 0721.74291 Ufficio postale Tel: 0721.97111 Croce Rossa Tel: 0721.721425 Guardia medica Tel: 0721.721252 Pro Loco Tel: 0721.978197 Carabinieri Tel: 0721.97258 CAGLI Municipio: Piazza Giacomo Matteotti, 1 Tel: 0721.78071 www.comune.cagli.ps.it municipio@comune.cagli.ps.it Comunità montana Tel: 0721.787431 Centro per l’impiego Tel: 0721.787278 Ufficio postale Tel: 0721.787282 Ospedale Tel: 0721.7921 (centralino) Pronto soccorso Tel: 0721.792201 Distretto sanitario Tel: 0721.792504 Guardia medica Tel: 0721.792203 Croce Rossa Tel: 0721.782112 Pro Loco Tel: 0721.787457 Carabinieri Tel: 0721.787321 Polizia stradale Tel: 0721.781754 Vigili del fuoco Tel: 0721.787222 Corpo forestale Tel: 0721.781212 Polizia municipale Tel: 0721.780744 FRATTE ROSA Municipio: Piazza Giacomo Matteotti, 11 Tel: 0721.777113 – 0721.777200 Fax: 0721.777253 www.comune.fratte-rosa.pu.it commune.fratte-rosa@provincia.ps.it Distretto sanitario n. 2 Tel: 0721.739720 Guardia medica Tel: 0721.732702 Pro Loco Tel: 0721.777476 – 0721.735289 www.fratterosa.org Carabinieri Tel: 0721.776810 – 0721.776564

Vigili del fuoco Tel: 0721.787222 Corpo forestale Tel: 0721.734705 Polizia municipale Tel: 0721.777200 – 0721.777113 FRONTONE Municipio: Piazza del Municipio, 19 Tel: 0721.786107 www.comune.frontone.pu.it Biblioteca comunale Tel: 0721.786107 Comunità montana Tel: 0721.787431 Fax: 0721.787441 www.cmcatrianerone.pu.it Informazioni turistiche turismofrontone@gmail.com Funivia Tel: 0721.786188 Pro Loco Tel: 0721.786302 – 338.3805478 www.comunedifrontone.it prolocofrontone@gmail.com Castello di Frontone Tel: 0721.790716 Ufficio postale Tel: 0721.786362 Carabinieri Tel: 0721.734807 Corpo forestale Tel: 0721.730150 Polizia municipale Tel: 0721.786107 MAROTTA Delegazione Anagrafe Tel: 0721.96513 Informazioni turistiche Tel: 0721.960504 turismo@comune.mondolfo.pu.it Stazione ferroviaria Tel: 0721.96335 – 0721.969258 Ufficio postale Tel: 0721.968045 Carabinieri Tel: 0721.96584 Polizia municipale Tel: 0721.960629 polizia.marotta@comune.mondolfo.pu.it MONDAVIO Municipio: Piazza Giacomo Matteotti, 2 Tel: 0721.97101 www.comune.mondavio.pu.it comune.mondavio@provincia.ps.it Mondavio Turismo www.mondavioturismo.it Pro Loco Tel: 0721.989098 www.mondavioproloco.it Museo civico Tel: 0721.97102 – 0721.977331 Rocca Roveresca Tel: 0721.97101 Ufficio postale Tel: 0721.97100

Distretto sanitario Tel: 0721.97120 Poliambulatorio Tel: 0721.97345 Guardia medica Tel: 0721.97120 Carabinieri Tel: 0721.97258 Corpo forestale Tel: 0721.39971 Polizia municipale Tel: 0721.977479 MONDOLFO Municipio: Via Giuseppe Garibaldi, 1 Tel: 0721.9391 – 800.407.171 Fax: 0721.959455 www.comune.mondolfo.pu.it Ufficio relazioni con il pubblico Tel: 0721.939266 urp@comune.mondolfo.pu.it Biblioteca comunale Tel: 0721.959677 Informagiovani Tel: 0721.958647 Ufficio postale Tel: 0721.957216 Poliambulatorio Tel: 0721.93681 Guardia medica Tel: 0721.9368872 Pro Loco Tel: 0721.955677 Carabinieri Tel: 0721.957232 Polizia municipale Tel: 0721.939249 pol.municipale@comune.mondolfo.pu.it MONTE PORZIO Municipio: Viale Cante di Montevecchio Tel: 0721.956000 Fax: 0721.956027 www.comune.monte-porzio.pu.it Associazione Monte Porzio Cultura Tel: 0721.956026 – 0721.955981 www.monteporziocultura.it Pro Loco Tel: 0721.955677 www.proloco-monteporzio.it Ufficio postale Tel: 0721.955118 Carabinieri Tel: 0721.955802 – 0721.955125 Polizia municipale Tel: 0721.956043 vigili@comune.monte-porzio.pu.it ORCIANO Municipio: Piazzale della Ripa, 1 Tel. 0721.97424 Fax: 0721.97425 www.comune.orciano.pu.it comune.orciano@provincia.ps.it Biblioteca comunale Tel: 0721.977412 Pro Loco Tel: 0721.977071

Ufficio postale Tel: 0721.97230 Carabinieri Tel: 0721.97258 Polizia municipale Tel: 0721.977580 PERGOLA Municipio: Corso Giacomo Matteotti, 53 Tel: 0721.7373233 Fax: 0721.736450 www.comune.pergola.pu.it protocollo@comune.pergola.pu.it Ufficio Turismo Tel: 0721.7373273 Biblioteca comunale Tel: 0721.778786 Informagiovani Tel: 0721.7373275 Comunità montana Tel: 0721.735701 Ospedale Tel: 0721.7321 (centralino) Pro Loco Tel: 0721.734496 www.prolocopergola.it Associazione Pergola Nostra www.pergolanostra.it Museo dei Bronzi dorati Tel: 0721.734090 – 0721.7373271 www.bronzidorati.com Ufficio postale Tel: 0721.73432 Carabinieri Tel: 0721.734807 Polizia stradale Tel: 0721.787305 Vigili del fuoco Tel: 0721.787222 Corpo forestale Tel: 0721.734705 Polizia municipale Tel: 0721.736708 – 0721.7373248 PIAGGE Municipio: Via Roma. 12 Tel: 0721.890131 Fax: 0721.890907 www.comune.piagge.pu.it comune.piagge@provincia.ps.it Ufficio postale Tel: 0721.890130 Ex guardia medica Tel: 0721.9898457 Carabinieri Tel: 0721.970005 SAN COSTANZO Municipio: Piazza Perticari, 20 Tel: 0721.951210 – 0721.951211 Fax: 0721.950056 www.comune.san-costanzo.pu.it comune@comune.san-costanzo.pu.it Biblioteca comunale Tel: 0721.950159 Ufficio postale Tel: 0721.950340 – 0721.958131 Guardia medica

Tel: 0721.882261 Pro Loco Tel: 0721.950110 www.prolocosancostanzo.it Teatro La Concordia Tel: 0721.950124 Carabinieri Tel: 0721.950105 Polizia municipale Tel: 0721.951218 – 0721.951237 SAN GIORGIO DI PESARO Municipio: Via Giuseppe Garibaldi, 62 Tel: 0721.970102 Fax: 0721.970289 www.comune.san-giorgio.pu.it commune.san-giorgio@provincia.ps.it Ufficio postale Tel: 0721.970135 Poliambulatorio Tel: 0721.98981 Ex guardia medica Tel: 0721.9898457 Pro Loco Tel: 0721.970209 proloco-sangiorgio@libero.it Carabinieri Tel: 0721.970005 Polizia municipale Tel: 0721.970102 SAN LORENZO IN CAMPO Municipio: Piazza Umberto I, 17 Tel: 0721.774211 Fax: 0721.776687 www.comune.sanlorenzoincampo.pu.it Ufficio postale Tel: 0721.776051 Pro Loco Tel: 0721.776479 www.proloco-sanlorenzo.it Carabinieri Tel: 0721.776810 Polizia municipale Tel: 0721.774216 SERRA SANT’ABBONDIO Municipio: Piazzale del Comune, 1 Tel: 0721.730120 Fax: 0721.730230 www.comune.serrasantabbondio.pur.it Comunità montana Tel: 0721.787431 www.cmcatrianerone.pu.it Ufficio postale Tel: 0721.730127 Pro Loco Tel: 0721.730657 www.ssabbondio.it Eremo di Fonte Avellana Tel: 0721.730118 www.fonteavellana.it Carabinieri Tel: 0721.734807 Corpo forestale Tel: 0721.730150 Polizia municipale Tel: 0721.730120

LE FARMACIE BARCHI Pierini Vittorio: Via Roma, 23 Tel: 0721.977076 CAGLI Purgotti: Piazza Matteotti, 2 Tel: 0721.787313 Berardi: Via Fonte del Duomo, 1 Tel: 0721.787230 Giacomucci: Via Pianello, 139

Tel: 0721.783101 FRATTE ROSA Canestrari: Piazza Matteotti, 13 Tel: 0721.777473 FRONTONE Battistini: Via Roma, 69 Tel: 0721.786122 MAROTTA Comunale: Via Ferrari, 16 Tel: 0721.969381

Fumarola: Via Litoranea, 122 Tel: 0721.96521 MONDAVIO Subissati: Viale San Francesco, 10 Tel: 0721.977391 Ambrosini: Via Cesanense, 88 Tel: 0721.979117 MONDOLFO Baffi Scoppa: Via XX Settembre Tel: 0721.957240

MONTE PORZIO Brilli: Viale C. di Montevecchio, 27 Tel: 0721.955131 ORCIANO Volta: Corso Matteotti, 83 Tel: 0721.97238 PERGOLA Domenichelli: Corso Matteotti, 32 Tel: 0721.778714 Del Corso: Corso Matteotti, 50

redazione@laltrogiornale.it

Tel: 0721.778289 Comunale: Via Don Minzoni, 88 Tel: 0721.734675 PIAGGE Comunale: Via Roma. 105 Tel: 0721.890172 SAN COSTANZO Scarponi: Corso Matteotti, 64 Tel: 0721.950238 Gambarara: Piazza IV Novembre

Tel: 0721.935003 SAN GIORGIO DI PESARO Tonti Maria Grazia: Via Roma Tel: 0721.970156 SAN LORENZO IN CAMPO Costantini: Viale R. Margherita, 20 Tel: 0721.776820 SERRA SANT’ABBONDIO Marra: Corso Dante Alighieri, 24


www.laltrogiornale.it

Sabato 9 Febbraio

l’Altro giornale

27

MAROTTA E LA VALLE DEL CESANO

L’ASPIRAZIONE

CONTINUA IL DIBATTITO

Marotta vuole avere una comunità unita L’unificazione è un desiderio che gli abitanti cercano di realizzare da più di 50 anni MAROTTA “Da giorni ormai assistiamo continuamente ad esternazioni di politici fanesi sul prossimo referendum che si terrà probabilmente in primavera a Marotta, uno spettacolo che francamente non ci saremmo mai aspettati. “Gli argomenti portati ad esempio da questi amministratori - si legge in una nota diffusa dal Comitato Pro Marotta Unita - dimostrano che non conoscono il territorio di Marotta, n�� la sua storia. Si è sostenuto infatti che spostare il confine più a nord significherebbe innalzare un altro muro, ma l’esigenza è quella di unire una comunità divisa da anni che chiede di realizzare una prospettiva di unità. “Sfruttare il referendum per fare campagna elettorale o avere visibilità, come abbiamo assistito da più parti significa non rispettare i cittadini che si amministrano. “Facciamo molta difficoltà a

considerare l’Assessore Severi un nostro amministratore quando afferma che le abitazioni di Marotta di Fano hanno un valore superiore a quelle di Marotta di Mondolfo, quindi si deprezzerebbero nel caso dell’unificazione. Dimostra di non aver mai parlato con nessuna agenzia immobiliare del nostro territorio, altrimenti saprebbe che i valori delle abitazioni sono gli stessi, perché condizionati dal mercato e non dalle rendite catastali, come afferma, omette invece di dire che le rendite

catastali sono determinanti per calcolare la tanto contestata IMU, che per questi motivi è più alta nel Comune di Fano piuttosto che in quello di Mondolfo. “L’unificazione di Marotta è un desiderio che i marottesi cercano di realizzare da ormai più di cinquant’anni, le voci che si sono sentite in questi giorni rispecchiano solo un gioco politico che non ci appartiene, ma la difesa della democrazia è un diritto che tutti dovrebbero difendere, specialmente gli esponenti del partito democratico

fanese che della democrazia e dei diritti delle minoranze hanno sempre fatto una bandiera. “Colpiscono inoltre le dichiarazioni di esponenti del partito Bene Comune - si legge sempre nel documento del Comitato Pro Marotta Unita - che in più occasioni hanno appoggiato la nostra causa votando peraltro in consiglio comunale favorevolmente alla nostra proposta di legge con il consigliere Benini, che comprendeva anche la cartina dei confini territoriali. Lo stesso De Marchi è stato anche a Marotta per dare consigli e sostenere la causa marottese. Questi atteggiamenti dimostrano che le esternazioni servono solo per interessi di partito che gli stessi devono tutelare. Quando esponenti politici parlano di integrità del territorio fanese da difendere, ci domandiamo quale identità Fano perderebbe se Marotta si unificasse, e quanto invece i marottesi si riconoscono

nella tradizione e nella cultura fanese. “Il solo nostro obiettivo, come più volte affermato, è quello di essere protagonisti del nostro territorio, avere una prospettiva di gestione unitaria che possa garantire sviluppo e benessere per noi e le future generazioni. “Il nostro movimento non parteggia per nessuna parte politica quindi non interveniamo in questa diatriba, ma ci delude il fatto che la politica con questi atteggiamenti dimostri ancora una volta di essere sempre più lontana dalle esigenze reali dei cittadini, provocando un solco sempre più profondo con Marotta. “La richiesta che abbiamo fatto con la nostra proposta di legge non è sicuramente un atto contro il Sindaco Aguzzi, al quale riconosciamo competenza e capacità, respingiamo quindi la strumentalizzazione messa in atto dal partito democratico fanese per soli fini elettorali. “Sul paventato ricorso al Tar alla

delibera della Regione Marche che ha definito, quasi all’unanimità, che a votare siano solo i cittadini di Marotta di Fano, lo riteniamo un atto forzoso che va contro la volontà dei cittadini interessati ad esprimersi, e il loro desiderio di unirsi in una sola comunità. La Regione Marche non ha fatto nessun “regalo” a Marotta, ma ha solo riconosciuto il diritto di una minoranza di esprimersi per conoscere la sua volontà. Inoltre, come espresso già dal Presidente dell’Assemblea Legislativa Vittoriano Solazzi, il referendum è di tipo consultivo quindi anche nel caso che il Tar accogliesse le richieste di allargare i voto anche a tutti i cittadini fanesi, la Regione - si legge sempre nel documento potrà in ogni caso adottare i giusti provvedimenti per risolvere la divisione amministrativa di Marotta che tanti problemi ha creato nel corso degli anni, valutando il voto espresso dai cittadini interessati allo spostamento”.

quotidiano online

l’Altro giornale Per la tua pubblicità info@laltrogiornale.it Telefono 338.7899882 - 366.1601596 redazione@laltrogiornale.it


28

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

ARTE CULTURA SPETTACOLI

PESARO

IL PROGETTO DELLA PROVINCIA

Successo per la biblioteca digitale: oltre 2.000 iscritti Bilancio più che positivo ad un anno dall’avvio della “tessera unica dei servizi bibliotecari” nelle 100 biblioteche della “Rete” gestita dalla Provincia di Pesaro e Urbino e dall’Università di Urbino. “Al progetto - dicono il presidente della Provincia Matteo Ricci e l’assessore alla Cultura Davide Rossi - hanno aderito oltre 40 Comuni del territorio, le tre comunità montane ed i sistemi intercomunali e tematici in cui si articola la rete provinciale, la più estesa e sviluppata delle Marche: dalla costa alle zone montane, dai Comuni dotati di biblioteca a quelli che una biblioteca non l’hanno mai avuta. Grazie alla ‘tessera unica’, i cittadini hanno potuto fruire gratuitamente, a pari condizioni in tutte le biblioteche del territorio, dei servizi di base come consultazione, prestito fisico e navigazione internet, mentre con la ‘tessera plus’, dal costo di 5 euro l’anno, è stato possibile accedere agli innovativi servizi della biblioteca digitale MediaLibraryOnLine, che ha visto oltre 2.000 iscritti, 21.647 accessi al sito e 34.539 consultazioni”. La biblioteca digitale offre infatti la possibilità di consultare, 24 ore su 24, da casa o qualsiasi altro luogo, la maggiore stampa quotidiana italiana e straniera (giornali in 49 lingue da più di 80 paesi), banche dati con possibilità di costruire rassegne stampa personalizzate, e-book (“open” e in prestito digitale: Baricco, Carofiglio, De Luca, Camilleri ecc.), audiolibri, video (con una vasta collezione di Rai Educational su scienze, storia e

letteratura, tra cui Albert Camus raccontato da Carlo Bo) e tanta musica. Presenti 44.232 cdmusicali in streaming (dal folk al jazz, dalla classica alla world music) e 3 milioni e 500 mila brani musicali in download mp3 gratuito (legale) da ascoltare in libertà su lettore, ipod, smartphone grazie alla banca dati Sony (dai successi dell’estate di Giorgia alla pluripremiata Chiara di X-factor, dall’intramontabile Vasco alla colonna sonora dei film di 007 con la magnifica Skyfall). “I 5 euro versati dai cittadini per la ‘tessera plus’ – evidenziano ancora Ricci e Rossi -, resteranno alla biblioteca di iscrizione per accrescere il proprio patrimonio

ed i servizi: iscriversi è dunque anche un modo per contribuire a sostenere le biblioteche come diffusori di conoscenza e informazione”. Interessanti le novità per il 2013: l’edicola si è arricchita dei maggiori settimanali nazionali (Espresso e Panorama), mentre sul versante “dizionari” è possibile accedere all’intera collezione dei Dizionari Zanichelli: italiano, inglese, francese, tedesco, russo, spagnolo, sinonimi e contrari, il Morandini per i film ed il bellissimo Atlante storico “Navigare la storia”. La sezione e-book in prestito si è triplicata con più di 100 nuovi titoli tratti dalle top list nazionali dei più

graditi dal pubblico nell’ultimo anno: dall’Hobbit di Tolkien, ai bestseller di Cooper, dalle ultime uscite di Gramellini, agli ultimi della Rowling, della Sanchez e di Pennac. Inoltre, a breve sarà pronta la nuova interfaccia con il rispetto dell’accessibilità per i disabili e nuove ricche funzionalità: navigazione per temi, top list, avvisi sulle novità e tanto altro ancora. Da quest’anno, per tutti i possessori della “tessera plus”, è possibile avere la riduzione sugli ingressi agli spettacoli della Rete teatrale provinciale nei teatri di Gradara, Macerata Feltria, Mondavio, S.Costanzo, S. Lorenzo in Campo, Urbania.

La giovane attrice di Fermignano racconta le sue ultime esperienze

C’è tanta tv per Laura

Laura Biagiotti insieme a Francesco Pannofino

Laura Biagiotti di Fermignano è in pieno fermento lavorativo nel campo degli sceneggiati TV e del cinema. “Sono stata a Bologna a girare la seconda unità della serie televisiva di Pupi Avati intitolata ‘Un matrimonio’ che ha come protagonisti Cristian De Sica, Micaela Ramazzotti e Flavio Parenti”. Come ti sei trovata? “Lavorare con loro è stato un onore”. Parlaci di questa novità del regista bolognese per la TV. “E’ una serie in 6 puntate che narrano la storia d’amore di una coppia degli anni 40, data in cui si incontrano, il tutto si porterà, attraverso, particolari momenti di

vita, fino al 2005 quando, anziani, festeggiano il 50° di matrimonio. Un lavoro molto interessante perchè ogni giorno giravi in un’epoca diversa”. E dopo che hai fatto? “Dopo questo lavoro sono subito partita per la Sardegna per girare un film, opera prima di un ragazzo sardo, Paolo Zucca, il quale con un suo cortometraggio qualche anno fa vinse numerosi premi tra i quali il David di Donatello”. Che esperienza? “Esperienza appena completata. Il film in bianco e nero, bellissimo ed emozionante, è in fase di montaggio. Sarà la pellicola del 2013”. Cosa racconta’ “Di un arbitro di calcio di terza categoria che viene corrotto pur di arbitrare una finale internazionale. Trama simpatica e anche un pò surreale per il modo in cui abbiamo

filmato”. Tra gli attori protagonisti con i quali hai lavorato c’é Stefano Accorsi, Francesco Pannofino, Marco Messeri, Geppy Cucciari e altri volti noti… “Ma anche attori non professionisti sempre sardi dalle facce bellissime; é stato un grande piacere lavorare con questi personaggi”. Com’è Accorsi? “Accorsi oltre ad essere molto simpatico e cordiale è un vero professionista sul set. Era una mia curiosità quella di conoscerlo e poterci lavorare e questo lavoro me ne ha dato la possibilità”. Con Pannofino? “Pannofino, Renè nella serie Boris, protagonista della serie tv Nero Wolf , è un altro professionista che ci ha regalato momenti di vera comicità”. A volte i piccoli sogni si avverano. (eg)

Chiedi di ricevere ogni mattina una copia gratuita sul tuo computer Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale

29

ARTE CULTURA SPETTACOLI

IL RICONOSCIMENTO

QUESTA MATTINA

Il buon governo del teatro L’Amat protagonista a Firenze. Il direttore dell’Amat interverrà sulla qualità della programmazione, dialogando con i più importanti operatori italiani La bontà e il valore del lavoro svolto dall’AMAT è da tempo riconosciuto e testimoniato a livello nazionale anche da tanti qualificati osservatori del settore. A conferma di ciò arriva – ultima testimonianza - il prestigioso invito giunto al suo direttore Gilberto Santini a partecipare alla nona edizione delle Buone Pratiche del Teatro che si terrà oggi, sabato 9 febbraio a Firenze. L’iniziativa raccoglie dal 2004 a cadenza annuale centinaia di teatranti, politici, amministratori, studiosi e studenti – quest’anno saranno presenti, solo per citarne alcuni, l’attore Paolo Rossi, Renato Palazzi critico de “Il Sole 24 Ore”, Lanfranco Li Cauili del Piccolo Teatro di Milano - per quelli che la stampa ha definito “gli Stati Generali del teatro italiano”. Il direttore dell’Amat interverrà sul tema La qualità della programmazione e la distribuzione dialogando con alcuni tra i più importanti operatori italiani tra i quali Elio

De Capitani del Teatro ElfoPuccini di Milano, Marco Giorgetti del Teatro della Pergola di Firenze, Carmelo Grassi del Teatro Pubblico Pugliese e Andrea Nanni dell’Associazione Armunia. A conclusione di questa sessione, l’atteso “question time” con il Direttore Generale per lo Spettacolo dal Vivo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Salvo Nastasi. Le Buone Pratiche del Teatro sono organizzate dall’Associazione Culturale Ateatro nell’ambito del progetto T e a t r o. Per costruire una memoria del futuro in collaborazione con Fondazione Cariplo. Questa nona edizione è resa possibile dalla collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo e Regione Toscana. Per questa edizione, dopo gli incontri preparatori di Ravenna (18 gennaio scorso) e Catania (26 gennaio), il tema scelto dai due curatori, Mimma Gallina e Oliviero Ponte di Pino, è “Del Buon Governo del Teatro”.

DANZA

Al teatro Gentile di Fabriano Amarcord Omaggio a Fellini Il direttore dell’Amat Gilberto Santini Verranno dunque discussi alcuni nodi problematici del sistema teatrale italiano e diverse realtà presenteranno le loro Buone Pratiche, ovvero le soluzioni che hanno escogitato per affrontare una situazione in continuo movimento, che pone sfide sempre nuove. Sarà anche rilanciata la parola d’ordine

dell’1% della spesa pubblica alla cultura, che nel 2005 fu al centro della seconda edizione delle Buone Pratiche, a Mira e che oggi diverse organizzazioni cercano di inserire nell’agenda di questa campagna elettorale. Questa edizione delle Buone Pratiche del Teatro è dedicata a Massimo Castri e Renato Nicolini.

Uno spettacolo comico della Miseria Quattro appuntamenti al Teatro della Concordia di San Costanzo Uno spettacolo comico della Miseria. La crisi economica, la crisi di coppia, la crisi isterica, la crisi d’identità e chi più ne ha più ne metta. La nuova sfida degli autori/attori del San Costanzo Show alle prese con un tema tutto da esplorare come quello della crisi globale.

I comici guidati dalla sapiente regia di Paola Galassi, stanno scrivendo a testa bassa battute gags e canovacci per recitare, improvvisare e stupire il pubblico sempre più numeroso del San Costanzo Show. Quattro gli appuntamenti di questo week caldo di carnevale iri sera (venerdì) e oggi (sabato)

alle ore 21,15 mentre domani, domenica, per accontentare tutti un doppio show: alle 17,00 e alle 21,00. Sul palco Geoffrey di Bartolomeo, la signora Rosa della Cecca, Filippetti Genesio, Daniele Santinelli, Davide Bertulli, Oscar Genovese, Peppe Nigra, Cercolani Tazio, massimo Pagnoni, Michele Gianni,

Giovanni Giangiacomi, e tanti ospiti stranieri.Tantum Una, Imu ndezza, Giu Spread ecc. Per informazioni e prenotazioni tel 3398333237. Biglietti in vendita all’Edicola di Piazzale Selvelli (zona Don Gentili) a Fano. Acquisto biglietti da fuori città: info 3398333237. Costo 15 euro.

Questa sera il Teatro Gentile di Fabriano apre le sue porte alla danza con lo spettacolo Amarcord, un balletto in due atti di Luciano Cannito liberamente ispirato all’omonimo film di Federico Fellini proposto nel cartellone realizzato dal Comune di Fabriano e dall’AMAT con il contributo di Regione Marche e Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Inizialmente il ruolo della protagonista era stato affidato a Rossella Brescia che infortunata - rottura del menisco e del legamento crociato del ginocchio destro - ha dovuto rinunciare alla tournée. I n sostituzione della ballerina pugliese ci sarà un’altra grande stella della danza italiana, Sabrina Brazzo, prima ballerina del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano, che ha già sostenuto il ruolo con vivo successo al Metropolitan di New York e al Teatro alla Scala di Milano nel primo allestimento dell’opera. Il balletto Amarcord – nel ruolo del protagonista maschile Nicolò Noto - è liberamente ispirato al film in cui Fellini ricorda/reinventa la sua vita di ragazzo in una Rimini della prima metà degli anni Trenta. È un divertente e melanconico affresco dell’Italia fra le due guerre, dove il Fascismo e la Chiesa esercitavano il loro potere, influenzandone la cultura ed il costume. La storia di Titta, alter–ego del Fellini adolescente, e della sua famiglia si inserisce armoniosamente in un contesto di piccoli ritratti (Gradisca, Volpina, la tabaccaia) e di aneddoti legati ad un filo comune che li rende interdipendenti e dove affiora comunque sempre la spensieratezza e la voglia di vivere propria degli Italiani dell’epoca. Le musiche dello spettacolo sono di Nino Rota con canzoni popolari degli Anni Trenta, le scenografie di Carlo Centolavigna e i costumi di Roberta Guidi di Bagno. Completano il cast i danzatori Marco Schiavoni, Alfred Schnittke e Glenn Miller. Per informazioni e biglietti (da 8 a 25 euro): biglietteria del Teatro Gentile 0732 3644, AMAT 071 2072439. Inizio spettacolo ore 21.

Se ti piaccio presentami ai tuoi amici. E’ gratis!

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


30

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

LO SPORT

L’APPUNTAMENTO

OGGI AD ANCONA

Torna la grande ginnastica Campionato nazionale a squadre di serie A1 e A2 di artistica maschile e femminile. La manifestazione è stata presentata giovedì mattina in Regione Ancona torna ad essere tappa del Campionato nazionale a squadre di serie A1 e A2 di ginnastica artistica maschile e femminile. Dopo lo stop forzato dello scorso anno causato dall’emergenza neve, la gara si terrà al Palarossini oggi, sabato (A2 il mattino e A1 il pomeriggio), con la partecipazione dei maggiori atleti della ginnastica italiana: la già campionessa del mondo Vanessa Ferrari, giunta quarta alle ultime olimpiadi di Londra; Matteo Morandi, medaglia di bronzo agli anelli alle olimpiadi di Londra oltre che plurimedagliato in molte competizioni mondiali, gli olimpici Paolo Ottavi, Andrea Busnari ed Enrico Pozzo e le atlete protagoniste del reality Ginnaste Vite parallele. A presentare la manifestazione in conferenza stampa ieri mattina, il dirigente regionale alle Politiche giovanili, Sandro Abelardi, il presidente della Associazione Ginnastica Giovanile Ancona, Maurizio Urbinati e l’atleta Paolo Ottavi, classe ’86 di Porto San

Giorgio, che milita nel Centro Sportivo Aeronautica Militare e reduce delle finali al concorso generale delle recenti Olimpiadi di Londra. “Siamo una regione d’eccellenza in numerosi campi, quello sportivo in modo particolare – ha rilevato nel suo saluto inviato ai presenti l’assessore regionale, Paolo Eusebi - Ne abbiamo avuto prova con i giochi olimpici di Londra, dove i nostri ragazzi si sono distinti dimostrando forza di carattere e voglia di migliorarsi e competere lealmente per raggiungere traguardi sempre più difficili. Gli atleti di ginnastica artistica, sabato ad Ancona, ci regalano un’ulteriore conferma di quanto sia importante lo sport, la sua funzione sociale e i valori educativi che trasmette: valori democratici e di cittadinanza, di solidarietà e rispetto dell’ altro, del gioco di squadra. Per queste ragioni continuiamo a favorire e incrementare con vigore la diffusione dell’attività motoria, in ogni sua manifestazione, perché è uno strumento prezioso per la

Un momento della presentazione in Regione del campionato nazionale a squadre di ginnastica artistica crescita, la formazione e la salute della comunità”. Alla competizione anconetana, la prima del campionato 2013, partecipano 38 squadre provenienti da tutta Italia. Tra queste le compagini marchigiane in particolare la Virtus Pasqualetti di Macerata nella A1 maschile con gli atleti Principi e Cingolani, la World Sport accademy nella serie A1 femminile e la Nardi Juventus Porto San Giorgio nel Campionato di serie A2 maschile.

Inoltre molti altri atleti marchigiani parteciperanno in altre società, in particolare l’olimpionico Paolo Ottavi a Livorno, Tommaso Sciocchetti con la società di Montevarchi e Giacomo Quattrini con la società di Porto San Giorgio. “Ormai Ancona - dice il presidente dell’associazione anconetana, Maurizio Urbinati è un appuntamento fisso per le gare di alto livello della ginnastica artistica. A questa importante

manifestazione, inoltre, ne seguirà una altrettanto prestigiosa: gli assoluti che si terranno il 25 e 26 maggio. Questo è un riconoscimento del nostro impegno, che supera il livello locale, non solo con i discreti risultati dei nostri giovani atleti, ma anche con l’inserimento in questo circuito virtuoso, che, grazie al costante confronto e allo scambio con le realtà italiane più significative, ci permette di tenere alto il livello della nostra attività,

a servizio della città, del territorio e soprattutto dei nostri giovani”. L’appuntamento di oggi avrà inizio alle 10.00 con la serie A2 maschile e femminile. Alle 13 si procede con le premiazioni e si riprende alle 14.30 con il riscaldamento. La gara avrà inizio alle 16 e le premiazioni sono in programma per le 19. Il biglietto di ingresso (costo 10 euro intero e 5 euro ridotto) si può acquistare all’ingresso del Palarossini il giorno stesso della gara.

quotidiano online

l’Altro giornale L’informazione per il territorio e la sua gente

www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


www.laltrogiornale.it

Sabato 9 Febbraio

l’Altro giornale

31

LO SPORT

ATLETICA

GRANDI GIORNATE

Via al febbraio tricolore Ad Abbadia di Fiastra primo appuntamento di una serie in cui le Marche saranno al centro dello sport. Si parte coi campionati individuali di campestre di FILIPPO ORTENZI ANCONA E’ il primo appuntamento di una serie in cui le Marche saranno più che mai al centro dell’atletica, per l’intero mese di febbraio. Domenica 10 si svolgeranno infatti i Campionati italiani individuali di corsa campestre nello splendido scenario di Abbadia di Fiastra, con l’organizzazione a cura dell’Atletica Avis Macerata. In palio otto maglie tricolori, perché oltre a quelli assoluti verranno messi in palio anche i titoli nazionali delle categorie giovanili: promesse (under 23), juniores (under 20) e allievi (under 18), sia al maschile che al femminile. Nei successivi week-end l’attenzione sarà nuovamente sulla regione al plurale, con le rassegne indoor al Banca Marche Palas di Ancona: il 16-17 febbraio per i Campionati italiani assoluti e promesse, poi il 23-24 febbraio andranno in scena i Campionati italiani allievi e juniores. Senza dimenticare che in questo fine settimana l’impianto dorico al coperto ospiterà un’altra due giorni di meeting nazionali, che promettono il pieno di presenze: circa mille iscritti nelle riunioni assolute di sabato e domenica pomeriggio, per confermare la capacità del territorio di accogliere eventi di atletica. Se a questi si aggiungono i quasi settecento partecipanti al cross tricolore di Abbadia di Fiastra, con cifre più che raddoppiate considerando accompagnatori e tecnici, si arriva a così a numeri complessivi davvero notevoli. IL CROSS - Ad Abbadia di Fiastra, domenica 10 febbraio, si disputerà l’edizione numero 98

del Campionato italiano individuale di corsa campestre, per la terza volta nelle Marche dopo il 1967 (Ascoli Piceno) e il 2009 (Porto Potenza Picena), con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Macerata, della Fondazione Giustiniani Bandini e dei Comuni di Macerata, Tolentino e Urbisaglia e l’organizzazione locale affidata all’Atletica Avis Macerata. I prati del territorio maceratese tornano così ad accogliere una rassegna nazionale di cross: nel 2006, infatti, al parco di Rotacupa si è svolto il Campionato italiano per società, preceduto dai Campionati italiani master (2002 e 2005) e dal Criterium nazionale cadetti e Gran Premio Militare del 1996. Al via in tutto ben 93 atleti marchigiani. La stagione della corsa campestre proseguirà poi con i Campionati italiani per società a Rocca di Papa (Roma, 10 marzo), preceduti dai

Campionati italiani master individuali e di società a Monza (3 marzo), invece i Mondiali saranno il 24 marzo in Polonia, a Bydgoszcz. PERCORSO - Il tracciato, che misura 1,3 km nel giro lungo e 1 km in quello corto, si sviluppa nella zona antistante il complesso monastico e il Palazzo della Fondazione Giustiniani Bandini, sede della Riserva Naturale Abbadia di Fiastra che comprende 1825 ettari di terreni. Gli atleti potranno gareggiare su fondo completamente erboso, in due prati con diversa altimetria: la parte superiore accoglierà partenze e arrivi, mentre ad una quota leggermente inferiore è situato il resto del percorso, che quindi sarà piuttosto impegnativo con tratti di salita e relativa discesa per ogni giro. Inoltre si andrà a sfiorare il fiume Fiastrella, che passa di fianco all’importante zona archeologica di Urbs Salvia. L’intero tracciato sarà visibile

dagli spettatori. I CAMPIONI ITALIANI DI CROSS 2012 UOMINI - Seniores: Gabriele De Nard (Fiamme Gialle), Promesse: Michele Fontana (Aeronautica), Juniores: Yassine Rachik (Cento Torri Pavia), Allievi: Yemaneberhan Crippa (Gs Valsugana Trentino) DONNE - Seniores: Silvia Weissteiner (Forestale), Promesse: Veronica Inglese (Esercito), Juniores: Virginia Maria Abate (Camelot), Allieve: Alice Rita Cocco (Cus Sassari) TV - Diretta su RaiSport 1 dalle ore 13.05 alle 14.55 di domenica 10 febbraio. Differita per le altre gare dalle ore 19 alle 22, su RaiSport 2, sempre domenica 10 febbraio. PROGRAMMA ORARIO Abbadia di Fiastra, domenica 10 febbraio 2013 10.15 Allieve (4 km) 10.40 Allievi (5 km) 11.10 Juniores femminile (6 km)

11.50 Juniores maschile (8 km) 12.25 Seniores/Promesse femminile (8 km) 13.05 Seniores/Promesse maschile (10 km) INDOOR OGGI E DOMANI AD ANCONA ULTIMO WEEK-END DI MEETING AL BANCA MARCHE PALAS Quando manca soltanto una settimana ai Campionati italiani assoluti indoor di atletica, in programma sabato 16 e domenica 17 febbraio al Banca Marche Palas di Ancona, è in arrivo un altro week-end di meeting nazionali nell’impianto di via della Montagnola. Si riparte nel pomeriggio di sabato 9 febbraio alle ore 16 con le gare sui 60 ostacoli: iscritti tra gli uomini i marchigiani Andrea Cocchi (Aeronautica), sceso di recente a 7"87, John Mark Nalocca (Carabinieri) e Giorgio Berdini

(Tecno Adriatletica Marche), oltre al campione italiano promesse dei 110hs Samuele Devarti (Cus Genova). Al femminile è attesa Giulia Pennella (Esercito). Sui 200 donne è annunciata la tricolore dei 400hs Manuela Gentili (Cus Palermo), invece sugli 800 le campionesse nazionali under 23 Isabella Cornelli (Atl. Bergamo 1959 Creberg) e Serena Monachino (Easy Speed 2000), insieme a Lorenza Canali (Fiamme Azzurre), con la promessa Mohad Abdikadar (Aeronautica) in ambito maschile. Domenica 10 febbraio (inizio alle ore 9.15) la mattinata sarà dedicata alla “Giornata della marcia” con gare per tutte le categorie, dagli esordienti ai master, e anche le staffette 4x200 metri. Poi, a partire dalle ore 15.30, spazio al meeting nazionale pomeridiano con un’interessante sfida sui 400 femminili che vede iscritte Maria Enrica Spacca (Forestale), Marta Milani (Esercito) e Maria Benedicta Chigbolu (Atl. Studentesca CaRiRi), al maschile ci sarà Domenico Fontana (Fiamme Oro). Nei concorsi in gara gli astisti Marco Boni (Aeronautica) e Giorgio Piantella (Carabinieri), il lunghista Alessio Guarini (Fiamme Oro) e sulla pedana dell’alto la marchigiana Enrica Cipolloni (Fiamme Oro). LANCI - Domenica 10 febbraio a San Benedetto del Tronto (AP) è in programma la seconda prova del Campionato invernale di lanci, valido anche come Campionato regionale invernale individuale cadetti, per l’organizzazione della Collection Atletica Sambenedettese.

Chiedi di ricevere ogni mattina una copia gratuita sul tuo computer Collegati al sito www.laltrogiornale.it o invia la tua richiesta a info@laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


32

l’Altro giornale

Sabato 9 Febbraio

www.laltrogiornale.it

l’Altro giornale IL TUO QUOTIDIANO ONLINE

Vogliamo aiutare le aziende a crescere con noi www.laltrogiornale.it redazione@laltrogiornale.it


l'Altro giornale del 9 febbraio 2013