Page 1

Parole e cicale. (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica


16 luglio 2010 oggi primo giorno. torpore inesauribile. preso disteso il carico leggero. si rilassano muscoli e cervello. e m'innamoro del tempo che rimane.

17 luglio 2010 è quasi luna. il secondo giorno. latte e miele nessuno che li voglia. hanno troppa fame dell'estate. le zampe unghiate mi graffiano la pelle.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 1


Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 2


19 luglio 2010 oggi è il quarto giorno. le ore al polso corrono. senza orologio.

22 luglio 2010 non so più che giorno sia. non (mi) connetto. tanto ugualmente corro io. 25 luglio 2010 è già domenica. un giorno come un altro. un alba e poi un tramonto. ma oggi in più c'è il vento. che spazza gli altipiani. agita le palme. sposta gli oggetti abbandonati leggeri sopra il prato. emette un soffio sostenuto che gonfia in lontananza la schiuma delle onde.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 3


26 luglio 2010 piove da stamani. s'inseguono le fasi. un battere di gocce e l'illusione di schiarita. lo direste ch'è quasi agosto? lo chiedo agli undici uccellini. in fila sui fili della luce. a scuotere le penne dal bagnato.

27 luglio 2010 il sole torna ogni volta. è una certezza che rassicura. mi ha detto un amico. non conta il tempo. mia sorella invece fai paura. ma questo era molto tempo prima. che lei era bambina. io anche di meno. forse la minore delle voci.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 4


Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 5


29 luglio 2010 le formiche conquistano la terra. l'erba il cielo il pavimento. è da tempo che mi sono arresa. un trattato onorevole di pace. nessuna commistione o insetticida. percorsi lungo i battiscopa. a giorni alterni una secchiata d'acqua e un po' di tregua.

29 luglio 2010 senza metafora. proprio nel mare. partorisco l'aforisma mio del giorno. le ossessioni rovinano. le passioni invece. salvano gli uomini. lo regalo a mio figlio. per salvagente tra le onde.

30 luglio 2010 è vero sono in ferie. a mente fresca dice Abele. io dico invece come sempre. mai presente a me stessa.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 6


31 luglio 2010 si rompe il mistero. come un vaso. un delfino. come soffiato dal vetro. il fragile guscio. un solo uovo di porcellana. ma nel velo che avvolge. la membrana. quel suo prima pulcino è il germe mai visto. d'eterno destino.

1 agosto 2010 ieri il sole splendeva. cosĂŹ vicino nei raggi. da infuocare la ringhiera. la sabbia tra la riva e la salvezza. bruciava le piante. ardendo sotto i piedi. da sempre fallisco l'obiettivo di un grande avvenire da fachiro.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 7


Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 8


2 agosto 2010 regolo lo spazio verso il dopo. ne restano sette appena. forse i giorni per sognare. qui c'è troppa luce anche in mezzo al vento. è il mare ch'è sollievo e dà una brezza levantina. anche quando cammino in alto al buio. con le dita. e ferisco i tubolari di una sdraio. evitando per un soffio la frattura.

3 agosto 2010 dimentico le cose. anche quelle di domani. tranne i capezzoli di madre. il tenero nutrice. l'aver svezzato cuccioli di miele. dove saranno. a che fare. senza le mani mie di lana.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 9


Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 10


3 agosto 2010 si chiudono gli orizzonti. la chat all'improvviso. tutti i ponti. c'erano da leggere tre romanzi. il pannello alla klimt da colorare. c'è una tela che mi aspetta. traduce un sogno di pittura. una luce che illumina la culla. un bambino tra i santi. a mani giunte. l'anno prossimo sarà il mio capezzale.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 11


Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 12


4 agosto 2010 com'è semplice la vita. ti chiede e ti risponde. cosa attira l'imperfetto e dà respiro. una femmina che ti prende. un camaleonte. per me le cose semplici. viverla la vita senza orizzonti.

5 agosto 2010 ho steccato il quinto dito. appoggiandolo sul quarto. cammino ed è già tanto. sei bracciate lungo i fianchi. nel sonno che mi prende. in veranda navigando.

6 agosto 2010 è un risvolto pulsante la dolenzia verde. che dal malleolo sale. lungo il polpaccio. fino al ginocchio. come il fischio di un treno. una doglia da parto. sarà perché canto. senza musica. a voce. parole e cicale.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 13


6 agosto 2010 da giorni osservo uno spicchio di mare tra il pino e le palme. il suo colore cangiante. a seconda del vento. blu intenso a scirocco. al tramonto piÚ chiaro. al crepuscolo è di un grigio. azzurro quasi polvere. che si fonde con il cielo. due centimetri al grandagolo che annegano il respiro.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 14


Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 15


7 agosto 2010 terz'ultimo giorno. di pietre e cemento. di sabbia e capelli. nemmeno una nuvola nello specchio antistante. solo un cielo stupendo. tra gli archi il silenzio e un'aria ferma d'incanto. non sento cantare neanche gli uccelli. sarĂ la malinconia di dovermi lasciare.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 16


Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 17


8 agosto 2010 penultimo giorno. sembra un countdown. come quello spaziale. ma dopo non si parte per la luna. si riprende solo a correre. in orizzontale.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 18


Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 19


9 agosto 2010 ultimo giorno. raccolgo i pezzi. ciabatte. teli mare. sparse magliette. anche i bagagli di alcune cose belle. che avrei voluto fare. messe da parte. alla fine non è poi cosÏ lontana l'altra riva. un'altra vita. ancora poche ore. poi si parte

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 20


foto a pag. 2 – Cuccioli di miele foto a pag. 5 – Il sole torna ogni volta foto a pag. 6 – Il sole splendeva foto a pag. 10 – Mani di lana foto a pag. 12 – A mani giunte foto a pag. 15 – Uno spicchio di mare foto a pag 17 – Non sento cantare neanche gli uccelli foto a pag. 19 – In orizzontale

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 21


Testi, foto, editing di Loredana Semantica Siracusa, 11 agosto 2010

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 22


Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza) di Loredana Semantica

Pagina 23

Parole e cicale  

Diario poetico di una vacanza

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you