Issuu on Google+

magazine verona

moda

deep in the woods iceland experience

cinema

luca argentero, l’uomo della nostra vita

moToRi

le anteprime al motorshow


27/B 4

661

Treviso Viale Montegrappa. 27/B Telefono: 0422 4374

Mogliano Veneto Via Terraglio, 55 Telefono: 041 590 1388

Oderzo Via Serravalle, 42 (loc. Camino) Telefono: 0422 718 801

Mogliano Veneto Auto D’OC Via Terraglio, Piazzale Pistoia55 Telefono: 041 1388 0422590 260661

Oderzo Via Serravalle, 42 (loc. Camino) Telefono: 0422 718 801


ubis.com


Senza titolo-6 2

30-11-2009 11:40:06

Senz


1:40:06

Senza titolo-6 3

30-11-2009 11:40:22


Happy Year Happy New New Year

Padova Mestre Venezia Padova Mestre Venezia ViaSan SanFermo, Fermo,48 48 Ferretto, San Marco, Via P.zaP.za Ferretto, 54 54 San Marco, 49454945 049 8761466 041 983888 041 5220733 049 8761466 041 983888 041 5220733 venezia@alducadaosta.com mestre@alducadaosta.com padova@alducadaosta.com mestre@alducadaosta.com padova@alducadaosta.com venezia@alducadaosta.com

Verona Verona Via ViaMazzini, Mazzini,3131 045 0458002330 8002330 verona@alducadaosta.com

verona@alducadaosta.com

www.alducadaosta.com www.alducadaosta.com

UdineUdine Treviso Treviso Via M. 12 12 ViaVia XXXX Settembre, 12 12 ViaVecchio, M. Vecchio, Settembre, 0432 297075 0422 56424 0432 297075 0422 56424 udine@alducadaosta.com treviso@alducadaosta.com

treviso@alducadaosta.com

udine@alducadaosta.com


Editoriale

Natale, balocchi e bijoux di Germana Urbani

un periodo dell’anno in cui veniamo presi tutti da una girandola semi isterica di acquisti, spesso fatti nell’ultimo minuto possibile, quando non si può far altro che impacchettare la prima cosa accettabile in cui ci si imbatte. Sì, anche quest’anno arriva Natale, per molti solo un rito sempre uguale a se stesso che alcuni subiscono con noia altri vivono con vero divertimento. I primi, sicuramente, sono gli acquirenti dell’ultimo giorno utile, quelli che consegnano il regalo con una certa sufficienza, già sicuri in cuor loro che non piacerà fino in fondo. E non può essere altrimenti, vistea le premesse. Quante volte vi è capitato di scartare un dono natalizio pensando che non era stato scelto per voi? E che se lo era chi lo ha scelto non vi conosce per nulla? Tante volte scommetto. Le classiche sciarpe del colore sbagliato, i maglioni che non vi sareste mai neanche provati, oggetti improbabili… E tutto senza una riga in un bel biglietto. Che tristezza. Specie se questi regali arrivano da chi dice di amarvi e che, tante volte, vi ha accompagnato lungo i viali dello shopping, dove voi avete indicato ripetutamente le vostre preferenze in fatto di moda o di bijoux. Ma credete, il regalo orribile non arriva per mancanza d’amore ma per una strana malavoglia che coglie quasi tutti gli uomini all’ora di fare dei regali. E, a meno che non sia il primo anno che state insieme, quando l’esigenza di stupire e colpire al cuore è ancora alta, non aspettatevi grandi cose. Sono pochi i maschietti che mantengono immutata nel tempo la passione per la scelta del regalo giusto. Per noi femminucce, invece, questo discorso non vale. Ci arrovelliamo con mesi d’anticipo, investighiamo con le domande più appropriate e arriviamo a Natale con una sorpresa che davvero può dirsi tale, accompagnata anche da un biglietto delizioso. Ma l’animo femminile, si sa, frequenta altri universi rispetto a quello maschile, e per fortuna che è così, altrimenti saremmo tutti uguali e mancherebbe quel certo non so che per rendere tutto più appassionante, anche un regalo poco “luminoso”. Chi non ha ancora le idee chiare, però, è ancora in tempo per rimediare e nel nostro giornale qualche spunto c’è. Regalare un bel viaggio, per esempio, è sempre una bella mossa, sia che si tratti di una settimana oltre oceano sia che si prenoti un weekend alle terme o sulla neve. Poco sforzo e sorpresa assicurata con un pizzico romantico che, va detto, non guasta mai. Se invece volete proprio puntare al cuore della vostra amata, allora passate in gioielleria e non badate a spese. Un brillante a Natale è un classico intramontabile. m

>look@promomedia.it< >www.lookmagazine.it<

5


MAGAZINE

MODA

DEEP IN THE WOODS ICELAND EXPERIENCE

CINEMA

LUCA ARGENTERO, L’UOMO DELLA NOSTRA VITA

MOTORI

LE ANTEPRIME AL MOTORSHOW

L’energia prende corpo per il benessere e la vitalità. Tradizione ed innovazione si fondono per darti il meglio del massaggio. Prenota un colloquio informativo gratuito al:

www.lookmagazine.it

Dicembre 2010 Autorizzazione del Tribunale di Torino n° 5995 Iscrizione del marchio presso l’Ufficio Italiano Marchi e Brevetti n° RM2005C006957 del 22/12/2005 Periodicità mensile · TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Promomedia Communication S.r.l. via Svezia 9 · 35127 Padova · tel. 049 870 4884 >www.promomedia.it<

eDitore Giuseppe Bergantin

338 90 90 495

Direttore responsabile

Regala e regalati

CoorDinamento eDitoriale

“BENESSERE”

Valeria Marcato

Germana Urbani

reDazione Germana Urbani, Ornella Jovane

Hanno Collaborato Lucrezia Argentiero, Claudio Capovilla, Angela D’Amelio, Marco Garbin, Isa Grassano, Massimo Labraca, Maria Valeria Marcato, Renato Malaman, Alessandra Piubello, Germana Urbani

grafiCa Studio grafico Promomedia >grafica@promomedia.it< tipografia Reggiani SpA Brezzo di Bedero (Va)

reDazioni loCali paDova - venezia - treviso - rovigo - verona Promomedia Communications tel. 049 8704884 · >look@promomedia.it< bologna Promomedia Communications Numero Verde 800 46 50 40 · >lookbologna@promomedia.it<

pubbliCità paDova - venezia - treviso - rovigo - verona Promomedia Communications via Svezia, 9 · Padova · tel. 049 870 4884 · >look@promomedia.it< responsabile pubblicità urbana: Luca Duse bologna Promomedia Communications Numero Verde 800.46.50.40 · tel. 338 528 9692 >lookbologna@promomedia.it< responsabile pubblicità urbana: Massimo Pupillo

A r z e r g r a n d e ( P a d o v a) Via Roma, 91 - al piano terra

AM PIO PARCH EGGIO

LOOK è il magazine di bordo di


take-two.it


8

Sommario

MAGAZINE

MODA

DEEP IN THE WOODS ICELAND EXPERIENCE

CINEMA

LUCA ARGENTERO, L’UOMO DELLA NOSTRA VITA

40 >> Moda

Deep in the wooDS

MOTORI

LE ANTEPRIME AL MOTORSHOW

>> in copertina foto jacopo manfren


10 >> Accadrà in Italia

12 >> Accadrà in città 14 >> visto per voi Al via il Premio Artgallery 16 >> Look & art

Luo Brothers, artisti marchiati dal successo

18 >> Il crucilibro Letture di viaggio

20 >> Marketing

e comunicazione Acquisto ergo sum

22 >> Playlist Music Look 24 >> Vini Bollicine su Trento 26 >> Di vino Slow Wine

32 >> Spettacolo Valeria Arzenton

37 >> Shopping Fashion e Hi-tech 50 >> Ice fashion

50 >> ice fashion

Iceland experience

59 >> Benessere

Sulla neve con le ciaspe

61 >> Bellezza

Sisley, tre sogni di giovane bellezza

65 >> Motori

Look Live al Motorshow

70 >> Week-end e dintorni Natale d’atmosfera

28 >> Cinema Luca Argentero, l’uomo della nostra vita

77 >> viaggi Wachau, l’eccellenza

LOOK è il magazine di bordo di

9


10

Agenda mese

accadrà

in italia Palazzo Farnese in mostra, a Roma

Grazie ad una mostra storica intitolata “Palazzo Farnese - Dalle collezioni rinascimentali ad Ambasciata di Francia” lo storico palazzo romano riapre le sue porte al pubblico. Oltre 150 opere tra dipinti, statue, disegni, sculture, monete, arazzi e ceramiche, faranno rivivere cinque secoli dell’affascinante storia del Palazzo: dai fasti cinquecenteschi della Famiglia Farnese, al periodo moderno, fino a questi ultimi 135 anni del Palazzo come sede dell’Ambasciata di Francia in Italia e dell’Ecole française de Rome. La mostra, aperta dal 17 dicembre al 27 aprile 2011 sarà visitabile sempre su prenotazione.

Fiera del Cioccolato Artigianale, a Firenze

Giunge alla 7° edizione la Fiera del Cioccolato Artigianale di Firenze che quest’anno raddoppia il numero degli espositori e dei giorni. I dieci giorni di programmazione dell’edizione 2011 permettono alla prima Fiera del Cioccolato Artigianale di diventare la più importante e completa rassegna di maestri cioccolatieri italiani e stranieri, impegnati nell’esposizione delle loro prelibatezze oltre che in dimostrazioni pratiche e workshop dedicati al cibo degli dei. I ristoratori del centro storico, inoltre, nei giorni della manifestazione proporranno cene interamente a base di cacao per scoprire i tanti ed insoliti usi della “spezia” in cucina. La fiera del cioccolato sarà aperta dal 4 al 13 febbraio 2011, tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00.

10

Salone Internazionale della Casa

Il Macef, Salone Internazionale della Casa, è uno degli eventi di maggior prestigio e richiamo della Fiera di Milano. Per l’appuntamento semestrale con Macef si prevedono anche quest’anno i successi già raggiunti nelle precedenti edizioni, che hanno fatto di Macef un’occasione di riferimento per i mercati nazionali ed internazionali dei complementi d’arredo e dell’oggettistica per la casa. L’area espositiva dedicata a Macef sarà vetrina per casalinghi, tessuti, decorazioni per la tavola, argenteria, vetri di Murano, ceramiche artistiche, candele, fiori, ma anche arredi per esterni ed articoli per la pulizia della casa. Fiera di Milano,dal 27 al 30 gennaio. Aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30.

L’Alien World Tour Concerto evento a Roma

Il pianista e compositore, che ha scelto il pianoforte come mezzo privilegiato di espressione, torna in concerto per presentare al pubblico il suo nuovo album Alien. Giovanni Allevi, con la “prima” italiana il 19 febbraio 2011 al Palalottomatica di Roma del suo alien world tour, darà il via ad una lunga tournée. Questo appuntamento arriva dopo il debutto di Los Angeles e le date in Giappone, le premieres estere dell’alien world tour di Giovanni Allevi si concluderanno a Lugano la città che ha ospitato la registrazione dell’omonimo album - l’11 Febbraio 2011 al Palazzo Congressi. Poi il tour “atterrerà” finalmente in Italia, con il concerto-evento del Palalottomatica di Roma che offrirà, eccezionalmente e per la prima volta nella storia, il proprio palco ad un concerto di pianoforte solo. La data romana darà il via ad una lunga tournée nei principali teatri italiani per proseguire nuovamente sui prestigiosi palchi del mondo. Biglietti in prevendita sui circuiti Greenticket, TicketOne, Lottomatica e negli abituali punti vendita. m

>www.beniculturali.it< >www.fieradelcioccolato.it< >www.macef.it< >giovanniallevi.eventidigitali.com<


Agenda mese Vicenza danza Otello a Vicenza

L’ultimo Tiziano, in mostra a Venezia

Intorno alla metà del Cinquecento, già quasi sessantenne Tiziano scopre un nuovo modo di dipingere: il colore si stende veloce e libero sulla tela e si sovrappone in corpose pennellate, le forme si scompongono, si accentua una grande sensualità e contemporaneamente una profonda spiritualità. Con una tecnica straordinariamente anticipatrice, crea una pittura teatrale che emoziona e per certi aspetti sembra legarsi all’opera del Tasso e agli scritti di Ariosto pubblicati negli anni ’30 del Cinquecento proprio a Venezia. A questa stagione ultima di Tiziano è dedicata una mostra eccezionale: “L’ultimo Tiziano e la sensualità della natura”. Gallerie dell’Accademia. Dal 26 gennaio al 20 aprile.

Goran Bregovic a Padova

Con le radici nei Balcani, di cui è originario, e la mente nel XXI secolo, le composizioni di Goran Bregovic mescolano le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con delle accentuazioni rock dando vita ad una musica che ci sembra istintivamente di riconoscere e alla quale il nostro corpo difficilmente sa resistere. Goran Bregovic, accompagnato dalla scoppiettante Wedding and Funeral Orchestra, sarà in concerto al Gran Teatro Geox, a Padova, venerdì 11 febbraio. Info: tel. 049 8644888. Biglietto 20 euro posto in piedi, 30 euro tribuna numerata. Prevendite: Coin Ticketstore Padova e Treviso, Boxoffice, Primi alla Prima, Cariparo, Unicredit, Ticketone, Charta.

12

>www.veneziasi.it< >www.vicenzalive.it< >www.palazzoroverella.com<

La programmazione di Vicenza Danza, Stagione di Danza del Teatro Comunale Città di Vicenza, riprende nel nuovo anno, sabato 22 e domenica 23 gennaio 2011 alle ore 21.00 con una grande interpretazione della danza contemporanea italiana. Si tratta dell’ “Otello” messo in scena dal Balletto di Roma, Ente Nazionale del Balletto, con la direzione artistica di Walter Zappolini, coreografia di Fabrizio Monteverde, musica di Antonin Dvorˇák, un’intensa messa in scena danzata della tragedia shakespeariana, presentata dalla più importante e qualificata compagnia italiana di danza contemporanea. Teatro Comunale Città di Vicenza, tel. 0444.324442. 22 e 23 gennaio 2011.

L’Ottocento elegante a Rovigo

Palazzo Roverella rivive l’Ottocento vitale ed elegante dei grandi salotti à la page, delle corse, dei balli e dei ricevimenti con una mostra positiva e serena. È un Ottocento elegante e folcloristico quello che proporrà la grande mostra in programma dal 29 gennaio al 12 giugno 2011 a Rovigo. L’attenzione di Dario Matteoni e Francesca Cagianelli, che della mostra sono i curatori, si è appuntata sul trentennio 1860 - 1890. Tre decenni di grandi speranze, di euforia, di fiducia, avviato, e per certi versi attivato, dall’unificazione del Regno d’Italia. Un periodo di luci e ombre e questa mostra sceglie di mettere in evidenza le prime più che le seconde. A voler dar conto di una vitalità e di un vitalismo particolari, forse mai più rivissuti dalla storia successiva dell’arte in Italia. Colore e sensualità che trovano in uno spagnolo, Mariano Fortuny, il loro profeta in pittura. Dal 29 gennaio al 12 giugno 2011. Informazioni: Palazzo Roverella, tel. 0425 460093 www.palazzoroverella.com info@palazzoroverella.com m


OREFICERIA OROLOGERIA

Via Torre Belfredo, 89 - MESTRE (VE) - TEL. 041.962330


Visto per voi

Al via il Premio Artgallery! Dopo il successo Dello scorso anno, è partita la seconDa eDizione Del concorso per artisti che mette in palio una mostra. con una nuova sezione DeDicata al Design.

Maria Valeria Marcato li artisti e i designer di talento sono molti. Quelli che sono riusciti a trovare il giusto spazio per farsi conoscere sono pochi. Per questo è nato il Premio ArtGallery, il concorso internazionale che promuove i migliori artisti e designer emergenti. Dopo il grande successo dello scorso anno, con oltre 800 partecipanti da tutto il mondo, il 3 novembre è partita la seconda edizione del concorso. Il Premio ArtGallery è rivolto ad artisti e designer italiani o stranieri residenti in Italia o all’estero, di età compresa tra i 18 e i 35 anni. I vincitori avranno diritto a una mostra personale di 15 giorni presso la prestigiosa Galleria Campari, compresi i materiali e le iniziative a supporto dell’evento: catalogo, locandine, inviti, vernissage e attività di ufficio stampa. Si può partecipare nell’area Arte (Pittura, Fotografia e Grafica Digitale, Scultura e Installazioni) oppure nella nuova area Design (Prodotto, Interni, Design di Moda). Le selezioni dei finalisti saranno affidate a 6 giurie tecniche, una per ciascuna categoria. Ogni Giuria Tecnica sarà composta da 5 membri, professionisti ed esperti qualificati nella specifica

14

>www.associazioneartgallery.org<

EVERY DAY IS PICTURE DAY MOSTRA PERSONALE Info e dettagli: www.associazioneartgallery.org

Ospitato da:

PREMIO ARTGALLERY LUCAS RACASSE

DAL 02.07.10 AL 15.07.10 GALLERIA CAMPARI, VIALE ANTONIO GRAMSCI 161, SESTO S. GIOVANNI - MILANO

INGRESSO GRATUITO Con il patrocinio di:

Sponsor:

Media partners:

Con il sostegno di:

CARTAEMATITA

disciplina. Il Comitato Scientifico che in seguito eleggerà i vincitori nella sezione Arte e Design sarà composto da un pari numero di esperti delle due aree e da un numero variabile di esponenti autorevoli: critici d’arte, architetti, personalità del mondo della finanza e dell’imprenditoria, rappresentanti di musei, gallerie, associazioni, fondazioni culturali. Il Premio ArtGallery è patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, da Comune e Provincia di Milano e dal Politecnico di Milano. Per partecipare è sufficiente iscriversi al contest online sul sito www.associazioneartgallery.org entro e non oltre le ore 13.00 del 28 febbraio 2011, inviando un’opera particolarmente rappresentativa della propria poetica artistica e del proprio ingegno. Maggiori informazioni su www.associazioneartgallery.org m

ArtgAllery ArtGAllery

è un’A ssociAzione no profit che sostiene

GrAtuitAmente il lAvoro deGli Artisti emerGenti e pro muove lo sviluppo dellA creAtività in cAmpo Artistico AttrAverso unA GAlleriA d’Arte online, Attività di uffi cio stAmpA , mostre e rAsseGne Artistiche, eventi, mAni festAzioni culturAli, collAborAzioni con Aziende.

dAl premio ArtGAllery, un concorso internAzionAle GrAtuito per Artisti. il vin 2009 l’AssociAzione

orGAnizzA il

citore dellA scorsA edizione hA esposto le proprie opere presso lA prestiGiosA

GAlleriA c AmpAri.


ONE NATION ONE STATION

Photo: J. C. Jones

Aldo Rock | Laura Antonini | Marisa | Federico Russo | Stefano Fontana | Andrea | Michele | Nikki | Trio Medusa | Albertino | Linus | Nicola Savino Fabio Volo | Luciana Littizzetto | La Pina | Diego | Platinette | Vic | Roberto Ferrari | Digei Angelo | Gianluca Vitiello | Nicola Vitiello | Ivan Zazzaroni

RADIO DEEJAY DALLA A ALLA ZAZZA

DEEJAY TV

|

mydeejay TV

|

deejay.it

|

iphone.deejay.it

|

quando vuoi in Podcast

Marani

300x385 ist LLMotorshow:Layout 1 23/11/10 15:28 Pagina 1


16

Look & art

Luo Brothers Angela D’Amelio

artisti marchiati dal successo

La cultura occidentale sta permeando sempre di più quella cinese. Il fenomeno è tumultuoso e di grande interesse: un paese dalla tradizione millenaria si sta trasformando sotto gli occhi di tutti, con una velocità che nessuno avrebbe potuto prevedere. Naturalmente, gli artisti cinesi si sono sentiti in dovere di commentare a modo loro questo fenomeno, e i Luo Brothers sono forse i più interessanti esponenti di questa nuova avanguardia. fratelli Luo (Luo Widon, Luo Wei Weiguo e Luo Weibing, nati rispettiva rispettivamente nel 1962,1964 e 1972) sono nati a Pechino e hanno frequentato scuole d’arte differenti, ma collaborano insieme fin dal 1986. Il loro immaginario riflette una miriade di influenze stilistiche che vanno dall’iconografia tradizionale cinese all’arte pop occidentale. Sono autori di alcune tra le opere più famose e provocatorie dell’arte contemporanea cinese. La loro sensibilità e la loro ironia, unita a un certo fervore politico, ha fatto di loro i profeti di un movimento artistico sorto dalla Cina post-1989. I Luo Brothers uniscono l’estetica vivace e colorata dell’arte popolare cinese con le icone consumistiche occidentali, rappresentando visivamente l’impatto che ha la nostra cultura sul mondo asiatico. Le loro tele più famose, della serie “The world’s most famous brand”, catturano lo spirito della profonda trasformazione che sta vivendo l’ex impero celeste.

16

>associazioneartgallery.org<

Le opere dei Luo Brothers utilizzano come base le tradizionali illustrazioni augurali cinesi. I protagonisti di questa iconografia sono neonati paffuti e sorridenti, che nella cultura cinese simboleggiano il nuovo anno. Anziché festeggiare con fiori e fuochi d’artificio, questi bambini portano in trionfo telefoni cellulari, lattine di bibite, hamburger, emblemi, marchi e slogan del capitalismo occidentale. Questa paradossale giustapposizione ben rappresenta il fenomeno che sta affliggendo la società cinese. In apparenza i lavori dei Luo Brothers sembrano celebrativi. Questi bambini felici trasportano merci un tempo proibite, come a proclamare l’avvento gioioso di una nuova era. In aggiunta, il titolo della serie - che dà il benvenuto “ai marchi più famosi del mondo” - sembra lasciare pochi dubbi all’ottimismo. Eppure c’è qualcosa di inquietante nel sapere che le bibite gassate e i prodotti del consumismo faranno parte del futuro dei bambini cinesi.

Le tele dei Luo Brothers sono ironiche, ma trasmettono anche una certa apprensione sulla misura in cui il consumismo riesca a permeare la società cinese. La poetica dei Luo Brothers nasce dal bombardamento di cultura pop che la Cina ha subito nell’ultima decade del ventesimo secolo. La loro pittura è stata una reazione al capitalismo consumista che gli asiatici si sono trovati improvvisamente a dover fronteggiare, insieme a un modo per criticare le sue influenze negative sulla cultura orientale. L’intento è di denunciare la potenziale corruzione del consumismo, ma anche di offrire un messaggio di speranza. I bambini simboleggiano infatti prosperità e successo, e illustrano la natura esuberante e gioiosa di una nuova Cina. Al tempo stesso, il richiamo all’arte popolare e allo stile dei manifesti di propaganda traccia un filo conduttore tra il passato del grande paese e il futuro che lo aspetta. m


Foto: Alan Venzi

Prempio qualità- rezzo 11

GUIDA BEREBENE LOW

COST 20

Sangiovese di Romagna Superiore capsula rossa 2008

Condé, puramente Sangiovese, semplicemente a casa vostra.

Un territorio vocato da centinaia di anni. Un’azienda vitivinicola moderna e sperimentale da oltre dieci anni. Ecco Condé. Ecco il Sangiovese in purezza che puoi avere direttamente a casa tua grazie all’impegno quotidiano di Francesco Condello, all’amore per suoi i vigneti, ad un “terroir” di primissima qualità, al contributo dell’enologo Federico Curtaz e alla passione di donne e uomini che ogni giorno sulle colline di Predappio si dedicano alla produzione di un grande Sangiovese. Una sola etichetta in tre versioni: DOC, Superiore e Riserva. I VINI CONDÉ SI ACQUISTANO SOLO DALL’AZIENDA CON UNA SEMPLICE TELEFONATA 0543 940860 E 051 238343 O SUL SITO WWW.CONDE.IT

vi verranno consegnati a casa direttamente da noi.

condè_adv_210X283_r4.indd 1

23/11/10 17:04


Il crucilibro

Letture di viaggio Se avete in cuore di laSciare caSa voStra per godervi un viaggio avventuroSo in una terra lontana o in un poSto dove il mare è l’unico orizzonte ricordate che la vera meta Sta dentro di voi. scelti da Germana Urbani

LidiA RAveRA

Antonio FRAnchini

Simon WincheSteR

SiAn Antoon

EroE Eroina

I quattro elementi dell’isola

Il dio Schiva, dio delle lacrime

Joseph Needham, eccentrico inglese

Un prigioniero scrittore

altEr Ego

La scrittrice Lidia Ravera che vive il mare come confine

Il viaggiatore che riscopre l’uomo come espressione delle proprie ossessioni

La Repubblica Popolare Cinese e i suoi protagonisti

Il regime irakeno di Saddam in guerra con l’Iran

location

Il “buen retiro” come tempo della natura e non degli orologi

L’India più profonda e riflessiva che guida l’uomo dentro se stesso

Il Regno di Mezzo e l’enigma, che lo contraddistingue, da risolvere

Un luogo angusto dove però l’immaginazione resiste e genera

L’aria violenta, l’ossigeno puro, il mare ovunque, il vulcano

I compagni di viaggio con i loro pregi e difetti

La collega cinese cambia la vita del protagonista

La dolorosa vita di un popolo sempre in guerra

co-Protagonisti

Quando la luce cambia tutto Lo scrittore attingendo ai Il viaggio in India e l’incontro Il protagonista che non sa cambia, fuori e dentro di diari cinesi di Needham con il dio delle lacrime diperchè è stato incarcerato noi. I colori dell’isola sono restituisce la figura di un venta per il narratore motivo scrive le sue memorie senza l’incorporea sostanza di cui eccentrico inglese che indi meditazione sulla morte punti diacritici, così che intrigo si tesse la trama così come e sulla vita, nonché una ri- sieme a un aiutante a bordo i carcerieri non possano i quattro elementi della di una ex autoambulanza flessione privata sul proprio comprendere ciò che scrive. natura che incombono con visita i siti più remoti della padre e la relazione che lega Salva così l’ultimo suo spazio una presenza impalpabile Cina per aiutare le istituzioni insieme le generazioni privato ma vera scientifiche cinesi Non c’è fine per il rapimento Alla fine del viaggio l’autore che provoca nel lettore risponde alla domanda questo racconto, un atto FinalE iniziale: “Schiva piange sul d’amore per l’isola e il suo destino dell’uomo” vulcano

cosa dirE

dEl libro

lEggErE…

18

La salma di Needham attraversa la porta dell’onore perché “L’uomo passa - la sua ombra rimane”.

Mentre la dittatura tutto distrugge, così non avviene per la scrittura che resiste come la forza della vita

Un insieme di emozionanti pennellate poetiche dove ritrovare il gusto per un viaggio interiore

Il viaggio tra le divinità indiane è affascinante ma anche divertente e leggero

Il protagonista racconta la Cina in modo originale, come nessuno ha mai fatto

Una testimonianza difficile e accorata per dire che l’uomo ha in sè la forza di resistere sempre

Lidia Ravera A Stromboli Laterza, p. 101 € 14.00

Antonio Franchini Signore delle lacrime Marsilio, p 128 € 13.00

Simon Winchester L’uomo che amava la Cina Adelphi, p. 355 € 30.00

Sian Antoon Rapsodia irachena Feltrinelli, p. 112 € 10.00

>laterza.it< >marsilioeditori.it< >adelphi.it< >lafeltrinelli.it<


colore completamente naturale: novità autunnoinverno 2010

un’opera d’arte incornicia il tuo volto

trattamento brasiliano anticrespoantiumidità

studio personalizzato di trattamenti curativi ed estetici per ogni tipo di capello: massimo rendimento e forma!

estensioni HaIrDreaMS: n.1 nel mondo

GLISCULTORIDEITUOICAPELLI V ia N icolò Z eno SOT TOM A R I N A (V E ) Tel. 0 41 4 96 5831

orario continuato 9.00-19.30 dal martedì al sabato • è gradito l’appuntamento

TrUccO perSOnaLIzzaTO e bIgIOTTerIa per TUTTe Le OccaSIOnI

STUDIO LOOK: non solo capelli ma...


20

Marketing e comunicazione

Claudio Capovilla Direttore di strategia di Gruppo icat

ACquistO ergo sum

La marca, con i suoi valori associati creati ad arte dalla pubblicità, diventa un fenomeno relazionale attraverso cui esprimere preferenze, stile, cultura e stati d’animo.

n un periodo storico caratterizzato da merci massificate e da una concorrenza accanita, è diventato estremamente difficile scegliere e comprare su basi oggettive. Nell’omologazione generale è ormai certo che i consumatori, con l’acquisto di un prodotto, inconsciamente desiderano appropriarsi anche di una serie di valori sociali associati, quali “successo”, “considerazione”, “potere”, “bellezza” ecc. In un contesto di questo tipo, il ruolo della pubblicità è cruciale: utilizzando codici attinti dall’immaginario collettivo, infatti, la comunicazione integrata (con campagne, materiale p.o.p., sponsorizzazioni, eventi ecc.) crea una serie di significati simbolici collegati alla marca. Ed è così che il prodotto arriva a possedere un’anima e una personalità, acquisendo addirittura facoltà relazionali: esibendo una determinata marca, infatti, le persone esprimono una precisa identità

sociale ed individuale. Si tratta quindi di un fenomeno che in qualche modo condiziona le relazioni e che genera senso di appartenenza. Il fatto che il marketing e la comunicazione d’impresa rappresentino un importante segno dei tempi è anche immediatamente riscontrabile accendendo la tv o sfogliando una rivista: circa il 50% del contenuto dei mass-media è pubblicitario. Visto che un prodotto può essere copiato, ma la marca assolutamente no, è chiaro come la costruzione della brand identity diventi un processo delicato e di massimo rilievo, in quanto in grado di creare quell’unicità e quella riconoscibilità che saranno determinanti nella conquista e nella fidelizzazione del consumatore. Offrendo prodotti dai significati riconoscibili e familiari e creando fiducia, le aziende possono dare vita a dei legami stretti che porteranno l’acquirente a reiterare la scelta.


L’universo simbolico costruito dalla pubblicità sfrutta le leve dell’emotività, del desiderio, della passione e della condivisione dei valori per creare uno stile di vita in cui rispecchiarsi e a cui aderire. L’individuo, tramite la scelta della marca, si sentirà quindi rassicurato e “protetto”, in quanto parte di un gruppo accomunato da gusti, comportamenti, inclinazioni, ideali. Il processo attuato dalla pubblicità può avvenire in due modi: cogliendo le inclinazioni del target di riferimento e studiando di conseguenza una strategia di comunicazione mirata; oppure costruendo dal nulla dei bisogni, per poi lanciare i prodotti/servizi che vadano a soddisfarli. La pubblicità quindi funge da specchio della società ma contemporaneamente va anche a modellare usi e costumi della stessa, selezionando ed enfatizzando certi comportamenti a discapito di altri. In poche parole la comunicazione mira a costruire un ambiente culturale e psicologico favorevole ad un prodotto, per agevolarne la vendita. L’efficacia di queste strategie è tale, che i valori associati e la qualità percepita sono riconducibili ad una marca anche da persone che non l’hanno mai utilizzata. L’individuo pertanto instaura una relazione non tanto con il prodotto in sé, ma con la sua essenza, a cui arriva attraverso un percorso emozionale inconscio. Oggi quindi il consumo diventa un vero e proprio linguaggio attraverso cui si esprime chi si è: preferenze, stile, ma anche cultura e stati d’animo; il consumo diventa una via preferenziale per intessere relazioni e per sottolineare la propria posizione sociale. Gli esempi di quanto detto fin’ora sono infiniti. Uno particolarmente rappresentativo è la scelta dell’automobile, che, al giorno d’oggi, è molto più di un semplice mezzo di trasporto: l’automobile si eleva a simbolo, su quattro ruote, della nostra identità e del nostro status diventando uno strumento di espressione del carattere

“Il prodotto arriva a possedere un’anima e una personalità, acquisendo addirittura facoltà relazionali.”

e delle singole peculiarità, in una completa fusione tra la personalità di chi acquista e la “personalità” della casa automobilistica. Un altro caso interessante di valori creati appositamente per posizionare un brand è Mulino Bianco, la cui comunicazione, da sempre, lavora per enfatizzare tematiche quali tradizione, famiglia, amore e trasferendo quindi ai suoi prodotti un’idea di genuinità, armonia, bontà sana. Nel settore moda, invece, le sneakers sono un esempio eclatante di come un prodotto può essere trasformato in un valore sociale: da sempre legate al mondo dello sport, oggi hanno ampliato i propri confini alla vita quotidiana diventando un vero e proprio fenomeno di costume. Un nuovo posizionamento frutto di precise strategie che hanno puntato a creare un’aurea emotiva costruita su una vera e propria filosofia di vita che ha prodotto il salto da comune scarpa da ginnastica a oggetto di culto dotato di una propria personalità m esclusiva. Claudio Capovilla

è Direttore di Strategia di Gruppo icat, agenzia di comunicazione e marketing padovana attiva in tutto il territorio nazionale. Ricopre la carica di Consigliere all’interno del direttivo di UNICOM (Unione Nazionale Imprese di Comunicazione).

21


Playlist

La nuova rubrica del magazine dedicata alla lounge music, new jazz, chill out e nu soul. Una colonna sonora d’essai contaminata nei generi, periodi e stili. Nella playlist di Dicembre risuonano voci e melodie del Natale. Una colonna sonora che, spaziando tra lo spirito del Natale presente, passato e futuro, veste le feste con nuovi suoni.

Music Look Massimo Labraca Muove

i primi passi nel panorama

radiofonico padovano nel

1985

entrando a far parte dello staff della mitica regista e dj.

R adio Gemini come Negli successivi, la-

vora per le più importanti radio di

Padova

e coltiva le sue pas-

sioni: moda , comunicazione, e mu sica .

Oggi Massimo

collabora in

qualità di copywriter e account presso un’importante casa di pro -

duzione audio, ha la condirezione di

Stereocittà

con

Simone Baldo R adio

ed è direttore artistico di

C afè. A partire da questo numero di Look , Max consiglia una selezione musicale per palati esigenti.

22

>massimolabraca@stereocitta.it<

PLAYLIST “Joyeux Noël”*

track artista 1 Project Grand Slam feat. Judie Tzuke 2 Boy George And Antony Hegarty 3 David Archuleta Ft Charice Pempengco 4 Vanessa Williams & Bobby Caldwell 5 Fourplay & Eric Benet 6 Lars Christmas H. U. G. & The Belltrees 7 Noa 8 Emilie Claire Barlow 9 Toni Braxton 10 Al Jarreau 11 Boys to Men 12 Abbey Lincoln & Christian Mcbride 13 Capitol Studio Orchestra 14 Ed Calle ft Arturo Sandoval, Jim Gasior 15 DeNate

brano

Christmas and I’m Home Happy Christmas, War Is Over Have Yourself A Merry Little Christmas Baby, It´s Cold Outside The Christmas Song Last Christmas White Dreams Santa Baby Christmas Time Is Here Carol Of The Bells Silent Night This Christmas Cha-Cha All The Way Jingle Bells Christmas Bells

* Tutti i brani della playlist sono contenuti nel programma Note diAmanti in onda ogni sera dalle 19 alle 20 su Stereocittà e riascoltabile nel sito stereocitta.it, sezione rePlay.

@MUSIC. L a posta degli ascoltatori e dei lettori. Ciao Massimo, ho scoperto il tuo programma Note diAmanti la vigilia di Natale del 2009. Ero in auto e facendo zapping con la radio, mi ha catturata una versione di Silent Night che mi ha commossa . Vorrei chiederti un consiglio musicale: durante il pranzo di Natale vorrei mettere in sotto fondo un pò di musica natalizia , ma non i soliti brani. Puoi indicarmi qualche brano speciale, come quelli che metti tu? Grazie mille e auguri a tutto lo staff di Stereocittà! Vale Grazie Vale, la tua mail mi è stata di ispirazione per la rubrica MUSIC LOOK di questo mese! Ecco per te, e per i lettori di Look, una soundtrack Note diAmanti in versione Note di Natale. Tanti auguri.


Vini

bollicine su trento TrenTodoc, che ha celebraTo la sesTa edizione, al cenTro di degusTazioni, dibaTTiTi e abbinamenTi enogasTronomici

Alessandra Piubello icco programma di incontri per festeggiare la sesta edizione di Bollicine su Trento, manifestazione che ha vivacizzato la città di Trento e il territorio per una ventina di giorni, fino al tredici dicembre. Addetti ai lavori, esperti di settore ed appassionati sono stati condotti in un percorso di scoperta d’eccellenza del remuage italiano. Uno dei massimi esperti di metodo classico in Italia e curatore della Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso, Marco Sabellico, ha guidato un’interessante degustazione di grandi riserve Trentodoc non più in commercio, nominata per l’appunto Gli introvabili: è stata una conferma che il territorio e la natura in Trentino fanno la differenza, donando a questo vino caratteristiche uniche.

24

ph Romano Magrone

Dialoghi sulle Bollicine, è il titolo del dibattito tenuto da Giles Fallowfield esperto mondiale di bollicine, Marco Sabellico, poco sopra citato, Enzo Vizzari, direttore delle Guide de L’Espresso e Licia Granello, food editor de La Repubblica come moderatrice, nel corso del quale si sono analizzate le prospettive economiche, i consumi e l’andamento del mercato del metodo classico. Palazzo Roccabruna ha ospitato degustazioni libere e guidate con incontri e laboratori enogastronomici: molti gli appuntamenti, tra i quali citiamo A Tavola con Trentodoc, Trentodoc in rosa, Brut, Millesimato e Riserva: le differenze. Altra iniziativa da sottolineare è stata Trentodoc in Centro che, grazie all’impegno di tutti gli spumantisti, ha portato il metodo classico trentino in altrettanti locali del centro storico. Fino al 9 gennaio 2011 proseguono invece gli appuntamenti organizzati sul territorio provinciale con Trentodoc on the Roads, un ampio programma di iniziative che animerà hotel, ristoranti, enoteche, winebar, alberghi e tante altre strutture. m


di Vino

Nella prestigiosa sede di palazzo grassi graNde successo della preseNtazioNe per il VeNeto della NuoVa guida Slow wine. oltre dueceNto i preseNti, quaraNta i produttori coN ViNi iN degustazioNe.

Alessandra Piubello

omenica 14 novembre 2010 l’atrio grande di Palazzo Grassi a Venezia ha ospitato la presentazione in anteprima per la Regione Veneto di Slow Wine 2011 Storie di vita, vigne, vini in Italia, la nuova guida di Slow Food Editore, dedicata ai migliori vini italiani. La presentazione, che ha visto la presenza di oltre 200 persone, è stata introdotta da Marco Brogiotti, Presidente di Slow Food Veneto ed ha visto gli applauditi interventi di Roberto Burdese, Presidente di Slow Food Italia e di Fabio Giavedoni, curatore della guida assieme a Giancarlo Gariglio. “Slow Wine fin dal suo concepimento - ha spiegato Fabio Giavedoni - ha voluto essere una fotografia reale dell’attuale situazione del vino in Italia. Per descrivere la realtà si doveva perciò conoscerla uscendo dalle sale degli assaggi, per compiere un viaggio su e giù per la nostra penisola. Abbiamo visitato più di 2.000 cantine, calpestato migliaia di vigneti, posto tante domande e realizzato interviste vis-àvis. E proprio grazie a questa nuova concezione, il testo racconta degli sforzi agronomici compiuti dall’azienda oggetto della recensione: un insieme di informazioni che ne descrive le vigne, i vitigni piantati e la filosofia che accompagna il lavoro dei viticoltori.” Nel corso della presentazione è stato annunciato che Slow Wine ha abbandonato il metodo di giudizio a punteggi, troppo limitante per poter raccontare le 1.833 aziende presenti in guida. Tre sezioni descrivono le cantine nel loro insieme: Vita, le storie degli uomini e delle donne che sono stati i protagonisti di queste realtà; Vigne, i vigneti visitati e descritti nelle loro caratteristiche e modalità di conduzione; Vini, raccontati in modo semplice e correlati da una serie di dati. Per offrire una chiave di lettura su ogni singola azienda recensita, sono stati adottati tre simboli per altrettante possibili chiavi di lettura. La Chiocciola (emblema di Slow

26

ph Matteo De Fina

Food), come simbolo assegnato a una cantina che interpreta valori (organolettici, territoriali, ambientali e identitari) in sintonia con Slow Food; la Bottiglia, simbolo assegnato a quell’azienda che ha espresso un’alta qualità media per tutte le bottiglie presentate alle degustazioni; infine la Moneta, simbolo assegnato a quell’azienda che ha espresso un buon rapporto tra la qualità e il prezzo per tutte le bottiglie presentate alle degustazioni. Le stesse tre categorie sono poi state applicate anche ai vini: Vini Slow: bottiglie che, oltre a qualità organolettica condensano nel bicchiere caratteri legati a territorio, storia e ambiente; Grandi Vini: le migliori bottiglie sotto il profilo organolettico; Vini Quotidiani ovvero le bottiglie che costano fino a 10 euro in enoteca, dall’eccellente rapporto tra la qualità e il prezzo. A seguire si è tenuta la degustazione dei vini proposti dai quaranta produttori presenti, fra tutti coloro che nel Veneto hanno ottenuto importanti riconoscimenti nella guida, come Grande Vino e Vino Quotidiano, e di quelli appartenenti alle cantine che hanno ottenuto la Bottiglia e la m Moneta.


A CONTINUA RICHIESTA

pacchetto bomba 10+10 (10 sedute in omaggio ogni 10 prenotate)

AFFIDATI A INFRASLIM Da oggi non più diete drastiche o massacranti allenamenti in palestra! InfraSlim permette di conquistare una forma perfetta in breve tempo.

Per smaltire gli inestetici cuscinetti di grasso basta pedalare standosene comodamente sdraiati. Il sistema combinato InfraSlim sfrutta l’azione del calore emesso dai raggi infrarossi che libera i grassi accumulati e l’attività aerobica che li brucia, favorondo un reale rimodellamento. Apprezzabili risultati sono visibili praticando 2-3 sedute.

La rivoluzionaria macchina a raggi infrarossi per rimodellare il corpo

CHIAMA SUBITO

PROVA GRATUITA PER SORRIDERE AL TEMPO CHE PASSA

Mantieniti in Forma!!! PORTO VIRO (RO) - Via Nello Fregnan, 8/b - T. 0426 320939 - 333 7157719 www.esteticafiorella.it - strozzifiorella@tiscali.it


28

Cinema

testo di Isa Grassano foto di Lucrezia Argentiero e foto di scena

LUCA ARGENTERO l’uomo della nostra vita ugli schermi di tutta Italia, il giovane Luca Argentero (32 anni), cerca “la donna della sua vita”. Le donne di tutta Italia mentre lo ammirano nel ruolo di Leonardo (un affascinante trentenne che, reduce da una grande delusione d’amore, si rifugia nel nucleo familiare, dove è coccolato e riverito) lo immaginano, come l’uomo ideale per la propria vita. Argentero, dolce e carismatico, piace davvero a tutte: alle ventenni, così come alle quarantenni, passando per chi scrive (in tanti anni di interviste non ho mai avuto così tante amiche che si sono candidate ad accompagnarmi), fino alle sessantenni.


“LA DONNA DELLA MIA VITA”

L a donna della mia vita, di Luca Lucini, è una commedia sentimentale brillante e sovversiva sul gioco dei ruoli che ciascuno riveste nella vita. È la storia di due fratelli Leonardo (Luca Argentero) e Giorgio (Alessandro Gassman) molto diversi tra loro. Tanto il primo è affidabile e sensibile, quanto il secondo è inco stante e donnaiolo. A tenerli uniti e proteggerli ci pensa Alba (Stefania Sandrelli), una madre chioccia con la tendenza a controllare tutto, marito (Giorgio Colangeli) e figli inclusi. E ci riesce, almeno fino al giorno in cui Giorgio scopre che la nuova fidanzata del fratello non è altri che Sara (Valentina Lodovini), con cui ha avuto una delle sue turbolente relazioni extraconiugali. A quel punto ogni cosa verrà alterata: gli affetti, le relazioni, i comportamenti, e l’ordine (apparente) lascerà il posto a un grande scompiglio. E come sempre, sarà Alba a intervenire per riportare l’armonia in fami glia e lo farà non senza sorprese e colpi di scena.

Sei considerato il nuovo sex symbol del cinema. Che effetto fa sentirsi un po’ “divo”? È bello avere tante fans e tante donne che mi apprezzano, ma spero apprezzino di più il mio talento che il mio fisico (e ride, ndr). In realtà anche io ho molti difetti, sono permaloso, non dimentico se qualcuno mi fa un piccolo sgarro, sono diffidente, spesso mi chiudo a riccio. Eppure le donne ti vedono “perfetto” e vorrebbero sposarti. Chiedetelo a mia moglie Myriam (Catania, con la quale è convolato a nozze nel 2009, ndr) se sono perfetto. Quanto all’ambizione di sposarmi, le altre donne arrivano in ritardo. Trovare una ragazza con cui dividere la vita è un miracolo ed io l’ho già trovata. Siamo complementari: Myriam è l’istinto, io la razionalità. Le decisioni emotive sono le sue, io, invece, tengo i conti. Ed è più semplice e bello affrontare il mondo in due.

Il tema dell’amore emerge forte da questa pellicola. Si nel film è rappresentato l’amore in molte sue sfaccettature. Si parte dall’amore materno che spesso e volentieri causa dei danni come nel nostro caso (una Stefania Sandrelli nel ruolo di mamma chioccia); poi c’è l’amore più istituzionale, quello tra Giorgio e Carolina, che però viene scombussolato dal tradimento; l’amore maturo, quello tra Alba e Sandro, una coppia che sta insieme da trent’anni turbata da un’improvvisa passione giovane del marito. Tra l’altro questo film nasce da un’idea di Cristina Comencini, una grande autrice, e per me è stato molto lusingante quando mi ha detto che le era venuta in mente una storia proprio pensando a me: la storia di due fratelli. Un anno dopo ho ricevuto il copione e non potevo crederci!

29


30


Cosa si può aspettare il pubblico da questo film? Credo che il pubblico possa emozionarsi, in quanto i personaggi sono molto reali e quindi vivono le loro passioni, i loro momenti di sconforto e le loro gioie in modo molto veritiero. Nel tuo ruolo hai come fratello un altro grande del cinema, Alessandro Gassman. Come è stato lavorare con lui? Sul set in più di un’occasione ci hanno detto che sembravamo davvero fratelli ed è stato un gran complimento, anche perché noi non ci conoscevamo. Ho ammirato la sua grande maturità, la sua sicurezza e il suo atteggiamento propositivo. Nella mia ancora breve esperienza ho avuto modo di venire a contatto con attori diversi ed è bello quando scopri chi è disposto a spartire con te una battuta, una scena, o a darti un consiglio per migliorarti. E solo chi ha grande esperienza e sicurezza lo riesce a fare, come Gassman! Sogni per il prossimo Natale? Vorrei che Babbo Natale mi portasse il dono più bello. Un bambino. Voglio essere un padre giovane. m

DAL REALITY AL CINEMA Dalla

C anale 5 (il Grande Fratello 3) di Oggi, dopo aver lavorato per alcune fiction in televisione (Carabinieri o La Baronessa di Carini), una breve parentesi da modello con tanto di sexy calendario, Luca Argentero (torinese d’origine) si sta distin guendo nel mondo del cinema. Tra i film all’attivo, oltre L a Donna della Mia Vita (per la regia di Luca Lucini), ci sono Lezioni di cioccolato di Stefano Cupellini, Saturno contro di Ozpetek, Solo un padre (sempre di Luca Lucini), Diverso da chi (in cui interpreta il ruolo di un omosessuale), e Il grande sogno (un film sulla contestazione studenteca del ’68 diretto da Michele Placido). Ancora C’è chi dice no, di Giambattista Avellino. Ha debuttato in teatro con lo spettacolo Shakespeare in Love, regia di Nicola Scorza. Presto lo vedremo in televisione in Un pugno e un bacio, una nuova fiction R ai ambientata a Trieste. Argentero sarà il pugile Tiberio Mitri e racconterà l’ascesa e il declino della stella del pugilato italiano, dalla vittoria nel 1949 del titolo europeo riservato ai pesi medi al suo eroico scontro con Jack L a Motta, fino alla sua tragica morte nel 2001. sua partecipazione al reality di

tempo ne è passato.

31


32

Spettacolo

Valeria Arzenton


Una donna speciale, con Una passione speciale. lei è Valeria arzenton, socia della zed entertainemnt, società leader nella organizzazione di eVenti mUsicali e teatrali, qUali concerti, mUsical e recital.

utto iniziò quasi 20 anni fa dall’intuizione di Diego Zabeo di trasformare quelle che a suo tempo si chiamavano “feste” in eventi musicali dal vivo. Diego coinvolse subito nel suo progetto Valeria Arzenton e Daniele Cristofori, entrambi amici. I tre ragazzi unirono le forze, le esperienze e le attitudini ed iniziarono a proporsi nel difficile mondo dell’intrattenimento con le loro particolari feste musicali. All’epoca impazzava la disco-music e i loro “sabati sotto le stelle” organizzati in un parco acquatico veneto diventarono un vero e proprio boom di presenze: 15.000 persone a serata. Ma per i tre soci la vera sfida era quella di portare la musica dal vivo vicina alla gente e non solo nelle principali città italiane. Ecco dunque che firmarono il loro primo contratto con gli Articolo 31, che si esibirono a Treviso, e subito dopo con Antonacci, Branduardi e Carboni. E, a seguire, la vera svolta i tre soci della Zed la ebbero quando riuscirono a portare Ligabue allo Stadio Euganeo di Padova nel 2000. Valeria, come ha vissuto i duri anni degli inizi? Non avevamo di certo scelto un mercato semplice e capii subito che se volevamo crescere non solo avevamo bisogno di idee sempre nuove e di location sempre diverse, ma dovevamo anche creare una struttura che fosse efficiente ed efficace. Nacque così la nostra vera forza e l’aspetto di cui vado certamente più fiera: un team molto competente, flessibile e con strategie sempre condivise, a tutti i livelli. Iniziammo subito a puntare sulle persone, partendo da noi tre soci fondatori, ma anche nelle persone che via via si aggiungevano alla squadra. Valeria Arzenton è una persona concreta, umile e con i piedi molto piantati per terra. Contrariamente a quanto si possa pensare, il contatto con il mondo dello spettacolo non l’ha cambiata, rimanendo sempre la persona che era a 20 anni quando iniziò. Certo l’ambizione le ha fatto fare molta strada, ma è stata sempre e solo la passione per il suo mestiere e per la sua azienda a guidarla nelle scelte e nella crescita. Proprio per queste caratteristiche, Valeria è da sempre il “braccio operativo” della Zed, occupandosi del coordinamento generale, della realizzazione dei progetti dell’azienda e del buon funzionamento degli accordi e dei contratti con gli artisti. Cosa le piace di più del suo lavoro? Mi sento parte di un progetto molto importante e questo stimola molto il mio impegno e la mia creatività. Siamo un’azienda molto unita e produttiva e per me è fondamentale avere sempre ben chiari gli obbiettivi e la realizzabilità dei progetti.

33


Cosa intende? Porto un esempio. Nel 2009 portammo Gianni Morandi in concerto all’ex Foro Boario di Padova, in un teatro tenda. Tutto era come doveva essere, ma lo scetticismo generale era molto alto, per la location e per “l’azzardo”. Noi di Zed eravamo convinti che sarebbe stato un successo, tanto che fu proprio quell’esperienza che ci fece pensare alla realizzazione di quello che oggi è il Gran Teatro Geox, di cui sono sempre stata la più grande sostenitrice, oltre ad essermene occupata in toto. In meno di un anno abbiamo realizzato il terzo teatro italiano per importanza e capienza, oltre ad una struttura talmente polivalente da poter ospitare dal musical allo spettacolo teatrale, dal concerto al recital. Ho pensato di coinvolgere la Geox per poter realizzare quest’opera mastodontica, perché sono sempre più convinta che nel nostro settore ci sia bisogno di un po’ di mecenatismo moderno. E da quando è iniziato il progetto, Polegato ed io siamo sempre stati uniti dal sogno di realizzare il primo teatro a 5 stelle d’Italia. Ma i concerti, gli spettacoli teatrali ed i musical attirano davvero e ancora le persone? Forse meno di qualche anno fa, ma dobbiamo pensare al fatto che zone come ad esempio il Veneto, l’Emilia Romagna ed il Friuli non hanno mai potuto ospitare eventi di grande calibro, proprio perchè non c’erano le strutture adatte. Ora addirittura i musical di Brodway hanno scelto il Gran Teatro Geox come tappa dei loro tour e tanti artisti nazionali ed internazionali finalmente faranno tappa anche nel nord est d’Italia. Certo con l’apertura del Gran Teatro Geox siamo decisamente in controtendenza sia a livello finanziario che imprenditoriale, visti gli anni in cui viviamo, ma è nello stile della Zed: se ci vediamo dentro, non molliamo! In cos’altro Valeria Arzenton “non molla”? Nella realizzazione delle idee che ritengo utili ed interessanti. Penso ad esempio alla realizzazione di bagni a misura di bambino e dei riduttori per le poltrone che ho assolutamente voluto al Gran Teatro. In quanto donna ho di certo una sensibilità particolare per questi aspetti, e l’esperienza nel mio lavoro mi fa capire sempre quando sono sulla giusta strada e questo ne è un esempio. Un sogno ancora da realizzare? Ho la passione per la moda e per gli stilisti italiani ed il mio più grande sogno è ora quello di realizzare una serie di sfilate al Gran Teatro, trasformando Padova per qualche sera nella capitale della moda! Sogni, ambizioni, caparbietà e duro lavoro: è questa m la ricetta del successo di Valeria Arzenton.

34


Gran Teatro Geox

Innovativo, moderno e accogliente, il Gran Teatro Geox si candida ad essere uno degli spazi live polifunzionali più innovativi in Italia , sia per la tipologia di pro grammazione, sia per le caratteristiche tecniche. Non sono infatti solamente le imponenti dimensioni a fare di questo spazio un teatro innovativo, ma anche e soprattutto una serie di soluzione tecniche pensate per offrire un servizio attento alle esigenze del pubblico, e al con tempo capace di accontentare le complesse richieste delle grandi compagnie internazionali e delle aziende. Sono i numeri a raccontare le ambizioni del Gran Teatro Geox: una struttura lunga 100 metri e larga 48, un grande palcoscenico di 26 metri, oltre 2500 posti seduti tutti frontali, con platea e tribuna digradanti, caratteristiche che ne fanno uno dei 3 più grandi teatri in Italia. Uno spazio polifunzionale ispirato ai più mo derni teatri inglesi e americani, che sono stati studiati e visitati dallo staff Zed: l’anima del Gran Teatro Geox è quindi figlia della modernità e fa della polifunzionalità una della sue caratteristiche peculiari. Gran Teatro Geox è prima di tutto un progetto costruito attorno allo spettatore, per farlo sentire protago nista sin dal suo ingresso nel foyer. Ma non è tutto. I lavori sono ancora in corso ed una straordinaria no vità sta per arrivare: saranno infatti costruiti dei palchi, che da un lato daranno al Gran Teatro Geox un tocco di tradizione, come suggeriscono i più importanti teatri all’italiana , dall’altro permetterà di offrire al pubblico un nuovo modo per assistere agli spettacoli. Grande attenzione è stata inoltre riservata alle famiglie e ai bambini in particolare, che dispongono di un ingresso ridotto a soli 5 euro. Il Gran Teatro Geox è a questo proposito il primo spazio italiano che si apre alla famiglia in maniera interattiva ed in cui i bambini sono protagonisti di una serie di servizi ed attenzioni uniche: una toilette in formato mignon per i più piccoli, il fa-

sciatoio, la poltrona allattamento nel foyer, e anche i cuscini alti per poter vedere meglio lo spettacolo e, in determinate occasioni, una serie di gadget e sorprese per farli divertire. Il Gran Teatro Geox sceglie dunque di accogliere i bambini come pubblico del futuro, a differenza di molti teatri tradizionali dove i più piccoli non sono ospiti tra i più graditi. Il Gran Teatro Geox di Padova si candida a divenire una delle più importanti strutture polifunzionali in Italia , ma soprattutto a cambiare positivamente il volto della vita culturale del Nord, con un’intensa programmazione di grandi eventi italiani e internazionali. È un progetto che va contro la politica dell’“eventismo”, ma produce in vece un’offerta culturale continuativa e radicata , che alimenta la crescita dell’individuo e interviene anche nel sociale, soprattutto tra i giovani, proponendo permanentemente una valida alternativa culturale.

Il fatto che il Gran Teatro Geox sia stato scelto per effettuarvi più repliche dalle più importanti compagnie internazionali per spettacoli è la migliore controprova di un progetto che sta conquistando il pubblico e gli addetti ai lavori.

35


RIVENDITORE AUTORIZZATO

pavimenti in legno biocompatibili


Shopping fashion

regali di natale … con stile

Strenne di Natale, ciò che conta è il pensiero, dicono. Ma se il pensiero si distingue per stile ed originalità, sarà certamente più gradito! Hydrogen

E’ nata la prima collEzionE di occhiali da solE a marchio hydrogEn in Esclusiva pEr salmoiraghi & viganò. in pErfEtta tEndEnza vintagE, carattErizzata da formE a goccia E da lEnti sfumatE E spEcchiatE, la collEzionE è ispirata agli anni ’70 E ’80 Ed è adatta a lui E a lEi.

MInI Usb stIck

l’ElEgantE mini usb stick prEndE spunto dal dEsign inconfondibilE dElla chiavE dEll’accEnsionE dElla mini E prEsEnta un comodo cordino pEr EssErE portato al collo. con una capacità di 8 gb, è più chE sufficiEntE pEr consErvarE lE foto di natalE Ed altri dati ancora.

gUantI alpInestars gp plUs 2010

guanti di alta gamma, frutto dElla ricErca E sviluppo dEi laboratori alpinEstars in strEtta collaborazionE con i piloti impEgnati in tuttE lE catEgoriE motociclistichE.

Mercedes-benz

mErcEdEs-bEnz prEsEnta lE nuovE “sElEction” di ElEganti articoli alla moda Ed accEssori Esclusivi, tra cui un portachiavi lucidato a spEcchio con trE piccoli anElli E stElla 3d su Entrambi i lati

FreItag

sin dal 1993 frEitag producE borsE pEr donnE E uomini E accEssori utilizzando matEriali chE sono stati usati sulla strada: tEloni di camion chE hanno pErcorso chilomEtri E chilomEtri, cinturE d’auto usatE, vEcchiE camErE d’aria di biciclEttE Ed airbag riciclati

tonIno l aMborgHInI

pEr la autunno-invErno 2010/11 tonino l amborghini shoEs firma una nuova collEzionE di calzaturE da uomo modErna E grintosa. una collEzionE ricErcata nEllo stilE E nEi matEriali, vErsatilE nElla scElta dEi modElli, chE spaziano dall’ElEganza più classica allo sportivo di tEndEnza.

37


Shopping hi-tech Strenne di Natale, ciò che conta è il pensiero, dicono. Ma il pensiero può anche essere assicurare maggiore comodità e sicurezza alla persona amata!

TuneBase FM HandsFree di Belkin

AscoltA lA musicA dAl tuo iPod o iPhone trAsmessA dAllA tuA AutorAdio con il nuovo tuneBAse Fm di Belkin. ricevi le chiAmAte A mAni liBere dAl tuo iPhone toccAndo un PulsAnte, mentre lo cArichi dAllA tuA Fonte di AlimentAzione in Auto.

s850 PorTa navigaTore MoTo

unA comodA ed elegAnte miniBorsA che nAsce con il Preciso scoPo di AlloggiAre i Più diFFusi modelli di nAvigAtori Per Auto Per Poterli utilizzAre Anche su due ruote. l’s850 si FissA direttAmente e semPlicemente, trAmite cinghie A velcro, Al mAnuBrio dellA moto o dello scooter.

Mini rocks

il singolAre design dellA internet rAdio mini rocks sonoro ne FA un vero e ProPrio Pezzo dA collezione.

il tiPico involucro in legno è riFinito esternAmente dAllA nuovissimA vernice metAllizzAtA ecliPse grAy FirmAtA mini, comPletA delle trAdizionAli strisce che Percorrono i coFAni delle Auto mini

nüvi 265W euroPa BlueTooTH

il nAvigAtore gArmin nüvi 265W vAntA uno schermo AmPio, lA cArtogrAFiA di tuttA l’euroPA e l’euroPA dell’est ed è comPAtiBile con lA ricezione delle inFormAzioni sulle condizioni del trAFFico. il nüvi 265W visuAlizzA limiti di velocità , ProssimA svoltA con relAtivA distAnzA , rAllentAmenti sul Percorso con unA grAFicA chiArA e FluidA nel movimento, con ottimA leggiBilità Anche in condizioni di grAnde illuminAzione.

cascHi HJc, le noviTà 2010

Più di 1.500 cAschi vengono testAti e Poi distrutti PrimA di introdurre sul mercAto un nuovo Prodotto. Per questo hJc hA ottenuto il suPerAmento di oltre 20 dei Più esigenti stAndArd A livello mondiAle. trA le ultime novità tecnologiche il sistemA Air PumP, tecnologiA in FiBrA e cArBonio, e lA cAlottA Pim (Premium integrAted mAtrix), unA Forte legA di mAteriAli tecnici in grAdo di gArAntire eccezionAle leggerezzA e resistenzA.

38

regali di natale … hi-tech


ABBIGLIAMENTO E CALZATURE SPORTIVE

2000 metri quadrati di convenoienza

TUTTO -50%

a 100 metri dall’uscita uscita dell’autostrada rovigo nord Boara Pisani - Presso C.C. Prisma - Tel. 0425 485156


40

Moda

Dalla fiaba allâ&#x20AC;&#x2122;haute couture, da romantica cappuccetto rosso a donna sacrale, vestita da lâ&#x20AC;&#x2122;inconfondibile Red Valentino.


Abito Archivio Gaetano Navarra 路 Fiori Fl貌 路 Cappelli Annamaria Modista

41


42


Abito Archivio Gaetano Navarra 路 Guanti Red Valentino

Sciarpa bianca Atelier di C apua 路 Sciarpa rossa Chlo茅

43


44


Abito Vintage Palace 路 Polsino giorgia Foglia

45


Abito Valentino

46


47

PhotogrAPher JacoPo ManFren stylist Manuela Mezzetti PhotogrAPherâ&#x20AC;&#x2122;s stylist MAke

AssistAnt

AssistAnts

uP

luca rugi

g iorgia Foglia , Willie corrente

nicoletta conteduca

Model o rinta - Flash Model ManageMent Milano


dalle 9:00 alle 12:30 dalle 15:30 alle 19:30 w w w. l a v e s t i b e n e . i t


APERTURA STRAORDINARIA GIOVEDÌ

6

GENNAIO

V i auguriamo

Buone Feste

VI A SPETTIAMO IL

6 GENNAIO 2011

PER L’INIZIO DEI NOSTRI SALDI


50

ice fashion

Terra di ghiaccio e di asfalto, l’Islanda sembra surreale nel confronto tra paesaggio incontaminato e urbanizzazione di design.

foto > aldosodoma.com · stylyng > barbara villotta · hair and make up > laura valsecchi · art direction > zan-on.it · clot


n.it 路 clothing by > refrigue.com 路 thank to > chicco confalonieri / mauro affinito / enzo frasson

51


52


53


54


55


56


about aldo sodoma photographer Padova è la sua città ma lavora come fotografo pubblicitario e di moda tra Milano, Roma e New York. La passione per la luce, discende dalle sue origini mediterranee e il desiderio di celebrare il mistero dell’anima lo spingono a realizzare ritratti. Ha al suo attivo riconoscimenti e premi a livello internazionale. Tante sue mostre sono state esposte in Polonia, Francia, Inghilterra, Spagna, New York e naturalmente in Italia. Di se stesso dice: “scrivo i miei racconti attraverso la fotografia, rifletto sulla realtà con la fotografia e proclamo la mia esistenza con la fotografia. Quando non fotografo corro per 12 km”.

57


Nuovo centro in via D’Annunzio, 2 (angolo Via Roma) a Taglio di Po. Vi aspettiamo per presentarvi tutte le ultime novità via G. D’Annunzio, 2 (angolo via Roma) · 45019 Taglio di Po /Rovigo) · tel. e fax 0426 660699 www.otticamoderna.net · optionevista@aziende.postecert.it


RitRovaRe il buonumoRe camminando su metRi di neve fResca senza spRofondaRe… un Regalo peR l’anima e il coRpo

Sulla neve con le ciaspe rriva l’inverno e le ore di luce della giornata sono sempre meno, così anche il buonumore ne risente, soprattutto quello di chi è più o meno meteopatico. Per sconfiggere la noia che ci assale e provoca spossatezza e malumore non c’è di meglio che passare un’intera giornata sulla neve. Lo sci è un cult dell’inverno, immancabile per chi ama le vette innevate e la velocità della discesa ma non c’è solo quello, anzi. Da qualche anno è stata riscoperta un’attività che era andata perduta: ciaspolare. Gli amanti delle camminate, infatti, hanno conquistato le montagne anche nella stagione fredda e indossate le racchette da neve, anche dette ciaspole o ciaspe, si addentrano nei boschi gustandone la maestosità e il silenzio avvolti nella magia della coltre bianca. Non serve una grande attrezzatura: degli scarponi da escursione, meglio se impermeabili, e le ciaspe che potete anche affittare. Camminerete così sopra metri di neve seguendo il passo di una comitiva di amici o di una guida esperta, e vi affaticherete piacevolmente senza stancarvi troppo. L’ambiente unico

creato dalla neve che rifrange la luce del sole riporta subito lo spirito al buonumore e il silenzio offerto dalla natura imbiancata rianima la mente e il corpo che si ritrova a smaltire piacevolmente le tossine accumulate con le abbuffate delle feste. Ciaspolare significa anche riscoprirsi in una dimensione antica che era dell’uomo primitivo che per cacciare doveva spostarsi da una valle all’altra, ma anche riscoprire i rumori del bosco, il fragore leggero della neve calpestata, il piacere di non sprofondare nel manto che rende tutto immacolato. Oggi i maggiori comprensori alpini offrono ai turisti anche un calendario di ciaspolate con guida, veri e propri percorsi studiati apposta per le persone che vogliono provare a misurasi con la fatica e il piacere di camminare sulla neve fresca raggiungendo una vetta o un rifugio. Soprattutto nei parchi alpini ci si può avventurare nel bosco, seguendo le orme degli animali o il richiamo degli uccelli. Chi decide di cercare la solitudine, si troverà immerso nel silenzio delle orecchie ma anche degli occhi, un silenzio assoluto in cui lo spirito si

Benessere

Germana Urbani quieta perdendosi nell’immensità del creato. È sicuramente un’esperienza da provare, simile, se volete, alle sensazioni che si provano con lo sci di fondo, ma molto meno faticosa e soprattutto accessibile anche a chi non ha mai sciato. Camminare con le racchette da neve infondo non è altro che la prosecuzione dell’escursionismo estivo. Su percorsi facili e sicuri è un’attività alla portata di tutti, anche dei bambini di 8-10 anni. Allacciati gli attacchi, l’avventura può avere inizio per andare alla scoperta di un modo straordinario di vivere la montagna d’inverno. Se ci si limita a percorsi semplici le racchette da neve non richiedono una conoscenza tecnica particolare. Si dice che “Se sai camminare, sai andare con le ciaspe”. Non è necessario salire a grandi quote per godere di emozioni indimenticabili. Basta una coltre nevosa su una strada forestale a mezza montagna per vivere la straordinaria esperienza della natura ammantata di bianco che vi illuminerà l’animo e vi regalerà ore di intenso buonumore. Fatene una scorta da spendere durante la settimana lavorativa in attesa del prossimo weekend sulle ciaspe! m

59


concept:nfcomunicativo.com

Rivestiamo la superficie dei tuoi sogni! www.lineaceramica.it ZELARINO - MESTRE VIA CASTELLANA, 175/a TEL. 041.5464901_FAX 041.5464930 LEGNARO - PADOVA VIA VOLTA, 1 TEL. 049.8830418_FAX 049.8839084


Sisley

TRE SOGNI DI GIOVANE BELLEZZA

Sisleÿa · Sérum Global Fermeté

Con l’età, la pelle subisce una perdita di compattezza ed elasticità che altera la struttura del viso, il suo aspetto e i contorni… L’ovale e il mento si rilassano provocando un cedimento progressivo del viso. Il collo si appesantisce, in particolare sul viso tondo. Le guance si scavano sul viso minuto o squadrato. La pelle si assottiglia e perde elasticità… Per annullare gli effetti del tempo Sisley arricchisce la gamma Sisleÿa con un nuovo trattamento Rassodamento Globale Anti-Age che agisce su tutti i tipi di rilassamento cutaneo: Sérum Global Fermeté. Un efficace siero, capace di agire specificamente sul derma, la struttura della pelle del viso, per permettergli di ritrovare il volume della giovinezza grazie a una strategia Globale concepita attorno a 5 azioni prioritarie e ad attivi vegetali molto efficaci, capaci di trasformare i volumi del viso senza stravolgerli. Studi di ricerca avanzata condotti con il CNR hanno evidenziato il ruolo fondamentale dell’enzima LOXL che attiva la funzionalità dell’elastina del derma. Con il tempo l’elastina perde in qualità, si deteriora. Così, per la prima volta, Sisley ha messo in luce la peculiarità di un nuovo attivo capace di ristrutturare l’elastina e restituire elasticità alla pelle. La perdita di volume e densità, par-

Bellezza

61

sionale si adatta perfettamente ai rilievi cutanei. Aderisce totalmente alla pelle, e a lungo, creando un film elastico e flessibile per un effetto lifting, tensore e levigante. I risultati si vedono: una pelle al tempo stesso compatta, elastica e soda al tocco, un perfetto ovale del viso. SISLEŸA SÉRUM GLOBAL FERMETÉ, € 319.00

Supremÿa La Nuit

Il primo trattamento davvero rivoluzionario è Supremÿa La Nuit, Il trattamento supremo anti-età che “contrasta” l’invecchiamento geneticamente programmato della pelle per ringiovanirla visibilmente. Si tratta di un siero antiage notte che fa tesoro delle ultime scoperte in materia di cronobiologia, genetica e fisiologia cutanea. Quando la pelle è giovane, infatti, la riparazione naturale delle cellule madri dello strato germinativo compensa in modo ideale la loro degenerazione, al fine di riprodursi in modo identico in cellule figlie, nuove e integre. Col passare del tempo, il processo d’auto-riparazione naturale si indebolisce, i difetti e le deficienze si accumulano. Come una fotocopiatrice che piano piano perde la fedeltà dell’immagine, così la riproduzione delle cellule madri in cellule figlie inevitabilmente degenera. Le cellule sono danneggiate, l’invecchiamento diventa evidente: rughe, perdita di tono e di luminosità. La Notte… lavora… per il Giorno… Durante il giorno la pelle spende le sue energie a proteggersi dalle aggressioni esterne e, durante la notte, in assenza di stress, si attiva il suo naturale processo di riparazione. È dunque la notte che Supremÿa interviene per contrastare l’invecchiamento geneticamente programmato della pelle, garantendo: 1. Tempo: infatti, prolungando la durata della vita delle cellule, queste ultime hanno più tempo per auto-ripararsi prima di riprodursi 2. Strumenti: stimolando la rigenerazione naturale delle cellule, gli attivi utilizzati ne aumentano la resistenza per affrontare le aggressioni esterne del giorno dopo. SUPREMŸA LA NUITE, SISLEY, € 495.00

Eau Du Soir ticolarmemente visibile sulle guance, è dovuta a un’alterazione progressiva della struttura dermica. Per contrastare l’appiattimento della giunzione dermo-epidermica, rinforzare le qualità della texture del derma e ridensificarla visibilmente si usa l’Estratto di Papiro e Padina pavonica che hanno un effetto ricostruttivo sulle guance e agiscono per restituire al viso volumi armoniosi. L’altro obiettivo è combattere la forza di gravità che la pelle subisce quotidianamente ed è responsabile del rilassamento cutaneo. Per contrastare questo fenomeno, il derma presenta una resistenza meccanica, facendo intervenire dei recettori, in grado di assorbire realmente gli choc. Ma anche questi diminuiscono con l’età…Per stimolare la sintesi dei recettori e migliorare la resistenza meccanica del derma alla forza di gravità si usa l’estratto di Segale proveniente da agricoltura biologica, che aiuta a rialzare i tratti migliorando il contorno del viso. Per completare l’azione rassodante sul tessuto di sostegno dermico, Sisley ha integrato nella formula un nuovo attivo tensore 3D capace di formare una vera rete tecnologica, morbida e naturale, alla superficie della pelle. Si aggiunga l’estratto di semi di Avena proveniente da agricoltura biologica. La sua configurazione tridimen-

Editions LimitéesNatale 2010 Sisley crea quest’anno, per la prima volta, un duo di flaconi in un gioco di colori positivo/negativo “Black and White”. Nero e Bianco: purezza e complementarietà di due preziosi flaconi scintillanti e pailleté dal design monocromo. Ispirati all’ultima mostra di Anish Kapoor alla “Royal Academy of Arts” di Londra, sono spruzzati di pigmenti neri, rossi o bianchi. Creati nel dualismo del chiaro-scuro, i flaconi si attirano e si respingono per contrasto. La sobrietà misteriosa del nero risponde alla purezza enigmatica del bianco e dona al flacone un côté grafico e artistico. Sorprendenti, le nuove éditions limitées Eau du Soir 2010 festeggiano con luminosità ed eleganza il leggendario successo della celebre fragranza fiorita-chypré. Preziosi ed effimeri, questi due nuovi flaconi, che saranno venduti insieme o singolarmente, saranno disponibili solo durante le festività nelle profumerie concessionarie Sisley. Eau de Parfum “flacone da collezione” 100 ml. Formato unico. Serie limitata. 2 x 5000 esemplari nel mondo. EAU DU SOIR, Editions Limitées Natale 2010, SISLEY, € 198.00 cad.

>www.sisley-cosmetics.com<

61


62

Protagonisti: Filippo Pavan Bernacchi

si parla poco e si fa sempre ciò che può essere misurato e attuato

Ufficiale degli Alpini, imprenditore, scrittore (Mursia e Mondadori), e Presidente di due delle più importanti associazioni nazionali del settore auto: Filippo Pavan Bernacchi a 44 anni è all’apice della carriera. azienda di famiglia (la Concessionaria Pavan Spa - ndr) nacque nel 1949. Oggi arrivata alla terza generazione con Filippo, che si occupa del postvendita, dell’usato, e dei rapporti con le case automobilistiche, e i fratelli Fabrizio e Federico, rispettivamente a capo della parte amministrativo-finanziaria e della direzione commerciale. La Concessionaria Pavan è da sempre un importante polo per l’utenza Fiat della zona Piovese e dell’intera provincia di Padova. La Pavan Spa, negli anni, ha consolidato la sua presenza nel territorio con l’apertura di una prestigiosa sede di vendita ed assistenza anche in Chioggia; filiale oggi leader per Fiat nella fascia litoranea veneta. Un’azienda nata e cresciuta nella nostra provincia che ha fatto della professionalità una ragione di vita. E, come spesso la storia dell’imprenditoria veneta insegna, i fratelli Pavan Bernacchi stanno portando l’azienda di famiglia oltre la crisi del mercato dell’auto e verso quella ripresa che, prima o poi, arriverà. E sarà per la sua formazione militare nel corpo degli Alpini o sarà per il gene imprenditoriale con il quale è nato, fatto stà che Filippo Pavan Bernacchi si è costruito negli anni una forte leadership nazionale. Oltre all’azienda di famiglia, è da molti anni impegnato, ottenendo sempre grandi consensi, come Presidente

di Acif, l’associazione che riunisce tutti i concessionari Fiat d’Italia, e dal 2010 come Presidente di Federauto, l’associazione che rappresenta i concessionari di tutti i marchi automobilistici verso: Case Automobilistiche, Governo italiano e Commissione e Unione Europea.

Filippo pavan Bernacchi è nato a Vicenza nel 1966 e

risiede ad este (Pd). ex ufficiale degli alPini, Paracadutista e subacqueo, durante il Passaggio di grado da tenente a caPitano ha ParteciPato a missioni di Vario tiPo. tornato alla Vita ciVile, nel 2007 è stato eletto presidente nazionale dei concessionari Fiat con il 78% dei consensi e nel 2009 è stato riconfermato all’unanimità Per il secondo mandato. nel 2010 è stato eletto presidente di Federauto, che riunisce i concessionari di tutti i brand: auto, Veicoli commerciali e industriali (80% dei consensi). ha Poi al suo attiVo tre romanzi ambientati nelle forze armate: l a penna dell’aquila (1998), operazione erode (2003), e non uccidete Bin l aden (2008); quest’ultimo edito da Mursia è stato a giugno Pubblicato Per la collana segretissiMo di Mondadori. è coinVolto anche in due antologie, la Prima come coautore, in punta di viBram (2004), la seconda come curatore, dna alpino (2006). i ProVenti dei suoi libri sono stati deVoluti alla lotta contro il cancro, alla fondazione di don c arlo gnocchi (Per un Progetto multimediale Per disabili), e alla ristrutturazione di uno storico rifugio alPino (tramite l’associazione nazionale alPini).


Filippo, qual è la formula del suo successo? La concretezza, che da sempre è fondamentale nel mio lavoro e nella mia vita. Dunque si parla poco e si fa sempre ciò che può essere misurato e attuato. Naturalmente un pizzico di fortuna, anche se non determinante, aiuta. Come vive il suo ruolo istituzionale nelle associazioni che presiede in un momento come questo? Penso che proprio in questo particolare momento storico sia fondamentale per noi del settore essere uniti, e il fatto di rappresentare a livello giuridico, commerciale e finanziario migliaia di imprenditori che, ricordo, fatturano da soli il 6% del PIL italiano e danno occupazione a 178.000 addetti sia, per un verso una grande responsabilità, per l’altro un’opportunità. Come si sta muovendo Federauto? Stiamo presentando alla Commissione Europea un nuovo regolamento che tuteli maggiormente la figura dei concessionari nei confronti delle Case Costruttrici. Contiamo che tutto entri in vigore dal 2013. Stiamo anche lavorando con il Governo italiano cui abbiamo presentato una serie di iniziative volte a supportare le auto a basso impatto ambientale e a rivedere la fiscalità delle auto aziendali, al fine di svecchiare il parco auto circolante. I benefici anche in questo caso sarebbero molteplici. Oltre alla ripresa economica e produttiva ed alla salvaguardia dell’ambiente, salveremmo anche noi stessi: dalle malattie respiratorie (tumori e leucemie), e dagli incidenti stradali mitigando le morti e le invalidità permanenti (grazie ad ABS, ESP, Airbag). Basti pensare che negli ultimi 10 anni, da quando le dotazioni di sicurezza nelle nuove auto sono aumentate, gli incidenti mortali sono diminuiti del 50%. E per il Veneto come vi state muovendo? Indubbiamente le iniziative intraprese a livello europeo e nazionale stanno portando e porteranno i loro frutti anche nella nostra regione. Un altro aspetto, che va a sicuro vantaggio della nostra economia regionale, è la continua formazione che stiamo somministrando al nostro personale, sempre al passo con l’innovazione. Oltre alle campagne informative per i nostri clienti, affinché acquistino sempre di più in modo sicuro e garantito e dunque da noi concessionari. Sì perché nell’immaginario collettivo chiunque vende auto è un “concessionario”. Non è così. I concessionari sono gli unici rappresentanti diretti delle Case Automobilistiche su territori. Sono selezionati, monitorati dalle Case e offrono una serie di servizi integrati che nessuno può vantare, che vanno dalla vendita del nuovo, dell’usato, dei veicoli commerciali, revisioni, noleggio, finanziamenti, assicurazioni, assistenza, ricambi, traino, vetture sostitutive e molto altro ancora. E se il Cliente non è contento per qualche ragione è spesso la Casa automobilistica che agisce sul concessionario in suo favore. Gli altri operatori, i salonisti o indipendenti, pur avendo la loro ragione di essere, non offrono il grado di affidabilità dei concessionari ufficiali. Scoprire se un venditore fa parte della rete ufficiale è molto semplice, basta controllare il sito della casa automobilistica prescelta, sia nazionale sia straniera. A proposito di clienti… come vanno le vendite? Meglio! I dati di mercato non sono sempre confortanti, ma senza dubbio in questo momento è molto conveniente acquistare un’auto. A volte si trovano prezzi inferiori al 2009 quando c’era il m contributo statale.

63


35 45 75 15

Ti ascolteremo, capiremo chi sei e lo racconteremo al mercato con azioni di comunicazione e marketing mirate. CreativitĂ , Ufficio stampa, Eventi, Web sono le nostre quattro divisioni che lavoreranno in sinergia per far parlare il tuo marchio direttamente con il tuo target.

g r u p p o i c a t . c o m


Motori

LIVE numero

a parola “ “live” ” si riferisce solitamente a spettacoli, concerti, dirette tv e radio, quando succede qualcosa e viene raccontato in diretta, nel momento stesso in cui appa o la M ll’intern A accade. Questo è il senso della desinenza “live” del nostro giornale Look, che racconta i più grandi eventi a livello nazionale ed internazionale a chi li sta vivendo in quel preciso istante, a chi ha deciso di investire il proprio tempo libero in kermesse musicali, in festival cinematografici, in esposizioni eno-gastronomiche o, come oggi qui a Bologna, nel più grande salone dell’auto a livello nazionale. Tutti eventi di altissimo calibro e di richiamo per centinaia di migliaia di visitatori, habitué o neofiti. Ecco dunque che il magazine Look si trasforma di volta in volta in un live show, nel quale l’evento in corso è l’indiscussa guest star, il cast è composto da belle ragazze che, da un “palco” sempre visibile ed LOOK! cos’è Scop ri a pag. 7 info

bre 2010

05 dicem

azine al

... il mag

identificabile, raccontano attraverso le pagine del giornale e conoscersta nd che distribuiscono l’evento che vieni ala pa d. Look Live sta accadendo e che accadrà, ni utili io z a rm le info dove si svolge e come fare per raggiungerlo. Lo spettacolo di Look live va in scena tutti i giorni in cui si svolge l’evento e vi accoglie nel momento in cui arrivate e in cui dovete organizzare il vostro tempo al meglio, fornendovi gli strumenti per farlo. Il live show di Look è già andato in scena a Venezia, a luglio durante la quattro-giorni dell’Heineken Jammin Festival e a settembre durante la Mostra del Cinema di Venezia, e a Torino al Salone del Gusto. Look live è stato a Bologna, al Motorshow, il Salone Internazionale dell’Auto giunto a questa sua 35ª edizione, confermandosi tra le manifestazioni di vertice a livello mondiale. 22

55

>www.lookmagazine.it<

65


66

Attraverso le pagine di questo Look live dedicato al Motorshow migliaia di lettori hanno potuto vivere al meglio il Salone, sapendo dove andare guidati dalla mappa e dalle tante informazioni utili. E hanno potuto leggere delle auto presentate in anteprima qui al Motorshow dalle case. E nello stand di Look live i molti visitatori hanno potuto ritirare la loro copia gratuita dalle mani delle bellissime hostess. Look live assieme a Volvo ha regalato anche dei momenti speciali alle donne in visita al Motorshow. Uno staff di professionisti tra fotografi, grafici, acconciatori e truccatori hanno fatto sì che i volti più belli delle giornate del Motorshow venissero immortalati e “pubblicati” in copertine del giornale Look, stampate LIVE!

Il 90% del mercato ha scelto il MOTORSHOW di Bologna

In occasione della 35ª edizione del Motorshow di Bologna erano presenti brand automobilistici che rappresentano circa il 90% delle quote di mercato italiano nel periodo di riferimento gennaio-ottobre 2010. Il Motorshow di quest’anno dunque si è decisamente riscattato dalle conseguenze negative che la crisi del mercato auto aveva procurato al salone italiano più importante del settore. Moltissime le auto presentate a Bologna dalle case automobiliste in anteprima nazionale o europea, con una sempre maggiore attenzione alle auto elettriche e ibride. Ecco allora le più importanti novità presentate al Motorshow 2010. m


Fiat ritorna al Motorshow di Bologna con uno stand di forte impatto scenografico dove importanti anteprime mondiali e modelli già affermati si alternano. L’area espositiva si sviluppa lungo il concept “il mondo che vorrei” visto con gli occhi dei bambini. L’ospite d’onore dello stand è un gioiello della tecnologia sviluppata da Fiat Powertrain Technologies: il motore bicilindrico TwinAir da 85 CV. Riflettori puntati anche su altri due esemplari di Fiat 500: una Lounge e una 500C by Diesel, frutto del lavoro dei team creativi di Fiat e della griffe italiana famosa in tutto il mondo. Tra le protagoniste dell’area anche l’originale versione Matt Black contraddistinta da un’esclusiva tinta di carrozzeria nera con trattamento opaco impreziosita da alcuni elementi in cromo satinato. Il Motorshow di Bologna è anche l’occasione giusta per apprezzare da vicino la nuova versione Punto “MyLife” esposta in due esemplari: una 1.4 77 CV di colore bianco pastello e una 1.2 69 CV di colore rosso pastello entrambe equipaggiate con il propulsore benzina Euro 5 con sistema Start&Stop di serie.

Sono state quattro le anteprime italiane che Citroen ha portato alla 35ª edizione del Motorshow di Bologna. La casa francese ha mostrato per la prima volta al pubblico italiano la Citroen DS4, una due volumi cinque porte basata sulla C4, la Citroen DS3 in versione Racing, la Citroen DS3 che parteciperà al Campionato Mondiale WRC 2011 e Survolt, una concept car che si stacca dai canoni classici e propone una visione totalmente diversa, un coupé che coniuga il glamour e l’eccentricità della haute couture con il dinamismo della competizione automobilistica.

È stato il Motorshow di Bologna l’occasione per il lancio europeo di Bubble, la piccola e versatile compatta presentata lo scorso giugno 2010 a Monza. Dalle caratteristiche uniche nel suo segmento, in soli 3,27 m offre 4 comodi posti, 2 guida 2 passeggero, sedili posteriori sdoppiabili ed abbattibili che lasciano posto ad un ampio spazio di carico. Monta un motore Suzuki 1.100 cc potente e sportivo, 4 cilindri, 67 cv e pneumatici 195/50/ R15 che garantiscono un assetto stabile e sicuro, assieme alla trazione anteriore ai 4 freni a disco. Bubble, a doppia alimentazione di serie, è ecologica e quindi risparmiosa anche in termini di consumi, grazie all’impianto GPL all’avanguardia, dal brevetto esclusivo O.M.C.I. montato di serie su tutta la gamma. Bubble, che viene commercializzata a partire da dicembre 2010, sarà presto disponibile anche in versione elettrica. Due versioni della nuova Ford Focus insieme per la prima volta al Motorshow 2010: una sportiva 5 porte e una sofisticata station wagon sono le protagoniste Ford a Bologna. La nuova Focus coniuga la dinamicità del suo design con un’ampia gamma di nuove tecnologie intelligenti, un livello di sicurezza impareggiabile e una qualità di guida eccezionale. Tra le nuove tecnologie disponibili: il sistema di sicurezza a basse velocità, l’assistenza at-

le Anteprime Al motorshow

Audi, che primeggia nello snodo centrale dei padiglioni del Motorshow, sta lavorando intensamente al futuro della mobilità e Bologna è stata l’occasione per renderne partecipe il pubblico. Infatti, tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2011 lancerà sul mercato la Q5 hybrid, il primo modello di serie a offrire un motore a benzina combinato a uno elettrico. Da poco inoltre è stato presentato lo studio Audi A1 e-tron, che testimonia la competenza del Marchio in tema di mobilità elettrica anche nel segmento delle vetture compatte.

tiva per le manovre di parcheggio, il sistema di ausilio al mantenimento della corsia e il controllo della trazione in curva. La nuova Focus presenta interni dal carattere moderno che ricordano una cabina di pilotaggio, dove l’elegante console centrale avvolge il conducente e offre un accesso immediato ai comandi principali e ai pannelli di visualizzazione. Anche la nuova Fiesta RS World Rally Car, che gareggerà nel Campionato del mondo rally FIA 2011, è stata presentata al Motorshow di Bologna.

67


le Anteprime Al motorshow 68

“Fascino e responsabilità” è il messaggio Mercedes-Benz al Motorshow dove la Stella presenta la nuova generazione di Classe CLS, il Coupè a quattro porte Mercedes-Benz, e in anterpima italiana la E 200 NGT, l’unica berlina di lusso a gas metano e la più potente sul mercato con ben 120 kW/163 CV di potenza. Il Coupé a quattro porte Classe CLS ha entusiasmato, fin dal debutto, clienti ed appassionati di automobili sportive. Grazie al suo design unico ed inconfondibile, CLS combina al meglio la sportività ed il fascino di un coupé ad elevate prestazioni con la raffinata eleganza di una berlina di prestigio. Bologna è stato il palcoscenico anche per la nuova E 200 NGT (Natural Gas Technology). Grazie al propulsore quattro cilindri sovralimentato da 120 kW/163 CV di potenza, questa nuova versione bivalente di Classe E è l’unica berlina di lusso a gas metano sul mercato, in assoluto la più potente. Con il concept F 800 Style, Mercedes-Benz mostra al pubblico del Motorshow di Bologna il futuro dell’automobile di lusso: questa berlina a cinque posti del segmento superiore coniuga, infatti, tecnologie di propulsione altamente efficienti con esclusive funzioni di sicurezza e comfort.

La mission di Volvo Auto è da sempre quella di progettare auto per una vita migliore. Ecco allora che la casa di Göteborg ha presentato alla 35ª edizione del Motorshow di Bologna le nuove S60 e V60, ma anche le nuove S60 e V60 R-DESIGN. La nuova Volvo V60 è una sports wagon nata da una passione che non accetta compromessi. Cura, determinazione, attenzione: questi i parametri, assieme al riuscitissimo telaio della S60, da cui i tecnici di Volvo Cars sono partiti per sviluppare la nuova V60. Il risultato? Una wagon sportiva e dinamica, che interpreta

con le sue prestazioni il linguaggio stilistico. La nuova Volvo S60 è nata per appassionare ed emozionare. Dopo più di 80 anni, la nuova Volvo S60 apre una nuova era nella storia della Casa automobilistica svedese. La forma della nuova S60 è quella di una coupé, più sportiva e decisa di qualunque altra Volvo del passato. Virtualmente, tutte le linee sono state tracciate per definire un look in grado di dare un forte senso di movimento. Ha un aspetto sportivo che promette un grande piacere di guida ancor prima di sedersi al volante. Anche le nuove Volvo S60 e V60 R-Design, ancora più sportive, efficaci ed eccitanti da guidare, sono state presentate a Bologna durante il Motorshow. Rispetto alle caratteristiche proprie del telaio sportivo delle nuove S60 e V60, le varianti R-Design presentano uno sterzo ulteriormente migliorato, una maggiore agilità globale della vettura e una sensazione di consistenza ed efficacia dinamica ancora aumentata. Le nuove Volvo S60 e V60 R-Design sono caratterizzate da una serie di dettagli di design specificatamente sviluppati, sia per quanto riguarda l’esterno dell’auto, sia all’interno dell’abitacolo.

Rimanendo in tema di elettrico, quasi un debutto per la Peugeot iOn, elettrica al 100%, pensata per la città e commercializzata contestualmente al Motorshow.

Sono state tre le anteprime nazionali per Renault alla 35ª edizione del Motorshow di Bologna: la Concept Car DeZir, Twizy e Twingo Miss Sixty. DeZir è spinta da un propulsore elettrico ed è il punto di partenza di una serie di concept-car che illustreranno la nuova visione del Design Renault e definisce, parallelamente, le basi del design dei futuri modelli della Marca. Twizy invece rappresenta una soluzione di mobilità urbana particolarmente innovativa, grazie all’originale design dalla spiccata personalità e alle dimensioni ultra compatte (lunghezza 2,32m, larghezza 1,19m). Twingo Miss Sixty è la prima Twingo dedicata al 100% all’universo femminile, una city car in limited edition che celebra l’unione tra lifestyle e glamour. I tratti tipici di femminilità, sensualità ed ironia che contraddistinguono il fashion brand Miss Sixty dettano il mood della nuova proposta Renault. Per festeggiare i suoi 200 anni di attività, Peugeot si è regalata la Concept Car Peugeot EX1: un prototipo 100% elettrico. Presentato a Bologna per la prima volta ad un salone automobilistico, questo roadster biposto si fa notare per lo stile anticonvenzionale, la struttura monoscocca in carbonio/nido d’ape a “goccia d’acqua” e le proporzioni (90 cm di altezza per 1,77 m di larghezza) che contribuiscono all’efficienza dell’insieme, all’abbassamento del baricentro e all’aerodinamica. Accanto a EX1, ha fatto il suo debutto nazionale la nuova Peugeot 508, in versione berlina e SW. Sempre in anteprima rispetto alla commercializzazione, troviamo la prima auto ibrida Diesel, la Peugeot 3008 HYbrid4. Accanto alla vettura, un dimostratore illustra il funzionamento del sistema che affianca il motore diesel anteriore a quello elettrico posteriore.


IST_LOOK MAGAZINE TRACCIATI.indd 1

18-11-2010 14:00:40


70

Week-end e dintorni

Isa Grassano e Lucrezia Argentiero

In Italia

Dall’artigianato tipico, alle specialità gastronomiche. Dalle statuine alle sfere colorate. Dallo scintillio delle decorazioni ai doni. Le strenne più belle si trovano nei mercatini di Natale, appuntamento immancabile nei giorni dell’Avvento. E in queste settimane, fino all’Epifania, non mancano i tradizionali presepi. Ecco una mappa dei mercatini e delle sacre rappresentazioni disseminati per la penisola, ma anche all’estero, per respirare appieno l’atmosfera magica delle feste! Presepi intagliati nel legno e angioletti forgiati dalla pietra, addobbi soffiati nel vetro, gnomi e fatine dei boschi in resina dipinta a mano, burattini ricavati dai rami di pino, sono i protagonisti del mercatino natalizio di Trento (fino al 23 dicembre, >www.apt.trento.it<), uno dei più frequentati dell’area alpina.

A Castelrotto sull’Alpe di Siusi (Bz), il mercatino (dal 10 al 12 e il 18 e il 19, >www.alpedisiusi.info<) serve a svelare i misteri delle usanze natalizie degli abitanti. Contadini e artigiani aprono le loro botteghe, presentano i loro prodotti sulla piazza, accostando cesti ed erbe aromatiche, sullo sfondo di romantici vicoletti illuminati solo dalla luce di mille candele. Paul Tirler, lavora a maglia nel suo stand e sferruzzando senza sosta crea le Jangger sarentine, le inconfondibili giacche di lana, calze, berretti, guanti. La loro caratteristica? Il filato è esclusivamente di morbida lana di pecora. Il Natale a Malcesine, incontra, invece, il magico mondo degli elfi (>www.ilvillaggiodeglielfi.it<). Fino al 6 gennaio 2011, il castello Scaligero della cittadina gardesana, ospita spettacoli con clown, giocolieri, maghi, scultori di palloncini, burattinai e “trucca bimbi”.


West End shopping district a Londra

Mercatino Piazza Fiera a Trento

Mercatino di Natale a Trento Trento

Tra le mura del castello ovviamente anche Babbo Natale con un laboratorio speciale. Nell’antico borgo-cameo di Rango - incastonato nell’altopiano del Bleggio, alle spalle del Garda e ai piedi delle Dolomiti di Brenta - fino a fine dicembre, si alza il sipario sul Natale di ieri (>www.visitacomano.it<). Qui a regnare sovrana è ancora la tradizione, che aggiunge la magia pura delle feste e un pizzico di nostalgia all’incanto di questo piccolo borgo silente, le cui pietre antiche si sono guadagnate l’ingresso nella schiera de I Borghi più Belli d’Italia. Nei fine settimana del 12 e 19 dicembre, artisti e maestri del gusto propongono esclusivamente eccellenze locali. A Sutrio, l’antico borgo carnico ai piedi dello Zoncolan famoso per la lavorazione del legno, dal 19 dicembre

all’Epifania, si possono ammirare decine di straordinari presepi allestiti nei cortili, accanto ai fogolar (i tipici caminetti carnici) e sotto i loggiati delle sue case più antiche e belle (info: >www.carnia.it<). L’amore per i presepi è una lunga tradizione, anche a Longiano (>www.comune.longiano.fc.it<). Fin dai primi anni del dopoguerra, infatti, viene allestito nella cittadina romagnola, presso il convento del S.S. Crocifisso, uno dei più visitati presepi meccanici d’Italia. Partendo da questo si snoda un percorso di ben sedici punti-presepe (i sabati e le domeniche fino al 9 gennaio 2011 e tutti i giorni dal 24 dicembre al 6 gennaio): il tunnel del Rifugio Bellico, il Museo d’Arte Sacra, il Museo del Territorio, il Museo della Ghisa, ospitano in tutto circa quaranta diverse rappresentazioni della Natività.

71


Nell’incantevole scenario del porto Canale leonardesco, a Cesanatico (0547 673287; >www.aptservizi.it<), va in scena il Presepe della Marineria. Sulle barche sono sistemati i personaggi della natività. Le sculture a grandezza naturale, con abiti e drappeggi in tela trattata con la cera che un tempo serviva per ammorbidire il sartiame, riproducono le figure tipiche della vita marinara - il pescatore, la pescivendola, la donna della piadina, i delfini - mentre rendono omaggio a Gesù Bambino. La spiaggia di Torre Pedrera, in provincia di Rimini (0543 940828; >www.aptservizi. it<), invece, ospita una grande Natività di sabbia che prende forma in una scenografia con gruppi scultorei a grandezza naturale. Il tema di quest’anno è la “Fede”. Le figure e le architetture gotiche accentuano il verticalismo che dalla terra si innalza al cielo. A Matera, infine, oltre mille figuranti, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, daranno vita, il 29 di-

cembre, al più grande presepe vivente tra gli antichi rioni pietrosi, i Sassi che fanno parte dell’Olimpo dell’Unesco (>www.aptbasilicata.it<).

All’estero

La magia delle luminarie natalizie ad Oxford Street nel West End, la pista di pattinaggio intorno alla maestosa Torre di Londra, i tradizionali mercatini di Natale a Covent Garden per originali idee regalo sono solo alcune delle attività natalizie che prevede il fittissimo programma della capitale britannica (>www.visitlondon. com/it<). Se si cercano regali gourmet o decorazioni particolari le mete ideale sono il Cologne Christmas Market con artigianato e delizie tipicamente tedesche, il Real Food Christmas Market del Southbank con leccornie per palati di ogni genere, ed il Greenwich Christmas Market per opere d’arte. Per chi è alla ricerca dello spirito autentico del Natale si consiglia una

Musica tradizionale, Alpe di Siusi

Mercatino elfi a Malcesine

Decorazione natalizia, Alpe di Siusi

72


Somerset House, Londra

73


74 visita al Christmas Past presso il Geffrye Museum che apre il cuore alle vecchie tradizioni: le stanze del museo ricreano le antiche abitazioni della Gran Bretagna per mostrare i fasti natalizi di ben 400 anni di tradizioni. Giochi di società, baci sotto il vischio, balli, e decorazioni per l’albero: il Christmas Past (in mostra fino al 2 Gennaio 2011) permette di ripercorre la tradizione del Natale nella case londinesi dal 1600 ad oggi. Atmosfere natalizie sul lungolago di Costanza, dove più di 130 artigiani e commercianti propongono oggetti, decorazioni, piccoli doni e naturalmente dolciumi e leccornie. I mercatini animano il centro storico e il porto, e - per i più freddolosi - c’è anche una nave di Natale, ormeggiata sulle banchine del lago e allestita con bancarelle e stand (>www.konstanz-tourismus.de<). Al Ravensburger Spieleland - parco tematico per bambini e ragazzi - l’avvento si festeggia per la gioia dei più piccoli con un presepe vivente - comprese pecore e piccoli animali da accarezzare - 200 abeti e tanti giochi interattivi per momenti magici per tutta la famiglia (>www.spieleland.de<). Mercatini di artigianato e una mostra di sculture di ghiaccio nella Plaza del Castillo, a Pamplona, nel regno di Navarra (>www.visitnavarra.es<). I più piccoli possono cimentarsi con i laboratori per imparare a costruire giocattoli di legno, lavorare con i fiori secchi, realizzare piccoli gioielli, tingere i tessuti e produrre profumi e creme ecologiche. La curiosità è rappresentata da Olentzero, un pupazzo che rappresenta un carbonaio - con la faccia sporca di carbone, con indosso gli abiti tradizionali, un berretto e con un sacco pieno di doni - che, il giorno di Natale, viene portato in giro dagli abitanti nelle strade. Nella idilliaca cittadina di Ribe (Jutland meridionale, in Danimarca, >www.visitribe.dk<) il tema natalizio si sviluppa intorno ad un racconto della metà del 1800, Il Natale di Peter, che narra il periodo di dicembre visto attraverso gli occhi di un bambino dell’epoca. Ispirati a quel periodo gli addobbi dell’abete di Natale alto quattro metri, i decori della vecchia drogheria e le sale del museo d’arte. Ben quattro mercatini per il capoluogo del Tirolo: dal centro storico di Innsbruck, dove fino al 23 dicembre si possono gustare kiachl, krapfen e vin brulé passeggiando tra i bellissimi stand addobbati, alla piazza del mercato Marktplatz, fino al mercatino di Natale panoramico sulla rocca Hungerburg (fino al 19 dicembre) con una splendida vista su Innsbruck e dintorni. A Vienna, invece, il mercatino più bello è quello che si tiene davanti allo scenario barocco del Castello di Schönbrunn (fino al 26 dicembre, >www.austria.info<). Più suggestivo che mai il mercatino di Ulm, in Germania (fino al 22 dicembre), ai piedi della cattedrale gotica con il campanile in pietra più alto del

Columbia Road, Londra Lungolago di Costanza

Plaza del C astillo, Navarra


Gozo-Betlehem

Gozo, presepe vivente

mondo (>www.vacanzeingermania.com<). A Dresda sono inoltre degni di nota il suggestivo Mercato di Natale Medievale nella corte del Castello di Dresda (Stallhof) ed il Mercato Culinario nella corte del palazzo Kurländer Palais (>www. sassoniaturismo.it<). A Praga (>www.czechtourism.com<) il mercatino più celebre è quello allestito nella Piazza della Città vecchia tra palazzi gotici, rinascimentali e barocchi in un’atmosfera da fiaba. Tra le casette di legno non solo oggetti natalizi ma preziosi cristalli di boemia. A Stoccolma (>www.stockholmtown.com<) i mercatini di Natale sono numerosi sia in città sia nei dintorni. Ad iniziare da quello allestito sulla piazza Stortorget nella Città Vecchia, passando per quello nell’interessante museo all’aperto Skansen, con i venditori vestiti in costumi dell’epoca, fino all’esposizione nella stalla reale Hovstallet, dove gli artigiani vendono i loro prodotti come vestiti di pelle di pecora, candele fatte a mano, formaggi, pesce affumicato, dolci. Le grandi città e piccoli paesi del Canton Ticino (>www.ticino.ch<) brulicano di bancarelle, musica, luci, profumi di biscotti e di vino caldo, abeti addobbati, vetrine scintillanti. Le piazze si vestono a festa, illuminate da migliaia di piccole luci e stelle. Un’atmosfera calda e ovattata si diffonde, insieme alle musiche natalizie e ai profumi di golosissime specialità della tradizione locale. Il Natale in Portogallo (>www.portugalglobal. pt<) è anche tradizione e folclore, soprattutto a Lisbona. Particolare la tradizionale messa di mezzanotte, che viene chiamata così perché, come racconta la leggenda, l’unica volta che un gallo cantò a mezzanotte, fu proprio in occasione della nascita del Bambino Gesù. Fino ad alcuni anni fa, in alcuni paesini portoghesi, era usanza portare un gallo in chiesa perché cantasse durante la messa. Se questo accadeva, significava che il raccolto dell’anno a venire sarebbe stato proficuo. A Gozo, infine, va in scena uno dei più bei presepi viventi d’Europa, Bethlehem f’Gh ` ajnsielem (>www.visitmalta.it<). Gh ` ajnsielem è un villaggio gozitano che dedica 20.000 metri quadrati alla ricostruzione fedele della Betlemme di 2.000 anni fa. Si può così ammirare un vivace villaggio di legno, abitato da personaggi dediti ai vari lavori manuali, pastori nelle grotte, animali al pascolo in vari recinti, cavalli che azionano le macine; e ovviamente Giuseppe e Maria, rifugiati in una grotta in attesa del lieto evento. E per “respirare” la vita di quel tempo, si può alloggiare in un hotel di due piani ambientato all’epoca, il Bethlehem Inn. Al primo piano sono disponibili 4 stanze allestite come in Cesarea ai tempi di Gesù, cioè prive di acqua corrente, bagno comune, televisione ed m elettricità e, neanche a dirlo, internet!

75


Villa Momi’s

rist orant e·piz zeria

Villa Momi’s è il luogo ideale per matrimoni, cresime ed ogni altro tipo di ricorrenza. Per gli sposi e i loro invitati è riservata un’ospitalità particolare, con aree e intrattenimenti privati.

BE AU T IFUL DAY Villa Momi’s permette anche cene e pranzi di lavoro, con la massima tranquillità e distensione per i propri colloqui d’affari. Alla sera i locali sono destinati anche a chi desidera un po’ di intimità, con un’armonia

che

solo il lume di candela riesce a creare

Due sale separate in due piani. Giardino estivo. Oltre 300 posti a sedere. Locale rustico in chiave moderna unico nel suo genere, immerso nel verde.

Cavarzere (VE) Loc.Santa Maria 3B Tel. 0426 53538 chiuso il lunedì siamo presenti su

www.villamomis.it


Viaggi: AUSTRIA

Wachau, l’eccellenza

La vaLLe percorsa daL danubio è racchiusa fra pendii coLtivati a vite fin dai tempi dei romani. i suoi grandi vini bianchi godono di notorietà mondiaLe. cantine, Locande ma anche storiche abbazie barocche: una regione dove storia e arte hanno Lasciato tracce straordinarie l Danubio è un po’ vanesio e anche un po’ capriccioso. Ogni mattina nel suo lento scorrere verso Vienna si diverte a celare con uno spesso velo di foschia il tratto più incantevole del suo tragitto: l’attraversamento della Wachau. Lì le sue acque si incuneano in un’ampia gola dalle pareti ora ripide ora più aperte su cui le laboriose genti del posto fin dai tempi dei Romani coltivano la vite adattandola tra i sassi di arditi e spettacolari terrazzamenti. Terra di grandi vini la Wachau, terra di impareggiabili Grüner Weltli-

ner e Riesling, ma anche scrigno di tesori come le abbazie di Melk e di Göttweig, autentici bastioni a guardia della valle fluviale dove è passata una parte importante della storia dell’Austria e della sua casa regnante (Melk, di origine benedettina, è teatro di espressione del barocco come simbolo della Controriforma scelto dai cattolicissimi Asburgo). Lo scherzo quotidiano del Danubio dura poco: già a metà mattinata, in genere, le brume si alzano come le grandi tende di un sipario e così, all’improvviso, il ma-

Renato Malaman gico paesaggio della Wachau, da qualche anno patrimonio mondiale dell’Unesco, si svela in tutta la sua magniloquente bellezza per essere baciato dal sole. Con i suoi vigneti centenari, le sue imponenti abbazie, i suoi ponti ad

77


78


A sinistra alcune vedute di Dürnstein e del Danubio. In basso veduta notturna dell’Abbazia di Melk. A destra, pittoreschi scorci della cittadina di Krems e le rovine del castello di Dürnstein.

arcate del primo Novecento e i suoi pittoreschi borghi. Imperdibile, fra questi ultimi, quello di Dürnstein dominato a valle dalla guglia azzurra della chiesa abbaziale dell’Assunta, che sorge al centro dell’ex abbazia agostiniana (secolarizzata nel 1788), e a monte da uno dei luoghi simbolo della Wachau: Burg Dürnstein, ovvero le romantiche rovine del castello a sbalzo su una rupe dove nel 1193-94 il duca Leopoldo d’Austria tenne prigioniero per qualche mese il re Inghilterra Riccardo Cuor di Leone al ritorno dalle Crociate. La Wachau si trova nella Bassa Austria, a circa 70 chilometri a ovest di Vienna. Prima di addentrarsi nelle città d’arte e nelle storiche cantine della valle è consigliabile salire a bordo di uno dei tanti battelli che solcano il Danubio da nord a sud per avere una visione d’insieme della Wachau, per coglierne la regale bellezza e la fitta trama di tesori artistici e naturali. Anche le compagnie di navigazione sono cresciute al pari del livello turistico della valle. I battelli della Brandner Schiffahrt, compagnia oggi guidata dalle due figlie del fondatore, uniscono alla qualità esclusiva del servizio un design moderno e di tendenza. Lo stesso che si coglie in numerose cantine, a partire da quella di Rudi Pichler a Wösendorf, una delle più affermate a livello internazionale grazie all’eccellenza qualitativa raggiunta dai suoi bianchi, per arrivare alla scelta fatta da Josef e Helga Rosenberger di Rohrendorf che hanno trasformato la loro cantina-design anche in un moderno agriturismo. Già che si parla di vino è bene ricordare che l’atmosfera più gioiosa ispirata ai piaceri di Bacco nella Wachau la si coglie negli Heuriger, le tipiche lo-

79


Vino e albicocche (che in Wachau chiamano Marillen), ma anche una gastronomia variegata e di qualità. Le Heuriger sono il luogo ideale per gustare le delizie della zona. A destra: panorama dalle rovine di Dürnstein, bici al traghetto, le storiche cantine di Nikolaihof e fuochi nella valle.

cande locali. Osterie semplici, affollate e rumorose dove gli straordinari vini locali sono in genere accompagnati a pietanze tipiche della zona. Accanto all’immancabile varietà di würstel, di cotolette e di carni, vanno ricordati pesci del Danubio, come il luccioperca. Ma anche le Marille, le albicocche locali, da cui si ricavano marmellate e distillati. Un Heuriger di alto livello è stato ricavato anche nella storica cantina Nikolaihof di Mautern, famosa per i suoi tigli ultracentenari, le sue botti storiche e il torchio più grande del mondo. Christine Saahs è un ottimo cicerone. La figlia Elisabeth ha ricavato un accogliente Gastehaus. Imperdibile anche la visita alla cantina Malat a Palt/Krems, pioniera della qualità. A Rohrendorf c’è la Kellergasse, la via delle cantine, un pittoresco susseguirsi di grotte per la lavorazione del vino su cui sono state costruite delle caratteristiche facciate. La via è teatro di numerose feste legate al vino. A Dürnstein sorge il Domane Wachau, una moderna cantina cooperativa, evoluzione di una storica cantina di origine medievale, con grande spaccio. La città d’arte più importante della Wachau è Krems, cittadina racchiusa da una cinta di mura dominata dalla Pulverturm, la torre delle polveri, e dalla Steiner Tor, la grande porta da cui inizia l’isola pedonale. nella parte alta della città c’è la pittoresca Hoher Markt, dove si affaccia anche la storica gasthaus Amon-Jell, uno dei locali gourmet più famosi della valle. Consigliabile anche l’Holzapfels Prandtauerhof a Weissenkirchen, le cui creazioni gastronomiche sono molto raffinate. Da segnalare anche il ristorante dell’Abbazia di Göttweig. m

80


LOISIUM, EMOZIONI FORTI Il visitatore si trasforma in acino d’uva e ne segue il percorso fino a diventare uva. Un’esperienza al Loisium di Langenlois, borgo a pochi chilometri da Krems, vale una visita in questa regione dell’Austria vocata al grande vino. Loisium è un museo multimediale creato dal genio dell’architetto californiano Stevan Holl, che suscita emozioni già al primo sguardo esterno, ospitato com’è in un cubo inclinato di cemento armato, le cui pareti sembrano cucite le une alle altre. Loisium è un centro di cultura del vino che, accanto alla spettacolare parte moderna , si avvale anche della parte storica (in parte sotterranea) dove il visitatore, attraverso un sistema di audio guide, viene condotto lungo un percorso di conoscenza dei 900 anni di storia della cantina Steininger, resuscitata anche dopo le distru zioni attuate dalle truppe di occupazione russe nel 1945. Un luogo mistico che sorprende di continuo il visitatore, attraverso suoni, luci e visioni fortemente evocative. Accanto al sistema museale sorge un moderno centro congressi con spa e ristorante.

81


R istoranti&C

o.

s e l e z i o n a t i

enoteche • drink & lounge bar • gastronomie pizzerie • sushi bar • pasticcerie • agriturismo

Ristor ante Canaletto il Vostro ristorante - Specialità di pesce • Raffinattezza e fantasia nell’interpretare la cucina tradizionale, accompagnata da vini selezionati • Sale e salette riservate • Ricorrenze e cene aziendali • Giardino con laghetto • Vasta scelta di crudi • Ampio parcheggio privato chiuso domenica sera e lunedì Dese (Ve) - via Litomarino, 1 - Tel. 041 5417477 - www.ristorantecanaletto.it

Il Burchiello Ristorante-Locanda - Famiglia Carraro dal 1942 Per le prossime festività: 24 dicembre - Cena della veglia - Menù con i piatti della vigilia in un’atmosfera natalizia con la pastorale e i doni sotto l’albero 25 dicembre - Pranzo di Natale - Con tradizionale menù di pesce o la possibilità di scelta sul menù alla carta 31 dicembre - Cenone di fine anno - Menù d’eccezione tutto a base di pescato con intrattenimento di livemusic Oriago di Mira (Ve) - Via Venezia, 40 - Tel. 041 472244 - www.burchiello.it

Ristor ante Santi il piatto di Natale: Cappone, Fagiano e Pernice I tre volatili, disossati e farciti con un succulento ripieno, inseriti uno nell’altro e cotti al forno. Un prelibato e ghiotto piatto-forte per il pranzo di Natale, una gioia per gli occhi ed il palato, che saremo lieti di offrire ai nostri amati ospiti. Mestre (Ve) - Piazzale Monsignor Olivotti, 8 - Tel. 041 957761

Tr attoria Da Vittoria Cucina Tradizionale Veneta

Lo staff vi augur a Buone Feste e un Felice Anno Nuovo Campalto (Ve) - Via Gobbi, 311 - per prenotazioni: 041 900550


a n e c s n i i t o n n e v n e a v igliori ! i ml nord est de


CORò TI INVITA A CASA TUA!

84

Nella vecchia dimora patrizia di Marano, sede di Corò Arredamenti, a novembre si è svolto il primo di una serie di eventi, organizzati con l’intento di intrattenere clienti e amici nello showroom arredato in tutto e per tutto come un’abitazione. Il 12 novembre infatti si è svolta la degustazione della Casa Vinicola Massimago di Valpolicella di Verona, alla presenza della titolare Camilla Rossi Shauvenet. Gli ospiti hanno potuto assaggiare i piatti preparati dalla Personal Chef Silvia di “Io Cucino e Tu Mangi”. Moltissimi gli ospiti illustri, tra cui la Dott.ssa Silvia Gori della CCIIA di Padova, e gli amici tra cui Paolo Rondina, Claudio Arzenton e luca candiani, oltre ovviamente alla famiglia Corò, riunita per l’occasione.

1 - Il fondatore, Umberto Corò 2 - L’Amministratore Maurizio Corò e la moglie Paola 3 - Il futuro dell’azienda, Silvia e Riccardo Corò, Responsabili Marketing e Commerciale

1


2

3


serata charity al ristorante il burchiello

86

Una serata all’insegna di eleganza, di prelibatezze e di no profit. Questo l’evento di beneficienza organizzato e sostenuto dal Ristorante Il Burchiello di Oriago di Mira lo scorso 20 novembre. Madrine d’eccezione Mara Venier, Elisabetta Ferracini e Katia Ricciarelli, accolte con grande favore dai molti ospiti del mondo dell’imprenditoria e delle massime istituzioni locali. Il ricavato è stato devoluto all’Istituto CASA NOSTRA delle Suore Maestre di Santa Dorotea di Dolo - Venezia.


Benessere “in casa”


KARTELL E IL SUO PRIMO FLAGSHIP STORE A PADOVA

88

Il 2 dicembre ha aperto a Padova il primo monomarca di Kartell, il celebre marchio italiano di design che ha reso i mobili in materiale plastico trasparente famosi in tutto il mondo. Il Kartell flag di Padova si trova nel centro della città, e mira a divenire un punto d’incontro per tutti gli amanti del design. L’evento di apertura del negozio monomarca Kartell a Padova è l’ultimo di un’importante serie di opening sul territorio italiano: Verona, Bergamo, Parma, Messina, Foggia, Bologna e Torino.


Benessere

Poliambulatorio Plinio

… la vostra “bellezza” è al centro della nostra attenzione … Come spostare indietro le lanCette dell’orologio biologiCo attraverso un sistema uniCo ed effiCaCe per riparare i danni alla pelle dovuti all’età ed al sole. pixel dopo pixel, punto dopo punto. ià dopo il primo trattamento laser Fraxel, sentirete la vostra pelle diversa, poiché gradatamente migliora diventando più morbida, elastica, luminosa e fresca. Le rughe si attenuano progressivamente, così pure le macchie scure della pelle dovute al sole o all’età. Immaginate un quadro danneggiato che viene restaurato minuziosamente, oppure una fotografia digitale rielaborata. Proprio così andremo a trattare le aree dove si desidera migliorare l’aspetto della vostra pelle colpendone una frazione alla volta e ristrutturandola con migliaia di punti luce. Prima di procedere con il trattamento del laser vi informeremo sulle aree consigliate da trattare, sui risultati che potrete ottenere, sulle indicazioni pre-post trattamento. Il laser Fraxel è particolarmente indicato ed efficace nel trattamento di zone molto delicate come il collo, il décolleté e le mani oltre che il viso. Studi clinici suggeriscono che un efficace regime di trattamento comprenda dalle 3 alle 5 sedute, distanziate l’una dall’altra circa 4 settimane. Comunque, i programmi di trattamento possono essere molto variabili e personalizzati, mantenendo l’efficacia, anche se distanziati di alcune settimane o mesi a seconda delle esigenze soggettive. Durante il trattamento la maggior parte dei pazienti avverte un leggero fastidio, alleviato dall’applicazione di un gel lenitivo ed un getto d’aria fredda sull’area interessata per aumentare il comfort. Il trattamento laser Fraxel® ha ot-

tenuto l’approvazione FDA da parte dell’Ente Governativo degli USA per i seguenti trattamenti: Skin resurfacing, Rughe periorbitali, Melasma, Coagulazione di tessuti molli, Lesioni pigmentate, Macchie solari-senili, discromie e cicatrici atrofiche.

MelasMa: prima del trattamento e dopo il trattamento

collo e decollete: prima del trattamento e dopo 3 trattamenti

ResuRfacing facciale coMpleto: prima del trattamento e dopo 4 trattamenti

cicatRici da acne: prima del trattamento e dopo 5 trattamenti

Macchie senili: prima del trattamento e dopo 3 trattamenti

Dr.ssa Patrizia Palomba Proverete una leggera sensazione di bruciore, simile ad una lieve scottatura solare per circ a un’ora dopo il trattamento. La pelle successivamente può risultare leggermente arrossata per qualche giorno. Il nuovo strato epidermico si sviluppa immediatamente entro 24 ore e questo processo di “ricostruzione” della pelle prevede: • Aspetto abbronzato: la vostra pelle appare abbronzata e questo colorito dura comunque dai 3 ai 4 giorni, a seconda dell’intensità del trattamento. • Esfoliazione: la vostra pelle va incontro ad un leggero processo di esfoliazione mano a mano che i tessuti rinnovati rimpiazzano quelli morti. L’esfoliazione è simile a quella conseguente ad una leggera scottatura solare, ma senza il relativo dolore. L’uso di un buon idratante attenua l’aspetto esfoliato della pelle. • Schermo protettivo: applicate una crema solare con schermo ad ampio raggio (SPF +30) 2 volte al giorno per alcuni mesi dopo il trattamento. Nei mesi successivi al trattamento, è il corpo stesso che provvede a riparare il derma più profondo colpito dal laser, producendo benefici cambiamenti e donando un aspetto sano e luminoso alla vostra pelle. m

Plinio Poliambulatorio Specialistico via Monte Verena, 2/4 · Cazzago di Pianiga (Venezia) · tel. 041 5101340 · fax 041 5128050 >www.poliambulatorioplinio.it< >info@poliambulatorioplinio.it<

89


Ă&#x2C6; ufficiale, il Gran Teatro Geox di Padova è stato ultimato!

90

A presentare il Gran Teatro, i cui ultimi dettagli sono stati ultimati proprio in questi giorni, sono Valeria Arzenton e Diego Zabeo di Zed assieme al Presidente di Geox, Mario Moretti Polegato. A tagliare il nastro anche la Presidente della Provincia di Padova Barbara Degani e lâ&#x20AC;&#x2122;Assessore del Comune di Padova Andrea Colasio. Il sorriso e la risata della bella Michelle Hunzicher hanno illuminato la serata inaugurale.


claudio verna ad anfiteatro arte

92

È dedicata a Claudio Verna la retrospettiva intitolata “Il colore dietro le quinte”, allestita negli ambienti suggestivi della Galleria Anfiteatro Arte, aperta al pubblico fino al 18 dicembre. La presenza dell’artista all’inaugurazione ha richiamato un numeroso pubblico di appassionati d’arte; nell’occasione è stato anche presentato ufficialmente il catalogo generale appena uscito, curato da Marco Meneguzzo e Volker Feierabend.


93

allo showroom con griffitz Serata a bassa gradazione alcolica allo Showroom con il nuovo drink arancione Griffitz, che hanno già degustato le star del cinema e il topdj Bob Sinclar. Sembra uno spritz, ma è tutta un’altra musica..

foto e testo di Paolo Braghetto


calendario 2001 bellezze venete

94

Nuovi set veronesi, veneziani, trevigiani e padovani per il calendario Bellezze Venete 2011: l’art director Paolo Braghetto ha ambientato gli scatti dei mesi in alcuni locali, tra i più suggestivi e conosciuti della regione come il Cavò di San Bonifacio, Ai Beerbanti di Mestre, lo Stars di Treviso, il Q, il Tinello, il Galloway, l’Uscita 16, Tutto Gusto, Chat Noir e Ottica LV di Padova, il Dakota di Stra, l’Antiqua di Montegrotto, HY Cafè di Abano Terme e Perlanera di Selvazzano Dentro. Le modelle, vestite con abiti di alta moda Chat Noir e rese ancora più belle da I Gioielli di Pirosi sono state preparate ad hoc da United Group Franco Curletto prima di passare davanti all’obiettivo di Gianfranco Brusegan. foto di paolo braghetto e gianfranco brusegan


Psicologia

Risposte dall’Io consigli e strumenti per affrontare al meglio le insidie del mondo del lavoro

Dott. Marco Garbin Psicologo del Lavoro

Bentornati. Oggi rispondo alla domanda di Dario da Casale sul Sile (Tv), interessato ad approfondire un argomento di sicuro non molto noto alle realtà lavorative del nostro territorio. Ringrazio lui e tutti quelli che continuano a scrivermi e a pormi le loro domande all’indirizzo email m.garbin@psicologodellavoro.it ed auguro a tutti voi buone feste! Saluti dott. Garbin. Ho da poco, leggendo una rivista di management, approcciato il concetto di Organizational Commitment, che ho trovato piuttosto interessante. Desidererei sfruttare le potenzialità dell’argomento in vista della riunione aziendale di fine anno. Avrebbe suggerimenti da sottopormi? Grazie. Buongiorno a te Dario. Prima di tutto, per non parlare arabo con gli altri lettori che non hanno avuto l’opportunità di approfondire il concetto, ne farò una brevissima introduzione: l’organizational commitment è un concetto piuttosto ricco e complesso che vuole esprimere il senso di appartenenza all’azienda per cui si lavora. La forza del legame fra lavoratore e azienda è stabilito da molteplici variabili quali: l’attaccamento emotivo alla stessa, sposandone gli obiettivi; la convenienza nel restare in azienda, valorizzando i benefici economici e sociali che ne derivano; l’obbligo morale, riconoscendo gli investimenti fatti dall’azienda per la crescita ed il benessere personale. Il lavoratore quindi inconsciamente sente tre fili ben diversi fra loro che lo tengono saldo alla sua azienda, fili fatti di fascino, amicizia con i colleghi, prestigio del brand e del proprio ruolo, riconoscenza, specializzazione, ma anche convenienza economica. Un lavoratore molto legato all’azienda è un lavoratore felice, che mette a disposizione tutta la sua energia fisica ed intellettuale per l’ottenimento degli obiettivi aziendali e ne gioisce al raggiungimento. Di conseguenza è un lavoratore che va coinvolto nel processo di presa di decisioni e nella valutazione dei risultati. Occasione ottima, come giustamente hai rilevato, la riunione (o festa) di fine anno, pratica che suggerisco fortemente a chi non ha l’abitudine di realizzarla. Sfrutta l’occasione per aumentare il senso di squadra, ringrazia per l’impegno profuso e stimola chi invece ha dato meno, dai modo di raccontare i successi personali e come sono stati ottenuti e, soprattutto, esplicita mission e valori dell’azienda, per dar modo di lottare per qualcosa in cui si crede. Buone feste. Dott. Marco Garbin Mira (Ve) · tel. +39 320 3092272 · fax +39 041 4266816 >m.garbin@psicologodellavoro.it< >www.marcogarbin.com<

m

95


Oroscopo

le stelle parlano Le steLLe briLLano più deL soLito per quasi tutti i segni regaLando un periodo Luminoso e ricco di energia positiva. godeteveLa. A riete F

dAl

21/03

Al

20/04

DesiDerate libertà D’azione e inDiDenza , coppie troppo strette non fanno per voi. DifenDete gli spazi vitali o nasceranno problemi. · s Alute l’insoDDi -

scino

sfazione e la tensione che non riuscite a scaricare creeranno qualche problema legato ai mali Di stagione.

toro

dAl

21/04

Al

20/05

FAscino i single saranno spinti a cercare

l’anima gemella e chi è in coppia cercaherà altrove soDDisfazione. attenti però, a volte ci si brucia. · s Alute per essere in forma Dovete allinearvi con la vostra sfera sentimentale. l’insonnia vi perseguita , curate l’alimentazione.

21/05

emelli dAl

FAscino sentimenti

Al

21/06

altalenanti vi ren Dono nervosi. consoliDate le relazioni D e non cercate troppo nel futuro uno sbocco. ci vuole pazienza. · s Alute energia vitale e reattiva in sottotono. non cercate Di Dare risposte per ora impossibili. evitate abbuffate e preferite le camminate sulle neve.

c Ancro

dAl

22/06

venere

Al

22/07

positiva vi permette Di consoliDare i rapporti e rafforzare legami importanti. sforzatevi Di esauDire i sen timenti Del patner. · sAlute riconciliatevi con voi stessi, siate sereni e tutto anDrà per meglio. è un perioDo positivo grazie alle stelle che vi assistono. Ascino

l eone

dAl

Ascino A

23/07

Al

23/08

vi si richieDe Di essere smaglianti

e eleganti perciò rimanDate le questioni eD importanti che avete in cuore. state Di più in famiglia. · s Alute ogni cosa ha i suoi tempi Da rispettare, non serve che siate veloci come gazzelle. Datevi una avrete Delle reazioni allergiche sgraDite.

erGine dAl

96

le

24/08

Al

22/09

stelle assistono gli innamo rati infiammanDone i cuori. il perioDo è ottimo per iniziare una relazione e fare progetti importanti. · s Alute positivi l inizio e la fine Del mese in cui ritroverete forza vitale. curate il vostro aspetto fisico, anche questo aiuta. Ascino

B il A AnciA

dAl

FAscino il

23/09

Al

22/10

vostro equilibrio è messo a ura prova Dal fatto che Dovrete pren ere qualche Decisione sentimentale. er i single sono in arrivo relazioni tem pestose. · s Alute fate una Dieta come segno Di impegno a volervi bene. liberate la rabbia con chi se lo merita , non va bene per lo spirito trattenere.

s corpione

dAl

FAscino amore,

23/10

Al

22/11

passione e seDuzione romantica sono le vostre armi. le stelle vi aiutano negli incontri romantici, siate affascinanti. · s Alute piano fisico e mentale sono in armonia e questo aiuta non poco. inDirizzate le vostre scelte verso una vita sana e all’aria aperta.

s AG AGit tArio

dAl

23/11

Al

21/12

FA Ascino i single avvranno Davvero molte oc-

casioni Di nuove conquiste. per chi è in coppia il mese trascorrerà in moDo tranquillo. · s Alute siete un pò sottotono. aprofittatene per riposare, non vi farà male Dopo lo stress accumulato negli ultimi mesi. attenti: pren prenDerete qualche chilo.

c Apricorno

FAscino siete

dAl

22/12

Al

20/01

carichi Di aspettative senti mentali e l’attrazione fisica verso chi vi sta vicino lo Dimostra. i nuovi rapporti vanno a gonfie vele. · s Alute l’energia accumulata vi Dà moDo Di appassionarvi a qualcosa che avete lasciato anDare nel tempo. Deboli schiena e ginocchia.

A cquArio

dAl

21/01

p esci

20/02

FA Ascino sentimenti

Al

19/02

contrastanti ma stimo lanti vi obbligano a capire cosa volete Davvero Dalla vita. per i single in arrivo qualche attrazione fatale. · s Alute siete in fase Di recupero psicofisico, non ceDete alle abbuffate. qualche problema alla pelle. ettete in equilibrio l’interno con l’esterno.

dAl

Al

20/03

FAscino le stelle sono totalmente favore-

voli e garantiscono un perioDo sfavillante per il cuore innamorato. chi è single sarà stimolato a creDere in qualcuno. · s Alute Datevi una regolata a tavola e non Dimenticate la bilancia. uscite e fate movimento vi aiuterà anche con l’autostima.


i tuoi regali più belli sono a Spinea

c e s t i , ca s s e t t e , v i n i e s pe c i a l i tà a l i m e n ta r i

v i a r o m a , 3 3 7 · s p i ne a (ve ne z i a) · te l . 0 4 1 9 9 2 0 6 0


iMac iMac èè diventato diventato ancora ancora più più potente. potente. Vieni Vieni aa conoscerlo. conoscerlo. in in ordine ordine alfabetico alfabetico

Dentro Dentroeefuori, fuori,èètutto tuttouno unospettacolo. spettacolo. IlIlmassimo massimodegli degliall-in-one all-in-oneora oraha hauna unanuova nuovaarchitettura architetturadel delprocessore processoreed edèèpiù più veloce veloceche chemai. mai.IlIlnuovo nuovoiMac iMacnon nonèèsolo soloincredibilmente incredibilmentesottile: sottile:titistupirà stupiràanche anchecon con loloschermo schermowidescreen widescreenretroilluminato retroilluminatoLED LEDad adaltissima altissimarisoluzione, risoluzione,con congli glievoluti evoluti chip chipgrafici graficidedicati dedicatiche chetrovi trovisu sututti tuttii imodelli modellieemolto moltoaltro. altro.Vieni Vienida dainput input eelasciati lasciaticonquistare conquistaredai dainuovi, nuovi,incredibili incredibiliiMac. iMac.

Nuovo NuovoiMac iMac21,5” 21,5”

Nuovo NuovoiMac iMac27” 27”

Vieni Vieni aascoprire scopriredell’offerta prezzi prezzieepossibilità possibilità dirateazione rateazione Approfittate valida finodiall’8 Gennaio 2011. Input Input input, input, www.abc.it/apr_mestre www.abc.it/apr_mestre 10 mesi a interessi zero sui prodotti Apple validi ai fini della promozione.

Piazzale Piazzaledonatori donatorididisangue sangue33 input, www.abc.it/apr_mestre - piazzale donatori di sangue 3 - 30171 Mestre-Venezia 041 0992200 Mestre Mestre- Venezia - Venezia 041 0410992200 0992200 TMTM e© e© 2010 2010 Apple Apple Inc. Inc. Tutti Tutti i diritti i diritti riservati. riservati.


Look Venezia n27-1012