Page 1

Newsletter n. 14 – 24 ottobre 2011 Situazione finanziaria dell'Istat Dopo la richiesta d'incontro urgente inviata dalla Flc Cgil lo scorso 17 ottobre per chiarimenti sulla situazione finanziaria dell'Istat, si è svolta una riunione con il Presidente Giovannini, lo scorso giovedì 20 ottobre. L'allarme tesoreria pare essere rientrato. Si conferma quanto avevamo comunicato nella precedente comunicazione. La gestione dei flussi di cassa dell'Istat rientra nel sistema di tesoreria unica che prevede dei trasferimenti (e conseguenti prelevamenti) bimestrali dalla tesoreria dello Stato. Il trasferimento relativo al bimestre settembre-ottobre ha accumulato un ritardo tale da costringere l'Istituto a ricorrere ad un anticipo bancario. Il tasso di interesse accordato "particolarmente contenuto" e il limitato numero di giorni da coprire (nel contempo il tesoro ha garantito lo sblocco delle risorse richieste dall'Istat) fanno sì che la spesa per interessi sia "davvero molto contenuta". L'allarme per i trasferimenti ordinari non è invece rientrato. Il DDL stabilità presentato al Consiglio dei Ministri del 14 ottobre prevede un taglio ai trasferimenti ordinari dell'Istat per un ammontare pari a 15, 12 e 10 milioni di euro rispettivamente per gli anni 2012, 2013 e 2014 (per gli anni 2012 e 2013 il trasferimento ordinario programmato per l'attività corrente è di 171 milioni circa). Se più in generale l'insicurezza sugli stanziamenti di bilancio rende sempre più complicata una programmazione delle attività volta oltre che a consolidare la produzione attuale a sviluppare nuove indagini, in particolare, l'entità del taglio previsto non risulta compatibile con la normale attività dell'Istituto. Anche mettendo in campo tutti i risparmi possibili (primi fra tutti la dismissione di alcune sedi in locazione per sfruttare l'intera capacità ricettiva delle sedi di Pacifico e Anagnina) non si è in grado di ottemperare a tale richiesta senza compromettere il funzionamento dell'Istituto. Il Presidente, tuttavia, rimane "moderatamente ottimista" circa il ritiro di tali provvedimenti, analogamente a quanto avvenuto lo scorso anno, in occasione della discussione parlamentare. La CGIL si impegna ad accendere i riflettori su questo tema sottolineando il danno che si arrecherebbe alla collettività attuando tale taglio ai trasferimenti. Nell'occasione abbiamo quindi ribadito la nostra indisponibilità a tornare al tavolo di trattativa in assenza di significativi atti concreti sulle principali questioni in sospeso (vd. in particolare il punto successivo).


Turnover, sottoinquadrati, art. 15 e 54, precariato Il 18 ottobre è uscita una circolare della Funzione Pubblica che, con la scusa di un DPCM (allegato alla circolare) "in corso di registrazione" alla Corte dei conti che ridefinisce i criteri per il calcolo del turnover, sembra costringere tutti gli enti di ricerca a ricominciare dalla richiesta di utilizzo per i turnover 2009 e 2010. Non è quindi chiaro ad oggi in cosa possa consistere la "via privilegiata" per l'Istat per risolvere "in tempi brevi" almeno la vicenda dei vincitori dell'art. 15. Durante la Giornata Italiana della Statistica un gruppo di lavoratori "sottoinquadrati" ha distribuito volantini per sensibilizzare i partecipanti sullo "sfruttamento" del lavoro all'Istat. L'iniziativa ha avuto l'appoggio della Flc Cgil, che ne ha garantito l'agibilità proclamando assemblea nelle due mattinate del 20 e 21.

Pioggia, assenze e permessi La giornata del 20 ottobre è stata caratterizzata da un eccezionale maltempo a Roma e in altre città d'Italia. Attendendo che arrivi un eventuale provvedimento ufficiale dall'alto, in subordine, in caso non venga concesso nessuno "stato di calamità", abbiamo chiesto all'amministrazione Istat di autorizzare il codice 529 sia per completare l'orario giornaliero, sia per l'intera giornata.

Le iniziative della Flc Cgil contro la crisi questa settimana Martedì 25 e mercoledì 26 presso l'auditorium dell'Ispra di via Curtatone 7 (vicino alla stazione Termini) si terrà l'incontro "Impatto della crisi economica su Università e Ricerca in Europa". Tra gli interventi c'è quello di Carlo De Gregorio dell'Istat: "I numeri della crisi". Il programma e la brochure Giovedì 27 e venerdì 28 presso Relais Masseria Montalbano, Strada Statale 16 - Km 871,8 - C.da Montalbano Vecchio (Ostuni - Brindisi), si svolgerà il Convegno nazionale "Migranti, Osservatorio Sud". Sabato 29 a piazza del Popolo alle 18 inizia la campagna della FLC "Ricostruiamo l'Italia", per dare forma e contenuto al ruolo che i lavoratori della conoscenza possono assumere nella ricostruzione di un tessuto istituzionale e culturale votato al bene pubblico, alla formazione e alla crescita etica delle nuove generazioni.Scuola, università, ricerca, arti e musica, sono queste le basi che fanno ricco un Paese ed è da queste che è


necessario partire: attirare l'attenzione su questi temi, anche con parole diverse da quelle della politica, usando un linguaggio universale, la musica. facebook | twitter | youtube Venerdì 28 "Nessun dorma" Dopo lo sciopero generale del 6 settembre, la manifestazione "Pubblico è futuro" dell'8 ottobre, la mobilitazione dei metalmeccanici il 21 e le molteplici iniziative della Flc, venerdì 28 ottobre scende in piazza lo SPI CGIL, con una manifestazione nazionale a Piazza del Popolo, ore 10. lo Spot su Youtube | i volantini tematici

La precarietà non paga La campagna dei "NON +" disposti a tutto. Leggi la piattaforma

Flc Cgil Istat Questa email è inviata a tutto il personale in seguito all'accordo sull'utilizzo della posta elettronica da parte delle organizzazioni sindacali firmato lo scorso 26 luglio. Chiunque non volesse più ricevere le comunicazioni dalla Flc Cgil Istat può scriverci all'indirizzo flc-cgil@istat.it e verrà rimosso dalla lista.

Newsletter n. 14 - 24 ottobre 2011  

Newsletter n. 14 – 24 ottobre 2011 Durante la Giornata Italiana della Statistica un gruppo di lavoratori "sottoinquadrati" ha distribuito vo...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you