Issuu on Google+

G

a d ui


Ciao! Io sono Loesje, una ragazza dei Paesi Bassi. Scrivo testi, li stampo e li distribuisco in giro. Lo faccio perché penso che i poster possano aiutare a cambiare il mondo. Sono nata ad Arnhem nel 1983, e già dal giorno della mia nascita ero abbastanza grande per viaggiare da sola. Mi sono procurata un buffo passaporto, un atlante, e sono partita. Ho sempre incontrato molte persone nei miei viaggi, e ho amici in tutti i continenti. Mi aiutano a creare poster e ad affiggerli, così è difficile tenere il conto di tutte le migliaia di poster che ogni anno vengono diffusi. Forse ti è già capitato di vedere uno dei poster che io ho fatto, oppure sei stato a uno dei nostri workshop di scrittura creativa. Io e i miei amici scriviamo nuovi testi regolarmente, perché nascano nuove idee ogni giorno. Alcuni li traduciamo in diverse lingue. Ma ogni cultura ha le sue caratteristiche e il suo proprio tipo di umorismo, per cui preferisco quando si scrive nella madrelingua delle persone che voglio raggiungere. Probabilmente ti sei già fatto un’idea di quelle che sono le nostre capacità. Presto scoprirai di più su di me e i miei amici.

1

Cominciamo...


Indice Di cosa si occupa Loesje... Come funziona in pratica Scrivere testi Editing La famiglia di Loesje Layout dei testi Diffusione dei p oster

Loesje nel mondo

2


a p u c c o i s a Di cos .... Loesje Loesje è allo stesso tempo un collettivo di scrittori, un’organizzazione non governativa, un gruppo attivista che crea poster, una rete di creativi, un’idea contagiosa - ci sono varie definizioni, chiamala come vuoi. Loesje ha dato il suo nome a questo gruppo in crescita di costruttori del mondo e sognatori, persone che la stanno aiutando a conquistare il mondo con la loro creatività e i loro poster. Testi neri su carta bianca, che invitano all’osservazione della realtà, attraverso un umorismo che induce a pensare, a riflettere e a reagire, poster intesi come scambio di opinioni nello spazio pubblico. Con Loesje le persone trovano l’opportunità di esprimere se stesse, e l’ispirazione ad agire e reagire nel mondo intorno a sé. Scrivere testi insieme è un modo di esprimere le proprie opinioni e scambiare idee con gli altri. loesje è la voce dei poster, troverai la sua firma sotto ogni testo. Lei crede nelle potenzialità delle persone, e supporta l’iniziativa personale, la creatività, l’indipendenza, la libertà, la tolleranza e la pace. Attraverso il mezzo creativo lotta per la libertà di parola e per i diritti umani. Loesje è aperta a chiunque creda nei valori umanitari, nella laicità, e sia politicamente indipendente

I gruppi di Loesje nel mondo scrivono e diffondono poster. Quelli locali scrivono e distribuiscono i testi che sono rilevanti per loro, per la loro città, per la loro regione, per il loro stato. Normalmente i testi sono scritti nella lingua del paese per cui sono pensati. Sono provocatori, satirici, a volte critici. Lo stesso problema è affrontato da diverse prospettive. Questo perché Loesje non impone la sua opinione, non tenta di dire alla gente cosa pensare e cosa fare; spera solo di indurre a usare la propria intelligenza per valutare e farsi un’opinione delle cose del mondo. Come persona, Loesje ha dei valori che ne determinano le opinioni rispetto a tutto quello che dice. Pur essendo aperta a differenti idee, rimane coerente con il nucleo centrale e imprescindibile del suo modo di essere e di pensare. Ogni gruppo deve tenere presenti tali valori, per valutare la coerenza o meno delle proprie proposte con la personalità di Loesje. I valori sono: solidarietà, anti-autoritarismo, libera sessualità, iniziativa, efficacia, laicità, indipendenza.

3


LaicitĂ 

AntiAutoritarismo

Efficacia

Indipendenza

SolidarietĂ 

libera sessualita`

Iniziativa 4


a n o i z n u f e m Co a c i t a r in p La fondazione Loesje International supporta chiunque voglia dar vita a un nuovo gruppo, sia che si tratti di un gruppo a livello locale, nazionale o online. Siamo a disposizione di chiunque voglia porre domande, abbia bisogno di indicazioni e suggerimenti. Formiamo persone che possano organizzare e gestire un workshop di scrittura creativa, occuparsi della selezione successiva dei testi per i poster e occuparsi del layout finale. Inoltre promuoviamo progetti e attività a cui gli interessati, membri o esterni che siano, possono partecipare.

Se c’è già un gruppo nella regione dove vivi, puoi avere da loro i poster e farti aiutare nella traduzione. Ma la cosa più divertente, ovviamente, è scrivere tu stesso il testo insieme a loro. Generalmente i gruppi producono una serie al mese o ogni due mesi. I testi che finiranno poi sui poster sono scelti mediante un processo chiamato ‘editing finale’, in cui sono discussi, valutati e combinati insieme per creare una serie bilanciata in termini di soggetti e idee. Per tutte queste fasi, selezione, organizzazione e impaginazione dei poster, avrai l’aiuto dell’ufficio internazionale o del gruppo nazionale, se ne esiste uno.

La serie di poster internazionali

Sito web ed attività online

Ogni mese viene selezionata una serie di poster internazionali a partire dalle proposte dei gruppi di tutto il mondo. Queste serie, composte mediamente da 4-8 poster in inglese, possono essere di base per l’ispirazione, ma si possono anche semplicemente tradurre nella propria madrelingua e diffondere. Ogni gruppo locale è invitato a mandare le sue proposte ogni mese, tradotte in inglese. L’ufficio internazionale, poi, opera una selezione e li pubblica online, cosicché i membri possano votare. Dalla lista che ne viene fuori, nasce la serie.

L’ufficio internazionale può fornire ai neogruppi un indirizzo email ufficiale e creare la pagina personale sul sito web www.loesje. org, dove è possibile mettere al corrente delle proprie attività, promuoverle e invitare gente a partecipare. Sul sito ufficiale i membri di tutto il mondo sono in contatto fra loro, pubblicano i loro poster, pubblicizzano le loro attività e i loro progetti. Sul sito è possibile partecipare alla votazione per la creazione della serie internazionale, venire a conoscenza dei progetti in corso e passati, acquistare i prodotti di Loesje nella

5


che partecipano al campo condividono e scambiano le proprie conoscenze e capacità attraverso i workshop. Si indica ciò che si vorrebbe imparare o discutere maggiormente, in modo che qualcun altro possa offrire un proprio workshop su tali argomenti. I partecipanti poi compilano il programma, che è composto dall’insieme dei laboratori di vario genere ideati, e da quelli di scrittura creativa di Loesje. Il campo è autofinanziato, e ciò significa che ogni partecipante provvede alle proprie spese di viaggio e contribuisce alle spese di vitto e alloggio. Non è propriamente un progetto. In questo modo non si impongono restrizioni alla partecipazione, come l’età, il paese di provenienza, e chiunque voglia può partecipare. Il campo è anche autogestito. Cioè ognuno dà il suo contributo a ciò che riguarda tutti, come la pulizia, la cucina, ecc. Così creiamo la nostra piccola comunità per circa una decina di giorni.

parte dedicata agli acquisti online. Un luogo quindi per mantenere i contatti con tutto il mondo di Loesje. Esiste anche una mailing list a cui è possibile iscriversi per essere messi al corrente delle novità e attività internazionali, e una pagina facebook che offre sempre l’opportunità di pubblicare i propri poster e le proprie attività, scambiare entusiasmi e opinioni. Progetti L’ufficio internazionale propone vari progetti per i membri: è possibile per esempio intraprendere un viaggio per affiggere e diffondere i poster di Loesje o per conoscere di persona i membri dei gruppi locali. I progetti arricchiscono di significati e di creatività la fondazione, apportano nuovi spunti di riflessione e nuovi temi su cui lavorare, costituiscono il mondo di Loesje mettendo in contatto persone di nazionalità e background socio-culturali differenti. Nella sezione www.loesje.org/projects del sito ufficiale è possibile trovare esempi di progetti in corso e passati. Ognuno è libero e incoraggiato a proporre ulteriori progetti, siamo felici di ascoltare nuove idee.

Tavole rotonde e assemblee Due volte l’anno l’ufficio internazionale organizza una tavola rotonda, pensata per chi lavora direttamente presso Loesje, e un’assemblea aperta a tutti i membri attivi che vogliano prenderne parte ideando piani, elaborando valutazioni sulle varie attività, scambiando esperienze e proposte. Nella tavola rotonda vengono prese decisioni che concernono gli aspetti finanziari e logistici. Nell’assemblea, i membri di gruppi locali e internazionali valutano vecchi progetti e passate esperienze, pianificano attività future, discutono sulle serie di poster. Tavola rotonda e assemblea hanno luogo nello stesso periodo, una volta a febbraio/marzo e una volta durante il campo estivo.

Campi estivi Ogni anno Loesje organizza un campo internazionale in un paese europeo a cui i membri o i semplici curiosi sono liberi di partecipare. Durante il campo estivo persone da tutta Europa - ma anche da più lontano - si incontrano per imparare ognuno dall’altro. Questo significa che le persone

6


Hai bisogno di aiuto? Contatta l’Ufficio Internazionale, loesje@ loesje.org, è a disposizione per aiutarvi! Esempi di attività di Loesje: * * * * *

Scrittura di testi, trascrizione degli stessi in poster e loro diffusione Pubblicazione mensile di una serie internazionale Organizzazione dei workshop di scrittura creativa Pubblicazione di un bollettino mensile Organizzazione di scambi giovanili internazionali

Cosa potete fare: * Diventare un membro e ricevere il bollettino mensile * Stampare poster, diffonderli e affiggerli in luoghi pubblici * Contattare Loesje per sapere se ci sono gruppi nella vostra zona che condividono la stessa esperienza * Partecipare a workshop di scrittura creativa * Partecipare a progetti di scambio giovanile * Scrivere articoli per il sito web * Iscriversi alla mailing list, al nostro gruppo facebook, visitare il sito web Vuoi dare inizio ad un gruppo Loesje nel tuo paese? Trova un gruppo di persone interessate Cominciate il lavoro di scrittura creativa Condividete i vostri risultati in spazi pubblici Create la vostra pagina sul sito di Loesje

7


i t s e t e r e v i r Sc Gli slogan di Loesje sono composti da un gruppo e non da un singolo individuo. Qui di seguito potrai leggere le tappe con cui vengono creati, un’idea generale del modo in cui scrivere nuovi testi insieme a degli amici. Sono solo indicazioni, ognuno è libero di improvvisare: un buon cuoco fa molto più che seguire la ricetta!

1. Preparazione a cui partecipa, raccontagli la storia di Loesje e introducilo ai nostri metodi di scrittura. I nostri poster sono creati a partire da idee e problematiche che sono proposte e condivise dai partecipanti al workshop. Dimostrano un atteggiamento che pensa in modo positivo alle cose del mondo, e hanno come scopo quello di trasformare la disapprovazione in iniziativa. Partendo da qui, è possibile scrivere su qualsiasi cosa - la regola successiva è che “non ci sono regole”.

Per il workshop serve un luogo comodo e confortevole, con un grande tavolo e sedie a sufficienza. Così possono sedersi tutti e avere abbondante spazio per scrivere. Servono fogli, penne, pennarelli colorati. Chiunque può essere invitato al workshop, perché chiunque può essere creativo: non è necessario essere uno scrittore.

2. Inizio Il moderatore si presenta, e così gli altri partecipanti. Puoi spiegare poi cosa sia Loesje, di cosa si occupa e quale sia l’obiettivo del workshop: proporre testi e poi selezionare quelli che diventeranno dei poster. E’ importante chiarire la struttura del workshop e rispondere a eventuali domande. Se qualcuno dei partecipanti non sa per niente cos’è Loesje, se è la prima volta che viene a contatto con questo mondo, o è il primo workshop

3. Giochi di riscaldamento Questa fase serve a creare un clima rilassato, per far entrare le persone in contatto e predisporle alla scrittura e alla creatività, dimostrare ai partecipanti quanto possano essere creativi. Il gioco può essere utile anche per creare un’atmosfera più aperta nel gruppo. Ovviamente non si deve pensare che il risultato dei giochi è troppo bizzarro o fuori dal comune.

8


Non appena il gruppo ha finito di scrivere, verranno lette le storie (o solo alcune). E’ libero di cominciare chi vuole, e se nessuno si propone, può farlo il moderatore.

Esempi di giochi: Una storia: L’obiettivo di questo gioco è creare una storia a partire da un insieme casuale di parole.

Variazioni: Possono essere utilizzati i nomi di due persone famose, a partire dai quali il gruppo (o il singolo) deve scrivere un dialogo, nel contesto del luogo indicato e sul tema prescelto; si può chiedere di scrivere a nome del personaggio famoso un poema d’amore sul tema scelto, usando le tre parole cerchiate e ambientandolo nel luogo definito. Oppure la persona famosa, l’utensile da cucina e il luogo possono essere sostituiti con una condizione atmosferica, il nome di qualcosa che si mangia, cose che si fanno durante le vacanze, uno stato d’animo, un numero, un oggetto di ufficio, ecc. Invece di una storia si può chiedere di comporre una poesia, un articolo di giornale, una lettera, un dialogo o una fiaba. Le variazioni sono infinite, basta lasciare libero sfogo all’immaginazione. Il gioco può essere adattato anche a temi e gruppi specifici.

Ognuno riceverà un foglio di carta bianco sul quale scrivere a sinistra il primo termine che gli passa per la mente. Dopo aver finito, passerà il foglio alla persona alla propria destra, che a sua volta scriverà sotto la precedente un’altra parola, un’associazione immediata alla parola che legge. Il foglio verrà passato alla persona successiva e così via. Le associazioni si fanno con l’ultima parola della colonna, ogni volta che il foglio viene passato, fino a che ogni foglio non ne abbia più o meno dieci. Fatto questo, ognuno cerchierà, delle parole sul foglio che ha di fronte, le tre che gli piacciono di più o che trova più interessanti, dopodiché passerà il foglio al suo vicino. Adesso chiediamo ad ognuno di scrivere il nome di una persona famosa e di passare ancora una volta il foglio, scrivere il nome di un utensile da cucina, passare di nuovo, il nome di un luogo, uno stile, e così via. A questo punto ognuno scriverà, a partire dal foglio che si trova fra le mani, una storia con i tre termini cerchiati in esso, la persona famosa che usa l’utensile da cucina nel luogo indicato, unendo fra loro tutti gli elementi selezionati.

Una poesia: Si può comporre una poesia insieme al gruppo: - Ogni partecipante riceve come nel gioco

9


precedente il suo foglio bianco e scrive il titolo della poesia; poi piega il foglio in modo tale che il titolo non sia visibile - Alla persona successiva spetta il primo verso, lo scrive senza conoscere il titolo della poesia e piega nuovamente il foglio, trascrivendo in basso, nella parte visibile, l’ultimo dei termini che ha utilizzato, di modo che la persona successiva possa creare una rima o collegarvi la frase successiva - Chi riceve ora il foglio, dopo aver creato il secondo verso riscriverà l’ultimo dei suoi termini di nuovo nella parte visibile, e in più, sotto, il termine precedente del suo vicino, da cui era partito. E così via anche gli altri, sempre riscrivendo tutte le parole finali dei versi nella parte visibile. - Questo procedimento va ripetuto finché la poesia non è abbastanza lunga (8 versi è un buon numero)

4. Scelta dei temi Dopo che si è creata una certa atmosfera di convivialità e confidenza con la propria creatività, è il momento di scegliere i temi su cui successivamente si scriverà. Ognuno dei partecipanti è libero di proporre quello di cui vorrebbe parlare, possono anche essere prese in considerazione le notizie del giorno. È necessario inoltre accorpare i temi che sono troppo simili e modificare i temi troppo personali che potrebbero annoiare gli altri partecipanti. Un consiglio: evitate di scegliere temi troppo ampi, per esempio “guerra”; è più facile e interessante creare associazioni con “guerra in Iraq”. Ogni tema verrà trascritto su un foglio di carta bianca. Sono necessari un numero di temi pari al numero dei partecipanti, ancora meglio se sono 2 o 3 in più rispetto al totale, nel caso uno dei presenti non si sentisse coinvolto da qualcuno di essi.

Alla fine è il momento di leggere le composizioni ad alta voce. Chiunque può cominciare. Ovviamente la poesia non sarà molto precisa, via libera quindi a letture personalizzate.

10


5. Scrittura Giocare con le parole è una delle attività preferite di Loesje. Lei usa svariate tecniche di scrittura, qui introdurremo solo le più comuni ed importanti.

Associazione: Pensa a tutte le parole ed idee che sono collegate al tema o permettono di creare una catena di associazioni. Quali emozioni o sensazioni provoca il tema in te? A cosa pensi leggendo queste parole? Cosa significano queste parole per te?

Contraddizione: Cerca le contraddizioni e gli opposti del soggetto sul quale stai scrivendo. Ciò può creare strane immagini.

11


Comparazione: Confronta la tua opinione sul tema o qualcosa che sia nuovo per te (e per gli altri) con qualcosa che conosci molto bene. Questo può aiutarti a chiarire il significato e le conseguenze del tema.

Esagerazione: Ingigantisci ed esagera il tema, fanne un’iperbole: un bacio diviene una relazione, una semplice pioggia un temporale

12


Domanda: Se un tema è dato per scontato, ponendo domande sopra di esso si può indurre alla riflessione, a una revisione delle proprie opinioni su di esso. Suggestione/ Stimolazione: Far vedere agli altri le cose in una maniera differente è sempre meglio che dire loro quello che dovrebbero fare. Far riflettere le persone su quello che stanno leggendo e sulle sue implicazioni. Motiva gli altri a diventare attivi. Mostra loro quando gratificante possa essere fare qualcosa di inusuale.

Voltarsi indietro: Ripetere lo stesso concetto in modo diverso, invertendo soggetto ed oggetto di una frase, modificandone il contesto, esaltando i punti deboli come punti di forza e viceversa.

13


Loesje. Scrivendo si può utilizzare il foglio liberamente e creativamente – si può anche disegnare, scrivere in cerchio, partire dal basso o scrivere in diagonale. Tutto ciò che è costruttivo e fonte d’ispirazione è concesso: sentiti libero di esprimerti ed incoraggia gli altri a fare lo stesso!

Queste tecniche di scrittura possono essere messe in pratica durante il workshop, a partire dai temi scelti o come gioco prima della fase finale di scrittura. Ad ogni partecipante sarà chiesto di scrivere una frase sul tema, a quello successivo di modificare questa frase in domanda, al terzo di modificare la domanda, al quarto di esagerare la frase quanto più possibile e così via sperimentando tutte le tecniche accennate.

É possibile reagire alle proposte degli altri, continuare i loro testi, crearne variazioni, porre domande, raccontare aneddoti e tutto quello che viene in mente. Sono da evitare invece semplici formule come “si”, “no”, “non ha senso”, “condivido”. Non è possibile inoltre cancellare cose che altri hanno scritto. Cancellare e commentare negativamente non è costruttivo.

Introdurre i metodi di scrittura può essere d’aiuto, specialmente per i nuovi partecipanti, ma anche per quelli con pregresse esperienze. Se si decide di presentare ed usare nuove tecniche può essere utile farlo dopo il gioco iniziale.

Ogni partecipante una volta che ha finito di scrivere passa il foglio con il tema alla persona alla propria destra. L’ordine va seguito in modo che ognuno riceva tutti i temi. Questa fase termina quando le persone cominciano ad esserne stanche (solitamente dopo il primo giro di fogli).

Una volta introdotte le tecniche di scrittura, è il momento di dare inizio alla fase di creazione dei poster. Va sottolineato che questo è un lavoro di gruppo e che l’obiettivo non è scrivere un poster Loesje, ma farsi influenzare dalle idee e proposte altrui. Ogni partecipante è libero di scrivere quello che vuole nel modo che vuole e quanto vuole, basta anche solo una parola o un’idea, che sia in linea con i valori di

Ovviamente possono essere usate anche altre tecniche. Devi solo cominciare, dopodiché nuove idee arriveranno.

14


Fatta la selezione, il momento finale è quello della scelta dell’impaginazione. Loesje International è a disposizione sia per la fase di editing che per il layout Per partecipare alla creazione della serie internazionale di poster bisogna inviare una lista di proposte all’indirizzo loesje@loesje. org . A partire da tutte le proposte pervenute verrà stilata una lista ristretta e pubblicata online, su www.loesje.org/voting, dove i membri attivi di Loesje di tutto il mondo potranno esprimere le loro preferenze. Con questa votazione l’ufficio internazionale crea la serie mensile, serie che viene pubblicata online, dove è possibile anche scaricarla. Per ultimo chiedi riscontri e feedback, fai una breve verifica. Chiedi ai partecipanti se si sono sentiti a loro agio, se il workshop è loro piaciuto, se le spiegazioni erano esaustive e i compiti chiari, se gli piacerebbe tornare e se gli piacerebbe ricevere i poster ed andare ad affiggerli. Soprattutto, ringraziali di essere venuti.

6. Scelta Durante questa fase ogni partecipante sceglierà un pennarello colorato. Ognuno dovrà rileggere tutti i fogli e cerchiare ogni testo che gli piacerebbe fosse un poster di Loesje. Ognuno è libero di scegliere il numero di proposte che desidera, inclusa la propria, cerchiarli tutti o nessuno. Se qualcuno desidera cambiare o aggiungere qualcosa può farlo sotto al testo. Alla fine, dal numero di preferenze è possibile riconoscere i testi più popolari.

7. Lettura ad alta voce Se resta tempo e se i partecipanti non sono stanchi, possono essere letti i testi con maggiori preferenze, o ognuno può leggere il testo dal foglio che ha di fronte.

8. Prima di andare fuori per una birra insieme ...

Prima di terminare il workshop è giusto spiegare ai partecipanti la fase successiva del processo di creazione dei poster. Spiega che dalle proposte col maggior numero di preferenze verrà creata una lista. Questa verrà discussa dal gruppo nazionale che si occupa che si occupa della fase di editing, e verranno scelte le proposte che faranno parte della serie.

A partire da ogni workshop Loesje crea intorno ai 4 – 8 slogan. La durata media di ogni laboratorio è di 3 ore. Ora non ti resta che cominciare.

15


g n i t i d E Dal momento che si hanno a disposizione abbastanza proposte, quelle con maggiori preferenze di uno o due workshop, è il momento di selezionare quelle che potrebbero diventare poster di Loesje. É difficile spiegare cosa fa di un testo un possibile detto di Loesje; durante questa fase le discussioni infatti abbondano. Ci sono ovviamente delle linee guida, a partire da quello che Loesje ha detto in passato e dal suo modo particolare di vedere la vita: essere critici in modo leggero e divertente, commentare in modo tale da invitare alla riflessione altra gente. I testi non dovrebbero essere né cinici né moralistici, e non dovrebbero invitare a pensare in un modo particolare.

Loesje non decide per nessuno cosa sia importante nella vita e nel mondo, ma crea testi su tutto e su tutti da molteplici punti di vista; rispecchiare la pluralità dei modi di pensare è infatti una delle idee più importanti nel processo di creazione di una serie. Per i neo-gruppi è consigliato chiedere un riscontro e consigli a gruppi con più esperienza, confrontarsi con la loro opinione. Il gruppo che si occupa dell’editing finale dovrebbe includere persone di cultura ed età differenti, tutti con esperienze pregresse in Loesje, ma anche nuovi membri, seppure meno esperti, possono partecipare e apportare una visione più fresca e meno stilizzata.

Un buon testo dovrebbe... * essere positivo e di sviluppo * solleticare la mente * far sorridere * criticare senza giudicare o fare i moralisti * far riflettere la gente / metterla alla prova * esporre un nuovo modo di vedere qualcosa che si dà per scontato * essere interpretabile in modi differenti (ma se una delle letture può essere negativa è meglio lasciar perdere)

16


e j s e o L i d a i igl m a f La A volte capita di avere dei bei testi che però non sono coerenti con la personalità di Loesje. In questi casi possono essere firmati col nome di uno dei suoi familiari. Nel suo diario (a partire dal 1987) Loesje descrive la sua famiglia - il fratellino più piccolo è quello più citato. É possibile quindi usare il nome di uno dei membri del suo nucleo familiare, ma non troppo: l’organizzazione è chiamata Loesje, non “famiglia di Loesje”. Per ogni serie è possibile firmare solo uno dei poster col nome di uno dei familiari, questa è la regola empirica.

il fratellino

una lettera di sollecito per ottenere un lavoro e il resto dei giorni lo passa a godersi la vita. Ha molte buone idee e ideali, semplicemente non ha energia ed entusiasmo a sufficienza per darsi da fare, tanto che Loesje per fargli fare qualcosa deve farlo sempre insieme a lui.

È un tipico adolescente, le sue posizioni sono spesso estreme, guarda al mondo in modo provocatorio. Sottilmente egoista, crede di essere un duro, ma spesso si dimostra debole, patetico e terribilmente noioso. Spesso le sue opinioni configgono con quelle della sorella maggiore, pensa cose che Loesje non direbbe mai. Ogni ragazza è affettuosa e protettiva verso il fratellino più piccolo e Loesje è spesso divertita dai suoi modi di fare, ma certe volte vorrebbe strozzarlo. Il suo fratellino può avere buone idee, è molto bravo nel giocare con le parole, a volte però è anche negativo e sarcastico fino a diventare irritante.

La zia Rita

il cugino carl Carl è disoccupato da 10 anni, etichettato come “ribelle” dal centro per l’impiego. Vive del sussidio di disoccupazione. Ogni settimana scrive alla regina dei Paesi Bassi

17

È lei ad aver inventato il termine “comfy”. Ama il tè con i biscotti, la cioccolata calda e i gratta-e-vinci. Si diverte molto durante le serate con il karaoke nei pub locali, e a volte la si può incontrare che balla a fine serata. Organizza serate di tombola nel circolo associativo e conosce tutti i suoi vicini così come tutti i pettegolezzi. Guarda al mondo in modo piuttosto ingenuo e superficiale. Cerca di farsi da sola un’idea sui problemi sociali ma a volte ne escono idee confuse. Ma nello stesso tempo può essere aperta alle novità, specialmente spirituali.


il nonno regala delle vacanze da sola lasciando che suo marito si prenda cura della casa. Ha trovato emozionante andare al Casinò.

Ha attraversato la storia. È ricco di esperienze e la pensa in maniera pragmatica: nessuno può ingannarlo. Si è fatto un’idea chiara della società e ammira molto sua nipote. È da sempre un uomo di sinistra e celebra con convinzione il primo maggio.

il padre Un autentico padre. Trova che le idee di Loesje siano belle e interessanti, ma non vuole accettarle fino in fondo. È preoccupato di quello che i vicini e i colleghi potrebbero pensare. In gioventù ha seguito strade sbagliate e ha preso anche parecchie cantonate, ma tenta di nasconderlo ai suoi figli perché teme di poter essere un cattivo esempio. È uno di quelli che spesso chiede “Potresti stare più tranquillo?”, o ,“È veramente necessario?”, uno di quelli che quando la moglie si ferma a fare shopping l’aspetta fuori dal negozio. E sicuramente paga più tasse di quelle che dovrebbe perché si annoia a compilare i moduli per le esenzioni.

la nonna Passa la metà del suo tempo all’estero facendo cose mai udite fare da nessun altro, conduce una vita notevole. A ottant’anni è una vecchia ribelle, lo è sempre stata, l’esserlo è la ragione principale della sua esistenza. Uomini affascinanti si sono innamorati di lei e ovunque vada riesce sempre a scoprire e conoscere le persone più bizzarre e interessanti. È molto critica rispetto a novità come i giochi elettronici, la modificazione genetica e quel pane integrale che sembra pane fatto con la farina bianca; ma cerca di continuare ad essere aperta mentalmente. È probabilmente la prima ed unica donna anziana ad aver violato gli archivi elettronici del servizio segreto.

lo zio henry Henry ama lavorare nel suo orto. È legato alle sue vecchie abitudini: ogni giorno porridge per colazione alle 7.30, tutti i giorni; alle 11.00 un biscotto con una tazza di tè; alle 20.00 una tazza di caffè di fronte al telegiornale e alle 22.00 a letto perché il giorno dopo il porridge verrà servito alle 7.30. Con la zia Rita, sua moglie, vivono una vita tranquilla. Lei è nella coppia quella che prova più cose nuove, anche se pure lo zio, senza che nessuno se lo aspetti, a volte si lascia coinvolgere da strani passatempi come la danza sciamanica. Leggermente cinico, è un tipico borghese, progressista e moderno.

la madre Le madri desiderano quasi sempre per i propri figli una vita felice, che trovino un buon lavoro e che abbiano le amicizie giuste. Molto spesso l’idea di una madre su quello che è giusto o sbagliato non coincide con l’idea che ne hanno I figli. Parla spesso a voce molto alta coprendo e innervosendo gli altri. Da quando Loesje e suo fratello sono cresciuti è molto più libera, ha cominciato da poco un corso di lingua italiana e spesso si

18


i t s e t i out de

Lay L’idea principale è che un poster Loesje sia il più semplice possibile. Nel marasma di pubblicità colorate un testo scritto in nero su carta bianca con un breve messaggio salta agli occhi più facilmente. Per scegliere invece il layout del testo può essere utile, prima di cominciare a farlo con i poster Loesje, sperimentarlo con altri. Si può scegliere un testo a caso, per esempio

quello di un giornale, lo si riscrive più volte a stampatello e si ritaglia ogni singola parola; manualmente ci si può esercitare a creare diversi layout. Create più versioni si dovrà cercare di individuare quella che più attrae lo sguardo. Chiedere l’opinione di altri può essere utile a creare un’opinione più ampia ed oggettiva.

Qui di sotto ci sono alcuni consigli che potrebbero tornare utili: * È meglio dividere testi lunghi in paragrafi. * Per ogni testo scegli la stessa interlinea fra tutte le unità * Il testo deve restare leggibile! * Se il testo ha un titolo (per es. dentisti//la migliore cura è il tuo sorriso), separa con più spazio il titolo dal resto del testo. * Se il testo è composto da una sola frase (per es. il mondo è più bello con te), non devi separare graficamente il testo, puoi semplicemente centrarlo. * Usa le informazioni di contatto ( www.loesje.org, loesje@loesje.org ; o l’indirizzo del gruppo locale) per enfatizzare il messaggio (per es. se hai il testo mostrami i confini / e ti insegnerò come attraversarli aggiungi le informazioni in una linea orizzontale e posizionala al centro fra le due linee del testo – lo segniamo con / ). * C’è inoltre un carattere tipografico specifico e una grandezza per i caratteri: contatta l’Ufficio Internazionale per tali informazioni. * Fai attenzione agli errori di ortografia. Fai sempre dare uno sguardo ai tuoi testi a qualcun altro. Ricorda, sii semplicemente creativo!

19


i r o i r Ulte gli..... i s n o c

20


er t s o p i e d e sion u f f i D Ricetta per la colla

Diffondere i poster è molto divertente, specialmente se attraverso essi nascono delle discussioni con i passanti, quando questi vogliono reagire, commentare un testo o chiedere chi e cosa sia Loesje. Bisogna essere almeno in 3 persone per farlo in modo tale che due trasportino il materiale e il terzo sia libero di affiggere il poster. Se il gruppo è più ampio è utile dividersi in piccoli gruppi ed assegnare ad ognuno una zona, per poi alla fine rincontrarsi per poter scambiare impressioni, esperienze e aneddoti. In queste situazioni può capitare di conoscere gente che voglia unirsi a Loesje e scoprirne di più. Bisogna affiggere i poster in maniera corretta, sporcando il meno possibile. È fondamentale affiggerli solo su superfici piane, facendo molta attenzione ai bordi e attaccandoli con cura. Se qualcuno del gruppo percorre la strada in cui si trovano può preoccuparsi di staccarli quando sono rovinati.

Per affiggere i poster serve un prodotto efficace su tutte le superfici, una colla consistente abbastanza liquida, facile da maneggiare ed usare. La maniera più tradizionale è usare colla per carta da parati, spesso però è piuttosto costosa. La soluzione più economica e rispettosa dell’ambiente è preparare da sé la colla di cui si ha bisogno. Servono farina di patate, zucchero, sale e acqua. Per prima cosa si mischia la farina di patate con acqua fredda. Si porta ad ebollizione questa miscela girandola continuamente, e a seconda della consistenza che si vuole ottenere si aggiunge altra acqua. La colla si addenserà man mano che bolle. L’ultimo passo è aggiungere lo zucchero. Un consiglio per chi vive in paesi freddi: aggiungere del sale, ne rallenterà il processo di congelamento.

21


Affiggere i poster Non bisogna affiggere troppi poster né troppo vicini né nella stessa strada, risulterà eccessivo e finirà con l’annoiare la gente. È meglio inoltre portare con sé dei poster in più, qualcuno potrebbe fermarsi e chiedere di prenderne uno.

Niente paura La libertà di parola ed espressione è uno dei diritti fondamentali di molti stati, questo significa che ognuno di noi dovrebbe essere nelle condizioni di condividere e manifestare le proprie opinioni, le proprie idee e i propri pensieri senza paura di essere ostacolato dalla polizia o da atti di violenza. Nello stesso tempo ogni stato ha le sue proprie leggi sull’affissione di poster in pubblico, e sotto questo aspetto bisogna informarsi prima e leggere le normative a riguardo.

pericoloso e illegale. Diffondere ed affiggere poster Loesje dovrebbe somigliare più ad un gruppo di amici che passeggia fra gente familiare e amica. Oltre ad affiggerli ci sono altri modi di diffondere i poster. A molti negozi e ristoranti piace avere dei poster affissi in vetrina, sui giornali d’annunci c’è sempre posto per un messaggio di Loesje, anche nelle università e nelle biblioteche, magari semplicemente possono essere distribuiti alla gente per strada. Buona fortuna e buon divertimento!

!

a n u t r a Fo

Buon

Loesje sconsiglia di affiggere i poster durante la notte, questo fa sembrare l’azione sospettosa (non soltanto agli occhi dei poliziotti e delle autorità competenti) e dà l’impressione che si tratti di qualcosa di

22


Loesje nel mondo Loesje Armenia

armenia@loesje.org

Loesje Australia australia@loesje.org

Loesje Austria Loesje Belgio

www.loesje.at www.loesje.org/belgie

Loesje BIELORUSSIA

bosnia@loesje.org

Loesje Camerun

loesjecameroun@yahoo.com

Loesje Egitto

Loesje Estonia www.loesje.ee Loesje Francia

belgie@loesje.or

BELARUS@loesje.org

Loesje Bosnia

Loesje Finlandia

loesje@loesje.at

www.loesje.fi www.loesje.org/france

egypt@loesje.org

loesje@loesje.ee loesje@loesje.fi france@loesje.org

Loesje Georgia

www.loesje.ge

Loesje Grecia

greece@loesje.org

Loesje Germania

www.loesje.de

Loesje Inghilterra www.loesje.co.uk

loesje@loesje.de

england@loesje.org

Loesje Irlanda

Ireland@loesje.org

Loesje Islanda

iceland@loesje.org

Loesje Israele

Loesje italia Loesje Lettonia

israel@loesje.org

lithuania@loesje.org www.lv.loesje.org latvia@loesje.org 23


o d n o en l m

e j s e Lo

Loesje Lituania Loesje Lituania

lithuania@loesje.org

Loesje Macedonia

Loesje Nepal

loesjemkd@gmail.com

himalayaloesje@gmail.com

Loesje Nigeria

Loesje Paesi Bassi

lithuania@loesje.org

www.loesje.nl

nigeria@loesje.org

Loesje Palestina

www.loesje.org/palestine

Loesje Polonia

www.loesje.pl

loesje@loesje.nl

palestine@loesje.org loesje@loesje.pl

Loesje Portogallo www.loesje.org/portugal

portugal@loesje.org

Loesje Russia

loesje@loesje.ru

www.loesje.ru

Loesje Scozia

24

scotland@loesje.org


Loesje nel mondo

Loesje Serbia

serbia@loesje.org

Loesje Slovenia

slovenia@loesje.org

Loesje Spagna

spain@loesje.org

Loesje Svezia

www.loesje.se

loesje@loesje.se

Loesje Ungheria

www.hvsf.hu

ungary@loesje.org

Loesje Ucraina

www.allianceua.org.ua

Loesje USA

25

ukraine@loesje.org

usa@loesje.org


N No egli seg n a u L Qu pia nni ire oesj es ce m qu e m to è rebb olte esto è u ov e p s na nu ime un G an ers ogn ra ov nt g U ch on o i w o g o, c IDA e a e l’h con azz ru om S a div a ne orks ppo. e c U L te f nno ide ch ll’o ho S re OE a s e rg p pie ar SJ r p egu idee vo a r Lo n di g e es iz sc a po E, arte ita e r reb je za ri in st sp i e fl b Int zio ttu oltr er ieg di d a ess e m er ne ra e se a Loe iut ion ig na . c g c a i li tio Pe cre ome uen ome sje? ta. at orar d r a tra e na l, ma tiva org o le par ve il ch g a rs e gio e c niz sue tecip o ha ri os za id a i r se inf a s re ee, e a de or uc il co a maz ced lav me ques Be io e oro cr to , ea rli ni no co re nt un at ta on d po o e ste p r. er

m

Ch iè Lo es je?


Guida su Loesje [italian]