Page 1

gennaio 2012 - numero II

Live Experience magazine

the magazine of

RBR-WORLd.com

al via i campionati di RBR-WORLd, montecarlo sarà la prima tappa di questa nuova stagione trofeo r

-

makinen si aggiudica la competizione davanti a gasperini e selva.

caccia al campione!

all’interno del numero due di live experience

I resoconti dettagliati del trofeo R, il primo trofeo di RBR-World.com. Gravel Trophy, un trofeo tutto di traverso, con una partenza scoppiettante: Kenya, terra di Safari. Enrico Sparacia ci presenta i team, viaggio all’interno delle scuderie per capire cosa si aspettano dalla stagione 2012 di RBR-World.


live experience 2012

editoriale Ci siamo. Dopo un 2011 senza gare ed un 2010 a “ mezzo servizio”, i piloti, reali e virtuali ritornano a sentire quel formicolio sui palmi delle mani, i celebre Martedì sera ritorna a diventare un sacro Martedì sera di gare dove nessuno ti può disturbare per paura di una minima distrazione, un minimo errore che può farti pagare secondi o addirittura l’incontro ravvicinato con una pianta; proprio quella pianta secolare, dura come la roccia, ma che ha le sembianze di un fuscello, un minuscolo arbusto che penserai di abbattere, facendo solo un graffietto alla tua lucida carrozzeria ed invece, ti fermi, passi da 100 a 0 in un secondo, la vettura si alza dalla parte opposta a quell’albero, tu ti arrabbi e te la prendi con il volante, guardi il soffitto della tua stanza, parlando in aramaico e mentre riabbassi lo sguardo sul monitor ti accorgi di una finestrella nella parte sinistra dello schermo che cita: “La tua auto è seriamente danneggiata. Premi Esc per ritirarti”. In quel momento, il fumo avvolge la tua visuale ed entri nel panico, muovendo il piede destro sull’acceleratore, premi Esc, ma non per ritirarti, ma per chiedere l’aiuto degli spettatori, che ti riportano in strada nella posizione corretta, il piede destro continua a muoversi, cerca in ogni modo di accendere la macchina, tu guardi la spia dell’avviamento, ma è l’altra che lampeggia, quella dell’olio. Il navigatore ti informa che la temperatura dell’acqua del radiatore è ben oltre quella che tu abitualmente usi per fare la pasta, tu non ci stai e lo mandi a cagare, ma in cuor tuo, sai che ormai è finita. Premi Esc, sconsolato, salvi il replay ed esci dall’utility, fiondandoti sul forum per descrivere l’accaduto, che farai scrivendo poche parole per di più incomprensibili alla maggior parte degli utenti che lo leggeranno. Il giorno dopo ritornerai sull’accaduto, descrivendo la tua gara, i tuoi rimpianti e le tue emozioni che il Martedì sera ti ha dato nel correre quella gara. Da parte mia, non devo far altro che augurarvi e augurarmi mille di questi giorni, perchè ormai fanno parte del nostro DNA. Ben ritrovati a tutti.

Federico Rigolone .

2

Live Experience


sommario pag.

2 - editoriale, di federico rigolone pag. 3 - sommario pag. 4 - “ultima ora”, di federico rigolone pag.

6 ...pag. ...pag. ...pag. ...pag. ...pag. ...pag. ...pag. pag.

- “trofeo gruppo r” 6 - valli ossolane di maurizio tiveron 12 - abeti di maurizio tiveron 18 - città di schio di federico rigolone 22 - valli imperiesi di federico rigolone 26 - nuraghi e vermentino di maurizio tiveron 32 - taormina di federico rigolone 36 - classifiche trofeo gruppo r

40 pag. 42 ...pag. 42 ...pag. 46 pag.

“signori e signore, il mondiale”, di federico “gravel trophy” - safari rally kenya di federico rigolone - classifiche gravel trophy

50 - “vi

rigolone

presento i team”, di enrico sparacia

nel prossimo numero di

Live Experience:

montecarlo e svezia, i primi racconti del mondiale di rbr-world, le prime gare

dell’intercontinental e international così come le gare europee in programma.

Live Experience

3


live experience 2012

ultima ora Valli Ossolane: scioperi, citroen sport e direzione gara. Sono passati diversi giorni dal Valli Ossolane, ma per diversi giorni dopo la gara, ha tenuto banco la non partecipazione di alcuni piloti, appartenenti ai team come Kobra e Korus, di Simone Zamolo e Valter Sparacia. Nel parco chiuso degli Abeti, abbiamo raggiunto il team manager Zamolo e gli abbiamo chiesto informazioni sull’accaduto: “ è stata una decisione del nostro team, per dare un segnale alla direzione gara, che ultimamente secondo noi, ha preso decisioni troppo frettolose, senza interpellare noi team manager e quindi senza farci capire e dare il tempo per appoggiare la cosa. Molti componenti del mio team, hanno subito un po’ di mancanze dalla direzione negli ultimi mesi, e siamo arrivati a un bivio, perfettamente a metà tra i nostri piloti e l’organizzazione .Senza scappatoie, abbiamo cercato di dare questo segnale alla direzione gara, per fermare tutto un attimo e fare una piccola pausa di riflessione”. Il “tiro” viene poi indirizzato verso Citroen Sport e le sue specifiche; continua Zamolo: “ ci è stato consegnato un pacchetto di specifiche che erano, secondo noi, molto lontane e che portavano a cambiamenti radicali e importanti nell’effettiva guida,controllo, e divertimento dei nostri piloti. Non vogliamo lasciare Citroen Sport, ma vogliamo da loro un prodotto che ci possa mettere in condizione di vincere”.

International Cup: Cibierre, Trs e Cavernicoli. La sfida sarà a tre Team, che hanno deciso di impegnarsi in un campionato minore del mondiale RBRW, ma pur sempre un campionato di altissimo livello, ad iniziare dai rally in programma: le due trasferte in Sud America, di inizio stagione potrebbero essere determinanti per la lotta al titolo, così come le inedite trasferte in Indonesia e Cina, dove la terra farà da padrone. Per Cibierre, al via del campionato con due Proton ufficiali, sarà l’osservata speciale, mentre TRS di Gabriele Solei, cercherà di stupire con Paradisi, ma attenzione a Paganin alla guida della vettura francese Peugeot 207 S2000. Per i Cavernicoli, di Bruno Banaudi , un sedile per Matteo Canobbio pilota sul quale il team conta particolarmente, grazie anche al supporto di Skoda Motorsport che curerà la parte tecnica delle vetture schierate nell’ICRWC. Si va in scena il 2 di febbraio, in Argentina, per poi seguire quindici giorni dopo in Brasile. Esattamente un mese dopo Madeira sarà il palcoscenico dove si esibiranno, per la terza volta, poi Indonesia, e la tappa italiana con l’Alpi Orientali. Ancora Asfalto in Spagna, poi in Grecia con l’Olympus ed il rush finale con Ucraina, Cina e Cipro.

4

Live Experience

James RT e Piacenza RT e Turbocar. Sfida S20. Per Carlo d’Orazio e Paolo Minniti l’impegno sarà nel mondiale, ma non con una WRC ma con una S2000 “targata” Peugeot. Siglato nei primi giorni del 2012 il contratto per tutta la stagione, con la casa del Leone. Turbocar invece, con Gabriele Eretta nella parte di team manager sarà l’”avversario” della scuderia bresciana nel mondiale con uan Ford Fiesta S20. Piacenza RT e Skoda saranno invece impegnati nel campionato intercontinental ha dichiarato Matteo Maini ai microfoni di Live Experience.


Citroen Sport, le Ds3 WRC11 a Korus e RallyOne!. Se Ford Motorsport ha deciso di sondare il terreno, cercando nella mischia i vari pretendenti ai sedili di una Fiesta WRC, l’esatto opposto ha fatto Citroen, cercando subito due team affidabili al quale affidare le vetture ufficiali per la stagione 2012. La scelta è “caduta” su Korus, di Valter Sparacia e Alberto Maghetti , che da diversi giorni sta testando in gran segreto le DS3 WRC11 con i suoi collaudatori la vettura transalpina., sulle strade Ceche di Mlynky, ora innevate. Indiscrezioni danno Denna come pilota che porterà al debutto la vettura in Francia, mentre sulla seconda guida, ancora nessuna certezza. L’altra scelta, è andata a RallyOne, di Andrea Valentini e Simone Ferrari. Il biellese Mariano Caron, potrebbe essere la prima guida al Monte per la scuderia friulana, aiutati in fase di test da una “vecchia” conoscenza: Marco Braga. Per ora le due scuderie non hanno fatto sapere ufficialmente quali saranno i piloti che prenderanno parte al mondiale RBRW ma oltre ai nomi citati sopra, per Korus, attenzione ad Alberto Maghetti e Germano Pessiva, mentre per RallyOne, l’altro Caron, Fabio, potrebbe salire su una WRC, al pari di Simone Ferrari e Roberto Brisa, entrambi con un esperienza considerevole con le vecchie WRC.

RBRW: Ford e M-Sport in cerca di team. La casa inglese che gestisce le Ford WRC11 sta facendo un “giro” di test per far provare la Fiesta in attesa del Monte previsto per il 24 gennaio 2012. Vicino a Morzine, approfittando della neve che ancora cadeva sulle strade al confine tra Francia e Italia, Tommi Makinen (nella foto a destra) insieme a Nadir Chiaramonte rappresentante del Maury Racing Team hanno effettuato un primo test con la vettura statunitense. In seguito Alessandro Ceron, altro responsabile Maury RT ha affermato di trattare anche con Prodrive per la Mini WRC11: “ la scelta della vettura sarà fondamentale e Prodrive, come M-Sport potrebbero essere dei partner ideali per noi “. Altri test sono stati fatti sulla Cote d’Arbroz anche da Turbocar, con Jean Rollandoz (nella foto in basso), assistito da M-Sport e dal proprio team manager Gabriele Eretta che ci ha confermato l’interessamento alla vetura dell’ovale Blu. Altri team, come Versilia Racing Game Team effettueranno dei test sempre in terra francese, mentre per il 17 gennaio è prevista la scelta dei team che porteranno le Ford Fiesta WRC11 ufficiali sulle strade del RBRW 2012. Come già affermato da vari team manager, la Fiesta sembra essere la vettura più ambita nel lotto. Live Experience

5


live experience 2012

R trophy - valli ossolane

DOPP

gasperini vince, superando guidotti sull’ultima p tra le r2, baldi

di maurizio tiveron

Il Rally delle Valli Ossolane ha inaugurato ufficialmente la stagione 2012 dei Campionati RBR-World. Valida come prima prova del neonato R Trophy la gara ha raccolto ben 138 adesioni, con molte new entry. Complice la coda delle festività natalizie, parecchie comunque le defezioni dell’ultimo minuto e alle 21 di Martedì 3 Gennaio sono 106 i concorrenti allo start della prima prova speciale, caratterizzata da un fondo molto viscido, preludio ad una prima gara molto combattuta e piena di insidie. Alcuni problemi al setup di molte vetture “nuove” (omologate dagli organizzatori solamente a Natale) portano all’errore più di un concorrente, dimezzando i partenti: solo 56 le vetture presenti al parco chiuso finale. Apertura con miglior tempo per la Clio R3 del finla finlandese Repo, che lamenta una eccessiva scivolosità sui 6 km di Kaihuavaara e regola a soli 78 centesimi lo svedese Lindberg su Honda Civic TypeR, mentre l’italiano Gasperini si piazza al terzo posto con la sua Clio. Distacchi molto contenuti nelle zone alte della classifica e problemi già evidenti per qualche annunciato protagonista. Problemi tecnici per Bortolotti che non riesce nemmeno a raggiungere il palco partenze mentre Micheletto paga già al primo C.O. un ritardo di 10’, ma parte comunque per testare la sua nuova DS3, vettura che crea più di un problema anche a Strazzi. Pochi problemi con la francesina invece per Roberto Brisa, miglior tempo di classe R3T nonostante qualche difficoltà con lo sterzo. Grossi problemi di sterzo invece per Emanuele Del Prete

6

Live Experience


PIETTA VERSILIA

prova, segue selva bravo a passare i due alfieri del maury, makinen e repo vince davanti a ferrari e vanamo. nel diesel è rosset davanti a d’orazio e minniti.

la cui Civic TypeR “tira” paurosamente a destra. Il “deb” Tiveron centra il box sul primo bivio e rimane con la sua 500 su tre ruote, perdendo una quarantina di secondi. Miglior interprete della piccola Abarth il figlio d’arte Pietro Manfrin, primo fra i protagonisti dell’Academy e 15° assoluto. Miglior tempo in R2 per la Citroën C2 di uno scatenato Igor Baldi, già in battaglia con la vettura gemella di Simone Ferrari a meno di un secondo di distacco. Fra le diesel detta legge Patrick Rosset, con ben 14” di vantaggio a fine P.S. Problemi intanto per Stefano Monti e Raimondo Ricci, mentre un testacoda fa perdere circa 9”a Mariano Caron. Fabio Marcomini centra un albero a 50m dal fine P.S. ma riesce a concludere con il cambio della sua C2 bloccato in 4ª. Fuori Gaminara, Galliano, Cencherle, La Paglia, Florenzano, Bordin, Canobbio, Sartor, Pesce, Vellini e Micheletto. Scende la notte: fari accesi sul secondo impegno, Bisanne II, dove si impone Andrea Guidotti, che rifila quasi 1” a Fabrizio Selva, entrambi su Clio. 3° tempo per la Civic di Dalle Molle, mentre Repo impatta contro un albero e capotta, concludendo la P.S. ma perdendo 39”. Ne aprofitta Gasperini (5° tempo) che si porta al comando, Makinen guadagna una posizione e si instaura al 2° posto assoluto mentre l’exploit di Guidotti proietta il pilota Renault sul gradino più basso del podio Live Experience

7


live experience 2012

E trophy - valli ossolane

provvisorio. Davide Stefanizzi straccia tutti in R3T, nonostante qualche problema in uscita dai torna soddisfatto della sua nuova Citroën, portandosi al comando provvisorio di classe con 15 centesimi che fra le Abarth dell’Academy, dove si porta al comando Daniel Giarratana con 6”81 di vantaggio mentre in R2 Baldi arriva lungo all’ultimo tornante perdendo una trentina di secondi. Ne approfitta vantaggio di 13”12 su Viaggi. Gli ultimi tornanti costano cari anche a Davide Selva, che mette su un Continua la galoppata vincente di Rosset fra le diesel, non pienamente soddisfatto del suo setup Monticelli non entra in P.S. per problemi tecnici, Fantinato sbatte e conclude con il cambio bloccat ma conclude mentre Marco Cassano paga 2’ all’ingresso della Service Area. Penalità anche per P Ruosi, Banaudi, Duni, Sommavilla, Orler, Infantino, Bettiga e Bracco. È notte fonda quando i conc gnativo giro di 3 P.S. che li porterà fino all’alba. Sul verglas traditore dei 7.7 km di una Mustaselk miglior tempo di Repo con ben 2”46 il connazionale Makinen, che si porta al comando provvisor sterzo birichino. Risale Del Prete, 4° tempo per lui che gli vale il 5° posto nell’assoluta. Gasperini m di 8” di distacco dal nuovo leader Makinen.

Grave errore di Stefanizzi che perde 3 posizioni mentre Baldi stacca uno stratosferico 8° assoluto comando di classe. Marcomini è in difficoltà con la guida in notturna. Damiano Laqualunque capott per Shivola, che paga 2’ di penalità in uscita dal P.A., e per Fantinato che non entra nemmeno in un Fabrizio Selva piuttosto “abbottonato” che dichiara di aver lasciato per strada almeno 4/5”. Mo cambio bloccato in 2ª. Uscite di strada per Viaggi e Tiveron, che conclude il suo primo impegno di t va a Makinen che incrementa il distacco su un Gasperini che scala in 3ª posizione a vantaggio di u nell’assoluta. Laqualunque lascia 29” secondi su un rail, Marcomini imita Holer Togni con la vettur ricorre all’aiuto del pubblico in seguito ad alcune uscite di strada. Ennesimo errore anche per Viag difficoltà con il setup della sua DS3, che parcheggia contro un albero. Albeggia sulla Sheperds Sh vanifica la sua rimonta con un mezzo testacoda, e Guidotti (+3”03). Falsa partenza per Makinen Crispino conclude la sua gara centrando un albero.

8

Live Experience


anti con la sua DS3, e rifila 5” di distacco ad un Caron molto su Brisa, sempre più in crisi con lo sterzo. Rivoluzione ano sul finlandese Siekkinen. Qualche problema per Manfrin, Ferrari che guadagna la prima posizione di classe con un n fianco la sua Clio R3 perdendo 40”, ma conclud la prova. p ma aumenta il suo vantaggio parziale a 24”26 su Minniti. to in 2ª. Tiveron registra un’uscita di strada e un capottone Presti, Pace, Vullo e Zaralli. Non vedono il P.A. Gentili, De correnti escono dal 1° P.A. per affrontare il secondo impeka II parzialmente ghiacciata la classifica parla finlandese: rio, e Brisa (+8”46) che continua a combattere contro uno mantiene un passo regolare ma scivola al 2° posto con più

Houston, we have a problem Martedì 3 gennaio, i piloti di Korus e Kobra team hanno deciso di disertare il Valli Ossolane, come anticipato in “ultima ora” dall’articolo che spiegava le ragioni di questo ammutinamento del rally nel Verbano. In una cronaca è bene sapere anche la parte di Citreon Sport, colpevole insieme alla direzione gara di non essersi comportata in maniera professionale con alcuni piloti. La casa transalpina, il 2 gennaio ha dichiarato in pubblico che alcuni dati ricavati dalle vetture in fase di test, non erano quelli attesi e che alcuni settaggi della vettura DS3 R3T potevano essere pericolosi per i piloti. Di conseguenza Citroen Sport , informando la direzione della gara, ha deciso di offrire opportune spiegazione e modifiche in modo da risolvere o arginare il problema, cosa accolta dalla direzione gara in modo favorevole. Di suo, i commissari hanno deciso di venire incontro ai piloti , proponendo a chi aveva una DS3 R3T il cambio di vettura in “extremis” per garantire tutta la sicurezza necessaria ai piloti in gara. Il resto è cronaca.

o e recupera posizioni in R2 dove Ferrari perde una decina di secondi per un lungo ma mantiene il ta rovinosamente all’atterraggio di un dosso e chiude la prova perdendo oltre 48”. Problemi tecnici prova. Guidotti affronta la speciale guardingo ma rimane nelle zone alte della classifica, non così olti i nomi illustri traditi dalla notte: Ricci sbatte contro qualche albero e percorre ¾ di prova con il trofeo distruggendo il radiatore contro un albero in un punto estremamente veloce. La Joux Verte II un Guidotti sempre più in palla. Repo non è soddisfatto del suo assetto ma guadagna due posizioni ra su due ruote in uscita da un tornante ma conclude. Minniti non digerisce le P.S. alla francese e ggi che piega rovinosamente la sua C2 e giunge al fine prova molto in ritardo. Ritiro per Strazzi in hield che divide i concorrenti dal 2° P.A. Gasperini davanti a tutti con poco più di 1” su Repo, che che si deconcentra e incappa in due uscite di strada ma conclude la sua prova. D’Orazio. Marco Live Experience

9


live experience 2012

R trophy - valli ossolane

Si va in P.A. con Makinen in 1ª posizione provvisoria, 2° Guidotti che grazie agli errori del finlandes con un distacco di 20” su Caron, seguito a 1”20 da Brisa. Fra le 500 dell’Academy Group è Alessio 2° giro ma alla luce del sole. Il 2° passaggio a Mustaselka II va a un combattivo Makinen che migli In difficoltà Repo, 4° ma con l’acqua a mille a causa di un botto contro un albero. Albero assassino vince ancora in R3T e aggiunge altri 5” al suo vantaggio su Caron. In rimonta Manfrin e Ricci in Ac e Minniti per la 3ª posizione di classe. Miglior tempo di Viaggi fra le R2, con Baldi a un soffio e sem 47°, scivolando in 3ª posizione nell’assoluta a più di 6” da Guidotti (nuovo leader) e Gasperini. Rep Abarth, mentre Gonnelli colleziona ben 3 capottamenti perdendo diverse posizioni. In R2 Laqualun saluta tutti per rottura dello sterzo. Ancora una prova positiva per Marcomini, mentre Baldi segna il leader R2 Ferrari a meno di mezzo secondo. La ripetizione di Sheperd Shields II conclude la ron Citroën DS3. Tutto ok per Repo che chiude a 64 centesimi dall’italiano mentre Fabrizio Selva piaz 10° in questa P.S.

Binelli si capotta e perde qualche posizione in Academy dove il miglior tempo va a Ricci che passa finire e Viaggi segna il miglior tempo di classe. Ma qualche problema di troppo a Ferrari consente a un vantaggio di ben 9” e mezzo. Ottima prestazione per Andrea Bevilacqua, 3° di classe in prova. D concentrata nella battaglia al vertice assoluto fra Guidotti e Gasperini, staccati di soli 13 centesimi d della rinnovata DS3 e guadagnando ancora una posizione nell’assoluta finale. Anche Fabrizio Sel frattempo, Gasperini conclude la prova solamente al 5° posto ma Guidotti è molto più indietro con i di gloria anche per Repo che con il 3° tempo di prova spodesta Makinen (ancora in difficoltà) dal 4 set, 7° assoluto. Scivolone di Makinen che perde 4 posizioni in questa prova e conclude 8° assolu conquista di un soffio la prova su Viaggi e vince la R2. Ancora un acuto in prova di Manfrin, secon

10

Live Experience


se si porta a meno di 4” di distacco. 3° e molto vicino il regolare Gasperini. Stefanizzi guida la R3T Gonnelli a guidare il gruppo, con 2”07 su Giarratana e 22” su Rigolone. Si riparte per la replica del iora sensibilmente il chrono di Repo del 1° passaggio, staccando Guidotti a quasi 13” e Del Prete. o anche per Valentini, che saluta la compagnia. Finalmente una prova ok per Marcomini. Stefanizzi cademy. Senza storia il dominio di Rosset in una R3D che trova interesse nella battaglia fra Briano mpre più vicino a Ferrari. Colpo di scena sulla ripetizione di Joux Verte II: Makinen esagera e chiude po non va più in là del 4° posto. In Academy ritiro per Fasulo, in piena lotta con Binelli fra le piccole nque approfitta dei ritiri di Paradisi e Lodigiani per guadagnare qualche posizione mentre Maionchi ancora un altro scretch abbassando di 1” il chrono segnato in notturna e assottigliando il gap con nde prima dell’ultimo P.A. ed è ancora Stefanizzi ad imporsi, sempre più in palla con la sua nuova zza la sua Clio al 3° posto e spodesta dal podio provvisorio Makinen, sempre più in difficoltà e solo

al comando ai danni di Rigolone. R2 Ancora errori per Laqualunque. Marcomini guardingo punta a a il balzo in avanti a Baldi, che con il 2° tempo in prova conquista la vetta provvisoria di classe con Dopo l’ultimo P.A. i 4 km e mezzo di Cote D’Arbroz sembrano quasi una formalità ma l’attenzione è di secondo. Stefanizzi si aggiudica anche questa prova, dimostrandosi il miglior interprete e la bontà lva conferma il suo stato di grazia e piazza la sua Clio al 2° posto conquistando il podio finale. Nel il 14° tempo. Gasperini passa quindi al comando e conquista il Rally delle Valli Ossolane. Spiccioli 4° posto finale. Stefanizzi è 5° e primo in R3T, seguito da Del Prete e dal vincitore della R3D Rosuto, seguito dallo svedese Lindberg e da Jean-Philippe Rollandoz che chiude la top ten. Igor Baldi ndo fra le Academy, dietro al vincitore finale Ricci che precede nell’assoluta Rigolone e Gonnelli. Live Experience

11


live experience 2012

R trophy - abeti

LA ZAMPA

Abeti “finnico” con il dominio assoluto di Tomm volare la sua Citroën DS3 R3Ttra le r2, baldi Gara

strepitosa di

Simo

di maurizio tiveron

Nemmeno 48 ore a disposizione dei concorrenti reduci dal Valli Ossolane per affinare le “armi”, i vari setup ed affrontare al meglio la seconda prova dell’ R Trophy. C’è già aria di rivincita al palco partenze del Rally degli Abeti anche se molti annunciati protagonisti della serie accusano ritardi nei test di preparazione delle nuove vetture: sotto le stelle toscane si danno appuntamento 93 concorrenti su 140 iscritti. Si parte sull’impegnativa Bergheim, dove l’inesperienza gioca brutti scherzi a più di un concorrente. Convinti di aver concluso regolarmente la prova, Da Col, Tiveron, il finlandese Jarkko Shivola ed altri “deb” si vedono comminare una squalifica direttamente al controllo stop: una maldestra interpretazione del roadbook fa letteralmente “saltare” una parte considerevole di percorso … Ma più di qualcuno incappa nei trabocchetti di Bergheim. Cassano paga già 1’ di penalità al primo C.O., così come Paradisi (problemi di centralina). Sono ben 14 i ritiri in questo primo impegno, mentre le rotture meccaniche con conseguenti ritardi non si contano. Il mattatore della R2 Igor Baldi pizzica una ruota alla sua C2 e ricorre all’aiuto del pubblico per riguadagnare la sede stradale, arrivando in ritardo al controllo s mento. Guglielmetti sbatte e procede in 2ª perdendo oltre un minuto e mezzo dai primi di classe soddisfatto della sua prestazione. E ovviamente soddisfattissimo anche un raggiante Makinen ch con 6” di distacco, ma molto soddisfatto avendo ripreso in mano la sua Clio solo alla partenza d de Stefanizzi, leggermente attardato con la sua Citroën DS3 (15°). Dopo il ritiro prematuro di due Peugeot ma il sorriso più grande è quello di un incredulo Enrico Fantinato: 4° assoluto con la su Simone Ferrari, pure lui giunto all’appuntamento con gli Abeti all’ultimo minuto: parte senza effett Va un po’ peggio a Guidotti (6°) che spalma in velocità il fianco destro della sua Clio su una pian ricorrere all’aiuto del pubblico in seguito ad una uscita di strada. In R3D problemi di visuale per Pa di secondi da Rosset, dominatore di classe. Anche Simone Zamolo accusa qualche problema nel lare gli assetti per le ultime due prove in notturna, dove è segnalata pioggia. Fra nervosismo e lav penalità in uscita dalla Service Area. La notte e la pioggia pesante Chirdonhead II diventano brut dall’exploit di Bergheim parte col coltello fra i denti ma colleziona 3 errori che lo cacciano in 19ª p il comando in Academy. Errori pesanti anche per Guidotti che conosce a menadito Chirdonhead, che gli fa perdere parecchio tempo. Errori “nervosi” anche a Bisanne per il pilota Renault che in un

12

Live Experience


ATA DI MAKINEN

mi

Makinen Splendido 2°

assoluto

Davide Stefanizzi

che fa letteralmente

vince davanti a ferrari e vanamo. nel diesel è rosset davanti a d’orazio e minniti.

one

Ferrari

su

Citroën C2 R2 - A Enrico Fantinato l’Academy Preview R Group

stop e con una ruota visibilmente piegata. Gran ritardo anche per Gonnelli, vittima di un capottae. Pesanti problemi di assetto per Fabio Maionchi, Valter Sparacia e per Paolo Rocca che però è he piazza la sua Civic davanti a tutti nell’assoluta. Fabrizio Selva giunge alle spalle del finlandese della gara Toscana, dopo la brillante prestazione al Valli Ossolane. Situazione analoga per Davie giorni fa, Lorenzo Micheletto parte col piede giusto e conquista la 3ª piazza assoluta con la sua ua 500 dopo uno svarione sulla rotonda a 1km dalla partenza. Prestazione maiuscola anche per tuare lo shake down ma stacca un eccezionale 5° assoluto con la sua C2 e prenota la classe R2. nta, ma prosegue senza perdere troppo tempo né concentrazione. Parte male Zorzi che deve già aolo Minniti che centra un paletto a 2 km dal fine prova e conclude in 1ª perdendo una cinquantina lla guida in notturna e completa la sua prova piuttosto “abbottonato”. Al 1° P.A. si procede a regovori di riassetto che si prolungano oltre il previsto, Mastrobuoni, Braga e Crispino pagano pesanti tti clienti per molti. Micheletto sbaglia il setup e va in testacoda due volte. Fantinato, galvanizzato posizione. Alza il piede sulla successiva Bisanne ma perde un’ulteriore posizione pur mantenendo sede abituale dei suoi test, dove però registra un’uscita di strada che registra un’uscita di strada na staccata al limite al primo tornante in discesa arriva lungo, sprofondando al 18° posto assoluto. Live Experience

13


live experience 2012

R trophy - abeti

Nel frattempo infiamma la battaglia per le posizioni di punta. Makinen perde 10” in un testacoda. conquista Chirdonhead staccando di quasi 3” il boss di Turbocar Sport Gabriele Eretta. Uno strepi rimonta su un regolare Ferrari, che mantiene la 3ª posizione assoluta e il comando della R2. Grand a molti nomi illustri fra i quali Zamolo, Dalle Molle e, colpo di scena, a Rosset che si ferma a Chird si preparano ad affrontare i 10 km di una New Bobs ancora scivolosa per la pioggia della notte. To consolida la sua leadership, complice anche un errore di Fabrizio Selva che capotta rovinosament al 5° dell’assoluta. 3° tempo per Baldi che rifila 1”29 a un Ferrari che però sale sul 2° gradino pro ruote e proseguimento senza troppi danni. Va peggio a D’Orazio che finisce in testacoda e ricorre 3 botti. Si ritira anche Brisa, non proprio in giornata. Minniti fatica a controllare l’auto sul fondo scon non timbrano al C.O. di Mlynky, traditi dall’elettronica. Fantinato si “calma” e procede accorto anc Ferrari che alza il piede ma tiene ben saldo il suo 2° posto nell’assoluta. Gasperini si lamenta de saldamente al comando della gara, comincia ad amministrare: si aggiudica Mlynky ma “lascia” Bisa comportamento della sua Citroën, ma mantiene il 3° posto nell’assoluta.

Dopo una ottima Mlynky Rocca purtroppo esagera a Bisanne e abbandona la compagnia. Grave er tando contro un albero e decide con un occhio al trofeo di abbassare il ritmo per concludere la sua prima della quarta gar. Sono in molti quindi a tirare i remi in barca in occasione dell’ultimo P.A. Mak sia di notte che nelle prove ancora umide del primo mattino. Considerevoli i distacchi anche nelle v e in R2 con un distacco analogo fra il velocissimo Ferrari e Fava. Lotta apertissima nella R3D, orfa pochi e sono tosti i chilometri da percorrere, con la ripetizione di Chirdonhead II e New Bobs: tutto p classifica, Igor Baldi conclude “onestamente” la penultima P.S., primo di classe con 2”38 su Ferrar al 4° posto finale in R2. Francioli rovina tutto sulla ripetizione di Chirdonhead e scivola in 13ª posizio finale e Fava, regolare e 3° di classe al traguardo. Fra le vetture a gasolio Minniti aumenta il suo va distacco da D’Orazio e lo scavalca sul podio conquistando punti pesanti con il 2° posto finale in R3 Pesce nella ripetizione di Chirdonhead dal 3° gradino del podio al 5° posto.

14

Live Experience


. Ne approfittano Fabrizio Selva, che dimezza il suo distacco dal finlandese, e Kimmo Repo che itoso Igor Baldi segna il 3° tempo assoluto e nonostante un altro errore a Bisanne comincia la sua di rivoluzioni insomma, un po’ tutti i concorrenti ambiscono a superare la notte che però risulta fatale donhead con il cambio della sua Punto bloccato in 5ª. Di primo mattino i concorrenti ancora in gara ommi Makinen dà il meglio di sé: nonostante una scelta di gomme non azzeccata vince la prova e te, prosegue con il ponte storto e scivola in 6ª posizione assoluta. 2° tempo per Del Prete che sale ovvisorio dell’assoluta. Agli Abeti Fantinato fa rima “fortunato”: gran capottone, atterraggio sulle 4 all’aiuto degli spettatori per ripartire. Errori a ripetizione anche per Gonnelli, Rocca colleziona ben nnesso di New Bobs ed anche Stefanizzi è in grave difficoltà con la sua DS3. Chiappin e Del Prete che sulla successiva ripetizione di Bisanne, perdendo parecchi secondi. In molti lo imitano, come ell’inguidabilità della sua Clio e punta a completare la gara. Guidotti è in rimonta mentre Makinen, anne ad un incredulo e velocissimo Cassano, su Abarth 500 Rally. Stefanizzi non è soddisfatto del

rrore anche per Fabrizio Selva sulla ripetizione di Bisanne, dove perde una decina di secondi impatgara. Errori a ripetizione anche per Valter Sparacia, che guarda già ad una necessaria serie di test kinen è in giornata di grazia, imprendibile e il percorso degli Abeti si è rivelato durissimo e crudele, varie classi, dove la battaglia è ancora aperta in R3T fra Stefanizzi e Micheletto, con un gap di 35”, ana del mattatore Rosset, con Minniti e D’Orazio separati da poco meno di 9” e mezzo. Non sono può ancora succedere. Dopo un erroraccio a Bisanne, che gli costa una pesante penalizzazione in ri, per poi pasticciare ancora nell’ultima, mantenendo la sua posizione nell’assoluta e concludendo one di classe R2. Ne approfittano Viaggi, vincitore R2 sull’ultimo impegno, che conquista il 2° posto antaggio su D’Orazio. I due rallentano sulla prova finale e ne aprofitta Guglielmetti, che annienta il 3D, vittoria di classe per Minniti. Brividi fra le vetture sovralimentate della R3T, con lo scivolone di

Live Experience

15


live experience 2012

R trophy - abeti

Ne aprofittano Fantinato e Maghetti, con quest’ultimo che soffia il gradino più basso del podio fina rie in due gare) scontento però del comportamento della sua DS3 qui all’Abeti, e piazza d’onore p l’Academy Group, dove regola a debita distanza Micheli e Bortolotti. Per quanto riguarda la classifi collo di Guidotti, a 66 centesimi di secondo, e Gasperini a poco più di 1” che guadagna un gradino mantiene il 4° posto. Festival finlandese nel finale con la ripetizione di New Bobs che va a Repo, m rini prosegue la sua rimonta e conclude al 4° posto finale mentre Fabrizio Selva sale sul podio gra e piloti sfrutteranno questi giorni di tregua per analizzare i dati di questi due primi round ed affinare del Rally di Schio.

16

Live Experience


ale al pilota Abarth sugli ultimi 10 km della New Bobs. Bottino pieno in R3T a Stefanizzi (due vittoper Micheletto. Enrico Fantinato si consola per il mancato podio R3T con la vittoria nella sfida per fica assoluta, Makinen si dimostra ottimo “ragioniere” e firma il penultimo impegno ma col fiato sul o nell’assoluta. Stefanizzi scavalca Ferrari (3°) e si piazza al 2° posto dell’assoluta, Fabrizio Selva ma con Makinen a soli 38 centesimi, che conquista il Rally degli Abeti davanti a Stefanizzi. Gaspeazie allo scivolone finale di Ferrari, ottimo 5° assoluto. Ora una breve pausa nell’ R Trophy. Team e setup in vista del 3° appuntamento, in programma Martedì 10 Gennaio con l’asfalto impegnativo

Live Experience

17


live experience 2012

R trophy - citta’ di schio

bissando il risultato de

da gasperini. ottim

rosset vince la s

di federico rigolone

Nove prove in programma per questo Rally di Schio che si prevede molto combattuto dopo le vittorie di Makinen e Gasperini nei primi due appuntamenti stagionali. La prima sezione di prove è composta da Akagi, Peklo e Fraizer Wells, un misto di prove lente e prove veloci che metteranno a confronto le caratteristiche di ogni pilota. Su Akagi è Stefanizzi a fare il miglior tempo davanti a Lindberg e Rosset con la Punto R3D; si passa così subito sulla seconda prova con Makinen a vincere su Sartor e Guidotti, Stefanizzi perde 25 secondi dal leader per una foratura mentre Lindberg è a ridosso dei primi. Fraizer è una prova per velocisti e per duri, Sihvola fa il miglior tempo davanti a Zamolo, Repo e Makinen ma Lindberg e Sartor tengono bene il passo. Si va così alla prima assistenza, con Makinen che conduce su Sartor, Lindberg e il varesino Denna. nelle altre classi è Rosset a comandare in R3D su Guglielmetti e Minniti, mentre in R2 la lotta è tra Maionchi, Fava e Baldi. Il trofeo 500 vede tre piloti chiusi in poco più di quindci secondi con Ricci che guarda dall’alto Pirani e Rigolone. Il secondo settore è composto soltanto da una prova, lunga tredici chilometri: Noiker. La notte cala, lasciando ai fari il maggior lavoro per la visibilità, Makinen, Gasperini e Guidotti fanno il vuoto ma la prova è una strage per molti equipaggi. Se la situazione non cambia in R3D, in R2 si stravolge completamente, con Ferrari che guida su Marcomini e Fava. Nel trofeo 500 Pirani e Rigolone escono, Ricci che prima guidava si ritrova in quarta posizione dietro a Canobbio, Bortolotti e Bennardo.

18

Live Experience


TUTTI DIETRO

egli abeti, makinen si porta al comando della classifica generale, seguito

mo secondo posto per lindberg mentre l’errore di selva gli costa la gara.

sua seconda cara nella classe r3d, ferrari in r2 vince davanti a fava e marcomini.

Live Experience

19


live experience 2012

R trophy - citta’ di schio

Terzo settore, si ripetono le prove fatte nel primo settore, Lindberg vince, cercando di mettere pres nizzi. Si passa a Peklo, con la risposta a Linberg da parte di Makinen, Repo e Gasperini che nell’o penultimo settore, ancora Makinen a fare lo scratch davanti a Sihvola e a Mirco Bordin, mentre nell in R3D con Rosset su Guglielmetti e Minniti. R2 analoga al settore precedente anche se il vantaggi su Bennardo e Fantinato.

Ultimo settore, con due prove totalmente diverse: Joux Plane con un asfalto regolare, mentre Autio poi Maghetti e Lindberg. Si passa sull’ultima prova, Makinen chiude la partita vincendo la prova, s terzo posto seguito da Guidotti. In R3D è Rosset a vincere su Guglielmetti a cui non riesce la rimo aggiudicandosi diciotto punti d’oro. Nel trofeo 500 non cambiano le cose con canobbio vincitore su

20

Live Experience


ssione al duo di testa, in seconda posizione Rocca e nelle parti alte della classifica si rivede Stefaordine vincono la prova seguiti da Del Prete e dallo svedese di FGA-Corse. Fraizer Wells chiude il la generale è sempre Makinen a condurre su Gasperini, Lindberg e Guidotti. nessun cambiamento io di Ferrari si assesta ora a dieci secondi sul secondo; trofeo 500 saldamente in mano a Canobbio

ovaara ricca di dossi e sconnessioni. Gasperini vince, davanti a Denna e a Makinen che controlla, seguito da Repo e Sihvola. Lindberg supera nella generale Gasperini che si deve accontentare del onta, poi Minniti che tira i remi in barca. In R2 è Ferrari a vincere su un Fava che passa Marcomini u Bennardo e Fantinato; bella rimonta di Cencherle a ridosso dei tre di testa. Live Experience

21


live experience 2012

R trophy - valli imperiesi

SELVA OSC

pesante vittoria del pilota james che lo

minniti in r3d fa il vuoto in classifica, in r2

di federico rigolone

Otto prove speciali in programma, poche pause e tanto ritmo per questo rally ligure valido per la quarta prova del trofeo gruppo R. Al comando della classifica generale c’è Makinen reduce dalle due vittorie agli Abeti e a Schio poi Gasperini subito a ruota e a seguire Guidotti e Selva. La prima prova si percorrerà in notturna, come “prologo” anche se il percorso pare già molto impegnativo; su East-West vicne subito Makinen su Stefanizzi, Selva e Gasperini staccati di quasi dieci secondi. Si va così al riposo con la classifica assoluta che ricalca quella della prova anche nelle classi minori nessuno paga penalità, R3d con Rosset davanti a Minniti e Vellini. R2 miglior tempo di Ferrari su Viaggi e Maini, mentre per il trofeo 500 è Fantinato su Zanardi e Bortolotti. Si passa così al secondo settore, corposo, con tre prove rese ancora più difficili dalla pioggia che incessante cade dal cielo. Harwood Forest II è la prova più temuta, infatti si registra il ritiro di Lindberg che sbatte contro un albero; il miglior tempo è di Eretta su Gasperini e Guidotti, il duo toscano si trova molto bene sul bagnato, mentre Makinen perde ventitre secondi per un guaio di tergicristalli. Si passa su Pirka Menoko II, Denna fa il miglior tempo ma è il costante ritmo di Gasperini che stupisce sul bagnato, segnando il secondo tempo migliore davanti a Di Grazia e Stefanizzi. Makinen accusa ancora problemi di “vista” ma perde soltanto otto secondi dal pilota Korus. L’ultima prova del settore è Mlynky II, le condizioni migliorano anche se l’asfalto è ancora molto viscido e pericoloso per le vetture in

22

Live Experience


CURA GLI ALTRI

o catapulta in testa alla classifica, makinen esce, gasperini arriva decimo.

2

è baldi a vincere mentre ferrari esce; academy preview è nelle mani di fantinato

Live Experience

23


live experience 2012

R trophy - valli imperiesi

transito. Guidotti fa il miglior tempo, seguito da Repo e da Selva, nell’assoluta però succede un ter vettura in strada, mentre Makinen perde quarantaquattro secondi sempre per lo stesso problema. zio, Rosset precipita in quinta posizione per una foratura. In R2 è Baldi davanti a Viaggi e Fava, il p sempre più nelle mani di Fantinato, seguito da Pirani e Rigolone.

Terzo settore molto breve, con una sola prova in programma e strada finalmente asciutta. Gasperin soprattutto a Makinen, partito all’arrembaggio dopo aver perso più di un minuto. Nell’assoluta quin su Fava in R3D e il passaggio di Rigolone su Pirani nel trofeo dedicato alle 500.

Ultimo settore molto delicato, si ripetono le prove fatte in precedenza nel secondo settore, Gasper solo cinque secondi. Si passa su Pirka Menoco, il pressing di Gasperini è fatale a Del Prete che s posizione Eretta, poi Ferrari con la C2 R2. Selva non cede e rimane a poco più di un secondo da G vola, Selva alza il piede dopo aver superato Gasperini fermo per un guaio al motore, che gli farà pe Piastri e Di Grazia, risultato che riapre tutti i giochi che vedeva come soli protagonisti Gasperini e e Viaggi. Il trofeo 500 riserva delle sorprese con Fantinato, ma soprattutto con Gonnelli che supera

24

Live Experience


rremoto, con Gasperini che arriva “lungo” in una curva perdendo trentadue secondi per rimettere la Nelle altre classi la pioggia cambia le classifiche; in R3D è Vellini a comandare su Minniti e D’Oraprecedente leader Ferrari si trova in settima posizione attardato di quarantuno secondi. Trofeo 500

ni fa il miglior tempo su Geenhills davanti a Mirco Bordin e a Eretta. La prova è fatale a Zamolo, ma ndi è Del Prete a guidare su Selva e Denna, e nelle altre classi c’è da registrare il cambio di Maini

rini vuole la vetta e preme sull’acceleratore, davanti ad Eretta e Selva, Del Prete resiste, perdendo spingendo troppo, finisce fuori strada, danneggiando la sospensione anteriore destra. In seconda Gasperini che ha conquistato la vetta; Mlynky è decisiva, vince la prova Stefanizzi su Rosset e Siherdere un minuto e mezzo su una prova di sette chilometri. In assoluta è quindi Selva a vincere su Makinen. In R3D è Minniti a vincere su Vellini e D’Orazio, mentre in R2 è Baldi a vincere su Maini a Pirani nella lotta per la seconda posizione. Live Experience

25


live experience 2012

R trophy - nuraghi e vermentino

al nuraghi vittoria

“casalinga”

per la clio di gabrie

alla punto di vellini la coppa r3d dopo una lunga battaglia con rosset, in

difficoltà fantinato, ritirato all’ultima p.s. ennesimo duello sul di federico rigolone

Una gara aspra e tosta come la terra di Sardegna. Otto prove speciali molto impegnative con gran finale in notturna per il Rally dei Nuraghi e Vermentino, penultimo appuntamento dell’R Group Trophy e dell’Academy Preview R Group 2012. Dopo il ritiro a Imperia Tommi Makinen è in vena di rivincite ma deve guardarsi bene dagli attacchi di Claudio Gasperini e Fabrizio Selva, oltre che da uno stuolo di concorrenti ed outsiders agguerritissimi che Martedì 17 Gennaio si presentano in 94 al via nella centralissima Piazza del Popolo a Berchidda. Molti gli assenti “dichiarati” per motivi di lavoro e altri impegni e molte anche in questo round le “vittime” della cabala legata alla data (17), stoppati già sul palco partenza da centraline (utility) malandrine … Fra scaramanzia e tensione altissima per un trofeo combattuto in tutte le sue classi, la gara sarda si rivela ricca di battaglie e colpi di scena fin dal primo giro di prove speciali. Makinen parte decisamente col piede giusto piazzando la sua Civic davanti a tutti sui 7.8 km di Prospect Ridge, ma seguito a meno di due secondi dalla Clio di Gasperini e a 2”75 da Brisa, soddisfatto delle nuove soluzioni di assetto sulla sua DS3. Ai piedi del primo podio provvisorio un’altra DS3, condotta da denti. Voglia di riscatto anche per Simone Zamolo che “si fa vedere”, buon 5° assoluto, con la sua Makinen rovina tutto sul secondo impegno, Bergheim, chiudendo in 61ª posizione a 37” dal vincito svarione in P.S.1 (+1’35”62 da Makinen) e 2° a Bergheim, a due secondi da Repo. Fra i vigneti terzo è a 5”03 da Lindberg con il regolare Gasperini a soli 2 centesimi di distacco. Ma è una classifica ancor con Brisa, Micheletto, il funambolico Guidotti che percorre con la sua Clio 200 m di “salvataggio” su d soli 14 centesimi da Zamolo. Chiude questa prima top ten uno strepitoso Enrico Fantinato, al comand to è il “ragioniere” Gonnelli, una guida accorta ma efficace, a caccia di un arrivo per la sua qualificaz Ridge e un capottamento a Bergheim. Appena fuori dalla top ten assoluta Rosset, ma già leader in R3 fra le diesel, un assetto molto ballerino gli causa un semicapottamento con richiesta d’aiuto sulla P. ma sbaglia parecchio arrivando alla Service Area i 6ª posizione di gruppo. Peggio va a Baldi, 8” pers di 10” su Maionchi. Non vede il parco assistenza Caron, che parte con un assetto difettoso: la scato

26

Live Experience


OUTSIDER?

ele eretta. sul podio assoluto anche i protagonisti dell’r3t brisa e denna

n rimonta per il campionato l’academy a ricci su gonnelli che avanza in trofeo. in

l filo dei secondi in r2 fra il leader ferrari e baldi: la coppa si decide a taormina

a un Denna a caccia di fiducia e di risultati utili dopo i numerosi ritiri collezionati nelle gare precea 207. Il primo giro di prove fa già selezione, fra errori di setup, nervosismo e molti errori di guida. ore Kimmo Repo e scivolando al 18° posto dell’assoluta. Situazione inversa per Stefanizzi: qualche è il norvegese Lindberg con la sua Civic e si va alla prima Service Area con Repo al comando, seguito ra corta anche per Denna, 4° a 36 centesimi da Gasperini. Distacchi leggermente più ampi a seguire due ruote e registra anche qualche lungo di troppo. Gabriele Eretta è 8° a 14”41 dal leader, seguito a do far le 500 dell’Academy e autore del 6° tempo assoluto a Bergheim. 2° di Academy ma più staccazione matematica. Notte fonda fra i “cadetti” invece per Micheli, con due richieste d’aiuto a Prospect 3D con un margine di 10”67 su Vellini, autore di qualche errore di troppo a Bergheim. Minniti è quarto .S.2. Lotta accesa in R2, con i due contendenti per il Trofeo un po’ in ombra. Ferrari parte guardingo si per un capottone in P.S.1 e altri errori sulla 2. Leader R2 è Fava, con quasi 2” su Viaggi e poco più ola guida della sua DS3 cede già a pochi chilometri dal primo start, con uscita di stra strada e ritiro. Live Experience

27


live experience 2012

R trophy - nuraghi e vermentino

Intanto anche Bortolotti (Academy) combatte contro un assetto completamente sbagliato e perde te su Prospect Ridge per D’Orazio, a caccia di un buon risultato in R3D, mentre Brisa impatta contro u 2’ di anticipo al C.O. Francesco Pesce va nel fango sulla prima prova, tenta di cavarsela da solo m mentre Tiveron ha la testa altrove e colleziona 3 testacoda e un’uscita di strada. Jarkko Shivola è re squalificato. Ai numerosi “disastri” del primo giro contribuisce in maniera pesante “Rally Sprint”, c posizione. Stefanizzi si impone in prova, ma il ritardo della P.S.1 è incolmabile. Ne aprofitta Denna posizione provvisoria a 5” da Denna, seguito ad altri 5” da Brisa. Ottimo 3° assoluto di Vellini, leade dal fine prova, dopo molti errori e il radiatore in fiamme. Ritiro con botto per Zamolo, mentre i fossa e altri. In R2 Ferrari approfitta degli errori di Baldi ed “entra” finalmente in gara aggiudicandosi le P 11”12 su Fava. Anche Baldi si “riprende” ed inizia la sua rimonta. Si aggiudica l’R2 sulla 5 e arriva in prova. Tornando ai “piani alti” dell’assoluta, la P.S.4 vede il risveglio dei finnici Makinen e Repo, sotto anche Gabriele Eretta: il TM TurboCar Sport è 3° a Pribram e 3° nell’assoluta. Si aggiudica l provvisoria di Denna, avanti di 1”51. La prova conclusiva del 2° giro registra il brutto ritiro di un Mak di … birra in questa gara. Scivolone anche per Fantinato, che cede il comando provvisorio dell’Aca ma staccato nella provvisoria di ben 25” e mezzo.

Su i fanali, si parte per la ripetizione notturna del giro appena terminato. C’è poco da amministrare n che balza dal 7° al 4° posto della provvisoria. Denna è 4°, mantiene il comando e mette altri 5” fra sorio. Gran rimonta per Fantinato che fa scivolare bene la sua 500 fra alberi e fossi sulla terra tra Ricci. Vellini vince ancora in R3D ed incrementa il suo vantaggio su Rosset di altri 8”. In R2 Ferrari sbaglia meno e sale in 3ª posizione, a stretto contatto con Ferrari: solo 27 centesimi di distacco fr per Micheletto, mentre altre “distrazioni” tormentano altri concorrenti come Bisio, Stefanizzi, Viagg conoscenza delle sue “strade di casa” aggiudicandosi la speciale con 2”65 su Gasperini, ma Denn di vantaggio. È un bel regalo anche per Brisa, 7° in prova e 3° assoluto, ora a poco meno di 2” da D in piena ma inutile rimonta e attualmente in 14ª posizione assoluta, comincia a mangiarsi le mani p vince la prova e rosicchia quasi 16” sul distacco dal leader Vellini. Maionchi più veloce di tutti in R2 il 2° posto proprio a Baldi, con 3” e mezzo di distacco fra i due. Fava, al comando, è a 6”24 su B ultima prova in programma.

28

Live Experience


empo con un paio di testacoda, si ritirerà per problemi elettronici all’ingresso di Bergheim. Due dritti una torretta di Begheim rompendo il radiatore. Arriva alla Service Area, ma nella concitazione paga ma perde tempo e chiede aiuto, accusando un ritardo di circa 1’. Testacoda violento per Somavilla ecidivo: come al Rally degli Abeti interpreta male le note e “taglia” Bergheim. Al controllo stop viene che apre con la sua incognita terra il secondo giro di P.S. Kimmo Repo va in crisi e scivola in 27ª a, 2°, che guadagna la leadership provvisoria. Si fa sotto anche Gasperini che si installa in seconda er R3D con 20” su Rosset. Carlo D’Orazio saluta la compagnia delle vetture a gasolio a UN METRO ati bordo strada raccolgono a più riprese Gaminara, Guidotti (con capottone), Monti, Tiveron, Baldi P.S.3 e 5. Sulla 5 è 3° ASOLUTO e 2° di classe, arriva al Service Area al comando del gruppo con a all’assistenza in 4ª posizione di gruppo, 3° è Viaggi, che peggiora la sua concentrazione di prova 1° e 2°, con Tommi che sale ancora nella provvisoria riagguantando il 5° posto. E comincia a farsi la successiva Mineshaft e arriva al Service Area in 2ª posizione assoluta, insidiando la leadership kinen in piena rimonta e l’ennesimo svarione di Repo, ora solo 17° assoluto, che lamenta la scarsità ademy a Ricci. In R3D è sempre Vellini a vincere guidare le danze, con Rosset primo a Mineshaft

nell’assoluta per Denna ed Eretta: maximum attack. La ripetizione della Rally Sprint va a Lindberg, a se ed Eretta (9° in prova). Brisa, in difficoltà sulla terra, mantiene il 3° gradino del podio provviaditrice e chiude 10° assoluto, tornando al comando dell’Academy nella provvisoria, con 1”25 su i commette alcuni errori di troppo e cede il comando provvisorio a Fava, vincitore della prova. Baldi ra i due. Tiveron termina contro un albero la sua non-gara con la testa altrove. Crash fatale anche gi, ed altri. La ripetizione di Pribram è ancora più insidiosa con il buio. Gabriele Eretta capitalizza la na sbaglia clamorosamente e cede il comando provvisorio ad Eretta, regalandogli anche un 20”63 Denna, oltre all’assoluta in gioco fra i due c’è la vittoria in R3T. 3° in prova il veloce Stefanizzi, che per quell’erroraccio sul primo impegno cronometrato. Dietro intanto zampata in R3D di Rosset che 2, ma con Baldi appaiato a soli 25 centesimi. Ferrari invece perde qualcosa e nella provvisoria cede Baldi. In Academy Ricci riagguanta Fantinato e lo stacca di 4”. Si va sulla ripetizione di Mineshaft,

Live Experience

29


live experience 2012

R trophy - nuraghi e vermentino

La tensione è palpabile e la prova molto impegnativa. Fantinato non ci sta ad arrivare secondo e ne la vittoria finale nell’Academy a Ricci, ma soprattutto arrabbiandosi con se stesso per questo “zero In R2 Baldi tenta il tutto per tutto e si scatena ma così fa anche Ferrari, che vince la prova staccan gradino più basso del podio e consegnando la vittoria a Ferrari. Baldi è 2° a 1”01 da Ferrari. Fra le d Rosset. 3° chiude Minniti a quasi 2’ dal vincitore. La lotta per la vittoria assoluta è discorso riservat e Guidotti di 6”33. Da segnalare il 4° assoluto in questo impegno finale per Ferrari, mentre Brisa è conquista la sua gara di casa, con 28”02 di distacco finale su Roberto Brisa che scavalca e stacca Gasperini e Lindberg portano a casa rispettivamente il 2° e il 3° in R3T. Con questi risultati, il Nura vide Stefanizzi si aggiudica la R3T. La lotta rimane aperta (ma non molto) nelle altre classi, nell’as in programma: il Rally di Taormina.

30

Live Experience


ella foga di un recupero possibilissimo di quei 4” sbaglia ed esce di strada ritirandosi, consegnando o punti”. 2° posto in Academy per Gonnelli, 3° è Rigolone. ndo di 4”58 il rivale. Nel frattempo, Fava si distrae e chiude 5°, scivolando nella finale di gruppo sul diesel vince ancora Rosset, ma Vellini contiene i “danni” e conquista la vittoria in R3D, con 10”51 su to ad Eretta, Denna e Brisa. Irrompe Gasperini che segna il miglior tempo staccando Eretta di 3”07 “solamente” 5°, seguito da Stefanizzi e Lindberg. Denna è 8°. Quindi un raggiante Gabriele Eretta a di 1” preciso Emanuele Denna, aggiudicandosi la R3T. 3° fra le sovralimentate chiude Stefanizzi. aghi consegna matematicamente con una gara di anticipo la prima coppa di questo R Trophy: Dassoluta e nell’Academy, confidando in una gara ricca di emozioni come questa nell’ultimo impegno

Live Experience

31


live experience 2012

R trophy - taormina

A MAKI

solo sull’ultima prova, il finlandese del maury ries

r3d a rosset la gara, a minniti la classe; in r2 ci si aspett

di federico rigolone

Nove prove che si articolano in un percorso tortuoso interra di Sicilia. Un tratto completamente di notte, mentre il primo settore, le vetture affronteranno la prima prova ancora con la luce del sole in una prova spettacolo, per poi addentrarsi nelle foreste di Falstone II ed iniziare veramente la gara. Sulla prima, neanche a dirlo sono tutti molto vicino, con Crugnola, Lindberg e Gasperini in poco più di un secondo, novantotto dei novantanove partecipanti arrivano alla fine, soltanto Tiveron, non riesce a partire per la prova per una noia al cambio. La seconda prova, che chiude il primo settore è fatale a Zamolo, che esce di strada danneggiando la sospensione, Gasperini fa il miglior tempo prendendo anche il comando della classifica generale, seguito in prova da Makinen Lindberg e Crugnola, quest’ultimi due secondo e terzo in assoluta. In R3d è Rosset che vince entrambe le prove, seguito da Vellini e D’Orazio; il leader della classifica di classe nel trofeo, Minniti, controlla. In R2 è Maini davanti a Baldi e a Maionchi, Ferrari è attardato di sedici secondi per una foratura sui primi chilometri di Falstone. Nel trofeo 500 è Presti a fare l’andatura su Rao e Canobbio. Si passa al secondo tratto tutto di notte, Verte è la prima ad essere affrontata, con un buon passo da parte di Crugnola seguito da Denna e Makinen, poi Pesce, Lindberg e Gasperini; si passa su Diamond Creek, dove si fanno “vedere” i pretendenti al titolo, con Makinen che vince la prova, seguito da Gasperini e Repo.In assoluta, quattro piloti sono chiusi in tre secondi, Crugnola che guida, su Makinen Gasperini e Lindberg. In questo momento, al termine di quattro prove, Gasperini è campione. Nelle altre classi, in R3d si registra il ritiro di Vellini, Rosset comanda sempre seguito da D’Orazio e Minniti. In R2 è Baldi su Maionchi e Fava, mentre Ferrari cerca la rimonta anche se in due prove ha accusato ancora due secondi di ritardi dai sedici che già aveva. Tra le piccole 500 è Fantinato a condurre su Rao e Ricci.

32

Live Experience


INEN IL TROFEO R

sce a vincere il trofeo, gasperini fora perdendo ogni speranza di vittoria

tava baldi, ed invece è maionchi a vincere aiutando ferrari a conquistare la classe

Live Experience

33


live experience 2012

R trophy - taormina

Terzo settore quello più impegnativo, ed è in quello che facilmente deciderà gran pare dei duelli n Lindberg e Brisa. Gasperini non riesce a risolvere i problemi di assetto e paga dieci secondi dai pri seguito a ruota da un Brisa in splendida forma dopo la vittoria in Sardegna. Gasperini precipita p Crugnola, seguito da Makinen e Stefanizzi, Gasperini si riprende, restando con i primi, ma la sensa venticinque secondi di vantaggio su Crugnola e Brisa. L’alfiere Versilia è quarto ed i dodici punti n solo Rosset che vince tutte le prove fino a questo momento, D’Orazio si accontenta e Minniti si se della classe nel trofeo, seguito da Maionchi e Viaggi; Ferrari in difficoltà cerca la rimonta. tra le 500

Ultimo settore, Falstone e Sipirkakim, Crugnola vince su Stefanizzi e Gasperini che pare aver riso tunato Gasperini fora perdendo undici secondi salutando il trofeo che va nelle mani di Makinen ch piazzando due buoni tempi nell’ultimo settore. Nelle altre classi, in R3D Rosset vince a mani basse si consuma per Baldi che esce di strada perdendo quaranta secondi, mentre la gara travagliata di la classe del trofeo. Nel trofeo 500 è Rao a vincere su Fantinato e Gonnelli, proprio quest’ultimo r

34

Live Experience


nelle classi. Si parte per la Sipirkakim dove il più veloce rimane il finlandese del Maury, seguito da imi. La lunga Sikakama non cambia le cose con Makinen che vince davanti a Lindberg e Crugnola, prendendo altri quindici secondi. Si ritorna su Verte, prova affrontata durante la notte, a vincerla è azione è quella di una resa per il campionato, infatti prima dell’ultimo settore Makinen comanda con non sarebbero necessari per rimanere davanti al finlandese nella classifica del trofeo. In R3D c’è ente già campione. In R2 la situazione non cambia, con Baldi al comando sarebbe anche vincitore 0 Rao supera Fantinato e Ricci li segue a debita distanza.

olto i suoi problemi di assetto, Makinen controlla in previsione dell’ultima prova insidiosa. Uno sforhe vince la gara davanti ad un bravo Crugnola e a Repo che è stato capace di risalire la classifica e, ma è Minniti che vince la classe del trofeo; D’Orazio alla fine è secondo in Sicilia. In R2 il dramma Ferrari sembra solo un ricordo. Il pilota biellese risale fino in quarta posizione, riuscendo a vincere riesce a vincere la classe. Live Experience

35


live experience 2012

classifiche 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

1 2 3 4 5 6 7 8

36

Makinen Tommi Gasperini Claudio Selva Fabrizio Guidotti Andrea Repo Kimmo Stefanizzi Davide Lindberg Tommie Denna Emanuele Brisa Roberto Di Grazia Andrea Eretta Grabriele Piastri Simone Crugnola Andrea Ferrari Simone Baldi Igor

Minniti Paolo Rosset Patrick D’Orazio Carlo Briano Paolo Vellini Simone Guglielmetti Aless. Pandiani Marcello Florenzano Mirko

Live Experience

oss abt sho imp ndv trm

tot

Assoluta

4 25 15 18 12 10 2 0 0 0 0 0 0 0 0

25 10 0 4 15 0 6 8 12 0 0 1 18 0 0

79 75 55 40 39 38 36 3 30 29 27 19 18 17 16

Makinen vince con tre vittorie all’attivo ed un piazzamento, su Gasperini, molto costante nell’arrivare a punti, ma troppo falloso in alcune gare dove bastava controllare per raccimolare quei 5 punti che gli sarebbero bastati per vincere il trofeo, La Sorpresa Selva si ferma alla quarta gara, poi buio totale, così come Guidotti, bene la prima metà di campionato, poi le prestazioni sono scese vertiginosamente.

oss abt sho imp ndv trm

tot

Classe R3D

15 25 18 12 0 0 0 0

25 12 15 6 4 18 0 0 0 8 0 0 0 10 0

25 0 15 12 0 18 10 8

25 15 0 12 8 0 18 10 0 6 0 0 0 1 0

15 25 12 10 0 18 0 0

0 1 25 0 0 10 0 0 0 15 2 18 0 0 12

25 10 15 12 18 0 0 8

0 12 0 0 0 0 10 15 18 0 25 0 0 6 4

15 18 0 12 25 0 0 0

18 113 25 103 15 75 0 58 0 43 0 36 12 22 0 16

Una classe che conta 8 partecipanti, nonostante la vettura non sia delle più performanti. Minniti vince, senza mai scendere dal podio per tutte e sei le gare, quasi una passeggiata la sua con la Punto diesel. Alle sue spalle Rosset, che paga l’unico errore agli Abeti. Terza posizione per D’Orazio costante ma meno veloce dei primi due.


Classe R2 Classe R2 popolatissima in questo trofeo, vince Ferrari davanti a Baldi con il quale, divide gran parte delle vittorie e dei secondi posti. Terza posizione per fava Enrico, lontanissimo in fatto di punti e piazzamenti in confronto ai primi due, che hanno nettamente dominato e ammazzato la classe.

oss abt sho imp ndv trm 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

Ferrari Simone Baldi Igor Fava Enrico Viaggi Marco Marcomini Fabio Maionchi Fabio Francioli Roberto Maini Matteo Valentini Andrea Paradisi Mario Vanamo Mikko Gentili Massimo Solei Gabriele Bisio Giulio Guiducci Stefano

Academy Preview La costanza di Gonnelli, mai vincitore ma sempre a punti, piazzamenti pesanti che l’hanno fatto trionfare su un Fantinato che a tratti sembrava irraggiungibile, ma che paga a caro prezzo le uscite al Valli Ossolane e in terra sarda. Terza posizione per Ricci che pur vincendo due gare, non riesce a concluderne tre, lasciando cosÏ la lotta ai primi due.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

Gonnelli Alessio Fantinato Enrico Ricci Raimondo Rigolone Federico Canobbio Andrea Micheli Alessandro Bennardo Moreno Bortolotti Carlo Rao Gianluca Crispino Marco Zanardi Matteo Pirani Marco Cencherle Giovanni Di Natale Massimo Giarratana Daniel

18 25 0 10 12 0 0 / 0 0 15 0 8 0 2

25 12 15 18 6 10 0 / 0 8 0 0 4 0 0

25 12 18 0 15 0 10 0 4 0 0 0 0 8 2

8 25 12 15 10 0 0 18 6 0 0 4 0 0 0

25 18 15 0 4 12 2 0 8 6 0 10 0 0 1

tot

12 113 18 110 8 68 15 58 6 53 25 47 10 22 0 18 0 18 4 18 0 15 0 14 0 12 9 1 7 2

oss abt sho imp ndv trm

tot

15 0 25 18 0 10 8 0 0 0 0 / 0 6 12

86 83 62 45 43 34 26 26 25 19 18 15 12 12 12

12 25 0 0 10 18 0 15 0 8 0 / 0 0 0

8 15 0 0 25 0 18 0 0 0 10 0 12 0 0

18 25 0 12 0 4 0 10 0 1 8 15 0 2 0

18 0 25 15 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

15 18 12 0 8 2 0 1 25 10 0 0 0 4 0

Live Experience

37


live experience 2012

loch ard

RBR-WORLd goe 38

Live Experience


es to Scotland! Live Experience

39


live experience 2012

signori e signore, il mondiale

UN MONDIALE un montecarlo da interpretare è alle porte, non solo

Una carrellata veloce di quello che sarà il mondiale 2012, i luoghi e le caratteristiche Martedì 24 gennaio 2012 si apre l’avventura dei piloti iscritti al mondiale RBRW, con un c la seconda, la tradizione sulle alpi al confine tra Italia e Francia, il Turini e l’arrivo a Luceram Si passa poi in Svezia Martedì 7 febbraio 2012, nei dintorni di Karlstad un rally diviso ni sono state ricche di neve, ma ricordiamoci che la ghiaia è sempre in agguato. Il 28 febb samente nei dintorni di Gunanjuato gli sterrati polverosi metteranno a dura prova i piloti e tra classica terra dove si sono scontrati i più grandi piloti di rally; a differenza della terra m Il Sud America è toccato dal RBRW il 3 aprile con un inedito rally d’Argentina nella cittadina dimensione che sa un po’ di sapore d’Italia, come quello degli sterrati toscani e l’asfalto ligur rocce della Grecia, l’Acropolis Rally of Greece ad Atene, una delle tappe fondamentali di ques Canterbury, in mezzo a pascoli e pecore: Nuova Zelanda. Al contrario della Grecia, la ghiaia Il ritorno in Europa, due settimane dopo, il 29 maggio è sugli sterrati scandin ta più veloce del mondo, la location è sempre la stessa: Jyvaskyla. Il 19 giugno altro r to sporco, contornato da alcune prove su terra apriranno la strada al finale di stagio Galles, a Cardiff nei verdi pascoli della Gran Bretagna tra nebbia e fango, negli ultimi anni è sta La pausa estiva durerà oltre due mesi, dal 3 luglio dell’Inghilterra, fino al 19 settembre in Alsa pionato del mondo. Il 25 di settembre tutti in terra italiana, nella bella Sardegna per affrontare calendario. Il rally che decreterà ufficialmente il campione del mondo 2012 sarà in Spagna, Tutto questo è RBRW, tutto questo è Live simulation experience.

40

Live Experience


E DA NUMERI UNO test ma anche intuizione sarà la chiave del monte e del resto delle gare

di federico rigolone

e principali, tredici appuntamenti ricci di valore e di storia...ovviamente storia rallystica. classico: il Monte. Diviso in due parti, la prima percorsa sui colli intorno a Valence, mentre m, sperando nella neve e nel ghiaccio, per offrire uno spettacolo indimenticabile agli spettatori. a metà tra giorno e la notte, per via delle corte giornate scandinave, le ultime ediziobraio la carovana mondiale si sposta dall’Europa al Centro America, in Messico, più precile loro vetture. Il 20 aprile si ritorna in Europa, in Portogallo nella regione dell’Algarve, almessicana, la nazione della penisola iberica ha in più guadi e alcune strade molto tortuose. di Cordoba, fondo misto diviso tra il fango e l’asfalto, guadi e tornanti a portare il rally in una re del Sanremo. Il 17 aprile, sospensioni e ammortizzatori verranno messi a dura prova dalle sto mondiale. Un mese dopo, il 15 di maggio, tutti dall’altra parte del mondo nella regione del bagnata renderà indispensabile un buon assetto ed una buona capacità di guida sul bagnato. navi della Finlandia, salti, curve e rettilinea ad alta velocità decreteranno il pilorally misto, si scende in Germania nella base militare vicino alla cittadina di Tier; l’asfalone, dove un errore può costare il titolo. L’ultimo rally prima della pausa estiva è in ato questo il rally che ha chiuso il mondiale e ha decretato i migliori ed i peggiori della stagione. azia, nelle vicinanze di Colmar e Strasburgo in Francia, asfalto puro, una rarità in questo camgli aridi sterrati intorno a Olbia per un rally d’Italia che si fa importante, vista la posizione nel nelle vicinanze di Barcellona, il classico Catalunya, asfalti sporchi ma veloci e poco tortuosi.

Live Experience

41


live experience 2012

gravel trophy - safari

FL

rally duro e selettivo, makinen fa il vuoto,

grande partecipazione nel trofeo dedicato alle

42

Live Experience


LY FINN SAFARI! repo controlla e daniele ceron arriva in terza posizione a quasi

2

minuti

subaru gruppo n, dove il vincitore è stefanizzi. lindberg controlla la classe n4

mentre in s20 è paganin su minniti e piastri

di federico rigolone

La storia di questo rally precede la sua effettiva competizione, un brivido alla schiena per alcuni piloti, un motivo di eccitamento per altri: Safari! Rally impegnativo, per auto e piloti, lungo e tortuoso, prove al di fuori del chilometraggio che abitualmente troviamo in altri rally su terra, condizioni climatiche da capogiro. Un rally però amato perchè in se ha tutte queste caratteristiche che affascinano l’essere umano. Inserito nel campionato riservato alla Terra, il Safari Rally Kenya apre il trofeo gravel. Dieci prove impegnative, cinque settori con il primo e l’ultimo da spettacolo, la i tre settori intermedi da far drizzare i capelli ed un passaggio in notturno a prova di coraggiosi. La prima prova è Versme, per il pubblico accorso in massa da tutte le parti del Kenya, vinto dalla coppia Baldi- Mirco Bordin seguiti da Repo, Guidotti, Daniele Ceron e Duina, chiusi tutti i meno di due secondi. Si passa all’assistenza e a fare sul serio. Hulapai Nation è la prima prova al di fuori del centro abitato, veloce, ma insidiosa in salita, il miglior tempo è di Makinen seguito da Repo, poi Mirco Bordin e Baldi. La prova non è fatale a Duina, ma perde circa un minuto e ventiquattro secondi sfondando una sospensione compromettendo praticamente tutto il settore, pagando dazio nelle altre due prove, con distacchi epici. Su Noiker, la terza prova del rally è ancora Makinen con Guidotti e Repo a fare il miglior tempo, i due piloti sembrano in grande spolvero sulla terra arida del Kenya, forma confermata anche su New Bobs II dove Makinen precede Repo e Daniele Ceron. In assoluta i due finlandesi hanno già fatto il vuoto, dietro di loro a trentaquattro secondi, Guidotti, poi Daniele Ceron, Brisa e Mirco Bordin, che in quattro prove rasentano il minuto di ritardo. L’assistenza è vitale per le vetture e per gli equipaggi, ci si prepara per i passaggi in notturna su Noiker e Plane. nelle classi minori, è Piastri a guidare in S20 su Paganin e Rao, mentre in N4 è Crugnola ai ferri corti con Lindberg, più staccati Stefanizzi e Luciano Bordin. nelle due ruote motrici, la nutrita carovana delle A7 vede il dominio di Gasperini su Vanamo, mentre la classe A6 Bisio su Mastrobuoni. In R2 Maini su Francioli e in N3, Laqualunque su Musella. Si parte, Noiker viene affrontata a tutta da Makinen, seguito da Guidotti, convinto a chiudere su Repo e lo stesso finlandese, in terza posizione; il risultato non cambia neanche sulla prova dopo, Plane vede lo stesso ordine d’arrivo ma registra il ritiro di Duina per gli evidenti danni alla sua vettura. Nell’assoluta nulla si smuove in termini di posizioni, ma Guidotti ora è a soli tredici secondi da Repo, per la lotta alla seconda posizione. In S20 Piastri conduce sempre su Paganin, ma Maghetti riesce a scalzare Rao Live Experience

43


live experience 2012

gravel trophy - safari

dalla terza posizione. In N4 la situazione non cambia così come in A7; la classe A6 è decimata, con Francioli si ritira proprio sulla prova numero sei. In N1 Rovito da battaglia a Pandiani.

Quarto settore, l’ultimo in termini di “pericolosità” , Makinen controlla su East-West II, lasciando a R sostituire la gomma, perdendo oltre un minuto e nessuna possibilità di raggiungere la seconda posi e a Daniele Ceron, con la costante di gara che gli fa guadagnare la terza posizione nell’assoluta. insidiare il finlandese per la seconda posizione. In assoluta quindi è il trio Maury a condurre, mentr controlla, su Minniti e Viaggi, Piastri in quarta posizione accusa la rottura di una sospensione nel secondi sembrano tanti da recuperare in una prova da parte dello svedese. Sull’ultima prova è anc Ceron. nelle altre classi non succede più nulla se non la vittoria di Valentini in R2 e la vittoria di La

44

Live Experience


n i soli Bisio e Corbascio che rimangono superstiti. In R2 è Tisti il leader, scavalcando Maini mentre

Repo, Daniele Ceron e Di Grazia lo scratch, Guidotti fora e decide di continuare, senza fermarsi a izione. Su Sikakama è di nuovo Makinen a fare il miglior tempo, davanti ad uno strepitoso Lindberg . Su New Bobs II ancora Makinen su Repo e Guidotti, molto rammarico per il toscano che poteva re al quarto posto, Guidotti cerca una rimonta che su Versme è quasi improbabile. In S20 Paganin quarto settore. In N4 Crugnola e Lindberg continuano a darsele di santa ragione, ma diciannove cora Makinen a vincere su Guidotti e Mirco Bordin, vincendo l’assoluta davanti a Repo e a Daniele a Martina in N1, davanti a Rovito e Pandiani. Prossimo appuntamento, Giordania.

Live Experience

45


live experience 2012

classifiche 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

1 2 3 4 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

46

Makinen Tommi Repo Kimmo Ceron Daniele Guidotti Andrea Brisa Roberto Lindberg Tommie Rollandoz Jean Marcomini Fabio Pesce Francesco Sparacia Valter

WRC Marcomini Paolo Beggi Alex Banaudi Bruno Tognon Nicola WRC11 Makinen Tommi Repo Kimmo Ceron Daniele Guidotti Andrea Brisa Roberto Rollandoz Jean Pesce Francesco Sparacia Valter Guerranti Marco Tardelli Gianmaria

Live Experience

ken jor jci tzn est mal

tot

25 18 15 12 10 8 6 4 2 1

25 18 15 12 10 8 6 4 2 1

ken jor jci tzn est mal

tot

25 18 15 12

25 18 15 12

25 18 15 12 10 8 6 4 2 1

25 18 15 12 10 8 6 4 2 1

Assoluta

Classe WRC e WRC11


Classe S20 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Classe N4, N3 e N1 1 2 3 4 5 6 1 2 3 4 1 2 3 4

Paganin Fabio Minniti paolo Piastri Simone Selva Davide Celestini Luca D’Orazio Carlo Mirone Fabio Picchi Fabio Sparacia Enrico

N4 Lindberg Tommie Bordin Luciano Sihvola Jarkko Gentili Massimo Rosset Patrick Solei Gabriele N3 Laqualunque Dam. Musella Mattia Bertucci Enrico Milicia Giuseppe N1 La Martina Salv. Rovito Mirko Pandiani Marcello Dalla Libera Simone

ken jor jci tzn est mal

tot

25 18 15 12 10 8 6 4 2

25 18 15 12 10 8 6 4 2

ken jor jci tzn est mal

tot

25 18 15 12 12 8

25 18 15 12 12 8

25 18 15 12

25 18 15 12

25 18 15 12

25 18 15 12

Live Experience

47


live experience 2012

classifiche 1 2 1 1 2 3 1 1 2 3 1

A7 Gasperini Claudio Paradisi Mario A6 Bisio Giulio A5 Fasulo Andrea Vullo Fabrizio Castellini Sergio R3C Savini Alessandro R2 Valentini Andrea Fogazzi Mirko Galliano Oscar OS Arico’ Giorgio

ken jor jci tzn est mal

tot

25 18

25 18

25

25

25 18 15

25 18 15

25

25

25 18 15

25 18 15

25

25

Restanti Classi.

Jordania Rally Con un comunicato urgente, la direzione gara ha fatto sapere che il rally di Giordania verrà recuperato dopo il rally di Malesia, problemi con i trasporti delle vetture dal Kenya alla Giordania hanno ritardato così tanto le operazioni di dogana da non permettere più ai piloti le ricognizioni e le verifiche per tempo. Per chi era già arrivato nel paese arabo, le ricognizioni si sono svolte regolarmente, mentre per gli altri piloti, verrà data la possibiltà prima del recupero della gara di effettuare le ricognizioni dovute. Il comitato organizzatore del trofeo ha fatto sapere di essere infastidito dalla cosa, e che il problema potrebbe togliere la gara araba dalla lista dei rally candidati alla competizione per il prossimo anno.

48

Live Experience


RBR-WORLd, diffida dalle imitazioni!

Live Experience

49


live experience 2012

vi presento i team

MAURY V la stagione

2012

è alle porte. finalmente stanno per iniziare i pr

Leinnovazionisonotantissime:utility,provespeciali,modalitànotte,autovetture,trofeiecampio Tanti sono anche i team ufficialmente iscritti. Se ne possono contare ben 13, tra cui a Oltre alla sezione sul forum, abbiamo deciso di dare spazio alla presenta In questo numero… l’intervista doppia Maury Racing Team - James Racing Team

Nome e storia della vo

MAURY RACING TEAM (TM Alessandro Ceron – ViceTM Nadir Chiaramonte) L’associazione sportiva dilettantistica Maury Racing Team ha sede a Sarezzo (BS), nasce nel 1999 grazie alla passione per i Rally di Walter Boniotti, Maurizio “Maury” Camossi , Gianni Serioli e di un gruppo di amici. In questo folto gruppo di persone, tra cui Matteo Romano (navigatore di Luca Pedersoli), Andrea Spinoni (delegato Csai Lombardia e istruttore Caneva Rally School), Diego Reboldi (ricognitore e tester Alessandro Perico), c’è anche Nadir Chiaramonte, fotografo (nick name “via di lììì”), nonché elemento crew dal 2008 di RBR-online. Nel 2009 nasce il primo team virtuale legato alla Maury Racing Team, con sponsor ufficiale “the Orange Cars” di Ivan Cominelli, fornitore ufficiale delle vetture “arancioni”. Il binomio è giunto ormai al terzo anno di vita, molti sono stati gli obiettivi raggiunti e molti ne raggiungeremo. C’è stato un cambio di gestione al vertice, che vede Alessandro Ceron quale Team Manager, mentre Nadir Chiaramonte passa come vice. Quello che il team offre, rispecchia in pieno i concetti del Maury Racing Team: unire le persone in un’unica passione come se fosse una famiglia, facendo crescere i giovani piloti, che senza supporto tecnico sarebbero persi.

50

Live Experience


VS JAMES

rimi campionati sul nuovo, ma ormai collaudato, RBR-WORLd

di enrico sparacia

onati,elanostracrewnonsmettemaidistupirciestrabiliarciconeclatantinovitàgiornopergiorno. alcune new entries, altri presenti già da qualche tempo ed altri ancora ormai “storici”. azione delle scuderie anche qui sul Magazine, intervistando TM e ViceTM.

vostra scuderia virtuale:

JAMES RACING TEAM (TM Carlo D’Orazio – ViceTM Paolo Minniti) La mia idea di volere un team nacque nel 2010 con la “vecchia federazione” poi, per i vari problemi, la federazione chiuse i battenti aprendo l’era di RBR-WORLd e la mia voglia di aprire il team divenne ancora più forte; richiamai tutti i piloti con cui avevo stretto accordi preventivi e spiegai loro di questo passaggio di testimone con l’attuale crew. Il nome della scuderia è dedicato a James un navigatore mio compaesano, nonché conoscente, scomparso diversi anni fa. James mi diede l’opportunità di provare (lato passeggero) la mia prima auto da rally e questo gesto mi ha sempre fatto riflettere e mi ha donato un immenso piacere; ho pensato che fosse doveroso rendere omaggio a lui.

Live Experience

51


live experience 2012

vi presento i team Quali sono i piloti che Il team è cosi composto (in ordine alfabetico): BEGGI ALEX: New Entry 2012. Forte del suo passo in gara è capace di ottenere tempi da podio assoluto. Per il team è una potenziale “punta di diamante” CERON ALESSANDRO: Da sempre nelle file del Maury Racing Team, fu ingaggiato per i notevoli tempi in gara già dalle sue prime apparizioni online. Si è rivelato fin da subito una colonna portante del Team, grazie al suo aiuto tecnico oltre che le sue qualità personali di uomo. Il suo lavoro lo ha portato ad essere il Team Manager 2012 CERON DANIELE: Poche apparizioni ma sempre al vertice di classifica. Fratello di Alessandro fu preso in coppia già dal primo anno. CHIARAMONTE NADIR: Fondatore del Team nel 2009, è il simbolo del Maury Racing Team. I suoi tempi sono nella media, ma il lavoro dietro le quinte è un plus non indifferente. DE LUTTI ANDREA: Il mago, come uomo e come programmatore skinner. Ideatore delle prime livree “Orange” è nel Team dal 2009. FRANCIOLI ROBERTO: Il pupillo fin dall’origine del Team. I suoi tempi sono sempre in miglioramento, presto diventerà uno dei protagonisti dei rally online. GEATTI RICCARDO: Per gli amici “Skizzo” è anche lui una New Entry 2012. Velocissimo anche se non sempre presente online. Il Team punta molto sulle sue capacità di guida e sulle sue notevoli doti artistiche per la creazione di video. MAKINEN TOMMI: Pilota Maury Racing Team nel 2010, di lui parlano i suoi tempi, la sua simpatia e la sua umiltà. Per il Team è un onore averlo tra le fila e per noi è un potenziale pretendente al titolo mondiale oltre che essere la “punta di diamante”. MIGLIORATI LUCIANO: Nel Team dal primo anno, ha sempre migliorato i suoi tempi in gara, la costanza è ormai il suo punto forte. PERINI LUCA: New Entry 2012, ha sempre fatto registrare tempi di tutto rispetto tra le 2 ruote motrici. E’ una speranza per il Team oltre che un supporto tecnico nella creazione delle livree. RAO GIANLUCA: New Entry 2012 con ottime speranze di diventare anche lui “punta di diamante” del Team. REPPO KIMMO: New Entry 2012 costituisce il secondo elemento Finladese del Team: oltre che essere un pilota prestigioso, sia per i tempi che per l’uomo, si gioca anche il premio “maggior bevitore di birre di tutto RBR-WORLd”. STELLIN DAVIDE: New Entry 2012 e nuova promessa del Team, pronto ad imparare e a crescere per diventare un pilota di successo.

52

Live Experience


fanno parte del team?

Ecco i nostri piloti: SELVA FABRIZIO: Un vero campione, ottime presenze e sempre pronto a battagliare. Nel 2009 primo anno di RBR Campione di zona Subaru Impreza N10. Anno 2010 Campione europeo Classe A7 Renault Clio R3. MINNITI PAOLO: Un altro asso, la sua parola chiave è “costanza”. Forse poco veloce, ma di sicuro molto, ma molto costante... .2009 campione di zona A7 e 2° finali A7, campione trofeo snow N4 (SIRT) 2010 campione italiano A7 e 2° europeo A7 con la 306 K11. D’ORAZIO CARLO: Continuo a definirmi pilota dilettante; un po’ di esperienza l’ho fatta, soprattutto con le due ruote motrici, sempre in cerca di nuove sfide e tutto sommato credo di essere abbastanza costante. Ho corso l’anno scorso nel campionato europeo, ma considero il mio curriculum bianco, solo gare “free”, nessun titolo sulle spalle (arrivai 2° di trofeo rookie e 3° non ricordo nemmeno di A7)... mi piace pensare che l’era dei rally stia partendo da ora con RBR-WORLd. Gli altri piloti: CENCHERLE GIOVANNI, LA MARTINA SALVATORE, MAZZA RODOLFO, MICHELI ALESSANDRO, PANDIANI MARCELLO, SAVINI ALESSANDRO, SELVA DAVIDE e SIEKKINEN VISA, tutti molto veloci e quasi tutti alla prima esperienza in campionati ufficiali.

Live Experience

53


live experience 2012

vi presento i team

quali sono le vostre aspettative ed i vo

Per ora il programma 2012 con RBR-World.com. non è ancora ben definito. Le uniche certezze sono che il Team ha a disposizione le 2 Vetture Britaniche Mini John Cooper Works WRC con le quali punterà al titolo mondiale, sicuramente con un pilota Finlandese al volante. La seconda guida è ancora da scegliere tra i disponibili. Certo è che il Team si è sempre dimostrato all’altezza di competere al vertice e, mai come quest’anno, visto che i regolamenti vincolano i punteggi a determinate classi, ha la possibilità di eccellere.

54

Live Experience


vostri programmi, per la nuova stagione?

Aspettative… vediamo… divertirci dando il massimo per portare a casa le auto nei vari campionati di spicco. Ho la fortuna di avere dei piloti con licenze medio/alte, con la voglia di fare bene, quindi le mie aspettative sono di rendere onore al nome divertendoci e magari, chissà, portando a casa qualche riconoscimento. Ovviamente punteremo in alto da subito con qualche piazzamento nel mondiale; poi ci toglieremo di sicuro qualche altro sassolino in altri campionati, ma non voglio svelare troppo: seguiteci e vedrete le sorprese che ha in serbo per voi il James Racing Team! Il programma della scuderia è molto chiaro, almeno a me e a Paolo, mio Vice, in quest’avventura: iscrivere gran parte dei piloti nel Mondiale assegnando le due 207 S2000 ufficiali a Minniti Paolo in primis che son sicuro farà bene e a me, scelta obbligata visto la mia certezza di garantire il 100% della presenza in questo campionato, anche se la mia esperienza nella giuda di questa auto maturerà man mano, durante lo svolgimento del campionato. Cercheremo di dare del filo da torcere agli avversari iscrivendo Fabrizio Selva in classe WRC11 che porterà a casa dei bei punti per il team e per l’assoluta, ne sono convinto. Poi copriremo la classe s1600 con tre piloti: Salvatore La Martina, Alessandro Savini e Davide Selva. Non dimentichiamoci poi dell’Accademy a cui hanno di diritto accesso i piloti Giovanni Cencherle ed Alessandro Micheli con la loro fiesta N3. Insomma, sarà un Mondiale divertente! Altri campionati ci saranno di sicuro e copriremo anche le diverse classi, ma non voglio scoprire troppo le nostre carte… vedrete ci si divertirà molto, ne sono convinto! Voglio solo dirvi che ci giocheremo cara la pelle anche in altri campionati. Non vedo l’ora che parta la giostra! Vorrei aggiungere una cosa: il Team si è impegnato a pagare l’iscrizione a tutti i suoi piloti per i campionati a cui volevano partecipare. Ciò mi ha fatto molto piacere e voglio ringraziare tutti i piloti del JRT che, con le loro prestazioni, ci hanno permesso di accontentare tutti, senza gravare sui loro crediti!

Live Experience

55


live experience 2012

RBR-WORLd.COM sponsored by:

Live Experience Testi: Maurizio Tiveron, Enrico Sparacia Gabriele Eretta e Federico Rigolone Impaginazione: Luciano Bordin, Federico Rigolone. Immagini: Federico Rigolone. Informazioni: www.rbr-world.com Live Experience non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità , esclusivamente sulla base dei contributi di aggiornamento occasionalmente inviati e/o segnalati. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/03/2001.

56

Live Experience

Live Experience 2  

Magazine di RBR-World.com numero 2

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you