Page 1

DISTRIBUZIONE GRATUITA

Anno1 N°2 Luglio-Agosto 2010

pensieri con le ali www.icarowebtv.it Icaro News icarowebtv

SPECIALE PAG 6-7

ROMA, ULTIMI AVVISTAMENTI UFO SPECIALE MISTERO

APPARIZIONI A TIVOLI

“HO VISTO IL REGNO DI DRACULA”da PAG 8

IGNOTO Ufo, fantasmi, streghe, vampiri e leggende metropolitane. Verità o illusione?


PER LA VOSTRA PUBBLICITà SU ICARO 0774.300.937

TANTE DOMANDE NESSUNA RISPOSTA di Stefano Apolloni

2

Chi siamo? Perché siamo qui? Chi ci ha creato? Sono i semplici interrogativi che l’essere umano si pone dalla notte dei tempi. Cerchiamo risposte. Ma spesso il mondo ci fa paura e al tempo stesso ci affascina, siamo attratti dai fatti e dagli eventi inspiegabili – almeno secondo ragione – che chiamiamo per convenzione: misteri. Il bisogno di dare un senso alle cose ha portato l’uomo a elaborare teorie, a creare miti, leggende, superstizioni. Anche per giustificare la sua esistenza. E oggi come ieri, si prova a capire – prima ancora di raccontare – i meccanismi, i “perché” originari, parlando di divinità, streghe, ufo, il mondo dei vivi e quello dei morti. Molti pensano sia solo il frutto di suggestioni, di credenze popolari tramandate dalla storia. Ma come sono nate? Possibile sia tutto falso? La teoria del momento è quella del “2012”. Cosa succederà? Capiremo finalmente se siamo soli o no nell’universo. Se finirà tutto o inizierà un

nuovo ciclo. O forse siamo solo il progetto di altri esseri? E se fossimo proprio noi gli alieni sulla terra? In tanti sorridono di fronte a questi discorsi. Inconsciamente per paura, ma anche per superficialità, tipo: “ci sono e mi basta questo!”. Ma esistono i sochi gnatori, pensa un giorno di poter capire tutto, di avere delle risposte da qualcuno. Per cercare di mettere ordine dove un ordine non c’è, abbiamo inventato le religioni, in nome di queste anche le guerre, e con esse la morte. In nome di quale Dio si toglie la vita ad altri esseri umani? Il Dio denaro? Questo forse è il vero mistero. Ma basta domande, intanto che ragioniamo su tutto ciò, capiamo che è bello essere i veri protagonisti dell’ esistenza. Andiamo avanti curiosi e ammirevoli di una sola realtà: la vita. Viviamola al massimo, perché è qui e ora! E’ l’unica cosa certa che abbiamo.

Icaro cerca collaboratori: Aspiranti giornalisti, scrittori, vignettisti, illustratori, artisti, esperti o appassionati di Cinema, arte, musica, viaggi, etc..

icaro.mail@libero.it

Grazie per tutte le segnalazioni, i commenti positivi e negativi, ai consigli e i pensieri che avete inviato sulla pagina di Facebook: ICARO NEWS. Il successo del primo numero ci ha permesso di aumentare le pagine da 8 a 16, cercando di affrontare più argomenti ed essere sempre più interessanti. Continuate a volare con noi!

ICARO Anno1 numero 2 Luglio-Agosto 2010 Mensile di cultura e attualità distribuzione gratuita - 5000 copie in attesa di registrazione presso il Tribunale di Tivoli, n.pratica 663-2010 Editore Stefano Apolloni Direttore Responsabile Michelangelo Letizia Redazione Via dei Tulipani 19 Guidonia 00012 (Rm) Impaginazione grafica e pubblicità Apodesign snc Stampa in proprio


Poltergeist, presenze e anime dannate. Tra scetticismi e credulità popolare, chi li ha visti non ha dubbi: “sono tra noi”

A

pparizioni, spettri, spiriti sono il lato oscuro di quella realtà soprannaturale che tanto inquieta e affascina. Da sempre leggende vengono narrate lasciando dietro sé un alone di mistero. Difficile non farsi suggestionare da una seduta spiritica o dai racconti paurosi evocati in sere fredde e piovose. Anime di defunti che ritornano o leggerezze della mente umana? In alcune località della Calabria e dell’Italia meridionale si narra che i morti ritornino in giorni stabiliti(feste natalizie e carnevalesche) per rifocillarsi insieme ai familiari. Spiriti inquieti ed erranti, pare infatti ritrovino nell’ acqua e nel il cibo un sollievo nel loro viaggio ultraterreno. Tanti gli scettici e i convinti dei cosiddetti “fenomeni paranormali”. Salvatore D’oro, giovane economista di origini siciliane residente a Roma nel

quartiere San Giovanni, racconta gli strani episodi accaduti nel corso della sua vita a Favara, un paese in provincia di Agrigento.“Sin dall’infanzia ho subito avvertito delle particolari presenze intorno a me. Devo dire che mia madre raccontava degli spiriti presenti in casa nostra con molta tranquillità. Ricordo che un giorno disse di avermi trovato la mattina sotto al letto, pur avendomi la notte prima riposto a dormire nella culla. Da lì cominciò la nostra “Odissea”. Col passar degli anni i casi di anomalie si fecero sempre più frequenti: oggetti girati alla rovescia, cibo mangiucchiato, luci che da sole si accendevano e televisore che inspiegabilmente cambiava canale. Pur convinti della non pericolosità dei fantasmi, decidemmo lo stesso di cambiare casa, e, nella nuova residenza non

“mi capita spesso di sentirmi osservato”

3

riscontrammo più certi eventi. Oggi, mi capita spesso di sentirmi osservato, e quello che avverto non è paura, ma gran curiosità per ciò che mi circonda”. Marianna Scarci, ballerina, domiciliata nel quartiere romano Tuscolano rivela invece un altro “inquietante” racconto. “A dieci anni vidi in casa un uomo con l’armatura fissarmi e sorridermi ripetutamente, mentre dormivo in camera con i miei genitori. Chiesi subito loro chi fosse, ma dissero che stavo sognando. So bene invece che era reale. Ricordo ancora il suo mantello rosso e la corona che aveva in testa.” Laura Piazza


SPECIALE MISTERO

La dei

Casa

Fantasmi?

di Simona Galeri

La dimora “infestata” di Tivoli Terme

V 4

ia Giovanni Pascoli, Tivoli Terme. Un alone di mistero aleggia intorno a una villino. Daniela G., 62 anni, residente da anni di fronte alla villa, dichiara di aver visto una luce sul balcone accesa per mesi, giorno e notte, che si è spenta all’improvviso. Che si sia semplicemente fulminata? La casa di cortina rossa è circondata da un’altissima cancellata nera e impenetrabile. Le erbacce crescono altissime tutto intorno al perimetro. Sulla veranda due sedie poco scostate dal tavolino, come se qualcuno fosse ancora seduto lì… L’abitazione è stata costruita verso il 1974 da Bruno Barbieri, un prete che ha sempre

vissuto lì con suo fratello Ugo, professore di Teologia. Bruno è morto da tempo, Ugo solo due anni fa. Alla morte di quest’ultimo, non avendo figli o parenti prossimi in vita, la casa andò in eredità alla badante che si era presa cura di loro per tutta la vita. Insistenti voci di quartiere dicono che la donna avvertisse strane presenze tra quelle mura che l’hanno spinta a mettere in vendita l’immobile. Il cartello vendesi non si è mai visto, ma ora un lato dello stabile è probabilmente abitato - panni stesi alle finestre, persiane aperte e pure una macchina parcheggiata nel viale. Ma perché l’erba è tutta incolta? I fantasmi sono gli spiriti di morti che non trovano pace e continuano a vagare sulla terra, ritornando nei luoghi dove sono vissuti e dove sono morti per comunicare un messaggio. Che i due fratelli vogliano dirci qualcosa? La badante abita qualche via più in là. Si è citofonato più volte, a giorni e a orari diversi. Mai nessuna risposta. Questa casa mette i brividi più dell’altra. Muri che cadono a pezzi, finestre aperte con tende sventolanti, una macchina parcheggiata nel viale sepolta dalle erbacce. E anche qui solita cancellata nera impenetrabile allo sguardo. Nadia G., sorella minore della si-

gnora Daniela, era interessata all’acquisto della famigerata villetta. Quando va a chiedere informazioni, nel giardino trova un signore coi capelli bianchi: “La casa non è in vendita, stiamo venendo ad abitarci noi”. Ma noi chi? Nessuna risposta. Le "hauntings", le case infestate da spettri, accolgono tra le loro mura una presenza vincolata al luogo stesso o a un oggetto della casa ospite. Che i due fratelli siano rimasti legati a queste mura? La redazione di Icaro ha citofonato alla casa del mistero. Risponde una donna. Quando le si chiede se lei abbia mai avvertito presenze strane, risponde: “I fantasmi esistono, ma non sono qui, perché in questo luogo ha abitato un prete con suo fratello!” Da lontano, mentre si andava via, si è vista la donna affacciata alla finestra, il tempo di fare il giro della casa e non c’era più. Che sia stata un fantasma anche lei.

Misteri dal Web

www.paranormale.it Portale di informazione sul paranormale

www.fantasmitalia.it Sito di riferimento per fenomeni di apparizioni

www.mitiemisteri.it Sito che raccoglie storie, leggende e misteri dell’umanità


ROMACAPITALEDEGLI SPIRITI Lo Scrittore Colloredo racconta la sua visione

P

ochi sanno che Roma è il luogo con più fantasmi al mondo. A svelarlo è il professor Pierluigi Romeo Di Colloredo, archeologo e storico, nonchè autore di "Montecelio a Mezzanotte", un volume che raccoglie tradizioni e leggende del territorio cornicolano e di alcune zone limitrofe. Motivato da una personale curiosità e affascinato dal borgo medievale di Montecelio, dove vive da ormai dieci anni, Romeo Di Colloredo ha registrato una serie di strani eventi che hanno colpito la fantasia popolare e che continuano a vivere nell'immaginario collettivo. Racconta di non aver mai creduto in niente del genere fino alla sera del 15 febbraio dell’ ‘87, quando tra le 21.30 e le 21.45 circa fu testimone di un'esperienza sensazionale. Si trovava a passare all'angolo del palazzo della Farnesina ai Bullari, a Roma, sede del

museo Barracco, quando vide una donna vestita di chiaro passare rapidamente tra lui e la facciata del palazzo. Si trattò di un'immagine staccata dal resto, di cui il professore aveva avvertito la presenza un attimo prima di vederla : "Quando scomparve", racconta, "fu come si fosse dissolta nel nulla, ma non nel modo in cui si vedono eventi simili nei film, semplicemente non c'era più". Era un fantasma? Oppure si è trattato di un sogno a occhi aperti?. Dubbia è la risposta: certo è, che Colloredo, pur non credendo nel paranormale, non esclude che si possa avvertire qualcosa, spiegabile anche in maniera razionale, che lascia immaginare che a volte non si è soli. A breve uscirà per le Edizioni Mediterranee una sua guida ai Fantasmi di Roma: parlando del lato oscuro della città, si tireranno anche fuori gli scheletri dall'armadio della storia.

Pierluigi Colloredo Scrittore

“fu come si fosse dissolta nel nulla”

Angelica Cardoni

5

Esploratori senza paura in cerca di “presenze”

T

ra i banchi di scuola dell'Istituto d'Arte di Tivoli nel gennaio 1995, un gruppo di ragazzi decide di formare una squadra di esplorazione. Affascinati dalle tematiche dell'ignoto, dei misteri e dell'occulto decidono di mettersi alla ricerca di case abbandonate, luoghi misteriosi, per archiviare fatti, racconti, fotografare e testimoniare di persona le storie e i misteri da cui siamo circondati...

C

he si tratti di riflessi, ombre, giochi di luce, oppure altro, questo non lo sappiamo. Le foto sono state scattate in momenti normali senza aver percepito nulla di strano. Solo dopo un’attenta visione abbiamo notato queste forme particolari Per saperne di più: www.aificorporation.com


TOP

SPECIALEUFO

TOP SECRET • TOP SECRET • TOP SECRET •

CENTRO UFOLOGICO NAZIONALE Intervista ad Alessandro Sacripanti di Claudio Zarro

“ Raccogliamo informazioni su fenomeni di avvistamento” E come viene svolta? Siamo un’associazione privata, che dal 1966 segue e analizza il fenomeno degli oggetti volanti non identificati. L’associazione fu registrata presso il Tribunale di Milano il 21 gennaio 1967 e da sempre è apolitica e non ha scopo di lucro. Ci tengo a precisarlo. Le sue attività sono le seguenti: raccoglie tutti materiali collegati alle tematiche ufologiche nella "Banca delle Documentazioni", pubblica il suo bollettino “Filo Diretto", trimestrale che viene inviato a tutti gli aderenti e a quanti, con il titolo di semplici abbonati, desiderino aggiornarsi sugli avvenimenti in Italia e all'estero. Pubblica il bimestrale "UFO notiziario", in vendita in tutte le edicole italiane, dispone di un sito Internet nazionale e di un network composto da oltre una cinquantina di siti web locali, associati e amici, di una rete di esponenti regionali e provinciali con i quali è possibile instaurare un contatto epistolare o telefonico e infine effettua indagini e ricerche sul territorio nazionale, organizza convegni, conferenze e altre manifestazioni connesse alla ricerca e alla discussione sulla ricerca ufologica. In parole povere, siamo il punto di riferimento per quanto riguarda gli Ufo in Italia.Il Cun è finanziato direttamente dallo Stato italiano? No, assolutamente. Se lo Stato italiano decidesse di istituzionalizzarci come organo, sarebbe come ammettere che esistono veramente altre forme di vita nell’universo. Dall’inizio del secolo quanti fenomeni possiamo considerare degni di nota? 12mila avvistamenti sono registrati nei nostri archivi, a partire dal 1900, e proprio nell’ultimo anno abbiamo provveduto a trasportare e a classificare sul web tutti questi fatti. Siete sicuri che l’universo sia non solo il nostro mondo, ma anche quello di altre forme di vita? Guardi..a riguardo c’è una confusione pazzesca..non è che siccome siamo il Cun, siamo un gruppo di persone fissate con gli alieni o con Alessandro Sacripanti forme di vita non coCoordinatore del Centro Ufologico Nazionale nosciute diversa dalla nostra.. il www.cun-italia.net nostro è un ufoline@hotmail.it lavoro serio, non

’ molto chiaro a riguardo Alessandro Sacripanti, responsabile del coordinamento regionale e nazionale del Centro Ufologico Nazionale. “Non ci interessa affermare a tutti i costi che gli extraterrestri esistono e altre forme di vita popolano l’universo – dice- ma vogliamo studiare e raccogliere informazioni circa gli avvistamenti fatti dalla gente comune”. Sacripanti è membro e coordinatore del Cun, assoc i a z i o n e riconosciuta e accreditata presso il Ministero della Difesa per la ricerca e l’avvistamento dei cosiddetti Ufo. Dal 1966, anno cardine degli avvistamenti in Italia, il Cun opera in questo settore, confrontandosi giornalmente con reparti preposti dell’Aeronautica Militare e del Ministero della Difesa. Signor Sacripanti, qual è la vostra attività e

6

“Se lo Stato italiano decidesse di istituzionalizzarci come organo, sarebbe come ammettere che esistono altre forme di vita nell’universo”

siamo un gruppo di invasati che vuole a tutti i costi imporre una determinata convinzione. Noi siamo i primi a non conoscere la verità e per questo, ci è di vitale importanza raccogliere tutte le segnalazioni fatte dalla gente comune sugli avvistamenti e poi classificarle in base al fenomeno. Vi è stato ultimamente un incremento dei fenomeni? Si, e anche notevole.. il fatto che poi queste segnalazioni siano state fatte da militari e non da civili, avvalora e non di poco le stesse.

Oggetto circolare sulla A12 Non è uno scherzo, anzi, domenica 13 giugno, verso le ore 20, nel tratto di strada che collega l’Aurelia e l’A12, tra Civitavecchia e Santa Marinella, numerosi automobilisti hanno segnalato di aver visto un oggetto di forma circolare molto luminoso attraversare il cielo. I testimoni l’hanno visto fermarsi per alcuni secondi e ripartire a velocità supersonica. La conferma arriva anche da alcune persone che si trovavano sul lungomare. Un altro avvistamento di oggetti non identificanti dunque, in un’estate che sta regalando più di una testimonianza su quest’argomento da sempre oggetto di curiosità e anche di un po’ di timore.

Militari segnalano UFO Tre militari di guardia davanti alla casa dell’ambasciatore Usa in Vaticano, giovedì 10 giugno scorso, hanno visto e filmato per circa un minuto, tre oggetti volanti sospesi nell’aria e che si sollevavano a velocità impressionante. Stavolta però la notizia è che a fare questo avvistamento non sono stati dei civili, bensì tre militari del 17esimo reggimento di stanza a Sabaudia, ossia della Contraerea, quindi un corpo militare che sa distinguere le traiettorie di volo. I tre erano in servizio davanti l’ambasciata americana presso la Santa Sede e dopo l’avvistamento hanno fermato subito una pattuglia di carabinieri, parlando con loro di punti luminosi sospesi a circa 100 metri da terra. Il filmato e la testimonianza sono subito stati acquisiti dall’Aeronautica Militare, che provvederà a fare degli accertamenti. Sta di fatto che proprio in questo periodo si stanno intensificando, e di molto gli avvistamenti di oggetti non identificati, e stavolta è accaduto a tre militari.


• TOP SECRET • TOP SECRET • TOP SECRET • TOP SECRET • • TOP SECRET

UFO di Setteville Orlando Bartuccio ritorna sui fatti del 2009 dopo il servizio di Italia-uno, svelando particolari inediti del video da lui girato

U

na sera d’estate come tante. Setteville, via Trevi nel Lazio. Orlando Bartuccio, quarantaduenne romano, il 27 giugno dello scorso anno vive una delle esperienze più ambigue della sua vita. È seduto a tavola in giardino con parenti e amici , ma ha la strana sensazione di essere osservato. Si gira e alzando lo sguardo verso il cielo, vede gruppi di luci che, a gruppi di tre, si muovono da destra verso sinistra. Scompiglio generale. Orlando comincia a riprendere il tutto con il cellulare: le luci aumentano a poco a poco, viaggiano verso la stessa direzione, finché, arrivate tutte nello stesso punto, spariscono. Impiegato presso il Poligrafico dello Stato e addetto all’accoglienza e alla sicurezza del pubblico in alcuni studi delle reti Mediaset e Rai, il signore non si può considerare un esperto. Esperienze legate al misterioso della vita ne ha avute: ospite più volte in passato della trasmissione radio Talk Radio, Voci nella notte, racconta che andò con una troupe di giornalisti in una villa dove si sarebbe svolta una messa satanica, ma appena arrivati, furono “accolti” dai sassi. “Certi argomenti sono appassionanti, ma non sono mai andato oltre.”. Ripensa anche a quindici anni fa, quando vide, davanti una collina una luce fortissima e non poté riprendere nulla con una videocamera. Ma comincia ad appassionarsi agli Ufo quella sera di fine giugno, informandosi sul web e scoprendo la passione per l’ ufologia di alcuni conoscenti; una vera fortuna aver avvistato “qualcosa”. “Ufo significa oggetto non identificato- dichiara-, quindi il mio avvistamento non chiarisce la vera entità delle luci, ma riflettendo, non penso proprio che nell’universo siamo soli”.

Non teme eventuali presenze estranee sulla Terra, ma “gli extraterrestri ci controllano e influenzano molte azioni degli uomini”. Tante voci circolano nella zona: “Si riconducono le luci alle lanterne thailandesi-spiega- , costituite da carta a prova di fuoco che con il calore prendono quota, ma quelle diminuiscono l’intensità della luce pian piano. Inoltre quelle che ho visto io si muovevano troppo ordinatamente”. E allora si può parlare di Stealth? Il signore spiega come essi, pur avendo forma triangolare, sono velivoli anti-radar e, teoricamente, invisibili anche alla vista.

FRANCESCO LILLO: 49 anni, padre di famiglia e proprietario di una vetreria, era a cena con Orlando Bartuccio la sera dell’avvistamento. “C’erano delle luci rossedichiara-, ma non sentivamo nessun rumore. Per la forma triangolare, sembravano quasi alianti, ma poi è venuto il dubbio...”. MARIA ANTONIETTA TOESCHI: 47 anni, casalinga. Moglie del signor Francesco, faceva parte della numerosa tavolata anche lei. Non sembra avere dubbi sull’avvistamento: “Erano Ufo: il giorno prima mia madre e mia suocera mi avevano raccontato di aver visto nella stessa zona una grande palla di luce che poi è scomparsa improvvisamente. E il giorno dopo tutte quelle luci”. Coincidenza? 7

Orlando Bartuccio invia allora i video a Mistero (Italia 1), che li manda in onda, e contatta il Centro Ufologico Nazionale, che gli fa compilare un questionario per descrivere la dinamica dell’avvistamento. Non diminuisce lo scetticismo di fronte a possibili soluzioni, tante delle quali sconosciute alla maggior parte della gente. Quello di Orlando Bartuccio rimane uno dei tanti avvistamenti a cui è impossibile offrire una spiegazione. Veronica Casarin

Istantanea dal video di Bartuccio - filmato integrale su Youtube

Testimonianza diretta in provincia di Roma

“Non siamo soli”

“Non saprei dire di preciso di quale forma fosse… sembrava una forma allungata, ma ciò che colpiva era soprattutto la luminosità di quell’oggetto volante. Era fermo immobile nel cielo senza provocare spostamento d’aria, senza luci intermittenti. Non sembrava un aereo, nè alcuna cosa conosciuta. E lo notammo subito, io e mia suocera. Neanche il tempo di girarci a guardare l’un l’altra e a domandare di cosa si trattasse che era sparito. Da un momento all’altro, a una velocità assolutamente anormale. Sono sicura che fosse un ufo, o comunque qualcosa di alieno. D’altra parte, perchè non dovrebbe esistere altra vita nell’universo?” Racconta così la sua esperienza Antonella Giannuzzi, che come tante altre persone è stata protagonista di un avvistamento nei cieli della provincia di Roma, insieme alla suocera. Entrambe hanno visto un oggetto luminoso di forma allungata, scomparso poi dopo qualche minuto a velocità supersonica. “Da quel giorno, in lei è sempre più forte la sensazione che non siamo soli nell’universo” afferma sicura, “ma la cosa non mi fa paura”.


Viaggio alla scoperta della

Nel regno di Dracula

“ 8

La storia Vlad Tepes regnò in Valacchia in tre periodi:1448;1456-1462 e1476. “Tepes in rumeno vuol dire impalatore. Vlad era infatti famoso per infliggere questo supplizio. L’impalamento poteva essere addominale – la morte sopraggiungeva in poche ore – o rettale – l’agonia poteva durare fino a due giorni!” Il padre di Vlad l'impalatore faceva parte dell'ordine del Dragone: la gente diede al sovrano l’appellativo di Vlad Dracul. “Nella lingua rumena le parole dragone e diavolo (dracul) sono molto simili. Così Vlad l'impalatore fu soprannominato Dracula, figlio del Diavolo.”

fu soprannominato il figlio del Diavolo

L

a Transilvania (nordovest della Romania) rimane “il posto più misterioso d’Europa”, come lo definì Bram Stoker, autore di Dracula. Perché fare un viaggio in questa regione? Guido Di Francesco, 23 anni, che ha vissuto un anno a Brasov, nel cuore di questa regione: “E’ una terra molto caratteristica, con un patrimonio culturale e storico ricchissimo. Da sempre famosa per i suoi castelli, la Transilvania è in veloce crescita. Il territorio è ricco di vegetazione: il termine Transilvania deriva dal latino trans (oltre) e silva (foresta).”A 30km da Brasov sorge il castello di Bran. Costruito nel 1378 sullo spuntone di una roccia, anticamente posto di dogana, è oggi avvolto nel mistero della leggenda di Dracula. “Il Castello di Bran è riconosciuto come il castello di Dracula ma non è la verità. Il vero castello di Dracula, ora in rovina, è la fortezza di Poenari. Bran mette co-


9

Sovrano del Popolo

Il

di Veronica Casarin

munque i brividi: appena si entra si ha l’impressione di stare in una palude, poi sulla rocca si vede il castello. All’interno è pieno di cunicoli strettissimi, quando si salgono le scale si deve stare chinati. Io sono alto un metro e novanta e in alcuni tratti camminavo con le mani per terra!” La Fortezza di Poenari, sulle rive dell'Arges, fu eretta nel XIII secolo. Poi venne abbandonata e versò in rovina fino al XV secolo, quando venne recuperato e rafforzato da Vlad. Secondo la leggenda, la sua prima moglie si uccise qui buttandosi nel fiume per non rischiare di cadere in mano ai turchi. Oggi la struttura è di nuovo visitabile: è raggiungibile a piedi tramite una scalinata di 1.426 gradini! 35km a nord di Bucarest si trova il lago di Snagov, uno dei più

grandi complessi turistici della Romania. E' proprio nel monastero sull'isola al centro di questo lago che si sono concentrate le ricerche della tomba di Dracula: “La leggenda narra che nel 1475 Vlad venne ucciso per mano di una cospirazione dei boieri. Il corpo fu seppellito nel monastero di Snagov (solo il corpo, la testa e' stata presa dai turchi e portata a Costantinopoli), ma ricerche archeologiche del 1930 scoprirono solo ossa di cavallo.” Dove si trova il corpo?

Simona Galeri

V

lad Tepes. Famoso come il Conte Dracula. Regnante della Transilvania nel XV secolo, è conosciuto nel mondo per la leggenda. Brutalità e truculenza con cui infliggeva supplizi ai suoi nemici e la diceria che il sovrano della Transilvania si lavasse il viso e le mani con il loro sangue ha forse gettato le basi per la costruzione della leggenda, come spiegano Serea Tudorel e Serbu Gicu, di origine rumena. Rapito (e anche violentato) da bambino dai Turchi invasori, una volta tornato nella sua terra natale, si ribella agli assassini, alle ruberie e ai soprusi dei nemici e diventa il regnante della regione del centro della Romania. “Rubava ai ricchi per dare ai poveri”, raccontano: Dracula non fu il figlio del diavolo, come si vuole far credere; seppe governare con inflessibilità e rigore, ma in modo tale da diventare rispettato e amato dai suoi sudditi.


icaro.LIBRI

a cura di Annalisa Porcu della libreria “Cultura Moderna” 0774304015

Ruggeri: Alieni, un mistero fra noi

S

iamo soli nell'universo? Entreremo mai in contatto con forme di vita provenienti da mondi lontani? Come cambierebbe la nostra esistenza se potessimo comunicare e interagire con razze aliene? Da sempre gli uomini si pongono queste domande. Con gli attuali mezzi tecnologici si è tentato di studiare e spiegare molti eventi e testimonianze narrate nel tempo e tuttora presenti e tangibili come le rappresentazioni di navicelle spaziali nei resti della civiltà Maya o i giganteschi cerchi nel grano. Molte persone hanno raccontato di incontri con creature mai viste prima sulla Terra.

Durante la trasmissione tv “Mistero”, Enrico Ruggeri ha affrontato tutti questi argomenti e ha raccolto anche drammatiche testimonianze dirette, come quella di Giovanna che ha riferito di essere stata violentata ripetutamente dagli alieni. In questo libro Ruggeri approfondisce il tema, ricostruendone la storia, dalla nascita dell’ufologia ai casi più sconvolgenti. Il tutto si lega e si spiega in un’unica chiave: lo spazio è ancora un mistero per noi, e proprio per questo non possiamo evitare di interrogarci su quello che ci può riservare e sulle opportunità che ci offre.

Fatima, mistero del novecento A ntonio Socci, noto giornalista Rai, indaga sugli avvenimenti legati al terzo segreto di Fatima, mistero che per anni ha suggestionato l'opinione pubblica, sulle contraddizioni della versione ufficiale e sulle interpretazioni del segreto. Il 13 maggio 2000 il Vaticano rivela al mondo il Terzo segreto: la visione di un "vescovo vestito di bianco" che sale in mezzo ai cadaveri verso una croce, dove viene ucciso da alcuni soldati. Subito collegato all'attentato del 13 maggio 1981, l'annuncio tanto atteso delude molti. Possibile che un messaggio tenuto nascosto così a lungo, e con tanta cura, si riferisca a un evento già accaduto? Perché allora aspettare quasi altri vent'anni prima di comunicarne il contenuto? Chi è realmente il

vescovo vestito di bianco? Queste e altre domande imbarazzanti si fanno strada verso un'altra scottante verità: forse una parte del messaggio non è mai stata pubblicata perché troppo sconvolgente oppure il Vaticano ha scelto un diverso metodo, più informale, per renderlo pubblico. Gli indizi raccolti si fanno puzzle per decifrare il messaggio cruciale sulle sorti del mondo cristiano, la cui chiave è nella domanda terribile di Gesù nel Vangelo dell’apostolo Luca: "Quando il Figlio dell'Uomo ritornerà, troverà ancora la fede sulla terra?".

Icaro cerca nuovi scrittori. Invia le tue opere, manoscritti, poesie, etc

icaro.mail@libero.it

Templari, il tesoro nascosto all’Aquila?

R

oberto Giacobbo, famoso conduttore della trasmissione tv “Voyager”, affronta uno dei temi più appassionanti di sempre: i Templari. Non è un caso che questo mitico Ordine cavalleresco, che conquistò in poco tempo un enorme potere dopo la Prima crociata per poi venire soppresso con la forza nel 1314, conti ancora tanti appassionati ed eserciti tanto fascino. Il sacro Graal, la Sindone, l'Arca dell'alleanza: sono solo alcuni - i più noti - fra i misteri che aleggiano attorno alla fantastica avventura dei Templari. La narrazione ha un taglio fresco e accattivante, fa si che il lettore si appassioni a questa vera e propria cac-

cia al tesoro dei “cavalieri di Cristo” disseminato per l’Europa. A ogni indizio lasciato dai Templari nel loro lungo viaggio, si aprono scenari inauditi sul passato, lasciando trapelare nuove interpretazioni. Le crociate, l'elezione di papa Celestino V, la nascita del santuario di Loreto, la scoperta dell'America, la rivoluzione francese, Mozart, Goethe, Dante Alighieri... rilanciano i Templari come se fossero il più grande giallo architettato dalla Storia, e la soluzione fosse proprio a un passo dall'essere scoperta, fino a svelare un segreto custodito proprio nel cuore dell’Italia, nella città dell’Aquila…

11


icaro.MUSICA

Recensioni novità. Riscoperte. Emergenti.

Cremonini, raccolta decennale

A

dieci anni dall'uscita di "50 special", il singolo che lo portò in cima alle classifiche italiane (tale fu il successo che ne venne prodotta anche una versione in spagnolo), Cesare Cremonini tira le somme della sua carriera con il suo primo Gratest Hits. Durante l'ascolto dell'album l'evoluzione dell'autore è chiara ed evidente. Partendo da brani più disincantati ed ironici come "Latin Lover", si arriva ad opere decisamente più complesse (anche nell'uso e nella scelta degli strumenti,

per non parlare della maturazione dei testi) come "Figlio di un Re". La raccolta è arricchita da due inediti: "Mondo" (singolo di lancio dell'album, in cui Cremonini si avvale della collaborazione di Jovanotti) e "Hello!" realizzato con Malika Ayane (compagna del cantante anche nella vita).

Barbara D’Alessandro

DAL PASSATO

Finardi: “Extraterrestre portami via” 12

L

a leggenda vuole che siano gli alieni a cercare contatto con noi e col nostro mondo. La vita ci insegna che siamo noi ad essere degli extraterrestri, degli estranei. È così anche per il tipo di cui canta Finardi. Quest’uomo non è soddisfatto dalla propria esistenza e soprattutto non vuole più vivere tra la gente, di cui non gli interessa nulla. Ogni notte prega che un extraterrestre lo porti via, su di una stella tutta sua. Una volta giunto su questo nuovo mondo le incertezze, i dubbi e le paure di prima tornano, amplificate da uno spazio vuoto e isolato, dal cielo un po’ più

viola del normale. Le parole del cantautore sono l’allegoria del bisogno che l’uomo ha di appagare se stesso, affidandosi esclusivamente a ciò che gli è estraneo, a quell’extraterrestre che potrebbe essere qualsiasi cosa, tranne che la felicità. In Extraterrestre Finardi canta le contraddizioni interiori dell’uomo e la sua complessità con la grinta di chi non vuol lasciarsi sopraffare dal proprio vuoto e dalle proprie incertezze. Ilaria Pantusa

Icaro cerca nuovi artisti emergenti. Invia le tue opere accompagnate da copertina e recapiti a: icaro.mail@libero.it

Rosae Crucis, heavy metal a tinte epiche A

d essere paranormale è il loro talento. Tre dischi alle spalle, quattro demo e molte altre partecipazioni anche internazionali: la band Heavy Metal dei Rosae Crucis, nata nel 1989 nelEMERGENTE l'area tiburtina da un grande bisogno di comunicare e raccontare, risulta oggi composta da Andrea "Kiraya" Magini, Tiziano Marcozzi e Daniele Cerqua alle chitarre, Giuseppe "Ciape" Cialone alla voce e Piero Arioni alla batteria. Spesso inneggianti alla battaglia, alla lotta, nell'affrontare

le avversità della vita, le tematiche di "Fede Potere Vendetta" rivelano forti tinte epiche e fonti d'ispirazione eterogenee che vanno dall'Heavy classico, passando per il Power e il Death. Gli omaggi a Conan il Cimmero e al mondo di Hyborea, inventato da Robert Howard, nonché alla Gerusalemme Liberata del Tasso impreziosiscono il disco registrato e riarrangiato per Jolly Roger Records da un progetto del 1996-97. A breve uscirà l'omonimo disco cantato in inglese con la partecipazione di Chris Boltendhal dei Grave Digger ed un pezzo inedito, Yes We Tank, che verrà distribuito a livello mondiale. I Rosae Crucis sono pronti a stupire nuovamente il loro pubblico in molti altri imperdibili concerti. Angelica Cardoni


CONTRO LA CRISI NOI FACCIAMO COSÌ! 500 BIGLIETTI DA VISITA €35 100 LOCANDINE €70 10000 VOLANTINI €160 2X1 STRISCIONE €60

OFFERTA T-SHIRT + S TA M PA €3,50CAD MINIMALE 100 PZ

PROMO SITO WEB WWW.TUONOME.IT/COM

+ HOME PAGE + MAIL €99

furgone tipo

FIORINO LOGO LATERALI + LOGO RETRO da

LOGO

€195

Adesivi per auto e moto - Riproduzione loghi Kit - Rimozione vecchi adesivi - Pellicole E ANCORA: GRAFICA LOGHI ILLUSTRAZIONI STAMPA DIGITALE GRANDE FORMATO DEPLIANT TIMBRI INSEGNE TABLEAU ESPOSITORI ZERBINI BANDIERE SHOPPER VETROFANIE ETICHETTE ADESIVE BOOK FOTO GADGET AZIENDALI CALENDARI AFFITTO SALA POSE CON LUCI e SFONDI. GREEN SCREEN PER RIPRESE VIDEO FX

Tutti i prezzi sono da intendersi IVA e trasporto esclusi. AGOSTO APERTI SOLO DI MATTINA.

PREVENTIVI GRATUITI PERSONALIZZATI

0774.300.937 - 328.217.68.58


icaro.CINEMA

Recensioni: nuove uscite, film del passato, cortometraggi.

Paranormal Activity: psicologia nell’horror Regia: Oren Peli Cast: MKatie Featherston, Micah Sloat, Mark Fredrichs, Amber Armstrong, Ashley Palmer.

N

ato sulla scia di "The Blair Witch Project" con cui condivide la realizzazione a basso budget (15.000 dollari), lo stile registico (interamente girato con camera a spalla), e la fortuna al botteghino ( oltre 2 miliardi di dollari nel mondo), Paranormal Activity è stato il caso cinematografico dell'anno. Realizzato dall'israeliano Oren Peli, alla sua prima prova dietro una "macchina da presa", il film punta nella direzione dell' horror psicologico. Ad un copioso zampillare di sangue si preferisce una

serie interminabile di rumori sinistri e la trama, a metà tra "L'esorcista" e "Hamityville Horror", ha in Katie e Micah i suoi protagonisti. I due giovani, promessi sposi, si trasferiscono a San Diego. Preso possesso della nuova abitazione, presto si accorgono che questa è infestata da una presenza demoniaca. I due decidono di riprendere ogni singolo istante delle loro giornate per trovare conferme alle loro paure. Pubblicizzato come il film "che ha terrorizzato l'America" (e Spielberg, che a quanto pare ha interrotto la visione a metà film), il successo di questo "mockumentary", è senza dubbio da attribuirsi al tam-tam mediatico che ha sollevato a livello internazionale, più che al reale valore dell'opera. L'America (e Spielberg), si spaventano troppo facilmente. Barbara D’Alessandro

DAL PASSATO

Spiritika: Una“ouija”è la porta per l’aldilà 14

Regia: Kevin S. Tenney Cast: Todd Allen, Stephen Nichols, Kathleen Wilohoite Anno: 1986 Spiritika non figura certo nell’Olimpo dell’ Horror, ma viene comunque considerato inquietante. Protagonisti sono Jim e Linda, che inaugurano la nuova casa con una festa, e Brandon, ex fidanzato di lei. Quest’ultimo porta al party una tavoletta Ouija tramite cui riuscirà ad evocare lo spirito di un bambino morto anni prima. Brandon dimentica però la tavoletta dai due fidanzati e la ragazza, spinta dalla curiosità, inizia a evocare da sola gli spiriti.

Da qui in poi si succedono episodi al limite del terrificante, come il demone Malfeitor che possiede Linda, la morte di Brandon e il finale in cui la situazione degenera. In alcuni punti il ritmo è eccessivamente lento, la musica inappropriata, ma i dialoghi sono ben riusciti e il livello di tensione e mistero è abbastanza elevato da coinvolgere lo spettatore. Spiritika è sicuramente un film da rispolverare. Ilaria Pantusa

Il sesto senso, opera prima per M.N.Shyamalan Regia: M. Night Shyamalan Cast: Bruce Willis, Haley Joel Osment, Toni Collette, Olivia Williams, Mischa Barton Anno: 1999

A

gghiacciante, emozionante, misterioso a tratti terrificante. Il primo grande capolavoro firmato Night Shymalan capace di terrorizzare gli appassionati del cinema horror e nel contempo emozionare e a tratti commuovere gli amanti del drammatico. Il sesto senso narra la storia di un famoso psichiatra infantile che in un momento difficile della propria vita fa amicizia con un bambino

che sembra avere dei problemi. Presosi a cuore il caso del suo piccolo amico, l'uomo riesce a entrarvi in confidenza e a scoprire che è disturbato da visioni: il piccolo asserisce infatti di poter vedere la gente morta. In una escalation di rivelazioni dove anche le certezze più salde potranno venire meno, il regista regala allo spettatore brividi d'autore senza bisogno di ricorrere a esagerazioni sceniche, giocando con maestria sul filo della suggestione. Si ricompongono così di colpo i tasselli, distribuiti gradualmente, di un sorprendente mosaico. Il film stupisce per originalità e non fatica a conquistare lo spettatore. Marcello Manni


Cortometraggi, animazioni, video, documentari, etc. Inviate le vostre opere in redazione: icaro.mail@libero.it

Incubi: ansia e paura con un finale a sorpresa. Regia: Felice d'Andrea e Mario Scalino Cast: Federica Campofreda e Fausto Bellone Anno: 2010

Selezionati da Oren Peli, regista di Paranormal Activity, Felice D'Andrea e Mario Scalino, si aggiudicano il premio FilIL CORTO mauro 2010, diretto alla individuazione di nuovi talenti e di menti brillanti. "Incubi" è il titolo del cortometraggio vincitore che è stato inserito nel dvd ufficiale di Paranormal Activity: l'ansia e la paura sono gli ingredienti che miscelano tutte le componenti del mistero conducendo a un finale sorprendente.

Gli effetti speciali, gli effetti sonori e le musiche terrificanti creano un'atmosfera agghiacciante capace di suscitare suspense e pathos in ogni sguardo. Nato dalla paura di avere un incubo e di non riuscire a svegliarsi, il corto in soli tre minuti rivela le doti della spontanea Federica Campofreda e dell'attore di teatro Fausto Bellone, giovani promesse del cinema italiano. Realizzato a budget zero, scritto in una sola sera, montato e inviato nell'ultimo giorno utile, ha regalato grandi soddisfazioni ai due talentuosi registi realizzando un sogno che loro serbavano giĂ nove anni fa. Angelica Cardoni

15


Oroscopo luglio/agosto 2010 di Ilaria “Fox” Pantusa

Siete sicuri di volerci credere? Ariete (21 marzo - 19 aprile)

Estate bollente, il vostro olezzo attirerà uno sciame di viscidi venusiani! Contenti?

Toro (20 aprile – 20 maggio)

Estate ricca di sorprese, date un’occhiata al cielo, in arrivo una pioggia di sexy E.T.!

Gemelli (21 maggio – 20 giugno)

Volete una vacanza all'insegna dello svago? Gli astri consigliano Mercurio per incontri… hot!

Cancro (21 giugno – 22 luglio)

Serenità e relax vi attendono, ma attenzione ai vicini verdognoli!

Leone (23 luglio – 22 agosto)

Viaggiate solo di notte e il vostro mezzo è a forma di disco volante? Avete sbagliato pianeta.

Vergine (23 agosto – 22 settembre)

Capricorno (22 dicembre – 19 gennaio)

La vostra passione travolge ogni cosa, anche quei piccoli esseri rosa che poco fa vi camminavano davanti.

Nulla è impossibile per voi, neanche sedurre un bell’alieno nordico, elfico e umanoide!

Ottima estate per voi, scoprirete di avere poteri sovrannaturali e proverete a conquistare il mondo. Ma Superman ve lo impedirà.

La rinascita sarà la parola d’ordine di questa estate. Ma siete proprio sicuri di volere una pelle verde, rugosa e degli occhi enormi come palline da golf?

Bilancia (23 settembre – 22 ottobre) Scorpione (23 ottobre – 21 novembre)

Attenzione a chi vi offre vacanze da sogno, dietro quel viso rassicurante potrebbe esserci il mostro di Alien!

Sagittario (22 novembre – 21 dicembre)

Questa estate ti metterai in testa di voler stanare gli autori dei cerchi nel grano. Ecco la soluzione: apri una fattoria e aspetta, aspetta, aspetta…

Acquario (20 gennaio – 18 febbraio)

Pesci (19 febbraio – 20 marzo)

Avete fatto molto quest’anno, adesso rilassatevi, distendete la coda squamata e i piedi palmati al sole.

ICARO Luglio 2010  

Numero dedicato all'IGNOTO, misteri, ufo, fantasmi...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you