Issuu on Google+

Anno XXIX numero 4 del 24 febbraio 2011 - 1 euro

l’informatore quindicinale di approfondimento, attualità, cronaca, cultura, politica e sport

Chi ride vive di più

l’opinione

Coriandoli di Mina Siciliano Tempo di musica, balli e coriandoli. Finalmente siamo giunti nel periodo più pazzo dell'anno, quello del Carnevale, in cui maschere e carri allegorici ci distraggono dalla serietà quotidiana e dai mille problemi che assillano la nostra esistenza. Tante sono le mete dove la festa assume un carattere folkloristico. Tra i viaggi più ambiti c'è senza ombra di dubbio Rio de Janeiro. Ma anche l'Italia non è da meno. Venezia, Viareggio, Cento, Fano e Putignano le mete più famose. La cittadina pugliese si pone dunque, come la perla del divertimento del sud Italia.Tante le iniziative in cantiere e unico l'invito: buttarsi a capofitto nella grande festa. Un modo per divertirsi e ironizzare anche sui grandi problemi che assillano la nostra "cara" Italia. E che non si chiamano solo Bunga Bunga!

Carnevale, boom di visitatori per la prima sfilata fra tante novità

pagg. 6-7-8

Conversano: ritrovato carbonizzato in campagna

CRONACA

CONVERSANO

POLIGNANO

NOCI

Da comune a città Il presidente della Repubblica firma il decreto

a pag. 10

Tentata truffa alla posta

Centrosinistra ecco il patto

Documenti falsi per un prestito brindisino in manette

I partiti coesi contro Bovino siglano l’alleanza

MONOPOLI

PUTIGNANO

a pag. 13

a pag. 5

CASTELLANA

pag. 3

Ruba negli spogliatoi dell’ospedale De Bellis

La politica del mattone e il declino della Z.I.

Centrosinistra in fermento presto la resa dei conti

39enne in manette con l’accusa di furto aggravato e ricettazione

La voracità dell’imprenditoria edilizia spinge la città in un vicolo cieco

Aumento il malumore in maggioranza per De Miccolis in arrivo la quaresima

a pag. 4

a pag. 21

a pag. 14


24 febbraio 2011

i fatti della settimana

cronaca

3

Carbonizzato in campagna U

na orrenda pagina di cronaca nera è stata scritta nella mattinata di martedì scorso nelle campagne di Conversano. In contrada Casopietro, a quattro chilomentri dalla cittadina, in una Volkswagen Passat è stato ritrovato il cadavere completamente carbonizzato di un uomo. La vittima non è stata identificata ufficialmente, ma si potrebbe trattare secondo gli stessi inquirenti – di un trentottenne di Conversano, incensul’informatore Quindicinale di politica, approfondimenti, attualità, cronaca, cultura, sport e spettacolo diffuso a Castellana Grotte, Conversano, Monopoli, Noci, Polignano a Mare e Putignano. ANNO XXIX N. 4 DEL 24 FEBBRAIO 2011 Direttore responsabile Vito Scisci Coordinamento Antonello Roscino Registrazione Tribunale Bari n. 724 del 29/9/’83 Iscritto al R.O.C-con il n. 7694 del 28/9/’01

REDAZIONE: via Bramante, 2 - 70014 Conversano (BA) Tel./fax 080.4954409 info@linformatore.it - www.linformatore.it Ufficio pubblicità: tel 080/4954284 Sped. abb. postale 70% pubblicità Filiale di Bari Associato all’Unione Stampa Periodica Italiana (USPI) Edito da La Rosathea Società Editrice srl, via Bramante, 2 - 70014 Conversano (BA) Stampa Tipografia Romana - Capurso (BA)

IN CONTRADA CASOPIETRO A CONVERSANO RITROVATO UN CADAVERE IN UN'AUTO COMPLETAMENTE INCENERITA di Biancamaria Zupa rato, a cui era intestata l’autovettura, e che nelle ultime ore risulta irreperibile. Nell’abitacolo dell’auto i Carabinieri hanno trovato i resti di un fucile. Il Pm di turno del Tribunale di Bari, Angela Morea, ha avviato le indagini e dato incarico al medico legale dell’Università di Bari, Francesco Introna, di compiere gli accertamenti (compreso l’esame del Dna) per risalire all’identità dell’uomo. Il ritrovamento del fucile nell’auto – fonti non ufficiali affermano che la presunta vittima fosse un cacciatore – farebbe pensare ad un suicidio. Tante le ipotesi al vaglio degli inquirenti tra le quali la più accreditata sarebbe quella di un gesto estremo compiuto prima dandosi fuoco e poi sparandosi. Vi è, inoltre, la possibilità che il fucile non sia stato affatto utilizzato dalla vittima e che si trovasse in auto per

puro caso. Bisognerà ovviamente aspettare il responso del perito nominato dal Pm per capire se, effettiva-

siano partiti dal fucile ritrovato nell’auto e da quale distanza siano stati esplosi. Il massimo riserbo resta per

mente, sul corpo dell’uomo siano presenti ferite da arma da fuoco. In tal caso, bisognerebbe stabilire se i colpi

ora su un caso che, a poche ore dalla scoperta, assume i contorni di un drammatico giallo. 


24 febbraio 2011

i fatti della settimana

cronaca

4

A fuoco la galleria d’arte A CONVERSANO IN CALATA VAVALLE AVVOLTE DALLE FIAMME CINQUANTA OPERE DELL'ARTISTA MACCULI di Biancamaria Zupa n incendio è divampato nel primo pomeriggio di lunedì scorso nella nota galleria d’arte di

U

le è situato al piano terra di uno stabile all’angolo tra via Stefano Martino e Calata Vavalle. Per quanto tempesti-

Putignano non ha potuto evitare che cinquanta tele custodite nel locale andassero completamente distrutte, avvolte

Giuseppe Macculi, nel centro storico di Conversano. Il loca-

vo, l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di

rapidamente dalla fiamme. Presenti sul luogo dell’incen-

CASTELLANA

dio anche alcuni agenti degli istituti di vigilanza, i vigili urbani e i carabinieri di Conversano, che hanno prestato servizio d’ordine, cercando di circoscrivere l’area di intervento dei vigili del fuoco per tutelare l’incolumità dei curiosi. Tantissimi infatti gli abitanti della zona che, allarmati dalla sirena dei vigili del fuoco che ha rotto il silenzio pomeridiano e dall’acre odore di bruciato, si sono precipitati sul luogo dell’incendio. L’incidente si è verificato dopo le 14.30 e il lavoro dei vigili del fuoco si è protratto per circa un’ora. Incredulità e sconcerto per Giuseppe Macculi, pittore figurativo di Nociglia, ma residente a Conversano da oltre trent’anni. Alla base dell’incidente si esclude l’ipotesi dolosa. Secondo i vigili del fuoco, è più probabile che si sia trattato di un corto circuito. All’in-

terno della galleria, infatti, i vigili del fuoco hanno rinvenuto una piccola stufa elettrica, che l’artista assicura di aver spento come sempre. Forse, per una dimenticanza, l’elettrodomestico è rimasto acceso, innescando la scintilla che ha distrutto il locale. Fortunatamente, non si sono registrati danni a persone. Poche le opere risparmiate dalla rapidità dell’incendio: tra queste, alcune tele che l’artista avrebbe dovuto esporre ad un concorso a Foggia, nei prossimi giorni. Distrutta anche la grande tela “La Fenice”, esposta dal Macculi all’inaugurazione del teatro “La Fenice” di Venezia.

CONVERSANO

Ruba negli spogliatoi dell’ospedale

Hashish nei pantaloni

39enne in manette con l’accusa di furto aggravato e ricettazione

Arrestato per spaccio 28enne

I Carabinieri della locale stazione di Castellana Grotte hanno tratto in arresto il 39enne Marco Pastore, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di furto e ricettazione. L’uomo, poco prima del suo arresto, si era introdotto nello spogliatoio del personale medico dell’ospedale “De Bellis” rubando due giubbotti, denaro (pochi euro) e chiavi di autovetture ed abitazioni dagli armadietti. Una telefonata giunta al 112 ha allertato i carabinieri che, prontamente hanno inviato una pattuglia presso il nosocomio cittadino. I militari hanno subito avviato le indagini cercando di identificare l’autore del furto. Parti-

colarmente utile è stata la visione delle immagini impresse dalle telecamere di sorveglianza che ha permesso di identificare, senza ombra di dubbio, l’autore del furto. Pastore, riconosciuto è stato poi rintracciato presso la sua abitazione dove è stata rinvenuta gran parte della refurtiva, poi restituita ai legittimi proprietari, nonché un notebook risultato provento di un furto avvenuto lo scorso mese di ottobre nello stesso ospedale e un mixer anch’esso di sospetta provenienza. Per tale motivo l’uomo dovrà rispondere anche di ricettazione. Tratto in arresto, il 39enne è stato associato presso il carcere di Bari. Mi.Si.

Ancora droga a Conversano. Domenica sera, un 28enne del luogo, G.M, è stato arrestato dai Carabinieri della locale stazione con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, durante uno specifico servizio in via Piccinni, hanno notato il giovane che, alla loro vista, ha tentato di allontanarsi frettolosamen-

te. Insospettiti dall’inconsueto atteggiamento l’hanno subito bloccato e sottoposto a perquisizione. Nelle tasche dei pantaloni sono stati trovati 6 grammi di hashish. Tratto in arresto il 28enne è stato associato presso la casa circondariale di Bari mentre le due stecche di hashish sono state sottoposte sotto sequestro. Mina Siciliano


cronaca

i fatti della settimana

24 febbraio 2011

All’ufficio postale con falsa identità

5

Il Bingo Farinella smaschera la fortuna Assegnati 30 mila euro con il Superbingo

IN MANETTE TRUFFATORE BRINDISINO CHE TENTA DI OTTENERE UN PRESTITO PRESENTANDO DOCUMENTI FALSI di Angelo Vincenzo Amatulli

S

i è presentato all’ufficio postale di Noci dichiarando false generalità per ottenere un finanziamento ma, scoperto, è stato tratto in arresto. È successo mercoledì 16 febbraio presso la sede postale di via Soldato Tinelli. Un uomo, distinto e ben vestito, si è presentato in mattinata allo sportello dei correntisti per aprire un nuovo conto corrente. All’impiegato fornisce parte della documentazione che serve tra cui una carta d’identità ed il codice fiscale. L’impiegato postale dunque si accerta dei dati anagrafici del cliente venendo a scoprire che in realtà l’uomo, un non meglio precisato cittadino di Brindisi, in realtà non esiste. Senza perdere la calma l’impiegato invita l’aspirante correntista a ripresentarsi nel primo pomeriggio con la

busta paga al fine di completare l’iter, nel frattempo però avvisa il direttore ed i carabinieri. Ripresentatosi nel pomeriggio come da appuntamento il truffatore ha trovato

ad accoglierlo nell’ufficio postale i Carabinieri di Noci che lo hanno tratto in arresto. Vistosi scoperto l’uomo ha ammesso le proprie colpe. Nelle intenzioni del truffatore

c’era quella di aprire un nuovo conto corrente postale al fine di ottenere un finanziamento di 5000 euro ed una volta ottenuto il prestito sparire con tutti soldi visto che aveva fornito dati falsi circa la sua persona. Ora M.C., 47enne di Grottaglie (Ta), queste le sue vere generalità, è stato tradotto presso la casa circondariale di Bari dove dovrà rispondere di tentata truffa, possesso e fabbricazione di documenti falsi, false dichiarazioni sulla propria identità e falsità materiale. In più i Carabinieri di Noci hanno scoperto che lo stesso uomo, prima dell’arresto incensurato, aveva commesso un’altra truffa in un ufficio postale del settentrione, motivo per cui al truffatore è stata accertata la reiterazione del reato. 

Foto 2C

Al Bingo Farinella realizzata una vincita super ricca nella prima domenica in maschera. E’ di circa 30 mila euro il bottino incassato da una gentile e fortunata signora di Acquaviva delle Fonti che si è vista baciare dalla Dea Bendata proprio in coincidenza con l’esordio del periodo dedicato al noto carnevale putignanese. Una vincita più che gradita quindi proprio perché all’insegna dei festeggiamenti in maschera, e per i più superstiziosi è stato proprio Farinella, maschera locale, ad aver voluto regalare il fantastico premio in onore delle

sua festa. Si tratta del primo Superbingo di questo 2011, inaugurato nella serata di domenica in una sala che a quell’ora si gremisce di gente come di consueto. Ma il contatore non si è azzerato e continua a segnare numeri progressivi: si riparte infatti da quota 15 mila euro, una cifra che fa gola ai molti frequentatori del gioco più appassionante per le famiglie e non. E per chi volesse puntare ancora più in alto, è in arrivo il nuovo mondo delle video lotterie con jackpot da capogiro dal valore di centinaia di migliaia di euro.


6

attualità

approfondimento

24 febbraio 2011

La prima ha fatto boom 50mila visitatori! CARNEVALE, IL BEL TEMPO INCORAGGIA L’AFFLUSSO POLEMICHE PER IL PAGAMENTO DELL’INGRESSO E SULLE TRIBUNE di Franco Antonacci

L

a prima è andata meglio del previsto. Cinquantamila persone, secondo i Carabinieri, e 1200 tra auto e bus (25) paganti ai varchi approntati agli ingressi della città, che hanno consentito un incasso che si aggira sugli 12mila euro. Non male per una giornata sinora sempre considerata di rodaggio della macchina organizzativa. Sbavature ce ne sono state, era inevitabile, proteste anche, ma nel complesso l’impatto è stato positivo. Almeno, a sentire le prime impressioni, lo spettacolo è piaciuto ed è scoppiata la voglia di divertirsi. Già al mattino la prima sorpresa, con l’uscita dei giganteschi carri allegorici dagli hangar. Nulla di eccezionale per chi sta all’interno dell’organizzazione del Carnevale da anni, ma uno spettacolo per chi ha visto i carri al massimo da dietro le transenne. Un vero show, dunque, perché dà finalmente l’idea della complessità del lavoro che c’è dietro, ma soprattutto si è potuto scoprire pian piano, gustando lentamente, quanto gelosamente custodito in questi mesi. Ad uno ad uno, con un pubblico di curiosi in continuo aumento, i carri vengono tirati fuori e poi, con il supporto delle gru, montati e approntati per la sfilata del pomeriggio. Immaginate, un lavoro che i carristi devono compiere due volte per ognuno dei quattro giorni di sfilata. Perché, quando bisogna uscire, i pupi vanno montati, causa le loro dimensioni, all’aperto e, la sera, al rientro, vanno smontati per riportarli nei capannoni. E spesso accade anche l’imprevisto. Si provano le musiche, i movimenti, c’è anche la banda ad allietare, mentre i Carabinieri si tengono discretamente in vista anche se non ce n’è bisogno. Nel pomeriggio, la sfilata con percorso al contrario e

partenza da largo porta Nuova verso porta Barsento, in direzione corso Umberto I. Per le strade, complice il bel tempo, tanta gente arrivata a Putignano prima della chiusura e dell’attivazione dell’ingresso a pagamento per chi non è del posto. L’assenza di transenne ha creato qualche intoppo per la sfilata, ma il pubblico ha gradito di poter circolare liberamente. Polemiche per le tribune a pagamento, che quest’anno non ci sono per risparmiare, e per quelle del Comune, accessibili solo per invito. Protesta vivacemente una comitiva di romani avanti con l’età, arrivata in autobus. Sono arrabbiati perché dicono “l’organizzazione fa schifo. Ho telefonato alla Fondazione sin da novembre – dice una signora – per prenotare posti a sedere in tribuna, ma ogni volta mi rimandavano sino all’altro giorno, quando mi hanno fatto sapere che le tribune non c’erano più. Siamo venuti giù ugualmente, trovando la sorpresa di dover pagare, per entrare, 100 euro per il parcheggio del bus. Poi veniamo qui e vediamo che c’è una tribuna vuota e noi dobbiamo stare in piedi per una manifestazione cominciata invece delle 16, un’ora più tardi”. Dopo avere imprecato e protestato, comunque, poiché effettivamente in tribuna c’erano molti spazi vuoti, sono stati fatti accomodare. Chissà se poi hanno cambiato idea sulla disorganizzazione. Un altro signore, invece, si lamenta per la navetta che fa la spola dalla zona industriale. Poiché tutti non potevano entrarci ha dovuto fare più viaggi e, soprattutto, dopo una certa ora, ha interrotto i viaggi, salvo riprendere più tardi. “E se qualcuno vuole andare via prima come si fa?” si chiede. 


24 febbraio 2011

approfondimento

attualità

7

Bentornato Carnevale! RICCHISSIMA PROGRAMMAZIONE PER L'EDIZIONE 2011 di Pasquale Sibilia

È

partita senza ritardi, capricci meteorologici o intoppi vari la grande manifestazione del Carnevale di Putignano, edizione 2011. A renderla più divertente e spassosa ci ha pensato senza ombra di dubbio pensato la Fondazione che per questa edizione ha organizzato un calendario ricchissimo di eventi; Putignano, insomma per alcune settimane diventa la protagonista assoluta non solo dalla Puglia, ma dell’intero Sud Italia. Dopo la prima sfilata ufficiale di domenica scorsa che ha visto una vasta affluenza di pubblico, adesso si entra nel vivo della manifestazione. Eventi non solo serali, ma anche pomeridiani con una vasta offerta che punta non solo all’aspetto ludico ma anche ad alla cultura e alle rappresentazioni teatrali. Giovedì 24 febbraio prende il via la programmazione più corposa del Carnevale. Alle 18, presso l’ex Macello IMAKE ci sarà la proiezione di alcuni capolavori cinematografici della commedia dell’Arte. Contemporaneamente, la Biblioteca Comunale si trasforma in una “Casa dei Ragazzi”, ospitando spettacoli, laboratori e giochi. Successivamente spazio all’arte, quella di Antonio Catalano, che stupirà gli spettatori con tutta la sua ricca e immaginifica cosmogonia, esplorazioni e provocazioni tra teatro e arti visive, e l’Associazione Locallab che installerà una vera e propria postazione artistica, organizzando laboratori di modellazione dell’argilla, giochi collettivi e produzioni creative di disegno, pittura e collage. Attività, queste, che sarà possibile visitare in tutto il periodo dei festeggiamenti. In serata si balla con la tribute band di Manu Chao e si degustano le specialità locali nel borgo antico. Venerdì 25, confermate le attività culturali, mentre la sera sarà allietata dai “Bari Upbeat Movement”, un collettivo di musicisti che rende omaggio alla Jamaica. Sabato 26 febbraio, ci si prepara al “Corso Mascherato” del giorno successivo con un concerto degli A Toys Orchestra, gruppo indie-rock, e con la narrazione che si unisce al linguaggio musicale e diventa canto con Antonio Catalano

accompagnato dal suo bombardino e dalla chitarra di Matteo Ravizza. Domenica 27 è finalmente il momento della seconda sfilata, alle ore 11, anticipato dal sound estroso della Contourband. Sempre in mattinata laboratori ed esposizione di manufatti in cartapesta. Dopo qualche giorno di pausa per riprendere il fiato, si ricomincia con il “Giovedì dei Cornuti” il 3 marzo, accompagnato dalla sagra del maiale e dagli Electric Ladyland che suoneranno le inebrianti note di Jimi Hendrix. Venerdì 4 marzo sarà dedicato interamente al teatro, con numerose attività, così come il giorno successivo che

però potrà vantare in serata l’esibizione dei Sud Sound System e del Live Set di Tormento. Domenica 6, terza sfilata, sempre alle ore 11, questa volta accompagnato da rievocazioni storiche. E dalle 22 si ricomincia a lasciarsi andare con il dj set di rockabilly e rock anni 50. Lunedì 7 una delle manifestazioni più divertenti, l’estrema unzione del Carnevale, mentre martedì 8, ultimo giorno di festeggiamenti, ci sarà l’ultima sfilata, questa volta alle ore 19, ed il concerto R’n’B di Mia Cooper. Insomma, gli ingredienti ci sono tutti, non resta che lasciarsi andare ai festeggiamenti e vivere a pieno il Carnevale 2011.


8

attualità

24 febbraio 2011

approfondimento

“Le novità hanno fatto centro” IL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE CARNEVALE, GENCO, TRACCIA IL BILANCIO DELLA PRIMA SFILATA E SI AUTOPROMUOVE di Franco Antonacci

“C

redo che la prima sfilata sia stata un’ottima base di partenza. Sono soddisfatto del risultato anche perché le novità apportate hanno funzionato”. Il presidente della Fondazione

che sono sollevate da chi ovviamente non vuole pagare l’evento. Credo che bisogna convincersi che oramai manifestazioni di un certo livello, gratis, non ve ne siano più”. Forse c’è stata scarsa infor-

che correzione sulla tempistica, con maggiore fluidità, e negli spazi tra un carro e l’altro. Bene anche la scelta di non transennare il percorso. E’ stato rotto un tabù che intendiamo confermare anche per le prossime sfilate”. E la qualità dei carri? “Siamo tornati a vedere carri che avevamo dimenticato da qualche tempo. Si è accesa una sana competizione tra i carristi che credo sia una piccola medaglia per questo CdA”. Sarà rispettato l’impegno di erogare subito l’anticipo del premio ai carristi?

“Certamente. Era un impegno previsto nel regolamento che intendiamo mantenere. Se i

patti vengono rispettati da una parte è logico che anche l’altra parte lo faccia”.

Insieme ai Giganti, i gruppi mascherati Un montepremi complessivo di 23.200 euro

Carnevale di Putignano, nonché assessore comunale alla Cultura, Giuseppe Genco, traccia un bilancio della manifestazione, promettendo miglioramenti per la prossima, laddove vi sono state sbavature. Presidente, non sono mancate le polemiche ai varchi per il pagamento. “La prossima volta metteremo più personale e soprattutto più vigili urbani e forze dell’ordine. Per quanto riguarda le polemi-

mazione? “No, mi pare che sia stata ottima e abbondante anche sul territorio. Ci vuole più personale e soprattutto più bus navetta a disposizione, dal momento che si va verso il clou della manifestazione”. Un commento sulla sfilata. “Mi pare sia andata bene sia l’uscita dei carri la mattina sia la sfilata vera e propria il pomeriggio. Certo ha giocato un ruolo importante il bel tempo. Bisognerà tuttavia apportare qual-

Sul percorso cittadino insieme ai 7 mastodontici carri allegorici, ci saranno 3 maschere di carattere e 14 gruppi mascherati (di cui 3 fuori concorso). Stimolare alleanze e sfide che mettano insieme competenze, risorse e buona volontà. Con questo spirito la Fondazione Carnevale di Putignano ha bandito il concorso per gruppi mascherati (montepremi complessivo di 23.200 euro). Ecco quali sono: Noi…vampiri solidali - Associazione Dpds Fidas (Putignano) Ispirati dal film “Twilight” sui vampiri, si è deciso di giocare ironicamente sul “prelevamento di sangue” associando ai donatori un ruolo da “vampiri”, ma solo per l’attività di continua ricerca di nuovi donatori di sangue. Utilizzano questa etichetta, nasce così l’idea del “vampiro Bianco” che preleva sangue, non per trarne nutrimento come soddisfazione del proprio bisogno personale ma per scopi benefici e di solidarietà. Siamo rimasti in mutande - ASD Palestra In Fitness (Putignano) Mentre in Europa, molti Paesi hanno già ripreso la marcia per combattere la concorrenza di Stati in forte sviluppo (come la Cina e l’India), in Italia le cose non sembrano andar bene: le famiglie non riescono ad arrivare a fine mese, si continuano a perdere posti di lavoro ed è in forte aumento il numero dei poveri. Il gruppo sfilerà mascherato, ma senza pantaloni! Basta con i problemoni…spensieriamoci con i cartoni - Associazione Sportiva culturale Girovà (Putignano) In questo mondo pieno di problemi, crisi e stress, l’unico modo per essere più spensierati è ritornare bambini. Rilassarsi, guardando magari un cartone animato: non c’è distinzione di genere, vanno bene tutti, perché la loro visione permette di passare del tempo sorri-

dendo, lasciando da parte anche solo per un po’ le difficoltà quotidiane. Alla ricerca dell’identità perduta - AVIS, ASC Farinella (Putignano) Nell’attuale società i ruoli non risultano più distinti: la donna fa propri i comportamenti e i modi di sentire tipicamente maschili e l’uomo si appropria di modi di sentire e agire tipicamente femminili. A questa convergenza di animi, cuori e corpi è dedicato il gruppo mascherato, auspicando l’affermarsi ed il consolidarsi di un profondo comune sentire. Tutti a Novanta - Ball rer i cant (Putignano) Un palcoscenico mobile, allestito su un piccolo carro, sarà la cornice ideale per le esibizioni di gruppi musicali di diverso genere, per finti cantanti che simuleranno il playback e per coreografie danzanti. Una grande festa viaggiante che riprenderà i grandi classici della disco-music per coinvolgere e far ballare tutto il pubblico del carnevale. Le quattro stagioni - Compagnia Stabile di Alberobello (Alberobello) Il gruppo intende porgere un omaggio all’agricoltura pugliese. Viene rappresentato il mondo agricolo della Valle d’Itria, nell’evolversi delle stagioni e dei cambiamenti climatici. I prodotti pugliesi sono un vanto sulle tavole di tutta Italia e nel mondo: doveroso porgere un atto di riverenza a ciò che la natura produce e regala al genere umano. Fra nu sciò e nu beseniss, tott i pulètele ne fescène fiss - La Zizzania (Putignano) Sia i mass media che le vicende private e non, che coinvolgono i politici italiani, sembrano deviare l’attenzione dai problemi reali del paese: escort e veline, corpi nudi o semi nudi e tanto altro. Tutto sembrerebbe nascondere un unico interesse, gli affari privati. La denuncia a questo cattivo costume è affidata a travestimenti che rievocano il dorato mondo dello spettacolo.


castellana

24 febbraio 2011

politica

9

Gli obiettivi di Stefano Elefante S

i focalizzerà su due obiettivi il mandato del neo assessore Stefano Elefante. A distanza di circa due mesi dal tormentato rimpasto della giunta castellanese, l’ing. Elefante, libero professionista, volto nuovo del “Tricase Bis” (con deleghe a Cultura, Pubblica Istruzione, Accoglienza e Castellanesi nel mondo, Beni Culturali, Pari Opportunità e Sanità) illustra così le linee guida del suo mandato: “Mi sto muovendo sulla scia già tracciata dal mio predecessore, Alfonso Carpinelli, accentuando l’attenzione su due temi fondamentali: rapporti tra ente pubblico ed associazionismo culturale e costituzione e promozione della Casa della Salute. Quest’ultima opera è di fondamentale importanza per la cittadinanza e, com’è noto, nascerà in via F. Valente dalla riqualificazione del vecchio ospedale, che sarà riorganizzato come una struttura che accoglierà presso i propri ambulatori medici di base, pediatri, un centro di primo intervento ed altri servizi sanitari. Il progetto commissionato dalla Asl – prosegue il neo assessore - è già pronto ed attendiamo che si sblocchino i fondi per finanzialo. Un altro progetto di particolare rilevanza è la ‘Fondazione Michele Viterbo’. I locali presso piazza Caduti Castellanesi in prossimità di largo Porta Grande, adibiti per ospitare la fondazione, saranno pronti entro aprile e, considerati i tempi per proce-

RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI E CASA DELLA SALUTE: IL NEO ASSESSORE SVELA LE SUE PRIORITÀ di Cosimo Sportelli dere agli allestimenti degli interni, contiamo di inaugurare questo centro per fine anno. Vorrei che quest’opera non sia solo lo scrigno dei volumi dello storico castellanese, ma sia soprattutto un luogo di confronto culturale. Infine, annun-

Ha ricevuto delega in ragione del rimpasto di giunta dello scorso 22 dicembre e nel suo caso il sindaco Tricase ha avvallato il cambio suggerito dalla lista civica Castellana Democratica, che ha estromesso da vicesindaco Alfonso

Carpinelli abbia svolto un eccellente lavoro e che la sua estromissione sia da iscrivere ad esclusive ragioni politiche interne a Castellana Democratica (Carpinelli fu accusato di non seguire più le direttive del partito, ndr)”.

Ve c c h i o O s p e d a l e

cio che la rassegna nazionale di teatro scolastico Speranza Giovani, giunta alla sua 22esima edizione, che partirà il prossimo 24 marzo, si terrà nuovamente in memoria di Maria Boccardi, indimenticata insegnate e assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Castellana”.

Carpinelli proponendo il suo nome. Com’è noto, però, Carpinelli non ha gradito il siluramento ed ha annunciato di voler presentare ricorso al TAR. In che rapporti è rimasto con l’ex assessore? “Personalmente non l’ho più sentito, ad ogni modo voglio precisare che ritengo che il dott.

Nell’ambito del suo mandato ricadono i festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Quali iniziative saranno promosse? “A simboleggiare la partecipazione della comunità castellanese ai festeggiamenti l’Amministrazione comunale intende distribuire alla cittadinanza

bandiere tricolori con l’impegno di esporle sul balcone della propria casa o in altro punto visibile della propria abitazione. Pertanto, tutti i cittadini interessati a partecipare all’iniziativa possono ritirare una bandiera tricolore presso il Palazzo Municipale – Ufficio Cultura nelle giornate di martedì e giovedì dalle ore 15 alle ore 18. Per procedere al ritiro, sarà necessario consegnare un documento di riconoscimento. Sarà possibile ritirare un solo esemplare di bandiera per gruppo familiare. Le stesse saranno anche distribuite mercoledì 23 febbraio nel corso della manifestazione organizzata in collaborazione col Circolo Pivot, quando a partire dalle ore 18,30 nella sala delle Cerimonie del Palazzo Municipale sarà presentato il libro di Riccardo Riccardi ‘L’impresa di Felice Garibaldi e il Risorgimento in Puglia’. Nella mattinata del 17 marzo, inoltre, si terranno i festeggiamenti cittadini presso Piazza Nicola e Costa che sarà addobbata ed ospiterà la banda comunale che farà da cornice ad una rappresentazione teatrale. Nel pomeriggio, invece, alle ore 18.30 la prof.ssa Antonietta Lotorre nella Sala Giunta del Palazzo municipale terrà un intervento in memoria della ricorrenza dei 150 anni. A primavera, infine, nell’ambito di queste speciali celebrazioni saranno coinvolte le scolaresche. A fine anno, invece, in programma un concerto in cui si esibiranno la Schola Cantorum e la banda cittadina”.


10

24 febbraio 2011

conversano

politica

Conversano promossa a ‘Citta’ LA FIRMA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO SUGGELLA L'AMBITO TRAGUARDO

Ospedale verso la chiusura

di Biancamaria Zupa

Per l’Udc se non interverranno miracoli il nosocomio cittadino presto sarà solo un ricordo

E’

arrivato a firma del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano il decreto con il quale si riconosce al Comune di Conversano il titolo di “Città”. Il riconoscimento può essere concesso con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro dell’Interno ai “comuni insigni per ricordi, monumenti storici e per l’attuale importanza”. “E’ un grandissimo onore sapere di essere diventati Città, questo era un obiettivo mio e della mia amministrazione – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Lovascio – è un riconoscimento che rende orgogliosi tutti noi conversanesi. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno collaborato con me ed in

particolare l’Ufficio Cultura per il prezioso e puntuale lavoro svolto nel ricercare e predisporre la documentazione necessaria”. La deliberazione con la quale la Giunta di Conversano aveva chiesto il titolo di Città, infatti, risale al 29 giugno del 2010. In data 9 agosto 2010, il prefetto di Bari ha espresso parere favorevole e, successivamente, si è ritenuto che sussistessero le condizioni previste dall’art.18 del decreto legislativo del 18 agosto 2000, n° 267. Tutto ciò si completerà con la lettura del decreto del Presidente della Repubblica da parte del prefetto di Bari in sede istituzionale nella cerimonia che si organizzerà a Conversano nelle prossime settimane. 

Negli ultimi tempi si fa sempre più stringente il problema del riordino ospedaliero. In particolare, le vicissitudini rischiano di travolgere anche lo “Iaia” che, subendo un altro ridimensionamento di posti letto da 72 a 53, rischia di subire anche una declassazione del reparto di medicina da struttura complessa a semplice, avviandosi così entro il 31 dicembre 2012 alla definitiva chiusura. Gli incontri avvenuti in questi ultimi giorni con cittadini ed operatori del settore (come sempre assenti gli organismi politici e gestionali a livello regionale) hanno consentito di conoscere anche altre varianti prospettabili di fronte alla chiusura. Per contrastare la chiusura sarà necessario farsi portavoce costantemente presso la giunta regionale delle ragioni di ordine pratico, economico ed assistenziale dovu-

te al nostro territorio e su questo l’Udc di Conversano ha dichiarato che impegnerà le sue risorse anche regionali. Parallelamente, il partito si impegnerà affinché rimanga ed anzi venga rinforzato il polo medico, anche con la previsione del day surgering chirurgico presso il nostro ospedale. Contestualmente, si vigilerà affinché sia avviata la sistemazione del distretto, facendo partire le opere strutturali, ma soprattutto cercando di portare una volta per tutte a Conversano tutti gli ambulatori previsti oltre a mezzi, strumentazioni e risorse personali. Su tutto ciò, il partito centrista invita l’intera cittadinanza a vigilare e segnalare tutte le disfunzioni sanitarie, affinché in caso necessiti ricorrere al tribunale amministrativo si disponga di dati di fatto e non solo di parole. .Stefano Peragine

Per una politica “partecipata”

Discarica o nuova collina?

Incontro promosso dal Sel per riparare allo scollamento tra cittadinanza e politica

Il presidente del Consiglio comunale, Gentile, punta il dito contro l’Amministrazione

il dibattito politico cittadi“Occorre portare il dibattito no: impianto di carburanti fuori dall’aula consiliare. Se di via Gobetti, antenna non ora, quando?”. Così la Wind e impianto fotovoltaiprof.ssa Lucia Cacciapaglia co in prossimità del lago ha aperto venerdì scorso l’inPetrullo.“Questioni – ha sotcontro organizzato dalla tolineato Rotunno – che sezione conversanese di Sel Gianluigi Rotunno, danno la sensazione che per esporre ai cittadini i punLucia Cacciapaglia l’amministrazione abbia fatto ti di maggior rilievo proposti e Pasquale Bonasora del senso della padronanza nell’ultimo Consiglio comudella città il proprio credito, nale. Temi che, da tempo, mutuando un costume nazionale”. Sulla stessa infiammano il dibattito politico. Un appuntalinea l’intervento del consigliere Bonasora, che mento fortemente voluto dal Sel per ricevere ha ripercorso altre tematiche scottanti: ristoro idee, dare sostegno all’azione dei contrasto delambientale, con il paventato rischio del dissesto la maggioranza, restituire un momento di fidufinanziario connesso, anomalia della gestione cia ai cittadini. All’introduzione dei temi dei servizi, affidamento di incarichi professionali in consiglieri Rotunno e Bonasora, è seguito infatassenza di bandi e avvisi pubblici. Per uscire ti un dibattito che ha coinvolto i cittadini predall’impasse, Rotunno chiama a raccolta l’intesenti. ra opposizione, con un riferimento a quello che Dure, ovviamente, le parole nei confronti delconsidera ancora il suo partito: “C’è una corsa l’azione del Governo centrale e dell’amminidelle cosiddette opposizioni a occupare posti di strazione comunale. “Siamo di fronte a una potere, a sostenere chi governa. Ma ora dobbiamo maggioranza che traballa da tre anni, perseguenandare oltre noi stessi, anche il Pd deve dare deldo un’azione di governo inefficace”, ha stigmale risposte”. L’appello, lanciato in ultimo da tizzato Rotunno, iscritto da indipendente nel Antonio Renna, è “continuare la battaglia in gruppo Sel. Il consigliere ha effettuato poi una Comune e fuori, poiché la patina d’indifferenza disamina di “quelle cose che l’amministrazione può aprire a scenari peggiori dell’attuale”. non dice”, temi che continuano a caratterizzare

Mentre i comuni viciniori chiedono incontri in Provincia e Regione e cercano, anche attraverso associazioni ambientaliste, di far valere le proprie ragioni protese alla chiusura definitiva della discarica Martucci, l’amministrazione di Conversano dimentica di verificare le attuali volumetrie che da semplici calcoli matematici risultano essere esaurite. Anzi annuncia “in maniera trionfalistica” il recupero di una parte del ristoro ambientale, anziché bloccare l’attività di sversamento per mancanza di autorizzazioni e costringere così anche la Regione a risolvere il problema in ordine all’avvio degli impianti. Il segretario dell’Udc cittadino, Pasquale Gentile, ha così ricordato ai cittadini che il comune di Conversano vanta crediti verso la Lombardi Ecologia dall’anno 2004 al primo trimestre 2009 di somme accertate con fatture per circa 3.500.000 euro. Dette fatture, a distanza di tempo, sono state contestate dall’azienda gestore degli impianti, senza che ad oggi il nostro Comune abbia avviato nessuna procedura a tutela dell’ente. Storia a parte è il paventato recupero delle somme dovute dalla Lombardi Ecologia al Comune di Conversano dal 2004 ad oggi per le royalty rivenienti dall’estrazione di biogas. Tale quota, secondo il presidente del Consiglio comunale, era stata stabilita in 23 lire a kw/ora e non si capisce come i conti relativi siano stati fatti per approssimazione alla somma di 0,01 euro. Tutto ciò, secondo Gentile, dimostra la mancanza di chiarezza anche gestionale nell’affrontare il problema. Sull’argomento, l’Udc di Conversano non farà sconti, invitando da subito l’Amministrazione a rivedere la sua posizione in ordine alla chiusura della discarica, all’avvio degli impianti con conseguente certezza nello smaltimento delle ecoballe oltre, e soprattutto, ad evitare spericolate transazioni che portino in dissesto finanziario l’intero bilancio. S. P.


monopoli

24 febbraio 2011

politica

11

Via alle danze anche in minoranza RIZZO E CIACCIA (IDV) POTREBBERO CONVERGERE IN "LIBERI CITTADINI" di Cosimo Lamanna

S

embra proprio che la “stabilità” politica a Palazzo di Città sia veramente una cosa più una che rara come d’altronde la storia politica cittadina ci ha ampiamente abituato a vedere. Dopo il tanto atteso rimpasto in Giunta, o per chi preferisce la verifica di metà mandato, il dolori della maggioranza per usare un termine di romantica memoria, sembrano lasciare il posto a quelli di minoranza. Sembra sempre più probabile ormai la definitiva frattura tra l’Italia dei Valori e i suoi unici due consiglieri comunali, Giacomo Rizzo e l’avvocato Giuseppe Ciaccia, in quasi aperta divergenza con l’onorevole Pierfelice Zazzera. I due potrebbero convergere nella lista civica “Liberi Citta-

dini”, che ha dato i natali, politicamente parlando, proprio a Ciaccia che non ha smentito l’ipotesi, anche se hanno parlato più che altro di un momento di valutazione senza ancora nulla di concreto. Certo a molti non spiace l’idea di un Ciaccia che ritorni a far parte di quello che ha rappresentato uno dei più importanti movimenti civici della città, un momento di sintesi sotto certi aspetti tra maggioranza e opposizione, ma le cose non sono così automatiche come si potrebbe pensare e le dinamiche della politica sono spesso oscure ai non addetti ai lavori. Anche in questo caso, come nel rimpasto di maggioranza, attendiamo anche se non possiamo non riflettere sul fatto che la gente dalla politica si aspetti risposte concrete ai problemi che affronta quotidianamente, più che assistere a continue beghe interne. Dal canto suo Zazzera ha risposto con la costituzione del Centro Studi “Il Cantiere dei Valori” uno spazio libero aperto ai giovani, al confronto e al dialogo, con il fine di riavvicinare la politica ai cittadini, ridarle credibilità e autorevolezza 

La Poli Bortone dice no al petrolio La Senatrice ha presentato un'interrogazione parlamentare per conoscere le intenzioni del Governo Che la lotta all’installazione contro le piattaforme petrolifere in Adriatico avesse bisogno di fare un salto di qualità passando dal mero piano comunale, intercomunale e regionale a quello internazionale, appare chiaro a molti. Che la Puglia non desideri l’installazione di piattaforme petrolifere nel proprio mare e che l’eventualità sarebbe deleterea per la nostra Regione è un aspetto del quale ormai anche la classe politica locale ha preso atto, ma che la partita

contro la Northen Petroleum non sia per niente vinta è una certezza, così come è una certezza il fatto che un’eventuale autorizzazione alla ricerca da parte di paesi quale ad esempio potrebbe essere l’Albania, rappresenterebbe una minaccia della stessa portata. Il fronte del NO Petrolio, tuttavia, si è arricchito di un’altra alleata, la senatrice Adriana Poli Bortone, presidente del partito Io sud, che oltre a presentare un’interrogazione parlamentare rivolta al Presi-

dente del Consiglio e al Ministro dell’Ambiente, per chiedere di conoscere le intenzioni del Governo in merito ai progetti della Northen Petroleum, ha chiesto al Governo di farsi promotore di una nuova normativa presso l’Unione Europea, affinché sia meglio regolamentata l’installazione delle piattaforme petrolifere. In particolare si chiede che queste siano installate ad almeno 160 km dalla costa, come avviene negli Stati Uniti. C.L.

Biblioteca tra bufala e realtà Alberto Pasqualone ha annunciato l'inizio dei lavori di ristrutturazione Non è esagerato nutrire dubbi di fronte a certe notizie, in fondo è ormai da diversi anni, peraltro a cavallo di due legislature di opposto colore politico, che la Biblioteca Comunale di Monopoli è stata chiusa per restauri senza che di questi restauri se ne sia vista neppure l’ombra. Eppure, in questi giorni, per bocca dell’assessore ai Lavori Pubblici Alberto Pasqualone, si è avuta comunicazione che i lavori di ristrutturazione inizieranno a breve, forse proprio nella prossima settimana. Se così fosse sarebbe una delle più belle notizie che la città di Monopoli potesse attendere, atteso che la chiusura del palazzo “P. Rendella” ha rappresentato uno dei più grandi disastri dal punto di vista culturale per la città. In questi giorni, l’ing. Pasqualone unitamente ad addetti ai lavori ha eseguito un sopralluogo nel sito caduto nel degrado a seguito degli anni di abbandono: l’episodio lascia ben sperare nella restituzione di un luogo di cultura di vitale importanza e caro a tanti monopolitani. Cosimo Lamanna


12

politica

È

stato il Consiglio comunale sulle piste ciclabili e sulle opere pubbliche quello andato in scena lunedì a Palazzo di città. Doveva, invece, essere il Consiglio sul chiarimento politico della maggioranza che però è stato rimandato al 2 marzo prossimo. Prende tempo la maggioranza di Liuzzi per esprimersi sulla propria organizzazione interna e sullo schema degli assessorati, per la maggior parte ora traballanti. Trema anche la sedia del primo cittadino, che pende per via di un patto federativo tra i consiglieri dichiaratisi indipendenti, gli udiccini dissidenti e la lista civica Popolari per Noci, ovvero i sette firmatari della famosa lettera di quindici giorni fa. Dall’altra parte, poi, incalza la minoranza che per bocca dei consiglieri Tinelli, Mezzapesa e Nisi chiedono a gran voce di spiegare al Consiglio comunale e alla cittadinanza tutta come stanno veramente le cose. In merito a questo tema il sindaco Piero Liuzzi così dichiara in assise: “Sullo stato di salute della maggioranza noi abbiamo in corso un dibattito serrato che riguarda la posizione interna dei partiti. Nel prossimo mese di marzo il circolo Sel di Noci terrà il suo I Congresso Costitutivo. Nel contempo, la sezione cittadina vive una fase di movimento continuo allo scopo di far sentire la sua voce ed accaparrarsi consensi. Il rappresentante in assise comunale di Sel, Mino Tinelli, ci spiega cosa sta accadendo. “Lo scorso 20 febbraio si è riunito il coordinamento cittadino allargato, per discutere sulla data del primo Congresso del Circolo Sel di Noci. Per motivi logistici ed organizzativi, in via di definizio-

24 febbraio 2011

noci

Giunta in bilico IL SINDACO PRENDE TEMPO LA MINORANZA CONTRATTACCA CON UN ULTIMATUM di Angelo Vincenzo Amatulli Un gruppo numeroso ha scelto di federarsi e ha chiesto del tempo per parlare una lingua comune. Laddove otterremo una sintesi non avremo remora a venire in Consiglio e dare atto delle risultanze. In più, chiedo che il Consiglio debba concludersi qui. Non stiamo chiedendo di rinunciare ma di rinviare la discussione per addivenire alla risoluzione dei temi proposti in totale chiarezza”. Apriti cielo.

Queste parole sono state la goccia che ha fatto traboccare il vaso per la minoranza. Immediatamente scatta il moto di protesta generale. Il primo a ribattere è il consigliere di Sel, Mino Tinelli: “Il Sindaco ha parlato per l’80% delle opere pubbliche ma della sua maggioranza non ha dato chiarimento. Pretendiamo invece una risposta, anche da un portavoce”. A rispondere è stato il capogruppo degli

Fibrillazione vendoliana A marzo il Sel celebrerà il primo congresso cittadino ne, sono state proposte quattro date del prossimo mese, ma sempre nella prima decade”. Cosa accade nell’immediato? “Accade che una delegazione corposa del circolo nocese parteciperà domenica 27 febbraio alla manifestazione ‘Cambia l’Italia - Idee per un Paese migliore’ in cui interverrà anche il presidente della Regio-

ne Puglia Nichi Vendola”. In Consiglio comunale lei ha fatto una lunga interpellanza sulle piste ciclabili e sul ruolo dei Vigili Urbani. È soddisfatto della risposta dell’assessore al ramo? “Per niente! Si è parlato solo dei fondi regionali e di quelli provenienti dai Contratti di Quartiere per la realizzazione del

Indipendenti, Vito Loperfido. “Non siamo dissidenti ma indipendenti perché non ci siamo mai permessi di ricattare l’amministrazione – dichiara - e siamo andati sempre in via parallela, senza metterci per traverso. Abbiamo ritenuto di semplificare il quadro politico originario alla luce di due importanti funzioni: un patto di fine consiliatura, in quanto ci sono una serie di provvedimenti non ancora evasi dall’amministrazione, ed una nostra visibilità”. Parole pesanti che non sono rimaste nell’aria e che Domenico Nisi (Pd) ha colto al volo per lanciare un ultimatum al primo cittadino: “O c’è un nuovo esecutivo o il Sindaco dice basta. Mi aspetto che venga detta una parola chiara e definitiva sul tema, altrimenti è inutile andare avanti in una programmazione che vede alcuni provvedimenti bloccati addirittura dal 2003. Vi chiedo di assumervi questo impegno per un dovere di responsabilità verso l’istituzione, il Consiglio ed i cittadini tutti”. Ora, quindi, si attende che il groviglio della matassa venga sciolto il 2 marzo alle ore 19 quando il Consiglio comunale riprenderà il suo percorso.  progetto ma non si è detto nulla circa il disservizio arrecato alla viabilità cittadina”. Cosa ne pensa della spaccatura in maggioranza? “Penso che il sindaco Liuzzi abbia i giorni contati. Quanto potrà durare ancora a subire i ricatti dei suoi stessi alleati? Il rinvio al 2 marzo dell’assise cittadina ne è una prova. Non si può tentennare a lungo su certe questioni di interesse generale, il paese ha bisogno di risposte. Se il Sindaco non è in grado di darle farebbe bene a dimettersi”. A.V. A.


24 febbraio 2011

polignano

politica

13

Un patto per il centrosinistra I PARTITI COESI CONTRO BOVINO MA DIVISI SULLA CANDIDATURA DI VITTO. C’È CHI COVA IN SILENZIO IL PROPRIO DISSENSO

S

iglato ieri sera, con un battesimo in conferenza stampa, il patto fondativo dei partiti del centrosinistra di Polignano a Mare. Alleanza per l’Italia, Italia dei Valori, Partito Democratico, Partito Socialista Italiano, Primavera in Movimento, Sinistra Ecologia e Libertà e Verdi, dopo un lungo confronto, durato alcuni mesi, sono giunti alla stipula di un documento che di fatto istituisce la coalizione che affronterà, alle prossime elezioni, l’Amministrazione uscente. Due i principi sui quali i partiti hanno trovato piena condivisione, come riportato in un comunicato diramato nei giorni scorsi: il criterio della pari dignità delle forze politiche alleate, al fine di un complessivo coinvolgimento nella redazione di un documento programmatico condiviso, e i giudizi negativi per la gestione clientelare e affaristica che ha caratterizzato l’Amministrazione in carica, guidata dal sindaco Angelo Raf-

di Alessandro Sciacqua che consenta di sostenere la crescita economica, culturale, sociale ed ambientale del comune di Polignano, senza tralasciare la questione etica e morale delle face più deboli della popolazione e delle attività produttive”. Inoltre, il centrosinistra ha posto come cardine fondamentale della sua politica l’apertura verso i giovani e le donne, nel rispetto delle pari opportunità, con un conseguente rinnovamento della scena politica locale. Il patto, che è stato presentato ufficialmente ieri sera, nel quartier generale del Partito Democratico in via Basile, prevede una coalizione piuttosto allargata, tanto che alcuni esponenti e simpatizzanti si sono mostrati piuttosto scettici riguardo al numero di liste collegate: Prima delle elezioni, quindi, si dovrà definirne il numero, in base alle limitazioni imposte dalla nuova legge elettorale (massimo 10 candidati consiglieri). Molti, ancora, sono i punti da D o m e n i c o Vi t t o

Mancini, Divella e Scagliusi

faele Bovino. La coalizione, si legge ancora nel comunicato, con la stipula del patto fondativo “si propone di elaborare una piattaforma programmatica

chiarire intorno all’iniziativa del centrosinistra. Per esempio, la probabile candidatura di Domenico Vitto alla poltrona di Primo cittadino resta ancora un

tabù. Se dopo le provinciali era certezza, oggi qualcuno cova un indomito dissenso, in silenzio, anche all’interno della coalizione. Qualcuno non trova Vitto sufficientemente carismatico o aperto alle pubbliche relazioni. Tanto è vero che la sua nomina a candidato sindaco non trova conferma, e pure in conferenza stampa si è cercato di deviare l’attenzione e spostare i riflettori del dibattito altrove, sul programma e sugli errori dell’amministrazione Bovino. Lo stesso Divella, ex presidente della Provincia, alcuni giorni fa in visita a Polignano, dovette ammettere, parlando a proposito del suo assessore in giunta quando governava dall’alto di via Spalato: “Vitto brava persona, ma non basta!”. Altro nodo da sciogliere è quello del rinnovamento della tessera Pd da parte di Di Giorgio. Se ciò non dovesse accadere, infatti, prenderebbe corpo l’ipotesi di un “terzo polo”, adagiato al momento su un binario morto e pronto a riprendere la marcia verso nuovi territori di conquista, sia tra gli elettori di centrodestra sia di centrosinistra.


14

24 febbraio 2011

putignano

politica

La quiete prima della tempesta NEL CENTROSINISTRA AUMENTA IL MALUMORE CHE POTREBBE SFOCIARE IN UNA RESA DEI CONTI INTERNA di Franco Antonacci

I

l centrosinistra a Putignano cerca di godersi il carnevale. Ben sapendo che dal 9 marzo, il mercoledì delle Ceneri, si entra in Quaresima. E per il sindaco Gianvincenzo Angelini De Miccolis potrebbe cominciare un periodo di passione. Nella maggioranza, oramai, si stanno affilando i coltelli. La gestione del carnevale, affidata al già sovradimensionato assessore Giuseppe Genco, che non è nemmeno del Pd ma della civica del Sindaco “Putignano cresce”, ha nei fatti rotto gli equilibri stabiliti nel

Piero Sportelli

Cuomo torna all’opposizione Carnevale e centro storico: si allargano le distanze con l'Amministrazione No al parcheggio a pagamento L’organizzazione del carnevale di Putignano torna ad allargare il solco tra il centrosinistra e il consigliere d’opposizione della Lista Centrocittà, Elio Cuomo. Negli ultimi mesi si era parlato di un avvicinamento della componente più moderata dell’opposizione alla maggioranza, ma evidentemente le scelte adottate dal temporaneo presidente della Fondazione, Giuseppe Genco, sostenuto dal sindaco De Miccolis in materia di carnevale non sono affatto piaciute. A cominciare dai parcheggi a pagamento. “La nostra linea politica dall’inizio è sempre stata improntata all’opposizione costruttiva. Se vi sono provvedimenti nell’interesse dei cittadini li votiamo, altrimenti siamo contro”. Veramente anche la Lista Nino Rossi, porta avanti la stessa linea differenziandosi dal Pdl. “Credo che sia dipeso più da complicazioni interne con il Pdl che non da altro – spiega Cuomo - il problema invece è che Putignano soffre sotto tutti i punti di vista, a cominciare dal carnevale. Non è il modo di dare una svolta.

Senza una programmazione seria si continua a lavorare in affanno per un evento che a Putignano dovrebbe avere maggiore rispetto in quanto a cultura ed economia”. Un esempio? “E’ assurdo che continui a pesare sistematicamente sulle spalle dei cittadini, al contrario di altri carnevali che funzionano decisamente meglio. Cento è l’esempio più lampante: 300mila presenze e paganti 15 euro a persona fanno un incasso di 4 milioni e mezzo di euro. Noi, invece, ci mettiamo il resto. Ci dev’essere qualcosa che non funziona”. Quindi, il consigliere Cuomo dovrebbe essere favorevole a far pagare chi viene a Putignano, come deciso quest’anno. “Assolutamente no. Ancora una volta manca la programmazione. Aldilà del fatto che funzioni o meno, è una questione di mancato rispetto verso la manifestazione, un’offesa per il carnevale. Uno deve pagare lo spettacolo, non il parcheggio, perché altrimenti passa l’idea che l’evento non si paga. La chiusura, inoltre, rischia di danneggiare il paese. E se

uno viene a Putignano non per il carnevale cosa deve fare, pagare il biglietto? Eppure i modi per trovare le risorse ci sono”. Ma allora, qual è il giudizio sull’Amministrazione De Miccolis? “C’è solo ordinaria amministrazione e per fare questo non c’è bisogno di tenere così tanti assessori, bastano i dipendenti per mandare avanti il Comune. E non è nemmeno una questione di colori, bensì di approccio. Guardiamo il centro storico. Altro che pilomat, bisognerebbe appendere un cartello con sopra scritto: chiuso per sempre. Oramai i negozi sono quasi del tutto chiusi. Basterebbe trasferirvi alcuni uffici comunali per cominciare a rianimarlo. Ma vedo che non si riesce ad invertire la rotta. Anche le centinaia di putignanesi che nell’ultimo anno se ne sono andati cambiando residenza. Non solo non riusciamo a far venire persone ma addirittura non riusciamo a tenere i nostri. Vedo che altrove alla crisi si sta reagendo meglio, a Putignano invece siamo all’angolo, come un pugile suonato”.

2009. Appare scontato che il Sindaco dovrà costringere l’attuale commissario del carnevale a optare per l’assessorato o per la Fondazione. E questa volta spazio per giochetti non ce ne sarà. Anche perché lo stesso partito di maggioranza relativa, il Pd, preso letteralmente a pesci in faccia dal primo cittadino sul carnevale (gli aveva chiesto un incontro sin dai primi di gennaio, al quale si è sempre sottratto) comincerà a chiedergli conto delle sue decisioni. Intanto, una prima scadenza è la rotazione interna al Pd per la presidenza del Consiglio comunale, sinora occupata dal prof. Piero Sportelli. Come da accordi interni, a metà mandato dovrebbe dimettersi per fare posto a chi ancora non si sa. Si parla di Massimo Nardelli, già assessore alla Polizia Municipale nella scorsa consiliatura e poi candidato alla regionali nel 2010. Si dà per scontato che Nardelli sarà meno accomodante di Sportelli con De Miccolis. Il sindaco, per convincere i partiti e i consiglieri comunali

riottosi, potrebbe minacciare le dimissioni e quindi il ritorno anticipato alle urne. Ma è un’arma oramai spuntata, non funziona più come nello scorso mandato. Ora è cominciato il conto alla rovescia perché faccia i bagagli e tolga il disturbo. Anche perché, invece di coccolare e rafforzare il suo partito, ha pensato soprattutto alla sua civica, con cui evidentemente cercare di condizionare le scelte del centrosinistra. Per non parlare di Sel e delle sue agguerrite donne. La scorsa settimana si è insediata la Consulta femminile, voluta dalla capogruppo di Sinistra per Putignano, Rossana Delfine. Obiettivo? Modificare l’articolo 69 dello Statuto comunale affinché diventi obbligatoria la nomina di donne in giunta. Altrove, ricordiamo, le giunte sono state rifatte sulla base di sentenze del Tar. La Delfine, però, precisa: “Non m’interessa diventare assessore in questa consiliatura, lavoro per il dopo”. De Miccolis non fa più paura.


noci

24 febbraio 2011

attualità

15

‘Piagnone e disinformato il sindaco Piero Liuzzi’ IL CRITICO CULINARIO VIZZARI STRONCA LA BATTAGLIA DEL PRIMO CITTADINO NEI CONFRONTI DELLE GUIDE GASTRONOMICHE di Angelo Vincenzo Amatulli

H

a assunto risvolti inaspettati la protesta sollevata dal Sindaco di Noci Piero Liuzzi nei confronti delle guide gastronomiche ree di non elogiare la cucina pugliese e meridionale. Ne aveva fatto una battaglia personale, il sindaco Liuzzi. Aveva speso la sua faccia e il suo nome dovunque, dal telegiornale di Antenna Sud al Corriere della Sera. Si era fatto portavoce di quella che considerava come una battaglia cruciale, una rivendicazione di orgoglio patriottico sentita da tutti i citta-

dini nocesi, pugliesi, meridionali: le guide enogastronomiche più famose d’Italia, quella Michelin e quella dell’Espresso su tutte, snobbano il Sud, in particolar modo la Puglia, in modo ancora più particolare Noci. Il curatore storico delle guide dei ristoranti dell’Espresso Enzo Vizzari, proprio dalle pagine del settimanale, risponde così alla lettera provocatoria del sindaco della città murgiana dei tre campanili. “Leggi, incredulo, la sua prosa e sei, solo per un attimo, toccato da un moto di simpatia per

Bossi e Calderoli”. Ricordate la lettera pubblicata nei primi giorni del nuovo anno? Il Sindaco di Noci, Piero Liuzzi, aveva denunciato “lo scandaloso atteggiamento tenuto dalle più accreditate e diffuse Guide gastronomiche nei riguardi del Sud, della Puglia turistica e della sua sobria tradizione culinaria (...), un insulto alla storia sociale del Mezzogiorno”. Ma il critico culinario Vizzari, a meno di due mesi dall’uscita di Liuzzi, stronca la battaglia del Sindaco e se ne fa beffa: “Piagnone e disinfor-

“Se non ora, quando?” Riscuote successo l'iniziativa per rivendicare l'immagine negativa di donna-oggetto Noci non resta a guardare e scende in piazza. Domenica 13 febbraio è stata una giornata fondamentale per la politica di inizio 2011. Le donne hanno invaso le strade e i luoghi di ritrovo di tantissime città e paesi italiani, per rivendicare la loro dignità e contestare con strenua forza l’immagine negativa di donna-oggetto che i recenti, innumerevoli scandali del Presidente del Consiglio hanno contribuito a far affermare. Milioni di persone hanno risposto presente all’appello del comitato promotore “Se non ora, quando?”. Anche a Noci la cittadinanza si è mossa, e sin dalle prime ore del mattino la centralissima Piazza Garibaldi, da sempre fulcro del confronto politico cittadino, ha visto un nutrito gruppo di uomini e donne che, organizzatisi con un banchetto e una grande bacheca, hanno raccolto i pensieri e le frasi di tantissimi cittadini, avvicinatisi con curiosità per scrivere proprie idee o afori-

smi. Non è mancato l’apporto dei locali partiti dell’opposizione, primi fra tutti Rifondazione Comunista, con una folta rappresentanza, e il Partito Democratico. Obiettivo dichiarato: raccogliere firme per far dimettere l’attuale Governo e far indire nuove elezioni. Tanti nocesi hanno sottoscritto la raccolta firme, a dimostrazione di quanto l’elettorato del centrosinistra locale sia vivo e vegeto, nonostante nella città dell’enogastronomia la maggioranza di centrodestra faccia il buono e il cattivo tempo da molti anni. Non va dimenticato, tuttavia, che anche tanti esponenti del centrodestra nazionale hanno preso parte alle iniziative del 13 dicembre, in rottura con le ultime vicende che hanno visto protagonista Silvio Berlusconi. Che sia l’inizio di un rinnovamento politico? Livio Ghilardi

mato quel sindaco: un’occhiata alle carte geogastronomiche di Campania e Sicilia basterebbe per far giustizia del suo slancio demagogico”. Per poi spiegare: “Vero è, piuttosto, che nella media e nel complesso l’offerta - di cucina e di servizi - dei ristoranti pugliesi non è all’altezza del patrimonio, quello sì straordinario, dei loro prodotti della terra e del mare. E comunque, la Puglia dispone di ottime tavole, riconosciute e blasonate. Viene facile ricordare, proprio a pochi chilometri da Noci, quello che da tanto tempo è un riferimento obbligato, il Poeta Contadino di Leonardo Marco, ad Alberobello.” Insomma i ristoranti pugliesi non sono ignorati bensì valutati e giudicati per quel che meritano. E quel che meritano, secondo Vizzari, è poco. Demagogia e ignoranza. È questa quindi l’accusa che piomba, direttamente dalle pagine dell’Espresso dello scorso 3 febbraio, sulla testa del Sindaco di Noci. Del resto è pur vero che è stata proprio l’amministrazione Liuzzi a ribattezzare il proprio paese “città dell’enogastronomia”, un riconoscimento autoindotto che però non può avere nessuna rivendicazione al di fuori delle proprie mura. 


16

24 febbraio 2011

castellana

attualità

Bretella: la strada è tortuosa NUMEROSE LE OPPOSIZIONI E I RICORSI. QUALE IL FUTURO DELLA STRADA COMUNALE LAMIONI? di Laura Lamanna

L

a strada per la realizzazione della bretella di collegamento via Monopoli-via Polignano si presenta piuttosto tortuosa. Ci sono le opposizioni, e ci sono i ricorsi. In particolare, in prossimità dello sbocco su via Polignano, cosa sarà della strada comunale Lamioni? Se dovesse essere allargata, dati i ricorsi dei titolari degli opifici individuati per gli espropri, a rischio finirebbe l’integrità della masseria Lamioni, la bella azienda rurale che svetta alla periferia nord dell’area urbana di Castellana, ad angolo tra la provinciale per Polignano a Mare e la strada

La Masseria Lamione comunale Lamioni, il più antico fabbricato della zona (edificato nel 1816), grande testimonianza dell’architettura rurale locale (è organizzata a corte, tra casa

Notte Flamenca al So.cra.te. Sabato 5 marzo in scena l’appassionante storia della “Carmen” Serata caliente a Castellana Grotte. Sabato 5 marzo alle ore 21, nel teatro So.CRA.Te, i corpi di ballo della “Compagnia Flamenca” di Josè Moro e quello della compagnia “Flamencos en Rout” daranno vita allo spettacolo simbolo del Flamenco e della Spagna: “La Carmen”. Raquel Lamadrid (Carmen) e Josè Moro (Don Josè) saranno protagonisti dell’opera, nella quale musica e danza trasporteranno gli spettatori nelle atmosfere dell’Andalusia gitana. Lo spettacolo ricco di colori, di movimenti e di frenetici “zapadeados” (colpi dei piedi utilizzati come strumenti percussivi), racconterà una storia appassionante, coinvolgente ma crudele al tempo stesso. Un racconto reso ancora più accattivante dalle coreografie di Josè Moro, le musiche di Bizet unite alla chitarra del compositore Jorge Rodriguez, la dolcezza del flauto di Maria Toro, la voce di Rocio Soto e le percussioni di Karo Sampela. Alessandro. Sciacqua

colonica, stalle, silos e magazzini e delimitata da un imponente muretto a secco che lambisce proprio la strada comunale Lamioni). Anche le stalle (la masseria opera ancora quale struttura produttiva di latte, carni e derivati), proprio a ridosso di quella che sarà la

bretella, rappresentano un raro e importante documento della civiltà contadina. Sulla realizzazione della bretella via Monopoli-via Conversano, l’Amministrazione è andata dritta come un treno. In verità, l’intenzione di realizzare un anello tutto intorno al centro abitato viene da lontano, almeno dalla seconda Amministrazione Pinto, che in parte l’aveva già realizzato (via Turivia Putignano-Foggia di Maggio). Ma oggi conseguire il risultato completo, senza uno straccio di contributo, è divenuto il principale obiettivo della Giunta Tricase. Speriamo di non dover pagare anche in termini di cancellazione dell’identità artistica e culturale del nostro territorio.

Per la festa della donna Per la festa della donna Non osar la minigonna, specialmente con l’età perdi femminilità, e se guardi gli strip-men potrai dire sempre Amen: sembran solo dei pupazzi, senza amore e senza …abbrazzi; perché l’uomo di ragione vuole donne acqua e sapone, a cui porgere mimose e anche tante, tante rose, per poi metterle sul trono, principesse all’unisono, per sfiorarle con le dita oggi, sempre e per la vita Viva le donne! Modesto Borrelli

Concerto musicale dedicato a Liszt L'Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari si esibirà al Teatro So.Cra.Te. Venerdì 25 febbraio alle ore 20.30 al Teatro So.Cra.Te di Castellana Grotte l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari si esibirà in un concerto dedicato a Franz Liszt e diretto dal maestro Berislav Skenderovich. Il programma prevede l’esecuzione delle opere: “Die Ideale”, poema sinfonico n.12, “Hamlet”, Poema sinfonico n. 10 e “Les Prèludes”, poema Sinfonico n. 3. Franz Liszt, conosciuto in ungherese come Ferenc Liszt, e in tedesco anche come Franz von Liszt è stato un compositore, pianista, direttore d’orchestra e organista ungherese. Studiò e suonò a Vienna e Parigi, viaggiò in tutta l’Europa tenendo concerti un po’ ovunque. Fu uno dei grandi

virtuosi del pianoforte dell’Ottocento, rivoluzionò la tecnica pianistica e il rapporto tra pubblico ed esecutore. Fu legato a Frédéric Chopin da amicizia e stima. L’Orchestra sinfonica della Provincia di Bari, si avvale della direzione di prestigiosi direttori e della partecipazione di solisti di rilievo internazionale, appositamente chiamati ad eseguire repertori classici e moderni scelti per rinnovarne le occasioni di ascolto. I concerti vengono organizzati annualmente a Bari e in tutta la Provincia in chiese e teatri attraverso opportune sinergie con la scuola, i centri minori e le istituzioni pubbliche e private del settore. Mi.Si.


24 febbraio 2011

castellana

attualità

La vera circonvallazione sul tavolo di Amati VALENTE (SEL) SOSTIENE CHE L'AMMINISTRAZIONE È INTERESSATA ESCLUSIVAMENTE ALLA GESTIONE FAMILIARE DELLA BRETELLA

“I

eri mattina (il 17 febbraio, ndr), insieme al segretario del PD Vito Napoletano, abbiamo incontrato l’assessore Amati (assessore regionale alle Opere Pubbliche). Ora è sul suo banco il progetto della vera circonvallazione di Castellana. Ci ha garantito che entro un mese e mezzo il progetto sarà valutato insieme a una commissione con un rigido canovaccio di criteri basati sulla sicurezza pubblica e sulla tutela turistica”. A comunicarlo è il consigliere SEL d’opposizione Francesco Valente. Perché questa proposta viene dai banchi dell’opposizione? “Questo dovreste chiederlo al Sindaco. Tricase, ce l’ha confermato Amati, non l’ha mai incontrato per discutere della circonvallazione. L’Amministrazione ha solo interesse a realizzare la bretella per favorire questo o quel consigliere. Anche il percorso della bretella dipende da questo. Se deviavano (il riferimento è al percorso in zona PIP) andavano ad affiancare comunque il progetto della vera circonvallazione, e così non si andava più a passare dai terreni dei con-

di Laura Lamanna siglieri. I Miccolis non hanno partecipato né alla discussione né alla votazione. Invece Lanzilotta non solo è rimasto in aula, ma ha pure approvato il punto. Questo è frutto dell’arroganza di centrodestra. Ha anche messo a verbale che il papà è proprietario del terreno, col compiacimento di presidente del consiglio e segretario comunale. Dicono di non essere loro i tutori della legalità”. Per quale motivo non volete la bretella? “Sarà la morte per Castellana. Per vent’anni non avremo neanche i soldi per fare la sagra dell’imbanata. Vendola ha stanziato 100 mln di euro per le strade, ma questo progetto è nato per essere indipendenti da Provincia e Regione”. Perché? “Perché non vogliono essere controllati. Vogliono gestire la cosa da soli, senza occhi indiscreti. Sono curioso di conoscere i nomi della commissione per la bretella. Una gestione familiare, a spese dei castellanesi. Supposizioni? Vedremo, finora abbiamo sempre avuto ragione”.

F r a n c e s c o Va l e n t e

17

Carnevale strade vietate Durante le sfilate di Putignano divieto sulla provinciale 237 In occasione delle sfilate di Putignano del Carnevale 2011 la città di Castellana collabora con Putignano per migliorare e razionalizzare l’afflusso dei turisti. Da domenica scorsa e per le prossime sfilate dei giorni 27 febbraio (dalle 9 alle ore 13), 6 marzo (dalle 8.30 alle ore 13) e 8 marzo (dalle 18 alle ore 21) è stata ordinata la deviazione del traffico veicolare sulla S.P. 237 Castellana-Putignano all’intersezione con via Matarrese, in direzione di Putignano, con l’istituzione di percossi alternativi. Sulla strada potranno circolare solo i residenti e gli automobilisti interessati alla manifestazione. L.L.

Grotte, un film già visto Candidature per il nuovo CdA della società Entro le ore 12 del 10 marzo 2011 gli interessati a ricoprire la carica di componente del Consiglio di Amministrazione della società “Grotte di Castellana s.r.l.” possono presentare istanza, in carta semplice, per proporre la propria candidatura ad essere nominati membri. L’indirizzo a cui produrre le istanze è: Comune di Castellana Grotte Segreteria –

c.a. sig.ra Antonella Montanaro via Marconi, 9 – 70013 Castellana Grotte. L’invito è del Sindaco. Un film già visto. Da mesi accordi politici hanno confermato in toto il CdA uscente. Davvero non si capisce perché ogni volta a Castellana si sia costretti a rivedere questo film del finto bando e delle finte candidature. L.L.


24 febbraio 2011

conversano

attualità

18

Caccia vietata nelle riserve RESPINTO IL RICORSO DI DUE CACCIATORI SORPRESI TRA CONVERSANO E LA GRAVINA DI MONSIGNORE

C

di Mariateresa Totaro

on la sentenza n.1063 del 18.01.2011 della Corte di Cassazione Penale è stato rigettato il ricorso di due cacciatori intercettati dal Corpo Forestale dello Stato nella Riserva Naturale Orientata dei Laghi, tra Conversano e Gravina di Monsignore. I due uomini si erano appellati alla mancata presenza di una tabellazione adeguata che indicasse con esattezza i confini della riserva. Tuttavia i confini sono stati resi ufficiali e pubblicati nella planimetria allegata alla corrispondente legge istitutiva di ogni parco. Questa riserva è ufficialmente iscritta nel patrimonio naturalistico e nella lista delle aree protette della Puglia. I laghi di Conversano costituiscono un insieme di dodici doline

carsiche in cui sono stati costruiti pozzi che raccolgono le acque superficiali per gran parte dell’anno. Un ecosistema in pericolo a causa dell’inquinamento, ma anche della caccia. Una sentenza importante, dunque, per ambientalisti e non. Grande soddisfazione ha espresso il WWF, che ha ricordato i numerosi solleciti fatti affinché venga messa appunto la tabellazione di confine del parco e che ora chiede che questa venga realizzata per “tutte le aree della Riserva Regionale ‘Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore’, per evitare altri spiacevoli inconvenienti. La definizione dei confini è, infatti, indispensabile per garantire il divieto di caccia, la tutela di specie protette e in via di estinzione, la sal-

vaguardia del territorio. Si tratta di un intervento semplice ma indispensabile. Senza la fissazione dei limiti la possibilità che si svolgano attività illecite nella riserva è molto alta, nonostante le sanzioni in cui si può incorrere. Todisco, presidente del WWF di Conversano auspica che “ogni ente competente provveda con tempestività alla realizzazione della tabelzzazione di tutte le aree protette pugliesi”. Mentre il presidente del WWF Puglia Antonio de Feo dichiara: “È significativo quanto le scelte degli Amministratori, tardive e/o volutamente infelici e contrastanti con i principi della tutela dell’ambiente, siano puntualmente ricondotte nell’alveo della legittimità dall’intervento della Giustizia.” 

La tecnologia al servizio delle disabilità L’associazione ConLoro in convegno per parlare delle nuove tecnologie L’associazione ConLoro ha organizzato un convegno nel quale si dibatterà di come la tecnologia debba essere al servizio dell’autonomia dei diversamente abili e della necessità di realizzare tecnologie digitali, fruibili da parte di persone con disabilità. L’incontro, che si terrà nella sede dell’associazione, in via Vavalle 25 a Conversano, il 24 febbraio alle ore 17, vedrà la partecipazione di Annalisa Lacalandra e Paola Martino per la ricerca, di Alessandro de Robertis (presidente Genteco Coop B), di Margherita Manghisi (presidente Sud Est Donne) e di Francesco Magistà (presidente Ass. ConLoro). Sono state invitate a parlare anche AnnaMaria Candela (dirigente regionale), Franca Tarulli (dirigente Ufficio di piano) e Francesca Lippolis (assessore ai Servizi sociali di Conversano). Probabile anche la presenza dell’assessore regionale Elena Gentile.

Durante il convegno verranno presentati i risultati di un’importante ricerca che ha esaminato, sul territorio di Conversano-Monopoli-Polignano, lo sviluppo relativo al potenziamento delle nuove tecnologie a beneficio delle persone con disabilità, sia in età scolastica che lavorativa. Si rammenta che per favorire l’integrazione dei diversamente abili, l’associazione Con Loro in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Sud-est donne e la cooperativa sociale Genteco ha istituito un “Centro di connettività sociale” nel quale sono presenti 3 postazioni informatiche ognuna progettata per una specifica disabilità. Questo convegno conclusivo si pone, dunque, l’obiettivo di scattare una fotografia aggiornata sullo stato dell’arte relativo allo sviluppo e al potenziamento delle nuove tecnologie a benefico dei diversabili. A. S.

Pioggia di soldi dalla Regione Serviranno a realizzare una pista ciclabile asfalti a bassa rumorosità e area mercatale Con la delibera n.14 del 4 febbraio scorso la Giunta comunale ha approvato i progetti esecutivi riguardanti le opere infrastrutturali P.I.R.P., uno intitolato “Pista ciclabile bidirezionale – asfalti a bassa rumorosità su via Vernaleone e via Bari” dall’importo di 325.700 euro e l’altro intitolato “Area mercatale e spettacoli viaggianti a sud-ovest del contesto urbano” per un importo di 2.070.000 euro. Le zone individuate dal P.I.R.P. a Conversano sono il centro storico e la zone ex 167, infatti attorno al centro storico verrà realizzata una pista ciclabile bidirezionale grazie alla quale sarà possibile spostarsi con la bicicletta nel centro storico e nelle aree limitrofe, nell’area a sud-ovest della città invece sarà attrezzata un’area mercatale e per spettacoli viaggianti, infine saranno realizzati degli asfalti a bassa rumorosità. I progetti sono stati inseriti nei Programmi Triennali delle opere pubbliche

2010-2012 e 2011-2013. L’iter burocratico per il conseguimento del finanziamento è iniziato nel 2007 quando l’amministrazione comunale decise di partecipare alla procedura concorsuale indetta dalla regione Puglia per la formazione di programmi integrati di riqualificazione delle periferie. Il 29 gennaio 2010 è stato sottoscritto l’Accordo di Programma tra il presidente della Regione Puglia e il sindaco del Comune di Conversano; la Regione con la lettera trasmessa al comune di Conversano il 7 dicembre 2010 ha concesso alla nostra città il finanziamento. L’importo complessivo dei progetti ammonta a 2.395.700 di questi euro 900.000 euro, a carico delle parti private partecipanti al P.I.R.P., per l’acquisizione delle aree, 1.028.253,87 euro cofinanziati dalla regione Puglia e la restante parte dell’importo del progetto trova copertura nel bilancio comunale 2011. Angelo Fanizzi


conversano

24 febbraio 2011

attualità

19

Il grattino è illegittimo UN GIUDICE DI PACE ANNULLA LA MULTA A CARICO DI UN AUTOMOBILISTA CHE NON AVEVA PAGATO IL “DAZIO” NELLA ZONA A SOSTA REGOLAMENTATA

U

na sentenza che potrebbe aprire la strada ad un numero sterminato di ricorsi, per le contravvenzioni elevate agli automobilisti che parcheggiano le loro vetture in zone ZSR, senza esporre l’apposito grattino. Arriva da Bari la decisione di un giudice di Pace che ha annullato la multa a carico di un automobilista che non aveva pagato il “dazio” imposto dal Comune. Gli Avvocati dei Consumatori (AdC) hanno contestato la validità della contravvenzione rifacendosi all’art. 7 del Codice della strada. Il su citato articolo, infatti, prevede che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti emani una regolamento, che disciplini il tariffario relativo alle Zone a Sosta Regolamentata (per intenderci le strisce blu) a livello nazionale. In

di Alessandro Sciacqua assenza di quest’ultimo ogni singolo Comune può stabilire da sé il costo della sosta, teoricamente senza alcuni limite. Inoltre, le amministrazioni comunali dovrebbero emanare una delibera applicativa della regolamentazione del ministero, che come detto, ad oggi, ancora non esiste. In assenza dei due atti, la sanzione pecuniaria risulta non valida. Questa sentenza, pur riguardando un caso specifico, crea un precedente in grado di dar vita ad una serie di innumerevoli annullamenti in tutta Italia. Per maggiori chiarimenti abbiamo ritenuto opportuno contattare il Maggiore Di Capua, comandante dei Vigili urbani di Conversano: “In materia di ZSR esiste una circolare ministeriale ed alcune sentenze della Corte di Cassazione,

Di Palma alla Commissione nazionale agricoltura Prestigioso incarico per l'imprenditore conversanese paladino del comparto agricolo meridionale Importante nomina per Saverio Di Palma. Il noto imprenditore agricolo conversanese è stato designato Componente della Commissione Nazionale Agricoltura dell’Udc, dopo aver ricoperto la carica di responsabile provinciale agricoltura ed essere stato candidato alle ultime elezioni regionali nelle fila dello stesso partito. Una nomina fortemente voluta da Filippo Barattolo, segretario provinciale Udc di Bari e assessore della Giunta guidata dal sindaco Emiliano. “Senza agricoltura il paese muore – è il dato sottolineato dallo stesso Di Palma nel corso di una intervista - è stato proprio questo settore, nello scorso trimestre a trainare l’economia nazionale”. Qual è la situazione attuale del comparto agricolo? “L’attuale governo pare non avere alcun interesse a sostenere l’ortofrutta e l’agroalimentare del nostro meridione. Basti pensare che la Lega Nord ha spesso distratto fondi destinati all’agricoltura meridionale per pagare le multe dopo lo sforamento fatto dagli agricoltori del Nord sulle quote latte. Le politiche di sostegno sono purtroppo a quota zero. Ad esempio, i prezzi dei trasporti per raggiungere i mercati del Nord Italia e dell’Europa sono

sempre elevati, il rincaro dei carburanti insostenibile, l’energia e il lavoro costano troppo. Versiamo in una situazione di svantaggio rispetto alle nostre maggiori concorrenti, come la Spagna, la Grecia e la Turchia”. C’è stata una sensibilità dei deputati eletti in Puglia nel rappresentare le istanze degli agricoltori meridionali? “Credo che i parlamentari eletti in Puglia non dovrebbero essere sollecitati da interessanti ‘risoluzioni’ che giungono dal basso, ma convocare quotidianamente tavoli di concertazione per rappresentare le loro richieste nelle sedi opportune”. Quali sono secondo lei gli interventi più urgenti? “Occorre riportare nei primi posti dell’agenda del Governo italiano ed europeo la questione agricola meridionale. I settori più in crisi sono, attualmente, quello olivicolo e il lattiero-caseario. Occorre, inoltre, intervenire nel comparto dell’uva da tavola e in quello cerealicolo, rinnovandone le varietà e cercando nuovi mercati. Ogni prodotto deve portare in etichetta, oltre alla tracciabilità, la zona di provenienza. Il ‘made in Italy’ può consentire all’agricoltura italiana di recuperare, ogni anno, ben 2 milioni di euro”. Biancamaria Zupa

che confermano la validità delle zone a sosta regolamentata. Ad oggi - continua il Comandante - non esistono, sul nostro territorio, contestazioni che siano motivate con queste argomentazioni”. Tuttavia, per completezza di informazione, abbiamo interpellato l’ass. Avvocati dei Consumatori che ha dichiarato: “Siamo all’oscuro di sentenze della Cassazione e di regolamenti ministeriali in materia. D’altronde, il Comune di Bari, in sede di giudizio, non ha presentato alcuna documentazione se non delle semplici memorie difensive”. Dunque, per il momento tutto fila liscio come l’olio, la gente paga 0.30 euro per 1/2 ora di sota (i dati si riferiscono al Comune di Conversano) e l’amministrazione incassa. Se poi la fila dei ricorsi dovesse aumentare, cosa succederà? Ai posteri l’ardua sentenza.

Vendesi appartamento Vendesi appartamento in Conversano a 300 mt. dal centro (via Mario La Volpe), recentemente ristrutturato, 130 mq., parquet, 3 stanze da letto, 2 bagni, ampia cucina e salone, tapparelle elettriche, impianto d’allarme, climatizzatore, impianto tv satellitare, terrazzino di mq. 31, box mq. 31,00 con apertura elettrica ed ascensore. Info 338.35.15.766 (ore 17 - 20).

Vendesi fabbricato In prima periferia a Conversano, sulla strada provinciale Conversano-Castellana, si vende fabbricato su due livelli di circa 250 mq, con spiazzale antistante, fronte strada, terreno adiacente (ciliegeto) di circa 2500 mq. Prezzo 270mila euro. Per informazioni, telefonare allo 080/4952034; 330/711145.

Violante alla Casa delle Arti L’ex presidente della Camera parteciperà ad un dibattito sui 150 anni della Unità d’Italia L’Università Popolare e della Terza Età di Conversano, in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario della Unità d’Italia, ha organizzato un incontro-dibattito, a cui prenderà parte Luciano Violante. L’evento, fissato per il giorno 11 marzo alle ore 17,30, nella “Casa delle Arti”, avrà come tema le riflessioni sullo Stato italiano a 150 anni dalla sua nascita. Al dibattito, moderato dal prof. Mario Giannuzzi, parteciperanno l’avv. Giuseppe Lovascio (sindaco di Conversano) e Donato Verna (presidente UPTE di Conversano). A.S.


24 febbraio 2011

monopoli

attualità

20

La città che conta PROSEGUE NEL CENTRO L'INIZIATIVA DELL'AMMINISTRAZIONE SULLA DEMOCRAZIA PARTECIPATA

G

di Marcella Dibello

iunge in città “La Città che Conta”, serie di appuntamenti voluti dal Sindaco Emilio Romani e dalla sua Giunta per stimolare la partecipazione alla vita pubblica e ascoltare direttamente le esigenze delle diverse zone della città. Infatti, dopo i primi sei incontri svoltisi nelle diverse contrade monopolitane, i successivi si sposteranno nel centro urbano. Tutti gli incontri, con cadenza settimanale, si

svolgono alle ore 18,30. Il primo di questi appuntamenti si terrà lunedì 28 febbraio al quartiere Piccinnato, il 7 marzo sarà la volta del quartiere di S. Anna, il 14 marzo in quello del Sacro Cuore, il 21 marzo nella zona nord della città, il 28 nel quartiere della Chiesa Regina Pacis, il 31 in quello della Parrocchia di S. Antonio e per finire il 4 aprile l’appuntamento si svolgerà nel centro storico. Dopo l’iniziativa “Il Sindaco Rispon-

de”, l’Amministrazione comunale prosegue la sua azione nel campo della democrazia partecipata, allo scopo di coinvolgere sempre più i cittadini nelle decisioni da assumere nel prossimo futuro. Nel corso degli incontri oltre al dibattito tra cittadini e giunta comunale, viene anche presentato “Il Bilancio Sociale – Raccontato ai cittadini” della prima metà del mandato dell’Amministrazione Romani (Aprile 2008 – Ottobre

Il sindaco Emilio Romani

2010). E’ stato realizzato dal Comune di Monopoli con il contributo dell’Assessorato alle Politiche Giovanili, Cittadinanza Sociale e Attua-

zione del Programma della Regione Puglia. L’opuscolo nelle prossime settimane sarà inviato alle famiglie della Città.

Torna Dirockato Winter

Poliscuola, aspettando la primavera

Gli Iris' Tea e i La biblioteca deserta in concerto giovedì 24

L'edizione 2011 dedicata ai "150 anni di scuola e lavoro a Monopoli"

“La biblioteca deserta”

Continuano gli appuntamenti con “Dirocktato winter”, rassegna invernale che fino a maggio prossimo vedrà l’alternarsi sul palco di una band locale e di una della scena indipendente nazionale. Il prossimo appuntamento è previsto per giovedì 24, a partire dalle ore 21, a Monopoli. Si tratta del terzo appuntamento della rassegna, animata dall’idea di far esibire e apprezzare anche sul territorio alcune delle migliori realtà della scena indipendente nazionale che, altrimenti, difficilmente riuscirebbero a suonare dalle nostre parti. Dirockato è quindi, prima di tutto, la richiesta di non dare spazio esclusivamente alla “solita” musica, ma di presentare un’offerta musicale non standardizzata ed omologata, legata visceralmente alla musica live e all’innovazione e alla contaminazione musicale. Gli ospiti della serata saranno “Iris’Tea” di Aversa, frutto di una realtà in continuo fermento. “Il comune di Aversa e la Recbedroom Studios – fanno sapere gli organizzatori - dopo la band Il cielo di Bagdad, vincitrice del MEI, ha prodotto gli Iris’ Tea, segnalati tra le migliori band emergenti nazionali dopo l’EP autoprodotto ‘Joedimaggio’ e l’uscita, ad autunno 2009, dello splendido ‘Get The Sky’s Signs Tonight’, che gli sono valsi la partecipazione alla prestigiosa compilation Post rock notes”. Una band da seguire, in attesa del secondo album ufficiale, è pure “La biblioteca deserta” di Monopoli. Nata negli ultimi mesi del 2006, vincitrice del concorso Suoni a Sud Est nel 2008 ed inserita, nel novembre dell’anno successivo, nella compilation ufficiale della rivista Rock Star, ha poco dopo pubblicato il concept album “Travelling Without Gravity” per la Faro Records. Cosimo Lamanna

L’edizione 2011 di Poliscuola sarà dedicata ai “150 anni di scuola e lavoro a Monopoli”. L’iniziativa è promossa come ogni anno dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione in collaborazione con le scuole della città. A comunicarlo è il nuovo assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Rosanna Perricci, la quale entra così appieno nei suoi incarichi istituzionali organizzando le prossime iniziative di profilo culturale per la città. La manifestazione ritorna come ogni anno in primavera e così il Comitato Tecnico Scientifico di Poliscuola rivolge un appello a tutte le

scuole e, in più generale, a tutti i cittadini affinché possano contribuire valorizzando il patrimonio culturale del sistema scolastico cittadino attraverso la segnalazione e il conferimento di immagini, reperti, documenti e testimonianze orali come quaderni, libri scolastici, fotografie e documenti. Verrà affidato ad un gruppo di ricerca sulla storia della scuola e del lavoro in città, il compito di registrare i materiali reperiti, recuperare e delineare biografie, progettare un museo cittadino della scuola e del lavoro, tracciare le linee dei processi storici individuan-

do prospettive per il futuro e contribuire a organizzare seminari tra marzo e aprile e gli incontri di Poliscuola di maggio. Il materiale video e fotografico potrà essere consegnato presso l’Ipsiam (referente prof. Raffaele Santo) dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle 13 (tel. 080/747744); altro materiale, potrà essere consegnato presso: il Bosco dei Sogni, referente Giulia Cazzorla, il sabato dalle 9 alle 12 in via Roma n. 255 (tel. 080/2462070); all’Urp c/o il Comune di Monopoli in via Garibaldi n. 6 (numero verde 800253735). Marcella Dibello


monopoli

24 febbraio 2011

attualità

21

La politica del mattone CONTINUA SENZA SOSTA IL DECLINO ECONOMICO DELLA ZONA INDUSTRIALE E LA VORACITÀ DELL’IMPRENDITORIA EDILIZIA

D

ove sta andando l’economia di Monopoli? A giudicare dalla direzione e dagli umori della gente, verso vicoli ciechi e apparentemente senza prospettive. L’opulenza della perla del sud barese costiero di una quindicina di anni orsono è soltanto un pallido ricordo. Restano le apparenze di una cittadina che sembra ripiegarsi su se stessa, salvo sfoggiare a sprazzi e in brevi periodi dell’anno pirotecnici flash di un benessere che non c’è, una maquillage che copre inesorabili crepe nel volto del tessuto sociale. Le potenzialità di una analoga cittadina del settentrione si identificano nella zona industriale e artigiana. L’ideale polmone economico intorno al quale si ossigena l’intera comunità. Lo sviluppo di questa ossigenazione si risolve in potere di acquisto, slancio nei consumi, insomma in un giro di denaro frutto di un’economia industriale, artigiana sane. Opifici che producono occupazione, denaro e nuove fonti di investimento. La zona industriale di Monopoli è preda dell’inganno ottico

Dopo il rinvio ecco la Sgrena L'appuntamento si terrà venerdì 25 febbraio alle ore 19.30 alla masseria "Il Trappeto" Giuliana Sgrena, giornalista de “Il Manifesto”, sarà a Monopoli per presentare il suo nuovo libro, “Il Ritorno”, edito da Feltrinelli. L’incontro, previsto per lo scorso venerdì 11 febbraio, era stato rinviato per sopraggiunti impegni di lavoro della Sgrena. Nel libro la giornalista, a cinque anni dal suo rapimento, torna sui luoghi che furono teatro della tragica esperienza, per raccontarci come è cambiato l’Iraq. La serata, intitolata “Donne al volante”, è stata organizzata da Donne Impresa Confartigianato Monopoli. Oltre all’intervento della Sgrena, saranno dibattute numerose problematiche legate all’imprenditoria femminile. B. Z.

di Mario Valentino della “fata morgana”. La realtà è distorta e capovolta. Apparenze a parte, l’analisi descrive impietosamente la realtà del 2011, caratterizzata da capannoni per un terzo sul totale vuoti o inattivi, di un altro terzo nei quali conduzione e bilanci sono a dir poco asfittici. E il restante percentuale: sopravvive o se preferite vivacchia. Le direttrici strategiche degli amministratori comunali insistono con insistenza sull’industria del mattone. Gli incentivi e gli investimenti sono polarizzati dall’imprenditoria abitativa che continua ad incrementare gli utili per continuare ad autofinanziarsi. Un circuito chiuso che non si apre se non a se stesso. La zona sud di Monopoli che volge al Capitolo è un grande cantiere, palazzine su palazzine. Un salvadanaio che calamita a sè i risparmi della gente. Scarsissima attenzione invece per il comparto industriale, forse perché in contrasto con le storiche attitudini imprenditoriali monopolitane, un patrimonio al quale non si è avvezzi e pertanto indifeso e incentivato solo a parole. Le infra-

strutture sono ancora nella mente di Dio, un limite che pregiudica e scoraggiano gli investitori forestieri: un segno che la dice lunga sulla anoressia di un’area urbana che dovrebbe produrre ricchezza, avendone le potenzialità e che per ironia della sorte si impoverisce giorno dopo giorno. Capannoni inutilizzati come cattedrali tra gli ulivi ad aspettare invano macchinari, carrelli, magazzini, uffici e personale al lavoro, monopolitani al lavoro. Uno skyline che a prima vista suscita un giustificato orgoglio, salvo scoprire che la zona industriale cittadina a confronto di quella di Noci è solo una cenerentola che pullula di attività di ogni tipo e che ne fanno uno dei centri più ricchi di Puglia. E Monopoli? Dopo un’estenuante guerra dei 100 anni per approvare il P.U.G., il risultato è che siamo ancora al punto di partenza e che in assenza di concrete iniziative, di una diversa politica degli amministratori, il tanto auspicato rilancio economico è solo un logorroico ritornello senza sostanza e privo di sussulti credibili.

In ricordo di Ninì Nel quinto anniversario della scomparsa di Ninì Callea Enzo Callea commemora l’amato fratello “Il tempo non muore mai e tu, nel tempo, hai lasciato il tuo ricordo. Vivi per sempre nel mio cuore. Tuo fratello Enzo”.

Ninì Callea


22

24 febbraio 2011

putignano

attualità

Mangini Spa investimento da 1,2 milioni VIA LIBERA DELLA REGIONE PER AMPLIARE LO STABILIMENTO di Franco Antonacci

D

efinitivo via libera della giunta regionale, su proposta dell’assessore allo Sviluppo Economico Loredana Capone, al programma di investimento della “Mangini Spa”, nata nel 2008 con sede legale a Milano e sede operativa nella zona industriale di Putignano, proprio sulla provinciale che porta a Noci. L’intervento è da realizzarsi nel triennio 2010-212 per un milione e 197 mila e 833 euro, di cui 529mila e 461 euro a carico della Regione. con un incremento di 5 unità lavorative. Dopo “Derobertis&Figli”, “Valentini Spose” è la terza azienda locale a beneficiare di finanziamenti regionali negli ultimi sei mesi. La “Mangini Spa”, presidente del CdA Giovanni Battista Mangini, con 44 dipendenti e un fatturato di 11 milioni e 924 mila euro nel 2008, si occupa di progettare e realizzare parti di ufficio; commercio di materiali e finiture per l’edilizia; distribuzione di prodotti petroliferi. Tutte attività svolte nella sede di Puti-

gnano, tranne il commercio di materiali edili che avviene nella zona industriale di Bari. Il nuovo investimento, dunque, si concentrerà a Putignano e soprattutto nell’ampliare la capacità produttiva di moduli di partizione per uffici costruiti con telai in alluminio attraverso l’acquisto di una linea di profilatura di angolare forato e un centro di lavoro Phantomatic T3. Obiettivo? Creare un nuovo telaio in alluminio per sostituire quello attualmente in commercio in acciaio più semplice nella fase di assemblaggio, trasporto e posa in opera, perché più leggero. Soprattutto, però, grazie alla duttilità, l’alluminio può essere lavorato con estrema precisione. Il core business dell’azienda putignanese è la realizzazione di ambienti di lavoro che riproducono stile e confort delle più moderne abitazioni con un design sobrio ed elegante. Tra le principali linee di prodotto nel comparto pareti mobili: Planika; Abako e Krypto.

Nuovo direttivo per ‘La Goccia’ Molte riconferme e qualche novità nel nuovo consiglio direttivo dell'associazione Nuovo direttivo per l’associazione culturale “La Goccia - gutta cavat lapidem”. I componenti, eletti dai soci, resteranno in carica per il biennio 2011-2012. Il nuovo direttivo, in una successiva riunione, ha provveduto ad affidare gli incarichi ai propri componenti. Sostanzialmente si è avuta una riconferma delle nomine, con la sola eccezione di Angela Gravinese, eletta componente dell’ufficio della presidenza e coordinatrice dei gruppi di lavoro. Riconfermati Pinuccio Mangini alla presidenza, Marcello Pagliarulo alla vice presidenza, coordinatore del settore cultura popolare, Vito Carella vicepresidente, coordinatore del settore ambientale, Franceso Losavio segretario e Pep-

pino Lippolis tesoriere. Il collegio dei sindaci, invece, risulta composto da Michele Montedoro nominato presidente, Raffaele Contegiacomo e Vincenzo Risolini. L’associazione ha posto in cantiere le prime iniziative: il I ciclo dei mestieri antichi (in corso di svolgimento), la festa della Pentolaccia (sabato 12 marzo nella Masseria Angiulli Nuova), la visita guidata al centro antico di Conversano, il giorno di festa con i giochi di una volta, il concorso fotografico “La campagna nel mirino” con il tema “Sotto i trulli con il sole e con l’ombrello, come è bello, come è bello…” e la presentazione del libro “Andar per masserie”. Alessandro Sciacqua

Media-conciliazione le novità della riforma Un incontro tra avvocati e commercialisti per evidenziare criticità e vantaggi della nuova disciplina giuridica Il 18 febbraio scorso, nel Tribunale di Putignano si è svolto un incontro in tema di “Media-conciliazione” organizzato dalle associazioni professionali forensi: “Unione Degli Avvocati D’Italia” (UDAI) sezione di Putignano e l’Associazione Italiana Giovani Avvocati (AIGA), Associazione Avvocati del tribunale di Putignano, Associazione Liberi Professionisti di Castellana Grotte col patrocinio dell’ordine degli avvocati di Bari. La manifestazione ha ottenuto un notevole successo data la presenza di quasi 300 avvocati, commercialisti e componenti di altre categorie professionali. L’incontro è stato presieduto da Marisa Attollino, Giudice Coordinatore del Tribunale di Putignano. Dopo il saluto degli avvocati Vincenzo Sportelli, presidente dell’Associazione degli Avvocati del Tribunale di Putignano, Beniamino Mazzilli, Consigliere nazionale dell’UDAI, Elia Pinto, presidente dell’Associazione Liberi Professionisti di Castellana Grotte ed il ringraziamento degli avvocati Sonia Scarpa delegata A.I.G.A. e Arianna Leone presidente dell’U.D.A.I. di Putignano, artefici della manifestazione, il professor Gianpiero Balena, ordinario di Procedura Civile dell’Università di Bari, ha svolto la sua relazione affrontando i profili processuali e sostanziali

del nuovo istituto giuridico. In particolare, ha evidenziato le perplessità scientifiche sulla costituzionalità della normativa che è andata oltre la delega concessa al governo ed oltre la direttiva comunitaria che invitavano l’Italia ad adeguarsi alla normativa europea sulla mediazione lasciando sempre la libertà al cittadino di poter adire l’autorità giudiziaria nazionale. Successivamente, sono intervenuti i consiglieri del dell’Ordine degli Avvocati di Bari, gli avvocati Giovanni Stefanì e Luigi Ancona che dopo aver portato i saluti del presidente Emanuele Virgintino, hanno messo in luce le criticità dell’argomento nonché le proprie preoccupazioni per la ormai prossima entrata in vigore della normativa e nonché guardato la riforma con più ottimismo vedendola come un’opportunità per i giovani colleghi di trovare il proprio spazio professionale. Da parte sua l’Avv. Martino Sportelli il quale ha evidenziato la portata storica di questa riforma tracciando l’iter legislativo fino al decreto “milleproroghe” che ha confermato l’entrata in vigore dell’art. 5 del decreto legislativo n. 28 del 2010 (“condizione di precedibilità e rapporti con il processo”) con eccezione delle controversie relative all’infortunistica stradale e al condominio.

Il “buco” di Overland 4x4 Trekking sulla vetta del Pollino le dell’Impiso” a “Colle Gaudolino”, L’associazione “Overland 4x4” di Puticostringendoli a utignano ha affrontato lizzare un rifugio per anche quest’anno pernottare e far l’impegnativa asciugare indumenti impresa di trekking e attrezzature al fuoe costruzione del co del camino. Con“buco” (riparo ricasiderate le ore di vato nel ghiaccio luce a disposizione, per trascorrere la non c’è stato il temnotte), ormai giunta Da sinistra, Rino Demarinis, po sufficiente per alla sedicesima ediPinuccio Colaprico, Piero effettuare lo scavo. zione. Quest’anno, Gianfreda, Francesco Sperti, Il gruppo ha comunil gruppo ha affronAnna Maria Lovecchio, Luigi que deciso di contato l’impegnativa Panunzio e Joelle Andrè quistare la vetta del scalata della vetta Pollino per poi far del Pollino. Sforturitorno al rifugio. natamente, le Sulla cima, i parteciavverse condizioni panti hanno potuto meteorologiche ammirare l’incantenon hanno permesvole paesaggio dei so ai sette partecibellissimi pini loricapanti, due donne e ti, resi ancora più cinque uomini, guimagici dall’effetto dati come sempre “ghiacciolo”. Anche da Rino Demarinis, quest’anno, una dura ma indimenticadi realizzare il tradizionale buco. Infatbile esperienza. Si aspetta la prossima ti, una bufera di acqua e neve ha inveedizione. stito i sette nelle ore di marcia da “Col-


24 febbraio 2011

putignano

attualità

Un carnevale con Ovadia e Vendola SECONDO CONVEGNO INTERNAZIONALE SUL CARNEVALE MEDITERRANEO IN PROGRAMMA DAL 3 AL 5 MARZO PROSSIMI ALLA BIBLIOTECA COMUNALE di Franco Antonacci

I

l carnevale è per antonomasia il momento del divertimento. Allo stesso tempo, però, è una tematica così seria da essere diventata oggetto di studio e di confronto in Europa. Torna così a Putignano, dopo due anni, durante il carnevale, l’appuntamento con il convegno internazionale di studi su “Il Carnevale e il Mediterraneo”, quest’anno dedicato a “La maschera e il corpo”. Per tre giorni, docenti universitari di tutta Italia ed europei si confronteranno sull’argomento. Quest’anno, però, c’è una coda un po’ più spettaco-

lare. Sarà presente Moni Ovadia, che terrà alcune riflessioni sul carnevale ebraico, e soprattutto duetterà con il presidente della Regione, Nichi Vendola. I lavori cominceranno giovedì 3 marzo, nella biblioteca comunale. Relatori di spicco il prof. Luigi Lombardi Satriani della Sapienza di Roma, Domenico Scafoglio dell’Università di Salerno con contributi dall’estero di Isidoro Moreno Navarro dell’università di Castiglia, uno dei principali antropologi spagnoli e dalla Germania, Berhard Zimmermann dell’università di Frei-

Risuona l’organo di San Domenico Proseguono a tre anni dall'inizio i lavori nella chiesa Per quanto siano trascorsi tre anni Un concerto eseguito come se l’orgadall’inizio dei lavori, il restauro della no a canne fosse quello del 1750, anno chiesa nei fatti non è stato ancora di sua costruzione. L’eccezionale strucompletato. “Quanto realizzato, ovvero mento, oggi restaurato insieme con la il restauro di navata, altare, volta, archi chiesa barocca di san Domenico, di e giro degli archi – ammette Dalena – è cui fa parte, è tornato a suonare in sufficiente per riaprire la chiesa ai fedeli. occasione della riapertura al pubblico D’ora in poi si potrà e ai fedeli dopo continuare a lavoratre anni di chiure nelle singole capsura per lavori. Il pelle lasciandola complesso aperta alla sua funmonastico realizzione”. Sinora i zato a fine Seilavori hanno comcento per volonportato una spesa tà di un ricco compresa tra i 700 possidente locale e i 750mila euro, e poi donato (comprese le sponall’ordine è il più sorizzazioni di alcugrande in Puglia. ne imprese locali, Di qui, ad esemcirca 24 mila euro) pio, passò il e 3-4mila euro di monaco e insequestua tra i fedeli. gnante d’italiano Teoricamente se in Germania di un’impresa o un Wolfang Goethe La chiesa di San Domenico privato vuole, può nel ‘700. finanziarie direttaL’organo, dopo mente il restauro di una delle cappelalcuni decenni di inattività, è stato le interne, ovviamente con dedica. Il pienamente recuperato alla sua funrestauro, inoltre, libera la chiesa ricazione grazie a un rigoroso restauro vata nella cripta, con ingresso alla base con sostituzione dei pezzi difettati con del campanile, che ora potrebbe altri originali “tanto da garantire - dice diventare una sala convegni capace di il direttore dei lavori, ing. Nino Daleaccogliere sino a 400 persone. E’ stato na - esattamente lo stesso suono di due lo stesso vescovo della diocesi di Consecoli e mezzo fa. E’ un autentico gioielversano-Monopoli, mons. Domenico lo di cui come comunità dovremmo Padovano a presenziare la cerimonia, andare orgogliosi”. Situato dietro l’alassieme a don Peppe Recchia e al il tare ma in posizione più elevata, l’orsindaco Gianvincenzo Angelini De gano offre infatti un’acustica eccezioMiccolis. F.A. nale.

burg, uno dei maggiori studiosi del comico e della teatralità comica nel mondo antico. Altri interventi di Marxiano Melotti del Sum (Istituto italiano di Scienze umane) sulla carnevalizzazione della società contemporanea e dei professori Piero Sisto e Piero Totaro dell’università di Bari. La terza e conclusiva giornata del convegno, sabato 5 marzo si sposterà nel più capiente teatro Margherita per le attese conclusioni di Moni Ovadia e Nichi Vendola. Obiettivo del convegno? “Mettere in piedi – dice Piero Sisto che, tra l’altro, si appresta a mandare in edicola l’ultimo suo libro “Le botteghe perdute, artigianato e piccola industria a Putignano” con ricco corredo di fotografie di Pinuccio Dambruoso su una trentina di mestieri – un centro permanente di studi della tradizione carnascialesca nel Mediterraneo peraltro in collegamento con la mostra permanente attualmente collocata al primo piano della biblioteca”. Altro particolare: tra i promotori del convegno oltre a Comune di Putignano, Fondazione Carnevale, Università di Bari, Consorzio Teatro Pubblico Pugliese e Regione si è aggiunto il polo liceale Majorana-Laterza di Putignano.

23

La giornata Mondiale del Rene Visite nefrologiche gratuite in ospedale e a scuola Martedì 10 marzo, in coincidenza con la Giornata Mondiale del Rene 2011, si realizzerà in tutta Italia il progetto “La Prevenzione delle Malattie Renali”. In Italia ci sono circa 60mila dializzati per insufficienza renale cronica terminale: di essi, 3.600 pazienti sono trattati nella Regione Puglia. Ogni anno in media 180 nuovi pazienti per milione di abitanti vengono avviati alla terapia dialitica e, di questi, 4 sono compresi nella fascia d’età tra 0 e 20 anni. La S.C. di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale Santa Maria degli Angeli di Putignano, diretta dal dottor Michele Giannattasio, aderirà alla Giornata Mondiale del Rene (Referente dottor Francesco Detomaso) effettuando visite gratuite (misurazione della pressione arteriosa e stick per esame urine) secondo il seguente programma: giovedì 10 marzo ore 14-19, Palazzina ex INAM di Putignano, Unità Emodialitica degli Ospedali Paradiso di Gioia del Colle e F. Jaia di Conversano; martedì 1 marzo, Liceo Scientifico e Classico di Gioia del Colle; giovedì 3 marzo, Liceo Classico e IISS San Benedetto di Conversano; martedì 15 marzo, IISS Pinto Anelli di Castellana Grotte. Giacomo Detomaso

Eccellenza putignanese premiata a Bruxelles Fausto Laterza è tra i brillanti laureati italiani premiati al Parlamento Europeo tanti senza trascurare la Fausto Laterza, putignamia formazione”. nese di 27 anni, è stato La manifestazione naziopremiato a Bruxelles nale “Campus Mentis come “Eccellenza Italia2010”, terminata con la na”, per aver partecipato tappa di Bruxelles, alla con successo a due delle quale hanno preso parte i tre tappe del progetto migliori 16 ragazzi che Campus Mentis e per hanno partecipato al proaver vinto un contest getto, è stata voluta dal organizzato da Mc ministro della Gioventù, Donald’s. Laterza, dotGiorgia Meloni. Durante tore magistrale in Ecotutto il 2010 sono stati nomia e Management Fausto Laterza selezionati 1500 giovani con un Master in Banca, laureati, con il fine di preFinanza e Controllo di sentarli a grandi aziende in modo da Gestione, ha dichiarato: “Sono felice di creare un percorso virtuoso, in grado di questo riconoscimento che premia gli facilitarne l’ingresso nel mondo del sforzi fatti in questi anni. Lo dedico alla lavoro. Il progetto che ha ricevuto l’Almia ragazza ed alla mia famiglia che mi to patronato del Presidente della sono sempre stati vicini in questo periodo. Repubblica ha potuto vantare il supOra il mio obiettivo è raggiungere traporto attivo di oltre 50 aziende. A.S. guardi professionali sempre più impor-


24

polignano

attualità

Japan Today al Museo Pascali

Radio Incontro per la vita Organizzato un appuntamento con le istituzioni locali

MENTRE SI SCOPRE L'ARTE GIAPPONESE LA FONDAZIONE SBARCA ALLA BIENNALE DI VENEZIA

U

na cerimonia del tè introduce un viaggio alla scoperta dell’arte giapponese contemporanea. Si aprirà così sabato prossimo (26 febbraio) alle 19, nel Museo Pascali, la mostra internazionale “Japan Today”. Organizzata dalla Fondazione Pino Pascali, la rassegna è stata resa possibile dalla collaborazione di Sala 1 di Roma, Japan Foundation, Istituto Giapponese di Cultura a Roma, Fondazione ItaliaGiappone, Istituto Italiano di Studi Orientali e Università di Roma “Sapienza”. Verrà proposto il videozoom “Giappone Re-inquadrare il quotidiano: la videoarte giapponese negli ultimi dieci anni” a cura di Kenichi Kondo, associate curator al Mori Art Museum di Tokyo. “Saranno presentati i video di dieci giovani artisti giapponesi – spiega Rosalba Branà, direttrice artistica della Fondazione Pascali, che si avvale della collaborazione di Jason Lee e Graziano Menolascina – che raccontano i nuovi scenari della quotidianità nipponica dovuti alla crisi economica che ha cancellato tutte le certezze sociali e politiche. Gli artisti in mostra si concentrano su piccoli eventi che possono trasformare un giorno banale in uno straordinario, il tutto narrato visivamente con intensità, spirito critico e umoristico”. Le altre sale del Museo esporranno le opere di grandi maestri dell’arte contemporanea giapponese. Nella

24 febbraio 2011

di Patrizia Grande serata inaugurale, Kazumi Sasaki eseguirà la cerimonia del tè della Scuola Ueda, introdotta da Angela Verdini. La mostra rimarrà aperta fino al 24 aprile e potrà essere visitata dal mercoledì al sabato ore 18/21, la domenica e i festivi ore 11/13 - 18/21 (info per visite guidate 0804249534, 333/2091920, segreteria@museopinopascali.it). Si è messa in moto, intanto, la macchina organizzativa in vista della partecipazione della Fondazione Pino Pascali alla Biennale di Venezia con la mostra “Pino Pascali, ritorno a Venezia. Puglia arte contemporanea”, che sarà inaugurata il 3 giugno. “Abbiamo presentato il nostro progetto – aggiunge la Branà – sottoposto al vaglio di una commissione internazionale che ne ha bocciato quasi un terzo. Il nostro invece è stato accolto, unico in Puglia. La mostra rientrerà negli eventi collaterali della Città di Venezia e sarà inserita nel catalogo ufficiale della Biennale che avrà una diffusione internazionale. Proporremo una mostra di inediti di Pascali (disegni e bassorilievi, ndr), una selezione dalla collezione del museo, tutti i Premi Pino Pascali dal 1998 ad oggi e alcuni lavori della mostra Intramoenia che si è svolta al Castello Svevo. Stiamo predisponendo il tutto d’intesa con la Regione Puglia che sosterrà l’iniziativa sul piano finanziario”.

L’emittente radiofonica cattolica “Radio Incontro” ha organizzato un dibattito sul tema della vita e della famiglia, che si terrà nella sala consiliare del Comune di Polignano a Mare, il 26 febbraio alle ore 18.30. L’evento vedrà tra i suoi partecipanti Don Nicola D’Onghia (esperto di bioetica e membro della segreteria di Stato Vaticano) e l’avv. Eugenio Scagliusi (presidente del Consiglio Comunale di Polignano). L’incontro, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio comunale di Polignano, rientra nell’ambito dell’iniziativa “Educare alla Vita” che si propone di promuovere, specie tra le giovani generazioni, la cultura della vita dal concepimento sino al suo termine naturale. Al dibattito parteciperanno Angelo Bovino, sindaco di Polignano, Don Gaetano Luca e Domenico Scagliusi, presidente di Radio Incontro. Alessandro Sciacqua

Il pensiero di Maritain Presentato il nuovo libro di Michele Indellicato “La centralità della persona nel pensiero di Jacques Maritain”: è questo il titolo di un libro scritto da Michele Indellicato, docente dell’Università degli studi di Bari e presentato nell’aula consiliare “Domenico Modugno” di Polignano a Mare. L’iniziativa è stata organizzata dal Centro culturale “u Castarill” con il patrocinio della Presidenza del Consiglio comunale. Introdotti dalla dottoressa Marianna Centrone (presidente di “u Castarill”) sono intervenuti il professor Armando Savignano (Università di Trieste), l’avvocato Eugenio Scagliusi (presidente del Consiglio comunale) e don Gaetano Luca (arciprete della Parrocchia Matrice di S. Maria Assunta) di Polignano. Patrizia Grande


OFFERTE DI LAVORO CERCANSI AGENTI CON ESPERIENZA IN PROVINCIA DI BARI Primaria azienda multinazionale operante su tutto il territorio italiano ricerca agenti con esperienza per attività di vendita prodotti non tabacco non food destinati alle tabaccherie per le seguenti località in provincia di Bari: Castellana Grotte; Conversano; Mola di Bari; Monopoli; Noci; Noicattaro; Polignano a Mare; Putignano; Rutigliano; Triggiano e Turi. Si offre: supporto commerciale e pubblicitario; portafoglio clienti in esclusiva; alte provvigioni; inserimento immediato. Si richiede: esperienza specifica nel settore tabaccheria e bar; iscrizione alla camera di commercio; auto propria; attitudine a lavorare per obiettivi. Astenersi privi dei requisiti o prima esperienza. Verranno prese in considerazione e riceveranno risposte entro 15 giorni dall’invio del cv solo le candidature in linea con il profilo e le esperienze richieste. Inviare il proprio curriculum in formato elettronico, citando nella risposta il riferimento dell’annuncio. Per inviare una mail, visitare la seguente web: http://www.kijiji.it/ annunci/commerciale-e-agenti/bari-annuncimonopoli/agenti-con-esperienzatabaccheria-bar-rif-mono/ 12375528. FIGURE PROFESSIONALI ANCHE SENZA ESPERIENZA A CASTELLANA GROTTE Società di servizi ricerca le seguenti figure professionali: docenti scuole superiori; materie letterarie; materie scientifiche; avvocati; fiscalisti; psicologi; interpreti lingue; albanese; cinese; arabo; francese; spagnolo. Anche senza esperienza purchè muniti di tutti i requisiti richiesti dalla Legge per l’esercizio della professione. La sede di lavoro è estesa a tutto il territorio

italiano; il lavoro verterà sull’erogazione di servizi, mediante la propria professione, al pubblico per via telematica; la retribuzione inzialmente sarà in base ai servizi effettivamente erogati dai singoli professionisti per consentire la valutazione della consistenza del mercato, successivamente potrà essere a stipendio fisso nell’osservanza dei rispettivi CCNL; il contratto inizialmente sarà a progetto per consentire la valutazione di più professionisti, successivamente potrà essere a tempo indeterminato per i professionisti selezionati. Per rispondere all’annuncio, visitare la seguente pagina web: http://www.subito.it/offerte-lavoro/ varie-figure-professionalianche-senzaesperienza-bari20161246.htm CERCANSI OPERATORI DI CALL CENTER OUT BOUND A CONVERSANO E PUTIGNANO Si seleziona personale maschile e femminile da inquadrare come operatore di call center full time. Si offre fisso mensile provvigioni e incentivi. Per informazioni 080/2373144 080/4911732 ore ufficio. CERCASI ESPERTO IN MOTORI MARINI A CONVERSANO Cerco meccanico esperto in motori marini, con provata esperienza. offro contratto come legge prevede, ed a tempo indeterminato. Per inviare la propria candidatura, visitare la pagina web: http://www.subito.it/offerte-lavoro/meccanico-esperto-in-motorimarini-bari-21700197.htm. CERCASI ASSISTENTE DI REDAZIONE A MONOPOLI Cerchiamo un assistente di redazione per un web magazine nazionale, si occuperà della gestione della clientela e del rapporto coi giornalisti. Contrat-

to a progetto per il primo anno. Luogo di lavoro: Monopoli (BA). Invia candidatura a selezione@lavorochepiace.it con rif. ARED. CERCASI PROGRAMMATORE WEB SENIOR A MONOPOLI Azienda privata operante nel settore delle telecomunicazioni cerca programmatore esperto per realizzare applicativo gestionale online integrato. Offresi massima collaborazione per l’analisi preventiva e le varie fasi di test durante la realizzazione dei vari moduli. Previsto acconto, saldo parziale ad ogni step concluso ed eventuale bonus di produzione (rispettando qualità e tempi preventivati). Inviare curriculum ed eventuali referenze a mezzo email o contattare direttamente il numero indicato per fissare un colloquio. Per maggiori informazioni, telefonare al 392.6810250. CERCASI MANUTENTORE PER ALBERGO A NOCI Cercasi manutentore zona di noci, con minimo di esperienza di idraulica, elettricista, per struttura alberghiera con piscina, sauna, volenteroso, flessibile, da maggio a settembre, contratto CCNL, no alloggio. Per rispondere all’annuncio, visitare il sito: http://www.subito.it/offertelavoro/manutentore-x-albergo-bari21765337.htm CERCASI DUE MECCANICI DI CAMION A POLIGNANO Per importante azienda locale ricerchiamo n. 2 Meccanici Camion con pregressa esperienza nella mansione. Per rispondere all’annuncio, visitare la pagina web: http://www.subito.it/offerte-lavoro/meccanici-camion-bari21806006.htm.

CERCASI BANCONISTA A PUTIGNANO Affermata azienda operante nel settore caseario, ricerca 1 banconista da inserire nel suo punto vendita di Putignano.Si richiede età compresa tra i 25-45, bella presenza, preferibile pregressa esperienza nel ruolo, buona capacità di relazionarsi con la gente,automunita, disponibilità immediata. Inviare curriculum con foto all’indirizzo: selezionecaseifici@libero.it. CERCASI MODELLISTA PER ABITI DA SPOSA A PUTIGNANO La Hollywood Sposa azienda affermata di abiti da sposa di Putignano cerca modellista da inserire immediatamente con contratto a tempo indeterminato nella produzione dell’azienda. Per qualsiasi informazione contattare al numero 3403786837. ACQUA MED RICERCA PERSONALE IN PROVINCIA DI BARI Acqua-med, z.i. di Modugno operante nel trattamento dell'acqua, seleziona ambosessi dai 18 ai 40 anni per un lavoro full-time per varie mansioni che vanno dall'amministrazione, alla gestione del personale, consulenza e marketing, risorse umane, assistenza clienti. In sede di colloquio si determinerà l'inserimento ed il lavoro in base alle attitudini ed aspirazioni. Offresi inquadramento a norma di legge. Si richiede disponibilità immediata. Si accettano candidature da Bari e provincia. Per info e colloquio contattare il num. 366.4513440, o inviare cv.


calcio

sport

26

24 febbraio 2011

Liberty, a Racale per vincere UN TURNO CHE POTREBBE ACCRESCERE LE QUOTAZIONI DEI BIANCOVERDI

A

rchiviata seppure di misura (2-1) la pratica Castellana nella 28a di campionato di Eccellenza Pugliese, la Liberty Monopoli, reduce dalla trasferta di Sarno per la Coppa, continua la marcia di avvicinamento alla vetta della classifica. L’allenatore Nicola Ragno può nuovamente disporre della rosa al completo, che da una decina di giorni si è rafforzata ulteriormente con l’arrivo dell’attaccante Chiatante, che ha esordito contro il Castellana. Per il resto, tutto nella normalità in vista della trasferta di Racale. Un test decisamente alla portata di Zotti e compagni, con i salentini che navigano a metà classifica a quota 36. Il regista bianco verde, in debito di capelli ma non certo di fiato, si sta confermando l’uomo guida della squadra, fornendo prestazioni crescenti in quanto a qualità e chiarezza di gioco. Le altre contendenti al primato, comunque, non stanno a

di Mario Valentino guardare. La capolista Cerignola (57 punti), dopo il pareggio casalingo con il Martina, seconda forza del torneo distaccata di una sola lunghezza, è chiamata al facile impe-

gno di Manfredonia (29). Più ostico il compito che attende il Martina, che aspetta sul proprio campo il temibile Bisceglie.

Il concorrente diretto della Liberty, il Locorotondo (45 punti come i monopolitani), dopo aver passeggiato 3-0 a Lucera, ritorna a giocare in casa per vedersela con il quotato Vieste (42). In ultima analisi, una giornata di campionato che potrebbe tornare utile ai “gabbiani”, a patto di sfoderare in terra salentina tutte le

potenzialità e la voglia di vincere, per non perdere terreno dalle battistrada e rafforzare la posizione non molto distante dal vertice della classifica.

CASTELLANA

Calendario in discesa? Niente da fare contro le big Martina e Cerignola In arrivo Bisceglie e Monopoli “Questo risultato in chiave salvezza non cambia nulla”: commenta così Nicola Pellegrino, vicepresidente dell’Asd Castellana, la sconfitta subita a Monopoli. “Il Manfredonia resta a meno uno e il Sogliano è sopra noi di due punti. Ci sono tre scontri diretti in casa che non dobbiamo steccare”. A partire dalla gara di domenica contro il San Paolo Bari: “Indubbiamente servirà maggiore concentrazione e sicuramente più cinismo in fase realizzativa. Sembra che gli altri non ti perdonino nessuna distrazione, mentre noi dobbiamo produrre tante azioni offensive che spesso si spengono senza un esito positivo. Ovviamente temiamo i baresi, perché sono alla ricerca di quei pochi punti che darebbero loro la salvezza matematica”. Pellegrino non si sbilancia sulla partita chiave della stagione: “Saranno tutte importanti, specie gli scontri diretti. Secondo me anche concludere il campionato a 40 punti potrebbe essere a rischio. A 41-42 punti si potrebbe stare più tranquilli, in virtù delle retrocessioni che ad oggi non sono ancora chiare e definite. Si prospetta l’ennesima trafila vissuta la scorsa stagione, con il Locorotondo retrocesso nonostante avesse vinto i play out..”. Il centrocampista Ramiro Gonzales, ancora una volta, ha assistito al match del Veneziani seduto in panchina: “È brutto parlare degli altri quando non giochi. Loro hanno giocato meglio, pure con dieci uomini. Sono stati più decisi, più cattivi, più ‘giocatori’...” Gianluca Cascione

PUTIGNANO

CONVERSANO

Francesco Luisi: il Lopriore del futuro?

Norba: un buon punto

Il giovane attaccante cresce alle spalle della leggenda putignanese

Sul campo del Capurso buona prova dei canarini. Ancora viva la speranza play off

pre meglio. Da lui e da Gianvito Vittorione sto Come ogni mestiere anche quello di calciatoimparando tanto su come comportarmi in re richiede un po’ di gavetta. Francesco Luisi, campo e fuori”. Quando si è alzato dalla pancorazziere classe ‘92 della Virtus Putignano, china, Luisi è riuscito spesse volte ad incideha avuto finora pochi minuti per mostrare le re, come nello scontro al vertice col Real sue indubbie qualità, forse non sufficienti per Gioia, sconfitto permettergli di far per 4-1 grazie al appendere le scarsuo gol, a quello di pette al chiodo al Lopriore e ai due titolare del ruolo, di Pierpaolo il 43enne Fabrizio Lavarra. Sette Lopriore, sempligiorni dopo altra cemente uno dei vittoria, per 0-2 più grandi calcia(Palazzo, Lopriotori putignanesi di re), sul campo del sempre. Proprio Monopoli, ulterioLopriore, a inizio re passo di avvicistagione, aveva namento alla confessato di riveSeconda Categodere sé stesso con ria: “Non ci sentiaqualche anno in meno nel giovane F r a n c e s c o L u i s i , p r o n t o a d e n t r a r e i n c a m p o mo già promossi. Ogni vittoria viene Luisi: “Sono parole subito archiviata e si pensa alla partita successiche mi hanno fatto immensamente piacere va”. Infine, sulla presunta insoddisfazione per spiega il giovane bomber - Fabrizio è arrivato lo scarso impiego Luisi chiarisce: “Non nego a grandissimi livelli e ovviamente metterei la firdi voler giocare un po’ di più, ma ho rispetto ma per ripetere la sua carriera. Non per questo assoluto per le decisioni del mister”. mi adagio sugli allori e continuo ad andare Giacomo Detomaso avanti per la mia strada, cercando di fare sem-

Contro il Capurso, quarto in classifica, i ragazzi di mister Sciannamblo disputano una buona gara, rimediando lo 0-0 e confermando la buona condizione di questo periodo. Dopo la vittoria nella precedente partita contro la Virtus Molfetta, il Norba continua la serie positiva, portandosi a 25 punti e piazzandosi all’ottavo posto in classifica, proprio a ridosso della zona play off. “Abbiamo fatto una bella partita, su un campo difficile, abbiamo tenuto bene l’avversario per tutti i novanta minuti - dichiara mister Sciannamblo - abbiamo anche creato qualche occasione, che però non siamo riusciti a concretizzare. Sono comunque soddisfatto della prova dei ragazzi, che hanno dimostrato di poter lottare ad armi pari con chiunque”. Dopo le ultime due giornate, che hanno portato quattro punti, l’allenatore guarda in maniera positiva al prosieguo del campionato: “La classifica sta migliorando, i risultati ottenuti ultimamente ci danno buone possibilità di raggiungere la zona promozione, la prossima giornata ci vede impegnati in casa con il Fidelis Adelfia, attualmente penultimo in classifica. Potrebbe essere quindi una buona possibilità per dare continuità ai nostri risultati, importante sarà non sottovalutare l’avversario”. L’ASD Norba affronterà l’Adelfia il 27 febbraio prossimo alle ore 14,30 tra le mura amiche del “Lorusso”. Francesco Boccuzzi


calcio a 5

24 febbraio 2011

Sport Five in affanno

sport

27

PUTIGNANO

Finalmente al completo Il Csg di mister Basile potrà contare su tutti i giocatori per il finale di stagione

MISTER MONOPOLI TRACCIA UN BILANCIO COMUNQUE POSITIVO DEL CAMPIONATO DEI PUTIGNANESI di Enzo Tramonte

I

te”. l Promomedia Sport Five di Putignano Ritiene stia mancando l’apporto di qualche non sta attraversando un buon momento, giocatore determinante? avendo raccolto solo un punto nelle ulti“Nell’arco di una stagione alti e bassi ci sono me tre partite, in attesa della proibitiva sfida per tutti. Non dimentichiamo che giochiamo in in casa della capolista Marca Futsal, prossiA e non è facile per nesmo avversario anche suno esprimersi sempre nel primo turno della ai massimi livelli”. Final Eight di Coppa La squadra è adeguata Italia. Mister Massimo rispetto agli standard Monopoli, comunque, di serie A? giudica positivamente il “Potrò rispondere in campionato sinora dismaniera definitiva solo a putato dalla squadra, fine campionato. Mi ricordandone la condidevo sbilanciare sul sì, zione di neopromossa. vista la posizione in clasMister, qual è la causa sifica”. della penuria di risultaSi può puntare ai play ti delle ultime giornate? off? “Abbiamo perso un po’ “L’obiettivo che ci siamo della brillantezza iniziaposti ad inizio stagione è le, ma questo è normale la salvezza, ma tutto è in un campionato che nelle nostre mani”. non ha visto soste e non Qualcuno le rimprovera ha permesso di poter far una simpatia per Manrecuperare un po’ i giozali, anche quando non catori, considerando che gioca bene. gli unici che da noi si “Non sono attaccato ad sono fermati sono stati alcun giocatore. Di sicugli infortunati e gli squaIl mister ro, conosco i ragazzi lificati”. Massimo Monopoli molto meglio di chi sta in Come mai la squadra tribuna, perché li vedo gioca meglio con le allenarsi tutti giorni, ciascuno con i suoi pregi “grandi”, faticando con le pari grado? ed i suoi difetti. Vorrei ricordare che siamo al “Delle partite importanti ai fini della salvezza primo anno in serie A ed abbiamo una rosa abbiamo perso solo con Kaos ed Acqua&Sapoadeguata, nel numero, al raggiungimento dell’one, giocando in cinque per tutta la gara, e paregbiettivo salvezza”. giato col Vesevo. Le altre le abbiamo tutte vin-

Reduce dal rocambolesco pareggio in casa del Gragnano, accompagnato anche da qualche rimpianto, il CSG Putignano si prepara a giocare le ultime partite stagionali che, a detta del mister Piero Basile, potrebbero sovvertire gli obiettivi iniziali di salvezza e regalare i play off. Mister, in che condizione si trova la squadra a questo punto della stagione? “L’ultima partita, inaspettatamente, mi ha dato segnali confortanti sulla buona tenuta fisica e psicologica della squadra. Ho visto le giuste motivazioni per affrontare la parte finale del campionato”. Sono cambiati i vostri obiettivi? “Per conquistare i play off dovremo ottenere nove punti nelle prossime cinque partite. Ritengo sia un Il mister programma difficile, ma raggiungiPiero Basile bile. La classifica è corta e dobbiamo affrontare due trasferte molto difficili, ma onestamente la sola salvezza mi starebbe un po’ stretta. Del resto, arriviamo a fine stagione con la rosa finalmente al completo”. Quali gli aspetti positivi e negativi di questa stagione? “Personalmente, di positivo c’è che ho costruito in prima persona questa squadra, ottenendo risultati egregi. Non siamo mai stati in pericolo, occupando la zona alta della classifica, pur con molti elementi nuovi, da verificare. Il fattore negativo consiste nell’affrontare le partite casalinghe senza l’apporto del pubblico, che solitamente favorisce la conquista di 5-6 punti stagionali. Emblematica è stata la sfida col Fasano, quando sembrava che noi giocassimo in trasferta e loro in casa”. Dopo l’ennesima stagione all’ultimo respiro, non è stanco? “Dover dare il massimo con pochi mezzi a disposizione, ottenendo buoni risultati, è molto gratificante. Non sono stanco di questo ambiente, ma è ovvio che ogni allenatore cerchi sempre di migliorare i propri obiettivi. Non sono un novizio e penso di aver dimostrato qualcosa, quindi sarebbe legittimo ambire a traguardi più ambiziosi…”. E.T.

CONVERSANO POLIGNANO

Aiace: settimane cruciali

U.S., bye bye salvezza

La squadra viola si gioca il futuro in due partite

Dopo la sconfitta contro Martina rimonta impossibile per il club polignanese Destino segnato o quasi per l’U.S. Polignano: dopo il tracollo casalingo contro la Futsal Mola (3-9) la rimonta era diventata un’utopia più che un sogno. I rossoverdi avrebbero dovuto vincerle tutte, senza commettere passi falsi, invece, alla prima delle cinque “finali”, è arrivato il terzo ko consecutivo (Sporting P. Messina, Futsal Mola e Martina C5) che ha matematicamente tagliato fuori dalla corsa salvezza il

team del patron Lorenzo Lamanna. Nella sfida da dentro o fuori sul campo del Martina Calcio 5, diretta concorrente nella corsa per il mantenimento della categoria, è arrivata l’ennesima disfatta: 9-3 per i padroni di casa. Eppure, come sempre, i rossoverdi erano partiti in quarta, lasciando poi il campo agli avversari, abili nel trovare i varchi giusti e nel finalizzare senza alcun problema le poche occasioni create.

Ai polignanesi il merito di aver dato il massimo, dimostrando però ancora una volta che il cuore non basta, se non vi è organizzazione e armonia. Come se non bastasse, nella prossima giornata, la 23a del campionato di serie B di calcio a 5, i rossoverdi polignanesi ospiteranno al Pala Gino d’Aprile la prima della classe, il Me.Co. Potenza in un match ormai importante solo per lo spettacolo. Pierangelo Sisto

Continua la rimonta dell’Aiace Conversano che sembra aver trovato un po’ di continuità dopo una sontuosa campagna acquisti natalizia ed un periodo piuttosto altalenante. Il pareggio casalingo contro la Me.Co. Potenza e la vittoria esterna di Scanzano non hanno contribuito a tirare fuori dalle zone basse la squadra guidata da Guglielmi, ma sono servite ad accorciare la classifica in maniera incredibile. E’ quanto mai strano, infatti, che l’Aiace, decima e quint’ultima in classifica, abbia soltanto cinque punti di distacco dalla quarta. E’ difficile credere in un rilancio importante in classifica dei conversanesi, soprattutto per il fatto che dovrà fare battaglia a sei squadre, ma classifica e soprattutto organici alla mano Rotondo e compagni non devono demordere, perché sulla carta possono dire la propria. Il calendario, poi, potrebbe dare una mano al Conversano, dato che propone due scontri diretti: dopo una settimana di pausa, si riprenderà infatti il 5 marzo, con due match infuocati, contro il Modugno in casa ed il Giovinazzo in trasferta. Solo dopo queste due partite si potranno tirare le somme e valutare meglio quali sono gli obiettivi della squadra. P. Sib.


28

24 febbraio 2011

volley

sport

New Mater indemoniata! LA CURA DI GULINELLI È MIRACOLOSA ORA LA SALVEZZA È PIÙ VICINA di Cosimo Sportelli

E’

indemoniata in A\1 la New Mater Castellana Grotte. La cura di mister Flavio Gulinelli, approdato nella città delle grotte lo scorso 11 gennaio, è stata davvero miracolosa. Il tecnico astigiano ha esorcizzato l’apatia di un intero girone ed ha iniettato nella formazione grinta, carattere, abnegazione e soprattutto speranza. La vittoria esterna contro Monza (0-3), inanellata dopo ben 11 punti conquistati nelle ultime 7 partite, rilancia enormemente le chance di permanenza nel massimo campionato per il club del presidente Nino Carpinelli. In evidenza, con altissime percentuali in ricezione, il libero Fosco Cicola esprime tutto il suo entusiasmo per questo momento magico: “C’è grande soddisfazione in squadra e noi nell’impresa ci crediamo!”. In realtà, non ci sono formule speciali per il giocatore romano, classe ‘74, il quale con pragmatismo spiega: “Nonostante queste straordinarie prestazioni non credo ci siano segreti, abbiamo cambiato metodo di allenamento e

probabilmente questo è più congeniale alla nostra squadra”. Merito, quindi, a mister Gulinelli? “Il merito credo che vada condiviso fra tutti, siamo tutti in palestra ogni giorno a sudare e a cercare di raggiungere il nostro scudetto. Sicuramente l’arrivo del

tempi di maturazione della squadra. In una formazione così giovane e con tante scommesse il rischio che si corre è forse quello di affrontare un intero girone in rodaggio? “Non vorrei parlare di rodaggio anche perché abbiamo iniziato a lavorare presto e già tutti insieme, a differenza di molte altre squadre, ed il precampionato non è andato male”. Ora la salvezza è davvero un traguardo raggiungibile, anche se Latina è a + 5. Come vivete questa condizione? “Come la affrontavamo fino a qualche settimana fa, ovvero preparandoci al meglio ogni volta e pensando che se vogliamo arrivare al traFosco Cicola guardo dobbiamo fare punti in tutte le partite; sicuramente stiamo gionuovo mister ha dato una cando con molta determiscossa”. nazione”. A giudicare dai risultati Come preparerete le sembrate un’altra formaprossime due gare contro zione. Lei crede che la Piacenza (al Palagrotte il squadra si sia creata solo prossimo 27) e contro a metà stagione? Cuneo (il 6 marzo)? Sei “Non credo. Ritengo piutpunti rappresenterebbetosto che stiamo raccoro potenzialmente l’aggliendo i frutti del lavoro gancio alla salvezza... che facciamo in palestra”. “Stiamo pensando ad una Forse diciamo che il nuopartita dopo l’altra e poi vo tecnico ha accelerato i alla fine vedremo”.

CASTELLANA

Radogna: “Sono stanco!” La formazione di serie A\1 continua a far punti ma la società non paga Amnesie da successo per la Florens Castellana Grotte. La formazione del presidente Jhonny Netti in campo dimentica i problemi societari, rientra dalla delicata trasferta di Busto Arsizio con un punto d’oro e si prepara a due delicatissimi incontri in chiave salvezza. La permanenza in categoria per le biancorosse potrebbe proprio concretizzarsi nei prossimi 15 giorni. Alla salvezza dell’unico club di A\1 del mezzogiorno si frappongono, infatti, Perugia e Modena. “Già fare risultato il prossimo 27 al Palagrotte contro Perugia significherebbe affossare definitivamente la formazione umbra ed ipotecare un risultato stagionale straordinario, mentre la partita esterna contro Modena potrebbe definitivamente suggellare la quasi matematica permanenza in A\1”. Esordisce così, fra pragmatismo ed entusiasmo, mister Donato Radogna, che continua con l’analisi dei prossimi due incontri: “Purtroppo per noi non sarà semplice fare risultato perché siamo vessati da vari problemi. Sia il capitano Marcela Ritchelova sia Stefania Okaka hanno problemi fisici e spero tanto d’avere a disposizione la nuova giocatrice delle Barbados, Anicia Wood, centrale, che dovrebbe arrivare in questi giorni”. Dal volley giocato passiamo alle difficoltà economiche societarie. Spesso una formazione in campo rispecchia la condizione della società. La Florens è un’eccezione? “Ritengo di sì. Sin dal primo giorno le

ragazze conoscevano questi problemi ed io mi sforzo sempre di far capire che in campo bisogna solo concentrarsi sulla gara. Aggiungo, però, che questa situazione sta arrivando ad un punto critico. La stagione si sta concludendo e l’aspetto del compenso economico è fondamentale. Rassicuro di continuo le ragazze, promettendo loro che presto si arriverà ad una soluzione, ma credo di non essere più tanto credibile. A queste ragazze va fatto un monumento per la paziente sopportazione”. Lo staff tecnico sta vivendo la stessa condizione di autofinanziamento. Come si vive questa situazione dalla panchina? “Male, soprattutto perché non possiamo esternare il nostro disagio alle ragazze perché dobbiamo motivarle di continuo. Lavorare in questa situazione è dura. Spero di continuare a reggere, anche se sto accusando stanchezza fisica e mentale ed ogni martedì diventa sempre più difficile trovare le giuste motivazioni per rientrare in palestra”. Lei è considerato l’artefice di questa straordinaria Florens. Immagino che siano giunte numerose proposte... “Numerosi attestati di stima e tante proposte a cui ho sempre rifiutato, spero di non pentirmene perché comunque sono fiducioso per il futuro ed auspico che la cordata di imprenditori sopraggiunti a risanare le casse della Florens si insedi quanto prima”. Cosimo Sportelli


pallamano

24 febbraio 2011

sport

29

Conversano, stop alla crisi? I GIOCATORI DENUNCIANO I MANCATI PAGAMENTI ARRETRATI LA SOCIETÀ COMUNICA DI AVER RISOLTO LA QUESTIONE

L

di Pasquale Sibilia

a pallamano a Conversano, putroppo, fa parlare più per le questioni societarie che per le imprese dei ragazzi in campo. L'ormai famosissimo striscione esposto dai giocatori prima del match casalingo contro il Bolzano, che recitava: “Quattro mesi senza soldi e adesso senza società”, ha scatenato in città un tourbillon di contrastanti emozioni, ma ha portato soprattut-

to alla luce un disagio di squadra e settore tecnico che dura da almeno un anno, dato che già durante lo scorso campionato gli atleti decisero di scioperare proprio per il mancato arrivo di alcune mensilità. Evidentemente la società anche quest'anno non è stata in grado di far meglio ed è esplosa la protesta del gruppo che, c'è da dire, merita tutta la stima del popolo conversanese per l'au-

tentica impresa che sta compiendo, in condizioni oggettivamente quasi impossibili. Pochi giorni dopo l'esplosione della protesta, la società ha diramato un comunicato in cui annuncia di aver risolto la situazione, senza però specificare tempi e modalità. Abbiamo provato a contattare prima l’allenatore Trillini e poi la dirigenza ma nessuno ha voluto rilasciato dichiarazioni

PUTIGNANO

Uisp ‘80: giovani vincenti Cofano parla del patrimonio di giovani atleti della compagine putignanese Domenico Cofano, terzino-ala sinistra 29enne di Fasano, è uno dei punti di riferimento, sia in campo sia nello spogliatoio, della Uisp ‘80 Putignano. Ha sposato con entusiasmo il progetto societario di puntare sui giovani locali per costruire una squadra vincente ed è fiero di essere preso d’esempio dai ragazzi del vivaio. Dopo tante stagioni nella Uisp, sembra che finalmente questo sia l’anno giusto per la promozione. Che sensazioni ha al riguardo? “Sicuramente è l’anno giusto. La squadra ha maturato esperienza ed è preparata, contando su atleti di spessore. E’ la squadra più forte e lo deve dimostrare”. Mister Realmonte sostiene che la sua presenza sia fonte di indubbio vantaggio in termini di tecnica ed esperienza per i giovani. “Ringrazio il mister. Ai giovani ho cercato di trasferire la grinta e la voglia di lottare sino alla fine, sempre con la massima sportività e rispetto per gli avversari. I nostri giovani, comunque, sono già molto ben preparati tecnicamente e fisicamente”.

E’ soddisfatto della squadra piena di giovani a cui fare da chioccia? “Sono soddisfattissimo di quanto fatto dalla società, con molto sacrificio. I ragazzi sono già maturi, anche caratterialmente e mi trovo molto bene con loro”. In tanti anni, quale giovane del Putignano ritiene sia stato il più forte? “Pierangelo Malena, anche se non è un prodotto di Putignano, ma è stato comunque preso a venti anni. Ha doti tecniche e fisiche straordinarie. Menziono, però, anche Francesco Loiacono, che, a 36 anni, continua ad impressionarmi. Sembra immortale”. Pensa che il suo sodalizio con la Uisp potrà continuare? “Sarebbe il massimo. Certo, preferirei in A\1, per riassaporare le serie maggiori, dove ho giocato tempo fa. Bisogna ovviamente che anche la società sia d’accordo e che riesca a conciliare gli impegni di lavoro”. Enzo Tramonte

ufficiali in quanto la società si è trincerata dietro un discutibile un silenzio stampa. Peccato soprattutto perché il sodalizio ha sprecato un'occasione per chiarire quanto accaduto ed illustrare i piani futuri. L'unica ad aver fornito qualche spiegazione è stata l'addetto stampa Silvia Russo Frattasi che ha dichiarato che la situazione sponsor si è sbloccata grazie all'aiuto del sindaco Giuseppe Lovascio e che “la crisi è rientrata”. La stessa ha confermato che i soldi che sono arrivati e che stanno per arrivare saranno sufficienti a garantire la conclusione della stagione. In realtà, però, c'è molto da lavorare, in quanto ai ragazzi attualmente in forza alla rosa sono state pagate solo

alcune mensili e pare che non siano stati saldati il premio scudetto dello scorso torneo. Ci sarà molto da lavorare per ricomporre la frattura che si è creata tra i giocatori e i vertici del club. Intanto la squadra ha ripreso gli allenamenti in cvista degli ultimi probanti impegni della stagione regolare, prima fra tutte la sfida contro il Bologna che sembra essere il vero antagonista della squadra biancoverde. Vedremo se tutto il vespaio di polemiche creatosi negli ultimi giorni lascerà strascichi nelle teste dei giocatori o se riusciranno, per l'ennesima volta, a lasciarsi tutto alle spalle ed a trasformare in spinta positiva tutte le difficoltà che si sono riscontrate sino ad ora. 

CONVERSANO

L’Amatori torna a vincere Dopo tre sconfitte consecutive le ragazze espugnano il campo del Fondi Dopo tre sconfitte consecutive, tornano finalmente a vincere le ragazze dell’Amatori Handball Conversano. E non poteva essere altrimenti, visto che le atlete pugliesi affrontavano, seppure in trasferta, il fanalino di coda Tiger Fondi, gravato anche da penalizzazioni federali, fermo addirittura a meno due. Comunque, nonostante l’assenza di Stefania Chiarappa, infortunata, le ragazze guidate dal giovane coach Laera si sono ben disimpegnate, chiudendo addirittura con sedici reti di vantaggio. Sabato prossimo la formazione conversanese avrà modo di riposare, visto il turno di sosta previsto dal calendario. In questa settimana, quindi, sarà possibile rivedere i molti errori emersi negli ultimi tempi e correggere la rotta, si spera in tempo per la partita in casa del Cingoli, penultimo in classifica. Un’occasione da sfruttare al massimo per sperare di ripartire a pieno ritmo alla caccia al primo posto e dunque della serie A\1. P. Sib.


basket

sport

30

24 febbraio 2011

Avvinghiati al terzo posto PUTIGNANO: LA SCONFITTA COL MARTINA FA AVVICINARE LE INSEGUITRICI

C

di Giacomo Detomaso

i sono sconfitte e sconfitte. La prima casalinga dell’ASD Basket Putignano è capitata domenica 20 febbraio contro il Basket School Martina che, tenendo fede al suo nome, dopo aver insegnato pallacanestro a tutto il girone B del campionato di Promozione pugliese, è passata anche dal palazzetto di

via Cavalieri di Malta per infliggere l’ennesima lezione ai suoi avversari (quattordici vittorie su quattordici partite). Il risultato finale (50-66) è figlio tanto dello strapotere della capolista quanto della prova opaca di molte individualità del Putignano, esterni in particolare. Buona invece la prestazione del centro Massi-

CONVERSANO

miliano Gabrielli, che analizza così il match: “I nostri avversari sono davvero fortissimi, motivo per cui siamo soddisfatti di aver tenuto testa, rimanendo in partita fino al terzo quarto. I canestri sembravano stregati: probabilmente abbiamo accusato un po’ d’emozione nel fronteggiare una squadra del genere. Allo stesso tempo, le

bassissime percentuali ai liberi hanno condizionato molto il punteggio finale, per cui dobbiamo allenarci meglio su questo fondamentale. Ma in chiave play off questa sconfitta non significa nulla”. Il collettivo putignanese occupa ancora la terza posizione, ovvero l’ultima che garantisce l’accesso ai play off, che andrà difesa fino alla fine dagli attacchi della Nuova Pallacanestro Castellana e del Bosco Mottola. Nei prossimi due weekend, coach Nicola Luisi e i suoi ragazzi

Massimiliano Gabrielli

saranno impegnati in trasferta: il 26 febbraio a Brindisi contro l’Asteryx, mentre l’avversario del 5 marzo sarà il Magic Galatina.

CASTELLANA

Pallidi segnali di ripresa

L’Hairpro rallenta la marcia

Ennesima sconfitta ma si comincia a vedere un po' di gioco

L’infortunio di Ruggiero inceppa i virtuosismi degli schemi di Gonnella

L’A.S.D. Basket Conversano perde l’ennesima partita di un campionato ormai segnato. In casa contro il Real Basket Manduria, penultimo in classifica (all’ultimo posto ci sono proprio i cestisti conversanesi) ci si aspettava una prova d’orgoglio dei ragazzi capitanati da Remo Sirico. I primi due quarti lasciano trasparire che qualcosa è cambiato, Sirico trascina i suoi fino al 32 pari. Durante il terzo quarto il quintetto base rimane in panchina a rifiatare e come al solito i sostituti non sono all’altezza delle prime linee, subendo un pesante parziale che non verrà più recuperato. La gara si chiude quindi sul 73-62 per gli ospiti. Mister Sirico commenta così la partita: “Purtroppo anche oggi abbiamo subito la sconfitta, ma a differenza delle altre partite oggi non sono del tutto abbattuto. Ho visto una squadra che lotta e corre, nonostante il risultato. Giampaolo, Sciannamblo, Cicorella e Montanaro hanno fatto un’ottima partita ed io ho contribuito con i miei 21 punti. Il Manduria aveva però una buona squadra, molto fisica e cattiva, che ha approfittato immediatamente del terzo quarto. Purtroppo oggi è mancato anche Manosperta che qualche punto l’avrebbe portato, magari i punti necessari alla vittoria. Vorrei una squadra capace di difendere con più cattiveria, questi ragazzi devono imparare a combattere. La prossima domenica giochiamo contro la Cestistica Bari, una squadra contro cui possiamo sperare di fare risultato, noi ce la metteremo tutta”. Francesco Boccuzzi

L’Hairpro Basket Castellana Grotte rallenta nel campionato di serie C e scivola in terza posizione. La formazione del direttore generale Victor Casulli paga dazio prima contro Mesagne al Palagrotte (66-69) poi contro l’Eagles Brindisi (84-77). Partite, queste ultime, entrambe disputate in formazione d’emergenza per via dell’infortunio occorso a Gianluigi Ruggiero, con la frattura del setto nasale e del polso sinistro. Il giocatore non rientrerà in campo prima di due mesi. Coach Davide Gonnella si definisce preoccupato ma non demotivato e commenta così questa situazione: “Purtroppo stiamo vivendo un momento molto delicato soprattutto per via dell’infortunio di Ruggiero, e solo con determinazione e sacrificio ne possiamo venire fuori. Dobbiamo stare molto attenti anche perché ci dobbiamo guardare le spalle, le altre formazioni salgono e la situazione potrebbe subito farsi difficile”. Ritieni che l’assenza di Ruggiero possa rappresentare solo una scusa per il gruppo o effettivamente l’ala di Cisternino è un tassello inamovibile negli equilibri di gioco?

“Gianluigi è un ragazzo completo, che fa gruppo e la sua assenza si sente anche a livello psicologico ma soprattutto sul piano del gioco perché non abbiamo un giocatore nella squadra con le sue caratteristiche” Il mercato si chiude il 28 febbraio, c’è la volontà di intervenire nella campagna di riparazione? "In ragione dell'infortunio stiamo cercando un giocatore che abbia delle ben determinate caratteristiche, anche se ritengo che a questo punto della stagione è difficile trovare giocatori liberi. Sarebbe un rinforzo che servirebbe per affrontare il finale della stagione nel miglior modo possibile". Il calendario propone due incontri davvero ostici: il 26 in casa contro Libertas Taranto mentre il 6 marzo in trasferta a Nardò. Come preparerà queste due gare? “Dobbiamo prima di tutto recuperare dal punto di vista della concentrazione e poi occorre cambiare alcuni meccanismi offensivi e difensivi per colmare l’assenza di Ruggiero”. Cosimo Sportelli


di tutti... un po’

24 febbraio 2011

sport

31

Alla guerra per gioco IL CASTELLANESE WALTER TUTINO RACCONTA DELLA SUA SINGOLARE PASSIONE PER IL SOFT AIR di Cosimo Sportelli

N

on fatevi suggestionare dall’apparenza, sono solo bravi ragazzi appassionati di Soft Air. Nonostante l’ostentazione bellicosa, il “tiro tattico sportivo” è innocuo ed è un’attività ricreativa, basata sulla simulazione di tattiche militari che sta riscuotendo sempre più successo. Il castellanese Walter Tutino, pioniere in questa disciplina e membro dell’AS Raiders Tactical Simulations Team di Bari, ne spiega le caratteristiche: “E’ un gioco basato sul corretto confronto sportivo degli avversari, assolutamente non violento, caratterizzato da diverse tipologie di approccio: meramente ludico, sportivo o strategico-simulativo. Vengono utilizzate delle repliche fedeli di armi da fuoco che ‘sparano’ pallini di materiale biodegradabile del diametro di 6mm. E’ obbligatorio indossare delle protezioni per viso ed occhi, maschere integrali o occhiali balistici, a seconda dei gusti di chi li indossa”. Com’è organizzata l’attività stagionale? “Da settembre a giugno ci incontriamo ogni domenica per

perfezionare tattiche, tecniche e procedure di squadra. L’associazione è affiliata alla ASNWG (Associazione Sportiva Nazionale War Games), organismo che coordina e tutela tutte le associazioni che praticano il Soft Air, promuovendone le attività sportive e didattiche mediante lo svolgimento di campionati regionali, dai quali poi si accede alle fasi finali per l’attribuzione del titolo nazionale. Noi siamo iscritti al Campionato Puglia e Basilicata, tuttora in corso, del quale abbiamo curato l’organizzazione della seconda tappa”. Cosa ti piace di questa pratica? “Sono sempre stato affascinato dal mondo militare. Abbiamo le stesse regole, studiamo le varie tattiche e strategie militari, impariamo ad usare gran parte delle attrezzature e degli armamenti che si utilizzano nella realtà. Il tutto, però, senza far del male a nessuno. Vi assicuro che riuscire a superare una foresta impenetrabile di mangrovie alle 2 di notte a meno 5 gradi, nel buio più totale e senza farsi scoprire dai ‘nemici’, crea dei rapporti eccezionali con

i n f o t o u n a t o r n a t a d i S o f t A i r. Wa l t e r Tu t i n o è i l q u a r t o d a s x gli altri membri del Team. Ultimo fattore, ma importantissimo, è la natura. Due anni fa ho partecipato ad un evento in Svezia, della durata di 4 giorni, con oltre 3000 iscritti da 50 nazioni. Abbiamo passato giorni interi tra laghi e foreste fantastiche, lontani dalla civiltà, illuminati dal ‘sole di mezzanotte’. In quei momenti si dimentica tutto lo stress accumulato durante la vita quotidiana”. E’ una disciplina alla portata di tutti? “Ci sono alcuni club che hanno un approccio meramente ludico, si riuniscono per delle giocate ‘domenicali’ della durata massima di 4 ore e in quel caso la spesa da dover sopportare è vicina ai 300 euro per tutto l’occorrente. Poi ci sono club come il nostro dove è necessario un certo tipo di attrezzatura tecnica che purtroppo ha dei costi abbastanza elevati e per un set-up completo si arriva a spendere anche qualche migliaio di euro”. 

PALLANUOTO

RUGBY

Icaro, sesto anno

La prima è fatta

Il team castellanese si prepara ad una nuova ambiziosa stagione in serie D L’ASD Icaro Castellana Grotte si prepara a tuffarsi nel suo sesto campionato di serie D di pallanuoto maschile. L’avventura inizierà tra poche settimane, con data che sarà ufficializzata nei prossimi giorni. Mentre prosegue con ottimi risultati il campionato di U20 maschile di mister Giancarlo Cito, una nuova ambizione anima l’entusiasmo delle cuffie alate della Icaro e trova espressione nella solarità del coach Giancarlo Tropiano: “Quest’anno con la prima squadra puntiamo direttamente alla promozione in serie C. E’ finalmente giunto il tempo di raccogliere quanto seminato negli anni passati. La pallanuoto nacque come un progetto sperimentale su cui abbiamo investito, creando un gruppo di ragazzi che è tecnicamente cresciuto insieme. Sono convinto che finalmente in questa stagione si raccoglieranno i frutti di tanto sforzo economico ed impegno umano”. La formazione femminile, lo scorso anno in serie C, in questa stagione non parteciperà al campionato interregionale perché la federazio-

ne ha sospeso il torneo per mancanza di squadre. Il gruppo come proseguirà questa stagione? “Confermo non ci sarà il campionato di serie C femminile. Avremmo potuto inscriverci alla categoria superiore ma non abbiamo ritenuto opportuno farlo perché la squadra non sarebbe stata pronta ad affrontarla. Consapevoli delle potenzialità della compagine abbiamo invece preferito creare un connubio con il club di serie B Mediterranea Taranto, con il quale abbiamo condiviso un progetto che partirà dal prossimo anno nel campionato cadetto. Così uniremo le forze per figurare in un campionato prestigioso qual è, appunto, quello di B nazionale. La formazione sarà comunque impegnata nell’ambito di tornei quadrangolari interregionali”. Quali progetti avete in cantiere? “Oltre alle ordinarie attività di nuoto e acquagym quest’anno abbiamo investito sul nuoto sincronizzato, portando avanti un progetto sperimentale che porterà presto la Icaro a partecipare ai campionati sportivi di questa disciplina”. Cosimo Sportelli

TENNIS TAVOLO

Pugliavventura, continua la cavalcata In C\2 la squadra vola, imbattuta Il Pugliavventura Tennis Tavolo non ha problemi nel disfarsi della Polisportiva Anselmo Di Vittorio, penultima in campionato. Come all’andata, il Pugliavventura chiude l’incontro per 5-1, portando il numero di vittorie consecutive a 12, tante

quanto le partite giocate. Ormai la conquista del campionato di serie C\1 è limitata a due sole squadre, il Pugliavventura e il Tennis Tavolo Spongano, già battuto però nella gara d’andata. Più complicata la situazione dei ragazzi della serie D:

nonostante la vittoria per 5-2 sul Laterza, la squadra può ormai lottare solo per il secondo posto, dato che la vittoria finale sembra scontata ad appannaggio del Tennis Tavolo Cristofaro di Casamassima. Francesco Boccuzzi

Per i play off l’Amatori regola di misura il Brindisi In evidenza Antonio Biasi

L’Amatori Rugby Monopoli si è aggiudicata il primo round nel confronto di andata con il Nafta Brindisi nella strada dei play off per approdare alla serie B. Il match, risultato avvincente ed estremamente combattuto, ha visto primeggiare meritatamente, seppure di misura e solo nel finale col punteggio di 20-18, la formazione allenata da Grazio Menga, dopo aver inseguito per tre quarti del confronto i biancoazzurri messapi. La chiave di lettura del match è nell’efficace azione in mischia da parte dei “polpi” biancoverdi che nel finale si è fatta sentire nelle gambe dei ragazzi di coach Mario Spalluto. Le due formazioni si incontreranno nuovamente nella rivincita allo stadio S. Elia di Brindisi domenica 6 marzo e sicuramente si preannuncia battaglia, in considerazione del sostanziale equilibrio dei valori in campo. Nel match di andata, disputatosi sul campo nuovo di zecca di via Procaccia, intitolato a Tommaso Carrieri, la differenza l’ha fatta nelle file monopolitane Antonio Biasi, in giornata di grazia, autore di una meta e di nove punti, dei quali cinque su punizione, sfoggiando continuità agonistica, lucidità e grande precisione. Dello stesso avviso a fine gara Massimo Lapertosa che, nell’elogiare la prova dei suoi, non manca di sottolineare la bellezza di una gara combattuta e corretta: “Da una parte l’efficacia sulle fasce dei brindisini oltremodo veloci e tecnici, dall’altra un’Amatori più concreta e potente, nonostante alcuni errori evitabili.” Su fronte societario, intanto, va segnalato un nuovo sponsor. Si tratta della “Selvazzurra Piscine” di Giuseppe e Agata Carucci che si affianca alla “Pugliaimpianti”. In attesa del return match, segnaliamo il progetto della Amatori Rugby Monopoli “Gioca a rugby, diventa grande”, destinato agli alunni delle scuole secondarie di Polignano. Per quanto riguarda Monopoli, invece, solo il plesso scolastico “Bregante” ha aderito. C’è da auspicare che altre scuole cittadine incoraggino l’avvicinamento degli studenti a questo fantastico sport, disciplina di vita e magnifico esempio di agonismo e lealtà dentro e fuori un campo di gioco. Mario Valentino



L' Informatore del 24/02/2011