Page 1


PPO

CENNI NORMATIVI E GESTIONALI

DIFESA PIANTE

(CIRCOLARE MINISTERIALE N. 7/1999)

Con Circolare Ministero della Salute n. 7 del 15.04.99 è stata istituita la classe dei prodotti fitosanitari per esclusivo impiego su piante ornamentali da appartamento e giardino domestico (PPO). Una grande famiglia di prodotti di libera esposizione e vendita con aliquota IVA del 10%. I PPO sono esponibili in qualsiasi negozio; non è richiesto il certificato di abilitazione alla vendita, né l’autorizzazione dei locali. I PPO non rientrano nella denuncia annuale del venduto. Tutti classificati “non tossici” e “non nocivi” secondo i nuovi criteri CLP definiti dalla Circolare 15 maggio 2015, la legge fissa i seguenti formati massimi delle confezioni: - 100 ml (gr) per i prodotti concentrati da diluire al momento dell’impiego; - 1000 ml (gr) per i prodotti pronti all’uso. La categoria merceologica dei PPO rimarrà in vigore fino all’emanazione delle specifiche disposizioni riguardanti i prodotti fitosanitari ad impiego “non professionale”.

CORROBORANTI

CENNI NORMATIVI E GESTIONALI (DECRETO MINISTERIALE 18354/2009)

Con Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali n.18354 del 27.11.2009, in particolare l’elenco di cui al suo allegato I, è stata istituita la categoria merceologica dei Corroboranti, potenziatori delle difese naturali delle piante sia eduli che ornamentali. I Corroboranti sono esponibili in qualsiasi negozio; non è richiesto il certificato di abilitazione alla vendita, né l’autorizzazione dei locali. I Corroboranti, senza limitazioni di formato e tutti con aliquota IVA del 22%, non rientrano nella denuncia annuale del venduto. Precisazione - Alcuni prodotti ad azione nutritiva, inseriti nel gruppo merceologico delle Specialità (Biotiol Flow, Solar Rame, Scudo Verde), contribuiscono al benessere generale delle piante conferendo una maggiore resistenza alle avversità, anche fungine. Solo per completezza di gamma, e quindi non per appartenenza merceologica, questi prodotti sono stati inseriti nell’espositore a fianco visualizzato.

NON RICHIESTA

1

AUTORIZZAZIONE DEL PUNTO VENDITA


AGROFARMACI

CENNI NORMATIVI E GESTIONALI (DECRETO LEGGE 150/2012)

CERTIFICATO DI ABILITAZIONE Chiunque intenda svolgere attività di vendita di agrofarmaci deve essere in possesso di uno specifico certificato di abilitazione rilasciato dalle Regioni o dalle Province autonome. Il certificato è valido cinque anni e rinnovabile alla scadenza. LOCALI DI VENDITA E STOCCAGGIO I locali di vendita e stoccaggio devono essere espressamente autorizzati dall’Autorità Sanitaria Locale territorialmente competente. PRESCRIZIONI PER LA VENDITA Al momento della vendita deve essere presente almeno una persona, titolare o dipendente, in possesso del relativo certificato di abilitazione. A tutti gli agrofarmaci si applica aliquota IVA del 10%. UTILIZZATORI “NON PROFESSIONALI” Fino all’emanazione da parte del Ministero della Salute delle specifiche disposizioni riguardanti i prodotti fitosanitari ad impiego “non professionale”, gli utilizzatori amatoriali potranno acquistare, senza certificato di abilitazione, tutti i prodotti “non tossici” e “non nocivi” così come specificato nella Circolare 15 maggio 2015. Non si pongono al momento particolari limitazioni nei formati acquistabili, anche se alcune Regioni hanno emanato disposizioni più restrittive. DENUNCIA ANNUALE DEL VENDUTO Gli esercizi di vendita sono tenuti a trasmettere annualmente all’Autorità Regionale competente le schede informative sui dati di vendita.

X O B L A U VIS

o non ri ad impieg Linfa a it n sa to fi i per prodott ll’espositore modulare ve, trasparente hia de Contenitore lloggiabile sui ripiani ndita. Pur posti sotto c ina a , ve rm le te to a e n n d u professio ture del p izione che ali scaffala blico, cond o sulle norm angono visibili al pub ni di vendita. m occasio i prodotti ri le maggiori

RICHIESTA

AUTORIZZAZIONE DEL PUNTO VENDITA

2


TRATTAMENTI DI PERIODO E OLOGICHIONALE FASI FEND G A T S O O PERIO NTI TRATTAMZEANTI FERTILIZIVI (NUTRIT OLANTI) E BIOSTIM NTI TRATTAMAE DI DIFES DALLE GIE PATOLO VISUAL GIE PATOLO

Per dare sicurezza al consumatore e al personale addetto alle vendite sono stati realizzati i “calendari monografici dei trattamenti”: per le principali colture d’interesse hobbistico vengono descritti gli interventi di concimazione e difesa fitosanitaria, oltre ad una chiara visualizzazione delle patologie del periodo.

01. Pesco 02. Ciliegio 03. Melo 04. Pero 05. Vite 06. Agrumi

07. Olivo 08. Solanacee 09. Patata 10. Insalate 11. Legumi 12. Cucurbitacee

13. Brassiche 14. Carciofo 15. Orticole da bulbo 16. Ombrellifere 17. Rosa 18. Tappeti erbosi di graminacee 19. Ornamentali in vaso


Composizione - NAA (acido alfa-naftil acetico) 0,5 % in polvere secca. Caratteristiche - Fitoregolatore che esplica una forte azione radicante delle talee (di foglia, di fusto e di radice), delle margotte e delle propaggini. Modalità d’impiego Talea - Immergere in acqua la base delle talee per una profondità di 2-3 cm. Eliminare l’acqua in eccesso (le talee devono rimanere appena inumidite). Immergere la base inumidita nella polvere radicante per farne aderire una piccola parte, eliminando l’eventuale eccesso. Sistemare la talea nei modi consueti nelle aiuole di sviluppo, facendo attenzione di non asportare la polvere applicata. Margotta - Per un breve tratto, si eliminano le foglie dalla porzione di ramo o fusto prescelto. Si preleva un anello di corteccia oppure si pratica un’incisione a spacco che va mantenuta aperta con un batuffolo di sfagno intriso d’acqua. Aiutandosi con un pennellino, sulla parte inumidita si applica la polvere radicante, eliminando l’eventuale eccesso. Si avvolge la zona del fusto così preparata in un manicotto di plastica, fissandolo bene alla base con rafia e riempiendolo con sfagno o torba. Nel manicotto va mantenuta una moderata ma costante umidità, bagnando attraverso l’imboccatura superiore che deve inoltre permettere la circolazione dell’aria. Dopo un certo periodo, il nuovo soggetto raggiunge la piena autonomia funzionale (confermata dalla formazione di radici e l’emissione di nuovi germogli) e lo si preleva con un taglio netto. Propaggine - Si identifica un ramo giovane, sufficientemente lungo per poter essere delicatamente incurvato a livello del terreno e si eliminano tutte le foglie ad esclusione di quelle “all’apice”. Nel punto di contatto con il terreno, sotto un nodo, si pratica un taglio verticale, o un’incisione anulare, che interessi anche i tessuti sottostanti la corteccia. Sull’incisione si applica la polvere radicante. Il ramo viene piegato, interrato con terriccio fresco e leggero ad una profondità di circa 5-10 cm e fissato con ferri piegati ad U. Il ramo viene sostenuto da un tutore. La piantina, divenuta completamente autonoma, potrà quindi essere separata dalla pianta madre e trapiantata. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

50 gr

7250

8014815009068

32

TALEA

MARGOTTA

Registrazione Ministero della Salute n. 6389 del 06.05.1985

POLVERE PRONTA ALL’USO PER IL VELOCE RADICAMENTO DELLE TALEE, MARGOTTE E PROPAGGINI

PROPAGGINE

4


Acetosella

DISERBANTE SELETTIVO PER TAPPETI ERBOSI CONTRO LE MALERBE DICOTILEDONI GIA’ EMERSE Registrazione Ministero della Salute n.16512/PPO del 05.02.2016

Veronica

Composizione - 2,4D acido puro 9,7% (da sale dimetilammonico) in soluzione acquosa. Caratteristiche - Diserbante selettivo di post-emergenza contro le più diffuse malerbe a foglia larga o dicotiledoni (stoppione, piantaggine, tarassaco, margherite, stellaria, romice, vilucchio, artemisia, senape, papavero, acetosella, ortica, malva, amaranto, farinello, coda di cavallo, edera, trifoglio, veronica, vitalba, porcellana, etc.) che infestano i tappeti erbosi di graminacee e le aree civili domestiche (viali, cortili, muri, pavimentazioni, ecc.). Il principio attivo agisce alterando l’equilibrio ormonale della pianta: assorbito dalle foglie, già entro poche ore dal trattamento le infestanti colpite cessano l’attività biologica e arrestano la crescita. Dopo pochi giorni compaiono i sintomi d’ingiallimento e deformazione, cui segue l’accelerata senescenza e l’essiccamento completo entro un paio di settimane. Il prodotto è totalmente selettivo sulle essenze graminacee dei tappeti erbosi, proprietà che permette di operare in completa sicurezza fin dalle prime fasi di sviluppo. Non lascia residui ed è rapidamente disattivato a contatto con il terreno. Epoca di applicazione - Dalla primavera fino all’autunno inoltrato, con temperature superiori a 12-15°C, su infestanti in fase di crescita attiva e che abbiano già sviluppato un’adeguata superficie fogliare. Modalità d’impiego - Diluire in acqua alle dosi indicate. Operare in assenza di vento. Assicurare la completa bagnatura delle malerbe irrorando uniformemente con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo nebulizzatore. Le attrezzature devono essere accuratamente lavate prima di essere impiegate per altri trattamenti antiparassitari. Dosi d’impiego • Tappeti erbosi di graminacee (loietto, festuca, ecc.): 6-8 ml in 1 litro d’acqua per 10 mq. Per evitare accumuli localizzati, si raccomanda di applicare uniformemente su tutta la superficie. • Viali, cortili, pavimentazioni, muri: 50 ml in 1 litro d’acqua. Epoca di applicazione - Dalla primavera fino all’autunno inoltrato, con temperature superiori a 12-15°C, su infestanti in fase di crescita attiva e che abbiano già sviluppato un’adeguata superficie fogliare. Attenzione - Tutte le piante dicotiledoni sono sensibili all’azione del prodotto ed è pertanto necessario prestare la massima attenzione a non bagnare le foglie e i polloni delle piante erbacee, arbustive o arboree che si non si vogliono eliminare. Non applicare su tappeti erbosi di dicondra, trifoglio o altre dicotiledoni.

Tarassaco

Piantaggini

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

100ml

6027

8014815008023

20

CONSIGLI PRATICI NEL DISERBO SELETTIVO DEI TAPPETI ERBOSI

Borsa del pastore 5

Più giovane è la malerba e più sarà probabile il suo controllo; è quindi sempre consigliabile eliminare le infestanti fin dalla loro comparsa, prima che colonizzino ampie aree. Qualunque stress che riduca la vigoria metabolica della malerba al momento del trattamento potrebbe compromettere l’assorbimento e la traslocazione dell’erbicida. E’ quindi consigliabile una leggera concimazione azotata 10-15 giorni prima del trattamento erbicida ed una annaffiatura qualche giorno prima. Non effettuare mai concimazioni azotate, o applicazioni di ferro, immediatamente a ridosso del diserbo perché potrebbero ridurre la selettività dell’erbicida. Lasciare trascorrere almeno 3-4 giorni tra il trattamento e il taglio successivo. Attendere almeno il quarto taglio prima del trattamento su aree di nuova semina.Attendere almeno 2-3 settimane prima di riseminare le aree trattate. Margherita


ERBICIDA AD AZIONE FOGLIARE, NON SELETTIVO E NON RESIDUALE

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

250 ml

7202

8014815010033

20

Registrazione Ministero della Salute n. 14947 del 13/06/2011

Composizione - Glifosate acido puro 450 g/L (da sale isopropil-ammonico) in soluzione acquosa. Caratteristiche - Diserbante totale sistemico di post-emergenza, attivo nel controllo delle infestanti annuali e perenni, sia graminacee che dicotiledoni. Assorbito attraverso le parti verdi delle infestanti, viene traslocato agli organi sotterranei (radici, stoloni, rizomi) determinando l’arresto della sintesi proteica. I primi sintomi di blocco della crescita si osservano già dopo 2-3 giorni cui segue, dopo 1-2 settimane, la morte della pianta. Non lascia residui nel suolo perché viene rapidamente degradato dalla flora microbica del terreno. Non è attivo sui muschi. Destinazione d’uso - Diserbo di piante arboree; diserbo di terreni prima o dopo la coltivazione delle colture indicate in etichetta, compresi i tappeti erbosi; diserbo di aree non destinate alle colture agrarie (aree ed opere civili, aree rurali ed industriali, sedi ferroviarie, fossi e scoline in asciutta). Modalità d’impiego - Irrorare uniformemente le infestanti in fase di crescita attiva, ossia quando la corrente linfatica discendente è in grado di facilitare la traslocazione agli organi sotterranei. L’intervento ha minore efficacia sulle infestanti sofferenti per un qualsiasi motivo (siccità, freddo, attacchi parassitari) o poco sviluppate causa la fase di crescita o le recenti falciature. I migliori risultati si ottengono con cielo coperto e umidità elevata. Nebulizzare molto finemente su tutta la superficie o a bande lungo la fila o su aree sottostanti la chioma. Non utilizzare attrezzature e recipienti galvanizzati (es. zincati) o in ferro. La pioggia caduta entro 6 ore dal trattamento potrebbe ridurne l’efficacia. Non impiegare in pre-raccolta. Effettuare il trapianto o la semina non prima di 48 ore dal trattamento. Dopo l’applicazione lavare accuratamente i recipienti. Dosi d’impiego – In funzione del tipo di malerba (annuale, biennale, perenne, arbustiva, legnosa), disciogliere 12-90 ml (mediamente 40-50 ml) in 3 litri d’acqua per 100 mq. Attenzione - Il prodotto non è selettivo e può essere fitotossico se irrorato sulle parti verdi delle piante o su corteccia non ben lignificata, o con ferite, di arboree e arbustive. Prima del trattamento eliminare i succhioni e i ricacci delle piante arboree. Impiegare pompe a bassa pressione (massimo 2 atmosfere) in grado di evitare la formazione di deriva. Per lo stesso motivo, non irrorare in presenza di vento. Per proteggere gli organismi acquatici rispettare una fascia di sicurezza non trattata di almeno 5 metri dalle acque superficiali. Per proteggere le piante non bersaglio rispettare una fascia di sicurezza non trattata di almeno 5 metri. Non destinare a foraggio le infestanti trattate. Non rientrare nell’area trattata fino all’asciugatura dell’irrorato. Intervallo di carenza - Nei trattamenti per il diserbo dell’olivo da olio sospendere le applicazioni 7 giorni prima della raccolta.

PER IL DISERBO DELLE AREE INCOLTE, PARTICOLARMENTE IN PRESENZA DI VEGETAZIONE ARBUSTIVA E LEGNOSA, LA MISCELA DI ZERGAN EV (DOSE 150 ML. IN 10 LITRI D’ACQUA) E SVELLER (DOSE 80 ML. IN 10 LITRI D’ACQUA) POTENZIA L’EFFETTO DISERBANTE DEI SINGOLI PRODOTTI. SI CONSIGLIA DI IRRORARE UNIFORMEMENTE LA VEGETAZIONE. 6


Composizione - Metaldeide 4% in supporto appetibile. Destinazione d’uso - Piante e semenzai di colture floreali e ornamentali. Caratteristiche - Esca lumachicida pronta all’uso attivata con metaldeide, speciale sostanza che agisce per contatto e ingestione: iperstimolando la secrezione del muco provoca la paralisi dei molluschi e la loro morte per disidratazione. Prodotta per estrusione ad umido, l’esca si presenta sotto forma di speciali granuli inattaccabili dalle muffe e resistenti all’azione della pioggia e del vento. L’esca contiene una particolare sostanza amara che non viene avvertita dai gasteropodi ma rende difficile l’ingestione accidentale da parte dell’uomo e degli animali domestici. Modalità e dosi d’impiego - In ragione di 250-400 grammi per 100 mq., distribuire le esche a piccoli mucchietti o a file, preferibilmente alla sera dopo una pioggia o una buona irrigazione; non irrigare, o irrigare solo moderatamente, per almeno 2-3 giorni dopo il trattamento; localizzare l’esca preferibilmente in una zona ombreggiata o comunque riparata dai raggi solari diretti. Verificare periodicamente lo stato dell’esca e reintegrarla se mancante. Nelle piccole superfici o nei trattamenti localizzati si consiglia di rimuovere manualmente le lumache morte o paralizzate: oltre ad una maggiore sicurezza per gli animali domestici, si evita che condizioni climatiche favorevoli possano riabilitare i molluschi vanificando, anche solo parzialmente, l’efficacia del trattamento.

PRODOTTO PER ESTRUSIONE AD UMIDO Al contrario della “estrusione a secco” nella quale le materie prime vengono semplicemente “compresse”, con l’estrusione “ad umido”il prodotto viene “impastato” (proprio come la pasta alimentare), processo che di per sé garantisce la più uniforme distribuzione della colorazione e del principio attivo. Il fatto tecnico di maggiore rilevanza è però l’essiccazione finale, fase che “incrudisce” la superficie del pellet (diametro medio 2/3 mm. X 5 mm. di lunghezza) rendendola più resistente alle sollecitazioni meccaniche (l’esca non si spezza e non fa polvere) e chimiche (maggiore resistenza alla pioggia, anche 100 volte superiore rispetto ai prodotti tradizionali).

7

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 gr

8777

8014815009013

12

Le lumache (dette chiocciole quelle dotate di nicchio sul dorso, limacce quelle senza) si muovono su una sorta di suola muscolare lubrificata dal muco. Sono proprio le tracce argentee del muco essiccato sul terreno e sulla vegetazione che testimoniano la loro presenza. Causa questo loro apparato motorio evitano rigorosamente i luoghi polverosi mentre prediligono i terreni molto umidi e a pH praticamente neutro (6,3-6,8). Sono più attive durante la notte e nelle giornate nuvolose. Nelle giornate assolate e asciutte si proteggono dal caldo in zone ombreggiate, nei crepacci, nei fori prodotti da altri animali. Durante i periodi freddi ibernano nel sottosuolo. Il gelo può essere loro fatale.

Registrazione Ministero della Salute n.11090/PPO del 13.11.01

esca lumachicida pronta all’uso


Composizione - Clorpirifos-etile 2,2%. Esca in polvere secca. Caratteristiche - Insetticida pronto all’uso attivo per contatto e asfissia contro gli insetti terricoli, in particolare quelli che vivono: • prevalentemente sulla superficie del terreno, come le formiche e le cavallette. Le formiche nidificano nei posti più disparati e, nutrendosi di secrezioni zuccherine (melata), possono contribuire alla diffusione degli afidi e delle cocciniglie nelle parti aeree delle piante; • costantemente nel terreno, come il Grillotalpa, le larve dei Maggiolini, le larve dei Bibionidi e delle Tipule. Questi insetti attaccano l’apparato radicale e sono particolarmente dannosi nel primo periodo di sviluppo delle giovani piantine. Destinazione d’uso - Raccomandato per la protezione dei tappeti erbosi e delle piante floreali e ornamentali, sia in vivaio che a dimora. Da non utilizzare su piante destinate all’alimentazione. Modalità e dosi d’impiego - Preferibilmente nelle ore serali, tal quale o miscelato a sabbia o argilla, distribuire uniformemente alla dose di 2-3 grammi per mq., incorporandolo al terreno con una lavorazione superficiale seguita da una leggera bagnatura. Nei semenzai, applicare 1-2 giorni prima della semina. Sui tappeti erbosi distribuirlo uniformemente senza incorporarlo al terreno, facendo seguire solo una leggera irrigazione. Contro gli insetti che vivono prevalentemente sulla superficie del terreno (formiche), si consiglia di localizzare il prodotto sui nidi, sui focolai d’infestazione e nei luoghi di più frequente passaggio. Per evitare la risalita delle formiche sulle piante, impolverare direttamente la parte basale dei tronchi creando una banda protettiva alta circa 30-50 cm. Per le colture in vaso, distribuire uniformemente un sottile ed uniforme strato di polvere sulla superficie del substrato. Nei rinvasi o trapianti, mescolare direttamente la polvere al substrato in ragione di 2-3 grammi ogni 10 litri di terriccio. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

250 g (*)

6214

8014815011283

36

1 Kg

6213

8014815011276

12

Registrazione Ministero della Salute n. 13015/PPO del 03.02.06

CONTRO FORMICHE, GRILLOTALPE, E LARVE DI INSETTI TERRICOLI

*con scatola espositore

8


Millepiedi

Composizione - Clorpirifos-etile puro 5% in formulazione microgranulare. Caratteristiche - Insetticida microgranulare pronto all’uso, attivo per contatto e ingestione contro gli insetti più comuni che vivono nel terreno e sulla sua superficie: elateridi, nottue, grillotalpa, maggiolino, tipule, bibio, mosca del cavolo e formiche. Geonex può essere impiegato nelle applicazioni localizzate ed è efficace sia su terreni umidi che irrigui. Colture autorizzate – Patata, pomodoro, peperone, cipolla, aglio, floreali ed ornamentali. Dosi - Applicazioni localizzate sulla fila: 8-10 gr per mq. Si consigliano le dosi più elevate nei terreni pesanti, torbosi o ricchi di sostanza organica. Modalità d’impiego - Spargere uniformemente sulla fila in pre-semina o in pre-trapianto. Per migliorare l’efficacia del trattamento è necessario che il terreno non sia troppo compatto e che nei prati ci sia poco feltro; in caso contrario gran parte del prodotto non raggiungerebbe gli strati sottostanti in cui stazionano le larve. Occorre inoltre mantenere una buona umidità per favorire l’attività degli insetti in prossimità della superficie: irrigare abbondantemente prima dell’applicazione. Compatibilità – Geonex può essere distribuito in miscela con i concimi granulari.

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

750 gr

7128

8014815008405

12

Larve di oziorrinco

Larva di elateride

FORMULATO

OSO” “VOLUMINRO RI DI

PER EVIT ARE ER LITARE DOSAGGIO E FACI E LA DISTRIBUZION

Registrazione Ministero della Salute n. 11722 del 03.02.06

Patata - danno da grillotalpa

9

Grillotalpa

CON PALETTA SPARGIDOSE L’esperienza ci ha insegnato che non è facile distribuire sulle piccole superfici la dose esatta degli antiparassitari e degli altri prodotti in polvere o granulari. Escluso per comprensibili ragioni lo spargimento con le mani, anche l’impiego diretto delle confezioni non dà buoni risultati: seppur provviste di appositi fori erogatori, ci lasciano infatti quasi sempre con la confezione vuota prima di aver potuto ultimare il trattamento! La paletta spargidose Pack-System, oltre a facilitare lo spargimento uniforme, consente di “vedere” il prodotto ancora disponibile e di regolarne il dosaggio in corso d’opera.


Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

1 Kg

7201

8014815009051

12

PRODOTTO PER ESTRUSIONE AD UMIDO Al contrario della “estrusione a secco” nella quale le materie prime vengono semplicemente “compresse”, con l’estrusione “ad umido”il prodotto viene “impastato” (proprio come la pasta alimentare), processo che di per sé garantisce la più uniforme distribuzione della colorazione e del principio attivo. Il fatto tecnico di maggiore rilevanza è però l’essiccazione finale, fase che “incrudisce” la superficie del pellet (diametro medio 2/3 mm. X 5 mm. di lunghezza) rendendola più resistente alle sollecitazioni meccaniche (l’esca non si spezza e non fa polvere) e chimiche (maggiore resistenza alla pioggia, anche 100 volte superiore rispetto ai prodotti tradizionali).

Registrazione Ministero della Salute n.10970 del 12.07.01

Composizione - Metaldeide 5% in supporto appetibile. Pellet per estrusione ad umido. Caratteristiche - Esca lumachicida pronta all’uso attivata con metaldeide, speciale sostanza che agisce per contatto e ingestione: iperstimolando la secrezione del muco provoca la paralisi dei molluschi e la loro morte per disidratazione. Prodotta per estrusione ad umido, l’esca si presenta sotto forma di speciali granuli inattaccabili dalle muffe e resistenti all’azione della pioggia e del vento. L’esca contiene una particolare sostanza amara (denatonio benzoato) che non viene avvertita dai gasteropodi ma rende difficile l’ingestione accidentale da parte dell’uomo e degli animali domestici. Colture orticole autorizzate - Ortaggi a foglia ed erbe fresche (esclusa cicoria Witloof e crescione acquatico); ortaggi a radice e tubero (patate, patate dolci, radici di cassava/manioca, ignami, maranta). Dosi e modalità d’impiego - In ragione di 25-40 grammi per 10 mq, distribuire l’esca a piccoli mucchietti o a file, preferibilmente alla sera dopo una pioggia o una buona irrigazione; non irrigare, o irrigare solo moderatamente, per almeno 2-3 giorni dopo il trattamento; localizzare l’esca preferibilmente in una zona ombreggiata o comunque riparata dai raggi solari diretti. Verificare periodicamente lo stato dell’esca e reintegrarla se mancante. Nelle piccole superfici o nei trattamenti localizzati si consiglia di rimuovere manualmente le lumache morte o paralizzate: oltre ad una maggiore sicurezza per gli animali domestici, si evita che condizioni climatiche favorevoli possano riabilitare i molluschi vanificando, anche solo parzialmente, l’efficacia del trattamento. Periodo di carenza – Sospendere i trattamenti 20 giorni prima della raccolta.

Le lumache (dette chiocciole quelle dotate di nicchio sul dorso, limacce quelle senza) si muovono su una sorta di suola muscolare lubrificata dal muco. Sono proprio le tracce argentee del muco essiccato sul terreno e sulla vegetazione che testimoniano la loro presenza. Causa questo loro apparato motorio evitano rigorosamente i luoghi polverosi mentre prediligono i terreni molto umidi e a pH praticamente neutro (6,3-6,8). Sono più attive durante la notte e nelle giornate nuvolose. Nelle giornate assolate e asciutte si proteggono dal caldo in zone ombreggiate, nei crepacci, nei fori prodotti da altri animali. Durante i periodi freddi ibernano nel sottosuolo. Il gelo può essere loro fatale.

10


Composizione - Sapone molle a base di acidi grassi di potassio (5 g/L). Caratteristiche - Formulato a base di sali potassici di acidi grassi di origine esclusivamente vegetale, in grado di attivare le naturali difese delle piante contro stress di varia natura (azione corroborante) e migliorandone la resistenza nei confronti di parassiti animali a corpo molle, in particolare le forme giovanili di Afidi, Aleurodidi, Acari, Cicaline, Psille, Tingidi, Tripidi, neanidi di Cocciniglie, neanidi di cimici, larve di Tentredini. Biodegradabile, il suo elevato potere detergente e sgrassante ha inoltre la capacità di pulire la vegetazione dagli imbrattamenti causati dagli insetti, in particolare la melata, prevenendo l’insorgere di funghi patogeni, come le fumaggini, che provocano l’annerimento delle foglie limitando la fotosintesi. Ammesso per l’impiego in agricoltura biologica ai sensi dei regolamenti (CE) n.834/2007 e n.889/2008 e successive modifiche e integrazioni. Campi d’impiego - Il prodotto s’impiega durante l’intero ciclo vegetativo e produttivo su fruttiferi, orticole, aromatiche, floreali e ornamentali. Modalità d’impiego - Agitare prima dell’uso. Irrorare uniformemente tutta la vegetazione, comprese le parti più interne della chioma e la pagina inferiore delle foglie. Trattare nelle ore più fresche della giornata. Operare in assenza di vento. Non applicare durante la fioritura, né in presenza di forte intensità luminosa, né quando vi sia imminente rischio di pioggia. Non applicare quando la coltura si trova in uno stato di stress idrico: in tal caso, annaffiare prima dell’irrorazione. In caso di necessità ripetere dopo circa 7 giorni. Si consiglia di interrompere i trattamenti qualche giorno prima della raccolta. Fitotossicità - Dato il gran numero di specie e varietà, si consigliano sempre piccoli saggi preliminari. Avvertenze - Teme il gelo: conservare preferibilmente ad una temperatura compresa tra 5 e 25°C.

INQUADRAMENTO LEGISLATIVO Il prodotto non ha le caratteristiche nè di un fertilizzante nè di un fitosanitario ed è soggetto al codice del consumo (Dlgs 206/2005 s.m.i.) laddove applicabile. Prodotto compreso nell’allegato II del DM 6793 del 18.07.2018 recante disposizioni per l’attuazione dei regolamenti (CE) n. 834/2007 e n. 889/2008 e loro s.m.i. riguardanti la produzione biologica e non soggetto ad autorizzazione presso il Ministero della Salute ai sensi del citato DM 6793/2018 e del DPR 28.02.2012 n. 55.

11

AVVERTENZA PER LA CORRETTA EROGAZIONE 1. premere il dispositivo di sicurezza (child-proof); 2. spostarlo verso il basso; 3. alla prima erogazione si determina la rottura del sigillo; 4. al termine dell’impiego riportare in sede, fino al click, il dispositivo di sicurezza.

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 ml RTU

7165

8014815008382

16


Composizione - Olio vegetale alimentare di girasole 1,5% (pari a 15 g/L). Caratteristiche - Formulato a base di olio vegetale alimentare di girasole estratto con spremitura a freddo, in grado di attivare le naturali difese delle piante e quindi migliorandone la resistenza nei confronti di stress di varia natura (azione corroborante), oltre a generare una barriera fisica protettiva contro alcuni insetti, in particolare le cocciniglie e le uova di afidi e acari. Il prodotto, selettivo nei confronti delle api e degli insetti utili, è ammesso per l’impiego in agricoltura biologica ai sensi dei Regolamenti (CE) n. 834/2007 e n. 889/2008 e successive integrazioni. Campi d’impiego - Il prodotto s’impiega durante l’intero ciclo vegetativo e produttivo su fruttiferi, orticole, aromatiche, floreali e ornamentali. Modalità d’impiego - Agitare prima dell’uso. Irrorare uniformemente tutta la vegetazione, anche all’interno della chioma. Operare in assenza di vento. Irrorare su foglie asciutte. Non applicare in fioritura. Non applicare quando la temperatura è inferiore a 5°C e superiore a 30°C, in caso di forte intensità luminosa e quando vi sia imminente rischio di pioggia. Non applicare quando la coltura si trova in uno stato di stress idrico: in tal caso, annaffiare prima dell’irrorazione. In caso di necessità ripetere dopo circa 10 giorni. Fitotossicità - Dato il gran numero di specie e varietà previste in etichetta, si consigliano sempre saggi preliminari su poche piante prima di estendere l’applicazione a tutta la coltura. Avvertenze - Teme il gelo: conservare preferibilmente ad una temperatura compresa tra 5 e 25°C. Non ingerire ed evitare il contatto con gli occhi e con la pelle. Dopo l’uso adottare le comuni norme d’igiene.

INQUADRAMENTO LEGISLATIVO Il prodotto non ha le caratteristiche nè di un fertilizzante nè di un fitosanitario ed è soggetto al codice del consumo (Dlgs 206/2005 s.m.i.) laddove applicabile. Prodotto compreso nell’allegato II del DM 6793 del 18.07.2018 recante disposizioni per l’attuazione dei regolamenti (CE) n. 834/2007 e n. 889/2008 e loro s.m.i. riguardanti la produzione biologica e non soggetto ad autorizzazione presso il Ministero della Salute ai sensi del citato DM 6793/2018 e del DPR 28.02.2012 n. 55.

AVVERTENZA PER LA CORRETTA EROGAZIONE 1. premere il dispositivo di sicurezza (child-proof); 2. spostarlo verso il basso; 3. alla prima erogazione si determina la rottura del sigillo; 4. al termine dell’impiego riportare in sede, fino al click, il dispositivo di sicurezza.

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 ml RTU

7157

8014815008375

16 12


Composizione - Spinosad puro g. 11,6 (120 g/l) in sospensione concentrata Dorifora della patata (larva)

Dorifora della patata (adulto)

Caratteristiche - Insetticida biologico ad ampio spettro d’azione a base di Spinosad, principio attivo derivante da un naturale processo di fermentazione operato da un batterio, Saccharopolyspora spinosa, normalmente presente nel terreno. Il principio attivo è in realtà costituito da due tossine denominate rispettivamente spinosina A e spinosina B. Insetticida di copertura con azione ovolarvicida, Conserve SC deve essere applicato precocemente alla prima comparsa dei parassiti. Conserve SC è attivo per contatto e ingestione su Tripidi, Minatori fogliari, Tignole della vite, Carpocapsa, Tortricidi ricamatori e defogliatori, Dorifora della patata, Nottue ed altri insetti che infestano le più diffuse colture frutticole, vite, orticole, fragola, frutti di bosco, piante ornamentali, vivai e piante forestali. Gli insetti colpiti non muoiano immediatamente, ma cessano di nutrirsi con il conseguente arresto dei danni alle colture; l’effetto paralizzante si manifesta già pochi minuti dopo l’assunzione e la morte dell’insetto avviene nell’arco di 1-3 giorni. Conserve SC non è sistemico ma è dotato di una moderata azione citotropica: penetrando nelle foglie è quindi in grado di colpire anche i fitofagi endofiti più superficiali e non facilmente raggiungibili, come i minatori fogliari. Il prodotto ha un impatto ambientale relativamente basso ed è ammesso per l’impiego in agricoltura biologica ai sensi del Regolamento CE 2092/91 e successive modifiche e integrazioni. Tossicità - Il prodotto ha un’elevata tossicità su api e bombi solo quando le superfici trattate sono ancora bagnate di miscela insetticida; si devono pertanto evitare irrorazioni durante la fioritura e, più in generale, è necessario effettuare i trattamenti nelle ore serali. Compatibilità – Benchè compatibile con i più comuni antiparassitari, l’impiego da solo assicura la massima efficacia.

Microlepidottero minatore del pero

Fascia di rispetto - Per proteggere gli organismi acquatici rispettare una fascia di sicurezza non trattata tra la coltura e i corpi idrici variabile tra i 50 cm (colture di altezza inferiore a 50 cm.) ai 10-15 metri (colture di altezza superiore ai 50 cm.), fino a 30 metri per le arboree. Periodo di carenza - Sospendere i trattamenti 15 giorni prima della raccolta per vite da tavola e da vino; 7 giorni per melo, pero, melo, cotogno, nespolo, nespolo del giappone, nashi, pesco, nettarine, albicocco, ciliegio, susino, amarena, noce, nocciolo, mandorlo, castagno, patata, cipolla, aglio, scalogno, finocchio, sedano, fagiolo, fagiolino, taccola (pisello mangiatutto), pistacchio e prezzemolo; 3 giorni per mais dolce, peperone, pomodoro e melanzana, melone, cetriolo, zucca, anguria, zucchino, porro, carciofo, fragola, mora, lampone, mirtillo, ribes, uva spina, spinacio, pisello, bieta da coste e da foglia, lattughe ed erbe fresche, cavoli a testa e cavoli a infiorescenza. Formato 50 ml

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

7170

8014815012266

28

Metcalfa

13

Carpocapsa (melo-noce)


Modalità d’impiego - Diluire in acqua le dosi indicate (mediamente 6-12 ml in 10 litri d’acqua, 20-30 ml per i minatori fogliari) ed applicare alla prima comparsa dei parassiti con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Assicurare una buona bagnatura della vegetazione. Per ottenere un’azione più completa si raccomanda di ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Colture, parassiti combattuti e dosi d’impiego per 10 litri d’acqua Vite - 4-8 ml contro Tripidi (Tripide occidentale, Tripide della vite) e Tignole (Tignoletta della vite, Tignola della vite); 6-8 ml contro Metcalfa e Oziorrinco. Melo, Pero, Melo cotogno, nespolo, nespolo del giappone, Nashi - 8-12 ml contro Carpocapsa, Tignola orientale, Tortricidi, Eulia, Cacecia, Capua, Fillominatori, Rodilegno Pesco, Nettarina, Albicocco, Susino, Ciliegio, Amarena - 8-12 ml contro Tignola Orientale, Anarsia, Cidia del Susino, Tripidi, Capnode. Noce, Nocciolo, Mandorlo, Castagno - 8-12 ml contro Carpocapsa. Patata - 4 ml contro Dorifora, Tignola. Pistacchio - 8-12 ml contro Tignola. Pomodoro, Peperone, Melanzana - 4-8 ml contro Tripidi, Piralide, Nottua mediterranea, Nottua gialla, Fillominatrice del pomodoro (Tuta); 8-10 contro Minatori Fogliari. Melone, Cetriolo, Zucca, Zucchino, Anguria - 8-10 ml contro Tripidi, Piralide, Nottua mediterranea, Nottua gialla; 20-30 ml contro Minatori Fogliari. Lattughe ed Erbe Fresche - 8-10 ml contro Tripidi, Nottua mediterranea, Nottua gialla; 20-30 ml contro Minatori Fogliari; 20-30 ml contro Minatori Fogliari. Cipolla, Aglio, Scalogno - 8-10 ml contro Tripidi, Nottue, Tignola, Cosside. Porro, Carciofo, Finocchio, Sedano - 8-10 ml contro Tripidi, Nottue, Depressaria, Criocera, Mosca. Cavoli a testa e Cavoli a infiorescenza (cavolfiore, cavolo broccolo, cavolo cappuccio bianco e rosso, cavolo di Bruxelles, cavolo verza) - 8-10 ml contro Tripidi, Nottue, Cavolaia, Rapaiola, Tignola. Spinacio, Bieta da foglie e da coste - 8-10 ml contro Tripidi, Nottua mediterranea, Nottua gialla. Fagiolo, Fagiolino, Pisello, Taccola (pisello mangiatutto) - 10-14 ml contro Piralide, Nottua. Mora, Lampone, Mirtillo, Riber, Uva Spina - 4-8 ml contro Cecidomia, Sesia, Tentredine, Tortricidi, Piralide. Fragola - 8-10 ml contro Tripidi, Nottua Mediterranea. Colture Floreali (pieno campo e serra) - 8-10 ml contro Tripidi, Bega del garofano, Nottue; 20-30 ml contro Minatori fogliari. Colture Ornamentali, vivai, nuovi impianti di specie fruttifere e vite non ancora in produzione - 6-10 ml contro Tripidi, Processionaria, Bombice dispari, Ifantria, Rodilegno, Metcalfa; 20-30 ml contro Minatrici fogliari. Arboree ornamentali - 6-10 ml contro Processionaria, Bombice dispari, Ifantria, Fillominatori, Cameraria, Galerucella, Metcalfa. Tappeto erboso ad uso ornamentale e sportivo - 10 ml contro Nottue.

Ifantria americana

Cavolaia

Tripide occidentale

14


Registrazione Ministero della Salute n.12768 del 01.10.2007

Composizione - Spinosad puro 0,024% (0,24 g/L), sospensione in esca proteica. Caratteristiche - Insetticida liquido a base di Spinosad, principio attivo derivante da un naturale processo di fermentazione operato da Saccharopolyspora Spinosa, batterio normalmente presente nel terreno. Grazie alla speciale sostanza proteica, Spintor Fly attrae ed elimina le mosche che infestano i fruttiferi, come Bactrocera oleae (mosca dell’olivo), Bactrocera dorsalis (mosca orientale della frutta), Rhagoletis cerasi (mosca del ciliegio), Ceratitis capitata (mosca degli agrumi). Ammesso per l’impiego in agricoltura biologica ai sensi del Regolamento CE 2092/91 e successive modifiche ed integrazioni. Come agisce - Spintor fly è attivo principalmente per ingestione: attratta dalle goccioline proteiche, la mosca inizia ad alimentarsi ingerendo così anche il principio attivo che ne causa la morte dopo circa 2 ore dall’assunzione. Durante l’alimentazione la mosca non ovidepone e pertanto la morte dell’adulto determina anche l’interruzione del ciclo biologico. Quando si applica – Le applicazioni, ripetute fino alla pre-raccolta, si iniziano: • per l’olivo, in presenza dei primi adulti (rilevati con trappole cromotropiche gialle) o alla prima comparsa delle punture sulle drupe; • per il ciliegio, nella fase di invaiatura; • per gli agrumi, pesco e susino nella fase di pre-invaiatura. I trattamenti devono essere ripetuti ogni 7-10 giorni in funzione del livello d’infestazione (7 gg nei momenti di massima infestazione e nella fase di maturazione dei frutti). Evitare di trattare prima di una pioggia; nel caso di evento piovoso superiore ai 4-5 ml, si suggerisce di ripetere il trattamento appena possibile. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

250 ml

7172

8014815009075

20

Mosca dell’olivo (Bactrocera oleae)

Mosca del ciliegio (Rhagoletis cerasi)

15


PER LA LOTTA ALLE MOSCHE CHE INFESTANO OLIVO, AGRUMI (TUTTE LE SPECIE), CILIEGIO, FICO, MELOGRANO, KAKO, ANONA, FICO D’INDIA, PESCO E SUSINO Dosi d’impiego - 100 ml diluiti con 400 ml d’acqua. Con il volume così preparato (500 ml) si possono trattare 30-40 piante di medie dimensioni (circa 12-15 ml di soluzione per pianta). Preparazione della soluzione - Predisperdere omogeneamente la dose necessaria di Spintor Fly in poca d’acqua e, sempre sotto agitazione, portare al volume richiesto. Attenzione: la soluzione pronta all’uso deve essere utilizzata entro 12 ore dalla preparazione e non può essere conservata in contenitori sigillati. Il prodotto deve essere sempre usato da solo. Modalità d’impiego - Applicare la soluzione con uno spruzzatore che produca gocce grossolane (ugelli a cono senza piastrina vorticatrice interna), su una porzione di pianta di circa 30-40 cm di diametro (circa 12-15 ml per pianta), esposta al sole (a sud) a circa 2 metri di altezza e con il minor numero di frutti. È sufficiente trattare il 50% delle piante (ad. esempio, una pianta sì e una no, oppure, un filare sì e uno no) alternando le piante ad ogni applicazione. Non applicare il prodotto sulla stessa porzione di pianta già interessata da una precedente applicazione. È buona norma che in tutte le applicazioni siano trattate le piante perimetrali (tutte o in parte).

Parassita combattuto

Coltura

Numero massimo di trattamenti all’anno

MODALITÀ D’IMPIEGO 1

Predisperdere il prodotto (100 ml per 30/40 piante) in poca acqua (100 ml).

2

Sempre sotto agitazione aggiungere ulteriori 300 ml d’acqua portando al volume totale richiesto (500 ml).

3

Trasferire la dispersione nel distributore…

4

… ed effettuare l’applicazione entro 12 ore dalla preparazione. Non conservare la dispersione pronta all’uso in contenitori sigillati.

5

Regolare opportunamente l’ugello nebulizzatore…

6

…per produrre gocce “grossolane”, quindi NON finemente nebulizzate.

7

Nella zona esposta a sud a circa 2 metri di altezza e con il minor numero di frutti, trattare una porzione di pianta del diametro di circa 30-40 cm (12-15 ml di soluzione per pianta).

Periodo di carenza (giorni)

Agrumi (arancio, arancio amaro, bergamotto, cedro, chinotto, clementino, limetta, limone, mandarino, mapo, pompelmo, tangelo, tangerino)

Bactrocera dorsalis, Ceratitis capitata

8

3

Olivo

Bactrocera dorsalis, Bactrocera oleae

8

7

Fico, Melograno, Kaki, Annona, Fico d’india

Bactrocera dorsalis, Ceratitis capitata

5

7

Pesco, Susino

Bactrocera dorsalis, Ceratitis capitata

4

7

Ciliegio

Bactrocera dorsalis, Rhagoletis cerasi

4

7

Mosca orientale della frutta

(Bactrocera dorsalis)

8

9 Mosca della frutta

Alternare le piante ad ogni applicazione, possibilmente interessando sempre qualche pianta perimetrale.

Non ripetere l’applicazione nella stessa porzione di pianta interessata da un precedente trattamento.

(Ceratitis capitata)

16


Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

50gr

7127

8014815007439

20

Insidiosi, anche perché non facilmente rilevabili ad occhio nudo, gli acari delle piante si sviluppano in modo ottimale nei periodi caldi (25-30°C) e poco piovosi. Con un ciclo riproduttivo di 10-12 giorni ed anche 10 generazioni all’anno, nessuna pianta può sentirsi al sicuro. Le forme mobili (larve e adulti) si nutrono pungendo le foglie e i giovani germogli. Le foglie perdono ben presto lucentezza, assumendo una colorazione bronzea con necrosi punteggiate. Dalle micro ferite fuoriesce una grande quantità d’acqua, disidratazione che la pianta cerca di contrastare dapprima con la chiusura degli stomi poi, soprattutto nei casi di forte infestazione e nei periodi siccitosi, scaricando le foglie a terra con una filloptosi a volte quasi totale. Le piante infestate arrestano la crescita e producono frutti piccoli e scadenti.

17

Registrazione Ministero della Salute n.15929 del 18.12.2013

Composizione - Exitiazox g 10 in polvere bagnabile. Caratteristiche - Acaricida attivo sulle uova, sulle larve e sulle ninfe dei ragnetti rossi (Panonychus ulmi, Tetranychus urticae) e gialli (Eotetranychus carpini f. vitis). Il principio attivo exitiazox, appartenente al gruppo degli inibitori della crescita, agisce sulle forme giovanili bloccando la sintesi della chitina con il conseguente arresto della muta e sulle uova inibendo i processi respiratori. Pur non avendo attività adulticida, Jalisco esplica azione sterilizzante sulle femmine, caratteristica importante in quanto la ridotta ovodeposizione - e l’ovodeposizione di uova non fertili - interrompono il ciclo riproduttivo dell’acaro. Jalisco è in grado di penetrare nei tessuti fogliari e traslocare dalla superficie trattata a quella opposta, agendo quindi su entrambe le pagine fogliari (azione translaminare). La durata della protezione è di circa 3-4 settimane. Il prodotto è selettivo per le api e gli acari predatori. Colture autorizzate - Melo, Pero, Cotogno, Nespolo, Nashi, Agrumi, Vite. Modalità e dose d’impiego - 5 grammi per 10 litri d’acqua. Nelle ore più fresche della giornata, applicare con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Epoca d’intervento - Intervenire possibilmente in presenza di una bassa popolazione di forme mobili (1-2 acari per foglia). Nel caso in cui la popolazione di acari fosse elevata, si raccomanda di ripetere l’intervento dopo circa una settimana. Periodo di carenza - Sospendere i trattamenti: • 14 giorni prima della raccolta per Agrumi; • 21 giorni prima della raccolta per Vite; • 28 giorni prima della raccolta per le Melo, Pero, Cotogno, Nespolo, Nashi.


250 ml

Composizione - Olio vegetale alimentare di girasole 85% (pari a 780 g/L).

100 ml

Caratteristiche - Formulato a base di olio vegetale alimentare di girasole estratto con spremitura a freddo, in grado di attivare le naturali difese delle piante e quindi migliorandone la resistenza nei confronti di stress di varia natura (azione corroborante), oltre a generare una barriera fisica protettiva contro alcuni insetti, in particolare le cocciniglie e le uova di afidi e acari. Il prodotto, selettivo nei confronti delle api e degli insetti utili, è ammesso per l’impiego in agricoltura biologica ai sensi dei regolamenti (CE) n. 834/2007 e n. 889/2008 s.m.i. Modalità d’impiego - Agitare prima dell’uso. Stemperare in poca acqua la dose indicata e, sempre sotto agitazione, portare al volume richiesto. Irrorare uniformemente tutta la vegetazione, anche all’interno della chioma, con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Operare in assenza di vento. Irrorare su foglie asciutte. Non applicare in fioritura. Non applicare quando la temperatura è inferiore a 5°C e superiore a 30°C, in caso di forte intensità luminosa e quando vi sia imminente rischio di pioggia. Non applicare quando la coltura si trova in uno stato di stress idrico: in tal caso, annaffiare prima dell’irrorazione. Campi d’impiego - Il prodotto s’impiega durante l’intero ciclo vegetativo e produttivo su fruttiferi, orticole, aromatiche, alberi e arbusti ornamentali, floreali e forestali. Dosi d’impiego • Trattamenti in vegetazione: 100-150 ml in 10 litri d’acqua (1,0-1,5%). • Trattamenti invernali: 150-200 ml in 10 litri d’acqua (1,5-2,0%). Compatibilità - Non compatibile con prodotti a base di zolfo. In caso di miscela con altri formulati si consiglia di effettuare una prova preliminare di compatibilità, verificando che non si formino precipitati o flocculati. Fitotossicità - Dato il gran numero di specie e varietà previste in etichetta, si consigliano sempre saggi preliminari su poche piante prima di estendere l’applicazione a tutta la coltura.

INQUADRAMENTO LEGISLATIVO Il prodotto non ha le caratteristiche nè di un fertilizzante nè di un fitosanitario ed è soggetto al codice del consumo (Dlgs 206/2005 s.m.i.) laddove applicabile. Prodotto compreso nell’allegato II del DM 6793 del 18.07.2018 recante disposizioni per l’attuazione dei regolamenti (CE) n. 834/2007 e n. 889/2008 e loro s.m.i. riguardanti la produzione biologica e non soggetto ad autorizzazione presso il Ministero della Salute ai sensi del citato DM 6793/2018 e del DPR 28.02.2012 n. 55.

1000 ml Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

100 ml

7146

8014815008320

20

250 ml

7147

8014815008337

20

1000 ml

7148

8014815008344

12

18


Composizione - Soluzione di sali di potassio di acidi grassi min. 15% Caratteristiche - Formulato a base di sali potassici di acidi grassi di origine esclusivamente vegetale, in grado di attivare le naturali difese delle piante contro stress di varia natura (azione corroborante) e migliorandone la resistenza nei confronti di parassiti animali a corpo molle, in particolare le forme giovanili di Afidi, Aleurodidi, Acari, Cicaline, Psille, Tingidi, Tripidi, neanidi di Cocciniglie, neanidi di cimici, larve di Tentredini. Biodegradabile, il suo elevato potere detergente e sgrassante ha inoltre la capacità di pulire la vegetazione dagli imbrattamenti causati dagli insetti, in particolare la melata, prevenendo l’insorgere di funghi patogeni, come le fumaggini, che provocano l’annerimento delle foglie limitando la fotosintesi. Ammesso per l’impiego in agricoltura biologica ai sensi dei regolamenti (CE) n.834/2007 e n.889/2008 e successive modifiche e integrazioni. Campi d’impiego – Il prodotto s’impiega durante l’intero ciclo vegetativo e produttivo su fruttiferi, vite, olivo, agrumi, orticole, aromatiche, alberi e arbusti ornamentali, floreali e forestali. Dosi d’impiego - 150-200 ml ogni 10 litri d’acqua. In caso di necessità, ripetere l’applicazione dopo 7-10 giorni. Il volume applicato può variare in funzione della dimensione delle piante e della densità della vegetazione. Modalità d’impiego - Agitare prima dell’uso. Stemperare la dose in poca acqua e, sempre sotto agitazione, portare al volume richiesto, quindi applicare con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Bagnare uniformemente tutta la vegetazione, comprese le parti più interne della chioma e la pagina inferiore delle foglie. Avvertenze - Non diluire in acque eccessivamente “dure”. Trattare nelle ore più fresche della giornata. Non applicare durante la fioritura, né con temperature superiori a 32°C, né in presenza di forte intensità luminosa, né in giornate ventose. Non applicare quando la pianta si trova in uno stato di stress idrico: in tal caso annaffiare prima del trattamento. Non trattare le talee. Compatibilità - Il prodotto si usa da solo e comunque mai miscelato a concimi fogliari e prodotti a base di zolfo e rame. In caso di miscela con altri formulati si consiglia di effettuare una prova preliminare di compatibilità, verificando che non si formino precipitati o flocculati. Fitotossicità - Dato il gran numero di specie e varietà previste in etichetta, si consigliano sempre saggi preliminari su poche piante prima di estendere l’applicazione a tutta la coltura.

19

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

250 ml

7164

8014815008351

20

1000 ml

7166

8014815008368

12


POTENZIA LE NATURALI DIFESE DELLE PIANTE DI BOSSO Composizione - Soluzione di sali di potassio di acidi grassi min. 18% Caratteristiche - Formulato a base di sali potassici di acidi grassi di origine esclusivamente vegetale, in grado di attivare le naturali difese delle piante contro stress di varia natura (azione corroborante) e migliorandone la resistenza nei confronti di parassiti animali, in particolare la piralide del bosso (Cydalima perspectalis). Cutis Greenforce, oltre a scoraggiare l’ovodeposizione da parte dell’adulto, crea un ambiente inospitale e sfavorevole allo sviluppo delle larve che, cessando di alimentarsi, non causano ulteriori danni alla vegetazione. Biodegradabile, non lascia residui sulle colture. Il suo elevato potere detergente e sgrassante ha inoltre la capacità di pulire la vegetazione aumentando l’attività fotosintetica delle foglie. Il prodotto è ammesso per l’impiego in agricoltura biologica. Teme il gelo. Campi d’impiego - Tutte le specie di bosso, in particolare quelle più sensibili alla piralide come Buxus sempervirens, Buxus sinica, Buxus microphylla. Dosi d’impiego - 250 ml in 10 litri d’acqua (pari ad una concentrazione del 2,5%). Modalità d’impiego - Agitare il prodotto prima dell’uso. Stemperare la dose in poca acqua e, sempre sotto agitazione, portare al volume richiesto, quindi applicare con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Alla comparsa delle prime larve, irrorare uniformemente tutta la vegetazione, comprese le parti interne della chioma e la pagina inferiore delle foglie. Ripetere l’applicazione in caso di necessità. Avvertenze - Non diluire in acque eccessivamente “dure”. Non trattare nelle ore più calde della giornata, né in presenza di forte intensità luminosa, né quando vi sia imminente rischio di pioggia. Non applicare quando la pianta si trova in uno stato di stress idrico: in tal caso annaffiare prima del trattamento. Operare in assenza di vento. Compatibilità - Utilizzabile tal quale e comunque mai miscelato a concimi fogliari e prodotti a base di zolfo e rame. In caso di miscela con altri formulati si consiglia di effettuare sempre una prova preliminare di compatibilità, verificando che non si formino precipitati o flocculati. Fitotossicità - Benchè il prodotto sia selettivo su tutte le specie di bosso, si consigliano sempre piccoli saggi preliminari prima di estendere l’applicazione. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

250 ml

7167

8014815008412

20

Piralide adulto

Delaminazione fogliare

Siepe con danni

20


ENTIVA V E R P E N O I AZ

A ENZCAI,UFLRORAEATLI,IOVRTICOLE

Composizione - Propamocarb Cloridrato 66,7% in soluzione acquosa. Caratteristiche - Fungicida sistemico in soluzione acquosa per il controllo preventivo e curativo dei marciumi che colpiscono le radici e il colletto, provocati da diversi ficomiceti tra i quali Pythium, Phytophthora, Pseudoperonospora, Bremia. Garantisce una lunga e completa protezione: distribuito nel terreno è assorbito rapidamente dalle radici e traslocato nell’apparato fogliare tramite la corrente linfatica; applicato alla chioma è assorbito dalle foglie, distribuendosi uniformemente al loro interno. Il prodotto stimola la radicazione e lo sviluppo vegetativo. S’impiega in via preventiva al verificarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie; in via curativa al manifestarsi dei primi sintomi specifici. Dosi d’impiego - I dosaggi variano in funzione del tipo di coltura e della modalità di applicazione. Modalità d’impiego: Disinfezione dei substrati destinati alla coltivazione di pomodoro, melanzana, zucca, cavoli (cavolo broccolo, cavolo cappuccio, cavolo di Bruxelles, cavolo cinese), ortaggi a foglia (lattuga, erbe fresche), porro e ornamentali: con una soluzione ottenuta diluendo 30 ml in 1-2 litri d’acqua, bagnare 100 litri di substrato. Trattamenti al terreno sulle coltivazioni in corso di pomodoro, peperone, melanzana, cetriolo, zucchino, melone, cocomero, ornamentali: diluire 15 ml in 10 litri d’acqua e distribuire 100-200 ml di soluzione per pianta. Localizzare l’applicazione nella buca di trapianto o al colletto e assicurare una buona bagnatura nella zona delle radici. Ripetere dopo circa 7-10 giorni. Trattamenti fogliari su cetriolo in serra, zucchino, melone, cocomero, lattuga: irrorare la vegetazione con una soluzione di 15-30 ml in 10 litri d’acqua. Effettuare al massimo 3 applicazioni, distanziate di almeno 10 giorni. Concia dei bulbi (ornamentali): preparare una soluzione di 30 ml in 10 litri d’acqua e lasciare i bulbi in immersione per circa 20 minuti. Prima della messa a dimora, disinfettare il terreno con una soluzione di 10 ml in 3-6 litri d’acqua per mq. Compatibilità - Non compatibile con i prodotti a reazione alcalina (Polisolfuri, Poltiglia bordolese) e gli oli minerali. Formato Periodo di carenza - 3 giorni per peperone, pomodoro, melanzana, cetriolo, zucchino, melone, cocomero; 14 giorni per lattuga; 21 giorni per cicoria witloof. 21

Registrazione Ministero della Salute n.9705 del 28.07.98

SEME

Codice

Codice EAN 8014815008238

Pezzi x cartone


Durante la stagione fredda i parassiti non si vedono, ma ci sono! La natura ha infatti escogitato per loro dei complessi meccanismi per farli sopravvivere anche durante l’inverno che, in ultima analisi, si rifanno al concetto di “immobilismo” con riduzione delle attività metaboliche. Alcuni insetti affidano la loro sopravvivenza invernale alle uova, altri a larve o crisalidi mentre, in alcuni casi, sono gli stessi adulti che si immobilizzano e svernano. Allo stesso modo, i funghi producono spore avvolte da tessuti molto resistenti oppure insinuano il micelio vitale, ma inattivo, nelle screpolature della corteccia o sviluppano materia riproduttiva nelle foglie che cadono a terra. L’inverno è dunque periodo di tregua, una sorta di “calma prima della battaglia” ed è proprio questa la stagione che offre le migliori opportunità per eliminare le forme svernanti dei parassiti che causeranno la futura emergenza parassitaria. Sui fruttiferi e gli arbusti ornamentali a foglia caduca, nel corso della stagione fredda sono consigliati 2 trattamenti con una miscela di:

Il primo trattamento a completa caduta foglie (autunno) ed il secondo alla fine dell’inverno (febbraio) prima della ripresa della stagione vegetativa. Si consiglia inoltre di raccogliere ed eliminare le foglie cadute a terra.

22


Registrazione Ministero della Salute 14178 del 18/03/2008 Olivo - Occhio di pavone

Peronospora della cipolla

Cancri Rameali

Composizione - Rame metallo (sotto forma di rame solfato tribasico) 15,2% (=195 g/L) in sospensione concentrata. Caratteristiche - Caratteristica distintiva del solfato di rame tribasico rispetto agli altri sali rameici è l’efficacia a basse dosi d’impiego, che si traduce in un aumento della selettività con riduzione dei residui nel terreno, sulla vegetazione, sui frutti e nel vino. Altra proprietà importantissima dal punto di vista applicativo e commerciale sono i bassi tempi di carenza per le colture orticole (solo 3 giorni). Caratterizzato da una estrema finezza delle particelle, Tribase è dotato di un ottimo potere ricoprente sulla vegetazione e di una migliore prontezza d’azione, persistenza e resistenza al dilavamento. Modalità e dosi d’impiego - Agitare bene prima dell’uso. Stemperare la dose in poca acqua e, sempre sotto agitazione, portare al volume richiesto. Applicare preventivamente, alla comparsa delle condizioni climatiche favorevoli allo sviluppo delle malattie. Irrorare uniformemente la vegetazione. Colture, parassiti combattuti e dosi d’impiego per 10 litri d’acqua VITE - Peronospora, Black-rot: 30-50 ml. Intervenire ogni 7-10 giorni dalla formazione degli acini a 20 giorni dalla vendemmia. In caso di forte attacco attenersi alla dose massima e ridurre l’intervallo del trattamento. MELO, PERO, COTOGNO - Ticchiolatura, Cancri rameali, Nectria, Batteriosi: 30 ml nei trattamenti primaverili-estivi prima della fioritura; 70-80 ml nei trattamenti autunno-invernali. NESPOLO - Ticchiolatura: 30-40 ml nei trattamenti in vegetazione fino a prima della fioritura. PESCO, CILIEGIO, SUSINO, MANDORLO - Corineo, Fusicocco, Bolla, Monilia, Cancri rameali: 70-80 ml. Trattamenti autunno-invernali su piante in pieno riposo vegetativo fino all’inizio dell’apertura delle gemme; Cancro batterico: 60-70 ml. Trattamenti a caduta foglie. ACTINIDIA - Batteriosi: 60-80 ml. Trattamenti ad ingrossamento gemme e a caduta foglie. AGRUMI - Mal secco, Allupatura, Fumaggini, Antracnosi, Batteriosi: 50-60 ml. Intervenire prima e dopo la fioritura in funzione della gravità dell’attacco. OLIVO - Occhio del pavone, Fumaggine, Lebbra, Rogna, Batteriosi: 50-60 ml. Trattamenti autunnali, in pre-fioritura o in vegetazione. NOCE - Antracnosi: 65 ml. Intervenire in vegetazione con trattamenti primaverili; Batteriosi (azione collaterale): 20-30 ml nei trattamenti primaverili-estivi. POMODORO, MELANZANA, SPINACIO, BIETOLA DA COSTA E DA FOGLIA, LATTUGHE ED ERBE FRESCHE, CAVOLI, CETRIOLO, ZUCCHINO, FAGIOLO, FAGIOLINO, PISELLO, CIPOLLA, AGLIO E SCALOGNO Peronospora. Alternaria, Septoria, Cladosporiosi, Antracnosi, Ruggini, Bremia, Cercospora, Phoma, azione collaterale su Sclerotina: 30-40 ml. Iniziare le applicazioni al verificarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie, proseguendole ad intervalli di 7-12 giorni in funzione dell’andamento climatico e dello sviluppo della vegetazione. Per le colture trapiantate iniziare le applicazioni dopo il trapianto, ripetendole ad intervalli di 7-12 giorni; Batteriosi: 40-50 ml. PATATA - Peronospora, Batteriosi, Alternaria: 60 ml per 100 mq. In vegetazione, al verificarsi delle condizioni climatiche predisponenti l’attacco fungino. FRAGOLA - Vaiolatura, Maculatura rosso-bruna, Batteriosi (Xanthomonas fragariae): 50 ml nei trattamenti autunno-invernali fino a prima della fioritura; una sola applicazione, alla dose di 35 ml nel periodo compreso tra la fioritura e la raccolta. FLOREALI, ORNAMENTALI - Ticchiolatura, Peronospora, Ruggine, Septoria, Sclerotinia, Antracnosi, Batteriosi: 30-40 ml. In vegetazione, iniziando i trattamenti al verificarsi delle condizioni climatiche favorevoli allo sviluppo delle malattie. Per la rosa verificare preventivamente la selettività varietale. FORESTALI - Cancri rameali: 40-50 ml. In vegetazione, iniziando i trattamenti al verificarsi delle condizioni climatiche favorevoli allo sviluppo delle malattie. CIPRESSO - Cancro: 50-60 ml. In pieno inverno alle dosi più elevate e nei trattamenti primaverili-estivi. Fitotossicità - Non trattare durante la fioritura. Non trattare piante in condizioni di stress o in caso di forti escursioni termiche. Su pesco, susino e le varietà di melo e di pero indicate in etichetta, il prodotto potrebbe risultare fitotossico quando distribuito in piena vegetazione. In tali casi se ne sconsiglia l’impiego dopo la piena ripresa vegetativa. Periodo di Carenza - 3 giorni per le colture orticole; 20 giorni per le altre colture Formato 250 ml

Fumaggine su limone 23

Peronospora della lattuga

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

7006

8014815008252

20


Registrazione Ministero della Salute n. 7401 del 02.02.1988

MICROGRANULI IDRODISPERSIBILI CONTRO LA PERONOSPORA, TICCHIOLATURA, OCCHIO DI PAVONE E TUTTE LE CRITTOGAME SENSIBILI AL RAME Composizione - Rame metallo 20% (da solfato neutralizzato alla calce) in microgranuli idrodispersibili (WDG). Caratteristiche - La preparazione “domestica” della poltiglia bordolese è un’operazione piuttosto laboriosa: si devono reperire infatti i singoli componenti (solfato di rame e calce spenta), unirli nei giusti rapporti e miscelare accuratamente per rompere i grumi della calce. Inoltre, un eccesso di calce forma una poltiglia molto alcalina che, pur più persistente, è meno pronta nell’azione; in caso contrario si forma una poltiglia molto acida che, pur più pronta nell’azione, può risultare fitotossica. Linfa Poltiglia Bordolese, pur rispettando la tradizione, è un formulato già neutralizzato e quindi pronto all’uso per semplice dispersione in acqua. Fungicida di contatto ad azione preventiva, caratterizzato da elevata persistenza d’azione e resistenza al dilavamento, è efficace contro Peronospora, Ticchiolatura, Occhio di pavone, Bolla, Antracnosi, Alternariosi, Vaiolatura, Ruggini, Fumaggine, Cancri rameali e numerose altre malattie fungine sensibili al rame. Esplica inoltre una buona azione battericida nei confronti delle principali batteriosi (es. Erwinia Amilovora o colpo di fuoco batterico). In microgranuli idrodispersibili, non fa polvere. Modalità d’impiego - Stemperare la dose in poca acqua fino ad ottenere una poltiglia fluida, uniforme e senza grumi. Versare la premiscela nel quantitativo di acqua richiesto ed agitare ripetutamente. Irrorare uniformemente la vegetazione con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Applicare preventivamente alla comparsa delle condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie. Colture autorizzate - Vite, Agrumi, Melo, Pero, Cotogno, Albicocco, Mandorlo, Ciliegio, Pesco, Nettarine e Percoche, Susino, Fragola, Olivo, Actinidia, Fruttiferi a guscio e fruttiferi minori, Ortaggi, Patata, Floreali e Ornamentali, Cipresso. Dose media per 10 litri d’acqua - 80 grammi per trattamenti in vegetazione; 120 grammi per trattamenti al bruno. Compatibilità - Il prodotto non è compatibile con i formulati alcalini. Fitotossicità - Non trattare durante la fioritura. Su pesco, nettarine, percoche, albicocco, ciliegio, susino, limitare i trattamenti al periodo invernale. Su melo, pero e cotogno, sospendere i trattamenti ad inizio fioritura. Periodo di carenza - 3 giorni per pomodoro, melanzana, fragola, aglio, cipolla, cipolline, scalogno, cucurbitacee; 7 giorni per patata; 20 giorni per le altre colture eduli. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500gr

7162

8014815008283

14

Peronospora del pomodoro

Peronospora del pomodoro

Peronospora della vite

delladella vite patata Peronospora della patata Peronospora Peronospora (foglia) (tubero)

Peronospora della vite (grappolo) Ticchiolatura della rosa

Peronospora della vite (foglia) 24


FUNGICIDA SISTEMICO LIQUIDO AD AZIONE PREVENTIVA E CURATIVA

Composizione - Tetraconazolo puro 3,85% (=40 g/L) in microemulsione acquosa (EW).

Registrazione Ministero della Salute n.10381 del 13.03.2000

Caratteristiche - Fungicida liquido a base di tetraconazolo, principio attivo appartenente alla famiglia dei triazoli e attivo contro numerosi patogeni (oidi, ticchiolature, ruggini, guignardia, cladosporiosi, alternariosi, myrotecium). Ad azione preventiva e curativa (bloccante), il prodotto è dotato di buona selettività e non evidenzia effetti “nanizzanti” sulle colture.Caratterizzato da elevata attività sistemica, Concorde 40EW è assorbito e traslocato in senso translaminare e acropeto, proteggendo in tal modo anche le parti non direttamente colpite dal trattamento e la nuova vegetazione che si sviluppa dopo l’applicazione: l’assorbimento è molto veloce (mediamente 3-6 ore, anche in relazione della temperatura esterna), con grande riduzione delle perdite per dilavamento causate dalle piogge che dovessero cadere dopo l’applicazione. A seconda delle condizioni climatiche e delle malattie, la durata della protezione può variare tra gli 8 e i 12 giorni. Modalità d’impiego - Diluire in acqua ed irrorare uniformemente tutta la vegetazione, compresa la parte interna. Applicare preventivamente alla comparsa delle condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie o, curativamente, al manifestarsi dei primi sintomi. Teme il gelo. Colture, parassiti combattuti e dosi d’impiego per 10 litri d’acqua Vite - 6 ml contro Oidio. Trattamenti in pre e post-fioritura distanziati di 12-14 giorni. Aumentare la dose a 10 ml contro il marciume nero (Guignardia bidwellii). Melo - 5 ml contro Oidio. Trattamenti primaverili ed estivi distanziati di 12-14 giorni. Melo e Pero - 10 ml contro Ticchiolatura. Trattare ogni 7 giorni a partire dal verificarsi delle condizioni favorevoli all’infezione primaria e fino alla fase di frutto noce, quindi proseguire con intervalli di 10 giorni fra ciascuna applicazione. Trattamenti curativi: intervenire entro le 72-96 ore successive alla pioggia infettante. Trattamenti bloccanti (in presenza dei sintomi): 2 trattamenti a distanza di 5-7 giorni, quindi proseguire con le cadenze normali. Si consiglia l’impiego in miscela con un prodotto di copertura. Pesco - 10 ml contro Oidio. Iniziare i trattamenti alla caduta dei petali e ripetere ogni 15-20 giorni. Melone, Cocomero, Cetriolo e Zucchino - 12 ml contro Oidio. Alla comparsa Guignardia dell’ippocastano dei primi sintomi, effettuare 2-3 trattamenti distanziati di 10-15 giorni. Carciofo - 6-10 ml contro Oidio. Trattare alla prima comparsa della malattia e ripetere, se necessario, ogni 15 giorni. Peperone - contro Oidio alla dose di 6-12 ml. Alla comparsa dei primi sintomi dell’infezione, eseguire 2-3 trattamenti, uno ogni 12-15 giorni. Per le applicazioni curative, ridurre l’intervallo a 8-10 giorni. Pomodoro (in campo) - contro oidio alla dose di 6-12 ml; contro Cladosporiosi alla dose di 12-18 ml. Eseguire 2-3 trattamenti, uno ogni 12-15 giorni, a partire dalla comparsa dei primi sintomi dell’infezione. Per le applicazioni curative Oidio della vite ridurre l’intervallo a 8-10 giorni. Colture ornamentali e da fiore (serra, vivaio e pieno campo) - Contro Ticchiolatura (Rosa), Oidio (Rosa, Althea, Astro, Gerbera, Quercia), Ruggini (Rosa, Crisantemo, Bocca di leone, Althea, Garofano, Hipericum, Geranio, Gladiolo, Pioppo), Alternaria (Garofano), Myrotecium (Dieffenbachia, Ficus), Guignardia (Ippocastano) alla dose media di 10 ml (dose media elevata a 20 ml per Crisantemo, Astro, Gerbera, Garofano, Hipericum, Geranio, Gladiolo, Pioppo). Interventi preventivi distanziati di 7-14 giorni o, al più, ai primi sintomi dell’infezione. Per il Pioppo, irrorare bene anche la parte alta della chioma. Fitotossicità - Considerando l’esistenza di numerose varietà a diversa sensibilità, sono consigliabili saggi preliminari su un numero limitato di piante. Compatibilità - Compatibile con la maggior parte dei fitofarmaci impiegati sulle colture indicate in etichetta. Periodo di carenza - 4 giorni per peperone e pomodoro; 7 giorni per melone, cocomero, cetriolo, zucchino e carciofo; 14 giorni per vite, melo, pero e pesco.

25

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

25ml

7009

8014815008290

40

100ml

7010

8014815008313

28

Ticchiolatura del melo

Ruggine bianca del crisantemo

Oidio delle cucurbitacee

Ticchiolatura della rosa


Registrazione Ministero della Salute n. 11534 del 15.01.03

FUNGICIDA ANTIOIDICO A BASE DI ZOLFO IN MICROGRANULI IDROSPERSIBILI

Composizione - Zolfo 80% (esente da selenio) in microgranuli idrodispersibili (WDG). Caratteristiche - Fungicida efficace contro tutte le specie di oidio. Dotato di azione preventiva e bloccante, evidenzia un’elevata efficacia per contatto diretto o tramite i suoi vapori. Non fa polvere e si disperde velocemente e completamente in acqua. Biotiol è un prodotto naturale ammesso per l’impiego in agricoltura biologica. Colture autorizzate - Vite, pomacee, drupacee, nocciolo, fragola, ortaggi, floricole ed ornamentali. Modalità d’impiego - Versare in poca acqua la dose richiesta e, sempre sotto agitazione, portare a volume. Irrorare uniformemente tutta la vegetazione, compresa la parte interna, con spruzzatore, pompa a spalla o altro irroratore idoneo. Applicare preventivamente, alla comparsa delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia o, curativamente, al manifestarsi dei primi sintomi. Non trattare nelle ore più calde della giornata. Dose media - 30-40 grammi ogni 10 litri di acqua. Compatibilità - Impiegare a distanza di almeno 20 giorni dai trattamenti con oli minerali. Fitotossicità - Il prodotto può essere fitotossico sulle cucurbitacee e arrecare danno alle seguenti cultivar di melo: Black Ben Davis, Black Stayman, Cavilla Bianca, Commercio, Golden Delicious, Jonathan, Imperatore, Renetta, Rome Beauty, Stayman Red, Winesap; pero: Buona Luigia D’Avranches, Contessa di Parigi, Kaiser Alexander, Olivier de Serres, William, Decana del Comizio; vite: Sangiovese. Periodo di carenza: 5 giorni.

Oidio della vite

o Format

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

Oidio del cetriolo

Oidio del melo

Oidio del pesco

CONTRO L’OIDIO, L’UNIONE FA LA FORZA!

Contro l’oidio, Concorde 40EW e Biotiol possono essere utilizzati da soli alle dosi indicate. Tuttavia, per evitare l’insorgenza di popolazioni meno sensibili all’azione del tetraconazolo (Concorde 40EW), si può ottenere un efficace e duraturo controllo della malattia alternando i due prodotti o, meglio, applicandoli in miscela (dose media per 10 litri d’acqua: Concorde 40EW 10-12 ml + Biotiol 30-40 g). Oidio su ornamentali 26


EDIZIONE GENNAIO 2019

1982 dal 1986

dal 1987

dal 1993

LINFA spa Cura del Verde

Via Don Milani, 1 - 42043 Gattatico (RE) Tel. 0522 908702/4 - Fax 0522 908890 - info@linfaspa.it 27

Profile for Linfa SpA Cura del Verde

Linea difesa piante 2018  

Linea difesa piante 2018  

Profile for linfaspa