Page 1


LA NOSTRA STORIA È GARANZIA DELLA NOSTRA AFFIDABILITÀ 198

1

1986

1987 A marchio “Linfa Verde”, la linea è nata in Unilever nel 1981, passando ad Enichem Agricoltura nel 1986 e quindi a Mefa, gruppo fondatore Nelsen, nel 1993. L’attualità del marchio Linfa, somma di così importanti culture di prodotto e di marketing, è chiara testimonianza di un costante rinnovamento rispettoso delle origini.

1993

PERCHÉ CREDIAMO NEL VALORE DELL’ESPERIENZA


LA NOSTRA SCELTA DI CAMPO È IL CANALE SPECIALIZZATO

Con una precisa finalità di servizio, Linfa offre una linea di prodotti molto ampia e di qualità elevata. Fra i canali della distribuzione, noi crediamo che soltanto lo “specializzato” sia professionalmente preparato per la necessaria consulenza alla vendita.

PERCHÉ CREDIAMO NELLA VENDITA ASSISTITA


TUTTI I CARTONI A RIDOTTO NUMERO DI PEZZI

L’ampio assortimento “specializza” il negozio ed è il motore della vendita assistita. Per conciliare questa necessità con importi d’acquisto ragionevoli ed evitare il rischio di eccessive rimanenze, tutti i cartoni sono volutamente “leggeri”.

PER FACILITARE GLI ASSORTIMENTI e ridurre le rimanenze


RINVERDENTE CURATIVO

SPECIALITÀ

A rapida azione rinverdente, previene e cura l’ingiallimento delle foglie.

E CURA PREVIENECARENZE LE MICRO SI FERRICA O E LA CLOR

Composizione – Concime CE – Miscela di microelementi 0,2 B + 0,2 Cu + 2 Fe + 0,4 Mn + 0,2 Zn + 2 MgO. Agenti chelanti: EDTA - DTPA. Caratteristiche – Specialità liquida a base di ferro, magnesio e altri importanti oligoelementi che agiscono sinergicamente per prevenire e curare la clorosi ferrica e, più in generale, tutte le alterazioni fisiologiche e gli squilibri nutrizionali da microcarenze, molto frequenti ma più difficilmente diagnosticabili, che causano decolorazioni e disseccamenti diffusi, crescite stentate, modeste fioriture e fruttificazioni. Dosi e modalità d’impiego – Distribuire preferibilmente alla sera e comunque evitando le ore più calde e soleggiate della giornata. • Applicazioni radicali - Dose: 15 ml in 5 litri d’acqua. Per le piante in vaso, in funzione del diametro, distribuire un volume d’acqua sufficiente a bagnare abbondantemente il substrato. Per le piante in piena terra, distribuire 4-5 litri di soluzione per metro quadrato su tutta la superficie coltivata (per le ornamentali arboree e i fruttiferi, concentrare l’applicazione preferibilmente lungo tutta la circonferenza di proiezione della chioma). • Applicazioni fogliari - Dose: 10 ml in 5 litri d’acqua. Bagnare uniformemente e abbondantemente la chioma con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Le applicazioni fogliari sono raccomandate in presenza di stress evidenti e diffusi o quando sia compromessa la normale funzionalità delle radici o, ancora, in prossimità della raccolta allo scopo di migliorare le caratteristiche organolettiche e la conservabilità dei frutti. Frequenza d’impiego • Trattamenti preventivi: 2-3 somministrazioni nel periodo di massima attività vegetativa. • Trattamenti curativi: 3-5 interventi (uno ogni 8-10 giorni) al primo apparire dei sintomi e in funzione della gravità della microcarenza. Formato 250 ml

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

8026 8014815002069

20

LA CHELAZIONE

In molti casi la carenza dei microelementi non dipende solo dalla loro concentrazione assoluta nel terreno bensì dalla loro disponibilità, cioè dalla capacità di poter essere assorbiti dalle radici. Capita infatti spesso che il terreno, a causa della sua struttura e, soprattutto, della sua composizione (in particolare la sua alcalinità o il suo elevato contenuto di calcare), trattenga fortemente gli elementi e quindi non li metta a disposizione delle colture. Prendendo spunto da quanto avviene in natura, sono state messe a punto delle speciali sostanze, dette chelanti, (come DTPA, EDTA, EDDHA) che possono formare con i microelementi dei composti,detti chelati, capaci di conservarsi “solubili” anche nelle condizioni meno favorevoli del terreno. Proprio come le chele del granchio, queste sostanze “pinzano” - ossia chelano - i microelementi e si fanno carico di trasportarli fino alle radici. 3


Acqua pulita ri e priva d’odo

CONSERVANTE PER FIORI RECISI Caratteristiche – Studiato per prolungare la vita dei fiori recisi, Recis nutre delicatamente il fiore e mantiene l’acqua pulita. Evitando la proliferazione degli organismi che causerebbero maleodorazioni ed ostruirebbero i gambi, i fiori possono sbocciare completamente e mantenersi freschi più a lungo. Dosi e modalità d’impiego – Preparare il vaso e disciogliere 1 bustina ogni litro d’acqua; con un coltello ben affilato, tagliare obliquamente gli steli; asportare le foglie che potrebbero rimanere immerse nell’acqua; creare la composizione floreale. Successivamente non occorre cambiare l’acqua, né rinnovare il taglio degli steli. Diminuendo il livello, aggiungere nuova soluzione nutritiva. Utili accorgimenti Raccolta – Utilizzare utensili puliti. È preferibile recidere i fiori nel pomeriggio, momento che coincide con il massimo accumulo di sostanze nutritive e i fiori non sono umidi di rugiada, condizione che potrebbe sviluppare malattie fungine; Qualità dell’acqua – Ideale l’acqua piovana o demineralizzata. Evitare comunque l’acqua eccessivamente ferrugginosa; Composizione floreale – Non ammassare troppo i fiori nel vaso, in modo che i boccioli abbiano lo spazio per aprirsi e l’aria possa circolare liberamente tra un fiore e l’altro. Calle e gigli dovrebbero essere posti in un vaso separato e possibilmente in un altro locale: forti produttori di etilene, questi fiori possono infatti compromettere la durata degli altri recisi. Per lo stesso motivo, fare attenzione al fumo di sigaretta e alla presenza di frutta in maturazione. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

10 gr *

8022

8014815005046

500*

100 gr **

8019

8014815012204

27

* buste sfuse con vassoio da banco ** n. 10 buste da 10 g. cad.

4


LUCIDANTI FOGLIARI Ravviva la lucentezza delle foglie e le protegge dalle aggressioni ambientali. Composizione – Basi lucidanti, profumo, solventi e propellenti. Con olio naturale di jojoba. Caratteristiche – Spray gradevolmente profumato. Nebulizzato uniformemente sulle foglie a superficie liscia (ficus, philodendro, monstera, pothos, ecc.) ne ravviva la lucentezza, elimina le macchie ferrose o calcaree e le protegge dalle aggressioni ambientali (polvere, fumo di sigaretta, ecc.). Lucidafoglie svolge anche azione protettiva contro le cocciniglie, parassiti molto frequenti su tutte le piante ornamentali. La maggiore ricettività luminosa conferita alle foglie aumenta l’attività fotosintetica e, con essa, il benessere generale della pianta. L’olio di jojoba ne prolunga l’azione lucidante e protettiva. Non contiene propellenti ritenuti dannosi per l’ozono. La bombola rimane in pressione fino a totale svuotamento. Modalità d’impiego – Agitare prima dell’uso. Da una distanza non inferiore a 20-30 cm., spruzzare brevemente e uniformemente sulla pagina superiore delle foglie asciutte. Evitare la formazione di accumuli localizzati. Non trattare i fiori, i giovani germogli e le piante a foglie tomentose (pelose). Non applicare quando la pianta si trova in uno stato di stress idrico: annaffiare prima dell’applicazione. Dopo il trattamento, non esporre le piante ai raggi diretti del sole. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

400 ml

8013 8014815006043

18

600 ml

8027 8014815002076

15

Pulitore-lucidante per fiori secchi e artificiali

ER LE ANCHE PIZIONI S O COMP

RECISE

Composizione – Basi lucidanti, componenti ad azione antistatica, profumo,solventi e propellenti. Caratteristiche – Madama Floré è una specialità spray appositamente studiata per rimuovere la polvere, mantenere puliti e conferire brillantezza ai fiori secchi e alle piante artificiali in genere. Il prodotto, oltre a ripristinare la lucentezza dei colori e l’originaria bellezza delle composizioni floreali, svolge azione “antistatica”, contrastando in tal modo il successivo accumulo di polvere. Non produce gocciolamenti ed asciuga velocemente senza necessità di strofinamenti. Gradevolmente profumato, non contiene propellenti ritenuti dannosi per l’ozono. La bombola rimane in pressione fino a totale svuotamento. Modalità e dosi d’impiego – Agitare prima dell’uso. Evitando gli accumuli localizzati, spruzzare brevemente ed uniformemente da una distanza non inferiore ai 20-30 centimetri. Ripetere l’applicazione ogni 3-4 settimane o più frequentemente in funzione dell’aggressività delle condizioni ambientali.

Formato 400 ml

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

8028 8014815002083

18 5


ANTE C I F I E ACID AZION AD TE

Composizione – Acidi carbossilici e loro sali potassici 20%. Premessa – Composte d’acqua per più dell’80%, per tutte le piante l’acqua è un elemento vitale. Ma, da sola, la disponibilità idrica non basta: le piante, soprattutto quelle in vaso, costrette a vivere in un substrato molto ridotto e quindi soggetto a rapido esaurimento, sono molto sensibili alla qualità dell’acqua e, in particolare, alla sua “durezza” (contenuto di sali di calcio e magnesio). Non a caso, quando possibile, si consiglia l’impiego di acqua piovana, caratterizzata da una “durezza” praticamente nulla. I sali di calcio e magnesio (calcare) sono considerati “duri” perché non si sciolgono nell’acqua e quindi inevitabilmente si accumulano. Evidentemente, l’accumulo non interessa soltanto il bordo dei vasi (sui quali si possono spesso osservare antiestetiche efflorescenze biancastre) ma, fatto gravissimo, anche il terriccio, che in breve tempo perde la sua naturale sofficità, si impoverisce e diventa asfittico, rallentando la crescita delle piante. Caratteristiche – Acquolina è un prodotto appositamente studiato per solubilizzare e “catturare” il calcare, sia quello presente nell’acqua che quello già accumulato nel terreno. Particolarmente raccomandato per le piante in vaso, il suo impiego regolare nelle annaffiature e nelle fertirrigazioni conserva più a lungo la vitalità chimico-fisica dei terricci e, migliorando l’assimilabilità degli elementi nutritivi, aumenta l’efficienza delle concimazioni. Fissando il pH nel valore di massima stabilità degli agrofarmaci (pH 5-5,5), Acquolina aumenta l’efficacia dei trattamenti (si veda approfondimento piè pagina). Totalmente compatibile con i concimi liquidi e idrosolubili, Acquolina può essere vantaggiosamente impiegata anche per rimuovere le incrostazioni calcaree dai vasi, dai condotti e dagli ugelli d’irrigazione. Modalità e dosi d’impiego • Annaffiature di piante non acidofile – ad ogni annaffiatura, diluire 1 tappo misurino ogni 3 litri d’acqua. Attenzione: se la pianta non è stata rinvasata di recente, si consiglia di raddoppiare la dose nelle prime 3/4 annaffiature; • Annaffiature di piante acidofile – ad ogni annaffiatura, diluire 2 tappi misurini ogni 3 litri d’acqua. • Fertirrigazioni e nebulizzazioni fogliari – diluire 1 tappo misurino ogni 3 litri d’acqua, lasciare agire il prodotto per qualche minuto, quindi aggiungere la dose prevista di concime (liquido o idrosolubile) o di agrofarmaco; • Pulizia dei vasi: per rimuovere le incrostazioni calcaree, diluire 5 misurini ogni 10 litri d’acqua e quindi lasciare immersi i vasi per qualche ora; • Disincrostazione dei condotti e degli ugelli d’irrigazione – all’interno del serbatoio d’irrigazione diluire 10 misurini ogni 10 litri d’acqua (soluzione 1,5%).

AN

CHEL

Fac-simile locandina (cm. 50x65)

TURA AFFIA E N N A I N IN OGN TIRRIGAZIO E FER

STABILITÀ DEGLI AGROFARMACI RISPETTO AL pH DELLA SOLUZIONE

STABILITÀ

250,0 200,0 150,0 100,0 50,0 0,0 5 6 7 8 9

pH 6

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

1000 ml

8025

8014815002052

12

La maggior parte dei principi attivi reagisce con l’acqua, decomponendosi a seguito di una vera e propria reazione chimica denominata “idrolisi alcalina”, tanto più veloce quanto più elevato è il pH. Mediando il comportamento di numerosissimi principi attivi, in particolare quelli ad azione insetticida, il fenomeno è visualizzato nel diagramma a fianco riportato. Come si può osservare, a valori di pH superiori a 8 la stabilità del principio attivo è molto bassa (cioè il principio attivo si degrada molto velocemente), mentre la stabilità è ottimale intorno a pH 5-5,5 (cioè il principio attivo si degrada più lentamente, garantendo la costanza dell’efficacia del trattamento). Ad ogni diluizione di un agrofarmaco, un tappo di Acquolina in 3 litri d’acqua fissa il pH della soluzione nel range ottimale di stabilità del principio attivo. Attenzione: non acidificare le soluzioni di fungicidi a base di rame (in tutte le sue forme: poltiglia bordolese, ossicloruro, idrossido, solfato tribasico, ecc.) e di alluminio (es. fosetyl-alluminio).


BIOSTIMOLANTE RINVERDENTE PRONTO ALL’USO, PREVIENE E CURA I DEPERIMENTI VEGETATIVI E LA CLOROSI FERRICA

Composizione – Acido N-acetil-tiazolidin-4-carbossilico (AATC), acido folico, urea, Fe-DTPA, Mg-EDTA, Mn-EDTA, Zn-EDTA.

Premessa – Non è facile per le piante adattarsi a vivere tra le mura di una casa: nella poca terra

di un vaso e nel chiuso dei locali, sono spesso esposte a fattori vitali alterati. L’ambiente innaturale limita il metabolismo e le piante non riescono a produrre tutte quelle sostanze che in natura sono la garanzia del loro corretto sviluppo.

Caratteristiche – Biostimolante-Rinverdente è una comoda specialità liquida pronta all’uso

a base di sostanze essenziali al metabolismo vegetale, in particolare l’AATC (derivato dall’amminoacido naturale cisteina) e l’Acido Folico, vitamina con comprovate proprietà benefiche a livello cellulare. Impiegato regolarmente, attiva ed incrementa i processi biochimici, metabolici, fotosintetici ed enzimatici delle piante, determinando una serie di favorevoli effetti: consente un più rapido superamento di molte situazioni critiche; promuove un più rapido, vigoroso ed equilibrato sviluppo; favorisce la formazione di nuovi tessuti; stimola le difese naturali; migliora l’assorbimento degli elementi nutritivi; riduce le conseguenze negative dei possibili errori di coltivazione; determina il rapido rinverdimento.

Dosi e modalità d’impiego – Nebulizzare le parti verdi. Non interrompere il normale piano di concimazione.

• Trattamenti preventivi: ogni 15 giorni, per cicli di 4 trattamenti. Sospensione di 30 giorni tra i cicli. • Trattamenti curativi: ogni 7 giorni, per cicli di 4 trattamenti. Sospensione di 15 giorni tra i cicli. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 ml

8018

8014815006050

16

AVVERTENZA PER LA CORRETTA EROGAZIONE 1. premere il dispositivo di sicurezza (child-proof); 2. spostarlo verso il basso; 3. alla prima erogazione si determina la rottura del sigillo; 4. al termine dell’impiego riportare in sede, fino al click, il dispositivo di sicurezza.

77


Composizione – (INCI EU): Aqua, Glycerin, Caprylic/Capric Tryglyceride, Cetearyl Alcohol, Octyl Dodecanol, Cera Alba, Ceteareth-20, Propylene Glicol, Royal Jelly, Profumo/Parfume, 2-Bromo-2-Nitropropane-1,3 Diol, D-Limonene, Citronellol, Hydroxycitronellal, Linalol. Caratteristiche – Linfa Crema Mani del Giardiniere è un’emulsione cremosa nutriente, idratante, emolliente, protettiva e rigenerante di facile assorbimento. Formulata con numerosi principi attivi e arricchita con i preziosi estratti naturali Pappa Reale e Cera d’Api, protegge le mani dalle aggressioni esterne (polveri, sostanze chimiche, prolungato contatto con l’acqua) e atmosferiche (vento, gelo, basse temperature), condizioni ambientali molto frequenti nella pratica del giardinaggio. Con effetto sinergico e profondo, assicura un’immediata azione protettiva, contrasta efficacemente chiazze, rossori e screpolature, restituendo alle mani una sorprendente bellezza e una piacevole sensazione di morbidezza. Consigli d’uso – applicare una piccola quantità di crema e massaggiare leggermente. Richiudere accuratamente il vasetto dopo l’uso. Conservare in luogo fresco, al riparo dalla luce solare diretta. USO ESTERNO PAO (Period After Opening): dal momento dell’apertura, se correttamente conservato, il prodotto mantiene inalterata la propria efficacia per 12 mesi. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

100 ml

8100

8014815002014

48*

* n.4 espositori da 12 vasetti cad.

8


CONCIMI

Composizione – Resina sintetica a scambio ionico attivata con NPK 2.1.2,2+0,2 Fe+0,15 Mn. Rapporto fra resine anioniche e cationiche: 0,5. Capacità minima di scambio cationico su 100 g di prodotto secco: 200 meq. Caratteristiche – Resina scambiatrice di ioni attivata con tutti gli elementi nutritivi necessari alla crescita delle piante in idrocoltura. Costituita da piccoli granelli, le sue funzioni sono molteplici: fornisce lentamente gli elementi nutritivi, evitando repentini sbalzi di salinità; elimina prontamente gli essudati radicali (sostanze di rifiuto rilasciate dalle radici); conserva l’acqua pulita, evitando il proliferare di microrganismi che causerebbero marciumi e fastidiose maleodorazioni; evita brusche variazioni di acidità (potere tampone). Dosi e modalità d’impiego – Una busta per 1-2 litri d’acqua ogni 5-6 mesi. Non è necessario rimuovere la resina esaurita. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

50 ml

8016

8014815005022

96 *

250 ml

8021

8014815005053

10

* n. 4 espositori da n. 24 buste cad.

SENZA TERRA È POSSIBILE!

DALLA TERRA ALL’ ACQUA Il trasferimento di una pianta dalla terra all’ambiente acquatico dà i migliori risultati in corrispondenza della ripresa primaverile, anche se è effettuabile nel corso di tutta la fase attiva:

1

2

3

Nella coltivazione idroponica le piante vengono allevate in acqua e sostenute da un substrato “inerte” costituito da granuli di argilla espansa con la funzione di ancorare e proteggere le radici, permettendo la circolazione dell’acqua e dell’aria. Le radici delle piante in coltura idroponica sono dotate di elevata funzionalità e mantengono nel tempo un volume modesto, il che consente di utilizzare vasi di diametro ridotto (25-30 cm) anche per soggetti di notevoli dimensioni. I vasi, spesso di plastica, sono composti da un portavaso e da un idrovaso inserito al suo interno e provvisto di un indicatore di livello. Per garantire la corretta ossigenazione delle radici è molto importante aggiungere l’acqua fino al livello massimo e, prima di reintegrarla, attendere che l’indicatore sia sceso al livello minimo.

1. togliere la pianta dal vaso facendo molta attenzione a non deteriorare le radici; 2. pulire le radici lavandole con acqua tiepida fino ad eliminare tutta la terra. Si mondano le radici in cattivo stato rispettando al massimo quelle giovani e filamentose, particolarmente predisposte ad adattarsi al nuovo mezzo di coltura; 3. lavare l’argilla espansa per togliere la polvere; 4. porre la pianta nell’idrovaso e ricoprire accuratamente le radici con argilla espansa.

4

La concimazione con la resina nutritiva deve essere iniziata quando la pianta, per il suo aspetto sano e florido, dimostra di aver ben superato la crisi del trapianto.

BUSTNE N I E ANCHODOSE CO MON SITORE

ESPOBANCO

DA

9


BASTONCINI NUTRITIVI PER PIANTE IN VASO Caratteristiche generali - Nutristick e Nutristick Bio sono bastoncini nutritivi ottenuti attraverso estrusione ed essiccazione di una pasta che, oltre agli elementi fertilizzanti, contiene una significativa quantità di bentonite. Questa argilla naturale conferisce al prodotto delle specifiche proprietà sia in termine di assorbimento idrico che di trattenimento e rilascio controllato degli elementi nutritivi. Ad ogni annaffiatura Nutristick eroga nel substrato un flusso nutritivo costante, contenente tutti gli elementi per uno sviluppo armonioso della pianta, senza rischi di salinità eccessive e perdite per dilavamento. Tutti i componenti sono biodegradabili e quindi non lasciano residui nel terreno. A parità di peso, Nutristick assicura un apporto di elementi fertilizzanti da 2 a 3 volte superiore rispetto ai bastoncini nutritivi a base di fibra di cellulosa o alcool polivinilico. Dosi e modalità d’impiego – La loro somministrazione è molto semplice e sono pertanto evitati possibili errori di dosaggio. I bastoncini nutritivi devono essere infissi nel terriccio a circa metà tra la pianta e il bordo del vaso. Il numero degli sticks da applicare è proporzionale al diametro del vaso (si veda il riquadro a fianco). Un lato della confezione è appositamente centimetrato per facilitarne la misurazione. Confezione - I bastoncini sono confezionati in un comodo astuccio contenente un guscio richiudibile che, oltre a garantire l’integrità e la freschezza, facilita l’ordinata conservazione del prodotto dentro casa.

NUTRISTICK® Composizione – Concime CE minerale composto NPK 12.10.12 + 3 MgO + 6 SO3 + 0,13 Fe. Azoto a lento rilascio da ureaform 3%. Ferro chelato con EDTA. A basso tenore di cloro. Caratteristiche – Anche per la presenza di una frazione azotata a lento rilascio (ureaform), il prodotto è di lunga durata attiva (circa 3 mesi): sono quindi sufficienti soltanto 4 somministrazioni all’anno senza necessità di ulteriori concimazioni e quindi anche molto utile per coprire il fabbisogno nutritivo durante i periodi di prolungata assenza. Per queste sue caratteristiche, Nutristick è il sistema di concimazione più consigliato per le coltivazioni amatoriali delle piante ornamentali in vaso. Frequenza d’impiego – Vasi in appartamento: ogni 3 mesi per tutto l’anno; vasi all’esterno: ogni 3 mesi, da marzo ad ottobre. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

n. 24 sticks

8009

8014815004056

60

NUTRISTICK®BIO Composizione – Concime organo-minerale NPK 5.5.10. A basso tenore di cloro. Materie prime: guano, borlanda essiccata da melasso di barbabietola non estratta con sali ammoniacali, fosfato naturale tenero. Premessa – Da qualche anno stiamo assistendo ad un fenomeno in decisa crescita, diventato ormai una moda: l’orto sul balcone! Su balconi e terrazzi, accanto ai più classici gerani, hanno fatto la loro comparsa ogni genere di ortaggi: erbe aromatiche (come il basilico o il rosmarino), peperoncini, fragole, varietà spesso più piccole come il pomodoro datterino. Sempre più persone si dedicano con passione a questa attività e non soltanto per una questione economica o per la sicurezza di rifornire le proprie tavole di prodotti più genuini, ma anche per il piacere del “fai da te” e per riscoprire i cicli della natura. Recenti studi hanno anche dimostrato che l’orticoltura ha molti benefici effetti sul corpo e sulla mente. Caratteristiche – La sua formulazione bilanciata, prodotta esclusivamente con sostanze naturali e pertanto ammessa per l’impiego in agricoltura biologica, è particolarmente raccomandata per coprire i fabbisogni nutritivi degli ortaggi coltivati in vaso. Frequenza d’impiego – Ogni 3 mesi durante tutto il ciclo della coltivazione. Formato n. 24 sticks 10

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone 60


CONCIMI IDROSOLUBILI DI RAPIDA ASSIMILAZIONE Solubis Universale Composizione – Concime CE minerale-composto NPK 18.18.18 + 0,05B + 0,02 Cu + 0,14 Fe + 0,08 Mn + 0,008 Mo + 0,05 Zn. Rame, Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Solubis Cycas e Palme Composizione – Concime CE minerale-composto NPK 16.8.16 + 2 MgO + 0,02 B + 0,01 Cu + 0,25 Fe + 0,15 Mn + 0,004 Mo + 0,05 Zn. Rame, Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro.

Caratteristiche – I motivi che inducono a limitare le concimazioni minerali di fondo sono ben noti: rischi di salinità eccessive e perdite di sostanze nutritive per dilavamento. E’ quindi buona norma utilizzare i concimi minerali soprattutto nella fase di mantenimento, con regolari apporti nutritivi a piccole dosi, commisurati alle effettive capacità di assorbimento delle colture nelle varie fasi della loro attività vegetativa e produttiva. Per la sua elevatissima purezza e solubilità, Solubis soddisfa al meglio questa importante pratica agronomica: veicolate dall’acqua, le sostanze nutritive sono infatti prontamente utilizzate dalle piante, sia per via radicale (metodo principale di somministrazione) che fogliare. Modalità d’impiego – Sciogliere in acqua alle dosi di seguito indicate. Il prodotto è igroscopico: richiudere accuratamente la confezione dopo l’uso. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) – Negli alberi ornamentali la concimazione dovrà essere localizzata nella porzione di terreno corrispondente alla “proiezione della chioma”. Non concimare in pieno sole o nelle ore più calde. Dosi – 10/15 grammi in 5 litri d’acqua (soluzione 0,2-0,3%). Per piante in piena terra, distribuire 4-5 litri di soluzione per mq. (8-10 litri per mq. per le piante adulte); per le piante in vaso, annaffiare come di consueto. Frequenza d’impiego – Piante da interno: ogni 8/15 giorni. Dimezzare la dose durante i mesi invernali (novembre-febbraio). Piante da esterno: ogni 8/15 giorni durante l’intero ciclo vegetativo della coltura. Intensificare le applicazioni in estate e in prossimità o durante la fioritura. Nebulizzazione fogliare - Nebulizzare la soluzione direttamente sulle foglie, bagnandole uniformemente e abbondantemente. Non nebulizzare durante la fioritura, in pieno sole e nelle ore più calde. Dosi – 5 grammi in 5 litri d’acqua (soluzione 0,1%). Frequenza d’impiego – Nelle fasi critiche (es. maggiore fabbisogno nutritivo; carenza specifica) o stress di qualunque natura (es. posttrapianto, siccità e altre avversità ambientali, attacchi parassitari, ecc.) che potrebbero aver compromesso la normale funzionalità dell’apparato radicale. In caso di necessità si possono ripetere le nebulizzazioni con cadenza settimanale.

BUSTNE N I E ANCHODOSE CO MON SITORE

ESPOBANCO

DA

Solubis Cycas e Palme

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 g

3117

8014815001161

20

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

30 g

3115

8014815001147

240*

500 g

3130

8014815001185

20

1 Kg

3104

8014815001055

12

Solubis Universale

* n. 4 espositori da n. 60 buste cad.


CONCIMI LIQUIDI una qualità superiore Oltre al completo ed equilibrato rapporto dei macroelementi (NPK), studiato caso per caso, tutti i formulati si caratterizzano per: • Microelementi in forma “chelata” – I microelementi (ferro, zinco, rame e manganese) giocano un ruolo attivo in molti processi vitali. Pur necessari in piccolissime quantità, sono però molto sensibili alla natura del terreno e alla qualità dell’acqua d’irrigazione, diventando spesso non disponibili per la pianta. Per prevenire l’insorgenza di fisiopatie da carenza specifica e assicurare il loro pieno assorbimento anche nei terreni a reazione sub-alcalina, tutti i microelementi sono in forma “chelata”, ossia legati a particolari sostanze (chelanti) che li trasportano “inalterati” fino alle radici. • Attivazione con acido citrico – Chelante naturale a debole azione acidificante, l’acido citrico assicura la totale solubilità degli elementi nutritivi (fosforo in particolare) anche quando i concimi fossero diluiti in acque eccessivamente “dure”; contribuisce inoltre a rendere “attivi” i nutrimenti che fossero già presenti nel terreno in una forma di difficile assimilazione. • Fosforo in forma “policondensata” (poly-P) – Soltanto il 10-20% del fosforo somministrato con le concimazioni è effettivamente disponibile per le colture in quanto l’80-90% è generalmente immobilizzato dal terreno.  Anni di ricerca e sperimentazione hanno dimostrato che l’impiego di una particolare forma “policondensata” di fosforo (poly-P), presente in tutti i concimi liquidi Linfa, riduce sensibilmente i fenomeni di immobilizzazione, incrementa l’efficacia di assorbimento dell’elemento con il conseguente maggior sviluppo dell’apparato radicale. • Betaina “antistress” – Amminoacido molto presente nella barbabietola da zucchero, la betaina è una sostanza con proprietà antigelo e antisale che conferisce ai formulati capacità antistress, sia di natura ambientale che chimica (in particolare gli eccessi di salinità). • Assenza di sodio e cloruri – Sodio e cloruri modificano pesantemente la struttura fisica e chimica dei substrati e, in competizione con gli altri elementi nell’assorbimento radicale, rendono più difficoltosa la nutrizione. Le piante sono tutte sensibili al loro eccesso (tra le ornamentali, acidofile e orchidee in particolare) che si manifesta con crescita stentata, sviluppi irregolari, bruciature dei germogli, decolorazioni e necrosi dei margini fogliari. • pH non aggressivo – Una forte acidificazione rende solubili la maggior parte degli elementi nutritivi, anche quelli di minore purezza e più scadente qualità. Il minor costo sarebbe certo, ma i prodotti risulterebbero aggressivi e quindi inevitabilmente meno sicuri durante l’impiego e la conservazione. L’accurata selezione delle materie prime ha reso possibile la formulazione di concimi che, pur perfettamente solubili, hanno tutti un pH prossimo alla neutralità.

12


13


CONSIGLI GENERALI D’IMPIEGO • Fertirrigazioni: i concimi liquidi devono essere impiegati quando le piante hanno già iniziato la loro fase vegetativa (concimazioni di mantenimento e produzione); sono quindi sconsigliati alla preparazione del terreno, alla semina, subito dopo il rinvaso o il trapianto. Dopo il rinvaso, iniziare le concimazioni quando la pianta abbia dimostrato di avere ben attecchito (emissione di nuovi germogli e foglioline). Si applicano con la regola del “poco e spesso”: “poco” per evitare accumuli localizzati, “spesso” per mantenere costante il livello nutritivo nel substrato senza costringere la pianta a doversi costantemente riadattare alle modificate condizioni esterne. • Nebulizzazioni fogliari: consigliate per sopperire a carenze specifiche, nelle fasi di maggiore fabbisogno nutritivo o in presenza di stress che potrebbero aver compromesso la normale funzionalità delle radici. Non nebulizzare durante la fioritura o quando le giovani piante non abbiano ancora sviluppato un efficiente apparato radicale. ALL’ESTERNO, SOMMINISTRARE SEMPRE NELLE ORE PIÙ FRESCHE

UNIVERSALE PIANTE ORNAMENTALI Composizione – Concime CE minerale composto NPK 7.7.7 + 0,1 Fe + 0,05 Mn + 0,02 Zn. Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Modalità d’impiego Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi: 1 tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Per piante in piena terra, somministrare 4-5 litri di soluzione per mq. Frequenza • All’interno: ogni 10-12 giorni; dimezzare la dose nei mesi invernali (novembre-febbraio). • All’esterno: ogni 10-12 giorni da marzo a ottobre; aumentare la frequenza (ogni 7-8 giorni) in estate o in prossimità e durante la fioritura. Nebulizzazioni fogliari Dosi: metà tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 ml (590 gr)

3030

8014815000232

16

1000 ml (1180 gr)

3032

8014815000249

12 108 (box)

3000 ml (3540 gr)

3034

8014815000386

4 36 (box)

14


GERANI E PIANTE DA FIORE Composizione – Concime CE minerale composto NPK 8.4.8 + 0,1 Fe + 0,05 Mn + 0,02 Zn. Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Modalità d’impiego Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi: 1 tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Per piante in piena terra, somministrare 4-5 litri di soluzione per mq. Frequenza • All’interno: ogni 10-12 giorni; dimezzare la dose nei mesi invernali (novembre-febbraio). • All’esterno: ogni 10-12 giorni da marzo a ottobre; aumentare la frequenza (ogni 7-8 giorni) in estate o in prossimità e durante la fioritura. Nebulizzazioni fogliari Dosi: metà tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 ml (585 gr)

3060

8014815000324

16

1000 ml (1170 gr)

3062

8014815000331

12 108 (box)

3000 ml (3510 gr)

3064

648014815000393

4 36 (box)

PIANTE VERDI Composizione – Concime CE minerale composto NPK 9.4.4 + 0,04 B + 0,04 Cu + 0,16 Fe + 0,08 Mn + 0,04 Zn. Rame, Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Modalità d’impiego Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi: 1 tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Per piante in piena terra, somministrare 4-5 litri di soluzione per mq. Frequenza • All’interno: ogni 10-12 giorni; dimezzare la dose nei mesi invernali (novembre-febbraio). • All’esterno: ogni 10-12 giorni da marzo a ottobre; aumentare la frequenza (ogni 7-8 giorni) in estate o in prossimità e durante la fioritura. Nebulizzazioni fogliari Dosi: metà tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Formato

Codice

Codice EAN

1000 ml (1170 gr)

3037

8014815000263

Pezzi x cartone 12 108 (box)

STRETCH SLEEVE DI POLIETILENE Il flacone e l’etichetta (etichetta tubolare senza colla) sono del medesimo materiale (polietilene) al fine di soddisfare le due maggiori esigenze post-consumo: la semplificazione delle operazioni di raccolta differenziata e il riciclaggio totale.

FLACONE DI POLIETILENE 15


ROSE E ARBUSTI DA FIORE Composizione – Concime CE minerale composto NPK 6.5.8 + 0,05 B + 0,01 Cu + 0,2 Fe + 0,04 Mn + 0,01 Zn. Rame, Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi: 1 tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Per piante in piena terra, somministrare 4-5 litri di soluzione per mq. Frequenza: ogni 15 giorni dai primi di marzo a metà aprile; ogni 8-10 giorni da metà aprile a fine fioritura. È opportuno sospendere la concimazione dopo la fioritura più abbondante dell’anno (generalmente a fine luglio) perchè stimolerebbe la crescita di rami che difficilmente potrebbero avere tempo sufficiente per lignificare bene prima dell’autunno. Nebulizzazioni fogliari Dosi: mezzo tappo misurino in 2 litri d’acqua.

LIMONI E PIANTE D’AGRUMI Composizione – Concime CE minerale composto NPK 7.5.9 + 0,05 B + 0,2 Fe + 0,05 Mn + 0,1 Zn. Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi: 1 tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Per piante in piena terra, somministrare 4-5 litri di soluzione per mq. Frequenza: ogni 10-12 giorni durante l’intero ciclo vegetativo e produttivo. I momenti di maggior richiesta di nutrimento corrispondono, come per tutti i fruttiferi, quando le piante iniziano la fioritura, emettono nuovi germogli, nuove foglie e, seppur in misura più ridotta, con la fase di ingrossamento dei frutti. Più o meno, questi periodi si identificano con i mesi di marzo-aprile e agosto-settembre. Nebulizzazioni fogliari Dosi: mezzo tappo misurino in 2 litri d’acqua.

AZALEE E PIANTE ACIDOFILE Composizione – Concime CE minerale composto NPK 5.5.9 + 0,02 B + 0,2 Fe + 0,02 Mn + 0,01 Zn. Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi: 1 tappo misurino per 2 litri d’acqua. Per piante in piena terra, somministrare 4-5 litri di soluzione per mq. Frequenza • All’interno: ogni 10-12 giorni tutto l’anno, dimezzando il dosaggio nei mesi invernali (novembre-febbraio). • All’esterno: ogni 10-12 giorni da marzo a ottobre, aumentando la frequenza (ogni 7-8 giorni), in prossimità e durante la fioritura. Nebulizzazioni fogliari Dosi: mezzo tappo misurino in 2 litri d’acqua.

AZOSANG ® Composizione – Concime organo-minerale azotato N 8% (di cui 3% organico da sangue di bue). Caratteristiche – Concime organo-minerale molto apprezzato, oltre che per la sua nobile componente azotata, anche per l’interessante apporto di ferro e potassio di natura biologica. Di rapida assimilazione, Azosang dev’essere impiegato come i concimi minerali. Raccomandato per ornamentali, orticole e fruttiferi. Frequenza - Fruttiferi: ogni 10/15 giorni dalla ripresa vegetativa fino alle prime fasi di ingrossamento dei frutti. Orticole: ogni 7/8 giorni durante l’intero ciclo vegetativo. Floricole: ogni 10/15 giorni durante l’intero ciclo vegetativo, intensificando le applicazioni durante la fioritura. Alberi ornamentali: ogni 20/30 giorni a partire dalla ripresa primaverile e per tutto il ciclo vegetativo. Intensificare le applicazioni durante la fioritura. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi: 2 tappi misurini ogni 3 litri d’acqua. Per piante in piena terra, somministrare 4-5 litri di soluzione per mq. Frequenza: ripetere le somministrazioni ogni 8-10 giorni. Nebulizzazioni fogliari Dosi: mezzo tappo misurino in 5 litri d’acqua. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

Rose

1000 ml (1170gr)

3067

8014815000348

12

Limoni

1000 ml (1200 gr)

3052

8014815000300

12

Azalee

1000 ml (1190 gr)

3042

8014815000287

12

Azosang

1000 ml (1130 gr)

3000

8014815000010

12

108 (box)

16


BONSAI Composizione – Concime CE minerale composto NPK 5.5.5 + 0,01 B + 0,01 Cu + 0,1 Fe + 0,05 Mn + 0,03 Zn. Rame, Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi: 1 tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Frequenza • Marzo-Agosto (fase di massima crescita vegetativa): ogni 15 giorni; • Settembre-Febbraio (solo quando il bonsai è in ambiente riscaldato): ogni 30-40 giorni. Nebulizzazioni fogliari Dosi: mezzo tappo misurino in 2 litri d’acqua.

CICLAMINI E BULBOSE DA FIORE Composizione – Concime CE minerale composto NPK 5.3.8 + 0,1 Fe + 0,05 Mn + 0,02 Zn. Ferro, Manganese e Zinco chelati EDTA. A basso tenore di cloro. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Portando in sé organi di riserva, molti ritengono che le bulbose non abbisognino di concimazione. Al contrario, esse richiedono un considerevole apporto nutritivo per evitare che i bulbi abbiano ad esaurire le riserve nutritive necessarie per la fioritura dell’anno successivo. Dosi: 1 tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Per piante in piena terra, somministrare 4-5 litri di soluzione per mq. Frequenza • ogni 10-12 giorni dal germogliamento ai primi boccioli fiorali; • ogni 6-8 giorni durante la fioritura; • ogni 15 giorni nella post-fioritura fino al naturale ingiallimento delle foglie (inizio della fase di riposo). Nebulizzazioni fogliari Dosi: mezzo tappo misurino in 2 litri d’acqua.

PIANTE GRASSE Composizione – Concime CE minerale composto NPK 4.6,5.8 + 0,05 B + 0,01 Cu + 0,2 Fe + 0,05 Mn + 0,01 Zn. Rame, Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Il successo della coltivazione delle succulente (cactacee, euforbiacee, crassulacee, ecc.), oltre al substrato ben drenato e alla luminosità, dipende essenzialmente dalle annaffiature fertilizzanti ben regolate con le fasi vegetative. Dosi: 1 tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Frequenza • fase di crescita (marzo-maggio) che inizia quando cominciano a germogliare le parti verdi: ogni 12-15 giorni; • fase culminante (giugno-settembre) dall’inizio della fioritura al termine della fruttificazione: ogni 8-10 giorni; • inizio riposo (ottobre-novembre): ogni 20-30 giorni; • fase di dormienza (dicembre-febbraio): nessuna somministrazione (con la sola eccezione delle specie a foglie sottili, come kalanchoe, aeconium, ecc., che necessitano soltanto di saltuarie annaffiature). Nebulizzazioni fogliari Dosi: mezzo tappo misurino in 2 litri d’acqua.

ORCHIDEE EPIFITE E TERRICOLE Composizione – Concime CE minerale composto NPK 4,5.5.5,5 + 0,02 B + 0,02 Cu + 0,1 Fe + 0,05 Mn. Rame, Ferro e Manganese chelati con EDTA. A basso tenore di cloro. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi: mezzo tappo misurino ogni 2 litri d’acqua. Frequenza • ogni 10-15 giorni nel periodo primaverile-estivo; • ogni 30-40 giorni nel restante periodo dell’anno (coincidente generalmente con il periodo della fioritura).

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 ml (570 gr)

3070

8014815000355

16

500 ml (580 gr)

3055

8014815000317

16

500 ml (580 gr)

3045

8014815000294

16

500 ml (580 gr)

3046

8014815000416

16 17


TERRICCI

Fac-simile locandina (cm. 50x65)


10IN LITRI MINIBOX DA 20 PEZZI

AGEVOLA AGEVOLA LA LA LOGISTICA LOGISTICA NEI NEI PICCOLI PICCOLI PUNTI PUNTI VENDITA VENDITA

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x pallet

Bonsai

10 litri

8836

8014815013157

20 (box)

Orchidee

10 litri

8845

8014815013171

20 (box)

Ortensie

10 litri

8824

8014815013201

20 (box)

Piante Grasse

10 litri

8835

8014815013140

20 (box)

Limoni

10 litri

8839

8014815013218

20 (box)

Universale

10 litri

8812

8014815013027

20 (box) 19


PPO: CENNI NORMATIVI E GESTIONALI

20

esca lumachicida pronta all’uso

Registrazione Ministero della Salute n.11090/PPO del 13.11.01

PPO

PRODOTTI FITOSANITARI PER PIANTE ORNAMENTALI

DI LIBERA VENDITA

Con Circolare Ministeriale n. 7 del 15.04.99 è stata istituita la classe dei prodotti fitosanitari per esclusivo impiego su piante ornamentali da appartamento e giardino domestico (PPO). Una grande famiglia di prodotti di libera esposizione e vendita, esponibili in qualsiasi punto vendita. Tutti classificati “non tossici” e “non nocivi”, la legge fissa i seguenti formati massimi delle confezioni: - 100 ml (gr) per i prodotti concentrati da diluire al momento dell’impiego; - 1000 ml (gr) per quelli pronti all’uso. Attenzione: pur sempre prodotti fitosanitari, la vendita dei PPO non richiede l’abilitazione del negozio e i prodotti non rientrano nella denuncia annuale del venduto.

Composizione – Metaldeide 4% in supporto appetibile. Destinazione d’uso – Piante e semenzai di colture floreali e ornamentali. Caratteristiche – Esca lumachicida pronta all’uso attivata con metaldeide, speciale sostanza che agisce per contatto e ingestione: iperstimolando la secrezione del muco provoca la paralisi dei molluschi e la loro morte per disidratazione. Prodotta per estrusione ad umido, l’esca si presenta sotto forma di speciali granuli inattaccabili dalle muffe e resistenti all’azione della pioggia e del vento. L’esca contiene una particolare sostanza amara che non viene avvertita dai gasteropodi ma rende difficile l’ingestione accidentale da parte dell’uomo e degli animali domestici. Modalità e dosi d’impiego – In ragione di 250-400 grammi per 100 mq., distribuire le esche a piccoli mucchietti o a file, preferibilmente alla sera dopo una pioggia o una buona irrigazione; non irrigare, o irrigare solo moderatamente, per almeno 2-3 giorni dopo il trattamento; localizzare l’esca preferibilmente in una zona ombreggiata o comunque riparata dai raggi solari diretti. Verificare periodicamente lo stato dell’esca e reintegrarla se mancante. Nelle piccole superfici o nei trattamenti localizzati si consiglia di rimuovere manualmente le lumache morte o paralizzate: oltre ad una maggiore sicurezza per gli animali domestici, si evita che condizioni climatiche favorevoli possano riabilitare i molluschi vanificando, anche solo parzialmente, l’efficacia del trattamento. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 gr

8777

8014815009013

12


Composizione – Clorpirifos-etile 2,2%. Esca in polvere secca. Caratteristiche – Insetticida pronto all’uso studiato per la lotta agli insetti terricoli, in particolare quelli che vivono: • prevalentemente sulla superficie del terreno, come le formiche e le cavallette. Le formiche nidificano nei posti più disparati e, nutrendosi di secrezioni zuccherine (melata), possono contribuire alla diffusione degli afidi e delle cocciniglie nelle parti aeree delle piante; le cavallette rodono l’apparato fogliare rendendolo scheletrico; • nel terreno nelle ore diurne, mentre nelle ore notturne emergono in superficie e rodono i colletti delle piante (es. larve dei Lepidotteri Nottuidi); • costantemente nel terreno, come le larve dei Coleotteri Elateridi, dei Maggiolini e degli Oziorrinchi, il Grillotalpa, i Miriapodi (Blaniuli e Scutigerella), le larve dei Ditteri (Phorbia, Bibionidi, Tipule). Questi insetti attaccano l’apparato radicale e sono particolarmente dannosi nel primo periodo di sviluppo delle giovani piantine. Oltre all’azione per contatto e asfissia, lo speciale attrattivo adescante conferisce al prodotto una notevole efficacia per ingestione. Destinazione d’uso – Raccomandato per la protezione dei tappeti erbosi e delle piante floreali e ornamentali, sia in vivaio che a dimora. Da non utilizzare su piante destinate all’alimentazione. Modalità e dosi d’impiego – Preferibilmente nelle ore serali, tal quale o miscelato a sabbia o argilla, distribuire uniformemente alla dose di 20-25 grammi per mq., incorporandolo al terreno con una lavorazione superficiale seguita da una leggera bagnatura. Nei semenzai, applicare 1-2 giorni prima della semina. Sui tappeti erbosi distribuirlo uniformemente senza incorporarlo al terreno, facendo seguire solo una leggera irrigazione. Contro gli insetti che vivono prevalentemente sulla superficie del terreno, si consiglia di localizzare il prodotto sui nidi, sui focolai d’infestazione e nei luoghi di più frequente passaggio. Per evitare la risalita delle formiche sulle piante, impolverare direttamente la parte basale dei tronchi creando una banda protettiva alta circa 30-50 cm. Per le colture in vaso, distribuire uniformemente un sottile ed uniforme strato di polvere sulla superficie del substrato. Nei rinvasi o trapianti, mescolare direttamente la polvere al substrato in ragione di 5 grammi ogni 10 litri di terriccio.

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

250 g

6214

8014815011283

24

1 Kg

6213

8014815011276

12

Registrazione Ministero della Salute n. 13015/PPO del 03.02.06

CONTRO FORMICHE, GRILLOTALPE, CAVALLETTE E LARVE DI INSETTI TERRICOLI

21


INSETTICIDA POLIVALENTE SPRAY Registrazione Ministero della Salute n.11663/PPO del 18.04.2003

Composizione - Piretrine naturali 0,1875%, Piperonil butossido 0,88% in formulazione spray. Caratteristiche - Insetticida spray a base di piretro naturale, efficace contro i parassiti più dannosi delle piante ornamentali come afidi (pidocchi), tripidi, mosca bianca, cicaline, cimici, bega del garofano, minatori fogliari, tentredini, coleotteri e lepidotteri defogliatori. Agisce prevalentemente per contatto, con forte potere abbattente. Fotolabile,la sua azione insetticida è rapida ma di breve durata. Il prodotto esplica una collaterale azione insetto-repellente. Molto bassa la tossicità per l’uomo e gli animali a sangue caldo. Non contiene propellenti ritenuti dannosi per l’ozono. La bombola rimane in pressione fino a totale svuotamento. Modalità d’impiego - Intervenire subito al primo apparire dell’infestazione. Tenendosi alla distanza di 20-30 cm. ed evitando gli accumuli localizzati, irrorare uniformemente la vegetazione, compresa la pagina inferiore delle foglie. Non nebulizzare direttamente sui fiori. All’esterno le applicazioni devono essere effettuate in giornate poco ventose, all’ombra o nelle ore più fresche. Ripetere il trattamento in caso di necessità. Fitotossicità - Causa il gran numero di specie e varietà, si consigliano sempre saggi preliminari.

Formato 400 ml

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

7112

8014815007194

18

AVVERTENZE GENERALI D’USO Proteggere la bombola dai raggi solari e non esporla ad una temperatura superiore ai 50°C. Non perforare la bombola, né bruciarla neppure dopo l’uso. Conservare la bombola al riparo da fiamme, scintille e da qualsiasi fonte di combustione; evitare l’accumulo di cariche elettrostatiche. Non vaporizzare il prodotto su fiamma o su corpo incandescente e non riaccendere le apparecchiature elettriche prima che i vapori non si siano dispersi. Non fumare durante l’uso, non respirare gli aerosoli ed evitare di inalare direttamente il getto o di spruzzarlo negli occhi. Aerare i locali prima di soggiornarvi nuovamente.

Composizione - Olio minerale 11% in formulazione spray. Caratteristiche - Insetticida aerosol con specifica azione anticocciniglia che, rivestendo gli scudetti protettivi degli adulti ed il corion delle uova, determina la morte degli insetti per soffocamento. E’ attivo contro cocciniglie fisse e mobili, mezzo-grano di pepe, biancarossa, cotonello, ceroplasti, diapsis, quadraspidiotus, uova di afidi, acari e larve di lepidotteri svernanti. Non contiene propellenti ritenuti dannosi per l’ozono. La bombola rimane in pressione fino a totale svuotamento. Modalità d’impiego - Intervenire al primo apparire dell’infestazione. Tenendosi alla distanza di 20-30 cm. ed evitando gli accumuli localizzati, irrorare uniformemente la vegetazione, compresi i fusti. Non nebulizzare direttamente sui fiori. Irrorare su foglie asciutte. Non applicare quando la pianta si trova in uno stato di stress idrico: in tal caso annaffiare prima dell’irrorazione. Durante la stagione estiva è conveniente osservare intervalli di almeno 2 settimane tra i trattamenti. All’esterno le applicazioni devono essere effettuate in giornate poco ventose, all’ombra o nelle ore più fresche. Ripetere il trattamento in caso di necessità. Si precisa che le cocciniglie morte possono aderire alla vegetazione anche per alcune settimane. Compatibilità - I trattamenti a base di zolfo devono essere distanziati (prima o dopo) di almeno 2 settimane. Fitotossicità - Dato il gran numero di specie e varietà, si consigliano saggi preliminari.

Formato 400 ml

DIFESA PIANTE

Codice

Codice EAN

Registrazione Ministero della Salute n. n.11420/PPO del 23.07.2002

ANTICOCCINIGLIA SPRAY

Pezzi x cartone 18

DA INTERNO:


Registrazione Ministero della Salute n.10880/PPO del 11.04.01

FUNGICIDA POLIVALENTE SPRAY Composizione – Dodina 0,06%, Propiconazolo 0,006% in formulazione spray. Caratteristiche – Anticrittogamico pronto all’uso ad azione preventiva e curativa contro le malattie fungine più dannose delle piante ornamentali: oidio (mal bianco), peronospora, ruggine, botrite (muffa grigia), vaiolatura, cercospora, septoriosi, fusariosi, antracnosi, ticchiolatura (macchie nere). Il veloce assorbimento lo rende poco soggetto ai dilavamenti delle piogge anche dopo poche ore dal trattamento. Modalità d’impiego – Tenendosi alla distanza di 20-30 cm, irrorare uniformemente le parti verdi e legnose, evitando gli accumuli localizzati. Non nebulizzare direttamente sui fiori. All’esterno le applicazioni devono essere effettuate all’ombra o nelle ore più fresche. • Trattamenti preventivi: ogni 20-25 giorni in condizioni di bassa umidità; ogni 10-15 giorni con tempo caldo-umido; • Trattamenti curativi: alla comparsa dei primi sintomi, ripetendo l’applicazione Zdopo 10-15 giorni. Irrorare anche le parti della pianta sulle quali non si nota la presenza della malattia. Fitotossicità – Causa il gran numero di specie e varietà, si consigliano sempre saggi preliminari. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

400 ml

7113

8014815008108

18

Negli ambienti interni, per ragioni di igiene e sicurezza, è necessario non produrre gocciolamenti, effettuando nebulizzazioni molto localizzate e direzionate. I ppo “spray” sono pertanto I più raccomandati.

“AEROSOL”

23


LINFA ANTICOCCINIGLIA PLUS Registrazione Ministero della Salute n. 14456/PPO del 25.02.2011

Composizione – Olio minerale raffinato (residuo insolfonabile superiore al 95%) 70,0% (= 602 g/l); Clorpirifos-metile puro 5,0% (=43 g/l) in emulsione concentrata. Caratteristiche – Insetticida liquido con specifica azione anticocciniglia che si caratterizza per la contemporanea presenza di due componenti attivi: • l’olio minerale ad alta raffinazione che, rivestendo gli scudetti protettivi degli adulti ed il corion delle uova, determina la morte dell’insetto per soffocamento. L’elevata raffinazione dell’olio ne consente l’impiego anche in piena vegetazione; • il clorpirifos-metile che, oltre ad esaltare l’efficacia dell’olio minerale sulle forme adulte e sulle uova svernanti, è particolarmente attivo sulle neanidi di differenti età. La combinazione di olio minerale con un insetticida fosforganico è una comune pratica agronomica: Linfa Anticocciniglia Plus, contenendo nella giusta proporzione i due principi attivi, previene i rischi di problematiche miscelazioni al momento dell’impiego e di errori di dosaggio. Dosi e modalità d’impiego – una predose in 500/600 ml d’acqua. Stemperare in poca acqua la dose indicata e, sempre sotto agitazione, portare al volume richiesto. Irrorare uniformemente tutta la vegetazione, anche all’interno della chioma, con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Si precisa che le cocciniglie morte possono aderire alla vegetazione anche per alcune settimane. Compatibilità – Non compatibile con formulati a base di zolfo (compresi i polisolfuri) i cui trattamenti devono essere distanziati di almeno 2 settimane. Fitotossicità – Non applicare quando la temperatura è inferiore a 5°C e superiore a 30°C, quando ci sia rischio di pioggia e quando sia attesa una umidità superiore al 90% nelle successive 36-48 ore. Irrorare su foglie asciutte. Non applicare quando la coltura si trova in uno stato di stress idrico: in tal caso, annaffiare prima dell’irrorazione. Durante la stagione estiva è conveniente osservare intervalli di almeno 2 settimane fra i trattamenti. Non applicare in fioritura. Dato il gran numero di specie e varietà, si consigliano saggi preliminari; in ogni caso si sconsigliano le applicazioni su acero in vegetazione (particolarmente quello rosso), felci, conifere (in particolare quelle grigio-bluastre – come Picea Pungens “Glauca”) perchè potrebbero perdere irreversibilmente la loro caratteristica colorazione. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

FLORALIA®

Registrazione Ministero della Salute n. 10876/PPO del 11.04.01

Composizione – Dimetoato 7,5% (=74 g/L) in emulsione concentrata. Caratteristiche – Insetticida liquido emulsionabile efficace, per contatto e ingestione, contro gli insetti più dannosi delle piante ornamentali: Tisanotteri (tripidi), Rincoti (afidi, mosca bianca, cocciniglie, cicaline, cimici), Lepidotteri (bega del garofano, minatori fogliari), Coleotteri, Imenotteri (tentredini), Acari (ragnetto rosso, ragnetto giallo, ragnetto verde ed Eriofidi). Floralia è dotato di azione citotropica, in grado cioè di penetrare velocemente nei tessuti vegetali, e di una buona sistemicità con parziale traslocazione verso gli organi epigei. Queste caratteristiche consentono al prodotto di sfuggire al dilavamento delle piogge già dopo poche ore dal trattamento e di combattere anche gli insetti non direttamente colpiti con le irrorazioni in quanto protetti entro follicoli (es. cocciniglie) oppure riparati dai tessuti vegetali (es. afidi su foglie arrotolate, minatori fogliari, ecc.). Destinazione d’uso – Piante ornamentali e floreali della casa, balcone e giardino. Non utilizzare su piante destinate all’alimentazione. Dosi – una predose in 500/600 ml d’acqua. Utilizzare la dose più elevata in caso di forte infestazione. Modalità d’impiego – Stemperare la dose in poca acqua e, sempre sotto agitazione, portare al volume richiesto. Si applica con spruzzatore, pompa a spalla o altro irroratore idoneo. Intervenire subito al primo apparire dell’infestazione, irrorando uniformemente la vegetazione. In ambiente esterno le applicazioni devono essere effettuate in giornate poco ventose, all’ombra o nelle ore più fresche.

DIFESA PIANTE

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

n.2x4 ml

7139

8014815007286

20

DA BALCONE:


PENSATA ESPRESSAMENTE PER LA DISTRIBUZIONE SPECIALIZZATA

LA MODERNA CONFEZIONE

IN 2 PREDOSI

I principi attivi fitosanitari sono generalmente molto sensibili alla degradazione idrolitica operata dall’acqua di diluizione. La predose in emulsione concentrata consente di preservare a lungo e stabilmente il prodotto fino al momento della diluizione.

Sul balcone è necessario bagnare abbondantemente la vegetazione e sono generalmente sufficienti volumi d’acqua unitari non superiori al litro. I PPO in “PREDOSI”, da erogare con lo spruzzatore accluso, rispondono al meglio.

“predosati”

25


LINFA spa Cura del Verde

Via Mattei, 6 - 42043 Gattatico (RE) Tel. 0522 908702/4 - Fax 0522 908890 - info@linfaspa.it

LINFA Catalogo Fioristi  

Estratto dal catalogo generale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you