Page 1

 The journal  all about linen & hemp   ———    nº08 

Sul filo di lino e di canapa, nº08


preparing the soil and sowing, normandie, france Š vincent lappartient


Editorial ALL ABOUT LINEN & HEMP

——— 04 l i n e n l i f e s t y l e — Designer hotels, between fashion and design 05 ———

LINEN, a short word for a natural fibre that's so long, has such a multitude

06 D ESI G N C A R P ETS — Barefoot on linen : luxurious and contemporary 07 ———

Its earliest traces go back nearly 38,000 years to a cave in Georgia,

08 H E R IT A G E — Linen, a vector for development 09 ——— 10 S O F A S H O P P IN G — Finding the perfect sofa 11 ———

of uses and has served the human race so well. yet in today's world its small ecological footprint gives it inestimable value to our threatened planet. How many generations before have cultivated and used it – even for spiritual rituals –; have woven, developed, manufactured and explored it, reinventing it over and again, so that it remains both timeless and contemporary. Much more than a fashion or a lifestyle, it has been an inspiration for an art de

12 P O R T R A IT — “Autour du Monde” of Serge Bensimon 13 ———

vivre that Europe has nurtured for over a millennium.

14 T A B LE A R TS — Linen makes the party ! 15 ———

and trousseaux that are passed down through the generations, it keeps evolving,

Apart from the collective imagery associating linen with summer wardrobes, with perseverance and inspiration along the road of innovation.

16 NE W S LIFESTYLE — Bold and beautiful 17 ———

LINO, una parola molto breve per una fibra naturale molto lunga che ha gene-

18 l i n t e r v i e w — Luca Nichetto ———

Le sue tracce più antiche risalgono a quasi 38000 anni fa, scoperte in una grotta

19 v e rba t i m — They talk about it in THE LINEN BOOK ———

rato tanti termini e impedito altrettanti mali. della Georgia. Ma oggi è la sua impronta ecologica a renderla inestimabile per il pianeta minacciato. Quante generazioni prima della nostra l’hanno coltivata – anche spiritualmente – tessuta, sviluppata, lavorata, esplorata per meglio reinventarla affinché rimanga atemporale e contemporanea allo stesso tempo. Molto più di una moda o un modo di vivere, essa ha saputo ispirare un’arte di vivere di cui l’Europa è da oltre un millennio la garante. Al di là dell’immaginario collettivo che l’associa all’abbigliamento estivo o ai corredi ereditati dalle nostre nonne, essa prosegue tranquillamente per la sua strada, modestamente ma con ostinazione e talento, sulla via dell’innovazione. Lionel Blaisse, Editor in Chief, "THE LINEN BOOK 2012" Lionel Blaisse, Redattore capo « THE LINEN BOOK, 2012 »


linen lifestyle

Designer hotels, between fashion and design ——— Elodie Palasse Leroux

In the last ten years, designer hotels have multiplied. Many furniture designers, architects and fashion designers have focused their creativity on the luxury hotel industry. Da una decina di anni, gli alberghi dei designer si moltiplicano. Che siano designers dell’arredamento, architetti o stilisti di moda, molti sono coloro che mettono al servizio dell’industria alberghiera di lusso la loro creatività.

hotel moschino [it] www.maisonmoschino.com

As the pioneers in the field, the Italians are everywhere: the first hotel to open in 2000 was the opulent Palazzo Versace on Australia’s Gold Coast. Missoni launched their first hotel in Edinburgh in 2005 followed by one in Kuwait City. Their famous zigzag stripes add punch to bed linens, curtains, wall hangings and sofas, catering to clients who adore the brand’s values. Shoe and leather goods maker Ferragamo creates its understated luxury in the family-owned Lungarno hotels. As for Giorgio Armani, he chose to settle in Milan and Dubai. Though luxury remains a focal point, the recently-opened designer hotels are increasingly magical, innovative and always surprising. With its growing influence in the designer hotels, linen weaves a natural link between interior design and fashion. Borrowing from haute couture as well as the fairy tales of our childhood, linen is found in every room of the Maison Moschino (Milan)… One can sleep in the Alice in Wonderland room, deep in a forest and enveloped in a sumptuous ball gown. We see linen in Tokyo’s Llove Hotel where designers from the Netherlands (Scholten & Baijings, Pieke Bergmans, Richard Hutten and Joep van Lieshout) and Japan (Yuko Nagayama, Hideyuki Nakayama, Ryuji Nakamura and Jo Nagasaka) have created rooms which could delight the Princess and the Pea. Linen can be understated, as in the pure white of Azzedine Alaïa’s «3 rooms» hotel on the rue de Moussy in Paris, or sensual with the intensely-colored velvet armchairs in the Crystal Champs Elysées Hotel, under the influence of the whimsical Mattia Bonetti.

hotel cristal [fr] www.hotel-le-cristal.com

04 —— 05

Is this adventure into another world a concern? Not really, explains Sacha Walckhoff, creative director of Maison Christian Lacroix, « in textiles used for anything from clothing to furniture, the techniques are the same but the proportions and functions are different. ». In Paris, Christian Lacroix has decorated the Hotel du Petit Moulin in 2005, the Bellechasse in 2007 and l'Hôtel Le Notre Dame in 2010. Based on this success, the owners of these two hotels asked designer Stella Cadente to put her mark on a new Paris location. If you take a holiday with friends with different budgets, the Exchange Hotel is for you. Suzanne Oxenaar, the creative director of Tokyo’s Llove Hotel (and the Lloyd in Amsterdam) imagined this unique idea launched in December 2011: bringing together, in the same hotel, different comfort levels from 1 to 5-star. And, as a bonus, each room has been individually decorated by a young designer from the Amsterdam Fashion Institute. In the most luxurious category, we see an all « linen » room: the walls, ceilings and furniture are covered in this fiber that we are so obsessed with!


linen lifestyle

Precursori in materia, gli italiani sono ovunque : primo del genere, l’opulento Palazzo Versace che è nato nel 2000 sulla Gold Coast australiana. Missoni ha aperto a Edimburgo nel 2005, poi a Kuwait City. I famosi motivi zig zag riempiono di strisce la biancheria da letto, le tende, tendaggi e i divani per il piacere di una clientela appassionata del marchio. Il calzaturiere e pellettiere Ferragamo declina il suo lusso ovattato negli alberghi Lungarno, proprietà della famiglia. Giorgio Armani, quanto a lui, ha scelto di stabilirsi a Milano e Dubai. Se il lusso è presente, gli alberghi dei designer recentemente scoperti si rivelano sempre più fiabeschi, innovativi e sorprendenti. Fibra d’ispirazione, il lino è onnipresente e tesse così naturalmente il legame tra design e moda. Si nasconde in ogni camera della Maison Moschino (Milano), albergo che si ispira tanto all’alta moda quanto alle fiabe e leggende della nostra infanzia. Si può dormire nella camera di Alice nel Paese delle Meraviglie, nel cuore di una foresta soffice o in un letto a forma di un sontuoso abito da sera... Ritroviamo il lino a Tokyo, nel Llove Hotel; dei designer olandesi (Scholten & Baijings, Pieke Bergmans, Richard Hutten e Joep van Lieshout) e giapponesi (Yuko Nagayama, Hideyuki Nakayama, Ryuji Nakamura et Jo Nagasaka) hanno firmato camere talvolta degne della principessa sul pisello. Il lino si fa sobrio, di un

hotel exchange [nl] www.exchangeamsterdam.com

bianco puro nel “3 rooms” della rue de Moussy, albergo parigino di Azzedine Alaïa, o sensuale come nel velluto delle poltrone dalle tinte forti dell’albergo Crystal Champs Elysées, sotto l’impulso del capriccioso Mattia Bonetti. Sconcertante, l’incursione in un altro mondo? Non proprio, spiega Sacha Walckhoff, direttore creativo della maison Christian Lacroix. “Dai tessuti della moda a quelli dell’arredamento, le tecniche sono identiche ma le proporzioni e l’uso sono differenti”. A Parigi, Christian Lacroix ha investito nel 2005 nell’albergo du Petit Moulin, poi nel Bellechasse nel 2007 e infine nell’albergo Le Notre Dame nel 2010. Forti del successo ottenuto, gli investitori di questi due ultimi stabili hanno affidato a Stella Cadente la decorazione di un nuovo indirizzo parigino. Se partite con amici e disponete di budget diversi, allora l’albergo Exchange è fatto per voi. Suzanne Oxenaar, direttrice artistica del Llove hotel di Tokyo (e del Lloyd a Amsterdam) ha immaginato questo concetto unico, inaugurato nel dicembre del 2011 : riunire in uno stesso albergo differenti livelli di confort, dalla prima alla quinta stella. In più, ogni camera è stata decorata da un giovane stilista del Fashion Institute di Amsterdam. Nella categoria più lussuosa, si nota la presenza di una camera molto “lino” : muri, soffitti e arredamento decorati dalla nostra fibra portafortuna.


Barefoot on linen : luxurious and contemporary ——— It’s simple, the linen carpet has become the new centerpiece of our homes. Whether it is tufted, woven or needle-felted, in 100% linen or a linen blend, the carpet seems to be the latest designers’ obsession… and linen their best friend! Il tappeto di lino si è naturalmente imposto come il nuovo capolavoro dei nostri interni. Che sia a pelo lungo, tessuto o cardato, 100% lino o in mischia, il tappeto sembra essere l’ultima ossessione dei designer... ed il lino, il loro migliore alleato!

In Europe, Belgium is by far the leading carpet manufacturer globally, second only to the USA. This textile sector generated over 1.5 billion euros* in 2011 (from a hundred companies spread across 125 production sites). Back in the Middle Ages, Belgian tapestries were treasured and exported throughout Europe. The secret of their success? Know-how and well-preserved skills that have evolved with the progress of technology. In Europa, il Belgio è in testa ai paesi produttori di tappeti, secondo al mondo dopo gli Stati Uniti. Un mercato tessile che nel 2011 ha generato più di 1,5 miliardi di euro* (un centinaio di datori di lavoro si dividono le 125 unità produttive ufficialmente registrate). Nel Medioevo, la tappezzeria belga suscitava già l’invidia di tutti e veniva esportata in tutta Europa. Il segreto del suo successo? Know-how unici e salvaguardati, che si sono evoluti con i progressi tecnologici. stepevi [tr] www.stepevi.com

*Source : Fedustria, Federation of the Belgian Textile, Wood and Furniture Industry


D ESI G N carp e t s

ogeborg [se] & luca nichetto www.ogeborg.se

rectangle d'or [fr] www.rectangledor.com

06 —— 07

The carpet welcomes us into the entrance hall, it is the focal point in the living room and the first thing our feet touch when we jump out of bed each morning: in the intimacy of our homes, linen is a key material. We love its softness, comfort, easy-care qualities and contemporary look plus its anti-static, anti-bacterial properties. In short, it is as beautiful as it is reliable… and lasts over time. Il tappeto ci accoglie all’entrata. È il punto focale della decorazione del salotto e ci offre il primo contatto, appena alzati, ogni mattina: nel cuore della sfera intima, il lino è un materiale insostituibile. Si apprezza la sua morbidezza ed il suo comfort, come la sua facilità di manutenzione, il suo aspetto risolutamente contemporaneo, così come le sue proprietà antibatteriche e antistatiche. In breve, è tanto bello quanto affidabile ed è anche fedele nel tempo.

az&mut [fr] www.az-et-mut.fr

linteloo [nl] www.linteloo.com

kasthall [se] & jean-marie massaud www.kasthall.com

secrets of linen [be] & pierre didier www.secretsoflinen.com

kasthall [se] & paola navone www.kasthall.com


© sébastien randé - celc


08 —— 09

h e r i t ag e

Linen, a vector for development ——— Elodie Palasse Leroux

the linen book 2012

www.deltracon.be www.graziano.it www.kohro.it www.lemaitre-demeestere.com www.libeco.com www.mgtextile.it www.r3ilab.fr www.verilin.be

Linen overturns its established qualities, making innovation an essential protein of its DNA. Associated with traditional know-how and a good degree of anticipation, linen is, without question, a truly creative genotype passed on by generations of European weavers. Astute inheritors and determined entrepreneurs, these heads of industry are leaders in their respective fields. They don’t hesitate to challenge the classic use of linen, to explore new areas of application! Il lino stravolge le sue conquiste e fa dell’innovazione l’elemento indispensabile del suo DNA. Associato a know-how ancestrali e a una certa dose di anticipazione, si parla di un vero e proprio genotipo creativo, trasmesso alle generazioni di tessitori europei. Eredi attenti o imprenditori determinati sono tutti leader nei loro settori: non esitano, tuttavia, a sfidare gli usi del lino ed a scoprire nuove aree di applicazioni!

Linen is airy … and flameproof

Il lino prende l’aria, ma non il fuoco

Olivier Ducatillion, a furniture specialist, director of Lemaitre-Demeestere (a weaver) and spokesperson for “Made in France”, has been involved with Open Innovation since 2008: launching innovative prototypes using excellent, creative textiles. A partnership with the Sismo designers resulted in the conception of a cocoon armchair with a unique, modular curtain whose weave varies from the lightest to the heaviest on the same panel, isolating the user*. The outdoor is a major trend that opens up further possibilities for linen with water repellent, anti-UV and anti-mildew fabrics. Deltracon specializes in invisible treatments and refined textures that maintain the fabrics’ supple hand, so characteristic of the drape of 100% linen. Libeco Lagae – a Belgian weaver founded in 1858 and run by the family’s 5th generation – has succesfully anticipated the increasing demand for flax composites and has developed a flame-retardant black-out curtain liner, a revolutionary product for use to decorate public areas. * a development created as part of the R3iLab program.

Olivier Ducatillion, esperto nell’arredamento e portavoce del Made in France, alla direzione della tessitura Lemaitre-Demeestere, pratica dal 2008 l’Open Innovation: come sviluppare prototipi innovativi sulla base di creazioni tessili d’eccellenza. In coppia con i designer Sismo, nasce una poltronabozzolo dotata di una tenda modulare unica, la cui tessitura si declina su un stesso strato, dal più leggero al più pesante, permettendo al fruitore di isolarsi*. L'outdoor è una tendenza importante che apre più campi di applicazione con il lino grazie a tessuti di lino impermeabili, anti UV e antimuffa: Deltracon si è specializzato nei trattamenti invisibili e nelle armature raffinate che conferiscono al tessuto una mano morbida, così caratteristica dei drappeggi 100% lino. Per quanto riguarda Libeco Lagae - tessitura belga creata nel 1858 e gestita dalla quinta generazione di dirigenti - l'azienda ha saputo anticipare con successo la crescente necessità di lino composito e ha appena sviluppato un lino coprente ignifugo, una rivoluzione nei progetti di decorazione di spazi pubblici. * Sviluppo realizzato nell’ambito del programma R3iLab.

Surprise and seduce

Sorprendere e sedurre

Verilin, a high-end Belgian home textile brand headed by Lauriane Vercruysse, continues on a path of perfection, made-to-measure and a personalized approach. The graphic Normandy bed linen collection allows customers to place the gold and silver threads wherever they want them in the weave! We see similar daring at Graziano, a company in the Italian Piedmont founded in 1841. His "crashed linen" a dense textile, plaited and herringbone overturns the norms of washed linen. The secret: sophisticated weaves made of dyed threads that result in two-tone effects.

Marchio belga di alta gamma per il tessile casa, Verilin, e alla sua guida Lauriane Vercruysse, continua sulla via del perfezionismo, della personalizzazione e del su misura. La collezione grafica della biancheria da letto Normandy integra la possibilità di collocare dove vi pare le linee di fili dorati e argentati che la compogono! Stessa audacia da Graziano, impresa piemontese fondata nel 1841. Il suo “Crashed linen”, tessuto spesso, intrecciato e spinapesce, sconvolge i codici del lino lavato che invade i nostri interni. Il segretto : armature sofisticate costituite da fili colorati per risultati bicolore.

Martinelli Ginetto – a company that is over a hundred years old - doesn't hesitate to overturn the norm by proposing to decorators and interior designers, their new brand Kohro, a full range of 1000 fabrics for furniture, table and bed linen, wall decorations… all delivered in 48 hours! The novelty is in the ordering: only one meter is required! Upholding a time-honored heritage while meeting new consumer expectations: an essential continuity that is understood by all these companies.

Da Martinelli Ginetto, azienda più che centenaria, non esitano a sconvolgere le abitudini, fino a proporre ai decoratori e architetti d’interni con il nuovo marchio Kohro, una gamma completa di 1000 tessuti per l’arredamento, la biancheria da tavola et da letto, la decorazione murale... tutti disponibili in 48 ore. La novità consiste nell’ordine: un metro come minimo è richiesto! Conservare l’eredità patrimoniale e nel contempo investire nelle nuove aspettative del consumatore: una continuità essenziale che queste imprese, hanno capito.


s o f a S H O P P IN G

am pm [fr] www.laredoute.fr

ercol [uk] www.ercol.com

Finding the —— pfister [ch] www.pfister.ch

deco on demand [fr] www.decoondemand.com

With minimal lines, in a “fifties” or baroque style, compact or over sized… the sofa is forever changing. The only constant: it is covered in linen, synonymous with softness and incomparable comfort. With its inbuilt versatility it can flatter all styles and the fiber’s strength guarantees the long life of your dream sofa.

linteloo [nl] www.linteloo.nl

graham and green [uk] www.grahamandgreen.co.uk


s o f a S H O P P IN G

kathy kuo [usa] www.kathykuohome.com

perfect sofa —— neoz by philippe starck [fr] www.driade.it

Linee minimaliste, aspetto « Fifties » o barocco, compatto o dotato di dimensioni generose, il divano si declina all'infinito. Unica costante : si veste di lino, sinonimo di dolcezza e di comfort incomparabili. Versatile, interpreta tutti gli stili e la resistenza della sua fibra assicura una lunga vita al divano dei vostri sogni.

cassina [it] www.cassina.com

ire mobel [se] www.iremobel.se

pinch [uk] www.pinchdesign.com


por t ra i t

“Autour du Monde” of Serge Bensimon ——— Elodie Palasse Leroux

There is so much to say about the career of Serge Bensimon, an amazing jack-of-all-trades who over the past few decades has been enormously successful in the field of fashion, home interiors and design. The connecting thread through these areas we discover is linen: a fabric he likes to wear, work with, develop and promote. Ci sarebbe molto da dire sul percorso di Serge Bensimon, formidabile eclettico che si distingue con successo da decenni nella moda, nell’universo della casa o del design. Tra le righe, troviamo il lino : un materiale che l'uomo ama indossare, lavorare, declinare e far conoscere.

His instinct and a well-trained eye – that he admits using during his years as an assistant to photographer Antonio Guccione at l’Officiel Magazine – never seems to let him down. And if he easily navigates from one field to another, it is because Serge Bensimon considers them all inter-connected. For fashion he evokes its “sociological dimension : fashion is also a study of how we eat, travel and live… The Bensimon philosophy goes beyond worldly points of reference and the usual fashion movements. My designs are linked by the same “art of living” mood which is reflected in the choice of our company’s colors and materials.” In the beginning, he discovered and adopted linen for his personal use : easy to wear, “even more beautiful when creased”, the fabric accompanied him as he traveled the world. Twenty-five years ago, he decided to share his taste for a “relaxed-chic” style in linen garments. He is also one of the people behind the success of washedout linen.

12 —— 13

“It’s been twenty years since we first sold washed linen sheets. I wanted the perfect finish, a little vintage, a soft touch: it took us long time to find the ideal treatment.” Sold in the Home Autour du Monde shops, his bed linen has also been available for five years by mail order. “I remain faithful to what I do, my style, “my” fabrics… Bensimon sheets are sold at 3 Suisses and our clothes at La Redoute. These two mail order giants both needed a real, strong story !” Serge Bensimon never believed that associating with these companies would affect his brand image which so perfectly combines the everyday and the exceptional. And the “Gallery S.Bensimon” recently unveiled the first linen composite armchairs and tables by designers Jean-Marie Massaud and Noé Duchaufour-Lawrance for the furniture house SaintLuc. The story continues. In linen, Serge Bensimon says he has found an echo of the values that made his label  : the fabric’s heritage cross-generational, unifying look, its way of improving with age, its reliability (a strong fiber and lasting color). Linen fabrics also convey the values of authenticity and simplicity so dear to Serge Bensimon. If we had to cite one example of this match made in heaven, this ideal marriage, it would be the iconic Bensimon sneaker, the brand’s true ambassador, recently re-created in a metallic linen version. In a gold or silver print, this “glittery” limited edition even had an exhibition dedicated to it at the Joyce Gallery in Paris.  “We sold it exclusively on our site as well as on Sarenza, in parallel with the Joyce Gallery in the Palais Royal. The result? A true best seller !” And since the designer’s following tends to be more constant than transient, he has decided to extend the idea : the gold or silverprinted linen sneaker will continue through to Summer 2013.


por t ra i t

Il suo istinto e il suo occhio esperto - di cui si è avvalso per alcuni anni assistendo il fotografo Antonio Guccione alla rivista L’Officiel - non sembrano mai tradirlo. E se spazia con facilità da una disciplina all'altra, è perchè Serge Bensimon le considera interdependenti. Evoca la "dimensione sociologica” della moda : la moda consiste anche nello studio del nostro modo di mangiare, viaggiare, vivere ... La filosofia di Bensimon sfugge ai punti di riferimento temporali, dunque ai movimenti della moda per essere esatto. Le mie creazioni sono legate dallo stesso spirito di "lifestyle" che si traduce nella scelta di colori e materie emblematici del marchio." All’inizio, scopre e adotta il lino per uso personale: facile da vivere “ancora più bella sgualcita”, la materia lo accompagna nelle sue peregrinazioni intorno al mondo. Venticinque anni fa, decide di condividere il suo gusto per lo stile "casual chic" dei vestiti di lino. E 'anche uno dei fautori del lino lavato. “Proponiamo le lenzuola di lino lavato da venti anni. Volevo una finitura perfetta, vellutata, un po’ vintage, molto morbida : per trovare il trattamento ideale, abbiamo avuto bisogno di molto tempo.” Distribuita nei punti vendita Home Autour du Monde, la biancheria da letto è anche proposta da circa cinque anni da un utente del sistema di vendita per corrispondenza. “Sono molto fedele a quello che faccio, al mio stile, alle “mie” materie... Le lenzuola sono proposte da 3 Suisses ed i vestiti Bensimon da La Redoute. Due giganti francesi della vendita per corrispondenza che avevano bisogno di una storia vera, forte!” Bensimon non ha mai temuto che l’associazione modificasse l’immagine del suo marchio, che permette appunto al quotidiano e all’eccezionale di convivere. Ed è ancora nella sua “Gallery S. Bensimon” che si scoprono le prime poltrone e tavoli in composito di lino dei

designer Jean-Marie Massaud e Noé Duchaufour-Lawrance, per l’editore SaintLuc. La storia è perenne. Serge Bensimon spiega che il lino fa eco ai valori che hanno creato la sua griffe : un aspetto patrimoniale, transgenerazionale e unificante della matiera; il suo modo di impreziosirsi con l’uso, la sua fedeltà (la resistenza della fibra et del colore nel tempo). Una matiera che sa anche trasmettere i valori di autenticità e di semplicità cari à Serge Bensimon. Se si dovesse ancora dare un esempio di questo “match made in heaven”, di quest’unione ideale, sarebbe quello dell’iconica e piccola scarpa Bensimon, vera ambasciatrice del marchio, rivisitata recentemente in una versione lino metallizzata. Stampata in oro o argento, a questa edizione limitata “glitter” è anche stata dedicata un’esposizione alla galleria Joyce, a Parigi. “L’abbiamo proposta in esclusiva sul nostro sito di vendita online e su Sarenza, in parallelo alla galleria Joyce al Palais Royal. Il risultato? Un vero best-seller! » E come il creatore preferisce essere fedele piuttosto che effimero, ha deciso di trasformare l’esperimento: la scarpa di lino stampata in oro o argento accompagnerà finalmente i nostri passi fino all’estate 2013.

www.bensimon.com www.3suisses.fr www.laredoute.com www.saintluc.fr www.sarenza.com


T A B LE A R TS

Linen makes the party!

———

Natural linen fiber has a soft sheen, subtly catching and reflecting the light. As a true seducer, it plays up its intrinsic values and highlights its benefits with damasks or sophisticated elegance, satiny weaves or print designs. For a family Christmas or a New Year with friends, linen brings warmth and conviviality to the table and helps kick off the festivities. In a “rough” wash, it is mat and velvetly; a powdery sensuality with an iridescent print, it subtly evokes the delicacy of frost; metal-coated and paired with lurex, it has a definite glamour. Al naturale, la fibra di lino possiede questa brillantezza leggera e discreta che attira e riflette sottilmente la luce. Vera seduttrice, gioca con questo dono intrinseco, evidenzia i suoi vantaggi arricchendosi di damaschi dall’eleganza sofisticata, di tessiture satinate, di motivi traforati...Natale in famiglia o cenone tra amici, il lino conferisce alla tavola calore e convivialità, stimola lo spirito della festa. Lavato in modo approssimativo, diventa opaco e vellutato, di una sensualità cipriata; brinato con un effetto iridescente, evoca la delicatezza dei gelidi inverni; spalmato con metallo, combinato al lurex, assume perfino un aspetto glamour.

“As I love the feel of linen on my skin, I very soon made it a "must" for our tablecloths and napkins. Its fineness and starchiness – which give it form and it folds easily – can only appeal to a chef who is profoundly sensitive to textures!”

Linen-lurex table runner Runner in lino-lurex salsaverde www.salsaverde.eu Linen-lurex napkin Tovagliolo lino-lurex verilin www.verilin.be Glittery-striped linen table runner Runner in lino rigato glitter salsaverde www.salsaverde.eu Gauze Garza teixidors www.teixidors.com

14 —— 15

« Amando il contatto del lino sulla pelle, l’ho voluto subito per tovaglie e tovaglioli. La sua finezza e la sua inamidatura – che gli conferiscono grande tenuta permettendogli di piegarsi e di stendersi – non possono che sedurre un capocuoco necessariamente sensibile, per definizione, alla consistenza! » Anne-Sophie Pic, Chef at the Maison Pic, Valence, France. THE LINEN BOOK 2012. Anne-Sophie Pic, Capocuoco della Maison Pic, Valence, France. THE LINEN BOOK 2012.


T A B LE A R TS

Gold-printed linen tablecloth Tovaglia in lino stampa oro o.j van maele www.vanmaele.be Embroidered openwork linen napkin Tovagliolo lino traforato linen me www.linenme.com «Christmas» linen napkin Tovagliolo lino «Natale» libeco home www.libeco.com Embroidered napkin Tovagliolo ricamato eri textiles www.eri-textiles.com Embroidered openwork linen tablecloth Tovaglia lino traforata linen me www.linenme.com

3-D print table runner with silver cloqué effect Runner con stampa 3D ad effetto cloqué argento deltracon www.deltracon.be Linen-metal weave table runner Runner in lino-metallo charvet editions www.charvet.com

Linen and silver metal tablecloth Tovaglia lino e metallo argentato graziano www.graziano.it Golden linen table runner Runner in lino dorato poemo design www.poemodesign.it Napkins with cristals Tovagliolo con cristalli decopur www.decopur.com

Linen jacquard table runner Runner in lino jacquard lapuan kankurit www.lapuankankurit.fi Checkerboard linen napkin Tovagliolo lino a scacchi vieboeck leinen www.vieboeck.at

Rough linen napkin Tovagliolo lino grezzo libeco home www.libeco.com

CLUB MASTERS OF LINEN is the textile seal of excellence guaranteeing 100% traceability of European linen. CLUB MASTERS OF LINEN è il sigillo tessile garante dell’eccellenza e della tracciabilità 100% europee del lino.


NE W S LIFESTYLE

Bold and beautiful ——— TEKSTIIL RUUMIS [EE] -----Monika Järg, an Estonian designer based in Tallin, had the clever idea to take advantage of some of flax fiber’s qualities to produce interior design panels she calls Nest. In felted linen, they improve «a room’s accoustics and micro-climate; this is an ideal insulation material.» With her associate, Keret Alpere, she has developed prototypes in flax/wood or flax/rubber combos that play with shapes and thickness. Some hotels have immediately seized on the concept, equipping their conference rooms with these panels with their sophisticated design and total effectiveness. Monika Jarg, designer estone con sede a Tallinn, ha avuto la buona idea di sfruttare certe qualità della fibra di lino per la produzione di pannelli per arredamento d’interni, denominati Nest. In lino infeltrito, migliorano “l’acustica ed il microclima della stanza; è l’isolante ideale”. Con il suo socio, Keret Alpere, ha declinato i suoi prototipi in combinazioni lino/legno e lino/caucciù, giocando sui motivi e sugli spessori. Certi alberghi hanno subito adottato quest’invenzione, dotando le loro sale conferenze di questi pannelli dal design raffinato, in modo efficace.

16 —— 17

www.tekstiilruumis.ee

DELSEY [FR] -----In a truly esthetic and technical feat, Delsey has perfected a flax composite « 24-hour  » suitcase: in 50% flax and thermo-plastic resin with a calf leather trim in an innovative, commercial shape. Strong and timeless, it invites us to «  travel another way ». The launch is a limited edition ! Vera prodezza – tanto estetica quanto tecnica – per questa valigia “24 ore” in lino composito, realizzata da Delsey : composta al 50% da lino e da resina termoplastica, strutturata dall’uso di pelle di vitello, è altrettanto innovativa quanto la sua linea così riuscita. Discreta ma unica, le sue tinte naturali valorizzano il suo design curato. Solida, intramontabile, ci invita a “viaggiare altrimenti” : un primo test in serie limitata! www.delsey.com


NE W S LIFESTYLE

Audacia ed eleganza ——— TIMOROUS BEASTIES [UK] -----We adore the irreverence of this Scottish design studio : taking a closer look, their toiles de Jouy reveal shocking scenes of contemporary Glasgow, far from the pastoral scenes favored by Rubens and Boucher! They push the boundaries of traditional style in an off-beat, contemporary way. So British! Walls and furniture are adorned with chic insolence and emphasised with the sensuality of linen. Si apprezza l’irriverenza di questo studio di design scozzese : le loro tele di Jouy svelano, dopo un accurato esame, scene a volte sconvolgenti di una Glasgow contemporanea, molto distanti dalle pastorali care a Rubens e Boucher! Come sconvolgere i codici di uno stile secolare in uno spirito non convenzionale e contemporaneo. Così british! Pareti e mobili si ornano così di un’insolenza molto chic che l’impiego di un lino sensuale mette in evidenza in modo stupefacente. www.timorousbeasties.com

EPICE [FR] -----To celebrate their brand’s 10th anniversary, Epice designers Bess Nielsen and Jan Machenhauer, opened their first Paris boutique two years ago in the magical Palais Royal. With Scandinavian understatement, the 50-square meter shop offers a unique setting for multi-faceted linen enriched with enchanting colors for scarves, stoles or beautifully reupholstered antique furniture in the pure tradition of Danish design… it goes without saying ! Epice, il marchio dei creatori Bess Nielsen e Jan Machenhauer inaugurava due anni fa, in occasione del suo decimo anniversario, la sua prima boutique parigina nelle mitiche gallerie del Palais Royal. Di una sobrietà nordica, i pochi 50m² dello spazio offrono un ambiente unico al lino : un lino multiplo che si arricchisce di toni stupendi, si declina in sciarpe, in foulard e altre stole e che può anche ricoprire con eleganza mobili vintage – nella più autentica tradizione del design danese, questo va da sé! 27-28, Galerie Montpensier, Jardins du Palais Royal, 75001 Paris www.epicedesign.com


linterview

LUCA NICHETTO ———

4 QUESTIONS TO LUCA NICHETTO, DESIGNER L'INVITATO RISPONDE ALLE NOSTRE 4 DOMANDE Le fil du lin ~ Does linen play a role in your everyday life ? Luca Nuchetto ~ I remember the linen sheets from my childhood in the summertime. It was so hot in Italy that it was the only fabric we could sleep on ! But I only began taking an interest in it later as an adult, during my trips to France, when the fabric’s role took on another dimension. In the Scandinavian countries where natural materials play a key role, linen is everywhere … and used everyday. In Sweden, we are very conscious of the environment, so linen is everywhere for clothes, the sauna… we really appreciate linen curtains in the Winter : they insulate but let the day light in… LFDL ~ In Milan, you discovered the fabrics in the “Home Textile 2012” collection in the Linen Dream Lab. This is how the Paffuta chair was conceived… LN ~ This exciting discovery helped me persuade Discipline, the furniture house, that linen was the perfect fabric for this armchair. I wanted to create a cozy effect and linen’s softness and drape allowed me to realise what I had in mind. LFDL ~ Linen also is a component of the Bevel rug* you created this year for the Swedish editor Ogeborg. Do you think you will repeat this idea again? LN ~ For the moment … it’s top secret! However, I do admit to a strong attraction to this unusual fabric that is so versatile and full of surprises… it lets us imagine many different uses. LFDL ~ If you had the opportunity to develop a project with linen, what would you do? LN ~ It is natural that I turn to this fabric. Today it is important to use natural materials that are eco- friendly and sustainable, like linen: it means things will last longer and improve the lifestyles of the people who use them. Why not a total LINEN home?

* See page 7 * Vedere page 7

Il filo di Lino ~ Quale ruolo il lino gioca nella sua via quotidiana? Luca Nuchetto ~ Mi ricordo delle lenzuola di lino della mia infanzia, in estate. Faceva tanto caldo in Italia che il lino era l’unico tessuto sul quale potevamo dormire! Ma ha iniziato ad interessarmi più tardi, da adulto, in occasione di soggiorni in Francia, dove lo spazio lasciato a questa fibra presenta un’altra dimensione. Nei paesi scandinavi, dove le materie naturali giocano un ruolo importante, il lino è dappertutto nel quotidiano. In Svezia, si presta un’attenzione particolare all’ambiente, ecco perché il lino è onnipresente (nell’abbigliamento e in sauna...). Si apprezzano le tende di lino in inverno : isolano ma permettono di lasciar passare un po’ di luce del giorno. IFDL - A Milano, ha scoperto al Linen Dream Lab la selezione dei materiali “Home Textile 2012”. La paffuta chair è nata così... LN – Una scoperta entusiasmante che mi ha portato a convincere l’editore, Discipline, che il lino era la materia insostituibile per questa poltrona. Desideravo ottenere il massimo del confort, e la morbidezza del lino, il suo drappeggio, mi permettevano di realizzare quello che avevo in mente. IFDL – Il lino è anche parte della composizione del tappeto Bevel* che ha realizzato quest’anno per l’editore svedese Ogeborg. Ha intenzione di ripetere l’esperienza prossimamente? LN – Per il momento…è “top secret”! Posso tuttavia confessare una grande attrazione per questa materia sorprendente, piena di sorprese, la cui versatilità permette di considerare molteplici applicazioni. IFDL – Se avesse la possibilità di sviluppare un progetto con il lino, verso cosa si orienterebbe? LN ~ Mi concentrerei naturalmente su questa materia. Oggi, è importante utilizzare materie naturali, rispettose dell’ambiente e resistenti, come il lino : permette agli oggetti di vivere più a lungo e ai fruitori di vivere meglio. Perché non una casa interamente in LINO? www.lucanichetto.com

18 —— 19

paffuta armchair, discipline [it] www.discipline.eu

Now established in both Italy and Sweden, Luca Nichetto began his career in 1999. In his Milan and Stockholm studios, this prolific designer creates furniture, rugs, lights, china and accessories for brands such as Cassina, Moroso, Discipline, Petite Friture, La Chance, Established & Sons, Venini … Though his first memories of linen were anchored in his Venitian childhood, it was only recently, after a visit to the Linen Dream Lab Milano, that Luca Nichetto began using this material. Stabilitosi tra Italia e Svezia, Luca Nichetto ha iniziato la sua carriera nel 1999. Questo designer prolifico immagina dai suoi studi di Milano e Stoccolma, arredamento, tappeti, lampade, stoviglie e accessori per marchi come Cassina, Moroso, Discipline, Petite Friture, La Chance, Established & Sons, Venini, ecc. I suoi primi ricordi di lino sono radicati nella sua infanzia veneziana, ma è solo recentemente, in occasione di una visita al Linen Dream Lab Milano che Luca Nichetto si è appropriato di questa materia.


VE R B A TIM

They talk about it in THE LINEN BOOK Ne parlano in THE LINEN BOOK “Today's agriculture produces not only our food but also energy, as well as fibres like flax used to make some innovative and very hightech products. Europe has to keep on inventing, to develop ever more innovative, quality products, and to promote the high added value of our goods, both on the continent and world-wide.” “L’agricoltura oggi è il nostro sostentamento. Ma non solo. E’ anche l’energia. O le fibre come il lino, con produzioni spesso innovative e di altissima tecnologia. L’Europa deve continuare a investire sia per sviluppare prodotti sempre più innovativi, orientati verso la qualità, che per promuovere ulteriormente in Europa e nel mondo l’elevato valore aggiunto delle nostre produzioni.” Dacian Ciolos, European Commissioner for Agriculture and Rural Development, Commissario europeo, responsabile dell’Agricoltura e dello Sviluppo rurale

“Rare and broken, both at Court and the and in the country, my precious sleep requires nothing more than white linen sheets on my bed and a white linen nightshirt.” “Raro e frazionato, il mio prezioso sonno non necessita – a Corte come in guerra – che di lino bianco per le lenzuola del letto e la camicia da notte.” As Napoleon commented, Secondo Napoleone I

“Vegetal or animal? Plant or organic structure? The first time I held flax in my hand I was totally amazed. This naturally heavy, fleshy, luminous fibre, with its blue-grey tones – that I was told had been 'combed' – I remember above all its sensuality. A vocabulary that is familiar to me ! Truly an accessory for beauty enhanced with its combination of strength, naturalness and feminity. This fabric would even inspire me for linen wigs!” “Vegetale o animale ? Pianta o struttura organica ? La prima volta che ho preso il lino tra le mani la mia sorpresa è stata totale ! Di questa fibra naturalmente pesante, carnale, luminosa, dalle sfumature grigio-blu e che mi è stato detto essere “pettinata”, ricordo la sensualità. Un lessico che me la rende familiare ! Un vero e proprio strumento di seduzione che racchiude in sé forza e femminilità. E perché non pensare a delle parrucche in lino ?” John Nollet, Hair Designer

"Its lightness and its natural ability to absorb vibrations make European flax a technical partner of the automotive industry, especially when it comes to acoustics.” “Assorbimento delle vibrazioni fanno del lino tessile europeo un partner tecnico dell’industria automobilistica, in particolare in campo acustico.” Arnaud Duval, Acoustics and Soft Trim Innovation, Faurecia

“Because its simple and unobtrusive, linen thread is the essential friend of leather.” “Per la sua presenza umile e discreta, il filo di lino è l’indispensabile alleato del cuoio.” Isabelle Arnadi, Hermès

“Linen is to the designer what marble is to the sculptor, an aristocratic material.” “Il lino è per il sarto ciò che il marmo è per lo scultore, una materia nobile.” Christian Dior

“Linen is the unavoidable expression of a new contemporary approach related to nature and the environment.” “Il lino è l’espressione necessaria di un nuovo percorso contemporaneo legato alla natura e all’ambiente.” Aurélie Mathigot, Artist, Artista

“I'm awed by the fact that this plant, which links together Egypt, Greece and the Roman Empire, and serves to establish communication between the different parts of the World, is produced by such a small seed, has the appearance of such a fine stalk, and grows no higher above the ground…” “Un aspetto meraviglioso che mi colpisce è che questa pianta comune all’Egitto, alla Grecia, all’Impero romano, che serve a stabilire delle comunicazioni tra le diverse parti del mondo, nasca da un seme così piccolo, abbia all’apparenza uno stelo tanto fine, si innalzi poco al di sopra della superficie della Terra…” Pliny, Plinio il Vecchio

THE LINEN BOOK The Linen Book, a reference volume on a 100% linen lifestyle, is dedicated to buyers, interior decorators, designers, architects and all the trendsetters of Design and Decoration. In this attractive book-object, experts talk about linen as a material that is both reassuring and unexpected, contemporary and multi-sensorial, echoing the demands of responsible consumption. The Linen Book, opera di riferimento sull’Arte di vivere in 100% lino, interamente dedicata a compratori, arredatori d’interni, designer, architetti, tutti prescrittori del Design e dell’Arredo. In questo libro oggetto, gli esperti parlano del lino come di un materiale tanto rassicurante quanto inatteso, contemporaneo e multisensoriale, che risponde alle esigenze di un consumo responsabile.

The journal all about linen & hemp #08 Sul filo di lino e di canapa, n°08 Publication Director / Direttore della Pubblicazione Marie-Emmanuelle Belzung Coordination / Coordinamento Sophie Vandamme, Project manager Elodie Palasse Leroux Gwénola Periot, intern Editorial writing / Redazione Elodie Palasse Leroux Translation / Traduzione Carol Lipton (US), Aurélie Nalbone (IT) Creative Direction / Direzione Creativa icône Paris – www.iconeparis.com Art Direction / Direzione Artistica icône Paris – www.iconeparis.com Cover Illustration / Illustrazione copertina Sébastien Randé - CELC CELC is not responsible in the case of any omissions or errors of copyright in photo captions reproduced in this magazine. In case of a third party’s disagreement on this subject, CELC will put them in contact with the company that supplied the photo so they can address the issue with them directly. CELC non sarà ritenuta responsabile in caso di assenza o inesattezza della citazione del copyright degli autori delle fotografie riprodotte in questo giornale. In caso di contestazione da parte di terzi a tale proposito, CELC provvederà a metterli in contatto con la società fornitrice della fotografia affinché la controversia possa essere risolta direttamente. CELC MASTERS OF LINEN Marie-Emmanuelle Belzung, Director / Direttore mebelzung@mastersoflinen.com Alain Camilleri, Communication Director / Direttore della Comunicazione alain.camilleri@mastersoflinen.com Textiles / Tessile Marie Demaegdt, Project manager / Capo progetto marie.demaegdt@mastersoflinen.com T. +33 (0)1 42 21 06 83 Technical uses and Events / Tecnici e eventi Julie Pariset, Project manager / Capo progetto julie.pariset@mastersoflinen.com T. +33 (0)1 42 21 89 76 Communication & Partnerships / Comunicazione e associazione Sophie Vandamme, Project manager / Capo progetto sophie.vandamme@mastersoflinen.com T. +33 (0)1 42 21 89 77 Strategic partners / Partner strategici [UK] Susan McHugh Associates Susie McHugh – susie@susanmchugh.com Sue Spencer – suespencer@susanmchugh.com [IT] Elementi Moda Ornella Bignami – el.moda@elementimoda.it Press Offices / Uffici stampa Corporate press / Cosi Communication : Dimitri Soverini – dimitri@cosicom.net BtoB & BtoC press / presse B to B & B to C : 14 Septembre Marie-José Rousset-mariejoserousset@mlapresse.fr Stéphanie Morlat - stephaniemorlat@14septembre.fr

celc masters of linen 15 rue du Louvre 75001 Paris – France T +33 (0) 1 42 21 06 83 F +33 (0) 1 42 21 48 22 www.mastersoflinen.com


© sébastien randé - celc

The journal All about linen & hemp  

The journal All about linen & hemp

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you