Page 46

Recensioni Primo album del gruppo che propone musica bretone ed irlandese in un’unica raccolta

ZONK

di Giustino Soldano e Muriel Le Ny

G

ruppo bretone formatosi nel 2009, gli Zonk sono alla prima esperienza discografica con quest’album omonimo uscito nel novembre del 2013. Fanno parte del gruppo originale tre artisti che suonano anche in altre formazioni, prerogativa di molti musicisti bretoni e non solo: Yuna Léon, violinista, figlia d’arte (il padre Alain è chitarrista nel gruppo Oktopus Kafe) ha imparato a suonare da piccola e si è innamorata immediatamente delle danze bretoni e della musica irlandese. Fa parte anche dei gruppi “Tan De’i!”, formato da sole donne, tra le quali la famosa cantante Nolùen Le Buhé, e “KemperCeili”, solo per citarne alcuni. Kenan Guernalec, pianista, appassionato di jazz e blues, suona anche il flauto in altri gruppi tra cui quello franco-irlandese degli “Spring Barley”. Jaouen Le Goïc, all’organetto diatonico, in passato ha partecipato attivamente alla diffusione della musica bretone nel Trégor, una provincia al nord della Bretagna. Ha fatto parte fino al 2006 della “BroDreger Swing Orchestra”. Suona attualmente anche nel gruppo di musica bretone degli “Skirienn”. Interessato anche lui alla musica irlandese, interviene spesso insieme a Yuna in un collettivo di danze irlandesi di Rennes denominato “Le Roazhon Ceili Band”. Una curiosità: tempo fa ha soggiornato in provincia di Napoli. Nel 2013 è poi entrato a far parte degli Zonk, Ronan Le Dissez, suonatore di bombarda e flauto tra-

4646

30/2014

verso e facente parte anch’egli in passato della “Bro-Dreger Swing Orchestra”. Questa passione mista per la musica bretone ed irlandese ha stimolato senz’altro questi artisti alla pubblicazione del loro album, primo nel suo genere a quanto ci risulta. Abbiamo avuto modo di ascoltare per la prima volta gli Zonk a febbraio di quest’anno in un’affollatissima fest-noz alla Salle Cosmao di Lorient, organizzata dal Cercle Armor-Argoat, un circolo di danze locali e ci sono subito piaciuti. Yuna e gli altri elementi del

gruppo con la loro bravura ed entusiasmo hanno saputo trascinare il pubblico in un turbinio di danze praticamente senza sosta fino a tarda ora, quasi obbligati a concedere più di un bis. Tale entusiasmo l’abbiamo ritrovato nell’ascolto del loro album. Come si evince dal sottotitolo, il CD comprende un’alternanza di musiche bretoni ed irlandesi. Si comincia con un set di Jigs, di cui le prime due sono composte da Yuna, per proseguire con tre brani che fanno parte di una Suite di Gavotte, ispirata al gruppo bretone degli Skolvan. Si passa poi ad

Profile for Bohm Loris

Lineatrad 30-2014  

Festival Suq a Genova Fausta Vetere Premio Andrea Parodi Celtie d’Oc Festen ‘Oc Premio Giovanna Daffini Gran Bal Trad La Fieste da Sedon...

Lineatrad 30-2014  

Festival Suq a Genova Fausta Vetere Premio Andrea Parodi Celtie d’Oc Festen ‘Oc Premio Giovanna Daffini Gran Bal Trad La Fieste da Sedon...

Profile for lineatrad
Advertisement