Page 36

Argomenti

“La Megghiu Gioventù”: Santi Donato (chitarra e voce), Emanuele Catalfamo (fisarmonica e organetto), Santino De Pasquale (chitarra e voce), Santo Buglisi (percussioni e voce), Francesco Ferrise (basso) e Alessio Triolo (mandolino e chitarra)

diversi festival: “Medi-Terrae 2010”, “Espressivamente 2010”, “Notte Giovani Artisti 2010”, “Musikarte 2011”, classificandosi al primo posto a “La Sicilia: grandi talenti e splendido territorio” (Montagnareale agosto 2010) e nella sezione inediti del “XXVIII Festival dei Nebrodi” di Capo d’Orlando. Tutti i componenti del gruppo hanno maturato un’esperienza decennale nell’ambito del folklore durante la loro permanenza nel gruppo folk “I Sikani” di Castroreale, con il quale hanno preso parte a numerosi concerti e festival in Italia ed all’estero. Nel 2011 hanno prodotto il loro primo Cd di canzoni inedite, “Porta du Ventu” (Porta del vento), con testi frutto della fantasia di Santo Buglisi e Santino De Pasquale, autore, quest’ultimo, anche delle musiche e arrangiamenti realizzati da tutti i ragazzi del gruppo. I temi spaziano dalla leggenda alla tradizione, toccando temi di scottante attualità. Ho avuto modo di ascoltare con attenzione i brani del loro disco. Tralasciando considerazioni stilistiche o di altro genere, mi sono concentrato sull’analisi testuale dei componimenti. Uno più degli altri, ha catturato il mio interesse. E’ una canzone che, sia per il titolo, sia per i suoi contenuti, può essere considerata, a ragione, il manifesto del gruppo: “A Megghiu Gioventù”. E’ un canto di denuncia, esplicita, forte, chiara. Eccovelo, con traduzione a fronte. Una frase, più di tutte, colpisce: “Siamo la gioventù migliore, siamo noi il futuro…. e desideriamo solo lavorare sodo”. Ed è, sovente, proprio la gioventù migliore, (“A megghiu gioventù”, per l’appunto) costretta dagli eventi,

3636

30/2014

dalla mancanza di strade percorribili o dall’impossibilità di ritagliarsi uno spazio, a scappare, a fuggire, in obbligo a leggi non scritte, da questa terra bellissima e martoriata, alla quale visceralmente è legata ma che, paradossalmente, non offre opportunità. E allora accogliamo con estrema gioia questa inversione di tendenza e speriamo che altri giovani come Santi, Emanuele, Santino, Santo, Francesco e Alessio,

La copertina di “Porta du Ventu” – LMG 2011

Profile for Bohm Loris

Lineatrad 30-2014  

Festival Suq a Genova Fausta Vetere Premio Andrea Parodi Celtie d’Oc Festen ‘Oc Premio Giovanna Daffini Gran Bal Trad La Fieste da Sedon...

Lineatrad 30-2014  

Festival Suq a Genova Fausta Vetere Premio Andrea Parodi Celtie d’Oc Festen ‘Oc Premio Giovanna Daffini Gran Bal Trad La Fieste da Sedon...

Profile for lineatrad
Advertisement