Page 1


GIOVANNI MEREGHET TI

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU PASSANDO PER IL MONDO

Festival di Viaggi, Luoghi e Culture


IL RICAVATO DELLA VENDITA DI QUESTO LIBRO FINANZIERÀ I PROGETTI DI LES CULTURES ONLUS

www.immagimondo.it www.lescultures.it

© Bertelli Editori snc, Trento www.lineagraficabertelli.it © Fotografie di Giovanni Mereghetti www.giovannimereghetti.it ISBN 88-902073-9-6


NORVEGIA URSS OL ANDA UNGHERIA CEC OSLOVAC CHIA SPAGNA FR ANCIA TURCHIA GIORDANIA IR AQ OMAN Q ATAR Y EMEN PAK IS TAN SRI L ANK A INDIA NEPAL TIBE T CINA M YANMAR THAIL ANDIA CAMBOGIA VIE TNAM SING APORE INDONESIA AUS TR ALIA MESSIC O GUATEMAL A CILE ARGENTINA BOLIVIA MAURITANIA MAROCCO ALGERIA TUNISIA LIBIA EGIT TO SUDAN E TIOPIA TANZ ANIA Z ANZIBAR MADAG ASCAR MAL AWI BOTSWANA ZIMBABWE SUDAFRICA NAMIBIA BURK INA FASO C OS TA D’AVORIO SENEG AL G AMBIA NIGER MALI


uovermi sulle strade del mondo, il piacere di una vita. Un modo di essere. Viaggiare mi esalta, mi fa sentire libero e il pensiero di poter raccontare, attraverso semplici istantanee, ciò che ho provato e quanto hanno visto i miei occhi mi fa sentire in qualche modo appagato e più ricco interiormente. Preparare lo zaino, andare, osservare e fotografare. Ma che senso può avere tutto questo? Ho sempre creduto che ogni scatto fotografico sia come un seme piantato nella terra. A volte questi semi diventano alberi. Come per metamorfosi qualcosa cambia, o semplicemente non è più lo stesso. Sono passati molti anni da quando ho scattato la fotografia al globo d’acciaio che rappresenta la terra a Capo Nord. Non sapevo ancora che un giorno, questa mia passione, sarebbe diventata il mio lavoro, la mia vita. Oggi, dopo quasi un’esistenza, sono arrivato a Tombouctou. Lo spazio sembra finire, mi viene voglia di voltarmi e guardare il passato, ma non sono ancora stanco di conoscere. Guardo avanti, il viaggio continua. Chissà, forse spero ancora, in qualche parte del mondo, di trovare la chiave che aprirà la porta dei segreti. Viaggio per fotografare o fotografo per viaggiare? Mi sono sempre posto questa domanda a cui non ho mai saputo rispondere. Da ragazzino mi bastava accendere la luce del mappamondo per iniziare a sognare e, con la fantasia, girare il mondo. Oggi, attraverso i mass-media, osserviamo un po’ troppo fugacemente il mondo che ci circonda. Un paesaggio ha bisogno di tempo per essere visto a trecentosessanta gradi. Un istante non può farci capire cosa nasconde un volto. Per fissare la corsa di un ghepardo quanto tempo possiamo prenderci? Mi verrebbe da dire un cinquecentesimo di secondo. Giusto l’attimo appena sufficiente a congelare un frammento di vita, ed avere poi il resto dell’esistenza per osservarlo e comprenderlo attraverso la staticità dell’immagine fotografica. In una fotografia siamo noi a decidere cosa far vedere e cosa, invece, nascondere. Nell’immagine a colori definiamo ogni realtà oggettiva senza lasciar spazio all’immaginazione dell’osservatore. Nella monocromia di una visione in bianco e nero lo spettatore non è distratto o influenzato dai colori accesi o dai toni pastello, è lui che deve andare a svelare quello che manca nella parte visiva. E’ sempre lui che, se ne troverà il coraggio, azzarderà ad uscire dai bordi della stampa in cerca del suo mondo personale. Trasmettere emozioni attraverso una fotografia significa essere sempre in grado di ricostruire un sentimento. Quello che noi stessi, grazie al solo gesto di mettere a fuoco, abbiamo decodificato da uno stato d’animo. Un lungo viaggio, da Capo Nord a Tombouctou, per il solo piacere di viaggiare e comprendere la gente oppure anche per fare belle fotografie? Il viaggio è uno stato d’animo che guarda il mondo. La fotografia, invece, è solo un sentimento da regalare a chi vogliamo bene.

...

M

Giovanni Mereghetti


G li eroi piĂš sag gi furono quelli che visitarono molti luoghi e vagarono per il mondo : i poeti onorano chi ha visto le cit tĂ e conosciuto la mente degli uomini.

Strabone

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

NORV EGIA


C A P O NORD, 198 4


Vivere in una sola terra, è prigionia.

John D onne

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

URS S


MOSCA , 1989


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

OL A NDA


M A RK E N, 1986


Arrivando a ogni nuova cit tà il viag giatore ritrova un suo passato che non sapeva più d’avere : l’estraneità di ciò che non sei più o non possiedi più t ’aspet ta al varco nei luoghi estranei e non posseduti.

Italo Calvino

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

UNGHERIA


BUDA PE ST, 1990


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

CEC OSLOVAC CHIA


PR AG A , 1990


E gli uomini vanno a mirare le altezze de’ monti e i grossi flut ti del mare e le larghe correnti de’ fiumi e la distesa dell’oceano e i giri delle stelle ; e abbandonano sé stessi.

Sant ’A gostino

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

SPAGNA


M A D RID, 199 0


PerchÊ ti meravigli tanto se viag giando ti sei annoiato? Por tandoti dietro te stesso hai finito col viag giare proprio con quell’individuo dal quale volevi fug gire.

Socrate

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

FR A NCIA


PA RIG I, 1987


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

T URCHIA


AG Z IK A R A H A N, 1989


Ma tu, dimmi ancora e parla sincero : dove sei stato errando, a quali paesi sei giunto, d’esseri umani; e dimmi …

…Così narrava: e tutti rimasero muti, in silenzio, erano vinti dal fascino nella sala ombrosa.

Omero (Odissea, libri VIII e XIII)

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

T URCHIA


DIN TORNI DI NE V SEHIR, 1989


Se fuori da queste ampie mura del mondo Si stende lo spazio La mente vuole alzarsi a vedere E in quel vuoto l’animo mio peregrinare.

Tito Lucrezio Caro ( D e Rerum Natura)

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

GIORDA NIA


A MM A N, 1997


Par tire è vincere una lite contro l’abitudine.

Paul Morand

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

IR AQ


N A JA F, 1996


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

OMA N


NI Z WA , 20 0 6


Chi non viag gia non conosce il valore degli uomini.

Ibn Bat tuta

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

Q ATA R


D O H A , 20 0 4


La Vita è un viag gio, viag giare è vivere due volte.

O mar Khay yam

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

Y EMEN


WA DI D OA N, 1997


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

Y EMEN


H A DR A M AU T, 1997


La nostra vera nazionalità è l’umanità.

Herber t G eorge Wells

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

PA K ISTA N


K A R A C H I , 19 91


Il viag gio è una specie di por ta at traverso la quale si esce dalla realtà come per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno.

G uy D e Maupassant

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

PA K ISTA N


L A H O R E , 19 91


Non si viag gia per viag giare, ma per aver viag giato.

A lphonse Karr

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

SRI L A NK A


DIN TORNI DI NUWA R A EL I A , 1998


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

INDIA


JA IPUR, 1987


Il vero viag gio di scoper ta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi.

Marcel Proust

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

NEPAL


K AT HM A NDU, 1987


Chi viag gia senza incontrare l’altro, non viag gia, si sposta.

A lexandra David-Néel

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

T IBE T


OL D T INGRI, 20 0 4


Ma i veri viag giatori par tono per par tire ; cuori leg geri, s’allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfug gire, e, senza sapere perchè, sempre dicono : Andiamo !

Charles Baudelaire

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

CINA


PECHINO, 1991


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

CINA


K A SHG A R ( X IN JI A NG ), 1991


Viag giare deve compor tare il sacrificio di un programma ordinario a favore del caso, la rinuncia del quotidiano per lo straordinario, deve essere strut turazione assolutamente personale alle nostre convinzioni.

Herman Hesse

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

M YA NMA R


TA N D OM, 20 05


Non c’è felicità per colui che non viag gia ; vivendo nella società umana, spesso l’uomo migliore diventa un peccatore ; perché Indra è l’amico del viag giatore. Dunque andate errando.

A itareya Brahmana - Codice del pellegrinag gio buddhista

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

T HA IL A NDIA


BIG BUDDH A ( KOH S A MUI), 20 06


Come scegliere la propria sag gezza, senza aver frequentato le altre?

Giovanni Pico della Mirandola

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

C A MBOGIA


PHNOM PENH, 1989


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

V IE T N A M


HUÈ, 1989


Si viag gia per contemplare : ogni viag gio è una contemplazione in movimento.

Marguerite Yourcenar

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

SING A P ORE


SING A P ORE, 198 8


Viag giare è nascere e morire ad ogni momento.

Victor Hugo

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

INDONESIA


DIN TORNI DI R A N T EPAO (SUL AW E SI), 1992


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

INDONESIA


V ULC A NO BR OMO (G I AVA ), 1992


Ogni viag giatore deve saper entrare nello spirito dei luoghi che visita: perchĂŠ non si darĂ mai il caso che nella vita qualcuno possa rivedere lo stesso panorama due volte.

Freya Stark

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

INDONESIA


L AGO B AT UR ( B A L I), 1992


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

AUST R A L IA


ISOL A DI MELV IL L E, 198 8


Per quel che mi riguarda, io viag gio non per andare da qualche par te, ma per andare. Viag gio per viag giare. La gran cosa è muoversi, sentire più acutamente il prurito della nostra vita, scendere da questo let to di piume della civiltà e sentirsi sot to i piedi il granito del globo appuntito di selci taglienti.

Rober t Louis Stevenson

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

AUST R A L IA


C O OBE R PE DY, 198 8


L’uomo che trova dolce la sua patria non è che un tenero principiante ; colui per il quale ogni terra è come la propria è già un uomo for te ; ma solo è per fet to colui per il quale tut to il mondo non è che un paese straniero.

Ugo di San Vit tore

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

MES SIC O


S A N CRIS TOB A L DE L A S C A S A S, 199 0


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

MES SIC O


S A N CRIS TOB A L DE L A S C A S A S, 199 0


Ogni trat tato sui moderni eccitanti dovrebbe contenere un capitolo sul viag gio. L’anima vi trova una continua esercitazione a cogliere cose sconosciute.

Michel de Montaigne

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

GUAT EMA L A


CHICHIC A ST ENA NGO, 1990


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

GUAT EMA L A


CHICHIC A ST ENA NGO, 1990


Il viag gio deve allinearsi con le più severe forme di ricerca. Cer to ci sono altri modi per fare la conoscenza del mondo. Ma il viag giatore è uno schiavo dei propri sensi ; la sua presa su un fat to può essere completa solamente quando è raf forzata dalla prova sensoriale ; egli può conoscere dav vero il mondo soltanto quando lo vede, lo sente e lo annusa.

G eorge Byron

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

CIL E


C A M A R ONE S, 1993


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

CIL E


ATAC A M A , 1993


Noi possediamo i luoghi che abbiamo visitato, li por tiamo con noi nel ricordo, e diventano una par te del nostro essere.

Mar tin Conway

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

A RG E N T IN A


BUE NOS A IRE S, 1993


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

BOL I V IA


S A L A R DE U Y UNI, 1993


In verità, il viag gio at traverso i paesi del mondo è per l’uomo un viag gio simbolico. Ovunque vada è la propria anima che sta cercando. Per questo l’uomo deve poter viag giare.

A r senij Tarkovskij

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

BOL I V IA


Q A L A Q A L A , 1993


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

MAURITANIA


NOUA DHIBOU, 20 03


Non è segnata su nessuna car ta : i luoghi veri non lo sono mai.

Herman Melville

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

MA ROC C O


GUE R GUA R AT (S A H A R A O C CIDE N TA L E ), 20 0 3


E’ un piacere ascoltare i discorsi allegri e riflessivi dei beduini, è una lezione alla scuola di semplice umanità del viag giatore ; e non esiste una terra tanto pericolosa che egli con l’umanità non possa at traversarla, perché lo spirito dell’uomo è ovunque lo stesso.

Charles D ought y

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

MA ROC C O


T E NE RHIR, 1999


Viag giare rende più sag gio un uomo sag gio facendogli vedere il bene e il male negli altri... Fa sì che un uomo si senta ovunque a casa sua.

Richard L assels

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

MA ROC C O


M A RR A K ECH, 20 0 6


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

A LGERIA


TA M A NR A S SE T, 1986


Non smet teremo di esplorare E alla fine di tut to il nostro andare Ritorneremo al punto di par tenza Per conoscerlo per la prima volta.

Thomas Stearns Eliot

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

T UNISIA


M AT M ATA , 198 8


Mi fermo nei caravanserragli più sudici, uso il pavimento come materasso e la mia giubba come coper ta, mangio con i cammellieri, mi striglio da solo il cavallo, ma vedo e odo cose che a chi viag gia con ogni comodità non è possibile conoscere.

Johann Ludwig Burckhardt

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

L IBIA


A K A K US, 20 01


Mag giore è il desiderio di conoscere le cose ignote che di riveder quelle note.

Lucio A nneo Seneca

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

EGI T TO


GIZ A , 1985


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

SUDA N


DE SE R TO DE L B AY UDA , 20 0 4


Il viag gio somiglia al gioco : c’è sempre guadagno e perdita, e spesso da un lato inat teso ; si prende più o meno di quel che si spera [...] . Per nature come la mia che amano sostare e sof fermarsi sulle cose, un viag gio è inestimabile : anima, correg ge, istruisce ed educa.

Johann Wolfgang von G oethe

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

SUDA N


DIN TORNI DI K AUDA , 20 05


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

SUDA N


EL BA B, 20 0 4


[...] a spronarmi era il vago desiderio di essere traspor tato da una vita quotidiana noiosa in un mondo meraviglioso.

A lexander von Humboldt

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

E T IOPIA


T URMI, 20 0 0


C’è solo una cosa peg giore del viag giare, ed è il non viag giare af fat to.

Oscar Wilde

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

TA NZ A NIA


NGORONGORO NAT IONA L PA RK , 20 02


Viag giare è il più privato dei piaceri.

Vita Sack ville-West

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

Z A NZ IBA R


JA MBI A NI, 20 02


Il viag giare, nei più giovani, fa par te dell’educazione ; negli adulti, fa par te dell’esperienza.

Francis Bacon

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

MADAG ASCAR


A MB OHIM A NG A , 1994


La funzione del viag gio è di regolare l’immaginazione sulla realtà e, invece di pensare a come le cose potrebbero essere, vederle come sono veramente.

Samuel Johnson

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

MAL AWI


MP ONEL A , 1995


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

BOTSWA NA


K A S A NE, 1999


Nello spirito degli uomini vi è un desiderio innato di vedere luoghi nuovi, di continuare a cambiare casa.

Francesco Petrarca

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

ZIMBABWE


K A M AT I V I, 20 01


Visitare terre lontane e conversare con genti diverse rende sag gi gli uomini.

Miguel de Cer vantes

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

SUDA FRIC A


DIN TORNI DI P OFA DDER, 20 01


Par tire è la più bella e corag giosa di tut te le azioni. Una gioia egoistica forse, ma una gioia, per colui che sa dare valore alla liber tà. Essere soli, senza bisogni, sconosciuti, stranieri e tut tavia sentirsi a casa ovunque, e par tire alla conquista del mondo.

Isabelle Eberhardt

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

NA MIBIA


DIN TORNI DI OPUWO, 20 01


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

BURK INA FA SO


NANORO, 1986


Come molti viag giatori ho visto più di quanto ricordi e ricordo più di quanto ho visto.

Benjamin Disraeli

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

C OSTA D’AVORIO


TA FIRE, 1986


I viag gi danno una grande aper tura mentale : si esce dal cerchio dei pregiudizi del proprio Paese e non si è disposti a farsi carico di quelli stranieri.

Charles de Montesquieu

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

SENEG A L


DIN TORNI DI TA MBAC OUNDA , 20 03


DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

SENEG A L


S T. LOUIS, 20 0 3


Viag giare ! Perdere paesi ! Essere altro costantemente, Non aver radici, per l’anima Da vivere soltanto di vedere !

Fernando Pessoa

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

G A MBIA


K U TO, 20 0 3


Il viag gio non soltanto allarga la mente : le dĂ forma.

Bruce Chat win

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

NIGER


TA HOUA , 1986


Chi ha viag giato conosce molte cose, chi ha molta esperienza parlerà con intelligenza. Chi non ha avuto delle prove, poco conosce ; chi ha viag giato ha accresciuto l’accor tezza. Ho visto molte cose nei miei viag gi ; il mio sapere è più che le mie parole ; spesso ho corso pericoli mor tali ; ma sono stato salvato grazie alla mia esperienza.

Dal libro del Siracide 34 , 9 -12

DA CAPO NORD A TOMBOUCTOU...

MA L I


TOMB OUC TOU, 1998


Questo volume è stato stampato nel mese di Settembre 2007 da LINEAGRAFICA BERTELLI EDITORI snc Via Maestri del Lavoro, 40 - 38100 Trento per conto di IMMAGIMONDO - LES CULTURES ONLUS


Giovanni Mereghetti inizia la sua attività di fotografo nel 1980 come free-lance. Successivamente collabora con le più importanti agenzie italiane specializzandosi in reportage geografico e fotografia sociale. Nel corso della sua carriera ha documentato l’immigrazione degli anni ’80 a Milano, il ritiro delle truppe vietnamite dalla Cambogia, la via della seta da Pechino a Karachi, l’embargo iracheno, gli aborigeni nell’anno del bicentenario australiano nonché numerose spedizioni sahariane. Le sue fotografie sono state esposte in mostre personali e collettive presentate in Italia e all’estero. E’ autore dei libri “Bambini e bambini” (1996), “Piccoli campioni” (Pubblinova, 1997), “Ciao Handicap!” (1999), “Omo River e dintorni” (Periplo Edizioni, 2002), “Bambini neri” (Les Cultures – Sahara el Kebira, 2004) e “Friendship Highway ...verso il Tibet” (Bertelli Editori, 2005). Nel 2006 ha pubblicato “Destinazione Mortirolo” (Bertelli Editori) e “Nuba” (Bertelli Editori). Vive e lavora in provincia di Milano.

¤ 15,00

ISBN 88-902073-9-6

Profile for Lineagrafica Bertelli Editori Snc

Da Capo Nord a Tombouctou...  

... Passando per il mondo

Da Capo Nord a Tombouctou...  

... Passando per il mondo

Advertisement