Page 1

COSTRUZIONE DI N. 3 UNITA’ IMMOBILIARI IN COMUNE DI BORGO SAN SIRO VIA DELLE PRIMULE PROPRIETA’ – SIG. VANELLI FRANCESCO

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE

1 – STRUTTURE • SCAVI E MOVIMENTI TERRA Gli scavi saranno eseguiti con idonei mezzi meccanici fino alla quota di progetto. I materiali escavati, se riutilizzabili, saranno accatastati in cantiere, altrimenti saranno trasportati in apposite discariche. Eventuali reinterri saranno eseguiti con materiali minuti drenati (spaccatello di cava) a strati. • FONDAZIONI Le fondazioni saranno del tipo diretto e cioè formate da elementi in C.A. con sottostante platea in magrone. Il piano di imposta delle fondazioni sarà regolarizzato in quota con getto di calcestruzzo controterra. Le travi continue saranno eseguite entro cassero ed armate in conformità al progetto esecutivo delle strutture in C.A.. Le fondazioni come tutte le strutture in C.A. saranno calcolate da Professionista abilitato. • STRUTTURE VERTICALI e SCALE Gli elementi portanti verticali delle unità saranno costituiti per la parte interrata da murature in elevazione in C.A. con spessore di cm. 30. Tutte le murature controterra saranno impermeabilizzate. La muratura portante fuori terra sarà realizzata in blocchi del tipo norma tris, rispettando le attuali normative tecniche (energetico e acustico). La rampa della scala, che comunica il piano terra con il piano primo, sarà eseguita in opera con calcestruzzo armato. • STRUTTURE ORIZZONTALI E INCLINATE Le strutture orizzontali comprendono i solai e le travi di ogni piano, progettati secondo la normativa vigente per i carichi e sovraccarichi regolamentari. I solai a copertura del piano terra e primo, saranno del tipo in laterocemento conformi alle norme vigenti. 2 - CHIUSURE ESTERNE • COPERTURE, MANTI, LATTONIERE I tetti saranno realizzati in legno con manto di copertura in tegole portoghesi. Le travi saranno di dimensione 20x25, mentre i cantieri con lavorazione a motivo semplice in gronda 12x16. La perlinatura del frontalino sarà in perline abete da cm. 2. Le scossaline, i canali di gronda e i pluviali saranno realizzati


in preverniciato. I tetti saranno isolati con materiale termico idoneo ai dettami della legge 10/91 • INTONACI E TRATTAMENTI ESTERNI I muri delle facciate saranno intonacati a civile. • SERRAMENTI ESTERNI I serramenti esterni saranno realizzati in Pino di Svezia del tipo monoblocco spessore mm 55 tintati noce, compreso antoni o persiane. Il serramento sarà dotato di guarnizioni di battuta, accessori robusti per la tenuta ed il giusto funzionamento. Le parti trasparenti saranno equipaggiate con vetrocamera 49-4. Il portoncino d’ingresso sarà in legno, con serratura di sicurezza. 3 - CHIUSURE INTERNE • ISOLAMENTI E SOTTOFONDI INTERNI Il pavimento della soletta di copertura del piano terra e piano primo, saranno isolati termicamente con materiale idoneo, per il contenimento delle dispersioni termiche. I pavimenti di tutti i locali in monocottura 33x33 saranno posati su sottofondo cementizio ad incollo, secondo le migliori tecniche di posa. • SCARICHI INTERNI E’ prevista canna fumaria per l’allontanamento dei prodotti della combustione della caldaia, completa di comignolo in copertura. Canna per la ventilazione dei bagni, eseguita con tubi in PVC completa di torrino. E’ prevista inoltre canna per scarico esalazione locale cucina. • TRAMEZZE INTERNE Le tramezze interne dei locali abitati saranno in laterizio da cm. 8 ben contrastate sulle strutture orizzontali. • INTONACI E TRATTAMENTI INTERNI Tutte le pareti sia del piano terra che del primo, saranno intonacate a civile, ad eccezione delle cucine e dei bagni, che saranno intonacate al rustico atte a ricevere il rivestimento posato a colla sino ad una H. di mt. 2.10 per i bagni e una fascia di cm. 80 per la parte attrezzata della cucina. • SERRAMENTI INTERNI Le porte interne, 80x210, saranno in noce tanganika con le seguenti caratteristiche: Controtelaio in legno ancorato alla muratura. Cassa in legno verniciato completa di fascette. Anta cieca in legno tamburato con pannello fibrolegnoso impiallicciato noce tanganika. Cerniere tipo anuba, maniglia in alluminio bronzato, serratura tipo patent.


4 - FINITURE INTERNE • PAVIMENTI E RIVESTIMENTI INTERNI I pavimenti ed i rivestimenti previsti nel progetto, sono di seguito descritti: „ nei locali zona giorno è previsto pavimento ceramico in monocottura con pezzature 33x33 posato su sottofondo cementizio ad incollo. „ nei locali bagno è previsto pavimento ceramico in monocottura, coordinato con il rivestimento delle pareti, dimensioni 33x33 posato su sottofondo cementizio ad incollo. „ nei locali della zona notte è previsto pavimento ceramico in monocottura con pezzature 33x33 posato su sottofondo cementizio ad incollo. I rivestimenti previsti in progetto sono: • il locale cucina avrà un rivestimento ceramico, dimensioni 20x20, sul lato attrezzato per un’altezza di cm. 80 e sarà posato per incollaggio. • i bagni avranno un rivestimento ceramico, dimensioni 20x25 su tutte le pareti per un’altezza di cm. 200 e sarà posato per incollaggio. 5 - IMPIANTI IDROTERMOSANITARI • IMPIANTO IDROSANITARIO E SCARICO Dimensionamento dell’impianto: il dimensionamento dell’impianto sarà eseguito da tecnico abilitato. L’impianto progettato nel rispetto delle norme vigenti, si compone delle seguenti parti: a) reti di alimentazione b) apparecchiature idrosanitarie c) rete di scarico a) reti di alimentazione: la rete di alimentazione dell’acqua in partenza a valle

del contatore, installato nella posizione e con modalità impartite dall’ente acquedotto, sarà eseguita con materiale a norma in accordo con la direzione lavori, complete di pezzi speciali di intercettazione e raccordi. Le tubazioni che distribuiscono l’acqua calda saranno protette e isolate a norma. I diametri e il percorso delle tubazioni saranno conformi alle indicazioni del progetto esecutivo. Potranno essere utilizzate anche tubazioni in polipropilene. b) apparecchiature idrosanitarie: i nuclei dei servizi di progetto bagno e wc saranno equipaggiati con le seguenti apparecchiature. Le apparecchiature previste sono del tipo IDEAL STANDARD serie THESI o LINDA. Le rubinetterie installate su apparecchiature saranno del tipo MAMOLI o similari. c) rete di scarico: le reti di scarico delle acque chiare (cucina) e nere (bagni) saranno eseguite con tubazioni in PVC separatamente fino all’uscita dell’edificio, complete di raccordi e pezzi speciali. All’esterno, la rete di scarico convoglierà le acque di rifiuto in biologiche e pozzetti, quindi nella


fognatura pubblica secondo le modalità imposte dal regolamento di igiene comunale. 6 - IMPIANTO TERMICO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO: L’impianto previsto è del tipo autonomo con produzione di acqua calda per usi sanitari. L’impianto sarà progettato da tecnico abilitato ai sensi della Legge 10/91. L’impianto si compone delle seguenti parti funzionali: „ La caldaia di primaria marca nazionale tipo RADI o similare sarà del tipo murale o a basamento, posizionata in cucina o altro luogo idoneo, funzionante a gas metano (combinata per la produzione di acqua calda per usi sanitari). La caldaia sarà completa di tutti gli accessori di funzionamento e di sicurezza nonché di alimentazione idrica e scarico dei prodotti della combustione. La caldaia sarà dotata di istruzioni per l’uso e la manutenzione, nonché il recapito del servizio di assistenza. La distribuzione dell’acqua calda per il riscaldamento sarà eseguita con tubazioni coibentate nel sottofondo dei pavimenti, i corpi scaldanti saranno in ghisa e dimensionati per ogni ambiente a seconda del progetto. La distribuzione dell’acqua calda per usi sanitari sarà realizzata con una rete di tubi coibentati, che collegheranno la caldaia con ogni punto di utilizzazione delle varie apparecchiature. IMPIANTO DEL GAS: La distribuzione del gas a valle del contatore sarà conforme alle normative e regolamento d’igiene. L’estremità della condotta di alimentazione della caldaia sarà presidiata da una saracinesca a dado, mentre la tubazione di alimentazione dei fornelli terminerà con un rubinetto portagomma. Descrizione generale dei materiali che verranno forniti e posti in opera: allacciamenti gas metano per cucina e generatore di calore, completi di: • distribuzione in orizzontale nella singola unità immobiliare in rame. • colonne montanti in materiale idoneo. • raccorderie a norme UNI-CIG. La posa in opera delle tubazioni ed il diametro delle stesse che verrà adottato, sarà effettuata ottemperando alle disposizioni di legge nonché dalla società o ente erogante il gas. 7 - IMPIANTO ELETTRICO L’impianto elettrico sarà progettato da tecnico abilitato ed in conformità delle vigenti norme UNI-CEI. I cavi, le tubazioni e le apparecchiature saranno preventivamente accettati dal direttore dei lavori.


I frutti (prese e organi di comando) previsti in progetto saranno del tipo ticino. Le dotazioni elettriche degli spazi comuni esterni ed interni all’alloggio saranno conformi al progetto. NOTA CONCLUSIVA: Dal presente capitolato sono comprese le seguenti opere: - Tinteggiatura esterna della villetta - Impianto videocitofono - Predisposizione impianto di aria condizionata n. 4 split - Zanzariere - Recinzione su fronte strada, con zoccolo in c.a. a vista h. 50, con superiore recinzione in ferro, mentre su retro e laterali sempre con una zoccolatura in c.a. h. 50 e superiore recinzione in rete plastificata h. 1.60 finito - Cancello carraio e cancellino pedonale in ferro a motivo semplice - Posa di pannello solare con la sola funzionalità di emergenza

Dal presente capitolato restano escluse: • oneri e allacciamenti • sistemazione ed illuminazione dei giardini • IVA


Capitolato V042  

Capitolato ville e appartamento

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you