Page 1

Anno 1 n°1 - In attesa di autorizzazione a.rainieri@comune.termini-imerese.pa.it pec: protocollo@pec.comuneterminiimerese.pa.it Piazza Duomo, 1 - 90018 Termini Imerese

EDITORIALE Il Sindaco Totò Burrafato

Parte con questo numero il nuovo bollettino informativo promosso dal Comune che, grazie alla raccolta di sponsor da parte di un editore specializzato, sarà realizzato a costo zero per l’Amministrazione a beneficio di tutti i lettori. Il nuovo strumento di informazione ci consentirà di dar vita ad un percorso di comunicazione, di servizio e sociale-culturale che giunge poco dopo il primo anno dal rinnovo del mio mandato. La situazione politica ed economica del Paese è, come noto, in costante evoluzione. Lo testimoniano, da un lato, le previsioni ottimistiche sulla crescita del PIL che nel 2015 si dovrebbe attestare, secondo le istituzioni internazionali, sull’1% e superarlo nel 2016. E, dall’altro lato, i risultati di alcune riforme e misure del Governo che hanno comportato: la riduzione della disoccupazione, la crescita dei contratti a tempo indeterminato e i rientri al lavoro a tempo pieno dalla cassa integrazione. La Legge di Stabilità per il 2016, per la prima volta dal 2007, non si fonda sulla riduzione di risorse e sui tagli ai Comuni, ma rivitalizza gli strumenti di welfare e di inclusione sociale e riduce la pressione fiscale su imprese e famiglie (superando la tassazione sulla prima casa per un valore atteso di 5 miliardi) ai fini di un rilancio di produzione e dei consumi.  segue a pagina 2

Realizzazione grafica e concessionaria esclusiva di pubblicità

Lime Edizioni srl Tel. 02 36 767660 - info@limedizioni.com Stampa: Monza Stampa srl Tiratura: 13.000 copie

C'è bisogno di risposte per superare rabbia e paura PIANO TRIENNALE

Via libera al piano triennale opere pubbliche PAGINA 04

FORMAZIONE P.A. I drammatici fatti di Parigi sono alle nostre spalle. Il ricordo di quelle ore è ancora nitrito. Ed è giusto che sia così. Hanno davvero sconvolto il mondo intero lasciando un groviglio di sentimenti in tutti noi misto tra angoscia, rabbia, dolore e preoccupazione. Di fronte alla gravità di tali fatti che hanno segnato e sconvolto la vita non solo dei parigini ma di tutti noi continuiamo ad interrogarci sulle reali ragioni di tali gesti senza riuscire a tro-

vare una giustificazione valida. Dinanzi a tanti morti assurde, avvenute durante una qualsiasi attività quotidiana, si resta sgomenti e ci si chiede cosa può accadere in futuro. La sensazione diffusa è quella di una inadeguatezza o di una non abbastanza approfondita considerazione del fenomeno da parte dei Governi e della comunità internazionale che devono garantire la sicurezza e l’incolumità dei propri cittadini.  segue a pagina 2

Comune pruripremiato a Siracusa PAGINA 06


IN PRIMO PIANO

EDITORIALE DEL SINDACO

segue da pagina 1

Combattere il terrorismo di gente fanatica che fa dell’appartenenza religiosa un vessillo per giustificare qualsiasi atto deprecabile (come può essere un attentato in luogo pubblico contro persone disarmate e indifese) non è certo facile. Questo genera un sentimento di impotenza, ma allo stesso tempo di rabbia. Una rabbia che coinvolge tutti indistintamente e che produce il desiderio di reagire. Il timore che il coinvolgimento degli stati europei ed occidentali nel conflitto mediorientale, possa sfociare in una guerra non è remoto. Ma bisogna aver chiaro come la guerra chiama guerra e il rischio che si corre è troppo alto per poter assecondare una tale volontà autodistruttiva. Il terrorismo può essere battuto con il dialogo e soprattutto senza la fornitura di armi che spesso l’occidente procura a queste frange estremistiche. Senza tralasciare tuttavia l’attivazione di tutte quelle misure di prevenzione in grado di evitare che si verifichino altre stragi come quelle di Parigi, perché siamo tutti in pericolo e questo nuovo forte nemico ha dimostrato di poter agire dovunque.

https://it.wikipedia.org

segue da pagina 1

Sappiamo tutti molto bene, quanto la spending review e le misure di austerità connesse, come la diminuzione delle rimesse dal centro, abbiano fortemente ridotto la nostra autonomia di bilancio e d’investimento. Se siamo riusciti a non tagliare i servizi essenziali, o a limitarne il taglio, è stato solo grazie alla nostra capacità di riorganizzare la spesa, di selezionare le priorità, di riqualificare e riorganizzare i servizi. Ma dal 2016 i Comuni potranno beneficiare del rifinanziamento del Fondo nazionale per la non autosufficienza (250 milioni), del Fondo nazionale per la scuola (500milioni), del Fondo per il contrasto alle povertà (incrementato fino a 1,6 miliardi), i Fondi per l’emergenza abitativa. Infine, l’ampliamento delle risorse per le politiche culturali e la conferma dell’Art bonus (pari a uno sconto fiscale del 65%). Se a queste risorse si aggiungerà la richiesta restituzione rateizzata da parte dello Stato delle somme anticipate dai Comuni per le spese degli Uffici Giudiziari (ca 700 milioni), allora i Comuni, compresa Termini Imerese, potranno contare su un budget di maggiore respiro rispetto a quelli degli anni appena trascorsi. Un nuovo capitolo, dunque, sembra aprirsi per il Paese. E Termini Imerese non può rimanere indietro. La nostra Città, pur scontando alcuni gap di partenza, tra cui il fatto di trovarsi nella parte più “in ritardo di sviluppo” del Paese, si affaccia al 2016 con una situazione che potremmo definire, con un pizzico di ottimismo realista, meno critica del recente passato. La crisi industriale ha una qualche prospettiva di risoluzione, la prospettiva del turismo integrato come opportunità di interpretare l’esistenza di risorse già stanziate per l’avvio di consistenti opere infrastrutturali che si aggiungono a quelle realizzate nell’ultimo anno (scuola della Carta Pesta, via Bagni, Serpentina, scuola Pandolfini, Grand Hotel delle Terme), una rinnovata coscienza critica nella cittadinanza che è stimolo costante per l’Amministrazione a impegnarsi per risolvere le “questioni aperte” più urgenti (acqua, rifiuti, verde ecc..) Si riparte da questo bollettino, con la consapevolezza che se c’è ancora molto da fare, tanto è già stato realizzato ed è venuto il momento di comunicarlo a tutti. Il Sindaco Totò Burrafato


LAVORI SERVIZI PUBBLICI E AMBIENTE

Termini Imerese

dicembre 2015

3

Approvato il Conto consuntivo per l’anno 2014 Politiche attente e corrette ci permettono di guardare ad un futuro carico di criticità con responsabilità e fiducia

Il rendiconto dell’esercizio finanziario 2014 è stato approvato dal Consiglio comunale di Termini Imerese con 13 voti favorevoli e 3 astenuti. Così l’Amministrazione comunale, guidata da Totò Burrafato ha superato l’approvazione del conto consuntivo dell’esercizio 2014. “Il consuntivo rappresenta lo stato di salute dei conti di un ente. Quello appena varato indica come il difficile lavoro che si sta portando avanti con politiche attente e corrette ci permette di guardare ad un futuro carico di criticità con responsabilità e fiducia”. Con queste considerazioni il sindaco Burrafato è intervenuto durante i lavori consiliari. “Il consuntivo 2014 – ha precisato il primo cittadino di Termini Imerese - non può che essere la base di partenza per andare, in tempi brevi, alla stesura del bilancio 2015. Il lavoro svolto ci deve maggiormente responsabilizzare e dobbiamo, con consapevolezza e convinzione, a rendere servizi efficienti alla cittadinanza a partire da quello della raccolta dei rifiuti”.

Insieme all’approvazione del rendiconto 2014 è stato previsto che i Comuni provvedessero ad un’attività di riaccertamento ordinario e straordinario dei residui appostati sui capitoli dei vari settori. Tale operazione, abbastanza complessa è propedeutica alla redazione del bilancio di previsione 2015, e stata ratificata dalla Giunta municipale a seguito dell’approvazione del consuntivo 2014. Il Consiglio comunale, guidato da Angela Campagna, ha approvato il documento contabile con i voti della maggioranza consiliare che lo sostiene. Si sono astenuti i tre consiglieri di minoranza presenti ai lavori consiliari. Il risultato complessivo della gestione 2014 ha registrato un avanzo di amministrazione pari a 674.908,96 euro. Per ciò che riguarda le riscossioni, queste ammontano a 27.321.018,00 milioni di euro. I pagamenti sono pari a 29.958.114 milioni di euro. I residui attivi sono complessivamente 49.444.442 milioni di euro, i residui passivi

53.094.779 milioni di euro. Durante il 2014 sono stati pagati debiti per un totale di 504 mila euro. Le spese per il personale ammontano complessivamente a 8.185.102 milioni di euro e rappresentano il 34,2% delle spese correnti. Le riscossioni relative alle sanzioni amministrative per violazione del codice della strada ammontano a 353.645,45 mila euro. Nel complesso la spesa incide in una percentuale del 47,28%. Le entrate ricavate dal pagamento dell’ICI per il 2014, ammontano a 3.176.479,79 milioni di euro. Gli introiti della Tarsu sono pari a 5.377.420,92 euro. Le entrate di Tasi sono pari a 2.850.000,00 euro. Quelle Tosap si sono confermate a 190.703,37 mila euro. Per l’imposta di pubblicità le entrate ammontano a euro 42.622,57. Per ciò che riguarda il totale delle spese correnti la cifra ammonta a 23.926.933,05 milioni di euro. Le spese in conto capitale sono pari a 2.220.000,00 milioni di euro.

Le spese per rimborso prestiti (mutui) valgono ben 5.001.699,57 milioni di euro. A fronte di questi dati non possiamo trascurare di sottolineare come negli ultimi anni le risorse messe a disposizione degli Enti locali si siano costantemente ridotte. Anche quest’anno il Comune di Termini Imerese ha sforato il Patto di stabilità sia per i numerosi investimenti che negli ultimi due anni sono stati oggetto di cantierabilità, sia per la consistente riduzione dei trasferimenti di provenienza statale e regionale. La Corte dei Conti ancora una volta con l’indagine su la finanza locale in Sicilia 2013-2014, ha confermato la grave crisi in cui versano gli Enti locali siciliani. I dati registrati ad esempio per il Comune di Termini Imerese sono passati da 11.177.146,94 milioni di euro trasferiti nel 2009 ai 7.182.400,66 euro del 2014. Il decremento è stato pari a 3.994.746,28 euro.


Termini Imerese

LAVORI SERVIZI PUBBLICI AMBIENTE

dicembre 2015

4

Via libera al Piano triennale delle Opere pubbliche 2015/2017 Interventi di medio termine e progetti di lunga che puntano allo sviluppo e al rilancio del territorio L’Amministrazione comunale di Termini Imerese, guidata da Totò Burrafato, ha approvato il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2015/2017 che, come prevede la legge, deve essere adottato dagli enti locali in concomitanza con l’approvazione del bilancio. Un adempimento passato attraverso due momenti: l’analisi degli interventi programmati nell’interesse della comunità e la ricognizione delle risorse finanziarie disponibili. “Il Piano triennale tiene fede ad una doppia interpretazione – spiega il sindaco Totò Burrafato -. Innanzitutto gli interventi che a medio termine possono trovare attuazione perché già inseriti in una puntuale progettualità, a seguire, la previsione di quei progetti strategici che puntano allo sviluppo e al rilancio del nostro territorio. Diversamente rimarrebbe un mero elenco o un libro di sogni. Abbiamo privilegiato i progetti concreti che sono quelli inseriti in prevalenza nell’elenco annuale”. Dal Programma di interventi sono state rimosse alcune opere già in avanzato stato di esecuzione come la riqualificazione e valorizzazione del Grand Hotel, il recupero delle antiche terme, il sistema di video sorveglianza “Termini Imerese sicura”. E ne sono stati inseriti di nuovi che riguardano la strada di collegamento Porto – SS 113 – lo stralcio funzionale dei lavori di consolidamento zona Fossola- Mulinelli; le opere di risanamento muro cooperativa 18 aprile 1948; gli interventi nei quartieri Serio e Porta Euracea. Queste ultime progettualità hanno carattere di urgenza e necessità perché sono interventi di risanamento geologico-ambientale e di sicurezza pubblica. L’elaborazione del Piano Triennale ha tenuto conto di diverse analisi fatte sul territorio che riconfermano come Termini Imerese sia un polo costiero con prerogative sovracomunali tese a garantire servizi pubblici alle comunità del comprensorio della parte orientale della provincia di Palermo.

Oltre alla zona industriale dove sono presenti, nonostante la chiusura dello stabilimento Fiat, ancora alcuni insediamenti produttivi, è evidente un’area portuale in cui sono stati già effettuati lavori di riqualificazione ed altri sono in programma da parte dell’Autorità di Palermo. In tale contesto sono evidenti le prospettive di sviluppo di Termini Imerese che sono strettamente connesse alla capacità di intercettare i fondi strutturali europei 2014/2020, ma anche da una oculata e coerente programmazione delle opere pubbliche 2015/2017. Con queste premesse ed in tal senso è stata orientata la revisione del programma delle opere pubbliche, in attesa delle direttive di revisione del PRG che arriveranno in Consiglio comunale fra qualche settimana e che daranno anche indicazioni sulle prospettive di sviluppo comunale e comprensoriale. Gli interventi previsti nel programma triennale riguardano non solo quelli più urgenti che investono lo sviluppo economico e il risanamento igienico-ambientale, ma anche il campo della

salvaguardia e riqualificazione del patrimonio culturale legato allo sviluppo turistico. Alcune tra le opere inserite nel Piano Triennale riguardano infatti il Parco termale dove è prevista la costruzione di un Centro Servizi del Parco Termale in sostituzione di un edificio in rovina di proprietà comunale. La creazione di un collegamento mobile che colleghi il Parco termale al Belvedere e alle terrazze del castello. La riqualificazione degli spazi verdi del Belvedere e di piazza Duomo. Un progetto riguarda anche la sistemazione definitiva del campo sportivo comunale. E ancora è prevista la ristrutturazione dell’ex monastero di Santa Chiara, gli interventi dei quartieri Serio e Porta Euracea, la costruzione di una scuola media in zona Rocca Rossa. Interventi di messa in sicurezza nelle suole cittadine, già in parte avviati, e ancora la costruzione della strada di circonvallazione che collega il porto e la strada SS 113 nei pressi della località Molinelli. Il quadro delle risorse disponibili per il triennio 2015/2017 è pari a 143.715.210,00 euro.

LE TERME A IMERA Le Terme di Termini Imerese sono considerate tra più rinomate dell’intera Regione Sicilia. Il nome stesso della città di Termini Imerese è legato alla presenza di queste fonti termali, visto che il nome originario, in latino, era Thermae Himeraeae. Note fin dall’antichità, queste sorgenti termali furono citate dal poeta greco Pindaro in un mito; narra il cantore che Ercole, dopo la lotta contro Erice (Erix), si immerse in queste acque. Perso-

naggio mitologico, figlio di Afrodite e di Bute, fu infatti ucciso da Eracle. Sicuro della sua forza straordinaria e della sua abilità di pugile, sfidava, con successo, chiunque incontrasse lungo il suo cammino. L’incontro con Ercole, che passava per la Sicilia con il bestiame di Gerione, gli fu però fatale. Passando dall’epica all’attualità, le acque termali, di origine vulcanica, sgorgano da due sorgenti alla temperatura di circa 43 C.

Tra i trattamenti e i sevizi previsti bagni, fangobalneo-terapia, inalazioni, aerosol, irrigazioni, massoterapia, idroterapia e fisiochinesiterapia, bagno turco, cure estetiche, saune, grotte sudatorie. Le acque imeresi curano patologie cardiovascolari, dell’apparato respiratorio, otorinolaringoiatriche, gastroenteriche, affezioni circolatorie, ginecologiche, linfatiche, reumatiche e dermatologiche.


LAVORI SERVIZI PUBBLICI AMBIENTE

Termini Imerese

dicembre 2015

5

Varata la riorganizzazione degli Uffici comunali con rotazione dei Dirigenti Ridotto il numero dei settori comunali

La Giunta Municipale guidata dal Sindaco Toto Burrafato ha riorganizzato radicalmente i Settori,i Servizi e gli Uffici del Comune di Termini Imerese. Il provvedimento - che segue un precedente atto di indirizzo con il quale si era dato formale mandato al Segretario Generale, Sebastiano Piraino, di procedere al riordino della macchina comunale – prendendo spunto da quanto previsto dal programma elettorale del Sindaco che, tra i punti fondamentali per il miglioramento dell'efficienza della macchina amministrativa individuava inizial-

mente la riduzione dei settori comunali da sei a quattro. Nello specifico: Area tecnica, Area economico – finanziaria, Area Servizi al cittadino ed Area Polizia municipale e affari legali. “La riduzione delle posizioni dirigenziali - sottolinea il Sindaco Totò Burrafato - rientra tra le principali misure della “spending review” a cui devono ispirarsi tutte le amministrazioni pubbliche. Partendo dalle dimensioni del Comune di Termini Imerese e dalla ricognizione del complesso delle competenze dirigenziale, abbiamo ritenuto di

dover procedere ad una graduale revisione della dotazione organica prevedendo, nell'immediato, una riduzione dei settori da 6 a 5 così da far coincidere il numero dei dirigenti in servizio con quello dei settori. Ciò è stato fatto, ovviamente, nel rispetto delle normative contrattuali vigenti e cercando di garantire un'equa redistribuzione dei carichi di lavoro e delle responsabilità tra le funzioni dirigenziali”. L’attività di riaccorpamento e il riassetto di settori, servizi e uffici comunali, condotta con perizia dal Segretario Generale, Sebastiano Piraino, è stata realizzata attraverso una verifica capillare delle competenze di ciascun ufficio comunale, affinché i nuovi settori fossero quanto più possibile omogenei e rispondenti alle esigenze di efficacia ed efficienza della macchina comunale”. Questo è il nuovo assetto:  I Settore “Polizia Municipale Affari istituzionali e Generali” assegnato al dott. Antonino Calandriello  II Settore “Pianificazione territoriale ed edilizia, Patrimonio e Protezione civile” è stato assegnato all’Ing. Loredana Filippone  III Settore “Lavori Pubblici – Manutenzione – Ambiente” è stato assegnato all’Arch. Rosario Nicchitta  IV Settore “Gestione Economica Finanziaria, Tributi e Attività Produttive” è stato assegnato al dr. Maurizio Scimeca, che assume le fun-

zioni di Ragioniere Generale del Comune  V Settore “Cultura - Turismo Pubblica Istruzione e Servizi al cittadino” è stato assegnato alla D.ssa Clorinda Di Franco Questo processo è stato ispirato anche dalla necessità di concentrare e migliorare l’attività di alcuni servizi comunali strategici come il patrimonio, le attività produttive e le politiche sportive. “La nuova riorganizzazione - ha concluso Burrafato - costituisce un atto importante, necessario per dare al nostro Comune un assetto più snello e più rispondente alle reali esigenze dell'Amministrazione. Ai dirigenti sarà richiesto un maggiore e crescente impegno, in virtù anche delle maggiori responsabilità ad essi oggi assegnate, per delle competenze che in precedenza erano distribuite in sei settori. In ottemperanza a quanto previsto dalla nuova normativa anticorruzione è stata, al contempo, effettuata una robusta rotazione del personale che ha tenuto conto dell'esigenza di garantire l'operatività delle singole strutture e la valorizzazione delle professionalità acquisite dai dipendenti. L’obiettivo finale è quello di avere una macchina organizzativa più funzionale e trasparente, capace di offrire servizi sempre migliori alla nostra città”.


LAVORI E SERVIZI PUBBLICI

Termini Imerese dicembre 2015

6

IL Comune di Termini Imerese “Pluripremiato” a Siracusa per la formazione nella P.A. Conferite due “Segnalazioni di eccellenza” nell’ambito della XIV edizione del Premio Filippo Basile 2015 per la formazione nella P.A.

Nell’ambito del Convegno Nazionale della Formazione nella Pubblica Amministrazione, la cerimonia di premiazione del Premio Filippo Basile 2015 per la formazione nella P.A., annuale concorso che premia le pubbliche amministrazioni italiane che si sono maggiormente distinte per progetti di formazione innovativi ed efficaci. Prestigioso risultato per Il Comune di Termini Imerese, che è stato premiato con due “Segnalazioni di eccellenza”, nelle sezioni Sistemi Formativi e Progetti formativi, ed è risultata tra le poche pubbliche amministrazioni italiane partecipanti che hanno ricevuto più di un riconoscimento dal Comitato scientifico che giudica i progetti in concorso. Il Premio Basile da anni costituisce una delle più importanti manifestazioni nell’ambito della formazione pubblica, alla quale partecipano Amministrazioni dello Stato, Enti pubblici, Regioni, Province, Comuni, Aziende e Istituzioni regionali, Università, Scuole ed è finalizzato a riconoscere e mettere in valore le migliori esperienze di formazione nella PA per lo sviluppo delle risorse umane e per

il miglioramento concreto dei servizi offerti ai cittadini. Il Comune di Termini Imerese, è stato premiato per i seguenti due progetti  nella sezione Sistemi formativi per la candidatura dal titolo “Sogni e….bisogni di formazione nella p.a. – Piano di formazione personale 2014 e sistema formativo Centralizzato e Condiviso”, con la quale è stato illustrato il nuovo innovativo sistema di analisi dei fabbisogni formativi introdotto nell’ente;  nella sezione Progetti formativi per il progetto “Una grande famiglia – tecniche di gestione del conflitto e negoziazione per dipendenti pubblici”, corso di formazione interamente realizzato in house, avvalendosi di due progettisti/formatori esterni, Il Dr. Santi Caruso e la D.ssa Magda Lo Cascio. Particolarmente soddisfatto il Sindaco, Salvatore Burrafato, che ha sottolineato come “il prestigioso risultato conseguito proietta il Comune di Termini Imerese in una vetrina nazionale che premia le pubbliche amministrazioni più virtuose in materia di formazione, e nella quale il nostro ente si è confrontato, con risultati lusinghieri, con amministrazioni pubbliche di maggior rilevanza, con una notevole ricaduta positiva, in termini di immagine, e dimostrando la capacita dei nostri uffici, pur nelle difficoltà in cui si dibatte giornalmente il Comune ed il nostro territorio, di realizzare anche progetti di eccellenza di rilevanza nazionale. L'Amministrazione comunale ha condiviso in pieno la valorizzazione della leva formativa ed ha

supportato ed incoraggiato le strutture tecniche, capaci di sviluppare una formazione d’avanguardia e gradita al personale. Un ringraziamento ai sindacati che hanno approvato, con atteggiamento collaborativo, i piani di formazione, ai dipendenti, che hanno partecipato con entusiasmo e da veri protagonisti ai corsi, all’ufficio formazione, che ha organizzato al meglio i corsi interni, ai progettisti/formatori, capaci di coinvolgere con metodologie innovative le persone in aula” A ritirare i premi il Dr. Antonio Calandriello, Dirigente del I Settore e Referente per l’Amministrazione Comunale per i progetti proposti. ”Il Comune di Termini Imerese - ha sottolineato il Dr. Calandriello - è stato premiato per due progetti di formazione che hanno, quale denominatore comune, la centralità del dipendente comunale nella scelta, pianificazione e progettazione degli interventi formativi. Interventi su misura e in qualche modo condivisi, sia nella fase dell'analisi dei fabbisogni formativi, sia nella fase della progettazione, sia, soprattutto, nella fase d'aula, grazie ad un approccio interattivo e contestualizzato. Formazione, quindi, non calata dall'alto, e, quindi, più gradita dal personale, capace di generare un maggior apprendimento e, conseguentemente, un impatto positivo sul contesto lavorativo”. I progetti premiati sono disponibili, per la consultazione, sul sito istituzionale, cliccando il link “Formazione del personale comunale”, e saranno oggetto anche di successiva diffusione nazionale e di presentazione in ulteriori Convegni organizzati sul territorio nazionale dall’AIF.


Termini Imerese

BILANCI

dicembre 2015

Termini Imerese, varato il riaccertamento straordinario dei residui Burrafato: “adesso al lavoro per approvare il bilancio 2015” “La delibera che è stata approvata nei giorni scorsi ha concluso le operazioni di riaccertamento straordinario di residui attivi e passivi”. Lo ha dichiarato il Sindaco di Termini Imerese, Totò Burrafato. La Giunta Municipale nella stessa giornata in cui è stato approvato il rendiconto 2014, ha deliberato le risultanze del riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi di parte corrente e capitale ai sensi dell’art. 3 comma 7 del decreto legislativo n. 118/2011. L’operazione di riaccertamento, che consiste nel processo di verifica, eliminazione, cancellazione e reimputazione dei crediti e debiti ereditati dagli esercizi precedenti, adottando il nuovo principio della “competenza finanziaria potenziata” ha prodotto, tra l’altro, l’eliminazione dei residui passivi cui non corrispondono obbligazioni perfezionate. “Il Decreto legislativo 118/2011 - prosegue Burrafato - ha significativamente riformato l’ordinamento contabile per i Comuni dal 1 gennaio 2015. In particolare il citato decreto stabilisce che si deve procedere al puntuale riaccertamento straordinario dei residui. Di fatto consiste nella cancellazione dei residui attivi e passivi a cui non corrispondono obbligazioni perfezionate e scadute. Le entrate e le spese cancellate devono essere reimputate a ciascuno degli esercizi in cui l’obbligazione è esigibile. È inoltre obbligatoria la costituzione di un fondo pluriennale vincola-

to da iscrivere già nel bilancio di previsione 2015 che, evidentemente, potrà essere approntato solo dopo aver completato tutte le operazioni descritte”. A seguito dell'approvazione da parte dell'assemblea consiliare del rendiconto dell’esercizio 2014 è stato accertato un risultato di amministrazione di 674.908,96 euro. Con delibera di Giunta n. 166/2015 è stato approvato il riaccertamento straordinario dei residui e si è provveduto a determinare il fondo pluriennale vincolato, nonché a rideterminare il risultato di amministrazione al 1° gennaio 2015 che è risultato pari a meno 16.781.210,83 euro. Il riaccertamento dei residui, predisposto dalla Ragioneria comunale ha coinvolto tutti i settori comunali. “Desidero ringraziarli di cuore per la faticosa mole di lavoro svolto. Non è stato semplice andare a ritroso e riaccertare partite contabili di tanti anni fa”. Burrafato ha precisato che “solo per il settore Lavori pubblici sono stati analizzati puntualmente tantissimi residui che, visti uno per uno, danno con chiarezza l’idea dell’andamento finanziario e della imprecisa programmazione economica che è stata effettuata nell'ultimo decennio”. Questo lavoro minuzioso ci ha consegnato un risultato pari a un disavanzo di 16.781.210,83 milioni di euro. Tale disavanzo sarà ripianato con rate annuali costanti che dovranno essere accan-

7

tonate nei prossimi 30 anni. La normativa prevede che questo disavanzo del passato possa essere ripianato anche con: lo svincolo di quote vincolate dell’avanzo di amministrazione e con l’utilizzo di quote di avanzo vincolate nonché da alienazione di beni patrimoniali disponibili, dalla somma iniziale di euro 16.781.210,83. Per quanto concerne la costituzione del Fondo crediti dubbia esigibilità è bene precisare che esso è formato prendendo in esame i rendiconti dal 2010 al 2014 e facendo una media ponderata del rapporto residui/riscossioni. “Stiamo procedendo dal punto di vista finanziario in maniera seria e oculata - ha precisato il vice sindaco Vincenzo Ingrassia - tutto ciò deriva, peraltro, dalle nuove norme di legge in materia di finanza locale in vigore dal gennaio 2015. Abbiamo constatato che la situazione che si è venuta a determinare nel corso del tempo non è proprio così fluida, in particolare se si considera che per molti dei crediti vantati dal Comune si deve porre in essere di gran carriera ogni fattiva ed opportuna azione di recupero”. Il riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi, esitato favorevolmente anche del collegio dei Revisori dei Conti, verrà ora trasmesso in Consiglio che dovrà opportunamente prendere atto delle modalità di copertura del maggior disavanzo. “È un passo in avanti - ha detto il sindaco Burrafato - verso l’approvazione del bilancio 2015. Si tratta di un atto importante che raccoglie una attività pluriennale per adeguarsi a queste nuove direttive statali”.


Termini Imerese dicembre 2015

COMMERCIO E SVILUPPO

8

Burrafato: Appello a Delrio Il Porto di Termini Imerese merita un tavolo ministeriale per ricercare nuovi traffici passeggeri e merci Burrafato dopo aver scampato la chiusura del transito di navi nel porto di Termini Imerese ha chiesto al Ministro Delrio di occuparsi direttamente del porto e delle sue prospettive. Soltanto qualche settimana fa Grandi Navi Veloci aveva, infatti, sospeso improvvisamente e unilateralmente la linea Termini Imerese – Genova e spostato il traffico a Palermo. I lavoratori portuali dello scalo di Termini Imerese sono entrati subito in agitazione per il timore di perdere il posto di lavoro e hanno lanciato un appello accorato alle Istituzioni locali, regionali e nazionali per bloccare la scelta aziendale di GNV. Il presidente dell’Autorità Portuale, Vincenzo Cannatella - che amministra anche l’area portuale termitana - dopo ripetuti incontri con il primo cittadino di Termini Imerese, Totò Burrafato ha assicurato tutti. Infatti, mettendo in campo il suo peso istituzionale a sostegno della mobilitazione dei lavoratori di Termini Imerese, da lì a qualche giorno è arrivata la scelta di GNV: dal prossimo 23 settembre sarà regolarmente assicurata la ripresa delle due corse settimanali verso Civitavecchia dal porto di Termini Imerese. Il sindaco Totò Burrafato - dopo aver espresso gratitudine al Presidente Cannatella - ha inviato un appello al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, per chiedere la convocazione di un “tavolo tecnico”, presso la sede del Ministero, nell’ambito del quale individuare e discutere le iniziative utili al rilancio dell’area portuale di Termini Imerese.

L’annunziata e poi revocata sospensione dei traffici da Termini Imerese è stata determinata anche dalle difficoltà negli spostamenti generati dalla chiusura del tratto autostradale sulla A19 Pa-Ct a seguito del crollo del viadotto Himera. Situazione critica per risolvere la quale sono stati già avviati i lavori, ma che prospetta tempi non brevissimi per una soluzione definitiva che riporti a una ripresa normale dei traffici. “Bisogna incrementare gli sforzi e le attività nella nostra area portuale – ha precisato il sindaco Burrafato – che può assumere un ruolo strategico per i traffici nel mediterraneo”. Nonostante le formali ed importanti rassicurazioni del Presidente Cannatella sull’imminente avvio dei lavori che interesseranno il molo sopraflutto e sottoflutto rispettivamente (euro 26.761.919,09) e (euro 26.021.101,66) il porto di Termini Imerese necessita ancora di ulteriori interventi fondamentali per assicurare la sua piena operatività. Uno fra tutti: l’intervento di escavazione dei fondali per assicurare l’approdo alle moderne navi ro-pax che abbisognano di almeno 9 metri di fondale e che adesso sono obbligate a far tappa nell’oramai saturo porto di Palermo. Per assicurare tali interventi bisogna che gli stessi vengano inseriti nel Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica (PSNPL) finalizzato al miglioramento della

competitività del sistema portuale e logistico nazionale promosso dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio. “In questa ottica di ammodernamento finalizzato ad intercettare nuovi traffici è chiaro – ha sottolineato Burrafato – che al porto di Termini Imerese deve essere riconosciuta anche dal ministro Delrio, una collocazione strategica sia per la posizione che occupa lungo la costa tirrenica, sia per dare un senso agli interventi realizzati negli ultimi anni e già programmati per il prossimo futuro, che riguardano aspetti strutturali e di riqualificazione e che sono finalizzati a un incremento dei trasporti di persone e merci”.

Zone Franche Urbane Termini Imerese ci vuole riprovare Nuovo appello a Simona Vicari per evitare il taglio delle risorse Le risorse finanziarie destinate alle ZFU saranno drasticamente ridotte per l’anno 2015. Burrafato non ci sta: “Sono certo che l’Anci farà la sua parte. Ma non possiamo non esprimere il dissenso per questa scelta che rischia di penalizzare la timida ripresa che si intravede all’orizzonte”. Il primo cittadino di Termini Imerese - dopo aver fortemente voluto che Termini Imerese rientrasse tra le aree destinate alle Zone Franche Urbane ed aver trovato la piena disponibilità di Simona Vicari, che a suo tempo sostenne il complesso iter legislativo che portò al riconoscimento sia di una parte del centro storico di Termini Imerese, sia dell’area industriale – ha già lanciato, per tempo, un nuovo appello in vista del dibattito parlamentare per il varo della finanziaria 2016 e torna a rivolgersi proprio alla Vicari, oggi sottosegretario allo Sviluppo Economico - in capo a cui è attestata la misura straordinaria in favore delle imprese -. A tal proposito già nei giorni scorsi aveva inviato una nota al Ministero dello Sviluppo Economico, illustrando la situazione di grave crisi che attraversa il nostro territorio e le ricadute negative che potrebbero derivare dalla drastica riduzione delle risorse destinate alle ZFU e quindi anche su Termini Imerese. La ZFU con questa riduzione dei finanziamenti, rischia di

essere quasi cancellata del tutto. La Sicilia è la regione che ha ottenuto più fondi rispetto ad altri territori e, in particolare nella provincia di Palermo, Termini Imerese con 449 beneficiari e 300 aziende che hanno innescato le agevolazioni, occupa il secondo posto dopo Bagheria. Stare dentro il perimetro della Zona Franca Urbana ha consentito alle imprese di beneficiare di agevolazioni fiscali e previdenziali proprio per rafforzare la crescita imprenditoriale e occupazionale delle micro e piccole imprese. “Oggi, ad un anno dalla nascita delle ZFU il bilancio è positivo - afferma il sindaco Burrafato – l’esenzione dalle imposte sui redditi, l’esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente hanno dato una boccata di ossigeno alle piccole imprese del territorio, sono 75 le aziende che hanno potuto fare il loro ingresso nel panorama produttivo cittadino, grazie proprio alle agevolazioni. E’ inaccettabile questo drastico taglio alle risorse assegnate. Anche se ci sono degli aspetti che vanno approfonditi e riguardano i requisiti per accedere alle agevolazioni o l’essere in regola con il pagamento dei tributi locali. Le Zone Franche Urbane sono nate per sostenere la fiscalità delle imprese nelle aree disagiate e il nostro territorio – ha concluso Burrafato – purtroppo disagiato, non può oggi farne a meno”.


Termini Imerese dicembre 2015

COMMERCIO E SVILUPPO

9

Un altro reparto rinnovato all’Ospedale S. Cimino Completato in tempi brevi il restyling del reparto di Medicina dell’Ospedale Salvatore Cimino di Termini Imerese. Alla presenza del Direttore generale dell’Asp Antonio Candela è stato messo in esercizio il reparto riqualificato in grado di assicurare 20 posti letto e 2 Day Hospital. I lavori sono costati complessivamente 500mila euro ed hanno permesso di consegnare agli utenti un reparto rinnovato con la pavimentazione rifatta, ed una complessiva riqualificazione degli ambienti anche con l’acquisto di nuovi arredi. Il pezzo forte è un ecografo multidisciplinare del costo di circa 50mila euro che rappresenta una tra le attrezzature di ultima generazione in dotazione al reparto. ”Il programma di interventi di riqualificazione dell’ospedale di Termini Imerese – ha dichiarato il sindaco Totò Burrafato – vanno avanti a spron battuto. Dopo i reparti di Ginecologia e di

Pediatria oggi abbiamo apprezzato il reparto di Medicina completamente riqualificato. Agli interventi infrastrutturali già completati faranno seguito anche analoghi interventi nei reparti di Ortopedia e di Pronto Soccorso. Ma vi è di più. È stata annunciata anche l’imminente assunzione di ben 74 figure sanitarie che andranno ad aggiungersi a quanti già, generosamente prestano la loro opera di servizio,

con professionalità e dedizione, nel nostro presidio ospedaliero. A tal riguardo il sindaco Burrafato ha sottolineato che “questi interventi infrastrutturali ed il programma di nuove assunzioni è una reale e forte garanzia sul futuro dell’Ospedale Cimino. Gli interventi di oggi certamente mettono in sicurezza il nostro ospedale da rischi di chiusura o ridimensionamento”. Le novità non finiscono qui.

E’ infatti, in corso l’iter di progettazione del nuovo complesso operatorio con un investimento di ulteriori 2,5 milioni di euro, mentre è stata aggiudicata la gara per il blocco sala operatoria-sala parto dell’Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia. I miglioramenti apportati nel nuovo reparto di Medicina sono in linea con le direttive in materia nazionali e regionali: 4 stanze sono a 2 letti, una singola per singola, per isolamento o malato terminale, salottino per parenti e sala incontro-pranzo per degenti. E’stato annunciato anche un programma di interventi nella rete territoriale ed in particolare nelle Guardie Mediche. Con un impegno economico di 200.000 euro, sarà data una nuova veste ai locali che ospitano le Guardie Mediche di Aliminusa, Caccamo, Caltavuturo, Cerda, Montemaggiore Belsito, Scillato, Sciara, Sclafani Bagni e Trabia.

La campanella è tornata a suonare regolarmente nella scuola S. Francesco di Paola

Finiti i lavori di riqualificazione parte degli alunni della scuola “San Francesco di Paola” sono tornati nella loro sede originaria. Da qualche settimana sono stati ultimati i lavori di ristrutturazione del plesso “San Francesco di Paola” che dal 1 settembre 2015 fa parte dell’I.C.S. “Balsamo-Pandolfini” di Termini Imerese. Sebbene i professionisti incaricati dal

Comune di Termini Imerese abbiano già effettuato il collaudo statico dell’immobile, la ditta che ha eseguito i lavori sta definendo di gran carriera e responsabilmente le procedure per il rilascio delle certificazioni di conformità degli impianti, che verranno tuttavia ultimate in tempi brevi per consentire l’accesso anche alla restante parte degli alunni. In attesa di tale certificazione la Dirigenza Scolastica dell’I.C.S. “Balsamo-Pandolfini”, d’intesa con l’Amministrazione Comunale, ha ritenuto di autorizzare soltanto parzialmente – per motivi di sicurezza - l’ingresso degli alunni e del personale nel plesso riqualificato. Per consentire il regolare inizio delle lezioni delle classi afferenti il plesso “San Francesco di Paola”, il primo periodo dell'anno scolastico è stato svolto nei plessi “Padiglione”, “San Francesco d’Assisi” e “Vincenzo La Barbera”. I lavori, avviati durante il precedente anno scolastico, sono stati relativi a “l’adeguamento delle normative antincendio e di sicurezza ed hanno comportato una spesa complessiva di 754.530,43 euro. La ditta che ha realizzato i lavo-

ri è la Di.Bi.Ga. sas. A tal riguardo il primo cittadino di Termini Imerese, Totò Burrafato ha espresso apprezzamento alla ditta che ha eseguito i lavori che hanno davvero riqualificato una scuola nel centro storico della nostra città. Nello specifico gli interventi effettuati riguardano: le pavimentazioni esterne, gli infissi esterni e le porte interne, i controsoffitti, nuovi ingressi e vie di fuga, scala di emergenza in acciaio, impianto allarme incendi, impianto di riscaldamento e sistema di canali per ricambio dell’aria in tutti gli ambienti, abbattimento delle barriere architettoniche. Il periodo di transizione di questo nuovo anno scolastico non durerà più del tempo strettamente necessario. Concluso infatti il percorso burocratico, gli alunni potranno tranquillamente tornare nella propria sede scolastica. L’Amministrazione Comunale e la Dirigenza Scolastica sono certe che nel mese di novembre la scuola “San Francesco di Paola” tornerà nella disponibilità della Comunità scolastica.


Termini Imerese

VERDE E AMBIENTE

L’Amministrazione comunale punta alla cura degli alberi cittadini Assicurata una campagna di interventi

Si tratta di lavori che occorre effettuare periodicamente, innanzitutto per evitare pericoli ai pedoni e agli automobilisti, ma anche per rendere concreta quella attività di cura e miglioramento del decoro urbano, che è obiettivo prioritario dell’amministrazione comunale, guidata da Totò Burrafato. Molti alberi sono totalmente secchi, alcuni intralciano la visuale lungo le strade perché troppo frondosi o perché presentano rami secchi da tagliare. Da qui la direttiva ai dipendenti comunali del 2° Settore Territorio e Ambiente che, a seguito delle procedure di evidenza pubblica, ha affidato alla ditta Edil Service, i lavori di manutenzione del verde e l’esecuzione di lavori di potatura. Nelle scorse settimane sono stati effettuati specifici interventi in via Falcone e Borsellino, nella piazza Stazione, nella villa Palmeri. E’ stato rimosso anche un pino in prossimità dello svincolo autostradale A19 e un albero presso la scuola Gardenia. Un altro intervento è stato realizzato nella Serpentina nei pressi del Grand Hotel quando, a causa del violento temporale abbattutosi in città nei giorni scorsi, il ramo di un albero è crollato, senza creare per fortuna danni a persone eccezion fatta per la rottura di un vaso di terracotta. Gli ultimi interven-

ti riguardano la via Garibaldi dove si è proceduto ad un nuovo trattamento sulle palme contro il punteruolo rosso. Le palme sono state ripulite dei rami secchi per rendere più agevole il transito sui marciapiedi e su di esse si è intervenuti anche per la lotta che dura ormai da tempo, contro il rhynchophorus ferrugineus, comunemente detto punteruolo rosso. “In questi anni - ha precisato il sindaco Totò Burrafato - sono stati fatti periodicamente i dovuti interventi per evitare la morte di queste piante che abbelliscono diverse piazze e viali cittadini. La gran parte ad oggi è stata salvata. Ciò grazie alla nostra testardaggine. Non abbiamo mai dichiarato la resa ed abbiamo continuato seppur con le difficoltà economiche che attraversa l’Ente, a contrastare il punteruolo rosso pur di salvare le nostre palme”. “E’ interesse di questa Amministrazione comunale – ha concluso l’assessore alla Vivibilità Lelio Minasola – curare il verde cittadino intervenendo sia con lavori ordinari, sia con trattamenti speciali come quelli effettuati sulle palme, volti a impedirne la morte completa. Il che sarebbe davvero un grave danno per la bellezza e il decoro delle nostre vie cittadine”.

dicembre 2015

10

CURA DEL TERRITORIO Conclusi gli interventi dell’associazione Banca del Tempo Himerense Un primo step di lavori di riqualificazione del territorio urbano, sono stati affidati all’associazione Banca del Tempo Himerense dal Comune di Termini Imerese. Gli interventi, durati per più mesi, sono stati resi possibili grazie ad un atto di indirizzo approvato dall’Amministrazione comunale guidata da Totò Burrafato che ha avviato un percorso di coinvolgimento dei cittadini e degli attori sociali della città, nella cura e nel miglioramento del territorio urbano. “Abbiamo registrato – ha evidenziato con soddisfazione il primo cittadino di Termini Imerese Totò Burrafato – una nuova stagione di impegno civile finalizzata alla riqualificazione di aree degradate della nostra città. Dobbiamo comunque passare dalla sporadicità alla continuità per consentire ai cittadini di collaborare compiutamente con le Istituzioni locali per curare e contrastare il degrado che spesso regna in numerose aree della città”. In questi mesi sono tanti gli interventi effettuati. La rimozione di rifiuti, l’estirpazione di erbacce e la pulizia hanno riguardato a turno circa tutte le zone della città. Interventi sono stati realizzati anche in tutte le scuole cittadine dalla Poalo Balsamo al Pirandello, alla Gardenia e un gruppo di cinque persone ha effettuato lavori di piccola manutenzione nella scuola G. Mulè di via Roma. “Anche se per un periodo limitato – ha precisato Burrafato l’attività dell’associazione Banca del tempo himerense ha prodotto risultati positivi in un territorio in cui spesso i servizi offerti dalle aziende addette hanno grosse carenze nel garantire prestazioni costanti ed efficienti. “Con dei costi contenuti (ogni operaio percepisce 15 euro al giorno) – ha concluso l’assessore alla Vivibilità Lelio Minasola - si è riusciti a ridare decoro alla nostra città. L’auspicio è che la convenzione possa essere rinnovata sia per assicurare l’attività di pulizia per i prossimi mesi, sia per garantire qualche risorsa in più alle famiglie più indigenti”.


Termini Imerese

VERDE E AMBIENTE

dicembre 2015

11

Emergenza rifiuti, più criticità nel recente passato Bisogna tornare alla normalità

In più occasioni si è registrata la sospensione della raccolta dei rifiuti nel territorio cittadino e la società Ecologia e Ambiente insieme al Comune di Termini Imerese sono stati costretti a far ricorso ad interventi straordinari di raccolta per riportare le condizioni igienico sanitarie della nostra città ai requisiti di ordinarietà. Al fine di evitare il perdurare delle condizioni di precarietà sanitarie determinate dalla copiosa presenza di rifiuti, dopo la rimozione sono

previsti interventi straordinari di disinfezione e sanificazione dei cassonetti e dell’area di stanziamento in cui essi si trovano. Nell’ambito degli interventi di pulizia e disinfezione sono stati impiegati prodotti che hanno anche la funzione di eliminare i cattivi odori. A tal proposito si ribadisce che secondo quanto previsto dalle ordinanze comunali vigenti, i rifiuti prodotti da attività domestiche o assimilabili, nelle zone dove non è stata attivata la raccolta differenziata,

devono essere depositati negli appositi cassonetti stradali, in sacchetti ben chiusi, nella fascia oraria compresa tra le 18 e le 22 di tutti i giorni feriali. Soltanto ai residenti esterni all'area urbana cittadina, è consentito il conferimento dei rifiuti solidi urbani nei cassonetti anche dalle ore 06,00 alle ore 09,00 nei soli giorni feriali. E’ assolutamente vietato il conferimento dei rifiuti nella giornata di sabato. Le sanzioni applicabili ai trasgressori vanno da un

minimo di 25 euro ad un massimo di 155 euro. “Più volte purtroppo – ha detto il sindaco Totò Burrafato - abbiamo dovuto assistere allo spettacolo degradante della nostra città piena di rifiuti. Secondo i tempi prefigurati con la società dei rifiuti in liquidazione, abbiamo riportato la situazione alla normalità e allo stesso tempo abbiamo chiesto ai cittadini di partecipare con il rispetto delle regole, a mantenere pulita la nostra città”.


Termini Imerese dicembre 2015

POLITICHE GIOVANILI E SPORT

12

Burrafato saluta i lottatori termitani con una targa Primo e secondo posto ai Giochi del Mediterraneo Pescara 2015 “Mediterranean beach games”

Il sindaco Totò Burrafato ha ricevuto nella sede storica del municipio i campioni termitani di lotta. Salvatore Purpura e Vincenzo Chiara hanno partecipato ai Giochi del Mediterraneo Pescara 2015 “Mediterranean beach games”, conquistando il primo e il secondo posto. Purpura si è aggiudicata infatti la medaglia d’oro per la cate-

goria 90 kg, Chiara la medaglia di argento per la categoria 80 kg nella Specialità beach wrestiling. Entrambi provengono dalla scuola di lotta termitana. Il primo proviene dal club atletico sportivo dilettantistico di Termini Imerese dei tecnici Albanese Lillo, Lumia Pietro, Cimino Angelo e Galbo Antonino. Il secondo fa parte del gruppo spor-

tivo lotta di Termini Imerese di Agostino Purpura. Carmelo Lumia atleta della nazionale italiana Fiamme Oro ha partecipato al campionato del mondo che si è tenuto lo scorso 12 settembre a Las Vegas per i senior di lotta stile libero nella categoria 74 kg. L’oro conquistato da Salvatore Purpura è il primo in assoluto in Italia in que-

sta nuova disciplina. Ottimi risultati per le associazioni sportive termitane che continua a raccogliere i frutti di una tradizione ormai consolidata nello sport cittadino. Molti sono infatti i giovani termitani che si sono distinti negli anni proprio nella lotta. Per Carmelo Lumia è prevista anche la partecipazione ai tre tornei di qualificazione olimpica nel periodo di aprile maggio del 2016, con la maglia azzurra della nazionale italiana delle Fiamme Oro. “La lotta continua, negli anni, a regalare premi meritati ai nostri giovani e alla città di Termini Imerese – ha detto il sindaco Totò Burrafato - con soddisfazione ed orgoglio ho voluto esprimere gratitudine per la passione e l’ingegno che mettono in campo le associazioni sportive termitane”. All’incontro erano presenti, oltre al sindaco Burrafato, il parroco don Raimondo Abbandoni, l’assessore allo Sport Paolo Cecchetti, il consigliere comunale Michele Longo, il consigliere comunale Vincenzo Taravella.


Termini Imerese dicembre 2015

POLITICHE GIOVANILI E SPORT

13

Avviati a Termini Imerese 28 volontari del Servizio Civile Nazionale Avviato il servizio civile a Termini Imerese. Ben 28 volontari svolgeranno un servizio di pubblica utilità dedicata ai nostri anziani. “Con soddisfazione, grazie alla cooperazione di Imera Sviluppo e degli Uffici comunali – ha precisato il primo cittadino di Termini Imerese, Totò Burrafato – è stata avviata la prima esperienza di sevizio civile che vede il Comune protagonista in prima persona di questa esperienza che mette insieme volontari ed anziani della

“Oltre l’età”. L’avviso relativo al progetto e il modulo di presentazione delle domande sono stati pubblicati nel sito del Comune di Termini Imerese così come previsto per gli Enti accreditati a svolgere il servizio civile. Le istanze pervenute sono 107, che si sono ridotte a 93 per mancanza dei requisiti previsti per l’ammissione al colloquio. Coloro che si sono poi effettivamente presentati al colloquio sono 75. A seguito della valutazione effettuata

nostra città”. Il percorso è stato avviato con delibera di Giunta comunale dello scorso luglio 2014 con la quale il Comune ha affidato a Imera Sviluppo 2010 Scarl la redazione di un progetto di Servizio Civile Nazionale con la relativa selezione e formazione dei giovani partecipanti. L’istituto del servizio civile volontario risale al 2001 e offre la possibilità ai giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni di svolgere attività di volontariato presso enti o organizzazioni accreditate dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Un modo per promuovere l’integrazione sociale, la partecipazione e la solidarietà verso altri individui con un’attività che si svolge nell’arco di 12 mesi. Il progetto che è stato presentato al Dipartimento Regionale della famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro si chiama

da Imera Sviluppo l’esito finale ha riconosciuto n. 28 candidati idonei selezionati, n. 47 candidati idonei non selezionati, n. 29 candidati esclusi. Con delibera della Giunta comunale del 15 settembre 2015 pertanto, è stata approvata la graduatoria redatta da Imera Sviluppo che prevedeva l’impiego di n. 28 volontari nel progetto denominato “Oltre l’età”. L’avvio ufficiale del progetto di servizio civile è avvenuto in presenza del sindaco Totò Burrafato, presso la residenza municipale di piazza Duomo. I 28 volontari selezionati sono stati suddivisi in gruppi, distribuiti nelle diverse sedi comunali nel seguente modo: n. 8 presso la Biblioteca Liciniana, n. 4 presso il municipio di piazza Duomo, n. 16 presso altri uffici comunali.

Nato a Termini Imerese un nuovo gruppo scout ispirato a don Peppe Diana L’idea di costituire un nuovo gruppo scout a Termini Imerese è nata circa due anni da don Raimondo Abbandoni che l’ha condivisa con alcuni capi scout già presenti nel territorio (tra cui Giuseppe Scorsone). Insieme hanno avviato il percorso che ha portato alla costituzione del nuovo gruppo. Il neo gruppo denominato Termini Imerese 3, si è ispirato alla figura di don Peppe Diana, parroco ucciso dalla camorra nel 1994 a Casal di Principe. Una figura straordinaria che ha dedicato il suo impegno pastorale alla lotta contro l’illegalità, l’abuso, il privilegio e che ha pagato con la vita le denunce fatte con nomi e cognomi, con le sue prediche e le sue esortazioni a fare il bene. “Per amore del mio popolo non tacerò” questa una delle sue frasi emblematiche, che testimonia l’impegno personale condotto per l’affermazione della libertà e del progresso civile. “Si consolida ancora di più la presenza degli scout a Termini Imerese – così ha dichiarato il sindaco Totò Burrafato – una presenza importante ed attiva che seguiremo con vicinanza e attenzione”. Gli ospiti provenienti dalla Campania, sono stati ricevuti dal sindaco Totò Burrafato e dall’assessore Donatella Battaglia presso la sede del palazzo municipale. Il gruppo ha anche visitato l’eremo di San Felice e a seguire i locali parrocchiali e la sede del gruppo. A rappresentare il Comitato Don Peppe Diana sarà Valerio Taglione, saranno presenti inoltre i delegati dell’associazione Libera Palermo di Don Ciotti, i rappresentanti del Comitato zonale e regionale AGESCI e alcuni rappresentanti delle istituzioni locali. A coordinare l’evento è stato Luigi Perollo direttore di TgMed. La giornata prevedeva anche alcune attività scout presso la villa Palmeri per i bambini. Si è tenuta una conferenza presso la Chiesa di San Salvatore nell’ambito della quale si svolgerà il cerimoniale di consegna del fazzolettone. Tale fazzolettone che rappresenta il nuovo gruppo, avrà gli stessi colori di quello di Don Peppe Diana. Questo gruppo è destinato a bambini di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni e avrà come capo gruppo Giuseppe Scorsone e come assistente ecclesiastico Don Raimondo Abbandoni. La speranza è che in seguito si possa costituire anche un gruppo di adulti.


SPAZIO GIOVANI

Termini Imerese dicembre 2015

Avviate le attività formative del progetto “Spazi ai giovani” “Spazi ai Giovani": workshop per 45 ragazzi di Termini Imerese e dintorni per imparare a gestire servizi in campo turistico, economico e culturale Avviato il progetto “Spazi ai giovani” presso la sede del Cerisdi al palazzo Utveggio di Palermo. A partecipare sono stati oltre 45 giovani di età compresa tra i 16 e i 35 anni, già selezionati per partecipare ai workshop formativi di “Spazi ai giovani” lo scorso 16 luglio, giorno di avvio del progetto. I giovani coinvolti sono residenti a Termini Imerese e in alcuni paesi limitrofi. L’obiettivo dei workshop è far acquisire ai partecipanti, le competenze e le conoscenze sui temi della gestione di servizi con finalità educative, didattiche, sociali e turistiche. Per una buona formazione risulta utile approfondire alcuni temi e contenuti indispensabili per gli operatori del settore come attività di promozione di impresa locale, marketing, valorizzazione e strategie volte al sostegno del patrimonio artistico e culturale, costruzione di laboratori didattici attraverso il gioco e il lavoro di rete. Gli incontri sono stati guidati da esponenti del mondo accademico, dirigenti della Soprintendenza dei beni Culturali della Regione Siciliana, operatori esperti di leadership e comunicazione e ancora esperti di tutela e promozione dei Beni pubblici e della sicurezza. Al termine del percorso formativo 15 giovani tra i migliori, dopo il superamento di un test finale, saranno accompagnati verso l’attivazione della cooperativa. Obiettivo finale del progetto infatti, è proprio la nascita di una cooperativa che in particolare si occuperà dei servizi di accoglienza del Castello di Termini Imerese e di altri beni pubblici del territorio. Il progetto, a cura dell’as sociazione Termini d’Amuri, è stato finanziato dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è stato realizzato in collaborazione con l’Amministrazione comunale Termini Imerese con il Cerisdi, con la cooperativa Cantiere delle idee e con l’Associazione Giovani nell’Arte.

14

Cerisdi

Formazione, ricerca e consulenza sono tre pietre miliari dell’economia e sono gli ambiti nei quali si svolge prevalentemente l’attività del CERISDI, il Centro Ricerche e Studi Direzionali di Palermo. Con sede presso il Castello Utveggio, vanta oltre venticinque anni di vita al servizio della crescita culturale e manageriale della nuova classe dirigente. Si tratta di una realtà che guarda al panorama italiano del lavoro e della formazione e a tutto il bacino del Mediterraneo capace di seguire e interpretare le nuove tendenze nei campi dello sviluppo economico e occupazionale.

Termini D’Amuri

L'Associazione Termini D'Amuri intende promuovere la conoscenza, la tutela, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio, storico, artistico, culturale, religioso, ambientale. Per incoraggiare le attività dei giovani organizza attività culturali (conferenze, corsi, convegni, concerti, mostre), campi di lavoro e di studio per il recupero e il risanamento di strutture architettoniche e la conoscenza del patrimonio archeologico, monumentale, artistico e ambientale.


Termini Imerese

SICUREZZA

dicembre 2015

15

In funzione il servizio di videosorveglianza cittadina Contrastare gli illeciti come l’abbandono incontrollato di rifiuti in strada, tenere sotto controllo il traffico veicolare, arginare la microcriminalità e aumentare la sicurezza in città. Questi sono alcuni degli obiettivi che si intende raggiungere con l’attivazione del sistema di videosorveglianza recentemente installato a Termini Imerese grazie all’impegno dell’Amministrazione comunale. I progetti finanziati in Sicilia dal Ministero degli Interni erano undici e uno riguardava proprio Termini Imerese. La tecnologia più all’avanguardia farà da supporto alle forze dell’ordine nell’impegno quotidiano sul fronte dei diritti e della legalità. “Siamo ormai alla fase finale dell’iter attuativo – ha dichiarato il sindaco Totò Burrafato – sono state già installate le telecamere nei luoghi individuati. Il servizio ormai avviato in tempi brevi sarà in grado di garantire risultati positivi”. Il Comune ha seguito l’iter dei progetti a suo tempo, finanziati dal Governo nazionale con un decreto del Ministero dell’Interno del 2012. Ammonta a quasi 350 mila euro la cifra stanziata per il Comune di Termini Imerese. Somma che deriva dai fondi del Pon “Sicurezza per lo sviluppo” obiettivo convergenza 2007/2013.

Complessivamente sono 31 le telecamere installate, alcune mobili altre fisse, collocate in diverse zone della città. “La centrale operativa si trova presso la sede della polizia municipale – ha precisato Burrafato – le telecamere registreranno 24h su 24h e le immagini saranno conservate per sette giorni consecutivi”. La nostra comunità – ha concluso Burrafato – avrà quindi a disposizione uno strumento in più per la sicurezza personale e collettiva che garantirà un più puntuale controllo dei siti sensibili del centro urbano e della periferia. Centriamo, complessivamente, un obiettivo che restituisce ai cittadini una città più sicura grazie alla tecnologia ed impegnata verso la legalità e la sicurezza”.

Linee guida sulla privacy La videosorveglianza da parte delle amministrazioni comunali deve seguire alcune linee guida per salvaguardare la privacy dei cittadini. Si tratta di un argomento “caldo” in molti Comuni italiani, visto che i sistemi di videosorveglianza sono in grado di monitorare le zone sensibili del territorio comunale. Le cronaca recente, purtroppo, riporta sempre più spesso episodi di vandalismo, furti e altri avvenimenti che danno l’impressione al cittadino i non sentirsi al sicuro. Nonostante l’importanza rivestita da un buon sistema di sicurezza, è indubbio che la privacy non possa essere ignorata e, per questo motivo, i Comuni sono tenuti a seguire alcune regole nella pianificazione e la gestione del sistema di video sorveglianza. Va dunque trovato il giusto (e difficile) equilibrio tra la sicurezza e la privacy dei cittadini. Anzitutto, va tenuta in debito conto la cosiddetta informativa, il cui l’obiettivo è di comunicare al cittadino la possibilità che venga essere ripreso. I Comuni, pertanto, devono sempre segnalare, mediante appositi cartelli, la presenza di telecamere di videosorveglianza e specificare se tale sistema sia attivo solo in determinate fasce orarie oppure sia a ciclo continuo; inoltre, va specificato se le videocamere siano collegate o meno alle forze dell’ordine. Altro tema caldo è quello della conservazione delle immagini. La normativa in vigore specifica come, fatti salvi i weekend, non sia possibile tenere in archivio le immagini per più di 24 ore. Il Garante della Privacy, tuttavia, può in casi straordinari autorizzare alla conservazione dei video oltre il termine stabilito. Le norme in materia stabiliscono delle regole anche in campo ecologico. Le amministrazioni comunali sono infatti abilitate al monitoraggio video delle aree ecologiche e delle discariche, con lo scopo di porre sotto controllo gli orari di deposito di immondizia, nonché la tipologia di rifiuti conferiti. L’obiettivo è di evitare che vengano aggirate norme e disposizione per il controllo e lo smaltimento della cosiddetta “spa.


Termini Imerese

COMMEMORAZIONI

dicembre 2015

16

Termini Imerese ha celebrato la giornata dei Caduti a ricordo di Nassiriya Ricordati tutti gli eroi nelle Missioni Umanitarie di Pace nel Mondo

Celebrata il 18 novembre 2015, nel quartiere Beato Agostino Novello, la Commemorazione dei Caduti in ricordo di Nassiriya e di tutti gli eroi nelle Missioni Umanitarie di Pace nel Mondo. La cerimonia si è svolta all’interno del Giardino del Ricordo, monumento realizzato dall’associazione Beato Agostino Novello. Dopo la santa messa celebrata nella Parrocchia SS. Salvatore - officiata da Don Raimondo Abbandoni e da Don Massimiliano Purpura in presenza delle autorità Civili, Militari, Religiose, cittadine - il sindaco Totò Burrafato ha deposto una corona di alloro presso il monumento, sulle note del “ Silenzio”. Erano presenti anche rappresentanti delle Associazioni e delle scuole di ogni ordine e grado. Don Massimiliano Purpura con un’omelia molto toccante ha emozionato tutti i presenti compresi i ragazzi che sono stati molto partecipi. A seguire i rappresentanti degli istituti scolastici presenti hanno affrontato i temi della pace e della solida-

rietà dei popoli. In rappresentanza del Parlamento della Legalità Internazionale sono intervenuti il presidente Nicolo Mannino che ha parlato delle missioni di legalità in tutto il territorio nazionale e il suo vice, Salvo Sardisco. Mannino ha consegnato all’Associazione Beato Agostino Novello una targa che era stata consegnata a Montecitorio lo scorso 12 ottobre 2015 al Consigliere Comunale Michele Longo durante l’inaugurazione dell’anno accademico della Legalità, quale segno di riconoscimento a favore dei grandi valori della vita. Il sindaco ha conferito due benemerenze, una al presidente del Parlamento della Legalità Internazionale Nicolo Mannino e l’altra al vice Salvo Sardisco a riprova del loro impegno costante sul fronte della legalità che, nel recente passato, li ha portati a fare tappa a Termini Imerese per contaminare le nostre esperienze locali. L’Associazione Beato Agostino Novello ha infine consegnato le chiavi della propria sede al Presidente del Parlamento della legalità Nicolò Man-

nino. Così il Parlamento della legalità internazionale ha fatto ufficialmente ingresso nella nostra città e potrà disporre di una sede per assicurare le sue funzioni sociali e statutarie. Il Presidente del Consiglio Comunale Angela Campagna, dopo aver dedicato un pensiero alle vittime dell’attentato di Parigi, ha voluto ricordare il nostro concittadino Francesco Messineo che ha perso la vita durante una missione di pace in Afghanistan. Tra i presenti c’era anche un carabiniere sopravvissuto all’attentato di Nassirya, il luogotenente Benedetto Salvino che ha ricordato quei drammatici momenti soprattutto quando è stato chiamato a dover riconoscere i suoi colleghi morti. “Illegalità e guerra – ha dichiarato il consigliere comunale Michele Longo - non si nutrono solo di delinquenza e violenza ma possono emergere ovunque, ogni volta che si persegue un interesse personale, danneggiando gli interessi altrui. Vivere nella pace e nella legalità è sicuramente un percorso speciale di vita “.


Spedizioni puntuali e sicure a Natale: un’utopia che con noi oggi diviene realtà Anno dopo anno ci proponiamo di vivere il periodo natalizio con animo lontano da stress ed ansia per poi andarci a ritrovare, puntualmente, più nervosi del solito. Complice di ciò è l’affanno legato all’acquisto ed alla spedizione di regali, attività queste che hanno luogo rigorosamente in ossequio alla formula last minute, ossia trascinati sino all’ultimo giorno che precede il Natale. Se è vero che gli acquisti sono oggi agevolati, in quanto siamo destinatari di un’offerta di beni molto vasta ed articolata, è pur vero che a difettare è lo strumento primario ed imprescindibile del quale avvalersi per inoltrare un regalo a parenti o amici lontani: il servizio di spedizione di pacchi e documenti. Ritardi nelle consegne, in questo caso come non mai, non sono ammissibili. Così come inconcepibile è il danneggiamento di pacchi destinati alla spedizione. Eppure è proprio quello che ha luogo nel periodo delle festività natalizie, quando bene che vada si può assistere al ritorno al mittente del pacco rilasciato per la consegna. Viviamo in un momento storico in cui l’esigenza, da parte dei privati e delle aziende, di abbattere le distanze si fa assoluta necessità e tale è soprattutto nel periodo natalizio: si tratta di una realtà della quale non può non tenersi conto. Le implicazioni di questi disservizi sono facilmente immaginabili: molti sono coloro che hanno sperimentato sulla loro pelle disfunzioni in capo alle prestazioni offerte dai più noti e comuni uffici postali. Eppure un’alternativa possibile esiste, e non è certo rappresentata dall’esimersi dall’inviare pacchi o documenti nel periodo dell’anno maggiormente interessato dall’intasamento nei servizi.

Privarsi di questa possibilità rappresenta una distorsione di necessità umanamente condivisibili che devono essere piuttosto preservate. E’ proprio prendendo le mosse da questa necessità dalla dimensione tutta umana che abbiamo deciso di puntare su spostamenti di merci in tempi sempre più brevi e con modalità operative che puntino all’eccellenza. MAIL BOXES ETC., con sede in Termini Imerese, la nostra azienda dedita alla spedizione di pacchi e documenti in tutta Italia, si pone sul mercato portando con sé un modo nuovo e del tutto straordinario di concepire la spedizione. Il nostro successo si deve all’affidabilità, all’efficienza dei nostri servizi ed all’applicazione di tariffe concorrenziali anche per le spedizioni “difficili”, quali quelle che hanno luogo in periodi dell’anno maggiormente caotici, come il Natale appunto. Il rispetto degli impegni presi con i nostri clienti e l’attitudine incondizionata a saper gestire e controllare i processi dell’intero ingranaggio organizzativo rappresentano i cardini fondamentali sui quali si basa il nostro core business. Nel corso della nostra attività abbiamo compreso che non basta l’attenzione e la cura nella selezione del personale. E non basta neanche la predisposizione dei più adeguati strumenti e mezzi tecnologicamente avanzati. Occorre di più. Occorre passione, pianificazione corretta e minuziosa del lavoro. Occorre elaborare e mettere a punto un progetto aziendale che si riveli in perfetta sintonia con i tempi moderni ed in grado di soddisfare in maniera eccellente le più svariate esigenze di privati ed imprese, in ogni periodo dell’anno, anche quello caratterizzato da maggiori pressioni.

Ecco alcuni dei nostri servizi complementari:  consulenza precedente e successiva alla spedizione  imballaggio eseguito a regola d’arte  verifica delle condizioni del pacco e del suo imballaggio

prima della spedizione  monitoraggio continuo della spedizione in transito

Siamo a disposizione di PRIVATI ED IMPRESE, e ci proponiamo quale PARTNER ALTAMENTE AFFIDABILE per qualsivoglia esigenza di spedizione e logistica

CHIAMA ADESSO per una CONSULENZA GRATUITA al numero 091 8113757 o 391 4044839 oppure vienici a trovare nel nostro store di Via G. Garibaldi 33/35 a Termini Imerese mbe750@mbe.it - www.mbeterminiimerese.it


EVENTI

Termini Imerese dicembre 2015

18

Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale del 4 novembre Si è conclusa all’insegna della musica la giornata del 4 novembre, Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale presso l’aula consiliare “ex Caserma La Masa”. Lo spettacolo è stato organizzato dalla sinergia di tre associazioni cittadine: associazione Nazionale Combattenti e Reduci, associazione Nazionale Polizia di Stato e associazione turistica Pro Loco con il patrocinio del Comune di Termini Imerese. “Per non dimenticare”, questo il titolo del concerto, ha visto l’esibizione della cantante lirica Marisa Rainieri con i “Due nostalgici” Luigi Velardi e Franco Casamento. La musica proposta ha ripercorso il periodo delle due guerre dal 1915 al 1947 con i classici della musica napoletana e con brani legati al periodo bellico. All’inno di “Fratelli d’Italia” si sono susseguite canzoni melodiche tipiche di quel tempo legate ai sentimenti condivisi e rappresentanti valori come la Patria, l’amore, la famiglia, la lontananza, l’emigrazione: O’ surdato ‘nnammurato, O’ paese do sole, Monastero e Santa Chiara, Lily Marlen, Mamma, Tu can un chiagne, Non ti scordar di me. A presentare è stato lo storico di tradizioni locali Nando Cimino che ha fornito alcune informazioni sulle origini delle canzoni proposte. Erano presenti il Sindaco Totò Burrafato, Angela Campagna Presidente del Consiglio comunale e l’assessore alla Cultura Donatella Battaglia.

Istituita nel 1922, celebra l'anniversario della vittoria e la fine della Prima Guerra Mondiale. Fino al 1976 è stata un giorno festivo a tutti gli effetti, mentre a partire dal 1977 è diventata una "festa mobile" che cade nella prima domenica di novembre. In occasione del 4 novembre le più alte cariche dello Stato rendono omaggio al Milite Ignoto, (la cui salma riposa presso l’Altare della Patria a Roma), si recano in visita al Sacrario di Redipuglia (Gorizia) dove sono custodite le salme di 100.000 caduti nella guerra 15-18 e a Vittorio Veneto (TV) teatro dell'ultimo confronto militare della Grande Guerra.


BILANCIO E FINANZA

EVENTI

Termini Imerese dicembre 2015

19

“I contorni dell’Anima” di Antonella Pomara al Museo Civico B. Romano Giornata Nazionale delle Pittura e scultura nelle opere dell’artista Palermitana Si è tenuta a Termini Imerese la personale di Antonella Pomara presso il Museo civico B. Romano. Continua così il percorso di valorizzazione del Museo cittadino voluto dall’Amministrazione comunale, guidata da Totò Burrafato. La mostra ha presentato opere di pittura e scultura l’artista infatti, spazia liberamente dall’espressione volumetrica delle sculture (bronzo, terracotta, legno, pietra, gesso e materiali vari) a quella dei colori e delle figure pittoriche. Complessivamente saranno esposte circa sessanta opere, trenta sculture e trenta tele pittoriche collocate principalmente nella Pinacoteca del Museo, ma anche nello spazio archeologico e in quello antistante il giardino, dedicato all’800. Antonella Pomara, vive a Palermo dove si è diplomata all’Accademia di Belle Arti. Il suo amore per la pittura e l’arte è nato in occasione di un viaggio ad Amsterdam fatto da bambina, quando scoprì le opere di Van Gogh, evento che le fece cambiare l’idea originaria di fare il medico. L’espressione artistica della Pomara nasce con la pittura ma istintivamente e “naturalmente” sfocia nella scultura mantenen-

do alti i due livelli espressivi. E se si prova a classificare la sua produzione creativa ci si accorge come essa sfugga a qualsiasi retaggio climatico e geografico. La pittura non ritrae infatti un sud di fiori e di sole, di barche e pescatori, di donne e miraggi. Piuttosto un Sud fatto di storie, di impressioni, dove le figure spigolose sfuggono a qualsiasi certezza proiettandoci verso un caos senza tempo. “Le opere - dice la Pomara - nascono dal di dentro come un concepimento che, quasi privo di una volontà razionale diventa materia attraverso l’operosità delle mani”. L’artista ha esposto in numerose mostre da solista e in collettive, in Sicilia e in Italia. Tra i riconoscimenti avuti annovera il Premio Internazionale d’Arte Alfonso Amorelli; Premio Telamone per l’Arte; Premio Speciale Giuria Vetrina degli Artisti Contemporanei; Premio Cerere. Ha partecipato (per gli eventi collaterali della 51a Biennale di Venezia) alla mostra d’arte sacra organizzata dalla Conferenza Episcopale Italiana che si è tenuta nella chiesa di San Lio. Il suo Tabernacolo adorna permanentemente l’altare che sovrasta la tomba di Canaletto.

Famiglie al Museo Sono stati un centinaio i bambini che, accompagnati dai genitori, hanno visitato il Museo Civico cittadino nella Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. L’occasione per le famiglie di trascorrere una domenica insolita è stata offerta dal progetto nazionale che, (giunto alla sua terza edizione) è nato da un’esperienza dal portale internet www. kidsarttourism che ha lanciato proposte legate alla didattica museale e alla conoscenza dei beni culturali. L’Amministrazione comunale, ha voluto aderire nella convinzione di offrire ai più piccoli ma anche agli adulti, la possibilità di conoscere e vivere più da vicino la realtà museale cittadina. Sull’esempio di altri paesi europei i musei si stanno organizzando infatti a compiere attività indirizzate ai più giovani e alle famiglie con l’obiettivo di valorizzare i beni conservati proprio nei musei. I bambini hanno seguito la visita didattica in tutto il percorso museale, dal settore archeologico alla Pinacoteca, dalla cappella di San Michele Arcangelo al giardino dove si trova il settore ‘800. A loro è stato spiegato lo stemma della città con i suoi simboli. I giovani visitatori, di età compresa tra i 5 e gli 11 anni, hanno partecipato ai laboratori didattici rispondendo a delle domande sulle opere contenute nel Museo e con il test “Occhio all’opera” hanno segnalato l’opera esposta che li ha maggiormente colpiti. Il primato è andato alle antiche monete romane. I genitori invece hanno risposto a un questionario sull’apprezzamento dell’iniziativa. Il risultato è stato davvero ottimo, con la registrazione di un alto gradimento soprattutto per le nozioni fornite ai bambini che hanno partecipato attivamente alla giornata. L’Amministrazione comunale, che ha partecipato quest’anno per la seconda volta, è pronta a celebrare con entusiasmo alla IV edizione del prossimo anno. “La giornata è stata una commistione tra ludico e didattico – ha detto l’Assessore alla Cultura Donatella Battaglia – i bambini hanno mantenuta alta l’attenzione sotto gli occhi orgogliosi dei propri genitori. La fruibilità dell’istituzione museale, con attività rivolte ai più piccoli è stata la chiave per una iniziativa di successo”.

Nuova stagione concertistica per gli Amici della Musica G. Mulè di termini Imerese Sarà presentata il 22 dicembre alle 18,30 presso la chiesa dell’Itria la nuova stagione concertistica 2015/2016 dell’associazione Amici della Musica G. Mulè di Termini Imerese. A fare da sfondo alla nuova programmazione sarà un concerto per voce e pianoforte con l’esibizione del soprano Tullia Bellelli e il pianista Davide Cirrito. L’associazione, presente attivamente nel territorio da oltre quarant’anni rappresenta una delle istituzioni culturali della Città. Definita dal sindaco Totò Burrafato “un fiore all’occhiello della nostra città, tra le tante ed apprezzate realtà associative locali, anche perché è riuscita a proseguire la propria attività in periodi non certo floridi per la nostra comunità, grazie anche all’attività infaticabile del suo direttore artistico Rosario Quattrocchi e del suo presidente Vincenzo Corso. In tutti questi anni di attività l’Associazione è diventata un punto di rife-

rimento certo, non solo per gli appassionati di musica ma anche per chi alla musica intende avvicinarsi. Ogni stagione concertistica, infatti, ha assicurato un offerta plurale. Tanti artisti affermati, ma anche giovani talenti uniti in un unico grande cartellone per promuovere e diffondere, con la loro arte, la cultura. L’impegno, sostenuto dalla smisurata passione per la musica e l’arte sono l’humus nel quale l’associazione è nata ed è riuscita a garantire una sua presenza costante e sempre innovativa nel territorio. In qualità di primo cittadino di Termini Imerese – ha concluso il sindaco Burrafato – non posso che ringraziare l’Associazione Amici della Musica per quanto sinora fatto. Sono certo che la nuova Stagione concertistica 2015/2016 sarà in grado di soddisfare i gusti degli associati e di attirarne di nuovi perseguendo sempre l’obiettivo di diffondere la bellezza, l’arte e la cultura.

Alcuni degli artisti che si sono esibiti nelle scorse edizioni. Da sinistra: Rosario D’amato, Clara Scarlata Maria Letizia La Piana, Grazia Zaffuto Marco Carmina, Riccardo Scilipoti


EVENTI

Termini Imerese dicembre 2015

20

Grande Successo di pubblico per la Festa del Mare 2015 Consolidati i rapporti con la delegazione libanese. Ospite della kermesse Termini imerese e Zahle all’interno della rete Itinera Med Si è conclusa con un grande successo di pubblico e con il consolidamento dei rapporti tra una cittadina siciliana e una libanese unite da simili tradizioni eno-gastronomiche, la Festa del Mare 2015, la tre giorni che ha proposto a Termini Imerese workshop, laboratori gastronomici per adulti e bambini, cooking show, convegni e degustazioni con l’obiettivo di valorizzare il pesce azzurro, favorire le politiche a sostegno della marineria locale e promuovere e tutelare il territorio nell'ottica di un'offerta turistica integrata. L’iniziativa è stata realizzata dal Comune di Termini Imerese, grazie alla capacità dell’Amministrazione comunale di intercettare i fondi ministeriali del MIPAF (Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e del FEP 2007-2013 (Fondo Europeo della Pesca), e si è svolta in un villaggio del mare, allestito nella zona della Marina. Il bilancio della manifestazione è di oltre ottomila degustazioni di pesce servite nell’apposita area attrezzata, centinaia di bambini che hanno seguito i percorsi di ecologia marina e pubblico entusiasta a seguire i cooking show e gli spettacoli serali presentati da Salvo La Rosa che hanno avuto come protagonisti Anna Tatangelo (che nonostante il maltempo ha fatto registrare circa duemila presenze) e Toti e Totino. Ma la manifestazione è stata anche il terreno fertile sul quale si è consolidato il rapporto tra la comunità termitana e quella libanese ospite della kermesse, rappresentata da Simon Jabbour, Capo Dipartimento Esposizioni e Fiere, Commissario del Padiglione Libano a Expo Milano 2015. “Nel corso della Festa del Mare – spiega il sindaco Salvatore Burrafato - sono state gettate le basi per un interscambio tra Termini Imerese e la città di Zahle (capoluogo del Governatorato della Beqà, a circa 45 km a est di Beirut, 53 mila abitanti) che abbia come obiettivo la pace tra i popoli e la pace nel Mediterraneo.” Le due cittadine hanno parecchio in comune, come è emerso in questi giorni, e sono unite anche da simili tradizioni enogastronomiche. Questa è la prima tappa di un percorso di cui termini Imerese è apripista e rappresenta anche la prima uscita ufficiale di Itine-

ra med, “Itinerari Mediterranei del Gusto”, progetto creato dal GAC Torri e Tonnare del Litorale Trapanese, nell’ambito delle attività del Cluster Biomediterraneo di Expo 2015 e basato sulla convinzione che scoprire un territorio è un percorso che deve necessariamente passare attraverso la riscoperta dei suoi sapori e delle sue tradizioni. Alla serata conclusiva di domenica hanno partecipato nei cooking show lo chef termitano Salvo Campagna e quello libanese Charbel Abou Samra, ma anche l’assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo e il vice presidente dell’Ars Giuseppe Lupo. “Credo che il rilancio del turismo – afferma l’assessore Anthony Barbagallo - passi anche da manifestazioni come queste in cui vengono valorizzati i nostri prodotti enogastronomici. Termini Imerese può avere un rapporto straordinario con il turismo, ha una vocazione naturale legata al mare e alle terme e poi siamo vicini a due siti Unisco Cefalù e Palermo e questa città è un collegamento naturale, dunque il turismo può contribuire a dare un apporto fondamentale per la crescita del territorio termitano”. “Questa Festa del Mare – ribadisce il vice pre-

sidente dell’Ars Giuseppe Lupo – è una buona opportunità per far ripartire Termini Imerese. L’Amministrazione comunale ha avuto l’idea giusta riuscendo ad utilizzare i fondi dimostrando che quando si amministra bene si possono promuovere momenti importanti senza togliere soldi alle casse comunali. Dobbiamo guardare ad un nuovo modello di crescita e anche il sistema produttivo locale può ripartire dalla pesca e dal turismo”. “Dopo questi tre giorni – conclude il sindaco Totò Burrafato – la città si risveglia con maggiore speranza e fiducia, credo che la Festa del Mare abbia fatto ritrovare la giusta energia per ripartire. Il mare porta con sé una serie di valori e in questi giorni abbiamo dato spazio al pescato, alla promozione del turismo integrato, al pieno coinvolgimento delle scuole, per trasmettere questi valori. Abbiamo fatto la nostra parte credendoci e mettendo tutto il nostro entusiasmo, il Ministero e la Regione ci stanno seguendo e mi auguro che questa collaborazione possa trasformarsi in opportunità e che possa essere da viatico per pensare alla Festa del Mare 2016”.


EVENTI

Termini Imerese dicembre 2015

21

L’associazione di volontariato “Nuova Aurora” ha dedicato un incontro al femminicidio Si è tenuto presso la sede dell’associazione di volontariato “Nuova Aurora” in via Nicolò Palmeri a Termini Imerese un incontro dedicato al femminicidio. Il titolo della giornata era “Stop al femminicidio” in sintonia con le

iniziative realizzate a livello nazionale, in occasione della giornata del 25 novembre, ormai dal 1999, istituita come giornata contro la violenza sulle donne. L’associazione Nuova Aurora ha voluto dare un segno di partecipazione con la realizzazione di questo incontro che ha il patrocinio del Comune di Termini Imerese. Durante il convegno la poetessa Giovanna Tugulu e alcune socie hanno letto dei passi tratti dal libro di Serena Dandini “Ferite a morte”. Libro che attraverso dei monologhi tenta di rispondere al quesito: e se le vittime potessero parlare? “La violenza di genere purtroppo è un tema sempre attuale – ha detto il presidente dell’associazione Leonardo Palmisano - nonostante siano ormai numerose le iniziative messe in campo per sensibilizzare sempre più la popolazione verso un argomento così grave per la nostra società”. All’incontro hanno partecipato il sindaco Totò Burrafato, il Presidente del Consiglio Comunale Angela Campagna, l’assessore allo Spettacolo Paolo Cecchetti, l’assessore alla Cultura Donatella Battaglia. La lettura dei brani del libro ha avviato un dibattito sul tema della violenza sulle donne, sugli interventi possibili rivolti agli uomini per cambiare il loro approccio riguardo alla considerazione della donna come individuo, titolare di diritti e ancora, sulle normative esistenti o da proporre per scoraggiare questo gravissimo reato sulle donne. Sono intervenute Anna Amoroso, Elisa Demma e Fabiola D’Ascoli.


Termini Imerese dicembre 2015

MOSTRE

22

Una mostra sugli antichi mestieri e sulla produzione della pasta al Museo Civico B. Romano E’ ancora in corso nella splendida cornice del Museo civico B. Romano di Termini Imerese la mostra su "Antiche arti e mestieri della tradizione siciliana: occasioni di sviluppo sociale ed economico", inaugurata lo scorso mese di novembre e visitabile fino al 6 gennaio 2016. La mostra, organizzata dai Clubs Lions Termini Himera Cerere, Termini Imerese Host e Leo club Termini Imerese è stata realizzata grazie al contributo dell'Archivio Reggiane dell'Universita' di Modena e Reggio Emilia e ai documenti dell'archivio della famiglia Russo, oltre alle riproduzioni effettuate dagli studenti del liceo artistico G. Ugdulena guidati dai docenti Salvatore Piazza e Giacinto Barbera. A inaugurare la

mostra è stato il Sindaco di Termini Imerese con i presidenti dei due clubs Lions, Fabio Lo Bono e Giuseppe Canzone, e il Dirigente scolastico dell' I.I.S.S. G. Ugdulena, Nella Viglianti. Coordinatrice dei lavori è stata Francesca Caronna, Componente I Circoscrizione per il tema distrettuale protagonista della mostra. All’incontro sono intervenuti Nunzio Russo, scrittore e discendente di pastai, il curatore dell'Archivio digitale Reggiane, Adriano Riatti sulle OMI Reggiane, Salvatore Trapani con la presentazione di un video sul Parco Floristella, gli studenti del liceo classico G. Ugdulena, guidati dai docenti Francesca Caronna e Monica Albanese con testi e proiezioni di

interviste.E ancora Nicola Nocella, delegato dell'Accademia Italiana della cucina che ha mostrato alcuni sistemi di panificazione, Giovanni Nicolosi (Madonie outdoor turismo naturalistico) ha proiettato un video sugli antichi mestieri nelle Madonie, e, infine, Franco Amodeo, direttore della rivista distrettuale Lions. L'iniziativa ha il patrocinio del Comune di Termini Imerese, dell' UNIMORE, dell'Archivio digitale Reggiane, del Club Unesco di Reggio Emilia, dell'Accademia italiana della cucina (Istituzione della Repubblica Italiana - Delegazione di Cefalù e di Palermo), del Parco minerario Floristella Grottacalda, dell'I.I.S.S. G. Ugdulena e del Museo civico Giovanna Bellomo di Montemaggiore Belsito.

Gaetano Messina torna a esporre a Termini Imerese con le sue sete decorate E’ stata inaugurata il 4 dicembre pres so l’area archeologica del Museo Civico di Termini Imerese la personale del pittore Gaetano Messina che si concluderà il 20 dicembre 2015. Si tratta di un ritorno, seppur lontano negli anni. L’artista, infatti, ha già esposto a Termini Imerese nel 1969 per la prima volta. E proprio per questa ragione si sente termitano d’adozione. L’attività artistica di Messina ha superato ormai il mezzo secolo da quando, ancora ragazzino, ha scoperto il suo talento artistico che gli ha fatto intraprendere gli studi prima al Liceo Artistico di Cefalù poi all’Accademia des Beaux Arts di Parigi. Nella capitale francese ebbe modo di fare le prime esperienze lavorative ma anche di conoscere alcuni pittori ungheresi e ucraini da cui ha appreso la particolare arte di dipingere la seta. Una tecnica particolare che gli ha consentito di realizzare circa 3000 pezzi per Cristian Dior e decorare tessuti e accessori di alta moda negli anni ’70 a Lione, Como, Venezia. Lasciata Parigi, visse per un periodo sulla Costa Azzurra dove conobbe Picasso. Tornato in Sicilia dove ad oggi continua a vivere (Campofelice di Roccella) ha continuato nella sua opera con esposizioni in Italia e all’estero. “Connubio tra arte greca e moderna – da 50 anni a difesa della bellezza chiave d’oro della felicità” è il titolo della mostra che mette subito in evidenza il pensiero fondamentale dell’opera di Messina ossia il culto della bellezza. “Dove c’è bellezza c’è felicità – afferma l’artista – per questo bisogna perseguirla sempre anche nelle piccole cose”. Le opere esposte al Museo

B. Romano sono circa 15, una parte di oli su tela che rappresentano alcune bellezze isolane come la Targa Florio o diversi paesaggi sempre tipici della Sicilia. Una parte delle opere, quella dedicata alla seta, raffigura un’arte più astratta con ominidi, paesaggi e figure immateriali. In queste opere si palesa maggiormente la tensione dell’artista che consiste nella preparazione all’arrivo dell’età dell’Acquario che subentra a quella dei Pesci, ormai in fasi di conclusione. Si tratta di concetti filosofici che fanno riferimento alle costellazioni presenti nel cielo e raggruppano in ere astrologiche periodi di circa 2500 anni. In questo senso la pittura di Gaetano Messina si può definire avveniristica, idonea ad esprimere la tensione spiritualistica dell’autore che si espande verso una visione universale della bellezza e dell’arte. La mostra è stata organizzata dai Lions Club Termini Imerese Host e Lions Club Termini Imerese Cerere con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Termini Imerese. All’inaugurazione era presente l’assessore alla Cultura Donatella Battaglia. Gli orari per la visita sono quelli previsti dal Museo: ore 9.00/13.00 ore 16.00/18.00. Chiuso il lunedì.


Termini Imerese dicembre 2015

SPORT

Approvate le nuove tariffe per l’utilizzo degli impianti sportivi

Da un pò di tempo l’Amministrazione comunale stava valutando la possibilità di tornare a regolamentare le tariffe riguardanti gli impianti sportivi cittadini. Infatti le varie associazioni sportive locali più volte hanno sollecitato un intervento da parte del Comune di Termini Imerese, al fine di rivedere al ribasso le tariffe sugli impianti, per potere far fronte alle difficoltà economiche in cui si sono trovate negli ultimi anni, tant’è che alcune di esse hanno corso il rischio di dover cessare le loro attività proprio per questa ragione. Dopo un lungo confronto e approfondimento è arrivata la determina sindacale n. 1830 del 25 novembre 2015 con la quale sono state quindi ridefinite le tariffe da applicare negli impianti sportivi cittadini.

L’assessore alle Attività Sportive, Paolo Cecchetti ha evidenziato che “non si tratta certo della risoluzione delle difficoltà che attraversano la associazioni sportive locali, ma è certamente un piccolo passo che ci fa muovere nella giusta direzione”. L’adeguamento tiene conto della vetustà degli impianti e prevede uno sconto dell’80% per i soggetti che operano in materia di tossicodipendenza, handicap, emigrazione. Mentre per le associazioni che provvederanno in proprio alle attività di pulizia e custodia degli impianti durante le ore dell’utilizzo è previsto un abbattimento del costo d’esercizio pari al 40%. E’ stato rivisto anche l’orario di inizio delle tariffe notturne che è stato anticipato dalle 21,00 alle 20,00. Mentre è prevista una durata di 5

ore al massimo per le manifestazioni e gli incontri federali per evitare un abuso nell’utilizzo delle strutture. Nel caso in cui la manifestazione duri oltre le 5 ore è prevista infatti, una tariffa di dieci euro per ogni ora in più. Le tariffe possono essere inoltre frazionate in 30 minuti quando superano la prima ora di utilizzo. Uno sconto del 20% sarà applicato alle tariffe degli impianti sportivi Crisone, Polivalente e Tennis e le cifre decimali inferiori a 50 centesimi saranno arrotondate a zero, quelle comprese tra 51 e 99 centesimi saranno arrotondate all’unità superiore. Le nuove regole e le nuove tariffe sono entrate in vigore dal 1 dicembre 2015. “Con la riduzione delle tariffe sul-

24

Paolo Cecchetti Assessore allo Sport

l'utilizzo degli impianti sportivi Crisone, Polivalente e Tennis mettiamo un tassello su un nuovo e proficuo rapporto tra Amministrazione Comunale e Associazioni Sportive Cittadine – così il consigliere comunale Carmelo Sacco - adesso occorre proseguire – ha continuato Sacco - e dimostrare sempre più segnali inequivocabili di vicinanza alle nostre realtà locali attraverso attività di manutenzione e pulizia, rendendo maggiormente fruibili ed in sicurezza le strutture (Stadio Crisone su tutti), in questa direzione pertanto, è urgentissima una seria programmazione a breve e medio-lungo termine su tutto ciò possa dare sostegno allo sport con finalità sociali, aggregative e agonistiche”.


Termini Imerese dicembre 2015

PATRIMONIO E LEGALITÀ

25

Il Comune di Termini Imerese affiderà il “Villaggio Himera”, bene sequestrato alla mafia La Giunta comunale di Termini Imerese ha costituito uno specifico ufficio per la gestione amministrativa e la predisposizione dell’affidamento a terzi del complesso turistico - alberghiero denominato “Villaggio Himera”. Nei mesi scorsi il bene era stato assegnato al Comune di Termini Imerese dall’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confisca-

ti alla Criminalità Organizzata. Il complesso turistico si trova in contrada Buonfornello e può essere utilizzato con finalità di lucro soltanto con l’obbligo di impiegare i proventi esclusivamente per finalità sociali. E’ intendimento dell’Amministrazione comunale, guidata da Totò Burrafato, individuare in tempi brevi un operatore economico cui assegnare la concessione/locazione del

bene, mediante selezione con procedura di evidenza pubblica. “Le condizioni economiche della nostra città – ha detto il sindaco Burrafato – non ci consentono di perdere tempo, occorre ripristinare ogni attività economica al fine di garantire per quanto possibile qualche prospettiva di crescita del livello occupazionale per la nostra comunità, drasticamente ridimensionato negli ultimi anni”.

L’ufficio per la gestione amministrativa del complesso turistico che sarà posto sotto l’Assessorato al Patrimonio guidato da Paolo Cecchetti, sarà composto da 6 dipendenti comunali e si occuperà di tutti gli atti propedeutici all’affidamento a terzi del bene stesso. Il coordinamento organizzativo e amministrativo sarà affidato al Dirigente del IV Settore.

Chi sceglie, trova lo stato Sei un imprenditore, un artigiano, un commerciante? Sei stato vittima di estorsione ed usura? Hai deciso di percorrere la strada della legalità denunciando i tuoi aguzzini? Lo Stato ti è vicino e ti dà il suo sostegno mettendoti a disposizione strumenti concreti di aiuto. Il condizionamento della libertà imprenditoriale, esercitato da strumenti criminali, quali l’estorsione e l’usura, continua ad incidere pesantemente sull’equilibrio e sulle dinamiche dei mercati e sull’economia di interi settori produttivi. Lo Stato sostiene le vittime di estorsione ed usura che hanno subito un danno alle loro atti-

vità e che decidono di percorrere la strada della legalità denunciando i loro aguzzini. Offre loro la possibilità di reinserirsi nell’economia legale tramite il ristoro dei danni patiti. Se ti occorrono informazioni scrivi a: estorsione@interno.it se sei vittima di estorsione e usura@interno.it se sei vittima di usura. Ricorda che, se hai già denunciato, puoi scaricare - dal sito della prefettura dove si sono svolti i fatti - il modulo per fare domanda di accesso al fondo per le vittime: clicca sul link “come fare per ..” della prefettura, selezionando poi l’argomento d’interesse, ossia "vittima estorsione" oppure "vittima usura".

Per maggiori informazioni visitare il sito www.interno.gov.it/it/notizie/vittime-estorsione-e-usura-parte-campagna-informativa-sullereti-rai.


Termini Imerese dicembre 2015

CHI CI AMMINISTRA

IL SINDACO

Editoriale Presidente Consiglio

SALVATORE BURRAFATO

CAMPAGNA ANGELA Contatti: tel. 091/8128417

sindaco@comune.termini-imerese.pa.it Ufficio Segreteria del Sindaco 091/8128401 - 091/8128400 - 091/8128445 gab@comune.termini-imerese.pa.it a.rainieri@comune.termini-imerese.pa.it

LA GIUNTA Donatella Battaglia Deleghe: Assessore con delega alle giovani generazioni, alle politiche culturali, alla Pubblica Istruzione, alla comunicazione ed alla partecipazione civica; Contatti: 091/8128505 pubblicaistruzione@comune.termini-imerese.pa.it

Paolo Cecchetti, Deleghe: Assessore con delega al Turismo, allo sport, allo spettacolo, al patrimonio comunale; Contatti: 091/8128505 turismo@comune.termini-imerese.pa.it

Vincenzo Ingrassia

Deleghe: Vice Sindaco, assessore con delega al Bilancio ed alla Programmazione finanziaria. Contatti: 091/8128202 rgen@comune.termini-imerese.pa.it

Lelio Minasola,

Deleghe: Assessore con delega alle Politiche per la Vivibilità ed il verde pubblico; Contatti: 091/8128207 servizioambiente@comune.termini-imerese.pa.it

Il “Taccuino di Himera è il periodico ufficiale del Comune di Termini Imerese Anno 1 numero 1, Autorizzazione: in attesa di Autorizzazione Grafica, stampa e distribuzione Lime Edizioni srl - Tel. 02 36767660 - www.limedizioni.com Redazione Ufficio Stampa Piazza Duomo, 1 a.rainieri@comune.termini-imerese.pa.it Direttore editoriale: Salvatore Burrafato Direttore responsabile: Arora Rainieri Gli editoriali del Sindaco, del Presidente del Consiglio comunale sono di diretta responsabilità dei rispettivi autori. La redazione di questo numero è stata chiusa il 5 dicembre 2015

26

presidenteconsiglio@comune.termini-imerese.pa.it no strumento di comunicazione è quanto di più utile e democratico in un mondo in cui è diventato difficile dialogare e trovare intese. E' compito prioritario della politica essere la voce della gente e la voce deve sapere comunicare. Per questo motivo do il mio personale plauso a questa iniziativa che ci fornisce uno strumento comunicativo e ci permette di raggiungere quanti vorranno essere, in modo trasparente e diretto,informati sulla nostra azione amministrativa. Venti i Consiglieri Comunali del Comune di Termini Imerese e la significativa sorpresa di 7 elementi femminili che daranno sicuramente un'impronta nuova ai lavori consiliari. La condizione storica ci ha subito costretti ad un'attenta analisi e posto davanti a moltecipli criticità ma questo ancor di più ci ha visti impegnati ad affrontare i problemi quotidiani e a porci nella direzione di una loro risoluzione. Sembra retorico ma trasparenza ,riduzione delle spese di Consiglio e analisi a 360 gradi della spesa pubblica nell'ottica di un necessario risparmio ,sono stati il nostro primo impegno. Si è passati quindi ad una attenta analisi delle criticità legate ai servizi,molte delle quali sono diretta conseguenza dell'estrema delicatezza del momento dove crisi economica,crisi lavorativa,riduzione dei trasferimenti fanno da padroni e si affiancano ad abitudini ed errori che solo un intenso lavoro di recupero potrà portare a risoluzione. Un Ente locale oggi si pone davanti a nuove modalità di gestione che non possono prescindere da scelte coraggiose e attente alle nuove esigenze Tra noi mettere a frutto le rispettive competenze può creare quel substrato di “conoscenza” che poi diventa operatività. Diversi per indole ed età,per credo politico e obiettivi, abbiamo mostrato sempre coesione nelle scelte importanti e finalizzate ad interessi collettivi. Termini è una

U

realtà difficile ,offesa nell'ultimo periodo dalla grave crisi industriale che ha determinato a catena una grave compromissione economica ,ma ,al contempo capace di rimodellarsi e di proporsi in nuove vesti. Ecco perchè si sta delineando un percorso di attenzione e valorizzazione degli aspetti che sono le sue reali potenzialità. Città di mare e bagaglio di grandi ricchezze culturali non aspetta altro che di esprimersi nella sua vera identità di attrattore turistico culturale. Se ciò potrà integrarsi con una razionale ripresa delle sue attività industriali,Termini esprimerà il suo potenziale massimo. Si sono a tale scopo moltiplicati i tavoli che hanno avuto per oggetto la valorizzazione del suo potenziale portuale,sia nella direzione dell'attività turistica da diporto e croceristica che dell'offerta commerciale e si sono intensificate le interlocuzioni con l'Autorità Portuale. La complessa gestione dei rifiuti sta per avere la giusta attenzione attraverso un modello che chiamerà tutti a maggiori responsabilità. La nostra sfida deve prevedere la realizzazione di nuovi posti di lavoro e la ripresa dignitosa della identità e della eleganza della nostra città. Contiamo in un dialogo costante con la città che sappiamo in questo momento essere stanca e anche un po' demoralizzata. A noi riconquistare la fiducia della gente e possiamo farlo solo attraverso i fatti. Sembrano solo parole adesso ma gli intenti sono questi e vorremmo che riconosceste nel gruppo consiliare dei riferimenti , degli alleati ,dei guerrieri al vostro fianco. La Presidenza del Consiglio ha dato da subito ampia disponibilità ad accogliere le istanze cittadine e spero che presto potrà essere promotrice di veri strumenti di ascolto e condivisione. Ci sostiene l'amore per questa città e la vostra fiducia che abbiamo il dovere di coltivare.


GRUPPI CONSILIARI

Termini insieme

Partito Democratico

lorellaabbruscato@libero.it

Campagna Angela (presidente consiglio comunale) angelacampagna@tin.it

D’Amico Pietro

Longo Michele

damicopietro59@libero.it

michele.longo2008@hotmail.it

Abbruscato Lorenza

SACCO CARMELO

Minasola Lelio

carmelo.sacco@libero.it

lelio.minasola@gmail.com

Il Megafono

Urbano Antonio antoniourbano1@hotmail.it

Amoroso Anna

Popolari per Termini

anna.amoroso2011@gmail.com

Gatto Antonio

Cecchetti Paolo

antoniogatto81@libero.it

pa.cecchetti@hotmail.it

Taravella Vincenzo Raimondi Gianluca

vtaravella@libero.it

gianlucarai@hotmail.it

Futura Termini

Sicilia Si

CORSO ANTONINO Fiorani Nives

vpantoninocorso@hotmail.it

fioraninives@virgilio.it

Virzì Noemi Sunseri Domenico ing.sunseridomenico@libero.it

Movimento 5 Stelle

noemivz@libero.it

Vivere Termini Merlino Claudio

Salemi Antonio Luca

claudio-merlino@libero.it

lucasalemi78@gmail.com

Miccichè Carmelo Sinatra Manuela manuelasinatra@libero.it

carmelo.micciche@cascino.it


Termini Imerese dic 2015 Lime Edizioni  

Parte con questo numero il nuovo bollettino informativo promosso dal Comune che, grazie alla raccolta di sponsor da parte di un editore spec...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you