Page 1

CittĂ di Dalmine

Rapporto ai cittadini

5 anni di mandato a Dalmine

RENDICONTO DI MANDATO

giugno 2009 - maggio 2014


Indice 3 4

Organi Politici Direzione di Staff

•Servizio delle Risorse uUane •Servizio Comunicazione e Innovazione

5

Direzione dei Servizi Istituzionali e della Progranmmazione Economico Finanziaria

•Servizio Finanziario •Servizio Tributario

7

Direzione dei Servizi della Gestione del Territorio

•Servizio Tutela Ambientale •Servizio Urbanistica •Servizio Lavori Pubblici e Patrimonio •SUAP dei Servizi alla 10 Direzione Persona

•Pubblica Istruzione •Servizi Sociali •Servizi Culturali •Servizio Bibliotecario dei Servizi 21 Direzione della Polizia Locale Intercomunale di 22 Gruppo Protezione Civile

23 Conclusioni Un saluto del Sindaco f.f. Alessandro Cividini e di Claudia Maria Terzi

2

Rendiconto di Mandato

Tutto quello che si poteva fare è stato fatto... di Alessandro Cividini Si sta concludendo il nostro mandato amministrativo. È dunque tempo di fare un bilancio di ciò che è stato fatto in questi 5 anni. L’Amministrazione, nel rispetto della recente normativa, ha predisposto la relazione di fine mandato; tuttavia, abbiamo deciso di redigere anche il presente rapporto per la cittadinanza: una sintesi delle attività svolte nel corso del mandato. Cinque anni caratterizzati, nel complesso, da una gestione economico/finanziaria basata su una notevole oculatezza di spesa che ha dato origine a diverse misure di contenimento/razionalizzazione. Queste le più significative:

•Estinzione anticipata di mutui per un importo di €. 2.942.141: risparmio in termini di minore rata annuale di rimborso per oltre €. 350.000 annui •Riduzione della spesa di personale per cessazione di rapporti di lavoro non reintegrati: minore spesa del 2013 rispetto al 2009 €. 180.423 •Risparmio in termini di mancata sostituzione di personale temporaneamente assente per maternità/malattia/aspettativa a cui si è fatto fronte attraverso una riorganizzazione interna dei servizi e l’utilizzo di lavoratori socialmente utili: €. 167.000 •Risparmio di energia elettrica e ricavo da GSE per impianto fotovoltaico sede municipio:€. 30.000 annui •Riorganizzazione di alcuni servizi culturali di apertura, chiusura custodia e pulizia dei locali:€.9.668 annui •Nuova modalità di gestione dell’asilo nido comunale da diretta a concessione: €.154.443 annui •Nuovo appalto gestione telecamere di video-sorveglianza risparmio per manutenzione apparecchiature: €. 26.420 annui •Spese di rappresentanza: risparmio annuo €. 10.000 •Spese postali per forte incentivazione all’utilizzo della Pec in luogo dei tradizionali canali di spedizione: €. 6.000 annui •Progettazione dei lavori pubblici effettuata con personale interno anziché con ricorso a liberi professionisti: €. 447.050 Nonostante i continui tagli imposti agli Enti locali, siamo comunque riusciti a: •rispettare gli equilibri di bilancio •rispettare il patto di stabilità •rispettare tutti i parametri di deficitarietà strutturale •recuperare l’evasione tributaria •mantenere come media giorni pagamento fornitori: 42gg (dato anno 2012) Questo ha consentito nel periodo di mandato di mantenere il bilancio in equilibrio. Le principali criticità riscontrate nel periodo del mandato sono senza dubbio: - la grave congiuntura economica negativa e i pesanti vincoli di finanza pubblica imposti agli enti locali: la riduzione delle risorse statali trasferite agli enti locali ha subito una contrazione, rispetto a quelle assegnate nell’anno 2009, di oltre 1.600.000 euro. - il contenzioso, tuttora in corso, con la società proprietaria dell’impianto di termovalorizzazione che da ottobre 2010 non versa le royalties sui rifiuti inceneriti con la conseguenza che nel bilancio non possono essere più previsti circa 850.000 euro annui di entrate correnti. - il credito di 1.000.000 di euro vantato nei confronti della provincia per il mancato rimborso del costo degli assistenti educatori nelle scuole superiori. - il patto di stabilità che ha impedito di realizzare opere pubbliche per 5.000.000 di euro. 2009 - 2014


Organi Politici 3

6

7

1

5

4

2

2

4

3

4

9

ai sensi dell’art. 51, comma 2 e 3 del D. Lgs 267/00

Assessori:

3

10

2 Sindaco f.f.: Alessandro Cividini dal 4 giugno 2013,

1 Sindaco Claudia Maria Terzi fino al 3 giugno 2013

2

8

Cividini Alessandro, vicesindaco, con delega ai servizi sociali e personale, dal 17/6/2009 fino al 19/5/2013. Dal 20/5/2013 sono state modificate le deleghe attribuendo i servizi sociali, il personale, le tradizioni e la viabilità;

5 6

Iodice Gianluca con delega alla cultura, tradizione ed istruzione pubblica, dal 19/6/2009 al 9/5/2013. Montevecchio Fabio, con delega al bilancio, patrimonio, commercio e società partecipate, dal 17/6/2009 al 19/5/2013; Bolognini Valerio, con delega ai lavori pubblici, viabilità e sport, dal 17/6/2009 al 19/5/2013; Carrara Raffaele dal 29/5/2013 con delega ai Lavori pubblici e patrimonio;

Pellegrini Guglielmo, con delega all’ambiente, ai servizi tecnologici e manu7 tenzioni, dal 14/6/2009 fino al 20/5/2013. Dal 21/5/2013 sono state modificate le deleghe attribuendo l’ambiente, i servizi tecnologici, le manutenzioni, la 8 protezione civile e la sicurezza; Facchinetti Fabio con delega all’urbanistica edilizia privata e pubblica, dal 9 Gandini Alessia dal 29/5/2013 con delega allo sport, cultura e 17/6/2009 al 19/5/2013. Dal 20/5/2013 sono state modificate le deleghe attripubblica istruzione; buendo l’urbanistica, l’edilizia privata e pubblica, i lavori pubblici (quest’ultiFagioli Roberto dal 29/5/2013 con delega al bilancio, società 10 ma delega fino al 28/5/2013, quando è subentrato l’assessore Carrara). partecipate e commercio;

UNO SGUARDO D’INSIEME Popolazione 31 dicembre 2009 31 dicembre 2013 Maschi

11.451

11.304

Femmine

11.681

11.714

Popolazione complessiva

23.132

23.018

ANNO

2009

Delibere Delibere di Determinazioni Decreti del Ordinanze Sindaco di Giunta Consiglio

214 223

105 117

2011

182

2012 2013

171 175

2010

1177 1157

29 11

229 447

115

1223

12

262

95 105

1166 1134

9 28

169 292

COSTI E RISPARMI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE La Giunta comunale ha ridotto il proprio compenso del 20% con un risparmio annuo di € 29.814,97 Nei cinque anni di mandato amministrativo, inoltre, Sindaco e Assessori hanno rinunciato al rimborso per:

• l’uso del telefono cellulare personale • l’uso della propria auto • rimborsi per spese di parcheggi, pranzi, pedaggi autostradali, ecc.

3

Rendiconto di Mandato

INDENNITÀ LORDE MENSILI Massimo percepibile Compenso ridotto percepito per legge

Sindaco Vice Sindaco Assessori Assessori lavoratori dipendenti Presidente del Consiglio

€ 2.844,64 € 1.564,55 € 1,280,09 € 640,04 € 1.280,09

€ 2.275,71 € 1.251,64 € 1.024,07 € 512,03 € 1.024,07 2009 - 2014


Direzione di staff Servizio Risorse Umane

L’

impossibilità di procedere a sostituzioni di personale o a sostituzioni per maternità a fronte di continui e sempre più stringenti obblighi e vincoli normativi, ha obbligato ad una revisione della struttura organizzativa e a sforzi significativi da parte dei dipendenti per garantire, nonostante la scarsità di risorse umane, lo standard dei servizi offerti.

Rapporto abitanti/dipendenti:

2009 Importo limite di spesa (art. 1, c. 557 e 562 della L. 296/2006)

2010

2011

2009

2010

2011

2012

2013

191

194

197

198

204

2012

2013 (dati di preconsuntivo)

4.422.048,60 4.308.197,24 4.296.976,67 4.274.327,69

4.183.511,71

Certificazione di Qualità Popolazione

2009

2013

Numero personale dipendenti

121

114

Costo

€ 4.606.591,92

€ 4.462.552,72

Risparmio

€ -144.038,90

E’ proseguita l’applicazione e il rinnovo della certificazione ISO 9001 con il conseguimento della certificazione anche del servizio di Polizia Comunale e del Servizio Tutela del Territorio. Continua la partecipazione attiva all’Associazione Qualità Comuni.

Servizio comunicazione e innovazione

D

opo un intenso lavoro preparatorio che ha consentito di risalire la china di un notevole ritardo in tema di visibilità comunicativa, si è provveduto a implementare le attività, ampliando il target medio d’utenza nonché la frequenza e la qualità delle comunicazioni. Due numeri significativi di questo impegno: più di 600 comunicati stampa da giugno 2009 a dicembre 2013 e svariati articoli pubblicati dalle testate locali e non. Novità anche per l’Informadalmine che nel 2010 è stato arricchito da una nuova veste grafica e da una nuova impostazione editoriale. Dopo qualche mese d’interruzione l’Informadalmine è tornato ad essere stampato e distribuito alla cittadinanza. Con costi quasi nulli, l’Amministrazione comunale è infatti riuscita a ripristinare un servizio uti-

4

Rendiconto di Mandato

le e gradito alla cittadinanza, in particolare alla fascia d’utenza esclusa dalle tecnologie dell’informazione come il personal computer ed internet. Sono state investite notevoli risorse nella revisione del sito internet istituzionale e dei suoi contenuti. Il nuovo strumento è stato studiato con particolare attenzione alle esigenze del cittadino-utente, creando un portale in grado di dare spazio sia alle informazioni istituzionali sia alle notizie provenienti dal territorio. Tramite il sito internet è possibile iscriversi alla newsletter ed al servizio sms per essere aggiornati costantemente su novità, eventi, iniziative o notizie dell’ultimo minuto. Oggi il sito internet può essere inteso come un vero e proprio “ufficio digi-

tale”, nel quale il cittadino, prima di recarsi presso il Comune, può avere informazioni sul procedimento amministrativo e compilare direttamente da casa il modulo razionalizzando così il tempo di attesa allo sportello. Oltre ad aver superato il requisito di accessibilità, il sito ha inoltre rispettato tutti gli obblighi di pubblicazione previsti dalla Bussola per la Trasparenza. 2009 - 2014


Direzione dei servizi istituzionali e della programmazione economico finanziaria

Servizio Finanziario

L

a principale criticità riscontrata nel servizio finanziario è stata la limitata disponibilità delle risorse umane a disposizione, che non si sono potute sostituire a causa dei vincoli imposti dalle limitate risorse finanziarie e dei limiti imposti dal legislatore alle spese di personale per le assenze per maternità. Riguardo invece alla situazione finanziaria dell’Ente, di seguito si riportano, seppur in forma sintetica, i dati relativi all’equilibrio tra uscite ed entrate, che nonostante continui e pesanti minori trasferimenti statali, dimostrano ancora efficienza e continuità nell’erogazione di servizi.

G

1.Sintesi dei dati finanziari a consuntivo del bilancio dell’ente: 2009

2010

2011

ENTRATE CORRENTI

18.773.348

19.327.346

18.728.668

16.360.562

17.658.583

- 5,94

TITOLO 4 Entrate da Alienazioni e Trasferimenti di Capitale

1.182.273

1.603.2

3.667.632

3.772.799

2.527.890

+113,82

19.955.621

20.930.562

22.396.300

20.133.361

20.186.473

+1,16

ENTRATE

2012

2013

percentuale di incremento/ decremento rispetto al primo anno

(dati di preconsuntivo)

TITOLO 5 Entrate derivanti da cessioni di prestiti

TOTALE

2010

2011

17.932.584

16.964.318

17.129.387

16.169.022

16.706.052

- 6,84

1.048.298

2.113.135

4.028.273

2.089.831

2.245.453

+114,20

889.683

1.753.812

2.676.482

1.008.004

781.069

- 12,21

19.870.565

20.831.265

23.834.142

19.266.857

19.732.574

- 0,69

SPESE

2009

TITOLO 1 SPESE CORRENTI TITOLO 42 Spese in conto Capitale TITOLO 3 Rimborso Prestiti

TOTALE

2012

(dati di preconsuntivo)

G

Indebitamento: 2009

2010

2011

2012

2013

Residuo 19.610.123 17.856.311 15.179.830 14.171.826 13.390.756 debito finale Popolazione 23.132 23.266 23.237 22.977 23.018 residente Rapporto tra residuo debito e popolazione residente

5

2013

percentuale di incremento/ decremento rispetto al primo anno

847,75

Rendiconto di Mandato

767,49

653,26

616,78

581,35

2009

2010 2011 2012

2013 (dati di preconsuntivo)

Incidenza attuale degli 4,32% 3,89% 3,73% 3,62% 3,14% interessi passivi sulle entrate correnti (art. 204 TUEL)

2009 - 2014


Servizio Tributario

L

e problematiche principali in ambito tributario sono legate ai profondi cambiamenti della normativa tributaria: per il 2012 con l’introduzione dell’IMU e la necessità di prevedere l’impatto sul gettito a partire dalla nuova struttura impositiva e agevolativa; per il 2013 con il passaggio dalla Tassa rifiuti alla Tares

G

1. Attività tributaria:

L’Ente ha concorso agli obiettivi di finanza pubblica intensificando le attività di contrasto all’evasione tributaria. Il lavoro svolto ha consentito ottimi risultati in termini di recupero di imposta come indicato nella tabella che segue: 2010

2011

2012

2013

€.106.405

€.142.652

€.742.284

€.287.956

€. 148.877

3,26

4,20

27,00

7,67

3,63

€. 6.350

€. 7.480

€. 37.000

€. 88.000

€. 31.400

0,49

0,54

6,24

2,00

2009 Imposta comunale sugli immobili Recupero in % sull’imposta Tassa smaltimento rifiuti Recupero in % sull’imposta

con riclassificazioni delle attività e abbinamento dell’anagrafe alla banca dati tributaria oltre che alla predisposizione del piano finanziario come nuovo strumento per la definizione delle tariffe; per il 2014 l’arrivo della Tasi, ad oggi (marzo) ancora da definire, che allarga la base imponibile a nuovi soggetti obbligati.

2,64

G

2. Politica tributaria locale per ogni anno di riferimento 2.1.- ICI/IMU:

Aliquote Ici/Imu Abitazione principale Detrazione abitazione principale Altri immobili

2009

2010

2011

2012

2013

0,475%

0,475%

0,475%

0,475%

0,475%

€. 124

€. 125

€. 126

€. 200

€. 200

0,60%

0,60%

0,60%

0,76%

0,76 % (0,89% per categoria D)31.400

Fabbricati rurali e strumentali (solo IMU)

0

0

0,20%

0,20%

G

2.1. - Addizionale irpef:

Aliquote addizionale irpef

2009

2010

2011

2012

2013

Aliquota massima

0,30%

0,30%

0,30%

0,40%

0,47%

€. 7.500,00

€.7.500,00

€. 7.500,00

Fasce esenzione Differenziazione aliquote

€. 7.500,00 NO

NO

€. 7.500,00

NO

NO

NO

G

2.3- Prelievi sui rifiuti:

Prelievi sui rifiuti

2009

2010

2011

2012

2013

Tipologia di prelievo

Tarsu

Tarsu

Tarsu

Tarsu

Tares

93,23%

97,78%

100,59%

98,74%

100%

€. 60,51

€. 61,21

€. 62,49

€. 67,94

Tasso di copertura Costo del servizio pro capite

6

0

Rendiconto di Mandato

€. 60,12

2009 - 2014


Direzione dei servizi della Gestione del Territorio

Servizio Tutela Ambientale

L’

area più significativa del servizio ambiente è quella della gestione dei rifiuti urbani. Nel corso del mandato è stata indetta ed aggiudicata la nuova gara d’appalto per l’affidamento quinquennale dei servizi di pulizia del territorio e di raccolta rifiuti con una riduzione del canone a base d’appalto e con l’attivazione, a partire dal 1° aprile 2013, di nuovi servizi tra cui lo spurgo di caditoie e bocche di lupo per garantire il regolare deflusso delle acque meteoriche. Nel 2014 è stato redatto e distribuito il nuovo opuscolo informativo relativo alle corrette modalità di differenziazione dei rifiuti. Programmati anche gli interventi di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata nelle scuole. Particolare impegno è derivato dai controlli effettuati dalla Provincia di Bergamo sugli impianti di riscaldamento dove il servizio, anche in carenza di personale, è riuscito a evadere le numerose pratiche di non conformità rilevate. Importanti interventi sulle industrie del territorio per ridurre le criticità ambientali di rilievo, soprattutto le emissioni rumorose e olfattive. Sono stati realizzati e sono in fase di completamento, con la posa delle barriere fonoassorbenti in via IV Novembre, gli

rifiuti e G Raccolta pulizia del territorio

interventi di risanamento acustico da parte della ditta Tenaris, al termine dei quali verrà effettuata dall’ARPA una campagna di verifica del rispetto della zonizzazione acustica. Non è stato sottovalutato l’aspetto legato al controllo territoriale sugli illeciti edilizi e sul rilascio delle agibilità, attività ereditate con notevoli procedimenti inevasi al punto di ingolfare le attività ordinarie. Ciò nonostante il servizio ha avviato tutte le procedure per una ricognizione totale e una programmazione sui procedimenti.

 Il Comune di Dalmine è stato riconfermato come “comune riciclone” (oltre il 65%, con punte del 70%, di raccolta differenziata nel 2013).  approvato, nell’aprile 2011, il “Regolamento per la disciplina del servizio dei rifiuti solidi urbani”; eseguite le opere di completamento dell’infrastruttura comunale per la raccolta differenziata di via Bastone ed ottenuta la relativa autorizzazione provinciale.

Adesione al Patto dei Sindaci nel 2010 e approvazione del PAES nel 2012: un impegno dell’amministrazione per il raggiungimento entro il 2020 della riduzione del 21% della CO2 prodotta sul territorio

G Controllo dell’infestazione delle zanzare Annualmente sono eseguiti interventi di disinfestazione per combattere il proliferare delle zanzare, specialmente del tipo “tigre” e, tramite ordinanza, sono impartiti i corretti comportamenti che ciascun cittadino ed operatore economico deve adottare. Dal 2013 si è deciso di rivoluzionare la modalità di lotta alle zanzare potenziando gli interventi antilarvali tramite affidamento ad impresa specializzata del trattamento di tutti i pozzetti stradali per evitare lo sviluppo da larva ad adulto.

7

Rendiconto di Mandato

Questo ha consentito di ridurre il numero di focolai larvali presenti sul territorio e di non dover ricorrere all’effettuazione di interventi adulticidi. Inoltre negli ultimi anni sono stati raggiunti accordi con le farmacie del territorio per la vendita, a prezzi calmierati, di prodotti antilarvali da utilizzare nelle proprietà private. 2009 - 2014


G Agenda 21 locale Isola Bergamasca e Dalmine/Zingonia Grazie alla partecipazione ad Agenda 21 ed al reperimento di finanziamenti pubblici e privati, sono stati realizzati molti progetti. In particolare nel territorio di Dalmine sono stati attivati: la casetta dell’acqua presso l’area mercato di via Ken-

una ciclostazione di bike sharing in piazza Matteotti per il noleggio di bici nell’ambito del progetto “21 in bici” per il collegamento della tratta Dalmine – Levate – Verdellino. organizzazione annuale della Fiera della sostenibilità.

è in fase di realizzazione nedy che eroga acqua micro- la stazione di ricarica rapifiltrata, refrigerata e gasata da per veicoli elettrici presal costo di 5 centesimi/litro so piazza Risorgimento.

Iniziative di educazione G ambientale Grazie alla collaborazione con la Protezione Civile Dalmine – Zingonia e/o il PLIS sono state annualmente organizzate iniziative rivolte alle scuole comunali ed aperte ai cittadini, quali: la giornata del verde pulito: con interventi di manutenzione dei boschi urbani e di raccolta rifiuti ad opera dei

bambini, riconoscimento delle specie arboree ed arbustive e della fauna, conoscenza del Brembo; l’operazione fiumi sicuri: con interventi di messa in sicurezza delle alberature e pulizia delle sponde del Brembo previo ottenimento di apposito nulla osta da parte della Regione.

G Parco Locale di Interesse

Sovracomunale del basso corso del fiume Brembo

Grazie alle quote annuali versate dai Comuni ed al reperimento di finanziamenti pubblici e privati, sono stati realizzati nel Comune di Dalmine: il secondo bosco urbano nell’area verde posta alle spalle del Cimitero Principale; una rete di percorsi pedonali e ciclabili di collegamento delle aree ricadenti nel PLIS, con interventi di manutenzione annuale per garantirne la fruibilità; controllo del territorio da parte delle Guardie Ecologiche Volontarie; interventi di formazione rivolte ai tecnici, agli amministratori comunali e agli agricoltori sulla pianificazione e gestione sostenibile del territorio finalizzata alla concretizzazione della Rete Ecologica Regionale; interventi di educazione ambientale nelle scuole primarie e secondarie. Si è inoltre conclusa la fase di studio e definizione degli interventi di recupero naturalistico ed ambientale di alcune aree del PLIS nell’ambito del progetto “Tutelare la biodiversità tra Adda e Brembo”, il quale prevede la potenziale valorizzazione del “laghetto” presente in prossimità del Brembo in via XXV Aprile, in area demaniale di cui è stata ottenuta, dal Comune, la concessione gratuita da parte della Regione Lombardia.

Servizio Urbanistica

I

l servizio ha condotto nei tempi di legge l’approvazione del Piano di Governo del Territorio con eccellenza e professionalità, garantendo all’amministrazione comunale l’utilizzo in tempi rapidi del nuovo strumento di Pia-

nificazione Comunale. Lo sviluppo economico-edilizio locale consentirà nel breve periodo l’insediamento di nuove attività che porteranno alla città e ai dalminesi anche nuova occupazione.

L’attività edilizia sul territorio può essere G sintetizzata come segue: 2009 Permessi di Costruire Attività edilizia libera DIA o SCIA Piani Attuativi / Ambiti di Trasformazione

2010

2011

2012

2013

27

18

26

25

42

-

22

61

109

113

234

228

184

163

191

1(R18) 1(R40)

1(63.1)

1(R13) 1(AT01b)

Certificati di agibilità

29

41

19

2

5

Certificati di destinazione urbanistica

71

64

69

67

66

8

Rendiconto di Mandato

Tra le azioni più significative messe in atto dal servizio, vanno sicuramente citate: Regolamento della città greppiana: l’Amministrazione comunale ha dato il via a un progetto di “ristrutturazione evolutiva” dell’architettura dell’inizio del XX secolo di Dalmine, con lo studio intitolato “Valorizzazione della città Greppiana” condotto dalla Facoltà d’Ingegneria dell’ateneo bergamasco, con l’obiettivo di far emergere i valori architettonici e ambientali degni di essere evidenziati e conservati, indicando nel contempo le procedure standard abitative più attuali. 2009 - 2014


Patto Dalmine 2030: vincitore di premi a livello regionale e nazionale, l’iniziativa ha l’obiettivo di concretizzare un percorso di collaborazione tra l’azienda Tenaris e il Comune, basato su un processo di riordino territoriale che passi anche attraverso l’individuazione di

idonee soluzioni di trasformazione urba- con l’ Università degli Studi di Berganistica degli “ambienti di attenzione e mo. Il workshop ha visto la presenza di di reciprocità” tra Azienda e Città. tre grandi Architetti urbanisti di fama mondiale che hanno dato il loro contriLab Dàlmen 525: un evento interna- buto per analizzare la situazione e prozionale finanziato completamente da porre soluzioni contemporanee per la privati e organizzato in collaborazione riqualificazione della ex SS 525.

SUAP A seguito dell’emanazione del D.P.R. 160/2010, nel marzo 2011 è stato istituito lo Sportello Unico per le attività Produttive, strumento pensato per semplificare le relazioni tra le imprese e la Pubblica Amministrazione. Tale Sportello è l’unico interlocutore per gli imprenditori per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi e per quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione di tali attività. Dopo una prima fase di travaglio con la gestione delle pratiche con un indirizzo di posta elettronica certificata riservata allo sportello, alla fine del 2013 si è passati all’utilizzo della scrivania virtuale della Camera di Commercio di Bergamo.

Piano del Commercio Nel maggio 2013 è stato quindi approvato il Piano del Settore Commerciale, costituito dai seguenti elaborati progettuali e cartografici: Titolo I – Analisi territorio popolazione e rete distributiva; Titolo II – Testo Unico Regolamentare (TUR) – Istituzione Suap – Procedimenti; Titolo III – Finalità criteri urbanistici e commerciali di programmazione. Tale documento, disponibile sul sito web istituzionale del Comune di Dalmine, deve essere consultato per verificare se un’attività commerciale può essere avviata in una determinata zona del territorio e quali adempimenti sono necessari per farlo.

Servizio Lavori Pubblici e Patrimonio

L

a fase di congiuntura negativa che interessa da oltre cinque anni l’intera economia del nostro paese, ha colpito il mercato immobiliare che risente anch’esso della crisi generale. Nonostante tutto, a seguito di un’adeguata programmazione trasversale tra la pianificazione territoriale, lo sviluppo commerciale, il patrimonio immobiliare dell’ente e il servizio finanziario si sono garantite le alienazioni necessarie per il rispetto del patto di stabilità Causa i vincoli del patto di stabilità, non è stato possibile realizzare nuove opere, salvo procedere alla manutenzione ordinaria. Fra le opere eseguite nel corso del mandato sono sicuramente da citare:  realizzazione nuova cappella cimitero principale....€ 475.000,00 realizzazione nuovo parcheggio in via Verdi...................€ 450.000 riqualificazione piazza Tre Venezie – I lotto ..............€ 500.000,00 potenziamento pubblica illuminazione XXIV lotto ....€ 200.000,00 realizzazione illuminazione via Friuli............................€ 7.360,00 strada di collegamento via Monte Nevoso /via Doria I e II lotto .... ..............................................................€ 280.000,00 + € 360.000,00 manutenzione straordinaria centro di raccolta di via Bastone per trasformazione in piattaforma ecologia .........................€ 98.000,00 manutenzione straordinaria spogliatoi impianti sportivi di Brembo: realizzazione di opere e impianti necessari all’adeguamento degli spazi presenti sotto la tribuna del pubblico, per destinarli a sede della Polisportiva, bar e servizi igienici.................€ 82.000,00 valorizzazione e riqualificazione patrimonio ERP comunale......... ........................................................................................€ 400.000,00 messa in sicurezza manto di copertua della biblioteca civica....... ........................................................................................€ 150.000,00

G Manutenzione straordinaria Antenna

valorizzazione e riqualificazione patrimonio ERP comunale II lotto...........................................................................€ 1.700.000,00 appalto a privati per la realizzazione di piazza Vittorio Emanuele III .....................................................€ 800.000,00 manutenzione straordinaria velodromo comunale: realizzazione recinzione pista e sostituzione muro perimetrale della struttura ... ........................................................................................€ 150.000,00 realizzazione nuova direzione didattica presso la scuola “A. Moro” ........................................................................................€ 150.000,00 riqualificazione energetica del palazzo comunale e realizzazione impianto fotovoltaico......................................................€ 700.000,00 realizzazione refettori presso le scuole A. Moro e Camozzi .......... ..........................................................................................€ 44.000,00 messa a norma del centro socio assistenziale per ottemperare alle prescrizioni dei vigili del fuoco .................................€ 48.440,00  realizzazione nuovi spogliatoi presso gli impianti sportivi di Sabbio.............................................................................€ 589.000,00 fornitura e messa in opera di una caldaia al centro socio assistenziale.....................................................................€ 26.888,66 manutenzione strade comunali 2012 .......................€ 939.000,00

•fornitura di materiale elettrico•fornitura di materiale per la tinteggiatura•pulizia con Tramite l’attivazione di una procedura di attrezzatura meccanica•verniciatura a due mani di smalto e successivo trattamento ricerca, sono stati individuati soggetti privati che hanno effettuato, senza alcun antiruggine•pulizia e restauro del basamento in pietra•formazione impianto di alimentaonere per l’amministrazione, la manuzione e posa dei corpi illuminanti per l’illumitenzione straordinaria dell’antenna, nazione•fornitura e posa in opera di distanconsistente in: ziali per la bandiera• fornitura della bandiera

9

Rendiconto di Mandato

I lavori di manutenzione e di pulizia dell’antenna di piazza Libertà sono stati completati alla fine di maggio 2013. 2009 - 2014


Direzione dei Servizi alla Persona

S

enza dubbio la principale criticità riscontrata in questi 5 anni attiene alla significativa riduzione delle risorse disponibili per finanziare servizi ed interventi e, quindi, alla ricerca di soluzioni che consentissero una maggiore sostenibilità nel tempo dei servizi stessi. Da questo punto di vista si è operato attraverso quattro direzioni:

1) individuare nuove forme di gestione dei servizi, in particolare attraverso un maggiore coinvolgimento delle risorse territoriali e non profit; ad esempio il passaggio da una gestione diretta a concessione di servizio per l’asilo nido, l’affidamento della gestione del centro diurno anziani, la promozione delle associazioni del territorio per la gestione di iniziative culturali e l’accordo con le istituzioni scolastiche per l’avvio di sezioni statali presso le scuole materne comunali; 2) operare forme di riorganizzazione e coinvolgimento del personale per un recupero di efficienza, come per esempio la riorganizzazione del personale insegnante delle scuole materne, la gestione in economia del Teatro Civico e del servizio di pulizia presso le scuole materne; 3) incentivare forme di gestione associata con altri Comuni e in particolare attraverso il Piano di Zona, ad esempio il servizio di assistenza domiciliare e il servizio di tutela minori; 4) prevedere, purtroppo, in alcuni casi un incremento delle tariffe a carico degli utenti seppur contenuto negli adeguamenti Istat.

del ruolo delle dirigenze Pubblica Istruzione Ottimizzazione scolastiche con possibile valutazione di accorpamento gestione di scuole elementari e medie inferiori. E’ stato approvato il nuovo piano di dimensionamento scolastico che ha portato all’attivazione dall’a.s. 2013/2014 di due istituti comprensivi verticali, ognuno con circa 1.000 alunni, accorpando di conseguenza scuole materne, elementari e medie. Sostenuta la loro attivazione con fondi appositamente individuati nel bilancio 2013.

Potenziamento e miglioramento G delle strutture scolastiche

PIANO DI ORGANIZZAZIONE DELLE RETE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE 2013-2014

Realizzata nel plesso “A. Moro” la nuova segreteria dell’Istituto Comprensivo “A. Moro”, resa necessaria dalla verticalizzazione. Mantenuti gli interventi di rinnovo degli arredi scolastici in base alle priorità segnalate dalla scuola. Grosso investimento per attrezzare i laboratori informatici e dotare le aule di lavagne LIM distribuite in modo che gli istituti comprensivi potessero partire con uguale dotazione informatica.

10

DENOMINAZIONE N. SEDI LC di Dalmine Viale Betelli 4 Primaria Manzoni (Sabbio) Primaria Collodi (Sforzatica) Primaria Carducci (Sforzatica) Secondaria I° Camozzi Secondaria I° Sabbio (Succursale) LC di Dalmine Via Olimpiadi 7 Infanzia Manzù (Guzzanica) Infanzia Beretta Molla (Sabbio) Infanzia Rodari (Sforzatica) Infanzia Piazzoli (Brembo) Primaria De Amicis (Brembo) Primaria Alighieri (Mariano) Secondaria I° (Mariano)

Rendiconto di Mandato

ciclo TIPO AUTONOMIA Primo ciclo Comprensivo Scuola Primaria Scuola Primaria Scuola Primaria Scuola Secondaria I° Scuola Secondaria I° Primo ciclo Comprensivo Scuola dell’infanzia Scuola dell’infanzia Scuola dell’infanzia Scuola dell’infanzia Scuola Primaria Scuola Primaria Scuola Secondaria I°

TIPO SEDE Ordinaria Ordinaria Ordinaria Ordinaria Succursale Ordinaria Ordinaria Ordinaria Ordinaria Ordinaria Ordinaria Ordinaria Ordinaria 2009 - 2014


Rafforzamento della disponibilità formativa Realizzazione:

Servizi Sociali

Erogati fondi alle scuole per il funzionamento delle attività extra didattiche:  materiale per il funzionamento (concordato in base al Protocollo d’Intesa Scuole – Comune) a sostegno dell’autonomia scolastica e per la realizzazione di progetti concordati a favore degli alunni diversamente abili. Garantito il servizio di trasporto per gli alunni residenti in Guzzanica e frequentanti le scuole di Sabbio, oltre a pacchetti di corse gratuite concordate con le scuole relativi ai progetti “Acquaticità”, Teatro Ragazzi, uscite varie sul territorio, compresi i Giochi della Gioventù. Continua il servizio di trasporto GuzzanicaSabbio anche per non residenti nella zona scolastica di Guzzanica, a fronte del pagamento di una modesta tariffa mensile. Garantito il servizio di refezione scolastica in tutti gli ordini di scuola, con la supervisione di un Tecnologo Alimentare in grado di monitorare il servizio. Attivato il servizio di refezione scolastica in tutti i plessi di scuola secondaria di 1° grado, con predisposizione e arredo dei refettori.

Per assistere i cittadini intenzionati a richiedere l’intervento di sostegno allo studio della Regione Lombardia denominato “Dote Scuola”, le cui procedure sono interamente informatizzate, è stato attivato nel 2008 e mantenuto lo Sportello “Dote Scuola”, con la presenza costante di un incaricato dell’Ufficio Pubblica Istruzione nei mesi di apertura dell’iniziativa. Attivato il servizio di pre-scuola presso la scuola dell’infanzia statale “Rodari” di S. Maria e la scuola primaria “Carducci” mezz’ora prima dell’inizio delle lezioni. Nello specifico per le scuole materne comunali è stato mantenuto il servizio di pre e post scuola nel plesso “Cittadini”, dalle 7.30 alle 8.00 e dalle 16.00 alle 18.00. Attivata la collaborazione con l’ex Direzione Didattica per una gestione territoriale delle iscrizioni presso la scuola dell’infanzia, volta a razionalizzare l’uso delle risorse e ad eliminare le liste d’attesa per molte famiglie. La collaborazione ha portato all’attivazione presso la “Giovanni XXIII” di una sezione di scuola dell’infanzia statale che consente di “smaltire” le lista d’attesa in alcuni quartieri e di mantenere il numero di sezioni di scuola statale già presenti sul territorio.

PRESTAZIONI/ SERVIZI

Consuntivo

Consuntivo

Sviluppo di strategie eduG cative territoriali (indirizzate sia a studenti che ad adulti) Mantenuto il contributo alla scuola Interparrocchiale S. Filippo Neri per contenere il costo di frequenza a carico delle famiglie. Attivata in forma stabile la collaborazione con Fondazione Dalmine per la realizzazione del progetto “3-19”, trasversale a tutti gli ordini di scuola presenti sul territorio, dall’infanzia alle secondarie di 2° grado e volto alla scoperta della storia e delle trasformazioni di luoghi e della vita quotidiana della città. Attivata nel 2012 la Commissione per l’Istruzione e l’Educazione, organismo di supporto e proposta all’Amministrazione Comunale su tematiche relative all’assessorato alla Pubblica Istruzione e, in generale, contenute nell’annuale Relazione Previsionale e Programmatica. Mantenuto il CRE rivolto ai bambini delle scuole dell’infanzia in due plessi (Mariano e S. Maria) per un numero massimo di 200 bambini. Supporto per il progetto “City Camp”, il campo di lingua inglese rivolto ai bambini delle primarie e secondarie di 1° grado. Il Comune ha messo a disposizione aule scolastiche e refettori, oltre alla pubblicizzazione dell’iniziativa. Consuntivo

Consuntivo

2012

Consuntivo

2013

2009

2010

Servizi per l’infanzia -nido

370.208,74

369.609,43

366.636,36

195.299,52

-

Interventi di tutela minori

231.083,49

252.601,36

317.386,24

296.185,78

237.083,30

92.500,00 93.915,92 94.459,96 118.661,70 128.605,14 75.209,15 24.327,76 30.713,41 1.431.223,67 1.460.339,09 1.447.803,11 1.488.211,34 630.000,00 668.000,00 677.000,00 693.485,70 33.000,00 22.000,00 9.000,00 9.000,00

119.180,00 25.320,72 1.510.431,44 693.562,58 10.300,00

di cui per il fondo sociale di Ambito Servizi per minori e giovani Servizi per persone con disabilità di cui per l'assistenza scolastica per trasporto alunni

2011

per per centro diurno disabili comunale

549.683,37

568.636,24

567.819,32

588.472,49

607.659,97

per gli inserimenti in altri centri diurni disabili

44.584,20 171.120,24 252.186,10 180.853,22

50.841,99 146.860,86 240.405,27 175.956,69

54.059,95 137.123,84 235.119,02

63.596,80 133.656,35 222.490,29

63.242,16 116.983,29 209.424,10

176.913,28

188.621,83

177.999,78

168.721,00

181.194,25

159.872,32

150.215,46

134.193,24

9.606,67

9.404,24

10.607,50

10.130,00

10.291,81

226.014,94 203.017,10

214.429,41

198.034,63

165.505,24

73.200,00 62.966,82

72.582,00 41.743,73

44.192,46 40.276,98

per il servizio territoriale disabili Servizi per persone anziane di cui per l'assistenza domiciliare Compartecipazione per inserimenti in struttura per anziani, disabili e adulti in grave difficoltà Interventi per adulti in situazione di disagio Servizi e interventi trasversali alle aree di intervento di cui per il trasporto sociale per interventi di assistenza economica per contributi ad associazioni del territorio Personale amministrativo e assistenti sociali

TOTALE SPESE * il risparmio nel 2013, rispetto al 2009, deriva principalmente dalla gestione privata

dell’asilo nido e dalla chiusura, per quanto sofferta, del Centro Informagiovani

59.901,00 96.189,48

60.000,00 65.816,57

48.903,74 55.300,00 57.200,00 243.380,77 322.094,16 298.261,03 3.061.030,52 3.113.874,05 3.074.442,75

14.787.518,54

64.036,15 54.895,61 317.025,88 337.615,06 2.908.306,31 2.629.864,91*


Area Interventi Generali 2009

2010

2011

2012

2013

TOTALE

249

277

228

235

207

1196

Sono aumentati del 13% le persone che si sono rivolte al segretariato sociale del Comune. Il numero di soggetti ricevuti in segretariato sociale é stato nei cinque anni di mandato di 1.196, contro i 1.400 nel periodo 2004 - 2008 e i 709 del quinquennio 1999 - 2003.

G In 5 anni erogati più di n 1.300 contributi a sostegno delle famiglie 2009

2010

2011

2012

2013

Contributi comunali generici

60

52

28

33

21

194

Contributi comunali vincolati ad attività lavorativa

12

3

9

13

3

40

Prestito sull’onore

2

4

1

0

1

8

Esenzione ticket

34 31

9 36

6 41

3 66

Contributi per il sostegno all’affitto**

29 124

46 141

37 104

70 7

26 10

208 386

Voucher o buoni promossi dall’Ambito*

76

59

32

35

31

233

Non attivo

6

4

6

4

20

368

356

262

233

166

Contributi sostegno nuclei famigliari numerosi* Contributi per il sostegno alla maternità *

Contributo solidarietà inquini Aler

Totale

TOTALE

sospesa 70

52 244

1385

* contributi per i quali viene effettuata l’istruttoria ma non l’erogazione in quanto a carico di altri enti (INPS, Ambito, Regione, ecc.) ** contributi finanziati anche con trasferimenti regionali. Nel 2012 sono stati modificati dalla Regione i criteri di accesso

Buoni elettricità e metano*

2009

2010

2011

2012

176

451

421

376

2013 363

TOTALE

la procedura di controllo delle G Avviata dichiarazioni sostitutive uniche dal 2010

housing sociale: G Promozione 2 alloggi comunali dedicati 2011 Inserimenti in housing sociale

2012

2010

1787

2013

TOTALE

Controlli generali anagrafici

269

415

237

244

1.165

Controlli a campione

34

30

13

19

96

Controlli mirati

0

1

0

7

8

Segnalazioni Guardia di Finanza

2

1

0

0

3

TOTALE

305

447

250

270

1.272

2013

8 minori e 4 8 minori e 4 1 giovane adulto adulti adulti

2011 2012

sostegno mediante risorse economiche e strumentali alle associazioni G Costante dalminesi operanti nel sociale 2009

2010

2011

2012

2013

Sostegno a iniziative particolari promosse da associazioni locali (numero iniziative)

11

7

5

1

0

Sostegno all’attività ordinaria delle associazioni locali (numero associazioni)

0

0

14

13

17

Sostegno ad associazioni per servizi gestiti in convenzione con il Comune (numero associazioni)

4

6

5

Risorse economiche per sostegno associazioni

12

Rendiconto di Mandato

24.813,74 €

31.300,00 €

7

33.200,00 € 30.771,15 €

6

27.1574,60 € 2009 - 2014


Garanzia di un sostegno economico ai centri ricreativi estivi promossi dalle parrocchie dalminesi: sono stati erogati contributi per € 120.000,00 in cinque anni, sia per l’attività ordinaria che per l’assistenza ai disabili.

Garantito il trasporto sociale: E’ stato garantito il servizio di trasporto presso presidi sanitari o altri servizi per persone altrimenti impossibilitate attraverso la collaborazione con l’associazione Auser, Croce Rossa italiana, La Cooperativa sociale La Solidarietà e Anteas. Nel periodo 2009 agosto 2013 sono stati effettuati 11.058 viaggi per il servizio di trasporto continuativo, 95.330 Km per il trasporto di dializzati e 88.441 Km per altri trasporti.

trasporto sociale.

Consolidato il lavoro di territorio attraverso significative collaborazioni con agenzie e realtà associative del territorio per specifiche progettualità:

•con le Parrocchie dalminesi per l’inserimento di minori con disabilità nei Centri ricreativi estivi parrocchiali;

•con la RSA S. Giuseppe di Dalmine per la preparazione dei pasti a domicilio;

•con il CUS di Dalmine per la realizzazione di un corso di attività motoria per persone con disabilità;

•con l’Associazione Anteas per la distribuzione dei pasti a domicilio, l’Università della terza Età, il trasporto sociale e dal 2013 anche per il trasporto alle cure termali;

•con la Cooperativa sociale La Solidarietà per la presa in carico e l’inserimento lavorativo o socio-occupazionale di persone con disabilità;

•con l’Associazione L’ Approdo per la gestione del Centro diurno anziani e dal 2012 anche per l’organizzazione del soggiorno marino anziani;

•con 25 agenzie del territorio, mappate dal 2012, allo scopo di individuare nuove risorse per progetti mirati di territorio, inserimenti occupazionali o assistenze economiche vincolate.

•con l’Associazione AUSER e la CRI di Dalmine per il

anche per la creazione di luoghi G …ma di confronto su temi

tariato di Bergamo. Tavolo disagio giovanile, composto da Servizi sociali di interesse comune o di presa in carico condivisa di situa- comunali, Servizio Pubblica Istruzione, Cultura e Sport comunale, Servizio Territoriale Disabili comunale, Coozioni problematiche segnalate dal territorio : perativa sociale La Solidarietà di Dalmine, Consultorio Gruppo tecnico inserimento lavorativo per persone Familiare di Dalmine, Agenzia Minori dell’Ambito di Dalcon disabilità, composto da Servizi sociali, Servizio terri- mine, Oratori/Parrocchie e Scuola Media di Dalmine. toriale disabili, Cooperativa sociale La Solidarietà, Enaip di Dalmine e Equipe inserimenti lavorativi dell’Ambito di … e di promozione della comunità: Dalmine. Tavolo mutualità familiari, composto da Servizi sociali, Gruppo Piccoli in Gioco, composto da genitori che autoScuole materne comunali e privata, Oratori/Parrocchie gestiscono uno spazio aggregativo. dalminesi, associazione il Puzzle, associazione Il Porto, 14 famiglie disponibili a supportare altre famiglie in Consultorio familiare dell’ASL, Gruppo famiglie interpar- difficoltà. rocchiale, Gruppo Piccoli in Gioco e Centro Servizi Volon-

G

Area Minori Avviata la riprogettazione dell’area minori dell’ambito territoriale di Dalmine, in stretta collaborazione con i comuni. Garanzia, attraverso le risorse comunali ed il fondo minori dell’ambito, di contributi alle famiglie affidatarie e di inserimenti in comunità di minori dell’ambito e madri in situazioni di tutela. 2009

2010

2011

2012

2013

Numero minori in affido

1

1

1

3

3

Inserimenti in Comunità

12 minori e 2 madri

15 minori e 3 madri

14 minori e 2 madri

11 minori e 1 madre

11 minori

Spese sostenute dal Comune 138.583,49 in euro

13

Rendiconto di Mandato

298.924,46 222.926,28 177.524,08 112.363,53 2009 - 2014


2013 avviati inserimenti di minori in centri G Dal diurni per progetti educativi, anche in collaborazione con l’agenzia minori dell’ambito Concessione della gestione dell’asilo nido a cooperativa sociale /

2009/10

Domande pervenute, di cui accolte Utenti frequentanti nell’anno

2010/11

2011/12

85 pervenu- 39 pervenu- 32 pervenute, te, di cui 34 te e accolte di cui 25 accolte accolte

64

66

41

2012/13

2013 /14

18

14

15

13

Sia nel caso di gestione diretta che in concessione, il servizio è accreditato dall’Ambito Territoriale.

G

Progetto Infanzia

… Proseguono, da parte dell’Ufficio Cultura e Biblioteca comunale, le attività promosse dal Progetto Infanzia, quali Ludobus (attività ludiche nel parco per le famiglie) e Biblio baby (narrazione, racconti in biblioteca per bambini/e dai 2 ai 3 anni).

Spazio gioco e spazio bebè comunali ed apertura di uno spazio autogestito dai genitori. Da segnalare le attività di animazione sul territorio a favore dell’infanzia e la redazione, fino a tutto il 2012 del foglio “Informabimbi” per l’informazione sull’infanzia e la famiglia.

G Informagiovani Il centro Informagiovani, servizio di informazione e promozione a favore dei giovani dalminesi, ha funzionato fino ad agosto 2010. Nel 2009 sono stati registrati 611 contatti, 28 utenti seguiti dal Punto Orientamento ed effettuate 4 iniziative in collaborazione con le Scuole.

Musica Prosegue il progetto G Spazio G mutualità familiari Nell’agosto 2010 la collaborazione con l’associazione

Feedback Music per la gestione dello spazio musica è passata all’Ufficio Cultura, all’interno della nuova progettualità “La piccola accademia del tempo libero”. Lo spazio musica è rivolto agli adolescenti e ai giovani di età compresa fra i 13 e i 25 anni, quale punto di riferimento per i gruppi musicali giovanili presenti sul territorio dalminese. La sala offre un luogo completo della strumentazione necessaria per permettere ai giovani di sperimentare le proprie abilità musicali come sala prove, sia attraverso la partecipazione a corsi musicali, sia con l’affitto della sala per la registrazione di brani. Solo nel biennio 2012- 2013, gli utenti sono stati 315.

Garantito il supporto necessario ai percorsi di formazione per genitori

n. percorsi formativi realizzati

2009

2010

2011

2012

2013

3

4

Dato non rilevato

Dato non rilevato

3

… ma anche rivolti ad altri soggetti significativi, quali allenatori (2009), insegnanti (2013), ecc.

14

Rendiconto di Mandato

Da settembre 2010 ha preso avvio il progetto “Mutualità Familiari” finalizzato al reperimento di famiglie disponibili per il sostegno di altre famiglie dalminesi; il progetto si avvale della collaborazione del servizio Affidi in rete di Ambito e prevede il coinvolgimento di Servizi sociali comunali, Scuole materne comunali e privata, Oratori/Parrocchie dalminesi, associazione il Puzzle, associazione Il Porto, Consultorio familiare dell’ASL, Gruppo famiglie interparrocchiale, Gruppo Piccoli in gioco e Centro Servizi Volontariato di Bergamo. 2009 - 2014


G

Percorsi formativi rivolti agli insegnanti delle scuole medie e scuole superiori, sempre a febbraio 2011, e sul tema della prevenNell’estate 2012 si è costituito un gruppo di zione all’uso di sostanze. Progetto “E Sta A Te” di promozione del lavoro con lo scopo di affrontare, in un’ottica protagonismo giovanile – fino a ottobre 2012. di condivisione e messa in comune delle Progetto “nascita sociale”: prevede l’acrisorse di ciascuno, le numerose situazioni compagnamento e l’educazione ad una cittadi disagio pervenute ai Servizi Sociali (nell’ultimo semestre 2012 sono stai intercettati dinanza attiva al fine di sviluppare un senso di 33 ragazzi, ad oggi il numero è passato a 41) appartenenza alla propria comunità – concluso nel 2012. e riflettere sulle strategie e le azioni possiProgetto Card Giovani, bili per prevenire l’aumento di tali segnalarivolto a giovani di Bergazioni. Il gruppo vede la presenza di rappresentanti mo e provincia di età compresa tra i 15 e i 25 anni, offre dei Servizi Sociali comunali, del Servizio Pubblica Istruzione, Cultura e Sport comu- sconti e promozioni presso gli oltre 200 esercizi comnale, del Servizio Territoriale Disabili merciali di Bergamo e dei comuni aderenti comunale, della Cooperativa sociale La all’iniziativa. Sono previste anche convenzioni Solidarietà di Dalmine, del Consultorio speciali presso teatri, parchi divertimento e Familiare di Dalmine, dell’Agenzia Minori impianti sciistici. dell’Ambito di Dalmine, degli Percorso di formazione per gli amminiOratori/Parrocchie e della Scuola Media. stratori in tema di politiche giovanili, nel 2011 A Dalmine anche le azioni previste dai proe nel 2013. getti sovracomunali: Servizio di “Mediazione culturale”, affiInterventi di animazione nei locali sui dato fino a settembre 2012 alla Cooperativa diversi aspetti legati all’uso di alcool e sostanze stupefacenti, con il coinvolgimento Sociale Kinesis, che garantisce interventi di mediazione culturale rivolti agli alunni ed agli degli esercenti dei locali – fino a dicembre insegnanti degli istituti scolastici dell’Ambito 2012. Laboratorio educativo per adulti, effet- che ne hanno fatto richiesta, nonché ai servituato a febbraio-marzo 2011, sul tema della zi sociali comunali o all’Agenzia Minori in caso prevenzione all’uso di sostanze stupefacenti. di necessità.

Avviato un tavolo di confronto sul tema del disagio giovanile

Area Anziani

G Garantiti i servizi a favore della popolazione anziana 2009

2010

2011

2012

2013

Assistenza Domiciliare

52

50

50

53

51

Pasti a domicilio

70

75

78

75

73

Telesoccorso

14

18

13

11

11

Centro Diurno

120

120

150

150

130

Soggiorno marino

45

53

53

47

41

Trasporto Terme

40

28

50

50

Compartecipazione rette Casa di Riposo

4

2

1

2

2

Ricoveri di sollievo

9

12

13

0*

0*

Inserimento in Centri diurni integrati con voucher

6

4

8

10

4

Gestione Gestione Associazione Associazione

29

Gestione Associazione

*A seguito della conclusione dei voucher per la frequenza ai CDI erogata dall’Ambito di Dalmine, non sono state presentate istanze di ricovero

15

Rendiconto di Mandato

Prosegue l’azione per fronteggiare l’emergenza caldo in collaborazione con la Regione Lombardia

Gruppo di auto mutuo aiuto di familiari che assistono anziani 2009 - 2014


Area Disabili

G Consolidamento del centro per persone con disabilità che si articola in: Centro Diurno Disabili (CDD), servizio diurno socio-sanitario per disabili gravi, che accoglie 30 disabili per 35 ore settimanali, accreditato con delibera dll’ASL di Bergamo del 7 agosto 2009. Nel periodo 2009-2013 sono stati accolti 33 disabili gravi. Servizio Territoriale Disabili (STD), contenitore di più servizi ed interventi:

G

Laboratori educativi: aumento dell’utenza e articolazione dell’offerta

TIPOLOGIA LABORATORI

2009

2010

2011

2012

2013

Per disabili adulti

2

2

2

3

2

Per disabili minorenni

3

3

3

2

3

Per attività di calcetto

1

1

1

1

1

1

3

1

1

2

42

32

53

Ergoterapico

Non attivo Non attivo Non attivo

All’interno di classi delle scuole medie Dalminesi

Non attivo Non attivo

Numero accessi utenti

39

46

G Avvio del Servizio di formazione dell’autonomia Il Servizio di Formazione all’Autonomia (SFA) “La Bussola” è un servizio sociale territoriale rivolto a persone disabili che, per le loro caratteristiche, non necessitano di servizi ad alta protezione, ma di interventi a supporto e sviluppo di abilità utili a creare consapevolezza, autodeterminazione,

autostima e maggiori autonomie spendibili per il proprio futuro, nell’ambito del contesto familiare, sociale e professionale. E’ caratterizzato dall’offerta di percorsi socio educativi e socio formativi individualizzati, ben determinati temporalmente e condivisi con la famiglia.

Dai tre laboratori del precedente mandato, ai nove laboratori attivi negli ultimi cinque anni

Nel 2009 sono state attuate le opportune azioni per la certificazione dei requisiti necessari per l’avvio del servizio di formazione all’autonomia, in ottemperanza alla recente normativa regionale 2009

2010

2011

2012

2013

15

15

14

8

5

Modulo di consolidamento

0

0

3

11

5

Modulo di monitoraggio

3

3

4

2

8

18

18

21

21

18

Modulo formativo

Totale utenti in carico

Progetti mirati di territorio, ossia l’inserimento di persone con disabilità in contesti territoriali con iniziale affiancamento di un educatore. Sono stati realizzati in un maneggio, nella biblioteca comunale, in uffici comunali, nella mensa delle scuole materne comunali, casa di riposo, cooperativa sociale, ecc.

con il CUS di Dalmine per l’attività motoria per persone disabili G Convenzione A maggio 2013 è stata sottoscritta una convenzione con il CUS di Dalmine per l’organizzazione di un corso di un’ora alla settimana di attività motoria rivolta a persone disabili. Il Comune garantisce il necessario supporto per l’organizzazione e l’avvio dell’iniziativa.

16

Rendiconto di Mandato

2009 - 2014


G Mantenimento dell’assistenza domiciliare educativa per disabili Il servizio avviato nel 1998 è proseguito garantendo le finalità e gli obiettivi prefissati ma modificando l’utenza per via di dimissioni e nuove ammissioni, mantenendo in carico mediamente da 6 a 8 soggetti all’anno, con progetti a medio-lungo periodo.

i progetti di inserimento lavorativo G Proseguono per disabili 2009

2010

2011

2012

2013

25

23

20

23

24

In attività socio-occupazionale

3

5

7

11

8

In formazione professionale

8

8

6

6

5

In valutazione

7

7

7

7

2

43

43

40

47

39

6

3

5

2

10

49

46

45

49

49

In attività lavorativa

Totale utenti con progetto attivo Utenti con progetto concluso TOTALE UTENTI SEGUITI NELL’ANNO

offerto alle famiglie attraverso il G Supporto Gruppo Risorsa Famiglia Più di 3,3 milioni di euro utilizzati per garantire l’assistenza agli alunni disabili nelle scuole

Area Adulti

L’assistenza scolastica agli alunni avviene attraverso personale socio-educativo da affiancare all’alunno disabile per garantirne la cura e l’accudimento nell’ambito della struttura scolastica, supportare le insegnanti nell’attuazione del progetto educativo individualizzato e favorire l’integrazione con i compagni nella classe. Garantito quando necessario l’in- Progetto salute – Si tratta di supserimento in Centri Diurni e strutture portare ed accompagnare il disabile Residenziali. e la sua famiglia nell’avvicinarsi ai servizi sanitari necessari per garanAttivati diversi progetti per favori- tirne il benessere psico-fisico. Il prore la socializzazione e la salute dei getto ha coinvolto negli ultimi 5 anni disabili. complessivamente n. 25 utenti.

G

Percorsi di alfabetizzazione per stranieri

Il Comune di Dalmine ha garantito questa offerta, in collaborazione con il centro EDA di Treviglio e l’associazione Il Porto di Dalmine per gli anni scolastici 2008/2009 (4 corsi, 97 partecipanti) e 2009/2010 (3 corsi, 65 partecipanti). Dall’anno scolastico 2010/2011 i corsi di alfabetizzazione sono promossi direttamente dall’associazione Il Porto, in collaborazione con volontari, e da due anni anche con l’Enaip. Il Comune garantisce gli spazi presso la scuola media A. Moro. Prosegue il Progetto Territoriale per Adulti in situazione di grave marginalità, finalizzato al miglioramento dello stato psico-fisico dell’utente, al cambiamento dei comportamenti sociali non cor2011 2009 2012 2010 2013 retti, al supporto educativo, all’accompagnamento a servizi territoriali e specialiUtenti 4 6 6 7 3 seguiti stici, alla socializzazione ed integrazione nel territorio di appartenenza.

17

Rendiconto di Mandato

2009 - 2014


Servizi Culturali La proposta di eventi culturali ha garantito:

•una più equilibrata allocazione di risorse in modo da

S

18

250 spettacoli in 5 anni

Teatro e Spettacolo

i è realizzato il consolidamento di azioni organizzative “innovative” del Servizio che ha di fatto favorito e consentito il raggiungimento di importanti risultati. E’ migliorata la qualità dei progetti, delle iniziative e degli eventi proposti, sempre con particolare attenzione al mantenimento e potenziamento della collaborazione con le agenzie del territorio dalminese e con quelle presenti sul territorio bergamasco, incluse le associazioni e le istituzioni scolastiche.

Gli eventi della primavera

•Prime impronte… nuovi talenti in scena! Gli eventi estate – inizio autunno:

•Il Teatro sotto le stelle •Strega streghetta … •Festival A levar l’ombra da terra •Andar per Musica •FolkDalmine •Grande Concerto per Dalmine •ComicoTeatro •Dàlmen Goes Jazz •Clusone Jazz •La grande festa di mezza estate •BergamoScienza

Rendiconto di Mandato

meglio rispondere alle esigenze del pubblico; •l’ideazione di eventi di qualità organizzati in rassegne con l’obiettivo di stimolare il pubblico; •la definizione di strategie di comunicazione per coinvolgere un pubblico più ampio; •l’inserimento in rassegne di livello provinciale. Il programma degli eventi è stato articolato per aree di attività ciascuna delle quali con propri progetti: •Teatro, spettacolo, mostre ed eventi; •La Piccola Accademia del Tempo Libero: corsi e percorsi culturali, itinerari guidati, conferenze e serate d’approfondimento; •Associazionismo; •Attività giovanili. Dalla seconda metà del 2009 l’Ufficio Cultura ha gestito con successo l’organizzazione degli spettacoli senza il supporto di consulenti, affidando, come già avvenuto in passato, la realizzazione di specifici progetti a compagnie teatrali e a privati operanti nell’ambito musicale.

Gli eventi invernali Stagione del Teatro Civico:

•A riveder le stelle •Musica •Il Teatro delle meraviglie •Teatro per il Sociale •GregnaDàlmen •La strada del Natale •Dalmine è Natale •La figurazione delle cose invisibili Spettatori Stagioni del Teatro Civico: n. 22.335 (stima dal 2009 sino al 1° semestre 2013) Spettacoli n.126 Spettatori eventi e rassegna primavera-estate: n. 37.933 (stima dal giugno 2009) Spettacoli n. 115

2009 - 2014


Mostre e altro ancora

Oltre 153 eventi

•Piatto Forte (manifestazione gastronomica e culturale organizzata in collaborazione con i ristoratori locali), •Manifestazioni legate alla Fotografia (Festival Dalmine Maggio Fotografia, Concorso Fotografico Nazionale, mostre, corsi), •Mostre personali e collettive, •Eventi vari in collaborazione con le Associazioni di Dalmine e gli altri settori del Comune di Dalmine

Spettacoli ed eventi vari mostre ed eventi non inseriti in specifiche rassegne: n.136 (stima dal giugno 2009 al 1° semestre 2013) Teatro Pullman Partecipanti: n. 976 Appuntamenti n.17

Due nuove realtà culturali: La Piccola Accademia del Tempo Libero e la Scuola di Musica Nel 2010 è nata “La Piccola Accademia del tempo libero”, la nuova struttura organizzativa, proposta dall’Assessorato alla Cultura e adottata dall’Ufficio Cultura, per lo sviluppo di programmi educativi e culturali nei differenti campi del sapere. I nuclei già esistenti in parte sono stati ampliati in “accademie”

Un programma per i giovani E’ stata creata una piattaforma di interventi e attività culturali rivolte ai giovani. Fra le iniziative realizzate nell’ambito della cultura e dell’associazionismo si segnalano: •Progetti culturali per le scuole di Dalmine •Progetto “3-19 Raccontare la città industriale”, in collaborazione con la Fondazione Dalmine. Tra gli obiettivi raggiunti dal progetto: lo sviluppo del senso della storia e della capacità di riscoprire la dimensione storica dei luoghi e degli spazi di Dalmine. •Sala prove-Sala di registrazione: nel 2012 è stato affidato e realizzato con successo dall’Associazione Feedback Music il progetto “Sala prove-Sala di registrazione”, nato per sostenere la diffusione della cultura musicale tra i giovani.

19

Rendiconto di Mandato

dedicate ad ambiti disciplinari omogenei: Accademia-Scuola di musica, Accademia delle Arti figurative, Accademia di Teatro e Spettacolo, Accademia dei saperi (Itinerari guidati).

4900 partecipanti

musica, affidata con apposito atto all’Associazione dalminese “Giuseppe Tassis” nata della collaborazione del Servizio con i Corpi Musicali ed esperti del territorio.

•Da segnalare in particolare la nascita nel 2010 della Scuola di

Totale partecipanti ai corsi: n. 3.209 (stima dal 2009 al 1° semestre 2013) Totale partecipanti Itinerari Guidati: n.1.712 itinerari organizzati: 39

Ha mosso i primi passi l’idea di un sistema culturale con altri Comuni Durante il 2010 si era sondata la fattibilità di un progetto di coordinamento e integrazione delle attività culturali dei comuni aderenti al Sistema Bibliotecario. L’ipotesi era quella di un “sistema culturale”, che integrasse e superasse il Sistema Bibliotecario con iniziative non immediatamente riconducibili ai libri e alla biblioteca, quali corsi, itinerari guidati, teatro, musica, ecc. Sono state attivate alcune iniziative sperimentali che hanno contribuito al rafforzamento del sistema culturale:

•Iniziative di promozione della lettura (oltre a Biblofestival, il Festival della lettura); •Progetti teatrali (Residenza teatrale Qui e Ora, ComicoTeatro, TeatroPullman); •Attività di comunicazione; •Corsi e laboratori; •Progetti estivi.

2009 - 2014


Servizio Bibliotecario coordinati di lettura, di consultazione, di prestito e di informazione generale, di animazione e promozione del libro e della lettura per l’infanzia, per i ragazzi e gli adulti. Inoltre ha assicurato e promosso l’utilizzo di un servizio di prestito locale e di interprestito del patrimonio librario e multimediale.

•Uno spazio culturale per la socializzazione

L

a Biblioteca Civica di Dalmine è Biblioteca Centro Sistema del “Sistema Bibliotecario Intercomunale dell’Area di Dalmine”. Ha quindi un ruolo di riferimento per un territorio che comprende ad oggi 24 comuni. Pur in situazioni di ristrettezze economiche è riuscita a garantire servizi

Al 31 agosto 2013 il patrimonio posseduto ammontava a 117201 documenti reali, di cui 6.254 multimediali. La Biblioteca ha effettuato dal gennaio 2009 al 31 agosto 2013 ben 52.7640 prestiti e registra n 7.244 utenti attivi.

Promozione del Libro

G

Da Maggio 2009 a Dicembre 2013 é stata data continuità ai progetti: •“Bibliobaby” con letture e animazione per i più piccoli (0-3 anni), nel quinquennio 2009 – 2013 n. 223 incontri, 3345 partecipanti •“La biblioteca fuori di sé”, finalizzato a coinvolgere bambini e genitori delle Scuole dell’Infanzia dei quartieri di Sforzatica S. Maria, Mariano, Brembo, Sabbio. Nel quinquennio 2009 – 2013 n.10066 prestiti •L’iniziativa di promozione del libro rivolta ai più piccoli: I giovedì in biblioteca Le Mille e una storia. Nel quinquennio 2009 – 2013 n. 122 incontri, n. 6345 bambini e n. 3820 genitori partecipanti.

Biblioteca digitale E’ diventata reale la possibilità per gli utenti di accedere dal PC di casa a Medialibrary, il network nazionale di biblioteche, sistemi bibliotecari e altri enti che condividono una serie di risorse su un portale on-line. Progetto RFID: a ottobre 2012 l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con altre sei biblioteche della provincia, ha partecipato all’appalto per la realizzazione del progetto per la fornitura di tecnologia RFID (radio frequency identification, una tecnologia per l’identificazione e memorizzazione dati automatica). Il progetto ha l’intento di rendere l’utente autonomo, così da permettergli di entrare in Biblioteca, scegliere i libri che desidera e assegnarli sulla sua tessera grazie all’autoprestito, senza dover passare dall’operatore.

20

Rendiconto di Mandato

Sistema Bibliotecario

Patrimonio librario

La biblioteca di piazza Matteotti è oggi anche “laboratorio” multimediale di informazione e strumento di orientamento nell’universo delle istituzioni culturali. Ma, sempre più, cresce anche il suo ruolo di centro di aggregazione sociale: punto di riferimento per incontrarsi, comunicare, creare e consolidare il senso di appartenenza a una collettività. L’allestimento di uno spazio per la multimedialità, e l’apertura al pubblico del servizio internet gratutito ha contribuito a migliorare ulteriormente la frequentazione della biblioteca. Le iniziative di promozione della lettura sono state particolarmente consolidate nelle fasce 0-5 anni e 6-10 anni.

Durante il quinquennio 2009-2013 sono stati garantiti l’impegno organizzativo e finanziario per lo sviluppo del Sistema attraverso la realizzazione dei numerosi progetti già approvati dalla conferenza dei Sindaci, quali: •Biblioteca digitale; •Progetti per archivio storia locale; •Progetto di promozione e animazione del libro; •Progetto internet in rete (oltre al potenziamento delle capacità di promozione e informazione tramite il sito web di sistema). Si è data pure continuità ad alcune iniziative rinnovate ovvero potenziate:

•Libri su misura nella biblioteca di tutti •Percorsi di lettura •Biblofestival •Teatro Ragazzi 2009 - 2014


Direzione dei servizi della Polizia Locale

N

onostante le limitate risorse finanziarie ed umane a disposizione, il servizio è stato assicurato oltre le 12 ore giornaliere, grazie anche all’utilizzo delle risorse previste dall’art. 208 del codice della strada e che sono state utilizzate per progetti mirati, soprattutto nei controlli serali e notturni. Il monitoraggio costante del territorio comunale da parte delle pattuglie della Polizia Locale, in piena sinergia e collaborazione con la Stazione Carabinieri, è stato assicurato nella maggior parte dei giorni dalle ore 7,30 alle ore 24.00 ed ha consentito di ridurre le richieste di pronto intervento. Grazie alla cooperazione tra le forze dell’ordine sono ben 26 i servizi notturni svolti dal 2009 al 2013.

G Città sicura mercati e iniziative varie;

•educazione alla legalità.

21

Rendiconto di Mandato

Ogni anno Dalmine aderisce all’open day promosso da Regione Lombardia. L'iniziativa è volta ad avvicinare la cittadinanza agli agenti, consentendo di conoscere le attività normalmente svolte, in particolare quelle che hanno maggior impatto con la vita quotidiana delle persone.

G

Questa è una delle questioni più complesse e allo stesso tempo interessanti dell'azione amministrativa. Sul piano del controllo del territorio, è stato effettuato un lavoro condiviso con le altre forze dell'ordine, accompagnando al servizio di controllo fisico delle zone più a rischio anche la nuova strumentazione elettronica che la tecnologia moderna mette a disposizione. Fondamentale, per svolgere un'azione costante di controllo del territorio, è stata la collaborazione fra il nostro corpo di Polizia Locale, i Carabinieri della Stazione di Dalmine e tutte le forze dell'ordine presenti a livello provinciale. La Polizia Locale si è occupata in questi anni soprattutto di viabilità e di infrazioni al Codice della strada, ma sono anche altre le funzioni di "garanzia" per il cittadino: •interventi di controllo, prevenzione e vigilanza sulla viabilità; •verifiche sugli interventi edilizi, sull'attività commerciale e per la salvaguardia della salute pubblica; •collaborazione in occasione di gare,

Nel corso del mandato attuale l'attività di controllo della Polizia Stradale sulla viabilità cittadina ha comportato l'accertamento di 30.145 violazioni alla normativa del codice della strada. Nel corso del mandato infine è stato implementato il sistema di videosorveglianza con 28 nuove telecamere. Altri due fondamentali campi di azione della attività di sicurezza cittadina sono quelli rivolti alla presenza di accampamenti nomadi ed al fenomeno della prostituzione. Su questi aspetti occorre sottolineare che il fenomeno della presenza di nomadi è stato annullato: rispetto alle nove del 2009, nel 2013 non è stata emanata alcuna ordinanza di sgombero. Per quanto invece concerne la prostituzione, il Comune di Dalmine utilizzando i pochi strumenti a disposizione ha adeguato il proprio ordinamento prevedendo il divieto di esercitare l'attività di meretricio ed il divieto di contattare tali persone, con ordinanza sindacale prima e con apposito articolo nel regolamento di polizia urbana successivamente

L'attività di accertamento svolta dalla Polizia Locale sulla prostituzione ha comportato la contestazione di 343 violazioni.

2009 - 2014


G Educazione e legalità Il Corpo di Polizia Municipale ha svolto lezioni di educazione stradale e di educazione alla legalità in tutte le scuole presenti sul territorio comunale: elementari, medie e superiori.

Gruppo Intercomunale di Protezione civile Nel corso del quinquennio è proseguita con grande successo la cooperazione tra i 13 Comuni facenti parte del Gruppo intercomuale di protezione civile. Il ruolo attivo svolto dall'Ente Capofila e dagli oltre 70 volontari che quotidiamente sacrificano ore del proprio tempo libero per il bene della comunità, ha portato a realizzare un numero significativo di progetti sul territorio, quali:

• Progetto territorio sicuro • Progetto scuole sicure e preparate • Progetto Parchi Ultima Oasi – servizio antincendio • Progetto “Sempre, ovunque, subito” – esercitazioni annuali • Monitoraggio dell’area • Feste sicure – servizio squadre artificieri Soprattutto all'interno della scuola media, vengono realizzati programmi di educazione alla legalità, con particolare riferimento alle questioni del bullismo. Sono percorsi che poi interagiscono con le varie iniziative rivolte ai ragazzi nell’ambito del consueto “Meeting della legalità”.

Vengono inoltre trattati argomenti relativi alle regole più elementari dell'educazione civica, per rendere i ragazzi consapevoli dell'importanza che riveste il rispetto delle cose altrui e, soprattutto, delle altre persone, chiaramente con modalità diverse a seconda all'età dei medesimi.

Istituiti due importanti

riconoscimenti pubblici •Benemerenze civiche destinate a

persone, enti o associazioni che con il loro operato hanno contribuito alla crescita della nostra Città. •Eccellenza Professionale alle attività commerciali produttive e storiche presenti sul territorio comunale con la propria attività da almeno cinquant’anni.

22

Rendiconto di Mandato

Il gruppo intercomunale è inoltre impiegato in attività dimostrative e di divulgazione della sicurezza su tutto il territorio, con particolare attenzione alle scuole. L'attività viene costantemente coordinata dalla responsabile di Area, nominata anche all'interno della Consulta Regionale del volontariato di Protezione Civile e insignita di diversi encomi per gli interventi svolti dal gruppo in emergenze nazionali come il Terremoto dell'Aquila. Il Gruppo intercomunale, inoltre, ha proseguito per tutto il quinquennio il convenzionamento con la Provincia di Bergamo per quanto attiene il "Protocollo Orio" per garantire supporto in situazioni di emergenza all'interno dell'Aeroporto “Caravaggio” di Orio al Serio. Annualmente il gruppo è impegnato in 2 esercitazioni di addestramento e approfondimento ognuna della durata di 3 giornate che prevedono l’attendamento di un campo base durante le quali si svolgono simulazioni di emergenze (antincendio, ricerca dispersi, ecc.). Ogni esercitazione viene svolta in un comune diverso dell’area alla presenza della popolazione, allo scopo di sensibilizzare la cittadinanza.


... FORSE ANCHE QUALCOSA IN PIU’ Nonostante le sensibili riduzioni dei trasferimenti statali e regionali che abbiamo subito nel quinquennio, l’Amministrazione è stata in grado di mantenere ad un buon livello i servizi offerti ai cittadini. Un ringraziamento particolare a tutti i dipendenti comunali ed alle associazioni del territorio senza il cui contributo niente sarebbe stato possibile. Sindaco f.f. Alessandro Cividini

Q

uando sei chiamato a chiudere il bilancio di fine mandato c'è sempre qualcosa in più che avresti voluto mettere nero su bianco ma purtroppo, per le risorse o il tempo a disposizione, non si è riusciti a portare a termine. Credo sia però un segno di responsabilità e trasparenza per il territorio che ho avuto l'onore di amministrare, spiegare come abbiamo lavorato, le scelte fatte, e com'è cambiata in meglio la nostra Città, tanto che è divenuta nel tempo un vero e proprio punto di riferimento per l’intera Bergamasca, e non solo. Nella relazione avete trovato i numeri e i dati di quanto fatto. A me piace ricordare, e lo faccio con un pizzico di sano orgoglio, gli sforzi della Polizia Locale, il cui valore è riconosciuto a livello provinciale, i turni serali e notturni di vigilanza, la collaborazione con le forze dell'ordine, che hanno garantito e stanno garantendo un buon livello di sicurezza. Così come, del resto, non posso non citare lo straordinario lavoro dei "ragazzi" della Protezione Civile. Un gruppo intercomunale fantastico che ha fatto parte della colonna mobile provinciale prima ed ora del servizio di intervento di emergenza per l'aeroporto bergamasco, che garantisce la sicurezza dei nostri corsi d'acqua e che interviene immediatamente ogni volta che se ne ravvisa la necessità. Tutto quello che quest’Amministrazione è riuscita a fare lo ha fatto contenendo il più possibile le tasse e il costo dei diversi servizi erogati. Ma soprattutto lo ha fatto riducendo drasticamente il livello di indebitamento che avevamo ereditato. Non potevamo accettare che le scelte fatte da chi ci ha preceduto ricadessero sulle spalle dei nostri figli e che continuassero a "ingessare" i bilanci del comune anche per gli anni futuri. I numeri, dicevo, li avete trovati nelle diverse relazioni e forse sono difficili da leggere. Ma è necessario che tutti voi siate a conoscenza degli enormi sforzi che in cinque anni tutti noi abbiamo fatto. Cinque anni difficili dal punto di vista economico e, quindi, sociale. In un periodo in cui l'economia ha attraversato la più grande crisi che si ricordi. Ritengo che tutti i nostri e i vostri sforzi abbiano trovato il giusto riconoscimento con la mia nomina in seno alla Giunta Regionale, con una delega delicata ma così importante come quella all'ambiente, energia e sviluppo sostenibile. Credo che la mia nomina attuale debba

23

Rendiconto di Mandato

rendere orgogliosi non solo la sottoscritta, ma tutti i miei concittadini perché è un premio al lavoro svolto in questi anni per Dalmine. E di questo non posso non ringraziare la cittadinanza per il rapporto franco, diretto e sincero che ha voluto instaurare e mantenere con me nel corso del tempo. Perché è proprio sui temi ambientali, la grande sfida di questo secolo, che la nostra Dalmine ha dimostrato come si possa coniugare il lavoro e la crescita con la tutela dell'ambiente. Due esempi su tutti: la Rea con cui non abbiamo abbassato la testa di fronte alla loro volontà di aprire la terza "linea", e l'acciaieria con cui abbiamo collaborato per riportare nei limiti anche l'impatto acustico. Due peculiarità del nostro territorio che hanno segnato anche la mia attività di assessore regionale: ricordo sempre con tanta soddisfazione la moratoria contro nuovi inceneritori o l'ampliamento di quelli esistenti che ho approvato pochi mesi dopo il mio insediamento. L'ho detto all'inizio e lo ripeto: sicuramente molto è stato fatto e molto c'è ancora da fare. Ma la strada tracciata è quella giusta. Percorsa con sacrificio in periodi economici decisamente complessi, e un patto di stabilità che non ha fatto altro che accentuare la crisi e che giorno dopo giorno ha trasformato noi sindaci in gabellieri. Questa relazione non vuole essere un addio, perché è mia intenzione continuare a spendermi per voi e per la nostra città, restando a disposizione di tutti, soprattutto nel mio ruolo di assessore ma anche di cittadina di Dalmine, per continuare a migliorare e far crescere il nostro meraviglioso territorio. Ma prima di chiudere lasciatemi ringraziare sinceramente e convintamente tutto il personale del Comune di Dalmine. Professionisti preparati, persone splendide e troppo spesso poco apprezzate per l'impegno che mettono quotidianamente nel loro lavoro. Oggigiorno è difficile fare politica ma forse lo è ancor più far parte dell'apparato pubblico di un ente locale come il Comune. E' per questo che il merito di ciò che di buono è stato fatto in questi cinque anni non può che andare anche a tutti i dipendenti del nostro Comune. Grazie, grazie a tutti. Un sincero abbraccio Claudia Maria Terzi 2009 - 2014


CittĂ di Dalmine

Grafica: Progetto grafico Š Lime Edizioni Srl www.limedizioni.com finito di stampare nel mese di marzo 2014 presso Mediaprint srl

Profile for Lime Edizioni srl

Rendiconto di Mandato 2009-2014 - Città di Dalmine  

Si sta concludendo il nostro mandato amministrativo. È dunque tempo di fare un bilancio di ciò che è stato fatto in questi 5 anni. L’Amminis...

Rendiconto di Mandato 2009-2014 - Città di Dalmine  

Si sta concludendo il nostro mandato amministrativo. È dunque tempo di fare un bilancio di ciò che è stato fatto in questi 5 anni. L’Amminis...

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded