Page 1

1Informadalmine

ottobre 2014

periodico a cura dell’amministrazione comunale

dalmine

Informa

Comune di Dalmine

MARZO 2015

PRIMAVERA DI RILANCIO: TORNA L’ATTESISSIMO EXPOniAMO ASSOCIAZIONI Scuola per migranti Si cercano nuovi volontari COMMERCIO Iniziative Torna il Mercatino delle Pulci SOCIALE Coop La Solidarietà 25 anni di aiuto al prossimo

GESECO, AVANTI COL LAVORO Dopo il reintegro di due dipendenti, i servizi riguardanti immobili comunali, strade e viabilità, alloggi di edilizia residenziale pubblica e servizi cimiteriali sono stati riportati in Comune

5mi

X

l le

IL 5 X MILLE PER I NOSTRI VOLONTARI Devolvendo il 5 X Mille della dichiarazione dei redditi al tuo Comune di residenza potrai dare una grossa mano alle tante associazioni di volontariato che ogni giorno operano a Dalmine

2014, IL BILANCIO DI UN ANNO DI LAVORO Dallo sport ai canali social, dal rifacimento delle strade alla sicurezza: ecco il bilancio dell'anno appena chiuso con tutto l'operato della nuova Amministrazione guidata dal sindaco Alessio


SO M M A RIO Informadalmine

12

Informadalmine ANNO 26 N. 1 - 2015 Periodico a cura dell’Amministrazione Comunale Autorizzazione Tribunale di Bergamo n. 48 del 29/11/1989 Pubblicità inferiore al 50% Tiratura 12.000 copie Direttore responsabile Paolo Battista Cavalieri Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Legale rappresentante Lorella Alessio Sindaco Coordinamento organizzativo Luca Bassi Responsabile Comunicazione Matteo Pozzoli Responsabile Servizio Comunicazione REDAZIONE a cura della Giunta Comunale Responsabile della Redazione Maria Scopelliti Ufficio Comunicazione Piazza Libertà, 1 - Dalmine Tel. 035 622.48.90 Fax 035 622.47.38 informadalmine@comune.dalmine.bg.it Editore Comune di Dalmine Piazza Libertà, 1 - Dalmine Grafica, stampa Lime Edizioni srl Tel. 02 36767660 - Milano info@limedizioni.com www.limedizioni.com Commerciale 393 3533932 Distribuzione Lime Edizioni srl

20

26

marzo 2015

4 Sul filo Notizie dalla città 5 Primo Cittadino 9 Editoriale 10 Lavori Pubblici 11 Agenda 21 Lo smaltimento dell’amianto 12 Demografia Separazioni e divorzi low cost 14 Storia Locale I 50 anni della Sala Consiliare 16 Bilancio Il tuo 5XMille 18 Commercio I premi della lotteria di Natale EXponiamo® Dalmine 2015 21 Associazioni Scuola di italiano per migranti 23 Testimonianza Tarcisio Bacis 24 Cultura Nuovi linguaggi trasmettono emozioni 26 Biblioteca TIERRA! 27 Protagonisti Anna Ubiali e Agostino Boroni 28 Pubblica Istruzione e Sport Sbarca a Dalmine “Il Merendando” 29 Servizi e orari 30 Diritto e rovescio Gruppi politici


PR IM O CIT TA DIN O

Alle chiacchiere e alle polemiche rispondiamo coi fatti arissimi concittadini, in questi mesi alla guida della città ho purtroppo potuto toccare con mano alcune situazioni preoccupanti a cui è necessario prestare grande attenzione. Parlo delle circa venti cause rilevanti (senza contare quelle minori) in cui il Comune di Dalmine è coinvolto, cause che non solo costringono a sostenere ingenti spese legali, ma che finiscono col rallentare – quando non col bloccare del tutto – l’azione dell’amministrazione. È il caso, ad esempio, del progetto di riqualificazione di piazza Vittorio Emanuele III a Sforzatica Sant’Andrea, fermo per via di un ricorso che impedisce di mettere mano a un’area che giustamente i residenti sentono sempre più invivibile. Ma è anche il caso dell’ormai annoso contenzioso con Rea, che continua a privare le casse comunali di una sostanziosa entrata, tanto più considerevole in questi tempi difficili, e la cui soluzione – dopo anni di ricorsi – appare purtroppo ancora lontana. Il nostro impegno è stato sin da subito indirizzato alla risoluzione di queste controversie, tre delle quali si sono risolte nei mesi scorsi. Un lavoro paziente, che non sempre viene percepito dalla cittadinanza, ma

C

Sono l'ascolto e la presenza quotidiana gli stru-

menti per migliorare la città

che è di grande importanza. Così come poco percepita – al di là del polverone mediatico sollevato nelle scorse settimane – è la reale situazione di Ge.Se.Co., la società partecipata controllata al 100% dal Comune di Dalmine che dal 2011 presenta bilanci costantemente in perdita (dai 325 mila euro del 2011 ai 489 mila del 2013). Siamo stati ingiustamente accusati di voler affossare la società, proprio da chi un anno e mezzo fa l’ha posta in liquidazione. Ma alle chiacchiere di chi avrebbe dovuto occuparsi della società quando amministrava la città e ora si scaglia con astio verso chi cerca con fatica di risolvere le cose, noi rispondiamo con i fatti: abbiamo reintegrato nel personale comunale due dipendenti di Ge.Se.Co e abbiamo reinternalizzato i servizi riguardanti gli immobili comunali, le strade, la viabilità e gli alloggi di edilizia residenziale pubblica, servizi che negli ultimi tempi la società non era più in grado di fornire con efficienza. Abbiamo inoltre nominato un nuovo liquidatore, il dottor Maurizio Locatelli, dal quale ci aspettiamo la svolta che dall’ottobre 2013, da quando cioè Ge.Se.Co è in liquidazione, non si è mai vista. Vogliamo tutelare i dipendenti, cancellare i debiti accumulati negli anni

Un altro dipendente comunale ha raggiunto l’ambito traguardo della pensione.Si tratta del sovrintendente di polizia Daniele Ronzoni. Già dipendente del Comune di Boltiere, dal marzo del 2000 era in servizio presso il Comune di Dalmine. Persona dai modi educati e pacati, ha dimostrato le proprie capacità professionali in special modo nel settore dell’infortunistica stradale e dei controlli specialistici sull’autotrasporto merci tanto da diventare punto di riferimento a livello provinciale per gli altri colleghi. A Daniele vanno gli auguri da parte di amministrazione e colleghi insieme ai ringraziamenti per tutto quanto ha fatto in questi anni.

GRAZIE DANIELE!

scorsi e pagare così i creditori che sempre più spesso si rivolgono a me per avere rassicurazioni. Il tutto con la massima trasparenza e lasciando ad altri le sterili polemiche frutto di una contrapposizione partitica che di certo non giova a Dalmine e ai suoi cittadini. Certo i tempi non sono facili e le limitazioni sempre più forti: l’impossibilità ad assumere personale, per esempio, costituisce un problema non indifferente per il buon funzionamento della macchina amministrativa. Cercheremo di far fronte alle necessità che si presenteranno anche ricorrendo agli LSU, lavoratori in mobilità o cassa integrazione spesso dotati di grande competenza e in grado di dare un importante contributo al nostro Comune. Può darsi che i risultati del nostro impegno non si vedano nell’immediato, ma noi continueremo a lavorare per i nostri cittadini, convinti che siano l’ascolto e la presenza quotidiana – non i proclami e la propaganda – gli strumenti per migliorare la nostra città. Colgo l’occasione per augurare a tutti voi una Santa Pasqua lieta e ricca di serenità. Il vostro sindaco Lorella Alessio


S UL FILO no tiz i e da lla città Bonsai Anlaids. Anche a Dalmine, dal 3 al 5 aprile, presso la postazione dell’Associazione Anlaids in P.zza Libertà, chiunque sosterrà l’associazione riceverà un bonsai, divenuto ormai un simbolo della lotta all’AIDS. Come le persone che vivono con l’HIV, infatti, anche il bonsai può vivere forte e sano se riceve cure adeguate. I fondi raccolti attraverso BONSAI AID AIDS serviranno anche a permettere ad Anlaids di proseguire con il suo impegno nella prevenzione all’infezione da HIV e alle altre malattie a trasmissione sessuale nei luoghi di aggregazione giovanile, oltre che con i suoi altri impegni statutari tra cui il sostegno agli studi e alla ricerca clinica, la donazione di apparecchiature diagnostiche e la lotta allo stigma verso le persone con HIV.

Volontari cercasi.L’Associazione di volontariato “Il Passo” cerca volontari per persone in Assistenza Domiciliare o ricoverate presso l’Hospice Padre Luigi Tezza di Capriate. L’Associazione di Volontariato “Il Passo”, nata nel giugno del 2006, iscritta alla sezione Provinciale di Bergamo del Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato rappresenta un punto di riferimento per la diffusione delle cure palliative e per il miglioramento dell’assistenza. “Il Passo” non svolge attività di tipo sanitario ma si dedica alla selezione e formazione di volontari che, a richiesta dei familiari, sono disponibili per l’aiuto e la compagnia del malato oppure per un supporto alla famiglia stessa. I volontari dell’Associazione prestano la loro opera:  a domicilio  nell’Hospice Padre Luigi Tezza di Capriate  nel reparto di Medicina Oncoematologica del Policlinico San Marco di Zingonia

“Attività fisica per adulti e anziani” Strategie di contrasto alle cronicità e all’invecchiamento Sabato 18/4/2015, Nell'ambito delle attività di "Rete Città Sane", è stato programmato un ciclo d’incontri per "leggere" temi ed esperienze centrati sul rapporto tra la salute e le città, rivolti ai rappresentanti dei comuni, agli operatori dell'ASL, alle associazioni operanti sul territorio e a tutte le persone interessate. In quest’occasione, verranno presentate delle proposte per favorire l’attività fisica e preservare l’autonomia funzionale della persona all’interno della propria comunità.

4

Informadalmine

marzo 2015

Quanto vale la mia associazione.

La Consulta delle Associazioni Dalminesi in collaborazione con l’Amministrazione Comunale propone tre incontri laboratorio per le Associazioni del Volontariato dalminese sul valore della propria associazione. Gli incontri formativi sono rivolti a responsabili, promotori e referenti di realtà associative del territorio di Dalmine e sono finanziati dal bando del Volontariato 2014. Queste le date ancora in calendario: 15 aprile - 13 maggio. Ingresso libero. Gli appuntamenti si terranno presso il Centro Diurno Anziani in Viale Locatelli,4 dalle ore 20,45 alle 23.

Restare in forma a qualsiasi età con la “Ginnastica Preventiva Adattata” L’Associazione “Accademia CUS Bergamo” e il Centro Diurno Anziani di Dalmine (Associazione “L’Approdo”), con il patrocinio del Comune di Dalmine, organizzano il corso di “Ginnastica Preventiva Adattata”, rivolto a uomini e donne della terza età che, a causa della ridotta capacità di equilibrio e di forza, sono limitati nella loro autonomia.Il corso (diverso dalla ginnastica dolce) serve mantenere il fisico in forma per prevenire le patologie dell’età e a migliorare equilibrio e forza per una più soddisfacente autonomia nella vita quotidiana. Il corso è indicato per chi non si trova nelle condizioni per svolgere gli esercizi della ginnastica dolce e può diventare ad essa propedeutico.

L’incontro prevede i seguenti interventi: 1. Presentazione 2. Invecchiamento, cronicità e stili di vita 3. Testimonianze 4. Attività fisica adattata Seguirà uno spazio di confronto e discussione sui temi trattati. Vi aspettiamo sabato 18 aprile 2015 dalle ore 9:30 alle 12:00 in Sala Lombardia presso la Sede dell'ASL - via Gallicciolli 4 - Bergamo. Gli incontri di "letture" proseguiranno nel corso del 2015. L’incontro del 13/6/2015 avrà come tema: “Sport e disabilità”.


SUL FILO n oti zi e dall a ci ttà

5

Informadalmine

marzo 2015

Elettrocardiografo. Grazie al ricavato della CamminaDalmine 2014, il 5 marzo alla Croce Rossa - delegazione di Dalmine - è arrivato un Elettrocardiografo a 12 derivazioni - ELI 10 - che consentirà di effettuare la diagnosi precoce di infarto miocardico acuto. Alla Croce Rossa di BG erano stati devoluti 2.500 euro espressamente finalizzati all'acquisto di tale attrezzatura.

Dislessia e D.S.A. alle superioni e non solo: il vero problema è non conoscerli! Si è tenuto Mercoledì 28 Gennaio 2015 alle ore 20.30 nell'Aula Magna dell'Istituto "G.Marconi in via Verdi, 60 – Dalmine l'incontro " Dislessia e D.S.A. alle superioni e non solo: il vero problema è non conoscerli! " Relatori dell’incontro l’Ingegner Giacomo Cutrera, giovane dislessico, la Dottoressa Daniela Pala, logopedista formatrice A.I.D., e la Signora Rita Caffi, presidente della sezione A.I.D. di Bergamo. L’incontro è stato promosso dall’ Istituto Tecnico Marconi e l'Associazione Italiana Dislessia, con il patrocinio del Comune di Dalmine.

Dalla tomba di Pertini ai monumenti bergamaschi: la festa della Liberazione è una marcia podistica. 230 chilometri con partenza da Stella, nel Savonese, il 23 aprile e arrivo a Dalmine il 25 aprile, per celebrare nel migliore dei modi il settantesimo anniversario della Liberazione italiana dal nazifascismo. Il Gruppo Podistico Sabbio con il patrocinio del Comune di Dalmine e la collaborazione dell’ANPI organizza per celebrare la festa della Liberazione nei giorni 23, 24 e 25 aprile la decima staffetta podistica “Per non dimenticare i colori della libertà”. La staffetta partirà da Stella (in provincia di Savona) la mattina del 23 aprile dopo aver incontrato i responsabili della fondazione Sandro Pertini e aver visitato la sua tomba. I partecipanti passeranno da vari paesi che sono stati teatro di barbari eccidi perpetrati da fascisti e SS: dalle baite di Marcarolo (Bosio), renderanno onore al cippo di Partigiani bergamaschi ad Arena Po. E dopo aver superato Lodi e Treviglio arriveranno a Bergamo la mattina del 25 aprile, dove parteciperanno alla manifestazione per il settantesimo anniversario della Liberazione. Continueranno poi il loro cammino salendo sui colli di Bergamo per deporre un fiore al monumento dei partigiani del Petosino e concluderanno le loro fatiche, dopo 230 chilometri, arrivando intorno alle 15.30 a Dalmine, dove saranno accolti dalle autorità.


S UL FILO n oti zi e da ll a c i ttà

Informazioni per la segnalazione di odori. Di seguito tutte le modalità per segnalare molestie olfattive (odori): • in caso di odori molto forti (eventi eccezionali) è possibile rivolgersi alla Polizia Locale 0356224876 e alla centrale operativa della protezione civile della Regione Lombardia 800.061.160; • in caso di odori che si ripetono nel tempo, è fondamentale raccogliere dati utili per poter effettuare la ricerca delle possibili fonti, nel seguente modo:  compilare la scheda "modello di scheda di rilevazione del disturbo olfattivo", elaborata dall’ARPA, con l’indicazione del proprio nome e cognome ed indirizzo;  annotare gli odori avvertiti (data, ora di inizio e fine, intensità ed eventuali note);  firmare la scheda per autorizzare il trattamento dei dati;  trasmettere ogni scheda eventualmente compilata al Servizio Tutela Ambientale e Territoriale (STAET) del Comune di Dalmine, in uno dei modi di seguito elencati:

• •

tramite posta ordinaria; tramite consegna diretta allo STAET negli orari di apertura (lunedì e venerdì 8.30-13.30; martedì 8.30-12.30; giovedì 8.30-12.30 e 16.30-18.15); • via mail all'indirizzo ecologia@comune.dalmine.bg.it.

6

Informadalmine

marzo 2015

Sicurezza antincendio & datori di lavoro."SicuLinee guida per la valutazione dei rischi" è il nuovo progetto realizzato dal Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, in collaborazione con il FEI (Fondo Europeo per l'Integrazione dei Paesi Terzi). Si configura come la giusta conclusione di un percorso iniziato con il progetto "Casa Sicura" dedicato alla sicurezza in casa e alla prevenzione dei più diffusi e pericolosi incidenti domestici - e seguito dal progetto "Sicurezza al lavoro" - dedicato alla sicurezza dei lavoratori. Quest'ultimo progetto, invece, è indirizzato ai datori di lavoro, in particolare ai nuovi adempimenti di legge in materia di sicurezza e prevenzione antincendio. Come i precedenti, ha come target primario le popolazioni extracomunitarie ma ovviamente regole e consigli sono validi per tutti. E’ fruibile in otto lingue (Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Albanese, Arabo, Cinese e Ucraino) e diffuso tramite due supporti: uno tradizionale cartaceo - un opuscolo di 76 pagine - ed uno multimediale, ovvero un'applicazione fruibile da questo link: http://www.vigilfuoco.it/81-08/Questionario.swf

Lo scorso 24 gennaio il Gruppo Alpini Dalmine, che quest’anno festeggia 80 anni dalla fondazione, ha rinnovato le cariche sociali: alla guida del Gruppo - che conta 91 soci alpini e 27 soci aggregati – è stato riconfermato Domenico Giupponi, giunto ormai al quinto mandato. Con lui nel direttivo siederanno i consiglieri Pietro Cavalieri, Gianangelo Barbò, Fiorenzo Mola, Renzo Maestroni, Luca Tassani, Eugenio Rovaris, Antonio Tomasoni e Costante Curnis. L’Amministrazione Comunale augura al nuovo direttivo un buon lavoro.


SUL FILO n oti zi e dall a ci ttà

7

Informadalmine

Servizi CISL Dalmine.

Mezza Maratona sul Brembo.Si è svolta

Patronato Inas:  Pensioni  Invalidita civile e legge 104  Disoccupazioni,trattamenti di famiglia  Riconoscimento malattie professionale e infortuni  Assegno sociale  Esenzione ticket  Reversibilità ai supestiti ORARIO: tutti i giorni dalle 9,00 alle 12,00 lunedì e venedì su appuntamento sabato chiuso. Servizio Fiscale:  Mod 730  Unico  Imu  Tasi  Contratti colf e badanti  Mod red  Dichiarazione ISEE ORARIO: tutti i giorni su appuntamento

il 6 gennaio 2015 la "Mezza Maratona sul Brembo" giunta quest'anno alla sua 7° edizione organizzata dall'associazione Runners Bergamo. Il percorso si è snodato tra i Comuni di Dalmine (dove ci saranno la partenza e l’arrivo), Treviolo, Osio Sopra ed Osio Sotto; La manifestazione ha ottenuto il patrocinio di amministrazioni pubbliche quali la Regione Lombardia e la Provincia di Bergamo, delle amministrazioni comunali di Dalmine, Treviolo, Osio Sopra e Osio Sotto, del CONI e della Federazione Italiana di Atletica Leggera.

marzo 2015

INCA CGIL Dalmine. L’INCA opera nei confronti di Inps, Inail, Inpdap, Asl per:  Pensioni  Verifica contributi assicurativi  Assegni al nucleo familiare  Malattia e maternità  Disoccupazioni e mobilità  Infortuni e malattie professionali  Invalidità civili e indennità di accompagnamento  Servizio di consulenza e orientamento previdenziale ORARIO: martedi, giovedi e sabato dalle 9 alle 12; mercoledi dall 14 alle 18. Via Camozzi 2 - 24044 DALMINE (BG) Tel. 035-566390 - Fax 035-4512324 per ulteriori info: dalmine@inca.it

Spazio Nonni e Spazio Bebè.Giornate aperte “L'Anatroccolo Servizi per l'infanzia e la Famiglia” a Sabbio Dalmine: Venerdì 27 marzo spazio nonni dalle 16.30 alle 18.30. Lunedì 31 marzo Spazio Bebè dalle 9.30 alle 11.30. E’gradita la prenotazione.


E DITO R IA LE

9

Informadalmine

marzo 2015

Expo, Grande Guerra, Liberazione: ecco le nostre iniziative arissimi concittadini, l’anno che è da poco cominciato è davvero ricco di appuntamenti importanti: come tutti saprete, infatti, dal prossimo 1° maggio aprirà i battenti a Milano Expo 2015, un appuntamento che porterà tutto il mondo a due passi da casa nostra. Ma non è tutto. Il 2015 è anche l’anno in cui ricorre il centenario dell’ingresso del nostro Paese nel primo conflitto mondiale e si festeggiano i 70 anni della liberazione dalla dittatura nazifascista. Due eventi che hanno segnato in maniera indelebile la nostra storia e sui quali crediamo sia doveroso puntare l’attenzione. Per questo motivo il nostro Comune – in collaborazione con l’ANPI Dalmine e l’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Bergamo – ha pensato a un vero e proprio “percorso della memoria” che ci accompagnerà lungo tutto l’anno. Si è cominciato già a gennaio, quando è stata apposta in via Beltramelli a Sabbio una targa

C

I valori di libertà e democrazia non siano "relegati" in un solo giorno di festa

N

on è senza dispiacere che ho scelto di seguire le radici toscane di mio marito, che a Pisa è cresciuto intellettualmente e affettivamente, ha studiato, allievo della Scuola Superiore Sant’Anna, si è laureato ed ha insegnato nella Facoltà di Ingegneria. Fatta la scelta a fine agosto i tempi si sono accelerati assai e ai primi di novembre ci siamo trasferiti, senza avere il tempo di salutare gli amici e, per me, anche tanti che hanno collaborato con me nel periodo di impegno amministrativo; vorrei con queste poche righe salutare con affetto tutta Dalmine, e far giungere i miei migliori auguri per questa Pasqua. Penso ai tanti e preziosi gruppi di volontariato, agli scout, ai gruppi sportivi, alle comunità delle diverse parrocchie, agli Amici del Museo del Presepe; penso a chi lavora nella scuola e soprattutto ai ragazzini che “lavorano” per conoscere, e agli adolescenti e giovani che “lavorano” e studiano per formarsi una personalità e cercare la

CIAO DALMINE !

commemorativa che ricorda appunto il partigiano Felice Beltramelli; targhe simili verranno affisse nei prossimi mesi anche nelle altre vie cittadine intitolate a partigiani (Natale Betelli, Aldo Carrara, Mario Buttaro e Vittorio Gasparini), per far sì che quei nomi tornino a parlarci, a raccontare – soprattutto alle generazioni più giovani – storie ed ideali. Il cuore delle celebrazioni sarà ovviamente il weekend del 25 aprile: la sera del 24 aprile al Teatro Civico avrà luogo lo spettacolo del gruppo “Pane e Guerra” dal titolo “Non c’era tempo per la paura”; il giorno successivo accoglieremo la staffetta podistica “Per non dimenticare: i colori della Libertà”, che giungerà a Dalmine dopo essere partita dalla tomba di Sandro Pertini in provincia di Savona e aver toccato luoghi significativi della Resistenza. Ma non è tutto: verrà infatti coniata un’apposita medaglia celebrativa e altri appuntamenti saranno programmati in primavera e in autunno per aiutarci a riflettere sul nostro recente pas-

sato e anche sul presente. Perché i valori di libertà e democrazia per cui molti hanno combattuto e dato la vita non possono essere “relegati” dentro gli stretti confini di un solo giorno di festa. Sul fronte delle iniziative culturali promosse dall’Assessorato, segnalo che sono ripartiti i corsi della Piccola Accademia del Tempo Libero, con tante proposte sia per gli adulti (fotografia, cucina, arte e letteratura) che per i più piccoli (corsi di avvicinamento alla musica e alla cucina). È inoltre partita “Tierra!”, la rassegna promossa dai Sistemi bibliotecari di Dalmine e Ponte San Pietro, che farà tappa a Dalmine (cineteatro Le Muse) il prossimo 14 aprile con lo spettacolo di Laura Curino “La diva della Scala”. Nella speranza di incontrarvi numerosi agli appuntamenti in programma, colgo l’occasione per augurare a tutti voi una Buona Pasqua! Paolo Cavalieri Assessore alla Cultura e all’Istruzione

loro strada; penso all’unica libreria di Dalmine, tanto più importante per la presenza di Mauro; penso a chi fa musica e con la musica comunica la bellezza della vita; penso a chi lavora, ma di più a chi cerca e non trova lavoro e a chi può dare lavoro e che oggi ha una maggiore responsabilità sociale; tanti volti scorrono e vorrei stringere la mano a tutti.Infine un saluto e un grosso augurio a chi in Comune lavora, dipendenti e amministratori. Ho spesso dichiarato l’opportunità che molti, soprattutto giovani, si impegnino nelle amministrazioni locali, perché si rendano conto della complessità della gestione della cosa pubblica, della necessaria paziente abilità di trovare il consenso più ampio per poter procedere nelle iniziative, e non ultimo della coraggiosa fantasia di reperire le risorse necessarie, nell’assoluto rispetto delle leggi. Non è facile, ma è il bello della sfida! A tutti rinnovo tanti auguri. Ciao Dalmine! Silvia Brunelli


LA VO RI PUBBLICI

10

Informadalmine

marzo 2015

Parte dei servizi Ge.Se.Co trasferiti in Comune Reintegrati anche due dipendenti

L

’amministrazione comunale ha reinternalizzato parte dei servizi gestiti fino al 31 gennaio 2015 da Ge.Se.Co srl, la società partecipata al 100% dal Comune messa in liquidazione nell’ottobre del 2013. Dall’1 febbraio 2015 infatti i cittadini di Dalmine si possono recare presso il palazzo comunale di piazza Libertà, piano terra, per segnalazioni o pratiche inerenti la manutenzione di: immobili comunali (scuole,biblioteca, impianti sportivi, ecc.), strade e viabilità, alloggi di edilizia residenziale pubblica. Dal 1 aprile 2015 anche per la gestione e manutenzione dei cimiteri comunali i cittadini potranno recarsi direttamente in comune, presso gli uffici del settore “Servizi di Pianificazione del Territorio e di Controllo degli Interventi di uso e Trasformazione del Territorio”, servizi manutenzioni e lavori pubblici. Gli orari di ricevimento al pubblico dei sono: lunedì e venerdì dalle 8.30 alle 13.30, martedì e giovedì dalle 8.30 alle 12.30, l’apertura pomeridiana è il giovedì dalle 16.30 alle 18.15. Maggiori informazioni al numero telefonico 035-6224879 o all’indirizzo di posta elettronica manutenzioni@comune.dalmine.bg.it.

NUOVA DIRIGENTE DIREZIONE 2

BENVENUTO ALL'ARCHITETTO GIULIA MORASCHI

S

i è insediata nel mese di dicembre l’architetto Giulia Moraschi, nuova dirigente della Direzione 2 dei settori e dei servizi di gestione del territorio - settore che comprende l'urbanistica e l'edilizia, le opere e i lavori pubblici, i servizi manutentivi, i servizi pubblici locali, il commercio ed il SUAP. Laureata nel 2004 presso il Politecnico di Milano - sede di Mantova - è iscritta all’albo degli architetti dal 2005. Giovanissima, ma con un curriculum di tutto rispetto, ha ricoperto vari incarichi in particolare nell’ambito della pianificazione territoriale, della progettazione architettonica e della progettazione del verde. Alla nuova dirigente vanno i miglior auguri di buon lavoro da parte del Sindaco, della Giunta e di tutti i colleghi.

ANCHE IL SINDACO A FIANCO DEI LAVORATORI TENARIS l sindaco di Dalmine Lorella Alessio, accompagnata dal primo cittadino di Treviolo Pasquale Gandolfi, ha incontrato i dipendenti Tenaris durante il presidio di martedì 10 marzo. L'amministrazione di Dalmine ha voluto così esprimere la propria vicinanza ai lavoratori che hanno scelto di scioperare a fronte dell'annuncio dei vertici

I

dell'azienda di un periodo difficile che dovrebbe portare al taglio di 406 posti di lavoro divisi tra 222 operai e 184 impiegati. "Abbiamo incontrato i dirigenti di Tenaris per cercare di capire la situazione e ora attendiamo gli esiti del tavolo delle trattative. Non abbandoneremo i lavoratori" ha commentato il primo cittadino di Dalmine.


A G E N DA 2 1

11

Informadalmine

marzo 2015

Lo smaltimento dell’amianto, uno dei progetti 2015 dell’Agenda21 Isola Bergamasca Dalmine-Zingonia

A

nche quest’inverno, come ogni anno, il consiglio di amministrazione di Agenda 21 sta lavorando insieme al Point21 per definire i nuovi progetti da sviluppare e proporre a favore dei comuni soci nel 2015. Tra quelli in fase avanzata di verifica di fattibilità, che saranno proposti all’Assemblea dei Sindaci prima della loro effettiva attivazione, vi sono quelli finalizzati a ridurre il costo di acquisto dell’auto elettrica (per proseguire e completare le attività in essere di posizionamento delle colonnine di ricarica) e quello orientato a organizzare un’offerta di intervento di produzione dell’acqua calda tramite sistemi a zero emissioni. Link: Tra questi nuovi progetti è staAgenda 21 to individuato anche quello finawww.a21isoladalminezingonia.bg.it lizzato a riprendere e rilanciare l’attenzione sul tema dello smalASL Bergamo dipartimento timento dell’amianto, sopratPrevenzione Medica http://www.asl.bergamo.it/servizi/Men tutto quello di piccole dimensiou/dinamica.aspx?idArea=16891&idCa ni su proprietà private. Come tutti i cittadini sanno entro il 2013 t=17222&ID=25043 ogni possessore di immobile con Comune di Dalmine presenza di amianto avrebbe Ufficio Ecologia dovuto inviare, tramite il comuhttp://www.comune.dalmine.bg.it/pub ne, comunicazione all’ASL di blicazioni/uffici_sedi/uffici_Dettacompetenza. Chi non lo avesse glio.asp?Id=183&ID_M=285 fatto può ancora farlo senza

Non solo auto elettrica e acqua calda a zero emissioni: il consiglio di amministrazione di Agenda21 continua a lavorare per portare l'attenzione sul tema dello smaltimento dell'amianto, soprattutto quello di piccole dimensioni ancora presente in tante proprietà private

incorrere in sanzioni; caso diverso se l’ASL dovesse fare un sopralluogo e verificare la presenza di amianto in assenza di denuncia. Per questo motivo invitiamo tutti i cittadini che non l’avessero ancora fatto a compilare il modulo NA/1 e inviarlo o consegnarlo all’Ufficio Ecologia del Comune di Dalmine che provvederà ad inoltrarlo al Dipartimento di Prevenzione Medica dell' ASL di Bergamo. L’Associazione Agenda 21 sta predisponendo un progetto che faciliterà i cittadini adempienti con tale obbligo ad usufruire di operatori che avranno espresso un interesse a fare il prezzo più basso per lo smaltimento o il trattamento delle coperture in amianto. Questa possibilità, che si accompagna anche ad opportunità finanziarie di vario tipo, appena pronta sarà comunicata alla cittadinanza. Ricordiamo infatti che la Regione Lombardia prevede l’obbligo di rimozione e smaltimento solo per i casi in cui l’Indice di Degrado superi una certa soglia. Come faccio a calcolare l’Indice di Degrado della mia copertura? Esiste una semplice procedura, denominata “procedura per la

valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento – amianto”, che mi fa capire se basta un trattamento di messa in sicurezza o se devo intervenire in modo drastico. Anche l’esito di tale procedura deve essere inviato o consegnato all’Ufficio Ecologia del Comune. Il modulo NA/1 e la Procedura per la valutazione dello stato di conservazione sono disponibili sul sito della ASL di Bergamo, sul sito internet del Comune nella pagina dell’Ufficio Ecologia dedicata all’amianto e, in forma cartacea, presso il Municipio. Cogliamo l’occasione anche per dire che il comune di Dalmine insieme all’Agenda21 sta lavorando per estendere un vecchio progetto e promuovere un progetto già avviato in altri comuni; il primo consta della possibilità di posizionare un’altra “casa dell’acqua”, il secondo prevede nel 2016 la sostituzione di un mezzo da lavoro in dotazione agli operai comunali con uno analogo a motorizzazione elettrica. Dr.Accardi Italo Arch. Fortini Direttore Point 21 Consigliere delegato per Agenda 21 Comune di Dalmine


DEM O G R A FIA

12

Informadalmine

marzo 2015

Separazione e divorzio in Comune: oggi è low cost

D La modalità semplificata è a disposizione dei coniugi solo quando non vi siano figli minori o portatori di handicap o economicamente non autosufficienti, e a condizione che l'accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale

irsi addio, dopo anni di amore, diventa low cost; merito della legge 162 dello scorso 10 novembre 2014. La nuova norma ha previsto che è possibile svolgere la pratica di separazione o divorzio direttamente in municipio e al costo di 16 euro. La modalità semplificata è a disposizione dei coniugi solo quando non vi siano figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti, e a condizione che l’accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale.L’accordo può essere stipulato davanti all’Ufficiale dello Stato civile, solo su appuntamento da fissare direttamente allo sportello dei Servizi Demografici o telefonando allo 035-6224886. Per legge entrambi i coniugi devono presentarsi con un documento di identità valido, nel giorno prestabilito, all'ufficio stato civile per rendere le dichiarazioni prescritte e per sottoscrivere il conseguente accordo. Nel caso di

assistenza da parte di avvocato, questi deve essere munito di documento di identità valido. In sede di accordo sarà fissato un nuovo appuntamento per la conferma dello stesso. Al fine di promuovere una maggiore riflessione sulle decisioni in questione la legge ha previsto un doppio passaggio dinanzi all’Ufficiale di Stato Civile a distanza di non meno di 30 giorni. Alla data del secondo appuntamento i due coniugi, con l’assistenza facoltativa di un avvocato, devono ripresentarsi davanti all’ufficiale di stato civile per confermare l’accordo. L’accordo può essere sottoscritto nel Comune di residenza di uno dei due coniugi, presso il Comune dove è stato celebrato il matrimonio o presso il Comune dove è stato trascritto il matrimonio celebrato con rito religioso o celebrato all’estero. Per informazioni consultare la pagina web del Comune www.comune.dalmine.bg.it o telefonare allo 035-6224886.

INTERVENTI

NUOVI LAVORI AL TORRENTE MORLETTA Quelli di febbraio e marzo sono stati due mesi di lavori nella zona di Sabbio interessata dal passaggio del torrente Morletta. Gli interventi hanno portato, sul territorio di Dalmine, al consolidamento delle sponde e dell’alveo del torrente e, sul territorio di Levate, alla realizzazione di una vasca di “laminazione”. L’obiettivo era quello di ridurre il rischio di esondazione delle acque che, in passato, hanno portato all’allagamento di alcune case del quartiere di Sabbio. Tali interventi sono stati progettati a seguito di un apposito studio idrologico, condiviso con tutti i Comuni coinvolti, che ha messo in evidenza tutte le criticità del torrente e ha definito in quali zone eseguire i lavori e con quale ordine di priorità.


ST O RIA LOC A LE

14

Informadalmine

marzo 2015

La Sala Consiliare del comune di Dalmine compie 50 anni La celebrazione del 50° anniversario di inaugurazione della sala consiliare offre lo spunto per conoscere e riflettere sul contesto che portò le Amministrazioni comunali degli anni ’60 a realizzare un ampliamento del Municipio con una nuova sala consiliare

Un giovane comune Dalmine nel panorama provinciale appariva, ed era, un giovane comune alla prova della democrazia. A differenza di altri secolari comuni, era stato istituito nel 1927 in seguito a un Regio Decreto di unificazione forzata dei tre antichi comuni di Sforzatica, Sabbio Bergamasco e Mariano al Brembo. Un accorpamento che era avvenuto su iniziativa di un funzionario dell’azienda Dalmine S. A., dr. Ciro Prearo, che ricopriva anche la carica di podestà dei tre comuni (1926-1938). Tutto era avvenuto “non senza legittime resistenze, tacitate allora dal fatto che il regime fascista imponeva la sua volontà e non era facile resistergli. Le resistenze soffocate ebbero una loro esplosione dopo la liberazione avvenuta nel 1945” (don Sandro Bolis, parroco di San Giuseppe 1941-1971). Nel 2° dopoguerra non ci furono iniziative per il ritorno alla situazione amministrativa precedente, come accadde per altri comuni (es. da Curdomo a Curno e Mozzo), probabilmente perché l’azienda svolgeva un ruolo aggregante degli interessi in gioco. Non a caso i primi sindaci, Piccardi Antonio e Sandrinelli dr. Remo, erano di provenienza aziendale, e così fino al 1964. Sin dalle prime elezioni amministrative i cittadini diedero la maggioranza assoluta al partito della Democrazia Cristiana (DC), maggioranza che conservò fino alle elezioni del 1985. Questo dato elettorale, a dimostrazione della comples-

sità della situazione dalminese, rappresentava una seconda anomalia: quella di un centro industriale che non premiava la sinistra (20 consiglieri; 16 alla maggioranza, 4 alla minoranza).

Centro e periferia a Dalmine Dalla metà degli anni ’50 in poi, il dibattito politico fu catalizzato dal conflitto tra “il centro e la periferia”, tra la zona centrale, che, dati alla mano, era stata favorita dall’amministrazione del periodo fascista e “l’inderogabile esigenza di dare la precedenza alle opere più necessarie e urgenti, specialmente per ragioni di igiene e sanità pubblica” nelle allora lontane frazioni (corrispondenza tra Flavio Pedrinelli, già assessore (1950-55) e futuro sindaco (1970-75), con don Bolis). Su questo contrasto, che divideva fortemente la maggioranza, si inserì l’iniziativa del parroco di Brembo, don Giacomo Piazzoli che, con il fattivo consenso del vescovo Mons. Piazzi, acquistò (giugno 1957) dalla Pro Dalmine oltre 120 mila mq di terreno per dare vita al “villaggio del Brembo”, laddove don Bolis e l’amministrazione di Giulio Terzi (1955-60) avrebbe voluto sorgesse il cimitero principale. Le posizioni e le iniziative dei due parroci polarizzarono così il dibattito politico nella maggioranza attorno all’adozione del nuovo Piano Regolatore, tanto da esserci bisogno di una ulteriore variante nel 1962 per sanare la situazione edilizia deter-

minata dalle nuove costruzioni nel frattempo sorte a Brembo. Sulla spinta di un referendum popolare (tra i fautori ricordiamo il rag. Redento Salvi) e il parere favorevole espresso anche dal consiglio comunale di Dalmine (20.12.1957), Guzzanica si staccava da Stezzano e dall’1 gennaio 1963 si aggregava a Dalmine. Nello stesso periodo attorno alla secolare chiesa di campagna di Santa Maria rinasceva l’antico abita-to di Oleno. La popolazione di Dalmine passava così dagli 8.510 abitanti del 1951 ai 12.281 del 1961 fino quasi a raddoppiare nel 1971 con 15.035. Nel settembre 1958, quando la popolazione dalminese superò quota 10 mila, don Sandro Bolis evidenziava che Dalmine potesse “avanzare la pretesa di aspirare a diventare città”. Ambizione che fu portata a compimento solo nel 1994. Di fronte a una crescita così veloce della popolazione le varie amministrazioni comunali diedero avvio, tra le molte opere pubbliche, alla realizzazione di ampliamenti o a nuovi edifici scolastici (20 alunni da 3 a 13 anni ogni 100 abitanti; oggi meno della metà).

Una nuova sala consiliare È in questo contesto che il 24 ottobre 1962 il Consiglio comunale con deliberazione n. 119 (15 a favore; 1 contrario) decise l’ampliamento dell’edificio comunale. Il 18 febbraio 1963 integrò la spesa prevista mettendo a disposizione anche 9 milioni di lire per “opere d’arte, decorazioni, arredamento e spese tecniche” alla sede consiliare. L’amministrazione

aveva già stanziato nel bilancio del 1960 una somma di 7 milioni di lire per l’ampliamento dell’edificio comunale che permettesse di dare una sede adeguata al Corpo dei Vigili e all’Ufficio tecnico. Ma era “La sala consiliare (che) non risponde alle esigenze in quanto non dispone di un apposito spazio separato per il pubblico che attualmente si trova a diretto contatto con i consiglieri”. Inoltre, in seguito alla crescita della popolazione, i consiglieri comunali dopo le elezioni dell’autunno 1964 sarebbero passati da 20 a 30 componenti. L’attuale sala giunta, dove allora si svolgeva il consiglio comunale, non sarebbe più stata in grado di ospitarlo. I lavori edili, su progetto dell’ing. Belometti, furono eseguiti dalla ditta Valsecchi & Ratti, mentre la “decorazione” della sala fu affidata al prof. Erminio Maffioletti (1913-2009) con delibera di Giunta del 16 settembre 1964. Il mosaico, di metri 6,40 di lunghezza per 2,60 di altezza, realizzato con materiale in smalto veneziano, voleva rappresentare il tema del lavoro, ispirandosi “alle attività e caratteristiche locali, principalmente all’Industria Dalmine S.p.A.”. Il 27 dicembre 1964 la sala consiliare ospitava la prima riunione del consiglio comunale, sotto la guida del sindaco dott. Enzo Zambetti, ex presidente della provincia ed ex segretario provinciale della DC, che restò in carica fino al 1970. Una personalità di spicco chiamata a fare da sintesi all’interno di una maggioranza che nei precedenti 4 anni era stata guidata da tre diversi sindaci. Claudio L. Pesenti Associazione Storica Dalminese


S TO RIA LO C A LE

Erminio Maffioletti, il pennello che decorò la Sala Consiliare L'artista fu incaricato dalla Giunta dalminese il 16 settembre 1964

15

Informadalmine

marzo 2015

PER NON DIMENTICARE

DALMINE RICORDA IL MARESCIALLO D’ANDREA E L’AGENTE BARBORINI

N

Composizione 1958 tratta da “Metamorfosi”

ato a Bergamo il 5 ottobre 1913, Erminio Maffioletti frequenta dal 1927 al 1930 i corsi serali di Decorazione alla Scuola d'Arte Applicata “A. Fantoni” di Bergamo. Subito dopo si iscrive all'Accademia Carrara che frequenta sino al 1934. Si trasferire nel 1936 a Parigi dove lavora come decoratore e contempora-neamente frequenta l'Accademia Comunale “Petit Toit” e i corsi serali di pittura alla “Libera Acca-demia Gadin a Montmartre”. Rientrato a Bergamo collabora con Domenico Rossi alla decorazione del ciclo di affreschi di Francesco Nullo nella casa Littoria di Bergamo (ora Palazzo della Libertà). Nel dopo guerra allestisce il proprio atelier nello storico studio di via Pradello che manterrà sino al 2004. Partecipa a molti premi artistici dove riceve meritevoli riconoscimenti per la sua opera. Insegna Decorazione Pittorica alla scuola d'arte “Andrea Fantoni” dal 1946 al 1959. Ha collaborato, per le opere scenografiche, con il “Teatro delle Novità” al Teatro Donizetti. Decora tra le altre, la parete dello scalone della Sede della Banca Popolare di Bergamo, quello del Cinema Arlecchino e la de-corazione parietale dell'atrio del Contro Sportivo Italcementi. Dal 1981 con l'incarico di Coordinato-re Generale è chiamato a dirigere l'attività didattica dell'Accademia Carrara di Belle Arti che man-terrà sino al 1984. Spira nel 2009 all'età di 95 anni. Altre note e riferimenti al sito www.erminiomaffioletti.it

Dalmine non dimentica il maresciallo Luigi D'Andrea e l'agente Renato Barborini, uccisi barbaramente da Renato Vallanzasca e da alcuni criminali della sua banda il 6 febbraio 1977. Venerdì 6 febbraio il sindaco Lorella Alessio, accompagnata da una delegazione della Giunta, ha partecipato alla commemorazione tenutasi sul luogo della tragedia, mentre nel pomeriggio il primo cittadino di Dalmine si è recato al cimitero monumentale di Bergamo dove si è tenuta la cerimonia di scoprimento della lapide dedicata alla memoria del maresciallo D'Andrea, medaglia d'oro al valore civile.


BILA N C IO

Il tuo 5 X Mille? Donalo al Comune di Dalmine che lo utilizzerà per sostenere il progetto “Nuovi modelli educativi per ragazzi 14 – 17 anni” è un modo, semplice e completamente gratuito, per contribuire alle attività del Comune di Dalmine: devolvere il 5 X Mille della tua dichiarazione dei redditi. Negli ultimi due anni si è assistito ad un costante aumento di segnalazioni ai servizi sociali del Comune di Dalmine di ragazzini in situazione di disagio ed un incremento di alunni delle scuole dalminesi con problemi comportamentali di non facile gestione all’interno del contesto scolastico. Si tratta di ragazzi prevalentemente nella fascia 14 –17 anni, che presentano alcune fragilità all’interno del proprio contesto familiare e che attuano comportamenti al limite della legalità o illeciti. Da alcuni anni il Comune di Dalmine si è fatto promotore per costituire un

C

gruppo di lavoro che coinvolge le principali agenzie del territorio che si occupano di minori e di giovani, quali: l’agenzia minori dell’Ambito di Dalmine, gli istituti comprensivi “Carducci” e “Moro”, le scuole superiori presenti a Dalmine , le parrocchie, la Cooperativa sociale Alchimia, gli oratori e la Cooperativa La Solidarietà. Questo gruppo nasce dalla consapevolezza che solo attraverso il confronto e la messa in rete delle risorse pubbliche e private, è possibile trovare strategie, soluzioni e opportunità efficaci. E’ fondamentale offrire a questi ragazzi modelli educativi differenti da quelli conosciuti, attraverso la relazione con adulti, la cui esperienza è positiva per la comunità, offrire contesti educativi in cui i

16

Informadalmine

marzo 2015

X

5mille ragazzi possano accrescere la propria autostima, il senso di appartenenza alla comunità, il rispetto delle persone e delle regole. Per poter agganciare questi ragazzi e dare loro proposte educative alternative, abbiamo avviato alcuni progetti: laboratori educativi comunitari, attività socio-occupazionali, interventi educativi individualizzati, progetti educativi all’interno delle scuole, ecc. ed altri si stanno delineando. Lo spazio dedicato, individuato presso la Scuola media Camozzi di Dalmine; sarà a breve ristrutturato ed allestito. Per questo chiediamo il tuo contributo destinando il 5 X Mille al Comune di Dalmine: il tuo aiuto potrebbe essere decisivo.

5 X MILLE, RISORSE PER IL SOCIALE Il 5 X Mille indica la quota dell'imposta IRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche), che lo Stato italiano ripartisce tra gli enti che svolgono attività socialmente rilevanti. Il versamento è a discrezione del cittadino-contribuente e viene effettuato con la dichiarazione dei redditi. Introdotto, a titolo iniziale e sperimentale dalla legge finanziaria l'anno 2006, vuole responsabilizzare il cittadino nell'individuazione degli enti che meritano di essere finanziati con le risorse pubbliche.


BILA N C IO

17

Informadalmine

marzo 2015

Dallo sport ai social, dal rifacimento delle strade alla sicurezza dei cittadini Quello che si è chiuso è stato un 2014 di grande lavoro per la nuova Amministrazione guidata dal sindaco Alessio

Q

uello che si è appena chiuso è stato un anno di grande lavoro per la nuova amministrazione comunale di Dalmine. Tante le iniziative portate a compimento dal sindaco Lorella Alessio e dalla Giunta nominata dal primo cittadino dopo la vittoria al ballottaggio dello scorso 8 giugno. I primi sforzi sono stati concentrati sull’approvazione del bilancio preventivo 2014 con i relativi regolamenti per la tassazione (Tasi e Imu), per i quali l’amministrazione ha voluto esprimere grande riconoscenza ai quattro dipendenti comunali capaci, in meno di tre settimane, di seguire più di 4mila pratiche. Sono stati rispolverati, tra ottobre e novembre, gli incontri con la cittadinanza, organizzati in sette differenti sedute nei quartieri di Dalmine. Una mossa voluta dal sindaco Alessio, intenzionata a riprendere il dialogo con i dalminesi per spiegare le prime scelte compiute dall’amministrazione e, soprattutto, per raccogliere lamentele, segnalazioni e indicazioni. Da questi sette incontri è emerso, in primis, che uno dei problemi più seri che riguardano Dalmine è proprio legato alla viabilità.

Per questo una delle priorità del 2015 della Giunta Alessio sarà quella di rivedere il Put (Piano Urbano del Traffico): “Interverremo nelle zone più critiche del paese – spiega il primo cittadino –, tenendo conto delle priorità e, in modo particolare, delle capacità finanziarie”. In questa seconda metà del 2014 si è pensato anche a Ge.se.co Srl: l’amministrazione ha dato il via ad azioni atte a internalizzare dipendenti e servizi della società dalminese messa in liquidazione. Si è pensato anche a sport, tempo libero e giovani: prima di tutto, è stata rinnovata la convenzione con la Polisportiva di Dalmine che anche nel 2015 continuerà a gestire gli impianti e la promozione sportiva, mentre quello appena iniziato sarà l’anno dei ragazzi che, per la prima volta a Dalmine, vedrà l’avvento della commissione delle politiche giovanili che sarà attiva entro un paio di mesi. E a dicembre, dopo due anni in cui tutto era rimasto praticamente fermo, è stata finalmente firmata la convenzione per la gestione del Plis il parco del basso corso del fiume Brembo con il Parco Nord

dell’Adda. Tra i firmatari c’era pure il sindaco Alessio.Grandi movimenti anche tra il personale del Comune. L’1 settembre Domenico Lopomo è stato nominato nuovo segretario generale; il 23 ottobre Luca Bassi ha ricevuto l’incarico di responsabile della comunicazione, dando il via a un progetto completamente inedito che ha portato il Comune di Dalmine sulle piattaforme social con la pagina Facebook e il profilo Twitter. E il 7 gennaio è stata nominata anche la nuova dirigente dell’ufficio tecnico, l'architetto Giulia Morlaschi. Un occhio di riguardo è stato riservato anche alla sicurezza, messa a serio rischio da una serie di furti nelle abitazioni che hanno, purtroppo, riempito per intere settimane le pagine di cronaca nera dei quotidiani locali: all’inizio di novembre il sindaco Alessio ha incontrato il Prefetto di Bergamo Francesca Ferrandino, studiando, con altri comuni della zona, un piano di sorveglianza che vede protagonista anche la Questura cittadina. Inoltre, è stato acquistato il rilevatore di targhe che permette di smascherare, senza posti di blocco, qualsiasi mezzo sprovvi-

TELELETTURA E TELEGESTIONE

NUOVI CONTATORI DEL GAS PER LE ABITAZIONI DEI DALMINESI

S

i comunica che nei prossimi mesi tutte le famiglie di Dalmine riceveranno la lettera di “2i Rete Gas” che annuncerà la sostituzione dei contatori del gas, che saranno adeguati così da poter rispondere ai requisiti previsti per l'introduzione di telelettura e telegestione. Gli interventi, che saranno predisposti senza nessun costo a carico dei cit-

tadini e che avranno la durata massima di due ore, comporteranno l'interruzione dell'erogazione del gas per il tempo strettamente necessario ad operare in sicurezza. Le prime lettere di comunicazione sono già state inviate dall'azienda milanese, che provvederà a mandare un'altra lettera di preavviso almeno dieci giorni prima dell'intervento. Per tanto si invita-

no tutti i cittadini che riceveranno la comunicazione a prestare la massima attenzione: le truffe sono sempre dietro l'angolo. Chiunque avesse anche il minimo dubbio circa la veridicità dei tecnici che si presenteranno alla porta di casa può contattare gli uffici del Comune allo 035-372869 o tutti gli altri numeri di sicurezza (112, 113 o 117).

sto di assicurazione e revisione. E nel 2015 arriveranno altre novità . Il grosso del lavoro, però, si è concentrato su strade e opere pubbliche: da ottobre a dicembre (in 90 giorni esatti) l’amministrazione ha speso più di 984mila euro per la manutenzione e il miglioramento di strade e scuole del Comune. Solo 510mila euro sono stati messi a disposizione per l’asfaltatura del manto stradale di alcune delle vie più importanti e trafficate, rimesse completamente a nuovo dopo più di due anni senza interventi, mentre oltre 250mila euro sono stati destinati agli edifici che ospitano le scuole Aldo Moro e Dante Alighieri. “In questi primi sei mesi di amministrazione abbiamo cercato di fare tutto quello che era nelle nostre possibilità – spiega il sindaco Alessio -. Questo per i Comuni è un momento molto difficile ma noi abbiamo subito iniziato a lavorare, senza perdere tempo. E per il 2015 abbiamo già organizzato i nuovi lavori di manutenzione stradale con il conseguente stanziamento dei soldi necessari, e abbiamo in serbo delle grosse novità per il settantesimo anniversario della Liberazione”.


CO M M ERC IO

18

Informadalmine

marzo 2015

Distribuiti i premi della lotteria di Natale “Il tuo Distretto ti premia” 3000 euro in buoni spesa consegnati sabato 17 gennaio ai 30 vincitori

P

ubblico dei vincitori visibilmente contento dell’iniziativa e della vincita. C’erano quasi tutti, sabato mattina 17 gennaio presso la sala Giunta del Comune di Dalmine, Comune Capofila del Distretto del Commercio 525, i vincitori della Lotteria di Natale per ricevere i Buoni Spesa messi in palio dal DID 525 con l’iniziativa “Il tuo

distretto ti premia”. L’incontro organizzato dall’Assessorato al Commercio e attività produttive del Comune di Dalmine, Capofila del Distretto del Commercio 525, è stato l’occasione per una più ampia presentazione delle iniziative messe in campo nell’ultimo anno e per una illustrazione delle principali finalità del Distretto.

Di discreta rilevanza i numeri dell’iniziativa: 116 le attività commerciali aderenti; 17.500 i biglietti donati dai Commercianti nel mese di valenza della Lotteria;

30 i premi erogati per un montepremi complessivo di euro 3.000, così distribuiti tra i quattro Comuni: 1 Canonica 14 Dalmine 1 Curno 4 Osio Sopra 1 Peschiera Borromeo 4 Osio Sotto 1 Stezzano 3 Treviolo 1 Bottanuco Durante la cerimonia un caloroso ringraziamento è stato rivolto a tutta la squadra che ha lavorato con efficienza per il buon risultato della lotteria, dalla Trade Lab Srl che assiste il Distretto sin dalla

nascita e che nell’occasione ha curato gli aspetti procedurali della Lotteria, al Comando di polizia Locale di Dalmine per tutta l’organizzazione amministrativa fino alle Associazioni territoriali delle atti-

PRIMO PREMIO DA 500 euro alla Signora Maria Ligrani di Osio Sopra, tutti a Dalmine i premi dal 2°al 5° (di euro 350 – 250 - 200 e 150) . A Stezzano il 6° da 150 euro e ancora a Dalmine i 4 premi da 100 euro. Da 50 euro tutti gli altri 20 premi suddivisi tra i diversi comuni.

vità economiche, OPEC di Dalmine e I 4 CANTONI di Treviolo, che hanno contribuito alla raccolta delle adesioni per una numerosa partecipazione di commercianti all’iniziativa.Il messaggio dei vincitori è stato

di evidente soddisfazione per la vincita ma anche di sprone ad altre iniziative come questa, molto apprezzata l’attività sinergica tra i commercianti dei Comuni del Distretto.

SOTTO ESAME LA COMPONENTE COMMERCIALE DEL PGT FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA P.A. AL VIA DAL 31 MARZO 2015 Entra in vigore con decorrenza dal 31 marzo 2015 l'obbligo di fatturazione elettronica nei confronti di tutte le pubbliche amministrazioni, anche locali. I cittadini e i fornitori interessati possono trovare la documentazione tecnica, le modalità di trasmissione, i servizi di supporto e di assistenza su www.fatturapa.gov.it

un sito dedicato esclusivamente alla fattura elettronica. Sul portale web del Comune di Dalmine sono pubblicati i codici univoci degli uffici necessari per l'invio delle fatture al l'Ente, tramite il Sistema di Interscambio del Ministero delle finanze, oltre a una breve nota esplicativa delle modalità di fatturazione.

perta una stagione di revisione della componente commerciale “titolo III” del PGT, più comunemente denominata “Piano del Commercio”. Da una verifica delle difficoltà con le quali le attività economiche o aspiranti tali di ogni settore devono confrontarsi quotidianamente per affrontare la sfida del mercato, deriva la necessità di un’attenta rilettura e riscrittura del Piano del Commercio, tale da registrare una maggiore sintonia con le linee guida definite nel Piano di Governo del Territorio. In più occasioni l’attuale versione del piano commerciale presenta incoerenze con le “visioni” del territorio così come immaginate dal Piano di Governo. Sarà un lavoro che richiederà impegno e tempo, un’opera necessaria ad impedire un declino commerciale del nostro territorio, già fortemente colpito da una crisi estenuante, da scelte passate poco lungimiranti e colorate a volte da inspiegabili restrizioni.

A


C O M M E RC IO

Il Mercatino delle Pulci torna due volte al mese

Informadalmine

marzo 2015

MERCATO COMUNALE

NOVITÀ IN ARRIVO

Sarà allestito due sabati ogni mese nell'area mercato di via Kennedy ompletata la fase di selezione per l’affidamento in via sperimentale della gestione organizzativa e di svolgimento del mercatino delle pulci.Il procedimento iniziato con la pubblicazione del Bando nel corso del mese di dicembre 2014, ha visto la conclusione della procedura a fine gennaio del corrente anno. Articolata la proposta presentata da VENUS Srl, soggetto che ha superato la fase selettiva ottenendo il maggior punteggio, proprio in funzione della pianificazione organizzativa e la progettualità esposta. Due le giornate al mese – di sabato - in cui sarà possibile effettuare presso l’Area Mercato di Via kennedy il mercatino delle pulci. Diverse le novità rispetto alle passate edizioni. L’articolata proposta presentata da VENUS Srl prospetta, oltre al piccolo commercio dell’usato, un’area dedicata all’antiquariato ed uno spazio finalizzato alla realizzazione di attività attrattive. Fondamentale per il buon proseguimento dell’attività sarà il rispetto delle nuove norme, già previste nel programma del bando, indispensabili per una corretta convivenza con il territorio che ospita l’iniziativa. Il fine è comunque di favorire, in un momento di particolare difficoltà economica, tutte quelle iniziative che possano consentire meccanismi virtuosi anche di piccolo commercio e di attrazione per il nostro territorio, nel pieno rispetto delle regole. Il nuovo ciclo del Mercatino ha avuto inizio sabato 7 marzo.

C

19

L'impianto per la fornitura di energia elettrica per le attività alimentari all'interno dell'area del mercato comunale sarà presto realtà. In sinergia tra i diversi assessorati, Lavori pubblici e Commercio, d’intesa e collaborazione con le organizzazioni degli Ambulanti, terminata la fase di gara d’appalto, a breve avranno inizio i lavori per realizzare un’opera attesa e sollecitata da molti anni. Un completamento dell’Area con la messa a disposizione di un efficiente servizio elettrico per tutte le attività economiche di generi alimentari che la frequentano. Una indubbia ed efficace opera nata da una apprezzabile partnership pubblico – privato. Un modo concreto per “FARE”... passi avanti!

DALMINE capofila nel progetto “Free Time Area - All in one” In arrivo un finanziamento di 360 mila euro Grande risultato ottenuto dalla partecipazione al bando “DAT” di Regione Lombardia (distretti dell’attrattività) Il 23 febbraio è stata pubblicata sul BURL la graduatoria del Bando DAT a cui ha partecipato il Comune di Dalmine quale capofila di una affiatata squadra di 12 Comuni: Dalmine, Lallio, Treviolo e Osio Sopra per Distretto 525, Curno, Mozzo e Valbrembo per il Distretto dei Colli e del Brembo, con l’aggregazione dei Comuni di Paladina, Almè, Villa d’Almè, Sorisole e Ponteranica. Un territorio omogeneo e unico in Regione grazie

alle molte attrazioni legate al tempo libero: “Free Time Area – All in one”, questo il programma di intervento, un progetto elaborato con un impegnativo lavoro svolto nel 2° semestre dello scorso anno, che ha ottenuto il riconoscimento della 15° posizione sui 33 progetti finanziati, contro i 64 complessivamente presentati. Un riconoscimento al lavoro svolto ma soprattutto un contributo finanziario, integralmente finanziato nella sua cifra massima, di

360.000 euro che servirà per la concreta attuazione di un progetto che ha visto la collaborazione e la sinergia operativa tra diverse componenti., pubbliche e private. E’ stato premiante il gioco di squadra, averci creduto e ancor prima aver individuato un tema che potesse diventare comune denominatore per una vasta fascia territoriale, collocata a ridosso del Capoluogo, con una prospettiva immediata per il prossimo EXPO di Milano 2015 e

con la certezza di aver messo le basi per un lavoro sinergico e profittevole di opportunità per il dopo EXPO. Ricchi di impegno i prossimi passi per la realizzazione dei tanti interventi programmati per la valorizzazione del posizionamento turistico dell’area del DAT (negli ambiti : Musica/Teatro/Spettacolo – Natura e Green – Sport e turismo attivo) e degli investimenti pianificati e già in fase realizzativa nei singoli Comuni.


CO M M ERC IO

20

Informadalmine

marzo 2015

EXPOniAMO DALMINE© 2015 domenica 19 aprile In preparazione all’EXPO internazionale di Milano, si apre il sipario sulla manifestazione dalminese

A

nche per quest'anno OPEC, l'Associazione degli Operatori Economici di Dalmine, si accinge alla realizzazione dell’importante manifestazione dalminese, EXPOniAMO DALMINE©, con il Patrocinio del Comune di Dalmine e nell'ambito delle iniziative sostenute e calendarizzate dal Distretto del Commercio 525. Quella che avrà luogo domenica 19 aprile 2015 è la 6° edizione della grande manifestazione dalminese, per la quale è ormai ultimato il programma della giornata, come sempre ricca di eventi e di intensa partecipazione espositiva. Il meteo rimane come sempre l’imprevedibile fattore “X”, imponderabile fino all’ultimo. Quest’anno il Consiglio Direttivo dell’Associazione ha messo in conto da subito la data alternativa. Memori di quanto accaduto lo scorso anno con un rinvio, fortunato e premiato, fatto in corsa all’ultimo minuto, quest’anno la data alternativa è stata già definita per la domenica successiva, il 26 aprile.

E’ quasi una decisione scaramantica dicono in OPEC, onde non essere colti di sorpresa se, a poche ore dall’evento, gli Istituti meteo dovessero convergere su condizioni proibitive. Come per le passate edizioni, l'evento potrà trovare la sua realizzazione grazie all'impegno delle Attività economiche partecipanti, dei Sostenitori, delle Istituzioni e del Distretto del Commercio. Saranno i Viali Mazzini e Betelli ad ospitare la manifestazione. Un chilometro che attraversa l’intera città e che come di consueto offrirà uno spaccato dell’imprenditoria locale. Forte l’impegno degli organizzatori per creare una giornata ricca di eventi, musica, balli, cucina, giochi, curiosità… ovunque intrattenimento e divertimento per grandi e piccoli. L'obiettivo è la promozione del territorio e delle sue attività, con la presenza di almeno 100 Opera-

tori Economici dei diversi settori. Commercio, artigianato, servizi, industria e professioni., idee e curiosità, con le loro proposte e i loro assaggi… e anche quest’anno si annuncia un percorso davvero gustoso! Come per le ultime edizioni, oltre alle attività dalminesi la partecipazione è aperta anche a 20 attività economiche operative negli altri tre Comuni che fanno parte del Distretto, Lallio, Osio Sopra e Treviolo. In sintonia con le recenti ini-

ziative che hanno visto i commercianti dei quattro Comuni fare squadra e proporsi “uniti” per rappresentare un’offerta cittadina di vicinanza, variegata e di qualità. La locandina della domenica di festa e relativo programma sono disponibili sul sito di OPEC, www.assopecdalmine.it e nelle vetrine delle attività partecipanti.

L’augurio a tutti di una grande domenica di festa.


A S SO CIA Z ION I

21

Informadalmine

marzo 2015

Scuola di italiano per migranti, un grande successo da ripetere: si cercano nuovi collaboratori

A ottobre sono ripartiti i corsi che hanno visto dietro i banchi 53 persone pronte a mettersi in gioco per imparare o approfondire la lingua italiana. Ora associazione “Il Porto” e Comune di Dalmine sono alla ricerca di nuovi collaboratori per ampliare gli orari di lezione

PER CONTATTARE “IL PORTO” via Fossa 4 A tutti i lunedì sera dalle ore 21 alle ore 24 oppure telefonare a Sandro Santus al numero 348-8628863

I

l 23 ottobre 2014 è ricominciata la scuola di italiano per migranti, con la preziosa collaborazione dei volontari spinti da grande entusiasmo ed attenzione alla persona. Questo corso è attivo dal 1997 sul territorio di Dalmine ed è organizzato dal Comune stesso in collaborazione con “Il Porto” (Associazione Accoglienza Migranti). Dal 2010, anche grazie alla collaborazione di ENAIP Lombardia di Dalmine, è stato realizzato il progetto “Vivere in Italia”che prevede, alla fine del corso, la certificazione utile al rinnovo della Carta di Soggiorno. La scuola di italiano ha come finalità primaria l’insegnamento della lingua italiana a tutti i migranti del territorio di Dalmine e gli obiettivi sono tanti: prima di tutto offrire agli studenti

gli strumenti linguistici necessari per affrontare la quotidianità; fornire ai migranti un luogo di incontro e di socializzazione; offrire occasioni di scambio tra persone portatrici di culture diverse. Tutto questo per cercare di creare un dialogo costruttivo e buone relazioni per l’inclusione sociale nel rispetto della dignità di ogni singola persona. I corsi si articolano su tre livelli: ci sono il corso base, il corso intermedio e il corso ENAIP. Nel 2014 si sono iscritte 53 persone tra cui 36 donne e 17 uomini provenienti da 18 nazioni diverse (20 persone per il corso base, 11 per corso intermedio e 22 per il corso ENAIP). Gli insegnanti e gli assistenti della scuola di Italiano, che rappresentano il cuore del progetto, sono 15 e, mettendosi a disposizione in forma totalmente gra-

tuita, si impegnano ad acquisire le competenze professionali necessarie ad insegnare la lingua italiana agli stranieri. Questo impegno viene ripagato dal confronto con persone diverse che arricchiscono i volontari di nuovi strumenti per relazionarsi con gli altri nel rispetto di tutte le culture. A tutti loro va caloroso “grazie” dell'associazione Il Porto e del Comune di Dalmine, che vorrebbero organizzare anche una sezione mattutina dedicata solo alle mamme con bambini piccoli, ma per questo ci sarebbe bisogno di altri volontari sia per l’insegnamento della lingua italiana che sia per il servizio baby sitter. Chi fosse interessato può contattare gli organizzatori presso la sede in via Fossa 4 A tutti i lunedì sera dalle ore 21 alle ore 24 oppure telefonando a Sandro Santus al numero 348-8628863.


AS S O C IA Z IO N I

22

Informadalmine

marzo 2015

gli incontri APRILE Serata incontro, 15 aprile ore 20.45

“EIL e il territorio”

Relatore: Luca Curioni “Il lavoro di rete” 19 aprile ore 9.00: inaugurazione soppalco Jacci. Seguirà rinfresco.

MAGGIO

31 maggio ore 10.00: inaugurazione sala polivalente Piccardi. Seguirà buffet. Sarà allestita una mostra permanente “Scarti d’Autore” presso la sala Piccardi

GIUGNO

“L’importanza di una cooperativa per il Comune”

Serata incontro:

Relatore: Mauro Cinquini.

1-2 giugno: open-day nei laboratori 13 giugno: quadrangolare di calcio dei laboratori Continua la mostra Permanente “Scarti d’Autore” presso la sala Piccardi

Luglio

Serata incontro: “Il

ruolo del volontario in una cooperativa di tipo B”

Relatore:Maurizio Noris, linee guida per il volontario Continua la mostra Permanente “Scarti d’Autore” presso la sala Piccardi

AGOSTO

Continua la mostra Permanente “Scarti d’Autore” presso la sala Piccardi

SETTEMBRE

Serata incontro:

“Il paziente psichiatrico e il lavoro” Relatore: Dott. Pellegris.

Continua la mostra Permanente

“Scarti d’Autore” presso la sala Piccardi OTTOBRE

Serata incontro: “L’Articolo 14” Relatori: Omar Piazza e Luca Ronzoni. Continua la mostra Permanente

“Scarti d’Autore” presso la sala Piccardi NOVEMBRE

Continua la mostra Permanente “Scarti d’Autore” presso la sala Piccardi

DICEMBRE

Natale Insieme e chiusura dei festeggiamenti. Continua la mostra Permanente “Scarti d’Autore” presso la sala Piccardi

A Dalmine 25 anni di Solidarietà con la S costantemente maiuscola

2

5 anni di Solidarietà con la S costantemente maiuscola sono quelli compiuti in questo 2015 dalla storica cooperativa dalminese che, per festeggiare nel migliore dei modi, ha deciso di organizzare una serie di incontri e di serate a tema per coinvolgere ancora di più la cittadinanza. Dopo gli eventi già realizzati nei mesi di gen-

naio, febbraio e marzo, ecco nella colonna a sinistra il calendario del resto degli incontri del 2015 (quelli di giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre e dicembre sono confermati ma ancora in attesa di definizione: date e orari saranno comunicati più avanti con dei volantini mensili).

Le date delle varie iniziative, verranno comunicate con volantini mensili. (Per informazioni: Grazia tel. 035-565553)


LA TE ST IM ON IA N Z A

23

Informadalmine

marzo 2015

Proponiamo ai lettori di Informadalmine il racconto di Massimo Doneda, volontario della Croce Rossa di Bergamo, che ha voluto raccontare l'episodio che lo scorso 16 dicembre ha visto protagonista un altro volontario, Tarcisio Bacis, salvato dopo un malore dall'intervento dei propri colleghi. Ecco la testimonianza

C

hissà quante persone avrà soccorso, e spesso salvato, in trent’anni di volontariato. Con questo pensiero mi preparo all’incontro con Tarcisio Bacis, conosciuto come Cisio, volontario della sede territoriale di Dalmine della Croce Rossa Italiana. La puntalità è una sua prerogativa, insieme a lui trovo il consueto equipaggio con il quale esce in ambulanza composto da Giuseppe Lodetti e Silvia Oberti. Il motivo dell’incontro non è per il tempo che Cisio e i colleghi dedicano agli altri o per illustrare le molteplici attività sul territorio della Cri di Dalmine, bensì per farsi raccontare come, grazie alla tempestività e professionalità, siano riusciti a salvare una vita, la sua. Tarcisio Bacis, 65 anni di Osio Sotto, da quando è in pensione ha aumentato l’impegno già importante in Croce Rossa. La mattina del 16 dicembre era in servizio pronto ad accorrere dove c’era bisogno, due chiacchiere sul divano in attesa della chiamata del 118, e proprio in quel momento… “Ero seduto con i miei colleghi a parlare del più e del meno - esordisce Cisio -, il mezzo era già stato controllato, pronto e operativo. Ricordo solo questo, il resto me lo hanno raccontato loro”. Silvia Oberti è stata la prima ad accorgersi che qualcosa non andava: “Tarcisio sembrava si fosse addormentato improvvisamente. Non è tipo da scherzi, mi sono avvicinata e ho capito che stava accadendo qualcosa. Con il collega Giuseppe ci siamo accorti che aveva perso conoscenza, lo abbiamo messo sul pavimento e le funzioni vitali, cuore e respiro, non erano percettibili.

Mentre iniziavamo la rianimazione e il massaggio cardiaco, abbiamo avvisato la centrale operativa del 118, come avviene in tutti questi casi, per l’invio del mezzo medicalizzato e di un’ambulanza”. “Seguendo i protocolli per cui siamo formati - continua Giuseppe Lodetti - abbiamo applicato le piastre per l’uso del defibrillatore che, dopo l’analisi, ha erogato la scarica che ha salvato Tarcisio”. “Di situazioni come queste ne incontriamo spesso - continuano Silvia e Giuseppe - ma quando soccorri una persona che conosci bene e con la quale stavi parlando fino al minuto prima, le sensazioni sono molto diverse. Quando sono arrivati i soccorsi medici, il cuore di Cisio batteva, lo hanno intubato somministrando anche le terapie del caso, poi il trasporto in codice rosso all’ospedale Papa Giovanni XXIII. Si è trattato di un’aritmia maligna, una patologia cardiaca che, se non trattata immediatamente, non lascia scampo”. Una tranquilla mattina, fino a pochi minuti prima, ha preso una piega diversa rischiando di diventare tragica: se Tarcisio si fosse trovato in garage, magari per verificare uno dei mezzi della Croce Rossa, nessuno si sarebbe accorto subito e purtroppo non saremmo qui a raccontarne l’esito felice. “Mi sono svegliato in ospedale interviene Cisio - non mi ricordo nulla, so cosa è successo dalle loro parole e da quanti mi sono stati vicini, medici del 118 e dell’ospedale, che ringrazio, come si dice, di cuore!” Il lieto fine della vicenda porta ancora di più all’attenzione

Tarcisio “Cisio” Bacis, il volontario Cri Dalmine salvato sul lavoro dagli “angeli-colleghi” l’importanza della diffusione sul territorio del defibrillatore e della formazione laica all’uso di questo strumento, ormai già presente in molti luoghi pubblici e privati con tante persone abilitate ad usarlo dopo un corso di poche ore che, con semplici azioni e manovre, insegna a salvare la Vita a quanti vengono colpiti da arresto cardiaco. Si può fare di più, oltre alla prevenzione personale, adottando uno stile di vita sano. L’incremento della diffusione dei defibrillatori è fondamentale, come è fondamentale che tutti siano a conoscenza delle manovre salva-vita, a partire già dalla formazione scolastica primaria. “Prima di uscire dall’ospe

dale mi hanno impiantato nel petto un piccolo defibrillatore lungo un paio di centimetri per evitare che mi accada nuovamente, ma presto - anticipa Cisio - tornerò in servizio. Grazie al pronto intervento dei miei 'angeli-colleghi' non ho riportato nessun deficit e la voglia di continuare ad aiutare gli altri è forte: non posso, per ora, andare in pensione”. Questa vicenda è la testimonianza di come la vita sia un circolo: è stato reso a Tarcisio quanto lui stesso ha donato agli altri in tanti anni di servizio. Massimo Doneda volontario CRI Bergamo


CULTURA

L

a passione è un motore formidabile che permette di raggiungere traguardi impensati. Lo sanno bene i membri del Circolo Fotografico Dalmine e del Circolo Fotografico Marianese, le due associazioni che da più di trent’anni riuniscono gli amanti dalminesi della fotografia. Quello che cinque anni fa era solo un sogno, un vero e proprio festival che promuovesse la cultura e l’arte fotografica, grazie al sostegno dell’Assessorato alla Cultura e all’impegno dell’Ufficio Cultura e dei Circoli Fotografici del Comune di Dalmine, è oggi una realtà che appassionati e non conoscono ormai molto bene: “Dalmine Maggio Fotografia”. Nato nel 2012, in pochi anni il festival ha guadagnato consensi crescenti, tanto da diventare un attesissimo appuntamento grazie ai molti eventi proposti nelle prime tre edizioni (fra i quali le mostre personali di autori quali Pepi Merisio, Andrea Pistolesi e Virgilio Fidanza). Per il 2015 viene confermato il format vincente delle precedenti edizioni: mostre personali e collettive di autori già affermati nel panorama della fotografia nazionale e internazionale fra le quali “Gli anni del Neorealismo – Tendenze della fotografia italiana” (collezione “Grandi Mostre” della F.I.A.F. - Federazione Italiana Associazioni

24

Informadalmine

marzo 2015

Torna Dalmine Maggio Fotografia “Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l'immagine di un'idea”. (Tiziano Terzani)

Fotografiche), mostre di giovani autori, che avranno come scopo quello di avvicinare il pubblico ai nuovi linguaggi e alle nuove forme della fotografia contemporanea, conferenze e incontri di formazione, Concorso Lettura Portfolio, proiezioni. Non mancheranno naturalmente la cerimonia di apertura del Festival e la serata conclusiva del 29° Concorso Nazionale Città di Dalmine. Ce n’è davvero per tutti i gusti: una serie di grandi appuntamenti che per dieci giorni metteranno Dalmine al centro del mondo fotografico bergamasco e nazionale… ...vi aspettiamo!

29° CONCORSO FOTOGRAFICO CITTA’ DI DALMINE L’Assessorato alla Cultura del Comune di Dalmine e il Circolo Fotografico Dalmine organizzano il 29°Concorso Fotografico “Città di Dalmine”. La partecipazione è aperta a tutti i fotografi e fotoamatori residenti in Italia, San Marino e Vaticano. Il concorso valevole per la statistica FIAF 2015 si articola in due sezioni con opere digitali o digitalizzate: sezione A) Tema libero (colore e b/n - Max 4 opere)

with your left hand_1 autore: Andreoni Angelo

sezione B) Natura (colore - Max 4 opere) Le opere partecipanti dovranno essere inviate esclusivamente attraverso caricamento sul sito internet dedicato al 29° Concorso Fotografico “Città di Dalmine” all’indirizzo: www.circolofotograficodalmine.net seguendo le istruzioni riportate nel sito. Oltre ai premi speciali consueti, si informa che è stato istituito per gli autori residenti in Dalmine "Premio speciale miglior autore di Dalmine". Termine per la presentazione delle opere 4 aprile 2015. Jodhpur, autore: Urso Marco


CULTURA

I corsi: le proposte per gli adulti “LEGGERE I CLASSICI ANTICHI E MODERNI” LABORATORIO DI LETTERATURA – INCONTRI LETTERARI 2014/2015 a cura della Prof.ssa Concetta Cartillone Corso pomeridiano Inizio: 10 aprile 2015 n. incontri: 5 (da aprile a giugno 2015) Venerdì dalle 14.30 alle 16.30 presso l’ ex Emeroteca (Via J. F. Kennedy n.5)

“PERCORSI D’ARTE “ Paesaggi di Lombardia: Territori da (Ri)Scoprire a cura del Dott. Valter Nava Lezioni serali e Visite guidate n° incontri: 3 lezioni + 3 itinerari guidati da marzo a maggio 2015 Le lezioni introduttive si svolgeranno il martedì dalle 20,45 alle 22,30, le visite guidate il sabato

25

Informadalmine

marzo 2015

tempo libero di qualità

Corsi della Piccola Accademia del Tempo Libero in arrivo il 2° semestre er il secondo semestre 2014/15 l’Assessorato alla Cultura in collaborazione con le associazioni del territorio ha proposto corsi di musica per bambini, fotografia per dilettanti, cucina per adulti,bambini e adolescenti, corsi d’arte e fotografia. Al momento sono ancora aperte le iscrizioni al corso di letteratura e ai percorsi percorsi d’arte. Un ottimo modo per regalare ai piccoli dalminesi un tempo libero di grande qualità.

P

I programmi dettagliati dei corsi sono disponibili presso l’Ufficio Cultura, tel. 035/564952 la Biblioteca Civica e sui siti www.comune.dalmine.bg.it e www.dalminecultura.bg.it.

La Resistenza italiana cantata da “Pane e Guerra”

U

no spettacolo fatto di musica, parole, imagini e piccoli gesti per celebrare nel migliore dei modi chi è riuscito a spazzare via un periodo infausto della storia italiana e porre le basi per la futura civile convivenza in questo Paese. E' questo l'obiettivo che l'Associazione “Pane e Guerra” si è prefissata con lo spettacolo “Canti e parole delle Resistenza e dei suoi ideali” che porterà a Dalmine venerdì 24 aprile, dalle 21, al Teatro Civico. “Pane e Guerra” è nata come associazione nel 1988 a Bergamo su iniziativa delle associazioni pacifiste Lega Obiettori Coscienza e Centro "Eirene" in occasione di un corso di approfondimento tenuto dal ricercatore Mimmo Boninelli, membro del Canzoniere Popolare Italiano e dell'istituto di ricerca De Martino, sul tema della musica popolare dedicata agli avvenimenti bellici negli ultimi secoli. L'associazione ha formato un archivio in cui sono state raccolte e schedate centinaia di canzoni, spostando poi l'attenzione anche sui canti di lavoro, di emigrazione, e sui canti della Resistenza. “Pane Guerra” ha promosso numerose iniziative di solidarietà e di dibattito politico: è inoltre promotrice da ormai tre anni della rassegna “Almen nel canto non vogliam padroni” che si svolgerà anche nel 2015 a Crespi d’Adda e che vede la partecipazione di formazioni “militanti” provenienti da nord e centro Italia.


BIBLIO TE C A

26

Informadalmine

marzo 2015

Io leggo …e tu? PRESTITO LIBRI In Biblioteca puoi trovare circa 111.500 volumi e li puoi prendere quasi tutti in prestito. Puoi invece solo consultare dizionari, enciclopedie e opere particolarmente pregiate. Ti puoi iscrivere gratuitamente portando un documento d'identita' e il codice fiscale. Puoi prendere in prestito contemporaneamente 25 libri per 30 giorni e li potrai rinnovare per altre 3 volte, fino ad un massimo di 90 giorni complessivi, purchè il libro non sia gia' prenotato.

PRESTITO MATERIALE MULTIMEDIALE Puoi anche prendere in prestito film o documentari in DVD, oltre a cdrom, cd musicali. Puoi scegliere tra oltre 4000 DVD; li puoi prendere in prestito 5 alla volta per una settimana e li potrai rinnovare, purchè il cd/dvd non sia gia' prenotato.

EMEROTECA E’ uno spazio della biblioteca dove puoi trovare giornali e riviste. In biblioteca sono disponibili alla consultazione n. 13 quotidiani, 72 periodici/ riviste di cui 8 per ragazzi. I numeri correnti li puoi consultare in biblioteca, mentre quelli arretrati li puoi prendere in prestito per 15 giorni Le riviste riguardano i seguenti argomenti: attualita', viaggi e turismo, scienze, informatica, grafica, architettura, automobilismo e motociclismo, psicologia, salute, ambiente naturale, moda, casa, riviste di critica letteraria, ecc..

NASCE A DALMINE IL GRUPPO DI LETTURA PER ADULTI “Non esiste un vascello veloce come un libro per portarci in terre lontane “(E. Dickinson)

S

ei un lettore appassionato? Vuoi condividere con altri le emozioni della lettura? Ora puoi farlo nel Gruppo di Lettura che è stato attivato nella Biblioteca Civica di Dalmine.In un clima piacevole e disteso, i partecipanti, guidati nella discussione da un moderatore, potranno – se vogliono - esporre i propri punti ore 20,30 di vista sui libri letti in un'ottica di scambio di Giovedi 5 marzo emozioni e conoscenze suscitate dal piacere ore 20,30 Giovedi 9 aprile della lettura. Il gruppo di lettura è organizzato dalla Biblioteca Comunale e dall'associazione Arci "Rinascita" Dalmine. La partecipazione è libera e gratuita.

Giovedi 7 maggio

ore 20,30

Giovedi 4 giugno

ore 20,30

TIERRA! Nuove rotte per un mondo più umano ’ partita il 6 febbraio "Tierra!" la rassegna di spettacoli, incontri e reading musicali nelle biblioteche, nelle piazze e nei teatri della provincia di Bergamo nata dalla collaborazione dei Sistemi Bibliotecari di Dalmine e di Ponte San Pietro e che durerà sino al 6 giugno. Questa ricca rassegna di spettacoli teatrali per adulti e ragazzi, conferenze e reading musicali parlerà di cibo biologico e di consumismo, “incontrerà" personaggi che hanno segnato il Novecento e la cui lezione è ancora molto attuale, proverà a delineare insieme un futuro sostenibile e a divertire in modo intelligente. Tutto questo – e molto altro ancora – è Tierra! Lasciatevi condurre verso nuovi lidi...perché il fascino della scoperta è dentro ogni uomo. L’appuntamento per Dalmine, dal titolo “La diva della scala” si terrà martedì 14 aprile alle 21,00 al Cineteatro Le Muse di Mariano via Monte Santo,1.

E

La diva della scala

U

n monologo a più voci interpretate dalla dirompente teatralità della protagonista Laura Curino. Laura, è decisa a diventare un'artista e scalare le difficili vette dell'arte. Nelracconto si avvicendano una decina di personaggi che ora sostengono Laura, ora ladeviano dalle sue intenzioni, in un susseguirsi di episodi paradossali, tragicomici, masempre rigorosamente credibili. Si compone così uno spaccato della cultura, dell'arte e della storia del teatro della seconda metà del '900 e allo stesso tempo la storia della faticosa costruzione di una personalità, di una vocazione alla fine realizzata.


P RO TA G O N IST I

27

Informadalmine

marzo 2015

ECCELLENZE

Per la Ovid Dalmine si è chiuso un 2014 ricco di soddisfazioni L'azienda dalminese lo scorso anno è stata premiata come “impresa di successo” da Assomec, chiudendo nel migliore dei modi un'annata che aveva già visto il suo dipendente Agostino Boroni scelto da Confindustria Bergamo come “Eccellenza al lavoro 2014”

L

a Ovid di Dalmine grande protagonista del 2014. L'anno che si è appena chiuso è stato ricco di soddisfazioni per la realtà con 25 dipendenti attiva nella riparazione e nell'allestimento di veicoli industriali: il 17 dicembre, infatti, l'amministratore dell'azienda Anna Ubiali ha ricevuto a Milano da Assomec il premio “Dal dire al fare. Premio imprese di successo”. “Attività di marketing, passaggio generazionale e nuovo controlo di gestione sono stati gli ingredienti del nostro successo” ha spiegato a L'Eco di Bergamo l'amministratore di Ovid Dalmine. Ma il 2014 sarà ricordato dall'azienda dalminese anche per il premio “Eccellenze al lavoro” ricevuto da Confindustria Bergamo da Agostino Boroni, “per aver regalato a Ovid Dalmine 42 anni di serietà, professionalità, entusiasmo e costante presenza”. Boroni, nelle motivazioni che hanno spinto l'ente bergamasco a premiarlo nel giugno di un anno fa, è stato descritto anche come “un importante riferimento nella gestione del magazzino, capace di rispondere ai colleghi in tempi più rapidi e con una cronologia storica più affidabile del centro elaborazione dati, gestendo circa sedicimila articoli con ordine, pulizia e precisione ma soprattutto con il cuore. Agostino ha conquistato la fiducia indiscussa di tutti i collaboratori della Ovid”.

Alcuni momenti della premiazione di Agostino Boroni presso Confindustria Bergamo


P UBBLICA IS TR UZIO N E E S PO R T

IL NUOVO APPUNTAMENTO CHE UNISCE FAMIGLIE E BAMBINI

Informadalmine

marzo 2015

GINNASTICA ARTISTICA

Sbarca a Dalmine “il Merendando” a prima volta che le maestre della scuola d’infanzia comunale “Giovanni XXIII” ci hanno parlato di “Merendando” era novembre e noi mamme ci siamo guardate con sospetto: “Un’altra attività da aggiungere ai tradizionali appuntamenti in cui si richiede la presenza delle famiglie che, diciamocelo, sono già oberate da svariati impegni” abbiamo pensato. Poi, però, è arrivato il primo appuntamento e il “Merendando” ci ha conquistato. Ci è stato offerto, infatti, uno spazio speciale, fuori dagli schemi delle solite riunioni, dove non si è parlato dei bambini ma solo giocato con loro, dove le cose davvero importanti sono chiacchierare con altri genitori e nonni e farsi coinvolgere in un girotondo insieme ai propri figli. Così la partecipazione a gennaio è stata più numerosa e attendiamo con trepidazione il prossimo incontro di marzo. Momenti piccoli ma importanti, per condividere sorrisi e dedicare a chi incontri quotidianamente qualcosa in più del solito “buongiorno”. Perciò grazie maestre, per l’entusiasmo contagioso che mettete sempre nelle giornate dei nostri bimbi, ma soprattutto per queste occasioni speciali che vi siete inventate per creare legami e sorrisi anche nei grandi: evviva i “Merendando” insieme! Le famiglie della scuola dell’infanzia comunale

L

MERENDANDO, COS'È E PERCHÉ È IMPORTANTE È arrivato anche a Dalmine Merendando, il progetto dedicato all’alimentazione dei nostri bimbi. Un appuntamento ancor più interessante considerando che, proprio cibo e alimentazione, saranno i protagonisti di Expo 2015, l’esposizione universale in programma a Milano da maggio a novembre prossimi. “Fare merenda imparando”: questo lo slogan di Merendando che, in quattro appuntamenti, ha insegnato ai più piccini, in maniera divertente e con il sorriso, come approcciarsi al cibo in maniera sana e salutare. Nel primo incontro i bimbi hanno fatto conoscenza quelli che devono diventare i loro “amici a tavola”: le proteine, gli spuntini, la colazio-

28

A STRADELLA TRIONFANO LE DALMINESI E' stata una gara di ginnastica artistica a chiare tinte dalminesi quella andata in scena nel palazzetto dello sport del comune di Stradella, nel Pavese, domenica 7 febbraio. Quattro giovanissime atlete di Dalmine, infatti, hanno monopolizzato il podio finale della categoria “Allieve” occupando due dei tre posti disponibili e regalando una giornata di autentica gloria alla società Asd Butterfly di Longuelo della quale sono state le rappresentanti. Al primo posto si sono classificate Alessia Maffeis e Viola Teocchi; terze sono invece arrivate Chiara Bessi e Lisa Scalercio. Sul secondo gradino del podio, a divedere le due coppie dalminesi, si sono piazzate Sofia Cominelli ed Elettra Frosio.

ne, l’acqua e il cosiddetto “portafoglio delle energie”. Secondo appuntamento con un importante alleato, l’esercizio fisico, che aiuta a far funzionare in maniera corretta il metabolismo. Terza giornata dedicata ai cosiddetti “nemici a tavola”, cioè i carboidrati “cattivi”, i grassi “cattivi”, con verifica finale del cosiddetto “portafoglio delle calorie”. Obiettivo evitare gli eccessi alimentari, pericolosi per l’organismo e la salute. Gran finale dedicato, finalmente, alla migliore amica dei bambini (e non solo...), al momento più gustoso dell’intera giornata: la merenda. Una merenda sana, però, perché solo in questo modo si possono aiutare i bambini in maniera salutare.

Per le inserzioni su

Informadalmine 02 36767660 393 3533932 info@limedizioni.com www.limedizioni.com

Auguri di Buona Pasqua da parte di Lime Edizioni a tutti i lettori di

Informadalmine e agli inserzionisti, che rendono possibile la pubblicazione di questo giornale distribuito nelle case di tutti i cittadini.


SE RVIZ I E O R A R I

29

Informadalmine

marzo 2015

Orari di ricevimento della Giunta Lorella Alessio Sindaco Riceve presso: Municipio Orari Ricevimento:tutti i martedi mattina 9.00/12.30 su appuntamento con l’ufficio segreteria del sindaco tel. 035 6224890 segreteriagenerale@comune.dalmine.bg.it

Silvia Garbelli Assessore all’urbanistica ed edilizia privata, ecologia e ambiente Riceve presso: Municipio Orari Ricevimento: martedì dalle 14.30 alle 17.00 su appuntamento da fissare con l′ufficio Urbanistica, tel. 035 6224878 urbanistica@comune.dalmine.bg.it - silvia.garbelli@comune.dalmine.bg.it

Giuliana Locatelli Vicesindaco e assessore al bilancio e ai tributi

Corrado Negrini Assessore ai lavori pubblici

Riceve presso: Municipio Orari Ricevimento: martedì dalle 16.00 alle 18.00 su appuntamento da fissare con l′ufficio segreteria e affari generali, tel. 035.6224889 affarigenerali@comune.dalmine.bg.it - giuliana.locatelli@comune.dalmine.bg.it

Riceve presso: Municipio Orari Ricevimento: martedì dalle 14.30 alle 17.00 su appuntamento da fissare con l′ufficio Lavori Pubblici, tel. 035 6224879 lavoripubblici@comune.dalmine.bg.it - corrado.negrini@comune.dalmine.bg.it

Ciro Andrea Napoletano Assessore al commercio e attività produttive

Paolo Battista Cavalieri Assessore alla cultura e alla pubblica istruzione

Riceve presso: Municipio Orari Ricevimento: lunedì dalle 10.00 alle 12.00 su appuntamento da fissare con l′ufficio Commercio, tel. 035 6224875 commercio@comune.dalmine.bg.it - ciroandrea.napoletano@comune.dalmine.bg.it

Riceve presso: Municipio Orari Ricevimento: sabato dalle ore 9.00 alle 11.00 su appuntamento da fissare con l′ufficio pubblica istruzione tel. 035 4512458 scuola@comune.dalmine.bg.it - paolobattista.cavalieri@comune.dalmine.bg.it

Uffici comunali • centralino 035.6224711 • info@comune.dalmine.bg.it • www.comune.dalmine.bg.it SPORTELLO INFORMAZIONI, UFFICI DEMOGRAFICI, SEGRETERIA, RAGIONERIA, TRIBUTI, ERP, URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA*, LAVORI PUBBLICI, MANUTENZIONI, ECOLOGIA, SUAP, STAET, CULTURA, PUBBLICA ISTRUZIONE, SPORT, SEGRETERIA DEL SINDACO Lunedì 8.30 - 13.30 Martedì 8.30 - 12.30 Mercoledì chiuso Giovedì 8.30 - 12.30 16.30 - 18.15 Venerdì 8.30 - 13.30 Sabato 9.00 - 12.00 (solo Servizi demografici) * RICEVIMENTO PERSONALE TECNICO Lunedì e Venerdi 8.30 - 13.30, Martedì su appuntamento

BIBLIOTECA COMUNALE BIBLIOTECA RAGAZZI Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì orario continuato Venerdì Sabato

UFFICIO SERVIZI SOCIALI Sportello amministrativo da lunedì a venerdì 9.00 - 12.00 Ricevimento Assistenti sociali martedì e venerdì 9.00 - 12.00

Emergenze

POLIZIA LOCALE Lunedì Martedì Mercoledì chiuso Giovedì Venerdì

tel. 035/6224840 tel. 035/6224844 chiuso 14.30 - 18.30 9.00 - 12.30 14.30 - 18.30 9.00 - 12.30 14.30 - 18.30 10.00 -18.30 continuato 9.00 - 12.30 14.30 - 18.30 9.00 - 12.30 14.30 - 18.00

NUMERI UTILI Uniacque

0363.944311

POLIZIA LOCALE

035.6224876 035.6224876/888

(Fuori orari d’ufficio cell. 335.456871/872) NUMERO UNICO EUROPEO D’EMERGENZA

9.00 - 12.00 9.00 - 12.00 9.00 - 12.00 9.00 - 12.00

Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, 16.30 - 18.15

Emergenza Sanitaria

16.30 - 18.15

NUMERI SANITà A DALMINE

PIAZZOLA ECOLOGICA via Bastone Lunedì - Giovedì - Sabato 8.00 - 12.00 Martedì - Venerdì 14.00 - 18.00 Mercoledì 8.00 - 12.00 CIMITERI Dal 1° maggio al 30 settembre Dal 1° ottobre al 30 aprile

112

14.00 - 18.00

Croce Rossa Italiana Dalmine

035.563756

Guardia Medica

035.378118

ASL

035.378111

NUMERI VERDI 7.30 - 19.00 7.30 - 18.00

GE.SE.CO. srl Piazza Lliberta, 1 Tel. 035.6224879 orari di ricevimento come per uffici comunali e-mail: manutenzioni@comune.dalmine.bg.it

ENEL RETE GAS Segnalazione guasti - Pronto intervento

800 901313

PUBBLICA ILLUMINAZIONE

035/6224761

ACQUEDOTTO Segnalazione guasti - Emergenze

800 123 955

ELETTRICITA’ PRONTO ENEL

800 900 800

Segnalazione guasti

803500


DRITTO E ROVESC IO gruppi co nsili ari PARTITO DEMOCRATICO Trasparenza, ascolto del cittadino e partecipazione. Le parole cardini nel nostro programma elettorale hanno subito trovato piena attuazione nelle prime iniziative dall’Amministrazione che, tra ottobre e novembre, ha incontrato la cittadinanza in sette differenti eventi organizzati nei quartieri di Dalmine. Una pratica che sarà ripetuta, voluta per riprendere il dialogo con i dalminesi, per spiegare le prime scelte compiute dall’Amministrazione da noi sostenuta e per raccogliere lamentele, segnalazioni e indicazioni. Come promesso in campagna elettorale, nel 2015 rivedremo certamente il Piano Urbano del Traffico intervenendo nelle zone più critiche del territorio tenendo conto delle priorità emerse in fase di monitoraggio. Insisteremo inoltre per effettuare il collegamento diretto con il casello autostradale e risolvere così finalmente l’annoso problema che da anni congestiona il traffico in prossimità del collegamento con la ex 525. Sul fronte della mobilità, intendiamo inoltre ridiscutere con le aziende competenti i termini dell’offerta nell’utilizzo del trasporto pubblico, in particolare per quelle linee autobus dirette verso ospedali e stazioni ferroviarie affinché i cittadini possano fruire di un servizio adeguato alle necessità. Ci siamo anche subito impegnati per dare pieno sviluppo al progetto riguardante le politiche giovanili attraverso una commissione appositamente dedicata che sarà attiva entro un paio di mesi. Dopo anni di immobilità, abbiamo anche firmato la convenzione per la gestione del Plis, il parco del basso corso del fiume Brembo, con il Parco Nord dell’Adda, nella speranza di offrire alla cittadinanza la possibilità di sfruttare al meglio questa risorsa ambientale del nostro territorio. Il Circolo dalminese del PD è inoltre molto impegnato, con gruppi di lavoro appositamente creati, per studiare e proporre all’ Amministrazione progetti quali quello di creare sinergie tra Imprese, Amministrazione e Cittadini. Riteniamo infatti che il Comune possa essere un punto di incontro tra domanda ed offerta di lavoro e, proprio per questo motivo, stiamo lavorando per la creazione di un “Tavolo permanente sul lavoro”. Il PD si conferma quindi un partito vivo, pronto al rinnovamento, caratterizzato da un vivace dibattito, e sempre aperto a tutti coloro che vogliono portare un contributo per il bene della nostra città. Auguri infine di buon lavoro all’ Ing. Stefano Segna eletto recentemente dall’assemblea degli iscritti Coordinatore del nostro Circolo. Gruppo consigliare PD

DALMINE CAMBIA VERSO Ogni inizio anno viene sempre caricato di grandi aspettative, aspettative che bisogna evitare di deludere soprattutto se si ha la responsabilità di gestire un ente pubblico. L’arrivo del nuovo anno porta all’interno del Comune di Dalmine diverse novità: in primo luogo la Commissione sulle Politiche Giovanili, composta da undici giovani più il Sindaco o un suo delegato, i quali potranno esprimere il loro parere e dare il loro contributo su settori di interesse giovanile: scuola, università, tempo libero, mondo del lavoro, cultura e spettacolo... Ritengo che questa Commissione sia una vera scommessa per l’Amministrazione, infatti nessun’altra Amministrazione aveva realizzato un qualcosa di simile. Essa costituisce un modo concreto per avvicinare i giovani al Comune consentendogli di mettersi in gioco e di essere membri attivi della loro comunità. Spero che questo sia solo il primo di tanti anni per questa Commissione la quale rappresenta una possibilità di dialogo tra due generazioni che raramente hanno degli spazi propri ed istituzionali per comunicare. Il 2015 è, inoltre, l’anniversario del Settantesimo della Liberazione. Per ricordare al meglio e nel modo più corretto un evento di questa portata storica il Comune di Dalmine ha dato il via ad una collaborazione con l’ANPI Dalmine (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) che prevede una serie di iniziative ed incontri finalizzati al tener viva la memoria e allo stare sempre all’erta alle possibili minacce dei neo-nazismi e dei neo-fascimi che tendono a infiltrarsi all’interno della società in maniera silenziosa ed inosservata. Alcune delle iniziative hanno già avuto luogo ed hanno riscontrato una buona partecipazione. Speriamo che, anche questa collaborazione continui al meglio e porti ai risultati auspicati. Queste sono solo due delle novità che caratterizzano il 2015 e che ritengo particolarmente significative. Per quanto riguarda l’anno passato è giusto citare i diversi lavori portati avanti dall’Amministrazione: approvazione del bilancio preventivo 2014, firmata la convenzione per la gestione del PLIS con il Parco Adda Nord, incontri con il Prefetto per mettere in sicurezza Dalmine, lavori su strade e opere pubbliche; lavori che continueranno anche per tutto il 2015, incontri nei quartieri... Il 2014 evidenzia un grande impegno dell’Amministrazione impegno che sarà portato avanti per tutto il 2015 e per i successivi anni del mandato. Denise Chiodi, Dalmine Cambia Verso

30

Informadalmine

marzo 2015

GIOVANI NOSTRA DALMINE ANCORA IN VOLO Essere giovani vuol dire tenere aperto l’oblò della speranza, anche quando il mare è cattivo e il cielo si è stancato di essere azzurro (Bob Dylan) Forse è proprio quel mix di speranza, curiosità e incoscienza che spesso porta i giovani a mettersi in gioco, anche in un clima pieno di tensioni e mutamenti come quello dei nostri giorni. Nel 2013, un gruppo di ragazzi decide di unire competenze, impegno e passione per una grande sfida: le elezioni comunali 2014. Con il passare dei mesi, il gruppo si allarga, entrano ragazzi con caratteri diversi, passioni diverse, ma un unico obiettivo: far sentire un po’ più “nostra” Dalmine, migliorando l’offerta giovanile del Comune. Questo traguardo si trasforma in uno dei punti fondamentali del programma di Nostra Dalmine, ormai diventata lista civica. Da maggio 2014, Nostra Dalmine è in consiglio comunale e ha già raggiunto importanti traguardi, tra i quali l’approvazione della mozione contro l’autostrada Bergamo-Treviglio; le azioni a contrasto della ludopatia; importanti interrogazioni come quella sull’inquinamento acustico provocato dai voli a bassa quota; e tanto altro. Intanto, nella città, l'attività e l'entusiasmo giovanile non si esauriscono con l'attività politica del nostro gruppo. Decine di ragazze e ragazzi lavorano, si adoperano e si impegnano per assistere e aiutare ragazzi svantaggiati, anziani, disabili, nelle varie realtà associative di Dalmine. La situazione non è così buia! Tutte queste attività sono pratiche quotidiane e non eccezioni e sono il sintomo dell'importante e forte presenza giovanile nel tessuto sociale della città. I giovani ci sono, sono presenti e hanno voglia di dare. Ciò che è necessario fare è dar loro la possibilità di esprimersi e partecipare. Questo caposaldo è stato sottolineato anche di recente dal prof. Ivo Lizzola, intervenuto a Dalmine per la presentazione del Centro Pro-motore del Volontariato Dalminese. Per quanto riguarda Nostra Dalmine, è iniziato un nuovo anno anche per noi, che, oltre a continuare il grande lavoro in Consiglio Comunale, stiamo lavorando a nuovi progetti che vedranno come protagonisti i giovani dalminesi. L’aeroplanino di carta partito nel 2013 è ancora in volo, pieno di idee e sempre più veloce, alla scoperta di nuovi modi per rendere migliore la nostra città. Gruppo “Nostra Dalmine – Si Cambia”


LEGA NORD #RENZIACASA Quando questo testo verrà stampato saremo già di ritorno dalla manifestazione #RENZIACASA che il nostro movimento ha organizzato il 28 Febbraio in quel di Roma, a distanza di 16 anni dalla storica “marcia su Roma” del 5 dicembre 1999. Un treno speciale chiamato “Nerone” sbarcò nella Capitale per ascoltare Bossi gridare dal palco un discorso tanto lungimirante quanto di estrema attualità a riguardo della nascente Unione Europea, dell’Euro e della finanza che avrebbe affossato l’economia reale https://m.youtube.com/watch?v=B1Y6jQoDN4k . ERAVAMO DEI PAZZI? NO! LA STORIA CI HA DATO RAGIONE! Oggi siamo scesi a Roma in difesa del REFERENDUM CONTRO la LEGGE FORNERO bocciato dalla CORTE COSTITUZIONALE (dell’On. Mattarella, neo-eletto presidente della Repubblica!) perché è stato tolto al POPOLO, ai tanti Cittadini Dalminesi che hanno firmato ai nostri gazebo!, la possibilità di esprimersi! Abbiamo chiesto lo STOP delle attività governative che favoriscono l’immigrazione clandestina, lotta contro il terrorismo, diminuzione delle tasse, un’aliquota fiscale unica al 15%, l’introduzione dei costi standard, la difesa delle autonomie e del federalismo, basta PATTO DI STABILITÀ. NON VOGLIAMO LE FINTE RIFORME RENZIANE! SIAMO STUFI DI VEDERE APPLICATO IL METODO RENZI ANCHE AL NOSTRO COMUNE! Lo scorso Maggio vi hanno promesso che tutto sarebbe cambiato, proprio come dice il Premier, ma in realtà non vi hanno detto che il più delle volte sarebbero stati costretti a metter mano proprio a ciò che loro stessi crearono negli anni precedenti: i DEBITI, un PRG fuori misura e GE.SE.CO. . A proposito di GE.SE.CO. ,visto il COMPORTAMENTO SCHIZOFRENICO E IRRESPONSABILE DELL’AMMINISTRAZIONE, siamo stati costretti a richiedere la convocazione di un CONSIGLIO COMUNALE URGENTE per permettere alla cittadinanza di venire a conoscenza della REALTÀ DEI FATTI smascherando lo squallido tentativo di scaricare con continui rimandi, tecnicismi, sofismi e insinuazioni fatte correre anche sulla carta stampata, le proprie responsabilità politiche! A verbale della seduta troverete i dettagli. TUTTO CIÒ NON È PIÙ TOLLERABILE! TESSERAMENTO 2015: se anche voi volete partecipare alla vita politica del nostro Comune, capirne di più e dare il vostro contributo al movimento CONTATTATECI! La sede di via Bastone 2/B è aperta tutti i mercoledì h.21.00 , oppure su Facebook alla pagina “Lega Nord - Dalmine”. Gruppo Consiliare Lega Nord Lega Lombarda per l’indipendenza della Padania

PATTO CIVICO PER DALMINE Istituzioni autorevoli. E' una definizione che abbiamo sentito molte volte ripetere in questi ultimi mesi, soprattutto in relazione alle vicende nazionali legate alla elezione del Capo dello Stato. Siamo convinti che questo postulato sia alla base anche delle istituzioni locali e che su questo si debba costruire un progetto di democrazia partecipata. Ebbene, pensiamo che la capacità di dimostrare una vera visione democratica della politica sia da esercitare dando il massimo rispetto a quelli che sono gli istituti che reggono le sorti della nostra città. E' una prova molto più difficile di quello che si è portati a pensare. Perché, se per reggere a livello amministrativo un comune con un buon gruppo di figure tecniche è sicuramente un obiettivo raggiungibile, impegno diverso è governare nel pieno rispetto delle Istituzioni. In buona sostanza una organizzazione comunale si avvale di una serie di istituti che sono il vero motore democratico della vita cittadina: Conferenza dei Capi Gruppo Consiliari, Commissioni Permanenti, Consiglio Comunale. Troppo spesso si riducono invece a momenti necessari solo per espletare passaggi tecnici, sminuendone il valore istituzionale e relegando i componenti a meri esecutori di atti amministrativi. Questo stato di cose non è un male recente, ma bensì una reiterata condizione che le amministrazioni che si sono succedute negli ultimi vent'anni hanno condiviso: il male atavico delle classi politiche partitiche che non sono in grado di superare i limiti imposti da una contrapposizione ideologica e spesso demagogica. Ma solo superando questa situazione potremo pensare di tornare a dare autorevolezza alle nostre Istituzioni: che sono dei cittadini e in quanto tali non passibili di essere sottomesse ai giochi di parte. In un contesto locale, solo liste civiche autonome, libere da pressioni ideologiche sono la possibile via di uscita dallo stato di stallo che subiamo e che lascia le istituzioni spesso lontane dalla cittadinanza. Questa città ha bisogno di cambiare passo e l'avvento delle liste civiche, veramente indipendenti, offre una opportunità imperdibile di cambiamento. Dalmine non si sprechi questa occasione. Ai cittadini dalminesi la facoltà di «volere» fare la scelta che possa riportare la fiducia nel governo della città: non una scelta coraggiosa ma di coscienza e che esprima finalmente i valori civici del nostro territorio. Valerio Cortese – Consigliere Comunale Patto Civico per Dalmine Orizzonti in Comune

FORZA ITALIA UN’AMMINISTRAZIONE “A SENSO UNICO” Non solo Via Verdi: dal PD errori anche su scuola e giovani Ci siamo impegnati a fare un’opposizione leale e costruttiva, che guardi al bene della comunità più che alle polemiche: prova ne sono i provvedimenti proposti dalla Giunta ai quali Forza Italia ha dato il suo parere favorevole. Insomma, opposizione rigorosa, ma anche responsabile. Tuttavia, l’impressione è che chi oggi governa Dalmine (il Partito Democratico) stia procedendo senza badare a quanto chiedono i cittadini e a quanto suggerirebbe il buon senso. Ecco tre esempi (relativi viabilità, scuola e giovani) più che eloquenti. Sappiamo come è andata a finire la questione di Via Verdi: nonostante le mille firme raccolte, il PD ha detto no al ripristino del doppio senso. Ma c’è di più: il Sindaco ha anche prospettato interventi (come invertire il senso di marcia di Via XXV Aprile o eliminare una corsia su Via Bastone) inopportuni: si tratta infatti di strade strette, con molteplici innesti, che confluiscono sulla pericolosa rotonda di Via Buttaro. Inoltre, per arrivare alla piazzola ecologica gli abitanti di mezza città dovrebbero compiere un’odissea. Non vorremmo che si fosse innescato una sorta di meccanismo “diabolico”, per cui è stato fatto un errore ma, pur di non riconoscerlo, si tenti di porvi rimedio facendo altri errori. Errori che nascono dal rifiuto di confrontarsi. Come la decisione di chiudere la scuola dell’infanzia di Guzzanica dopo aver garantito ai cittadini che sarebbe rimasta aperta e benché il Consiglio Comunale (all’unanimità, Sindaco e PD compresi) abbia approvato una mozione per garantirne il funzionamento. La Giunta ha agito in completa contraddizione rispetto al Consiglio, ovvero l’organo depositario della volontà popolare. E meno male che il partito che ci governa si chiama “democratico”. Infine, i giovani. L’Amministrazione ha proposto di istituire una commissione ad hoc: decisione condivisibile, non fosse che, per come è stata regolamentata, essa non sia rappresentativa di Dalmine. Diversi commissari potrebbero non essere dalminesi, mentre mancano la voce degli studenti della nostra città che studiano fuori Dalmine e le Associazioni. La maggioranza, infine, è sovrarappresentata. Non è solo questione di viabilità: il PD è “a senso unico”, e al buon senso sta dimostrando (in ogni occasione) di preferire l’isolamento e la cocciutaggine. Stiamo sereni? Gianluca Iodice - www.forzaitaliadalmine.wordpress.com forzaitalia.dalmine@gmail.com

MOVIMENTO 5 STELLE La notizia relativa alla chiusura della Scuola dell’infanzia di Guzzanica, decisa dall’attuale amministrazione, aveva chiuso il 2014 in modo poco confortante. L’assenza di un presidio/servizio comunale nella frazione sopra citata ha creato molti malumori, per cui ci siamo messi subito al lavoro studiando alcune soluzioni che serviranno a mantenere quella “vitalità” che è fondamentale in ogni frazione, in particolar modo per la più piccola delle 7, e che proporremo nei prossimi mesi. Ci sono anche buone notizie…fortunatamente; la nostra mozione relativa agli “Orti Urbani e Scolatici” è stata approvata all’unanimità, chiaro segno della bontà della proposta (la potete trovare su www.dalmine.bergamo5stelle.it). Questo 2015 comincia con il nostro obiettivo principale: il bene di TUTTI i dalminesi. Nel consiglio comunale di febbraio (quando leggerete questo articolo sarà già formalizzato il tutto) porteremo in votazione un progetto molto interessante che riguarderà la revisione degli spazi di Piazza Vittorio Emanuele II a Mariano. Con questa mozione intendiamo rimettere al centro dell’attenzione il tema delle Piazze di Dalmine. Prima di proporla ufficialmente abbiamo ascoltato le opinioni degli esercenti che, proprio in quella piazza, hanno la loro attività; le reazioni sono state positive e questo ci ha dato fiducia nell’intraprendere questo percorso, economicamente sostenibile, che ha 2 obiettivi: rivalutazione urbanistica ed aggregazione dei cittadini. Ci attendono sfide importanti riguardo la salvaguardia del territorio e delle politiche economiche comunali. Siamo sempre convinti che i due aspetti siano strettamente correlati soprattutto per quanto riguarda il tema della gestione dei rifiuti. Questo aspetto importantissimo della nostra quotidianità è un tema che, nei prossimi mesi, verrà affrontato e, di conseguenza, l’amministrazione dovrà decidere che strada scegliere: la salute dei cittadini coniugata ad una “giustizia fiscale” oppure l’inquinamento del territorio dalminese ed una tariffa (TARI) che nulla ha di logico. Ci siamo resi disponibili a dare il nostro contributo se la Giunta deciderà di intraprendere il percorso che porta alla “tariffa puntuale”. Cosa è la tariffa puntuale? Semplice, chi meno produce rifiuto secco meno paga. L’attuale tariffa basata sul numero dei metri quadrati di casa verrà sostituita da un sistema, a detta di tutti, semplicemente più giusto. “… a riveder le stelle” Manuel Steffenoni Grandi Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle


Profile for Lime Edizioni srl

Informa Aprile Dalmine 2015  

L’anno che è da poco cominciato è davvero ricco di appuntamenti importanti: come tutti saprete, infatti, dal prossimo 1° maggio aprirà i bat...

Informa Aprile Dalmine 2015  

L’anno che è da poco cominciato è davvero ricco di appuntamenti importanti: come tutti saprete, infatti, dal prossimo 1° maggio aprirà i bat...

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded